Issuu on Google+

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1983

Poste Italiane spa - Spedizione in a.p. - D.L. 353/2003 (conv.in l.27/02/2004 n.46) art. 1, comma 1 - DCB Pc

VENERDÌ 21 MARZO 2014 - ANNO 32 N. 10 - EURO 0,20

Paola De Micheli: “Resto nel Pd, ma con le mie idee e il mio stile”

Pubblicità inferiore al 45% - Contiene IP www.corrierepadano.it

WEEKEND

La parlamentare su Renzi, governo e rimpasto della giunta Dosi

POLLASTRI A PAGINA 4

Trapianti - Amministrazione invitata a imitare Bologna e Cesena, capofila in Emilia Romagna

Donazione degli organi, il sì nella carta d’identità E’ l’obiettivo del progetto ‘Una scelta in Comune’, lanciato anche a Piacenza dall’Aido: dove è stato avviato ha moltiplicato i consensi ‘La donazione come tratto identitario’: è la sfida che l’Aido piacentina lancia all’amministrazione comunale, auspicando l’adesione al progetto ‘Una scelta in Comune’ che permette ai cittadini di esprimere il proprio consenso alla donazione di organi direttamente sulla carta d’identità

Si apre la stagione degli eventi primaverili

Lavori in corso

Chiesa del Carmine aperta entro l’estate A PAGINA 5

Boom inquinamento: politica, dove sei?

A PAGINA 10

’Armi e bagagli’ a Piacenza Expo A PAGINA 11

GAZZOLA A PAGINA 3

Salute

Stefano Benni al Jazz Fest

Fiera di San Giuseppe, l’agricoltura ospite a Corte DA PAGINA 12

A PAGINA 3

Calcio

Piace e Pro, l’ora della verità

DOSSENA A PAGINA 6


Corriere Padano

2

VILLAGGIO GLOBALE

21 marzo 2014

La ricerca - Indagine Espad-Italia 2013 sui ragazzi degli istituti nazionali

Droga tra gli studenti, alle superiori è boom Tra gli adolescenti 16.000 usano eroina o cocaina, 580.000 hanno utilizzato cannabis almeno una volta e 75.000 ne fanno uso quotidiano ROMA - Nel 2013 aumentano i consumatori di sostanze stupefacenti, tra gli studenti 16mila fanno uso di eroina o cocaina mentre 580.000 hanno utilizzato cannabis nell'anno almeno una volta e 75.000 ne fanno uso quotidiano. È quanto emerge dai risultati dell’indagine ESPAD-Italia 2013, condotta da IFC-CNR. Espad-Italia è una ricerca sui comportamenti d'uso di alcol, tabacco e sostanze psicotrope legali e non, da parte degli studenti e delle studentesse frequentanti le scuole superiori. Nel 2013 ha coinvolto circa 45.000 studenti distribuiti su oltre 500 scuole superiori italiane. "Ma io non sono scioccata neanche un po'- ha detto Sabrina Molinari dell'Ifc-Cnr- La mia percezione è che sono i risultati che vediamo modificarsi negli anni, non c'è un balzo spaventoso, i consumi occasionali seguono leggi di mercato. Quest'anno c'è stato un incremento di consumi occasionali come cannabis, sintetiche". Per la Molinaro, piut-

tosto, è "interessante vedere l'uso intensivo di sostanze, quindi non occasionale. Dal 2007 il dato è in costante crescita. In questo caso c'è da fare un po' di ragionamenti in più, questa è la popolazione su cui dovremmo impegnarci, formata cioè da persone che potrebbero sviluppare una patologia. È un dato su

cui riflettere". In generale pensa sia arrivato il momento di "mettersi a ragionarne basandosi su quelli che sono i risultati degli studi condotti. Visto che i consumi aumentano e la diffusione uso aumenta, quello che è stato fatto fino ad oggi evidentemente non è sufficiente". Dallo studio inoltre si osserva

che "non solo crescono i consumi occasionali (uso una o più volte l’anno) di Cannabis (dal 21,5% del 2011 al 25% del 2013) e stimolanti (dal 2,4% al 2,8%), ma cresce anche la quota di studenti che fa un uso frequente. In particolar modo aumentano i consumatori frequenti di cannabis (da 2,5% del 2011 a 3,2% nell’ultimo anno), e allucinogeni (da 0,6% a 0,8%), ma anche di cocaina (dal 0,6% del 2011 a 0,8% dell’ultimo anno) ed eroina (da 0,5% a 0,7%)". Nell’anno si stima che "gli studenti che hanno utilizzato cannabis almeno una volta sono circa 580.000 e quasi 75.000 l’hanno consumata quasi quotidianamente, mentre sono circa 65.000 quelli che hanno utilizzato cocaina almeno una volta nell’ultimo anno (il 2,8%) e 18.500 (cioè lo 0,8% degli studenti italiani) quelli che ne ha fatto un uso intensivo, per 10 o più volte nell’ultimo mese". (Il servizio completo su Agenzia Dire - www.dire.it)

L’amico del cuore? Il cioccolato fondente ROMA - E' tutto merito della flora batterica intestinale se il cioccolato fondente fa bene al cuore. A spiegare la ragione dei benefici del 'cibo degli dei' è uno studio condotto dalla Louisiana State University. Il merito, secondo i ricercatori, è da assegnare a dei microbi che permettono la fermentazione intestinale del cioccolato, favorendo, così la produzione di composti dalle proprietà antinfiammatorie benefiche per il cuore. Per arrivare alle loro conclusioni, gli scienziati hanno testato tre tipi diversi di polvere di cacao. "Abbiamo scoperto che ci sono due tipi di microbi nell'intestino: quelli 'buoni' e quelli 'cattivi' – ha spiegato Maria Moore, fra gli autori dello studio – I microbi buoni, come il Bifidobacterium e i fermenti lattici, banchettano con il cioccolato". Il risultato è la produzione di molecole che, spiega il responsabile della ricerca, John Finley, "quando sono assorbite dall'organismo, alleviano l'infiammazione del tessuto cardiovascolare, riducendo a lungo termine il rischio di ictus". (Agenzia Dire - www.diregiovani.it)

Fumare fa male anche alla schiena Ricercatori dell’Università Cattolica - Policlinico Gemelli di Roma hanno dimostrato che il fumo rovina la schiena, provocando dei danni gravi ai dischi intervertebrali. Gli scienziati hanno anche scoperto che questi danni da fumo derivano in buona parte dall’azione delle sostanze nocive della sigaretta sul dna delle cellule dei dischi. I danni alla colonna potrebbero essere ancora più gravi quando si inizia a fumare da adolescenti. Coordinato dal dottor Enrico Pola e dal dottor Luigi Nasto, ricercatori dell’Istituto di Clinica Ortopedica dell’Università Cattolica-Policlinico A. Gemelli di Roma, diretto dal professor Giuliano Cerulli, lo studio si è svolto in collaborazione con ricercatori della University of Pittsburgh, Usa, e i risultati sono stati pubblicati sulla rivista The Spine Journal. La ricerca è stata eseguita su topolini esposti al fumo di sigaretta ed è emerso anche che, quando gli animali sono esposti al fumo prima di raggiungere la maturità scheletrica - un’età equivalente all’età adolescenziale i segni di degenerazione discale risultano dieci volte superiori rispetto a quelli visti su animali adulti. Ciò suggerisce che l’esposizione a fumo di sigaretta in età adolescenziale potrebbe avere effetti ben più gravi sulla salute della colonna vertebrale rispetto all’età adulta. Tutti i topi esposti a fumo di sigaretta hanno sviluppato segni gravi di degenerazione discale con perdita in altezza dei dischi intertevertebrali. Le cellule discali si sono dimostrate particolarmente sensibili al danno indotto dal fumo e hanno mostrato segni precoci di invecchiamento e morte. (Agenzia Dire, www.dire.it)

Torna l'Earth Hour. Il 29 marzo la Terra si 'spegne' per un'ora ROMA - Orologi sincronizzati il prossimo 29 marzo: torna l'annuale appuntamento con l'Earth Hour, ovvero l'Ora della Terra. Quest'anno le prime a 'spegnersi' saranno isole Samoa (alle 20.30 ora locale, circa le 8.30 del mattino in Italia) e dopo il giro del mondo, l'evento si chiuderà a Tahiti."Ognuno di noi è parte del problema e allo stesso tempo parte della soluzione, a partire dalla riduzione delle emissioni di gas serra nelle abitudini quotidiane fino allo stimolo nei confronti dei governi affinché si adottino politiche energetiche a favore delle fonti rinnovabili e dell'efficienza energetica", si legge in un comunicato del Wwf Italia. Il messaggio dell'ottava edizione dell'iniziativa è: "ridurre le emissioni di gas serra responsabili del cambiamento climatico significa anche intervenire sui nostri consumi di energia: tutte le persone, istituzioni, comunità, aziende, devono unirsi per avviare un grande cambiamento". Lo scorso anno all'iniziativa hanno aderito oltre 2 miliardi di persone in 7.000 città e 154 Paesi del mondo. (Agenzia Dire - www.diregiovani.it)


21 marzo 2014

Corriere Padano

3

IN PRIMO PIANO

Trapianti - Il presidente Baldini invita l’Amministrazione a seguire l’esempio di Bologna e Cesena: “Consensi moltiplicati”

Ok alla donazione nella carta d’identità

E’ l’obiettivo del progetto ‘Una scelta in Comune’ lanciato anche a Piacenza dall’Aido te sondaggio - sulla donazione’. A confermare l’elevata attenzione e sensibilità dei cittadini a tale tematica è stato anche il grande successo ottenuto poche sere fa al Politeama dallo spettacolo ‘Beppe e Gisella’, il cortometraggio promosso dal Comitato piacentino ‘Una scelta consapevole’ (prodotto da Cinemaniaci e Arci e diretto da Andrea Canepari). Nonostante ciò le donazioni sono in leggero calo: nel 2013 sono state 65 (nel 2012 furono 78 e nel 2010 sono state 80) e anche il numero dei nuovi iscritti ha subito una lieve flessione, scendendo dai 266 dei 2012 ai 220 del 2013 (in prima linea troviamo i Comuni di Ponte dell’Olio, Piacenza, Cadeo e Fio-

FRANCESCA GAZZOLA ‘La donazione come tratto identitario’: è la sfida che l’Aido piacentina lancia all’amministrazione comunale, auspicando l’adesione - entro l’anno - al progetto ‘Una scelta in Comune’che permette ai cittadini di esprimere il proprio consenso alla donazione di organi direttamente sulla carta d’identità. ‘Dopo Bologna e Cesena – già firmatarie del progetto - vorremo che anche il Comune di Piacenza facesse questo importante salto di qualità e consentisse alla comunità intera di dichiarare il proprio parere favorevole agli uffici dell’anagrafe al momento del rilascio o rinnovo del documento di riconoscimento’– spiega Luigi Baldini presidente provinciale dell’Aido piacentina (nella foto sopra), che evidenzia come nelle città aderenti (oltre alle due città emiliane il progetto è attivo anche in diversi Comuni di Toscana e Marche, ndc) – ‘si siano in poco tempo moltiplicati i consensi alla donazione’. Con il progetto ‘Una scelta in Comune’ verrà creato un database dei donatori che consentirà di velocizzare le operazioni di richiesta e incrocio dati con il Centro regionale trapianti (CRT): ‘I dati dei donatori verranno inseriti nel Sistema informativo

trapianti (SIT) regionale e poi comunicati al CRT. Una bella novità che secondo il presidente Baldini ‘sarà accolta positivamente dai piacentini, tra i più informati in Emilia Romagna – secondo un recen-

