Issuu on Google+

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1983

Poste Italiane spa - Spedizione in a.p. - D.L. 353/2003 (conv.in l.27/02/2004 n.46) art. 1, comma 1 - DCB Pc

GIOVEDÌ 20 GIUGNO 2013 - ANNO 31 N. 15 - EURO 0,20

Foti tuona: “Cambiare musica o addio ai voti moderati”

Pubblicità inferiore al 45% - Contiene IP www.corrierepadano.it

WEEKEND

Il leader FdI lancia frecciate al PdL alleato con ‘la sinistra delle tasse’

POLLASTRI A PAGINA 4

In primo piano - Sulla bacheca Facebook di Corriere Padano vivace scontro tra favorevoli e contrari

Bastoni tra le ruote alle bici contromano

Castelsangiovanni, fiera “pirotecnica” DA PAGINA 12

Il sindaco Dosi pensa di cancellare l’ordinanza del predecessore Reggi che, in certe zone della città, consente alle due ruote di muoversi nel senso opposto a quello delle auto “E’ una guerra al mezzo meno inquinante” e “Le regole comuni devono valere per tutti” sono solo alcuni dei commenti postati sulla bacheca del profilo Facebook di Corriere Padano dopo che si è diffusa la notizia che il sindaco Dosi sta pensando di fare dietrofront sul permesso alle bici di andare contromano: il dibattito pedala

Sinergia pubblico-privato per i mesi caldi

Verdi protagonista nella Bassa

DOSSENA A PAGINA 3

Giovani e impresa

A PAGINA 7

Dal Comune un’onda d’urto fatta di progetti GAZZOLA A PAGINA 3

Fiorenzuola

Per accelerare si punta sullo sport

Over 60, è già iniziata un’estate piena di iniziative per stare insieme SUZZANI A PAGINA 5

IANNOTTA A PAGINA 5

Calcio - Piacenza

Abbondanza in attacco: palla a Viali

DOPERNI A PAGINA 15


Corriere Padano

20 giugno 2013

2

VILLAGGIO GLOBALE

Sicurezza - Il ministero dell’Interno annuncia un pacchetto di nuove misure

Reati denunciati, in Emilia Piacenza fanalino di coda Nella nostra città 4.066 denunce ogni 100mila abitanti (-1,9% rispetto al 2011): siamo 43esimi in Italia. Rimini seconda assoluta, a Bologna borseggi al top Rimini seconda provincia in Italia per reati denunciati in rapporto alla popolazione (ogni 100 mila abitanti), classifica che piazza al terzo posto Bologna e all'ottavo Ravenna. Quest'ultima rappresenta anche la quinta provincia più colpita a livello nazionale per i furti in abitazione (+30%), mentre i borseggiatori più abili in regione operano ancora a Bologna (seconda) e a Rimini (quarta), che si posiziona quinta per gli scippi e nona per le rapine. Nessun territorio regionale, comunque, appare nelle graduatorie delle province più "tranquille" dal punto di vista dei reati. È questo il quadro sulla sicurezza che emerge dal nuovo report pubblicato dal "Sole 24 Ore" che - annunciando un nuovo pacchetto di misure del ministero dell'Interno, mirato ad abbassare la percezione di insicurezza nei centri urbani aggiorna la mappa del crimine in Italia. I dati che spiccano (forniti sul 2012 dal ministero) sono quelli che assegnano a Rimini il secondo posto nazionale: se nel

Paese i delitti denunciati alle forze dell'ordine registrano tra 2011 e 2012 un aumento complessivo dell'1,3% (2,8 milioni contro 2,76), nella capitale della riviera la variazione nel periodo considerato è del 6,45%: ogni 100 mila abitanti si contano 7.562 delitti, 24.541 in totale. Peggio di Rimini in questo senso fa solo Milano, prima con 257.988 delitti (8.438 ogni 100 mila abitanti) che però calano tra 2011 e 2012 del 2,3%. Nella 'top ten' c'è anche la provincia di Ravenna, che conta 5.994 delitti

ogni 100 mila abitanti e 23.105 in totale (-2,34%). Per l'Emilia Romagna seguono al 14esimo posto Parma (5.516 delitti ogni 100 mila abitanti, +4,06 il totale), al 19esimo Modena (5.089, -7,94%), al 24esimo Reggio Emilia (4.708, +7,98%), al 25esimo Ferrara (4.691, +4,14%), al 28esimo Forlì-Cesena (4.609, -3,66%), al 43esimo - fanalino di coda, ma stavolta in positivo - Piacenza (4.066, -1,9%). Venendo a quelle che "Il Sole" chiama le "specializzazioni" sul territorio, Bologna fi-

gura al sesto posto su 10 tra le province più colpite per truffe e frodi informatiche: se in Italia la variazione media tra 2011 e 2012 è del 7,7%, il Bolognese ne registra 250 ogni 100 mila abitanti (+1,3%). Rimini ritorna come nona classificata su 10 per le rapine: a livello nazionale crescono del 4,7%, in riviera risultano 201 ogni 100 mila abitanti (1,3%). Rimini e provincia è poi quinta per gli scippi (70 ogni 100 mila abitanti) che tra 2011 e 2012 diminuiscono però dell'8% contro un trend nazionale del 13,1%. La classifica dei furti in abitazione rimanda invece a Ravenna, dove i topi d'appartamento (+15,5% i 'colpi' a livello nazionale) hanno commesso 624 furti ogni 100 mila abitanti (+30%). Bologna e Rimini, infine, rientrano tra le prime 10 province interessate dai "furti con destrezza", quelli dei borseggiatori (+11% in Italia): il capoluogo regionale ne conta 773 ogni 100 mila abitanti (+18%), il Riminese 716 (+14%). (Agenzia Dire, www.dire.it)

Maturità e trucchi, il ‘bigino’ è tecnologico Uk, voti più alti andando a lezione più tardi “L’esame di maturità si avvicina e se vuoi risparmiare tempo per fare i bigliettini da portarti dietro il giorno dell'esame..... acquista gli strip!!!”. È solo la descrizione di uno degli aiutini, dei trucchi in vendita sul web, su un noto portale di aste on line, riservati agli studenti alle prese con l’esame più importante. Gli 'strip', ad esempio, sono blocchetti con fogli lunghi 16 cm e larghi 7 cm su “un argomento che hai studiato durante l'anno”. Lo 'strip' “è il metodo migliore per ripassare, consultare e soprattutto risparmiare tempo”. Venduti singolarmente, ce ne sono a disposizione 10 al costo di 5,90 euro.

Altra 'chicca', ma a costi più elevati, 239,90 euro, un “sistema di comunicazione segreta Qlp5 new version” o più semplicemente un micro auricolare professionale più una collana bluetooth, utilizzabile ovviamente con un cellulare tenuto almeno in tasca. Le caratteristiche si presentano come ideali per sostenere un esame importante come quello di Stato: tra le altre cose 'Tecnologia di riduzione dei rumori di fondo', 'Collana induttiva color carne per una totale invisibilità', una gestione della risposta e inoltro chiamate “tramite la pressione di un unico pulsante” ed un microfono “ad alta sensibilità” integrato

La piacentina Baderna Miss Mondo Italia 2013 (dosse) Sarah Baderna, 21enne di Castell’Arquato, è stata eletta Miss Mondo Italia 2013. La statuaria piacentina succede alla siciliana Jessica Bellinghieri(Miss Mondo Italia 2012): ha sbaragliato le altre 49 finaliste (che si sono confrontate sul grande palco dell’area Portuale Bleu Salento) e rappresenterà l’Italia alla finale internazionale di Miss World, in programma il prossimo 28 settembre a Jakarta in Indonesia. Alta 180 centimetri, capelli biondi e occhi verdi, Sarah è frequenta con buon profitto il corso di Laura in ‘Economia ed amministrazione delle imprese’ presso la ‘Bicocca’ di Milano. Fisicoche non può passare inosservato, la Baderna parla tre lingue (inglese, francese e spagnolo) ed ha alle spalle una grande esperienza nel campo della moda in quanto fa da tempo l’indossatrice per diversi noti stilisti. Nel tempo libero adora andare in Ktm, la sua moto da cross, e disegna anche abiti che poi indossa lei stessa. I suoi sport preferiti sono il karate (è cintura nera I dan) e lo snowboard, disciplina che pratica soprattutto d’inverno a Ponte di Legno. Ama la musica ed adora soprattutto il sound elettronico, tanto cje il suo compositore preferito è un dj tra i più affermati al mondo:Paul Kalkbrenner. Le curiosità riguardano il fatto che Sarah è tifosissima del Prato Rugby, società nella quale gioca il suo fidanzato Diego Del Nevo, ma va anche pazza del suo affezionato Thor, un dogo argentino di nove mesi che l’ha seguita fin nel Salento nell’avventura di Miss Mondo Italia 2013.

Confederations Cup, gli azzurri ci provano “nella collana induttiva” e in grado “di captare la propria voce anche parlando con bassissimo tono”. In mezzo a tutto que-

sto ovviamente non si contano le offerte di testi d'aiuto (Bignami e simili) per gli esaminandi di ripetizioni varie. Una soluzione per rendere di più a scuola - a parte prepararsi a dovere - potrebbe essere quella di... cambiare orario delle lezioni. Un esperimento dell'Hugh Christie Technology College di Tonbridge, nella contea del Kent in Inghilterra, starebbe infatti dimostrando che per gli alunni adolescenti che entrano in classe alle 11 anziché alle 8 e il rendimento scolastico aumenta. Dal 2007 i risultati lasciano intendere che l'ingresso ritardato in aula dia una marcia in più sui libri: lo testimoniano i dati degli esami finali, i cui risultati hanno registrato un miglioramento del 25% dopo l'introduzione del 'late start'. La causa sarebbe da addebitare alle diverse esigenze biologiche dei ragazzi rispetto agli adulti. Secondo gli scienziati, infatti, il ritmo circadiano di un adolescente prevede che, per essere riposati, debbano dormire almeno nove ore. Proprio il sonno, e la sua qualità, sarebbe il segreto per ottimizzare anche il rendimento scolastico. (Agenzia Dire, www.dire.it)

La concorrenza - a partire dal Brasile padrone di casa di Neymar, Hulk e Dani Alves e dalla Spagna campione di tutto di Xavi, Iniesta e Pique - è temibile, ma gli azzurri ci provano: la voglia di sorprendere nella Confederations Cup in corso di svolgimento in Brasile è tanta, anche per un motivo in più. Con Uruguay e Spagna, infatti, l’Italia è infatti una delle tre sole partecipanti (su otto) che ha l’opportunità di diventare la terza nazione (dopo Argentina e Francia) ad aver vinto tutti e quattro i principali tornei di FIFA, ossia il proprio titolo continentale, la Coppa del Mondo, il torneo di calcio olimpico e - appunto - la Confederations Cup. Buffon, Pirlo (nella foto) e Balotelli sono i giocatori dai quali mister Prandelli può aspettarsi esperienza ed esuberanza necessari per un ultimo sforzo vincente dopo un’annata tiratissima, ma per gli azzurri non sarà facile. Dopo il confronto del 20 giugno con il Giappone, il big match del 22 con il Brasile è un test di fuoco. Certo la Confederations Cup è solo un “antipasto”, rispetto all’ attesissimo Mondiale 2014, ma far bene già nel torneo in corso darebbe fiducia all’Italia e incuterebbe un pizzico di timore in più negli avversari più attrezzati. Le semifinali incrociate della Confederations Cup sono in programma il 26 (prima del gruppo dell’Italia contro seconda del gruppo di Spagna e Uruguay) e 27 giugno (sfida a piazzamenti e gruppi invertiti), mentre il 30 giugno alle 18 sarà tempo di finale per il terzo posto e a mezzanotte, quando da noi sarà già il primo luglio, inizierà la finalissima. Andrea Dossena


20 giugno 2013

Corriere Padano

3

IN PRIMO PIANO

Il dibattito - Sulla bacheca del profilo Facebook di Corriere Padano vivace ‘botta e risposta’ tra favorevoli e contrari

