Page 1

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1983

GIOVEDÌ 19 APRILE 2012 - ANNO 30 N. 14 - EURO 0,20

Poste Italiane spa - Spedizione in a.p. - D.L. 353/2003 (conv.in l.27/02/2004 n.46) art. 1, comma 1 - DCB Pc

Reggi: “Sarà in Parlamento il mio sbocco naturale”

Pubblicità inferiore al 45% - Contiene IP www.corrierepadano.it

WEEKEND

Il sindaco, a fine mandato, immagina il suo futuro e lancia Dosi POLLASTRI A PAGINA 4

Lavoro - L’altra metà del cielo sgretola le discriminazioni. E la soddisfazione è doppia

Imprese al femminile, il futuro sarà più rosa

Affari in Centro a Fiorenzuola A PAGINA 14

Le donne conquistano sempre più spazi e cariche di prestigio in tutti i settori: anche a Piacenza aumentano le professioniste e le aziende con titolare femminile - a pagina 3 La settimana

Candidati, parliamoci chiaro DI GIUSEPPE DE PETRO Prima l’arresto dell’ex assessore provinciale leghista Davide Allegri, cui vengono contestati i reati di corruzione e concussione, poi le indagini che interessano i vertici del Centro Medico Inacqua Baia del Re ed Asl hanno fatto irruzione nelle cronache politico-amministrative rubando il primo piano alla campagna elettorale per le elezioni amministrative. L’arresto di Allegri non è giunto inaspettato, chi ha seguito le cronache da vicino mi risulta abbia, in più occasioni, ipotizzato come molto probabile lo sbocco verificatosi.

CONTINUA A PAGINA 2

Cuore al sicuro

Cosa cambia dopo il parere ministeriale

Sull’argine arrivano i defibrillatori

Nuove Resistenze, via al Festival

A PAGINA 2

DA PAGINA 7

Artigianato

Abusivismo, più controlli per batterlo A PAGINA 6

Piacenza Calcio

Salvezza, sarà dura A PAGINA 15

Bici in controsenso sì, ma non dappertutto DOSSENA A PAGINA 5


Corriere Padano

19 aprile 2012

2

ATTUALITÀ

Parkour a Piacenza, primo balzo riuscito Cresce il numero di praticanti della disciplina nata in Francia che aiuta a superare ogni tipo di ostacolo. A Spazio 4 un corso per conoscerla

LA SETTIMANA DI GIUSEPPE DE PETRO

Candidati, parliamoci chiaro

PIETRO CORVI Per comprendere l'essenza del Parkour bisogna considerare metaforicamente l'esistenza come una corsa ad ostacoli. È una disciplina "sportiva" metropolitana nata in Francia agli inizi degli anni ‘80 e consiste nel superare qualsiasi genere di ostacolo, all'interno di un percorso, adattando il proprio corpo all'ambiente circostante. È l'arte dello spostamento, un modo per vivere la città ed esprimersi al suo interno incoraggiando la libertà di movimento. Alla base, una filosofia che diventa un vero e proprio stile di vita: l'idea non è quella di esporsi a pericoli inutili ma di migliorarsi ogni giorno, non solo saltando e correndo ma acquisendo sicurezza in se stessi per imparare ad affrontare i problemi della vita quotidiana. Per via dell'"educazione esistenziale" intrinseca alla

continua dalla prima pagina

disciplina i ragazzi dell'associazione "Parkour Piacenza" hanno appena avviato il primo laboratorio dedicato a novelli ed aspiranti tracciatori e tracciatrici (così vengono definiti i praticanti) allo Spazio4 di via Manzoni, dove hanno base dall'anno scorso e si sono ritagliati un vero e proprio "Parkour park" per gli allenamenti. Il laboratorio è aperto a tutti (dai 13 anni in su); saranno organizzate mostre foto e video a corollario; l'iscrizione ha un costo di 10 euro per la copertura assicurativa; informazioni e adesioni all'email pia-

cenzaparkour@gmail.com e al numero 3394247102. Abbiamo intervistato Roberto Iamundo, responsabile del corso, promosso dall'associazione piacentina nata a dicembre 2010, composta da 60 tesserati di cui oltre 20 praticanti assidui, con età compresa tra i 13 e i 24 anni. È raro che in una piccola città di provincia esista un'associazione come la vostra con un parco attrezzato. «Esistono gruppi in molti paesi: non abbiamo lasciato che le dimensioni della città fossero un limite bensì una motivazione a fare di più: il parkour-park, secondo in Italia, è la dimostrazione della nostra determinazione». Cosa puoi dirci del parco e del corso allo Spazio4? «È un'ottima occasione per sfruttare e far scoprire il park alla città: è costruito con materiali di recupero donatici dal Comune, come esempio dissuasori di traffico scalfiti o transenne ammaccate, cordoli per marciapiedi e blocchi di cemento, una mucca e un toro, amichevol-

mente chiamato Dustin, che fanno da contorno ad una struttura di tubi alta 3 metri. Il corso prevede molto potenziamento fisico per preparare il corpo a sorreggere i grandi sforzi richiesti dall'attività: verranno insegnate le basi dei movimenti fino ad arrivare ad evoluzioni molto più complesse». Come si comincia a fare Parkour? È una disciplina per tutti? «Solitamente ci si arriva attraverso internet e You Tube: si vede qualcosa di particolare e si pensa "posso farlo anch'io" ma il ragionamento è pericoloso perché ci si trova di fronte al risultato ultimo e non si considerano l'allenamento e la preparazione che ci sono alla base. Il Parkour non ha età, non ci sono salti che si devono o non si devono fare: tutto dipende sempre da se stessi e dai propri limiti. Ogni persona è libera ed invitata allenarsi per un migliore benessere psico-fisico e per allontanare i propri limiti sconfiggendo le paure».

Sul ponte di barche per attraversare il Po A Piacenza il primo argine cardio-protetto d’Europa: festa sul fiume per “Arginiamo il cuore” Rinviata a causa del maltempo dello scorso fine settimana, “Arginiamo il cuore” è ora in programma sabato 21 e domenica 22 aprile e si svolgerà anche in caso di pioggia negli spazi coperti adiacenti alla Società Canottieri Vittorino da Feltre. L’evento è organizzato per inaugurare tre nuovi defibrillatori al servizio dell’argine ciclopedonale, che diviene così il primo cardioprotetto d’Europa. Sabato mattina il Genio Pontieri allestirà dalle 9 alle 11 un ponte temporaneo sul Po: approfittando di questa opportunità, i cittadini potranno raggiungere attraverso questo collegamento l’Isolotto Maggi per una visita a quella che negli Anni Sessanta era la spiaggia balneare di Piacenza. Alle 10 ci sarà l’inaugurazione ufficiale di “Arginiamo il cuore”, con una

camminata (partendo dal ponte temporaneo verso la Chiesa di Camposanto Vecchio) durante la quale saranno posizionati i tre defibrillatori in apposite teche termoregolate e sarà possibile imparare ad usarli grazie a personale

specializzato. Le iniziative proseguono per tutta la giornata e la domenica: alle 9.30 biciclettata organizzata da Progetto Vita presso la Strada Aguzzafame, Borgotrebbia; dalle 9 alle 13 la Polizia di Stato

organizza percorsi di atletica per bambini; in contemporanea continua l’addestramento all’uso dei defibrillatori. Il programma completo è disponibile sul sito www.arginiamoilcuore.it c.a.

Nel quadro politico locale non credo si verificheranno spostamenti di consensi. L’episodio mediaticamente annega nelle vicende ben più rumorose che stanno interessando i vertici della Lega. A limitare i danni ha contribuito sicuramente la tempestività del presidente della Provincia Massimo Trespidi nel richiedere ed ottenere le dimissioni di Allegri non appena l’aria si era fatta pesante. Naturalmente, per avere una più precisa conoscenza dei fatti occorre attendere che l’iter giudiziario faccia il suo corso. Purtroppo, come ha fatto notare Davide Boni presidente leghista del consiglio regionale lombardo, dimessosi in seguito alle indagini che lo interessano ed in seguito alle dimissioni di Bossi, ”i tempi mediatici non coincidono con quelli della giustizia”. L’improvvisa accelerazione che stanno avendo le indagini, circa ipotesi di abuso d’ufficio, falso in atto pubblico e truffa, sui rapporti Centro Inacqua e Asl ha fatto irruzione sulla scena politica promettendo di causare una vera bufera: perché la sanità è argomento molto sensibile, perché sono interessati personaggi di primissimo piano: Marco Carini ex presidente di Centro Medico Inacqua ed attuale consigliere regionale del PD, membro delle commissioni politiche per la salute, politiche sociali e politiche economiche della Regione Emilia Romagna; Andrea Bianchi direttore generale Asl di Piacenza, il suo predecessore Francesco Ripa di Meana ora direttore generale dell’Asl di Bologna, due ex direttori amministrativi Luca Baldino e Francesco Magni, Claudio Arzani responsabile della direzione amministrativa della rete Asl e Stefano Mistura ex direttore sanitario dell’Asl. Ed anche perché il convitato di pietra nei risvolti politici della vicenda è il PD, da quello provinciale a quello regionale. Questa è una grana, in vista delle elezioni, a cui il tridente Reggi – Silva – Dosi avrebbe fatto sicuramente a meno, assediati, come sembra che siano, dal Movimento 5 stelle. Torniamo alla campagna elettorale. I candidati sono tutti alla ricerca della promessa più accattivante, quella a cui gli elettori affideranno il consenso. La maggior parte sono interessanti, buona parte sono scontate e sollecitano una considerazione: ” Perché non sono state realizzate prima?”. Un comune denominatore, si può ben dire visto che si tratta di cifre, unisce i sette candidati: nessuno fa realmente i conti con la penuria di risorse, il bilancio e la rigidità del patto di stabilità. Sospetto che alcuni di loro non ne conoscano i meccanismi ed altri, pur avendone conoscenza evitino di tenerne conto, almeno in questa fase. Il risultato sarebbe che buona parte delle promesse verrebbero archiviate senza nemmeno essere discusse. Altra cosa sono invece le notizie che vengono diffuse per orientare l’opinione pubblica. Dal Comune fanno trapelare la notizia, allo scadere dell’amministrazione probabilmente ad usum delphini, che sarebbe stato raggiunto un accordo con la proprietà dell’area ex Acna. Sarebbero state rimesse tutte le cause aperte ed il Comune provvederebbe alla bonifica dell’area dopo aver rivisto il progetto. Mi chiedo se è serio “lasciar trapelare” notizie di simile portata senza intervenire a precisare e circostanziare meglio una vicenda che impatta sul riassetto urbanistico della città e che tante polemiche aveva suscitato. Ed ancora più grave è lasciare intendere che la cubatura sarà ridotta a beneficio del verde, degli aspetti monumentali, cioè resa più digeribile per i soliti rompipalle, ma soprattutto che l’amministrazione è in buone mani e quindi può rimanere, magari in quelle del delfino. Mi faccio interprete dell’istanza della maggior parte degli elettori che reclamano una comunicazione politica più chiara e intellettualmente più onesta. Per finire vorrei ricordare la figura di Marioluigi Bruschini, mancato recentemente. Ex consigliere comunale, ex assessore provinciale, ex assessore regionale ex esponente politico di una parte politica, quella dei comunisti, che la storia ha beneficiato, in alcuni momenti , di significativi consensi mentre la cronaca li rilega ad un ruolo di testimonianza. Bruschini ha attraversato questo spazio di tempo con grande dignità e valore, sia umano che politico, confermando come sia possibile un impegno politico e civile che si regge su onestà intellettuale e rettitudine. In alto un’immagine dell’are ex Acna, al centro un primo piano di Marioluigi Bruschini


19 aprile 2012

Corriere Padano

3

IN PRIMO PIANO L’inchiesta - Nonostante troppe discriminazioni, il quadro sta finalmente mutando

Donne e impresa, il futuro sarà rosa L’altra metà del cielo conquista sempre più spazi in tutti i settori L’esperienza di successo della piacentina Francesca Cavallini con Tice

Piacenza, 7mila aziende femminili Professioniste, cifre in aumento

FRANCESCA GAZZOLA La fatica è doppia e i rospi da ingoiare sono belli grossi. Arrivare ai vertici di un'azienda per una donna è una strada tutta in salita: ogni volta che ci riesce, è come se si prendesse una rivincita da tutte le discriminazioni fino a lì subite, anche dalle altre “lei”. Di questi tempi gli esempi non mancano: le donne stanno ottenendo successi in tutti i settori, dall'economia alla politica, dalla scienza alla tecnica, ricoprendo cariche che fino a qualche anno fa erano inimmaginabili per l'universo femminile. Nei giorni scorsi il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano ha perfino auspicato che il suo successore sia una “lei”. Qualcosa si muove e quella parità di genere rimasta per troppo tempo sulla carta comincia a farsi largo – seppure a fatica – anche in quei territori da sempre ostili all' 'altra metà del cielo’. Ma quanta fatica: implicitamente la donna è chiamata a dimostrare di continuo le proprie conoscenze e spesso accade che la medesima proposta abbia esiti opposti se espressa da una “lei” invece che da un “lui”. Una volta conquistata la fiducia sul campo, i preconcetti calano e i rapporti professionali diventano duraturi. A fare la differenza - ai vertici – sono, infatti, quelle qualità intrinseche nella natura stessa della donna, e che le permettono di coniugare insieme casa, famiglia e lavo-

In Italia le donne manager sono ancora troppo poche: a dirlo è Manageritalia, la Federazione nazionale che associa oltre 35 mila manager, quadri e professionisti. Nonostante sorpassino i colleghi maschi per istruzione ( +56,4% di laureate nella fascia 25- 29 e +51,1% dai 30 ai 34) il tasso di donne dirigenti nel settore privato è pari all'11,9%, un terzo della media europea del 33%.

Imprese, è boom ro: in una parola la capacità di agire in ‘multitasking’, che bene si adatta alla gestione aziendale. Da più parti le donne vengono definite il “motore dell’innovazione”: la recente esperienza della cooperatrice piacentina Francesca Cavallini, ne è l’esempio. Nel 2006 la psicologa Cavallini ha fondato Tice (Tecniche di insegnamento per le competenze dell'età evolutiva), il primo Centro di apprendimento in Italia a sviluppare tecnologie educative d'avanguardia, e che lo scorso anno ha conquistato il premio “G.Marzotto” (nella foto) con il progetto “Crescere e imparare interconnessi”, giudicato il migliore progetto imprenditoriale di servizio tra oltre 300 aziende di tutt’Italia. “L’impresa del futuro è rosa perché le donne sono abituate ad organizzare tutto ra-

zionalizzando tempo e risorse. Le difficoltà – aggiunge Cavallini - non ci spaventano, ma ci hanno fortificato da tempo. Siamo pragmatiche e creative insieme, flessibili e aperte alle novità”. Oltre ad essere presidente di Tice, Cavallini è psicologa e assegnista di ricerca all'Università di Parma e – nel tempo libero - giocatrice di basket. Oggi è anche mamma: “Da quando è nata mia figlia conciliare famiglia e lavoro è diventato molto impegnativo ma il messaggio che voglio mandarle è che si può essere imprenditrici e mamme meravigliose allo stesso tempo, e vorrei che anche lei – un domani – lottasse per realizzare i propri sogni senza per questo dover rinunciare alla famiglia. Le donne lo sanno fare, hanno una marcia in più”.

A Piacenza sono 7.028 le imprese femminili registrate alla Camera di Commercio su un totale di oltre 31,8 mila imprese, e in aumento rispetto al 2010, quando furono 6.991. E' il settore delle costruzioni a registrare l'incremento maggiore, passando da 278 imprese rosa nel 2010 alle 303 nel 2011: ben 25 nuove aziende in un settore – quello dell’edilizia – tra i più difficili per una donna e più in difficoltà per la crisi. I settori con maggior numero di imprese femminili sono il commercio (1.927 imprese) e l'agricoltura (1.471) seguiti da alloggio e ristorazione (da 716 a 726 aziende) e manifatturiero (458).

Toghe rosa in sorpasso Le toghe rosa in soli tre anni hanno pareggiato e sorpassato i colleghi maschi e sono oggi ben

Assistenza domiciliare: tariffe inalterate per il 2012. Le altre forme di agevolazione

Crescono le donne medico Sono in aumento anche giovani che scelgono la professione di medico: i medici e gli odontoiatri di età inferiore o uguale a 35 anni sono 195 di cui ben 119 donne, quasi 2 su 3. Le iscritte all'Ordine provinciale dei Medici piacentini sono oggi oltre un terzo (561 su 1.493) e in costante crescita negli ultimi anni.

Ingegneri e architetti Donne in aumento anche in un settore prettamente maschile come l'ingegneria: sono 80 le donne iscritte all'Ordine degli Ingegneri (di cui 28 con meno di 35 anni e 52 con più di 35 anni ) sul totale di 963 iscritti, con un sensibile incremento negli ultimi anni. Prevalgono invece le giovani architetto: dal 2009 ad oggi sono stati 70 i neoiscritti all'Ordine degli Architetti: 43 donne e 27 uomini. Gli iscritti sono 540, di cui poco meno della metà donne (236) donne: negli ultimi tre anni sono loro ad essersi avvicinate in misura maggiore alla professione.

L'istruzione è femmina Continuano a prevalere – invece - nella scuola: qui gli uomini sono nettamente in minoranza (333) contro 2.338 donne, così suddivise (a.s. 2011/2012): 965 nella scuola primaria; 331 nella scuola d'infanzia; 479 nella scuola secondaria di primo grado e 563 in quella di secondo grado.

IN BREVE Scomparso Marioluigi Bruschini, storico esponente della sinistra Dopo una lunga malattia, è scomparso all'età di 65 anni - nella notte tra venerdì 13 e sabato 14 aprile - Marioluigi Bruschini, militante e dirigente storico del Partito dei Comunisti Italiani. Bruschini è stato consigliere comunale a Piacenza e assessore provinciale, e fino al 2010 ha ricoperto l’incarico di assessore regionale dell’Emilia Romagna alla sicurezza del territorio ed alla difesa del suolo per il PdCI. Attualmente era il presidente dell’associazione politico culturale “Marx XXI” dell’Emilia Romagna e membro del Comitato Politico Regionale del Partito dei Comunisti Italiani.