Cuore e polmoni, liste d’attesa ancora lunghissime: “E’ necessario sensibilizzare i giovani alla donazione” Il 30% dei trapianti arriva troppo tardi e per alcuni organi (come il cuore e i polmoni) le liste d’attesa sono lunghissime (si arriva anche a 3 anni). ‘E’ necessario sensibilizzare i giovani alla donazione, un gesto non facile ma capace di salvare vite umane’, afferma Luigi Baldini, presidente provinciale dell’Aido piacentina. Ignoranza e disinformazione contribuiscono a diffondere pregiudizi sulla donazione: ‘Da nord a sud la

percentuale di rifiuto alla donazione di organi si eleva drasticamente e i motivi sono da ricondurre principalmente all’incertezza della diagnosi di morte e al culto della salma’- spiega Baldini che aggiunge: ‘Sono ancora in molti a confondere il coma con la morte cerebrale, motivo per cui è necessario precisare che il prelievo degli organi avviene solo dopo che è stata accertata, da un’equipe di medici specializzati, la morte

cerebrale. (Dopo 6 ore di osservazione e con l’elettroencefalogramma piatto)’. La formazione assume un ruolo fondamentale: ‘A fine marzo sarà attivo un corso regionale rivolto ai giovani (dai 25 anni) che intendono diventare volontari dell’Aido. Si aggiungono le attività svolte dai volontari dei 18 gruppi comunali Aido nelle scuole medie e superiori, con il coordinamento dello Svep. fg

renzuola), per un totale di 15.115 tessere totali: ‘Purtroppo - spiega il presidente provinciale dell’Aido - sono in aumento le morti causate da tumori (che impediscono la donazione) e anche l’età del donatore influisce sulla possibilità o meno di procedere con l’espianto (per un organo come il cuore il limite di età è infatti di 50 anni)’. Anche il tempo non gioca a favore della donazione: ‘I parenti devono decidere in tempi rapidi (per il cuore, ad esempio, non si possono superare le quattro ore di attesa) motivo per cui è importante giungere a tale decisione con convinzione e coinvolgendo l’intera famiglia’, aggiunge Baldini che ricorda l’intera procedura: ‘Effettuati gli accertamenti di compatibilità, l’equipe medica contatta i reparti ospedalieri che operano nel trapianto di organi (a Piacenza si svolgono solo prelievi di cornee e di tessuti) e viene allertato il Centro regionale trapianti che avvia la procedura di incrocio dati con le liste d’attesa. In base alla compatibilità immunogenetica (il paziente deve essere idoneo) e all’urgenza (i pazienti in pericolo di vita hanno la priorità sulla lista) si procede con la scelta del ricevente, la cui situazione –conclude - verrà costantemente monitorata negli anni successivi ’.

Inquinamento dell’aria, politica se ci sei batti un colpo Gli studi più recenti confermano i nefasti effetti sulla salute: sono necessari piano energetico e tpl migliori e riprogrammazione del comparto industriale Esiste un rapporto tra l'inquinamento e la salute? E ancora, tra l'aria che respiriamo e l'effetto che questa ha sull'apparato respiratorio e circolatorio. La risposta è tristemente affermativa e ci sono studi recenti a dimostrarlo condotti su base nazionale e locale. Non si tratta solo di forme tumorali, ma anche patologie respiratorie e ischemiche croniche. Se ne è parlato nel corso di una serata di approfondimento organizzata in Fondazione dal Comitato Piacentini per l'Aria alla quale hanno partecipato il direttore di Arpa Giuseppe Biasini, il presidente di Isde Emilia Romagna Giuseppe Miserotti e Roberto Sacchetti segretario della Federazione Italiana Pediatri. Cosa fare per ridimensionare il fenomeno? Secondo Miserotti occorre che politica e cittadini facciano la loro parte: “prima di tutto un piano energetico serio, poi un trasporto pubblico locale degno di questo nome e una riprogrammazione del discorso industriale. L'Italia – spiega

come i bambini in età pediatrica che costituiscono il bersaglio privilegiato dell'inquinamento atmosferico, ma c'è da considerare anche altri fattori. “Come pediatri – spiega Roberto Sacchetti –

quinate”. Alla base di tutto sembra necessario un coordinamento politico, che secondo il Comitato Piacentini per l'Aria in questi anni non è stato presente. Marco Dadà il respon-

Esperti riuniti in Fondazione: la svolta deve venire da chi decide

– ha più cementifici della Germania dove l'economia corre molto più che da noi. Questo come si spiega?” Venendo a Piacenza, l'aumento del traffico stradale, ma anche lo sviluppo del polo logistico particolarmente pesante, le cosiddette black carbon dei veicoli a diesel, hanno portato ad un innalzamento delle patologie cardiova-

scolari. Nonostante ciò il direttore di Arpa Biasini porta un dato: “nel comune di Piacenza l'anno scorso si sono registrate 191 tonnellate di Pm10, nel 2004 la centrale Enel ne ha prodotte 680 da sola. Questo a sfatare un luogo comune che vede il nostro territorio indossare la maglia nera ogni volta che si parla d'in-

quinamento” spiega Biasini. “E' vero che la criticità sta nell'aria soprattutto nella Pianura Padana, ma non siamo in fondo alla classifica, anzi – sottolinea – timidamente la qualità dell'aria negli ultimi anni è migliorata con strumenti di misurazione molto più all'avanguardia che in passato”. Ci sono poi i soggetti deboli

non abbiamo evidenziato un aumento delle criticità. Ma quando spieghiamo ai genitori il rischio legato all'esposizione ad alcuni inquinanti si crea un allarmismo che porta a ridurre l'attività fisica o il tempo trascorso all'aperto. Questo ha effetti negativi sulla vita del bambino – continua – 7 su 10 non praticano regolarmente sport, il 24% risulta sovrappeso, ci vuole maggiore equilibrio. Occorre indicare che l'attività fisica all'aperto è importante se fatta in alcuni momenti della giornata e in certe zona della città meno in-

sabile ci spiega che la politica è chiamata a gran voce ad assumere un ruolo principale nella cabina di regia, “ci sembra però che le ultime posizioni assunte dall'amministrazione in merito a Cementirossi e Tecnoborgo non siano in linea con quello che desideriamo per i nostri figli”. Politica, insomma, ce si sei batti un colpo.

Tutto il servizio su

www.zerocinque23.tv


Corriere Padano

4

21 marzo 2014

ATTUALITÀ POLITICA

L’intervista - La parlamentare piacentina giudica Renzi, governo e rimpasto della giunta Dosi

De Micheli: “Nel Pd, ma con le mie idee” “Mai pensato di abbandonare, però rifarei la scelta di uscire dalla direzione che di fatto fece cadere Letta: esiste uno stile con cui si sta in un partito” MARCELLO POLLASTRI Se qualcuno avesse avuto qualche dubbio, eccolo fugato con queste parole. “Non c’è e non c’è stata mai nessuna voglia di lasciare il Partito Democratico. C’è invece la voglia di restare, magari con il proprio stile e con le proprie idee”. Come ogni lunedì il lavoro dei parlamentari si concentra nei rispettivi territori, a contatto con i cittadini. E così tra un appuntamento e l’altro la parlamentare piacentina del Partito Democratico Paola De Micheli, vicepresidente del gruppo a Montecitorio, accetta di parlare con il Corriere Padano di svariati argomenti: dai primi passi del governo Renzi, “che sta lavorando anche in continuità con l’esecutivo Letta”, al suo lavoro personale, incentrato soprattutto sul costante contatto con le aziende, che siano in crisi o meno, e sullo sblocco “più vicino di quanto non si pensi” dell’eterna vicenda aree militari; dal periodo post congresso provinciale alla giunta Dosi “che - dice –mi auguro riesca raggiungere il prima possibile gli obiettivi che si è prefissata”. Onorevole De Micheli, che giudizio si può dare del governo Renzi dopo il mercoledì da leoni? “Finora Renzi ha fatto tre cose: il decreto salva-Roma, la facoltà riservata ai Comuni di aumentare la Tasi sulla prima casa e il disegno di legge sul la-

Nell’epoca della crisi della politica e dei social network ecco che non appena si divulga la notizia che praticamente l’intero Consiglio comunale diserta l’invito formulato da Tecnoborgo a osservare da vicino il funzionamento del termovalorizzatore, ecco che si diffondono i primi commenti spietati: “Bisogna ricordarsi del comportamento dei nostri politici quando si va a votare”. No, gli elettori non l’hanno presa bene. I fatti: sabato mattina Tecnoborgo aveva invitato tutto il Consiglio comunale a Borgoforte, dove sorge l’inceneritore, al centro ormai da settimane delle polemiche legate sia all’inquinamento sia allo smaltimento dei rifiuti. All’appuntamento però, al di là del sindaco Paolo Dosi e degli assessori Francesco Timpano e Luigi Rabuffi, si sono presentati solo in due: Marco Colosimo di Piacenza Viva e Sandra Ponzini del Pd. Due su 36. Un po’ pochini. Siamo anche certi che oltre agli elettori non l’abbiano presa benissimo nemmeno i vertici di Tecnoborgo. Ma tant’è. Come si so-

voro. Lo sblocco dei debiti delle pubbliche amministrazioni è un avanzamento di ciò che era stato avviato dal governo precedente. Tutto il resto fa parte di un progetto che misureremo da qui in avanti. Per quanto riguarda invece la legge elettorale, in Parlamento abbiamo cercato di rendere meno rigida la proposta iniziale. E’ chiaro però che gli italiani si aspettavano un’altra legge, soprattutto la possibilità di scegliersi i parlamentari. Questo l’ho detto direttamente anche a Matteo Renzi. Credo comunque che bisognerà fare un passaggio in più al Senato”. Secondo alcuni Renzi ha già tracciato un solco rispetto al passato. Concorda? “Per quanto riguarda la politica economica vedo invece u-

na grande continuità con il governo Letta, anche nell’ottica di approccio all’Europa, questione sempre più centrale. C’è anche una continuità in tema di investimenti pubblici, di scuola e ambiente, per i quali

stra c’è una grande comunanza di valori. Questa crisi ha giocoforza messo al centro del palcoscenico politico il Partito Democratico, l’unico soggetto che con i suoi valori può dare risposte concrete alla crisi e al-

Sulle aree militari: “Siamo vicini a sbloccare la situazione. Orgogliosa di dare un contributo su questo” utilizzerà risorse già stanziate. E anche in tema di riduzione delle tasse, il processo era già partito nel 2013 con la legge di stabilità”. Come sta Paola De Micheli nel Pd disegnato da Renzi? “Premessa: nel centrosini-

la sete di giustizia che dilaga in Italia. Io in questo senso sto giocando la mia parte. Non ho sostenuto Renzi e giudico non trasparente il modo con cui è andato al governo. Quel 13 febbraio famoso io uscii dalla direzione del partito, che di

fatto votò la caduta di Letta, e lo rifarei certamente. Penso che esista anche uno stile con la quale sia sta in un partito. Tuttavia resto nel Pd, sono leale ma non rinuncio a formulare proposte concrete anche con Renzi, lavorando per modernizzare il patrimonio di idee grazie alle quali il centrosinistra è cresciuto”. Qualche settimane fa si era diffusa la voce della nascita di un’associazione politico-culturale ispirata da Letta. C’è chi l’ha interpretata come l’incubatore di un nuovo soggetto politico esterno al Pd. Anche dopo le vicissitudini del congresso provinciale, lei si sente saldamente nel partito? “Non c’è mai stata alcuna voglia di lasciare il Pd, semmai quella di migliorarne la dialettica interna. Non credo nel partito megafono del governo o della giunta, questo è anche il senso delle mie partecipazioni alle varie riunioni alle quali mi invitano. Continuo a credere nel Pd, ma penso sia necessario un partito più presente nel rapporto con la società, con le categorie economiche e sociali”. Di cosa si sta occupando in questo momento alla Camera? “Alla Camera la gestione del gruppo parlamentare nel rapporto con il governo implica un forte impegno quotidiano, inoltre tutte le settimane incontro lavoratori e imprenditori. A Piacenza sto aiutando diverse imprese nel processo

