Page 1

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1983

Poste Italiane spa - Spedizione in a.p. - D.L. 353/2003 (conv.in l.27/02/2004 n.46) art. 1, comma 1 - DCB Pc

GIOVEDÌ 25 AGOSTO 2011 - ANNO 29 N. 29 - EURO 0,20

Miss Italia, estate trionfale per le bellezze piacentine

Pubblicità inferiore al 45% - Contiene IP www.corrierepadano.it

WEEKEND

Sarah Baderna già in finale, Noemi Cerrocchi può raggiungerla DOSSENA A PAGINA 3

Autunno rovente - Clima di incertezza nei giorni che precedono il nuovo anno di studi

Scuola, nomine nel caos Assegnazioni in bilico fino all’arrivo della direttiva ministeriale con i criteri di scelta A Piacenza aumentano le cattedre presidenziali vacanti. Sindacati pronti a dar battaglia

Salame Gentile, Ivaccari in festa A PAGINA 10

Si profila un autunno caldissimo per la scuola a Piacenza. Due i fronti roventi: le immissioni in ruolo, con un decreto ministeriale pubblicato ma senza una direttiva che spieghi “come” assumere, e le falle nel sistema delle cattedre di tutta la provincia. I sindacati sono sul piede di guerra: per Manuela Calza (Cgil Scuola) “è una situazione non più sopportabile, da settembre ci attiveremo per fermare questo fenomeno”, mentre per Lucia Galeazzi (Cisl Scuola) “i continui tagli operati rendono la scuola piacentina sempre più zoppicante: occorre rimediare”.

GIORDANO A PAGINA 5

Concorto Film Festival a Pontenure

Il futuro della città

A PAGINA 8

Psc, da settembre si inizia a discuterne: bagarre in vista DOSSENA A PAGINA 4

Piacenza e la manovra

Provincia salva solo per censimento o per emendamento DOSSENA A PAGINA 5

Pianello, fine estate seducente tra Cotechino e Fiera d’Agosto GAZZOLA E RIGOLLI DA PAGINA 12

Il Piace chiama Monaco Società, ore decisive “Piacenza è una piazza dove si può far bene. Ci sono difficoltà e abbiamo pochi giorni, ma adesso cercheremo di parlare poco e di fare soprattutto i fatti”. Le prime parole del nuovo allenatore biancorosso Francesco Monaco stendono un velo di ottimismo sulla complessa situazione del Piacenza Calcio e sul passaggio di proprietà. Alle porte un campionato difficile, da iniziare con la penalizzazione di 4 punti.

DOPERNI A PAGINA 15


Corriere Padano

25 agosto 2011

2

VILLAGGIO GLOBALE

Proteste - Primi passi al Senato, si attivano anche gli “indignati” del Popolo Viola

Manovra d’agosto, Famiglia Cristiana: “Decreto killer” Il settimanale dei paolini: “E’ una politica miope, da statisti improvvisati” L'attacco dei Vescovi: "Si continua a non colpire ricchi ed evasori" E la Cgil annuncia lo sciopero generale per il 6 settembre "Un serial killer non avrebbe potuto fare meglio". Non usa mezzi termini il settimanale dei paolini "Famiglia Cristiana" per commentare gli effetti della manovra economica di luglio e della bis di Ferragosto: "Anzichè tassare i patrimoni dei ricchi, coloro ai quali anche un forte prelievo fiscale non cambierebbe la vita - scrive il giornale cattolico nell'editoriale dell'ultimo numero - s'è preferito colpire quell'ammortizzatore sociale italiano per eccellenza che è la famiglia". Per poi chiudere: "E' una politica miope, da statisti improvvisati, che non hanno un'idea sul futuro del Paese". Giudizio che pare seguire le convinzioni espresse qualche giorno fa dal Cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, mentre si trovava a Madrid per la giornata mondiale della gioventù: "In Italia ci sono livelli di evasione fiscale impressionanti - dice Bagnasco - Bisogna mettere la persona e la famiglia al centro delle politiche economiche". L'arcivescovo di Genova, intervistato da Radio Anch'io, ha poi aggiunto che se "la persona e la famiglia, grembo naturale della vita", non sono al centro della manovra "la società non avanza. In Italia lo si è visto in modo particolare perchè anche dentro la grande crisi la famiglia si rivela ganglio vitale, cellula fondamentale". Un monito particolare, Bagnasco lo riserva ai politici e alla politica in generale: "deve riprendere un rapporto di ascolto e di dialogo, e anche di proposizione da parte della gente e innanzi tutto da parte del mondo giovanile -spiega - in modo che la gente torni ad avere la sensazione, la percezione che i politici

coltivino sempre di più il senso del bene comune, che è il bene di tutto il Paese, soprattutto a partire da chi è più debole, da chi è più giovane perchè ha la vita davanti, quindi ha più insicurezze per costruire il futuro".

è stata la volta di un presidio Cgil mentre ai primi di settembre la Federazione della Sinistra, insieme ai metalmeccanici della Fiom, raccoglieranno le firme per una manovra alternativa. Il sindacato di Susanna Ca-

Ferrero (RC): “Raccolta firme per la proposta alternativa basata sulla patrimoniale sulle grandi ricchezze” Nel frattempo la manovra muove i primi passi al Senato e scatena furori in piazza. Apre l'autunno caldo della protesta il Popolo Viola, in nome degli "indignati" italiani, che farà compagnia all'audizione del ministro Maurizio Sacconi in commissione lavoro. Nei giorni scorsi

musso è dunque in prima linea. I vertici di Corso d'Italia hanno deciso lo sciopero generale per il 6 settembre, dopo il sit in davanti al Senato a partire dalle 9 del mattino e la successiva conferenza stampa. In sostanza la Cgil, che nei

giorni scorsi ha inviato una lettera-appello anche a Cisl e Uil, chiede a viva voce di modificare una manovra giudicata "ingiusta, iniqua e sbagliata". Più tradizionale invece la piazza dei Comunisti, che si mettono al fianco delle tute blu nel nome di un'economia "dal volto umano". Paolo Ferrero, segretario di Rifondazione Comunista, annuncia come il 6 e 7 settembre "saremo in tutte le piazze italiane a manifestare con la Fiom". Partirà in quell'occasione la raccolta firme sulla proposta di manovra alternativa basata sulla patrimoniale sulle grandi ricchezze. "L'unico modo per difendere il reddito dei poveri e dei lavoratori è quello di far pagare i ricchi" conclude Ferrero. (fonte Agenzia Dire www.dire.it)

Rapporto Onu

Terra assetata Allarme acqua Entro il 2050, quando la popolazione mondiale raggiungerà quota 9 miliardi, servirà il doppio dell'acqua utilizzata attualmente per garantire la sicurezza alimentare della popolazione. Lo afferma un rapporto del Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (Unep) in collaborazione con l'Istituto internazionale di gestione dell'acqua (Iwmi), pubblicato in occasione dell'apertura a Stoccolma della Settimana mondiale dell'acqua. “Attualmente - sottolinea l'indagine - 1,6 miliardi di persone vivono in zone già colpite dalla siccità e potranno rapidamente arrivare a due miliardi se tutto resterà come ora”. (d.a)

Ricerca, l’Italia arretra dopo anni di crescita Per la prima volta da trent'anni la produzione scientifica in Italia smette di crescere e mostra segnali di arretramento: lo fa in termini relativi, come quota percentuale dell'intera produzione mondiale, e in termini assoluti, come numero di articoli scientifici pubblicati. E’ quanto emerge da un'analisi pubblicata da Research Policy a firma di Cinzia Daraio dell’Università di Bologna e di Henk Moed dell’Università di Leiden (Paesi Bassi). Il Belpaese sconta, come gli altri Stati europei, la concorrenza agguerrita di Paesi emergenti come India, Brasile e Cina (che in 15 anni quadruplica le sue prestazioni, superando di slancio l'Italia, la Francia, la Germania e il Regno Unito), ma il problema è anche interno: siamo fanalino di coda per numero di ricercatori rispetto alla popolazione (metà della Spagna e un terzo della Gran Bretagna), eppure il primo per loro produttività individuale. Lo chiamano “effetto di compensazione”: per bilanciare i minori investimenti i ricercatori italiani si sono arrangiati e c'hanno messo del loro. L'Università di Bologna spiega poi che, pur con un esiguo e stabile numero di ricercatori per mille abitanti (0,7: il più basso) e uno smilzo 0,5 per cento di Pil investito in ricerca pubblica (solo la Spagna peggio di noi, ma ora minaccia il sorpasso), per 25 anni l’Italia è riuscita a mantenere il trend in crescita per produzione scientifica e qualità della ricerca. (Agenzia Dire, www.dire.it)

Serie A, si comincia: tutti contro il Milan Impoverito da tante partenze illustri, il campionato italiano di Serie A di calcio prova a reagire ad anni di calo di interesse e di scarso spettacolo proponendo la speranza di un torneo più interessante e combattuto dei precedenti. A provare a strappare lo scudetto dalla magliadel Milan di Ibrahimovic, Boateng, Pato e Thiago Silva saranno la rivoluzionata Inter (i casi Eto’o e Sneijder, al di là della conclusione, hanno pesato parecchio) e il pimpante Napoli (che giocherà anche in Champions League), ma anche la rediviva Juventus (Conte proverà a riportare la Signora del calcio italiano nelle posizioni abituali, cioè al vertice), la rinnovata Roma (con la inedita proprietà Usa) e l’agguerrita Lazio (Klose e Cissè tra i più notevoli colpi estivi). Più indietro sembra partire l’Udinese (gli addii di Inler e Sanchez peseranno), mentre molte delle altre squadre ai nastri di partenza (dalla Fiorentina al Palermo, dal Genoa al Bologna) sembrano ancora da decifrare. Naturalmente non mancheranno le sorprese: dal Cesena di Mutu al neopromosso Novara, infatti, non sarebbe la prima volta che un team accreditato di una rosa non eccezionale si regala una stagione da sogno. Il campionato di Serie A 2011-2012 sarà il 110esimo assoluto e l'80esimo a girone unico; inizierà il 27 agosto 2011 con i due anticipi della prima giornata e si concluderà il 13 maggio 2012. Cinque turni infrasettimanali (uno in più rispetto alla precedente), da disputarsi il 21 settembre 2011, il 26 ottobre 2011, il 1º febbraio 2012, l'11 aprile 2012 e il 2 maggio 2012. Le soste per le qualificazioni a Euro 2012 sono fissate per il 4 settembre 2011, il 9 ottobre 2011 e il 13 novembre, mentre il 25 dicembre e il I gennaio il torneo si fermerà per le festività natalizie; non è previsto il turno dell'Epifania, pertanto il campionato riprenderà dopo le soste natalizie direttamente il 7 e l'8 gennaio. In più il turno dell'8 aprile 2012 si giocherà il giorno precedente per le festività pasquali. (dosse)


25 agosto 2011

Corriere Padano

3

IN PRIMO PIANO Le selezioni del più noto concorso di bellezza esaltano le portacolori nostrane

ANDREA DOSSENA Le piacentine sono belle, e le selezioni di Miss Italia lo confermano. Grazie alla conquista della fascia di Miss Emilia 2011, infatti, Sarah Baderna - 19enne che vive a Castell'Arquato - è già certa della partecipazione alla finalissima nazionale del celebre concorso di bellezza, in programma dal 30 agosto al 19 settembre a Montecatini Terme. Sempre da lì, da giovedì 25 agosto, scattano invece le prefinali tramite le quali potrebbe entrare tra le 60 bellissime anche la 19enne piacentina Noemi Cerrocchi, che vanta diversi titoli tra cui quello di Miss Eleganza Sì è Lei Emilia Romagna 2011. A sfiorare l'ingresso alle prefinali sono invece state altre due piacentine: Jessica Castelli, la 19enne Miss Piacenza 2011, e la coetanea Alessia Groppi, studentessa e commessa in un negozio sportivo, si sono classificate ex aequo con un solo punto di distacco da chi è riuscito a salire sull'autobus per le prefinali. Di rilievo è quindi la riscossa delle bellezze nostrane: il titolo di Miss Emilia sfuggiva alle nostre rappresentanti dal 2006 (l’ultima a vincere era stata Cecilia Victoria Rossi), e da anni non c'erano ben quattro piacentine tra le 12 finaliste regionali. A spingere Sarah verso la finalissima di Miss Italia sono state non solo bellezza (capelli biondi e occhi verdi) e statura (un metro e ottanta), ma anche un portamento che in passerella fa la differenza: “Credo - ha spiegato la Baderna, che già due anni fa e-

Piacentine alla riscossa Obiettivo: Miss Italia Sarah Baderna sbanca Miss Emilia ed è già certa della finale di Montecatini Terme, dove - dalle prefinali - può ancora qualificarsi pure Noemi Cerrocchi

Nella foto grande, Sarah Baderna. Qui sopra, le quattro piacentine giunte alle finali regionali e una selezione di Miss Italia

Tremonti l’ospite più atteso al Festival del Diritto 2011 Il 5 settembre l’anteprima con il regista della maxi-manovra. Tra i big della IV edizione, dal 22, anche Scalfaro, Bindi, Camusso, Hack e Confalonieri "A settembre, il diritto ci riguarda da vicino". E' lo slogan scelto per la quarta edizione del Festival del Diritto, a Piacenza dal 22 al 25 settembre, che quest'anno affronterà il tema "Umanità e Tecnica", dopo aver trattato, nelle precedenti edizioni, argomenti come "Questioni di vita" (2008), "Pubblico e Privato"(2009) e "Disuguaglianze"(2010). Quasi cento eventi in città, per un programma d'incontri, interviste e spettacoli che coinvolge studiosi, giornalisti, magistrati e politici. Tra questi, attesissimo il ministro dell'Economia Giulio Tremonti, che già il 5 settembre anticiperà il Festival con un dibattito sulle "Prospettive dell'Italia, tra Umanesimo e tecnocrazia", argomento di strettissima attualità proprio per gli avvenimenti socio economici di questi ultimi giorni di agosto. "Tremonti è una figura da sempre attenta al rapporto tra umanità, tecnica e politica - spiega il giurista Stefano Rodotà, coordinatore della kermesse - ed essendo lontano dall'Italia nei giorni del Festival abbiamo pensato di organizzare con lui un'anteprima per presentare i temi della manifestazione". "Si può ripetere per Giulio Tremonti la formula ormai logora

