Issuu on Google+

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1983

Poste Italiane spa - Spedizione in a.p. - D.L. 353/2003 (conv.in l.27/02/2004 n.46) art. 1, comma 1 - DCB Pc

GIOVEDÌ 22 SETTEMBRE 2011 - ANNO 29 N. 33 - EURO 0,20

L’area Barabasca non decolla Pdl: “Ritardi incomprensibili”

Pubblicità inferiore al 45% - Contiene IP www.corrierepadano.it

WEEKEND

Fiorenzuola - Manca ancora l’urbanizzazione primaria. Compiani rassicura IANNOTTA A PAGINA 14

Gruppi d’Acquisto Solidale, più “Gas” contro la crisi

Festival del Diritto tra big e polemiche ALLE PAGINE 2, 3 E 4

Sono sempre di più le famiglie che a Piacenza combattono il carovita rivolgendosi al sistema che permette di fare acquisti di gruppo, con qualità inalterata e sconti che arrivano al 30% “Autunno caldo” alle porte per le famiglie piacentine, che dovranno fare i conti con i nuovi rincari e con le pesanti ricadute della manovra finanziaria. Secondo le prime stime, si abbatterà sulle famiglie italiane una stangata da oltre duemila euro annui che si aggiunge all’inarrestabile crescita di prezzi e tariffe. Come difendersi dall'aumento di prezzi e tariffe? Una soluzione c'è e si chiama GAS: "Gruppo di acquisto solidale"

Miss Italia, un titolo nazionale per la piacentina

Ian Anderson al Fillmore

GAZZOLA A PAGINA 4

A PAGINA 8

Per il candidato sindaco

Berra: “Pd, non c’è solo la Giunta” Consultazioni al via DOSSENA A PAGINA 4

Nitrati sotto la media

Acqua del rubinetto: a Piacenza è oro blu Fontanelli, è boom

Sarah sul podio della bellezza DOSSENA A PAGINA 3

GIORDANO A PAGINA 2

Piacenza-Cremonese, tifosi caldi per il derby Ma restano ancora nubi sulla società Tifoseria biancorossa in bilico tra la preparazione (con tanto di maglietta-sfottò) dell’attesissimo derby Piacenza-Cremonese e la preoccupazione per le intricate vicende societarie del passaggio di proprietà. Contro i grigiorossi, domenica, i ragazzi di mister Monaco devono cambiare marcia dopo due sconfitte consecutive

DOPERNI A PAGINA 15


Corriere Padano

22 settembre 2011

2

ATTUALITÀ

Nel bicchiere di casa - Federutility: "Occorrono normative più chiare ”

Acqua del rubinetto: a Piacenza è oro blu Buone notizie dall'ultimo Festival dell'Acqua di Genova: poco sodio e nitrati sotto la media. Fenomeno fontanelli: da noi 17 sui 58 in regione JENNY GIORDANO L'acqua pubblica di Piacenza è buona quanto la minerale. E' inoltre sicura ed economica, facendo un confronto con la media dei prezzi delle acque in bottiglia. Il dato viene da Federutility, la federazione che raggruppa le società di pubblica utilità per la gestione dei servizi idrici. Il punto della situazione lo si è fatto a Genova, in occasione del Festival dell'Acqua - organizzato proprio da Federutility insieme a Iren - che fino allo scorso 10 settembre ha registrato 25 mila presenze in cinque giorni. Vediamo in dettaglio i numeri.

IV edizione - Fino al 25 settembre

Festival del Diritto Ecco i big

Dalle falde alla tavola L'acqua pubblica viene fornita ai territori di Piacenza, Parma e Reggio Emilia dal Gruppo Iren, e viene prelevata da falde acquifere, da sorgenti o da corsi d'acqua superficiali. Il Gruppo, dopo trattamenti di potabilizzazione, immette le acque negli acquedotti - centrali idriche, impianti di disinfezione, serbatoi e tubazioni-. In provincia di Piacenza 48 Comuni su 48 sono serviti da Iren per un totale di 1.895 km di rete. "In provincia di Piacenza l'approvvigionamento idrico avviene direttamente dalla falda sotterranea, alimentata dal conoide Trebbia-Nure, attraverso 172 pozzi e in alta collina e montagna, da 427 tra sorgenti e captazioni superficiali. Nella zona della Val d'Arda è attivo anche un bacino artificiale" dicono all' Iren. I numeri del gruppo parlano anche dell'impianto di depurazione della città di Piacenza, che ha una capacità di trattamento pari a 163 mila abitanti equivalenti e di insediamenti industriali equivalenti a circa 37 mila abitanti. "Dal 1984 ad oggi - si legge nell'ultimo report Iren sulle acque - il depuratore di Piacenza ha trattato più di 290 milioni di metri cubi d'acqua, con una media di 35 mila giornalieri. Un processo completato da analisi di laboratorio: 52 campionamenti all'anno per il controllo della qualità dell'acqua in entrata e in uscita dall'impianto, 365 campionamenti istantanei per la rilevazione dei principali parametri e analisi giornaliere sulle fasi del processo di depurazione".

Buona da bere ma serve normativa La prima cosa che si nota dalle tabelle pubblicate da Iren sulla qualità dell'acqua a Piacenza, è che si tratta di un'acqua oligominerale, con un residuo fisso molto basso: 392 mg per litro - i minerali che cioè restano sul fondo dopo l'evaporazione a 180 gradi -. Ha poi pochissimo

sodio (10.35 mg per litro su un parametro valido fino a 200 mg) e nitrati, anch'essi di molto sotto la media. Assenti totalmente nitriti, cloro residuo libero e l'ammonio, notoriamente molto dannosi per la salute e cancerogeni. Un'analisi del genere è stata portata avanti anche da Hera, l'altra multiutility presente in Emilia Romagna nel report "In buone acque", che evidenzia come oggetto di verifica devono essere le concentrazioni di sei parametri - considerati a più alto tenore di tossicità dall'Organizzazione Mondiale della Sanità - tra cui proprio cloriti, nitrati, nitriti, antiparassitari. Buona dunque da bere, ma quello che manca sarebbe un quadro normativo certo e autonomia. Lo ribadisce Mauro D'Ascenzi, vicepresidente di Federutility: "Norme sicure, indipendenza e poteri garantiti all'autorità di regolazione del servizio idrico sono necessari per lo sviluppo del settore" dice. D'Ascenzi ricorda i dati presentati dall'organizzazione Utilitatis al Festival di Genova: "In Italia ci sono da spendere in investimenti 66,2 miliardi di euro, soltanto al 10,5 per cento dei quali è assicurata una copertura pubblica - commenta -. Tutti gli istituti finanziari e le banche si sono detti disponibili a investire, il problema è che si chiedono come sia possibile farlo se non si capisce quali leggi seguire"'.

Cresce il numero di fontanelli Intanto aumenta il numero dei fontanelli in Italia, con la bella sorpresa del

Senologia, Fiordaliso testimonial Sensibilizzare sempre più donne sul tema della prevenzione dei tumori al seno. E’ lo scopo della campagna “Amati davvero!” - lanciata dalla Senologia dell’ospedale di Piacenza - che ha come testimonial Marina Fiordaliso. La cantante piacentina si è fatta portatrice dell’appello alle donne (“Anche trentenni”) a farsi controllare periodicamente, a fronte di numeri che parlano di 300 nuovi casi all’anno di tumori al seno nel territorio. Il progetto è però più ampio: l’iniziativa è infatti sostenuta dalle ditte farmaceutiche Pool Pharma e Finnerman, che sostengono i costi del cofanetto di Fiordaliso - di prossima uscita contenente il nuovo album (non a caso intitolato “Sponsorizzati”) e il dvd che includerà il concerto con cui il 24 settembre prossimo l’artista piacentina celebrerà 30 anni di carriera al Teatro Ambra Jovinelli di Roma. I proventi del cofanetto venduto a 10 euro - saranno devoluti proprio alla Senologia di Piacenza. (a.d.)

boom piacentino: in tutta la provincia se ne contano ben 17 sui 58 sparsi in territorio regionale. Per fare un confronto tra province: Parma ne ha 8 mentre Reggio Emilia è quella che detiene il primato in Emilia Romagna, con 30 chioschi d'acqua pubblica. E' quello che si ricava dal censimento dell'associazione AquaItalia, reso noto nei giorni scorsi. Con la scelta tra tre diversi tipi d'acqua - naturale, refrigerata e frizzante - i fontanelli consentono di ridurre l'uso di bottiglie di plastica, con conseguente ridotto impatto sull'ambiente. Dati alla mano, da Federutility: ipotizzando il prelievo annuo di 300 mila litri da un chiosco, si ottengono, come risultato: 200 mila bottiglie Pet da 1,5 litri in meno prodotte, pari a 8 mila chili in meno da avviare a recupero o smaltimento; 1.380 kg di CO2 risparmiati per la produzione del Pet; 7 mila 800 kg di anidride carbonica in meno per il trasporto delle bottiglie. "Siamo stati sempre molto favorevoli all'installazione delle case dell'acqua commenta Angela Cordani di Federconsumatori -; si tratta di acqua gratuita, buona e con controlli giornalieri su qualità e sicurezza. Proprio nulla da dire, dunque, se rapportato a quanto costa l'acqua nelle bottiglie. Certo sono da evitare le speculazioni, e proprio in questa direzione si muove la regola che prevede il riempimento di max sei bottiglie al giorno". Insomma, un bel risparmio.

Nella foto, acqua naturale dal rubinetto di casa: confortanti i dati di Piacenza

Confalonieri, Scalfaro, Bindi, Hack, Mieli, Cacciari, Petrini: parata di volti noti per la rassegna al via il 22 JENNY GIORDANO Da giovedì 22 a domenica 25, Piacenza sarà "invasa" da appuntamenti culturali e spettacoli all'insegna del pensiero: “Diritto, Umanità e Tecnica” è infatti il tema della quarta edizione del Festival del Diritto, che porterà in città per quattro giorni magistrati, politici, studiosi e giornalisti di livello internazionale, per un calendario che prevede un centinaio di eventi. Confini etici e giuridici nell'uso della tecnologia: come la tecnica ha cambiato l'umanità? Se lo chiedono, insieme ai partecipanti, tutti i relatori che si avvicenderanno in questi giorni. Si parlerà anche di doping, salute e di nuovi strumenti per superare i limiti del corpo, ma non mancheranno discussioni sulle nuove prospettive del diritto per quanto riguarda ambiente, nuovi media, censura.

Il programma Uno sguardo complessivo sul

vastissimo programma: giovedì si parte con un dialogo tra il filosofo Remo Bodei e il giurista Gustavo Zagrebelsky. Prevista anche una video-intervista all'ex presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro, e l'incontro sui valori della nostra Costituzione, con l'intervento del presidente del Partito Democratico Rosy Bindi. Coordina l'ex direttore del "Corriere della Sera", Paolo Mieli. Domani la giornata sarà dedicata ai diritti umani e del lavoro, salute e sport. A discutere del futuro del lavoro sarà la leader della Cgil, Susanna Camusso, mentre Fedele Confalonieri, presidente di Mediaset, sarà intervistato da Lucia Annunziata sul "Potere e la televisione". Presente anche l'astrofisica Margherita Hack che si racconterà a Palazzo Gotico. Sabato 24 sarà dedicata alla scienza e alla spiritualità. Protagonisti, tra gli altri: Enzo Bianchi, priore della Comunità di Bose e Carlo Petrini, fondatore di Slow Food. Sarà poi Dori Ghezzi, moglie del cantautore Fabri-

IN BREVE Occupazione giovanile, Piacenza miglior provincia in regione e terza assoluta in Italia (jg) L'Italia ha il record negativo in Europa per la disoccupazione giovanile: sono 1.138.000 gli under 35 senza lavoro. A stare peggio i ragazzi fino a 24 anni: il tasso di disoccupazione in questa fascia d'età è del 29,6% rispetto al 21% della media europea. Sono i dati delineati dal Rapporto dell'Ufficio studi di Confartigianato, in cui si rileva che tra il 2008 e il 2011, anni della grande crisi, gli occupati under 35 sono diminuiti di 926 mila unità. In questo contesto l'Emilia Romagna si posiziona al 14esimo posto in Italia, con un tasso di disoccupazione attestato al 22,4% per i giovani tra i 15 e i 24 anni e al 7,9% tra i 25 e i 34 anni. Il dato è il migliore di tutto il Nord Est. Tra le province, Piacenza è quella che fa meglio, con il 6% sul totale e in posizione 103 (i dati, ovviamente, sono da leggere al contrario, dove più bassa è la posizione, migliore è il risultato).


22 settembre 2011

Corriere Padano

3

ATTUALITÀ Scuola - Reggi inaugura l'anno 2011/12 e tesse l'elogio della pazienza

Prima campanella tra le polemiche A Piacenza cinquecento posti di lavoro persi in tre anni, classi pollaio e trenta docenti di sostegno mancanti: gli effetti dei tagli si fanno sentire JENNY GIORDANO

zio De Andrè, l'ospite speciale di "Cantare l'umanità per tutta la vita", lo spettacolo curato da Svep Onlus con il patrocinio della Fondazione De Andrè, in programma in serata alla Sala dei Teatini. Diversi interpreti ripercorreranno il repertorio più "sociale" dell'artista genovese intervallato dalla lettura di testi scritti da persone detenute nelle carceri di Milano, Piacenza e Padova. Sul palco Angelo Aparo, Silvia Casanova, Ippolito Donati, Paolo Donati, Claudio Messineo, Alessandro Radici e la "Trasgressione band" nata dal Gruppo della Trasgressione operante nel carcere di San Vittore dal settembre 1997. Domenica, infine, la rassegna si chiude con il forum sulla riforma della giustizia, con il giurista Gaetano Pecorella, e l'intervento del filosofo Massimo Cacciari. Il titolo,"L'Età di Epimeteo", apre a un lungo excursus nell'universo del pensiero occidentale. Per scaricare il programma completo basta andare sul sito Internet www.festivaldeldiritto.it.

scuole e al giornalismo "La voce delle scuole". Tutte le testate studentesche potranno confrontarsi su testi ma anche immagini. I giovani redattori potranno raccontare i quattro giorni del festival sia attraverso la stesura di articoli di giornali che immortalando i momenti più significativi con la macchina fotografica. Sul podio saliranno il book fotografico più rappresentativo e i due articoli migliori, uno per la categoria generale che offre una visione generale del Festival e uno per la sezione approfondimento che racconta, anche in forma di intervista, un singolo momento della manifestazione. Non ci sono però solo gli incontri e i dibattiti. I quattro giorni dal 22 al 25 saranno dedicati anche a spettacoli e ad eventi collaterali in piazza. Oltre al Mediacenter di piazza Cavalli, con schermi e computer per seguire in diretta web fino a tre eventi in contemporanea, sono previste mostre, spazi dedicati ai bambini e spettacoli musicali.