Tecnoborgo, fa imbufalire la “diserzione” dei politici All’invito a visitare il termovalorizzatore, rivolto a tutti gli amministratori, rispondono solo sindaco, due assessori e due consiglieri: è polemica no giustificati gli assenti? Chi aveva impegni lavorativi, chi di famiglia eccetera. Più politica la ragione di Daniel Negri, capogruppo del Pd: “Personalmente non ho sentito la necessità di effettuare questo sopralluogo in quanto le rassicurazioni che sono pervenute in questi giorni da parte dei tecnici e non solo mi lasciano tranquilli e sereno”. Decisamente più battagliero invece Andrea Gabbiani del Movimento 5 Stelle, formazione politica da sempre contro l’impianto. “Sin dal lontano maggio 2010, l'allora neo movimento politico che rappresento aveva partecipato ad un sit-in di protesta davanti ai cancelli di Tecnoborgo. Già da allora

chiedevamo di riconvertire l'attuale centrale per incenerire con un sistema industriale completamente diverso, utilizzando metodi meccanici per differenziare i rifiuti per poterli rimettere nel ciclo produttivo. In quella occasione eravamo stati invitati dal personale di Enìa ad effettuare una visita all'interno dell'inceneritore. Il tutto era avvenuto nel giorno dedicato all'apertura ai cittadini all'impianto stesso e la nostra visita era avvenuta da semplici cittadini. Ritengo la visita da parte di alcuni consiglieri a Tecnoborgo un fatto politico ambiguo in quanto le persone che vi hanno partecipato rappresentano la città. Non c’è nulla di grave se un

di internazionalizzazione. Penso che sia il modo migliore per aiutare i piacentini a trovare un lavoro. E poi mi sto concentrando anche sull’Expo 2015, dando una mano a soggetti piacentini e non solo a sfruttare al massimo questo evento. Seguo tanti giovani che vogliono avvicinarsi alla politica, con i quali mantengo un filo diretto. Credo anche che la prossima tornata amministrativa possa essere un’occasione importante. Infine non dimenticherei le pratiche dei singoli comuni, la principale è la partita delle aree militari. Grazie al buon rapporto con il sottosegretario riconfermato Gioacchino Alfano, con l’assessore Silvio Bisotti stiamo riuscendo piano piano a raggiungere obiettivi importanti. Siamo molto vicini a sbloccare la situazione per alcune aree importanti della città, come la Pertite. Sono davvero orgogliosa di poter dare un contributo a una partita così importante per il futuro di Piacenza”. Un’ultima cosa. Sono passati un paio di mesi dal rimpasto. Come giudica l’opera della giunta Dosi? “Non ho condiviso le modalità dirigiste con cui si è arrivati al rimpasto, di questo non ho mai fatto mistero. Spero per il bene di tutti, che l’amministrazione comunale raggiunga i risultati che si è prefissata. Per quanto mi riguarda, sarò sempre e comunque a disposizione di Piacenza”.

rappresentante politico voglia informarsi di come funzioni la società Tecnoborgo, ma voglio ricordare che avevamo discusso da poco in Consiglio comunale la richiesta di Tecnoborgo di poter essere convertita in cogeneratore e che durante quelle sedute consiliari il dibattito era stato accesso. Gli stessi consiglieri forse avrebbero anche potuto informarsi circa la qualità dell'aria e gli effetti nefasti dell'inquinamento dell'aria e del terreno partecipando all'incontro di lunedì scorso alla Fondazione. Il dottor Miserotti ha illustrato con dovizia di particolari le criticità relative all'inquinamento e i danni alla salute. Danni che non sono provocati solo dal traffico veicolare, ma manche e soprattutto dalle attività di combustione industriale, dalle nanopolveri, dai metalli pesanti, dalle diossine e furani. Insomma la qualità dell'aria che respiriamo determina in gran parte il nostro stato di salute. Tocca a noi prendere le decisioni giuste”. Marcello Pollastri


21 marzo 2014

Corriere Padano

5

ATTUALITÀ Lavori in corso - Recupero e fruibilità le linee guida dell’amministrazione

Chiesa del Carmine aperta entro l’estate L’assessore Cisini non esclude che per i Venerdì piacentini la città possa vivere “una situazione nuova e straordinaria” Non si dica che la sovrintendenza frena lo sviluppo di una città, anzi semmai la tutela e la salvaguarda. Parola di Giorgio Cisini, assessore ai Lavori Pubblici del comune di Piacenza. Accade spesso che per troppa prudenza o complicazioni giudiziarie la burocrazia delle soprintendenze artistiche imbriglia il recupero e la valorizzazione del patrimonio culturale italiano. Ma, a quanto pare, non sarebbe il caso di Piacenza. Nella nostra città ci sono numerosi palazzi, vie e strade vincolati; tutto quel patrimonio pubblico che ha più di 70 anni. A fare la differenza è il punto di vista con il quale si approccia l'argomento, quello prevalente, per comprendere il ruolo e le azioni di questo ente, deve essere culturale. “Forse anche un po' di nicchia –specifica Cisini – ma è l'unico modo per avere una conoscenza sia del patrimonio storico sia dei concetti legati alla teoria del recupero. Fu una vittoria per l'ordine degli architetti quando una decina di anni fa

si arrivò alla costituzione di un'unica sovrintendenza che fa capo a Parma e Piacenza, un vantaggio – spiega l'assessore – per mantenere rapporti costanti tra operatori e tecnici favorito anche dalla vicinanza delle due città”. Un parere, che per definizione dovrebbe essere mutevole e soggetto a cambiamento, nel caso del sovrintendente è vincolante e incondizionato. Una contraddizione di termini?

”In effetti è così – conferma Cisini – anche perchè nel caso di violazione si va incontro a procedimenti di natura penale. Ma non sempre i pareri e le successive tecniche di restauro vanno a buon fine, come è accaduto per Piazza Cavalli e per Bastione Borghetto”. Nel primo caso tutti ci ricordiamo cosa accadde per le famose pietre del salotto buono di Piacenza, nel secondo, nonostante i tentativi di recupero di qualcuno, si rivelò uno spreco di denaro

Expo, partita ancora aperta sul marketing territoriale

tanto che oggi il bastione versa in un evidente stato di abbandono e incuria. Nel corso dell'intervista, la sensazione è che l'idea della Piacenza del futuro si giochi su poche e semplici regole. Fruibilità e recupero di ciò che già esiste. Certo, se ci scappasse anche qualche miglioria qua e là, nessuno se ne dispiacerebbe. In quest'ottica l'amministrazione ha in programma alcune iniziative per la valorizzazione dei beni architettonici fin'ora in parte sconosciuti. “Entro l'estate – ci rivela l'assessore Cisini – non è escluso che Piacenza possa vi-

Sisto e la chiesa del Carmine. Proprio su quest'ultima si stanno concentrando le attenzioni dell'amministrazione; l'intenzione è di restituirla alla città, ripulita e in par-

Sovrintendenza, ruolo decisivo anche su altri fronti aperti a Piacenza: “Non si dica che frena lo sviluppo” vere una situazione nuova e straordinaria”. L'area a cui fa riferimento è piazza Cittadella che comprende anche Palazzo Farnese, piazza Cavalli, la caserma Nicolai, San

te rinnovata, abbinandola ad un evento che richiama un gran numero di persone come, ad esempio, i venerdì piacentini. Oggi l'edificio versa in stato

di totale abbandono e degrado, recuperarlo significherebbe cominciare quel percorso di trasformazione che coinvolge l'intera area che fa capo a piazza Cittadella. Un vasto perimetro che deve essere posto sotto la lente d'ingrandimento della sovrintendenza ma anche dei cittadini con i quali sia avvierà un percorso partecipativo. Una pagina bianca che aspetta di essere disegnata.

L'intera intervista sulla web tv

www.zerocinque23.tv

Reggi, visita a Piacenza da sottosegretario

“Risorse per le scuole? Ci sono, ma per averle c’è da correre” “C’è posto per tutti, è un progetto inclusivo”: la risposta ‘ecumenica’ data dal presidente di Ats Expo Silvio Ferrari alla domanda se davvero tutte le forze migliori di Piacenza siano coinvolte appieno nello sforzo di promuovere al meglio il nostro territorio ad Expo 2015 è il segnale, seppur implicito, che esiste qualche perplessità su quanto deciso finora e che serpeggiano i timori di alcuni di essere stati “tagliati fuori”. In Provincia le istituzioni che compongono il Consiglio di indirizzo hanno dato l’ok al masterplan delle azioni per Expo, ma Ferrari avrà ora due notevoli matasse da sbrogliare. Una riguarda l’ineludibile questione dei soldi che serviranno per finanziare i progetti sui quali si deciderà di puntare: qualche problema tecnico sul delicatissimo tema economico c’è, e non a caso la discussione è stata aggiornata ai primi di aprile. Non meno importante è però il nodo che attiene allo sviluppo delle iniziative di marketing territoriale (al brand ‘Piacenza’ già si è iniziato a pensare da un po’: ci lavorano alcuni giovani universitari, ma è possibile che si apra ad altri

contributi più “esperti”) che dovrebbero spingere al massimo da maggio 2015, data di apertura dell’Expo: cresce infatti l’attesa per sapere a chi sarà affidato il coordinamento delle azioni di marketing e a chi saranno affidate le singole azioni. L’auspicio di chi sta lavorando dietro le quinte è che, magari grazie e a qualche furbizia “diplomatica”, alla fine la squadra sia la migliore possibile per professionalità, esperienza ed entusiasmo. Doti che serviranno tutte. Il grande evento meneghino rischia infatti da un lato di dover subire le rinunce di alcuni Paesi (oltre a Turchia e India, potrebbero ‘dar buca’ anche Ucraina, Siria, Mali e Repubblica Centro Africana, alle prese con i noti problemi) che avevano già confermato la loro adesione, ma dall’altro lato è comunque ancora in corsa per raggiungere l’obiettivo di 130 nazioni presenti: ciò impone a Piacenza - che ha già stanziato una cifra non indifferente per assicurarsi un padiglione in una posizione privilegiata - di ‘pedalare’al massimo dopo aver voluto ‘la bicicletta’. (red)

“Le risorse per le scuole ci sono, ma bisogna correre per presentare i progetti necessari per ottenerle”: è il messaggio lanciato dal sottosegretario all’Istruzione Roberto Reggi, ex sindaco di Piacenza, nel corso della visita di lunedì scorso a tre scuole cittadine. Per Reggi - che ha definito i ritmi del nuovo ruolo ”come trovarsi in un frullatore alla massima velocità” - la priorità del governo Renzi sarà garantire la sicurezza delle strutture. (dosse)

Giovani in agricoltura: 2,3 milioni dalla Regione “Una buona opportunità per i giovani che intendono lavorare in agricoltura”. Così Coldiretti Emilia Romagna definisce la decisione della Regione di rifinanziare con circa 2,3 milioni di euro la misura del Piano di Sviluppo Rurale (Psr) per il primo insediamento in agricoltura. Il finanziamento riguarda soprattutto i 17.000 under 40 (età massima per essere considerati giovani nell’Unio-

ne europea) che, secondo i dati Istat, lavorano nelle 70 mila aziende agricole dell’Emilia Romagna e che puntano ad avere un’azienda propria. “Con questa e con altre misure sostenute fortemente da Coldiretti – commenta la principale organizzazione agricola regionale – l’Emilia Romagna arriva ad utilizzare totalmente il miliardo di euro che ha avuto a disposizione per il Psr nel pe-

riodo 2007-2013”. Oltre ai giovani, la manovra della regione ha portato alla copertura finanziaria di tutte le domande risultate ammissibili per l’ammodernamento delle aziende nelle zone terremotate (44 milioni di euro) e alla copertura di 14 milioni di euro per finanziare le domande di ammodernamento risultate ammissibili anche sul resto del territorio regionale. (d.and)


Corriere Padano

6

21 marzo 2014

SPORT

Capitombolo e frenata, ma Pro e Piace guardano avanti Rossoneri ancora a più nove a sette turni dalla fine, biancorossi sempre in corsa per i playoff: adesso, però, non si può più sbagliare Capitombolo a sorpresa per il Pro Piacenza e frenata sfortunata per il Piacenza: entrambe dovranno far meglio per brindare già dal prossimo turno. Sorprendente il k.o. interno degli uomini di Franzini: l'inopinato 3-4 del Siboni (a destra, un duello aereo del match) con il Borgomanero trascinato da Piraccini (per lui tre gol) è stato favorito da un eccessivo numero di errori nella fase difensiva e da un insufficiente efficacia nella fase di costruzione del gioco, ma anche da un generale senso di scarsa brillantezza che potrebbe essere il sintomo di un leggero calo di condizione: è sperabile che non sia così, anche se le partite che mancano alla fine ora sono solo sette. Di buono c'è che il vantaggio sulla seconda - grazie alla sconfitta interna dell'Inveruno con l'Olginatese, che rientra così in corsa per un posto nei playoff - è rimasto di nove punti, e così il Pro può pensare senza

troppi affanni a ripartire già dalla trasferta contro l'abbordabile Lecco di domenica 23. Obiettivo vittoria anche per il Piacenza nella partita interna del 23 contro il Darfo Boario. Lo 0-0 di Alzano è in effetti dovuto più agli errori di mira e alla sfortuna che a lacune palesate in altre occasioni: i biancorossi avrebbero meritato i tre punti e forse con Marrazzo in campo ce l'avrebbero anche fatta, ma va segnalato che la difesa è imbattuta da tre turni e che la squadra sembra aver ritrovato una fiducia in se stessa che lascia ben sperare, anche se ad ora i l Piace sarebbe fuori dai playoff per un punto. A dire se gli uomini di Viali (foto a sinistra) meritino di sognare saranno soprattutto le sfide con le big Olginatese, Pro Sesto, Pontisola e Inveruno: se è vero che ciò che non stronca rafforza, il Piacenza deve crederci. Andrea Dossena