Da sinistra il coordinatore del Festival, Rodotà, e Tremonti dello studioso prestato alla politica? - aggiunge Alberto Orioli, che introdurrà l'intervento del ministro -. È certo che non ha mai voluto svestire i panni dell'intellettuale, accompagnando un' intensa attività di governo con un'ininterrotta riflessione sul presente e sul futuro. Le varie "tecniche" da lui prese in esame sono state sempre considerate al di là delle loro specificità e misurate con sistemi di valori forti, legati alla persona e ai suoi problemi". Durante la rassegna si parlerà, dunque, di confini etici e

giuridici nell'uso della tecnologia e di come la tecnica abbia cambiato l'umanità. In tutti i campi: dal doping, alla salute, ai nuovi strumenti per superare i limiti del corpo. Si discuterà inoltre di ambiente, nuovi media, informazione e censura. Uno sguardo complessivo sul vastissimo programma: si comincia giovedì 22 settembre con un dialogo tra il filosofo Remo Bodei e il giurista Gustavo Zagrebelsky. Durante la prima giornata è prevista anche una video-intervista all'ex presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro, e l'incon-

tro sui valori della nostra Costituzione, con l'intervento del il presidente del Pd Rosy Bindi. Coordinerà l'ex direttore del "Corriere della Sera" Paolo Mieli. Venerdì 23 la giornata sarà dedicata ai diritti umani e del lavoro, salute e sport. A discutere del futuro del lavoro sarà la leader della Cgil, Susanna Camusso, mentre Fedele Confalonieri, presidente di Mediaset, sarà intervistato da Lucia Annunziata sul "Potere e la televisione". Presente anche l'astrofisica Margherita Hack che si racconterà a Palazzo Gotico. Sabato 24 sarà dedicata alla scienza. Protagonisti: Enzo Bianchi, priore della Comunità di Bose e Carlo Petrini, fondatore di Slow Food. Domenica, infine, la rassegna si chiude con il forum sulla riforma della giustizia, con il giurista Gaetano Pecorella, e l'intervento del filosofo Massimo Cacciari, "L'Età di Epimeteo", un excursus nell'universo del pensiero occidentale. "Il Festival del Diritto 2011 - conclude Rodotà - affronterà il rapporto tra umanesimo, regole e tecnologia con spirito critico, cercando di ragionare sui problemi che il nostro tempo ha di fronte, senza paura del futuro e del progresso scientifico". Jenny Giordano

ra a Miss Italia - di essere diventata più donna, mi sento più donna. In questi anni ho lavorato come modella e ho imparato a sfilare meglio, ho presentato alcune manifestazioni e ho imparato a parlare meglio davanti al pubblico. Sono cresciuta”. Grande passione per le arti marziali (è cintura nera di karate), Sarah si definisce “determinata, solare e testarda”: qualità che serviranno nelle finali a cui può ancora qualificarsi pure Noemi Cerrocchi, studentessa alta 1.77, dai capelli castano biondi e dagli occhi marroni, che vorrebbe diventare hostess di volo, si mantiene in forma con palestra ed equitazione e si definisce estroversa, vivace e molto pignola. Chiuso non senza polemiche - il lungo rapporto con la vicina Salsomaggiore Terme, il concorso patrocinato da Patrizia Mirigliani e reso celebre dal padre Enzo Mirigliani ha “traslocato” nella nuova sede di Montecatini Terme. Presentatore delle due serate televisive (il 18 e il 19 settembre) sarà Fabrizio Frizzi, che riprende la conduzione dopo nove anni (è stato il cerimoniere della consegna di ben 15 titoli di Miss Italia, dal 1988 in poi), ma le novità più attese saranno il titolo "Miss Curve d’Italia Elena Mirò" dedicato alla taglia 44 e la fascia per la più bella ragazza che pratica una disciplina sportiva, premi che caratterizzeranno l’edizione 2011 del Concorso di Patrizia Mirigliani. Altro cambio di rilievo è l’innalzamento dell’età minima di partecipazione (18 anni compiuti entro il 16 settembre 2011): nell’anno del caso Ruby, nessuna minorenne potrà essere Miss Italia 2011.

IN BREVE Carceri, Novate: 50mila euro per progetti formativi (jg) Pronti 50 mila euro da assegnare a tre associazioni che a Piacenza si occupano di sostenere e riabilitare i detenuti. I costi, sostenuti dal Comune di Piacenza grazie anche a fondi regionali, serviranno a finanziare tre progetti a favore del carcere Novate, come si evince dal Piano Attuativo di Zona 2011. Alla Cooperativa Sociale Futura va la fetta più grossa: 26 mila euro per un progetto volto all'inserimento occupazionale di detenuti ed ex detenuti. La coop Futura è l'unica realtà privata socio-assistenziale sul territorio. Quasi 19 mila euro, invece, saranno impiegati per lo sportello destinato ai detenuti immigrati, iniziativa messa su dall'associazione La Ricerca con l'obiettivo di fornire servizi di mediazione. L'ultimo progetto finanziato, infine, "Parole oltre il muro", è un concorso letterario destinato ai detenuti, e nasce dopo l'esperienza della redazione del giornale carcerario "Sosta Forzata". Beneficiaria sarà l'associazione "Oltre il muro", a cui andranno 5 mila euro.

Stop alle mutilazioni femminili, la Regione stanzia 80mila euro Difendere le donne africane dalle mutilazioni femminili e bloccare l'infibulazione. Il progetto di prevenzione, finanziato dalla Regione Emilia-Romagna con 80 mila euro, vede protagonista anche Piacenza che, stando a calcoli fatti in proporzione al tasso di immigrazione in tutto il territorio regionale, vedrebbe presenti in provincia dalle 500 alle 800 donne sottoposte a questo tipo di rito. L'iniziativa, che sarà presentata il prossimo 24 settembre all'interno del Festival del Diritto, segue la campagna sostenuta dal ministero degli Affari Esteri, che a sua volta invita a firmare la risoluzione Onu contro la pratica tribale. In prima linea per sostenere il progetto, Rosarita Mannina, consigliere provinciale di parità, e la Commissione Comunale delle elette (Giovanna Calciati, Giulia Piroli, Maria Lucia Girometta, Lucia Rocchi). I fondi saranno gestiti dall'Ausl. (j.g.)

Scuola, il 19 settembre la prima campanella Piacentini ultimi a tornare sui banchi di scuola: la prima campanella squillerà il 19 settembre, data identica per tutta l’Emilia Romagna. Le vacanze di Natale sono previste dal 24 dicembre 2011 al 7 gennaio 2012. La sospirata chiusura è in calendario per il 9 giugno 2012. (a.d)


Corriere Padano

25 agosto 2011

4

ATTUALITÀ

Scenari - Periodo clou per il documento che definirà lo sviluppo della città

Psc, da settembre si inizia a far sul serio La conferenza di pianificazione sul Piano Strutturale Comunale e il destino dell’area della Pertite: si profilano settimane al calor bianco ANDREA DOSSENA Settembre sarà un mese chiave per il Psc: partirà infatti la conferenza di pianificazione che esaminerà nei particolari il documento preliminare - approvato dalla Giunta a fine luglio - contenente le linee guida del Piano strutturale comunale (l’erede del Piano regolatore) che delinea lo sviluppo di Piacenza per i prossimi 25 anni. Il Psc sarà ultimativo solo nella versione che sarà approvata tra qualche mese dal consiglio comunale e che comprenderà anche il Rue (Regolamento urbanistico edilizio, le regole per chi vuole costruire) e il Poc (il Piano operativo comunale, che però sarà di competenza della prossima amministrazione): nel frattempo, al confronto con i soggetti istituzionali interessati (Arpa, Asl, Provincia, Comuni limitrofi, enti locali lombardi) allargato pure a sindacati, categorie economiche e sociali, associazioni e comitati assortiti, il Comune ha deciso di aggiungere una serie di confronti pubblici con la cittadinanza, per "tastare il polso" dei piacentini su quanto contenuto nel preliminare. Facile immaginare discussioni anche accese, previsione condivisa anche dal vicesindaco Francesco Cacciatore: "Credo - ha chiosato il "papà" del Psc - che faccia parte delle normali dinamiche democratiche, soprattutto per un argomento così rilevante". Settembre sarà quindi una tappa verso il profilo definitivo del Psc, dal cui preliminare emerge però una strategia incentrata sul concetto di "sviluppo sostenibile": stop al consumo di suolo e all'edificazione in territorio agricolo, forma urbana limitata all'interno del si-

Spigaroli: “Bene i principi base, resta da chiarire la strategia per realizzarli”

Legambiente: “Psc, non tutto ‘verde’ quel che luccica: ci sono contraddizioni”

Cacciatore: “Le polemiche? Ci saranno, ma è la dinamica democratica”

stema di tangenziali (ma le frazioni sono escluse), sviluppo dei prossimi anni centrato soprattutto sul riutilizzo delle aree militari e dei beni demaniali, spinta all'utilizzo di fonti rinnovabili, sostegno a risparmio energetico e a bio-architettura, crescita della "città dei parchi", riscoperta del Po e del rapporto con il "grande fiume", volontà di eliminare la bretella di collegamento A21 che lambisce la città a poche centinaia di metri da Piazza Cavalli.

con interesse - spiega Laura Chiappa, responsabile della sezione cittadina - le dichiarazioni di intenti circa l'intenzione di improntare il futuro sviluppo alla sostenibilità ambientale, ma - prosegue la Chiappa - l'impressione è che, a fronte di dichiarazioni enfatiche, manchi ancora una strategia che sia frutto di un percorso condiviso ma soprattutto realisticamente attuabile”. Tra gli aspetti critici, la Chiappa ne evidenzia quattro: “Al di fuori delle tangenziali si conferma l'attuazione di tutte le previsioni insediative residenziali (18), produttive (5) e di trasformazione (7) presenti nel vecchio PRG, ponendole come indiscutibili. Ciò determinerà ulteriore occupazione di aree ancora parzialmente libere e nono-

stante l'evidente saturazione del mercato immobiliare. Inoltre non si tiene sufficientemente in considerazione lo sviluppo di Piacenza in rapporto all'espansione urbanistica e produttiva dei Comuni di cintura. Si dichiara poi l'importanza del verde urbano e del sistema dei parchi, ma non appare chiara la strategia per aumentarne la presenza e la qualità. Caso esemplare la Pertite, sulla quale non è ancora stata cambiata la destinazione di uso a residenziale nonostante lo straordinario successo del referendum cittadino. E' da evidenziare infine - conclude la Chiappa - la ridotta partecipazione dei cittadini: non può certo bastare qualche incontro con le categorie portatrici di interesse rispetto ad un docu-

Legambiente: “Serve più partecipazione” Sulla definizione di Psc "ambientalista" ha più di qualcosa da eccepire proprio Legambiente. “Abbiamo ascoltato

mento che condizionerà lo sviluppo urbano e le condizioni di vita delle future generazioni di piacentini. Ora si dice che verranno effettuati incontri con cittadinanza, comitati ed associazioni; ben vengano, sebbene tardivi, speriamo solo che non si limitino alla semplice presentazione di un boccone già cucinato e solo pronto da digerire tale e quale”.

stema del verde e dei parchi) sono traguardi possibili - secondo Spigaroli - “solo a patto di avere una visione generale e complessiva che si chieda che tipo di sviluppo si vuole per tutta la città e non solo per parti pur significative - di essa, come nel caso della Pertite”.

Spigaroli: “Occorre visione complessiva”

Proprio sulla più discussa delle aree militari (vedi foto in alto) non sembra però voler arretrare di un passo, in settembre, il comitato Amici Parco della Pertite : "Dalle discussioni nell'ambito della conferenza di pianificazione e dalla ripresa dell'attività amministrativa a Palazzo Mercanti - spiega Maria Pia Romano - ci aspettiamo una svolta a favore della destinazione a verde dell'intera zona, con la cancellazione dell'ipotesi a favore di edifici eco-compatibili. Abbiamo una grossa responsabilità, ossia portare avanti quanto chiesto in modo chiaro dai 30mila piacentini che - nonostante tanti ostacoli - hanno partecipato al referendum. Se il Consiglio Comunale fa scelte forti e decise, tornare a trattare con i militari a Roma è ancora possibile". Riguardo alle due soluzioni proposte dal ministero della Difesa, gli Amici della Pertite bocciano l'ipotesi del trasferimento delle funzioni del Polo di mantenimento sull'area dell'ex Pertite, ma criticano anche quella della razionalizzazione delle aree e degli immobili all'interno dell'ex Arsenale di barriera Genova, che prevede l'utilizzo di una fetta dell'ex Pertite come pista di prova per carri armati: "Un parco pubblico attraversato da carri armati chiude la Romano - è davvero impensabile!".