Oltre ad aver progressivamente incrementato le ore annue di assistenza domiciliare – che sono passate dalle 90mila del 2010 alle 96mila del 2011 – il Comune di Piacenza ha deciso di mantenerne inalterate le tariffe per l'intero 2012. Una forma di aiuto alle famiglie che si trovano già in pesante difficoltà a causa della crisi e delle nuove tasse. Accanto alla decisione di bloccare le tariffe per i servizi di assistenza domiciliare ci sono altre forme di agevolazione messe a disposizione dall'amministrazione comunale.

Contributi per famiglie che assumono assistenti familiari Fino al 30 aprile sarà possibile presentare domanda di accesso al bando di contributi a favore delle persone non autosufficienti che necessitano d'assistenza e che hanno assunto o hanno intenzione di assumere un assistenze familiare. Il bando, che scadrà il 30 aprile è il quarto di questa tipologia e si rivolge ai nuclei familiari residenti nel Comune di Piacenza nei quali è presente un soggetto con una o più delle seguenti caratteristiche: invalidità civile al 100 per cento; possesso di certificazione di handicap grave; valutazione di non autosufficienza dall’Unità di valutazione multidisciplinare, senza l’attribuzione di un assegno di cura. Per accedere ai contributi inoltre, l’indicatore Isee dell’assistito, estrapolato dal nucleo familiare convivente, non deve essere superiore a 22mila 500 euro.

349 (gli uomini si fermano a 334). Prevalgono le donne anche tra le praticanti: oggi oltre la metà degli iscritti (75 su 139), dato che conferma il trend degli ultimi anni.

Assegni alle famiglie numerose

Assegno alle madri non lavoratrici

Entro il 31 maggio i nuclei familiari residenti nel Comune di Piacenza con almeno tre figli minori a carico (e rientranti nei limiti di reddito indicati in seguito) possono richiedere la domanda per ricevere i contributi destinati alle famiglie numerose. I limiti di reddito per richiedere l’assegno – pari a 135,43 euro mensili, per 13 mensilità – sono riferiti ai seguenti livelli Isee: 22.670,97 euro per famiglie che contino 4 componenti, 24.377,39 euro per 5 componenti, 27.302,67 euro per 6 componenti, 30.471,73 euro per 7 componenti e 33.397,01 euro per 8 componenti.

E' un contributo che spetta alle madri cittadine italiane, comunitarie e non comunitarie per la nascita di un figlio o per adozione e affido. La domanda deve essere presentata entro sei mesi dalla data del parto, dell'affidamento o dell'adozione. Per l'anno 2012 l'importo mensile è di euro 324,79 per 5 mesi, per complessivi euro 1.623,95. Per informazioni sulla presentazione delle domande e sui criteri per l'erogazione dei contributi, contattare l’Informasociale (via Taverna 39 e via XXIV Maggio) o consultare il sito internet www.comune.piacenza.it. Francesca Gazzola


Corriere Padano

19 aprile 2012

4

ELEZIONI COMUNALI

L’intervista - Il primo cittadino alla fine del doppio mandato: ‘Un po’ di magone c’è’

Reggi: “In Parlamento il mio sbocco naturale” Il sindaco uscente pensa già al futuro. Assist a Paolo Dosi, il candidato a lui più vicino: “E’ la persona più adatta al compito in questo momento storico” MARCELLO POLLASTRI “Non posso certo nasconderlo, un po’ di magone viene”. Dopo dieci anni di governo della città, Roberto Reggi, uno dei sindaci più popolari della storia piacentina e l’unico ad aver guidato la città per due mandati consecutivi, sta per lasciare la poltrona di sindaco. Il suo tempo, si direbbe, è scaduto. Nemmeno venti giorni (o poco più di un mese in caso di ballottaggio) al cambio della guardia. Al suo posto, verosimilmente, uno tra questi due nomi: il suo “delfino” Paolo Dosi oppure Andrea Paparo, il politico che da sempre stima di più nell’opposizione. Comunque vada, il prossimo sindaco di Piacenza avrà fin da subito un compito assai gravoso: raccogliere un’eredità pesante, quella di un politico capace come pochi di attrarre consenso e, soprattutto, di conservarlo nel tempo. Un politico sui generis, lontano dagli stereotipi comuni. Reggi non ha mai parlato politichese riducendo da subito le distanze tra sé e il cittadino comune. E’ stato spesso un politico istintivo, franco, a volte anche irriverente, ma sempre in maniera calcolata. Ha spesso suscitato la rabbia e l’invidia di chi non lo ha mai ammesso, ma avrebbe voluto essere semplicemente al suo posto. Il sindaco più popolare di sempre? Lui si schermisce, «non riesco a pensarci – dice - Felice Trabacchi era uno popolare, io

non credo». Un sindaco mai scontato, in grado di fare la gioia dei giornalisti cui, da abile comunicatore, regalava sempre il cadeaux di un titolo. E scontato non lo è stato nemmeno in queste settimane di campagna elettorale. I molti che pensavano entrasse a gamba tesa nella competizione facendo pendere l’ago della bilancia verso il suo prescelto, si sono dovuti ricredere. Reggi è quasi un osservatore, interviene di rado, non ruba la scena come potrebbe. Tra nemmeno un mese dovrà lasciare l’ufficio di sindaco dopo dieci anni. Che effetto fa? «Provo un misto di malinconia e di sollievo. Certo, mi mancheranno il contatto con la gente, l’impegno quotidiano a produrre qualcosa di concreto per la tua città, l’effetto di vedere realizzate opere per le quali hai lavorato e programmato. Fare il sindaco è la carica più bella che ti possa capitare. Sì, mi manche-

rà. Però devo anche riconoscere che viviamo in un momento storico in cui politici ed amministratori vengono pesantemente presi di mira. Lo vedo anche dai commenti su facebook. C’è molta aggressività verso chi governa, senza distinguere tra politici e amministratori. E non credo si debba fare di ogni erba un fascio. Se penso al fatto che lascio in questo momento, beh, allora provo un certo sollievo». Come giudica l’andamento della campagna elettorale in corso? «Mi pare che stenti a decollare, è un po’ noiosa. Sto provando ogni tanto a vivacizzarla stuzzicando ora Polledri, ora Foti. Il bello è che loro ci cascano sempre (sorride, ndr)». Ha scelto di stare dietro le quinte, quanto le costa aver fatto un passo indietro e non candidarsi nella lista Pd? «E’ stato doveroso fare un passo indietro. Dosi sta dimostran-

do di interpretare al meglio questa campagna elettorale, si sta comportando benissimo. E’ un candidato adeguato al suo compito e al momento storico. Io stesso, oggi, sarei stato fuori contesto. Ho chiesto io di non essere messo in lista. Per me era fondamentale cambiare aria. Chi fa il sindaco e poi rimane nell’arena, rischia di danneggiare e a volte rischia di rovinare delle amicizie. Io questo non lo voglio. E poi mi sembra comunque che anche senza di me la lista del Pd sia altamente competitiva». Come interpreta il difficile momento della Lega e, più in generale, quello della politica alle prese con una questione

è la più alta forma di carità. Però da questa situazione non so francamente come ne usciremo». Quanto peserà il voto di protesta? «Purtroppo tanto. Però l’antipolitica non è la soluzione ai problemi. Se penso alle “castronerie” che dicono i grillini, mi si accapona la pelle. Le ultime trovate? Criticano il teleriscaldamento e il termovalorizzatore. Significa non conoscere le cose». Come giudica la città dopo dieci anni? «Non dovrei essere io a giudicare, ma la vedo migliore: mi muovo meglio, sono più tranquillo a girare per strada, i servi-

”Il Governo Monti? Alcuni buoni ministri, ma anche tanti inguardabili” morale che sembra non aver fine? «La realtà sta superando anche le mie più tetre previsioni. Non pensavo fossimo a questi livelli. Ogni giorno vediamo scandali che coinvolgono settori interi della società. E’ inevitabile che i cittadini percepiscano chi si occupa di politica come un malfattore. Eppure va detto che ci sono anche tanti onesti politici e amministratori che non meritano di essere infangati da una minoranza di persone senza scrupoli. Continuo a fare mio il pensiero di Paolo VI: la politica

zi sono migliorati, abbiamo una presenza radicata di realtà industriali e universitarie di assoluto livello. Certo si può sempre migliorare, ma non è un caso se ora tanti personaggi illustri che sono passati di qui, poi scelgono di tornare a viverci». Quale vocazione dovrà avere la città del futuro? «Penso che siamo ormai maturi per poter investire sul turismo. Occorre completare certe riqualificazioni che sono già in programma. Poi quella dovrà essere la nostra vocazione futura: penso all’arrivo di Eataly.

Abbiamo eccellenze enogastronomiche, e non solo, da proporre». Ha qualche rammarico? «Direi di no. Idee nuove ne ho ancora tutti i giorni. Ma in fin dei conti penso che occorra sapersi accontentare di quel che si è fatto». A quando il prossimo appuntamento tra Reggi e la politica? «Penso che il mio sbocco naturale sarà il Parlamento. Ritengo che l’aula abbia bisogno di amministratori con esperienza sul territorio. Però farò il parlamentare a certe condizioni. Il Parlamento di oggi non mi piace, è squalificato. Valuteremo tra un anno». Pensa che il governo Monti debba proseguire anche oltre la sua naturale scadenza? «E’ un governo d’emergenza e tale deve rimanere. Ci sono alcuni buoni ministri, ma anche tanti “inguardabili”. Non sempre i tecnici vanno bene». Se la sente di fare un pronostico sull’esito delle elezioni? «Vince nettamente Dosi». Non avevamo dubbi. Ma al primo turno? «Forse non al primo turno. E’ vero che può succedere di tutto, ma con questo vento di antipolitica può essere difficile chiudere subito al primo turno, avrebbe dell’incredibile. Ma al secondo vince di sicuro Dosi». Due immagini di Roberto Reggi, al centro nella copertina che gli dedicò la rivista Piacentini nell’ottobre 2005

Entrate con il contagocce, promesse ridimensionate Con l’incognita Imu e le casse comunali che languono, sarà già complesso mantenere i servizi minimi. E i candidati si adeguano: pochi voli pindarici Niente opere faraoniche, niente simboli da tramandare ai posteri. Con le casse comunali che languono nessuno dei candidati azzarderà l’edificazione del ponte di Calatrava, come fece la “zarina” a Reggio Emilia, al secolo l’ex sindaco Antonella Spaggiari. Con l’incognita Imu alle calcagna ed entrate col contagocce, ancora se si potranno garantire i servizi minimi. E’ questo il difficile contesto storico in cui si troverà a barcamenarsi il prossimo sindaco. Lo dimostrano anche i programmi elettorali dei sette candidati a sindaco. Nessun volo pindarico, ma mantenersi ben aderenti alla complicata realtà economica, sembra essere la direttiva. Chi non ha rinunciato tuttavia a proporre un piccolo sogno è il candidato del centrosinistra Paolo Dosi secondo il quale, nonostante tutto, “gli anni migliori sono davanti a noi”. Dosi vuole raddoppiare il Parco della Gal-

leana creando una vastissima area verde che dovrebbe permettere a un cittadino di entrare in via Manfredi e di arrivare alla Besurica sempre passeggiando in mezzo al polmone verde. Con un’operazione urbanistica, il candidato intende acquisire le aree comprese tra via Lanza e la tangenziale e metterle a parco aumentando così la superficie verde di ben 154mila metri quadrati oltre i 200 già esistenti della Galleana. Costo dell’operazione? Ancora da quantificarsi. “Non vince la campagna elettorale chi le spara più grosse” gli ha fatto sapere a distanza il competitor più accreditato, Andrea Paparo del Pdl e delle liste civiche Sveglia e Pc Viva. Il quale invece aveva promesso un programma “sincero” e sembra badare più al portafogli dei piacentini. Paparo punta sul Quoziente Piacenza che porterà a correzioni nel metodo di calcolo dell’I-

see mediante l’applicazione del quoziente familiare, che tiene conto delle reali possibilità economiche delle famiglie. Sulla base di tale criterio, come indicato a livello nazionale, verrà elaborato il Quoziente Piacenza destinato alle famiglie, che calcolerà: la numerosità del nucleo familiare le condizioni di momentanea difficoltà economica, gli oneri sostenuti per la cura familiare e le spese essenziali. La conseguenza è che tutte le tariffe saranno rimodulate sulla base del nuovo Isee. Entrambi però, sia Dosi e sia Paparo, hanno proposto “la città intelligente”. Su un Comune più leggero scommette invece il candidato della Lega Nord Massimo Polledri che promette di destinare il 10% del bilancio sulle voci sicurezza e famiglia. Il leghista ha in animo anche la creazione di un Fondo di garanzia che, utilizzando il tesoretto del Comune, “possa ridare fiato a commercianti e

imprese oggi in grave difficoltà”. Il progetto qualificante della lista Piacenza Bene Comune di Pierangelo Solenghi si fonda sul rispetto dell’ambiente e dei cittadini. “E’ necessario – afferma Solenghi partire da subito con l’estensione a tutta la città della raccolta differenziata porta a porta. Per arrivare nell’arco di due anni al 90 per cento di smaltimento differenziato dei rifiuti e di conseguenza alla chiusura definitiva dell’inceneritore. Il candidato dell’Udc Pierpaolo Gallini propone invece il recupero delle strutture militari a fini sociali invitando a ripensare l’esperienza della logistica. Tutto votato alla trasparenza il programma dei grillini che con Mirta Quagliarolipropongono una vera rivoluzione di pensiero. Nessun volo pindarico e tanta vicinanza ai pensionati per il candidato Pietro Tansini. Marcello Pollastri

I sette candidati sindaco, da sinistra alto in senso orario: Andrea Paparo, Paolo Dosi, Mirta Quagliaroli, Pierpaolo Gallini, Pietro Tansini, Massimo Polledri, Pierangelo Solenghi.


19 aprile 2012

Corriere Padano

5

ATTUALITÀ Mobilità - Favorevoli e contrari, torna a riaccendersi il dibattito sulle due ruote

Bici controsenso sì, ma non dappertutto Il parere ministeriale sembra “seguire” quanto avviene nella nostra città, dove la possibilità è ammessa dal 2006 ma solo all’interno della Z.p.r.u. a Piazzale Milano, Piazzale Roma e Piazzale Torino. Le più notevoli differenze so-

ANDREA DOSSENA Biciclette controsenso a Piacenza? Sì, ma solo in specifiche zone della Z.p.r.u. (per i confini, vedi foto grande al centro: sono quelli in azzurro) dove, peraltro, ciò è consentito già dal 2006. E’ questo, in estrema sintesi, il quadro che si può fare per la nostra città dopo il parere (salutato a livello nazionale dal plauso delle associazioni di amanti della bicicletta, ma anche dalle critiche dell’Aci) della Direzione Generale per la sicurezza stradale del Ministero Infrastrutture e Trasporti che, ad una interrogazione in merito della Fiab (Federazione Italiana Amici della Bicicletta), ha risposto testualmente che la soluzione può essere applicata “su strade larghe almeno 4,25 metri, in zone con limite di 30 km/h, nelle zone a traffico limitato e in assenza di traffico pesante”, ossia quelle di buona parte dei centri urbani italiani.

Cosa cambia e cosa resta uguale Per evitare confusione, bisogna partire dal significato esatto dei vocaboli. “Anche se le due parole sono spesso usate indifferentemente (anche nel cartello della foto qui a destra, che si trova all’inizio di via Taverna), “controsenso” - spiega Paolo Costa, Ispettore Capo della Polizia Municipale di Piacenza - non è un esatto sinonimo di “contromano”. Pedalare contromano - cosa vietata dal Codice della Strada - significa andare sulla sinistra, mentre pedalare controsenso significa percorrere la strada nella direzione opposta a quel-

riva controsenso dalla sua sinistra. Cosa accadrebbe, nello sfortunato caso di un inciden-

“Controsenso” e “contromano”: parole simili, ma non sono sinonimi no nel fatto che l’ordinanza sindacale piacentina consente il controsenso delle bici nelle vie a senso unicodella Z.p.r.u. a prescindere dalla larghezza della carreggiata, mentre il parere ministeriale (pur non potendo imporre alcunchè) esplicita la larghezza minima di 4,25 e suggerisce di posizionare cartelli ad hoc in ciascuna.

Un caso concreto in centro a Piacenza

la prescritta per gli autoveicoli, stando comunque nella “rigorossima destra” prescritta alle due ruote dal Codice della Strada”.

Piacenza “pioniera” e voci contrarie Eventuali rivoluzioni riguarderanno altri Comuni, perchè per Piacenza non cambia granchè. Andare controsenso, per le biciclette, è infatti possibile nella nostra città - come ricordato nei giorni scorsi anche dall’assessore comunale Pierangelo Carbone - già dal 2006, in forza dell’ordinan-

za (modellata su un’analogo provvedimento preso a Reggio Emilia) numero 35 del 20 gennaio 2006 del sindaco Roberto Reggi che consente questa soluzione, ma solo all’interno della Z.p.r.u. (Zona di Particolare Rivelanza Urbanistica) cittadina i cui confini sono un po' più larghi di quelli della Z.t.l.. Contro l’ordinanza, già all’epoca, si schierò l’opposizione di centrodestra e nel maggio 2010 il consigliere Filiberto Putzu presentò uno studio dal quale risultava che tra 2006 e 2009 nell’area oggetto dell’ordinanza si erano verificati 42 incidenti con coin-

De Micheli e Callori: defibrillatori, necessario estenderne la presenza La tragica scomparsa del giocatore del Livorno, Piermario Morosini ha aperto una riflessione sulla necessità di una maggiore diffusione dei defibrillatori nelle città, specialmente dove si pratica sport. La parlamentare piacentina Paola De Micheli (Pd) depositerà nei prossimi giorni in Parlamento un progetto di legge per rendere obbligatoria la presenza di un defibrillatore in tutti gli impianti dove si pratica sport, con personale qualificato per intervenire in caso di emergenza. Piacenza – grazie al Progetto Vita è una città all' avanguardia per la rete di defibrillatori semiautomatici dislocati in punti strategici del territorio ed è un modello da esportare. “Proprio sabato scorso – afferma la deputata del Pd - grazie a questa rete di protezione una persona è stata salvata mentre disputava un partita di calcio in un campo provvisto di defibrillatore. L'obiettivo del progetto di legge – prosegue De Micheli– è quello di estendere questo modello a tutti gli impianti, palazzetti, campi, piscine e altre strutture dove si pratica lo sport a livello agonistico: la presenza di un defibrillatore con personale preparato consentirebbe infatti di intervenire entro i fatidici "5 minuti d'oro" dall'insorgenza dell'arresto cardiaco in attesa dell'arrivo dell'ambulanza”. Anche il sin-

volgimento di ciclisti e che in 13 sinistri con lesioni non risultavano “essere state accertate violazioni a carico dei conducenti, come se la colpa non fosse di nessuno”.

