Issuu on Google+

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1983

Poste Italiane spa - Spedizione in a.p. - D.L. 353/2003 (conv.in l.27/02/2004 n.46) art. 1, comma 1 - DCB Pc

GIOVEDÌ 14 OTTOBRE 2010 - ANNO 26 N. 35 - EURO 0,20

Fiorenzuola: San Fiorenzo vetrina per il territorio

Pubblicità inferiore al 45% - Contiene IP www.corrierepadano.it

WEEKEND

Antichi mestieri, commercio, sapori e intrattenimento per la fiera GAZZOLA E IANNOTTA DA PAGINA 5

Sanità - Università, test di ingresso “cervellotici”: gli studenti piacentini emigrano all’estero

Piacenza senza medici: 33% presto in pensione Il presidente dell’Ordine, Giuseppe Miserotti: “Sarà difficile sostituire tutti quelli ormai prossimi alla quiescenza. Le vocazioni ci sono, ma è il sistema che non va”

Latino o country? L’importante è ballare

Un terzo dei circa 240 medici di famiglia che "coprono" Piacenza e provincia andrà in pensione entro 8/10 anni e difficilmente sarà sostituito: molti cittadini, specialmente quanti abitano in zone isolate (montagna in primis), rischiano di non avere più assistenza. La conferma arriva dal presidente dell'Ordine dei Medici di Piacenza, Giuseppe Miserotti. Non aiuta l’assetto del sistema universitario attuale, con test d’ingresso definiti da Miserotti “cervellotici”: anche alcuni giovani piacentini costretti a emigrare all’estero per studiare Medicina.

GAZZOLA A PAGINA 6

DOSSENA A PAGINA 3

Il dibattito

Biciclette, multe e spazi parcheggio: la polemica pedala RIGOLLI A PAGINA 4

Tendenze

Valtidone rifugio vip Talento Il fascino delle colline cercasi ARADELLI A PAGINA 20

Gossip

Piacenza Calcio: Tulli in gol nel cuore di Carolina Marconi Sfortunato al gioco, fortunato in amore. Si dice così, no? E la massima calza pennello per Alessandro Tulli, attaccante del Piacenza Calcio con le polveri bagnate (soprattutto per i tanti infortuni) che ha trovato il modo di consolarsi tra le braccia di Carolina Marconi, showgirl di origini venezuelane nota soprattutto per la sua partecipazione all'edizione 2008 del Grande Fratello.

DOPERNI A PAGINA 21

M.U.S.A. in via Roma l’arte giovanile A PAGINA 11

Perturbazione in arrivo al Fillmore A PAGINA 13

Filo, anteprima stagione di Danza A PAGINA 12

Un Po di Gusto, viaggio tra i sapori Zelig Lab al Boeri

A PAGINA 14


Corriere Padano

14 ottobre 2010

2

VILLAGGIO GLOBALE

Confronti - Troppi farmaci sono utilizzati per curare semplici stati d’ansia

Italiani, che depressi Peggio della media UE Lo rivela il sondaggio Eurobarometro sulla salute mentale: meno emozioni positive e più negative. Conferenza tematica a Lisbona l'8 e 9 novembre Italiani piu' depressi rispetto alla media europea: lo rivela . Secondo l'indagine Eurobarometro, svolta intervistando 1044 italiani tra febbraio e marzo di quest'anno, gli italiani hanno infatti avuto meno emozioni positive e piu' emozioni negative rispetto alla media. Un numero di intervistati italiani superiore alla media afferma di aver provato tutte le emozioni negative proposte dall'inchiesta 'sempre' o 'la maggior parte del tempo'. Viceversa, un numero inferiore di italiani ha avuto tre su quattro delle emozioni positive proposte 'sempre' o 'la maggior parte del tempo, ad eccezione dell'emozione 'pieni d'energia' che un numero di intervistati maggiore alla media ha avuto 'sempre' o 'la maggior parte del tempo' (55% contro la media del 51% dell'Unione europea). Un numero di intervistati superiore alla media ritiene di aver portato a termine meno progetti di quanto previsto a causa di problemi fisici o emotivi.

Un numero ben superiore alla media europea ritiene che 'la maggior parte del tempo' e 'qualche volta' ha portato a termine meno progetti a

causa di un problema di natura emotiva: 11% e 25% contro le medie del 6% e del 18% dell'Unione europea. Ma ciononostante, la per-

centuale di intervistati che e' ricorsa all'aiuto di un professionista negli ultimi 12 mesi non e' piu' elevata della media dell'Unione europea, ma le corrisponde: 14% contro la media del 15% dell'Ue, che e' invariata dal 2006 (+2 punti percentuali). Anche l'uso di antidepressivi corrisponde alla media: 6% contro la media del 7% dell'Ue, ma gli italiani ne usufruiscono piu' delle media (63%) per curare stati d'ansia piuttosto che veri e propri stati depressivi (35%), mentre a livello di Unione europea gli antidepressivi vengono in media presi in percentuali uguali per curare entrambi gli stati (51% depressione e 47% ansia). Questo Eurobarometro e' stato redatto in vista della prossima conferenza tematica del Patto europeo per la salute mentale e il benessere: "Promuovere l'inclusione sociale e la lotta contro la stigmatizzazione per una migliore salute mentale e il benessere", che si terra' a Lisbona l'8 e 9 novembre prossimi. (Agenzia Dire; www.dire.it)

Roma: Bono-Saviano, incontro con dedica Fuoriprogramma al concerto degli U2 all‘Olimpico di Roma, chiusura del tour europeo 2010: Bono Vox (nella foto in alto, sul palco capitolino) ha dedicato a Roberto Saviano “Sunday Bloody Sunday“. La storica canzone è uno dei capolavori della band di Dublino ed è ispirata ai tragici fatti di Derry del 1972: Bono ha citato per due volte l’autore di Gomorra, mixando la pietra miliare di “War” con “Get Up Stand Up” di Bob Marley. Significativa la scelta degli U2, applauditi a Roma da 75mila fans: “Sunday Bloody Sunday”, uno degli inni del gruppo di Dublino, è stata un forte richiamo simbolico all’impegno dello scrittore casertano, che ha abbracciato Bono nel backstage prima del concerto romano. Saviano e Bono (nella foto qui sopra) si erano già incontrati nei giorni precedenti alla tappa degli U2 a Torino: il leader della band aveva inviato allo scrittore un personale invito. Nella Capitale gli U2 hanno ricevuto una spettacolare sorpresa dai calorosi fans italiani: mentre la band iniziava “I still haven’t found what I’m looking for”, una gigantesca coreografia ha ricreato, su tribuna e curve dell’Olimpico, le bandiere italiana ed irlandese unite dalla gigantesca scritta “One”, titolo della più commovente hit di Achtung Baby. (dosse)


14 ottobre 2010

Corriere Padano

3

IN PRIMO PIANO Sanità - ”Le vocazioni ci sono, sistema da correggere”

Un medico su tre quasi in pensione Piacenza rischia Un terzo dei dottori di famiglia di città e provincia in quiescenza entro 8/10 anni, il presidente dell'Ordine Giuseppe Miserotti avverte: "Sostituzione difficile" ANDREA DOSSENA Un terzo dei circa 240 medici di famiglia che "coprono" Piacenza e provincia andrà in pensione entro 8/10 anni e sarà difficilmente sostituito: molti cittadini, specialmente quanti abitano in zone isolate (montagna in primis), rischiano di non avere più assistenza. La conferma arriva dal presidente dell'Ordine dei Medici di Piacenza, Giuseppe Miserotti, che spiega come il futuro boom di pensionamenti (oltre che un problema previdenziale per l'Ordine) sarà pesante per tutti: "35mila dei 60mila medici di famiglia italiani sono vicini alla pensione, e ci saranno intere zone scoperte anche di medici di medicina generale. La situazione - precisa il numero uno dell'Ordine - non riguarda solo Piacenza, e nel Cen-

tro-Sud va anche peggio, ma i motivi sono comuni a tutta Italia". Quali sono? "C'è - spiega Miserotti - una grandissima difficoltà ad interfacciarsi con le università, con le quali - e in questo caso parlo anche per la FNOMCeO (Federazione Nazionale Ordini Medici Chiurghi e Odontoiatri) - esiste una notevole

difficoltà di approccio. Molti atenei sono sempre più autoreferenziali e non si calano a sufficienza nella realtà sociale, e le cose si complicano quando c'è da stabilire il numero di specialisti, in accordo con il Ministero. C'è poi il problema dei tagli: una università a corto di finanziamenti non può avere strutture adeguate per gli studenti. In Italia trionfa troppo spesso l'improvvisazione, e la mancanza di una seria organizzazione è anche uno dei motivi della penuria di figure come anestesisti-rianimatori, radiologi e pediatri. Un altro esempio: sono stati finanziati solo 2/3 dei quasi 9mila posti andati in specializzazione, ma con che criteri alcuni saranno pagati (non più di 1700 euro al mese) e altri no? Tutto il sistema, insomma, andrebbe razionalizzato" C'è anche un calo di vocazio-

ni? "No, al contrario: aumentano anzi i casi di chi - pur di prendere la laurea in medicina - ha deciso di studiare nelle migliori università estere: un paio di giovani piacentini (Francesca Giampietri e Luca Serena, ndr) sono in Romania all'università di Arad, in Transvilvania, altri

fessione a chi per natura è portato a farsi carico dei problemi degli altri, perché etica, deontologia e senso morale sono basilari quanto la preparazione strettamente medica". Il bando per pediatra andato a vuoto a Borgonovo è un caso simbolo della carenza - già oggi - di certe figure professionali.

Università, test di ingresso “cervellotici”: gli studenti piacentini emigrano all’estero per laurearsi in Spagna. E' anche l'effetto di modalità di selezione totalmente sbagliate, come nel caso dei quiz di accesso agli atenei: sono cervellotici e non rispecchiano per nulla la cultura generale. Basti dire che un preparatissimo collega, con il quale viaggiavo in treno nei giorni scorsi, mi ha spiegato che a diverse domande non sarebbe stato in grado di rispondere. Bisognerebbe poi impostare le lezioni su base attitudinale, per favorire l'accesso alla pro-

"Di questo passo - prevede Miserotti - tra pochi anni dovremo importare in Italia medici dall'estero. Una situazione paradossale: i medici italiani non sono certo tra i più pagati d'Europa, ma con il solo 7,2% del PIL destinato alla Sanità garantiscono un livello di qualità di tutto rispetto, come riconosciuto dalle classifiche di Newsweek che ci vedono terzi al mondo per il servizio sanitario, subito dopo Giappone e Svizzera. Smantel-

lare il welfare a colpi di tagli potrebbe portarci agli effetti che stiamo vedendo ora in Inghilterra, dove le politiche avviate ai tempi della Thatcher stanno spingendo i medici inglesi a chiedere spazio da noi: sul mio tavolo, in questo momento, ho due richieste di questo tipo". Che fare, allora? Bisogna chiedersi se si pensa di investire sul welfare, se si ritiene che il welfare risponda alle logiche di riduzione delle disuguaglianze e quali siano le priorità: se spendere cifre mastodontiche su opere faraoniche come la Tav per ridurre di mezz'ora il tempo di un viaggio o se puntare a costruire il futuro, se aggiungere altro cemento o se riscoprire la salvaguardia del territorio. Su tre pilastri come sanità, giustizia e scuola si devono fare scommesse: non si può continuare a tagliare sul nerbo della società civile, e direi anche morale… gli italiani lo meritano". A sinistra, il presidente dell’Ordine dei Medici Miserotti. In alto, un dottore


Corriere Padano

14 ottobre 2010

4

ATTUALITÀ POLITICA

Sosta selvaggia - Tolleranza zero dei vigili, proteste a mille: ma c’è chi media

Biciclette e parcheggi la polemica pedala Mamme e papà della Giordani in un Consiglio Comunale al calor bianco: maggioranza e minoranza tentano di mettersi i bastoni tra le ruote DARIO RIGOLLI Polemica bizzarra, quella che si è fatta largo tra i banchi del Consiglio comunale, tra Rifondazione che parla di "tolleranza zero" e la Lega che chiede di "chiudere un occhio". Al centro del dibattito il tema "soste selvaggie", per ogni consigliere lo svolgimento è libero. C'è chi parla dello scontro vigili-mamme davanti alla scuola Giordani, chi invece preferisce l'argomento parcheggio delle biciclette a pagamento in stazione; il rischio è quello di andare "fuori tema" e di creare imbarazzi nella propria coalizione. L'ultima settimana di fuoco incrociato tra maggioranza e opposizione è tutta nell'atteggiamento del sindaco Reggi e della sua giunta, che non fanno un solo passo indietro anzi... rilanciano: pugno di ferro non solo al Giordani, ma anche davanti al Municipale (da quando partiranno le stagioni) e in stazione, dopo fine dei lavori, rimozione delle biciclette legate a pali, transenne e ringhiere.

Mozione Lega

Moschea, in Consiglio è maretta

"Così si fa solo propaganda". E' il vicesindaco Francesco Cacciatore a smorzare i toni di una mozione di cui, da almeno un anno, si parla. Il testo, presentato in consiglio comunale lunedì scorso, ha come tema centrale la sospensione di ogni autorizzazione che consenta l'insediamento a Piacenza di luoghi di culto islamico ed è a firma del consigliere in quota Lega nord, Massimo Polledri. "Il rischio è terrorismo" ha affermato l'esponente del Carroccio durante il dibattito, ma Cacciatore, durante la sua replica, è stato secco: "Il nostro piano regolatore non prevede aree da destinare ai luoghi di culto. La mozione non ha niente a che vedere con aspetti di natura urbanistica ma ha solo finalità di propaganda". La mozione, che girava tra i banchi dell'aula dal novembre del 2009, è stata poi bocciata dal consesso con il solo voto a favore di Polledri. Il centrosinistra ha votato contro mentre il centrodestra non ha partecipato al voto. mp

Il dibattito si infiamma con la questione del rinnovato deposito bici, che vede la maggioranza fare tutto da sola con un "tesi, antitesi e sintesi" da manuale. Parte Ignazio Brambati, assessore ai lavori pubblici di Rifondazione, che stupisce tutti rifacendosi ad una "tolleranza zero" (che il suo partito non ha mai amato) contro chi infrangerà il divieto di lasciare la propria due ruote al di fuori degli appositi spazi gratuiti (110) o a pagamento (400 posti custoditi a 8 euro al mese). Ma i pendolari promettono battaglia e il loro presidente Ettore Fittavolini fa sapere

che parcheggeranno le bici ovunque tranne che nel deposito a pagamento. Dalla loro il fatto che una legge che impedisca la sosta selvaggia delle due ruote "ancora non esiste - conferma il comando della polizia Municipale di via Rogerio - e se si volesse proibire la sosta di velocipedi nella zona ci sarebbe bisogno di un'apposita ordinanza". A confondere le acque il fatto che l'antitesi arrivi proprio dal capogruppo in consiglio comunale del Prc (Carlo Pallavicini) che difende i pendolari sostenendo che un'amministrazione che punta sulla mobilità sostenibile, dovrebbe cercare di

garantire il parcheggio gratuito almeno a chi per lavoro o studio, non può farne a meno. Sintesi di Edoardo Piazza (Per Piacenza con Reggi), che chiama in causa il nemico comune Trenitalia, proponendo che dopo tutti i disagi creati ai piacentini in questi anni, adesso sia la società per il trasporto ferroviario a pagare il parcheggio custodito ai pendolari. In una più consueta dinamica di scontro tra maggioranza e opposizione la questione Giordani. Il centrosinistra invita mamma e papà ad andare a prendere i figli a piedi o con i mezzi pubblici in modo da insegnare alla prole il rispetto delle regole; mentre le mamme rivoltose (presenti in aula) chiedono a giunta e polizia Municipale di chiudere un occhio ed essere un po' più elastici. A sostegno dei genitori, naturalmente, è intervenuta la minoranza che per bocca di Massimo Polledri(Lega) taccia il primo cittadino di: "Eccessiva severità", e con Marco Tassi (Pdl) accusa la giunta di prendersela con una scuola che storicamente porta pochi voti al centrosinistra.

Dosi dopo Allegri, ma Trespidi si tiene le deleghe “pesanti” (mp) Federalismo demaniale, Università e ricerca, Protezione civile, Sistema Po e Piacenza Provincia Europa. Sono le nuove deleghe del neo assessore provinciale Massimiliano Dosi, nominato venerdì scorso dal presidente della Provincia di Piacenza, Massimo Trespidi. Dosi, però, non erediterà tutte le deleghe che furono del suo successore, Davide Allegri, visto che i settori di Ambiente, Energia ed Attività estrattive saranno in capo allo stesso presidente, "in via definitiva e fino alla fine del mandato" ha chiarito il timoniere di corso Garibaldi, una scelta che, per altro, ha detto essere "stata condivisa insieme con la Lega". "Sono settori che mi piacciono- sottolinea Dosi dopo la conferenza stampa per annunciare la sua nomina- e come movimento portiamo avanti da tempo questi temi e, da parte mia, ci sarà massimo impegno". Se l'impegno di Dosi è assicurato, le nuove deleghe create ad hoc (Sistema Po e Federalismo demaniale) sono state motivate da Trespidi come stimolo "per dare nuova impronta all'azione della Provincia" perché "sono deleghe importanti in ragione degli sviluppi che queste partite possono avere a livello regionale e nazionale". Ed il presidente, a proposito di Dosi, ha rimarcato la sua "piena fiducia perché Dosi è rappresentativo del gruppo consiliare mi è stato segnalato da partito. Sono convinto della scelta che ho fatto". A Dosi, tra i banchi del consiglio provinciale, subentrerà il primo dei non eletti nella Lega nord, Giampaolo Maloberti.


