Page 1

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1983

Poste Italiane spa - Spedizione in a.p. - D.L. 353/2003 (conv.in l.27/02/2004 n.46) art. 1, comma 1 - DCB Pc

VENERDÌ 14 FEBBRAIO 2014 - ANNO 32 N. 5 - EURO 0,20

“Sei di Piacenza se”, l’amarcord spopola anche su Facebook

Pubblicità inferiore al 45% - Contiene IP www.corrierepadano.it

WEEKEND

Quasi 6mila iscritti alla pagina sugli aspetti più caratteristici della città

SUZZANI A PAGINA 2

L’intervista - La Difesa sarebbe finalmente pronta a cedere quanto ritiene non più strategico

Piacenza, il tuo futuro passa per le aree militari

Alessandro Gassman è ‘Riccardo Terzo’ A PAGINA 9

L’assessore Silvio Bisotti: “Poterle riqualificare segnerebbe una svolta per la città” Possibile ottenere almeno una fetta della Pertite e il cosiddetto Piano Caricatore “Si può certamente dire che il futuro di Piacenza si può immaginare partendo dalla riqualificazione delle aree militari”. Così l’assessore Silvio Bisotti dopo l’ennesimo confronto con il Ministero: ci sono alcune aperture sulle quali il Comune intende far leva

Casa, quanti problemi! E intanto è boom di sfratti

DE PETRO A PAGINA 4

Enrico Pieranunzi dal vivo al Milestone A PAGINA 10

Una storia per riflettere

Speciale Edilizia Costruire il domani

Maria, quando la vita è una corsa in salita CAMINATI A PAGINA 3

Sport - Calcio

Piace, derby amaro Pro, vetta più dolce DOSSENA A PAGINA 7

Housing sociale, la soluzione c’è ma trova ancora troppi ostacoli GAZZOLA A PAGINA 5

DA PAGINA 14


Corriere Padano

14 febbraio 2014

2

ATTUALITÀ

Internet - Proverbi e modi di dire, vecchie foto, giochi di un tempo: amarcord via web

“Sei di Piacenza se...” spopola su Facebook A quota 6mila le adesioni alla pagina creata sul popolare social network “con l’intento di divertire e riflettere sul passato storico” della città ROBERTA SUZZANI Una cosa è certa: siamo di Piacenza. E ci piace dirlo. E rimarcarlo. E rincarare la dose fino allo sfinimento. Elencando sul filo della memoria tutto quello che fa di un piacentino un piacentino. A cominciare da quella strana abitudine di leggere il quotidiano locale a cominciare dal fondo. Ma non proprio dal fondo fondo, dalle “Lettere al direttore” per intenderci. Un po’ più in su: dalla pagina dei morti. Quindi Sei di Piacenza se... s'at guerd tutt i dé in sla Libartè la pagina di mort. Con buona pace del vero dialetto. Quello del “Sei di… se…” è un vero e proprio tormentone campanilista che gira su Facebook, abbraccia tutt’Italia – c’è la versione di Palermo, Frosinone, Mestre, Rovigo, Treviso, Napoli, Croce di Piave… - e che in casa dei Farnese ormai conta 5613 contatti (numero che con ogni probabilità è destinato a crescere già alla fine di questo articolo) . Nato poche settimane fa da un’intuizione di IRiparo –

brand di riparazione di Ipod, Ipad e tutto quello che può sfracellarsi cadendoci maldestramente dalle mani – in un batter d’occhio ha invaso la rete diventando un fenomeno sociale e, per certi versi, culturale. Un fenomeno dilagante che non accenna a volersi spegnere e che potrebbe trasformarsi in una festa all’ombra del Gotico con il sindaco Paolo

Dosi desideroso di abbracciare tutti i suoi (con)cittadini orgogliosi delle loro origini. Giochi, modi di dire, foto, ricordi, ironie che ci fanno sentire a casa, personaggi che tutti conoscono ma di cui nessuno sa nulla. L’Amarcord, in questo gioco in cui sono vietate le tre “p” – polemiche, pubblicità e politica - è quasi d’obbligo.