Codice della Strada e “parere” ministeriale Inconsueto nella forma, il “parere” del Ministero - come precisano in via Rogerio - non è un decreto legge né una modifica del Codice della Strada (che resta il vertice normativo in materia e non è stato né modificato né integrato), ma viene considerato un passo importante perchè corrisponde in larga parte all’ordinanza 35 del sindaco Reggi del 20 gennaio 2006, le cui caratteristiche sono sintetizzate dalla segnaletica verticale che si trova

A qualche dubbio - espresso anche a Piacenza da Marco Miserocchi di Amolabici, che pure accoglie con favore il parere ministeriale - su come si possano interpretare norme non proprio univoche sulla circolazione delle due ruote risponde la stessa Polizia Municipale, con un esempio - suggerito dallo stesso Ispettore Costa - di un caso potenzialmente pericoloso (vedi foto in alto) che potrebbe verificarsi. L’automobilista proveniente da via San Bartolomeo (strada a senso unico) che svolta a sinistra in via Taverna (altra strada a senso unico), deve dare la precedenza ad auto, moto, bus e bici provenienti da destra (per intenderci, dalla zona dell'ospedale), ma anche alla bicicletta che ar-

Pure le ciclabili hanno un senso di marcia L’Ispettore Capo Costa, oltre a ricordare che all’interno della Z.p.r.u. il limite massimo è di 30 km/h, sottolinea un altra regola che alcuni ciclisti tendono a dimenticare: anche le piste ciclabili cittadine a loro riservate hanno un senso di marcia, e al loro interno - così come nelle Zone 30 al di fuori della Z.p.r.u. non è ammesso andare controsenso.

In alto a destra, l’incrocio San Bartolomeo-via Taverna. Sopra a sinistra, le mappe di Z.t.l. e Z.p.r.u.. A lato, un cartello cittadino relativo alla circolazione in controsenso delle biciclette

IN BREVE ARRESTATO PER CORRUZIONE E CONCUSSIONE L’EX ASSESSORE PROVINCIALE ALLEGRI Davide Allegri, ex assessore leghista all’Ambiente della Provincia di Piacenza, è stato arrestato nella notte tra il 12 ed il 13 aprile dai carabinieri del Comando provinciale di Piacenza con le accuse di corruzione, concussione e tentata concussione. Il Tribunale del riesame di Bologna ha infatti accolto l’appello presentato dalla Procura, dopo il rigetto da parte del Gip della prima richiesta di misura cautelare. L’ex assessore si trova attualmente agli arresti domiciliari a Chiavenna Rocchetta di Lugagnano; l’accusa è di aver arbitrariamente frenato o favorito le pratiche autorizzative per diversi impianti fotovoltaici con lo scopo di agevolare imprese e professionisti in cambio di denaro (ca).

ASL E CENTRO INACQUA, SETTE INDAGATI

daco di Caorso, Fabio Callori è intervenuto nei giorni scorsi sulla questione defibrillatori per chiedere alla regione Emilia Romagna di sbloccare i fondi riservati al potenziamento della rete regionale. Fondi stanziati dal governo per un totale di circa 570mila euro e che – ricorda il sindaco del Pdl - “dovevano essere stanziati fra il 2010 e il 2012”. fg

te? La Municipale spiega che l’automobilista proveniente da via San Bartolomeo sarebbe sanzionato per lamancata precedenza al ciclista. Più complessa sarebbe comunque la questione della percentuale di colpa nel sinistro, che resterebbe soprattutto terreno dei periti assicurativi. Le compagnie tendono a considerare soprattutto il Codice della Strada, ma non è escluso che il parere ministeriale possa aprire la porta, in caso di contenzioso, a più di una questione: di certo la contravvenzione avrebbe un suo peso nella definizione della vicenda che, da questo punto di vista, resterebbe però comunque spinosa.

(ca) Sette persone sono indagate nell’inchiesta della Procura della Repubblica sui rapporti tra il Centro Medico Inacqua e l’Asl di Piacenza: si tratta di Marco Carini, ex presidente della cooperativa Inacqua, Legacoop Piacenza, attualmente consigliere regionale Pd e componente delle commissioni politiche per la salute, sociali ed economiche della Regione Emilia Romagna; Andrea Bianchi, direttore generale dell'Asl di Piacenza e il suo predecessore Francesco Ripa di Meana; Luca Baldino e Francesco Magni, ex direttori amministrativi Asl; Claudio Arzani, responsabile della direzione amministrativa della rete ospedaliera Asl e Stefano Mistura, ex direttore sanitario dell'Asl. L’oggetto dell’indagine è la cosiddetta attività “intramoenia", cioè la libera professione dei medici ospedalieri regolata della legge 120 del 2007. Per

permetterne l’esercizio ai medici dipendenti, la direzione dell'Asl aveva affittato il primo piano del nuovo edificio realizzato dalla società Inacqua in via Caffi, zona Farnesiana, i cui ambulatori ospitano infatti da circa due anni una ventina di medici dell’Asl. La Procura della Repubblica già da alcuni mesi sta indagando su questo accordo, in seguito ad una serie di esposti che segnalavano presunte irregolarità: sono ipotizzati i reati di abuso d'ufficio, truffa e falso in atto pubblico.

DICHIARAZIONE DEI REDDITI, PIACENZA SI PREPARA: LE NOVITÀ La campagna fiscale dei Caaf Cgil di Piacenza è cominciata a pieno regime: gli operatori stanno raccogliendo i documenti in vista delle dichiarazioni dei redditi dei cittadini, per le quali c’è tempo fino al 31 maggio. Il servizio dei Caaf Cgil è oggi disponibile in ogni Comune di residenza e si conferma il più utilizzato dai contribuenti piacentini. Tra le principali novità di quest’anno c’è l’Imu, la nuova imposta che sostituisce l’Ici: si applica a tutti gli immobili, prima casa compresa, e non prevede più le agevolazioni per le case concesse in uso gratuito ai familiari. La prima rata verrà pagata entro il 16 giugno con le aliquote nazionali, il 4 per mille per le prime case e il 7,6 per le altre. Quest’anno viene introdotta anche la cedolare secca sugli affitti per coloro che vi hanno aderito nel 2011: sostituisce la tassazione Irpef e rappresenta un guadagno per i redditi medio-alti. Novità anche per le ristrutturazioni edilizie: occorrerà indicare in dichiarazione i dati catastali degli immobili oggetto di ristrutturazioni, essendo stato abolito dal 13 maggio 2011 l’obbligo della comunicazione preventiva al Centro di Servizio di Pescara (ac).


Corriere Padano

19 aprile 2012

6

ECONOMIA E LAVORO

Artigianato - Il direttore marketing Fiorani sintetizza i temi-chiave dell’attualità

Upa: “E’ ancora dura, ma altrove è peggio” I più significativi riflessi locali della difficile congiuntura economica europea. Luci e ombre nell’analisi dell’Unione Provinciale degli Artigiani ANDREA DOSSENA La situazione a Piacenza è meno grigia che altrove, ma l’alba della vera ripresa non appare così vicina. E’ la diagnosi tracciata da Upa-Federimpresa, associazione di categoria - presieduta a Piacenza da Piero Bragalini - che si occupa di consulenza amministrativa, fiscale e tributaria mettendo a a disposizione delle realtà artigiane della città e della provincia numerosi e qualificati servizi: consulenza contabile e finanziaria, assistenza fiscale, contabilità ordinaria, dichiarazioni fiscali, elaborazione di buste paga e stesura di bilanci.

Piacenza soffre, ma meno di altri Facendo un panorama della situazione piacentina, il quadro presenta più ombre che luci, ma appare più confortante rispetto ad altre realtà analoghe alla nostra. “Alcuni settori spiega il direttore marketing di U.P.A. Federimpresa, Giancarlo Fiorani - soffrono maggior-

mente, e sono quelli dell’autotrasporto, del metalmeccanico che lavora per terzi e, soprattutto, dell’edilizia. In particolare quest’ultimo comparto, che tradizionalmente ha sempre avuto una grande forza trainante, è quello che ha pagato uno dei prezzi più alti della crisi ed è stato a lungo “congelato”. Fortunatamente - spiega Fiorani - qualche spiraglio positivo nei primi mesi del 2012, nel Piacentino, si vede: ci sono diverse gru all’opera, soprattutto in provincia, anche se, in generale, manca la forte spinta che sarebbe necessaria per la ripresa e la crescita”.

Accesso al credito, ancora difficoltà Nonostante il recente intervento della BCE - con massiccia immissione di liquidità a beneficio del sistema bancario - la situazione resta difficile, per molte imprese, anche sul fronte dell’accesso al credito. “Da alcuni istituti bancari si intravede qualche spiraglio in più rispetto ai mesi scorsi, che

Fotovoltaico, alternativa possibile

Aumento Iva sarà “penalizzante”

Molto attiva anche sul fronte del fotovoltaico, l’Unione Provinciale degli Artigiani - la cui sede piacentina è in via Raffalda - guarda con interesse alla riduzione (legata all’innovazione tecnologica, ma anche all’invenduto dovuto all’incertezza sugli incentivi in alcuni mercati, compreso quello italiano) dei prezzi dei componenti foto-

Riguardo alle aspettative legate all’evolversi della situazione nazionale, a proposito dell’ipotesi di riforma fiscale Fiorani osserva: “E’ un problema difficilissimo che espone ogni Governo al rischio di cantonate, però andrà fatta: è impossibile rinviarla ancora, considerando che in certi settori la pressione fiscale supera il 50%,

Unifidi, nuovi strumenti ad hoc per offrire maggiore sostegno anche ai liberi professionisti sono stati durissimi, tuttavia continua Fiorani - è più facile che sia faticoso ottenere un contributo anche in caso di presentazione di garanzie piuttosto solide”. Sempre più prezioso potrebbe allora rivelarsi il supporto di Unifidi (il più grande Consorzio Unitario di garanzia in Emilia Romagna, ndr), che da alcune settimane anche in Emilia Ro-

magna offre un’ulteriore servizio anche per i liberi professionisti (e per alcuni atipici quali consulenti d’azienda e marketing, interpreti, professionisti della sanità e informatici) i quali, attraverso strumenti creati ad hoc per le loro necessità, possono accedere alla garanzia per favorire il finanziamento dei propri investimenti.

voltaici: “Ciò - osserva Fiorani consentirà un rientro più veloce dell’investimento per impianti da almeno 300 kw, inoltre fino a luglio chi desidera installare un impianto fotovoltaico di una potenza da 1 a 40 kW può richiedere il sostegno del Fondo Kyoto (rintracciabile presso la Cassa Depositi e Prestiti) per abbattere i prezzi del fotovoltaico, ma non solo”.

un peso insostenibile”. Non piace, ovviamente, l’annunciato ulteriore aumento dell’Iva (salvo dietrofront del Governo, da ottobre l'aliquota ordinaria , già innalzata dal 20% al 21% a settembre, aumenterà di altri due punti al 23%): “Sarà una grossa penalità sia per il consumo che per le aziende, e il “nero” potrebbe addirittura aumentare”.

Liberartigiani: “Più controlli per contrastare l’abusivismo”

Per combattere i centri benessere abusivi servono regole chiare e controlli più ficcanti su chi esercita una concorrenza sleale. Su questo concordano - anche se con accenti diversi - i sei candidati a sindaco di Piacenza (mancava solo Pietro Tansini) Paolo Dosi, Pier Paolo Gallini, Andrea Paparo, Massimo Polledri, Mirta Quagliaroli e Pierangelo Solenghi, che hanno partecipato all’incontro - introdotto da Anna Maria Nernosi e coordinato da Umberto Ilari - sul tema organizzato lunedì scorso dalla Categoria Benessere (presieduta dallo stesso Ilari) della Libera Artigiani. Acceso il dibattito tra gli sfidanti per la poltrona di primo cittadino e la folta platea, dalla quale sono state espresse lamentele per una situazione “da giungla” in cui - come fatto notare da più operatori - soprattutto negli ultimi anni si sono moltiplicati “centri benessere” che aggirano con escamotage o violano apertamente le leggi vigenti, peraltro (come fatto osservare da alcuni candidati) a loro volta migliorabili: a preoccupare artigiani che fanno della qualità il loro punto di forza non è - come sottolineato da Alberto Bottazzi, direttore di Liberartigiani - la concorrenza, ma la concorrenza sleale. Molti operatori hanno messo l’accento su centri caratterizzati da “massaggi” di natura ben diversa da quella dei trattamenti tipici di estetisti e massaggiatori professionali, da personale dalla

Centri benessere e concorrenza sleale, i candidati a sindaco promettono più severità formazione non certificata, da prodotti di dubbia qualità, da incerto rispetto del norme igieniche e da orari irregolari, tutte problematiche alle quali come prima contromisura - dopo un accordo con la Camera di Commercio - si opporrà, come annunciato proprio da Ilari, il divieto di apertura di nuovi “centri benessere” con il codice di attività Ateco 96.09.09, che sotto la voce “Altre attività di servizi per la persona nca” racchiude le “attività di astrologi e spiritisti” e “servizi di lustrascarpe” ma non quelle proprie di chi - per avere la qualifica necessaria per legge ad operare come estetista o massggiatore - deve superare anni di studio e pratica. Tra le proposte rilanciate da Ilari, anche quella di istituire un “numero verde” contro gli abusivi. Andrea Dossena


19 aprile 2012

Corriere Padano

WEEKEND Steve Hackett al Fillmore, la storia a Cortemaggiore - “Le vergini” per l’arrivederci del balletto 7 EVENTI Notte Blu, gallerie d’arte e antiquari aprono ‘by night’ - Monterosso Val d’Arda Festival al debutto

A/MANO, mercatino delle autoproduzioni

L’attualità del 25 aprile

Sabato 21 aprile dalle ore 16.00 alle 24.00 e domenica 22 dalle 11.00 alle 20.00, presso lo Spazio 4 di via Manzoni ritorna la versione “open air” del mercatino “A/MANO” con molte novità: più espositori, concerti, area expo dedicata alla grafica e all’illustrazione, il pic nic domenicale e tanto prato.

Palazzo Rota Pisaroni aperto Atlante, società piacentina attiva da anni nel campo del turismo, propone l'apertura straordinaria del Palazzo Rota Pisaroni, sede della Fondazione di Piacenza e Vigevano (Via Sant'Eufemia 13), edificio del XVIII secolo tra i più eleganti e preziosi della città. L’appuntamento è sabato 21 aprile con ritrovo alle ore 15.30 nel cortile di Palazzo Gotico (Piazza Cavalli). Il costo è di 3.50 euro a persona; il percorso di visita guidata, rivolto principalmente a piccoli gruppi e viaggiatori individuali, comprende il cortile, lo scalone d’onore, il salone di rappresentanza e l'alcova. In evidenza: gli affreschi di Mussi e Alessandri e la serie di fiori di Margherita Caffi. Per info e prenotazioni: 334 1553061 o info@atlanteguide.it

Piacenza, caccia al tesoro alla scoperta delle radici

‘Nuove Resistenze’, arrivano Del Boca e Ovadia PIETRO CORVI Quest'anno l'Anpi (in particolare l'ala giovane del comitato "Comandante Muro"), in collaborazione con il Comune, ha fatto "sul serio". Piacenza avrà una Festa della Liberazione all'altezza della sua primogenitura, ma non solo. A latere delle ritualità ufficiali, mercoledì 25 aprile nel pomeriggio all'ombra del Gotico prenderà il via la prima edizione del "Festival delle Nuove Resistenze": Piazza Cavalli si animerà di attività per grandi e piccini; dalle 19, poi, largo ai concerti, con tre gruppi piacentini tra i migliori, a far da apripista al folk-rock degli ospiti toscani Zen Circus - tra le più interessanti, popolari e valide band del panorama "indie" italiano - sul palco alle 21. Da giovedì 26, poi, fino a domenica 29, saranno 5 giorni di spettacoli, incontri, convegni e laboratori coordinati da esperti di rilievo nazionale, con l’obiettivo di creare una connessione tra la

Resistenza di ieri e le lotte di oggi per libertà, giustizia sociale, legalità e accoglienza. Moni Ovadia, Angelo Del Boca, Lidia Menapace e Giorgio Airaudo sono solo alcuni tra gli ospiti nazionali che si avvicenderanno nelle varie location del festival, un evento che vuole attualizzare e comunicare alle nuove generazioni i valori della Resistenza posti a fondamento della nostra Costituzione: promuovere il tema delle "resistenze di oggi" per legare i valori ancora attuali della Resistenza partigiana con le emergenze sociali, politiche e culturali di oggi. Il ricco programma, consultabile sul sito festivalnuoveresistenze2012.noblogs.org, si annuncia interessante e coinvolgente da cima a fondo. Tra gli appuntamenti di maggior rilievo si segnalano la lectio magistralis di Angelo del Boca, che giovedì 26 alle 21 a Palazzo Farnese proporrà una riflessione sulle connessioni tra crimini di ieri e tragedie dell'oggi, e a seguire lo spettacolo "Volisma - storie di donne rom in cammino" a cura del Teatro Valle Occupato di Roma.