Perplessità arrivano anche dall’architetto Marcello Spigaroli. Il noto docente del Politecnico nota che “sugli enunciati che si sono fatti titoli di giornale non ci sono obiezioni”, ma osserva che “si stenta a intravedere un’idea forte che leghi tra loro le buone intenzioni. Qualità ambientale, razionalizzazione del sistema della mobilità, promozione di ciò che è economia pulita e positiva e potenziamento delle risorse storico-culturali sembrano in linea con una Piacenza a dimensione europea, ma sono ancora da chiarire le modalità attraverso le quali si vogliono compiere queste scelte”. Per Spigaroli sarà decisivo il ruolo del territorio (“Che è suolo, ma anche realtà naturale, realtà antropica e paesaggio”), anche nella prospettiva di una migliore qualità della vita, e sarà importante puntare sul turismo (“percorsi enogastronomici, musicali e del tempo libero possono promuoverlo ancora di più”), ma serviranno anche “parole d’ordine a cui corrispondano azioni forti come la liberazione dalla bretella della A21”. Tutti questi e tanti altri (mobilità più intelligente, anche tramite una metro leggera, spinta dalla ricerca, riequilibrio del sistema dei servizi, si-

Amici Pertite: no ai carri armati nel parco

Incontro tra sindaco Reggi e comandante Totteri

”Pertite libera trovando una nuova pista prova mezzi” “La città riavrà beni e aree che non ci interessano e che altrimenti resterebbero inutilizzati. E’ anche il caso della ex Pertite che, se troveremo il modo di spostare altrove il campo di prova dei carri armati, potrebbe essere dismessa praticamente tutta”. E’ quanto affermato da Claudio Totteri - a capo del Polo di mantenimento pesante nord - nel corso del benvenuto personale e istituzionale che il sindaco Roberto Reggi ha voluto dare al nuovo direttore dell'ex Arsenale: “A breve - ha annunciato il primo cittadino - convocherò un tavolo interistituzionale per iniziare a discutere assieme a tutti i soggetti interessati sulla miglior strada da seguire”. (a.doss)


25 agosto 2011

Corriere Padano

5

ATTUALITÀ

Autunno caldo - Slittano i giorni di convocazione per gli incarichi a tempo indeterminato. Nubi sull’inizio dell’anno

Scuola, docenti e nomine: è caos Manca ancora una direttiva ministeriale che fissi i criteri di scelta. Intanto a Piacenza aumentano le cattedre presidenziali vacanti. Manuela Calza (Cgil): "Daremo battaglia". Lucia Galeazzi (Cisl): "Azzoppati dai tagli" JENNY GIORDANO Sarà un autunno caldissimo quello che si prepara per la scuola a Piacenza. Due i fronti roventi: le immissioni in ruolo, che continuano ad essere circondate da mistero, con un decreto ministeriale pubblicato, ma senza una direttiva che spieghi "come" assumere; e le falle nel sistema delle cattedre di tutta la provincia. Per il nuovo anno scolastico lunedì 22 si è sciolto il primo nodo, con la convocazione degli incarichi a tempo indeterminato per il personale Ata:hanno firmato in 144. Nell'anno scolastico 2009-10 gli assunti erano stati 254, l'anno successivo 203. "Si tratta di almeno 200 posti in meno rispetto al 2008 commenta Manuela Calza, segretario Flc Cgil scuola Piacenza -. E' una situazione non più sopportabile. Da settembre ci attiveremo per tutte le iniziative utili a fermare questo fenomeno". Meno battagliera Lucia Galeazzi, segretario Cisl Scuola Piacenza, che tiene a sottolineare un dato positivo: "Parliamo comunque di una cifra cospicua. E' stato uno degli impegni della Cisl avere un numero così elevato di assunzioni". Poi però aggiunge che "I continui tagli operati rendono la scuola piacentina sempre più zoppicante, e a questo bisognerà rimediare". Per quanto riguarda i docenti, con le previsione di 163 assunzioni a tempo indeterminato, la situazione versa nel caos. Non si sa ancora,

Nelle foto: a sinistra una manifestazione di precari della scuola, a destra una recente iniziativa di protesta di fronte a Palazzo Mercanti a Piacenza infatti, chi dovrà essere assunto. Questo perché a tutt'oggi non è stata pubblicata la direttiva ministeriale che fissa i criteri su come attin-

mento delle operazioni di assunzioni. In pratica, slittata la data del 23 agosto, si rimanda tutto a lunedì 29. Si parte con la

200 posti in meno rispetto al 2008 E sulle graduatorie di inserimento fioccheranno ricorsi e contenziosi gere alla graduatoria o meglio, alle graduatorie, dal momento che i nominativi saranno presi per un terzo dalle liste dell'anno 2010-2011, e per il resto dalla graduatoria dell'anno in corso. A ciò si aggiunge il fatto che lo scorso 19 agosto è stato ufficializzato da parte dell'Ufficio scolastico Provinciale di Piacenza lo slitta-

scuola primaria e dell'infanzia, a cui seguiranno le medie (martedì 30), per finire con le superiori (mercoledì 31). Lo slittamento delle date andrà perciò a gravare sulle entrate in carica dei supplenti. La situazione, così com'è, secondo Manuela Calza mette in luce diverse criticità, le più gravi sulle graduatorie a

esaurimento del 2009/2011: "Oggetto di ricorsi e controricorsi, sono diventate radioattive: il loro utilizzo rischia di scatenare ulteriore contenzioso e quindi di rendere instabili tutte le operazioni". "Insomma - conclude - ci ritroviamo di fronte all'ennesimo pasticcio del ministero della Pubblica Istruzione sulle graduatorie. Ma come sindacato faremo il possibile perché non vengano lesi i diritti dei lavoratori e perché si abbiano le nomine del personale supplente entro il 31 agosto". Concorda Galeazzi, che sottolinea come il quadro non sia stato mai così drammatico:"Non è mai accaduto che in questa fase non ci fosse ancora certezza su chi verrà assunto. Il problema è che non c'è possibilità di agire, pro-

prio perché non vengono date indicazioni dal ministero. Ma faremo di tutto per avere le nomine entro il 31". Intanto si allarga la falla delle dirigenze nelle scuole piacentine, che per la prima campanella prevista per il 19 settembre si troveranno con parecchi prèsidi in meno. Dopo la media Faustini Frank e il Quarto Circolo, rimasti scoperti per la partenza di Giuseppe Castrillo verso Frosinone - qui guiderà l'Istituto comprensivo "Guarcino" - anche il Liceo artistico Cassinari perde la sua dirigente: Maria Assunta Lopes, dopo due anni trascorsi all'istituto di Via Scalabrini, andrà infatti a ricoprire dal prossimo settembre lo stesso ruolo all'Istituto comprensivo "Simone Renoglio" di Roma.

Ma scoperti restano anche l'Ottavo e il Settimo Circolo per pensionamento della dirigente Fantesca Sisto - e l'Istituto per geometri Tramello di Piacenza e Bobbio, anch'esso per pensionamento del preside Luigi Fogliazza. In sintesi, sono tredici in tutto, tra Piacenza e provincia, le scuole che resteranno senza una guida - alle sei in città si aggiungono l'Ic di Cortemaggiore, Ic di Monticelli, Ic di Pontedellolio, Ic di Borgonovo, Ic di Pianello, Ic di Rottofreno, Ic di Bettola-. Per quanto riguarda i nomi dei successori, si tratterà di reggenti provvisori, poiché il bando per i nuovi dirigenti, pubblicato di recente, sfocerà nelle assunzioni solo nel 2013. Per sapere di chi si tratta, anche in questo caso bisognerà aspettare il 31 agosto.

‘Io sono ancora qua’, la sfida Pd Province, anche Piacenza rischia: la salverà un emendamento? parte dalla festa al Bastione Si affida (ancora) a un verso di Vasco Rossi il Partito democratico. "Io sono ancora qua" sottintende la speranza di aver ultimato la traversata nel deserto del berlusconismo: acciaccati, ma vivi, in un paese che arranca stremato dalla crisi e con i partiti di governo duramente puniti. Per adesso, per altro, solo nei sondaggi. Alla festa democratica piacentina (Bastione Borghetto, 25 agosto - 5 settembre) si intrecciano in realtà temi nazionali e temi locali (l'azione di contrasto alla manovra di Ferragosto, le controproposte annunciate da Bersani, l'elaborazione di una strategia in vista di un autunno pronosticabile come caldo), con una attenzione particolare alla sfida territoriale più impegnativa: il dopo Reggi. La successione a un sindaco che ha saputo imprimere un visibile cambiamento alla città ed è stato capace di diventare "popolare" tra i cittadini come non accadeva da molto tempo a un primo cittadino, si configura come una sfida difficile. Si tenterà di capire il profilo ideale del candidato democratico (il partito ha già annunciato primarie interne, quindi non di coalizione) e soprattutto si tenterà di capire il margine di disponibilità del Pd ad accettare un papa straniero, ovvero un esterno al partito, tanto per usare una locuzione da qualche tempo in voga. Entrando nel dettaglio del programma della kermesse, a parlare di temi di interesse nazionale ci saranno ancora il segretario nazionale Pier Luigi Bersani (il 3 settembre), la parlamentare europea Deborah Serracchiani (serata inaugurale del 25 agosto), il vicesegretario Enrico Letta (2 settembre, con Tiziano Treu). E poi, i confronti sui temi locali con, tra gli altri, Roberto Reggi, Paola De Micheli, Paola Gazzolo, l’assessore alla Cultura di Milano Stefano Boeri, a partire da domenica 28 ago-

Il 28 agosto il bilancio del sindaco Reggi, il 3 settembre arriva Bersani sto quando il sindaco Reggi traccerà un bilancio di 10 anni di amministrazione della città. Il 30 si parlerà di qualità della vita, domenica 4 settembre di territorio e sviluppo. Tra gli appuntamenti culturali il concerto di Daniele Ronda (2 settembre), lo spettacolo teatrale con Isabella Ragonese (29 agosto in una serata tutta al femminile) e la serata giovani in collaborazione con il Circolo Fuori Orario (25 agosto). fl

La Provincia di Piacenza è a rischio cancellazione, ma l’imminente censimento e/o un emendamento ad hoc potrebbero salvarla in extremis. La scure della maxi-manovra, abbattutasi pesantemente anche sugli enti locali, pone infatti l’ente di via Garibaldi tra quelli che potrebbero essere cancellati al termine del mandato dell’attuale presidente Massimo Trespidi, ossia nel 2014. Il nostro territorio non raggiunge infatti nè i 300mila abitanti nè i 3mila kmq di estensione, i tetti minimi per la sopravvivenza indicati dalla pesante manovra finanziaria “imposta” al Governo da Europa e Bce nel tremolante scenario caratterizzato a livello interno dall’enorme debito sovrano e a livello globale dalla crisi planetaria e dall’andamento a ottovolante delle borse pesantemente condizionate dalla speculazione internazionale. La Provincia di Piacenza potrebbe comunque salvarsi se il censimento in programma a breve sancirà il superamento della soglia di 300mila abitanti: al 31 dicembre 2009 l’Istat ne contava 288mila. L’altra chance per cavarsela ex lege potrebbe venire da un emendamento alla manovra annunciato dall’onorevole Pdl Tommaso Foti, in cui si chiede la salvaguardia delle Province “già istituite prima del regio decreto del 1927”: un’idea che sul fronte opposto l’Idv - che raccoglie firme per l’abolizione definitiva delle Province - boccia come “illusionismo”. Molta incertezza sul destino dei dipendenti dell’ente e su chi si occuperebbe della manuten-

zione delle strade provinciali (pari all’84% delle rete stradale nazionale) degli edifici scolastici (5mila in mano alle Province) e dei Centri per l’impiego, nel frattempo dilaga la protesta - anche di molti Comuni, pur se alcuni la vedono diversamente - e per la Provincia si disegnano gli scenari più diversi nonostante il presidente Trespidi abbia invitato ad attendere esito del censimento e dell’iter parlamentare invocando “una discussione seria”. C’è chi immagina una fusione interregionale - con iter da verificare - con la provincia di Lodi, a sua volta a rischio con i suoi 227mila abitanti, altri non respingerebbero la proposta di aggregazione lanciata dal presidente della Provincia di Cremona Massimiliano Salini (nell’anno del ritorno del derby del calcio, sarebbe un “fidanzamento” davvero clamoroso...), altri ancora - come il presidente della Provincia di Parma Vincenzo Bernazzoli - immaginano una macroarea del nord ovest emiliano che includa Piacenza, Parma e Reggio Emilia, altri infine - come il sindaco di Ottone Giovanni Piazza - sono pronti ad un referendum per unirsi alla provincia di Genova nel caso “saltasse” quella di Piacenza. Probabile, a questo punto, che riprenda vigore la mai del tutto tramontata ipotesi di realizzare la Lunezia, la regione tratteggiata nel 1946 dall’Assemblea Costituente che avrebbe dovuto includere Piacenza, Cremona, Mantova, Parma, Reggio Emilia, La Spezia e Massa-Carrara. Andrea Dossena


Corriere Padano

25 agosto 2011

6

CITTÀ UTILE

BORSA DELLA SPESA

Scontrino più leggero, un aiuto da internet

Mercati settimanali Lunedì: Bettola, Borgonovo Val Tidone, Caorso, San Nicolò, Castell’Arquato, Castelvetro Martedì: Ferriere, Nibbiano, Piacenza Farnesiana, Pontedellolio, Pontenure, Travo, Vernasca Mercoledì: Carpaneto, Marsaglia, Piacenza, Pianello, Vigolzone Giovedì: Agazzano, Castelsangiovanni, Fiorenzuola, Gossolengo, Gropparello, Perino, Piacenza Farnesiana, Podenzano, Villanova Venerdì: Cortemaggiore, Lugagnano, Monticelli, San Giorgio, Rivergaro, Roveleto Sabato: Bobbio, Fiorenzuola, Piacenza, PC Besurica Domenica: Agazzano, Alseno, Borgonovo, Caminata, Carpaneto, Castelsangiovanni, Cortemaggiore, Gragnano, Gropparello, Monticelli, Morfasso, Nibbiano, Pianello, Pontedellolio

(Info a cura del Settore Servizi Sociali e Abitativi Comune di Piacenza)

Centro per le famiglie Il Centro per le Famiglie del Comune di Piacenza comunica che nel mese di agosto lo sportello Informafamiglie&bambini seguirà i seguenti orari di apertura al pubblico: LUNEDI’ 9.00-12.00 - MERCOLEDI’ 9.00-12.00 GIOVEDI’ 9.00-12.00 - VENERDI’ 9.00-12.00 Resterà chiuso dal 13 al 27 agosto. Per informazioni contattare Informafamiglie&Bambini, Galleria del Sole, tel. 0523 492380, mail: informafamiglie@comune.piacenza.it

Voucher per la frequenza presso i nidi d’infanzia privati

Avis, i prelievi PRELIEVI ITINERANTI MESE AGOSTO 2011 27/08/2011 PODENZANO (sabato) 28/08/2011 PODENZANO - S.GIORGIO P.NO S.NICOLO' - SANTIMENTO UNITA' DI RACCOLTA VAL D'ARDA 27/08/2011 ALSENO (sabato) 28/08/2011 CAORSO - CASTELL'ARQUATO

Il Comune di Piacenza, Direzione Operativa Servizi alla Persone a al Cittadino, comunica che per l’ anno 2011/2012 sarà possibile fare domanda per l’ assegnazione di assegni economici (voucher) a parziale copertura della retta di iscrizione a nidi d’ infanzia privati autorizzati. Possono essere accolte le domande delle famiglie nella quale ci siano bambine/i nati nel periodo dal 01/01/2009 al 31/05/2011, residenti nel Comune di Piacenza con almeno un genitore o tutore, esercente la potestà genitoriale, anch’esso residente a Piacenza. Entrambi i genitori o uno solo in caso di nuclei monogenitoriali inoltre devono essere occupati. Le domande potranno essere consegnate entro le ore 14,00 del giorno 16 settembre 2011 presso la sede dei Servizi per l’ Infanzia in viale Beverora, 59. Per informazioni e modulistica rivolgersi al Comune di Piacenza – Servizi per l’ Infanzia, Ufficio Nidi, tel. 0523 492577-492573, fax 0523 492515, sito internet www.comune.piacenza.it.