14 ottobre 2010

Corriere Padano

ATTUALITÀ FIORENZUOLA

5

Fiorenzuola - Investimenti e inaugurazioni, il centro si conferma vivace

“Commercio, ci sono segnali incoraggianti” L’assessore Del Bue: “Sei chiusure, ma dieci nuove attività da inizio anno: esercenti al passo con i tempi. Barabasca, imminente il passaggio di proprietà” MANUELA IANNOTTA La situazione che vive oggi il commercio fiorenzuolano, il Map, il polo Barabasca e il "successo" delle botteghe storiche. Diverse questioni inerenti al mondo produttivo fiorenzuolano che abbiamo affrontato insieme all'assessore allo Sviluppo economico Daniele Delbue. A tre anni di distanza dalla crisi economica globale, quale situazione stanno vivendo le attività commerciali del territorio fiorenzuolano? C'è una ripresa? La premessa che vale per Fiorenzuola, vale per il commercio in generale. Il denaro nelle tasche delle famiglie è sicuramente di meno, ma nel contesto del commercio fiorenzuolano vedo segnali incoraggianti. Da gennaio ad oggi, secondo i dati dell'Ufficio sviluppo economico, sono state registrate 6 chiusure e 10 nuove attività. Ci sono realtà che hanno inaugurato nuovi negozi, offrendo possibilità di scelta al pari delle grandi città, ho visto commercianti che hanno investito nella loro attività. Fiorenzuola si contraddistingue per una politica che punta a fare del centro storico un centro commerciale naturale e il fatto che qui vi sia il più alto numero di negozi in rapporto agli abitanti, si deve alla capacità dei commercianti di rispondere alle esigenze dei clienti della città e della vallata. Nell'area Barabasca sorgerà un polo artigianale e industriale, il cui progetto ha ricevuto critiche dall'opposizione. Paola Pizzelli, consigliere del PdL, sostiene da una decina d'anni "la riduzione delle dimensioni dei lotti dell'area da 50.000 e 3.000 metri quadrati per evitare di precludere l'accesso ai piccoli imprenditori" e ribadisce che "a tutt'oggi l'area è di proprietà dell'Istituto Gazzola". Abbiamo già presentato il progetto Barabasca, in collaborazione con Soprip, e sono orgoglioso di questa presentazione perché la Barabasca era un punto della lista elettorale della Giunta Compiani, un obiettivo che ci eravamo prefissati. Nel contesto attuale far partire un investimento di quasi 9 milioni di euro è sicuramente significativo. Si tratta di un'area strategica, con un'ubicazione importante, e nell'iter si è proceduto ad approvare in Consiglio comunale, in accordo con Soprip, una modifica che ha ridisegnato l'area in 10 lotti, di cui il più piccolo è di 3000 metri quadrati e altri vanno anche dai 5 ai 7mila metri quadrati. Riteniamo che questa sia una soluzione in grado di rispondere alle aspettative delle imprese che hanno prospettive di sviluppo e possa rispondere a problematiche occupazionali. Inoltre, Fiorenzuola presenta delle aree direttamente disponibili per artigiani e piccoli imprenditori: 12.000 metri quadrati nella stessa area Barabasca, più a nord-ovest, 10.000 metri quadrati a San Bernardino, 17.000 metri quadrati alla Roda. Aree frazionabili in lotti fino a 3.000 metri quadrati. E so con certezza che entro la fine del mese sa-

rà chiuso il passaggio di proprietà dall'Istituto Gazzola a Soprip. Per la fiera di San Fiorenzo andrà in scena la terza edizione del Map (Mostra delle attività produttive). Com'è nata questa iniziativa? Nel 2008, quando è partita l'iniziativa,nella mente dell'Amministrazione comunale c'era la volontà di realizzare un'area espositiva dedicata ad aziende artigianali e produttive con la possibilità di far apprezzare le loro attività ai frequentatori della fiera del patrono. La scelta importante è stata quella di ritagliare questo spazio nel tratto di via Emilia (viale Matteotti, ndr), che dall'apertura della tangenziale è diventato realmente urbano. È stata un'idea vincente. L'incertezza del tempo meteorologico non rende completamente appetibile quest'esposizione, ma anche quest'anno abbiamo ricevuto un numero importante di adesioni e sarà ancora presente il gruppo di fabbri. Se si parla del Map non si può non parlare di queste figure che hanno donato alla città opere che rimangono nel tempo e nel cuore delle per-

Sabato l'inaugurazione della scultura "ROSÆ" sone. Dopo aver istituito l'"Albo Comunale delle Botteghe storiche e dei Mercati storici", a giugno è stato presentato il volume delle botteghe storiche di Fiorenzuola, che risultano le più numerose, in rapporto al numero di abitanti, tra i Comuni del piacentino. Come spiega tale primato? Questo primato è sinonimo della capacità dei commercianti fiorenzuolani di essere sempre al passo con i tempi e rispon-

dere alle esigenze dei clienti. Le botteghe storiche sono un patrimonio prezioso da tutelare e salvaguardare e il volume racconta la storia del commercio della nostra città, permette ai giovani di contemplare la situazione del commercio presente nel passato, che continua ancora la sua attività. Desidero ringraziare tutti coloro che hanno permesso di realizzare questo testo e i commercianti che hanno raccontato storie e aneddoti delle loro attività.

Sarà inaugurata sabato, 16 ottobre, alle 17, la scultura "ROSÆ", già posizionata nei pressi della stazione ferroviaria, in viale Cairoli, e realizzata da Giorgio Milani, l'artista che lavora sulle parole, scelto dal team del progetto "ArteSpazioCittà" per dar vita ad un'opera d'arte pubblica che potesse esprimere il tema dell'accoglienza. La scultura si presenta quale un incrocio delle cinque lettere che compongono la parola latina "rosae" (le rose sono il simbolo di Fiorenzuola), realizzate in acciaio dipinte a fuoco e poste su 5 binari in ferro, simbolo dei 5 continenti. L'opera d'arte è stata realizzata con il contributo, pari a 15mila euro, della Regione Emilia Romagna, da aggiungersi ai 15mila euro forniti dal Comune di Fiorenzuola. La cerimonia di inaugurazione sarà dedicata al compianto direttore della Galleria Ricci-Oddi Stefano Fugazza. m.i.


Corriere Padano

14 ottobre 2010

6

ATTUALITÀ

Società - Giovani e meno giovani, assalto alle scuole

Latino o country Tutti a ballare Si confermano salsa cubana e tango argentino, boogie woogie e twist, ma si fanno largo tante novità FRANCESCA GAZZOLA Cosa c'è di più bello che concludere una giornata di lavoro con un'ora di divertimento sfrenato, lasciandosi trasportare dai passi sensuali dei balli caraibici oppure dai ritmi del boogie woogie? I piacentini riscoprono la passione per il ballo ed in giro

Ultima tendenza i corsi country, pronti a sfidare il successone dei ritmi caraibici per la città si notano gli effetti di questa tendenza che negli ultimi tempi ha registrato una vera impennata. Si moltiplicano i corsi di ballo presentati dalle scuole piacentine che propongono un'offerta ricca e variegata destinata ad un pubblico misto e di tutte le età. Per posta, sui banconi di bar e negozi troviamo sempre più spesso volantini

raffiguranti coppie che volteggiano felici e ci ricordano le ultime novità sui corsi di ballo offerte dalle scuole e dalle palestre piacentine. Frequentare corsi di ballo accomuna sempre più giovani e meno giovani e anche le palestre del territorio si adeguano a tale richiesta. Accanto a corsi di fitness, step e spinning nelle palestre piacentine impazzano corsi di danza per tutti: ci sono lezioni per principianti e per professionisti, per bambini, coppie oppure per single. Fatica si fa, eccome: bisogna imparare i passi e poi intere coreografie, essere allenati e riuscire a coordinarsi con l'intero gruppo di ballerini ma ci si diverte molto di più che a sollevare pesi. Il ballo è soprattutto socializzazione: si partecipa ai corsi di ballo per trascorrere qualche ora in compagnia, fare nuove amicizie, ridere ed imparare qualcosa di nuovo divertendosi. Alcuni piacentini si specializzano e partecipano a gare e concorsi diventando veri professionisti della danza ma la maggior parte degli appassionati considera il ballo pura energia da sprigionare, lasciandosi trasportare da una nuova ed entusiasmante avven-

tura. Ed ecco che tra un salto acrobatico, una camminata passionale ed un'immancabile caschè, i corsi offrono l'occasione per trascorrere una serata diversa dal solito, lasciando i cattivi pensieri fuori dalla sala di ballo. Sono oltre 600 gli iscritti all'Associazione sportiva "New Happy Dance" di via Castellana, presieduta da Daniele Ubertelli che racconta: "I nostri corsi coinvolgono persone di tutte le età, dalle coppie ventenni agli adulti. "Le maggiori richieste

riguardano i corsi latinoamericani e quelli di ballo liscio che riempiono ogni volta le sale". La vera novità - aggiunge Ubertelli - sono i corsi country, destinati a diventare i principali concorrenti dei balli latinoamericani, le musiche che hanno dominato le balere degli ultimi anni. In comune le due tipologie di ballo hanno la semplicità dei passi e la possibilità di danzare anche da soli: molti di coloro che si avvicinano ai corsi di ballo aggiunge Ubertelli - sono infatti

Italian Dance Festival al Palabanca sabato 16 Sarà Sara Di Vaira, maestra di Ron Moss (il divo di Beautiful) a “Ballando sotto le stelle”, la madrina della seconda edizione dell’Italian Dance Festival in calendario sabato 16 ottobre al Palabanca di Piacenza. Organizzato da Punto Danza Piacenza e Danze Milano in collaborazione con Avis Piacenza (cui è dedicato l’evento), l’Italian Dance Festival propone dalle 18.30 a mezzanotte un ricco cartellone per gli appassionati di danza sportiva: gare a invito con ballerini pluripremiati, sfida per il Trofeo Regioni Avis e serata danzante aperta a tutti con l’Orchestra Luciano Nelli (a.d)

Giovani musicisti, 150mila euro da Anci Piacenza e Valdarda, due progetti ammessi ai finanziamenti di un bando nazionale 150mila euro dall'Anci per i giovani musicisti piacentini. E’ l'esito della partecipazione locale al bando "Giovani Energie in Comune"dell’Associazione nazionale dei Comuni italiani, pubblicato il 21 dicembre 2009: due le proposte locali classificate 18esimo posto tra i 23 territori ammessi ai finanziamenti per “Interventi a favore della produzione musicale giovanile indipendente”. 100mila euro sono stati assegnati ai Comuni dell'Alta Valdarda (Vernasca capofila, Alseno, Castellarquato, Morfasso e Lugagnano) grazie al progetto dal titolo “La cultura popolare della Val d'Arda. Percorsi multimediali per antiche tradizioni e giovani generazioni”, opera di Maddalena Scagnelli (nella foto), che mira al rilancio delle tradizioni musicali attraverso il coinvolgimento dei giovani del luogo e l'utilizzo di nuove tecnologie come le web radio.

Piacenza si è invece aggiudicata 50mila euro con un progetto che coinvolge il Comune cittadino, in rete con quelli di Faenza e Forlì, per consentire la diffusione e la

promozione della musica indipendente emiliano romagnola: la nostra città è capofila del progetto che - come ha ricordatol’assessore Giovanni Castagnetti - comprenderà la registrazione di brani in studio, ad esempio a “Giardini Sonori” alla Cavallerizza, e la partecipazione a Festival come Tendenze (che si collegherà a Faenza Rock, Forlì for Peace e ad altre manifestazioni estere). Nell’aggiudicazione ha pesato lo status del sindaco di Piacenza Roberto Reggi (che è anche vicepresidente Anci), il quale - in sede di presentazione dell’esito del bando - ha evidenziato il soddisfacente risultato conseguito da città e Valdarda: "Ha fatto la differenza - per il sindaco - la qualità dei progetti, ed è stata premiata la nostra impostazione di fondo a favore del talento dei giovani”. Andrea Dossena

IN BREVE Trespidi verso il no al potenziamento dell’inceneritore Il presidente della Provincia Trespidi come il predecessore Boiardi sul potenziamento del termovalorizzatore richiesto da Tecnoborgo: “Aspetteremo che la pratica completa ci arrivi sul tavolo - ha dichiarato Trespidi - ma penso che Piacenza non abbia l’esigenza di bruciare più rifiuti”. Tra i sostenitori dell’ampliamento c’è invece il sindaco di Piacenza Reggi. (doss.an)

Tempi, soci modenesi? L’Atcm - Azienda Trasporti Collettivi e mobilità di Modena - sarebbe disposta ad entrare nel capitale sociale di Tempi spa di Piacenza con una quota dell’1%. Sia il sindaco di Piacenza Roberto Reggi sia il presidente della Provincia Massimo Trespidi

hanno ribadito l’intenzione di irrobustire la compagine societaria e di acquisire le risorse e le abilità di un socio privato (d.an)

San Gaspare del Bufalo, incontro a Palazzo Galli “La figura di San Gaspare del Bufalo a 200 anni dalla sua prigionia piacentina” è il titolo della conferenza in programma alle 18 di venerdì 15 ottobre nella Sala Panini di Palazzo Galli. Sul fondatore della congregazione dei Missionari del Preziosissimo Sangue l’intervento di padre Michele Colagianni. (a.d)

Medici partigiani, convegno in ospedale “Medici partigiani e assistenza sanitaria nella lotta di Liberazione” è il titolo del convegno in programma dalle 9.45 di saba-

to 16 ottobre nella Sala delle Colonne dell’ospedale. Oganizzano Anpi, Ordine dei Medici e Ausl. Disponibile l’opera di Stefano Pronti sul tema, edita da Tipleco. (d.a)

Anmil, bara tricolore per i morti sul lavoro Una bara tricolore in memoria dei caduti sul lavoro, collocata tra sabato 9 e domenica 10 ottobre in Piazza Cavalli e in piazzetta San Francesco. E’ l’iniziativa con la quale Anmil Piacenza ha ricordato le cosiddette morti bianche, “che - ha spiegato il presidente Bruno Galvani - sono in realtà tricolori perché dolore e responsabilità devono essere di tutti”. (dox)

persone single in cerca di nuove amicizie". Ai tradizionali balli caraibici si sono aggiunti boogie woogie, rock'n roll, charleston e twist che attirano molta curiosità tra il pubblico sia di giovani che meno giovani. Non mancano, inoltre, i piacentini che scelgono i corsi passionali di tango argentino e bachatango ma anche le lezioni di swing, tip tap, milonga e reggaeton. Ce n'è davvero per tutti i gusti, mancano solo le lezioni sulle movenze sensuali ed accattivanti del burlesque e chissà che qualcuno in futuro non decida di sperimentare anche questo genere capace di accoppaire ironia a sensualità.

Anche le palestre si attrezzano Scegliere un corso di ballo è anche un ottimo modo per mantenersi in forma senza soffrire, svolgendo attività fisica in maniera più dolce e leggera, unendo all'impegno anche tanto divertimento. Sono tanti i piacentini che decidono di frequentare lezioni di ballo in palestra: sfogliando i cataloghi dei corsi,

tra aerobica e fitness, balzano immediatamente agli occhi le proposte dei cosi di ballo che ci ispirano tanta fiducia in più di una "sala macchine". La stagione dei corsi di ballo coincide con quella del fitness, da ottobre a maggio per una più volte la settimana. Alla palestra Mercurio di via Campesio accanto ai corsi di aerobica, step, strech e fitboxe si affiancano i corsi di ballo latino americano della scuola "Alive Dance Studio" che propongono una volta a settimana lezioni di salsa, bachata, merengue e cha cha cha. "La palestra Mercurio - spiega il titolare Luigi Broccolini - offre anche i corsi di danza della scuola Progetto Danza Piacenza diretta dall'insegnante Michela Vicentini che propone corsi di danza classica, moderna, contemporanea, hip hop e molto altro ancora. Le lezioni coinvolgono bambini dai 3 anni fino a persone in età adulta e si svolgono tutti i giorni dal pomeriggio fino alla sera. I corsi consentono un avvicinamento più dolce alla danza, offrono il corretto approccio a tale disciplina e per le bambine rappresentano l'occasione per un po' di sport".


14 ottobre 2010

Corriere Padano

ATTUALITÀ FIORENZUOLA

7

Orietta ed Enzo, i "genitori": non torneremmo indietro

La Casa famiglia cresce: in arrivo un piano in più Fiorenzuola, da novembre i lavori di ampliamento per la struttura “Madre Teresa di Calcutta”: finora raccolti fondi per 11mila euro, ma ne servono altri 100mila MANUELA IANNOTTA Bambini, ragazzi, adulti, persone con vissuti e problematiche diverse, provenienti da situazioni di disagio e bisognosi di una famiglia, di una mamma e di un papà, e di una casa in cui essere accolti. Sono una cinquantina le persone che la casa famiglia di Fiorenzuola "Madre Teresa di Calcutta" ha accolto dal 1994 ad oggi, da quando, sedici anni fa, i coniugi Enzo Zerbini e Orietta Fummi si sono aperti all'affido e hanno fatto una scelta di vita comunitaria e di condivisione. Al momento, in casa "Madre Teresa di Calcutta", una delle tante case famiglia dell'associazione "Comunità Papa Giovanni XXIII", fondata nel 1973 dal compianto don Oreste Benzi, sono in dodici. Ci sono: Orietta ed Enzo, i loro tre figli, gli al-

tri figli accolti e don Adamo Affri, il sacerdote e cappellano del carcere di Piacenza, che dal 2000 li aiuta a gestire la struttura (che si trova in località Felina, a San Protaso). Una struttura che presto potrà accogliere un maggior numero di persone e ampliare il proprio servizio per rispondere alle richieste che vengono dal territorio. Inizieranno a novembre, infatti, i lavori di ampliamento, secondo la normativa regionale sul Piano Casa, che prevedono la sopraelevazione di un piano (dalla parte del reparto notte), dove saranno realizzate 3 camere da letto e 2 bagni, con il risultato di ottenere 5 posti letto in più. Il progetto di allargamento (opera di Mirco Fummi, cugino di Orietta) è stato presentato al pubblico più di un mese fa, quando è stata celebrata la Messa dal parroco di Fioren-

zuola don Gianni Vincini, ed è iniziata la raccolta fondi necessari per intraprendere i lavori. Da allora fino ad oggi sono stati raccolti circa 11mila euro, grazie ai contributi offerti anche

alla cifra anche grazie ai fondi messi a disposizione dalla Comunità Papa Giovanni e l'auspicio è di ultimare gli interventi entro la prossima primavera-estate. (Le offerte sono de-

Scelta di vita: “Nessun risparmio, nessun tornaconto, tanta fede” da persone che "fanno fatica ad arrivare a fine mese e hanno contribuito anche oltre le loro possibilità" ha detto Orietta, soddisfatta sia della grossa partecipazione registrata nell'incontro di presentazione sia dei riscontri positivi che ha avuto la diffusione della notizia dei lavori sulla stampa locale. Le risorse necessarie per effettuare i lavori saranno di 112mila euro; i coniugi della casa famiglia contano di arrivare

ducibili dalla denuncia dei redditi). Quando Orietta ed Enzo hanno scelto di aprire le porte della loro casa a chi avesse bisogno, avevano già alle spalle una partecipazione attiva nel mondo del volontariato, a contatto con dure realtà. Prima di aprire la casa famiglia, aiutavano i ragazzi seguiti dall'associazione "LaRicerca" di Piacenza nella terza fase di rientro all'interno della società, "ma sentivamo

che ci mancava qualcosa, ci sembrava riduttivo quello che facevamo" spiega Enzo. Determinante è stato allora l'incontro con Don Oreste Benzi, che li ha fatti entrare in contatto con varie situazioni di disagio. Situazioni che hanno posto loro delle domande ("ci chiedevamo perché Dio non facesse qualcosa"), incontri con i più piccoli (in particolare una bimba di 5 anni, conosciuta in una casa famiglia a Crema) che hanno tolto quel "blocco" che sentivano, hanno fatto chiarezza e li hanno aperti all'affido. Il primo bimbo accolto, di soli 6 anni, è stato Simone. "È stata l'esperienza più bella, più importante e faticosa" ricorda Enzo, che insieme ad Orietta ha cresciuto Simone, il quale, ammalatosi di leucemia, è riuscito a guarire e, una volta maggiorenne, è tornato a vivere con i suoi genitori naturali a Brescia.