Il pomeriggio e la serata di venerdì 27 saranno poi all’insegna delle “lotte dei saperi”: sotto l’evocativo nome "Occupy Farnese" il Palazzo ospiterà esponenti della cultura italiana, raccontata da chi la vive o prova a farlo, e una tavola rotonda sulle primavere arabe. Nella densa giornata di sabato 28 saranno cruciali i workshop in Biblioteca Passerini Landi, rivolti alla produzione di contenuti che verranno poi discussi con Giorgio Airaudo (segretario Fiom Piemonte) e lo spettacolo serale di Moni Ovadia "Cantavamo, cantiamo, canteremo", basato su canzoni popolari di lotta e uguaglianza composte tra '800 e '900. Domenica 29 si chiuderà ai Giardini Merluzzo discutendo di integrazione in mattinata, festeggiando poi con un pranzo multietnico ed infine al Farnese, dove i comitati Anpi nazionali e la società civile si riuniranno per mettere a fuoco una campagna nazionale su cui far confluire le energie dell'associazione. Il programma a pagina 8

Sabato 21 aprile per le vie del centro cittadino, dalle 14.45 alle 22.00, prende vita l’iniziativa “Piacenza alla scoperta delle radici”, una caccia al tesoro con domande culturali relative a Piacenza cui seguirà la presentazione di un gioco dedicato alla città. Per info ed iscrizioni: piacenzacultura@piacenzaeprovincia.eu o tel. 346.0127305

“La peste a Piacenza”, mostra didattica al Farnese Il 20 aprile ai Musei Civici di Palazzo Farnese, nella Pinacoteca alle ore 11, sarà inaugurata "La peste a Piacenza", mostra didattica a cura del Liceo Statale Melchiorre Gioia. Segue "Il Museo Archeologico di Palazzo Farnese: attività e prospettive di sviluppo". Alle ore 17 nella Cappella Ducale "La Soprintendenza dialoga con il Museo", mentre alle 18.15 al Museo Archeologico si inaugura la mostra "Museo Archeologico: cosa bolle in pentola?".


Corriere Padano

8

19 aprile 2012

VIVIPIACENZA

Caffè dei Mercanti, doppio dj set

Cuncertass, contest fotografico al traguardo

Toga party al Circolo Boeri

Dopo il concerto dei Banda Bassotti a Borgotrebbia, ecco farsi largo un altro evento della saga "La Piacenza che non t'aspetti", riscoperta di angoli di Piacenza non utilizzati nonostante le loro potenzialità. Venerdì 20 a partire dalle 18 i ragazzi del Network Antagonista rianimeranno il "portichetto dietro Piazza Cavalli" con un doppio dj-set aperitivo a base di elettronica (drum'n'bass, electro-house e dubstep coi dj di Biokid/Whoa e Trippi, di HQ) ospitato dal Caffè dei Mercanti, in via Illica 10.

Ultimi giorni per partecipare al contest fotografico sul tema "Mani al Lavoro" collaterale al "Cuncertass del Primo Maggio" nel cortile della Coop di Sant'Antonio a Piacenza. Lì, il 30 aprile dalle 18, durante l'evento "Aspettando il Primo Maggio" sarà visitabile la mostra che scaturirà dalla "gara", ancora aperta, a partecipazione gratuita e in assoluta libertà tecnica e concettuale rispetto all'interpretazione del titolo; in palio, 100 euro da spendere nelle Librerie Coop. Info e invio foto entro giovedì 26 aprile alla e-mail primomaggio.pc@gmail.com.

C'è chi la Festa della Liberazione del 25 aprile la aspetterà in toga. Sono i ragazzi della crew dei celeberrimi "Bananas Party" del Bellavita, quelli della "Light House Events" e tutti coloro che parteciperanno al baccanale che hanno organizzato al motto di "beviti pure il barista, basta che vieni in toga e non attacchi rissa". Martedì 24, toga-party con "open-bar" al Circolo Boeri di Piacenza: sono previsti concerti di gruppi live dalle 22.30 e il dj-set electro-house-revival dei Bananas fino al mattino.

WEEKEND APPUNTAMENTI Cral Enia, musica e solidarietà con Giuseppe “Bip” Gismondi Cena, musica e solidarietà nella serata organizzata per il prossimo lunedì 23 aprile al Caffè letterario Baciccia dal Cral Enìa Piacenza. Dalle 20 la cena per i partecipanti (info al cellulare numero 3387466296), alle 21.30 il concerto dei Came Back di Graziano e l’ospite speciale Giuseppe “Bip” Gismondi (foto a sinistra), che suonerà musica in stile Johnny Cash. Personaggio eclettico e artista poliedrico, “Bip” Gismondi vanta collaborazioni e tournèe con artisti di fama nazionale ed internazionale: da Ivan Graziani a Caparezza, dai Gang a Mike Patton. Durante la serata (completamente gratuita) organizzata da Fabrizio Bisi del Cral Enia (nella foto a lato, è con Carlo Tacchino di Pmp Tattoo) si svolgerà una raccolta fondi per la parrocchia di Bosco dei Santi (Mortizza) di don Beppe Sbuttoni, che sarà abbinata ad una lotteria con in palio tre tatuaggi (dimensioni minime 40x30) offerti da altrettanti prestigiosi studi di Piacenza: Infrangibile Tattoo studio, Picti Post Human e Pmp Tattoo Parlour. (dosse)

Festival Nuove Resistenze: partigiani nel presente (pc) Ecco il programma del "Festival delle nuove resistenze" organizzato da Anpi Giovani di Piacenza in collaborazione con il Comune da mercoledì 25 aprile a domenica 29. Gli appuntamenti sono a partecipazione gratuita. Info alla mail giovani@partigiani-piacentini.net e al numero 3331532976. MERCOLEDI 25: Piazza Cavalli ore 17: "La piazza dei bambini", racconti di storia nazionale e cucina per piccoli di tutte le età. Ore 18.30: aperitivo popolare con racconti partigiani e videoproiezioni. Ore 19: concerti dei gruppi piacentini Bravi Tutti, Misfatto e Musica Per Bambini. Ore 21: concerto del trio folk-indie-rock toscano Zen Circus (nella foto a destra). GIOVEDI 26: Cappella Ducale e cortile di Palazzo Farnese Ore 17.30: apertura festival con Lidia Menapace Ore 18.30: tavola rotonda "Donne, bambole, bambine", conduce Stefania Cherchi. Proiezione inedita del documentario "The codes of gender" Ore 21: lezione di Angelo Del Boca sul tema “I crimini del colonialismo italiano” Ore 21.45: performance teatrale "Volisma" con Sara Aprile e Nora Tiggest del Teatro Valle di Roma VENERDI 27: Cortile e Cappella Ducale di Palazzo Farnese Ore 16: presentazione del libro “La Furia dei Cervelli” con gli autori Roberto Ciccarelli e Giuseppe Allegri Ore 18: “Resistenza e cultura” con Ciccarelli e Allegri, artisti del Teatro Valle e Teatro del Lido di Ostia e lo scrittore Matteo Corradini. Aperitivo a chilometri zero a seguire. Ore 21.30: "Le primavere arabe alla resa dei conti" con i giornalisti Riccardo Cristiano e Raffaele Masto; conduce la docente dell'Università di Torino Farian Sabahi. SABATO 28: Ore 10: Cappella Ducale Palazzo Farnese - "Il volto della nuova Resistenza" con Margherita Asta e Piera Aiello, donne simbolo dell'antimafia. Ore 15.30 – 17 in Biblioteca Passerini Landi, 3 workshop: "Le resistenze ambientali" con NoTube; "Lavoro migrante" con il giornalista Marco Rovelli; "Lavoro precario" con San Precario Ore 17.30: Cappella Ducale - Presentazione del documentario "Il lavoro resiste a Piacenza" a cura di giovani Anpi. Incontro pubblico con Giorgio Airaudo (Fiom Piemonte) e i conduttori dei workshop. Ore 16: Biblioteca “Giana Anguissola” - Giochi interattivi per bambini "La mia legalità". Ore 17: Parco Giochi Pubblico Passeggio - Laboratorio teatrale multigenerazionale di giochi con Sara Aprile del Teatro Valle. Ore 21.30: Cortile di Palazzo Farnese – spettacolo teatrale "Cantavamo, cantiamo, canteremo" di e con Moni Ovadia DOMENICA 29 Ore 10: Giardini Merluzzo – Workshop sul tema "Quali diritti? Quale cittadinanza?". A seguire, pranzo multietnico con musica e danze. Ore 16: Palazzo Farnese - Assemblea gruppi locali e nazionali Anpi: "Che fare"?

Festa della Liberazione, Cristicchi a Casa Cervi Immancabile, come ogni anno, torna mercoledì 25 la "Festa della Liberazione a Casa Cervi" a Gattatico, Reggio Emilia, una intera "giornata resistente" tra musica, balli, parole, e tanta voglia di esserci. L'apertura della festa, delle bancarelle e del bar, è prevista alle 9, accompagnata dalla musica del dj Roberto Davoli. Dalle 10 partiranno le escursioni per bambini in giro per i prati con gli "asini resistenti" di Massimo Montanari e alle 11.30 apriranno le cucine. Alle 13.30 si esibirà Mara Redeghieri con le canzoni anarco-sindacali del progetto "Dio Valzer"; seguirà alle 14.30 il saluto della presidenza dell'Istituto Cervi con la partecipazione straordinaria di Caterpillar (con Filippo Solibello e Marco Ardemagni) e le testimonianze di Benedetta Tobagi e Germano Nicolini, il comandante diavolo. Seguirà alle 16.30 il live di Simone Cristicchi e i Minatori di Santa Flora (in foto) e dalle 18.30 si susseguiranno a oltranza, per "Il nuovo canzoniere italiano", ben 13 tra artisti, cantanti e gruppi musicali tra cui Alessio Lega.

Jolly, una settimana intensa e all’insegna della qualità

Ken Russell, al Filo una rassegna sul “regista dell’eccesso”

Due documentari - a chiudere la rassegna FICE "Doc in Tour" - e un film d'essai (per il "Festival di Primavera") nella settimana del Cinema Jolly di San Nicolò. Martedì 24 alle 20.30, "La mia bandiera. La resistenza al femminile" di Giuliano Bugani e Salvo Lucchese, per ricordare che la Resistenza non sarebbe stata possibile senza le donne e la loro funzione. Mercoledì 25 alle 21.30, il film "Hysteria" di Tanya Wexler: nella pudica Londra vittoriana, i dottori Mortimer Granville e Dalrymple curano casi di isteria legati alla repressione sessuale imperante dell’epoca. Giovedì 26 alle 20.40 si vedranno infine "Alpaqueros de Apurimac" di Miko Meloni, dedicato ai peruviani che producono lana raffinata lontani dal progresso, dalle città, privi di comodità e servizi, e "Arctic Spleen" di Piergiorgio Casotti, un viaggio all’interno del mondo giovanile groenlandese.

Al regista Ken Russell - spesso definito “il selvaggio del cinema britannico” o “l’apostolo dell’eccesso” - scomparso di recente, a 84 anni, il Teatro Gioco Vita, in collaborazione con l'associazione Amici del Teatro Gioco Vita, la Fondazione Cineteca Italiana di Milano e il Comune di Piacenza, dedica una rassegna cinematografica al teatro Filodrammatici. Due le serate in programma: sabato 21 aprile verranno proiettati “Donne in amore” e “Stato di allucinazione”, mentre lunedì 30 aprile sarà il turno di “Tommy” e “I Diavoli”. Entrambe gli appuntamenti si svolgeranno al teatro Filodrammatici (inizio ore 20.30) e saranno ad ingresso gratuito. La presentazione sarà affidata alla Fondazione Cineteca Italiana di Milano. Oltre alla proiezione dell'ormai mitico “Tommy”, il primo film nella storia ispirato interamente ad un album musicale, verranno presentati l'esordio del regista “Donne in amore”, e il criticatissimo film “I diavoli”, riproposto per l'occasione in versione integrale. Per informazioni: info@amicidelteatrogiocovita.it


19 aprile 2012

Corriere Padano

9

VIVIPIACENZA Arci Vik, cineforum e informazione

Spazio 4, film e corti in lingua straniera

President, sul palco in dialetto

Tre gli appuntamenti al Circolo Arci Vik di via Campagna 41: domenica 22 alle 21, per il cineforum "Cinema of Transgression", proiezione antologica dedicata a Nick Zedd; mercoledì 25 dalle 19, apertura straordinaria per l'anniversario della Liberazione; giovedì 26, alle 21, serata di informazione "Non solo carcere: riflessioni sulla pena" con Carla Chiappini, direttrice di "Sosta forzata", giornale della casa circondariale delle Novate; si vedranno anche il reportage "Nell'inferno della Dozza" e il trailer del documentario indipendente "Art. 27" di cui il Vik è finanziatore.

Per il Cineforum di aprile "International Movie Festival" di Spazio4 (ingresso libero, ore 21, film in lingua originale sottotitolati in italiano proposti dagli studenti piacentini stranieri di Politecnico e Cattolica), giovedì 19, ecco "Marock" di Laila Marrakchi, interessante e divertente coagulo di storie di ordinaria gioventù più o meno bruciata, in una Casablanca tutt'altro che "da cartolina". Il 26 si chiuderà con una carrellata di cortometraggi (film e animazione) da Egitto, Turchia, Iran, Cina, Kosovo, Malysia e Bulgaria.

Va in scena al Teatro President, sabato 21 aprile, “Viva al zio Placid”, commedia dialettale a cura della Compagnia Teatrale Filodrammatica Sacra Famiglia, con la regia di Gabriele Nitidi: morto un ricco signore, i fratelli e le figlie devono spartirsi l’eredità, a condizione le ragazze si sposino entro un anno. Una commedia brillante, scritta da Celati e tradotta in dialetto piacentino da Giuseppe Milani, che assicura divertimento tra battute e colpi di scena. Inizio spettacolo alle ore 21; il biglietto ha un costo di 7 euro.

A CURA DI PIETRO CORVI

WEEKEND

ROCK, JAZZ E ALTRO Musica al Lavoro, gran finale ricordando i Cantacronache

Con Hackett e ‘Cisco’ Fillmore irrinunciabile Settimana densa al Fillmore di Cortemaggiore, con una chitarra d'eccellenza, il ritorno "a casa" di un "grande amico" e una serata tributo che mancava all'appello da un po'. Si parte venerdì 20 con Steve Hackett, storico chitarrista dei Genesis, e la sua Electric Band; si continua sabato 21 con l'ex Modena City Ramblers Stefano "Cisco" Bellotti e il suo gruppo (foto in alto), per il nuovo "Fuori i secondi" tour (dal titolo dell'ultimo album), anticipati dalle Mosche di Velluto Grigio; si chiude martedì 24 con i Bandaliga, con Max Cottafavi alla chitarra come ospite d'eccellenza, e la Eleven Street Band in apertura, tributo a Max Pezzali e 883. Il "Breaking Waves Italy Tour" di Hackett fa tappa al Fillmore per promuovere il nuovo album "Beyond the Shrouded Horizon", un album dalle atmosfere mistiche e suggestive, profondamente personali ma anche universali, come nello stile raffinato ed elegante di Hackett, che segna un’altra tappa importante nella sua evoluzione musicale. A 40 anni dal primo tour italico dei Genesis, Hackett torna con un imperdibile set dal vivo: in questa nuova esplorazione dell'universo rock sarà accompagnato da Roger King alle tastiere, Lee Pomeroy al basso, Rob Townsend a sax e flauto, Gary O’Toole alla batteria e Amanda Lehmann all'altra chitarra. Per concludere, due parole sul nuovo disco di Cisco, un'altra bella raccolta di racconti esemplari, intense biografie di personaggi che hanno fatto storia con le loro vite incredibili. Un richiamo a darsi da fare, un elogio ad alcuni grandi "secondi" a cui il tempo alcune volte ha reso giustizia. Cantautorato folk sociale e visionario tra speranza, ottimismo e quella sua tipica, agrodolce ironia.

Cinefox, “invasione di corde” con la Lybra Guitar Orchestra Lo avevamo annunciato: sono state apportate diverse modifiche nella programmazione degli eventi previsti per il mese di aprile al CineFox di Piazza Della Rocca a Caorso, che risulta così nettamente alleggerita. In settimana l'unico appuntamento in calendario è giovedì 19 alle 21.30 (ingresso 12 euro), sarà un'autentica invasione di corde e appartiene alla rassegna classica "Theater": sotto ai riflettori, la Lybra Guitar Orchestra, formata da 13 elementi di età compresa tra i 17 e i 38 anni. Sono tutti allievi, ex allievi ed insegnanti dei corsi di chitarra classica e moderna della Scuola di Musica dell’Unione dei Comuni Modenesi dell’Area Nord. La Lybra Guitar Orchestra, diretta da Mauro Bruschi, presenterà un repertorio che spazierà dalla musica classica suonata in maniera moderna ad esecuzioni più prettamente classiche. Info e contatti su www.cinefox.it.

Chiude venerdì 20 - con un ricco evento dedicato ai Cantacronache per il 67° anniversario della Liberazione - la rassegna "Musica al Lavoro" nel salone Nelson Mandela della Cgil di Piacenza in via XXIV Maggio. Si partirà alle 18 con una tavola rotonda, coordinata dagli autori del documentario "Cantacronache 1958-1962: politica e protesta in musica", che sarà poi proiettato alle 21, e alle 22 si finirà in bellezza con il concerto di Fausto Amodei, compositore, interprete e musicista tra i fondatori del gruppo che alla fine degli anni ’50 proponeva canzoni di contenuto sociale e politico contribuendo alla nascita della canzone d’autore; canzoni per denunciare fatti di cronaca e riconsegnarli alla memoria collettiva, raccontando il paese da una prospettiva critica e anticonformista. Del gruppo, alla tavola rotonda interverranno Amodei ed Emilio Jona, con Mirco Carrattieri (presidente Istituto Storico Resistenza di Reggio Emilia), Luisa Cigognetti (documentarista docente all'Università di Bologna) e l'assessore al Futuro Giovanni Castagnetti.

Del Barba-Bombardieri Quartet, l’interplay al Milestone Per questa settimana si avrà un unico appuntamento al Milestone di via Emilia Parmense, l'accogliente sala concerti del Piacenza Jazz Club: venerdì 20 alle 22.30 (ingresso come sempre gratuito con tessera Anspi o PC Jazz Club) per la rassegna prettamente dedicata al jazz è atteso il Del Barba - Bombardieri Quartet. Titolari del combo sono Guido Bombardieri, sassofonista, e Oscar Del Barba, pianista; al loro fianco, il contrabbassista Marco Gamba e il batterista Stefano Bertoli. La musica del quartetto si incentra sulla riproposta di alcuni standard che vengono rivisitati con un'improvvisazione "istantanea", affidando all'inventiva dei musicisti il compito di trovare soluzioni sempre diverse con un'attenzione particolare al dialogo e all'"interplay". Inoltre vengono interpretati alcuni brani originali di Del Barba e di Bombardieri, che basano la loro scrittura su sonorità che spaziano dalla tradizione all'avanguardia, per quel che riguarda il "free" ma anche per la libera improvvisazione svincolata da idee prefissate.