Concorsi e spettacoli

Nelle foto, alcuni momenti dell’edizione 2010 del Festival dei Diritto: il tema della IV edizione è “Umanità e tecnica”

E con il Festival del Diritto torna il concorso dedicato alle

Problemi, polemiche e malcontento. Comincia così l'anno scolastico 2011-2012 nelle aule di Piacenza. Lunedì 19 settembre, infatti, è suonata la prima campanella anche per gli studenti dell'Emilia Romagna, con tanto di diretta web e "Patto per la scuola 2.0". Collegamenti tra gli istituti di tutta la regione - a Piacenza con il liceo Respighi - e discorso inaugurale del sindaco Roberto Reggi che parla di pazienza e la invoca anche per i ragazzi "La pazienza è un ingrediente un po' magico e, soprattutto, un po' dimenticato di cui, però, abbiamo bisogno tutti per vivere e, soprattutto, per vivere bene, gustando la vita e imparando, passo dopo passo, a dare il meglio di noi" ha detto il primo cittadino -. E di pazienza ne serve tanta, perché il fronte è rovente. Classi più piene, mancanza di insegnanti di sostegno, materne allo sbando. E, per quanto riguarda le immissioni in ruolo - le ultime chiamate per le supplenze ci sono state giovedì 15 lasciando almeno trenta persone a bocca asciutta - nessun docente in più ma solo stabilizzazioni. A Piacenza, in particolare, i sindacati parlano di 500 posti di lavoro persi in tre anni: "Siamo al terzo anno della gestione Gelmini e questo è il risultato: tagli e ancora tagli - dice Manuela Calza, segretario generale Flc Cgil- Il governo non ha speso un euro in più rispetto a quanto ci si aspettava e diversamente da quanto aveva promesso. Quest'anno, poi, dobbiamo fare i conti con la mancanza di personale Ata, e quindi non sarà garantita nemmeno la pulizia nelle scuole, oltre a 30 insegnanti di sostegno in meno e 300 bambini che non trovano posto nelle scuole per l'infanzia". Del resto, gli animi sembravano in agitazione già da martedì 13 settembre, giorno della Conferenza Scolastica nella sede della Provincia, durante i quali sono venute fuori tutte le criticità del mondo scuola. In quell'occasione si è capito che per le scuole dell'infanzia è stata fatta richiesta per altre 12 classi di completamento e 7 per nuove sezioni per far fronte alla richiesta dei circa trecento bambini ancora privi di collocamento. La dirigente dell'Ufficio scolastico di Piacenza Anna Barani, delinea un quadro fosco: cancellati 43 posti di lingua inglese alla primaria, meno 17 classi di tempo prolungato alle medie, classi piene zeppe alle superiori. Barani parla però anche di nuovo contingente di risorse aggiun-

tive: 14 posti di docenti e 7 posti di Ata, con un'ulteriore richiesta di posti di sostegno per i casi più gravi. Magra consolazione, secondo Cisl Scuola e il suo segretario per Piacenza, Lucia Galeazzi: "Quest'anno i tagli si sono fatti sentire in maniera maggiore, anche se re-

che i piccoli centri come Bettola, Caorso, Carpaneto, Castelsangiovanni, Cortemaggiore, Fiorenzuola, Gossolengo, Pianello, Podenzano, Pontenure e San Giorgio. Va tutto bene, invece, per il ministro della Pubblica Istruzione Mariastella Gelmini, che commenta come positivi gli ultimi dati Ocse sulla scuola e bolla come "leggende metropolitane" i numeri sui tagli: "A sentire i sindacati sembra che tutto sia partito nel caos e che il governo abbia pensato a fare una sola cosa: tagliare" dice, smentendo così "la storia delle classi pollaio". "Le classi con più di trenta alunni sono 2 mila 108 su 350 mila, lo 0,6% sostiene il ministro -, la media Ocse è di 23 alunni per classe, quella italiana di 22". La riduzione degli insegnanti di sostegno è "un'altra leggenda nera - continua -. Quest'anno sono 94 mila 430, il numero più alto nella storia della scuola italiana". Quanto ai precari, aggiunge, ''sono calati di sette punti percentuali". "E' evidente che la Gelmini ha letto altri dati - commenta Manuela Calza -. A Piacenza c'è un insegnante di sostegno ogni 2,15 ragazzi diversamente abili, mentre la normativa prevede un rapporto di uno ogni due e il parametro ideale sarebbe di uno a uno. Questo significa due cose: che abbiamo 30 docenti in meno sul sostegno e che la ministra sta mentendo".

Calza (Cgil): “Carenza di Ata, non è garantita neanche la pulizia delle aule” sta la soddisfazione per le 144 nomine". Andrea Paparo, assessore provinciale al Sistema Scolastico assicura, d'altro canto che "la Provincia, insieme ai Comuni e alla Regione si sta adoperando per reperire risorse straordinarie in sostituzione allo Stato e dare risposte alle richieste delle famiglie". Poi si penserà, sempre secondo Paparo "ad un'ulteriore iniziativa della Conferenza scolastica territoriale, volta alla valorizzazione delle eccellenze presenti nel sistema scolastico del nostro territorio e alla manifestazione delle preoccupazioni comuni e condivise per la sottostima delle necessità degli organici". I problemi non riguardano solo la città di Piacenza, ma an-

Miss Italia, Sarah Baderna terza

Angil dal Dom: nessun premiato per il 2012. Nel 2013 si vedrà Manca il candidato giusto, e il premio salta. Clamoroso annuncio della Fondazione di Piacenza e Vigevano per l’Angil dal Dom 2012, il prestigioso riconoscimento legato alla cattedrale della diocesi di Piacenza -Bobbio che, quest’anno, non sarà assegnato. Il presidente della Fondazione, Giacomo Marazzi, ha spiegato: “Abbiamo avuto diverse segnalazioni ma non eravamo convinti, così abbiamo preferito aspettare”. La manifestazione - ha precisato Marazzi - non è però in discussione, e continuerà a premiare un piacentino (un anno un religioso, un anno un laico) che vive all’estero e ha lasciato un segno nel sociale, nella cultura e nella scienza. (dos.a)

Grande soddisfazione per la piacentina Sarah Baderna: la 19enne di Castell’Arquato - che è nata a Fidenza - è arrivata terza nell’edizione 2011 di Miss Italia conclusasi lunedì sera a Montecatini Terme, che ha visto la vittoria della 18enne Stefania Bivone (già Miss Calabria) e il secondo posto di Mayra Pietrocola. Meglio della Baderna - che ha conquistato anche il titolo nazionale di “Miss Tecnologia” - era riuscita a fare solo Maria Antonia Achilli, seconda nella edizione del 1971 tenutasi a Salsomaggiore. La bellissima Sarah è alta 1 metro e 81 , ha capelli biondi e occhi verdi. È diplomata al liceo scientifico e frequenta la facoltà di Economia e amministrazione delle imprese a Milano. Grande sportiva (è cintura nera di karate ed ha praticato equitazione e tennis, ha preso il brevetto da sub ed ama lo snowboard), la Baderna si definisce solare e spiritosa ed aspira a diventare una fashion designer: “Sin da quando ero piccola mi dilettavo a disegnare abiti. Ora che sono cresciuta, oltre a disegnarli, ne realizzo alcuni che indosso”. (a.doss)


Corriere Padano

22 settembre 2011

4

ATTUALITÀ POLITICA

Palazzo Uffici, è polemica al veleno tra Comune e Provincia Reggi: “Via Garibaldi fa ostruzionismo perchè si augura un fiasco”, Trespidi: “Questione di tempi tecnici, il sindaco si prenda una camomilla”

Nelle foto, da sinistra, il sindaco Reggi e il presidente della Provincia Trespidi

Polemica al veleno tra Comune e Provincia su palazzo Uffici. Le tensioni tra i due enti su questo tema serpeggiano da tempo, ma un nuovo capitolo dello scontro si è acceso quando il sindaco Roberto Reggi ha esplicitamente accusato la Provincia di ostruzionismo sul progetto di realizzare l’unificazione degli uffici comunali nell’area ex Unicem, notoriamente una delle pratiche alle quali il primo cittadino tiene di più. All’affondo del sindaco ha risposto per prima l’assessore provinciale a Programmazione e sviluppo economico del territorio, urbanistica e politiche per la montagna, Patrizia Barbieri: "Il sindaco Roberto Reggi - ha replicato l’assessore - manifesta un’immotivata mania di persecuzione sulla partita di palazzo Uffici. Evidentemente vuole precostituirsi una scusa su un argomento che rischia di rivelarsi un fiasco clamoroso della sua amministrazione. Reggi sa bene, o quantomeno dovrebbe sapere, che non sono neppure iniziati a decorrere i termini per l'esame della prati-

ca, posto che manca ancora il parere della Soprintendenza per l'avvio della verifica tecnica. Solo da quel momento inizierà l'iter di valutazione da parte degli uffici. Se questo vittimismo vuole essere un pretesto per cercare di ottenere sconti nel futuro esame della pratica, è bene - ha concluso la Barbieri - che il sindaco Reggi sappia che questa tattica non funziona”. Controreplica immediata del sindaco Reggi, per il quale l’annuncio che la Provincia non farà “sconti” equivale a dire che l’ente di via Garibaldi “si augura un fiasco, non ci sono più dubbi”. “Sono sconcertato - ha aggiunto il primo cittadino - da argomenti che contrastano con il principio delle corrette e leali collaborazioni tra i vari organi di governo”. Allo scontro ha preso parte anche il presidente della Provincia Massimo Trespidi: “Il nostro primo cittadino - ha dichiarato - dovrebbe prendersi una camomilla e smorzare il nervosismo. In nome del Consiglio provinciale mi sento di garantire

che il progetto verrà ultimato entro i termini stabiliti, nonostante ai nostri uffici non sia ancora pervenuto il parere della Soprintendenza. Se Reggi intende buttare il discorso in politica non ci sto: per litigare bisogna essere in due e, personalmente, ritengo che la questione debba restare circoscritta a un ambito tecnico”. Lunedì, in Consiglio Provinciale, Trespidi ha poi aggiunto: “Non facciamo differenze tra i nostri 48 Comuni, il personale tecnico dell’ente sta lavorando con serietà e trasparenza. La campagna elettorale resta fuori dalla porta della Provincia”. Sul tema sono intervenuti anche i capogruppo Pdl e Pd in Consiglio Comunale, Marco Tassi e Pierangelo Romersi: per il primo palazzo Uffici sarebbe “una cattedrale nel deserto”, mentre per il secondo sarebbe “un’opera in grado di assicurare decisi risparmi di risorse per il Comune in una fase così difficile per i tagli”. Facile pronosticare che gli scambi al vetriolo non siano finiti qui. Andrea Dossena

L’intervista - L'ex vicesindaco: "Al centrosinistra serve una svolta ambientalista"

Berra: “Candidato Pd, non c’è solo la giunta” L’esponente Pd sulle comunali: "Vietato dormire sugli allori, per vincere occorre proporre una visione complessiva della città che non dipenda dalle aree militari” ANDREA DOSSENA Lanciare un progetto di città che non resti appeso all'esito della partita delle aree militari e optare per una scelta del candidato sindaco di Piacenza non ristretta ai soli "futuri ex assessori" della giunta comunale in carica, che pure "in un paio di casi" potrebbero essere buoni eredi di Roberto Reggi. Sono due degli input lanciati al Pd (e all'intero centrosinistra) da Carlo Berra, protagonista di spicco degli ultimi decenni della vita politica piacentina. Già vicesindaco e assessore comunale, presidente di Piacenza Fiere, consigliere provinciale e regionale, Berra parte proprio dal Pd e dagli alleati: "Occorre avere la consapevolezza - avverte Berra - che un ciclo politico si sta chiudendo. A Piacenza il centrosinistra ha governato per circa 16 degli ultimi 20 anni, e per 10 consecutivi con Roberto Reggi, ma nonostante abbia colto risultati importanti non può permet-

tersi di vivere sugli allori". Come evitare questo rischio? "Sbaglieremmo se andassimo in campagna elettorale accontentandoci di dire "abbiamo governato bene, continuate a darci fiducia": dovremo invece indicare con chiarezza un progetto complessivo per il futuro di Piacenza, specialmen-

far riflettere sul fatto che tra i pilastri del centrosinistra dei prossimi anni dovranno esserci ecologia e ambiente, in una prospettiva riformista e pragmatica che - senza fondamentalismi - faccia radicalmente proprio il valore per cui il prezzo ambientale non debba più essere pagato per lo sviluppo".

"Mobilità, Piacenza guardi di più all'Europa: ad Amsterdam nessuno pensa a rimuovere le biciclette” te in questo difficile contesto economico-politico nazionale" Su quali punti occorre spingere? "Se penso alla nuova lista civica che si sta formando, e che comprende anche il presidente dell'Ordine dei Medici Giuseppe Miserotti, noto che ha "sponsor" un po' datati, ma anche che ha una forte connotazione ambientalista. Ciò deve

Temi che si riconnettono al futuro delle aree militari (compresa la Pertite) e al Psc. "Nel Pd ha prevalso la linea di sostegno al referendum e alla battaglia per la Pertite, ma in qualcuno si è evidenziato del tatticismo: la prossima campagna elettorale dovrà servire anche a fugare ogni dubbio a riguardo. Partire dalla Pertite dovrà essere un passo chiave per mette-

re in discussione la strategia complessiva di governo del territorio. Il progetto per la città che immagino io non dovrà però vedere al centro le "aree" - a partire dalle aree militari ma i temi della mobilità, delle infrastrutture e della riqualificazione urbana, attraverso cui può passare anche un rilancio dell'edilizia. In quest'ottica, il Psc della città non potrà dimenticare che nei Comuni limitrofi (Gossolengo, San Nicolò, Pontenure) vive un terzo dei piacentini: è impensabile ignorare questa realtà". Si può dire in sintesi che occorre comunque proporre un progetto complessivo, e che se poi si rendono disponibili le aree militari dovranno essere funzionali alla realizzazione di esso? "E' corretto. L'impostazione iniziale del Psc, invece, andava nel senso opposto: aveva al centro le aree militari e su di esse scommetteva, perché aveva ancora "in testa" l'idea del vecchio Prg. Fossilizzarci in una trattativa infinita con lo Stato sulla ces-

sione delle aree militari, a costi di centinaia di milioni di euro, o sull'ipotesi di trasferire l'Arsenale, però, non sta né in cielo né in terra. Giusto (e ovvio... ci mancherebbe altro!) allora lo stop al consumo di suolo, che si aggiunge alla riqualificazione delle aree dismesse in via di completamento, ma il nuovo è su altri terreni: su mobilità e trasporto pubblico scontiamo ritardi imbarazzanti verso altri Paesi. Da Amsterdam, ad esempio, anche a Piacenza dovremmo solo copiare: le piste ciclabili abbondano e sono in sicurezza, e in Olanda nessuno è disturbato dalle biciclette legate ovunque, mentre qua si pensa a rimuoverle e a multarle. L'altro grande tema è la riqualificazione urbana. Occorrerebbe rifare completamente interi quartieri, e qui il nodo è economico: la grande scommessa è riuscirci in questo momento di stretta dei finanziamenti pubblici, per cui bisogna mobilitare risorse private anche tramite nuove normative a livello di Psc. Se il centro-