"Ci sono delle fortune e dei doni, come l'avere una mamma e un papà o nascere in un Paese in cui si può studiare, di cui non ci rendiamo conto. Doni che non abbiamo scelto noi e che dovrebbero creare uguaglianza e non, come accade, disuguaglianza- osserva Zerbini- Ognuno dovrebbe giocare la sua parte per migliorare la propria società". E riguardo alla loro scelta di vita, che ha alla base una forte fede religiosa, Enzo precisa: "non torneremmo indietro. In questa esperienza non c'è nessun tornaconto, nessun risparmio, ma quello che abbiamo scoperto è più grande di quello che possedevamo. La cosa più grande che abbiamo scoperto è che Dio esiste davvero, questo è il nostro punto di forza, e la consolazione che avremo alla fine è di aver fatto quello che sentivamo".


Corriere Padano

8

14 ottobre 2010

FIORENZUOLA IN PRIMO PIANO

Per San Fiorenzo gli antichi mestieri in bella mostra I maestri fabbri ferrai dedicano una scultura al campione olimpico di ciclismo Attilio Pavesi, che ha da poco compiuto cento anni: sarà esposta al Velodromo che porta il suo nome FRANCESCA GAZZOLA Fiorenzuola si prepara a festeggiare il Santo patrono, San Fiorenzo, con una ricca fiera che unisce gusto e tradizione, artigianato di qualità e arte, mostre e concerti. Il turista in visita alla Fiera di S.Fiorenzo - sabato e domenica 16 e 17 ottobre - viene coinvolto in una miriade di iniziative dislocate nelle strade e nelle piazze centrali della città. Un tratto di via Emilia diventa area pedonale e parte centrale della fiera con la "Mostra delle attività produttive". L'iniziativa - che nelle tre passate edizioni ha riscosso grande

successo di pubblico - viene riproposta anche quest'anno con lo scopo di valorizzare le attività produttive locali. In esposizione il mondo artigianale e produttivo di Fiorenzuola e dintorni con i settori: maglieria, ferramenta, serramentistica, carpenteria, falegnameria, marmi, forgiatura del ferro e molto altro ancora. Nata tre anni fa la Mostra delle attività produttive intende omaggiare l'operosità e l'ingegno di una ventina di aziende del territorio promuovendo la professionalità e la qualità che contraddistingue da anni le aziende in esposizione. Pochi passi più in là il turista

curioso rimarrà affascinato dalle sculture di ferro del "Gruppo dei fabbri" guidati dal maestro forgiatore Franco Melis che da alcuni anni partecipano alla Fiera di S.Fiorenzo e offrono al pubblico dimostrazioni in tempo reale della lavorazione del ferro. Lo scorso anno i fabbri hanno incontrato i ragazzi del centro socioriabilitativo "Lucca" che accoglie ragazzi diversamente abili coinvolgendoli nella lavorazione del ferro e donando loro una scultura di ferro raffigurante Pinocchio. L'anno prima avevano realizzato lo stemma del Comune di Fiorenzuola che è oggi collocato nella Sala del-

Premio S. Fiorenzo agli Scout per l'impegno educativo Il premio S.Fiorenzo verrà consegnato quest'anno al gruppo Agesci (Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani) di Fiorenzuola. Il premio viene assegnato ogni anno alle persone che si sono impegnate a favore della comunità e che si sono particolarmente distinte nel servizio al prossimo. La consegna della statuetta del Santo patrono di Fiorenzuola avverrà nella serata del 16 ottobre in Collegiata S. Fiorenzo e sarà accompagnata dal concerto della Corale di Fiorenzuola che si esibirà all'interno della rassegna "Antichi Organi". La Commissione - guidata dal parroco Don Gianni Vincini - ha ricordato il prezioso ed assiduo servizio educativo compiuto dal Gruppo Agesci a vantaggio dei ragazzi e dei giovani di Fiorenzuola e dintorni, l'impegno nella formazione dei ragazzi e il supporto alle famiglie nell'educazione dei figli. Il Gruppo Scout di Fiorenzuola si è costituito una prima volta negli anni Venti ma fu sciolto di li a poco dal fascismo per poi ricostituirsi nel dopoguerra. Oggi il Gruppo ha consolidato il suo impegno a favore

della comunità fiorenzuolana e raccoglie molti giovani del territorio che si riuniranno in Collegiata a ritirare il prestigioso premio. fg


14 ottobre 2010

Corriere Padano

FIORENZUOLA IN PRIMO PIANO

l'Orologio. Quest'anno il gruppo di artigiani realizzerà un'opera in acciaio e ferro battuto dedicata al campione olimpico di ciclismo Attilio Pavesi che lo scorso primo ottobre ha compiuto cent'anni. Durante la Fiera di S.Fiorenzo i fabbri inizieranno a lavorare alla scultura che raffigurerà il ciclista in sella alla sua bici in procinto di affrontare una curva del Velodromo Pavesi. "L'opera - afferma il sindaco Giovanni Compiani verrà sistemata nel Velodromo Pavesi in occasione della quattordicesima edizione della Sei Giorni delle Rose di Fiorenzuola". Non mancherà - sempre sulla via Emilia - u-

n'esposizione di mezzi d'epoca dal tema "Due, tre, quattro ruote: un secolo sulla Via Emilia" organizzata dall'Associazione Quartiere Posta Cavalli che esporrà in fiera biciclette, moto e macchine del secolo scorso. I profumi delle specialità regionali attireranno il visitatore nella "Via dei prodotti tipici" organizzata dalla Pro Loco di Fiorenzuola. Piazza Molinari ospiterà numerosi produttori locali e delle diverse regioni italiane: qui il visitatore goloso potrà lasciarsi andare a gustosi assaggi. Proseguendo nella passeggiata lungo le strade centrali di Fiorenzuola il turista - che nel frattempo avrà fatto squi-

Bici, moto e auto storiche ospitate sulla via Emilia In occasione di S.Fiorenzo un tratto della via Emilia verrà chiuso al traffico per ospitare una cinquantina di veicoli d'epoca tra biciclette, moto, auto e motocarri racchiusi nella mostra "Due, tre, quattro ruote: un secolo sulla via Emilia". La mostra racconterà l'evoluzione dei veicoli nel secolo scorso attraverso la raccolta di pezzi unici e rari raccolti dai soci dell'associazione "Quartiere Posta Cavalli" con la collaborazione del Cpae il Club Piacenza Auto d'epoca. Nata 4 anni fa l'associazione "Quartiere Posta Cavalli"si compone di 14 membri a cui si aggiungono tutti gli abitanti del quartiere fiorenzuolano che si colloca tra il ponte dell'Arda e i confini con Cortemaggiore e Roveleto. Il "Quartiere Posta Cavalli" prende il nome dalla stazione di posta con cambio dei cavalli che era presente ai tempi di Maria Luigia D'Austria ed è ora una brillante associazione che organizza numerose iniziative per gli abitanti. Presieduta da Giovanni Toscani - l'Associazione ha organizzato quest'anno una biciclettata, un pranzo all'aperto, una giornata benefica al Teatro Verdi e una giornata sulle sponde dell'Arda per ripulirle dai rifiuti in collaborazione con altre associazioni del territorio. Per Natale i soci riproporranno per il secondo anno la distribuzione di panettoni agli ottantenni del loro quartiere.

siti acquisti in Fiera - si imbatterà in via S.Fiorenzo dove potrà assaggiare il dolce dedicato al Patrono. I negozi collocati lungo la strada distribuiranno, infatti, come già accaduto lo scorso anno il dolce di S.Fiorenzo, un biscotto di pasta frolla a forma di bastone pastorale preparato dai panifici locali che doneranno un piccolo omaggio ai visitatori della fiera. Cambio di atmosfera in piazza Casalino dove l'associazione Old Rugby di Fiorenzuola proporrà specialità gastronomiche e fiumi di birra in perfetto stile Oktoberfest, da venerdì 15 fino al 17 ottobre. Novità di quest'anno sarà la visita di una

delegazione proveniente dalla cittadina francese di Orange: S.Fiorenzo fu infatti primo vescovo di Orange nel VI secolo. Nelle giornate del 16 e 17 ottobre il sindaco ed altri rappresentanti dell'amministrazione comunale della cittadina francese saranno in visita a Fiorenzuola. Nella serata di sabato 16 ottobre, in Collegiata S.Fiorenzo, la comunità potrà assistere al concerto della Corale Città di Fiorenzuola che si esibirà all'interno della rassegna "Antichi Organi" e verrà consegnato il premio S. Fiorenzo all'Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani (AGESCI) di Fiorenzuola.

9


Corriere Padano

10

14 ottobre 2010

FIORENZUOLA IN PRIMO PIANO

Assaggi e acquisti golosi in fiera per S. Fiorenzo La Pro Loco di Fiorenzuola organizza la "Via dei prodotti tipici”: in mostra la gastronomia locale e le specialità delle regioni italiane FRANCESCA GAZZOLA Le tipicità del territorio piacentino abbinate alle specialità delle regioni italiane saranno in mostra per S.Fiorenzo. La Proloco di Fiorenzuola organizza "La Via dei prodotti tipici" a cui parteciperanno una ventina di banchi suddivisi tra produttori locali e stand provenienti da diverse regioni italiane che proporranno degustazioni dei prodotti alimentari tipici in piazza Molinari. Per l'occasione i volontari della Pro Loco di Fiorenzuola hanno pensato di allestire uno stand in cui proporranno agli ospiti della kermesse chisolini e spalla cotta. La manifestazione avrà inizio sabato 16 ottobre e culminerà nella giornata del Patrono S.Fiorenzo, il 17 ottobre. La Pro Loco di Fiorenzuola organizza un'area interamente dedicata agli artisti creativi che esporranno in fiera oggettistica realizzata a mano. L'iniziativa ha richiamato numerosi hobbisti e dato l'elevato numero di partecipanti la Pro Loco ha deciso di distribuire i banchi lungo le vie Liberazione e Gramsci. In via Maculani troveranno posto invece alcuni pittori locali provenienti dal

piacentino e dalle zone limitrofe che esporranno in strada i loro quadri. Come ogni anno la Pro Loco di Fiorenzuola sta ultimando il calendario degli eventi del 2011 che verrà presentato il prossimo 28 novembre. I prossimi appuntamenti che coinvolgeranno i volontari del Gruppo saranno le iniziative natalize del mercatino degli hobbisti e dei sapori, il trenino per bambini e le probabili cascate di fuoco dalla Torre campanaria ancora in via di definizione. Evento clou dell'anno per la Pro Loco di Fiorenzuola è la Festa di Primavera che si svolge a fine

maggio e che anche il prossimo anno avrà al centro dei festeggiamenti la tematica della Via Francigena con le sue specialità e le sue caratteristiche. Altro successo che si ripete da quattro anni è la Magnalonga, la camminata attorno a Baselicaduce con tappe gastronomiche che riscuote sempre ampio successo di pubblico. L'iniziativa che si è svolta lo scorso settembre ha coinvolto oltre 250 partecipanti, di cui anche molti giovani. La Pro Loco di Fiorenzuola organizza durante l'anno anche numerose gite sociali in primavera ed in autunno

a cui si è aggiunto quest'anno una weekend a Barcellona dal 30 settembre al 3 ottobre scorso. Il Consiglio direttivo della Pro Loco si compone di 13 membri: presidente Giuseppe Bragalini; vicepresidente Gianluca Ferrarini; cassiere Gaetano Conti; segretario Tiziana Gerini. I Consiglieri: Marchesi Giuseppina, Fanti Adriano, Buschi Roberto, Sozzi Andrea, Pizzelli Gabriella, Biselli Fabio, Macchetti Fabio, Franchi Emanuele, Porcari Daniele. Revisori dei Conti:Presidente Guazzi Vincenza; Gilardoni Giorgia, Baggio Achille.

"Stabat Mater" di Verdi, la Corale in concerto In occasione delle celebrazioni per il Santo patrono, la Corale Città di Fiorenzuola si esibirà in Collegiata San Fiorenzo nel tradizionale concerto lirico per la comunità. L'appuntamento - previsto per sabato 16 ottobre alle 21 - rientra nella rassegna "Antichi organi" e vedrà la Corale di Fiorenzuola impegnata nello "Stabat Mater" di Giuseppe Verdi. La Corale sarà diretta dal maestro Fabrizio Cassi ed accompagnata all'organo dal maestro Stefano Pellini. "Nei prossimi mesi saremo impegnati in diversi concerti natalizi a Castellarquato, Roveleto e Fiorenzuola", afferma Simona Lombardelli della Corale Città di Fiorenzuola, la quale ricorda che chi volesse entrare a far parte del Gruppo può iscriversi presso la sede della Corale in piazzale Taverna 1". Nata nel 1972 per iniziativa di Don Roberto Scotti, la Corale di Fiorenzuola si compone di circa 50 voci miste. In questi anni ha svolto circa 300 concerti ed allestimenti, ha partecipato a tournee all'estero (Belgio, Inghilterra, Repubblica Ceca, Polonia, Svizzera), a manifestazioni in diverse città italiane oltre che alle trasmissioni in diretta "Domenica In" dal teatro di Busseto e "il Sabato del Villaggio" dalla piazza di Castell'Arquato. Ricco il curriculum della Corale di Fiorenzuola, ricordiamo gli appuntamenti del 2010. Il 16 aprile di quest'anno, la Corale ha tenuto un concerto benefico in ricordo dello storico presidente dell'Aido, Francesco Ferrari al Teatro Municipale di Piacenza; il 2 giugno scorso si è esibita nella chiesa parrocchiale di S. Vitale a Besenzone in una selezione in forma di concerto dell'Opera "Nabucco" di G. Verdi, organizzata dal Circolo Lirico Europeo "Falstaff" di Busseto. Altro grande evento è stata l'esecuzione del "Requiem" di G. Verdi, il 26 giugno insieme alla Corale G. Verdi di Ostiglia e al Coro Città di Mirandola in Piazza Molinari a Fiorenzuola. Il 26 settembre scorso, infine, a Castelnuovo Bocca d'Adda la Corale si è esibita in un concerto di melodie verdiane e canti popolari. (fg)


14 ottobre 2010

Trieste 34, happy hour con Caldini

Corriere Padano

11

Prosegue "Happy hour book", iniziativa di Teatro Trieste 34 e Libreria Fahrenheit per la campagna “Ottobre piovono libri”: appuntamento con aperitivo a ingresso libero venerdì 15 alle 19.30 con lo scrittore piacentino Maurizio Caldini sul tema "L’ultimo uomo: genesi di un sogno”. La novella "L'ultimo uomo" è la sua prima esperienza di auto-pubblicazione senza contributo economico, scritta nel 1996 ed edita nel 2010.

Gli appuntamenti della tua agenda su Facebook, seguici!

Zelig Lab, talento cercasi

M.U.S.A., l’arte giovanile si esprime in via Roma

In via Roma è ritornata l'arte giovanile piacentina. Fino al 14 novembre, per il 5° ciclo espositivo del progetto Musa di Agenzia Quartiere Roma, 6 negozi sfitti sono stati occupati da installazioni, pittura e fotografia: un modo intelligente per riportare attenzione e gente in una delle più belle vie del centro di Piacenza, dare anima e visibilità a spazi "morti" e offrire un'inedita opportunità d'espressione e scambio culturale. Entro la fine del mese un evento collettivo coinvolgerà attivamente tutti gli artisti e vedrà ancora una volta via Roma chiusa al traffico trasformarsi in un salotto a cielo aperto. A questo giro su e giù per le vetrine incontrerete l'ammiccante giungla ibrida uomo-animale del pittore Maurizio Furia; scorci degradati della città e musica live nelle foto di Costanza Cavanna e Jonathan Farlotta, riprese anche nelle illustrazioni di Stefania Molinari; i mostriciattoli infestanti e le creazioni biomeccaniche dei pittori Emilio Solenghi e Max Araldi (che ospitano anche i fumetti di Elena Chiappini e opere di Francesco Panelli, Filippo Garilli e altri amici pittori); l'opprimente installazione "Abbandono io" di Tommaso Gandolfi; i dipinti e il germinatoio di Chiara Belloni; la galleria botanica di Carlotta Narboni. Giovanni Scavi

Al Boeri dal 14 ottobre


Corriere Padano

12

14 ottobre 2010

VIVIPIACENZA

Appennino Festival, tappa a Pecorara

President, studenti sul palco per l’A.B.C.

Un film da raccontare: "Oro rosso"

Ultimi 2 appuntamenti piacentini in programma per l'Appennino Folk Festival: domenica 17 a Pecorara largo alla squisita Festa del Tartufo e dei prodotti della montagna, a partire dalle 15, con l'animazione e le danze popolari curate dai musicisti Andrea Capezuzoli e Francesco Nastasi, un duo tradizionale di cornamusa antica e piffero. Sabato 30 ottobre a Cerignale si chiuderà con una grande festa danzereccia, ritmata dal duo di piffero e fisarmonica di Stefano Faravelli e Cesare Campanini. (gs)

Gli allievi di seconda e terza A della Scuola Primaria di Bobbio presentano al Teatro President “L’incredibile storia di Lavinia”. Frutto del laboratorio teatrale condotto da Marina De Juli, lo spettacolo - tratto dal romanzo di Bianca Pitzorno - è in programma domenica 17 ottobre alle 16.30. Organizzato da Kardios e Istituto comprensivo di Bobbio in sinergia con Famiglia Piasinteina, Città di Bobbio e Lions Club Bobbio, l’appuntamento ha una finalità benefica a favore dell’Associazione Bambino Cardiopatico. (a.d)

(gs) Prosegue, in Biblioteca Comunale Passerini Landi di via Carducci 14, l'iniziativa "Un film da raccontare", per cui chiunque ami il cinema e abbia voglia di mettersi in gioco può parlare al pubblico del proprio film preferito proiettandone alcuni spezzoni. Lunedì 18 ottobre il prof. Giovanni Marchesi presenterà "Oro rosso" di Jafar Panahi (2003) mentre mercoledì 20 Simone Bardoni di associazione ConCORTO affronterà "La morte corre sul fiume" di C.Laughton (1955). Appuntamenti alle 16, ingresso libero.