«Completate la frase», chiedevano gli amministratori al lancio del gruppo. Così è stato fatto. Sei di Piacenza se… e ognuno ci ha messo il suo. Quasi tutti ci abbiamo messo come, perché e cosa vuol dire essere “del sasso”. Un senso di appartenenza riscoperto che cozza con l’immagine del piacentino acido e irritabile – ladro o assassi-

Corso e via Beverora, rivoluzione in vista Nel progetto, due tratti a senso unico per creare un “circuito”. Già pronti 500mila euro (c.a.)Modifiche alla viabilità in centro a Piacenza: sul tratto di corso Vittorio Emanuele (compreso tra il Dolmen e la rotonda di Sant’Antonino-piazzale Genova) e lungo via Beverora (da via Venturini a via Palmerio) è stato proposto il senso unico. La direzione di marcia sarà quindi, secondo il progetto presentato dal Comune, dalla rotonda di Sant’Antonino verso il Dolmen, così che il quadrilatero compreso tra Corso, via Venturini, via Beverora e via Palmerio funzionerà come una grande rotatoria. Soltanto via Palmerio manterrà il doppio senso. Sul Corso – entrambi i lati – verranno poi realizzate due piste ciclabili. È quanto annunciato recentemente dal sindaco Paolo Dosi e dall’assesso-

re Giorgio Cisini, che hanno illustrato la proposta di riqualificazione di piste ciclabili e marciapiedi. I lavori partiranno probabilmente a primavera; per finanziare gli inter-

venti sono a disposizione 500mila euro, di cui 200mila della Regione. Tra le novità previste si segnala che una nuova rotonda sorgerà all’incrocio di via Venturini e via Beverora, dove verrà così tolto il semaforo. Lavori anche in viale Malta, dove sarà ampliata la pista ciclabile, bidirezionale e protetta da un marciapiede, e in via Beverora, in cui verranno realizzate ciclabili, con senso unico dall’incrocio con via Venturini. Resterà lo spazio per i mezzi di soccorso che potranno percorrerla anche nell’altro senso. Interventi di riqualificazione sono poi in programma anche per quanto riguarda aree nei pressi delle scuole (giardini davanti al Colombini, largo Bacciocchi, via Negri).

no – che se ne sta nel suo e del vicino di casa non vuol proprio sentire parlare. Eppure la forza di Facebook – o forse quella della voglia di protagonismo – ha forzato gli indugi anche dei più timidi. Quindi “Sei di Piacenza se…” … sclami metum via baraca e buratei e andum a Ca a fe la suta.. …se E i Turtlitt di Carnevale. …se non stuzzichi, sighi; non ti addormenti, passi via; non hai mai vomitato semmai, butti indietro; non inciampi, scapussi; non sei rigido, sei ringo; non ti spaventi, prendi, uno stramlone, non svieni, ti viene un balordone, non hai la faccia tirata semmai, frogna, non prendi, cattu su; non sei di fretta ma di spressi, non corteggi, vai dietro; non fai figuracce solo tolle, non urli vosi, non critichi mai, magari pari dietro, non ti dai da fare semmai ti sciulli, non ti vanti ti dai delle arie, non vai ai funerali ai morti ci vai dietro, non accendi la luce pissi il ciaro, non sei triste hai la camola, non ti arrabbi

dai fuori di matto, non hai i brividi ma gli sgrisloni, non hai mai avuto problemi con il francese “tanto il piacentino è uguale”. In questo turbine di modi di fare, dire e luoghi del cuore non possono certo mancare i piatti. Anolini, pisarelli, tortell, il brasato la piccula e tra questi spunta anche il tanto contestato pomodoro in forma di passata prodotta da Arp. Sempre restando in tema di rosso le maglie del Piacenza che fu, quando in campo sfilavano Valentini, Regali, Zanolla, Gambin e Gottardo. Quando la conquista della B era una festa cittadina tutto merito di “Gibbi” Fabbri. Quando c’era la Casa della Bambola, Il Fulmine e la Casa del Bianco dove adesso ci sono Zara, Benetton e Oyshio. E a guardar bene, forse, dietro a questo rigurgito di piacentinità gridata c’è un pizzico di malinconia di una città a cui piaceva essere provinciale. E tanto per capirci, sei di Piacenza se voli basso e schivi i sassi. Vula bass e schiva i sass.