Sicurezza, Reggi al prefetto Puglisi: IN BREVE “La situazione è preoccupante” Parco Pertite, comitato “Sono fortemente preoccupato per la situazione dell'ordine pubblico a Piacenza”. Con questa motivazione il sindaco di Piacenza Roberto Reggi ha chiesto la convocazione del Comitato per l'Ordine e la sicurezza urbana al prefetto Antonino Puglisi, facendo presente che “la delicata materia - di competenza del Ministero dell'Interno - deve essere monitorata grazie a un’azione condivisa e coesa delle forze presenti sul territorio”. Reggi si è detto preoccupato soprattutto per i recenti fatti di cronaca che hanno interessato alcune zone della città, tra le quali la stazione ed alcune aree verdi del centro. “Vi sono inoltre situazioni di criticità - ha aggiunto il sindaco che vivrebbero gli appartenenti alla Polizia di Stato, impiegati

presso la Questura di Piacenza, a causa dei sempre maggiori tagli alla sicurezza e alle Forze di polizia imposti dalle recenti manovre del Governo”. A criticare il sindaco è il consigliere comunale Pdl Marco Civardi, per il quale “Sono anni che come Popolo della Libertà segnaliamo l’esistenza di un

problema di sicurezza pubblica in città, ma l’Amministrazione non ha mai ritenuto di dover ascoltare questi nostri campanelli d'allarme: non possiamo accettare il gioco delle tre carte di sindaco e Amministrazione. Va bene il coordinamento delle forze di polizia, ma farebbe meglio Reggi, invece di lanciare queste preoccupate grida d’allarme al solo evidente scopo di criticare propagandisticamente ancora una volta Ministero dell'Interno e Governo, a valutare - quale titolare della delega alla sicurezza del Comune - una riorganizzazione dei servizi di vigilanza delle forze di polizia municipale sul territorio, integrandoli con strumenti come le telecamere di sicurezza”. Andrea Dossena

di nuovo in campo e mozione “verde” Presidi sotto Palazzo Mercanti per i prossimi Consigli comunali cittadini, volantinaggi ad hoc, un dossier e un convegno sul tema: sono solo alcune delle tante iniziative che il Comitato per il Parco della Pertite prepara per la “Campagna d’autunno” al via. Il Comitato, richiamandosi alle 30mila persone che hanno partecipato al referendum, torna a chiedere che la Giunta e il Consiglio comunale prendano una posizione netta in merito al destino dell’area ad oggi in mano alla Difesa. Proprio in Consiglio Comunale sta inoltre per arrivare una mozione “verde”, a firma di Carlo Mazza (Gruppo Misto) e scritta con Stefano Pareti e Stefano Benedetti, che punta a far inserire nel preliminare del Psc in via di adozione la previsione di destinare a verde pubblico tutta l’area militare: già si prevedono adesioni e contrarietà trasversali.(dosse)

sinistra fa propri (e con uno stile europeo) questi temi che stanno a cuore dei cittadini delle società avanzate, può stravincere la partita delle comunali 2012". Candidato sindaco del centrosinistra: per forza un assessore del Reggi-bis? "Auspico che in questa fase si faccia una ricerca anche al di fuori del giro dell'amministrazione uscente, pur senza escludere un paio di assessori (tra cui vedo in pole position una risorsa femminile forte, in grado - per preparazione, cultura e personalità - di poter "parlare" a nome di tutto il Pd) che potrebbero gareggiare per diventare candidato sindaco del centrosinistra. Occorre una persona che sappia interpretare la nuova fase che si apre: dovrà avere qualità tecnico-amministrative, perché la società di oggi è complicata, ma anche capacità di consenso e di relazione indispensabili in campagna elettorale". Nella foto, l’esponente Pd Carlo Berra

Festival Diritto ‘inutile’, divampa lo scontro “Un’iniziativa che non porta valore al territorio”: così Massimo Trespidi, presidente della Provincia, ha liquidato il Festival del Diritto in un’intervista tv. Per Trespidi “a Piacenza non serve un festival come ce ne sono tanti in giro per l'Italia”, servono piuttosto i progetti di promozione territoriale a cui la Provincia sta lavorando con “un grande soggetto nazionale” e la metropolitana leggera che agevolerebbe i pendolari diretti ogni giorno a Milano. Nessun contributo alla kermesse al via dal 22: “Al Festival del Diritto - ha concluso Trespidi - l’amministrazione provinciale non ci sarà”. A Trespidi ha replicato Marco Bergonzi, capogruppo Pd in Provincia: “Snobbare un’iniziativa di valenza nazionale come il Festival del Diritto è un atto di totale e macroscopica miopia. E’ sbalorditivo che la stessa Amministrazione che ha definito il mancato passaggio a Piacenza del Giro di Padania “un’occasione persa”, liquidi il Festival come un’iniziativa che non porta valore aggiunto” (j.g.)


22 settembre 2011

Corriere Padano

5

ATTUALITÀ

Gruppi di Acquisto Solidali - A Piacenza ne esistono 4. Promettono risparmi fino al 30% e garantiscono la qualità

Sempre più “Gas” contro la crisi Crescono le famiglie che si mettono insieme per la "spesa di gruppo" FRANCESCA GAZZOLA Si preannuncia un "autunno caldo" per le famiglie piacentine che dovranno fare i conti con i nuovi rincari e con le pesanti ricadute della manovra finanziaria. Secondo le prime stime di Federconsumatori la manovra economica si abbatterà sulle famiglie italiane con una stangata da oltre duemila euro annui che si aggiunge all'inarrestabile crescita di prezzi e tariffe. Secondo Federconsumatori e Adusbef paghere-

la spesa senza rinunciare alla qualità dei prodotti.

Come funziona il Gas?

Gas, famiglie insieme contro la crisi

"Inizialmente - spiega Tiboni - le famiglie venivano a conoscenza del Gasp tramite il passaparola, oggi grazie a Internet - molte persone hanno iniziato a documentarsi e ad aggregarsi ai gruppi di acquisto solidale autonomamente tramite la rete". E' sufficiente consultare il sito internet www.retegas.org per individuare il Gas più vicino a casa e contattarlo tramite mail. Le famiglie stabiliscono insieme una data per incontrarsi e stendere l'ordine d'acquisto composto di diversi generi alimentari (pasta, riso, passate, verdura, frutta, olio ma anche detersivi e prodotti per la casa) che vengono ordinati in grossi quantitativi (ad esempio 500 kg di riso, 300 latte di olio) e sono legati alla stagionalità. "Ai soci - aggiunge Tiboni - richiediamo il pagamento anticipato per consentire ai piccoli produttori a cui ci rivolgiamo di reinvestire subito nella loro attività produttiva. Ci rivolgiamo specialmente a piccole aziende a conduzione familiare (sia piacentine che delle città limitrofe) e ci informiamo su produzione, metodologia di lavorazione, il rispetto dei contratti di lavoro. La spesa arriva mediamente entro una decina di giorni alla Circoscrizione 2, che ci ha gentilmente concesso lo spazio".

Secondo il principio di "l'unione fa la forza", con i Gruppi di acquisto solidale le famiglie risparmiano facendo la "spesa di gruppo". Invece che recarsi in negozi e supermercati, i soci di un Gas si riuniscono 4/5 volte l'anno attorno ad un tavolo e preparano un'unica grande lista della spesa costituita da

Dal passaparola ai siti internet: una difesa efficace dal carovita mo 240 euro in più di carburanti rispetto al 2010; 180 euro annui in più di riscaldamento (+9%) e poi i rincari sulle bollette di gas (+7%), rifiuti (+9%), acqua (+5%). I generi alimentari - prevedono le associazioni dei consumatori - potranno subire un incremento del 5-6%, pari a 367 euro annui in più a causa della spirale inflazionistica che la manovra creerà sui prezzi al consumo. Come difendersi dall'incessante aumento di prezzi e tariffe? Una soluzione "salva bilancio" c'è e si chiama GAS "Gruppo di acquisto solidale" e consente risparmi fino al 30% sul-

prodotti da acquistare all'ingrosso, direttamente dai produttori, saltando l'intera catena distributiva. Sull'intero territorio nazionale si contano circa 600 Gas che coinvolgono un numero sempre più numeroso di famiglie che cresce - mediamente - del 15% all'anno: con "l'autunno caldo " alle porte non è da escludere un ulteriore aumento di soci. Anche a Piacenza sono sempre più numerose le famiglie che si avvicinano ai gruppi di acquisto solidale e ad oggi - sull'intero territorio provinciale - se ne contano ben 4 costituiti da decine e decine di famiglie che in alcuni

La verdura è uno dei beni alimentari più trattati dai Gruppi di Acquisto Solidali casi superano le 50 adesioni. Nato a Piacenza nel 1997, il Gasp (Gruppo d'acquisto solidale piacentino) è il primo gruppo d'acquisto sorto in città e ha sede presso Legambiente (www.gasp.piacenza.it/ - info@gasp.piacenza.it): "Da un piccolo gruppo di famiglie spiega il presidente del Gasp, Sergio Tiboni - abbiamo raggruppato oggi oltre una cinquantina di famiglie di vario ceto sociale legate ad uno stile di vita solidale e rispettoso dell'ambiente oltre che ad un'etica del consumo. Ci siamo riuniti in questi giorni per il primo ordine d'autunno costituito e-

sclusivamente da prodotti stagionali (zucca, farina, patate, passate..). Il prossimo appuntamento sarà i primi di novembre". Sono sorti successivamente il "Gas Fiorenzuola", il gruppo Gass'osa e il Gap. "Il Gas Fiorenzuola - spiega la referente Giovanna Ligutti (gio.ligutti@fastwebnet.it)nasce nel 2001 con l'appoggio del Gas di Fidenza (che è stato il primo gruppo d'acquisto nato in Italia nel 1994) e conta oggi 46 famiglie iscritte, specialmente coppie dai 30 ai 45 anni con figli. Negli ultimi tre anni aggiunge Ligutti - le adesioni sono aumentate notevolmen-

Family Card: sconti per piscina, mense e cultura. Aiuti a chi ha almeno 4 figli Maggiore equità e pari opportunità per i figli delle famiglie numerose: si muove in questa direzione il potenziamento della “Family Card”, la tessera destinata alle famiglie residenti nel Comune di Piacenza con almeno quattro figli a carico. L'amministrazione comunale ha accolto le richieste dell'"Associazione famiglie numerose" e ha incrementato i servizi agevolati a disposizione dei nuclei con quattro o più figli attraverso nuovi sconti per i servizi sportivi e culturali. La Family Card comprenderà infatti quest'anno tariffe agevolate per accedere alle piscine comunali e sconti per visitare musei, gallerie d'arte e teatri grazie allo stanziamento di 10mila euro dal Piano di Zona. Il Comune di Piacenza intende trovare una modalità di accesso simile anche per la rassegna per famiglie "A teatro con mamma e papà" del Teatro Gioco Vita. Obiettivo dell'amministrazione comunale è consentire alle famiglie numerose di accrescere la qualità della vita e contrastarne l'esclusione sociale. "La Family Card è stata inviata a 250 famiglie e contiene quest'anno un'altra novità: abbiamo coinvolto nel progetto - spiega l'assessore al Sociale, Giovanna Palladini - 11 commercianti che proporranno sconti dal 10 al 50% su un'ampia offerta merceologica, dalle calzature all'abbigliamento, dall'ottica all'erboristeria, dagli alimenti all'oro". "Sono misure che abbiamo richiesto in questi anni come Associazione famiglie numerose e siamo soddisfatti del percorso partecipato che abbiamo compiuto insieme al Co-

La tessera sarà inviata a circa 250 nuclei familiari “numerosi”. Sconti anche nei negozi mune. Siamo però convinti spiega Carlo Dionedi (vicepresidente Forum Associazioni familiari Emilia Romagna) che si possa fare di più: "A Parma e a Bergamo la Family Card è in formato elettronico con sconti in automatico, gli esercizi commerciali partecipanti all'iniziativa sono molto più numerosi e il progetto è curato dall'assessorato al Commercio perché si è capito che investire nelle famiglie numerose significa investire subito nell'economia e stabilire un po' più di equità a chi è più penalizzato dalla crisi e dagli effetti della manovra finanziaria. Un esempio? I ticket sanitari: l'esenzione tiene conto esclusivamente del reddito e non del numero di componenti del nucleo familiare. Come Forum Famiglie Emilia Romagna abbiamo chiesto al più presto un incontro con l'assessore regionale Carlo Lusenti".

Le agevolazioni Con la Family Card le famiglie ottengono tariffe agevolate per la mensa scolastica: 1,64 euro a pasto per Isee fino a 4,3 mila euro; 3,13 a pasto per Isee da 4,3 a 9 mila euro; 5,21 euro a pasto per Isee oltre i 9 mila euro. Inoltre, se in una famiglia i figli che frequentano un servizio scolastico sono più di uno, si applica dal secondo figlio in poi, un'agevolazione economica. Si aggiungono le tariffe agevolate per gli abbonamenti scolastici Tempi e la partecipazione al bando pubblico per il "Voucher di sollievo" (per le famiglie con Isee non superiore a 25mila euro) finalizzato a contribuire alla riduzione dei costi sostenuti per le utenze domestiche (acqua, luce, gas). Novità sono gli ingressi scontati nelle piscine comunali: ingresso a 2,50 euro invece di 4,50 e abbonamento a

12 ingressi a 22 euro invece che a 44 euro. La Family Card consente agevolazioni per i servizi culturali, museali e teatrali rivolti a famiglie con bambini e sconti in 11 negozi di Piacenza che hanno aderito al progetto: Camminando (calzature) via Conciliazione 6; Ottica Pagani via Manfredi 43 e Piazza Duomo 6; Bosoni Sport via Mochi 18; Laboratorio Orafo di Cugini e Vetrucci via Sopramuro 83; Erboristeria Trevisan Piazzale Genova 3; Mystic Pizza via Manfredi 19; Export Guasconi via Emilia Parmense 37; L'altro Sport via Felice Frasi; Farmacia Ambrogi stradone Farnese 48; Lavanderia arcobaleno via Matteotti 81 Gossolengo; Salumeria Montanari piazzetta Casali e Montale c/o Centro Commerciale di Montale. Per info: www.comune.piacenza.it Francesca Gazzola

te: solo nell'ultimo anno abbiamo raggruppato 10 nuove famiglie". Nato nel 2010 il gruppo Gass'osa (Samuel Bertoncini - sanbert@libero.it)) raccoglie una cinquantina di famiglie delle parrocchie di San Lazzaro, Borgotrebbia e della Circoscrizione 2: il nome (Gass-Osa) invita ad "osare" a unirsi in un Gas. Il Gap, "Gruppo d'acquisto popolare" - nato a luglio 2011 - affianca all'acquisto solidale anche azioni sociali per contrastare il carovita come la distribuzione in piazza di generi alimentari a prezzi calmierati (Enzo Albertelli gappiacenza@virgilio.it).


Corriere Padano

22 settembre 2011

6

CITTÀ UTILE

Farmacie FARMACIE DI SERVIZIO A PIACENZA DAL 23.9.2011 AL 29.9.2011 TURNO DIURNO: dalle 8,30 alle 22 DR. CABERTI - Via M. Resistenza (Ang. Via Trivioli, 4) CAMILLO CORVI - Via XX Settembre, 106 TURNO NOTTURNO: dalle 22 alle 8,30 23.09 DANTE - Via Nasolini, 56 24.09 FARNESIANA - Via Farnesiana, 100/E 25.09 DR. LANERI - C.so V. Emanuele, 64/66 26.09 DR. DAVIDE ZACCONI - Via Legnano, 5 27.09 DR. RAIMONDI - Via E. Pavese, 86 28.09 SAN FRANCESCO - Via Sopramuro, 7 29.09 DR. FIORANI - P.zza Borgo, 40 30.09 DR. PARMIGIANI - P.zza Duomo, 41 E' possibile accedere alle farmacie, in servizio di turno, ricomprese nella ZTL, comunicando al farmacista il numero di targa del proprio mezzo. IL NUMERO TELEFONICO 330033 DA' INDICAZIONE DELLE FARMACIE DI TURNO NEL CAPOLUOGO.