Baciccia al trotto, impossibile non ballare Note per tutti i gusti: attesa per Go Dugong, Gianni Fuso Nerini e Blaugrana Smaltiti i bagordi per la festa del suo 5° compleanno, il Caffè Baciccia riparte giovedì 19 con un trittico elettronico da non perdere: il dj-set elettronico di Go Dugong (alias Giulio Fonseca, bassista dei piacentini Kobenhavn Store), il mirabolante e allucinato live-set di Xebb (alias Pietro "Becce" Beltrami, tastierista dei piacentini Tryptamin e Flora) e il dj-set "psycho-dub" del genovese Fofy. Venerdì 20, inedito live-set reggae firmato da due grandi del genere in Italia: Cato (chitarrista fondatore dei Bluebeaters e colonna degli Africa Unite al basso) e Mr.T-Bone (in foto; membro di entrambe le formazioni dal '99 ad oggi) faranno rivivere la magia degli anni '60 e '70 in cui in Giamaica nascevano la scena reggae, i soundsystem, il dub e le "versions" strumentali; Cato farà girare sui piatti le "versions" più roventi di "old-school-roots" reggae e T-Bone improvviserà sulle basi col trombone. Da non perdere. Martedì 24 si cambierà registro con il grande ritorno in consolle di Gianni Fuso Nerini e le sue valige di vinili 45 giri, dai Beach Boys a Peppino di Capri, da Rita Pavone ai Pret-

ty Things, passando per Chuck Berry, Little Tony e Pippo Franco. Giovedì 26, infine, il ritorno dei piacentini Blugrana in concerto, che rivedranno in chiave semi-acustica il meglio del loro repertorio e del loro ultimo album.

La stagione di balletto chiude con ‘Le vergini’ Ultimo spettacolo per la Stagione di Danza del Teatro Municipale di Piacenza: domenica 22 alle 16 salirà sul palcoscenico il Balletto Teatro di Torino del coreografo Matteo Levaggi e diretto da Loredana Furno con il progetto, l'impianto scenico e i costumi di Corpicrudi. In scena, "Le Vergini", su musiche di Caikovskij (estratto da "La bella Addormentata") e Hildur Gudnadottir; i testi sono invece di Claudia Attimonelli e Massimo Tantardini, dal libro omonimo. "Le Vergini" è una riflessione sul valore della bellezza e sulla sua possibile condanna, nonché la trasposizione coreografica di Levaggi dell'omonimo progetto dei Corpicrudi (sulla scorda di una proficua collaborazione ormai consolidata, dopo la precedente trilogia "Primo Toccare"), composto originalmente da sezioni foto, video, installative e da un libro d'arte.

San Matteo, ‘Linea di confine’ per il teatro amatoriale Torna al Teatro San Matteo (Vicolo San Matteo, 8) la rassegna di teatro amatoriale “Linea di confine”, organizzata dal Gruppo Teatrale Quarta Parete e patrocinata dal Comune di Piacenza. Cinque appuntamenti, dal 20 aprile al 18 maggio, con inizio alle ore 21, che vedranno protagonisti, oltre a gruppi piacentini, anche “La Pozzanghera” di Genova ed il “Teatro Impiria” di Verona. Lo spettacolo di apertura sarà – venerdì 20 – “Una storia fortunata”, con la regia di Tino Rossi, una pièce liberamente tratta dal romanzo di Luis Sepulveda "Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”. Sabato 28 aprile è la volta di "The Hat's Show" con il Gruppo Teatrale Le Stagnotte di Piacenza: un talk show in stile televisivo che ha come protagonista ‘l’uomo misterioso’ in cerca di una moglie. Altri appuntamenti venerdì 11 maggio con "Confesso che ho bevuto", il 12 con “Ultima chiamata”, il 18 spettacolo di chiusura con Quarta Parete & Friends: “E’ solo uno sgrullone!”.


Corriere Padano

10

FUORINGIRO

19 aprile 2012

TEMPO LIBERO

AGENDA WEEKEND

Notte blu, sabato il centro apre fino alle 24 Sabato 21 aprile apertura straordinaria dalle 20 alle 24 delle Gallerie d’arte e degli Antiquari, ma non solo: iniziative, degustazioni, installazioni saranno presenti in tutto il centro storico. Infatti i bar aderenti daranno vita ad un cocktail blu, i ristoranti realizzeranno i piatti d’artista ispirati alle opere esposte nei loro locali, le librerie creeranno eventi per adulti e bambini mentre i negozianti prolungheranno il loro normale orario di apertura e allestiranno la propria ve-

Pizzighettone, antiquariato tra le mura e i fiori primaverili Torna “Trovantico fra le mura”, mercatino di antiquariato, modernariato e collezionismo che si svolge a Pizzighettone, nel centro storico della città murata, sabato 21aprile. Il mercatino resta allestito per l'intera giornata, dalle 8 alle 18, negli spazi all'aperto del centro storico; in caso di maltempo gli stand verranno collocati all'interno del circuito espositivo delle mura di via Boneschi. Saranno presenti espositori provenienti dalla Lombardia e dalle regioni limitrofe con oggettistica d'antiquariato, modernariato e collezionismo ma anche filatelia, vintage ed etnico. L'ingresso è gratuito. Nella giornata di domenica 22 aprile il centro storico di Pizzighettone sarà invece attraversato per l’intera giornata da stand di vendita di fiori, bulbi primaverili, piante fiorite e composizioni floreali, in occasione della rassegna “Pizzighettone in fiore”, alla prima edizione. Nel pomeriggio, dimostrazioni di composizioni floreali a cura del Gruppo Fioristi di Ascom Cremona, con utili idee per la casa, la tavola e le ricorrenze primaverili. In mattinata inoltre, ci sarà la tradizionale marcia podistica ‘La Gerondina’ che porterà nel cuore del centro numerosi podisti ed appassionati di tutte le età. Per l’intera giornata negozi aperti; presso l’Ufficio turistico del Gruppo volontari mura di piazza D’Armi, visite guidate alla scoperta delle mura e dei musei ‘Arti e Mestieri di un Volta’ e ‘Delle Prigioni’.

trina in blu. Accanto ai tour culturali che si muoveranno per tutta la città portando in giro comitive alla riscoperta o scoperta degli angoli meno conosciuti e notturni della città, fino alla mezzanotte in Piazza Cavalli, in Piazza Sant’Antonino e nelle aree limitrofe si terranno manifestazioni e giochi di luci, naturalmente tutto all’insegna del blu. Per il programma dettagliato ed i locali aderenti alle iniziative: www.notteblupiacenza.it

PIACENZA - IN VINO CARITAS Primo appuntamento di “In Vino Caritas”, iniziativa benefica ideata e realizzata dall’Associazione Luca Ferrari for Children: il 19 aprile a partire dalle ore 19 presso il locale Maudit, in via Vittorio Emanuele a Piacenza, prende vita un’iniziativa enogastronomica-wine tasting, il cui ricavato sarà destinato alla costruzione di una struttura medico-sanitaria con astanteria per bambini e famiglie a Purok Talaudyong, sull’isola di Palawan nelle Filippine. Continuano gli appuntamenti del festival dell'omeopatia e delle scienze umane: giovedì 19 aprile alle ore 21 Luigi Ferrari e Giovanni Smerieri discuteranno di "Individualità e globalizzazione" alla Fondazione di Piacenza e Vigevano, mentre il 20 nel Salone di Palazzo Gotico - alle 20.30 - verrà proiettato il film "La fine è il mio inizio " su Tiziano Terzani, con la partecipazione del critico cinematografico Enzo Latronico e Massimo Mangiavalori, omeopata, medico personale di Terzani. Domenica 22 dalle 11 in piazza Duomo proseguono le iniziative con una visita guidata ai giardini di Piacenza, la conferenza “Erbe medicinali ed aromatiche del nostro territorio” (in caso di maltempo la conferenza si terrà in Santa Maria della Pace), al cui termine verrà presentata la "Tisana di Piacenza" dell’Erboristeria Trevisan, e - alle 18 - il concerto “Senti il ritmo della tua terra” della Band Roots swing project.

PIACENZA - FARMER’S MARKET

PIACENZA - PIACENZA TELERADIO E PIACENZA COLLEZIONA Il 21 e 22 aprile doppio appuntamento a Piacenza Expo: “Piacenza Teleradio”, una mostra mercato dedicata al mondo dell’elettronica, informatica, radiantismo, con area dedicata al mercatino dei radio-amatori; e “Piacenza Colleziona”, mostra di piccolo antiquariato, oggettistica, collezionismo.

PIACENZA - LETTURE DI LETTERE E DIARI DI SOLDATI PIACENTINI Letture di lettere e diari di soldati piacentini alla Grande guerra e visita alla sede dell’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra, a cura dell’Archivio di Stato di Piacenza, sabato 21 aprile alle ore 10.30 e 11.30.

PIACENZA - IL SEMINARIO VESCOVILE E I SUOI TESORI PIACENZA - CONVERSAZIONE CON GIACOMO MANZONI

Bancarelle a Crema Domenica 22 aprile a Crema una grande festa di primavera, dalle ore 9 alle 19 nelle vie del centro storico: mercatino artigianale con oggettistica a tema, prodotti per il benessere, eccellenze gastronomiche, lo stand “Pane che bontà”, degustazioni e molto altro; ci sarà anche un angolo dedicato ai più piccoli con animazione, giochi, laboratori didattici e merende.

Presso La Galleria Da cosa Nasce cosa (via Sopramuro 45), venerdì 20 aprile alle ore 18 inaugura la collettiva di fotografia "Ritratto in corso", che rimarrà aperta fino al 15 maggio. Orari: lun./ven. 16-19; sabato 10.30-12.30 e 16-19; chiuso giovedì e festivi.

In Piazza Garibaldi, via Cavour, via Repubblica e le altre vie del centro di Parma, per tutta la giornata di domenica 22 aprile ci saranno negozi a cielo aperto, menù tematici, musica dal vivo con il “Parma Brass quintet”, minibus che condurranno i visitatori a precorsi guidati tra le principali attrazioni storico-artistiche della città; non mancheranno due spazi gioco in Piazza Garibaldi con la Casa dei Bimbi (aperto dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00) e in Piazzale della Pace. L’accesso alle iniziative è gratuito. Per informazioni 0521251848. Nella stessa giornata, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00, saranno visitabili i seguenti giardini: Cortile d'onore Palazzo Pallavicino, Piazzale Santafiora; Giardino di Palazzo Soragna, Via al Ponte Caprazucca; Giardino delle Rose, Borgo Felino 9; Giardino Schluderer, borgo Felino 17; Giardino Aimi-Banchini, Borgo Felino 47; Giardino del Convitto Maria Luigia, Borgo Lalatta 14; Giardino Pizzarotti, Via A. M. Adorni 1; Orto Botanico, Strada Farini 90. Zone periferiche: Giardino segreto di Sandra Migliavacca, strada Cava in Vigatto 108, Parco Villa Meli Lupi di Soragna, strada Martinella 326; Orto-frutteto Romana Gardani, strada Martinella 141. Sono previste visite guidate, con ritrovo davanti a Palazzo Pallavicino in Piazzale Santafiora. Anche in questo caso l’ingresso è gratuito. Per informazioni tel. 0521.1551692.

PIACENZA - VISITE GUIDATE IN CATTEDRALE Iniziative, domenica 22 aprile, in Cattedrale: alle ore 15, 16 e 17, visite guidate alla Cattedrale e all’Archivio Capitolare, a cura della Associazione Domus Justinae. Il 20 e 23 aprile Piazza Cavalli ospiterà Farmer’s Market, mercato contadino e di prodotti locali. Visitabile dalle ore 8.00 alle 18.00.

PIACENZA - OMEOFEST

Presso il Conservatorio Nicolini, alle ore 16 di giovedì 19 aprile, conversazione con il compositore Giacomo Manzoni in occasione dell'80° compleanno.

Una domenica a Parma: shopping, gastronomia e giardini aperti

Alberoniana di Arazzi. Alle ore 16.45 si ritorna in Piazza Cittadella.

Presso il Seminario Vescovile di Piacenza, alle ore 16 e alle 17 di sabato 21 aprile, un’occasione per scoprire i tesori della struttura e visitare la Cappella di Sant’Opilio.

PIACENZA - MEMORIA PER IL FUTURO PIACENZA - "RITRATTO IN CORSO"

PIACENZA - UNITÀ D'ITALIA IN TAVOLA In Piazza Cavalli si svolgerà, da venerdì 20 a domenica 22 aprile, la 7° tappa della seconda edizione di “Unità d’Italia in Tavola”, tour enogastronomico delle tipicità regionali, ideato e realizzato in occasione dei festeggiamenti dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Tutta l’enogastronomia tipica italiana finalmente riunita in un unico evento, con 20 stand e 20 regioni. Tra le “eccellenze” presenti: lo Speck dell’Alto Adige IGP, l’olio d’oliva della riviera ligure, la liquirizia di Calabria D.O.P., la mozzarella di bufala campana D.O.P., i taralli pugliesi, i cannoli siciliani.

PIACENZA - ART PERCUSSION ENSEMBLE Domenica 22 aprile nella Sala Concerti del Conservatorio Nicolini va in scena alle ore 10.15 "Art Percussion Ensemble", del Conservatorio “Cesare Pollini” di Padova.

Al Conservatorio Nicolini, il 21 aprile alle 18.30, “Memoria per il futuro”: concerto e letture di testi dedicati alla Resistenza.

PIACENZA - IL CUORE DI PIACENZA IN FIORE, III EDIZIONE Domenica 22 aprile in Piazza Duomo dalle ore 8.00, un’esposizione di fiori, prodotti tipici locali, degustazioni, intrattenimento, giochi. Nella mattinata: chek-up gratuiti (elettrocardiogramma, pressione, glicemia) a cura dell’Ass. Il cuore di Piacenza con la collaborazione della Pubblica Assistenza Croce Bianca, contemporaneamente al mercatino dell’Associazione i Colori e i sapori di Piacenza. Alle 12.00 ci sarà l’inaugurazione ufficiale della manifestazione, mentre alle ore 15.00, 16.00, 17.00 sono previste visite guidate all’archivio della Cattedrale e al laboratorio di scrittura antica, a cura dell’Ass. Domus Justinae. Sempre alle 15.00, in collaborazione con Omeofest 2012, ci sarà la conferenza “Erbe medicinali ed aromatiche del nostro territorio”, con P. Milza e F. Chiappini Dattilo presso l’Orto dei Semplici, allestito in Piazza Duomo (in caso di maltempo la conferenza si terrà in Santa Maria della Pace). Alle ore 16.00 presso lo stand Cuore di Piacenza: corso per l’utilizzo del defibrillatore. In Via Legnano, alle 16.30, uno spettacolo divertente con la Compagnia del Sacchetto offerto dagli esercenti della via. Alle 18 il concerto “Senti il ritmo della tua terra” della Band “Roots swing project”.

PIACENZA - VISITE GUIDATE ALLA FONDAZIONE GAZZOLA Alla Fondazione Istituto Gazzola alle ore 16 e17 di domenica 22 aprile, saranno organizzate visite guidate.

PIACENZA - TAPPETI A PALAZZO Domenica 22 aprile ai Musei Civici di Palazzo Farnese, alle ore 15.00, appuntamento "Tappeti a Palazzo": visita alla mostra della collezione Armani-Binecchio.

PIACENZA - MISSIONE POPOLARE RAGAZZI Domenica 22 aprile alle ore 14.00 presso il Campo Daturi in via Risorgimento e alle 16 in Piazza Cavalli, un momento di festa e di incontro dei ragazzi di elementari e medie provenienti da tutta la Provincia di Piacenza. Incontro con il vescovo mons. Gianni Ambrosio.

PIACENZA - PRESENTAZIONE DEL LIBRO: SUISEKI DEL PIACENTINO PIACENZA - GALLERIA ALBERONI Alle ore 15.45 di domenica 22 aprile ci sarà un bus che da Palazzo Farnese porterà alla Galleria Alberoni per la visita alla collezione

Al Museo Civico di Storia Naturale alle ore 17.00 di martedì 24 aprile ci sarà la presentazione del libro “Suiseki del Piacentino”, a cura di Daniele Sacchetti e Licio Tezza.

MOSTRE CASSINARI MEDITERRANEO GALLERIA D’ARTE MODERNA RICCI ODDI Dal 17 marzo al 27 maggio 2012 La Galleria Ricci Oddi rende omaggio a Bruno Cassinari (1912-1992) nel centenario della sua nascita con la mostra “Cassinari Mediterraneo”, a cura di Marco Rosci, che ripercorre in una quarantina di opere le tappe fondamentali della produzione degli anni Cinquanta. Un periodo - che va dall’estate del 1949, con l’apertura dello studio ad Antibes, fino al 1962, quando Cassinari rientra a Gropparello e dà il via alla rinascita della nuova stagione “terragna” - cruciale per il linguaggio e l’immaginario del pittore piacentino. Il percorso espositivo si apre con “Autoritratto” del 1956, uno dei più alti risultati figurali ed espressionistici dell’artista, e prosegue con le grandi tele della pesca ad Antibes, il cui primo eccezionale esempio è “Porto di

A CURA DI COSTANZA ALBERICI Antibes” del 1953. Accanto, i grandi nudi (come il “Nudo disteso” del 1951) e la serie delle nature morte. Presenti in mostra anche “Giardino d’inverno” del 1954 e “Collina” del ’56, parentesi alternativa alle serie marine; mentre “Modella nello studio” ed “Atelier” sintetizzano il cosiddetto decennio marino. “Gropparello” del 1959 e “Grano maturo” del ’64 concludono il percorso. La mostra è visitabile dal martedì alla domenica dalle ore 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 18, con chiusura i lunedì non festivi, Pasqua e 1° maggio.