Ricci Oddi, Pinuccio Molinari è il nuovo presidente È Pinuccio Molinari il nuovo presidente della galleria d’arte moderna Ricci Oddi di via San Siro, eletto con con quattro preferenze su sette. Ad esprimersi sul successore di Vittorio Anelli, che aveva lasciato la carica due mesi fa, sono stati, oltre a Molinari (designato dalla Prefettura), Eugenio Gazzola e Massimo Ferrari (indicati dal sindaco Paolo Dosi), Corrado Sforza Fogliani (Accademia di San Luca), Alessandro Casali (esponente degli eredi del fondatore), Giorgio Fiori (Amici dell’Arte), Leonardo Bragalini (Fondazione di Piacenza e Vigevano).

Al via dal prossimo anno scolastico. Attenzione per ogni allievo

Istituto Marconi, a Piacenza una nuova scuola media Dal prossimo anno scolastico l’offerta formativa della nostra città sarà arricchita dall’avvio di una nuova scuola media funzionante presso l’Istituto G. Marconi. Le famiglie avranno la possibilità di scegliere un percorso fondato sulla personalizzazione del curricolo e sull’attenzione ad ogni singolo allievo, sulla costruzione delle competenze di lavoro e di studio indispensabili per le successive

tappe, sulla dimensione internazionale con insegnamenti in lingua inglese, sull’utilizzo di tecnologie in linea con i tempi. La flessibilità, prevista dalla normativa, permetterà soluzioni organizzative che tengano conto delle esigenze delle famiglie: - Lezioni distribuite su cinque giorni con il sabato libero; - Orario lungo; - Assistenza pomeridiana nello studio;

- Servizi durante il periodo estivo; - Potenziamento e tutoring individuale per l’intero anno scolastico; - Possibilità di partecipare ad attività aggiuntive finalizzate alla conoscenza di sé, all’autostima, all’acquisizione delle competenze comunicative e relazionali. I docenti, di consolidata esperienza, guideranno gli allievi in costante dialogo e confronto con le famiglie,

consapevoli di quanto la coerenza e la condivisione siano fondamentali per il raggiungimento degli obiettivi fissati. La flessibilità organizzativa ed il numero contenuto di allievi per classe costituiranno condizioni

assicurate per rispondere anche alle esigenze di giovani con disturbi specifici di apprendimento che potranno inoltre essere seguiti da personale specializzato. L’Istituto Marconi si trova in via Cortesi 20 a Piacenza.


14 febbraio 2014

Corriere Padano

3

IN PRIMO PIANO

L’incontro - La quotidianità in salita di persone coraggiose

Maria, una storia di dignitosa disperazione Una donna e la sua famiglia di sette persone rappresentano uno spaccato della crisi che ha schiaffeggiato la speranza: ”Fa male non poter garantire ai miei figli quello che vorrei” ELENA CAMINATI La storia di Maria e della sua famiglia è al limite della disperazione. Quando non si riesce più a garantire una normale quotidianità ai propri figli, quando si arriva a mangiare una volta al giorno pasta, patate e uova perchè il frigo è vuoto, quando le entrate non arrivano neppure a 600 euro mensili, si fatica a chiamarla vita. Maria, insieme al marito Aurelio, ai tre figli di 11, 6, 4 anni e ai genitori, sta sopravvivendo grazie agli aiuti che arrivano dalla parrocchia, dalla Caritas e dalla gente comune che conosce la sua storia. Abbiamo deciso di raccontarla perchè a Piacenza purtroppo non è l'unica, sempre più famiglie si rivolgono alla mensa della Fraternità e ritirano le borse viveri alla Caritas; crediamo che parlarne

mantenga viva l'attenzione e comunque aiuti. Una storia figlia della crisi devastante e della malattia. Maria, è una giovane mamma di 35 anni, calabrese, arriva con la sua famiglia a Piacenza all'inizio degli anni 90 dove rimane fino al 2007. Dopo un anno di matrimonio avvenuto undici anni fa, nasce il primo figlio e, praticamente lo stesso giorno, al marito Aurelio viene diagnosticato un tumore alla testa. Nonostante questo, il padre Domenico, imprenditore edile, si rimbocca le maniche per non far mancare nulla alla propria famiglia. Il lavoro non manca e l'impresa cresce fino a 12 dipendenti. Nel 2007 la mamma di Maria viene colpita da una forma molto aggressiva di cancro al seno, pochi mesi dopo nasce il secondo figlio. La famiglia decide di scendere in Calabria dove la nonna viene