Bici contromano, bastoni tra le ruote Il sindaco Dosi verso la cancellazione dell’ordinanza “tollerante” di Reggi: è polemica ANDREA DOSSENA Bastoni tra le ruote alle bici in contromano anche a Piacenza, dove circolare in questo modo è consentito dal 2006 nella Ztl e nelle aree 30 del centro storico. Il sindaco Paolo Dosi sta valutando se cancellare l'ordinanza del predecessore Roberto Reggi dopo un parere del ministero che non è sfavorevole a questa possibilità, purchè però sussistano precise condizioni: le due ruote che procedono in senso contrario non devono avere ostacoli (ad es. la presenza di vetture in sosta) e la carreggiata deve essere di una larghezza minima che a Piacenza, considerando gli spazi per le auto in sosta, nelle zone ad oggi interessate dall’ordinanza è quasi inesistente. Tutti i cartelli, inoltre, andrebbero rifatti per segnalare il senso unico per le auto e il doppio senso per le biciclette. Al di là delle sottigliezze interpretative (Fiab-Amolabici ricorda che “contromano” significa transitare sulla sinistra della carreggiata, e in effetti le biciclette si muovono per lo più in “controsenso”, ossia in direzione opposta a quella di marcia ma restando sulla “loro” destra), i rischi ai quali il Comune con-

tinuerebbe ad esporsi in caso di contenzioso legale per un incidente - il codice della strada, per gli assicuratori, resta sovrano - potrebbero risultare decisivi per la decisione finale di Palazzo Mercanti. Stimolati dal profilo Facebook di Corriere Padano, i piacentini – già prima che un flash-mob di appassionati della due ruote animasse, sabato 16, la zona del dolmen per chiedere il mantenimento dello status quo – si sono divisi. Marina difende la bici: “Invece di rendere la vita difficile alle auto combattiamo una guerra idiota al veicolo meno inquinante del mondo”, ma Giancarla ribatte: “Non è che si usa l’auto per divertirsi ma per recarsi al lavoro, e trovarsi con una bici sul paraurti quando sei fermo agli incroci perchè ti arrivano contromano a tutta velocità non è simpatico”. Ennio, “da ciclista”, rincara la dose: “Permettere di andare contromano in bicicletta è una pericolosa pagliacciata. Pensiamo invece di trovare il modo per ridurre sempre più il passaggio di Suv nel centro storico. Convinti veramente che tutti quelli che vi transitano siano di residenti?”. Altro ciclista severo è Rodolfo: “Bisognerebbe multare chi non rispetta il codice della

strada, cominciando con chi non usa le piste ciclabili e con chi non accende le luci. Per non parlare di chi percorre in

sella via XX settembre, anche a velocità sostenuta”, ma Marina ribatte: “Piste ciclabili? Quante? E quali percor-

ribili senza fare zig zag per le auto parcheggiate? Provate a percorrere Stradone Farnese e Barriera Torino in bici e a uscirne indenni. Perché non si controlla la velocità delle auto sullo stradone Farnese? Chi va a 30 all'ora?”. Più attenzione esige Giovanni: “Farei tornare obbligatori anche i fanali: troppe bici di notte senza una luce!”. Per Anita “i ciclisti ne fanno da vendere: sbucano dai sensi unici a tutta velocità, transitano sulle strisce senza guardare chi arriva, portano i cani al guinzaglio sulle strade più trafficate, telefonano, mandano sms e quando piove hanno pure l’ombrello: con cosa lo tengono il manubrio?”. Ironica Francesca: “Aspetto con ansia il senso unico per i pedoni”, mentre Marco propone “un’assicurazione obbligatoria per tutti i ciclisti”e - forse senza considerare che non tutti hanno il medesimo lusso del tempo a disposizione Antonella addirittura pensa che “A Piacenza dovrebbe essere proibito circolare in auto entro le mura: a piedi da Barriera Genova a Barriera Milano sono 30 minuti”. Francesca spiega di essere andata in bicicletta in questi anni “anche in contromano, senza alcun problema: basta un po' di attenzione”, ma Ma-

rio ribatte che “Sostenere che una norma è giusta solo perché in questi anni si è avuta la fortuna di non fare incidenti e che, in fondo, basti solo un po’ di buon senso per evitare conseguenze, è un’argomentazione veramente incomprensibile: uno si sposti come meglio desidera (macchina auto, moto a piedi) ma nel rispetto delle regole comuni”. Concorda Marcello: “Io non capisco per quale motivo se sei in bici non devi rispettare il codice della strada”, mentre tranchant con tanto di chiusa in vernacolo - è Mirco: “Ecco il vero problema della città, finalmente risolto: paiàs!”. Maggioranza sotto accusa per motivi opposti: per Loris l’ordinanza di Reggi era “una pirlata della sinistra”, ma per Giuseppe “In una città dove le ciclabili sono aree di sosta per automobili , il decidere la revisione di detta ordinanza mi pare demagogia di sinistra pura”. Più pragmatico Luca (“Quale vigile fa le multe per una bicicletta contromano?”), mentre l’ex sindaco di Castell'Arquato Alberto Fermi chiude con una previsione: “Si farà come si è sempre fatto: si andrà contromano e, quando un vigile farà notare che non si può, si scenderà, si faranno a piedi venti metri e poi via, come niente fosse”.

promosso da Spinner Emilia Romagna riguardano invece la realizzazione di un’applicazione per la mobilità in ambienti chiusi con una simulazione GPS; la creazione di mobili che si adattano agli am-

bienti e al clima e di software di sostegno a persone con difficoltà di linguaggio.

Giovani e impresa, dal Comune un’onda d’urto fatta di progetti FRANCESCA GAZZOLA La ‘cittadella dei giovani’ muove i primi passi: sono un’ottantina i progetti presentati dai piacentini ‘under 35’ che hanno partecipato ai bandi di imprenditoria giovanile (promossi da Regione e Comuni) giunti a termine nei giorni scorsi: ‘Giovani e idee di impresa’ (con 31 proposte) e ‘Spinner -Start Cup’ (20 progetti) a cui si aggiungono i 27 progetti piacentini del Gaer (Giovani artisti Emilia Romagna) su 214 complessivi presentati a maggio. La domanda giovanile c’è ed è anche piuttosto consistente; la risposta del territorio arriverà a fine estate con l’avvio vero e proprio dei progetti attraverso la formula dello ‘start up d’impresa’ e del credito agevolato: ammontano a 20mila euro i fondi destinati al bando ‘Giovani e idee di impresa’; 6 mila euro complessivi per i tre progetti piacentini vincitori di ‘Spinner –Start Cup’ rivolto all’innovazione tecnologica (3mila euro per il 1°, 2mila ero per il 2° e mille euro al 3° classificato) a cui si affiancano i 19mila euro stanziati ai tre giovani artisti piacentini vincitori di ‘Gaer’ (8mila, 6mila e 5mila euro). Ora si tratta di unire le forze per offrire risposte concrete da indirizzare ad una generazione che – a causa della crisi - fatica a mettersi in carreggiata. ‘Stiamo lavorando alla realizzazione di un Piano territoria-

le volto a sostenere l’imprenditoria giovanile attraverso la stretta collaborazione tra parti sociali e associazioni di categoria: l’obiettivo - spiega l’assessore Paola Beltrani (Politiche giovanili) - è fare rete sul territorio per favorire l’occupazione giovanile e dare concretezza ai progetti presentati finora. Procederà di pari passo la realizzazione dei locali della ‘Cittadella del lavoro e della creatività’ (il cui bando verrà presumibilmente pubblicato a fine estate) all’interno della ex Circoscrizione 2, pronta a diventare ‘officina del lavoro’ (corsi, laboratori, incontri formativi) . Da qui l’invito che viene dall’assesso-

qualificazione e l’innovazione del sistema formativo piacentino.

I progetti La recente indagine sulla precarietà realizzata dai Comuni di Piacenza, Modena e Cesena ha evidenziato un clima di sfiducia ma anche di riscatto da parte dei giovani che hanno chiesto alle amministrazioni di essere ascoltati e supportati per diventare protagonisti del proprio futuro. 'Stiamo lavorando per rendere i giovani ‘cittadini consapevoli’ educandoli alla partecipazione e al dialogo con l’amministrazione, senza però of-

L’assessore Paola Beltrani punta sulle start-up per sostenere le iniziative dei giovani piacentini che investono su se stessi re Beltrani ad una maggiore collaborazione tra scuola e mondo del lavoro e a cogliere le opportunità che si presentano: ‘La Regione Emilia Romagna inoltre è in fase di ridefinizione della programmazione FSE (Fondi sociali europei) per il periodo 2014-2020 su importanti obiettivi tematici: istruzione e formazione, lavoro e inclusione sociale’ ricorda ancora l’assessore, sottolineandone l’importanza per la

frire loro false speranze: il periodo non è facile e non bastano impegno e tenacia. Con la formula dello ‘start up d’impresa’ - aggiunge Beltrani – intendiamo accompagnarli nella realizzazione di concrete opportunità di lavoro. Il prossimo 8 luglio l’amministrazione incontrerà i protagonisti del progetto ‘Giovani e idee d’impresa’ per avviare un confronto sui progetti e giungere insieme alla stesura di un busi-

ness plan entro settembre. L’avvio delle nuove imprese giovanili è previsto per i primi mesi del 2014 e dovrebbe coincidere con il varo della ‘Cittadella del lavoro'. I progetti spaziano dalla promozione del turismo sostenibile (vendita prodotti a km zero, biologico, risparmio energetico) al marketing urbano; da laboratori teatrali e musicali ad atelier artigiani; dalle nuove tecnologie a Web 2.0. I tre progetti vincitori del bando ‘Start Cup’

Nella foto, l’assessore alle Politiche giovanili Paola Beltrani


Corriere Padano

20 giugno 2013

4

ATTUALITÀ POLITICA

L’analisi - Il leader piacentino di Fratelli d’Italia torna a sferzare il centrodestra

Foti: “Addio voti moderati se non si cambia musica” “Difficile vincere nei Comuni quando a livello nazionale il PdL è al governo con la ‘sinistra delle tasse’ contro cui si è sempre schierato” MARCELLO POLLASTRI Anche se non siede in Parlamento da pochi mesi, dopo esservi stato ininterrottamente per diciassette anni, Tommaso Foti non ha certo perso la passione. A distanza di pochi mesi dall’abbandono del Popolo della Libertà per fondare Fratelli d’Italia, l’esponente piacentino storico del centro-destra non appare per nulla pentito della sua scelta, soprattutto dopo i risultati delle elezioni amministrative dei giorni scorsi che per i candidati del PdL sono stati un’ecatombe. “Con buona pace di chi si preoccupava di andare in giro a dire che quella di Fratelli d’Italia era una lista civetta, i fatti dimostrano che occorreva ed occorre allargare il perimetro politico della coalizione di centro-destra se si vuole competere con il fronte opposto. Diversamente si rischia di brutto”, sostiene Foti, che non si sottrae certo alle nostre domande. Alle elezioni amministrative della scorsa settimana è uscito stravincente il centro-sinistra. Come mai? In politica non esistono rendite di posizione. Chi spera di galleggiare sulle disavventure altrui non comprende la rivoluzione politica che è in atto. Il Partito Democratico nonostante lo stato comatoso in cui versa stravince le elezioni amministrative, anche in regioni tradizionalmente favorevoli al centrodestra, come la Sicilia. Grillo, in meno di due mesi, passa dalle stelle alle stalle; il Popolo delle Libertà delle rimonte impossibili sembra evaporare. Tutto ciò qualcosa

vorrà pure dire? E’ evidente che l’elettorato italiano mostra una certa inquietudine… Non vi è dubbio che l’eletto-

E’ evidente a tutti il progressivo assottigliarsi di quello “zoccolo duro” che ha sempre rappresentato per ogni schie ramento il proprio

di un voto il risultato conseguito 5 anni fa, quando fu battuto con oltre mille voti di scarto da Marcotti. Perché il centrodestra sen-

medio e, in particolare, popolo delle partite Iva) è amareggiato e sfiduciato e, quindi, diserta le urne. E nessuno s’illuda che sia facile, nei

“Renzi può fare il pieno di voti anche “Berlusconi non è più un ragazzino, tra gli elettori di centrodestra: occorre FdI è nato per garantire ai moderati muoversi per tempo, e ce n’è poco” una rappresentanza politica” rato, oramai del tutto disorientato da un’interpretazione della politica che prescinde dalla coerenza dei comportamenti e dei valori, oscilla velocemente da un fronte all’altro alla ricerca di un Partito o di un leader che lo rappresenti, con improvvisi innamoramenti e altrettanto repentini abbandoni. Insomma, vi è una notevole mobilità elettorale: quali gli effetti?