Avis, i prelievi PRELIEVI ITINERANTI MESE SETTEMBRE 2011 24/09/2011 BORGONOVO V.T. (sabato) 25/09/2011 CORTEMAGGIORE - GOSSOLENGO PONTEDELL'OLIO UNITA' DI RACCOLTA VAL D'ARDA 25/09/2011 CASTELVETRO P.NO - GROPPARELLO IN OSPEDALE SI DONA (festività escluse): PIACENZA: dal lunedì al sabato dalle 8 alle ore 10 FIORENZUOLA: dal lunedì al sabato dalle 8 alle 10 C.S.GIOVANNI: mer/gio/ven/sab dalle 8 alle 10 su appuntamento: numero verde 800 651 941


22 settembre 2011

Corriere Padano

VIVIPIACENZA La Passerini “racconta” anche i film

“La notte dei ricercatori” alla Biffi Arte

Prosegue in Biblioteca Passerini Landi a Piacenza l'iniziativa "Un film da raccontare" in Sala Augusto Balsamo (incontri alle 16). Giovedì 22 Enzo Latronico parlerà di Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto di Elio Petri; lunedì 26: l'associazione Cineclub Piacenza presenterà "I filmati del Cineclub"; martedì 27 i rappresentanti dell'Acif, associazione culturale italo-francese, affronteranno La Grande Vadrouille di Gérard Oury; giovedì 29 sarà infine Graziano Villaggi a raccontare Kirikù e la strega Karabà di Michel Ocelot.

Venerdì 23, dalle 24 alle 18, alla Galleria Biffi Arte di via Chiapponi sarà "La notte dei ricercatori", evento europeo intitolato all'Estetica dell'Invisibile e realizzato con la Facoltà di Agraria della Cattolica. Troverete una mostra fotografica con le più belle immagini di microscopio scattate in 50 anni dal centro di microscopia; la sala "Ricerca la Ricerca" dove si potranno vestire i panni del ricercatore; il gioco di Kim, indagine tattile ed olfattiva che porterà alla scoperta sensoriale di una nuova frontiera degli alimenti.

7

WEEKEND “L’altra scena”, spazio al teatro contemporaneo PIETRO CORVI

Festival del Diritto, pioggia di spettacoli Pioggia di spettacoli per il Festival del Diritto, tra giovedì 22 e sabato 24 in varie location del centro città (alle 21.30 salvo diversa indicazione). Giovedì al Teatro Filodrammatici salirà Tiziana Di Masi con "Mafie in pentola. Libera terra, il sapore di una sfida" (testo di Andrea Guolo), momento di teatro civile-gastronomico; ai Teatini l'associazione Le vie del sale ha organizzato il concerto "Partire partirò, partir bisogna" con il gruppo vocale e strumentale del Liceo Gioia e gli Enerbia; in Santa Maria della Pace InStabile Progetto, con la regia di Alessandro Vallacchi e gli interventi di presenze autentiche, presenterà "Racconti di sclerosi multipla". Venerdì 23 al Filo arriverà il Gruppo Quarta Parete con "Non so stare in piattaforma", 7 momenti in cui tecnica e rapporti umani si intrecciano tra situazioni grottesche e ironiche e riflessione. Ai Teatini, invece, il festival Lultimaprovincia dei Manicomics chiude con "Le tecnologie del corpo", frutto del laboratorio tenuto nei giorni scorsi dalla regista Maria Bonzanigo con un gruppo di giovani piacentini; contemporaneamente, in Sant'Ilario i Cinemaniaci proietteranno "Sherlock Holmes: A Game of Shadows" di Guy Ritchie, commentato da Piero Verani. Sotto i portici del Gotico, alle 22, il Circolo Libertas "San Martino" poterà all'attenzione la storia de "La Capoeira nei secoli: da umana ricerca di libertà a raffinata arte marziale". Sabato 24 si chiuderà con 5 appuntamenti. Alle 11 in Piazza Cavalli il giovane regista piacentino Leonardo Lidi col suo neonato gruppo Teatro 151 metterà in sena la provocatoria performance "Sulla seggiola". Alle 21.30 al "Filo" l'associazione Centroterra porterà sul palco "Vittime della globalizzazione - Maquilladoras e Femminicidio" diretto da Silvana Trucchi, dedicato allo sfruttamento delle ragazze messicane in fabbrica. Alle 21.30 ai Teatini la Trasgressione Band omaggerà in concerto il De Andrè più sociale; in Sant'Ilario sarà proiettata una selezione del meglio delle ultime edizioni di Concorto Film Festival; alle 22.15, infine, Piacetango trasformerà i portici del Gotico in milonga: protagonisti, i maestri Vanesa Lamis ed Alejandro Pereira (in foto).

Prosa, che partenza! A Piacenza, da mercoledì 28 settembre alla fine di ottobre, si respirerà un'aria tutta nuova: la stagione di Prosa organizzata da Teatro Gioco Vita parte con la prima edizione del Festival di Teatro Contemporaneo "L'altra scena", un mini-cartellone di 6 spettacoli "sperimentali" al Teatro Filodrammatici (calendario e informazioni sui biglietti nell'articolo a parte) cui si aggiunge un'inedita anteprima, articolata in vari momenti per le strade del centro a base di performance alternative (a visione gratuita), che aprirà le danze nella giornata inaugurale del 28. A sorprendere i passanti saranno il ferrarese Collettivo Cinetico con le sue vignette performative e il progetto per 3 attori mascherati e radiocomandati dai clienti che (non) distruggeranno l'Irish Pub, e il The Magic Van dei giocolieri, clown e prestigiatori Marco Neri e Luca Regina, con spettacoli di 12 minuti ciascuno per 8 passanti alla volta dentro al loro furgone. Passando al palco, il 28 si apre col ritorno di Atir: "Cleopatràs" (foto a lato) è la succulenta trasposizione di Giovanni Testori in "lumbàrd" del lamento di morte di Antonio e Cleopatra. Protagonista, la notevole Arianna Scommegna (già Premio Histrio e finalista Ubu), affiancata dal violoncello di Antony Montanari. Dopo lo spettacolo, largo al buffet conviviale enogastronomico a base di vini scelti e batarò di fronte al teatro, a cura della Trattoria Chiaroni. Gettando uno sguardo alle prossime settimane, arriveranno la Piccola Compagnia della Magnolia con "La casa di Bernarda Alba", rigoroso spettacolo lorchiano con una regia "di gesso"; Teatro I con "Hilda" (protagonista, Federica Fracassi, che rivedremo poi al Municipale), per uno spaccato della Francia contemporanea coi suoi scontri e incontri tra classi sociali; Babilonia Teatri con "Made in Italy" e il suo travolgente, immobile fiume in piena di parole che affronta causticamente le contraddizioni del nostro tempo; gli "archeologi del presente" di Teatro Sotterraneo con i 5 quadri di "Dies irae" tra mattanze sanguinarie e un'asta delle polveri delle meraviglie del mondo. Chiusura con il sorriso e con il botto affidata alla bravissima Maria Cassi e il suo "La mia vita con gli uomini e altri animali": Le Figaro l'ha definito il "più grande successo della passata stagione parigina".

Sei appuntamenti dal 28 settembre Di seguito, il programma de "L'altra scena". Ticket (10 euro intero, 5 ridotto studenti) e abbonamento dedicato (40 euro intero, 20 studenti) alla biglietteria di via San Siro 9 (0523315578 e biglietteria@teatrogiocovita.it) e al "Filo" nel giorno di spettacolo dalle 19. Mercoledì 28 settembre: performance urbane Dalle ore 12.30 in Largo Bacciocchi, via Cavour, Galleria della Borsa e piazzetta San Francesco: "Vignette sfuse per uso topico" del Collettivo Cinetico; alle ore 20, al Dubliners' Pub: "No, non distruggeremo l'Irish Pub di via San Siro". The Magic Van (foto a sinistra) dalle ore 17, angolo via San Siro / Santa Franca: spettacoli di magia all'interno di un furgone Ford adibito a piccolo "caffè teatro" di inizio '900. Festival - Mercoledì 28 settembre: "Cleopatràs" di Giovanni Testori, Compagnia ATIR, con Arianna Scommegna, regia di Gigi Dall'Aglio. - Mercoledì 5 ottobre: "La casa di Bernarda Alba" di Garcia Lorca, Piccola Compagnia della Magnolia, regia di Antonio Diaz-Floriàn; nel cast: Luisa Accornero. - Mercoledì 12 ottobre: "Hilda" di Marie NDiaye, Teatro i, regia di Renzo Martinelli, con Alberto Astorri, Federica Fracassi e Francesca Garolla. - Mercoledì 19 ottobre: "Made in Italy", Babilonia Teatri, di e con Valeria Raimondi ed Enrico Castellani. - Mercoledì 26 ottobre: "Dies Irae - 5 episodi intorno alla fine della specie", creazione collettiva di Teatro Sotterraneo. - Domenica 30 ottobre: "La mia vita con gli uomini e altri animali" con Maria Cassi, scritto dalla protagonista e Patrick Pacheco, regia di Peter Schneider.


Corriere Padano

22 settembre 2011

8

VIVIPIACENZA

Giornate del Patrimonio il 24 e il 25

Sax e pianoforte, il venerdì di via Calzolai

Due giornate per fare il punto sul patrimonio locale, specie i tesori di Palazzo Farnese, Galleria Alberoni, Ricci Oddi e Archivio di Stato. Sabato 24 e domenica 25, largo alla Giornata Europea del Patrimonio con i musei aperti e attività ludico-didattiche per bambini dai 6 agli 11 anni (all'Archeologico e all'Armeria, alle 11, 15.15, 16.15 e 17.15). Domenica la Galleria Alberoni dalle 16 propone invece un originale percorso guidato alla scoperta dei dintorni del Collegio, luoghi poco conosciuti o mai mostrati della residenza e adiacenti.

È tempo di jazz per il quarto concerto verticale della mini-rassegna settembrina del venerdì sera, sul balcone di via Calzolai 4 a Piacenza, dove continua il "sequel dei Venerdì Piacentini" tra musica, vini scelti e sapori DOP firmati dalla paninoteca d'autore "Il giusto gusto" del cuoco Danilo Gatti. Il 23 alle 21.30 sarà di scena il sassofono spumeggiante del giovane e sempre più celebre portento piacentino Mattia Cigalini, scortato da un pianista di grande sensibilità ed esperienza come Mario Zara. Info e prenotazioni al 0523071875.

WEEKEND Ian Anderson al Fillmore, sul palco una leggenda PIETRO CORVI

Cinema, open mic, rock: il respiro dell’Ex Loft 51 In via Roma, al civico 183, continua con la sua programmazione di eventi e attività il circolo Ex Loft 51, sorta di "mini-club temporaneo" sviluppato da un collettivo di tecnici e organizzatori di spettacolo piacentini nell'ambito del progetto MUSA di Agenzia Quartiere Roma. Venerdì 23 (apertura ore 18.30) alle 21, spazio al cinema techno-underground: si proietterà il film Il Respiro del Mostro di Andrea Zambelli, alla presenza di Lila - Maniglione Anti Panico e con il successivo set elettronico di Dj Manito. Sabato 24, apertura alle 15.30 e "Open mic" (microfoni aperti per chi abbia qualcosa da dire, cantare, suonare); a seguire, concerto punk-hardcore con Protection Zero (in foto) e Gruff Side Whiskers. Domenica 25 alle 15.30 aprirà poi il laboratorio creativo per piccoli: "Cabaret per bambini… furbi", di e con Agostino dei Manicomics Teatro. Da martedì 20 a domenica 25 saranno infine esposte le opere di Margherita Berselli, Sanja Temelkova e Ippolita Valentinetti, incentrate sul tema della carta.

“Cirkus Columbia” al Jolly: tra solitudini e speranze Al Jolly di San Nicolò sono ripartite le proiezioni della tradizionale rassegna "Mercoledì d'autore". Sullo schermo, il 28 alle 21.30, "Cirkus Columbia" di Danis Tanovic (Premio Cinemavvenire a Venezia 2010) con Miki Manojlovic: un gioco di guerra, dove tutto torna su se steso ma è tragicamente bellissimo. Bosnia-Erzegovina, 1991. Il regime comunista è caduto e Divko Buntic torna nel paese natio per rivendicare la casa di famiglia. Dopo 20 anni di esilio in Germania si presenta con una Mercedes fiammante, una fidanzata sexy, il gatto nero portafortuna e un pacco di marchi tedeschi. Una storia di solitudini e speranze, a metà tra commedia e dramma, nei giorni che precedono la 1° guerra balcanica nell'ex Jugoslavia; ovvero come, in una sola notte, gli amici di una vita possono diventare i rivali più acerrimi.

È tempo di Fillmore. Il mitico live club di Cortemaggiore rialza la saracinesca sabato 24 alle 18, per ospitare in serata l'attesissimo concerto (unica tappa italiana) di Ian Anderson (foto a destra, voce, flautista, fondatore e polistrumentista dei leggendari Jethro Tull) in formazione trio con John O'Hara (fisarmonica e tastiere) e Florian Ophale (chitarre); ad aprire la XIV convention di Itullians, il fan club italiano dei Jethro Tull, saranno i Beggar's Farm, straordinaria tribute-band piemontese che avrà alla batteria Clive Bunker, membro fondatore degli stessi Jethro Tull. Le porte del Fillmore riapriranno poi sabato 1 ottobre per la venuta del duo statunitense Sunn O))) (foto sotto, cui si unirà in concerto il cantante ungherese Attila Csihar): in arrivo da Seattle, sono considerati i capiscuola del drone/doom metal, seminali creatori di una miscela che incorpora elementi black, ambient e post-rock. Va puntualizzato che queste aperture sono da considerarsi eventi di "anteprima": l'inaugurazione ufficiale è infatti affidata a Francesco De Gregori & band, di scena venerdì 7 ottobre alle 21. Modalità di acquisto dei biglietti in prevendita e informazioni dettagliate su ciascun evento sono costantemente pubblicate sul sito www.fillmoreclub.net, rinnovato nella veste e nei contenuti: un approdo certo per chi vuole "sentirsi bene". A parte, pubblichiamo la programmazione del mese di ottobre, da cui si evince la volontà della direzione artistica di alzare il tiro della stagione: meno appuntamenti ma più scelti, per un cartellone che darà più spazio ai "nomi" e meno alle cover band e ai progetti "indie" di piccolo-medio calibro. Ma circolano già le prime indiscrezioni relative anche ai prossimi mesi: venerdì 11 novembre sbarcherà il formidabile Glenn Hughes (storico cantante e bassista dei Deep Purple), venerdì 18 sarà la volta de I Soliti Idioti con la "prima" nazionale del loro show comico in forma teatrale, sabato 19 toccherà al rapper (dei Club Dogo) Guè Pequeno, venerdì 2 dicembre a Marracash, sabato 3 ai punk-rockers spezzini The Peawees e sabato 10 ai Planet Funk.