TWOGETHER MUSEO DI STORIA NATURALE Dal 17 marzo al 29 aprile 2012 Una mostra didattica interattiva ideata dai bambini per i bambini, al fine di aiutare una scuola dell’Uganda: questa è “Twogether”, esposizione Promossa da Africa Mission e allestita al Museo di Storia Naturale di Piacen-

za dal 17 marzo al 29 aprile. La mostra è strutturata in tre sale “a misura di bambino”, ognuna delle quali porta il piccolo visitatore a conoscere nuovi mondi: l’acqua, la natura, la terra, da scoprire in compagnia di simpatiche guide. A conclusione del percorso, un’area laboratorio, dove ciascun bambino potrà lasciare un segno tangibile della propria presenza e diventare così parte di questo grande progetto. La mostra osserva i seguenti orari: per scolaresche e gruppi da martedì a venerdì su appuntamento; per tutti sabato e domenica dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00 L’ingresso è gratuito.

NATURARTE- ARTE, NATURA E ECOLOGIA - PALAZZO DEL PODESTÀ, CASTELL'ARQUATO Dal 7 aprile al 27 maggio 2012 A Palazzo del Podestà di Castell'Arquato viene allestita una mostra di portata internazionale con una sele-

zione di opere prestigiose di alcuni tra i più importanti artisti della seconda metà del Novecento. Da Manzoni a Fontana, da Schifano a Penone, accanto a Pascali, Pistoletto, Paolini, Ceroli e tanti altri per la sezione Italia. Presenti anche opere molto particolari e curiose di Yoko Ono, Joseph Beuys, Nam June Paik (con un omaggio a John Cage) e altri nomi di rilievo. Il tema della mostra - Arte, Natura ed Ecologia - è espresso superbamente dalla selezione di opere di artisti che hanno lavorato con elementi naturali: si passa così dalla gabbia col canto di uccelli registrati sulla scultura alla memoria di John Lennon, a Central Park, di Yoko Ono, ai tronchi di Penone; dalle sculture in legno di Mario Ceroli ai sugheri di Crippa. Oltre alle opere storiche, molto ben selezionate dai curatori, alcuni lavori di artisti italiani emergenti creati in occasione della mostra completano l’esposizione.


19 aprile 2012

Corriere Padano

A TAVOLA

Vino e Castell’Arquato, duo vincente del Monterosso Val d’Arda Festival Promuovere tipicità e vallata è l’obiettivo dell’evento che debutta il 21 e il 22 aprile È alla sua prima edizione il Monterosso Val d’Arda Festival, organizzato dall’Associazione culturale La Goccia e dalla sezione AVIS di Castell’Arquato: l’evento - in programma il prossimo fine settimana, 21 e 22 aprile - si propone di promuovere il vino Monterosso Val d’Arda e Castell’Arquato, bellissimo borgo medievale che ospita l’iniziativa, con la sua storia, le sue tradizioni e la sua cucina. Alle 10 di sabato la sala del Palazzo del Podestà ospita il convegno "Monterosso tra Storia e Futuro”; nel pomeriggio, apertura degli stand gastronomici: spazio a degustazioni dei prelibati vini e prodotti tipici ma soprattutto di Monterosso, protagonista anche degli aperitivi a tema presso i locali del Borgo. Domenica continuano per tutto il giorno le degustazioni; in Enoteca Comunale, piazza Municipio, sarà a disposizione per tutta la giornata un sommelier per illustrare al meglio le caratteristiche di ciascun vino e gli abbinamenti con il cibo. In piazza San Carlo e Via

Sforza Caolzio dalla mattina ci sarà la rassegna di cantine e prodotti, mentre a mezzogiorno il Monterosso “sposerà” i risotti della Lomellina con una “gran risottata” al Monterosso proposta dalla Pro Loco di Sannazzaro de' Burgondi.

Non mancano manifestazioni a corollario dell’evento enogastronomico. Prima fra tutte, la Giornata Mondiale del Libro, che l’Ufficio Turistico di Castell’Arquato festeggia con uno speciale mercatino tematico prendendo spunto da una ricorrenza

molto popolare in Spagna: il 23 aprile infatti, nella regione della Catalogna, viene festeggiato Sant Jordi (San Giorgio) ed è tradizione che gli uomini regalino un fiore alle signore, e queste ricambino regalando un libro. A Castell’Arquato sarà possibile ripetere questa usanza e nello stesso tempo degustare i prelibati vini del Monterosso Festival. Visto che il 23 aprile quest’anno cade di lunedì, la data prescelta è stata fissata a domenica 22, a partire dalle ore 10.00 e fino alle ore 18.00 nella piazza monumentale, su cui si affacciano gli edifici storici (Collegiata romanica, Palazzo del Podestà, Rocca Viscontea), che ben si presta a fare da scenario spettacolare alla mostra-mercato di libri. Tutte le bancarelle avranno una sezione speciale dedicata all’enogastronomia. Dalle 15 alle 17 il laboratorio “Per fare il fiore” divertirà i bambini da 5 a 12 anni, che impareranno a costruire con la carta crespa un fiore segnalibro. ca

CUCINA DI CASA

Pubblichiamo come prima ricetta il piatto, che compare nel mese di aprile del calendario 2012 di Consorzio Piacenza Alimentare, a cura dello chef Patrizia Dadomo (La Fiaschetteria di Besenzone) che sintetizza così la sua cucina: “Non c’è innovazione senza tradizione”.

Batù di oca Ingredienti per 6 persone: 1 oca del peso di oca di circa 3,5 kg ( possibilmente molto grassa), 2 dadi, vino bianco secco, noce moscata, salvia, rosmarino Preparazione: Dividere l’oca in 4 parti, disossare l parti avendo cura id togliere la pelle e il grasso. In una casserruola capiente mettere la pelle a pezzi e il grasso, facendoli rosolare con un pizzico di sale. Quando il tutto sarà sciolto, togliere con una mesto-

la i pezzi di pelle. Aggiungere i pezzi di carne a tocchi precedentemente disossati, gli aromi, i dadi, la noce moscata e cuocere per circa 3 ore. A fine cottura aggiungere il vino bianco e farlo evaporare. Quando la preparazione si sarà raffreddata, deporre in vasi di vetro i pezzi di polpa d’oca, avendo cura di ricoprirli con il grasso di cottura. Chiudere i vasi e conservare, anche per tutta la stagione invernale, in luogo fresco. Al momento di servire, scaldare il vaso a bagnomaria e gustarlo preferibilmente con polenta. Nota: Per ottenere gustosi ciccioli d’oca far saltare con del sale in un a padella di farro ben calda i pezzi di pelle avanzati nella preparazione.

Dolce di farro con zabaione caldo al vincotto Ingredienti per 4 persone: 200g di grano farro cotto a vapore, 5 tuorli d’uovo, zucchero vincotto salentino, 5 cucchiai di vino bianco

secco, 1 stecca di vaniglia; cannella, burro, croccante di mandorle e miele per decorare Preparazione: Si metta il farro a bagno per 12 ore, si lavi bene e si metta in una padella antiaderente con 10 g di burro, 3 cucchiai di vincotto, un mestolino d’acqua calda e 2 cucchiai di zucchero semolato. Si tenga su fuoco basso fin da quando lo zucchero sia completamente sciolto, si unisca la stecca di vaniglia tagliata nel senso della lunghezza e si spolveri con mezzo cucchiaio di cannella. Si faccia insaporire e poi si elimini la vaniglia. Si proceda alla preparazione dello zabaione, lavorando 5 tuorli d’uovo e 5 cucchiai di zucchero e bagnomaria caldo con frusta elettrica, dopo un minuto si uniscano 5 cucchiai di vino bianco secco e 5 cucchiai di vincotto. Quando lo zucchero sia completamente sciolto e la consistenza dello zabaione sia densa, si divida sul fondo di 4 piatti. Su di esso si adagi il grano farro caldo montato in uno stampino conico, si guarnisca con croccante nelle mandorle e miele e si serva subito.

A Piacenza in Piazza Duomo

Bergamaschi Pietro s.a.s.: Olympia Polo, la grande novità per il tappeto erboso Avere un tappeto erboso di facile manutenzione, resistente, esteticamente piacevole e sostenibile dal punto di vista ambientale, è oggi possibile grazie a mani esperte che da decenni lavorano sementi per tappeti erbosi: Bergamaschi Pietro s.a.s., azienda che si trova a Piacenza in Piazza Duomo e ha il magazzino in via Mezzanini. L'azienda si occupa specificamente della saggia valorizzazione di sementi importate da Olanda, Danimarca, Francia e soprattutto da Stati Uniti, realizzando prodotti secondo le diverse esigenze dei clienti. Una lavorazione “su misura”, quindi, che viene fatta in base all'esposizione del terreno, alle sue caratteristiche, alla manutenzione che si desidera dedicare al proprio prato. In questi anni l'azienda Bergamaschi ha messo a punto Olympia Polo, un miscu-

glio per tappeto erboso adatto a tutti i climi, che rigenera rapidamente ed è resistente al caldo e al calpestio. Più ricco di germogli, più resistente alla siccità e alle malattie, utilizza tecnologie innovative come la germogliazione laterale. Questo tipo di miscuglio permette una più facile manutenzione ed un minore impiego di acqua per l'innaffiatura, consentendone una riduzione pari al 30% in terreni argillosi come quelli del territorio piacentino. La ricerca aziendale Bergamaschi cerca di limitare il più possibile i trattamenti chimici, ricorrendo a metodi naturali, ad esempio attraverso l'installazione di micorizze, funghi che, inoculati sulle radici del tappeto erboso, ne aumentano lo stato di sanità e robustezza, controllando le micosi maligne delle superfici erbose.

11

MANGIARE BENE

Osteria del Pescatore, cucina di fiume genuina I Il locale altro non è che l' "evoluzione" di uno dei tipici "casoni" costruiti sulle palafitte in riva al Po. In passato questi erano i luoghi in cui i pescatori arrivavano in barca per fare merenda. Si comincia di solito con i salumi: i tre DOP piacentini, coppa, salame e pancetta, ma anche ottimo culatello e crudo. Tra i primi si possono sempre scegliere almeno due risotti, con ingredienti di stagione (ai funghi, ai tartufi o alle cipolle caramellate e gorgonzola, solo per citarne alcuni), e numerose varietà di pasta, tutte fatte in casa dalla signora Nicoletta: tortelli alla ricotta ed erbette, o alla zucca in stagione, gnocchi, ravioli di stracotto o senza carne, lasagne, cannelloni, crespelle. Oltre al fritto di pesce d'acqua dolce (ambolina, pesce gatto e anguilla), oggi quasi introvabile, la proposta si allarga allo storione alle erbe o alla brace, filetti branzino o trota alla brace. Prenotando con anticipo (due giorni), si può passare dal pesce di fiume a quello di mare. Tra le carni, oltre alla ricca offerta di carni alla brace, da non perdere la coppa arrosto con aceto balsamico, la salsiccia con polenta e, in stagione, la selvaggina, fornita direttamente dai cacciatori e cucinata secondo la tradizione della Bassa. Infine i dolci al cucchiaio: panna cotta, tiramisù , semifreddo al torrone o allo yogurt e frutti di bosco. Per chi ama la pasta frolla, crostata alla marmellata o crema pasticcera. Dalla cantina i migliori vini DOC dei Colli Piacentini. Osteria del Pescatore - Castelvetro, Via Po 14 tel 0523 824333 Sante Migliorini


Corriere Padano

19 aprile 2012

12

CITTÀ UTILE

ANNUNCI AUTO E MOTO Vendo rimorchio trasporto auto zincato con accessori marca Ellebi ad un asse portata q. 11 anno 2008 patente B. Tel. 331.4851948 Vendo Suzuki Grand Vitara 1.9 DDIS 3 porte nero metallizzato Euro4 anno 2007 km 13.700 a euro 14.000. Tel. 338.9831386 Vendo carro agricolo in legno. In origine a trazione animale, adattato a traino motore. 800 euro. Tel. 338.8305442 Acquisto moto usata o incidentata. Pagamento e ritiro a domicilio. Per informazioni tel. 334.6748719

Fiat Uno 45 energy saving con ridotto consumo carburante, motore rifatto a 200.000 km, cerchi campagnolo, gomme nuove, bollo e revisione in regola, iscritta registro storico con assicurazione agevolata, esente bollo dal 2013, vendo 800 euro. Tel. 338.3524652 Vendesi Quad Polaris 330 anno 2006, prezzo da concordare. Tel. 335.7723048 Vendesi Renegade cabriolet 4200 benzina con impianto Gpl, anno 1984. Veicolo iscritto ASI. Prezzo da concordare. Tel. 335.7723048 Vendo Beta 50 RR 2006 blu motore minarelli 6 marce carbur. 19. marmitta, da rodare.

A Piacenza. Tel. 329.1109752 Renault Clio vendo 450 euro, grigio metallizzato, ottimo stato, causa inutilizzo. Tel. 339.6238739 BMW 530, anno 2000, diesel, vetri scuri, colore blu, vendo euro 4.000. Tel. 338.8510510, Manuel Fiat Doblò, anno 2010, diesel, full optional, km 75.000, vendo euro 7.800. Tel. 338.9016558 Ford Cmax Ghia, anno 2009, diesel, km 70.000, full optional, vendo euro 8.500. Tel. 338.9016558

VARIE

Farmacie FARMACIE DI SERVIZIO A PIACENZA DAL 20.4.2012 AL 27.4.2012 TURNO DIURNO: dalle 8,30 alle 22 DR. CABERTI – Via Martiri della Resistenza (ang. Via Trivioli, 4) DR. CROCI – P.zza Cavalli, 29 TURNO NOTTURNO: dalle 22 alle 8,30 20.04 FARNESIANA – Via Farnesiana, 100/E 21.04 SAN GIACOMO – Via V. Veneto, 88 22.04 SAN LAZZARO – Via E. Parmense, 22/A 23.04 DR. GIANNI CORVI – C.so V. Emanuele, 121 24.04 DR. SPOTTI – Via Boselli, 60/B 25.04 CARDONA E CORVI – Via Colombo, 124 26.04 PIACENZA – Via P. Cella, 56 27.04 DR. CABERTI – Via Martiri della Resistenza (ang. Via Trivioli, 4) E' possibile accedere alle farmacie, in servizio di turno, ricomprese nella ZTL, comunicando al farmacista il numero di targa del proprio mezzo.

Mercati settimanali Lunedì: Bettola, Borgonovo Val Tidone, Caorso, San Nicolò, Castell’Arquato, Castelvetro Martedì: Ferriere, Nibbiano, Piacenza Farnesiana, Pontedellolio, Pontenure, Travo, Vernasca Mercoledì: Carpaneto, Marsaglia, Piacenza, Pianello, Vigolzone Giovedì: Agazzano, Castelsangiovanni, Fiorenzuola, Gossolengo, Gropparello, Perino, Piacenza Farnesiana, Podenzano, Villanova Venerdì: Cortemaggiore, Lugagnano, Monticelli, San Giorgio, Rivergaro, Roveleto Sabato: Bobbio, Fiorenzuola, Piacenza, PC Besurica Domenica: Agazzano, Alseno, Borgonovo, Caminata, Carpaneto, Castelsangiovanni, Cortemaggiore, Gragnano, Gropparello, Monticelli, Morfasso, Nibbiano, Pianello, Pontedellolio

Avis, i prelievi 22/04/2012 AGAZZANO – MORFASSO – S.NICOLO’/SANTIMENTO UNITA’ RACCOLTA VAL D’ARDA 20/04/2012 ALSENO 22/04/2012 CASTELVETRO P.NO – GROPPARELLO – MONTICELLI D’ONGINA

Sociale, notizie utili PROGETTO GIOVANI E VOLONTARIATO IN 3D Sabato 21 aprile presso l’Auditorium Sant’Ilario, dalle 8.30 alle 13.00, ci sarà la presentazione del lavoro svolto dai giovani che hanno partecipato progetto durante l'anno scolastico. Ci saranno anche testimonianze di volontari presso associazioni locali.

ISCRIZIONI AI NIDI D’INFANZIA Il Comune di Piacenza, Direzione Operativa Servizi alla Persona e al Cittadino – Servizio per l’Infanzia, ricorda che le domande di iscrizione all’asilo nido potranno essere presentate dal 16 aprile al 26 maggio 2012 presso QuiC - Sportelli Polifunzionali - via Beverora n. 57. Le iscrizioni sono aperte per i bambini nati dall’1 gennaio 2010 al 26 maggio 2012. Nella giornata di sabato 21 aprile sarà possibile visitare gli asili nido dalle ore 10.30 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.00.Per informazioni: Ufficio Infanzia - viale Beverora, 59 - tel: 0523-492577 oppure mail: staff.formazione@comune.piacenza.it

GIORNATA DEI NIDI APERTI Un’interessante iniziativa per i novelli genitori: il 21 aprile sarà la giornata dei nidi aperti, in cui le strutture per i più piccoli saranno visitabili dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 18.00, con personale a disposizione per fornire informazioni.

CENTRO PER LE FAMIGLIE Il Centro per le Famiglie del Comune di Piacenza, in collaborazione con la Cooperativa Casa Morgana, per il ciclo “Le serate dei genitori”, conversazioni tematiche al Centro per le Famiglie ha in programma venerdì 20 aprile ore 20.45: PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE, Piccoli grandi consigli per far crescere in salute i bambini; conversazione con Laura Garnerone.