tesoretto, quando non la cassaforte elettorale. Siamo al paradosso che non vince più il migliore o chi gode di un consenso maggioritario nel corpo elettorale, ma chi perde meno elettori. Qualche esempio? A Roma Marino vince prendendo 12.000 voti in meno di quando Rutelli fu battuto da Alemanno. E nel nostro piccolo, a Castelvetro, Quintavalla vince senza aumentare

za Berlusconi annaspa? Per le ragioni per le quali con alcuni amici abbiamo dato vita a Fratelli d’Italia. Il Popolo della Libertà non ha voluto percorrere fino in fondo la strada per diventare, pur avendone tutte le possibilità e i requisiti, anche un partito di territorio, puntando invece tutto sul voto d’opinione moderato. In un’Italia in pesante crisi economica detto blocco sociale (ceto

prossimi mesi, riportare questi elettori mancati a votare. Perché gli elettori di centrodestra hanno disertato le urne? Non ho la presunzione di potere formulare la diagnosi esatta per il malato. Tuttavia due cose paiono evidenti. In primo luogo che diventa difficile, se non impossibile, chiedere agli elettori d’impedire che il proprio comune

cada nelle mani della sinistra, quando a livello nazionale il PdL è al governo con la sinistra, con quella “sinistra delle tasse” contro la quale si è sempre schierato. In secondo luogo, è evidente che se gli amministratori di centrodestra non fanno nulla per differenziarsi da quelli di sinistra, tassando come quest’ultimi i cittadini e sprecando allo stesso modo in attività ludiche le risorse economiche a disposizione, non si vede perché chi è di centrodestra dovrebbe tornare a votarli. Quindi… Occorre cambiare musica, e presto. Quando si tornerà al voto per le elezioni politiche, in campo per il centrosinistra ci sarà Renzi che rischia di fare il pieno di voti anche tra gli elettori di centrodestra. Occorre muoversi, per tempo, e di tempo non ce n’è molto. E Fratelli d’Italia? Continueremo a batterci per fare sì che il centrodestra non sia una parentesi nella storia politica d’Italia e per concorrere a costruire un’alternativa reale al centrosinistra, non incentrata sui personalismi ma sui contenuti della battaglia politica. I moderati italiani rischiano di rimanere senza rappresentanza politica quando Berlusconi, che non è più un ragazzino, deciderà o sarà indotto a ritirarsi dalla politica. Fratelli d’Italia è nato e si radica per impedire che ciò possa accadere. Nella foto sopra Tommaso Foti, ex deputato Pdl e ora in FdI. A lato, da sinistra, Matteo Renzi e Silvio Berlusconi

Piacenza dice addio a Ferdinando Arisi Piacenza dice addio a Ferdinando Arisi (nella foto): lo stimato professore, storico e critico d’arte si è spento martedì scorso all’età di 92 anni nella clinica cittadina dove era ricoverato da qualche tempo. Docente all’università Cattolica di Brescia e all’istituto d’arte Gazzola di Piacenza, è stato a lungo direttore della galleria d’arte Ricci Oddi: lascia la moglie e due figlie. “La sua instancabile attività di ricercatore, studioso, scrittore e divulgatore - scriveva il presidente della Provincia Massimo Trespidi in una lettera inviata ad Arisi per il 90esimo compleanno dello studioso - è un bene prezioso per la nostra terra e la sua gente che, grazie al suo lavoro, è divenuta più cosciente del proprio passato”. Arisi era apprezzato per i decenni spesi a insegnare, scrivere opere e produrre ricerche “hanno dischiuso agli occhi dei piacentini - scriveva sempre Trespidi - l’immenso patrimonio della memoria locale e non solo”. Prodigiosa memoria critica e selettiva, attitudine affabulatoria, ironia, franchezza d’animo e dotta semplicità della scrittura, Arisi - che abitava in via Beverora, di fronte alla chiesa di San Giovanni in Canale - era stato decisivo anche negli ultimi anni per la realizzazione di diverse mostre (da Gaspare Landi al Panini) di assoluto rilievo che avevano attirato a Palazzo Galli numerosi visitatori, per i quali si spendeva anche come impareggiabile cicerone. (doss.and)

Energia: patto dei sindaci, il confronto si allarga (d.and) Nuova fase per i Comuni piacentini interessati all’adesione a Patto dei sindaci e redazione del Piano di azione per l'energia sostenibile: obiettivo, ridurre entro il 2020 del 20% le emissioni di Co2, aumentare del 20% l'efficienza energetica e incrementare del 20% l'uso di rinnovabili. Gli enti coinvolti stanno aderendo al Patto dei sindaci, attraverso una delibera di Consiglio comunale, per poi realizzare il Paes. Il 23 luglio la Provincia promuoverà un incontro operativo - preceduto da una riunione intermedia aperta anche ai tecnici dei Comuni - aperto alle categorie economiche, alle istituzioni e ai soggetti portatori di interesse al fine di costruire un progetto condiviso su sviluppo economico e tutela ambientale. Ad avere iniziato il percorso sono state fino ad oggi: l'Unione dei Comuni della bassa Valtrebbia e Valluretta, l'Unione Valnure-Valchero, la Comunità montana dell'Appennino piacentino e la Comunitá montana del Nure e dell'Arda, più Piacenza, Caorso, Monticelli, Castelvetro e Ottone che hanno aderito singolarmente all'iniziativa.


20 giugno 2013

Corriere Padano

5

ATTUALITÀ Anziani - Comune, associazioni e istituti di assistenza, sinergia collaudata

Over 60, sarà un’estate piena di iniziative Musica, cinema, teatro e poesia, e in più non mancheranno le occasioni per fare anche “quattro salti” sulla pista da ballo naliero al Polisportivo è di 4,20 euro (abbonamento 12 ingressi 42 euro). Lo sport non fa per voi? Preferite una giornata rilassante da dedicare completamente a voi stessi? Perché non andare alle terme? Ogni pomeriggio da via Veneto, Cheope, viale

ROBERTA SUZZANI E’ arrivata l’estate. Qualcuno dice “finalmente” qualcun altro “purtroppo”, sta di fatto che lei è esplosa prepotentemente prendendo alla sprovvista i più, ma non Palazzo Mercanti. L’Amministrazione comunale ha giocato d’anticipo e mentre ancora c’era chi armeggiava con ombrelli e impermeabili, gli uffici lavoravano per creare una rete di collaborazioni tra associazioni di settore e istituti di assistenza e stilare un calendario di iniziative per tutti i gusti completamente dedicato agli over 60. Appuntamenti musicali, teatro, poesia e non mancheranno le occasioni anche per fare “quattro salti”sulla pista da ballo. I cinefili avranno un’estate da grande schermo. La Multisala Iris ha pensato a un presso di ingresso speciale riservato a nonni (con più di 65 anni) e nipoti (minori d 12 anni). Ingresso a 5 euro tutti i giorni, fine settimana compreso. Un

musicisti più noti di casa nostra che si ritorceranno sul Pubblico Passeggio di fronte all’Istituto di cura. Ascoltare non vi basta e volete scatenarvi? Martedì 25 giugno si balla al Circolo Nontiscordardimè di via Corneliana, 82. Il pomeriggio danzan-

E…state in città, ma non solo: gite fuori porta anche a Lugano, Sirmione, Ortisei, Milano, Venezia e Padova

bel film al fresco per combattere in un colpo solo noia e afa. Contro il caldo c’è anche “Un tuffo… in città”. Fino a settembre, grazie alla collaborazione con Activa e Futura, le

piscine comunali apriranno le vasche agli over 65 a un prezzo agevolato: Farnesiana e Raffalda propongono un ingresso giornaliero a 3,70 euro (abbonamento 12 ingressi 31 euro), mentre l’ingresso gior-

Patrioti, via Colombo, san Lazzaro e Montale partono i “Pullman della salute” diretti alle terme di Tabiano e Salsomaggiore. Il servizio è gestito da Auser (0523/320761 aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12). Musica, musica, musica. Quella del 2013 sarà un’estate completamente dedicata alla note. L’Istituto Madonna della Bomba – Scalabrini per giovedì 27 giugno ha organizzato “Musica d’estate sul Facsal” un pomeriggio (si parte alle 15,30) in compagnia di

te partirà alle 15 per chiudersi fino a quando i ballerini rimarranno in pista. Domenica 23 giugno (alle 21), l’associazione Auser, propone un appuntamento che ormai è una tradizione: Poesie e serenate sotto alle stelle. Teatro della manifestazione, che raccoglierà cantanti e poeti dialettali, sarà la Muntà i ratt uno dei luoghi più suggestivi di Piacenza. “Eventi” a parte l’estare è fatta di quotidianità. Il numero di anziani che vivono soli è in costante crescita ed essere

single significa anche mangiare senza compagnia. Al self service Due Cavalli (in via San Francesco, 15, 0523.322344), grazie alla collaborazione di Copra, dal lunedì al venerdì dalle 11,30 alle 14,30 sarà possibile gustare un pranzo completo (escluse le bevande) a 6,15 euro. Due chiacchiere davanti a un buon pasto scaccia ogni malinconia e solitudine. E…state in città, ma non solo. Piacenza vi piace, ma vorreste fare una gita fuori porta? In calendario (dopo la visita del 15 giugno a Ravenna, a visitare l’Abbazia di Pomposa) ci sono - informazioni all'Agenzia Viaggi dello Zodiaco in via Manfredi, 12, 0523 – 713477 - anche le visite al Castello di Sirmione e alle grotte di Catullo, a Larici, a Ortisei, a Venezia, Milano, Padova e Lugano. L’estate sarà appena iniziata, ma è già piena di divertimento. Nella foto sopra, un’iniziativa Auser. A lato, Sirmione

Fiorenzuola accelera puntando sullo sport Si guarda al Fondo per lo sviluppo e la diffusione della pratica sportiva per sei progetti tra i quali ciclodromo, campo da calcetto e pista di atletica MANUELA IANNOTTA Il primo stralcio di un nuovo ciclodromo, un nuovo campo di calcetto e il rifacimento della pista di atletica leggera. Sono tre dei sei progetti per impianti sportivi di base con i quali il Comune di Fiorenzuola ha partecipato al bando pubblicato dalla Presidenza del Consiglio dei ministri, per attingere ai finanziamenti del Fondo per lo sviluppo e la capillare diffusione della pratica sportiva. Una pratica sportiva già, peraltro, fortemente radicata nel capoluogo valdardese, sia a livello agonistico che amatoriale. A spingere l’Amministrazione comunale a partecipare all’eventuale ripartizione del Fondo è la volontà di “portare lo sport sotto casa con strutture di base, ma anche di mettere le società sportive nelle condizioni di usufruire con tranquillità e sicurezza di strutture adeguate”, secondo quanto affermato dall’assessore ai Lavori pubblici, Augusto Bottioni (nella foto a destra). “Non dovrebbero esserci tempi lunghi nell’esame delle pratiche – ha affermato – Può darsi che entro pochi mesi sia possibile avere risposte”. Il bando è stato pubblicato il 27 aprile scor-

so e l’11 giugno è scaduto il termine per presentare le domande. I sei progetti fiorenzuolani potrebbero essere finanziati in toto, o solo parzialmente, oppure non aggiudicarsi alcun finanziamento. Come ci ha illustrato nel dettaglio Bottioni, quattro interventi (tra i sei presentati) prevedono una ristrutturazione di impianti esistenti. Tra questi, il rifacimento parziale, in materiale sintetico, della pista di atletica leggera, realizzata negli anni settanta all’interno del complesso sportivo a nord della città. Si tratta di “un progetto per ristrutturare un impianto esistente e obsoleto, il cui recupero totale è però impedito dalla situazione economica e finanziaria degli enti locali”, sottolinea l’asses-

sore. Ma il campo sportivo numero 2 della città sull’Arda necessita anche di altri interventi, individuati dall’Amministrazione: la manutenzione della copertura e del pavimento della pista di pattinaggio, il rifacimento degli impianti degli spogliatoi e della tribuna del campo. Il Comune ha poi proposto di installare una nuova pavimentazione sportiva per il campo da basket di piazzale Darwin. “Abbiamo optato per una pavimentazione sintetica e polivalente, facilmente smontabile e rimontabile, all’occorrenza, in altre piazze della città, in occasione di eventi quali ‘La notte Bianca’, ‘Gli affari si fanno in centro’ o di tornei sportivi itineranti”. La pavimentazione scelta ri-

sulterebbe adatta, infatti, alla pratica di vari sport (in modo particolare, pallacanestro, pallavolo, pallamano, tennis, calcio, danza, ginnastica artistica, arti marziali, badminton, lotta). A questi interventi si aggiungono i due progetti nuovi, il ciclodromo e il campo di calcetto, la cui realizzazione risponde a esigenze simili, a fronte del numero crescente di giovani ciclisti e calciatori. Gli amanti delle due ruote “attualmente si allenano su nuove strade di lottizzazione, fino a quando non vengono aperte al traffico. Altre volte sono co-

stretti a praticare il loro sport su vie poco frequentate ma comunque aperte al traffico, con evidenti problematiche e rischi per la sicurezza”. L’area deputata a ospitare l’anello ciclabile, e quindi il nuovo complesso sportivo, è quella recentemente acquisita dal Comune tra via San Giuseppe e via Panini. Mentre per il nuovo campo da calcio a 5 si pensa all’area verde tra via Cappuc-

cini e via Lumière, divenuta, di recente, di proprietà dell’Amministrazione. L’importo dei lavori ammonta a 392.619 euro. I finanziamenti sono in conto capitale e al 100 per cento a carico dello Stato, quindi non graveranno in alcun modo sulle casse comunale, come puntualizza l’assessore, il quale auspica che le richieste vengano accolte.