Passione e competenza a San Giorgio

Guitars on the Road, dove la musica è di casa La prima cosa che viene da pensare entrando nel negozio Guitars on the Road, sulla strada principale di San Giorgio, è “Woodstock è qui”. Da una parete sorridono la lingua dei Rolling Stones e la scritta “tre giorni di pace e musica”, tra le chitarre si intravedono gli occhiali di John Lennon e la chioma di Jimi Hendrix. Qui la musica è di casa: Celestino, che mi viene incontro sorridendo, mi dice che il suo sogno era quello di creare un posto che, oltre che negozio, fosse un ritrovo per musicisti e appassionati. Nato a Milano da una famiglia di musicisti e fratello di un liutaio affermato, chitarrista da sempre in cover rock band per amore e impiegato per dovere, qualche anno fa ha deciso di buttarsi nell'impresa, andando controcorrente e senza far troppo rumore, ma con competenza e passione. Quando mi mostra una chitarra prendendola con delicatezza e indicandomi i dettagli ho la sensazione che in realtà gli dispiaccia un po’ disfarsene. Mi dice che la sua filosofia non è quella della vendita facile a tutti i costi del marchio affermato ma della scelta di uno strumento che coniughi la qualità a prezzi che ne rispecchino il valore reale, perché il

musicista che ha fatto l’acquisto sia soddisfatto. Quando me ne vado mi accompagna il riff di Satisfaction suonato da un ragazzino che prova un amplificatore, mentre Celestino mi saluta allungando la testa dal laboratorio sul retro mentre sta riparando una chitarra. Info: 0523 379473 (r. s)

Per il locale magiostrino sarà un autunno travolgente Dopo i concerti di Ian Anderson e Sunn O))), ecco gli altri appuntamenti al Fillmore del mese di ottobre. Sabato 15 arriveranno i britannici The Meteors capitanati dall'inossidabile Paul Fenech, gli inventori dello "psychobilly", celebrando quasi 30 anni di carriera con il nuovo DVD antologico "Pure Evil"; sabato 22 si inaugurerà il nuovo filone dedicato alla musica elettronica intitolato "Fillmore dance movement" con gli Useless Wooden Toys, una delle formazioni italiane electro/dance/hip-hop più cliccate della rete su YouTube. Venerdì 28 sarà la volta di Dente, l'amato, chiacchierato e atteso cantautore fidentino che presenterà in anteprima nazionale la sua nuova fatica discografica pop stralunata e romantica, "Io tra di noi". Il mese si chiuderà lunedì 31 con il piccante "Sick'n'roll Halloween Party" in maschera, tutto a base del rock'a'billy e country-punk dei Legendary Kid Combo e degli smaliziati interventi di Burlesque delle pepatissime Sick Girls; a far loro da spalla saranno gli eleganti e festaioli rock'n'rollers piacentini Buddy And The Cocos.


22 settembre 2011

Corriere Padano

9

VIVIPIACENZA Urban art e dj set sabato in Via Garibaldi Al Junkfood Store di via Garibaldi 45 a Piacenza "urban art" e musica si incontrano in un appuntamento mensile. La data inaugurale è sabato 24, dalle 17 alle 21. L'accompagnamento sonoro che farà muovere le gambe è affidato alle selezioni electro curate dal duo Techfood formato dai dj Bad Taste e Time Bomb; nel mentre, gli artisti della crew Kings Destroy e della nostrana cricca True Vandals si lanceranno nella performance di Live Painting "King For a Day: Slog 175". Gadget e aperitivi di contorno.

A CURA DI PIETRO CORVI

Milestone, i ritmi swing aprono la sesta stagione Il Milestone riparte dagli Sugar Pie & The Candymen. La 6° stagione di attività del jazz club di via Emilia Parmense 27 ricomincia venerdì 30 settembre alle 22 con l'esibizione del noto quintetto piacentino di modern swing, che lancia il nuovo cd è reduce da un importante e meritato riconoscimento: il "Premio del pubblico 2011" del 27° "Jazz Ascona Festival", uno dei più maggiori eventi europei dedicati al genere. L'ensemble offrirà uno spettacolo frizzante e raffinato, proponendo gli evergreen della musica pop e della discomusic arrangiati nello stile delle orchestre da ballo degli anni '30 e '40, con sofisticate armonie vocali accompagnate da ritmi danzerecci. Quanto al prosieguo della stagione (appena presentata e pubblicata sul sito www.piacenzajazzclub.it) due resteranno gli appuntamenti fissi settimanali: la rassegna "I Venerdì del Jazz", che prevede anche una jam session al mese, e "Thank God It's….Saturday!", dedicata ai concerti di blues ogni sabato sera. In cartellone per il mese di ottobre sono attesi ensemble e band di tutto rispetto: per "I Venerdì del Jazz", il 7 ottobre è in programma la Jam Session d'inizio stagione, il 14 The Thieves "Play the music of the Police", il 21 Giovanni Falzone Electris e il 28 Marcella Malacrida Quartet. Per la rassegna "Thank God It's ….Saturday!", il 1° ottobre salirà sul palco Francesco Garolfi One Man & Many Guitars, l'8 la Gnola Blues Band, il 15 la Uncle Oswald Band, il 22 Marco "Ray" Mazzoli Blues Band feat. Marco Limido e il 29 Fabrizio Poggi & Chicken Mambo.

Val Tidone Festival a Sarmato, il fascino del teatro d’opera

FUORINGIRO

Penultimo concerto per il Valtidone Festival, sabato 24 alle 21.15 alla Rocchetta del Castello Zanardi Landi di Sarmato: 4 cantanti attorno a un pianoforte rievocheranno, felici come in un gioco, intensi come in scena, disinvolti come in un cabaret, 4 secoli di teatro d'opera italiano. I giovani interpreti Ivanna Speranza (soprano, nella foto), Margherita Settimo (mezzosoprano), Angelo Scardina (tenore), Guido Loconsolo (baritono) e Lorenzo Arruga (narratore al pianoforte), in scena con "Amare d'amore" - Storia a pilucchi dell'opera italiana (ideato dal giornalista e critico musicale Lorenzo Arruga), presenteranno cronologicamente gli operisti più grandi con 1 brano per autore, da Monteverdi a Nino Rota. Si ascolteranno arie o duetti, come per Rossini, Bellini e Donizetti, ma anche i grandi quartetti del Rigoletto di Verdi e della Bohème di Puccini, Haendel e Mozart.

Arci Taun, partenza in quarta

San Savino

Settimana organistica al via

Sugarpie & the Candymen, la verve del nuovo cd (a.doss) L’apertura della stagione del Milestone sarà quindi un’occasione d’oro per ascoltare in versione live anche i brani contenuti nel nuovo disco dei Sugarpie & the Candymen, intitolato “Swing ‘n’ roll”. Nel cd, edito a fine agosto per Irma Records-La Douce, l’eclettico quintetto affianca a riletture ancora una volta riuscitissime (da Paradise city a Can’t get you out of my head) una serie di frizzanti brani di composizione propria, a partire dal singolo Tell me boy che verrà inserito nella programmazione della prestigiosa Radio Montecarlo. Il cocktail delle 14 canzoni è affascinante e trascinante, che conferma la crescita avuta dalla band dal 2008 ad oggi. Un miglioramento continuo - certificato dagli applausi ricevuti sui palchi di mezza Europa - che ha toccato il picco in luglio al Festival di Ascona in Svizzera, dove il giovane quintetto piacentino (Georgia Ciavatta, Jacopo Delfini, Renato Podestà, Alex Carreri e Roberto Lupo) ha conquistato il premio del pubblico, e in agosto con l’esibizione al Locarno Film Festival. La band sarà anche al Colle San Giuseppe mercoledì 28 settembre.

Appennino Festival, Piozzano suona folk con gli Ariondassa L'Appennino Folk Festival approda a Piozzano. Domenica 25 alle ore15, a far da colonna sonora alla festa del miele e dei prodotti tipici della Val Luretta saranno gli Ariondassa, gruppo di musica popolare piemontese che ripropone i temi tradizionali della civiltà contadina sin dal '98. Il sestetto suona strumenti tradizionali come la ghironda, l'organetto, e la cornamusa, con una particolare attenzione verso il recupero di quelli poveri, realizzati con materiali semplici e di recupero, come la ravi (piccole zucche secche usate come un kazoo), la fruja (un sonaglietto di latta e legno) e le tacchenettes (due ossa bovine o suine). Il repertorio è frutto della ricerca effettuata dal gruppo, sia sul campo che attraverso le opere di raccoglitori storici come Costantino Nigra e Leone Sinigaglia, e si avvale anche della collaborazione del Centro Etnologico Canavesano (TO).

WEEKEND

Ripartono domenica 25 alle 21 dalla Basilica di S.Savino i concerti della Settimana Organistica Internazionale organizzata dal Gruppo Ciampi con la direzione artistica di Claudio Saltarelli. Sarà di scena l'organista, pianista e compositore romano Marco Lo Muscio, con un repertorio musicale che spazia da Wakeman e Hohaness, da Morricone a Kalejs, Alain, Hackett ed Emerson: classe '71, si segnala come uno dei più poliedrici musicisti della sua generazione. Forte di un cammino discografico personale di rilievo, ha anche al suo attivo più di 700 concerti tenuti in vari festival e in alcune delle cattedrali e sale da concerto più rinomate d'Europa, è organista titolare della chiesa Canadese e della chiesa di S. Alessandro a Roma, ed inoltre è il Direttore artistico di varie kermesse, tra cui l' "International Organ Summer Festival in Rome".

A Fidenza riparte l'Arci Taun: sabato 24 si inaugura la stagione live 2011-12. Si comincia alle 19 con l'aperitivo accompagnato da Dj Gratis, mentre alle 22 inizieranno i concerti: quello dei Check it out, band fidentina per antonomasia, che riporta il suo punk'n'roll sul palco tra vecchi brani da ricantare e nuovi pezzi bomba in vista del prossimo disco, e quello degli australiani, esotici The Wellingtons (in foto), college-rock orecchiabile e quarto album "In Transit" all'attivo. Chiusura affidata a Dj Geeno.


Corriere Padano

22 settembre 2011

10

TEMPO LIBERO

AGENDA 12.00 apertura stand gastronomici attivi fino alle ore 22.00 circa. Ore 16.00 per la rassegna "Appennino Festival 2011", si esibirà il gruppo musicale Ariondassa con riproposizione del repertorio musicale piemontese.

Valconasso a tutto sapore con la Sagra dell’anatra

PIANELLO - GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO

SAN COLOMBANO AL LAMBRO (MI) - FESTA DELL’UVA Degustazioni di vini locali, bancarelle e mostre artistiche fanno da cornice ad una trionfale sfilata di carri allegorici che mirano a rivisitare in chiave moderna la tradizione vitivinicola del territorio. La 54° Sagra dell'uva di San Colombano al Lambro (Mi), che si svolgerà domenica 25 settembre, si appresta, anche quest'anno, a fare il pieno di visitatori. La sfilata allegorica, accompagnata da musica ed effetti speciali, inizierà alle ore 14,30 e terminerà con la proclamazione, da parte di una giuria popolare, del carro meglio realizzato. Nel parco adiacente il castello, viticoltori locali presenteranno e guideranno all'assaggio la migliore selezione dei vini DOC banini. Mostre d'arte e filateliche, bancarelle di hobbistica e un'esclusiva mostra mercato dei prodotti tipici del Lodigiano, completeranno il quadro delle numerose proposte della giornata. A chiudere la manifestazione , in serata, esibizione della Tavazzano Circus Band e tradizionale spettacolo pirotecnico.

MONTICELLI - GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO Il 24 e 25 settembre a Monticelli d'Ongina, il Gruppo Culturale Mostre Onlus organizza presso il Castello Pallavicino le due giornate Europee del patrimonio 2011.

PIOZZANO - 25° MOSTRA DEL MIELE E PRODOTTI TIPICI Il 25 settembre, a Piozzano, si terrà la 25A Mostra del miele e prodotti tipici, mostra mercato annuale dedicata a prodotti tipici e bio. Dalle 10.00, mostra di opere di artisti locali. Ore

Il 25 settembre a Pianello si terrà la Giornata europea del patrimonio. Presso il Museo Archeologico della Val Tidone, inizio ciclo di conferenze "Pagine di Medioevo". Alle ore 16. 00, conferenza della dott.a Bertaccini "I reperti metallici di epoca tardoantica/altomedievali dalle indagini di superficie in Val Tidone ",e di Alessandro e Simone Mezzadri "La piana di San Martino nei documenti d'archivio IX-XX sec."

MORFASSO - CASTAGNATA Domenica 25 settembre a Morfasso si terrà una castagnata folkloristica per gustare i sapori dell'autunno. Verrà allestito anche uno stand gastronomico.

GRAZZANO VISCONTI - FESTA DELL'UVA E DEI SAPORI Il 25 settembre a Grazzano Visconti si festeggiano l'uva e il vino nel mese della vendemmia. Durante tutto il giorno una quindicina di cantine della Val Nure espongono i propri prodotti per degustazioni e assaggi. A queste si aggiungono due stand per la degustazione di salumi e formaggi tipici. Il borgo sarà animato da donne in costume grazzanese.

VERNASCA - FESTA DELLA CASTAGNA Domenica 25 settembre la Pro Loco di Vezzolacca, in collaborazione con la Comunità Montana della Valli Nure e Arda e il Comune di Vernasca, organizza la festa del prodotto tipico dei boschi dell'Alta Val d'Arda: la Castagna Bionda di Vezzolacca.Un appuntamento da non mancare per festeggiare l'inizio dell'autunno con i suoi frutti più gustosi.

VIGOLENO - UNA FINESTRA SUL MEDIOEVO Il 24 e 25 settembre presso il borgo di Vigoleno, ricostruzione storica di spaccati di vita medievale. Una sorta di "museo vivente" tra le mura di Vigoleno, nel quale il pubblico potrà immergersi per interagire con gli elementi del "quadro" domandando e toccando con mano le repliche accurate ed i manufatti antichi.

Come di consueto nel mese di settembre, la comunità di Valconasso si sta preparando a festeggiare l' amata Sagra dell'anatra allo spiedo. Ad organizzare la manifestazione, che si svolgerà il 24, 25 e 26 settembre, sarà l'Associazione Valco 15 in collaborazione con il Comune di Pontenure. Gli stand gastronomici, lo scivolo gonfiabile gratuito per i più piccoli, la musica delle varie orchestre che si alterneranno sul palco, contribuiranno a creare un clima sereno

e gioviale. Nella giornata di domenica, alle 14,30, avrà luogo una corsa ciclistica. Le orchestre che animeranno le varie serate, a partire dalle ore 21,00, saranno: "Macho" il sabato, "Katia" la domenica ed infine l'orchestra Marianna Lanteri il lunedì. Presso gli stand gastronomici, che apriranno alle 12,00 della domenica e alle 19,30 del sabato e del lunedì, sarà possibile assaporare i piatti tipici piacentini a base d'anatra.