Spesa a domicilio per cittadini anziani

Farmacie FARMACIE DI SEVIZIO A PIACENZA DAL 26.08.2011 AL 01.09.2011 TURNO DIURNO: dalle 8.30 alle 22 COMUNALE P.LE VELLEIA - Via Farnesiana, 6 DR. CROCI - P.zza Cavalli, 29 TURNO NOTTURNO: dalle 22 alle 8.30 26.08 SAN FRANCESCO - Via Sopramuro, 7 27.08 PIACENZA - Via Pietro Cella, 56 28.08 DR. CABERTI - Via Martiri della Resistenza (ang. Via Trivioli, 4) 29.08 COMUNALE VIA MANFREDI - Via Manfredi, 72/B 30.08 DR. BERTUZZI - Via Roma, 141 31.08 DR. RAIMONDI - Via E. Pavese, 86 01.09 DR. BONORA - Via Genova, 20 IL NUMERO TELEFONICO 330033 DA' INDICAZIONE DELLE FARMACIE DI TURNO NEL CAPOLUOGO. IL NUMERO TELEFONICO 306032 DA' INDICAZIONE DELLE FARMACIE DI TURNO NELLA PROVINCIA.

Il Comune di Piacenza, in collaborazione con le associazioni di categoria dei Commercianti, comunica che anche quest’ anno ritorna la consueta iniziativa rivolta ai cittadini anziani che, nel mese di agosto, avessero difficoltà a recarsi direttamente presso i negozi. Gli esercizi convenzionati consegneranno, a casa delle persone interessate, la spesa "pesante". Per informazioni circa i negozi convenzionati rivolgersi allo Sportello Informasociale.

Domanda di assegnazione di alloggio di edilizia residenziale pubblica Il Comune di Piacenza, Direzione Operativa Servizi alla Persona e al Cittadino, comunica che dal 31 luglio 2011 è possibile consultare la graduatoria aggiornata per la domanda di assegnazione di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica presso l’Ufficio Abitazioni, via Taverna 39 e lo Sportello Informasociale. Per informazioni rivolgersi allo Sportello Informasociale.

A…mare l’estate Il Comune di Piacenza, Direzione Operativa Servizi alla Persona e al Cittadino, comunica i seguenti soggiorni vacanza per la terza età previsti per il mese di agosto 2011: - Cattolica dal 28 agosto all'11 settembre; - Gabicce dal 25 agosto all'8 settembre e dal 19 agosto al 2 settembre; - San Benedetto del Tronto dal 27 agosto al 10 settembre; - Sicilia - Sciacca dal 26 agosto al 9 settembre; - Cure Termali a Ischia dal 21 agosto al 4 settembre; Per informazioni e prenotazioni rivolgersi all’Agenzia “I VAGGI DELLO ZODIACO” via Manfredi 12 telefono 0523 713477.

Progetto estate - ritrovi climatizzati All’ interno del “Progetto Estate 2011” promosso dal Comune di Piacenza, Direzione Operativa Servizi alla Persona e al Cittadino, le persone anziane potranno frequentare nei pomeriggi di Agosto i seguenti centri climatizzati allestiti in collaborazione con: - Auser (via Musso, 5); - Croce Bianca (via Emilia Parmense, 19); - Centro Facsal Madonna della Bomba (viale Pubblico Passeggio, 52); - Quartiere 2 (Croce Rossa) (via XXIV Maggio, 51); Per informazioni e/o segnalare difficoltà nel raggiungere autonomamente i centri è possibile chiamare il Numero Verde gratuito 800.286.678

(SB) Il sogno di ogni casalinga è quello di poter conoscere i prezzi più convenienti dei supermercati senza doverli girare tutti, volta per volta. Risparmio Super permette di fare proprio questo: il sito, nato dall'idea di due imprenditori italiani, consente di comparare i prezzi di migliaia di prodotti presenti nei supermercati, monitorando ben 9115 punti vendita, con aggiornamenti costanti sui prezzi dei prodotti di diverse catene, come l'Esselunga o la Crai. Ma la rete offre anche molte altre occasioni di risparmio: da settembre sarà attivo su Internet MyKidz.it, il primo portale-assocaizzione, presente in Italia, dedicato allo shopping per l'universo di infanzia e ragazzini, con ribassi dal 50 all'80% su capi d'abbigliamento, calzature, accessori, giocattoli delle principali firme e brand. La fine dell'estate si sta avvicinando e sempre più famiglie pensano alla spesa per l'acquisto dei libri scolastici, una somma non indifferente che aumenta di anno in anno. Il Codacons ha divulgato qualche piccolo consiglio per risparmiare. E' preferibile comprare i libri presso gli ipermercati, dove i testi costano di meno, come ad esempio Ipercoop e Carrefour. Si possono inoltre comprare anche gli e-book, ossia le versioni elettroniche dei testi, che di solito costano di meno poichè non si paga la stampa.


25 agosto 2011

Corriere Padano

7

A TAVOLA

Il ‘Corrierone’ Da Vittorio Il buono di Piacenza sul “Corrierone”: il più prestigioso quotidiano nazionale ha recentemente deciso di dedicare un articolo (firmato da Roberta Schira) alla trattoria Da Vittorio di Centovera, frazione di San Giorgio. Il Corriere della Sera si spende in (meritati) elogi per il 70enne proprietario - autentico mito locale, definito “oste perfetto, gioviale senza invadenza” - e per la figlia Cinzia “dal sorriso dolce”, celebrando alcune “perle” della cucina piacentina. L’articolo esalta la faraona al cartoccio sottolineando “la succulenza delle carni, l’aroma di rosmarino e il profumo di arrosto domenicale” e il gradevole modo in cui si può godere della Malvasia: “Se

non parlate - scrive il Corriere - Vittorio ve la serve in scodelle ghiacciate, come lo champagne che, servito nella ceramica bianca, si arricchisce di nuovi perlage”. Apprezzati anche la coppa, “stagionata ad arte”, e i tortelli di erbette “che in questa porzione di Emilia si accomodano a forma di treccia, nascono per mano della moglie Mariangela e non valgono meno il viaggio, come lo stinco e il culatello al forno”. Una recensione esaltante, che offre riflettori ad aspetti esclusivamente piacevoli del nostro territorio. Per prenotare (chiuso lunedì): Da Vittorio a Centovera di San Giorgio, telefono 0523.371346 (a.d)

Trattoria del Borgo

Piatti tipici e gustosi, anche per celiaci

CUCINA DI CASA parte il macinino del pepe.

Dal giugno 2011, dopo una prolungata assenza dallo scenario della ristorazione piacentina, ha riaperto a Piacenza, in via Trebbia, la Trattoria del Borgo. La radicale ristrutturazione del locale e la completa riprogettazione degli interni, hanno dato vita ad un tranquillo angolino, situato nella prima periferia di Piacenza, dove la clientela può gustare i sapori della cucina tradizionale. Il locale è in grado di ospitare comodamente fino a 40 persone, l'ambiente climatizzato ed un rilassante sottofondo musicale garantiscono le condizioni ideali per gustare un pranzo o una cena con la necessaria ispirazione ed in tutta calma. Nel periodo estivo è possibile usufruire di un dehor esterno, con una capienza di 20 posti. Presso la Trattoria del Borgo è possibile assaporare, oltre alle proposte della cucina tradizionale accompagnate dagli ottimi vini provenienti da produzioni locali, piatti non propriamente "tipici" ma altrettanto gustosi. A pranzo, oltre al menù alla carta, è disponibile un menù ad un prezzo fisso di 8,50 euro, comprensivo di: un primo piatto, un secondo ed un contorno. La Trattoria del Borgo è inoltre un esercizio informato e monitorato dall'Associazione Italiana Celiachia. Tutto il personale è stato formato per la corretta preparazione delle pietanze al fine di evitare qualsiasi contaminazione da glutine. Allo scopo di offrire il miglior servizio e la più ampia varietà di piatti, al cliente intollerante al glutine è richiesto di segnalare sempre, al momento della prenotazione e dell'arrivo, la propria intolleranza. La Trattoria è aperta, per il pranzo, dal lunedì al sabato e per la cena, dal martedì al sabato. Il lunedì sera e la domenica, il locale rimane chiuso. Per informazioni e prenotazioni è possibile visitare il sito www.tdb-trattoriadelborgo.it o contattare i titolari allo 0523.484176

Peperoni ripieni Ingredienti per 4 persone: 4 peperoni gialli molto sodi e carnosi, 50 g di pangrattato, 6 filetti di acciuga, 50 g di olive nere dolci, 2 cucchiai di capperi sotto sale, 1 cucchiaio colmo di pecorino grattugiato, 3 cucchiai d'olio extravergine d'oliva, 1 spicchio d'aglio, prezzemolo, sale.

Zuppa di verdura al pesto Ingredienti per 4 persone: 200 g di zucchine, 250 g di fagiolini verdi, 400 g di pomodori ben maturi, 400 g di fagioli cannellini o borlotti freschi (peso lordo), 400 g di patate, 1 piccola melanzana, 150 g di spaghetti, 1 mazzetto di basilico, 2 spicchi d'aglio, 3 cucchiai d'olio extravergine d'oliva, sale e pepe. Preparazione: Sgranate i fagioli. Spuntate i fagiolini e tagliateli a pezzetti. Pelate le patate e tagliatele a dadi lasciandone una intera. Tuffate per pochi secondi i pomodori in ebollizione, pelateli, privateli dei semi e spezzettateli. Lavate e spuntate le zucchine, dividetele in due longitudinalmente e affettatele non troppo sottili. Tagliate a dadi la melanzana. Versate due litri di acqua fredda in una casseruola e unitevi la patata intera e tutte le verdure preparate tranne le zucchine e la melanzana. Unite un cucchiaio d'olio, il sale e mettete la casseruola sul fuoco. Quando si alza l'ebollizione, abbassate la fiamma al minimo e lasciate cuocere per circa venti minuti prima di unire anche le zucchine. Proseguite la cottura per un'alta mezz'ora quindi tirate su con la schiumarola la patata lasciata intera, schiacciatela con la forchetta e rimettetela nella pentola prima di aggiungere anche gli spaghetti spezzettati che dovranno cuocere per circa un quarto d'ora. Nel fattempo, lavate ed asciugate il basilico, sfogliatelo e pestatelo nel mortaio con gli spicchi d'aglio e un pizzico di sale fino a ridurlo in crema. Completate il pesto con due cucchiai d'olio, amalgamate bene e unitelo alla zuppa qualche minuto prima di toglierla dal fuoco. Servite la zuppa tiepida o fredda passando a

Preparazione: Per questa preparazione scegliete dei peperoni non troppo grandi di forma tozza e panciuta. Lavate i peperoni e asciugateli. Passateli direttamente sulla fiamma del gas girandoli continuamente fino a che tutta la pelle sarà tutta bruciacchiata. Via via che sono pronti chiudete i peperoni in un sacchetto di carta da pane per facilitare la successiva spellatura. Sciacquate i capperi per togliere il sale e asciugateli. Snocciolate le olive e spezzettatele. Racco-

gliete il pangrattato in una terrina con il pecorino, i filetti di acciuga spezzettati, un trito di aglio e prezzemolo, i capperi e le olive. Aggiungete sale e pepe e la metà dell'olio e mescolate bene il tutto. Spellate i peperoni raschiandoli con un coltello ed eliminando i residui con la carta da cucina quindi tagliate il peduncolo tutto intorno e svuotateli dai semi. Riempiteli con il composto preparato, allineateli in una pirofila unta d'olio e spruzzateli con poco olio. Metteteli nel forno precedentemente scaldato a 200° e lasciateli cuocere per circa mezz'ora. Serviteli tiepidi o freddi.

Bavarese di albicocche con salsa di lamponi Ingredienti per 6 persone: 400 g (peso al netto degli scarti) di albicocche molto mature e profumate, 400 g di crema di latte fresca, 160 g di zucchero, 8 g di gelatina in fogli, 1 bicchierino di distillato di albicocca (o altro distillato di frutta). Per accompagnare: 200 g di lamponi, 2 cucchiai di zucchero, 1 cucchiaio di Cordial Campari. Preparazione: Mettete la gelatina a bagno in acqua fredda. Spezzettate le albicocche e frullatele insieme al distillato fino ad avere un composto completamente fluido. Montate la panna a neve non molto ferma (per montarla facilmente è necessario che sia molto fredda). Scolate la gelatina, strizzatela e raccoglietela in un pentolino, unitevi un paio di cucchiai del frullato di albicocca e mettetela sul fuoco debolissimo o , meglio ancora, in un bagnomaria caldo. Fatela sciogliere mescolando continuamente quindi riavviate il mixer e, mentre gira, versatevi la colla di pesce in modo che si amalgami perfettamente al resto. Travasate il frullato in una ciotola e unitevi la panna montata amalgamandola delicatamente con un movimento circolare dall'alto al basso. La bavarese è pronta: versatela in uno stampo foderato con pellicola trasparente e tenetela in frigo, ben coperta, per alcune ore. Al momento di servire la bavarese rovesciatela sul piatto da portata e togliete delicatamente la pellicola. Per la salsa, lavate rapidamente i lamponi con acqua ghiacciata e allargateli su un doppio foglio di carta da cucina. Passateli al setaccio e frullate il ricavato con lo zucchero e il liquore. Sgocciolate sulla bavarese un paio di cucchiai di salsa di lampone e versate il resto in una salsiera.