Corriere Padano

20 giugno 2013

6

CORRIERE MOTORI

Impianto Gpl, soluzione rispettosa dell’ambiente Una scelta con cui si abbattono anche i costi per il carburante, con un risparmio che - a parità di chilometri percorsi - può salire fino al 50-60% L’impianto Gpl può essere una valida soluzione per risparmiare, ma non solo. L’auto diventa anche più rispettosa dell’ambiente, mentre il calo delle prestazioni è appena percepibile in ripresa. Con le ultime evoluzioni che hanno visto la doppia alimentazione applicata anche a motorizzazioni turbocompresse, anche questo “difetto” viene ridimensionato notevolmente. Il Gpl permette di inquinare meno e le auto che hanno un impianto di questo tipo, proprio perché hanno basse emissioni, possono circolare senza limitazioni in caso di blocco del traffico. Questi sono solo alcuni dei vantaggi che è in grado di offire un impianto Gpl.

Auto Gpl, conviene? Le tecnologie e leggi hanno reso oggi più sofisticati e affidabili gli impianti Gpl. Il costo per la realizzazione varia tra i 1000 e i 2000 euro, a seconda del tipo di macchina e impianto che viene scelto. Vi sono anche delle ditte specializzate che rendono disponibili dalla fabbrica l’impianto Gpl. Con un impianto a Gpl si abbattono i costi di

carburante, con un risparmio che può arrivare anche al 50-60% con gli stessi chilometri percorsi. Inoltre l’impianto a Gpl non è soggetto a usura, quindi l’unica spesa è quella dell’installazione iniziale, oltre alla sostituzione del serbatoio dopo 10 anni

dal collaudo. Al prezzo speso per l’acquisto e l’installazione dell’impianto vanno detratti se presenti, gli ecoincentivi per la trasformazione a Gpl delle autovetture o per l’acquisto di vetture nuove di serie a Gpl. Con l’impianto Gpl la ma-

nutenzione del motore è inferiore rispetto al motore a benzina, perché il Gpl brucia senza lasciare i depositi carboniosi nel motore. Questa, che viene definita combustione pulita, allunga la durata delle candele, delle valvole e dei pistoni.

Impianto Gpl. Di cosa si tratta

Auto Gpl, funzionamento

Il Gpl, gas di petrolio liquefatto, è una miscela di idrocarburi costituita in gran parte da propano e butano ed è un prodotto della raffinazione del greggio. Il Gpl si trova allo stato gassoso ma viene sottoposto a una leggera pressione per farlo diventare liquido. Questa miscela è utilizzata sia per il riscaldamento domestico che per l’alimentazione delle autovetture. La grande diffusione per queste ultime è dovuta al fatto che è in grado di conferire alla vettura prestazioni simili alla benzina con una riduzione delle emissioni inquinanti e anche dei costi. Gli impianti Gpl di vecchia generazione facevano registrare una perdita di potenza anche del 10% rispetto alla benzina. I consumi di carburante sono superiori nell’impianto Gpl, in quanto il potenziale calorico è inferiore rispetto alla benzina. Questo aumento dei consumi viene però compensato da costi minori del carburante al distributore.

L’impianto di alimentazione a Gpl si può installare su tutti i motori a ciclo otto, in particolare su motori a carburatore, ad iniezione meccanica ed elettronica e su motori ad iniezione elettronica catalizzati. Dalla bombola, che deve essere collocata per legge posteriormente o centralmente, il gas viene portato al vaporizzatore allo stato liquido, questo è detto anche polmone e provvede alla vaporizzazione. Si tratta di un dispositivo che sfruttando il liquido refrigerante caldo proveniente dal motore, è preposto alla vaporizzazione del gas e al controllo della quantità di gas vaporizzata. In seguito il Gpl vaporizzato viene mandato a degli ugelli posti a monte del collettore di aspirazione del sistema di regolazione dell’acceleratore che provvede alla regolazione della quantità di miscela Gpl-aria in entrata. Assicurare una percentuale Gpl-aria ottimale è compito del polmone, mentre gli ugelli provvedono alla miscelazione e la valvola a farfalla al dosaggio. (fonte: www.allaguida.it)


20 giugno 2013

Corriere Padano

EVENTI

‘Dal Mississippi al Po’ 2013, dal 27 al 30 giugno tanto buon blues per ricaricarsi l’anima 7

ESTATE

Venerdì Piacentini al via: dal 21 giugno, cinque serate di animazione del centro storico Gli appuntamenti della settimana sul nostro sito vivipiacenza.it

Rassegna della birra artigianale, fermento per i Cani della Biscia

“Weekend verdiano” nella Bassa piacentina

COSTANZA ALBERICI Un intero week-end all’insegna di Giuseppe Verdi e della sua musica, quello che prenderà vita nei comuni di Villanova sull’Arda e Besenzone dal 21 al 23 giugno: si comincia con suggestive “Arie verdiane al tramonto sul Po” venerdì alle ore 20, in località Isola Giarola (Villanova sull’Arda), eseguite dall’orchestra di fiati del conservatorio “G. Nicolini” di Piacenza, con la direzione del maestro Luciano Caggiati; sabato 22 è la volta di “A cena con Verdi”: in sei locali (tre pia-

centini e tre bussetani) sarà possibile trovare anche un menu tipico di casa Verdi, come da ricette contenute nel volume "La cucina di Verdi" (a cura di Mingardi C., Grignaffini A. et. al., Mondadori 2003). I locali aderenti sono: Agriturismo Battibue (Fiorenzuola d'Arda), Agriturismo Tenuta Casteldardo (Besenzone), Ristorante Mathis (Fiorenzuola d'Arda), Ristorante Alle Roncole (Busseto), Ristorante Locanda dell'Opera (Busseto), Trattoria Campanini (Busseto). Domenica 23 giugno, appuntamento con la “Tortellata di San Giovanni” alle ore 20, presso L’agriturismo Le Colombaie di Bersano di

Besenzone; a seguire (ore 21.30) il concerto “Verdi in Jazz” che vedrà protagonisti Paolo Tomelleri al clarinetto, Rudy Migliardi al trombone, Davide Corini al pianoforte, Luca Garlaschelli al contrabbasso e Tommy Bradascio alla batteria: il quintetto prenderà “in prestito” le arie più famose di Giuseppe Verdi rivisitandole in un’inedita chiave jazz. La cena e il concerto hanno un costo complessivo di 33 euro a persona; l’ingresso al solo concerto sarà invece di 10 euro. Per informazioni è possibile consultare la pagina Facebook dell’evento “Week end verdiano 21-23 giugno”.

"La nostra birra": venerdì 21 e sabato 22 a Piozzano i birrifici locali Bad, Vallescura, Buttiga e Retorto si uniscono per la rassegna della birra artigianale piacentina con un programma fatto di boccali traboccanti e ghiottonerie culinarie ma anche musica, camminate e laboratori. Venerdì alle 18.30, 33° Marcia dell’amicizia con partenza dal piazzale della chiesa di San Gabriele. Alle 19.30 apertura di spillatrici e cucine; dalle 21.30, concerto dei Cani della Biscia (in foto). Sabato 22, apertura anticipata alle 17 con l'aperitivo tradizionale e multietnico realizzato dal gruppo "Il Mulo"; inizierà anche la spillatura della birra e partiranno le camminate guidate dal FAI Giovani Piacenza ma anche un corso introduttivo di produzione e degustazione di birra offerto dai birrifici e dalla luppoleria Parole di Birra; alle 19, altro laboratorio, dedicato alle danze tradizionali e popolari a cura del gruppo Ballando s'impara, con musica live. Cucine aperte dalle 19.30; alle 21 concerto di pizziche e tarante dal Sud Italia e dal mondo dei Domo Emigrantes e alle 23 chiusura con le musiche balcaniche e dell'Est Europa della Babbutzi Orkestar.


Corriere Padano

8

VIVIPIACENZA

20 giugno 2013

Imperfect Speakers con Alice il 21 al San Matteo

Rivergaro, voglia di fresco con anguria e concerto

Floyd Pub, band sul palco tra birra e griglie fumanti

La Muntà, aperitivo indie con i Flora

Seguendo un coniglio bianco, Alice cade in un onirico mondo sotterraneo fatto di paradossi, assurdità e insensatezze.Da qui muove "Alice in wonderland", il nuovo spettacolo in lingua inglese con sopratitoli in italiano proposto da The Imperfect Speakers, al Teatro San Matteo venerdì 21 alle 21, sabato 22 alle 17 e domenica 23 alle 21. Info: 3342803234 e actis1990@hotmail.com.

L'arrivo dell'estate sta contagiando tutti, figurarsi se poteva sottrarsi al richiamo l'anguriara L'urteia di Rivergaro che, domenica 23 alle 21.30, taglierà la prima fetta di anguria della stagione in compagnia dei Cani della Biscia in concerto. Cucina aperta dalle 20 con un menù degustazione piuttosto goloso.

Voglia di sole e musica, sete di birra e smania di griglie fumanti al Floyd Pub di Fiorenzuola, dove venerdì 21 e sabato 22 sarà "Festa di inizio estate", giunta alla sua terza edizione. Cucine aperte dalle 19 e musica live dalle 22, questi gli ingredienti del weekend. Venerdì suoneranno i Prided mentre sabato ad occupare la scena sarà la Catastrofic Band.

La Muntà, il pub ristorante di via Mazzini affacciato sulla scalinata più bella del nostro centro città, continua con la sua rassegna di aperitivi in musica estivi domenicali. Il 23, dalle ore 19, ritroveremo in concerto i Flora, il gruppo indie-post-jazz di stampo rock cantautorale senz'altro più originale, ispirato e duraturo della scena piacentina.

WEEKEND ‘Dal Mississippi al Po’ 2013, blues per ricaricarsi l’anima PIETRO CORVI

Salsomaggiore “Fuso” dal Festival Beat Ventuno volte Festival Beat. La leggendaria manifestazione dedicata alla musica e alla cultura "sixties", storico evento di natali piacentini, di respiro mondiale e di richiamo europeo organizzato come sempre da associazione Bus1 sotto la direzione di Gianni Fuso Nerini, ritorna a Salsomaggiore da mercoledì 26 a domenica 30. Fittissimo il programma di concerti, dj-set, aperitivi, party, mercatini e altro: sul sito www.festivalbeat.net tutti i dettagli. Gli appuntamenti musicali cruciali saranno venerdì 28 e sabato 29 all'area concerti di Ponte Ghiara, dalle 21 all'alba; attesi sul palco gli italiani The Cyborgs e gli Head and the hares ma anche nomi da brividi come gli inglesi Arthur Brown (in foto) e gli americani The Fuzztones del mitico Rudi Protrudi. Mercoledì e giovedì, aperitivi in musica dalle 18 in vari pub del centro; concerti di The Rookies e The Electric Shields in Piazza Brugnola mercoledì dalle 22; live di The Youths, The Kaams e The Last Killers in Piazza Libertà giovedì dalle 21.30. Venerdì la prima delle due giornate clou si aprirà alle 14.30 alla Piscina Leoni, proseguirà con aperitivo alle 18 in Largo Roma, col concerto dei Senzabenza alle 19 al Devil's Den Pub; alle 21 i "main concerts" a Ponte Ghiara.

Festa Giovani numero dieci, che ritmo a Pontedellolio

Al via la decima edizione della Festa Giovani, la tradizionale festa della birra di Pontedellolio organizzata dai Leoni della Notte da mercoledì 26 a martedì 2 luglio all'anfiteatro San Giacomo. Mercoledì si partirà con i The Good Fellas (in foto), la più famosa swing'n'roll band italiana: otto elementi in pista dal 1993, festeggiano quest'anno 20 anni di attività (racchiusi anche nel nuovissimo cd "20th Anniversary"). Serata scoppiettante garantita - da Carosone a Buscaglione, da Modugno a Sinatra, da Dean Martin allo swing di Louis Jordan e Big Joe Turner - arricchita dal dj-set a tema dei Fat Combo. Giovedì 27 guadagnerà poi il palco a Lorenzo Cherubini delle Jovanotte mentre venerdì 28 toccherà alle cover a 360 gradi dei Deja Vu. Inizio concerti alle 22.30; ingresso sempre libero, stand gastronomici e giochi per bambini.