22 settembre 2011

Corriere Padano

11

TEMPO LIBERO

CUCINA DI CASA

Palio e Festa del fungaiolo, che autunno a San Giorgio SILVIA BELLONI

Confettura di pere alla cannella Ingredienti: 2 Kg di pere mature (va bene qualunque varietà), 1 grosso limone non trattato, 750 g di zucchero, 2 o 3 bastoncini di cannella, 2 cucchiaini di cannella in polvere. Preparazione: Lavate il limone e dopo aver ricavato delle strisce di scorza (solo la parte gialla), spremetelo. Sbucciate le pere, tagliatele a pezzi e bagnatele con il succo di limone. In una casseruola a fondo pesante raccogliete le pere con lo zucchero, un bicchiere d'acqua, i bastoncini di cannella e le scorze di limone. Mettete la casseruola sul fuoco e fate cuocere a fuoco vivace e senza coperchio per circa tre quarti d'ora mescolando ogni tanto. A fine cottura, unite la cannella in polvere e mescolate bene eliminando la cannella a bastoncini. Versate la confettura bollente nei vasetti di vetro caldissimi e chiudete subito.

Cipolline in agrodolce Ingredienti:2 Kg di cipolline, 1 l di ottimo aceto bianco, 1 l di vino bianco, 80 g di zucchero, 1 cucchiaio di sale, pepe in grani, 4 foglie di alloro, 4 chiodi di garofano. Preparazione: Tuffate le cipolline per un minuto in acqua in ebollizione quindi passatele sotto l'acqua fredda e spellatele. Spuntatele con le forbici dalla parte del gambo e ripulitele perfettamente dalle radici con un coltellino. Raccogliete mezzo litro di aceto e altrettanto vino in una casseruola con un cucchiaio di sale, lo zucchero, mezzo cucchiaio di grani di pepe, due chiodi di garofano e due foglie di alloro. Mettete la casseruola sul fuoco e quando inizia l'ebollizione unite le cipolline. Fate cuocere per cinque minuti dalla ripresa dell'ebollizione quindi ritirate la casseruola dal fuoco e lasciate raffreddare le cipolline nel liquido di cottura. Nel frattempo mettete sul fuoco il resto del vino e dell'aceto con due foglie di alloro, mezzo cucchiaio di pepe e due chiodi di garofano. Fate bollire per qualche minuto e lasciate raffreddare. Una volta fredde, scolate le cipolline dal liquido di cottura, sistematele in barattoli a chiusura ermetica e copritele con il secondo liquido distribuendo nei barattoli tutti gli aromi. Le cipolline dovranno essere completamente sommerse quindi, se necessario, aggiungete altro aceto, avendo l'accortezza di farlo prima bollire per qualche minuto. Chiudete i barattoli e conservateli in luogo buio e possibilmente fresco, consumando le cipolline dopo un paio di mesi dalla preparazione.

Autunno, tempo di tini colmi d'uva, di fronde ricoperte di giallo e di rosso, periodo di raccolta dei frutti del sottobosco. Il paese di San Giorgio Piacentino, omaggia il giungere della nuova stagione celebrandone il prodotto simbolo: il fungo. Dal 23 al 25 settembre la Pro Loco in collaborazione con il Comune organizza la 15° edizione del Palio e della Festa del Fungaiolo. Venerdì, ad inaugurare la kermesse, la serata dedicata alle specialità gastronomiche a base di polenta, l'intrattenimento dei presenti sarà affidato all'orchestra Massimo e Cristian. Simpatiche mascotte vestite da funghetti animeranno le vie del paese e si occuperanno di far divertire i più piccoli. A partire dalla giornata di sabato sarà possibile visitare le due mostre allestite per l'occasione: la fotografica "Pagine a scatti" situata presso le sale della Pro Loco, e quella di hobbistica, arte e collezionismo allestita dagli artisti del circolo culturale "L'Alternativa", presso il Salone d'onore del Comune. "Pagine a scatti", frutto dell'impegno e della passione di tre giovani, Alessandro Rae, Alessio Gandini e Angelica Freschi, raccoglie numerose fotografie ognuna delle quali si ricollega al titolo di un libro. La giornata del sabato si concluderà con due imperdibili spettacoli in piazza Marconi: alle 20,00 avrà luogo l'esibizione della scuola di danza Tersicore mentre alle 21,00 si ballerà con l'orchestra Franco e Cesare. La manifestazione entrerà indubbiamente nel vivo nel corso della giornata della domenica quando si svolgerà l'atteso 15° Palio del Fungaiolo. L'agguerrita caccia ai funghi di legno nascosti nel giardino comunale avrà inizio alle 14,30. I circa 30 concorrenti, che rappresentano i vari comuni della zona e che verranno suddivisi in coppie, si daranno battaglia per riuscire ad aggiudicarsi l'ambito "Trofeo di bronzo del 15° Palio del Fungaiolo". Alla consegna di tale riconoscimento, nell'arco della giornata se ne affiancheranno ulteriori: il pre-

Dal 23 al 25 la XV edizione della kermesse scorso anno, verrà riproposto lo screening cardiologico gratuito effettuato da professionisti specializzati. Ballo e musica animeranno anche la giornata di domenica: dalle 19,00 alle 20,00 si potrà assistere all'esibizione di ballo della Scuola Diamante, mentre alle 21,00 serata danzante con l'orchestra spettacolo Ringo e Samuel.

Le novità: Rocca e parco aperti ai visitatori Questa 15° edizione del Palio del Fungaiolo risulta ricca di novità. La Rocca, dopo anni di chiusura al pubblico nel corso della manifestazione, aprirà i battenti per ricevere i visitatori della festa. Durante l'intera giornata di domenica, per gentile concessione della famiglia Gazzola, il parco della Rocca sarà visitabile anche a bordo del trenino della Pro Loco. Altra novità: le bancarelle ed esposizioni si estenderanno, per la prima volta in assoluto, anche a Viale Dante. La chiusura al traffico dell'arteria principale che attraversa San Giorgio, è stata ritenuta indispensabile, da parte dell'Amministrazione Comunale, al fine di

rendere il percorso fieristico, un unico grande anello e per coinvolgere nella manifestazione anche i commercianti della via che, nelle scorse edizioni, rimanevano di fatto esclusi dal circuito. In occasione del Palio del Fungaiolo, giungerà in visita a San Giorgio, una delegazione di rappresentanti provenienti da Svatyjur (tradotto in italiano San Giorgio), un paesino slovacco a soli 12 Km da Bratislava. Il paese condivide con il corrispettivo italiano, non solo il patrono ma anche i colori caratteristici (il bianco ed il blu) e lo stemma comunale. La visita fa seguito al viaggio compiuto a maggio da una delegazione sangiorgina e rappresenta una conferma alla possibilità che, fra i due paesi, si venga a creare un proficuo e continuativo scambio culturale.

mio fungo fresco più grosso, quello per la migliore confezione di funghi e quello per la migliore vetrina a tema. Non mancherà l'assegnazione, da parte del sindaco, del premio "Al Turrass"alla memoria di Luigi Moreschi, artigiano e artista sangiorgino che prese parte all'ideazione del palio. Sempre nella giornata di domenica, alle 08,30 presso la Rivendita Auto "Cammi e Beretta" si terrà il raduno cicloturistico indirizzato a tutti gli amanti dello sport e della vita all'aria aperta. Dalle 9,00 alle 18,00, presso la Pubblica Assistenza, dopo il successo dello

Via Del Mulino, 4 - San Giorgio P.no (PC) Telefono 0523 37 11 94


Corriere Padano

12

22 settembre 2011

PIANELLO - FIERA DI SAN MAURIZIO

Pianello, tre eventi in uno: arriva il clou di settembre Sabato 24 e domenica 25, Festa patronale e Fiera di San Maurizio abbinata al “Valtidone Wine Fest” che include “Pianello frizzante” Tre eventi di successo racchiusi in un'unica grande festa capace di coniugare la valorizzazione delle eccellenze del territorio all'appuntamento clou dell'anno, i festeggiamenti per il patrono. Sabato e domenica 24 e 25 settembre Pianello ospita, infatti, la Festa patronale e Fiera di San Maurizio abbinata alla rassegna itinerante del "Valtidone Wine Fest", che racchiude al suo interno il "Pianello Frizzante". Dopo l'Ortrugo di Borgonovo, la Malvasia di Ziano e i passiti di Nibbiano, domenica 25 settembre i "frizzanti" di Pianello chiuderanno la rassegna settembrina dedicata ai rinomati vini della vallata. In occasione del "Pianello Frizzante" - fortunata rassegna enogastronomica nata nel 2009 - una quarantina di produttori locali proporranno, in piazza Madonna, un percorso degustativo di vini frizzanti bianchi e rossi della Valtidone affiancati dai produttori del territorio che proporranno gustosi assaggi delle tipicità locali (dai salumi ai formaggi, dal pane ai dolciumi). Novità dell'edizione 2011 saranno le visite guidate con degustazione a cura di sommelier nello splendido castello di Rocca d'Olgisio e il raduno "Moto Di Vino" organizzato in collaborazione con l'associa-

Novità: i giochi popolari Novità di quest'anno sarà il prosieguo dei festeggiamenti per San Maurizio nella giornata di lunedì 26 settembre. Per l'intero pomeriggio Pianello rivivrà la tradizione degli antichi giochi popolari di San Maurizio. L'associazione "Una scuola da favola" e il Comune di Pianello invitano bambini e ragazzi a sfidarsi (dalle 16 alle 19) nel lancio dell'uovo, nella pentolaccia, nella corsa nei sacchi, nella corsa con le caviglie legate, nel tiro alla fune. "Le squadre - spiega l'assessore Daniela Pilla (Cultura) - verranno formate in base alla contrada di appartenenza: Cavallo, Civetta, Torre, Ponte e Quercia. La contrada vincitrice riceverà una piantina donata dall'azienda florovivaistica "La Quercia" di Narboni e Fanzini che verrà collocata in una zona verde del Comune con la targhetta della contrada vincitrice".

zione motociclistica "Big Twin Italy". In contemporanea si svolgeranno i festeggiamenti per il patrono San Maurizio e l'antica fiera che colorerà il piccolo borgo dell'Alta Valtidone di bancarelle di ogni genere. La Festa Patronale di San Maurizio è organizzata dall'attivissima Pro Loco di Pianello che proporrà due giornate (sabato 24 e domenica 25) di grande festa con stand gastronomici con le specialità tipiche locali. Sabato 24 settembre si svolgerà il "mercatino all'americana" (ditta Ufo Giocattoli) e in serata l'atteso spettacolo pirotecnico che da oltre 50 anni incanta il pubblico e che verrà offerto da Pro Loco, Comune e Kurvers Piping srl. Domenica 25 si terrà l'edizione straordinaria dei Mercatini dell'antiquariato e della creatività. Le vie centrali del paese ospiteranno le bancarelle della fiera di San Maurizio affiancate dai banchi del mercato settimanale. Non mancherà il suggestivo spettacolo degli sbandieratori di Cerreto Guidi, località toscana gemellata con il Comune di Pianello. E poi Luna Park, banco di beneficenza e intrattenimento con la compagnia dialettale di Pianello "I povar luc". In Comune la mostra del pittore Massari. Francesca Gazzola

Iniziative della Pro Loco: “2011 ricco di successi” La Festa Patronale di San Maurizio chiude le attività organizzate durante l'anno dall'attivissima Pro Loco di Pianello. I volontari tracciano un bilancio positivo della stagione 2011: "Il bel tempo e l'ampia affluenza di visitatori hanno permesso l'ottima riuscita di tutte le manifestazioni - spiega il segretario della Pro Loco, Andrea Braghieri, che aggiunge: "Molto positiva è stata anche l'esperienza estiva dei "Mercatini dell'Antiquariato e della Creatività" che verranno riproposti in edizione straordinaria il 25 settembre in occasione della Fiera di San Maurizio con la partecipazione di oltre 50 espositori. Il nuovo consiglio direttivo insediatosi lo scorso inverno coglie l'occasione per ringraziare tutti i volontari, gli sponsor e i collaboratori delle numerose manifestazioni. Ad ottobre - aggiunge Braghieri - saremo impegnati per diverse settimane nelle operazioni di smontaggio degli stand e delle cucine in piazza Umberto I. A novembre si terrà invece l'assemblea dei soci e la presentazione del bilancio 2011, oltre alla cena sociale. Le attività riprenderanno a febbraio con la programmazione delle manifestazioni 2012 che vedranno sicuramente numerose novità". In occasione della Festa Patronale di San Maurizio la Pro Loco di Pianello offre fornitissimi stand gastronomici a base delle tipicità locali. IL MENU’ - Dai salumi Dop al cotechino, dalla polenta al salame cotto. E poi: tagliatelle al ragù, pisarei e fasò, polenta con vari condimenti, arrosti, salamelle, spiedini e vini Doc. Gli stand funzioneranno per tutta la giornata di domenica e sabato sera dalle 19. Sarà possibile pranzare e cenare al coperto grazie alla tendostruttura collocata in piazza Umberto I.


22 settembre 2011

Corriere Padano

13

TEMPO LIBERO

Castellini: “Saremo come l’Oktoberfest” Il vicesindaco di Pianello lancia la sfida. Valtidone Wine Fest, tra le novità la visita con degustazioni alla Rocca d’Olgisio "Il "Valtidone Wine Fest" come l'Oktoberfest di Monaco": è questo l'auspicio che il vicesindaco di Pianello, Simone Castellini augura alla rassegna enogastronomica itinerante della Valtidone. "L'auspicio è riuscire attraverso il lavoro di squadra a far diventare il mese di settembre il "mese del vino in Valtidone" con iniziative itineranti, degustazioni, vendita diretta e visite ai produttori, in un tutto integrato avente al centro il vino, come accade per la birra durante l'Oktoberfest". Nato tre anni fa su suggerimento degli assessori Simone Castellini (Turismo) e Guido Gualdana (Agricoltura) il "Pianello Frizzante" rappresentava una sfida volta a potenziare la tradizionale Fiera di San Maurizio e valorizzare le tipicità locali per richiamare flussi turistici in Valtidone. L'iniziativa ebbe un successo incredibile e dallo scorso anno grazie al coordinamento della Provincia di Piacenza è nato il "Valtidone Wine Fest", rassegna enogastronomica che unisce 4 comuni della vallata nei 4 weekend di settembre. "Grazie al coordinamento della Provincia di Piacenza - aggiunge il vicesindaco - siamo riusciti a portare la Valtidone in tutt'Italia: la rassegna è stata pubblicizzata sui principali quotidiani nazio-

Asklepio, assistenza alla persona

Staff affidabile e soluzioni personalizzate Da luglio di quest'anno Asklepio offre, indirizzandosi ad una variegata clientela, una vasta gamma di servizi di assistenza alla persona. Uno staff affidabile, preparato e competente si occupa di improntare soluzioni personalizzate. Ad un target più maturo e con necessità più specifiche, sono indirizzati i servizi di assistenza domiciliare 24 ore su 24, eseguita a seconda dei casi da badanti o personale OSS, e quelli di assistenza presso strutture. Il cliente può contattare il centro, telefonando al numero fisso 0523.499644 o al 366.8054221. In seguito verrà fissato un appuntamento presso il domicilio dell'interessato e, valutandone le richieste e le problematiche, si determinerà il servizio che maggiormente si addice alle sue esigenze. I tempi necessari all'effettiva operatività del servizio sono assolutamente brevi. Asklepio indirizza le sue proposte anche alle fasce di età più giovani offendo un servizio di baby sitter,

di colf e organizzando feste di compleanno per bambini fino ai 12 anni. Le feste prevedo-

no animazione, creazione di gadget e possibilità di sviluppare un pomeriggio a tema. Gli uffici di Asklepio si trovano in via Cerati n.7 a Piacenza.