WEEKEND Filodrammatici, anteprima della stagione di Danza Continua, al Teatro Comunale Filodrammatici di Piacenza, la mini-rassegna "Aspettando Tre per Te" di Teatro Gioco Vita, sorta di antipasto all'imminente avvio della Stagione di Prosa dedicato a compagnie emergenti, nomi affermati e spettacoli di ricerca e innovazione. Appuntamento giovedì 14 alle 21 con il già annunciato "Enrico 4." dell'attore Michele di Mauro e del compositore GUP Alcaro, e il prossimo giovedì 21 con "Due nuovi soli", alla scoperta dei talenti emergenti della danza contemporanea. I riflettori si accenderanno su "Stanzas in Meditation" - di e con Silvia Urbani, un'indagine dello stato d'assenza come condizione interiore privilegiata per aprirsi al presente e alla complessità del reale - e su "Unbalance-2", di e con Michela Minguzzi, una metamorfosi lenta e inesorabile che trasporterà il corpo della danzatrice in uno spazio vergine ed effimero. Biglietti in loco o alla biglietteria di via San Siro 9 a Piacenza, dal martedì al venerdì ore 10-13 e 15-18, il sabato dalle 10 alle 13. (giesse)

Cineforum e laboratori, l’ottobre di Spazio 4 (gs) Cineforum, Laboratorio "ForME" per ragazzi dai 15 ai 20 anni, ciclo officina "Ciclostile" e serate "Diamo spazio": al centro comunale polifunzionale Spazio 4 di via Manzoni a Piacenza sono ripartire le consuete attività annuali di aggregazione ad accesso libero e gratuito. Per il mese di ottobre, "Ciclostile" (www.ciclostile.tk), il ciclo-laboratorio di strumenti e conoscenze in cui condividere pezzi e saperi e riparare gratuitamente la propria bici, aprirà tutti martedì dalle 21 alle 24. L'iniziativa "Diamo spazio!", contenitore vuoto per idee, progetti e iniziative di singoli, gruppi informali e associazioni, occuperà invece tutti i martedì e giovedì sera dalle 21. Le giovani operatrici Daria Castignola e Marta Passafonti danno poi appuntamento agli adolescenti ogni venerdì alle 17 per il Laboratorio "ForMe", che questo mese si intitola "Music, my religion": venerdì 15 si vedrà il film "The school of rock", mentre il 22 e il 29 si parlerà delle pellicole viste (l'8 c'era stato "Nick & Norah: la playlist infinita") e si tireranno le somme sul tema. Il cineforum dedicato a Sofia Coppola continua infine giovedì 14 e il 21 alle 21 con "Lost in translation" e "Maria Antoinette". Per informazioni: info@spazio4.org e 0523609856.

Zelig Lab, i nuovi talenti si cercano a Piacenza GIOVANNI SCAVI Ecco ai nastri di partenza, per il secondo anno a fila, con cadenza settimanale ogni giovedì fino al 24 febbraio e a partire da questo 14 ottobre, la seconda avventura della fucina della nuova comicità "Zelig - Lab on the road" al Circolo Boeri di Piacenza, il laboratorio per aspiranti comici e cabarettisti adottato dal ritrovo di via San Vincenzo (grazie alla collaborazione del circolo con l'agenzia "Comicoterapia" di Cesare Ansaldi, forte di un nuovo contratto con "Bananas", che gestisce il marchio Zelig) che tanto successo di pubblico aveva già riscosso l'anno scorso. Giovedì 14, dunque - e sarà così ogni settimana - le porte del Boeri si apriranno alle 17 per i comici (4, di cui 2 piacentini, sui 25 provinati a fine settembre) entrati a far parte del laboratorio, grazie al quale in questi mesi potranno perfezionarsi e prepararsi - sotto la supervisione della responsabile Emanuela Dogliotti e di due autori di "Bananas" - in vista dell'agognato e possibile salto sotto i riflettori televisivi. Alle 20 poi il circolo aprirà anche al pubblico (tessere Fenalc disponibili in loco; informazioni al 3313483400), accogliendo i soci con un buffet, cui seguirà alle 21.30 uno spettacolo di circa 2 ore che vedrà coinvolti almeno una quindicina di comici ogni sera. Non saranno infatti solo i partecipanti all'edizione 2010 del laboratorio ad esibirsi: alcuni comici verranno ripescati anche dal laboratorio dell'anno scorso e altri dai circuiti semi-professionali di attori emergenti, giocando di volta in volta sul fattore sorpresa. In veste di ospiti (ogni sera farà capolino almeno un comico illustre) arriveranno presto anche Gene Gnocchi, Paolo Labati, Beppe Braida, Claudia Penoni, Bruce Ketta, Giovanni Vernia e Kalabrugovic, per dirne qualcuno, tutti a Piacenza a sperimentare sketch e numeri nuovi al riparo da occhi e orecchie indiscrete, sotto lo sguardo vivo e accogliente di un pubblico partecipe con cui instaurare un rapporto familiare senza gli assilli dettati dai tempi e dalle esigenze del piccolo schermo. A febbraio, al termine del laboratorio, i comici migliori saranno portati al provino per la prossima edizione di Zelig-Off - attualmente in onda su Italia1 - che a sua volta girerà i più valenti al prime-time di Zelig Circus agli Arcimboldi. Un fatto è certo: ne vedremo di tutti i colori.

Boeri, dal 14 ottobre la seconda edizione del laboratorio per aspiranti cabarettisti

“London river”, al Jolly d’autore il film di Rachid Bouchareb 7 luglio 2005. A Londra esplodono bombe sui mezzi pubblici causando numerose vittime. Mrs. Sommers, che vive in un paesino su una delle isole della Manica, apprende la notizia dalla televisione e subito telefona alla figlia Jane che studia nella City. Ma lei non risponde. Ousmane è un africano che lavora alla tutela del patrimonio fo-

restale. Anche suo figlio, che non vede da quando era piccolo, vive e studia a Londra. Partiranno entrambi per la capitale britannica nella speranza di trovare i reciproci figli ancora vivi, si incontreranno e scopriranno di essere i genitori di due ragazzi che si amavano. Ma dove sono ora? A raccontarlo sarà il film "London River" di Rachid Bouchareb - Orso D'argento come Miglior Attore a Sotigui Kouyate nel 2009 a Berlino - al Cinema Jolly di San Nicolò mercoledì 20 alle 21.30 per la consueta rassegna d'autore. (gs)


14 ottobre 2010

Corriere Padano

13

VIVIPIACENZA Appuntamenti in Fondazione

Samarcanda sulle arti del XX secolo

Orwell, ne parla Gianni D’Amo

Gli appuntamenti della settimana ospitati nell’auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano: venerdì 15 ottobre una giornata di studi dedicata a “Rinaldo Küfferle: un grande mediatore di cultura tra Russia e Italia”, dalle ore 10; il 20 per i mercoledì della scienza “Schroder Dedekind e la nascita dei reticoli”, alle 17.30; giovedì 21 infine per la “Messa in voce dei Canti di Giacomo Leopardi” Gerardo Placido leggerà “Canto notturno di un pastore errante dell’Asia”, presenta Elena Landoni.

(gs) Con la prima lezione di giovedì 14, "Parigi 1789: la Rivoluzione borghese e le premesse dell'arte contemporanea", inizia il nuovo ciclo di 10 incontri di associazione Samarcanda dedicato alle arti del XX secolo. Il relatore Salvatore Mortilla, docente di lettere e storia dell'arte, proseguirà il suo percorso giovedì 21 con l'incontro dal titolo "L'irrompere del vero nell'arte: il realismo". Incontri aperti a studenti e cittadinanza con inizio alle 15.30 nell'auditorium del CAI in Cavallerizza sullo Stradone Farnese a Piacenza.

Nuovo appuntamento per il ciclo tra cinema, letteratura e teatro "Orwell 2010" di Teatro Gioco Vita e associazione Città Comune, dedicato alla figura e all'opera del grande autore britannico, osservatore e scrittore delle grandi tragedie e speranze novecentesche a cavallo tra le guerre mondiali. Mercoledì 20 alle 21 al Teatro Filodrammatici Gianni D'Amo condurrà l'incontro "Orwell e l'ombra lunga del totalitarismo" incentrato in particolare sui romanzi "La fattoria degli animali" e "1984". Ingresso libero. (gs)

WEEKEND

MUSICA FUORINGIRO Il Fuori Orario è “Beautiful" con Howie B e Marlene Kuntz

Perturbazione in arrivo al Fillmore Dopo il festoso bagno di folla che sabato scorso ha salutato la riapertura del Fillmore, segnata dal concerto danzereccio dei Motel Connection, e la conferma che tra novembre e dicembre, tra gli altri arriveranno anche Après la Classe, Bud Spencer Blues Explosion, Beautiful e Il Teatro degli Orrori, il club di Cortemaggiore riparte venerdì 15 alle 22 dal pop/indie-rock italiano dei Perturbazione e degli A Toys Orchestra; sabato 16, invece, largo alle cover rock con le non banali riletture firmate Antani Project. In pista dal '98, i campani A Toys Orchestra porteranno in concerto i pezzi dell'ultimo album "Midnight Talks"; si muovono tra un pop-rock intimista di estrazione '60/'70 di scuola british e un ambito psichedelico sempre caratterizzato da melodie forti e malinconiche. I torinesi Perturbazione, invece, attivi dal '98, band di grande inventiva, pioniera dell'indie italiano e ora sugli scudi con l'ultimo album "Del nostro tempo rubato", offrono un'altra via, opposta a quella della stantia tradizione sanremese, alla canzone pop italiana, tra sperimentazione e ironia. (giesse)

Milestone, serata blues con i Tamboo & Tnt Al Milestone club di via Emilia Pavese a Piacenza, sede del Piacenza Jazz Club, proseguono le rassegne "Thank God it's Friday", del venerdì, dedicata ai generi trasversali al jazz, e "Sabato Jazz". Per la prima di queste, venerdì 15 alle 22.30 ecco i Tamboo & Tnt (Sergio Tamburelli a voce e washboard - la voce "black" più bella del pavese -, Andrea "Slim" Sacchi alle armoniche, Paolo Terlingo alle chitarre e Mariano Nocito al contrabbasso), per un concerto blues che promette tanto "spirito" e si annuncia particolarmente frizzante. Sabato 16 sempre alle 22.30, per la rassegna jazz, arriva invece l'atteso progetto "Triplicity" di Luciano Zadro (chitarra, per la prima volta al Milestone), Attilio Zanchi (contrabbasso) e Marco Castiglioni (batteria): i tre musicisti si incontrano in un percorso musicale di originali e standard più o meno usuali, spesso tratti da repertori di celebri chitarristi. L'unione delle loro personalità crea una situazione vivace, tra le pulsioni swing fornite da contrabbasso e batteria e il tocco jazz della chitarra, dove l'interplay è alla base di un linguaggio sonoro di grande maturità. Concerti a ingresso libero con tessera Acsi o soci PC Jazz Club. (gs)

(gs) Al Fuori Orario di Taneto di Gattatico (Reggio Emilia) sbarca sabato 16 il nuovo progetto musicale internazionale "Beautiful" del celebre producer Howie B con Cristiano Godano, Riccardo Tesio e Luca Bergia dei Marlene Kuntz e Gianni Maroccolo, tutto impostato sull'improvvisazione, presentato dal singolo "In your eyes", in uscita in questi giorni, e prodotto da Al-Kemy Lab, factory artigianale-digitale ideata da Maroccolo. Venerdì 15 largo invece alle cover degli U2 con la band tributo degli Achtung Babies e al rock italiano graffiante e melodico degli emergenti Zeff Jack.

Collecchio, il nudo femminile in mostra "La pelle dell'anima", rappresentazione del nudo femminile in 50 opere che affrontano il genere tra '8-900, mostra curata da Anna Mavilla e inaugurata a Villa Soragna di Collecchio, resterà visitabile fino al 13 novembre. Affronta un tema complesso che segna in profondità lo svolgersi delle poetiche figurative toccando questioni estetiche, stilistiche, morali, sociali, orientamenti filosofico-esistenziali, tabù codificati e infranti. Opere di circa 38 artisti, da Camillo Innocenti a Renato Guttuso, da Egon Schiele a Andy Warhol fino ai parmensi Francesco Scaramuzza e Daniele de Strobel. (giesse)

Onirica, il rock demenziale degli Skiantos (gs) Due serate di fuoco al circolo Onirica di Parma con Skiantos e Leeroy Thornhill. Venerdì 15 Per la serie il venerdì mi voglio divertire, gli Skiantos dopo 14 dischi si ripresentano con "Dio ci deve delle spiegazioni" per confermare la loro leadership nel campo del rock demenziale. A tenergli testa, i fidentini Stiron River, capisaldi del genere in territorio parmense. Sabato 16 salirà in consolle Thornhill (ex Prodigy) per far ballare tutti sino a tardi a suon di electro e break-beat, accompagnato, tra gli altri, dai dj Techfood e dalla band dei Synthromantics, roba piacentina di qualità.

Al Farnese

Sbuttoni e i suoi Mama Blues per i giovedì del Baciccia

Dissonanti Armonie

(gs)Cantautorato "indie", garage, blues e fotografia segnano la settimana del Caffè Letterario Baciccia a Piacenza. Giovedì 14 il consueto appuntamento live infrasettimanale delle 22 è con il pistoiese Samuel Katarro, al secolo Alberto Mariotti, recente rivelazione del panorama underground nazionale, e col suo ultimo, camaleontico disco "The Halfduck Myster", con la sua grazia svagata e un po' allucinata. Venerdì 15 a guadagnare la scena per la seconda "Rollover Juke-Box Night" firmata Gianni Fuso Nerini sarà poi il one-man-band neozelandese Delaney Davidzon, accompagnato dal famoso duo garage italiano dei Mojomatics: un appuntamento da non lasciarsi scappare, sempre alle 22. Domenica 17 in orario happy-hour (18.30) inaugurerà invece la mostra fotografica "Alcohol - Deliri Digitali al Baciccia" di Andrea Giardino (fino al 13 novembre), una galleria di facce, sguardi e situazioni raccolte con occhio attento e sensibile dentro e fuori dal Caffè Letterario, mentre giovedì 21 alle 22 si esibiranno Mauro Sbuttoni e i suoi Mama Blues, con una serie di nuove creazioni originali e una selezione di alcuni grandi classici blues.

Sabato 16 ottobre alle ore 17.30 a Palazzo Farnese si inaugura la mostra "Dissonanti armonie" con opere di Paolo Perotti, Davide Rossi, Roberto Tonelli e Veniero. Artisti di tendenze diverse e con diversi strumenti operativi - pittura, scultura, fotografia, grafica e così via - che vanno d'amore e d'accordo. Una convivenza di cui questa mostra vuole dare una concreta dimostrazione nella speranza che sia, per chi la visiterà, un'occasione per accorgersi ancora una volta della ricchezza insita nella diversità e di come le stesse diversità possano, in un'esposizione così come si spera accada nella vita, giustapporsi anziché contrapporsi.

CLASSICA Valtidone Festival, chiusura con il duo Delorko-Spendel (giesse) Si chiude venerdì 15, alle 21.15, allo Spazio Rotative di via Benedettine a Piacenza, l'edizione 2010 del Val Tidone Festival diretto da Livio Bollani, che per 4 mesi ha portato i concerti dei vincitori dei Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone, dei giurati e di altri artisti di fama mondiale tra i castelli, le ville, i palazzi e le piazze più suggestive della vallata. Per la serata conclusiva, il filone "Val Tidone Classica" incontrerà quello "Etnica/Jazz". Ad esibirsi sarà il duo pianistico formato dall'austriaco Ratko Delorko e dal tedesco Christoph Spendel: "Jazz meets classic" è l'ennesimo, pirotecnico progetto per due pianoforti di quel geniaccio di Delorko e del suo amico Christoph. Non un semplice concerto ma uno spettacolo a 360 gradi con musica, arte contemporanea e immagini capace di trasportare per più di un'ora lo spettatore in un mondo da favola, grazie alla maestria di due artisti dai larghissimi orizzonti e richiesti in tutto il mondo, che alla dedizione per il pianoforte alternano composizione, direzione d'orchestra, collezionismo, didattica, arrangiamento, produzione e critica.

Settimana organistica, tocca ai Solisti Ciampi e a Berzolla Dopo 3 illustri organisti stranieri, continua con due appuntamenti "tricolore" la 42esima edizione della Settimana Organistica Internazionale del Gruppo Ciampi a Piacenza. Sabato 16 alle 21 nella Basilica di S. Anna si esibiranno I Solisti Ciampi, per un concerto dedicato alla memoria di Wilhelm Friedman Bach a 300 anni dalla nascita, mentre domenica 17 alle 16 in S.Savino saranno Graziano Beluffi (violoncello, milanese classe '54, direttore dal 2006 del coro "Eco della Valle" di Carmiano di Vigolzone) e Massimo Berzolla (il celebre organista e compositore, per 30 anni titolare e direttore di coro della Cattedrale di Piacenza, responsabile per la Musica Sacra della Diocesi di Piacenza-Bobbio, direttore dell'Istituto di Musica Sacra "San Cristoforo" e impegnato nella valorizzazione del prestigioso Fondo Musicale del Duomo di Piacenza) ad interpretare composizioni di J.Rheinberger, M.Reger e dello stesso Berzolla durante un'esibizione in ricordo del maestro Luigi Toja. I preparatissimi solisti di sabato 16 saranno invece il violinista parmigiano Luca Fanfoni, la violoncellista di natali americani Marianne Chen, la pianista e clavicembalista Paola Del Giudice e l'organista fidentino Luigi Fontana. (gs)


Corriere Padano

14 ottobre 2010

14

WEEKEND A TAVOLA

Un Po di Gusto, un viaggio nei sapori della Bassa Solo prodotti provenienti dalla aziende del territorio dai sapori genuini nei menu proposti per “ Un Po di Gusto” dagli aderenti alla Strada del Po e dei Sapori della Bassa Piacentina. Dal 15 ottobre all'8 dicembre si svolge la Quarta Rassegna Gastronomica del Po, un ideale viaggio che attraverso osterie, trattorie, ristoranti e aziende agricole conduce alla (ri)scoperta della tradizione culinaria e delle specialità tipiche del territorio. Quattordici ristoranti, i sette comuni che fanno parte della Strada del Po e dei Sapori della Bassa Piacentina, propongono per quasi due mesi la degustazione di oltre cento piatti. Le prelibatezze sono suddivise in 28 menu a prezzo fisso, compresi tra i 25 e i 35 euro, con bevande incluse. Un Po di Gusto è l'idea per una cena con gli amici, un pranzo in famiglia, un appuntamento romantico all'insegna del buon cibo tradizionale. I classici piacentini sono i protagonisti sul-

la tavola, primi tra tutti la coppa, la pancetta e il salame Dop, il formaggio padano, seguiti da must come pisarei e fasò, tortelli di ricotta e spinaci, stracotti, culatello, mariola, fritto d'acqua dolce, anguilla in umido, la torta sbrisolona, la mostarda di fichi… e tante altre ghiottonerie. La caratteristica comune è che ogni menu è completo, e composto dall'antipa-

sto al dolce unicamente con prodotti provenienti da aziende del territorio. Sapori genuini, che derivano da una millenaria tradizione di attenzione e gusto per la tavola e il cibo, e che si espongono in un ideale buffet che mescola fiume e terra, raffinatezze e piatti contadini. L'evento, che quest'anno si allunga fino a coprire una cinquantina di giorni golosi, è

organizzato in collaborazione con l'Assessorato al Turismo della Provincia di Piacenza. "Con un Po di Gusto - sottolinea Maurizio Parma, assessore al Turismo della provincia di Piacenza e presidente della Strada del Po - l'Associazione intende rafforzare l'immagine di un prodotto all'avanguardia per quanto riguarda la qualità dell'offerta, e che è in grado di conquistare spazi rilevanti nell'ambito del moderno mercato turistico. La rassegna gastronomica è ideale per soddisfare la sensibilità con la quale il turista-viaggiatore odierno si accosta a realtà e tradizioni diverse dalle proprie". Solo qualche dato per dare la dimensione dell'evento: l'itinerario della Strada del Po e dei Sapori della Bassa Piacentina misura nel suo complesso circa 80 km, si sviluppa in una cornice di borgate dall'impianto urbanistico lineare e geometrico e riunisce 52 tra soci pubblici e privati.