Vendo libri “Cuore Garibaldino” fascicoli rilegati in 3 volumi romanzati su Risorgimento Italiano. Tel. 338.7548892 Domenica del Corriere anni ’60 numeri vari vendo ad 1 euro. Tel. 338.7548892 Cerco settimanale “Tribuna illustrata” del 6 novembre 1966 con avvistamento UFO sopra aeroporto San Damiano (PC). Tel. Carlo 346.7449972 Vendesi attrezzo ginnico nuovo Tre Minutes Legs per cambio abitazione. Per migliorare addominali, glutei, cosce, in pochi minuti al giorno ottimi risultati. Tel. 320.0535067 Abito sposa molto raffinato, provenienza boutique atelier “La sposa”, vendo, prezzo interessante. Tel. 339.4714039 dopo 18.30 Vendo pantalone donna mai usato, Dainese originale, da motociclista, colore nero in fibra sintetica, taglia 48, a euro 90. Tel. 348.5459318 Vendo pantalone Energie originale, ecopelle uomo, colore nero, taglia 33, in ottimo stato a euro 50. Tel. 348.5459318 Cerco cassette film whs di Ingrid Bergman. Tel. 328.1488209 ore serali Vendo bellissimo copriletto di primaria ditta con leggero disegno floreale. Tel. 328.1488209 ore serali Vendo scarponi da sci della “Tecnica” usati poco calzano il numero 42. Tel. 328.1488209 ore serali Vendo carrello spesa originale della “Girmi”, usato una sola volta, metà prezzo. Tel. 328.1488209 ore serali

MENS SANA IN CORPORE SANO La Pubblica Assistenza Piacenza Croce Bianca si rende promotrice del Progetto M.S.C.S. (Mens Sana in Corpore Sano) che vuole essere una risposta completa per affrontare i diversi aspetti della vita delle persone anziane. Giovedì 26 aprile alle 15.30 gita al podere della Bellotta di Pontenure. Per informazioni contattare Croce Bianca al numero 0523/613976 – 347/4875534 dalle ore 8.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 17.00.

GLI ANNUNCI CONTINUANO A PAGINA 16


19 aprile 2012

Corriere Padano

13

SPECIALE MOTORI

Come demolire un veicolo: quello che bisogna sapere Occorre consegnarlo ad un centro raccolta autorizzato oppure - nel caso di cessione per acquistarne un altro - al concessionario della casa costruttrice Se si vuole demolire un veicolo bisogna consegnarlo ad un centro di raccolta autorizzato oppure - nel caso in cui venga ceduto per acquistarne un altro - al concessionario/automercato/succursale della casa costruttrice. Il gestore del centro di raccolta, oppure il concessionario/automercato/succursale della casa costruttrice, deve provvedere entro trenta giorni consecutivi dalla consegna del veicolo, alla cancellazione del veicolo dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA) attraverso la presentazione della richiesta di "cessazione della circolazione per demolizione". Se sul veicolo da demolire è iscritto al PRA un provvedimento di fermo amministrativo occorrerà prima cancellare al PRA il fermo amministrativo (dopo aver pagato le somme dovute al concessionario dei tributi) e dopo richiedere la "cessazione della circolazione per demolizione". Si consiglia, prima di richiedere la demolizione, di richiedere una "visura", indicando la targa del veicolo, all'ufficio provinciale ACI – Pubblico Registro Automobilistico (PRA), o tramite il servizio visure online, per verificare che sul vei-

colo non sia iscritto un fermo amministrativo.

Cosa fare Si devono consegnare al centro di raccolta autorizzato o al concessionario/automercato/succursale della casa costruttrice, insieme al veicolo da demolire, anche le targhe,

la carta di circolazione e il certificato di proprietà (o il foglio complementare). In caso di furto o smarrimento di targhe e/o documenti, si deve consegnare la relativa denuncia (o dichiarazione sostitutiva di resa denuncia), presentata agli organi di pubblica sicurezza. Al momento della consegna del veicolo da demolire, il cen-

tro di raccolta, oppure il concessionario/automercato/succursale della casa costruttrice, è tenuto a rilasciare al proprietario/detentore del veicolo il "certificato di rottamazione" dal quale devono risultare i seguenti dati: - nome e cognome del proprietario/detentore - indirizzo del proprietario/detentore - numero di registrazione/identificazione e la firma del titolare dell'impresa che rilascia il certificato - l'autorità competente che ha rilasciato l'autorizzazione all'impresa la data e l'ora di rilascio del certificato e la data e l'ora di presa in carico del mezzo - l'impegno a provvedere alla richiesta di cancellazione dal PRA - gli estremi di identificazione del veicolo (classe, marca, modello, targa e numero di telaio), i dati personali e la firma del soggetto che effettua la consegna del veicolo (qualora si tratti di soggetto diverso dal proprietario, anche i dati di quest'ultimo) Questo certificato solleva da ogni responsabilità (civile, penale e amministrativa) il proprietario del veicolo. Inoltre dalla data di consegna del vei-

colo, dichiarata nel certificato, viene a cessare anche l'obbligo del pagamento della tassa automobilistica (bollo auto), a carico dell'intestatario al PRA. Pertanto è importante: - accertarsi, se si consegna il veicolo direttamente al centro di raccolta, che sia in possesso della prevista autorizzazione - esigere che il centro di raccolta o concessionario/succursale della casa costruttrice/automercato che ritira il veicolo per la demolizione rilasci il certificato di rottamazione (recante i dati minimi di cui sopra) - conservare con cura il certificato di rottamazione per qualsiasi evenienza (in primo luogo di natura fiscale)

Costi previsti per legge Emolumenti ACI: 7,44 euro Imposta di bollo: 29,24 euro (se si utilizza il CdP come nota di presentazione) o 43,86 euro (se si utilizza il modello NP3B come nota di presentazione) Il proprietario del veicolo deve pagare solo gli importi per la cancellazione dal PRA e quelli relativi all'eventuale trasporto del veicolo al centro

di raccolta concessionario/automercato/succursale.

Consegna del veicolo ad un demolitore estero Se il veicolo viene demolito in un paese estero, il proprietario può chiedere al PRA la "cessazione della circolazione per demolizione" presentando: - certificato di proprietà (CdP) o foglio complementare, targhe e carta di circolazione In caso di smarrimento o di furto di documenti e/o targhe si deve consegnare la relativa denuncia (o una dichiarazione sostitutiva di resa denuncia) presentata agli organi di pubblica sicurezza. - nota di presentazione al PRA Utilizzare il retro del CdP, oppure il modello NP3B, in doppio originale, stampabile dal sito o in distribuzione gratuita presso gli STA degli uffici provinciali ACI (PRA) e degli uffici provinciali della Motorizzazione Civile (UMC). - certificazione del demolitore estero di avvenuta demolizione con allegata traduzione ufficiale del testo. (fonte: www.aci.it)


Corriere Padano

19 aprile 2012

14

DALLA PROVINCIA

Fiorenzuola - Affari in centro, 11esima stagione: sabato 21 la prima giornata

Commercianti in coro: ”Ci crediamo ancora” E’ nata l’associazione ‘Vetrine in centro storico’, il presidente Salvi spiega: ”L’obiettivo è far ripartire l’iniziativa dopo lo scioglimento del Comitato” MANUELA IANNOTTA Slittata di una settimana, causa maltempo, andrà in scena sabato, 21 aprile, la prima giornata della stagione 2012 degli Affari in centro. Un primo appuntamento, all’insegna dello shopping, degli aperitivi musicali, delle esposizioni. Una data che risulta attesa dai commercianti del centro storico fiorenzuolano, che, a distanza di 11 anni dall’avvio di quest’iniziativa di marketing urbano, nel protrarsi di una crisi economica che sta attanagliando il commercio, credono ancora nel progetto targato ‘Affari in centro’, promosso dal Comune e dalla neonata associazione ‘Vetrine in centro storico’, con il sostegno di Confesercenti. Sembrano confermarlo il numero dei negozianti aderenti, una sessantina, in linea con quello dell’anno scorso, e le dichiarazioni che abbiamo raccolto tra alcuni dei commercianti che ogni secondo sabato del mese, da qui ad ottobre (con la sola pausa di agosto), posizioneranno i gazebo di-

nanzi alle loro vetrine per l’edizione “A cinque stelle” (com’è stata intitolata) degli Affari. Tra i principali sostenitori del progetto vi è Riccardo Salvi, il presidente di ‘Vetrine in centro storico’, un’associazione nata, alla fine di marzo, “proprio per far partire gli Affari dopo lo scioglimento del Comitato per il centro storico”, che fino allo scorso anno organizzava con l’Amministrazione comunale l’iniziativa. Come ha sottolineato il presidente, l’associazione si è costituita “come progetto di marketing urbano, in un processo di continuità con il vecchio Comitato” e quest’anno sarà impegnata

nell’organizzazione di tre iniziative d’animazione del centro: gli Affari, appunto, la Movida (quest’estate) e gli eventi natalizi. Sono un’ottantina i commercianti entrati a far parte dell’associazione, il cui consiglio direttivo è composto da sette ‘rappresentanti di via’ del centro. E in merito al progetto ‘Affari in centro’, cui ‘Vetrine in centro storico’ lavora di concerto con il Comune, Salvi ha osservato: “Noi crediamo nella valenza del progetto perché porta gente a Fiorenzuola. Abbiamo deciso di ricalcare gli Affari degli anni scorsi, sia per mancanza di tempo sia per ragioni legate alla congiuntura e-

AGENDA PROVINCIA PONTE DELL’OLIO - “LA RESISTENZA IN VAL NURE - FATTI E PERSONAGGI” Presentazione del libro di Stefano Pronti "La resistenza in Val Nure - Fatti e personaggi", domenica 22 aprile alle ore 10 presso la Sala Consiliare del Comune di Ponte dell’Olio.

PODENZANO - IMMAGINI DALL'AFRICA L'Associazione Kanaga 2008 ed il Comune di Podenzano presentano, giovedì 19 aprile alle ore 21 presso l'Auditorium Comunale in via Montegrappa 100 a Podenzano, l'incontro "Immagini dall'Africa", relativo al gemellaggio con Kani Bonzon. Seguirà petit buffet.

BETTOLA - FESTA CONTADINA Domenica 22 aprile in piazza Colombo a Bettola si celebrano i prodotti della terra e la lunga tradizione agricola del territorio bettolese con una grande fiera contadina: vari intrattenimenti e tradizionale benedizione dei mezzi agricoli alla fine della Santa Messa.

VERNASCA - COME GIOCAVAMO Domenica 22 aprile un tuffo nei giochi del passato con l’esposizione di giocattoli d'epoca a Vernasca presso Casa Tanzi. L’ingresso è gratuito e osserva i seguenti orari: 10.00-13.00, 15.00 -18.00.

SAN GIORGIO PIACENTINO - FIERA DI SAN GIORGIO Il 22 aprile torna l’appuntamento con bancarelle ed eventi per tutto il giorno. La tradizionale fiera patronale organizzata dalla Pro Loco si svolge nella piazza centrale di San Giorgio, con una grande mostra mercato, l’immancabile luna-park e un ricco programma di eventi collaterali per grandi e bambini. Negli stand gastronomici è possibile assaggiare tante specialità della gastronomia locale, tra cui l’irresistibile torta fritta. Per info tel. 0523.370711

PONTE DELL’OLIO - MERCATO DELLA CAMPAGNA AMICA Domenica 22 aprile a Ponte dell'Olio, in Piazza degli Alpini, si tiene - come ogni terza domenica del mese - il mercato di Campagna Amica della Val Nure. È un significativo esempio di come accorciare la filiera, dove si troveranno prodotti locali a km zero e soprattutto di stagione. Fermata bus a 50 metri dal centro, comodo parcheggio.

NIBBIANO - GUSTAOLIO Sabato 21 e domenica 22 aprile torna a Nibbiano la rassegna dell'olio novello della Val Tidone. L’evento inizia il sabato presso il Mulino del Lentino con conferenza e degustazioni; la domenica ci sarà un percorso guidato tra i vigneti della vallata con degustazioni di olio e piatti tipici piacentini.

GRAZZANO VISCONTI - STORIA E ARTE NEL PARCO DEL CASTELLO E “HARRY POTTER” Mercoledì 25 aprile ci saranno le consuete visite guidate al parco storico del castello di Grazzano Visconti. Ogni visita guidata della durata di 1 ora prevede una passeggiata nel giardino all'italiana e all'inglese, tra statue, fontane, e piante centenarie, ammirando l'esterno e il cortile del castello, con una sosta presso il piccolo labirinto e la casa dei giochi delle bambine. Ingresso e visita guidata a pagamento alle ore 11,00 - 15,15 e 16,30. Biglietto intero: 6,50 euro; ridotto: 5,50 euro (bambini dai 6 ai 14 anni e possessori tessera Castelli del Ducato). È inoltre possibile prenotare visite guidate per gruppi precostituiti anche in altri orari. Per info tel. 334.1553061 e 0523.870997. Nella stessa giornata si terrà “Harry Potter”, un gioco di ruolo organizzato dalla Pro Loco e dagli animatori della “Compagnia di San Giorgio e il drago”, rivolto a tutti i bambini di età tra i 6 e i 12 anni che si svolgerà in due tornate: al mattino dalle 10.00 alle 12.30 e al pomeriggio dalle 14.30 alle 18.00. Dato che l'animazione non si ripete si consiglia di arrivare al mattino. Iscrizioni direttamente sul posto.

FIORENZUOLA - "NON CI RESTA CHE... GIOCARE!" Presso l'ex macello di Fiorenzuola (Largo Gabrielli 3) il 21 ed il 22 aprile dalle ore 14.00 alle 20.00 l'associazione "Orizzonte degli Eventi" presenta “GiocaCon - Non ci resta che... Giocare!", un nuovo appuntamento con tornei, dimostrazioni, gioco libero (con ben 150 titoli), mercatino dell'usato, negozi, e molto altro. GiocaCon coinvolgerà tutte le associazioni e tutti gli operatori del settore ludico della provincia di Piacenza e, insieme ad alcuni graditi ospiti, creerà un evento unico, con molte iniziative e tanto divertimento per tutti. L'ingresso è gratuito e l'apertura rispetterà il seguente orario: Sabato 14.30-23.59. Domenica 9.30-20.00. Il programma è visibile sul sito della manifestazione: www.giocacon.it

conomica; non potevamo chiedere grossi contributi, ma il Comune ci ha dato più o meno gli stessi fondi dell’anno scorso ha osservato -. L’iniziativa deve essere un po’ svecchiata, adeguata ai tempi, e da parte nostra c’è la volontà di organizzare più eventi collaterali, ma mancano le risorse. Molto dipenderà dagli sponsor”. “Siamo certi che la gente viene con gli Affari - ha aggiunto -. Che poi questo si traduca in vendita è un altro discorso, ma a me interessa che la gente giri per le vie del centro, veda le vetrine. È una forma di marketing anche questo”. Gli fa eco la segretaria di ‘Vetrine in centro storico’, Daniela Pezziga: “Gli Affari in centro sono l’unica cosa che c’è, vale la pena di approfittare di quest’iniziativa che fino ad oggi è stato un mezzo vincente per portare passeggio e acquirenti nel centro storico”. E conclude con una puntualizzazione rivolta ai colleghi: “Non vanno intesi solo come uno svuotamento dei nostri magazzini, ma si dovrebbe puntare di più sulla qualità. Va curata meglio l’offerta”.

Apprezzamenti arrivano anche da altri due negozianti di via Liberazione, Sofia e Gian Battista, che plaudono all’iniziativa “perché richiama gente ed è un’occasione lavorativa. I nostri clienti sono contenti e vengono persone anche da fuori”. “Forse lavorano di più i baristi, soprattutto durante la Notte bianca (che quest’anno cadrà il 7 luglio, ndr) - sottolineano -, ma almeno c’è qualcosa anche a Fiorenzuola”. E se, da una parte, gli Affari hanno - secondo i negozianti - il merito di animare un centro troppo spesso vuoto e spento, dall’altra sono anche un’opportunità per lavorare insieme e sostenersi l’un l’altro, specie di questi tempi, come ha messo in luce Rita Rossi. “Sicuramente non salveranno il commercio, ma sono utili” ha affermato, criticando la scarsa tempestività del Comune nel posticipare la giornata di partenza. A beneficiare, in parte, degli Affari, visto che “c’è più passeggio che lavoro”, sono anche commercianti non aderenti, o almeno, questo è il caso di un negozio in corso Garibaldi che abbiamo toccato nel nostro gi-

ro. Non è così, invece, per un’altra negoziante, non aderente, Alberta Mangia. “Per me è il sabato che si lavora meno, perché i vari banchetti depistano un po’ il cliente abituale. Quando ho aderito agli Affari, non ho riscontrato ritorni economici. Sicuramente Fiorenzuola è più viva, ma che lavoriamo di più, non è così. E anche gli Affari hanno risentito della crisi”, sostiene. Queste, dunque, le voci dei commercianti, in maggioranza positive su un progetto che continua dal 2002, quando a promuoverlo vi era, anche allora in veste di assessore allo Sviluppo economico (incarico che detiene anche oggi, insieme a quello di vicesindaco), Giuseppe Brusamonti, che individua due punti di forza degli Affari in centro: “l’offerta commerciale” e il “sistema”, il lavoro in rete del gruppo di commercianti che sabato parteciperanno all’apertura degli Affari.

Nelle foto, due momenti di passate edizioni di “Affari in centro”

San Pietro in Cerro, riaprono le porte di Palazzo Barattieri Palazzo Barattieri viene restituito alla comunità di San Pietro in Cerro: entro l'estate si riapriranno le porte del prestigioso edificio cinquecentesco che da oltre dieci anni era rimasto chiuso al pubblico. A breve l'amministrazione comunale di San Pietro in Cerro intende esporre – nelle sale del Palazzo – i 22 progetti che hanno partecipato al Concorso di idee per la Riqualificazione di Palazzo Barattieri e del Parco ad esso annesso e che ha portato nei giorni scorsi alla proclamazione della proposta vincitrice (progetto elaborato da tre giovani architetti di Cremona, Massimo Milanesi, Davide Curtarelli e Caludia Bertolametti). Finalità del concorso, erano la riqualificazione edilizia e la valorizzazione dell’area verde (di circa 10mila metri quadri) e dell’edificio oggetto del concorso (che presenta una superficie complessiva di circa 1.000 m2 di area edificata) per farne un centro polifunzionale destinato alla fruizione pubblica, atto ad accogliere la nuova sede dell’amministrazione comunale ed attività didattiche, scientifiche, culturali ed artisti-

che. Intanto si ragiona sulla realizzazione di un'area riservata alla Protezione civile e sul trasferimento dell'asilo al piano terra del Palazzo, data l'esponenziale crescita di iscritti. (fg)

Faggiola, restyling in vista di Expo 2015 (fg) La Faggiola si rifà il look in vista dell'Expo 2015. Location perfetta per ospitare iniziative dedicate alla valorizzazione del settore agroalimentare piacentino, la corte agricola di Gariga di Podenzano sarà interessata da alcuni interventi di restyling. I lavori – che presumibilmente giungeranno a conclusione entro la metà del 2013 - riguardano il complesso centrale della Faggiola e comprendono il rifacimento del tetto, il recupero del fienile e del piano terra (stalla). Si ragiona su come ristrutturare al meglio la struttura per valorizzare l'eccellenza enogastronomica piacentina e l'intera filiera agroalimentare locale: sarà incentrato sull'alimentazione - infatti - il tema dell'Expo

2015 (“Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”). Gli interventi saranno realizzati grazie ai finanziamenti del Piano di sviluppo rurale della Regione, e giunti attraverso l'amministrazione provinciale. Al posto del fienile sorgerà una sala convegni pensata per ospitare diversi eventi durante l'Expo 2015 (intervento finanziato per il 70% dal Piano

di sviluppo rurale regionale e per i restanti 80mila euro dal Comune di Podenzano, che potrà usufruire per trent'anni dell'area). Il piano terra verrà recuperato e destinato ai prodotti della 'Strada dei vini e dei sapori' (con il finanziamento ottenuto dall'Associazione) mentre la società La Faggiola si sta occupando della rifacimento del tetto.