Otto concerti, quattro giorni di festival nell'area esterna al Palazzetto dello Sport di via IV Novembre. Da giovedì 27 a domenica 30 sarà Festival Blues: torna "Dal Mississippi al Po", nona edizione della rassegna musicale e letteraria ideata e organizzata da Coop Fedro con il sostegno di Regione, Provincia, Comune e Fondazione di Piacenza e Vigevano. Mentre vi consigliamo di tenere d'occhio il sito www.festivalbluespiacenza.it e la pagina Facebook "Dal Mississippi al Po" per la programmazione degli appuntamenti letterari, ecco cosa accadrà sul versante musicale. Padrino di questa edizione sarà Edoardo Bennato, un "outsider" a cui il festival spalanca le braccia in veste di pioniere del blues in Italia. "Guest star" di questa edizione della rassegna, suonerà sabato 29 alle 22 al Palazzetto di via IV Novembre, anticipato dalla bravissima cantautrice folk-blues piacentina Linda Sutti. Le prevendite proseguono nelle strutture Ticket Now, sul circuito online www.bookingshow.it, presso Alphaville e Libreria Fahrenheit 451 a Piacenza, e al DJ 70 di Fidenza. Facendo un passo indietro, giovedì 27 l'apertura sarà affidata ad una ragazzaccia del rock blues. Malina Moye (nella foto grande), insieme alla sua Fender Stratocaster, si è guadagnata un posto d'onore nella rosa, appannaggio quasi esclusivamente maschile, dei più grandi chitarristi rock degli ultimi anni. È bellissima e le sue mise, pelle nera e calze a rete o sensualissimi abiti da sirena, le danno subito un appeal innegabile, ma tutto scompare non appena inforca la sua Fender. Prima di Alina, l'armonicista di New Orleans Greg Izor accompagnato dalla sua formazione italiana: il Vintage Trio. Venerdì 28, serata "Women in blues" dedicata ai talenti muliebri e ad ingresso gratuito: sul palco, la biondissima Kasey Lansdale ( nella foto a destra, terza volta al festival) e la norvegese Rita Engedalen (nella foto accanto), vincitrice dell'ultimo European Blues Challange di Berlino. Voce potente e ritmi ipnotici sono gli ingredienti più abbondanti nei suoi show. Anche nella serata conclusiva di domenica 30, due concerti: quello dell'armonicista Egidio Juke Ingala con i suoi The Jacknives e quello del duo Moreland and Arbuckle.

“Cinemanelparco” a Villa Raggio

Morigi Summer Party, via chiusa... per festa

Passerini Landi, porte e cortili aperti

Al via la nuova stagione estiva della rassegna "Cinemanelparco" aVilla Raggio di Pontenure con una proiezione italiana, il 24 giugno. 22 gli appuntamenti serali spalmati su 7 settimane da Cinemaniaci Associazione Culturale per garantire un'estate piena di film di qualità, che si concluderà l'8 agosto. A questi si aggiungono sei proiezioni, ogni mercoledì ad ingresso gratuito, proposte dall'Associazione Concorto. Orario di inizio degli spettacoli previsto per le 21.45 fino al 15 luglio e alle 21 a partire dal 16 luglio. Il cartellone si aprirà quindi lunedì 24 con"Io e te"di Bernardo Bertolucci e proseguirà martedì 25 con"Django Unchained"di Quentin Tarantino, mercoledì 26 con"Il Grande e Potente Oz"di Sam Raimi e giovedì 27 con"007 Skyfall"di Sam Mendes.

Divenuta ormai in questi anni una delle feste di quartiere più attese, più chiacchierate e più animate della città, ritorna sabato 22 il via "Morigi Summer Party". Strada chiusa al traffico e commercianti uniti per un'intera serata di festa. L'arrivo dell'estate verrà salutato a suon di spiedini, pizze e birrette, tanta musica e altro ancora. La festa inizierà già all'ora dell'aperitivo: dalle 18.30 a scaldare l'atmosfera saranno i dischi reggae dei dj della Sunwise Sound Family. In serata, concerto degli 88Trash (in foto). A chiudere, il dj-set elettronico di Fabrizio Ronca. Verrà recuperata anche l'asta di tavole da skateboard d'artista personalizzate rimandata al recente festival Alley-Oop al Daturi causa pioggia.

Da giovedì 20 a sabato 22 la Biblioteca Passerini Landi di via Carducci spalanca porte e cortili alla città con presentazioni, incontri e laboratori per adulti, ragazzi e bambini tra cinema, letteratura, teatro e molto altro. Tra gli eventi più interessanti, l'incontro“Mi piace un ciak”, giovedì alle 21.15 con Marco Bosonetto (in foto), Davide Calda, Enzo Latronico, Marco Sgorbati, Silvano Tinelli e Gianluca Sgambuzzi, e "Scambio dei saperi femminili”, sabato alle 18, testimonianze di donne di Paesi diversi, a cura di Via Roma Città Aperta e Fabbrica dei Grilli, ma anche l'inedito spettacolo teatrale itinerante "Labirinto degli uomini libro", ideato da Corrado Calda, che andrà in scena ogni sera alle 19.45. Programma, info, prenotazioni e contatti su passerinilandi.biblioteche.piacenza.it.


20 giugno 2013

VIVIPIACENZA

Corriere Padano

9

Giuliano Ligabue Swing Band il 21 ai giardini Merluzzo

Planetarium Cafè, eventi ‘open air’

Cineforum ‘Sti(g)mami’ al rush finale

Birra, golosità, dj set e cover al Primo Fest

Ogni mercoledì sera la luppoleria Parole di Birra si sposta all'aperto negli antistanti Giardini Merluzzo proponendo musica live, degustazioni e abbinamenti culinari particolari e sempre diversi. Con la partenza dei Venerdì Piacentini, la formula viene replicata anche il venerdì: così il 21, dalle 21, live in giardino della Giuliano Ligabue Swing Band.

Prosegue la programmazione di eventi musicali serali "open air" al nuovo Planetarium Café in zona Le Mose. Giovedì 20, concerto blues con la superba voce black di Kay Foster Jackson & band. Venerdì 21, Technocracy: i dj Tramadrops, Adeh e Lph spingeranno drum'n'bass londinese per tutta la notte. Sabato 22, live della Trielina Blues Band. Mercoledì 26, "Raiz Latina".

A Spazio4, ultimi due appuntamenti col cineforum all'aperto "Sti(g)mami", dedicato al tema della salute mentale. Giovedì 20 alle 21.15 ecco la storia della giovane cioccolataia Angélique, racchiusa nel film "Emotivi anonimi" di Jean Pierre Améris (Fra/Be, 2010). Il 27 si chiuderà con una selezione di cortometraggi a cura di Concorto Film Festival.

Primo Fest: venerdì 21 e sabato 22, dalle 18 a notte, l'ASD Primogenita fa festa negli spazi della ex circoscrizione 2 in via XXIV Maggio. Tanta birra e ghiottonerie gastronomiche si accompagneranno venerdì al dj-set di Ale Vaghi e al concerto dei Noisy Pots mentre, sabato, al di-set dei Killer Bros e al concerto di William Fox & Band.

A CURA DI PIETRO CORVI

Val Tidone Festival, tris con le Blue Dolls Giardini Segreti, ultimi due spettacoli

PIETRO CORVI Val Tidone Festival al galoppo. Tre concerti all'orizzonte (ore 21.15): venerdì 21 al Borgo di Corano di Borgonovo, l'italiano Modern Bachianas Quartet con Elisabetta Garetti al violino solista; domenica 23 in Piazza del Municipio a Calendasco, il trio vocale italiano Blue Dolls (in foto); venerdì 28 in Piazza XXV Aprile a Pecorara, gli svedesi Carling Family. I Bachianas (Alessandro Nidi al pianoforte, Sebastiano Nidi al vibrafono, Giuliano Nidi al contrabbasso e Sandro Ravasini alla batteria) riorchestrano, reinventano il ritmo e improvvisano nel rispetto di partitura e violino solista (la Garetti, spalla del Teatro Carlo Felice

di Genova e concertista di fama internazionale), rendendo nuova la rilettura di brani come il “tris di Estati” di Vivaldi, Piazzolla e Bruno Martino, il concerto in La minore di Bach, Summertime di Gershwin, la Bachianas Brasileira di Villa Lobos e altri. Le Blue Dolls, portate alla notorietà tra gli altri da Renzo Arbore, nate artisticamente a Torino nel 2005, accompagnate da Marco Parodi alla chitarra, Paolo Volante al pianoforte, Riccardo Vigoré al contrabbasso e Luca Rigazio alla batteria, affrontano con freschezza e scenicità travolgenti un repertorio di canzoni italiane swing e di musica leggera dai '30 ai '70, da Rabagliati a Barzizza, da Kramer al Trio Lescano, da Carosone al Quartetto

Cetra, con incursioni nei repertori di Mina e Rita Pavone. Dixieland, Chicago, New Orleans, Swing, Bebop e Jazz anni Sessanta sono infine gli stili che confluiscono nel sound della Carling Family: nata nel lontano '83 a Göteborg, è una delle band di jazz tradizionale più rivoluzionarie del nostro tempo. I suoi membri, tutti parte della stessa famiglia, sono polistrumentisti capaci di suonare i più disparati strumenti musicali con l'aggiunta di tip tap, numeri da circo ed acrobazie. La sua band leader, la biondissima Gunhild Carling, passa dal trombone al flauto dolce, dall’armonica a bocca alla tromba. Anzi, alle tre trombe che suona anche contemporaneamente.

Venerdì Piacentini, estate in cinque serate

Dalla house all’electro, Spazio 4 da ballare "Dolmen Festival" a Spazio4 per salutare l’arrivo dell’estate. Venerdì 21 e sabato 22, dalle 19 alle 2, con servizio bar e stand gastronomici, un festival di musica elettronica in cui apprezzare diversi generi e stili, talenti emergenti e artisti ormai affermati nel panorama nazionale ed internazionale, organizzato dalla crew Festa Pacco in collaborazione con associazione 29Cento. Il venerdì è dedicato ad house e techno: ospite più attesa, da Ibiza, Silvie Loto (in foto); dal Cocoricò di Rimini ecco invece gli Unzip Project; piacentini sono invece i Weekend Warriors e modenesi Nik & Frughi e gli Outback. Sabato, largo alla electro & trap con il duo francese Les Petits Pilous sugli scudi. Da Bergamo i Sabotage, da bologna i Pump This, da Reggio Emilia i Wow; da Piacenza Tajamon & The Game Boys, Radio Bananas, Bop in Trouble e Pinza & Lele.

Venerdì Piacentini 2013 al via: dal 21 giugno, largo a cinque serate di animazione del centro storico. La rassegna terrà banco fino al 19 luglio. Il programma completo è ancora da ultimare e chi scrive, al momento dell'andata in stampa, non può ancora farvi affidamento. Il consiglio è quello di passeggiare e mettere il naso in giro, a caccia dell'happening che più vi si confà. Ma sulla serata di esordio del 21 circolano già parecchie anticipazioni. In Piazza Cavalli alle 21.30, concerto rock-blues di The Elective Band; dalle 19 in piazza Sant'Antonino birra e musica dal vivo con dj set e dalle 22 concerto jazz con Ambra Lo Faro. In piazza Duomo dalle 19.30 stand gastronomici e musica dal vivo e dalle 21,30 concerto corale pop de "I tasti neri", con lo show "Notte di Cover". Ai Giardini Merluzzo dalle 19 degustazione di birra artigianale, cucina e musica: alle 21.30, Giuliano Ligabue swing band. In via Calzolai alle 21 torneo di burraco e alle 22 "Eroi a quattro zampe - I cani danno spettacolo". In corso Vittorio Emanuele dalle 18,30 aperitivi, cene e night drink con dj set. In via Genova, che si prepara per la prima volta ad ospitare la manifestazione, alle 19.30 aperitivo al buio per single e dalle 20.30 i commercianti proporranno una serie di prodotti a 99 centesimi; alle 21 presentazione del libro "Camminate Piacentine" con l'autore Achille Menzani e promozione turistica delle valli Trebbia e Nure. Anche in via San San Siro dalle 18.30 aperitivo, cena e dopocena con musica dal vivo. Sul sagrato di San Francesco, dalle 19 il "made in Italy" di Clementi Gioielli.