La Piacenza del volley continua a sorridere Copra Elior a Macerata da capolista: in un match si deciderà il primato della stagione regolare. Rebecchi Nordmeccanica sempre prima, anche senza giocare ANDREA DOSSENA Guardare le classifiche della pallavolo italiana, oggi, è un vero piacere: in prima posizione c'è comunque Piacenza. Alla Rebecchi Nordmeccanica, da tempo padrona della regular season femminile, si affianca infatti da domenica in campo maschile il Copra Elior, protagonista di un clamoroso sorpasso ai danni di Macerata caduta a Ravenna. Entrambe, inutile ricordarlo, hanno appena vinto la Coppa Italia: momenti magici, da "io c'ero". Per sapere se i ragazzi di Luca Monti potranno festeggiare la vittoria nella stagione regolare bisognerà attendere il big match di domenica 23 marzo (inizio alle 18) proprio a Macerata, ma la cavalcata compiuta dai biancorossi è stata comunque straordinaria. Ne sono consapevoli i tifosi (vedi foto al centro) piacentini - con i Lupi Biancorossi in prima fila - che hanno gremito il PalaBanca per festeggiare i freschi vincitori della Coppa Italia lustrandosi nuovamente gli occhi con il trofeo conquistato a

Bologna, per omaggiare (vedi foto a destra) le 700 partite disputate nella massima serie (record assoluto davanti a Tofoli a 682 e Cantagalli a 635) di Samuele Papi - fenomeno non solo per soprannome - e per applaudire l'ennesimo vittorioso 3-0 del Copra Elior: l'identificazione con il team del presidentissimo Molinaroli, che sa vincere e divertire, è un autentico tesoro socio-sportivo. La vittoria - suggellata dal rientro in campo di capitan Zlatanov - è stata nel segno di un inconte-

nibile Le Roux (meritatamente Mvp a fine gara: 18 punti, con 2 ace e 1 muro), ma tutti i piacentini hanno sfoderato i propri colpi migliori nei momenti decisivi, sbrigando la pratica con Verona in soli tre set e in poco più di un'ora di gioco. Ottima presenza in campo, quindi, di tutto il sestetto Copra Elior: De Cecco ha diretto i suoi attaccanti a regola d'arte: oltre a Le Roux, a vestire i panni del trascinatore è stato Kaliberda (16 punti, con 1 muro). Fei ha chiuso con 7 punti, di cui 1 muro e il 71% in attacco,

mentre Marra ha difeso con grandi recuperi totalizzando il 63% in ricezione. In campo femminile, la Rebecchi Nordmeccanica ha riposato in campionato e resta prima con 4 lunghezze di vantaggio su Conegliano, che vincendo a Bergamo al tie-break ha conquistato due punti. Grazie alla recente conquista della Coppa Italia, le biancoblu si sono intanto già assicurate la partecipazione a una coppa europea per la prossima stagione. L'accesso alle coppe europee 2014-15 sarà deciso da un ranking prestabilito basato sui risultati della stagione in corso, 2013-14: 1. Vincitrice Scudetto, 2. Finalista Scudetto, 3. Vincitrice Coppa Italia, 4. Migliore piazzata al termine della regular season (escluse le squadre ai punti 1, 2, 3), 5. Migliore piazzata al termine della regular season (escluse le squadre ai punti 1, 2, 3, 4). Le squadre ai punti 1 e 2 accederanno alla Champions League, le squadre ai punti 3 e 4 accederanno alla Cev Cup, la squadra al punto 5 accederà alla Challenge Cup. Qualora la vincitrice della Coppa Italia acceda alla Finale Scu-

detto, le squadre al punto 4-5 scaleranno di una posizione verso l'alto e al punto 5 subentrerà l'ulteriore migliore piazzata al termine della regular season. Per ora, quindi, per Rebecchi

Nordmeccanica è certa la partecipazione alla Cev Cup, al termine della stagione con i vari piazzamenti in campionato la griglia definitiva su squadre e competizioni europee.


21 marzo 2014

Corriere Padano

CITTÀ UTILE

CHI CERCA TROVA

7

CENTRO PER L’IMPIEGO OFFERTE DI LAVORO Richieste di personale pervenute ai Centri per l’Impiego della Provincia. Gli interessati possono inviare curriculum vitae via mail o via fax previo controllo di eventuale aggiornamento sul sito della Provincia, citando il numero di riferimento Provincia di Piacenza (settore welfare, lavoro e formazione professionale)

Farmacie, turni settimanali FARMACIE DI SERVIZIO A PIACENZA DAL DAL 21.3.2014 AL 28.3.2014 TURNO DIURNO: dalle 8,30 alle 22 DR. RAIMONDI – Via E. Pavese, 86 CAMILLO CORVI – Via XX Settembre, 106

Avis, i prelievi Venerdì 21 marzo: Cortemaggiore; Domenica 23 Marzo: San Giorgio P.no, Monticelli d'Ongina, Podenzano.

TURNO NOTTURNO: dalle 22 alle 8,30 21.03 CARDONA E CORVI – Via Colombo, 124 22.03 BESURICA – Via Malaspina, 2/A 23.03 FARNESIANA – Via Farnesiana, 100/E 24.03 SAN GIACOMO – Via V. Veneto, 88 25.03 DR. DAVIDE ZACCONI – Via Legnano, 5 26.03 DR. GIANNI CORVI – C.so V. Emanuele, 121 27.03 BOSELLI – Via Guercino, 46/50 28.03 DR. CROCI – P.zza Cavalli, 29 IL NUMERO 0523/330033 DA' INDICAZIONE DELLE FARMACIE DI TURNO A PIACENZA E PROVINCIA

Mercati settimanali Lunedì: Bettola, Borgonovo Val Tidone, Caorso, San Nicolò, Castell’Arquato, Castelvetro Martedì: Ferriere, Nibbiano, Piacenza Farnesiana, Pontedellolio, Pontenure, Travo, Vernasca Mercoledì: Carpaneto, Marsaglia, Piacenza, Pianello, Vigolzone Giovedì: Agazzano, Castelsangiovanni, Fiorenzuola, Gossolengo, Gropparello, Perino, Piacenza Farnesiana, Podenzano, Villanova Venerdì: Cortemaggiore, Lugagnano, Monticelli, San Giorgio, Rivergaro, Roveleto Sabato: Bobbio, Fiorenzuola, Piacenza, PC Besurica Domenica: Agazzano, Alseno, Borgonovo, Caminata, Carpaneto, Castelsangiovanni, Cortemaggiore, Gragnano, Gropparello, Monticelli, Morfasso, Nibbiano, Pianello, Pontedellolio

Informasociale

Assegni per famiglie numerose L’assessorato al Nuovo Welfare informa che sono aperti i termini per la presentazione delle domande relative agli assegni di maternità e per i nuclei familiari con almeno tre figli di minore età. In entrambi i casi, la richiesta – corredata della necessaria documentazione – dev’essere consegnata al Centro per le Famiglie, con sede presso il Centro civico Farnesiana, alla Galleria del Sole, aperto il lunedì, giovedì, venerdì e sabato dalle 9 alle 12, nonché il mercoledì dalle 9 alle 18. Per quanto riguarda i contributi a favore delle famiglie numerose, i limiti di reddito in base all’Ise 2013 vanno dai 23.607,96 euro per un nucleo di 4 componenti ai 34.777,31 per un nucleo di 8 componenti. L’assegno viene corrisposto per un massimo di 141,02 euro mensili, per 13 mensilità. L’assegno erogato a favore delle donne che beneficiano solo parzialmente del trattamento previdenziale di indennità di maternità, o che non ne fruiscano affatto, si applica non solo per la nascita di figli, ma anche per ogni minore adottato o in affidamento preadottivo. Per il 2014 l’importo mensile è di 338,21 euro, per 5 mesi complessivi, con limiti di reddito che, in base all’Ise 2013, vanno dai 30.673,46 euro per un nucleo di due componenti ai 67.340,60 euro per un nucleo di otto componenti, sempre includendo il nuovo nato nel conteggio. I termini entro cui presentare domanda sono i seguenti: il 31 maggio per il contributo a famiglie con almeno tre figli di minore età, mentre per l’assegno di maternità non devono essere trascorsi più di sei mesi dalla data del parto. Info: 0523-492380 o consultare la sezione “famiglie” del sito www.comune.piacenza.it.

Orari: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e i pomeriggi di martedì e giovedì dalle 14.30 alle 16.30. In caso di forte afflusso di utenza la distribzione dei numeri di ingresso terminerà 30 minuti prima della chiusura Provincia di Piacenza - Centro per l'impiego - Borgo Faxhall P.le Marconi tel. 0523-795716 fax: 0523-795738 - e-mail: sil.piacenza@provincia.pc.it Cod. 102/2014 valida fino al 31/03/2014 Mansione: impiegato/a tecnico Qualifica ISTAT: 3183104 tecnico dell'ambiente Contenuti e contesto del lavoro: società di consulenza ambito geofisico ricerca tecnico a cui affidare attività di elaborazione dati d'ufficio e di cantiere Luogo di lavoro: Casalpusterlengo (LO) Formazione: laurea in fisica ambientale, ingegneria ambientale, geologia, scienze ambientali Caratteristiche candidati: indispensabile domicilio entro 50 km dalla sede di lavoro Contratto: da definire in relazione alla pregressa esperienza: tirocinio, apprendistato, tempo determinato Conoscenze: buona conoscenza lingua inglese e dimestichezza nell'utilizzo di strumenti informatici Per candidarsi: per candidarsi inviare cv con rif. 102 via mail a candidatura@provincia.pc.it o via fax 0523/795738 Cod. 103/2014 valida fino al 31/03/2014 Mansione: manutentore elettrico Qualifica ISTAT: 6245005 elettricista manutentore di impianti Contenuti e contesto del lavoro: ricerca guasti ed interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria su tutti i macchinari dello stabilimento Luogo di lavoro: Caorso Caratteristiche candidati: richiesta disponibilità al lavoro su turni e disponibilità alla reperibilità notturna e festiva Contratto: tempo determinato con possibilità di trasformazione a tempo indeterminato Conoscenze: ottima conoscenza schemi elettrici, sensori di prossimità, sensori di fine corsa, fotocellule, Plc, cablaggio quadri elettrici, montaggio, collegamenti a bordo macchina. gradita conoscenza linguaggi di programmazione Plc e programmazione azionamenti Ac e Dc Orario: turni oppure orario a giornata Per candidarsi inviare cv con rif. 103 via mail a candidatura@provincia.pc.it o via fax 0523/795738 Cod. 104/2014 valida fino al 30/03/2014 Azienda richiedente: Drg Systems Srl Mansione: programmatore/sviluppatore web Qualifica ISTAT: 3122011 tecnico in computer grafica 3123000 Tecnici web Luogo di lavoro: Gariga di Podenzano (Pc) Formazione: diploma di maturità o laurea Caratteristiche candidati: automunito/a, indispensabile l'esperienza pregressa di almeno 2/3 anni e il domicilio entro i 30 km la sede di lavoro Contratto: tempo determinato con successiva possibilità di trasformazione a tempo indeterminato Conoscenze: indispensabile buona conoscenza di Photoshop, Fireworks, Html, Xml, Php, Css, Jquery, Mysql; buona conoscenza dell'inglese Orario: tempo pieno Per candidarsi: inviare cv con rif. n°104/14 via mail a risorseumane@drgsystems.it Cod. 105/2014 valida fino al 30/03/2014 Azienda richiedente: Drg Systems Srl Mansione: ingegnere meccanico progettista Qualifica ISTAT: 2211100 Ingegneri meccanici Contenuti e contesto del lavoro: progettazione e costruzione di impianti e macchine industriali e sistemi di sicurezza Luogo di lavoro: Gariga di Podenzano Formazione: laurea in ingegneria meccanica Caratteristiche candidati: automunito/a, indispensabile l'esperienza pregressa di almeno 3/5