curata e risolve il grave problema di salute. Con tanto coraggio il padre decide di aprire un piccolo panificio che però dopo un anno si trova costretto a chiudere per colpa della crisi. In Calabria andare avanti è an-

quello che riesce a racimolare sono solo poche ore di lavoro a settimana che non bastano per mantenere dignitosamente la famiglia. Da colonna portante a esodato: oggi Domenico, 57 anni, fisicamente ancora nel

Tra malattie e problemi sul lavoro, una doccia gelata dopo l’altra e ogni giorno diventa una conquista cora più difficile, il lavoro scarseggia, le opportunità soccombono alla crisi; a Maria e alla sua famiglia non resta che tornare a Piacenza nella speranza che il padre riesca riallacciare gli stessi contatti lavorativi di qualche anno prima. Ma è un'altra doccia gelata, Domenico si rende conto che l'edilizia versa in una crisi spaventosa,

pieno delle forze, è troppo vecchio per un'assunzione e troppo giovane per la pensione. Ad aggravare la situazione ci si mette ancora un grave problema di salute: a Maria viene riscontrato un tumore al seno, come accadde anni prima alla madre. Nel giugno scorso è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico e tutt'ora è

sotto controllo. Padre e figlia ci raccontano la loro storia drammatica con estrema dignità, accogliendoci nel salotto di casa dove agli angoli ci sono borse di plastica che contengono i pochi effetti personali rimasti. Il contratto di affitto è scaduto dal gennaio scorso, tra poco la famiglia di Maria dovrà fare i conti con uno sfratto esecutivo, in attesa di un alloggio popolare per cui sono in lista. Le lacrime che bagnano le guance sono discrete, si fanno più grosse quando il pensiero va ai tre figli. “Fa male – ci dice Maria con un filo di voce – sapere che non possiamo garantirgli quello che vorremmo, un pasto sostanzioso, una merendina alle quattro di pomeriggio, ma anche un paio di scarpe nuove o un gioco. Per il vestiario ci affidiamo alla Caritas e al buon cuore di quei piacentini che conoscono la

nostra storia e ci tendono una mano. Gran parte della nostra pensione di invalidità (meno di 600 euro tra Maria e il marito) è spesa per i farmaci perchè non tutti sono garantiti dal sistema sanitario”. Una condizione di cui il figlio di 11 anni si rende conto, che lo ha portato, per un certo periodo, a vergognarsi con i compagni di classe in un'età in cui il confronto sulle cose materiali diventa praticamente quotidiano. Nonno Domenico soffre della sua impotenza ed è disposto a svolgere qualsiasi lavoro pur di garantire un futuro decente ai nipoti. “Non chiedo nulla di più – dice Maria – di vivere una vita normale come tutte le persone”. L'intervista di Maria e del padre Domenico su

www.zerocinque23.tv

Viale Dante, 8 mesi di lavori. Parcheggio nell’ex caserma VVFF? 8/10 mesi di trambusto (e di pazienza di residenti, commercianti e cittadini in genere) per trasformare – a partire dall’immediato dopo-Pasqua – in un riqualificato “cannocchiale verde” il tratto di viale Dante tra via Conciliazione e l’incrocio con le vie Damiani e Nasolini: è il tempo previsto per completare la prima tranche di lavori che daranno un nuovo aspetto ad una delle più trafficate arterie cittadine, il cui restyling – sullo stile di via Colombo – si completerà con una seconda fase nel 2015. Iren provvederà ai sottoservizi (acquedotto, piuttosto malmesso, e completamento dell’anello di teleriscaldamento che consentirà allacciamento e piena garanzia del servizio) e, via via che avanzeranno questi lavori, il Comune provvederà alla parte in superficie: piste ciclabili del tutto in sicurezza (un grosso passo avanti, per la zona) su en-