Ultimi due spettacoli per la rassegna estiva pomeridiana (17.30) di teatro di figura "Giardini Segreti", organizzata da Teatro Gioco Vita e dal Comune sul Pubblico Passeggio ("Filo" in caso di maltempo). Martedì 25 il Centro Teatrale Corniani metterà in scena “Le avventure di Fagiolino”. Situazioni intricate, principesse rapite, maghi cattivi e di bastonate sonanti scoccate dal personaggio protagonista, Fagiolino, perennemente alla ricerca di un piatto di tagliatelle fumanti che tornerà protagonista anche giovedì 27 col grande ritorno del Teatro del Drago. In scena “La mirabilante istoria di Fagiolino” con Mauro e Andrea Monticelli, eredi dell’antica Famiglia d’Arte che opera nel settore dai primi dell’800. Lo spettacolo racconta le avventure che portano alla “trasformazione” di Fagiolino, eroe apparentemente sciocco eburlone, da servo e ciabattino a grande eroe del teatrino.

Melville, libri e musica nel ricco weekend Prosegue la bella programmazione musical-culturale del caffè letterario Melville presso il centro culturale di San Nicolò. Nella serata di venerdì 21 si ripartirà dal concerto blues-rock e funk dei Doctor Wood. Sabato 22 spazio invece ad una serata dj-set. Mercoledì 26 alle 21, largo come sempre alla letteratura: sarà protagonista l'autore piacentino Lorenzo Calza (in foto) con la sua ultima fatica, "Panico - Il buio è l'unica sicurezza per rimanere vivi" (Edizioni della Sera) con protagonista il reporter Algo Lenzi. Calza è sceneggiatore del fumetto "Julia" e autore della striscia “She”, oltre che scrittore con all’attivo il titolo “La commedia è finita” (Robin, 2011). Venerdì 28 largo infine al live del giovane cantautore piacentino Giuseppe Libé.

Festa della musica, Piacenza suona 16° edizione della "Festa della musica" - celebrata in tutta Europa - per portare la musica al centro della vita della città, organizzata da Arci, Comune e Conservatorio "Nicolini". Segnaliamo solo gli eventi aperti al pubblico: venerdì 21 alle 15, agli Ospizi Civili di via Buozzi, il duo voce e piano Mareluna, con Mario Scaletti e Laura Garetti; alle 17.30, nella piazzetta esterna dell'Ospedale da Saliceto, i Klezband con Erio Reverberi al violino e Gianpietro Marazza alla fisarmonica. Alle 17.30 in Piazza Cavalli, l'evento simbolo, targato "Nicolini": un concerto molto particolare, di cui saranno protagonisti il pianista Alessandro Eusebio e la musica del compositore tedesco contemporaneo Dieter Schnebel, ma anche il pubblico direttamente coinvolto e il direttore del Conservatorio Fabrizio Dorsi. Mareluna in concerto anche alle 20 agli Ospizi Civili di via Scalabrini.


Corriere Padano

20 giugno 2013

10

A TAVOLA Tiramisù alternativo Ingredienti: fette biscottate (la quantità dipende da quanto alto lo si vuole fare); 1 litro circa di caffè d’orzo anche solubile; 800 ml di bevanda di soia: 4-5 cucchiai di crema di nocciole o di mandorle (aumentare la quantità a piacere); 6 cucchiai di agar agar in fiocchi; 4-5 cucchiai di malto di riso (attenti a farlo sciogliere bene); cacao o scagliette di cacao a piacere da spolverizzare Preparazione: Preparare il caffè d’orzo e la-

sciarlo raffreddare. Portare a ebollizione la bevanda di soia con tutti gli altri ingredienti, mecolando bene (attenti ai grumi e che non si attacchi al fondo). Lasciar bollire per qualche minuto e poi raffreddare per far “lavorare” l’agar agar. Tuffare le fette biscottate nel caffè d’orzo (dolcificato se volete) e disporle in un contenitore rettangolare, versarvi sopra la crema e continuare così con gli strati. Per ultima una bella spolverata di cacao o di scaglie di cioccolato.

A TAVOLA Lunga vita al gelato, scommessa vinta Gelateria dello Stradone, qualità e inventiva dal 1987: si chiamerà “Foresta Nera” il nuovo gusto in preparazione

Ciliegie sott’aceto Ingredienti: 500 g di ciliegie ben mature; circa ½ l di ottimo aceto; 2 cucchiai colmi di zucchero; la scorza di mezzo limone non trattato; 2 chiodi di garofano; 1 pezzetto di cannella Preparazione: Tagliate con le forbici il gambo delle ciliegie lasciandone attaccato un pezzettino. Lavatele, asciugatele e lascai tele per qualche ora all’aria, distese su un canovaccio. Sistematele in un vaso di vetro con la chiusura erme-

ROBERTA SUZZANI «Adesso sto lavorando a un nuovo gusto: Foresta Nera. Ho preso a modello il Concertino, quel gelato ricoperto di cioccolato fondente e granella di nocciola con un cuore di amarena leggermente più aspra del normale…» Stefano Santi, patron della Gelateria dello Stradone ha due orgogli: essere la gelateria più longeva di Piacenza «Siamo gli unici ad aver mantenuto lo stesso titolare dall’inizio dell’attività a oggi» - e quello di aver vestito i panni dell’inventore. «Sì, i primi a proporre il gelato di soia siamo stati proprio noi». Nel 1987, quando venne sollevata per la prima volta la serracinesca al numero 5 dello Stradone Farnese, di altre gelaterie artigianali a Piacenza ce n’era solo un’altra «quella di mio fratello Maurizio in viale Dante, La Golosa. Era una sfida, allora, dedicarci esclusivamente al gelato senza appoggiarsi a un’attività complementare come la pasticceria. Oggi, ventisei anni dopo, posso dire che questa scommessa l’abbiamo vinta». Anche il gelato di soia è stata una sfida, vinta. «L’idea era allora ed è anche oggi quella di offrire a tutti la possibilità di gustarsi un cono. Sono molte le persone intolleranti al latte e al glutine e noi abbiamo offerto loro un’alternativa al classico gelato». Poi con il tempo la tecnica si è sempre più affinata e alla manciata di gusti iniziali se

CUCINA DI CASA

Piacenza-Parma, incontro a tavola alla Taverna al Castello di Vigoleno Vigoleno è uno dei borghi medievali più caratteristici non solo dell’Emilia Romagna. I secoli ce lo hanno conservato pressochè intatto, ed ancora oggi possiamo ammirare le vestigia delle antiche fortificazioni e del villaggio in un insieme davvero suggestivo. In questa straordinaria cornice ha sede la Taverna Al Castello, assai frequentata soprattutto dai numerosi turisti che affollano il borgo. Per loro la signora Elsa, in sala aiutata dai figli Raffaello ed Ugo, cucina le migliori specialità piacentine, promuovendo ovunque la nostra gastronomia. Non possono mancare tra gli antipasti i salumi per cui la nostra terra è famosa: coppa, salame, goletta piacentina, ma anche crudo e culatello (non dimentichiamo che Vigoleno è “terra di confine” tra Piacenza e Parma): vengono tutti stagionati in proprio, sono accompagnati da una giardiniera di verdure integralmente preparata da Elsa. Si prosegue con i primi piatti: pisarei, anolini, tortelli di erbette, ma anche, in stagione, tortelli ripieni di funghi porcini o di castagne con crema di zucca, oppure i “gigli” (pasta fatta in casa dalla caratteristica forma) con ortiche. A seguire i secondi, tutti a base di ingredienti di stagione. Principalmente arrosti d’estate, mentre d’inverno si va dalla frittata con funghi porcini allo stracotto di cinghiale o di asinina con la polenta. Anche i dolci sono tutti casalinghi. La signora Giuseppina, moglie di Raffaello, prepara crostate di frutta e di marmellata, tiramisù, semifreddo al caffè e salame al cioccolato. Accompagnano il pasto i vini piacentini, con particolare riguardo ai bianchi e ai rossi della zona. TAVERNA AL CASTELLO Vigoleno - (Vernasca) - via Libertà, 12 Tel. e Fax 0523/895146 - Chiuso: martedì

“Rosso del nonno”, il buon vino fa buon sangue! ne sono aggiunti altri «molti di frutta, un classico, ma anche di riso. Anzi negli ultimi anni abbiamo sviluppato un gelato solo di riso dedicato a chi è intollerante anche alla soia. Il tutto, ovviamente, prodotto in giornata senza alcun tipo di conservante». Rispetto per i prodotti, materie prime di qualità e lavorazioni artigianali sono i cardini attorno a cui ruota la filosofia della Gelateria dello Stradone che, tra l’altro, ha avuto il merito di allungare la vasca in centro dei piacentini «che prima si fermavano all’altezza del Coin e oggi arrivano ben più in là». «A questi “ingredienti” vanno aggiunti la passione per il nostro lavoro e la voglia

GIROGUSTANDO

di sperimentare. Il gusto “puffo” io non lo farò mai, troppi coloranti che certo non sono salutari. Preferisco lavorare di fantasia e creare nuove combinazioni di gusto con frutta tropicale o cioccolato. Quando mi viene un’idea la provo finché non mi soddisfa, poi la metto in vaschetta». Quella dello Stradone è gelateria per tutta la famiglia. Proprio tutta la famiglia. «Eggià, pensiamo a tutti, anche ai cani. Sto lavorando a un gelato di soia, riso e carote senza zucchero ma con la Stevia. Devo solo trovare le formine a forma di osso poi anche i nostri piccoli amici avranno un dolce tutto per loro».

tica, spolverando ogni strato con poco zucchero. Fate bollire dolcemente per una decina di minuti l’aceto con la cannella, i chiodi di garofano e la scorza di limone quindi scartate la scorza e versatelo bollente sulle ciliegie che dovranno esserne completamente ricoperte. Se necessario, aggiungete quindi altro aceto, avendo l’accortezza di farlo prima bollire per qualche minuto. Chiudete il vaso e conservatelo in luogo buio e fresco, consumando le ciliegie dopo circa due mesi dalla preparazione.

La scorsa settimana parlando della pancetta piacentina ho evocato il cosiddetto "rosso del nonno" per indicare il vino che si beveva una volta quando erano tanti ad imbottigliare nella cantina sottocasa senza aggiunta di solfiti o altro. Ed erano tanti anche gli osti che lavoravano in cantina a curare sia la stagionatura dei salumi che l'invecchiamento del vino. Non sto a dire come e perché le cose siano cambiate, il discorso si farebbe lungo e forse questa non è la sede adatta. Ci tengo però a segnalare qualche piccolo produttore che non ha stravolto la vinificazione conservando alcuni sapori e profumi che nella maggior parte dei vini si sono persi: per esempio quel gusto "amandorlato" tipico degli uvaggi che si facevano sulle nostre colline. Vini di questo genere li trovate ancora alla tavola della Trattoria Biasini a Magnano di Carpaneto, Da Vittorio a Centovera di San Giorgio, alla Trattoria dei Cacciatori Tollara di San Giorgio, presso spaccio del Caseificio Santa Vittoria a Chero di Carpaneto dove potete acquistare i vini della cantina dei fratelli Rizzi di Castell'Arquato, a Castellana di Gropparello presso la cantina Segalini e , non ultimo perché altri me ne verranno in mente, i rossi dei fratelli Schiavi vinificati con uve della Tavasca di Gropparello ed in vendita presso il negozio di frutta e verdura a Carpaneto in vi a Scotti da Vigoleno. Il buon vino fa buon sangue, salute!