Corriere Padano

8

25 agosto 2011

VIVIPIACENZA

Morrigan, un venerdì elettrico

Agli Orti di via Degani I Racconti del Bosco

Giorni pieni per il giovane "selecter" piacentino Deejay Ossama, che prima della festa in piscina a Pontenure suonerà la sua miscela di house progressive, minimal, techno e house al Morrigan Club Risto-Disco-Pub di Campremoldo di Sotto (Gragnano). Affiancato dal compagno Dj Daniel San e da Deejay Moma, venerdì 26 renderà elettrica la nottata del Morrigan (dalle 23 alle 3.30, ingresso libero), intitolata "The music of three aliens". Lasciate a casa la depressione post-rientro dalle vacanze e portate con voi soltanto una sana sete di divertimento.

Gli Orti di via Degani (con ingresso da via Borghetto, Piacenza) si fanno affascinante scenario naturale per una serie di storie sulla vita nei boschi, tra magici animali, alberi vivi come persone e favole che attraverso le frasche parlano poi della vita quotidiana. Accade giovedì 1 settembre alle 17.30 con l'andata in scena de "I Racconti del Bosco", spettacolo teatrale per piccoli e famiglie con Filippo Arcelloni di Piacenza Kultur Dom, occasione (a ingresso gratuito) per divertirsi e perdersi nelle parole, cullati dalla forza della fantasia e dal potere dei sogni.

WEEKEND Concorto Film Festival, appassionante rush finale PIETRO CORVI

Teatro acrobatico per Lultimaprovincia Il teatro torna ad invadere i nostri paesi e piazze. È iniziata domenica scorsa e si chiuderà domenica 11 settembre la 20° edizione della gloriosa rassegna teatrale itinerante "Lultimaprovincia", organizzata come sempre dal gruppo piacentino Manicomics Teatro. La parola d'ordine degli spettacoli sarà "Teatro Acrobatico", in tutti i sensi, come metafora dei tempi instabili e del pensiero dinamico ma anche come definizione dei linguaggi che giocheranno a contaminarsi: circo, danze popolari, giocoleria, poesia, immagine e movimento. 3 gli eventi di questa settimana, tutti alle 21 e ad ingresso libero. Giovedì 25, a Vigolzone nella Piazzetta del Castello, Teatro a Vapore e Manicomics (Agostino Bossi, Paolo Pisi, Silvia Zotto e William Leoncini, ossia 2 comici, 1 giocoliere e 1 pattinatrice di livello europeo) portano in scena "Cabaret Voltaire", uno spettacolo comico, demenziale e acrobatico composto di scene in rapida successione giocate tra teatro, varietà e circo. Venerdì 26, a Gragnano in Piazza della Pace, arrivano gli Eventi Culturali con "Attenti al lupo" (con Oberdan Cesanelli, Stefano Leva, Federico Mancini): spettacolo interattivo, acrobazia teatrale in cui il pubblico è chiamato a partecipare al 7° congresso internazionale dell'Associazione Lupi Cattivi d'Italia. Sabato 27, infine, a Rottofreno nella Pista polivalente di via Tobagi, largo alla travolgente coppia Nando e Maila in "Sconcerto d'amore" (di e con Ferdinando D'Andria e Maila Sparapani), un concerto-spettacolo dall'atmosfera magica e surreale, condito di gag, acrobazie aeree, giocolerie musicali, prodezze sonore e tanta comicità.

Mancano 24 proiezioni in 3 serate al termine di "Concorto Film Festival 2011", la 10° edizione (iniziata lo scorso 20 agosto, si chiuderà sabato 27) del sempre più autorevole e appassionante festival-concorso internazionale di cortometraggi diretto da Claudia Praolini e organizzato come sempre senza fini di lucro nella cornice lussureggiante di Villa Raggio a Pontenure dall'associazione Concorto. Lo staff di 30 cinefili alla testa del festival ha selezionato quest'anno 74 "corti" finalisti in concorso provenienti da 29 nazioni sui 3005 pervenuti da 76 paesi, in rappresentanza di una grande varietà di filmografie e di continenti. Ecco in dettaglio il programma degli ultimi 3 giorni di proiezioni, articolato nelle sezioni Storie (fiction Italiana), World Stories (fiction Internazionale), DocZone (documentari), CortoGrafia (animazione), Esplora (sperimentali) e Concortissimo (di massimo 5 minuti). Giovedì 25, dalle ore 21: Ich bin's. Helmut di Nicolas Steiner (Germania, 2009); Io sono qui di Mario Piredda (Italia, 2010); Diane Wellington di Anaud Des Pallières (Francia, 2010); Storyteller di Nicolas Provost (Belgio, 2010); Il capo di Yuri Ancarani (Italia, 2010); hermes di Banu Aksedi (Belgio/Francia, 2010); 100! Di Carin Brack (Svezia, 2010); La guerison di Luis-Thomas Pelletier (Canada, 2010); focus Quebec: Les fleurs de l'Age di Vincent Biron (2010). Venerdì 26: alle 18, nell'ambito di "Focus Quebec", proiezioni in lingua originale di Noel Blank di Jean-Francois Rivard e di Le neige cache l'ombre des figuiers di Samer Najari; ore 21 Shéhérazade et le Délice Casher di Agnès Caffin (Francia, 2010); A inventariante di Patricia Francisco (Brasile, 2010); Down the rabbit hole di Stéphanie Varela (Francia, 2011); The external world di David O'Reilly (Italia/Germania, 2010); Naissances di Anne Emond (Canada, 2009); Gianni Schicchi di Francesco Visco (Italia, 2011); Il pianeta perfetto di Astutillo Smeriglia (Italia, 2010); Nuit blanche di Samuel Tilman (Belgio, 2010); Na Ulitsa Nula di Andrey Getov (Italia/Bulgaria, 2010); Switez di Kamil Polak (Polonia, 2010); focus Quebec: La Lili à Gilles di David Uloth (2007). Sabato 27, dalle ore 21: focus Quebec: Love & Volts di Normand Daneau (2010); special screening I'm here di Spike Jonze; premiazioni.

Proiezioni fuori gara, incontri e mostre: tante emozioni in più "Concorto" non è esclusivamente un concorso. A tenere banco sono infatti anche le proiezioni fuori gara della sezione retrospettiva non competitiva "Focus Quebec" (dedicata quest'anno alla florida e ispirata produzione canadese), la retrospettiva "Da 0 a 10" (un corto italiano ogni sera dall'archivio di Concorto per celebrare il suo 10° compleanno) e le proiezioni di giovedì 25 e venerdì 26, dalle ore 16 all'interno di Villa Raggio, dedicate ai bambini e raccolte nella sezione "ConcortoKids". Inoltre, i più attenti e curiosi non si lasceranno scappare le "Conversazioni in giardino" con registi, giornalisti, spettatori e staff del festival (tutti i giorni dalle 18 alle 20 sul retro di Villa Raggio), le mostre fotografiche allestite all'interno della Villa ("Fotogrammi in movimento", "Sorriditistofotografando" - entrambe frutto di laboratori scolastici - e "Buio in sala. Il Cinema nel Parco", foto scattate dal giovane gruppo "Reparto Agitati" durante la rassegna di cinema all'aperto) e l'incontro con l'associazione ospite 2011 "Pecora Nera" e i ragazzi della redazione della rivista studentesca piacentina "La Marmaglia".

Daturi, l’estate fa ciao con cinque film

Hanna: l’assassina viene dalla foresta

Ultimi 5 film (inizio delle proiezioni alle ore 21.30, ingresso 6 euro, ridotto 4.50) sotto alla volta celeste per la rassegna estiva di cinema all'aperto all'Arena Daturi di viale Risorgimento a Piacenza, targata Arci e associazione Cinemaniaci. Sullo schermo, giovedì 25, "Limitless" di Neil Burger, con Robert De Niro e Bradley Cooper; venerdì 26, "In un mondo migliore" di Susanne Bier, Oscar 2011 come miglior film straniero; lunedì 29, "Il gioiellino" di Andrea Molaioli, con Toni Servillo e Remo Girone, ispirato alla vicenda del crac Parmalat; martedì 30, "Boris - Il Film" di Giacomo Ciarrapico, tratto dall'omonima serie TV, con Corrado Guzzanti, Francesco Pannofino e Carolina Crescentini; mercoledì 31 si chiuderà infine con "L'altra verità" di Ken Loach, con Mark Womack, Andrea Lowe e John Bishop.

(dm) Hanna, thriller di produzione Usa-Gran Bretagna-Germania diretto da Joe Wright (Orgoglio e pregiudizio) e interpretato da Saoirse Ronan (Houdini, Ember), Eric Bana e Olivia Williams (L'uomo del giorno dopo), è un film che, zitto zitto e senza un grossa promozione, ha già incassato il doppio di quanto è stato speso per produrlo. La protagonista Hanna, adolescente cresciuta dal padre, isolata dalla società, in una foresta nel nord della Finlandia, è stata addestrata militarmente per essere un'assassina perfetta. Parte per un viaggio in Europa ma viene braccata da Marissa Viegler, agente di una sezione deviata della CIA e nemica di suo padre. Sul sito web www.hanna-movie.net è possibile giocare al videogioco ispirato al film e scaricare materiale di vario tipo, come wallpapers, icone e altro. In programmazione all'Uci Cinema di Piacenza.


25 agosto 2011

Corriere Padano

9

VIVIPIACENZA Piscina di Pontenure, il 31 festa con tuffi

Un Po di colori, serata tra gusto e musica

Sarà forse l'ultima festa in acqua stagionale. Dunque, visto il caldo torrido, non lasciatevela sfuggire. Mercoledì 31 agosto, dalle 20 in poi, sarà festa alla Piscina di Pontenure di via Garibaldi. Una serata all'insegna dei tuffi e del divertimento, rivolta in particolare ai più giovani. L'ingresso ha un prezzo di 10 euro, inclusa una consumazione a scelta al bar, mentre la danzereccia colonna sonora sarà affidata alle selezioni elettroniche dei dj piacentini in erba Daniel San e Deejay Ossama.

Sulle sponde piacentine del Grande Fiume, nuovo appuntamento con la variopinta rassegna di note e sapori "Un Po di colori" a base di suggestive cene-concerto. A dominare sabato 27 agosto, il colore verde (menu: panzerotti alle erbette, trofie al pesto di rucola e pinoli, reale di vitello al forno, patate al forno e verdurine dell'orto, semifreddo al pistacchio) e la musica gipsy-swing dei piacentini Sugarpie and the Candymen. Ore 20, imbarco a San Nazzaro e navigazione al tramonto; dalle 21, rientro, aperitivo e cena sul fiume. 49 euro a persona; info: 0523305254.

A CURA DI PIETRO CORVI

”Con tutto l’amore”, show per l’Hospice

Tendenze, motori caldi Settembre parte rock Spalancate occhi e orecchie, arriva "Tendenze 2011". La 17ma edizione dello storico festival dedicato alla migliore musica emergente locale e regionale e a quella indipendente di respiro nazionale e internazionale organizzato da 29Cento Factory, dopo il successo dell'anno scorso riparte dal Baciccia. Giovedì 1 settembre alle 21 il Caffè Letterario ospiterà ancora il pre-festival, che avrà per protagonista il trio americano The Gamits, storica formazione pop-punk in arrivo da Denver, Colorado, di ritorno in Italia col nuovo album "Parts". Il concorso-festival entrerà nel vivo venerdì 2 allo Spazio4 di via Manzoni, dove fino a domenica 4 andrà in scena la tradizionale maratona con 30 band. I cancelli apriranno sempre alle 18 per richiudersi alle 2 (ingresso gratuito) e ai concerti su 2 palchi si affiancheranno ristorazione, installazioni, cortometraggi, mostre e produzioni indipendenti, stand espositivi, dj-set e dopo-festival. Tra i gruppi piacentini in gara ritroveremo Bravi Tutti, Tryptamin, Kubark e Hijackers on the Hip, mentre gli ospiti più attesi sono il trio bresciano Aucan (fenomeno del panorama elettronico nazionale ed europeo del momento tra dubstep-breakbeat e ambient), i garage post-punkers Cut, da 15 anni riferimento dell'underground italiano, e i sedicenti moldavi Angels Prut (nella foto), forti di un'ascesa mediatica travolgente. Non mancheranno anche perle autoctone come i Cardin' Sons, nuovo progetto psichedelico trainato dalla chitarra di Riccardo Cavicchia, i raffinati post-rockers Flora e i brutali macinatori di death-metal Straight on Target.

Per l’Estate Culturale tre concerti trasversali Ultimi fuochi per l'Estate Culturale piacentina in 3 concerti quanto mai trasversali. Si parte giovedì 25 nel cortile di Palazzo Farnese, dove, a conclusione della rassegna "World" di Cooperativa Fedro, alle 21.30 (ingresso 5 euro) si esibirà il quartetto The Lads From Leitrim, giovane formazione per tre quarti irlandese (cornamusista e 2 violinisti) arricchita dalla presenza di un flautista milanese: affronteranno un repertorio di musica tradizionale dell'isola smeraldina. Martedì 30, poi, largo all'episodio conclusivo della rassegna "Agosto classico" ai Giardini Margherita: alle 21.30, recital di canzoni napoletane intitolato "Napoli e…". Mercoledì 31, gran finale sotto ai portici di Piazza Cavalli, dove dalle 21 prenderà posto l'Orchestra Giovanile Batuta (nella foto), colombiana di Bogotà. Sarà un'affascinante manifestazione che, attraverso il segno musicale, crea ponti fra culture diverse, mettendo in rapporto la formazione orchestrale proveniente dal Sud del mondo con giovani strumentisti europei dell'Orchestra italiana del Conservatorio di musica "Bonporti" di Trento, riuniti in un'unica compagine.