anni e il domicilio entro i 30 km la sede di lavoro Contratto: tempo determinato con successiva possibilità di trasformazione a tempo indeterminato Conoscenze: indispensabile buona conoscenza del disegno meccanico e tecnico 2d e 3d, buona conoscenza pacchetto Office, buona conoscenza dell'inglese Orario: tempo pieno Per candidarsi: inviare cv con rif. n°105/14 via mail a risorseumane@drgsystems.it Cod. 108/2014 valida fino al 27/03/2014 Mansione: meccanico Qualifica ISTAT: 6231106 meccanico riparatore d'auto Contenuti e contesto del lavoro: azienda di trasporti ricerca meccanico esperto in diagnosi e manutenzione ordinaria e straordinaria di mezzi pesanti, quali trattori stradali,motrici e rimorchi Luogo di lavoro: Piacenza Caratteristiche candidati: automunito, indispensabile l'esperienza pluriennale nella mansione e il domicilio entro i 30 km la sede di lavoro Contratto: tempo determinato con possibilità successiva di trasformazione a tempo indeterminato Conoscenze: buona conoscenza degli strumenti di diagnosi, buona conoscenza e utilizzo di Word, internet e posta elettronica Orario: tempo pieno Per candidarsi: inviare cv con rif. n°108/14 via mail a candidatura@provincia.pc.it o via fax 0523/795738 Cod. 106/2014 valida fino al 30/03/2014 Mansione: perito agrario / bracciante agricolo Qualifica ISTAT: 8311007 bracciante agricolo 3221104 perito agrario Contenuti e contesto del lavoro: azienda agricola con allevamento di bovini ricerca operatore per attività varie in stalla e in azienda agricola Luogo di lavoro: Besenzone (Pc) Formazione: gradito diploma di perito agrario Caratteristiche candidati: indispensabili esperienza nella mansione, domicilio nel raggio di 30 km dalla sede di lavoro Contratto: tempo determinato di tre mesi con possibilità di stabilizzazione del contratto Orario: part time 25 ore settimanali Per candidarsi: inviare cv con rif. 106 via mail a candidatura@provincia.pc.it o via fax 0523/795738 Cod. 115/2014 valida fino al 29/03/2014 Mansione: operatore di linea Qualifica ISTAT: 3315007 controllore di produzione Contenuti e contesto del lavoro: controllo della linea automatizzata, impostazione parametri, manutenzioni Luogo di lavoro: Monticelli d'Ongina (Pc) Formazione: diploma di perito meccanico per il contratto di apprendistato Caratteristiche candidati: 18-29 anni per il contratto di apprendistato, oppure iscrizione nelle liste di mobilità 223/91 ed esperienza nella mansione per il contratto a tempo determinato Contratto: apprendistato oppure tempo determinato con prospettive di stabilizzazione del contratto Orario: tempo pieno 08-12 / 14-18 Per candidarsi: inviare cv con rif. 115 via mail a candidatura@provincia.pc.it o via fax 0523/795738


Corriere Padano

8

PUBBLICITĂ€

21 marzo 2014


21 marzo 2014

Corriere Padano

9

MUSICA

Nella serata con Stefano Benni il Piacenza Jazz Fest fa battere “I mille cuori di Poe”

EVENTI

“Armi e bagagli”, a Piacenza Expo il 22 e il 23 la storia tra rievocazione, duelli e mercato

Fiera di S. Giuseppe, l’agricoltura a Corte Giornate Fai 2014 dedicate alle radici romane di Piacenza Piacenza torna a vivere le Giornate FAI, da venerdì 21 a domenica 23, dedicate alle radici romane della nostra città, con una ricca serie di iniziative, il coinvolgimento di diversi licei, visite e incontri. Venerdì 21, il via da Palazzo Farnese con le visite guidate al Museo Archeologico riservate agli iscritti FAI; alle 17 nel Salone Pierluigi inaugurazione ufficiale delle giornate e della mostra "La nascita del Museo di Piacenza tra antiquaria e archeologia" presentata da Anna Maria Carini e alle 18.30 nello spazio mostre conversazione a cura di Cristina Mezzadri "La cucina dei romani tra frugalità e opulenza". Sabato 22 e domenica 23, dalle 9.30 alle 17, visite guidate al museo archeologico con apprendisti ciceroni delle scuole e ancora visite guidate all’antiquarium Santa Margherita di via Sant’Eufemia (Fondazione di Piacenza e Vigevano, in foto) e alle aree archeologiche di Via Monte di Pietà 3 e via Trebbiola 44. Sabato, dalle 10 alle 17, nella Chiesa dei Teatini maratona di lettura di autori classici e moderni sul tema "Piacenza e il suo territorio in epoca romana". Altri eventi si terranno nell'area archeologica di Veleia e al museo di Pianello. Maggiori info su www.fondoambiente.it/piacenza.asp


Corriere Padano

10

VIVIPIACENZA

21 marzo 2014

Mozart contro Salieri, sfida domenicale ai Teatini

Aperitivi e film poliziottesco, al Vik emozioni saporite

Serata ‘Cotton Club’, musica e teatralità al Temple

Nuovo appuntamento, domenica 23 alle 17 alla Sala dei Teatini, con la rassegna di musica da camera "Allegro con brio" organizzata dal Conservatorio "Nicolini". Andrà in scena il concerto "A proposito di Amadeus: Mozart contro Salieri", protagonista l'Orchestra da camera del Conservatorio, diretta da Fabrizio Dorsi.

Tra sapori, film e convivialità proseguono gli appuntamenti al circolo Arci Vik di via Campagna. Venerdì 21, a partire dalle 18, grande aperitivo di primavera con eccellenze enogastronomiche a chilometro zero. Domenica 23 alle 21.30 per il cineforum "poliziottesco" spazio a "La mala ordina" di Fernando Di Leo, 1972.

Venerdì 21, dalle 22, appuntamento musicale d'eccezione al Temple di via X Giugno. Per la serata "Cotton club" ecco in pista i mirabolanti Slick Steve and The Gangster, un gruppo che mischia swing, rock'n'roll, teatralità e giocoleria in maniera originale e coinvolgente. In console, ai giradischi, Gianni Fuso Nerini.

ANTEPRIMA Con Stefano Benni il Jazz Fest fa battere ’I mille cuori di Poe’ ‘La cinghiala di Jesolo’ al Teatro Trieste 34 Weekend intenso per grandi e piccini al Teatro Trieste 34. Sabato 22, nel pomeriggio laboratori per l'infanzia; alla sera, l'ultimo evento della rassegna di teatro al femminile "Le voci della luna" con l'atteso monologo "La cinghiala di Jesolo" portato in scena dalla bravissima attrice vicentina Marta Dalla Via (in foto, Premio Scenario 2013). Domenica alle 18 spazio invece ad un nuovo divertente spettacolo di improvvisazione teatrale con aperitivo a seguire: sarà protagonsita la compagnia 5 Dita. Tornando alle attività per i piccoli, sabato dalle 15.30 alle 17 per "Favole in movimento" con Ottavia Marenghi, ecco il "Concerto di primavera" rivolto a bambini dai 4 ai 7 anni; dalle 17 alle 18.30, "Si fa la musica" con la "Caccia al tesoro musicale", con Marenghi ed Helen Keble, per bimbi dagli 8 ai 10 anni.

Famiglia Piasinteina, omaggio a Lucio Dalla “Conosco un posto nel mio cuore”. Così si intitola l'atteso concerto, in programma venerdì 28 alle ore 21 negli ambienti della Famiglia Piasinteina di via San Giovanni, che vedrà protagonisti Davide Rocchi e Massimo Vetrugno con un sentito omaggio al grande Lucio Dalla a due anni dalla sua scomparsa. Presenterà la serata Mario Ambrogi. Ingresso libero per l'evento inserito nel ciclo "Gli appuntamenti di Gian Domenico", organizzato in collaborazione con Amici del Rmagnosi, Amici dell'Arte e il patrocinio di Comune e Fondazione.

‘Teatro e oltre’ chiude con Tina e Frida Penultimo evento, sabato 22 al Teatro San Matteo, per la rassegna interamente composta da compagnie piacentine "Teatro e oltre", curata dal gruppo Quarta Parete con il sostegno di Fondazione Teatri e Comune. Sotto i riflettori, lo spettacolo "Tina e Frida: il corpo ingrato", una messinscena di Guido Lavelli e Silvana Trucchi del Cantiere Simone Weil, con scenografia di Pino Ciurca, agita dalle attrici Denise Lommi e Francesca Poggi. Lo spettacolo, in scena alle 21.15, offrirà un inconsueto ritratto di due grandi figure femminili, la fotografa e attrice Tina Modotti e la pittrice messicana Frida Kahlo. Sarà anticipato alle 20.45 da un'esibizione del gruppo Florentia Tango. Venerdì 28 in San Matteo è previsto il gran finale, con una maratona cui parteciperanno tutti i gruppi sfilati durante la rassegna.

PIETRO CORVI Il Piacenza Jazz Fest è nel pieno del suo fulgore. Si è già lasciato alle spalle grandi cose, ma ha diversi altri assi nella manica. Intanto, per questa settimana, un solo "main concert" all'orizzonte. Un appuntamento decisamente particolare. Ospite d'onore della serata, sabato 22 alle 21.15 allo Spazio "Le Rotative" di via Benedettine, sarà il celebre e amatissimo scrittore Stefano Benni nel ruolo di voce recitante, accompagnato da un duo eccelso - Mario Brunello al violoncello e Umberto Petrin al pianoforte - con lo spettacolo "I mille cuori di Poe", dedicato ovviamente al grande autore americano. Musica, classica e jazz, parole, letteratura, creatività e spirito di avventura per un omaggio ad Edgar Allan Poe: un evento di prim'ordine all'interno del cartellone del festival. Passando alle tante iniziative collaterali (tutte a ingresso libero), la rassegna parallela diffusa nei locali della città "Piacenza suona jazz" continua la sua cavalcata con 5 concerti. Venerdì 21 alle 21.15 all'Irish Pub di via San Siro guadagneranno la scena i Georgia on my mind, ovvero il nuovo progetto guidato dalla voce di Georgia "Sugarpie" Ciavatta; stesso posto stessa ora, il 28 toccherà ad un'altra incantevole voce femminile nostrana, quella di Ambra Lo Faro con il suo The Night Late Quintet. Facendo un passo indietro, domenica 23 alle 21.15 si tornerà al Cantiere Simone Weil di via Giordano Bruno con un'altra bella dose di free-jazz e avanguardia: in scena, il duo Angelo Contini e Pat Moonchy. Martedì 25 alle 22 ci si sposterà alla Muntà con lo swing dei Tamboo "Pearl & The Pigs" e giovedì 27 al Melville di San Nicolò alle 22 con Il Ritratto di Dorian Baker. Completano il programma di corollari il concerto aperitivo della Milano Hot Jazz Orchestra, domenica 23 alle 17.30 al centro commerciale Gotico, il concerto didattico del Gianni Azzali Quartet, venerdì 21 alle 18 al caffè letterario del Liceo "Gioia", il concerto Yamaha di domenica 23 alle 18 al Milestone con gli eccellenti percussionisti Andrea Dulbecco al vibrafono e Luca Gusella alla marimba e la proiezione del docufilm di Fausto Mazza "Hallo, Mr. Shorter La sorprendente storia del Piacenza Jazz Fest" martedì 25 alle 21.15 al cinema Iris. Info e dettagli su www.piacenzajazzfest.it.

’Dallas buyers club’, un Jolly da Oscar "Dallas buyers club" di Jean-Marc Vallee, vincitore di tre Oscar e due Golden Globe, è il film in rassegna al Jolly di San Nicolò mercoledì 26 alle 21.30. La vicenda si svolge nel 1986 in Texas ed è ispirata ad una storia vera. Il rude texano Ron Woodroof scopre presto di essere malato e gli viene diagnosticato l'HIV. Comincia perciò a curarsi seguendo un corso di medicina alternativa. Incontra Rayon, un transessuale sieropositivo. Woodroof oltre ad avere un carattere particolare è omofobo e ha un passato da tossico dipendente.

Steve McQueen Supermarket dal vivo, si riscopre in via Roma eclettico Baciccia Cinque incontri sul cinema, a cura dei giovani esperti Simone Bardoni e Michele Chighizola. Ecco "True Cinema", nuova interessante proposta di Concorto Film Festival nella sua sede "Cinematica" in via Roma 208. Dopo l'esordio dedicato alle serie "True detective" e "Breaking bad", martedì 25 alle 21 si continuerà con "Steve McQueen, tra arte contemporanea e cinema": storia del personaggio, opere e film attraverso la consultazione di testi e proiezioni alla scoperta dei temi ricorrenti nella sua produzione artistica. Info e iscrizioni alla mail info@concorto.com.