AGENDA VAL TREBBIA Bobbio, castagnata Domenica 17 ottobre proseguono le castagnate promosse da Ra Famiglia Bubieiza in piazza San Francesco. Dalle 14,30 sarà possibile gustare le mitiche caldarroste.

Gragnano Trebbiense, castagnata Domenica 17 ottobre il gruppo sportivo Costa organizza la tradizionale castagnata in località Costa di Casaliggio

Travo, piccoli agricoltori neolitici Domenica 17 ottobre il museo archeologico di Travo si prepara ad ospitare l'iniziativa: "Piccoli agricoltori neolitici. Semina dei cereali antichi con strumenti in pietra". L'attività per bambini partirà alle ore 15. info 3387982504.

VAL NURE Ferriere, Festa delle Castagne Domenica 17 ottobre (dalle 11 alle 18) a Castagnola di Ferriere, un evento da non perdere: la Festa delle Castagne 2010 alla Taverna dei Briganti. Le gustose caldarroste saranno accompagnate dall'intrattenimento musicale

Pontenure, Castagnata alpina Sabato 16 e domenica 17 ottobre per il secondo weekend consecutivo, a Pontenure sarà Castagnata Alpina. Piazza Re Amato ospiterà la festa dalle 14.

Pecorara, tartufi e prodotti del sottobosco

Via dei Sapori, mercato domenica a Carpaneto (dr) Domenica tra shopping ed enogastronomia, quella del 17 ottobre a Carpaneto. Al tradizionale appuntamento con il mercato settimanale, sarà infatti affiancata (dalle 8 alle 13) la "Via dei Sapori" in versione autunnale. L'iniziativa, che per il sesto anno consecutivo porterà in viale Vittoria i migliori prodotti della Val Chero, si fonda sull'idea di promuovere la filiera corta e far conoscere le eccellenze delle nostre terre: dai formaggi, ai vini, ai salumi, passando per miele, dolci tradizionali e, naturalmente, vini. "Siamo molto soddisfatti del successo raggiunto da quest'iniziativa - spiega l'assessore allo sviluppo economico Roberto Moraschi - molti produttori locali vi partecipano e fanno buoni affari". Anche i curiosi, che non vogliono lasciarsi sfuggire l'occasione di assaggiare (e comprare) prodotti (sani e di alta qualità) della val Chero, sono in costante aumento, tanto che negli ultimi anni "molti vengono appositamente per la Via dei Sapori - conferma Moraschi - alcuni arrivano anche da fuori provincia".

Tartufi, funghi e prodotti del sottobosco saranno i protagonisti, domenica 17 ottobre presso l'ex consorzio Agrario (in via Garibaldi 5), della ventesima edizione della rassegna provinciale del Tartufo di Pecorara. Il programma prevede, in mattinata, un incontro dal titolo "Tartufi e prodotti del sottobosco: ricerca e commercializzazione. Prospettive per il futuro, naturalmente una vasta esposizione di funghi e tartufi e alle ore 12.30 il pranzo con piatti tipici a base di tartufi e funghi. Alle ore 14.30 una gara di ricerca per cani da tartufo e alle 15.30 le premiazioni. Per tutta la giornata sarà aperta, presso la Sala consiliare, la mostra fotografica di Massimo Bersani dedicata a tartufi e tartufai. La giornata sarà allietata dalla presenza di stand gastronomici e da danze con Andrea a Francesco Nastasi. In serata polentata con funghi. Per tutto il mese, inoltre, i ristoranti della zona, consultabili sul sito istituzionale del Comune di Pecorara, propongono menù a base di funghi e tartufi al prezzo fisso di 25 euro. Pietro Saggini, presidente dell'Associazione Tartufai ha ribadito che il tartufo piacentino non ha nulla da invidiare ai suoi fratelli di località più note, ma che può ancora essere commercializzato a prezzi accessibili (20 euro all'etto per quello nero e 120 euro per quello bianco). Genuinità e gusto sono la garanzia del tartufo di Pecorara che sarà possibile gustare il 17 ottobre.

Giovedì DiVini: cibo, vino e cultura Prossimi appuntamenti con le cene di Mezzano Scotti e di Castell’Arquato Nuovi appuntamenti per "Le Cene dei Giovedì DiVini", la rassegna ideata dalla Strada dei Vini e dei Sapori, e patrocinata dalla Provincia di Piacenza, per gustare il meglio della tradizione gastronomica abbinata ai vini di ventinove cantine tra le migliori del piacentino. In ogni serata sarà creato un momento di accoglienza e legame con la cultura del territorio, dell'arte, del vino e del cibo al quale saranno abbinati i vini, i salumi, i formaggi e altri prodotti delle aziende socie della "Strada". Le serata, per le quali è obbligatoria la prenotazione e che iniziano alle ore 20 prevedono l'accoglienza degli ospiti con un aperitivo e il racconto dell'azienda e dei piatti. Nell'attesa che arrivino tutti gli ospiti sarà presentato un libro, dedicato al food&beverage, alla presenza dell'autore, e, durante la cena, sarà proposto il fascicolo che illustra la Strada dei vini.

Per ogni appuntamento verrà realizzata un'acquaforte al vino ispirata al territorio realizzata in diretta dall'artista, Maurizia Gentili. L'acquaforte sarà poi messa in vendita e una parte dei fondi sarà destinata a un progetto benefico. Il costo fisso della serata è di 35 euro. I prossimi appuntamenti: Giovedì 14 ottobre, alle ore 20 al Ristorante Filietto (Loc. Costa Tamborlani, Mezzano Scotti - Bobbio - Tel. 0523937104 www.filietto.it) aperitivo letterario con Mario Ferraguti, autore di “Dove il vento si ferma a mangiare le pere, viaggio sull'Appennino alla ricerca del folletto”, Diabasis Editore. Giovedì 21 ottobre, alle ore 20 al Ristorante Don Ferdinando (Piazza Europa 6 - Castell'Arquato, tel. 0523805319 www.leondorocastellarquato.it) aperitivo letterario con Mauro Carboni, autore di “Gli antichi olivi del Ducato di Parma e Piacenza”.

Assaggi in fattoria Anche domenica 17 ottobre l’iniziativa “Fattorie aperte” permetterà di scoprire le bellezze naturalistiche del nostro territorio, degustare i prodotti tipici, osservare da vicino i modi di coltivare e di produrre, fare escursioni, giri in calesse o in bicicletta. L'obiettivo: aprire le porte delle aziende agricole a chi vive in città. Le aziende piacentine che partecipano a "Fattorie Aperte" sono 18, per info consultare i siti internet della Regione Emilia-Romagna (http://www.fattorie aperte-er.it) e della Provincia di Piacenza (http://www.provincia. pc.it) alla sezione "Agricoltura", sottosezione "Fattorie aperte e fattorie didattiche".

Vigolzone, Castagnata di Carmiano Domenica 17 ottobre grande festa a Carmiano, protagonista la regina dell'autunno sulle nostre colline: la castsagna. Nel pomeriggio (dalle 14,30 alle 18) sarà possibile assaggiare dolci tipici a base di castagne, dolci tradizionali e vini locali.

VAL D’ARDA Fiorenzuola, Oktobre in festa Da venerdì 15 a domenica 17 ottobre, tre giorni di festa con le migliori birre tedesche e le specialità della cucina bavarese in piazza Casalino. L'iniziativa è organizzata dall'Old Rugby di Fiorenzuola che per l'occasione allestirà uno stand al coperto e i soci serviranno ai tavoli con i costumi tipici in perfetto stile Oktoberfest.

Fiorenzuola, vie dei prodotti tipici Sabato 16 e domenica 17 ottobre arrivano le "Vie dei prodotti tipici" stand gastronomici (Da non perdere Chisolini e spalla cotta) e bancarelle con degustazioni dei prodotti delle tradizioni regionali italiane. In Piazza Molinari e via Gramsci.

PIACENZA Farmer's Market Venerdì 15 e lunedì 18 proseguono i Mercatini a "filiera corta" di prodotti naturali. Appuntamento venerdì 15 in piazza Duomo e lunedì 18 sotto i Portici di Palazzo Gotico-Piazza Cavalli. Dalle 8.00 alle 18.00

Domenica a Coli profumo di castagne Funghi, patate, formaggi, salumi, miele, frutta, delizie dell'orto: tutti allestiti in bella mostra per la vendita diretta ad un pubblico che nella routine quotidiana di città non ha molte opportunità per inserire nel menu i prodotti degli agricoltori dell'Appennino. Tutto questo a Coli per la Rassegna dei prodotti della montagna in programma domenica 17 ottobre. Il menu della giornata prevede, alle ore 8.30 il passaggio di circa 60 fuoristrada, alle ore 9 la S. Messa e, a seguire, l´inaugurazione della festa e il pranzo. Nel pomeriggio la presentazione dell´iniziativa "Taxi sociale", la consegna del riconoscimento agli espositori presenti e del premio "1 di Coli", poi musica e intrattenimento con "I Musetta". Per tutta la giornata esposizione e vendita prodotti tipici e di artigianato. Il servizio ristoro sarà curato dalla Pro Loco Coli con polenta, spiedini, castagne e dall´Osteria "La Volpe Rossa" di Coli.


14 ottobre 2010

Corriere Padano

15

A TAVOLA CON GUSTO

CUCINA DI CASA

I frutti di ottobre, arrivano le mele Si raccolgono in questo periodo e arrivano in tavola per tutto l’inverno. Alcuni suggerimenti per gustarle al meglio: dal sorbetto al risotto per finire con una torta Si raccolgono in questo periodo e arrivano in tavola per tutto l'inverno. Alcuni suggerimenti per gustarle al meglio.

Un long drink alla mela Mettere 2 0 3 cubetti di ghiaccio in un grande bicchiere tumbler e versarvi 5/10 di succo di mela, 4/10 di vodka e 1/10 di Blue Curacao. Mescolare e riempire il bicchiere con Prosecco spumante. Guarnire con una ciliegina da cocktail e con un ramoscello di menta fresca.

Sorbetto di mele verdi Preparare uno sciroppo facendo bollire 350 g di zucchero e altrettanta acqua. Una volta raffreddato unirvi il succo filtrato di 2 limoni e 500 g di purea finissima di mele, ottenuta passando al mixer delle mele Granny Smith, sbucciate e private del torsolo. Infine unirvi ½ albume d'uovo montato a neve ferma e versarlo nella gelatiera. Una volta pronto, farlo rassodare nel freezer per qualche ora e, al momento di servirlo, distri-

buirlo in coppette di cristallo e bagnarlo con un cucchiaio di Calvados. Guarnire con ciliegine rosse e con foglioline verdi.

Risotto alle mele Si prepara come un comune risotto alla parmigiana con il soffritto di burro e cipolla e il brodo di carne. Qualche minuto prima del termine della cottura, vi si aggiungono dei dadini piccoli di mele Golden saltati rapidamente in poco burro e insaporiti con un pizzico di cannella (due mele per 3-400 g di riso) . Fuori dal fuoco si completa il risotto con burro crudo e parmigiano grattugiato e si manteca per un minuto.

Crauti e mele I crauti, classico accompagnamento per la carne di maiale e gli insaccati, hanno a volte un gusto troppo acido. Facendoci cuocere insieme qualche spicchio di mela risulteranno alla fine con un gusto più dolce e morbido.

Mele stregate Un centro tavola mangereccio per una festa di bambini. Occorrono una ventina di mele

Imperatore

rosse molto piccole che, ben lavate e asciugate, andranno infilate su degli spiedini di legno. Quindi, in una piccola casseruola, si prepara una certa quantità di caramello non troppo scuro e vi si passano le mele in modo che se ne rivestano completamente. Si lasciano asciugare, a testa in giù, in una griglia e, quando lo zucchero si sarà indurito, si infilano gli spiedini in una pagnotta di pane o in un cavolo cappuccio.

Di grosse dimensioni, con la buccia rossa striata, ha una polpa farinosa e leggermente amarognola che diventa dolcissima con la cottura. Ideale per preparare le classiche mele al forno.

Granny Smith Verde brillante con la polpa bianco verdognola e poco zuccherina, è caratterizzata da una particolare croccantezza e succosità. Oltre che come frutto da tavola, è adatta per le insalate e i sorbetti.

Una torta di mele facilissima Occorre sbucciare e affettare sottili 1 kg di mele Golden quindi, dopo averle spruzzate con succo di limone e cannella in polvere, si lasciano insaporire per mezz'ora. Nel frattempo, si prepara una pastella mescolando, con la frusta elettrica: 150 g di farina (setacciata) con ½ bustina di lievito, 200 g di zucchero, 2 uova intere, 200 g di latte e 100 g di burro fuso. Quindi si amalgamano le mele con la pastella e si versa il composto in una tortiera (26 cm) imburrata. La torta dovrà cuocere per circa 1 ora nel forno a 180°. Si serve tiepida, spolverata di zucchero a velo.

Annurca

Le varietà sul mercato Red Delicious

Golden

Di colore rosso cupo, con la buccia spessa e consistente, è chiamata comunemente "Deliziosa". La polpa è molto dolce e, quando è ben matura, leggermente farinosa. E'il frutto ideale per preparare la classica mela grattugiata.

Ha la buccia sottile, di colore giallo vivo, leggermente punteggiata. Con la polpa soda e zuccherina è adatta come mela da tavola e per la sua caratteristica di tenere bene la cottura, è indicata per torte e crostate.

Viene dalla Campania ed è una vecchia varietà che ha resistito alle mode. Di piccola taglia, ha la polpa bianca, croccante, saporita e molto profumata. Una delle mele più buone come frutto da tavola.

Renetta Ha la buccia opaca e ruvida, di colore giallo-verde, leggermente "rugginosa". La polpa, succosa e zuccherina, è leggermente acidula e questo la rende adatta come frutto da cucina e da pasticceria.


Corriere Padano

16

14 ottobre 2010

FIORENZUOLA IN PRIMO PIANO

Il viaggio umanitario salta perché non c’è il magazzino

Un corso

Il fascino del presepe in sei lezioni

L’associazione “Fiorenzuola Oltre i Confini” non ha un posto dove depositare i materiali da portare: salta la partenza di ottobre. I volontari chiedono aiuto FRANCESCA GAZZOLA Due le battaglie che l'associazione di aiuti umanitari Fiorenzuola Oltre i Confini sta portando avanti in questi mesi con grande impegno: il sostegno ad un bambino bosniaco gravemente malato e la ricerca di un magazzino per raccogliere il materiale umanitario per i viaggi. I volontari di Fiorenzuola Oltre i Confini stanno lottando per salvare la vita di un bambino bosniaco a cui serve urgentemente un trapianto di cuore. "Ci stiamo impegnando - spiega il presidente dell'Associazione,Luigi Danesi- per trovare un lavoro stabile alla famiglia in modo che si possa trasferire in Italia e ricevere le cure necessarie per il proprio figlio". Altra difficoltà che Fiorenzuola Oltre i Confini deve risolvere è la mancanza di un magazzino dove depositare il materiale per i viaggi in Bosnia che i volontari effettuano di norma due volte all'anno, in primavera e in autunno. Al momento l'Associazione non dispone di un deposito, motivo per cui purtroppo quest'anno salterà il viaggio previsto per il mese di ottobre. I volontari sperano di trovare al più presto una soluzione per portare a-

vanti l'importante lavoro a sostegno delle popolazioni bisognose colpite da guerre, carestie, calamità naturali che li vede impegnati dal 1996. Il presidente Danesi racconta gli esiti dell'ultimo viaggio in Bosnia compiuto dai volontari lo scorso maggio: "In tale occasione abbiamo portato molto materiale ospedaliero proveniente dal reparto di medicina dell'ospedale vecchio di Fiorenzuola trasferitosi nella nuova sede. Abbiamo raccolto oltre una trentina di letti, armadietti, tavoli, carrozzine e poltrone per prelievi che abbiamo portato all'ospedale di

Zenica, città gemellata con Fiorenzuola". Sempre a Zenica i volontari hanno portato aiuti all'orfanotrofio Dom Porodica (ovvero Casa Famiglia) che il prossimo anno festeggia i 50 anni di attività: per l'occasione sarà presente anche Fiorenzuola Oltre i Confini che ha fatto molto per il Centro, supportandolo da una decina di anni e costruendovi anche una palestra. I ragazzi dell'orfanotrofio, inoltre, trascorrono da 8 anni le vacanze in Italia, a Marina di Massa grazie alla collaborazione della parrocchia di Fiorenzuola e al contributo della Fondazione di Piacenza e

Vigevano. Lo scorso anno, inoltre, il comune di Zenica ha aperto la prima Casa di riposo della comunità all'interno di una casa di accoglienza di ragazze madri che è stata spostata in un'altra struttura. "La nuova Casa di riposo - aggiunge Danesi - ospita 165 anziani a cui abbiamo portato televisori, scaldabagno, frigoriferi, impastatrici e materiale sanitario". Ogni volta che si recano in Bosnia i volontari di Fiorenzuola Oltre i Confini si recano anche a Jajce dove ha sede l'associazione Merhamed, simile alla nostra Caritas che gestisce una mensa per i poveri che o-

gni giorno serve oltre 150 pasti. Qui i volontari portano aiuti alimentari e materiale sanitario. A Jajce ha inoltre sede l'associazione Bosnia Erzegovina Oltre i Confini con cui l'associazione fiorenzuolana collabora dal tempo e che i volontari hanno fondato insieme: il presidente - Hodzic Medaga -ha accompagnato i volontari in Bosnia fin dal primo viaggio nel 1996 facendo loro da guida e da interprete. Danesi ricorda, inoltre, l'aiuto che Fiorenzuola Oltre i Confini ha dato ad Anbdulaye, un senegalese che ha vissuto in Italia per 15 anni e che alla fine dello scorso anno è tornato a casa e ha iniziato un'attività agricola nel suo Paese. Fiorenzuola Oltre i Confini - attraverso la disponibilità del Consorzio agrario di Piacenza - è riuscita a comprare ad Anbdulaye un trattore e ad organizzargli il viaggio di ritorno e dall'inizio dell'anno riceve costantemente notizie sulla sua attività. "In questo periodo - conclude Danesi - ci stiamo occupando con tutte le nostre forze di alcuni bambini bosniaci malati che necessitano di interventi medici specifici e che abbiamo portato qui in Italia per poter offrire loro tutte le cure necessarie. Speriamo di riuscire nel nostro intento".