Moda, musica, sport e ballo uniscono le forze per una imperdibile serata il cui ricavato sarà devoluto a favore della Casa di Iris, l’Hospice territoriale di Piacenza: è “Con tutto l’amore”, l’atteso evento benefico organizzato dalla Categoria Benessere della Libera Associazione Artigiani di Piacenza in programma dalle 20.45 di lunedì 29 agosto nella suggestiva cornice del cortile di Palazzo Farnese a Piacenza. Presentati da Marzia Foletti e da Andrea Dossena, sul maxipalco del Farnese si susseguiranno una serie di momenti di spettacolo, sport e recitazione nel segno dell’eleganza e della buona musica: sfileranno alcune delle migliori realtà del territorio piacentino (Pelletteria del Corso, Sabri e Lory, Blu Team, Lele Shop, Colla Pellicce e Le Spose di Mery) e si esibiranno gli entusiasmanti Sugarpie & the Candymen, nel corso di uno show dal ritmo serrato che promette di accontentare tutti i gusti e di regalare più di u-

A Brescia la festa di Radio Onda d'Urto

Ferrara, magia busker na sorpresa. L’evento - che omaggerà anche il dialetto piacentino e i 150 anni dell’Unità d’Italia - si svolgerà in collaborazione con il Comune di Piacenza e gode del patrocinio di Provincia di Piacenza, Regione Emilia Romagna e Comitato Provinciale Coni di Piacenza. Ingresso libero fino ad esaurimento posti e lotteria a premi. In caso di pioggia, “Con tutto l’amore” si terrà martedì 30 agosto alle 20.45. (larry)

Giovedì 25 è l'irresistibile allegria sprigionata dal sound melodico dei Cani della Biscia, il super combo piacentino campione di sonorità popolari, folk, country e rock dalla verve esecutiva eccezionale e dall'originalissima scaletta (che spazia tra perle pop d'antan come "Parlami d'amore Mariù" al verace repertorio dei nostrani Fratelli Borgazzi) ad aprire la Festa dell'Unità al Bastione di Porta Borghetto. Il loro concerto sarà alle 22.30, ma la giornata inaugurale dedicata ai giovani inizierà alle 20 con l'incontro con l'eurodeputata Debora Serracchiani, proseguirà con la cena a base di salume, tortelli o pisarei, spiedino e patatine (menu fisso 12 euro bevande incluse, prenotazioni al 3476949105 e 3939242679) e alle 21.30 col dibattito a tema "divertimento e impegno sociale" con Franco Bassi, fondatore del circolo Arci "Fuori Orario" di Reggio Emilia.

È una tradizione che ad ogni tornata spedisce tutti a casa con l'impressione di aver assistito ad un evento musicale di rara purezza. È il festival Vicobarock, che nella sua 8° edizione torna sabato 27 al campo giochi di Vicobarone a partire dall'aperitivo delle 19 a oltranza (con l'imprevedibile consueta jam session finale) tra stand gastronomici, bancarelle vintage, vino e birra a volontà. Sul palco: SQL (rock-pop), Kalerah (tributo a De Andrè), VintageBB (vintage-rock), Doctor Wood (blues), Nagual (hard-rock) e Betty Blue (blues-rock). Ingresso a offerta devoluto all'AIRC.

FUORINGIRO Ultime tre serate a Brescia (via Serenissima, zona est della città) per la festa di Radio Onda d'Urto, rassegna estiva dell'emittente radiofonica antagonista di Brescia e Milano, che quest'anno compie 20 anni. Nel consueto esteso e formicolante scenario di mercatini, bancarelle e tendoni (in un variopinto pullulare di concerti, dj-set, dibattiti e altro ancora) spiccano, sul palco principale, i live di maggior richiamo (ingresso dalle 19, concerti dalle 22). Giovedi 25 arriva la capitale formazione jamaicana di roots reggae (dal 1966) Toots and the Maytals (anticipati da Galup e Rain, reggae e hip-hop da Brescia), venerdì 26 sbarcano i Marlene Kuntz, preceduti dai The R's (ex The Record's) e sabato 27 chiudono i Modena City Ramblers (in apertura, gli Elizabeth).

Cani della Biscia, l’allegria è l’asso dei Bastioni

Vicobarock, che sabato

WEEKEND

Magia pura, estasi a tratti, una città generosa di scorci interamente trasformata in un grande palcoscenico, dove ogni angolo di piazza regala preziose epifanie di arte di strada. Acchiappate il primo treno e regalatevi una gita a Ferrara, dove fino a domenica 28 è in corso il 24° Busker Festival, la Rassegna Internazionale dei Musicisti di Strada che tutti i giorni dalle 18 alle 24 vede tutto l'affollatissimo (di spettatori e artisti provenienti da tutta Italia ed Europa) centro storico coinvolto in una festosa girandola di concerti e spettacoli di altissimo livello (1300 artisti in tutto per 120 spettacoli al giorno in rappresentanza di 35 nazioni) e, da mezzanotte in poi, trasforma l'accogliente sottomura della città (dove si campeggia in tenda) in un tripudiante baccanale musicale e circense capace di regalare emozioni e incontri indimenticabili fino all'alba.

Festa di San Bernardo, venerdì 26 l'Orchestra Batuta Si chiude in musica la Festa di San Bernardo: venerdì 26 agosto, alle 21, in Piazza Molinari, si terrà il concerto di musica sinfonica e latino-americana con i 70 musicisti colombiani dell'Orchestra Sinfonica Giovanile Batuta di Bogotà e gli studenti del Conservatorio di Musica Bonporti di Trento. Per un totale di 90 giovani artisti che porteranno le loro melodie non solo a Fiorenzuola, ma in ben 12 piazze italiane per dare vita ad una lunga "Via dei Concerti": un itinerario musicale che parte dalla Casa Montagna di Ferriere e arriverà fino alla capitale, passando, appunto, per il capoluogo valdardese Inserito nel calendario dei festeggiamenti del compatrono di Fiorenzuola e patrono di Chiaravalle (andati in scena nello scorso weekend), l'evento è stato realizzato in collaborazione con l'associazione "Fiorenzuola oltre i confini". m.i.


Corriere Padano

25 agosto 2011

10

TEMPO LIBERO

Festa del Salame Gentile, quante bontà a Ivaccari Nel menu anche pisarei e fasò, tortelloni con i funghi e picula ad caval Quarta edizione della Notte Viola: si vota il miglior Bargnolino del 2011 SILVIA BELLONI A Ivaccari fervono i preparativi in vista della 47° Festa del Salame Gentile, in programma sabato 27, domenica 28 e lunedì 29 agosto. Nel corso della giornata di lunedì si svolgerà inoltre, per il quarto anno consecutivo, il concorso della Notte Viola, organizzato dal "patron" Gian Carlo Fiorani e volto ad eleggere il Bargnolino migliore del 2011. Il bargnolino è un liquore tipicamente piacentino ricavato dalle bacche del pruno spino. Alla finale saranno ammessi solo 15 partecipanti che si contenderanno i sei premi in palio. La giuria sarà composta da 11 esperti: Volpari Omar (sommelier di lungo corso specializzato anche nel settore degli infusi e dei liquori che rappresenta l'accademia A.I.S.P. di Modena), Nuvolati Paolo (enologo piacentino esperto di vini e di infusi), Lambri Giorgio (giornalista del quotidiano Libertà), Monti Mario (degustatore di infusi e presente in diversi concorsi piacentini per l'ANSPI Provinaciale), Moschini Romano (produttore di vini e degustatore della Coltivatori Vigoleno), Stragliati Michele (sommelier della FISAR di Piacenza), Migli Danilo (degustatore esperto di infusi e vini rappresentante dell'ANSPI provinciale), Babini Gaetano (produttore e degustatore di infusi rappresentante associazione ANSPI provinciale), Saltorelli Piero (degustatore infusi e vini rappresentante Anspi Ivaccari), Rossi Donato (assaggiatore responsabile tempo libero ANSPI Ivaccari) e Pavesi professor Nelio (produttore bargnolino). Anche il pubblico presente potrà degustare i bargnolini presentati e votare per eleggere Mister Bagnolino, vale a dire la persona che avrà ricevuto il maggior numero di voti. Il programma della tre giorni di Ivaccari, oltre all'ormai rinomato concorso, vanta un ricco e variegato numero di eventi. A far da padrona sarà indubbiamente la cucina tipica piacentina: il menù predisposto

AGENDA TRAVO - FESTA DELL’AGRICOLTURA Ultimo appuntamento estivo nel calendario degli eventi dell'estate di Travo, la tradizionale Fiera dell'Agricoltura, che si svolgerà domenica 28 agosto, si rinnova e si amplia. Nell'edizione di questa'anno, una parte delle bancarelle che come consuetudine occuperanno la Piazza centrale, sarà destinata ad accogliere circa 18 associazioni locali di volontariato. Non mancherà l'appuntamento con il Mercato di Campagna Amica che riunirà espositori provenienti da tutta la provincia piacentina. Nel Piazzale della Chiesa si potrà visitare un'esposizione a cielo aperto di attrezzi e macchine agricole d'epoca. Due le novità di questa Fiera dell'Agricoltura 2011: le prove di tiro con l'arco, organizzate dall'associazione Parcella, e la gara di Tractor Pulling. Quest'ultimo evento, prevede la classificazione dei partecipanti in base alla potenza dei cavalli del proprio trattore e si sfideranno, a due a due, in prove di traino. A vincere sarà il trattore che riuscirà ad allontanarsi maggiormente e nel minore tempo possibile dalla linea di partenza. La giornata si concluderà con una serata di balli sulle note della musica dell'orchestra di Massimo Anselmi.

SAN PIETRO IN CERRO - FRICANDÒ FESTA Il 27 e 28 agosto a San Pietro in Cerro Fricandò festa, festa popolare d'intrattenimento ed aggregazione con specialità gastronomiche, musica e danze.

BETTOLA - MERCOLEDÌ SERA IN COLLINA mantiene le tradizioni della Borgata, dai Pisarei e fasò, ai Tortelloni con funghi, alla Picùla ad Caval con la polenta, agli arrosti di culatello cotti lentamente nel forno a legna, agli spiedini di coscia con i rifili di prosciutto e per finire il salame cotto affiancato al Salame gentile stagionato oltre 6 mesi e per terminare la cena, spiedini di

frutta maxi. In vista delle serate danzanti verrà allestita una balera d'acciaio, sulla quale si danzerà al ritmo della musica delle orchestre Renzo e i Menestrelli, Norberto e Mirco e Yuri e Michele. Nel corso delle serate si terranno inoltre le esibizioni di ballo liscio e caraibico, organizzate dalle due principali scuole di ballo piacentine. All'alba di

domenica partirà il ciclo raduno, organizzato dallo storico patron Franco Zeppi, che si snoderà lungo le strade del piacentino. La 47° Festa del Salame Gentile di Ivaccari, con il suo intenso programma, possiede tutte le premesse per rappresentare un momento di divertimento dedicato indistintamente a giovanissimi, adulti ed anziani.

Mister Bargnolino, i partecipanti Sono ben 55 i produttori famigliari che hanno presentato il loro infuso, una delegazione che rappresenta tutte le vallate dal Tidone all'Arda oltre ad altri comuni rivieraschi del Po. L'elenco completo dei partecipanti è il seguente: Giacomo Guerrieri (Piacenza) Bulla Stefano (Piacenza) Gubinelli Maurizio (Fiorenzuola) Biasini Giulio (Lugagnano) Fausto Bonzanini (Villanova) Bellico Andrea (Piacenza) Campominosi Lorenzo (Piacenza) Chetevo Renato (Piacenza) Mezzadri Elena (Piacenza) Favarl Luigi (Piacenza) Vanelli Gianluca (Rivergaro) Nurgazzi Robero (Pontedellolio) Guarnieri Marinella (Rustigazzo) Tomma Giulio (Piacenza) Mezzadri Elena (Ferriere) Montano Antonio (Borgonovo) Zanchi Gianfranco (Pontenure) Cantoni Danilo (Piacenza) Giuseppe Albanesi (Ivaccari) Boeri Paolo (Piacenza) Veneziani Sara (Piacenza) Dallavalle Sergio (Piacenza) Monia Sica (Bobbio) Scotti Laura (Piacenza)

Russo Donato (Ivaccari) Papamarenghi Renzo (Piacenza) Zilli Loredana (Piacenza) Cattivelli Adriano (Gossolengo) Costa Danilo (Pontedellolio) Mezzadri Elena (Piacenza) Pionetti Nicoletta (Piacenza) Veneziani Giulio (Agazzano) Poggi Maurizio (Perino Coli) Pighi Vincenzo (Piacenza) Tagliaferri Lodovica (S.Nicolo) Valla Davide (Ziano) Bionda Ezio (Piacenza) Giorgio Subacchi (Piacenza) Nespoli Attilio (Piacenza) Dallatomasina Luigi (S.Giorgio) Nava Angelo (Piacenza) Gianpiero Steccato (Piacenza) Bandini Elena (Piacenza) Cavaciuti Sergio (Morfasso) Cremona Luigina (Perino Coli) Fuochi Carlo (Piacenza) Barocelli Sara (Castel S.Giovanni) Rancati Michele (S.Giorgio) Asti Valter (Carpaneto) Roberta Vandi (Ferriere) Curotti Riccardo (Ruffinati) Tagliaferri Stefano (Saliceto di Cadeo) Tansini Giuseppe (Sarmato) Marinelli Massimo (Piacenza) Gatti Marco (Gossolengo)

Per i villeggianti e per chi volesse approfittare delle fresche serate in collina, il 31 agosto, dalle 18 alle 24 in Piazza Colombo a Bettola, i Mercoledì sera in Collina con mercatini ed intrattenimenti vari.

BOBBIO - U DASBRATT: I SALDI DEI SALDI Il 27 e 28 agosto a Bobbio l'Associazione Commercianti organizza la manifestazione "U Dasbratt: i saldi dei saldi", in tale occasione i negozi rimarranno aperti fino alle 24.

VIGOLENO - FESTA DI SAN GENESIO L'ultimo week-end d'agosto nel Parco Regionale dello Stirone, a San Genesio di Vigoleno si terrà la Festa di San Genesio, festa danzante con prodotti locali.

TRAVO - COMMEDIA "A SPOS ME NONNA" Il 27 agosto la compagnia GARI porterà in scena in piazza Trento a Travo, la commedia dialettale "A spos me nonna". La serata ha lo scopo di raccogliere fondi per l'Associazione A.M.I.C.I.

PODENZANO - XXVI FESTA MISSIONARIA Dal 26 al 28 agosto la Parrocchia di Podenzano ed il Gruppo Missionario, organizzano presso il Giardino Haway di Podenzano, la 16° edizione della Festa Missionaria "Tutto il mondo è paese".