Venerdì 21 dalle ore 22 al Caffè Baciccia, largo all'eclettismo del quartetto Supermarket in concerto. Un super combo composto da musicisti di varia estrazione che imbracciano sax, trombone, conchiglie, chitarra, basso e batteria per una miscela esplosiva di musica etno, bossa, groove funky e balkan. Il loro motto è "tantissime date pagate pochissimo", lo scopo è curativo nei confronti dei musicisti tristi e soli che aspettano la pensione e un lavoro alle scuole medie. A seguire, dj-set di Zoltan dalla Blackat Crew.


21 marzo 2014

Corriere Padano

11

VIVIPIACENZA

‘Ballo dei bambini’ il 25 in S. Maria di Campagna

‘Circoluna’ al Filodrammatici, ombre per grandi e piccini

Il tradizionale “Ballo dei bambini” in Santa Maria di Campagna ritorna martedì 25 marzo, nel corso della festa del santuario. Ad anticipare l’evento - caratterizzato anche dai consueti riti religiosi - ci sarà il recital musicale intitolato “Le madri”, in programma domenica 23 marzo alle 15.45, incentrato su toccanti storie vere.

Ritorna "A teatro con mamma e papà", la rassegna di spettacoli per bambini e famiglie di Teatro Gioco Vita. Domenica 23 alle ore 16.30 al Teatro comunale Filodrammatici ecco in scena "Circoluna. L’unico circoteatro d’ombre al mondo", nuova produzione di Gioco Vita, uno spettacolo di teatro d’ombre e d’attore indicato per piccoli dai 2 ai 5 anni.

A CURA DI PIETRO CORVI

ANTEPRIMA

AGENDA WEEKEND

A CURA DI COSTANZA ALBERICI

‘Armi e bagagli’, a Piacenza Expo la storia tra rievocazione e mercato Le declinazioni del rock Leopardi al Municipale sono al Sound Bonico con le ‘Operette morali’ E' il rock'n'roll nelle sue varie declinazioni, a farla da padrone al Sound Bonico. All'Arci live club di San Bonico il weekend comincia venerdì 21 con il punk-rock di sostanza dei comaschi The Leeches. Unici, inimitabili, folli: saranno come sempre protagonisti di un show sfrenato. A far loro da apripista, gli irriverenti lodigiani Bad Frog; dj-set a tema in solo vinile a cura di Miccetta. Sabato, altre sonorità e clima da party di primavera. Il R&R prenderà una piega R&B e rock'a'billy coi live dei milanesi The Midnight Kings (in foto, sestetto di derivazione garagepunk: Thee STP, The Stolen Cars) e dei nostrani The Moggies. In console, tra vinili e cd, ci saranno Gianni Fuso (Festival Beat) e Miccetta. Dalle 19, aperitivo con esposizione e raduno (aperto) di auto e moto custom e d'epoca, chopper, vespe, furgoni e via di questo passo. Venerdì 28 si continuerà col metal dei piacentini Dhune.

‘Tammuriata Nera’ al Cinefox di Caorso Continua, al CineFox di Caorso, la rassegna musicale ed enogastronomica "Salsamenteria del jazz". Venerdì 21, per una inedita fusione tra musica napoletana e jazz, va in scena il progetto "Tammuriata Nera" che vede protagonisti sul palco Paola Quagliata (in foto) alla voce, Luca Garlaschelli al contrabbasso e Davide Corini al piano, impegnati a proporre la tradizionale musica napoletana in chiave jazzistica rimanendo fedeli ai testi delle canzoni e alle loro melodie. Per l'occasione, teatro si trasformerà in un accogliente locale dalla intima e calda atmosfera.

Rock, jazz, blues e letture al Melville Quattro concerti e un libro all'orizzonte del sempre più vivace caffè letterario Melville di San Nicolò. Si parte venerdì 21 alle 22 col concerto dei Big Juan & The Satellites (in foto, tutto il miglior rock anni 70), si continua sabato 22 col tributo a De André della Andrew Stairs Band, giovedì 27 con un omaggio a Chet Baker per il Jazz Fest e venerdì 28 con il blues e dintorni dei Mr Lucky. Mercoledì 26 alle 21 invece presentazione del nuovo libro del giovane autore piacentino Gabriele Dadati, "Per rivedere te".

Le "Operette morali", riviste dal regista Mario Martone, spettacolo prodotto dal Teatro Stabile di Torino e Premio Ubu 2011 per la miglior regia, sono un viaggio visionario attraverso l’anima più profonda di Giacomo Leopardi e i temi fondamentali della sua opera. Atteso appuntamento al Teatro Municipale, martedì 25 e mercoledì 26 alle 21 a chiusura del cartellone Prosa della Stagione “Tre per Te” organizzata da Teatro Gioco Vita, con uno degli spettacoli di maggior successo degli ultimi anni, per la terza stagione in scena, che si appresta a fare anche a Piacenza il tutto esaurito. Nutrito il cast di attori: Renato Carpentieri, Roberto De Francesco, Iaia Forte, Paolo Graziosi, Giovanni Ludeno, Paolo Musio, Totò Onnis, Barbara Valmorin, Victor Capello. Interpreti di generazioni diverse attraverso la cui voce e presenza scenica la parola vibrante di Leopardi prenderà vita. Da non perdere anche l'incontro con la compagnia, mercoledì 26 alle 17.30 nel ridotto del Municipale, per il ciclo "Ditelo all'attore" condotto da Enrico Marcotti.

Un viaggio nella storia delle armi, delle armature, delle divise da combattimento; e poi accampamenti, duelli, palii e giochi. Un tuffo nel passato che affascinerà grandi e bambini: questo è “Armi e bagagli”, il più grande mercato internazionale della rievocazione storica in Italia che si svolgerà a Piacenza Expo sabato 22 e domenica 23 marzo. Presenti in fiera ben oltre 250 espositori qualificati provenienti da Belgio, Francia, Germania, Gran Bretagna, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Svizzera e Ungheria, oltre che dall’Italia. Un appuntamento imperdibile per rievocatori storici, enti, organizzazioni e semplici appassionati che desiderano rivivere la magia della storia: vi parteciperanno infatti i più importanti produttori e commercianti di armi antiche e moderne, armature, elmi, uniformi ed equipaggiamenti di ogni periodo storico. Accanto alla parte espositiva, diversi i momenti di spettacolo con giullari, giocolieri, musicisti e danzatori, nonchè laboratori per i bambini. Ospite importante di “Armi & Bagagli” sarà la Federazione Italiana Giochi Storici, che

‘Ricordi del passato’ in mostra a Caorso

Antonio Ingroia agli Amici del Po Agenda fitta agli "Amici del Po" di Monticelli. Venerdì 21 si parte con la cena veneta, sabato 22 si continua con una serata di musica popolare a cura di Bernardo Brisco e domenica 23 con la cena con delitto "Il testamento del Trisconte" in favore di Emergency. Mercoledì 26 concerto funk/jazz con i Liquid Clock. Venerdì 28 tornerà la rassegna "Un Po di Cultura": appuntamento capitale con ospite Antonio Ingroia per la cena della legalità firmata Libera e presentazione del video "Da qui se ne vanno loro". Info: www.amicidelpo.eu.

Al Verdi di Fiorenzuola tra vittime e carnefici Importante evento con la drammaturgia contemporanea e il teatro di ricerca, domenica 23 alle 21 al Teatro "Verdi" di Fiorenzuola. Arriva "Invidiatemi come io ho invidiato voi", scritto, diretto e interpretato da Tindaro Granata, premio "Mariangela Melato 2013" come miglior attore emergente e premio "Fersen 2013" per la regia. Con lui in scena, la nostra bravissima conterranea Mariangela Granelli, Paolo Li Volsi, Bianca Pesce, Francesca Porrini, Giorgia Senesi ed Elena Arcuri. Il testo è basato su una storia vera, racconta il 34enne attore siciliano "ma il riferimento è puramente metaforico". Ispiratosi a un vero caso di pedofilia, Granata non si limita alla restituzione della vicenda giudiziaria o alla denuncia, ma cerca di far emergere, con la sensibilità che lo contraddistingue, i moti interiori e i sentimenti che muovono i protagonisti: vittime e carnefici.

Ritorna a Caorso la Mostra mercato ‘Ricordi del passato’, riproposta ogni quarta domenica del mese: in via Roma e nelle strade adiacenti, esposizione e vendita di oggetti di vario genere, per ritrovare e acquistare articoli vintage e rarità tra i tanti pezzi esposti. Gli appuntamenti del 2014 sono quindi i seguenti: 23 marzo, 27 aprile, 25 maggio, 22 giugno, 27 luglio, 24 agosto, 28 settembre, 26 ottobre, 23 novembre, 28 dicembre. La merce della Mostra mercato va dal vintage all’antico, dall’utilissimo al “futilissimo”. Uno dei vantaggi? Vi si trovano oggetti molto vari: ideale per chi è ama acquistare l’antico che piace o che serve. Cercate un vecchio mobile anni Cinquanta, tazze, bicchieri, vestiti, giocattoli? Vale la pena fare un giro tra gli espositori: la proposta è eterogenea quanto basta per tornare a casa decisamente soddisfatti.

BORGONOVO V.T. - SERATE DANZANTI Sabato 22 e domenica 23 marzo, presso il Cinema Teatro Capitol di Borgonovo, serate danzanti con l'Orchestra Mario Ginelli (inizio ore 21).

VICOBARONE - IL VINO INCONTRA IL CIBO Presso la Cantina sociale di Vicobarone, nuovo appuntamento con la rassegna "Il Vino incontra il Cibo". Domenica 23 (dalle 9 alle 13): Vigore (Gutturnio Frizzante DOC) e maialino cotto naturale alla piacentina. Per info: www.cantinavicobarone.com

BETTOLA - MUSICA DAL VIVO Musica dal vivo nella Sala Polivalente Gino Pancera, in località Le Forche di Bettola. Venerdì 21, Cellamare: Rock 'n Roll e Rock Steady. Sabato 22, liscio con “Gianni e la Liscio Band”.

permetterà di partecipare a palii e intrattenimenti della tradizione. Non ultima, una parte della fiera sarà dedicata alla gastronomia storica, proposta da espositori altamente qualificati. “Armi e bagagli” (www.armiebagagli.org), organizzato da Estrela Fiere e Cers (Consorzio Europeo Rievocazioni Storiche), sarà visitabile sabato dalle ore 10 alle 19; domenica dalle 10 alle 18.


Corriere Padano

12

21 marzo 2014

CORTEMAGGIORE

Fiera di S. Giuseppe, invito a “Corte” La più importante manifestazione del territorio dedicata all’agricoltura è una ghiotta occasione per riscoprire Cortemaggiore città d’arte

‘Re del Grana’ alla terza edizione: in lizza il meglio della produzione (c.a.) Arriva alla terza edizione il concorso “Re del Grana” a Cortemaggiore. Appuntamento venerdì 21 marzo a partire dalle ore 20, nel refettorio del Convento Francescano, per incoronare il “Re del Grana” 2014 in due categorie: “stagionatura fino a 18 mesi” e “stagionatura oltre i 20 mesi –Riserva”. La giuria sarà composta da Bruno Battistotti, Giampiero Comolli, Mirella Del Rocino, Giovanni Marchesi, Mino Marcotti, Gian Pietro Molinari, Bianca Rossi e Mauro Sangermani. I giurati decreteranno i vincitori valutando “al buio”i 12 caseifici in lizza, compiendo nel corso della gara ben oltre 800 momenti di valutazione. Al termine ci sarà una degustazione dei formaggi in concorso e di alcuni piatti tipici del territorio a base di Grana Padano. Ecco i caseifici che si

contenderanno il titolo di “Re del Grana” 2014: Soc coop a.r.l Caseificio cooperativo Casanova (Besenzone), Soc.Agr.Coop Santa Vittoria (Carpaneto P.no), Latteria Sociale Coop Stallone (Villanova sull'Arda), Industria Casearia Colla Paolo srl (Rottofreno), Caseificio Agri Piacenza Latte (Cortemaggiore), Caseari Dall'Aglio snc di Dall'Aglio Olimpio &C. (Vernasca), Caseificio Borgonovo snc (Monticelli d'Ongina), Caseificio Canalone (Cortemaggiore), Latteria sociale San Pietro in Corte (Castelvetro P.no), Caseificio Cooperativo Casa Nuova Scarl (Cortemaggiore), Caseificio Croce Grossa (Besenzone), Caseificio Contini di Contini Damiano (Bacedasco di Castell'Arquato). La gara ha il patrocinio del Consorzio Tutela Grana Padano.