La passione per l'arte del presepe e l'impegno a mantenere viva nel tempo la tradizione più antica del Natale sono sfociate nella realizzazione di un corso presepistico rivolto all'intera comunità. Il corso - organizzato dal Gruppo Amici del Presepio di Fiorenzuola - si svolgerà quest'anno dal 18 ottobre al 4 novembre e sarà costituito da sei lezioni gratuite che

si terranno il lunedì e il giovedì dalle 20,30 alle 22,30 al Teatro Verdi di Fiorenzuola. Per le iscrizioni al corso, che si chiudono il 15 ottobre, è possibile rivolgersi all'ufficio del Teatro Verdi (dal martedì al sabato dalle 10 alle 12,30) e alla Casa del Disco. Il corso presepistico affronterà tematiche legate alla storia del presepio, alla progettazione, prospettiva, lavorazione del gesso e del polistirolo, vegetazione, costruzione di piante e statue, colorazione, illuminazione ed effetti speciali. (fg)

VENDITA Æ RIPARAZIONE Æ ASSISTENZA ASSISTENZA 24 H 329.3340910 FIORENZUOLA D ARDA (PC) Via Giovanni XXIII, 3/5 - Tel. e Fax 0523.941875


14 ottobre 2010

Corriere Padano

FIORENZUOLA IN PRIMO PIANO

"Photo 10", fotografie e audiovisivi in rassegna FRANCESCA GAZZOLA Mostre fotografiche, audiovisivi e incontri con l'autore sono le iniziative pensate dai soci del Club Cinefotografico Fiorenzuola per l'autunno. Le rassegne - che rientrano sotto l'etichetta "PHOTO 10" - nascono in occasione del patrono San Fiorenzo e proseguono fino a novembre. Per S.Fiorenzo verrà inaugurata la collettiva del Club Cinefotografico Fiorenzuola (CCF) intitolata "Varie ed eventuali". La rassegna non segue un argomento specifico ma raccoglie molteplici temi: paesaggi, scorci inusuali di città lontane, bambini e giochi. Le immagini verranno esposte alla Fondazione Verani Lucca di Fiorenzuola dal 17 ottobre al 17 aprile. A realizzarle i fotoamatori del CCF: Renata Bussandri, Flavio Cantoni, Maurizio Chiesa, Guido Decrema, Piero Elefanti e Luigi Peveri. "Sono tutte immagini semplici aventi come unico scopo quello di trasferire la gioia dell'immagine allo spettatore", afferma Guido Decrema del Club fiorenzuolano. I visitatori della Fiera di S.Fiorenzo potranno assistere anche alla mostra "Sacerdoti 2010" del fotografo Giuseppe Balordi, da oltre trent'anni socio del Circolo fiorenzuolano. La rassegna - che rappresenta un'introspettiva nel mondo sacerdotale piacentino - sarà esposta alla chiesa della Buona Morte di Fiorenzuola dal 17 al

Le mostre dei soci del Club Cinefotografico Fiorenzuolano

31 ottobre. La sede del Circolo fiorenzuolano - in piazza Caduti 1 - ospiterà, invece, dal 17 ottobre al 7 novembre la mostra "Viaggio nel viaggio" di Ivano

Al Verdi arrivano Elio, la Ferrari e Germano Prosa, stagione al via il 21 novembre con il monologo “Thom Pain” di Eno Grandi attori di fama nazionale ed internazionale sono attesi al Teatro Verdi di Fiorenzuola. La stagione 2010-2011 del Teatro avrà infatti come protagonisti personaggi dello spettacolo molto noti al pubblico, quali: Isabella Ferrari, Ennio Fantastichini, Elio Germano e Elio del gruppo "Elio e le storie tese". L'apertura del cartellone di prosa del Teatro Verdi avverrà domenica 21 novembre con lo spettacolo di Elio Germano, vincitore del premio come migliore attore protagonista al Festival di Cannes con il film "La nostra vita" di Daniele Lucchetti. Il giovane attore romano porterà in scena al Teatro Verdi il monologo "Thom Pain (basato sul niente)" del drammaturgo americano Will Eno. Elio Germano racconterà alla platea di spettatori le paure e le angosce del personaggio che interpreta, alternando i suoi ricordi al dialogo con il pubblico in sala che diventerà parte integrante dello spettacolo. Al Verdi di Fiorenzuola sono attesi due grandi attori che hanno consolidato la carriera con numerosi successi: la piacentina Isabella Ferrari e Ennio Fantastichini che porteranno in scena la commedia "Il Catalogo" ispirata al Don Giovanni di Mozart. La storia racconta di due persone sole che si incontrano per caso proprio nel momento in cui si erano arrese alla solitudine della vita. Per Isabella Ferrari si tratterà del debutto assoluto su un palcoscenico piacentino. A febbraio sarà, invece, il cantante-attore Elio leader del gruppo "Elio e le storie tese" ad incantare gli spettatori del Verdi di Fiorenzula con il "Gian Burrasca" di Lina Wertmüller. Lo spettacolo, in programma il 26 febbraio vedrà il compositore milanese nei panni di Giannino Stoppani: Elio ripercorrerà le mille disavventure del giovane impertinente Gian Burrasca sempre pronto a cacciarsi nei guai. (fg)

Bolondi. L'autore sarà ospite a Fiorenzuola nella serata di venerdì 5 novembre. "Figura di spicco tra i fotoamatori della Fiaf, Bolondi ha ottenuto impor-

tanti riconoscimenti nazionali ed internazionali ed è stato insignito - aggiunge Decrema - delle più prestigiose onorificenze, tra le quali quella di Fotografo dell'anno". Spazio anche agli audiovisivi realizzati dalle fotografe modenesi Daniela Bazzani e Brunella Bianchini che presenteranno le rispettive rassegne fotografiche mercoledì 20 ottobre presso la sede del CCF. Si prosegue con l'audiovisivo "Visioni d'India" di Paolo Mazzoni che presenterà un moderno reportage sull'India di oggi, mercoledì 27 ottobre. Dal 14 al 28 novembre si potrà, invece, assistere alle scene più salienti della passata stagione teatrale 2009-2010 immortalate da Piero Elefanti. I soci del Club fotografico fiorenzuolano ricordano il sostegno ricevuto dall'Istituto Banca Popolare dell'Emilia Romagna che "ci ha permesso di proseguire nell'offerta alla cittadinanza di una rassegna di mostre ed incontri ampiamente il linea con la consueta qualità delle nostre manifestazioni". Due scatti di Ivano Bolondi, in alto, e Paolo Mazzoni

17


Corriere Padano

14 ottobre 2010

18

FIORENZUOLA IN PRIMO PIANO

Capitol: “Benvenuti al Sud” apre la rassegna autunnale Giovedì 21 ottobre il via con la commedia di Luca Miniero, ben accolta dal box office. Spazio anche per Carlo Mazzacurati e Sofia Coppola Archiviata a settembre la rassegna "Ecce homo", odissea breve ma alquanto incisiva sulla natura umana, articolata in cinque tappe contrassegnate da altrettanti film, il Cinema Capitol di Fiorenzuola propone per la stagione invernale una programmazione alquanto più svagata. Si comincia, giovedì 21 ottobre, con “Benvenuti al sud” di Luca Miniero, la commedia del momento, che, visto il successo registrato al box office, verrà proposta anche tutto il week-end precedente. Dopodiché, giovedì 28, sarà la volta di “La passione”, di Carlo Mazzacurati, altro film molto divertente, che annovera nel cast Silvio Orlando Giuseppe Battiston e Corrado Guzzanti. Seguiranno, a novembre, il duro “Fish Tank” di Andrea Arnold e il commovente “London River” di Rachid Bouchared. Il primo, premiato all'ultimo festival di Cannes e vincitore del festival di Edimburgo, narra con stile secco e senza fronzoli la storia di una quindicenne disadattata in conflitto con tutti e tutto. Il secondo, interpretato da Brenda Blethyn, che molti ricorderanno in “Segreti e bugie” di Mike Leigh, ha il suo vero punto di forza nell'interprete maschile, l'africano Sotigui Kouyaté, che non a caso è stato

Bilancio positivo per le proposte estive, al nono anno: 21 film, 45 giornate di proiezioni e 2mila presenze premiato come migliore attore all'ultimo festival di Berlino. Scomparso all'inizio di quest'anno, è stato attore per Peter Brooke e Bernardo Bertolucci, nonché regista di suo e grande uomo d'Africa. La rassegna del Capitol propone poi “Somewhere” di Sofia Coppola, il film che ha vinto il Leone d'oro all'ultimo festival di Venezia e “Quella sera dorata” di James Ivory. Tratto da un best seller del romanziere newyorchese Peter Cameron e interpretato da Anthony Hopkins, Laura Linney e Charlotte Gainsbourg, quest'ultimo film riconferma Ivory come brillante calligrafo e illustratore di qualità. Tra gli altri titoli proposti, “Una sconfinata gio-

vinezza” di Pupi Avati, con Fabrizio Bentivoglio e Francesca Neri, e “Venti sigarette” di Aureliano Amadei, apprezzato e premiato all'ultimo festival di Venezia.

Un pozzo di idee, quel cinema! Oltre duemila presenze, quarantacinque giornate di proiezione, ventuno film proposti, la maggior dei quali programmati almeno due volte. Sono questi in estrema sintesi i dati della stagione estiva del Cinema Capitol, la nona consecutiva proposta dalla sala della Val d'Arda nel parco delle scuole elementari. Per l'anno prossimo si

prospetta, forse, una cambio della sede, ma intanto l'attività cinematografica al chiuso è già a pieno ritmo. I bilanci, quindi, si accavallano con le proposte. A settembre, chiusa la stagione estiva, la sala della Valdarda ha già proposto l'inedito 14 kilometri di Gennaro Olivares, programmato nell'ambito della festa multietnica Il mondo dietro l'angolo, e la rassegna "Ecce homo", ma molte altre proposte sono già in cantiere. Una sala, quindi, il Capitol, che lavora a pieno ritmo tutto l'anno e che non cessa mai di promuovere iniziative ricche e stimolanti, vero fiore all'occhiello della vita culturale e associativa fiorenzuolana.

Commedie, concerti e cinema: gli eventi Commedie, concerti e proiezioni cinematografiche accompagneranno i festeggiamenti di S.Fiorenzo fino alla fine del mese di ottobre. Al Teatro Verdi di Fiorenzuola andrà in scena sabato 23 ottobre la commedia "Black Comedy" di Peter Shaffer realizzata dalle Compagnie "Il Gioco delle Parti" di Fiorenzuola d'Arda e "Il Teatro del Cerchio " di Parma. Nella stessa giornata, l'amministrazione comunale intitolerà l'area verde di via Manfredi al comune di Lausonne deponendo una targa celebrativa. Il calendario degli appuntamenti culturali di Fiorenzuola prosegue con un concerto folk organizzato per la serata di domenica 24 ottobre al Ridotto del Teatro Verdi. Ad esibirsi in concerto sarà il coro folk di Fiorenzuola con la partecipazione del Coro di San Lazzaro di Modena. Le calde musiche folk lasceranno posto nella serata di venerdì 29 ottobre al con-

certo "Gastronomy band in note jazz" organizzato dalla Banda di Fiorenzuola. La Compagnia teatrale Manicomics realizzerà lo spettacolo "Bianco Silenzio - Per un lavoro sicuro" organizzato dall'Inail martedì 26 ottobre a Teatro Verdi alle 21. Si prosegue con la commedia in due atti "Parenti Serpenti" di Carmine Amoroso organizzata dall'associazione sportiva dilettantistica "Qwan ki do" di Fiorenzuola che invita la comunità ad assistere allo spettacolo sabato 30 ottobre al Teatro Verdi. Tra gli appuntamenti di inizio novembre anticipiamo lo spettacolo "Hanchenn e Gretel" dal 5 al 7 novembre con regia di Norberto Civardi in collaborazione con l'Associazione Amadeus. Sabato 6 novembre avverrà la consegna del "Busto Scapuzzi" al Comune di Fiorenzuola: l'opera raffigura il generale Luigi Scapuzzi e viene donata dai familiari con cerimo-

nia presso la Sala dell'Orologio del Comune alle ore 11. Sabato 6 novembre verrà proiettato, infine, al Cinema Capitol "Traversata dell'Atlantico", cortometraggio di un gruppo di pazienti e familiari del Dsm di Trento in collaborazione con i familiari de "La Selce" e gli operatori del Csm di Fiorenzuola. (fg)

Raccolta porta a porta: linea dura con i trasgressori Rifiuti, sanzioni da 25 a 600 euro per chi non si adegua alle disposizioni previste Ha toccato quota 66,35% la quota di raccolta porta a porta dei rifiuti nel Comune di Fiorenzuola nel primo semestre del 2010. Un risultato che conferma il capoluogo della Valdarda ai vertici, per quanto riguarda la provincia di Piacenza. Nel ftattempo però l’Amministrazione comunale di Fiorenzuola, considerando che una minoranza di cittadini continua a non osservare le norme della raccolta porta a porta, non curandosi del decoro urbano, ha deciso di inaugurare linea della tolleranza zero nei confronti dei trasgressori, che verranno segnalati dagli ispettori Arpa e sanzionati, dopo la terza segnalazione, dagli agenti della Polizia Municipale. Nel caso di esposizione dei cassonetti negli orari e nei giorni non idonei e di sacchetti di rifiuti sulla pubblica via, la sanzione prevista va dai 25,82 ai 154,92 euro. Nel caso di abbandono indiscriminato di

rifiuti ingombranti, anche all’esterno dell’econcentro (aperto dal lunedì al sabato dalle 8 alle 12 e il giovedì pomeriggio dalle 14 alle 16), la sanzione va dai 103,28 ai

619,68 euro. La stessa sanzione è prevista per l’abbandono al di fuori delle benne preposte di rifiuti derivanti dallo sfalcio o dalla potatura di giardini o siepi. “Il nostro obiettivo - afferma il sindaco di Fiorenzuola Giovanni Compiani – deve essere quello di accrescere continuamente la quota raccolta differenziata. Nel ringraziare, ancora una volta, la maggioranza di cittadini che si sono adeguati alla norme previste per la raccolta porta a porta, siamo costretti a constatare l’inciviltà di alcuni altri che rifiutano di adeguarsi alle disposizione previste. Nella fase iniziale abbiamo seguito la strada del dialogo e della tolleranza per fare ragionare chi ancora non ha compreso la necessità di partecipare attivamente a un progetto di tutela dell’ambiente di questa portata. Ora comportamenti non in linea con le norme che regolano la raccolta porta a porta, non saranno ammessi e i trasgressori saranno sanzionati”.

Trenchi Abbigliamento, qualità da mezzo secolo Ha cinquant'anni ed è una bottega storica: fondata dalla famiglia Trenchi, di cui conserva nome e frontespizio, oggi è gestita dalla signora Daniela Pezziga che, con la competenza e il rigore dei fondatori, porta avanti l'impresa commerciale. La boutique fiorenzuolana veste uomo, donna e neonato soddisfacendo una clientela esigente. Da "Trenchi abbigliamento" la qualità è l'obiettivo, sia per coloro che amano vestire casual sia per gli amanti dell'eleganza classica. Il casual e l'elegante si affiancano al look sportivo e a un selezionato guardaroba per la prima infanzia. Qualità e griffe di grido vestono l'uomo Trenchi: da Trussardi (jeans & casual) a Bugatti (giubbotteria) a Ingram (camicie) a Bramante (maglieria). Per le signore, inoltre, in boutique sono a disposizione le taglie morbide di marchi d'eccellenza come Persona, Elena Mirò, per le altre Diana Gallesi e Superior. L'attenzione per i piccolissimi (0-2 anni) si concretizza nelle griffe Ninetta, Oibò e pregiata cuffietteria Il Trenino. La grande qualità italiana, come si vede, è il filo conduttore dell'abbigliamento per le diverse esigenze di genere ed età. "Trenchi abbigliamento" accende le sue luci nella bellissima piazza della Collegiata di Fiorenzuola, in pieno centro storico, e aderisce all'iniziativa Fiore Card, il circuito di negozi che al cliente offre promozioni periodiche e mirate. Inoltre, lasciando il proprio nominativo, il cliente entra a far parte della banca dati del negozio, garantendosi in questo modo le informazioni relative alle promozioni attivate per la clientela più affezionata. Nella boutique di piazza Molinari è possibile fare shopping anche on line. Il sito web è trenchiabbigliamento.com


14 ottobre 2010

Corriere Padano

19

CITTÀ UTILE

ANNUNCI VARIE Vendo attrezzatura subacquea da donna taglia 42, causa inutilizzo, usata poco, completa di muta corta + salopette, giacca cappuccio e cintura, peso 8 kg. euro 80. Tel. 366-2714574 Vendo collezione completa di fumetto "Nick Raider" + almanacchi a 1 euro al pezzo. Tel. 340-2649718 Vendo bici Bianchi City Byke da donna a 50 euro. Tel. 340-2649718 Vendo citofono bianco nuovo, modello LT 600 Terraneo. 25 euro. Tel. 340-8707686 Jeans tg. 40-42 da donna, firmatissimi, svendo per cambio taglia a 30 euro il paio. Tel. 340-8707686 Abito da sposa bianco tg. 44, molto raffinato ed elegante, modello esclusivo di alta sartoria, completo di tutti gli accessori svendo a 1.000 euro trattabili. Tel. 340-8707686 Vendesi stufa a legna seminuova in ghisa marca Sideros a euro 130. Tel. 0523-982155 Vendo paranco da edilizia portata tiro diretto 150 kg. completo di attacco rotante e motore elettrico. Tel. 333-4183928 Vendo 3 biglietti da Lire 1.000 anno 1947, perfetti. Tel. 333-4183928 Vendo banco gelati Ignis con 6 celle per gelati sfusi e grande cella per gelati confe-

ASSEGNO DI CURA PER DISABILI Il Comune di Piacenza-Direzione Operativa Servizi alla Persona e al Cittadino- comunica che entro il 30 ottobre 2010 è possibile presentare la domanda per l'assegno di cura disabili, aiuto che viene concesso alle famiglie disponibili a mantenere la persona nel proprio contesto familiare. Per informazioni rispetto ai requisiti e alla documentazione da presentare rivolgersi al Sap, via Colombo 3, al numero 0523-593604 o inviando una

zionati. Tel. 333-4183928 Cerco stufa a legna bruciatutto tipo Argo/Warm morning. Tel. 348-8098775 Vendo macchine rimaglio e cucifusto, per info tel. 340-5557262 Vendo moto Vespa GT 300 2004 nera a 600 euro. Tel. 0523-517548 Mobile/scrivania porta computer, come nuovo, con piano estraibile per tastiera, varie mensole, dotato di rotelle, (alt. 77 - largh.110 - prof. 51) vendo euro 65. Tel. 339-4714039 (ore pasti o serali, foto anche via mail).