trambi i lati, 50 alberi in più, piazzole di attesa bus rialzate, aiuole verdi piantumate lungo i percorsi e mantenimento dello stesso numero di parcheggi grazie alla definitiva rimozione dello spartitraffico, che verrà fatta come primo intervento per garantire la circolazione a doppio senso anche durante i lavori. Costo totale della prima tranche, 2 milioni di euro: 1,2 milioni di euro a spese di Iren, i restanti 800.000 euro a metà tra Comune e Regione Emilia Romagna. Il momento più inatteso della conferenza stampa di presentazione del progetto è stato quando l’inviato di Corriere Padano ha chiesto all’assessore se potrebbe essere praticabile per il Comune chiedere alla Provincia (che ne è proprietaria) la disponibilità dell’ex caserma dei Vigili del Fuoco come soluzione-tampone per l’inevitabile problema-parcheggi che sorgerà durante i lavori, visto

che la carreggiata a disposizione non li consentirà. Detto fatto, l’assessore ai Lavori Pubblici Giorgio Cisini – premettendo che ci saranno incontri per suggerimenti ad hoc con i cittadini (il primo mercoledì 26 alle 21 all’oratorio di N.S. di Lourdes) e che sarebbe comunque un altro ente a decidere – ha promesso che avrebbe sottoposto l’idea al sindaco, a cui il suggerimento è piaciuto. Qualche ora dopo, interpellato da piacenza24.eu, il presidente della Provincia Massimo Trespidi ha “aperto” all’ipotesi: “Fatti salvi i principi legati alla possibilità di utilizzare il piazzale interno, c’è la piena disponibilità a discuterne. Per venire incontro a quello che è il problema, non tanto dell’amministrazione comunale, quanto per i cittadini ”. Un accordo porterebbe ad una soluzione concreta. Andrea Dossena


Corriere Padano

4

14 febbraio 2014

ATTUALITÀ POLITICA

L’intervista - La Difesa cederà parte di quanto ritiene non più strategico

Riqualificare le aree militari primo passo per il futuro L’assessore Silvio Bisotti: “Possibile ottenere una fetta della Pertite e l’area del cosiddetto Piano Caricatore. Per Piacenza sarebbe una svolta” soprattutto nuovi strumenti normativi che facilitano le dismissioni a favore degli enti locali. Il clima politico è cambiato. C’è più voglia di fare, la consapevolezza che si è già perso troppo tempo è palpabile. Il Comune di Piacenza farà di tutto par farsi

GIUSEPPE DE PETRO Una settimana fa il senatore Nicola Latorre (Pd), presidente della Commissione Difesa del Senato, era ospite della “Fondazione”. Le rappresentanze economiche al completo hanno potuto udire le parole del presidente circa la determinazione del Ministero della Difesa a cedere parte delle aree militari non più strategiche. Latorre ha confermato che sul tavolo potrebbero esserci da subito 27.000 metri di area della Pertite e l’ex ospedale militare. Più complessa la trattativa in corso con il Ministero per le altre aree comprese nel progetto di dismissione o valorizzazione. Resta comunque un’apertura importante che l’amministrazione Dosi ha deciso di sfruttare senza esitazioni, tant’è che solo pochi giorni dopo - l’assessore alla Pianificazione e Rigenerazione urbana Silvio Bisotti si è recato a Roma per incontrare, al Ministero della Difesa, il sottosegretario Gioacchino Alfano e, di nuovo, Latorre: della missione hanno fatto parte anche la parlamentare Paola De Micheli ed il dirigente comunale Taziano Giannessi. Visibilmente soddisfatto, Silvio Bisotti traccia i contorni della missione romana: “E’ stato un incontro produttivo, che ha permesso di comprendere come articolare le prossime iniziative per ottenere i primi risultati e come affrontare nel medio periodo la partita più impegnativa che interessa il progetto “Aree Militari” nel suo complesso. Dall’incontro è emersa chiara la possibilità di ottenere la disponibilità di una parte (circa 30.000 metri) dell’area della Pertite, quella confinante con il complesso scolastico per intenderci, e l’area (circa 12.000 metri),

detto anche Paola De Micheli - l’obbiettivo non è mai stato così vicino, e se si inizia a vedere la meta è naturale che l’impegno aumenti. Se posso usare anch’io un luogo comune, comune nel senso che ne siamo tutti convinti, si può certamente dire che il