Emotion Art Acconciature a Vigolzone

Professionalità e prodotti di alta qualità nali oltre che su settimanali e mensili di settore. Un grande contributo alla promozione del territorio viene offerto inoltre aggiunge Castellini - dall'Associazione Pianello Frizzante, guidata da Dionisio Genesi che sta svolgendo un ottimo lavoro per valorizzare i nostri prodotti fuori dai confini regionali e in tutto il nord Italia". Al Pianello Frizzante parteciperanno 45 produttori, di vino (33 aziende), pane, salumi, formaggi, miele, carni che proporranno assaggi e vendita dei loro prodotti. Due le novità di quest'anno: "Una navetta - spiega Castellini - accom-

pagnerà i visitatori da piazza Madonna a Rocca d'Olgisio con visita al castello e degustazione guidata; a Pianello nel cortile dello showroom di Natalia Pepe verranno invece proposte degustazioni guidate ogni ora. Sotto il padiglione degustativo verranno rappresentate un'antica osteria ed una vigna ed alcune ragazze del paese offriranno una dimostrazione della pigiatura dell'uva". Si aggiunge il raduno nazionale "Moto Di Vino" con un centinaio di Harley Davidson e i canti popolari di "Una scuola da favola". Francesca Gazzola

La Festa della Cipolla di Roncarolo fa il bis sabato 24 e domenica 25 Rovinata dal maltempo, che ne ha impedito il corretto scolgimento lo scorso weekend, la Festa della Cipolla di Roncarolo di Caorso ritorna sabato 24 e domenica 25 con la riprosta degli stand gastronomici e degli appuntamenti danzanti. Ricco e gustoso il menu della festa: dai primi piatti come la pasta con crema di cipolla e le

DALLE AZIENDE

tipiche "Farfalle alla Roncarolese" alle specialità a base di cipolla come costine di maiale, merluzzo, fegato, frittata, torta salata, polenta e ciccioli, cipolline in agrodolce. Domenica 25 si potrà assaggiare, nel tardo pomeriggio, anche la torta fritta. Servizio bar e vendita di cipolle a scopo benfico. Sabatol’apertura degli stand è prevista a partire dalle 19 e serata con l’orchestra Mario Ginelli, domenica stand a pranzo (dopo la messa della 10) e cena e serata danzante sulle note dell’orchestra Beppe Maccagni. La 5^ Festa Provinciale della Cipolla è organizzata dall'attivissimo Circolo ricreativo Anspi San Lorenzo che durante l'anno propone manifestazioni dedicate alla valorizzazione delle attività e dei prodotti locali, come la "Festa del Pescatore" di giugno, che in pochi anni sono riusciti a conquistare un'ampia fetta di pubblico.

Sono trascorsi 4 anni da quando "Emotion Art Acconciature", negozio di via Roma a Vigolzone,ha aperto i battenti per la prima volta. Professionalità, cordialità e prodotti di al-

ta qualità, questi i pilastri sulla base dei quali Emanuela Fiorani, titolare del salone per donne e uomini, gestisce la sua attività. Tutti i prodotti dedicati alla cura e alla colorazione dei capelli sono garantiti da un' elevata qua-

lità. Emanuela effettua per le occasioni più importanti, quali cerimonie e matrimoni, il servizio di acconciatura, manicure e trucco. Tra i trattamenti più gettonati quello di ricostruzione del capello, volto a ridare forza ed idratazione alla chioma, e personalizzato a seconda delle caratteristiche peculiari del singolo cliente. Dedicati in particolar modo alla clientela maschile sono i trattamenti classici anti-caduta e lo scrub per la pulizia della cute. Quest'ultimo tipo di intervento, che va ad eliminare dal cuoio capelluto le tossine, è indicato per le persone che praticano sport o svolgono lavori che stressano e sporcano particolarmente il capello. Per le donne: ogni 10 pieghe si ha diritto ad una ricostruzione del capello in omaggio. In vista della stagione invernale saranno ideati numerosi ed interessanti pacchetti promozionali. Il negozio è aperto dal martedì al sabato con orario continuato dalle 08,00 alle 19,30 mentre rimane chiuso il lunedì. La clientela viene ricevuta previo appuntamento che può essere preso telefonando al 349.4395483.

Bergamaschi Pietro in Piazza Duomo

Sementi al top per chi ha il pollice verde Storico punto di riferimento per i piacentini con il pollice verde, Bergamaschi Pietro S.A.S. con il negozio di piazza Duomo dal 1930 garantisce professionalità e ottimi risultati sia ai privati che ai professionisti più esigenti. Al centro di questo successo la serietà e la passione di una azienda "di famiglia" che di padre in figlio è rimasta ai vertici: "Da 40 anni ci siamo specializzati nella selezione di sementi per tappeti erbosi -esordisce il titolare Giancarlo Bergamaschi- oggi possiamo dire di proporre varietà al top di gamma del mercato mondiale". Risultato ottenuto grazie alla collaborazione con i grandi centri di ricerca statunitensi, che inviano al campo prove di via Mezzanini circa 165 campioni di sementi, accuratamente valutate dalla

ditta piacentina. "Dobbiamo testare -considera- quali sono le migliori soluzioni rispetto a un clima come il nostro. Il nostro fiore all'occhiello si chiama 'Olympia Polo LS (Lateral Spread)', un prodotto a getti laterali che rende il tappeto erboso ancora più denso e folto". Per info: giancarlobergamaschi@libero.it Telefono: 0523/324285 Fax: 0523/499104

Iori Casa d’Aste in Via Gazzola

Evento dedicato all’arte piacentina sabato 24 Sabato 24 settembre alle 10 si inaugura la nuova stagione delle aste presso la Casa d’Aste Iori, nella sua sede di via Gazzola 8 a Piacenza, con un grande evento mai organizzato prima dedicato all'arte piacentina dell'800 e 900. Tra le opere,una rara collezione di dipinti di altissima qualita' dell'artista Ernesto Giacobbi (Piacenza1891-1964), scoperta presso una nobile famiglia siciliana di Catania, di cui non se ne era a conoscenza, ed ancora raccolte private e lasciti ereditari di opere di altri importanti artisti. E poi: il castello di Rivalta,

porta Borghetto bombardata datato 1944, tre chine del periodo africano ed altre opere di Osvaldo Barbieri (Bot), la chiesa di S.Sisto di Luigi Arrigoni, la testa di pecora di Stefano Bruzzi, il vaso di fiori ed il vecchio di Luciano Ricchetti, Notre Dame de Paris di Serge Belloni, il borgo di Peli in Val Trebbia di Alessandro Marenghi, i paesaggi di Giacomo Malfanti il surrealismo di Vilmore Schenardi (Armodio) e Alberto Gallerati. Un appuntamento da non mancare per tutti gli appassionati di arte piacentina e non, per investire nell'arte locale, a oggi uno dei pochi beni rifugio che ne garantiscono la rivalutazione.


Corriere Padano

22 settembre 2011

14

DALLA PROVINCIA

Fiorenzuola - La zona all’uscita dell’autostrada ancora senza urbanizzazione primaria

La Barabasca non decolla Pizzelli (Pdl): “Basta ritardi” Polemiche sull’area pensata per il rilancio produttivo. Il sindaco Compiani: “Condizioni ottimali per investire, ma è tutta l'economia che non gira” diamo che la Soprip dia risposte. È un incontro importante e abbiamo chiesto che vengano in Consiglio per confrontarsi con tutte le forze politiche", spiega, perché "quello dello

MANUELA IANNOTTA "Questo è il decimo anno che parliamo dell'area Barabasca. È un tempo infinito. È vero che adesso c'è una crisi mondiale, ma è vero anche che 10 anni fa non c'era. Speriamo che finisca questo Medioevo della Barabasca e cominci presto il suo Rinascimento". A puntare il dito contro i "ritardi" e ad auspicare, pur nell'attuale congiuntura economica sfavorevole, una concreta realizzazione dell'area strategica denominata "Barabasca", è il capogruppo del Pdl di Fiorenzuola, Paola Pizzelli, che nell'ultimo Consiglio comunale ha richiamato l'attenzione (tramite un'interrogazione) sull'annosa questione sorta intorno a questa zona. Una zona, situata in una posizione cruciale, a nord della periferia di Fiorenzuola (nei pressi dell'ingresso autostradale), e deputata a contribuire allo sviluppo economico del territorio fiorenzuolano quale area di nuovo insediamento per imprese di tipo manifatturiero, artigianale e di servizio

lumificio la Coppa, Gardesa, Wei, Tal, Aghito Zambonini Spa e "nelle prossime settimane il tour continua, andremo in altre aziende", fa sapere Pizzelli.

Videosorveglianza, aree verdi, fibra ottica: ma non si trovano investitori per i dieci lotti su 108mila mq alla produzione. Un nuovo polo artigianale e industriale, dunque; un'area estesa su una superficie fondiaria di 108 mila metri quadrati (ripartita in dieci lotti) che, come ricorda la Pizzelli, è stata presentata ufficialmente circa un anno fa in Municipio. "Il 23 settembre 2010 nella Sala dell'orologio del Comune è avvenuta l'ennesima presentazione dell'area della Barabasca - afferma - e il 25 ottobre la Soprip Spa ha acquistato l'area dall'Istituto Gazzola". "Ma oggi a che punto sono le

procedure? - domanda la capogruppo Pdl - Ci sono stati ulteriori contatti con la Soprip Spa? Cos'hanno fatto fino ad ora? Quando si prevede l'avvio della realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria dell'area della Barabasca?". Proprio per avere "aggiornamenti" e chiarire modi e tempi di realizzazione di nuovi insediamenti imprenditoriali in quest'area, Pizzelli ha chiesto al sindaco Giovanni Compiani (e la proposta è stata accolta) di promuovere un confronto in sede consiliare con i legali rappresentanti di Soprip. "Atten-

sviluppo economico è un problema politico, di tutti - sostiene - . Destra e sinistra devono unirsi per creare una politica di sviluppo economico per la città". E sembra che a Fiorenzuola ci si stia muovendo in tale direzione. Come ha ricordato la Pizzelli, infatti, è iniziato da diverse settimane un tour tra le aziende fiorenzuolane cui hanno partecipato la capogruppo del Popolo della Libertà, appunto, il presidente della Provincia Massimo Trespidi, il primo cittadino di Fiorenzuola Compiani, assessori e consiglieri comunali di maggioranza e opposizione. Tra le imprese toccate dal giro, il sa-

E in attesa che abbia luogo il confronto pubblico con Soprip, il sindaco Compiani sottolinea quanto fatto in questi anni per la Barabasca, spiegando che se i tempi si sono allungati è perché "si è provveduto a rimuovere tutti gli ostacoli presenti, come il problema connesso ai lotti, sono stati stabiliti prezzi interessanti per le aziende e quindi sono state create tutte le condizioni ottimali per far partire quest'area", dice. E se oggi questa partenza ha il freno a mano tirato, è per la crisi economica che stiamo vivendo, sempre secondo Compiani. "Il nostro Paese non cresce. Il mercato e-

dilizio è fermo, non solo a Fiorenzuola e nella provincia di Piacenza, ma in tutt'Italia -osserva -. Siamo in una situazione economica tale che consolidare l'esistente è già un passo avanti.". Insomma, secondo il primo cittadino "il primo problema è l'economia che non gira. Abbiamo avuto soggetti interessati - rivela - ma al momento attuale nessuno vuole fare il primo passo investendo". "Comunque alla più piccola ripresa, attuando politiche di crescita, noi siamo pronti per far partire l'area - assicura -. E sarà un'area modello con un sistema di videosorveglianza attivo 24 ore, una gestione autonoma delle aree verdi e collegamento in fibre ottiche. Un'area altamente qualificata, a prezzi ottimali". E Soprip, aggiunge, "è il soggetto ideale per supportarci". Infine, torna a ripetere: "L'Italia deve crescere, solo così potrà crescere la provincia di Piacenza e quindi anche Fiorenzuola". Al centro, da sinistra, Paola Pizzelli e Giovanni Compiani

“Giù le mani dall’A21” Piacenza, Brescia e Cremona lo dicono ad Anas e difendono Centropadane Garantire efficienza nella gestione dell'autostrada A21; rispettare il principio della concorrenza nell'affidamento delle concessioni autostradali; permettere la realizzazione di importanti opere pubbliche senza l'utilizzo di fondi statali. E' questo l'appello compatto lanciato al Governo dai territori di Brescia, Cremona e Piacenza, decisi a dare battaglia per assicurare rappresentanza alle comunità locali, servizi adeguati e costi contenuti ai cittadini. In sintesi, continuare la sfida affrontata con successo da Centro Padane, società che, in quarant'anni di gestione, ha dato prova di essere un ottimo partner. I punti di forza: bilancio solido, impiego delle più moderne tecnologie e innovazione costante. Con una marcia in più: l'ascolto dei territori di Brescia, Cremona e Piacenza per dare ai cittadini le opere pubbliche migliori in u-

n'ottica di sviluppo, crescita economica e industriale. Mentre si avvicina la scadenza della concessione (fine settembre), i rappresentanti delle istituzioni azioniste di Centro Padane si appellano al Governo e rilanciano sul futuro dell'autostrada, per questo a Cremona è stato organizzato un vertice con tutti gli attori coinvolti. Presente anche Massimo Trespidi, presidente

Provincia di Piacenza, e in rappresentanza della CCIAA di Piacenza. Evitate soluzioni che "sottraggano l'affidamento della gestione autostradale - si legge nel documento - ad un reale confronto competitivo", che si attiverebbe se venisse invece accolta la proposta di Centro Padane. La richiesta degli enti azionisti di Centro Padane è chiara: uscire con urgenza da questa situazione di stallo, perché "atteggiamenti ulteriormente dilatori da parte dell'Ente concedente - scrivono le istituzioni - o, peggio ancora, soluzioni che comportino un'acquisizione diretta della gestione, determinerebbero un grave danno non solo per la nostra partecipata ma anche per tutti gli enti e le istituzioni che sono divenuti azionisti di Centro Padane proprio per promuovere la valorizzazione delle proprie comunità e dei territori di riferimento".