ABITAZIONI Vendo appartamento in Castelsangiovanni: ambiente unico cucina+soggiorno, 2 camere letto, 2 bagni, box, cantina, ottime finiture. Tel. 331-1100480 Vendo a Pontenure nuovo appartamento: doppi servizi, angolo cottura, box doppio, giardino privato, cantina, ottime finiture, aria condizionata. Tel. 333-6619820 Vendo appartamento in Piacenza 110 mq, cucina abitabile, soggiorno, bagno, 2 letto, ripostiglio, garage doppio, 3 balconi. Tel. 333-7706114 Vendo appartamento a Podenzano 90 mq, cucina abitabile, bagno, soggiorno, ripostiglio, 2 letto, 2 balconi, box,

orto, posizione bellissima. Tel. 338-2080478 Bettola vendesi casa indipendente su 2 livelli possibilità di dividere in 2 unità abitative, ampio garage e giardino di proprietà recintato, zona di forte passaggio. Tel. 0523-917567 (ore pasti). Affittasi o vendesi a Poggio Ferrato (Val di Nizza) a Pavia, immobile precedentemente adibito ristorante pizzeria. Possibilità di realizzo tre appartamenti. Tel. 347-9680863 Affitto a Roveleto di Cadeo appartamento: soggiorno, cucina abitabile, 2 letto, bagno, cantina e box. Referenze. No intermediari. Tel. 334-1901951

LAVORO CERCO Ragazzo 32 enne automunito cerca lavoro: conoscenza lingua inglese e tedesco, conoscenza sistema operativo Window e principali applicativi office. Si propone anche come colf. Tel. 380-3664668 Badante o collaboratrice domestica offresi. Seria e con esperienza maturata in Italia da anni. Residente a Piacenza. Tel. 329-0493194 (Valentina) Signora italiana automunita cerca lavoro pulizie cimiteri di Piacenza e provincia, massima serietà. Tel. 345-9371658

Informasociale

Contributi, scadenze e notizie utili mail infohandicap@yahoo.it

CONTRIBUTO ECONOMICO PER LE FAMIGLIE COINVOLTE IN PROCESSI DI CRISI OCCUPAZIONALE Il Comune di Piacenza, Direzione Operativa Servizi alla Persona e al Cittadino, comunica che in data 15 ottobre aprirà il 3° bando per l' eroga-

zione di contributi alle famiglie coinvolte in processi di crisi occupazionale. I beneficiari dell'intervento sono i lavoratori subordinati e parasubordinati, con residenza anagrafica nel Comune di Piacenza, che hanno perso l'occupazione o sono interessati da procedure di sospensione del rapporto di lavoro

Elettricista pensionato si propone per piccoli lavori riguardanti la casa: riparazioni-elettriche-tapparelle-montaggio mobili ed altro. Tel. 320-8926272 Badante rumena, con espe-

dal 01/12/09 o la cui condizione occupazionale sia peggiorata rispetto alla condizione presentata in precedenza per il 1° e il 2° bando dell'anno 2009, per circostanze riconducibili all'attuale congiuntura economica e con un valore I.S.E.E. del nucleo familiare per l'anno 2009 non superiore a Euro 25.000,00. Il termine ultimo per la presentazione della domanda è il 15 dicembre 2010. Per informazioni sulla documentazione e la modalità di richesta contattare lo Sportello Informasociale.

COME TRASMETTERE L’ANNUNCIO GRATUITO Compila in stampatello la cedola pubblicata a fianco e spediscila a: CORRIERE PADANO VIA XXIV MAGGIO, 4 29122 PIACENZA Oppure trasmettila via fax al numero:

0523 754369 Inoltre è possibile inviare una e-mail all’indirizzo: annunci@corrierepadano.it

rienza, parla italiano, brava a cucinare, ottime referenze, cerca urgentemente lavoro. No perditempo. Tel. 3289538464 Piacentina 56 enne, diplomata e con esperienza, offre-

si solo sabato e domenica per assistenza anziani/badante. Tel. 0523-451051 (ore pasti). Signora seria cerca lavoro come baby sitter, badante, stirare, colf, collaboratrice domestica. Tel. 349-1119870

Avviso ai lettori Ricordiamo che per il servizio di pubblicazione degli annunci la redazione non riceve alcun compenso sulle transazioni commerciali, non effettua vendite dirette, non è responsabile per la qualità, la provenienza o la veridicità delle inserzioni né dell'esito della transazione oggetto dell'inserzione stessa. Le richieste di inserzioni sono espressamente subordinate al consenso dell'Editore alla pubblicazione ed alla disponibilità di spazi La Direzione pertanto si riserva il diritto di modificare rispettando il messaggio, rifiutare o sospendere una inserzione a proprio insindacabile giudizio, nonché di effettuare dei controlli sull'inserzionista. L'editore non risponde per eventuali ritardi rispetto alla data indicata dall'inserzionista, o perdite causate dalla non pubblicazione dell'inserzione per qualunque motivo e non è responsabile per eventuali errori di stampa. Gli inserzionisti sono responsabili di quanto indicato nella richiesta di inserzione e sono obbligati a risarcire all'editore ogni pregiudizio, di qualsiasi tipo, eventualmente da esso sopportata in relazione all’inserzione commissionata ed al suo contenuto.


Corriere Padano

14 ottobre 2010

20

FIORENZUOLA IN PRIMO PIANO

A Fiorenzuola la nuova sede ha dato impulso all’attività di assistenza ai soci

DALLA PROVINCIA

Upa-Federimpresa partner di artigiani e piccole imprese

ValtidoneShire, la mappa dei vip

Giancarlo Fiorani:"Le piccole imprese hanno bisogno di sentirsi incoraggiate non solo a resistere ma a guardare avanti" Se la crisi non ha risparmiato nessun territorio è anche vero che la provincia di Piacenza è tra quelle che meglio hanno retto all'impatto della crisi. Ora serve una spinta per ripartire, la ricetta è puntare sull'innovazione e la semplificazione dei processi produttivi eliminando le sacche di inefficienza. Facile a dirsi, difficile a farsi. Soprattutto per le piccole aziende e artigiani che nonostante gli indicatori evidenzino segnali di ripresa, molto a macchia di leopardo, si dibattono quotidianamente tra mille difficoltà e seri rischi di sopravvivenza. Ne abbiamo parlato con il direttore marketing di Upa-Federimpresa Giancarlo Fiorani a margine di un conferenza organizzata da UPA-Federimpresa e Thecla "Come farsi trovare su internet, ottenere risultati qualificanti e trasformarli in clienti". La folta partecipazione ha confortato gli sforzi di Upa in un momento così delicato. Fiorani soddisfatto chiosa così: "Le piccole imprese hanno bisogno di sentirsi incoraggiate non solo a resistere, ma a guarda-

re avanti e ad investire ancora in risorse umane e tecnologiche. Noi lo stiamo facendo affinando tutta una serie di servizi indispensabili a permettere una totale concentrazione del piccolo imprenditore sullo sviluppo dell'attività specifica dell'azienda. Ci consideriamo partner dei nostri associati offrendo loro quell'assistenza indispensabile soprattutto puntuale e competente a costi davvero

molto vantaggiosi. Dalla tenuta della contabilità alla redazione del bilancio, assistenza sindacale, paghe e contributi, patronato, ambiente e sicurezza, formazione. Ma l'attività più determinante è quella di garanzia rivolta a banche e società di leasing a favore delle imprese associate attraverso il consorzio Unifidi. Molti interventi si sono dimostrati vitali per la sopravvivenza delle a-

ziende". Unifidi interviene su tutte le forme tecniche di finanziamento anche se in prevalenza garantisce finanziamenti a medio termine per investimenti o altre esigenze aziendali. Nel 2009 sono cresciute, a livello regionale come a Piacenza, soprattutto le richieste di garanzia per finanziamenti finalizzati alla liquidità aziendale e al consolidamento di posizioni debitorie nei confronti delle banche. Fiorani alla fine snocciola una serie di convenzioni volte ad ottenere vantaggi e risparmi concreti: per l'acquisto di autovetture e furgoni Fiat, per la stipula di polizze assicurative Assiprime, l'acquisto di energia e gas da Hera, suv e auto Chevrolet. Per finire non può esimersi dal sottolineare come la convenzione "Fotovoltaico a costo zero" stia riscuotendo un successo che va aldilà delle previsioni confermandone la bontà della proposta che mette in equilibrio costi e ricavi. Nella foto la sede Upa di Fiorenzuola

Assiprime, polizze su misura Nella giungla dei rischi una guida sicura per una copertura completa e conveniente Tra le convenzioni più interessanti stipulate da Upa-Federimpresa a favore dei soci svetta quella relativa alla copertura dei rischi con cui ogni impresa deve fare i conti. Esigenza fortemente avvertita, ma spesso affrontata con superficialità che alla fine può costare cara. Un po' perché è difficile destreggiarsi tra mille responsabilità e tanto perché quella serie infinita di codici e codicilli scritti in corpo sette oltre che difficilmente leggibili spesso risultano difficilmente

comprensibili. Upa-Federimpresa propone ai soci di avvalersi della consulenza di Assiprime società leader sul mercato nel settore dei servizi assicurativi destinati ad imprese e privati. Il vantaggio risulta subito evidente ad iniziare dalla consulenza che aiuta a fare chiaro tra le responsabilità aziendali nei vari settori operativi dettate da norme in continua evoluzione per arrivare alla individuazione dei rischi da coprire e

per finire alle condizioni più vantaggiose da concordare con la compagnia che stipulerà la polizza. Se necessario anche un supporto legale. Si può dire che il risultato è una "polizza su misura" ed un premio molto vantaggioso e quindi tranquillità, sicurezza e maggiore spazio da dedicare all'attività in azienda. Assiprime ha sede a Piacenza in via Gorra 55 e a Fiorenzuola in via Brunani 3. In internet è raggiungibile sul sito www.assiprime.it.

Mercato immobiliare in ripresa Fiorenzuola nella media nazionale Massimo Conti: "Fiorenzuolani prudenti ma attenti alle buone occasioni" L'Istituto di statistica nazionale svela i dati sull'andamento del mercato immobiliare nel corso dei primi mesi di quest'anno e si scopre che, rispetto al 2009, stiamo assistendo a una leggerissima ripresa. Nei primi tre mesi del 2010, lo attestano i dati raccolti dall'Istat, le compravendite immobiliari hanno registrato uno scostamento positivo pari al 1,3% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Si tratta della prima volta dal 2007 che tale indicatore mostra variazioni tendenziali. Un analogo andamento è quello fatto registrare dal mercato dei mutui. Nell'inizio del 2010, i mutui sottoscritti sono aumentati del 13,7% rispetto al primo trimestre del 2009, dando seguito alla fase di ripresa iniziata negli ultimi tre mesi dell'anno passato. Ma come si comporta il mercato immobiliare a Piacenza? Dai primi dati messi a disposizione dalla Camera di Commercio, ma non ancora elaborati, risulterebbe che la tendenza è quella nazionale con un leggero scostamento sul dato dei mutui, un più 0,014 % rispetto a quello nazionale già

positivo. Abbiamo chiesto a Massimo Conti titolare dell'agenzia immobiliare Arda Case posta in Piazza Caduti e operante a Fiorenzuola da oltre 25 anni, se i dati nazionali e provinciali corrispondono a quelli della Val d'Arda: " Anche da noi si sta registrando una leggera ripresa del mercato, evi-

dentemente la fiducia nel mattone sta lentamente sopravanzando la crisi e le buone offerte stanno fugando dubbi e preoccupazioni. I fiorenzuolani sono prudenti ma attenti e le buone occasioni non se le lasciano scappare. In effetti c'è stato un riavvicinamento tra domanda e offerta e ciò ha sicuramente influito a muovere la domanda. E poi questa crisi ha contribuito a riorganizzare i servizi di intermediazione e a fare chiarezza sulla effettiva esperienza e capacità degli operatori: come in altri settori si è verificata una "tosatura" che ha eliminato le agenzie più marginali. Il cliente è sempre più consapevole e richiede servizi professionali che vanno dalla conoscenza del territorio, all'assistenza nella valutazione degli immobili, all'aspetto finanziario da negoziare con gli istituti di credito, alla conoscenza delle normative, fino alla stesura del contratto. Insomma stiamo assistendo ad una ripresa seppur lenta ed a una maturazione degli operatori" Nella foto Massimo Conti, titolare dell'agenzia immobiliare Arda Case

ANASTASIA ARADELLI Valtidone: una piccola Toscana a un'ora di strada da Milano. Recentemente Novella 2000, la rivista regina del pettegolezzo, è uscita parlando della Valtidone come "la Capalbio dei Milanesi". Ma non ha scoperto l'America. Già da tempo i "nostri" quotidiani piacentini erano usciti facendo l'elenco delle persone famose che hanno scelto la Valtidone come seconda casa. Un paradiso della tranquillità, scelto per la bellezza del panorama ancora piuttosto incontaminato, soprattutto in alta Valtidone, arricchito dall'ampia proposta enogastronomica. Qui, sempre più personaggi di fama nazionale trovano un posto per ritirarsi, lontano da troppi occhi indiscreti, ed apprezzare, spesso e volentieri in incognito, questa bella valle. Ma se la scelta era caduta sulla Valtidone come locus amoenus dove ritirarsi dalla frenesia della vita "da gente che conta", qui i nostri vip non faticano a trovare la compagnia dei loro simili. L'ultimo arrivato, è stato Alessandro Profumo, ex pilastro dell'Unicredit che alcuni mesi fa ha preso casa a Tassara, frazione del Comune di Nibbiano che domina la vallata sottostante, circondata da un panorama meraviglioso. La Tassara, piccolo borgo costituito da case antiche, conta a malapena 30 persone. E questo suo aspetto grazioso e senza tempo piace molto, dato che, sempre a Tassara, già da tempo hanno la casa gli editori Alessandro e Cristina Dalai della Baldini Castoldi Dalai. Originaria di Tassara anche Milena Gabanelli, dove torna spesso per staccare dalla frenetica vita lavorativa. E poco distante, sempre in Alta Valtidone, trascorrono il loro tempo libero sparpagliati nelle frazioni del Comune di Nibbiano, alcuni famosi giornalisti: Giuseppe Turani e Michele Serrainsieme alla moglie Giovanna Zucconi, che proprio qui si sono sposati e hanno spostato la residenza. Sempre restando nel campo giornalismo-editoria, abbiamo in Valtidone anche l'editore Claudio Jampaglia; il politico e giornalista Marco Follini ha la casa a Genepreto (sempre Nibbiano), e non è un mistero. Sempre in alta Valtidone ha preso casa il Sostituto procuratore nazionale antimafia Pierluigi Dell'Osso. Ha la seconda casa su queste belle montagne anche lo scrittore Gaestano Tumiati. Scendendo leggermente più a valle, sulle belle colline che circondano il Comune di Pianello ha la casa Etro, e sempre in zona gli economisti Jody Vender, Guido Rossi, la pubblicitaria Annamaria Testa. Ma la Valtidone è molto amata anche dai politici. Il ministro Giulio Tremonti si è innamorato di questa valle, dove, tra l'altro coltiva legami di amicizia e di parentela, e spesso torna a Pecorara, sua meta prediletta. Quasi certamente parteciperà alla Rassegna provinciale del Tartufo che si terrà questa domenica nel bel paesino di montagna. Tremonti tornerà sicuramente anche il 31 ottobre, in occasione della Festa della zucca, sempre a Pecorara, la festa della Lega Nord alla quale parteciperà anche il senatur Umberto Bossi in persona. In foto, a sinistra Alessandro Profumo, a destra Michele Serra

IN BREVE 500mila euro per ponte Lenzino Circa 500mila euro per sistemare il ponte di Lenzino. E' l'esito dell'incontro, svoltosi a Roma nei giorni scorsi e dedicato ai numerosi problemi della strada statale 45, al quale hanno partecipato gli amministratori locali piacentini, il sottosegretario Bartolomeo Giachino e rappresentanti dell'Anas. Tra le situazioni sbloccate, spicca quella del ponte di Lenzino: in arrivo la comunicazione per la gara d'appalto dei lavori (importo complessivo di 500mila euro) per la messa a norma e l'adeguamento del viadotto. Previsti interventi straordinari su tutta la Statale 45, con opere di consolidamento e una valutazione generale dell'arteria che collega Piacenza a Genova e sulla quale si è recentemente verificata la tragica morte del 45enne imprenditore ligure Fabio Solari, il cui fuoristrada è rimasto schiacciato da un masso precipitato da una pendice rocciosa. (dos.an)

Osservatorio Monte Bue, firmato il protocollo Firmato il 9 ottobre a Santo Stefano d’Aveto il protocollo d’intesa per la realizzazione dell’Osservatorio astronomico del Monte Bue e degli impianti contestuali (cabinovia versante Ferriere, skilift versante Bedonia e ristrutturazione del rifugio in vetta). Previsti una vasta opera di reperimento fondi presso i diversi livelli istituzionali (UE compresa), la ricerca di investitori privati e un aggancio a Expo 2015. “Un esempio concreto di federalismo amministrativo” ha commentato il presidente della Provincia di Piacenza Trespidi che ha firmato insieme al collega Repetto (Genova) e all’assessore al turismo della Provincia di Parma Maggiali. Per i comuni le sottoscrizioni dei sindaci di Ferriere Agogliati, di S. Stefano Maggiolo e di Bedonia Berni. (dosse)


14 ottobre 2010

Corriere Padano

21

SPORT

Piacenza Calcio: Tulli va in gol, ma con Carolina Anche i siti gossipari “benedicono” la relazione tra l’attaccante biancorosso e la Marconi, l’affascinante showgirl nota per la partecipazione al Grande Fratello Sfortunato al gioco, fortunato in amore. Si dice così, no? E la massima calza pennello per Alessandro Tulli, attaccante del Piacenza con le polveri bagnate che ha trovato il modo di consolarsi tra le braccia di Carolina Marconi, showgirl di origini venezuelane nota soprattutto per la sua partecipazione all'edizione 2008 del Grande Fratello. L'unione ha avuto la benedizione di tutti i siti gossipari, Dagospia in testa che per primo ha dato notizia del colpo di fulmine . L'avvenente Carolina è stato anche spesso notata in città e al Garilli, dove segue spesso le esibizioni, ormai in verità sempre più rare del compagno che dal 2007 ha collezionato in