Le condizioni metereologiche di questi giorni potrebbero ingannarci in merito alla stagione primaverile che sembra avviata già da tempo, ma il 21 marzo, oltre che segnare l'inizio ufficiale della primavera, coincide anche con l'avvio delle fiere, che interesseranno tutto il territorio provinciale. Marzo è un mese perfetto per le manifestazioni dedicate all'agricoltura, i lavoratori non sono ancora nel pieno dell'attività e possono dedicare un po' di tempo alla visita di fiere specialistiche. A Cortemaggiore da ben 534 anni si tiene un appuntamento che non può essere disertato dagli specialisti del settore e da chi non resta indifferente al fascino agreste, oltre che artistico, della città piacentina. La città di Cortemaggiore e la zona circostante sono molto importanti nel settore, soprattutto nella produzione di pomodori, nell'allevamento e nella trasformazione dei prodotti. La fiera di San Giuseppe, che aprirà la stagione delle manifestazioni fieristiche, sarà l'occasione, nel weekend del 21-23 marzo, per guardare da vicino il mondo dell'agricoltura.

Un mondo fatto in primo luogo dagli strumenti di lavoro che verranno messi in mostra nelle varie esposizioni previste: sa-

Grana. Il cortile del convento ospiterà, nella giornata di domenica, la mostra provinciale dei bovini di razza frisona. La fiera

La kermesse propone le novità del settore e la mostra di bovini frisoni ranno proprio i mezzi agricoli i protagonisti della fiera di San Giuseppe che vedrà tra le vie principali l'animarsi di una enorme vetrina urbana che ospiterà anche macchinari edili, automobili e mezzi d'epoca. Oltre ai mezzi naturalmente ci saranno i prodotti tipici, proposti all'interno delle mostre enogastronomiche come il Mermeg, e il concorso dedicato al Re del

è, poi, anche un'opportunità per visitare il borgo che, per l'occasione, indossa il suo vestito migliore, quello di città d'arte. Ecco allora un tour tra i bei palazzi del centro, il teatro, le chiese ricche di emergenze artistiche, tra cui la Collegiata e la chiesa di San Giuseppe, bellezze che si inseriscono in una cornice architettonica e urbanistica rinascimentale di primo piano.


21 marzo 2014

CORTEMAGGIORE Taccuino

Programma ricchissimo per la fiera Arte, musica e buon cibo all’insegna della tradizione: questi gli ingredienti della Fiera di San Giuseppe di Cortemaggiore. Dal concorso “Re del Grana” (venerdì 21) alla mostra-mercato enogastronomica “Mermeg” (domenica

Mermeg, tour tra le eccellenze all’insegna dell’enogastronomia (c.a.)Specialità culinarie nostrane e sapori “lontani”in un unico grande evento, per un vero e proprio tour tra le eccellenze del Bel Paese: stiamo parlando del Mermeg, la mostra-mercato enogastronomica che si svolgerà domenica 23 marzo a Cortemaggiore, presso il Chiostro del Convento Francescano. Si tratta di una delle iniziative più amate che trova spazio all’interno del ricco calendario di eventi della Fiera di San Giuseppe: un’occasione d’acquisto imperdibile per gli amanti della cultura enogastronomica nostrana, che riunisce prodotti e specialità provenienti dal 90 per cento delle regioni italiane, da Nord a Sud. Il Mermeg giunge quest’anno alla trentacinquesima edizione; in contemporanea, nella stessa location, ci sarà anche la venticinquesima mostra del Grana Padano. Appuntamento quindi domenica, dalle 10.30, per degustare e acquistare prodotti –anche di nicchia

– della tradizione piacentina e di molte regioni. “Il Mermeg è la nostra manifestazione per eccellenza, un momento consolidato amato dal grande pubblico –racconta Patrizia Stecconi, presidente della Pro Loco di Cortemaggiore – Le tipicità presenti sono numerosissime ed è impossibile elencarle tutte: immancabile la presenza del Grana Padano, protagonista della mostra dedicata; ci saranno poi i formaggi della Val d’Aosta, i salumi del Piemonte, oltre a quelli piacentini e parmensi; i formaggi caprini dell’Alta Lombardia, nonché birra artigianale del Trentino e vini di varie cantine italiane. Ancora, saranno presenti la focaccia genovese, svariate marmellate e miele. Immancabili i buonissimi dolci siciliani, il pecorino e le altre specialità della Sardegna. Un ulteriore atteso appuntamento del Mermeg è quello con la spalla cotta, da degustare sul momento”. E poi il buon olio umbro, le mele del Trentino, i formaggi del Piemonte, il limoncello della Campania e tante altre specialità nostrane. La Pro Loco esprime la propria soddisfazione per il successo che questa mostra mercato non cessa di avere: “complice della riuscita del Mermeg è anche la location - aggiunge Patrizia Stecconi - il Chiostro, oltre ad essere molto bello, protegge dagli imprevisti meteorologici”.

23), passando per la presentazione del pane piacentino in Piazza Patrioti (sabato 22), la buona tavola e i sapori tipici del territorio saranno protagonisti del programma, che propone contestualmente vari momenti dedicati all’arte figurativa (portico antistante Municipio, sede Banca di Piacenza, circolo culturale Hostaria delle Immagini). Stand fieristici lungo le vie del paese nella giornata di sabato, con momento musicale del gruppo Bandistico la Magiostrina nel pomeriggio, mostra di macchine e attrezzature agricole ed esposizione provinciale dei bovini di razza frisona la domenica completano la proposta di intrattenimento della kermesse.

Corriere Padano

13


Corriere Padano

14

CORTEMAGGIORE

A TAVOLA

21 marzo 2014

Primavera in tavola: colorata e saporita Con ‘Un disegno per l’Avis’ i bambini invitano a donare Un’iniziativa per sensibilizzare anche i più piccoli sull’importanza della donazione di sangue: si tratta di “Un disegno per l’Avis” organizzato dalla sezione di Cortemaggiore in collaborazione con Avis Provinciale. Protagonisti i bambini delle classi terze, quarte e quinte che sono stati invitati ad esprimersi attraverso un disegno sul tema della donazione a seguito di interventi da parte di esperti e della proiezione di un filmato preparato dall’Avis nazionale; una giuria ha poi scelto i tre disegni maggiormente rappresentativi, che sono stati riprodotti sulle copertine di quadernoni realizzati in quattrocentocinquanta copie e distribuiti agli alunni delle scuole primarie, che ne hanno ricevuti due a testa. Tutti i disegni verranno esposti in occasione della Fiera di San Giuseppe presso il teatro E. Duse sabato 22 (pomeriggio) e domenica 23 marzo. L’iniziativa è volta a coinvolgere anche i familiari dei bambini, per sensibilizzarli a diventare donatori. L’Avis di Cortemaggiore ha chiuso il 2013 in positivo: con 294 soci donatori, la sezione ha

Colorata e saporita, in sintonia con il cambio di stagione la proposta di questa settimana: il verde del risotto si accompagna ai toni caldi del secondo piatto

RISOTTO VERDE Ingredienti per 4 persone: 350 g di riso fino o superfino; 500 g di spinaci freschi; 1 cipolla piccola; 50 g di burro; 1 cucchiaio d'olio extravergine d'oliva; 6-700 cc di brodo vegetale; 2 cucchiai colmi di grana o parmigiano grattugiato; noce moscata; sale.

effettuato 538 donazioni di sangue e 15 di plasma, mantenendo la media degli ultimi anni. Un risultato importante considerando che sono solo sette le sezioni della provincia di Piacenza che superano le 500 donazioni all’anno. Quest’anno per la celebrazione della “Giornata Mondiale del Donatore di Sangue” a

Duse. Si segnala poi che sedute di prelievo presso la sede magiostrina sono state modificate rispetto al 2013: non più due ad ogni secondo fine settimana di ogni mese ma una nel secondo ed una nel quarto fine settimana, sempre di ogni mese. Annualmente vi sono così a disposizio-

Preparazione: Mondate gli spinaci e lavateli con cura cambiando l'acqua più volte. Metteteli in una casseruola con la sola acqua rimasta loro aderente dopo il lavaggio. Incoperchiate e fateli cuocere per una decina di minuti quindi tirateli su con la schiumarola

livello provinciale è stato scelto proprio il comune di Cortemaggiore; la sezione Avis locale sta quindi collaborando in questo senso con quella Provinciale e l’amministrazione comunale per la realizzazione dell’importante evento, in programma sabato 14 giugno presso il teatro E.

ne 8 venerdì, 4 sabati e 12 domeniche. È possibile contattare l’Avis di Cortemaggiore, che in questigiorni sta terminando i lavori per l'accreditamento della sede, ai numeri 0523 836603 e 340.0914318, oppure via email a aviscortemaggiore@libero.it Costanza Alberici

e lasciateli intiepidire. Strizzateli leggermente fra le mani, passateli dal passaverdura con il disco più fine (oppure frullateli con il mixer) lasciandoli cadere in una casseruolina. Diluite la purea di spinaci con un mestolo di brodo, unitevi un pizzico di sale e una grattatina di noce moscata e mettetela sul fuoco. Scaldate la metà del burro con l'olio e fatevi appassire dolcemente la cipolla tritata. Quando comincia a prendere colore unitevi il riso e, sempre, mescolando, fatelo tostare per due o tre minuti. Bagnatelo con un mestolo di brodo bollente e, quando è stato assorbito, unitevi la purea di spinaci. Quando il riso sarà nuovamente asciugato, continuate ad aggiungere il brodo, un mestolo alla volta e, a cottura ultimata, mantecate il risotto, ancora un po' al dente, con una noce di burro e con il formaggio grattugiato. Il brodo vegetale è l'ideale per i risotti con le verdure: fate bollire in un lt di acqua calda: 1 porro, 1 grossa carota, 2 coste di sedano, qualche gambo di prezzemolo e 1 piccola cipolla, tutto mondato e tagliuzzato grossolanamente. Potete aggiungere anche mezza foglia di alloro, 1 spicchio d'aglio e qualche grano di senape. Dopo circa un'ora di leggera ebollizione, filtrate il brodo.

CONIGLIO ALLA SENAPE Ingredienti per 6 persone: 1 coniglio pronto per la cottura del peso di circa 1 kg; 16 fettine sottilissime di bacon (ideale quello confezionato in buste sottovuoto) 2 cucchiaiate colme di senape di Digione di tipo dolce; 1 cucchiaio d'olio extravergine d'oliva; rosmarino; sale e pepe. Preparazione: Dividete il coniglio in 8 pezzi senza rompere le ossa ma incidendo cosce e spalle alle giunture. Lavatelo e asciugatelo tamponando con la carta da cucina. Insaporitelo con sale e pepe quindi spalmate ogni pezzo con un po' di senape, riuniteli in una ciotola, unitevi un cucchiaio di foglioline di rosmarino e mescolate in modo che si rivestano di salsa in maniera uniforme. Coprite la ciotola con la pellicola trasparente e lasciate marinare per qualche ora in frigorifero. Al momento della cottura, formate un involtino con ogni pezzo di coniglio, avvolgendolo con due fettine di bacon incrociate. Legateli con dello spago da cucina e accomodateli, distanziati uno dall'altro, in una pirofila leggermente oliata. Mettete il coniglio nel forno precedentemente scaldato a 200° e lasciate cuocere per circa un'ora. Durante questo tempo , girate due o tre volte i pezzi di coniglio in modo che prendano un bel colore uniforme. A cottura ultimata, togliete lo spago, e servite il coniglio ben caldo accompagnandolo con una fresca insalata di stagione. Cucinato in questo modo, il coniglio risulta molto saporito e, grazie al rivestimento di pan-

cetta, si mantiene giustamente morbido. La marinatura con la senape gli toglie anche quel "certo odore" che rende sgradita a molti questo tipo di carne.