Delegazione piacentina a Roma: a breve la presentazione di una ipotesi di fattibilità progettuale su cui sviluppare il dibattito

del cosiddetto Piano Caricatore, compresa tra via Dei Pisoni e via Colombo. Quest’ultima area è funzionale per avviare a soluzione la riqualificazione dell’area prospiciente Borgo Faxhall e più complessivamente di tutta l’area a sud della ferrovia, fino ad interessare quella del Mercato Ortofrutticolo. A breve presenteremo una ipotesi di fattibilità progettuale attorno alla quale sviluppare un dibattito”.

Cos’è cambiato, nel quadro dell’annoso rapporto con il Ministero della Difesa sulla questione Aree Militari, per alimentare tutto questo ottimismo? “Anche il Ministero della Difesa è interessato alla cosiddetta “spending review”, quindi contenimento dei costi attraverso la riduzione degli organici, riduzione delle spese per la conservazione e la riqualificazione del patrimonio immobiliare, ma

trovare pronto...” Il recente rimpasto operato da Dosi ci consegna una giunta pronta alle sfide che si stanno proponendo?Tra l’altro la sua riconferma era data in forse fino all’ultimo... “Certamente sì, in giunta c’è un clima nuovo, il sindaco è più motivato e ciò ha una ricaduta positiva su tutta la squadra... Riguardo alla mia posizione posso solo dire che la prudenza iniziale era spiegata dal fatto che non sarei rimasto a tutti costi, ma solo se il rimpasto avesse avuto le caratteristiche che ha poi avuto, cioè di non essersi caratterizzato come una operazione... .... di pulizia etnica, naturalmente dal punto di vista politico... Immagine forse troppo forte... ....non si preoccupi lo dico io... “Non scherziamo... Gli equilibri politici sono stati garantiti ed anche la continuità amministrativa quindi sono ancora qui a fare la mia parte con impegno e convinzione” Si può dire, sconfinando nei luoghi comuni, “convinzione rinnovata” viste le prospettive che si stanno aprendo sul tema aree militari? “Sicuramente - come ha

futuro di Piacenza si può immaginare partendo dalla riqualificazione delle aree militari”. E vada per i “luoghi comuni”, questa volta nel senso di aggregazione o alta densità o punti caldi per la mobilità; mi riferisco a Piazza Cavalli, mercato settimanale, senso

unico in una parte del “Corso”: nonostante la giunta sia nuova, su questi argomenti continuate a scivolare... “La proposta di correggere la viabilità cambiando il doppio senso di marcia nella prima parte di Corso Vittorio Emanuele in senso unico nella direzione di Barriera Genova è solo un'ipotesi di fattibilità che deve servire per aprire un confronto, nulla di più. Forse si è esagerato nel l’attribuire all’iniziativa un carattere definitivo che non ha mai preteso di avere. Il dibattito che si è aperto è comunque utile ad alimentare un confronto che sfoci in provvedimenti condivisi utili alla città”.

Nella foto in alto, l’assessore comunale Silvio Bisotti. A lato, le piantine di Piano Caricatore (sopra) e Pertite


14 febbraio 2014

Corriere Padano

ATTUALITÀ

5

Milza: “Concopar e Indacoo, sinergia che guarda avanti” Il cammino verso l'unità cooperativa, che avanza a grandi passi a livello nazionale, sta vivendo un'importante accelerazione anche a Piacenza, grazie ad un'iniziativa condivisa tra Concopar e Indacoo: la prima (che aderisce a Confcooperative) ha infatti iniziato a commercializzare alloggi in classe energetica A che la seconda (che aderisce a Legacoop) realizzerà a Fiorenzuola, San Nicolò e Carpaneto.Lo slogan “Una casa per tutti” sintetizza le vantaggiose condizioni della proposta: alloggi che (grazie al contributo pubblico) si pagano con un minimo anticipo e poi mediante rate mensili agevolate sono infatti una risposta