19 aprile 2012

Corriere Padano

15

SPORT

Piacenza, la salvezza è il pensiero unico Slitta la partita con la Triestina, decisiva la sfida con il Latina. Da sfatare il tabù del Garilli: rinviare all’infinito i tre punti in casa sarebbe fatale GIOVANNI DOPERNI Slittata la Triestina, arriva il Latina e se non si vince la salvezza si fa più complicata. D'altronde non si può rinviare all'infinito l'appuntamento con quei tre punti che al Garilli (a lato, una foto di giorni più esaltanti) mancano da dicembre. Monaco confida nel recupero di Giovio eGavilan, Ruggeri è abile e arruolato, mentre si avvicina anche il rientro tra i disponibili di Avogadri, pienamente recuperato dai malanni alla schiena che lo avevano costretto a fermarsi. Dal campo alle beghe societarie i tormenti sono più o meno gli stessi. I fratelli Pighi del gruppo TAL e Marco Beccari, patron della Bakery, sono in qualche modo usciti allo scoperto, c'é Arici pronto ad aggregarsi, ma non sembra sufficiente a comporre la cordata in grado di trascinare il Piacenza fuori dalla crisi. I nomi sono importanti, quanto i fatturati delle aziende che rappresentano, ma al momento non pare abbiano l'intenzione di esporsi al rischio senza avere le spalle coperte da un socio “importante”. Che oggi, almeno oggi, non si é ancora visto all'orizzonte. Potrebbe però arrivare da fuori Piacenza qualcuno che osserva in silenzio le evolu-

“Povero Piace!”, in un libro l’annus horribilis biancorosso Oltre cento pagine per raccontare l'ultimo terribile anno del Piacenza Calcio che ha portato al fallimento del club ma, soprattutto, un excursus sulla travagliata cessione societaria autunnale che portò, provvisoriamente, la società biancorossa nelle mani dell'Italiana Srl. Tutto questo e molto altro nel succulento “Povero Piace!”, libro del giovane giornalista Giacomo Spotti che sarà presentato venerdì 20 aprile alle 19 al Caffè Letterario Baciccia (via Dionigi Carli 7), con partecipazione aperta a tutti. Nel primo instant book di PiacenzaSera, il giovane cronista piacentino - che ha vissuto in prima linea l’intera vicenda - rivela aspetti noti e meno noti diquanto successo nel periodo in cui in via Gorra imperversavano Marco Gianfranceschi, Vladimiro Covili Faggioli e Luigi Gallo. Il libro è è edito dalla cooperativa Codex10, la prefazione è a cura di Gianpiero Piovani che sarà presente alla presentazione. “Povero Piace!” potrà essere acquistato direttamente venerdì sera, e da lunedì sarà nelle principali edicole delle provincia e nelle principali librerie della città al prezzo di 8 euro. (dosse)

Nordmeccanica Cup, Shanghai a Piacenza

zioni della vicenda. Nessuno è comunque disposto in questo momento a fare pazzie per il calcio. Soprattutto non si improvvisano sodalizi che al primo soffiar di vento rischiano di crollare. Ci vuole una maxi dose di coraggio e un'altrettanto maxi dose di rischio. Ma non è forse la capacità di rischio che definisce un imprenditore? Tra poche settimane sapremo se c'è davvero qualcuno in grado di assumerselo. Nel frattempo si va avanti con la colletta e

con la stretta di cinghia imposta dal duo Spezia – Montanari. Congedato Regalia (eccellente il suo contributo) e pronti al taglio sei giocatori praticamente mai utilizzati, sin qui a fare la spesa dei tagli è stato il contratto di un valido e onesto dipendente della sede biancorossa. Fin troppo facile liquidare un contratto a progetto senza scudo e senza ammortizzatori sociali. Ma per far cassa va bene anche uno stipendio ben al di

sotto dei duemila al mese. Di certo chi compra fa un affare soprattutto se il Piacenza riuscirà a schivare la caduta in seconda divisione. Con un progetto serio che possibilmente coinvolga anche un utilizzo più “commerciale” dello stadio il calcio può ripartire. Con basi economiche ridotte e ambizioni in proporzione, ma in linea con l'attuale scarso bacino di utenza. E, tuttavia, con la prospettiva di ricostruire un ciclo importante.

La pallavolo, nella nostra città, accorcia le distanze. Ospiterà infatti anche la squadra femminile di Shanghai il “Primo Torneo Nordmeccanica Cup” che vedrà di scena Villa Cortese, Urbino e ovviamente Rebecchi Nordmeccanica Piacenza nel quadrangolare di volley che si giocherà il 20 e il 21 aprile nel palasport piacentino di Largo Anguissola. Il Shanghai Women Volleyball Team, come la società bluarancio, è sponsorizzato dalla Nordmeccanica, ed in marzo ha concluso al secondo posto il massimo campionato cinese. Il torneo inizierà il 20 aprile con la stretta di mano tra il presidente della Lega Pallavolo Serie A Femminile, Mauro Fabris, ed il presidente della Lega Volley di Shanghai, Shen Fu Lin. La competizione si svolgerà interamente nel Palasport di Largo Anguissola: venerdì 20 aprile si giocheranno le semifinali, la prima alle ore 18 e la seconda alle 20.30. Sabato 21 aprile alle ore 16 si giocherà la finale per il terzo posto e alle ore 18.30 la finalissima.che assegnerà la prima Nordmeccanica Cup. Nel frattempo, continuano le voci di mercato che interessano la società piacentina: oltre che a Francesca Ferretti (palleggiatrice della Scavolini Pesaro, a fine contratto), a Paola Cardullo (libero del Racing Club di Cannes) e ad una giocatrice straniera ancora top secret, sui siti specializzati si legge che la società piacentina sarebbe interessata anche a Valentina Arrighetti, 27enne centrale attualmente in forza alla Foppa Pedretti Bergamo. (a.doss)

Morpho a valanga su Bologna, Motocross, enduro e trial: ma Rispoli: “Potremmo andarcene” adesso il Motopark è realtà “Se sarò ancora io il presidente della Morpho Basket, potrei spostare la squadra in un territorio più propenso a supportare e valorizzare i miei sforzi economici. Le istituzioni piacentine hanno dimostrato di non meritarsi una LegaDue di pallacanestro”. Questo il fulmine a ciel sereno lanciato dal numero uno della Morpho Basket Giovanni Rispoli, che - nei giorni precedenti alla sfida contro Bologna - ha sfogato la propria delusione motivando così la propria amarezza: “Sto constatando che ci sono squadre che, a livello locale, sono più protette di altre e che riescono, attraverso certi giornali, a trasformare sconfitte in vittorie. La Morpho Spa sponsorizza diverse società sportive, e la ‘Morpho per lo sport’ permette a circa 1050 bambini di giocare e praticare le più svariate discipline. Il risultato qual è stato? Zero interviste dalla stampa locale e zero interessamento da parte dell’amministrazione comunale. Se il prossimo anno non ci sarà un approccio differente nei nostri confronti, la squadra cambierà lidi ed andrà a giocare in città limitrofe”. Nel frattempo, però, il PalaBanca di Piacenza ha applaudito una prestazione a dir poco trascinante dei ragazzi di coach Corbani: Passera e compagni hanno “asfaltato” la Conad Bologna con un 96-83 che nel nudo punteggio non racconta la totale supermazia dimostrata dai

biancorossi soprattutto nelle fasi centrali del match: al 15’ il distacco a favore della Morpho Basket era di 12 lunghezze, al 20’ di 22, al 25’ addirittura di 37.Perry e il mai domo Baldassarre hanno provato a ricucire la distanza dai padroni di casa fino al -13 finale, ma la partita non è mai sembrata davvero in discussione: la coppia Voskuil-Anderson (nella foto, una sua schiacciata)ha segnato 43 punti e quella Harrison-Infante 26, ma spunti preziosi sono arrivati anche da capitan Passera, da Perego e da un carico De Nicolao, schierato nel quintetto titolare da Corbani. Domenica 22 (alle ore 18.15) nuova tappa, sempre a Piacenza, contro la Leonessa Brescia: nella testa, c’è il sogno playoff. (an.do)

Finalmente il Motopark di Piacenza è diventato realtà: inaugurata nei giorni scorsi, la struttura si trova in via Dell’Agricoltura nella zona industriale di Le Mose e sarà un vero e proprio paradiso per gli amanti di motocross, enduro e trial. Il nuovissimo Motopark si compone di 80.000 metri quadrati di superficie totale, suddivisi tra i 28.700 mq della pista da cross con 20 salti di tutti i tipi, i 15.300 mq per l’area enduro (con possibilità di fare anche curve in contropendenza grazie a un dislivello di quattro metri) ed un’area che sarà destinata al trial da 1850 mq. 2400, invece, i metri quadri da destinare ad un percorso per i piccoli piloti di domani. Nei restanti 4700 mq, infine, sono stati di-

MIO SPORT

A CURA DI COSTANZA ALBERICI

SAN GIORGIO - SECONDA MARCIA SULLA TERRA DEL DRAGO DA SAN GIORGIO

Rugby in via dell'Artigianato. Info: www.piacenzatriathlon.it

(gratuito per gli Associati MTB Valli Piacentine).

Venerdì 20 aprile, seconda marcia sulla terra del drago da San Giorgio, memorial Gigi Moreschi: una manifestazione podistica non competitiva a passo libero aperta a tutti, di km 5 e 10. Parte del ricavato sarà devoluto in beneficienza. La partenza è dalle ore 18 alle 19 dal Piazzale Chiesa di San Giorgio Piacentino. Info ai numeri 0523-377313, 0523-379707 e 0523-379570.

BETTOLA - BIKE TRAILS

GRAGNANO - 21MA MARCIA “ASPETTANDO L'ESTATE - TROFEO CESARE BACCI”

DUATHLON CITTÀ DI PIACENZA - 1° EDIZIONE Domenica 22 aprile ci sarà la prima edizione di Duathlon Città di Piacenza presso Piacenza

sposti la segreteria dell'impianto, il paddock, i servizi, le docce ed il bar. La pista - che sarà omologata Fim, Uisp e Aic - sarà ufficialmente agibile a fine aprile e sorge su un’area comunale data in concessione a Gabriele Milanesi di Futuro Fuoristrada, che ha finanziato la pista e gestirà l’impianto. Un’opera a lungo attesa: “Dopo 42 anni dalla prima richiesta - ha non a caso sottolineato il vicesindaco uscente Francesco Cacciatore al taglio del nastro siamo riusciti ad aprire una pista da motocross a Piacenza. E’ in un’area idonea, e spero che la vicinanza all’uscita autostradale possa attirare tanti motociclisti anche da fuori provincia”. (d.and)

Alla scoperta della Valnure in sella alla mountain bike. Sono due i percorsi proposti dall’associazione “Mtb valli piacentine” per l’escursione guidata del 22 aprile a Bettola: uno di 33 chilometri, per gambe esperte, con un dislivello di 1.200 metri, e un altro di 20 chilometri con variazione di quota di 750 metri. L’evento si chiama “Bike trails Bettola” e quest’anno è all’edizione inaugurale. Ritrovo e iscrizioni: ore 8.30 presso l'Agriturismo Villa Enrichetta; partenza: ore 9.00; quota di partecipazione 10 euro

Domenica 22 aprile si svolge a Costa Casaliggio (Gragnano) la 21ma marcia “Aspettando l'estate - trofeo Cesare Bacci”. Partenza da Costa di Casaliggio dalle 7.30 alle 9.00; per le scuole fino alle 9.30. Non sono ammesse partenze anticipate. Per informazioni: 0523.87628

CASTELVETRO - 37MA MARCIA DI PRIMAVERA Mercoledì 25 aprile a Castelvetro appuntamento con la 37ma Marcia di Primavera, una

manifestazione podistica ludico motoria non competitiva a carattere internazionale, a passo libero aperta a tutti. Gli itinerari sono di Km 6, 11, 18 e 22. Il ritrovo è previsto alle ore 7.30 al Comune di Castelvetro, in P.za Biazzi. Info ai numeri 349 5256987 o 0523 824746.

PIACENZA - TORNEI DI SCHERMA Mercoledì 25 aprile dalle ore 9.00 al Centro Polisportivo "Franzanti" in Largo Anguissola si svolge il 14° Torneo Primi passi schermistici, 10° torneo giovanissimi di spada, 5° trofeo Prime Lame di fioretto. Info: www.schermapiacenza.it o email: pettorelli@schermapiacenza.it


Corriere Padano

19 aprile 2012

16

CHI CERCA TROVA

ANNUNCI VARIE Vendo termocoperta delle “Lane Rossi” usata una sola volta, prezzo interessante. Tel. 328.1488209 ore serali Vendo servizio da caffè da 9 in porcellana, bianco con ciliegie e zuccheriera. Tel. 0523.510108 Vendo tappeto rosso con fantasie, lunghezza 2,23 larghezza 166, a euro 25. Tel. 0523.510108 Vendo divano a 3 posti alt. 87, lungh. 170, largh. 97, tenuto bene, a euro 60. Tel. 0523.510108 Vendesi libreria nuova, ancora da montare, in noce, 5 ripiani, mis. H. 175, l. 55, p. 35, prezzo modico, 100 euro tratt. Max serietà, no perditempo, tel. 320.0535067

AFFITTO E VENDITA Vendo appartamento a Roveleto di Cadeo mq 117, ingresso, ripostiglio, cucina ab., ampio soggiorno, 2 letto, bagno, balconi, spaziosa terrazza che si affaccia su giardino condominiale, lavanderia, box doppio e cantina direttamente collegati, porzione d’orto, ottime finiture, vera occasione. Tel. 339.6229060 Vicinanze Castell’Arquato (Vigolo Marchese), affittasi bilocaleristrutturato al nuovo, arredato (cucina, 1 camera, bagno) abitabile subito, primo piano, ingresso indipendente, cortile con posto auto, antenna parabolica, termoautonomo, 300 euro/mese. Tel. 335.301573 Vendo monolocale 30 mq in residence a Moneglia, euro 115.000, valuto anche permuta. Tel. 333.9479556 Vendo bilocale a Bobbio, con cantina e garage pari al nuovo, da vedere. Tel. 347.8902217 Besurica vendesi bilocale arredato libero (soggiorno con cucina monoblocco a scomparsa, bagno finestrato, camera grande, ripostiglio, balcone, garage, cantina). Info: 328.5460158/347.3192590 Affittasi nuovissimo bilocale zona stadio: garage, cantina, terrazza, riscaldamento autonomo, certificazione energetica a indice prestazione energetica 34,61, 550 euro mensili. Tel. 339.4903174 A pochi km da Piacenza privato vende splendida villa seminuova indipendente su tre piani cl G 175kwh/mq2, per info e documentazione 02.95441247 Mary

LAVORO Offerta lavoro: guadagno extra con poche ore a settimana, senza investimento di capitale puoi avere un ottimo guadagno. Per appuntamento 335.327314 Operatrice socio-assistenziale con esperienza ventennale offresi per assistenza anziani. Tel. 338.5416384 Signore offresi per lavori di giardinaggio e piccole manutenzioni. Tel. 348.7787550 40 anni patente B, C, E con esperienza nel TIRcerca lavoro come autista, meccanico, montatore industriale. Tel. 328.8672027 Ex impiegata, cultura medio-alta, si propone come baby sitter o assistenza post scuola. Minima esperienza. No perditempo. Tel. 333.4735455 Centro estetico zona centrale cedesi. Tel. 339.2713834 Italiano serio 49 anni cerco lavoro di qualsiasi tipo purchè serio. Disponibilità immediata, con patente c+cqc. Tel. 334.5768366 Pensionato occuperebbesi di primo mattino (dalle 5 alle 7 circa) per apertura negozi, supermarket, edicole, oppure piccole consegne o simili. Tel. 338.4311022

Avviso ai lettori Ricordiamo che per il servizio di pubblicazione degli annunci la redazione non riceve alcun compenso sulle transazioni commerciali, non effettua vendite dirette, non è responsabile per la qualità, la provenienza o la veridicità delle inserzioni né dell'esito della transazione oggetto dell'inserzione stessa. Le richieste di inserzioni sono espressamente subordinate al consenso dell'Editore alla pubblicazione ed alla disponibilità di spazi La Direzione pertanto si riserva il diritto di modificare rispettando il messaggio, rifiutare o sospendere una inserzione a proprio insindacabile giudizio, nonché di effettuare dei controlli sull'inserzionista. L'editore non risponde per eventuali ritardi rispetto alla data indicata dall'inserzionista, o perdite causate dalla non pubblicazione dell'inserzione per qualunque motivo e non è responsabile per eventuali errori di stampa. Gli inserzionisti sono responsabili di quanto indicato nella richiesta di inserzione e sono obbligati a risarcire all'editore ogni pregiudizio, di qualsiasi tipo, eventualmente da esso sopportata in relazione all’inserzione commissionata ed al suo contenuto.

COME TRASMETTERE L’ANNUNCIO GRATUITO Compila in stampatello la cedola pubblicata a fianco e spediscila a: CORRIERE PADANO VIA XXIV MAGGIO, 4 29122 PIACENZA Oppure trasmettila via fax al numero: 0523 754369 Inoltre è possibile inviare una e-mail all’indirizzo: annunci@corrierepadano.it

CORPAD 19-04-12  

Imprese al femminile, il futuro sarà più rosa