GIACOMO SPOTTI

Gli infortuni tengono lontano dal gol la punta, ma i rotocalchi gongolano

nato due anni fa. Tanti guai, tanta tribuna e anche il no al trasferimento l'inverno scorso, quando rifiutò sia il Galli-

La gravosa scampagnata Dopo il turno a Empoli e quello infrasettimanale con la Triestina, il campionato Biancorosso si riassesta sui consueti binari del sabato pomeriggio, quando è prevista la gravosa scampagnata a Crotone. Il Piacenza Calcio, insieme con la città di Piacenza, hanno contribuito al progetto UNICEF "Bambini di strada" per la ricostruzione di un Centro accoglienza infanti abbandonati alla periferia di Kinshasa, Repubblica Democratica del Congo. Una targa all'ingresso di detta struttura recita: Centro "Città di Piacenza" (in

italiano). Questo centro è stato realizzato grazie al contributo della città di Piacenza e della sua squadra di calcio (in francese). Crotone e Kinshasa, non è il ristretto immaginario geografico che induce a correlare i due luoghi, ma la paura che si vada in Calabria a fare del bene. Perdiamo sabato. Non vorrei mai neanche pensarlo, ma ne son sicuro. Ritmi sincopati, infortuni multipli, tradizione negativa, tutto conduce all'infausta premonizione. Confidando nella pubblica ammenda, auguro ai ragazzi di svergognarmi in pubblico

Dilettanti, avvio tra alti e bassi Piacentine ancora altalenanti

GIOVANNI DOPERNI

biancorosso appena 27 presenze e segnato la miseria di tre gol. L'ultimo un anno fa a Empoli, prima dell'ennesimo stop per i soliti problemi al ginocchio gravemente infortu-

Scritto coi piedi (di Cesare R.)

poli, sia il Novara finendo ai margini della rosa. Tracce di lui sono state lasciate in Coppa Italia con il Lanciano prima di ricadere ancora nel limbo dell'infermeria. Ma un limbo sicuramente più piacevole accanto alla bella ex inquilina del Grande Fratello. Una marcatura stretta, quella dell'ex femme fatale del Grande Fratello, in grado di stregare l'Alessandro nostro. Che, sparito dalle classifiche dei marcatori, è ricomparso all'improvviso sulle pagine patinate dei rotocalchi: dalle cronache sportive alla cronaca rosa. Carolina è fresca di divorzio dopo cinque mesi di matrimonio con Salvatore De Lorenzis, imprenditore pugliese di slot machine, per il quale la show girl si era trasferita proprio in Puglia, dopo una cerimonia da mille e una notte, e ha rivelato di aver rotto con l'ex marito perchè rivelatosi una persona differente da quella che aveva

conosciuto e ora spera che con Tulli non succeda la stessa cosa. Romano classe 1982, Tulli prima di approdare a Piacenza, aveva giocato a Vicenza, Livorno, Salernitana, Triestina e Lecce. Due presenze anche in nazionale, una nell'Under 17 e una nell'Under 18. Una promessa mancata con un debole per le "stragnocche" e con nell'almanacco anche una presunta relazione con Aida Yespica, ex di un altro calciatore, Matteo Ferrari, pure lui ex giallorosso, adesso fidanzata con Teo Mammuccari. Adesso la relazione con la Marconi. Entrambi sono in cerca di rivincite e sembrano davvero pazzamente innamorati. Come si dice, se son rose fioriranno. Magari biancorossi. Con i tifosi del Piacenza che sperano in un gol di Tulli, tornato almeno in panchina nell'ultima gara casalinga con la Triestina, sua ex squadra. Un gol con dedica: non bisogna sforzarsi tanto per indovinare a chi.

In alto, l’ex “Gieffina” Carolina Marconi a sinistra, Alessandro Tulli

Campionati altalenanti quelli delle squadre dilettantistiche piacentine, con le due compagini di Eccellenza, BettolaPonte e San Nicolò, che stanno facendo davvero bene in questo avvio di stagione mentre un po' di dolori arrivano dalle squadre di Promozione. Rimanendo in Eccellenza però la vittoria di domenica scorsa dei ragazzi di Franzini ha proiettato il BettolaPonte a quota nove punti, a metà classifica mentre il pareggio in casa del San Nicolò contro la Casalese spedisce l'undici di Mazza a quota 10 punti, ovvero a sole quattro lunghezze dalla vetta occupata dal Fidenza (14). Domenica impegno esterno per entrambe: il BettolaPonte va a San Felice, squadra ostica soprattutto tra le mura di casa, mentre il San Nicolò giocherà sul campo dello Scandiano e anche qui serve una partita "monstre" per strappare un risultato positivo. La classifica di Eccellenza dopo 6 giornate: Fidenza 14, Castellarano 14, Pallavicino 12, Scandianese 10, Crevalcore 10, San Felice 10, San Nicolò 10, T.Monticelli 10, BettolaPonte 9, Correggese 9, Colorno 7, Solierese 7, Rubierese 7, Salsomaggiore 5, Traversetolo 3, Casalese 3, Polinago 2, Formigine 2. PROMOZIONE - La situazione è tutt'altro che rosea nel girone Emilia Romagna. Ad eccezione della LibertaSpes che occupa una posizione a metà classifica con 8 punti, le altre tre compagini piacentine, Fontana Audax (4 punti), Pontenurese (4) e River Club (3) occupano rispettivamente gli ultimi tre posti della classifica e domenica prossima sono tutte chiamate a un risultato positivo per non ridurre la corsa alla salvezza a uno scontro fratricida fin dalle prime battute. Il settimo turno di campionato: Castelnovese-Bibbiano; Fidentina-River; Lentigione-Montecchio; Libertaspes-Falk; Luzzara-Valtarese; Medesanese-Fontana Audax; Meletolese-Marzolara; Brescello-Sampolese; Povigliese-Pontenurese. Nel girone Lombardia la Castellana (5 punti) ospita la Settalese (6), in vetta alla classifica c'è lo Sporting San Donato con 13 punti. PRIMA CATEGORIA - E' un volo continuo quello di Fiore e Marsaglia, che dopo aver centrato la promozione nella scorsa stagione anche nell'inizio del nuovo campionato di Prima categoria proseguono nella loro marcia e occupano la prima posizione in classifica a quota 10 punti, inse-

guite dal Bedonia (9) con le altre piacentine Villanova (8) e Gotico Garibaldina (7) pronte a entrare in una lotta appassionate. Il prossimo turno: Bedonia-Soragna; Borgonovese-Rottofreno; Borgotaro-Gragnano; Fiore-Villanova; Fontanellatese-Combisalso; Fornovo-Monticelli; Gotico Garibaldina-Valnure; Marsaglia-Bobbiese. SECONDA CATEGORIA- Due squadre su tutte nel girone A: San Lazzaro e Turris. Le due piacentine viaggiano a pieno regime da inizio stagione, quattro partite (12 punti) e altrettante vittorie e sono loro le assolute protagoniste. Nel girone B c'è invece un terzetto che domina a 10 punti composto dalle piacentine Corte Calcio e Carpaneto tallonate dalla Viarolese. Il prossimo turno del

girone A: Besurica-Cadeo; Caorso-Ziano; Folgore-Sarmatese; Niviano-Agazzanese; Pittolo - San Lazzaro; Pol. Pontenure-Valtidone; Travese-Turris. Nel girone B: Alsenese-San Polo; Arquatese-Sporting Fiorenzuola; Farini Bettola-Viarolese; Busseto-Pavidea Lusurasco; Corte Calcio-Podenzano; Vigolo-Pontolliese; Vigolzone-Carpaneto. TERZA CATEGORIA - Nel girone A domenica scorsa, complice lo stop del Pro Piacenza (0-0 contro il Lyons Quarto) il Baby Brazil (1-9 sul Podio) è rimasto da solo in vetta a quota 16 punti inseguito appunto dal Pro Piacenza (15). Nel girone B la situazione è quasi identica: primo il Mortizza con 16 punti inseguito da Vernasca e Gropparello entrambi a quota 15. Il prossimo turno del girone A: Baby Brazil-Gossolengo; San Corrado-Lyons Quarto; Nibbiano-Borgonovo; Perino-Calendasco; Pol. Gragnano-Bivio Volante; Pro Piacenza-Olubra; San Filippo Neri-Gazzola; San Giuseppe-Podio. Nel girone B: Nuovaspes-Farnesiana; Leoncelli-Fulgor Fiorenzuola; Gropparello-Salicetese; San Rocco-Arsenal; Gerbidosipa-Vernasca; Lugagnanese-San Giorgio; Guardamiglio-Primogenita; Sannazzarese-Pontegreen.


Corriere Padano

22

14 ottobre 2010

SPORT

BASKET FIORENZUOLA

Rossetti Market Macro, una grande voglia di crescere Stagione 2010/11 inaugurata con una bella vittoria, poule promozione nel mirino delle ragazze di Villani

(gs) E' ripartita con una vittoria e una grande voglia di crescere la stagione 2010/2011 del Rossetti Market Macro, la squadra di basket femminile di Fiorenzuola che milita nella serie B Eccellenza. La formazione, che vede ancora al timone il coach Arrigo Villani, ha esordito sabato scorso in casa contro Cavezzo ed è arrivata una bella vittoria per le ragazze valdardesi che si sono fissate, in estate, l'obiettivo di crescere ancora e se possibile migliorare la prestazione dello scorso anno quando arrivarono alla poule promozione ma

poi dovettero abdicare contro formazioni di maggior rango e costruite per vincere. Sabato scorso il PalaMagni si è confermato terreno ostico per tutte le squadre che hanno intenzione di superare le terribili ragazze di Villani che, come detto, puntano a migliorare il risultato della scorsa stagione e per questo durante l'estate hanno inserito nel roster delle

giocatrici importanti, ultima solo in ordine di tempo Claudia Cavenaghi (nella foto al centro), classe 1977, che proprio sabato scorso è stata autrice di una bellissima prova (12 punti) trascinando la squadra del patron Romano Tribi alla vittoria. Cavezzo è una squadra ostica, che solo per motivi economici non è salita (con meriti guadagnati sul campo) in serie A1 ed ha dovuto riprendere l'attività la scorsa stagione dalla serie B2. Il prossimo impegno delle valdardesi è in programma per sabato prossimo 17 ottobre in casa di Usmate nel secondo turno del girone B1 che oltre al Rossetti Market, Cavezzo e Usmate vede ai nastri di partenza anche Reggio Emilia, Fanfulla-Lodi, Prato, Carugate, Valdarno, Broni, Cremona e Forlì. Come detto il nucleo di giocatrici è stato confermato, è arrivata la Cavenaghi e prima di lei i due principali e unici acquisti sono stati quelli di Micaela Scarpa e Chiara Pentucci, unite a una bella dose di giovani ragazzi perché la volontà primaria, oltre ai risultati, è quella di crescere le giocatrici del proprio vivaio. Questo l'elenco delle giocatrici del Rossetti Market Macro per la stagione 2010/2011: Claudia Cavenaghi, Elena Leonarduzzi, Micaela Scarpa, Chiara Pentucci, Federica Putignano, Isabella Villa, Lionetti Lorella, Rossella Rossi, Silvia Gramigna, Cristina Giacobbi, Anna Contini, Huda Khalef, Lucrezia Sordelli, Laura Macchetti, Chiara Luccarini, Francesca Bonomini. Tecnico: Arrigo Villani. Nelle foto, il team e la Cavenaghi


14 ottobre 2010

Corriere Padano

23

SPORT FIORENZUOLA

Fiorenzuola: anno da cardiopalma, emozioni a go go Il ripescaggio in D dopo la retrocessione, il mercato a tutta velocità, i nuovi dirigenti, il cambio di allenatore: la società rossonera regala sorprese a getto continuo riguarda le formazioni di Allievi e Juniores. I ragazzi coinvolti dalla fusione sono circa 300 per un progetto veramente ambizioso e oltre alla Juniores Nazionale, il Fiorenzuola può vantare ad alto livello la bellezza di 4 formazioni: Allievi Regionali (allenati da Mazzoni), Allievi Sperimentali (allenati da Brandolini), Gio-

GIACOMO SPOTTI In due mesi il Fiorenzuola Calcio ha già vissuto quasi tutta una stagione. Il calcio va veloce, a volte non lascia nemmeno il tempo di metabolizzare quello che accade e succede che allora una squadra come Fiorenzuola, vive mezza estate convinta di essere retrocessa in Eccellenza e l'altra metà ad allestire la squadra per disputare, grazie al meritato ripescaggio, la nuova stagione 2010/2011 ancora in serie D. Ma questa è storia passata. Negli ultimi 60 giorni alla squadra rossonera è cambiato tutto, o quasi, complice soprattutto il pessimo avvio di stagione del mister Natalino Gottardo che ha debuttato nella nuova annata con tre sconfitte (esclusa la Coppa Italia) su altrettante partite. Uno score davvero brutto che ha portato al suo esonero il 23 settembre, via l'uomo che nel-

cepresidente Rossetti e l'amministratore delegato Claudio Santi già patron della 6 Giorni delle Rose. Anche qui però, nel mezzo, c'è stato un altro scossone: l'arrivo dei due gemelli Christian e Marco Arena chiamati il 17 settembre a dare linfa vitale nuova. Insomma, due mesi davvero intensi, con un cambio in socie-

Con William Viali in panchina iniziato un “secondo campionato” la passata stagione sostituì Massimo Perazzie dentro William Viali chiamato a risollevare le sorti di un gruppo che dopo sole tre giornate di campionato sembrava già rasse-

tà, l'arrivo di due giocatori importanti, l'esonero di Gottardo e la chiamata di Viali. Di tutto di più. La cura Viali però ha già fatto sentire i suoi benefici perché grazie a un pareg-

gnato. Nel mezzo, il cambio al vertice, il presidente è rimasto sempre Pinalli ma sono entrate due nuove figure nell'organigramma societario, il vi-

gio nell'esordio contro la Rudianese (2-2) e una vittoria in casa contro il Forcoli i rossoneri hanno finalmente abbandonato l'ultimo posto in gradua-

toria e ora sono a quota 4 punti nonostante domenica scorsa i benefici della "cura Viali" siano svaniti sul campo del Rosignano dove i valdardesi sono usciti con un passivo di 2-0. L'importante era reagire e la reazione c'è stata e domenica prossima al Comunale arriva la Bagnolese, squadra di metà classifica. Con Viali è iniziato il secondo campionato del Fiorenzuola, la seconda vita, e con 4 punti in 3 partite qualcosa si è mosso come invece si sta già muovendo, e questo da parecchio tempo, il settore giovanile del Fiorenzuola fiore all'occhiello della triade Pinalli-Rossetti-Santi. In estate infatti c'è stata la fusione con quello dello Sporting Fiorenzuola, le due società hanno deciso di unire le forze con una fusione in piena regola con Piero Negri nel ruolo di coordinatore tecnico, Lino Boiardi coordinatore organizzativo mentre a livello societario il responsabile continuerà ad essere Ettore Zambonini. L'obiettivo naturalmente è quello di fungere da serbatoio per la prima squadra mutuando il modello "Barcellona": ovvero tutte le giovanili dovranno adattarsi al modulo di gioco della prima squadra così, l'eventuale inserimento, sarà facilitato da una medesima impronta tattica anche se naturalmente questo discorso

vanissimi Regionali (allenati da Groppi) e i Giovanissimi Sperimentali (allenati da Pintoni).

CLASSIFICA SERIE D DOPO 6 GIORNATE Tuttocuoio 14 punti, Buggiano 14, Pavullese 13, Rosigna-

no 11, Pizzighettone 11, Camaiore 10, Castelfranco 9, Russi 9, Bagnolese 9, Pontedera 9, Forcoli 8, Ponsacco 8, Rudianese 6, Mezzolara 5, Carpenedolo 4, Fiorenzuola 4, Verolese 1, Castelsanpietro 1. Nelle foto dall’alto: la rosa, i nuovi e la dirigenza con Viali


Corriere Padano

24

14 ottobre 2010

CITTÀ UTILE Farmacie

FARMACIE DI SERVIZIO A PIACENZA DAL 15.10.2010 AL 21.10.2010 TURNO DIURNO: dalle 8,30 alle 22 FARMACIA P.LE VELLEIA Via Farnesiana, 6 DR. DAVIDE ZACCONI Via Legnano, 5 TURNO NOTTURNO: dalle 22 alle 8,30 15.10 DR. ANTONIO CORVI Via XX Settembre, 65 16.10 DR. LANERI C.so V. Emanuele, 64/66 17.10 DR. CAMILLO CORVI Via XX Settembre, 106 18.10 DANTE - Via Nasolini, 56 19.10 DR. BERTUZZI Via Roma, 141 20.10 DR. DALLAVALLE Rotonda Viale Dante, 34 21.10 DR. BONORA Via Genova, 20 22.10 DR. AMBROGI Stradone Farnese, 48 Il numero telefonico 330033 dà indicazione delle farmacie di turno nel capoluogo. Il numero telefonico 306032 sulle farmacie di turno nella provincia.

Mercati settimanali Lunedì: Bettola, Borgonovo Val Tidone, Caorso, San Nicolò, Castell’Arquato, Castelvetro Martedì: Ferriere, Nibbiano, Piacenza Farnesiana, Pontedellolio, Pontenure, Travo, Vernasca Mercoledì: Carpaneto, Marsaglia, Piacenza, Pianello, Vigolzone Giovedì: Agazzano, Castelsangiovanni, Fiorenzuola, Gossolengo, Gropparello, Perino, Piacenza Farnesiana, Podenzano, Villanova Venerdì: Cortemaggiore, Lugagnano, Monticelli, San Giorgio, Rivergaro, Roveleto Sabato: Bobbio, Fiorenzuola, Piacenza, PC Besurica Domenica: Agazzano, Alseno, Borgonovo, Caminata, Carpaneto, Castelsangiovanni, Cortemaggiore, Gragnano, Gropparello, Monticelli, Morfasso, Nibbiano, Pianello, Pontedellolio

Avis, i prelievi 16/10/2010: Podenzano 17/10/2010: Podenzano - Travo Trevozzo UNITA’ DI RACCOLTA VAL D’ARDA 16/10/2010: Cadeo 17/10/2010: Lugagnano Monticelli - Vernasca Avis Provinciale c/o Ospedale Civile, Via Taverna - Tel. 0523.336620 piacenza.provinciale@avis.it


CORPAD 14-10-10