VIGOLZONE - CONCERTO "BAGNO MARELLI" Venerdì 26 agosto alle 21.00 in Piazza Castello, si terrà il concert "Bagno Marelli, un mare di swing". Bagno Marelli è l'ultimo spettacolo dei musicisti bolognesi Trio Radio Marelli.

GRAZZANO VISCONTI - MUSICA IN CASTELLO Saranno tre gli appuntamenti musicali con i Gruppi da camera dell'Orchestra Giovanile "Luigi Cherubini" che si terranno nelle domeniche di fine estate 2011 nel cortile del Castello di Grazzano Visconti, alle ore 19.00 con ingresso libero della durata di 1 ora. La Prima serata, che si terrà domenica 28 agosto, prevede un concerto con musiche di G.Puccini, O. Respighi e N. Rota per violini, viola e violoncello.

SARMATO - III FESTA BIANCA SARMATESE Il 27 agosto si svolgerà la 3° Festa bianca sarmatese. Dalle 20 in Piazza Cortiglio cena organizzata dalle Associazioni di Sarmato con il patrocinio del Comune. Cena autogestita dai vari gruppi partecipanti che dovranno fornirsi di cibo, bevande, stoviglie. Obbligatorio indossare abiti bianchi.

SANTIMENTO - CENA CON MUSICA AL CENTRO ANZIANI Il 31 agosto a Santimento dalle 20 cena con musica al Centro Anziani. A seguire musica di Alberto Kalle, ingresso libero.


25 agosto 2011

Corriere Padano

PUBBLICITĂ€

11


Corriere Padano

12

25 agosto 2011

PIANELLO - FIERA D’AGOSTO

Cotechino e Fiera d’Agosto Pianello punta sulla tipicità L’antica trave, tesoro d’ingegneria fluviale Dopo mille peripezie e tanto duro lavoro, gli abitanti di Pianello possono finalmente ammirare ciò che rimane di un'antica opera di ingegneria fluviale, da pochi giorni collocata in piazza Mensi, ai piedi della Rocca municipale. Protagonista della notevole scoperta è stato - ancora una volta - lo storico e ricercatore pianellese Antonio Zucconi, definito da molti "l'Indiana Jones della Valtidone". Ricercatore instancabile, Zucconi ha riportato alla luce una grande trave (di 4,5m x 80 cm di diametro) facente parte - in origine - di una struttura complessa costituita da 5 travi rinvenuta nel 2004 dopo una piena, sulla sponda sinistra del Tidone, in corrispondenza del "muraglione storto" di Strà. "Potrebbe trattarsi delle fondamenta del Muraglione ma non possiamo dirlo con certezza né tantomeno risalire all'epoca in cui fu costruito", spiega l'archeologo Zucconi che ha anche prodotto un plastico di due metri che riproduce il muraglione e la struttura in legno per renderla comprensibile ai visitatori. Zucconi - che si è occupato anche dei rilievi tecnici - ha poi realizzato un disegno dell'opera ed un album fotografico che racconta tutte le fasi del ritrovamento e gli interventi di recupero. "Dopo un anno di lavoro impiegato per recuperare oltre 30 metri di opera, una ruspa - ancora non identificata - seppellì tutto, con la ghiaia". I recenti nubifragi che hanno colpito la Valtidone permisero a Zucconi di ritrovare la prima trave, che fu però anche bersaglio di un boscaiolo che tentò con la sua motosega (con scarso successo essendo mineralizzato) di farne legna da ardere. Oggi tale opera è diventata patrimonio di tutti.(fg) In alto Zucconi con ai piedi la grande trave recuperata. Sotto il plastico del muraglione e la struttura in legno

Tradizioni al centro degli eventi di fine estate, Pro Loco protagonista Il vicesindaco Castellini: “Il sogno è ripristinare la Fiera del Bestiame” FRANCESCA GAZZOLA L'estate si chiude in bellezza a Pianello con due appuntamenti che esaltano la tradizione e le tipicità del territorio e che si susseguono nell'ultima settimana di agosto. Da oltre quarant'anni a Pianello si svolge la rinomata Festa del Cotechino (27, 28 e 30 agosto), noto evento dedicato alla valorizzazione della tradizione norcina dell'Alta Valtidone. Nata nel 1966, la Festa celebrava in origine la Coppa, altra famosa prelibatezza del territorio che vanta numerosi salumifici artigianali di qualità. L'attivissima Pro Loco di Pianello cucinerà gustose specialità locali preparate con i più famosi insaccati di maiale - cotechino e salame cotto - vanto della gastronomia pianellese. "Serviremo agli ospiti sei quintali di cotechini preparati appositamente dai salumifici locali e cucinati da noi volontari in diversi modi: bolliti, cotti alla piastra e stufati. Le giornate di festa - spiega Andrea Braghieri, segretario della Pro Loco di Pianello - saranno l'occasione per i golosi provenienti dal Piacentino ma anche dalla vicina Lombardia di apprezzare e conoscere non solo il cotechino ma tutti i rinomati salumi Dop pianellesi, in-

sieme ai piatti tipici, ai vini Doc e ai formaggi prodotti in Alta Valtidone". La Festa del Cotechino - organizzata dalla Pro Loco in collaborazione con il Centro sociale Anziani di Pianello passerà il testimone all'altro evento clou dell'estate di Pianello: la "Grande Fiera d'Agosto" (31 agosto). Nata come fiera del bestiame e dell'agricoltura, la manifestazione - che si svolge da sempre l'ultimo mercoledì del mese - ospita oggi oltre 200 bancarelle, mostre, giochi e stand gastronomici. "Il nostro sogno -

afferma il vicesindaco di Pianello, Simone Castellini - è ripristinare in futuro la storica Fiera del Bestiame che vanta una tradizione ultracentenaria: in occasione della fiera giungevano, infatti, a Pianello venditori, compratori e visitatori dall'intero territorio piacentino e dalle province limitrofe per il tradizionale scambio di merci e animali". Oggi la Fiera è un grande mercato che accorpa oltre 180 bancarelle del mercato tradizionale, una decina di bancarelle del Mercato del Forte, una

quarantina di hobbisti ed un vasto assortimento di macchinari agricoli, insieme al grande Luna Park. "Novità di quest'anno aggiunge Castellini - sarà il raduno di circa 150 moto e di una quarantina di Fiat Cinquecento che giungeranno a Pianello e saranno accolti con l'aperitivo dell'associazione Pianello Frizzante con assaggi e vendita dei prodotti tipici". Torna per il secondo anno l'esposizione presso il Municipio della mostra di acquerelli "Points de Vue" della pittrice Ludovica Fratus de Balestrini, con inaugurazione il 28 agosto. La Grande Fiera d'agosto sarà anticipata nella serata di martedì 30 agosto dall'edizione straordinaria dei mercatini serali dell'antiquariato e della creatività che hanno ottenuto tanto successo durante l'estate di Pianello: "I venerdì pianellesi - aggiunge Castellini - hanno creato un notevole flusso turistico di cui ha beneficiato l'intero territorio: in questo momento di difficile crisi economica l'amministrazione comunale vuole essere vicina ai commercianti e proseguire con impegno nella creazione di momenti capaci di creare notevole attrattiva turistica perché - sottolinea il vicesindaco - mi piace ricordare che chi viene a Pianello non se ne va più via".


25 agosto 2011

Corriere Padano

PIANELLO - FIERA D’AGOSTO

13

Fornasari: “Frane a posto, adesso possiamo rifiorire” ll sindaco di Pianello: “Società operaia di mutuo soccorso, i locali diventeranno un teatro per l'Alta Val Tidone, uno spazio destinato a concerti ed eventi” DARIO RIGOLLI Per Pianello la primavera sembra non finire. Non solo il comune della val Tidone è l'unico della provincia ad aver ricevuto il riconoscimento di "Comune fiorito" (premiato con due fiori sui quattro disponibili), ma anche in un anno come il 2011 (quasi drammatico per i piccoli municipi) è riuscito nella 'missione impossibile' di mettere a bilancio oltre un milione di euro per le opere pubbliche. "I lavori più importanti di quest'anno -dichiara il primo cittadino Gianpaolo Fornasari- sono i 360mila euro investiti nell'asfaltatura di 3 km di strada sterrata e nella rimessa a nuovo delle strade comunali di Arcello e Lorenzasco; e i 270mila euro che entro l'estate serviranno per la costruzione di un portico in vetro che colleghi l'asilo nido e la scuola materna". A questi bisogna aggiungere il progetto fiore all'occhiello del 2011: sfruttare i locali della storica "Società operaia di mutuo soccorso" per la costruire un teatro per l'alta val Tidone. "Uno spazio polifunzionale -anticipa il sindaco- che diventerà un punto di riferimento per tutta l'alta valle e -sottolinea-garantirà uno spazio coperto adatto ad ospitare concerti, spettacoli e grandi eventi come il Valtidone Festival". La soddisfazione di Fornasari e della sua maggioranza trapela anche quando si parla di promozione turistica e dissesto idrogeologico. Considerando l'aspetto frane, a Pontegrosso il muro di sostegno e il restauro del ponte sono ultimati, così come

il servizio regionale di difesa del suolo ha concluso i lavori di modellatura di frana di Fravica. "Sembra che non sia successo niente -evidenzia Fornasari- anche l'impatto visivo degli smottamenti è stato del tutto cancellato". Il primo cittadino si ritrova a dover ringraziare di cuore la regione Emilia Romagna, rimangiandosi le accuse di inedia lanciate lo scorso hanno alla componente della giunta regionale Paola Gazzolo. Importanti risultati sono stati ottenuti anche nell'ambito della promozione del territorio, portando l'alta val Tidone ad attrarre un forte turismo stanziale dalla Lombardia. Attrattive principali sarebbero la distanza contenuta, le suggestive bellezze storico-naturalistiche e soprat-

tutto la sontuosa offerta enogastronomica. "Molti hanno deciso di comprare la seconda casa in Val Tidone, tanto che oggi è quasi impossibile trovare un rustico da acquistare. Inoltre, grazie ad un finanziamento provinciale -aggiunge- siamo riusciti a garantire al Valtidone Wine Fest una promozione di altissimo livello, pubblicizzando l'evento sui principali periodici nazionali e sulla rivista di bordo di Alitalia". Risultati lusinghieri raggiunti grazie all'impegno dell'amministrazione e dei dipendenti comunali, che hanno dimostrato di avere il grande dono di saper chiedere, sfruttando tutte le possibilità offerte da bandi e finanziamenti statali, regionali e provinciali.


Corriere Padano

14

25 agosto 2011

PIANELLO - FIERA D’AGOSTO

Pianello da scoprire: bellezze da vertigini Imperdibile Rocca d’Olgisio, da vedere anche San Maurizio, la Rocca dal Verme e il Museo Archeologico Pianello si prepara ad ospitare la rinomata “Festa del Cotechino” (in programma sabato 27, domenica 28 agosto e martedì 30 agosto) e la celebre “Grande Fiera d’Agosto” (mercoledì 31 agosto), ottime occasioni per conoscere un paese che annovera alcuni monumenti ed un museo di grande interesse. Conosciamoli meglio.

Parrocchiale di San Maurizio Dedicata a San Maurizio, presenta all'interno tre navate e pianta a croce. Fu costruita all'esterno delle mura nel 1250 e poi ampliata nel 1377. Nei primi anni del '700 fu realizzata la graziosa facciata barocca, mentre alla fine del secolo risale l'altare maggiore in marmo. Da ammirare, all'interno, il bel coro ligneo scolpito nel XIV secolo.

La Rocca I pianellesi lo chiamano da tempo immemorabile "turòn", facendo presupporre che il nucleo originario della costruzione fosse la torre. Sappiamo dalle fonti che questo primo fortilizio, eret-

to probabilmente nel X secolo, venne distrutto dalle truppe imperiali di Federico I. A Jacopo Dal Verme si attribuisce la ricostruzione del castello del capoluogo, destinato per lungo tempo ad abitazione della casata nobiliare. Successivamente, nelle mani di altri proprietari, divenne sede di una preziosa pinacoteca i cui quadri andarono però persi vero la fine del XIX secolo. Precisamente l'edificio passò alla famiglia Sanseverino nel '400 per tornare nel 1521 ai Dal Verme che lo tennero fino al XIX secolo, trasformandolo in palazzo gentilizio. Di pianta irregolare presenta ancora alte e solide mura in sasso e ciottoli. Attualmente è sede municipale e di recente è stata oggetto di un intervento di restauro conservativo che ha permesso di recuperarne alcune strutture, come il seminterrato, che ospita il museo archeologico.

Il museo archeologico La collaborazione instauratasi tra la Soprintendenza ai Beni Archeologici dell'Emilia Romagna ed i volontari

della locale Associazione Pandora ha consentito di dare vita nel 1999 al Museo Archeologico di Pianello. Ad eccezione di alcuni pezzi di particolare rilievo, da pochi mesi esposti al Museo Archeologico presso Palazzo Farnese, tutto il materiale archeologico rinvenuto nel bacino della Val Tidone e dotato di interesse storico è conservato presso questa sede, che si compone di tre sale. Nel pri-

mo ambiente sono raccolti i fossili della zona, nella seconda sala troviamo i reperti neolitici, dell'età del rame, del bronzo e del ferro, nella terza sala sono infine esposti i reperti romani databili tra il I secolo a.C. ed il tardo impero. La visita è gestita dal Gruppo Archeologico Pandora che garantisce l'apertura del museo ogni domenica mattina e nei festivi, dalle ore 10 alle 12 (in estate anche

dalle ore 16 alle 19). Sono possibili visite anche in altri orari e durante la settimana su prenotazione. Ai volontari dell'Associazione Archeologica Pandora, sempre diretti dal funzionario di zona della Soprintendenza Archeologica dell'Emilia Romagna, si deve la scoperta e la realizzazione di saggi di scavo di diversi siti che si trovano nelle vicinanze. Sono stati individuati: un

Installazione - Manutenzione Impianti di riscaldamento e idrosanitari Pianello V. Tidone (Pc) - Via Mascaretti, 58 Tel. 0523.998521

abitato pre protostorico (II e I millennio a.C.) e una chiesa medievale in località Piana di San Martino, un settore di una villa romana presso Arcello, una parte di una struttura abitativa tardoantica a Trevozzo, una tomba romana a Ganaghello. L'Associazione ha inoltre collaborato con la Soprintendenza Archeologica dell'Emilia Romagna nei lavori svolti nell'area dell'attuale cimitero di Pianello. In questo punto sono tornati alla luce i resti di un abitato romano databile tra il I secolo a.C. e il I secolo d.C. nonché le vestigia di una necropoli altomedievale. In quest'ultimo sito, molto particolare è il rinvenimento di un vano pressoché rettangolare, ben conservato, costituito da blocchi di pietra sovrapposti in maniera regolare. Per consentirne la visita, il rinvenimento, protetto con un'apposita struttura, è stato mantenuto a vista.