IN BREVE Bobbio, il sindaco Rossi: “Le terme si faranno”

Ottone, successo wi-fi Boom campeggi liberi

La riapertura delle terme di Bobbio si avvicina. Lo ha affermato il sindaco del paese, Marco Rossi, al termine di un incontro con la “Terme di Bobbio”, la società proprietaria dello stabilimento termale, e la “Terme di Bobbio Village”, che sta realizzando le villette residenziali lungo la sponda sinistra del Trebbia la cui vendita - che servirebbe a finanziare anche il progetto di impianto termale che, insieme alle abitazioni, realizzerebbe un vero e proprio “centro benessere” - starebbe procedendo secondo i programmi. L’impianto bobbiese, riaperto nel 1971, è fuori uso da molti anni. (dos.a)

3700 connessioni al free wi-fi nel solo mese di agosto e un vero e proprio boom del campeggio gratuito: numeri di rilievo per due dei servizi più apprezzati offerti dall’amministrazione comunale di Ottone. Il servizio di accesso a internet in wireless gratuito - avviato a Ottone da due anni e via via potenziato - è risultato particolarmente gradito nell’estate appena conclusa, che ha registrato un grande successo anche con l’ ultima novità lanciata dal locale Comune: la possibilità del campeggio libero sul territorio comunale, utilizzata da una gran numero di turisti. (an.do)


22 settembre 2011

Corriere Padano

15

SPORT

Piacenza-Cremonese, si riaccende il derby

IL MIO SPORT

L’attesissima sfida di domenica contro i grigiorossi mobilita la tifoseria, che resta sconcertata dalla “telenovela” del passaggio di proprietà GIOVANNI DOPERNI Ridge lascia Brooke per Taylor. Poi ci ripensa, ma nel frattempo Brooke si è messa con Eric, il padre di Ridge. Non che Beautiful sia molto diverso da quello che sta succedendo attorno al Piacenza Calcio. Tutt'altro che beautiful. Qui qualcuno ha scritto una trama avvincente, un kolossal di mischia horror, noir, commedia e sceneggiata napoletana. Un film già visto altrove, in piazze dove il calcio è relegato ai campionati dilettanti, dove certi Attila hanno lasciato solo cenere. Il caso della Lucchese è un esempio ad hoc. Non fosse altro perché alcuni attori hanno calcato la stessa scena. Luigi Gallo, il mediatore consulente, di mercato e l'avvocato Marco Gianfranceschi hanno solo trasferito il palcoscenico. Ma il vero colpo di teatro è stato l'ingresso sulla scena di Stefano Massacci. Per carità, gli

ALLA VITTORINO LA FESTA DEL TENNISTAVOLO

ma dell'ultima disgraziata stagione aveva viaggiato stabilmente tra serie A e B. Prima magari si incontra il sindaco, di certo non si costruisce u-

Gallo, Gianfranceschi, Massacci: tanti nomi e poche certezze, mentre il fatidico 30 settembre si avvicina concediamo tutti benefici del dubbio, ma il suo plateale comizio sul forum dei tifosi (nella foto, il grande corteo di giugno) non è sicuramente il biglietto da visita che ci si aspetta da un manager che ha intenzione di rilevare un club che fino a prova contraria pri-

na credibilità sulla chat line. Una questione di forma che si trasforma in sostanza quando dopo aver concesso un ultimatum con scadenza fissata al tal giorno alla tal ora si comunica di aver alla proprietà il tempo di risolvere una questione legata a un'altra tratta-

tiva. Così, si scopre che il Piacenza lavora su due tavoli. O meglio che quello presentato da Luigi Gallo come il capocordata si stacca per fare tutto da solo. E siccome di mezzo ci sarebbe pure una penale (non bruscolini) se entro il 30 settembre si sigla un matrimonio non benedetto da Gallo ecco l'arrivederci tra gentiluomini. Un personaggio naif questo Massacci che trascorre il suo tempo davanti a un computer tra Inghilterra e Spagna, immerso in tutti suoi impegni come ad della Ladbroke Development Sl e della Stefano Massa, scelto come uomo di fiducia da due misteriosi investitori che hanno dieci milioni di euro pronti per la cau-

sa biancorossa. Se poi arrivassero tanto meglio. Perché un'altra delusione dopo scommessopoli e la retrocessione sarebbe un duro colpo per l'ambiente. E per quei tifosi che credono alla possibilità di un cambio di direzione e di marcia. Un'inversione di rotta che non c'è nemmeno sul campo con Monaco che sta facendo i salti mortali per rendere competitivo un organico muscoli e testa da ricaricare e anche con imbarazzanti lacune tecniche. Domenica c'è il derby con la Cremonese, i tre punti sono l'unica alka-seltzer per digerire la Lega Pro. Poi torneremo ai popcorn per il sequel della nostra soap preferita. Chissà con chi starà Ridge…

Vittorino da Feltre, vittorie e medaglie ai campionati regionali di Ravenna

E’ ripresa nei migliore dei modi, dopo la pausa estiva, la stagione agonistica dei canottieri della Vittorino da Feltre. La squadra biancorossa, allenata da Francesco Solenghi e Filippo Mori, si è infatti imposta ai Campionati Regionali Emilia Romagna svoltisi al Bacino Standiana di Ravenna conquistando ben sei titoli e, complessivamente, venti medaglie. Vittorino da Feltre prima nella classifica delle società emiliano romagnole grazie ai titoli regionali conquistati da Sara Copelli nel 7.20 Cadette, dalla stessa Copelli e da Sara Groppi nel doppio Cadette, da Marco Ziliani nel singolo 7.20 Allievi C, da Umberto Nartelli nel singolo pesi Leggeri, da Simone Garulli nel singolo Esordienti e da Matteo Lommi, Simone Subacchi, Omar Ghetti e Gianluca

Riscazzi nel quattro senza Ragazzi. Ad arricchire il medagliere anche gli argenti vinti da Riccardo Giordano e Leonardo Villa nel doppio cadetti, da Cecilia Squeri e Alice Gruppi nel doppio Senior, dalle stesse Squeri e Gruppi con Giulia Irti e Giulia Cabassa nel quattro Senior, da Filippo Mori e Paolo Sivelli nel doppio Master, da Squeri e Vaccari nel doppio Ragazzi, da Deborah Bonomi nel singolo Esordienti e dall'otto Ragazzi formato da Gianluca Riscazzi, Alessandro Tortis, Filippo Canderle, Omar Ghetti, Samuele Sbuttoni, Eugenio Balducci, Carlo Squeri, Riccardo Roverselli e Riccardo Giordano. Medaglia di bronzo, invece, per Sara Groppi nel 7.20 Cadetti, Leonardo Villa nel 7.20 Cadetti, Giulia Cabassa nel singolo Senior, Giulia Irti e Beatrice

Groppi nel due senza Junior, Luca Cristalli nel singolo Junior, per Michele Arata ed Eugenio Ferrari nel doppio Pesi Leggeri e per Lommi-Subacchi nel due senza Ragazzi. Da segnalare anche le "medaglie di legno" di Giordano nel 7.20 Cadetti, di Sbuttoni-Canderle-Vetrucci-Tortis nel quattro Ragazzi, di Raffo-Bosi nel due Senior, di Raffo-Bosi-Grassi-Sivelli nel quattro Senior, di Arata-Cristalli-Garulli-Ferrari sempre nel quattro Senior, il sesto posto di Matteo Fioretto nel 7.20 Cadetti ed il settimo di Pietro Goppi nel 7.20 Allievi C. Risultati eccellenti che collocano la Vittorino da Feltre al 14° posto della classifica nazionale Under 14 (Coppa Montù), e al 12° posto in quella assoluta che tiene conto delle circa trecento società remiere italiane.

Ad un anno esatto dal suo ingresso nell'attività agonistica del tennistavolo, e dopo una stagione che ha visto la promozione delle sue due squadre dalla serie D2 alla serie D1, la Vittorino da Feltre organizza la seconda edizione della "Festa del tennistavolo". Un week-end interamente dedicato a questo sport, con un programma rivolto non solo ai Soci della Vittorino ma anche ad un pubblico più vasto che potrà avere accesso negli spazi della storica Società di Via del Pontiere. Il programma di quest'anno avrà un'impronta tutta piacentina: il pomeriggio di sabato 24 settembre prevede infatti un'esibizione che vedrà protagonisti gli atleti della Vittorino e quelli del Tennistavolo Cortemaggiore, società che presenterà la propria squadra femminile di Serie A1 e la formazione maschile che parteciperà al Campionato Nazionale di Serie B1. L'inizio della manifestazione è previsto per le ore 16.30 e fra i vari atleti che si esibiranno ci saranno anche l'italo-cinese Wang Yu, che sarà impegnata ad ottobre con la nazionale italiana ai Campionati Europei, la magiostrina Giulia Cavalli, che quest'anno è riuscita a raggiungere la prima categoria del ranking nazionale occupando l'ottava posizione, gli altri atleti di Cortemaggiore Simone Dernini, numero 18 del ranking nazionale, Luca Ziliani e Alessandro Balestra. L'esibizione sarà diretta dall'allenatrice del Cortemaggiore Aida Steshenko e vedrà anche la partecipazione di alcuni atleti della Vittorino. La mattina di domenica 25 (inizio ore 10) sarà invece dedicata al pubblico, specialmente quello giovanile. Sarà possibile assistere a dimostrazioni e cimentarsi, con l'assistenza dei tecnici e degli atleti della Vittorino, in prove e tornei, per scoprire non solo la dimensione ludica ma soprattutto quella sportiva del tennistavolo.

A CALENDASCO LA PRIMA GIORNATA DI SPORT IN PIAZZA Con l'inizio del nuovo anno scolastico torna "Sport in piazza", una delle principali iniziative di promozione sportiva organizzate dal Coni Provinciale di Piacenza sul nostro territorio con la collaborazione degli Enti Locali ed il sostegno della Banca di Piacenza. L'edizione 2011 debutterà sabato 24 settembre a Calendasco: "Nella piazza - spiega il presidente del Coni Teragni - allestiremo una grande palestra a cielo aperto dove i ragazzi delle scuole elementari e medie del paese, complessivamente 260 giovani, si cimenteranno in quattordici diverse discipline sportive". Calcio, pallavolo, basket, tennis, baseball, ma anche judo, canottaggio, tiro con l'arco, scherma, ciclismo, tre diverse prove di atletica leggera oltre agli esercizi organizzati dall'Associazione Cinofila.


Corriere Padano

22 settembre 2011

16

CHI CERCA TROVA

ANNUNCI LAVORO Docente laureata in giurisprudenza, pluriennale esperienza nell'insegnamento universitario, impartisce lezioni per preparare esami discipline giuridiche, supporto tesi, doposcuola scuole medie e superiori, max professionalità e serietà. Cell. 347.8767811 (ore pasti) Elettricista con 32 anni di esperienza in civile e industriale, Italia/estero, cerca lavoro urgentemente. Cell. 334.8996356 - brunoven@live.it Cerco lavoroalla domenica e nei giorni festivi a Piacenza, come assistenza anziani, babysitter, domestica con esperienza. (sono polacca, 49 anni). Cell. 320.6875024 Pensionato esegue riparazioni idrauliche, elettriche, lavatrici, tapparelle, sostituzione rubinetterie, lampadari, tende ecc... Cell. 339.4745009 Signora italiana, pratica offresi per pulizia scale, uffici, appartamenti, per stirare o come operaia. Cell. 338.5434515 Elettricista pensionato si propone per piccoli lavori riguardanti la casa: riparazioni, elettriche, tapparelle, montaggio mobili ed altro. Cell. 320.8926272 Signora ucraina, 46 anni cerca lavoro per curare anziani, pulizia scale, appartamenti e uffici. Cell. 327.0931050 Laureata impartisce lezioni di inglese, francese, italiano, storia, geografia, scienze, storia dell'arte. Si eseguono ragazzi di scuole elementari, medie e superiori e laureandi in materie umanistiche. Specializzazione in progetti educativi. Battitura tesi. Cell. 349.3033782

VARIE Vendo tagliaerba motore Briggs & Stratton 3.5 Hp, telaio in alluminio, lama 46 cm, perfettamente funzionante. Euro 150. Cell. 328.8824730 Acquisto dipinti di:Foppiani, Cinello, Armodio, Mosconi, Ricchetti, Soressi, Bot, Cassinari, Bruzzi e altri di pari livello o superiore. Cell. 339.3146967 Calciobalilla bigliardino da bar nuovo ancora imballato vendo Euro 330. Cell. 340.3627516 Stufa a legna economica con forno, piano cottura in ghisa, colore nero e rifiniture in ottone, ottimo stato. Vendo a prezzo regalo. Cell. 349.3781946 Vendo bruciatore per caldaia a gasolio marca Rhoss, vera occasione. Cell. 340.9327134 (Marco) Vendo macchina da scrivere Olivetti, elettrica, vera occasione. Cell. 340.9327134 (Marco) Vendo mobile anni '40, con 2 scomparti laterali, più specchio grande centrale, restaurato. Vero affare. Cell. 339.3303670 (Angelica) Letto singolo composto da pediera, testiera, doga e materasso ortopedico. Vendo euro 150. Cell. 328.2492844 Cercasi persona capace a cui affidare gratuitamente orto in città, zona stadio. Cell. 339.5422329

AUTO E MOTO Vendo Bmw Z4 2.5i Km 21.000 anno 2005, interni in pelle e hard top. Euro 15.000 Cell. 328.6751279 Compro auto e furgoni sinistrati, fusi o con problemi di motore e meccanici, immatricolati dall'anno 2001 in poi, le spese di passaggio sono a carico nostro, valutazioni in giornata, inviaci una mail con foto, dati del veicolo e numero di tel. sarai ricontattato per un'offerta. Email: autocarrozzeriaofficina@gmail.com Vendo 2 fanali posteriori e fanale anteriore destro per Fiat Uno ultimo tipo e cric usati. Vera occasione. Cell. 340.9327134 (Marco) Vendo 2 gomme antineve complete di cerchio a 4 buchi, misura 135sr13 68s Euro70 trattabili. Cell. 340.9327134 (Marco) Vendo bicicletteanni '50, varie marche, motori Mosquito completi di comandi e serbatoio e un Veloselex, prezzi modici. Cell. 328.8824730

VENDITA E AFFITTO Cerco in affitto casetta vuota 90 mq. in campagna zona Gossolengo, max 400/mese. Tel. 0523.911231

Avviso ai lettori Ricordiamo che per il servizio di pubblicazione degli annunci la redazione non riceve alcun compenso sulle transazioni commerciali, non effettua vendite dirette, non è responsabile per la qualità, la provenienza o la veridicità delle inserzioni né dell'esito della transazione oggetto dell'inserzione stessa. Le richieste di inserzioni sono espressamente subordinate al consenso dell'Editore alla pubblicazione ed alla disponibilità di spazi La Direzione pertanto si riserva il diritto di modificare rispettando il messaggio, rifiutare o sospendere una inserzione a proprio insindacabile giudizio, nonché di effettuare dei controlli sull'inserzionista. L'editore non risponde per eventuali ritardi rispetto alla data indicata dall'inserzionista, o perdite causate dalla non pubblicazione dell'inserzione per qualunque motivo e non è responsabile per eventuali errori di stampa. Gli inserzionisti sono responsabili di quanto indicato nella richiesta di inserzione e sono obbligati a risarcire all'editore ogni pregiudizio, di qualsiasi tipo, eventualmente da esso sopportata in relazione all’inserzione commissionata ed al suo contenuto.

COME TRASMETTERE L’ANNUNCIO GRATUITO Compila in stampatello la cedola pubblicata a fianco e spediscila a: CORRIERE PADANO VIA XXIV MAGGIO, 4 29122 PIACENZA Oppure trasmettila via fax al numero: 0523 754369 Inoltre è possibile inviare una e-mail all’indirizzo: annunci@corrierepadano.it


CORPAD 22-09-11