21 marzo 2014

Corriere Padano

15

SPECIALE PRIMAVERA

Primavera, idee e spunti per rinnovare la casa Sta per arrivare la primavera e anche la casa ha bisogno di “respirare” un po' di aria nuova. Rinnovare gli ambienti in cui viviamo, “armonizzandoli” alla stagione in arrivo, ha infatti ripercussioni positive anche sul nostro umore e sullo stile di vita. Come decorare quindi la nostra abitazione senza stravolgere l’arredamento o spendere una follia? Ecco qualche idea semplice ma che rinnoverà l'ambiente della vostra casa.

Largo ai temi primaverili Nell'arredamento potete decorare con qualche tocco primaverile, con poche modifiche, aggiungendo un senso di apertura alle camere e rispecchiando i colori di stagione. Spazio ai complementi di arredo dai toni pastello e stampe floreali per riflettere la rinascita della natura nella vostra casa. Tessuti e fantasie che ricordano elementi naturali, plaid, cuscini, vasi e tende che riflettono i temi primaverili, possono essere inseriti in casa senza stravolgere l'arredamento o fare grandi spese. Potreste rinnovare anche cambiando le tende oppure la primavera potrebbe essere

l'occasione giusta per dipingere le pareti di casa con dei nuovi colori o apportare qualche tocco decorativo. Spazio alla fantasia e al buonumore per un nuovo spazio tutto da vivere che profumerà di primavera.

Decorare con i fiori Dopo un lungo e freddo inverno, la primavera può essere un momento per portare uno spirito di aria fresca e di allegria alle vostre stanze. Piante d'appartamento e fiori freschi sono semplici modi per decorare la casa per la primavera. Le piante aggiungono un tocco di colore, rallegrano e donano equilibrio. Una o due piante per camera rendono gli ambienti più freschi e i loro colori portano la bellezza della primavera negli spazi chiusi. Decorate quindi le stanze con vasi con fiori freschi. Un piccolo consiglio: per prolungare la durata dei fiori, utilizzate prodotti conservanti da mettere nell'acqua.

Cambio degli armadi, suggerimenti “green” L’arrivo della bella stagione è anche il momento del cam-

bio degli armadi; possiamo prepararci a questo momento creando con le nostre mani dei sacchetti profumati: con dei piccoli fazzoletti di stoffa e del nastro realizziamo sacchettini con all'interno erbe aromatiche e fiori secchi. Per fare il cambio degli armadi in modo naturale non ci servirà molto,

ce di togliere la polvere.

Rinfrescare i capi in tintoria In tintoria vanno portati i capi più delicati e ingombranti, quelli che in lavatrice proprio 'non ci vanno', soprattutto quelli che richiedono di essere lavati a secco, cioè senza acqua ma con l'impiego di particolari attrezzature che li disinfettano e li rinnovano. È questo il caso degli abiti da uomo, dei cappotti, delle giacche e di tutti quegli abiti che non possono essere lavati in lavatrice. Se avete dubbi controllate sempre l'etichetta, essa riporta quando il capo ha bisogno del lavaggio a secco. In tintoria inoltre potete ravvivare e togliere eventuali mac-

solo uno straccio per spolverare i ripiani dopo i mesi invernali. Una strategia per evitare l'accumulo di polvere sugli armadi è pulire con uno straccio umido, lasciare asciugare e poi porre sulla cima del mobile alcuni fogli di giornale, che con la stagione successiva andremo a cambiare: se l'armadio è alto non si noteranno e con materiali di recupero otterremo un modo facile e velo-

chie da pellicce e capi in pelle: il capo risulterà rinnovato e potrà essere indossato per molto tempo ancora. Le coperte, i piumini e la biancheria da letto hanno un volume molto importante, per cui a fatica possono entrare in lavatrice. Per lavarli in maniera ottimale al cambio di stagione l’ideale è portarli in tintoria: ne usciranno freschi e igienizzati, pronti per essere riposti e utilizzati poi con l’arrivo del freddo. (c.a.)

Cambio di stagione, occhio al cibo per gli amici a quattro zampe Anche cani e gatti risentono del cambio di stagione: tra gli effetti il più palese è quello della cosiddetta “muta”, ossia la perdita del pelo superfluo, accumulato durante la stagione delle temperature rigide, per lasciare spazio ad un mantello più leggero. Consigliabile è quindi spazzolare, anche più volte al giorno, il pelo del vostro amico a quattro zampe, anche per ritrovarsene meno sparso per casa su divani, poltrone e tappeti. Un altro aspetto molto importante del cambio di stagione è l’alimentazione: è possibile infatti che, sia cani che gatti, prendano qualche chilo in più nei mesi invernali. La primavera rappresenta così l’occasione per far perdere il peso in eccesso ai vostri piccoli amici, che nel caldo estivo potrebbe causare loro problemi. Diventa perciò importante prediligere per il proprio animale una dieta ricca di verdure, carni bianche e cereali integrali, riducendo l’apporto di grassi animali. Per coloro che si servono di un’alimentazione commerciale, sia secca che umida, sarà sufficiente cercare i prodotti più adatti anche dietro consiglio, perché no, degli addetti ai lavori nei centri specializzati. Abbinata ad una dieta più leggera, importante è l’attività fisica: le giornate si allungano e le temperature si fanno più gradevoli... Quale migliore condizione per una bella passeggiata con il proprio cane? E per i felini sarà sufficiente un po’di gioco in più assieme al padrone.


Corriere Padano

21 marzo 2014

16

CHI CERCA TROVA

I TUOI ANNUNCI ARREDAMENTO E COMPLEMENTI

N. 2 materassi in pura lana fatti a mano, ottimo stato, cm 200 circa x cm 85, altezza cm 14, vendo tutto a euro 80. Tel. 338.8196801 Bellissima credenza fine 800, intagliata con piattaia, causa trasloco vendo a euro 500. Tel. 320.8012839 Lampada piantana in legno con paralume, costruita a mano con paralume e triplo portalampada, misure: h 1,75, base 30 circa, paralume diametro massimo 56, altezza paralume 43 cm, euro 110, foto disponibile via mail. Tel. 339 4714039 ore pasti Specchio con profilo in alluminio e mensola euro 15 (foto disp. anche via mail) tel. 339-4714039 Calciobalilla bigliardino da bar nuovo ancora imballato offro a euro 330. Tel. 340.3627516

ABBIGLIAMENTO E ACCESSORI

Doposci 2 paia, come nuovi (vendib.anche separatam.) unisex, misure: 35/37 euro 13 e misura 39/41 euro 15 (foto disp. anche via mail), tel. 339-4714039 Tuta sci “FILA” completa da bambino, composta da giacca e pantalone, come nuova (disponib.foto anche via mail), tel. 339-4714039 ore pasti Tuta da sci, giacca e pantalone, come nuova (foto disp. via mail), tel. ore pasti 339-4714039 Giaccone uomo originale Shearling in montone, come nuovo, (foto disp. anche via mail) tel. 339 4714039 Giubbotti donna, imbottiti e non, vendo tel 339- 4714039 Borsetta marrone testa di moro, con 2 scomparti interni e tasche interne( foto anche via mail) euro 10, tel. 339 4714039 “Brooksfield “ abito intero (giacca e pantaloni) da ragazzo, originale, gri-

gio scuro, da cerimonia, indossato una sola volta, come nuovo , taglia 34 (foto disp. via mail), euro 100. Tel. 339 4714039 ore pasti Giubbotto vera renna usato pochissimo buonissime condizioni, senza macchie, unisex, foto anche via mail euro 40, tel. 339 4714039 ore pasti Abito sposa, elegante e raffinato, fatto a mano, da Atelier “La Sposa”, quindi anche modificabile, a disposiz. per altre info (foto disponib. anche via mail), tel. 339.4714039 ore pasti PAUL & SHARK YACHTING, originali, calzoni blu, stretch, con 2 tasche retro, davanti e laterali, come nuovi, con propria custodia,(foto disponibile anche via mail) tel. 339-4714039 Giubbotti uomo, imbottiti e non, come nuovi, foto disp.anche via mail, tel. 339-4714039 euro 15-20 Giubbotto taglia S con tasche davanti ed una sul braccio sinistro, con collo e polsi in maglia, euro 10 tel 339-4714039

Giaccone-giubbotto nero, con imbottitura staccabile, esterno impermeabile, tasche, cintura, chiusura sia bottoni che cerniera, come nuovo euro 15 tel. 339 4714039

AMICIZIA E INCONTRI

68 anni cerca compagna per prossima convivenza, max stessa età, zona Pc, Cr, Lodi, Pv. Tel. 347.5945585

AFFITTO E VENDITA

Marina di Carrara, app.to 4 posti letto, 1 camera matrim., divano letto matr. , lavatrice, tv, balcone, posto auto riservato. Offro. Tel. 0523.457074 Casa terra-cielo recente ristrutturazione 300mt P.Borgo tre locali cucina doppi servizi ampia cantina box doppio vendesi. Tel. 335.7226360 Pontenure centro vendo in palazzina libera su quattro lati appartamento al 1° e ultimo piano mq. 100 + mansarda stessa metratura, garage, cantina. Prezzo affare. Tel. 338.2247506

Pontenure zona comune vendo in palazzina singola appartamento mq. 100 + cantina, garage. Tel. 338.2247506 Ponte dell'Olio (comune) vendo casa padronale su tre livelli (450mq totali) con giardino 900 mq e appezzamento antistante di circa 65 pertiche tra boschivo e seminativo. Prezzo interessante. Tel. 366.1154344 ore serali Affitto app.to vic. Stazione Pc, 85 mq, 2 camere, soggiorno, cucinotto, bagno, cantina, a referenziati. Tel. 320.0779718

LAVORO

Tesi - curriculum vitae. Professionista docente abilitata, offresi come tutor per consulenza, assistenza e stesura tesi e/o relazioni, ricerche bibliografiche, indici, CV. Max serietà e rapidità. Prezzi modici. Tel. 320.0535067 Matematica (Medie & Superiori) - economia aziendale - informatica (WordExcel- Power Point- Internet - Posta Elettronica). Professionista docente a-

Avviso ai lettori Ricordiamo che per il servizio di pubblicazione degli annunci la redazione non riceve alcun compenso sulle transazioni commerciali, non effettua vendite dirette, non è responsabile per la qualità, la provenienza o la veridicità delle inserzioni né dell'esito della transazione oggetto dell'inserzione stessa. Le richieste di inserzioni sono espressamente subordinate al consenso dell'Editore alla pubblicazione ed alla disponibilità di spazi La Direzione pertanto si riserva il diritto di modificare rispettando il messaggio, rifiutare o sospendere una inserzione a proprio insindacabile giudizio, nonché di effettuare dei controlli sull'inserzionista. L'editore non risponde per eventuali ritardi rispetto alla data indicata dall'inserzionista, o perdite causate dalla non pubblicazione dell'inserzione per qualunque motivo e non è responsabile per eventuali errori di stampa. Gli inserzionisti sono responsabili di quanto indicato nella richiesta di inserzione e sono obbligati a risarcire all'editore ogni pregiudizio, di qualsiasi tipo, eventualmente da esso sopportata in relazione all’inserzione commissionata ed al suo contenuto.

COME TRASMETTERE L’ANNUNCIO GRATUITO Compila in stampatello la cedola pubblicata a fianco e spediscila a: CORRIERE PADANO VIA XXIV MAGGIO, 4 29122 PIACENZA Oppure trasmettila via fax al numero: 0523 754369 Inoltre è possibile inviare una e-mail all’indirizzo: annunci@corrierepadano.it

bilitata, con pluriennale esperienza, offresi come tutor per aiuto studio/compiti o recupero debiti in gruppo (max. 3 persone) o individuale. Max serietà. Prezzi modici. Tel. 320.0535067 Impresa edile esegue ristrutturazioni appartamenti rifacimento bagni e cucine, tinteggio esterni a prezzi fissi chiavi in mano a Piacenza e in tutta Emilia. Tel. 329.16.23.033 Azienda internazionale operante settore benessere cerca persone dinamiche ambiziose con spirito imprenditoriale, nell'ambito del network marketing da inserire nel proprio organico. Possibilità di carriera. Tel. 347.4402727 astenersi perditempo Signora italiana pratica offresi per pulizia scale, uffici, appartamenti, stiro, o come operaia. Tel. 338.5434515

AUTO E MOTO

Vendo scritte per cofano posteriore Volvo Gle, prezzo modico. Tel. ore pasti 340. 9327134 Marco


Corpad 21 03 2014