concreta alle difficoltà dell'attuale congiuntura. All'indubbio valore economico e degli interessanti aspetti tecnici si somma, come accennato, una non meno rilevante valenza politica. “Questa collaborazione tra Concopar e Indacoo - sottolinea il presidente provinciale e regionale di Confcooperative, Francesco Milza (nella foto a sinistra) – va nella direzione del rafforzamento del percorso di unità intrapreso all'interno dell'ACI, l'Alleanza delle Cooperative Italiane. Nel momento in cui a livello nazionale nasce l’associazione ‘Verso la centrale cooperativa unica Alleanza delle Cooperative italiane’, strumento

operativo che dovrà definire regole e condizioni per l’unificazione, a livello locale il cambio di passo è in un importante esempio di collaborazione che, pur non essendo il primo, è particolarmente significativo per il settore in cui ha preso forma, quello edile e abitativo che tanto ha risentito della crisi. Di collaborazione a Piacenza si sente molto parlare, ma poi nel concreto viene sviluppata poco: nella direzione giusta si muove quindi questa iniziativa che, oltre alla bontà degli aspetti tecnici ed economici, esalta - per il suo dna - i valori cooperativistici nel loro complesso”. Andrea Dossena

L’analisi - Cambia la domanda, non l’offerta: la soluzione c’è ma trova ostacoli

Housing sociale, decollo difficile Carenza di politiche abitative, soprattutto per certe fasce di popolazione, e crisi dell’edilizia: è emergenza-casa anche nel territorio piacentino FRANCESCA GAZZOLA La carenza di politiche abitative rivolte alle fasce medio-basse e gli alti costi del mercato immobiliare generano una situazione di emergenza abitativa che non risparmia il territorio piacentino. Il boom degli sfratti (ben 477 nel 2013, vedi servizio a lato) e la crescente richiesta di alloggi di edilizia popolare (sono 696 le persone in lista d'attesa) tracciano le dimensioni del disagio abitativo. Sono in continuo aumento i nuclei familiari che - pur non collocandosi nella fascia dell’edilizia pubblica – hanno serie difficoltà ad accedere ai costi del libero mercato perché fortemente indeboliti dalla crisi e dalle incertezze sul futuro. Una forbice che si amplia e che raggruppa studenti, precari, giovani coppie, famiglie monoreddito e anziani con pensioni minime accomunati dalla necessità di alloggi a canone calmierato: un'offerta che in Italia stenta a decollare. L’Ance (Associazione nazionale costruttori e-

dili) ha recentemente evidenziato la carenza di abitazioni sociali in Italia: solo il 4% degli immobili rientra nei piani dell’housing sociale mentre nelle vicine Francia (17%) e Austria (23%) le percentuali sono ben più elevate.Eppure l’housing sociale potrebbe rappresentare il punto di incontro tra la forte richiesta di alloggi a costi sostenibili e la crisi dell’edilizia perché offrirebbe risposte ai redditi bassi e al contempo consentirebbe al settore delle costruzioni di rialzarsi e ripartire. Va in questa direzione la proposta del presidente Ance, Paolo Buzzetti di utilizzare il patrimonio pubblico dimesso per l’edilizia sociale: in questo modo ciascun Comune otterrebbe un parco alloggi a costo basso dietro l’offerta di agevolazioni fiscali ai privati. La proposta trova l’appoggio di Ance Piacenza e rappresenta – insieme alla riqualificazione energetica dei vecchi edifici esistenti – la strategia a cui l’Associazione dei costruttori locali sta lavorando per dare respiro alle aziende edili.