Rocca d’Olgisio La Rocca d'Olgisio è uno dei complessi fortificati più antichi e suggestivi del Piacentino e costituisce una delle maggiori attrattive turistiche della Val Tidone. La si raggiunge, partendo da Pianello, dopo circa 5 km. Per arrivare all'edificio è necessario lasciare l'auto ai piedi della collina ed avventurarsi per un ripido sentiero fino al crinale. Un po' di fatica che viene però premiata dalla bellezza del castello e dal panorama davvero imperdibile che si gode dall'alto del camminamento sul mastio centrale. Il maniero si erge infatti sopra una rupe scoscesa ed isolata, al centro del vasto territorio collinoso che si estende tra il torrente Chiarone e il Tidoncello. La roccia arenaria della rupe è caratterizzata da fenomeni di erosione, e notevole é il gran sasso a forma di fungo, isolato sulla costa a ovest. La forma della Rocca é a pianta irregolare perché il suo sviluppo é stato condizionato dalla planimetria del terreno. Comprende infatti vari corpi di fabbrica e vari ordini di mura costruiti in fasi successive per adeguare i sistemi di difesa. Colossali sono i muri, specialmente quelli del monumentale torrione. La prima notizia certa sul castello risale al 1037, quando ne divennero proprietari i monaci di San Savino, ai quali appartenne fino al 1296. Dal 1378 la proprietà della Rocca d'Olgisio passò ai Dal Verme, che la mantennero fino al 1850. Quando la famiglia si estinse, il castello passò al ramo degli Zileri Dal Verme. Disabitata per anni, la Rocca, ancora relativamente inaccessibile, fu sede del comando partigiano della Val Tidone negli anni del secondo conflitto mondiale. Quindi, causa il lungo abbandono, l'edificio rimase fatiscente fino al recente intervento di restauro, che ha permesso di recuperare gran parte dell'edificio oggi visitabile tutto l'anno durante i giorni festivi e parte integrante del circuito del "Castelli del Ducato di Parma e Piacenza".


25 agosto 2011

Corriere Padano

15

SPORT

DALLA PROVINCIA Fiorenzuola - La promessa di Mussi

"Aiutare i giovani la priorità" L’assessore: “Cercheremo in ogni modo di completare i locali dell'ex macello destinati ai gruppi musicali” MANUELA IANNOTTA Per il suo secondo mandato alla guida della città, il sindaco Giovanni Compiani lo ha voluto nuovamente nella sua squadra, nel riconfermato ruolo di assessore alle Politiche sociali e della Casa. Ma per Angelo Mussi(nella foto a lato) a tali deleghe se n'è aggiunta un'altra: la delega alle Politiche giovanili. Una materia (prima affidata a Nicoletta Barbieri) ugualmente importante e impegnativa, cui "bisogna prestare altrettanta attenzione di quella profusa per gli anziani", sostiene Mussi. Perché "i giovani, come gli anziani, sono una realtà che si trova ad affrontare problematiche sempre più numerose - osserva -. E si devono cercare aiuti, soluzioni, perché i giovani hanno tutto il diritto di immaginarsi una vita migliore". "È la fascia d'età dove porre maggiore attenzione- aggiunge-. È un investimento sul futuro, in un contesto che si modifica con molta velocità". Un contesto in cui "vediamo i giovani alle prese con nuovi problemi: la difficoltà ad entrare nel mondo del lavoro, a programmare la propria vita, la mancanza di certezze". E se questi sono gli scogli che si trovano dinanzi i giovani adulti, secondo l'assessore gli adolescenti "vivono maggiori situazioni conflittuali all'interno del contesto familiare, messo sempre più alla prova dalla crisi economica, da problemi abitativi e investito, in certi casi, da crisi del ruolo genitoriale". Mussi non si limita però ad un'analisi sulla problematica situazione giovanile, purtroppo già nota, ma mette in chiaro le linee d'intervento che l'Amministrazione intende seguire, senza risparmiare critiche alle politiche del Governo:"i maggiori tagli vanno a colpire i giovani e non lasciano intravedere aiuti per entrare nel mondo del lavoro". Puntando sulla collaborazione tra settori diversi dell'Amministrazione e della società civile, nonché sul coinvolgimento "indispensabile" dei giovani, Mussi sostiene che uno dei compiti dell'Amministrazione debba essere quello di intercettare le nuove realtà giovanili, andando laddove si riuniscono i ragazzi, che "oggi tendono ad aggregarsi in luoghi non istituzionali, ma occasionali". Per questo è fondamentale la collaborazione con la cooperativa sociale L'Arco, mettendo in atto, insieme, progetti e organizzando momenti aggregativi. Se tra le intenzioni dell'assessore vi è quella di "raggiungere" i giovani, un'altra linea d'intervento prevede di completare la messa a disposizione dei locali dell'ex macello, che sono stati promessi, dalla precedente Amministrazione, ai gruppi musicali (come sale prove). Mussi giustifica i ritardi coi blocchi causati dal Patto di stabilità: "Manca ancora l'insonorizzazione delle sale, non è stata fatta per i vincoli del Patto di stabilità, ma cercheremo tutti gli escamotages per completare la struttura". Vi è poi il progetto di recuperare il vecchio Municipio (in Corso Garibaldi), trasferendovi la biblioteca e trasformandolo in un luogo di aggregazione per i giovani, in un comparto che vede cinema, teatro ed ex macello a poca distanza l'uno dall'altro. Per tale intervento i tempi non sono ancora stati definiti; mentre "con scadenza intermedia", premette Mussi, cioè entro il 2012 o primavera 2013 (Patto di stabilità permettendo, "perchè mette a rischio l'utilizzo dei finanziamenti regionali"), dovrebbe prendere corpo l'intervento di riqualificazione urbana, previsto dalla passata Amministrazione, in località "Madonna delle cinque vie" che porterà alla realizzazione di 16 alloggi Erp, 17 Ers, e anche di un centro civico di circa 200 metri quadrati da destinare a giovani e anziani, nell'ottica di una politica di integrazione intergenerazionale, sulla scorta dell'esperienza di interscambio già sperimentata tra i ragazzi dell'Arcobus e gli anziani del circolo Arci di Largo Gabrielli. Infine Mussi non dimentica le "100 proposte" fatte da giovani, nell'ambito dell'iniziativa "Non è un paese per vecchie idee: 100 proposte per mantenere giovane la nostra città" promossa dal suo partito, il Pd, in campagna elettorale. "Cercheremo di realizzare le più fattibili", sostiene l'assessore, auspicando a tal fine "una stretta collaborazione con altri componenti dell'Amministrazione, appartenenti per età, presenza e attività al mondo giovanile".

Piacenza, Monaco e il giallo di Mister X Mentre si definisce la cessione del club biancorosso, scelto il nuovo allenatore: è l’ex tecnico della Carrarese, un esperto in promozioni GIOVANNI DOPERNI Piacenza, Livorno e Crotone all'assalto del bomber della Carrarese Antonio Gaeta. Sin qui nulla di strano. Anzi. Non fosse che la notizia è della fine dello scorso aprile. Col senno di poi, cioè dell'oggi, diventa una strana singolare coincidenza. L'arrivo di Francesco Monaco, il tecnico che proprio alla guida della Carrarese ha centrato quest'anno la promozione in prima divisione offre interessanti spunti per considerazioni che toccano anche le note trattative che riguardano la cessione del club biancorosso. E' possibile che qualcuno mentre il Piacenza stava lottando per la permanenza in serie B stesse già programmando un futuro con un occhio attento alla Carrarese, al suo centravanti, alla fine autore di 21 reti in seconda divisione, e soprattutto al suo allenatore? Impossibile da escludere. In quei mesi però, pur tra tante voci, non era ancora noto il proposito di cessione ufficializzato da Fabrizio Garillila sera della fatal Bergamo. Chi operava sul mercato, legittimato a pensare a un futuro tecnico per la stagione successiva era insomma l'ormai ex direttore sportivo Franco De Falco. Qualcuno, dunque, ha seguito una rotta già tracciata? O il timoniere è lo stesso anche all'ombra del gruppo che si profila all'orizzonte? E se è così potrebbe arrivare anche quel Gaeta che piaceva ad aprile? Interrogativi cui è difficile dare risposte efficaci in un intri-

go che rende scontati persino i gialli del compianto Colombo. Le coincidenze, poi, vanno oltre in questo vorticoso giro che vedrebbe il Piacenza interessato al centrocampista camerunense Matute in forza sì al Crotone, ma che era passato da Cesena e Trieste, piazze note a De Falco. Più di un indizio,

insomma, su una linea di continuità che mentre scriviamo non ha ancora svelato chi è il fantomatico Mister X che avrebbe rilevato tutto o parte del Piacenza. Che avrà uno sponsor, l'Lpr, sulle maglie e sicuramente un nuovo allenatore. Quel Francesco Monaco che benissimo aveva fatto il

primo anno ad Ancona, che già sembrava sul punto di arrivare a Piacenza prima che alla fine in via Gorra decidessero di puntare su Castori e che quest'anno si è ripetuto portando alla promozione la Carrarese in prima divisione. Un allievo di Corrado Orrico che sa far fruttare gli organici a disposizione. Questo si dice del tecnico cui è stato affidato un compito difficilissimo: rimettere in carreggiata una squadra che non è nemmeno un cantiere e che allo stato attuale non ha neppure un punto fermo. Perché da qui al 31 agosto, data di chiusura delle trattative di mercato di cose ne succederanno ancora parecchie. Statene certi.

Sopra, mister Monaco. In alto, lo stadio Garilli: potrebbero restare chiusi distinti e curva Sud

IL MIO SPORT BETTOLA - VIII MEMORIAL ENRICO AGNELLI Per gli appassionati dello sport imperdibile l'Ottavo Memorial Enrico Agnelli, quadrangolare di calcio a 11, che si svolgerà sabato 27 presso il centro sportivo comunale di Bettola.

VIGOLZONE - XII MARCIA DELL'ALPINO Il 28 agosto a Vigolzone si terrà la 12a Marcia dell'Alpino. La manifestazione, organizzata dal Gruppo Escursionisti Vigolzone, partirà dalle ore 07,30 alle 08,30. Sono previsti 4 percorsi da 7,10,14 e 21 Km ed il tempo massimo di percorrenza previsto è di 4 ore.

Rebecchi Nordmeccanica, voglia di andare lontano Il raduno al Palasport di Largo Anguissola di lunedì 22 agosto ha ufficialmente dato il via alla preparazione della stagione 2011/12 della Rebecchi Nordmeccanica, che parte con un grande entusiasmo e tanta voglia di far bene nel campionato di serie A1 donne di pallavolo. Il discorso di benvenuto del vicepresidente Vincenzo Cerciello, che ha fatto anche le veci del presidente Giovanni Rebecchi e del presidente onorario Antonio Cerciello, è stato chiaro sugli obiettivi: “Il roster che abbiamo allestito è competitivo, ci vorrà un po’ di tempo ma la qualità non manca e il traguardo minimo sono i playoff”. A Cerciello ha fatto eco il direttore generale Giorgio Varacca, mentre l'allenatore Riccardo Marchesi ha esposto le linee fondamentali del programma di allenamenti e ha spiegato: “Abbiamo a disposizione ottimi ingredienti, ma ora dobbiamo essere bravi a cucinare, unendo alle qualità tecniche quelle di spogliatoio”. Il gruppo che ha iniziato il raduno era composto da Elisa Cella, Stefania Dall'Igna, Anna Kajalina, Eva Mazzocchi, Laura Nicolini, Hanka Pachale, Carmen Turlea e Chiara Scarabelli (per lei una serie di accertamenti per risolvere il problema che l'ha infastidita durante i vittoriosi mondiali juniores), cui si aggiungeranno nelle prossime settimane Cinzia Callegaro, Nicole Davis, Manuela Leggeri e Riikka Lehtonen, impegnate per vari motivi (rispettivamente studi, World Grand Prix, telecronache e riposo post stagione di beach volley) lontano da Piacenza. (dosse)

BOBBIO - TROFEO ANGELO TOSI "RACCHETTA DI LEGNO" Il 27 agosto il Tennis Club di Bobbio organizza, presso il Centro Sportivo Candia, il Trofeo tennistico "Racchetta di legno" dedicato ad Angelo Tosi.

BOBBIO - TREKKING SULLE TRACCE DEI SANTI Il 28 agosto i Cavalieri delle Terre di San Colombano organizzano a Bobbio un trekking sulle tracce dei Santi. Si partirà da Bobbio per giungere sino alla grotta di San Michele.

BORGONOVO - "CURUM PAR LA CHISOLA" Il 2 settembre a Borgonovo, da piazza Garibaldi , dalle 18,00 alle 19,00 partirà la marcia podistica non competitiva a passo libero "Curum par la chisola", aperta a tutti. Km 6-12. Percorso pianeggiante in campagna. Tempo massimo di percorrenza previsto 2 ore e mezza.

TORRANO DI PONTE DELL'OLIO - UNA MARCIA PER LA VITA Il 31 agosto si terrà a Torrano di Ponte dell'olio la Marcia per la vita, i memoria di Michele Signaroldi. Partenza libera dalle 18,00 alle 19,00 dalla Ca' dell'Orso. Sono previsti due percorsi da 5 e 10 Km. L'offerta raccolta nel corso della manifestazione verrà adibita al miglioramento delle strutture assistenziali a favore dei malati di leucemia.


Corriere Padano

16

25 agosto 2011

PUBBLICITĂ€


CORPAD 25-08-11  

Scuola, nomine nel caos

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you