La “coppa del Maestro” alle Verdi Cantine (c.a.) Saperi e sapori verdiani a Sant’Agata di Villanova: presso “Le Verdi Cantine”, ristorante in via Verdi 5, è possibile fare una duplice scoperta. Presso il locale è infatti in corso una mostra, aperta fino al 30 giugno dalle ore 11 alle 24 (tranne il lunedì), con ingresso libero, curata dal professor Daniele Tomasini, dal titolo “Giuseppe Verdi, patriota, agricoltore e filantropo”. “La sera del 29 giugno ci sarà la cena di chiusura, con menu verdiano –racconta Andrea Fontanella, titolare del locale – nell’occasione il professor Tomasini approfondirà la storia di Giuseppe Verdi”. Ma “Le Verdi Cantine” è molto altro: non solo “saperi” ma anche “sapori”, in particolare quello della “coppa del Mae-

stro”. Un prodotto, stagionato per un minimo di 16 mesi, che coniuga le carni di maiale allevate allo

stato semi brado in provincia di Parma (a Diolo) al “genio” tutto piacentino nel fare la coppa. Quella che si può gustare a “Le Verdi Cantine”–prodotta dallo stesso Andrea Fontanella che, accanto al locale di Sant’Agata, si occupa di salumi nel proprio negozio, con annesso laboratorio di salumeria, a Villanova – è infatti una coppa realizzata artigianalmente e salata a secco, quindi “alla piacentina”; i maiali destinati a questo prodotto sono di 16/18 mesi, con un peso che va dai 220 ai 240 chili. A“Le Verdi Cantine”è possibile consumare anche altri piatti tipici piacentini, nonché carne alla griglia. I vini? La lista è interessante e non mancano le migliori etichette. Per informazioni: 0523.830081


20 giugno 2013

Corriere Padano

PUBBLICITĂ€

11


Corriere Padano

20 giugno 2013

12

CASTELSANGIOVANNI

Fiera di Castelsangiovanni tra Verdi e fuochi d’artificio Quattro giorni di festa: clou il 24 con bancarelle e spettacolo pirotecnico, ma si comincia già venerdì 21 con alcuni brani di opere del Maestro di Busseto COSTANZA ALBERICI Sarà un evento in musica ad aprire la Fiera dedicata al patrono di Castel San Giovanni: il circolo lirico G. Poggi metterà in scena alcune parti delle opere verdiane “Rigoletto”, “Traviata”, “Ballo in maschera” e “Falstaff”; l’appuntamento è per venerdì 21 giugno alle ore 21 presso il Teatro Verdi. Nell’anno in cui ricorre il bicentenario della nascita del Cigno di Busseto, e che ha visto per questo un exploit di iniziative a lui dedicate, an-

che l’evento inaugurale della Fiera di San Giovanni rende omaggio al grande compositore con estratti di alcune delle sue più significative opere liriche: un’occasione per ripercorrere punti salienti delle creazioni operistiche di Giuseppe Verdi, da “Rigoletto” (1851) e “Traviata” (1853), facenti parte della cosiddetta “trilogia popolare”, a “Ballo in maschera” (1859), fino alla più matura “Falstaff” (1893). La Fiera di San Giovanni si svolge quest’anno da venerdì 21 a lunedì 24 giugno e per quattro giorni animerà il

Patrono: dalle 8 del mattino fino alle 23 torneranno le bancarelle lungo corso Matteotti e viale Amendola; in via Mazzini i negozi esporranno i propri prodotti. L’inaugurazione ufficiale della

paese con un denso programma di iniziative. Dopo l’appuntamento di lirica che andrà in scena al Verdi, sabato 22 ancora un momento dedicato al teatro, stavolta in Piazza Cardinal Casaroli, con una commedia dialettale: la filodrammatica Castellana “I Giovani” presenterà “Quand al sarvel al va insèma …” (inizio alle ore 21; in caso di pioggia lo spettacolo si sposterà al Teatro Verdi). Ancora sabato, alle ore 12, in piazza XX Settembre si svolgerà il Campionato Italiano Cronometro Individuale di Ciclismo cat. Amatori, organizzato dalla società ASD Team Olubra - Raschiani; alle 20.30, in piazzale Carona, esposizione canina a cura di Associazione Nazionale Libera Caccia. Ma è domenica 23 giugno che a Castel San Giovanni ci saranno alcuni dei momenti tradizionali della Fiera: alle 18, presso la Chiesa Maggiore, verrà celebrata la Messa Solenne della vigilia, men-

tre alle 19 ci sarà la parata del corpo bandistico “Glenn Miller” di Bedonia. Appuntamento poi, dalle ore 20, con la “tortellata di San Giovanni” in piazza Casaroli e, alle 21.30, con il concerto del corpo bandistico “Glenn Miller”. La Fiera entra nel vivo lunedì 24 giugno, giorno in cui si celebra la ricorrenza del

di, alle 19, presso il Teatro Verdi, cerimonia di consegna della medaglia d’oro al “castellano dell’anno”. Dalla stessa ora, in piazza XX Settembre, non mancherà lo stand gastronomico a cura

Tortellata in piazza e commedia dialettale il sabato sera. Visita guidata a Villa Braghieri il lunedì Fiera sarà alle ore 10; nel pomeriggio, alle 18, ci sarà la Messa Solenne nella Chiesa Maggiore, durante la quale avverrà la consegna del cero da parte dell’amministrazione comunale. Un’ora più tar-

della Pro Loco di Castel San Giovanni. La serata prosegue con il ballo liscio sulle note dell’orchestra Katty, sempre in piazza XX Settembre, dalle ore 21; alle 22.30, nella stessa piazza, ci sarà la


20 giugno 2013

CASTELSANGIOVANNI

Pro Loco al top con Notte di Pinta e Calici di stelle Notte di Pinta e Calici di stelle: le due manifestazioni organizzate dalla Pro Loco di Castel San Giovanni tornano anche quest’anno ad animare l’estate castellana. La terza edizione di Notte di Pinta è prevista il 13 luglio; l’evento sarà declinato, come gli anni scorsi, in quattro isole dedicate ad altrettanti Stati europei. Gli addetti della Pro Loco prepareranno piatti tipici dei Paesi considerati, accanto ai quali verranno servite le migliori birre europee. Quest'anno sarà dato ampio spazio agli artisti di strada, provenienti da diverse zone d'Italia e dall'estero, che animeranno con i propri spettacoli le vie del centro dal pomeriggio fino alla notte. La manifestazione troverà spazio nel centro storico di Castel San Giovanni, e sarà realizzata con la collaborazione dei commercianti; non mancherà inoltre l’allestimento di un mercatino di prodotti tipici, artigianali e di hobbisti. Il 3 agosto tornerà Calici di Stelle, la tradizionale kermesse dedicata al vino: la suggestiva cornice di Villa Braghieri ospiterà aziende vitivinicole della provincia di Piacenza e non solo che presenteranno i propri vini. La Pro Loco si occuperà di allestire l'area dotando l’evento di stand gastronomici, presso cui sarà possibile consumare prodotti e piatti tipici della cucina piacentina.

premiazione del concorso “Castel San Giovanni in Fiore”, mentre alle 24, in zona campo sportivo, gran finale della Fiera: uno spettacolo pirotecnico organizzato dalla Pro Loco. Altra iniziativa di lunedì 24 è una visita guidata a Villa Braghieri, alle ore 17: importante monumento della cittadina, questa dimora risale al XVIII secolo ed è dotata di ventitre stanze, ampi locali cantina e impreziosita da un grande parco secolare. Molti sono stati gli interventi di tipo conservativo e di restauro compiuti nelle stanze affrescate e impreziosite da delicati stucchi della fine del '700; con la conclusione dei lavori di restauro in alcuni

ambienti - come salone d'onore, sala della musica, camera da letto detta "la Svizzera", camera della caccia, camera dell'angelo e altre - è ora possibile un utilizzo dell'edificio a fini comunitari, quale location per riunioni, convegni, matrimoni e iniziative culturali. Tra gli altri eventi legati alla Fiera di San Giovanni, si segnala che dal 19 al 25 giugno in Piazza Olubra sarà presente lo spazio divertimenti; dal 22 al 24, poi, presso il Centro Sociale Ricreativo Culturale Anziani in Viale Amendola, il Laboratorio Artistico di Pittura di Castel San Giovanni presenterà i propri lavori con un’esposizione di quadri.

La Pro Loco di Castel San Giovanni è un’associazione di promozione territoriale rinata a gennaio 2008 dopo diversi anni di assenza; oltre a realizzare nuove manifestazioni, si è ben inserita nella gestione di eventi ormai tradizionali a Castel San Giovanni, come Cioccolandia, Calici di Stelle, la Fiera Patronale e altri. Uno degli obiettivi fondamentali della Pro Loco è anche quello di collaborare attivamente con le associazioni presenti sul territorio ed in particolare con tutti i commercianti di Castel San Giovanni per cercare di realizzare lo scopo comune di rendere migliore e promuovere il paese.

Corriere Padano

13


Corriere Padano

20 giugno 2013

14

CASTELSANGIOVANNI

Castelsangiovanni in musica con il Val Tidone Festival Doppio appuntamento il 12 luglio per il filone Etnica/Jazz: il Jan Lundgren Trio e l’Alessandro Bertozzi Quintet dal vivo in piazza Cardinal Casaroli COSTANZA ALBERICI Il Val Tidone Festival fa tappa a Castel San Giovanni, venerdì 12 luglio in Piazza Cardinal Casaroli, con un doppio appuntamento del filone “etnica/jazz”: dalle ore 21.15 si esibiranno il Jan Lundgren Trio e l’Alessandro Bertozzi Quintet. Jan Lundgren è uno dei massimi esponenti del jazz scandinavo; nato nel 1966, si è formato musicalmente al Royal College of Music di Stoccolma e ha inciso il suo primo album nel 1994. Insignito di numerosi premi alla carriera, ha tenuto concerti in tutta Europa, America ed in estremo oriente, calcando palcoscenici prestigiosi come quelli della Salle Gaveau di Parigi, della Tonhalle di Zurigo, di Santa Cecilia, del North Sea Jazz Festival, dell’Istanbul Jazz Festival. Nel 2008 ha realizzato un album di grande

successo con Paolo Fresu e Richard Galliano, contenente il famoso brano “Mare Nostrum”, German Jazz Award 2011. Direttore artistico dell’Ystad Jazz Festival, Lundgren fa parte di quel gruppo di musicisti che più hanno innovato il jazz nordico, contaminandolo con elementi desunti dalla tradizione popolare e facendolo pulsare di un inesauribile groove. A suppor-

tare Jan Lundgen in questo primo set, co-prodotto con l’Associazione delle Arti e delle Corti di Milano nell’ambito del progetto “Il Ritmo delle Città”, due ottimi musicisti come Mattias Svensson al basso e Zoltan Csörsz Jr. alla batteria e percussioni. A seguire, Alessandro Bertozzi: un artista poliedrico, il cui sound è lentamente passato negli anni dalla Fusion al

Funky, anche se con un’anima sempre dominata dall’emozione della melodia. Salito sui palchi più prestigiosi, dal Blue Note di New York ad Umbria Jazz, scrive, compone ed arrangia soprattutto brani propri ma anche altrui. Ha recentemente presentato il suo CD “Crystals” (edizioni Level 49) al “Popkomm” di Berlino e può vantare collaborazioni artistiche con perso-

naggi del calibro di John Patitucci, Randy Brecker, Hiram Bullock, Joe Vannelli, Bob James, Gianni Bella, Marcella, Paola Folli, Fiordaliso, Enrico Ruggeri, Andrea Mingardi, Ivana Spagna, Marco Masini, Etnorchestra e molti altri. Suoneranno con Alessandro: Nicolò Fragile alle tastiere, Francesco Corvino alla batteria, Luca Scansani al basso e Michele Bianchi alla chitarra. Il concerto, in caso di maltempo, si terrà presso il Teatro Verdi. Il Val Tidone Festival è una rassegna concertistica itinerante fra i castelli, le ville, i palazzi, le piazze e gli angoli più suggestivi della Val Tidone ed è articolato in due grandi filoni temati-

ci, classico ed etno-jazz. Prima dell’appuntamento del 12 luglio a Castel San Giovanni, il Festival farà tappa a Borgonovo, borgo di Corano, venerdì 21 giugno con il Modern Bachianas Quartet feat. Elisabetta Garetti; domenica 23, a Calendasco, sarà la volta delle “Blue Dolls”. Il 28 giugno a Pecorara si esibirà invece la “Carling Family” mentre il 3 luglio, a Ziano, lo Stephane Trick Trio feat. Marco & Sonia. Domenica 7 luglio in piazza Europa ad Agazzano ci saranno Mattia Cigalini "Beyond" Quartet & Fabrizio Bosso mentre mercoledì 10, a Gragnano Trebbiense, concerto del Peppe Servillo Quintet.

“Il meglio di… La vita l’è bela!”, cabaret a scopo benefico Appuntamento estivo, quello di martedì 2 luglio, con il cabaret firmato Comic Club: sul palco del Teatro Verdi di Castel San Giovanni andrà infatti in scena l’ inedito show dal titolo “Il meglio di…La vita l’è bela!”, con la regia di Graziano Arlenghi. La serata avrà uno scopo benefico: tutto il ricavato sarà devoluto a favore della Caritas. Lo spettacolo, con inizio alle ore 21, sarà come sempre all’insegna del divertimento: un esilarante ed esclusivo show di cabaret fatto di molteplici ingredienti come improvvisazione, interazione con il pubblico, nuove gag ed esibizioni musicali, per regalare agli spettatori due ore di risate. Il cast è composto da Gerardo Beretta, Davide Manara, Marco Burzi, Marco Braga, Graziano Arlenghi, Lorenzo Giorgio, Cinzia Stucchi, Silvia Rocca e Delia Rogojan; le coreografie sono di Cinzia Stucchi. Lo show è adatto a tutte le fasce di età; i biglietti per lo spettacolo sono in vendita presso la canonica parrocchiale della Chiesa Maggiore di Castel San Giovanni e hanno un costo di 7 euro l’uno. Per informazioni e prevendite: tel. 348.7126034


20 giugno 2013

Corriere Padano

CITTÀ UTILE 15

SPORT

Rebecchi Nordmeccanica quasi al completo: rosa rivoluzionata con l’obiettivo di rivincere Le centrali Robin De Kruijf (olandese, classe ‘91) ed Elisa Manzano (‘85), l’opposto Lise Van Hecke (belga, ‘92), la palleggiatrice Valeria Caracuta (‘87) e la schiacciatrice Liesbet Vindevoghel (belga, ‘79) sono i cinque colpi di mercato già certi con i quali la Rebecchi Nordmeccanica Piacenza punta dichiaratamente a rivincere in ambito nazionale (dove è reduce dal clamoroso double scudetto-coppa Italia) e a fare il meglio possibile in campo europeo, con la prima partecipazione di sempre in Champions League. Se il pokerissimo di nuovi arrivi è già ufficiale, mancano solo i dettagli per la schiacciatrice-opposto Ashley Lauren Engle (americana, ‘88), candidata ad essere il sesto volto nuovo del team. Ma perchè la Rebecchi Nordmeccanica cambia ben metà di un roster dimostratosi affiatato e vincente? Per motivi ben precisi, elencati come sempre nella conferenza stampa di presentazione della Vindevoghel (nella foto)dal dg Giorgio Varacca: “Abbiamo abbassato l’età media, scesa ai 26/27 anni attuali, perché la prossima stagione sarà lunga e impegnativa

su più fronti, fin dalla Supercoppa Italiana contro Conegliano. Il vantaggio ulteriore di un’età media più bassa è nel non dover più rivoluzionare ogni anno il roster”.“L’età media è stata abbassata - ha aggiunto il presidente Vincenzo Cerciello - anche perchè vogliamo una squadra pronta per un volley più fisico”. Cinque operazioni-lampo, fatte con una velocità che forse solo Busto Arsizio in Italia può vantare “perchè - sono sempre parole di Varacca - la competizione delle squadre estere è sempre più forte. Siamo stati costretti ad agire così velocemente, nonostante uno scudetto vinto meno di un mese fa, perché altrimenti se si aspettava si rischiava di trovare ben poco”. Le giocatrici della rosa 2013/14 partono per essere tutte potenziali titolari: la concentrazione di appuntamenti in calendario imporrà a coach Caprara un turnover la cui efficacia, con una rosa di questo tipo, dovrebbe essere garantita. Sperando che le partenze delle top player Guiggi e Turlea non si facciano sentire troppo. Andrea Dossena

Piacenza, che attacco: adesso tocca a Viali Con l’acquisto di De Vecchis biancorossi superstar del mercato: l’allenatore approfitterà delle vacanze per pensare a come sfruttare tanta abbondanza GIOVANNI DOPERNI Arena, Marrazzo e De Vecchis (nella foto): 'mo sono affaracci di Viali. Non bastava la conferma dei due bomber, adesso alla collezione si è aggiunto il tanto atteso toppleié. Impossibile che arrivi un altro centravanti? Tié, rispondono i fratelli Gatti per i quali non solo two is megl che one come il Maxibon. Qui siamo al three l'é mei che voin per dirla alla piacentina. E Viali gongola sotto l'ombrellone tra un cruciverba e un sudoku a pensare come sfruttare tanta abbondanza. Il tecnico dà i numeri: 3-5-2 o 4-2-3-1? Perché poi ci sono Volpe e il baby Minasola, un centrocampista con il piedino fatato come Cortesi e gli under da sistemare. Dopo il cruciverba e il sudoku ecco un bel rebus per Viali, al quale manca giusto la pedina da sistemare in difesa accanto a Tognassi e Cavicchia. A pelo d'acqua c'è sempre la candidatura di Gianluca Fasano, 37 anni ma attenzione a dargli del vecchietto visto che nell'ultima stagione a Pavia non l'ha fatta vedere agli sbarbatel-

li. Una buona parola l'ha messa anche Francesco Volpe che conosce Fasano dai tempi di Ravenna. Ricapitolando e tornando al pensieroso Viali, allo stato attuale il 3-5-2 resta il modulo che consentirebbe di sfruttare al meglio tutto il potenziale. Da destra Volpe, Pani, Cortesi, Fumasoli e Martinez con Marrazzo e De Vecchis a comporre il tan-

dem in avanscoperta. Già, Pani. Difficile che non si celebrino le nozze con l'altro toppleié. Altro che Marotta, qui Merli mira diritto al bersaglio e quasi sempre ci azzecca. Piacenza già squadra da battere, dicono altrove anche se i gironi sono ancora tutti da comporre. La stagione si è chiusa domenica con le ultime sette promozioni dall’Eccellen-

za. A sorpresa, e a dimostrazione di quanto non fosse così semplice la scalata, a essere tagliata fuori è stata la Triestina eliminata dalla Pro Donero. Fatta eccezione per eventuali ripescaggi, fusioni, fallimenti o squadre ammesse in soprannumero, la prossima serie D vedrà al via 166 squadre, dieci quelle dell'Emilia Romagna. I gironi saranno compilati insieme ai calendari ai primi di agosto. Si attende l'evoluzione di alcune particolari situazioni come quelle di Fermana e Montegranaro che potrebbero fondersi in un'unica società ad esempio, mentre al sud molte società rischiano di non potersi iscrivere, le situazione più difficili tra Campania e Sicilia. Nelle Marche pensano a una fusione, mentre a Piacenza le iscritte al campionato di serie D saranno due, il redivivo Piacenza e il Pro Piacenza con quest'ultimo che ha cancellato un pezzo di prefisso (Atletico Bp scompare) e che ha l'intenzione di riprovare il cammino del torneo appena archiviato. In questo caso non si può dire che two is megl che one.

Canottaggio, i campionati italiani giovanili

Vittorino da Feltre e Nino Bixio, buoni piazzamenti sulle acque di Varese (a.doss) Una serie di discreti piazzamenti, pur senza clamorosi acuti, ha caratterizzato la partecipazione degli equipaggi di Nino Bixio e Vittorino da Feltre ai campionati italiani di canottaggio per le categorie ragazzi (15/16 anni) e Under 23. Tra gli altri, si segnalano il quarto posto nel singolo femminile di Clara Guerra della Nino Bixio, mentre per la Vittorino da Feltre - che ha raggiunto tre finali - incoraggia il settimo posto del quattro di coppia (nella foto) della categoria Ragazze composto da Laura Carazzolo, Sara Groppi, Noemi Riscazzi e Camilla Sala.

Farmacie DAL 21.6.2013 AL 28.6.2013 TURNO DIURNO: dalle 8,30 alle 22 DR. SPOTTI – Via Guercino, 50 (ang. Via Boselli) DR. ANTONIO CORVI – Via XX Settembre, 65 TURNO NOTTURNO: dalle 22 alle 8,30 21.06 COMUNALE EUROPA – Via Calciati, 25 22.06 RASTELLI – Via E. Pavese, 23 23.06 OSPEDALE – Via Taverna, 74 24.06 CARDONA E CORVI – Via Colombo, 124 25.06 BESURICA – Via Malaspina, 2/A 26.06 FARNESIANA – Via Farnesiana, 100/E 27.06 SAN GIACOMO – Via V. Veneto, 88 28.06 SAN LAZZARO – Via E. Parmense, 22/A

Avis, i prelievi Sabato 22 giugno: Monticelli Domenica 23 giugno: Podenzano, S. Giorgio, S. Nicolò


Corriere Padano

20 giugno 2013

16

CHI CERCA TROVA

ANNUNCI VARIE

Caldaia a gas cerco, almeno per lavarmi. Tel. 320.0563476 Regalo due micine, una nera, l'altra nera e bianca. Tel. 0523.830204 Vendo R4itt x nintendo 3DS /DSI/ XL/ DS LITE ultima scheda aggiornata a partire da euro 8 fino ad euro 20. A richiesta anche micro sd, giochi, e softwaregia'funzionanti. Tel. 338.9031516 e-mail pino.z70@hotmail.it Cellulare Nokia modello 1112 tenuto bene, con suo caricabatteria originale vendo a 20 euro. Tel. 338.9031516 Calciobalilla bigliardino da bar nuovo ancora imballato offro A euro 330,00 Tel. 340.3627516 Ho diverse doppiedei Puffi e classici Disney del Conad, eroi Dremworworks dell'Esselunga, Starzone Esselunga, Giovani esploratori e l'Era glaciale del Galassia che scambio con vostre doppie o punti Parmalat dall'anno 2011 in poi o Kinder e Ferrero anno 2013. Tel. ore pasti al 340.9327134 Vendo tuta sci ragazzo, composta da pantalone e giacca, condizioni ottime, foto anche via mail, euro 60, tel. ore pasti 339.4714039 Vendo tuta sci"Fila" bambino in 2 pezzi più berretto, condizioni ottime, euro 40 foto anche via mail. Tel. ore pasti 339.4714039 Vendo UmidificatoreImetec Living Air euro 15,00 tel. 339.4714039 ore pasti

AMICIZIE E INCONTRI

Dama cerca ballerino con esperienza in ballo da sala e liscio unificato (anmb.). Tel ore 18.30 – 20 328.6342508

AFFITTO E VENDITA

Gratuitamente offro abitazione indipendente, loc. Muradello di Pontenure, a coppia pensionati piacentini, seri e referenziati, max 60 anni, in cambio di parziale presenza. Tel. 0523.519654 dalle ore 18 alle 20 Vendo bardegustazione nuovo sulla via Emilia Cadeo a euro 40000 tratt. causa trasferimento. Affare, tel. 339.7781700 Affitto in Agazzano a 200 mt piazza, appartamento 2 stanze più servizi. Euro 300/mese, a partire da giugno 2013. Tel. 338.4456050 Castel San Giovanni, zona uff. postale, vendo appartamento piano terra con garage mq 100, palazzina tranquilla. Tel. 347.8212937

LAVORO

Servizio a domicilio rivolto a persone impossibilitate a recarsi in salone di piega, taglio, tinture, ondulazioni. Per appuntamento tel. 0523.326212 dalle 9,30 alle 18,30 Inglese - francese - diritto. Laureata offresi per lezioni/aiuto compiti (studenti medie/superiori). anche piccoli gruppi. Tel. 348.2901795 Costruzioni, impianti, disegno tecnico, estimo, diritto, fisica, chimica. Lezioni private per studenti univ, superiori, medie. Varie offerte, tel. 329.1623033 Sono un ragazzo africano di 30 anni, mi offro dietro piccoli compensi: manodopera; riparazioni domestiche; giardinaggio; pulizia di casa o scale; traslochi; commissioni. Serietà e efficienza, tel. 377.9535454

AUTO E MOTO

Vendo Citroen ZX modello station wagon, 1900 turbo diesel anno immatricolazione 1997, tutti i tagliandi sono stati effettuati da officina Citroen, revisionata nell'anno in corso, blu. Tel. 335.6500623 Vendo Alfa Romeo 159 sportwagon immatricolata il 30-03-2011, 5 porte, diesel, cilindrata 1.9, marrone con km 86.000, in buono stato, euro 6.000,00 tratt. Tel. 329.1875399 o 0523.849339

Avviso ai lettori Ricordiamo che per il servizio di pubblicazione degli annunci la redazione non riceve alcun compenso sulle transazioni commerciali, non effettua vendite dirette, non è responsabile per la qualità, la provenienza o la veridicità delle inserzioni né dell'esito della transazione oggetto dell'inserzione stessa. Le richieste di inserzioni sono espressamente subordinate al consenso dell'Editore alla pubblicazione ed alla disponibilità di spazi La Direzione pertanto si riserva il diritto di modificare rispettando il messaggio, rifiutare o sospendere una inserzione a proprio insindacabile giudizio, nonché di effettuare dei controlli sull'inserzionista. L'editore non risponde per eventuali ritardi rispetto alla data indicata dall'inserzionista, o perdite causate dalla non pubblicazione dell'inserzione per qualunque motivo e non è responsabile per eventuali errori di stampa. Gli inserzionisti sono responsabili di quanto indicato nella richiesta di inserzione e sono obbligati a risarcire all'editore ogni pregiudizio, di qualsiasi tipo, eventualmente da esso sopportata in relazione all’inserzione commissionata ed al suo contenuto.

COME TRASMETTERE L’ANNUNCIO GRATUITO Compila in stampatello la cedola pubblicata a fianco e spediscila a: CORRIERE PADANO VIA XXIV MAGGIO, 4 29122 PIACENZA Oppure trasmettila via fax al numero: 0523 754369 Inoltre è possibile inviare una e-mail all’indirizzo: annunci@corrierepadano.it


Corpad 20 06 2013