Grilli (ABI-Coop): “Troppe tasse sulla casa” Il nodo cruciale è rappresentato dalla tassazione sugli immobili: ‘Le elevate spese condominiali e l’eccessiva tassazione impediscono all'housing sociale di decollare', afferma Giuseppe Grilli, presidente della cooperativa di abitazione ABI- Coop Piacenza che precisa: 'Al canone agevolato (mediamente inferiore del 30% rispetto al mercato) si sommano le spese di gestione della casa, che ammontano oggi a più della metà dell'intero canone annuale’. Una spesa insostenibile per le famiglie in difficoltà: ‘L’housing sociale - aggiunge – Grilli funziona solo se viene sostenuto da una politica abitativa rivolta alle fasce deboli, che impegna lo Stato e i Comuni ad abbattere la tassazione sugli immobili a canone agevolato, con l’aiuto delle Fondazioni bancarie chiamate a dare un contributo’. In alto a destra, un esempio di social housing in Slovenia

Sfratti a Piacenza, è boom: 477 nel 2013 Agenzia per l’affitto, presto il nuovo fondo Più di uno sfratto al giorno ed un’impennata di provvedimenti per morosità incolpevole, ovvero per assenza di reddito. Sono i dati allarmanti che giungono dal Sunia (Sindacato degli inquilini e degli assegnatari) di Piacenza e che evidenziano un trend in costante peggioramento. Nel 2013 gli sfratti a Piacenza sono stati 477, il 10% in più del 2012: 'La quasi totalità dei provvedimenti esecutivi è legata a condizioni economiche critiche che impediscono alle famiglie di sostenere le spese per l’abitazione’, spiega l'avvocato Alessia Ferrari di Sunia. Dei 477 provvedimenti eseguiti, infatti, solo 19 sono avvenuti per finita locazione, mentre i restanti 458 sono dovuti a morosità. 'A preoccupare – aggiunge l'avvocato Ferrari – sono anche i 13 sfratti avvenuti nel 2013 in alloggi Erp, un fenomeno inusuale e testimone del forte disagio abitativo odierno’. Crescono anche i canoni d’affitto: secondo Bankitalia il

37% delle famiglie spende il 30% del proprio reddito per l’affitto. 'Per tamponare l'emergenza sfratti – conclude l'avvocato Ferrari - è stato istituito (con il decreto 102 del 2013) –il Fondo regionale destinato agli inquilini morosi incolpevoli ed introdotta la graduazione dell'esecuzione di sfratto per le situazioni critiche’. Due misure per contenere il disagio abitativo. Per andare incontro alla crescente esigenza di alloggi a canone agevolato, Acer (Azienda case Emilia Romagna) ha costituito nel 2009 l’Agenzia per l’Affitto, il cui obiettivo è recuperare il patrimonio privato sfitto del territorio per ricollocarlo sul mercato ad un costo sostenibile, offrendo vantaggi ai proprietari. ‘L'Agenzia per l'Affitto è lo strumento di Acer rivolto all'housing sociale: a primavera –afferma Patrizio Losi, vicepresidente di Acer –firmeremo il nuovo Protocollo di intesa con la Provincia piacentina per l'erogazione di un nuovo Fondo di Garanzia per il recupero di alloggi privati sfitti da destinare alle famiglie in difficoltà'. In concreto Acer stipula un doppio contratto: 'Garantiamo ai proprietari – spiega il neodirettore Stefano Cavanna - il pagamento mensile dell'affitto e la manutenzione dell'alloggio e allo tesso tempo offriamo agli inquilini alloggi ad un canone più accessibile rispetto al mercato'. (fg)


Corriere Padano

6

14 febbraio 2014

CITTÀ UTILE

CHI CERCA TROVA

CENTRO PER L’IMPIEGO OFFERTE DI LAVORO Richieste di personale pervenute ai Centri per l’Impiego della Provincia. Gli interessati possono inviare curriculum vitae via mail o via fax previo controllo di eventuale aggiornamento sul sito della Provincia, citando il numero di riferimento

Farmacie, turni settimanali FARMACIE DI SERVIZIO A PIACENZA DAL 14.2.2014 AL 21.2.2014 TURNO DIURNO: dalle 8,30 alle 22 CARDONA E CORVI – Via Colombo, 124 DR. FIORANI – P.zza Borgo, 40 TURNO NOTTURNO: dalle 22 alle 8,30 14.02 DANTE – Via Nasolini, 56 15.02 DR. BERTUZZI – Via Roma, 141 16.02 DR. DALLAVALLE – Rotonda Viale Dante, 34 17.02 DR. BONORA – Via Genova, 20 18.02 DR. AMBROGI – Stradone Farnese, 48 19.02 COMUNALE EUROPA – Via Calciati, 25 20.02 DR. RASTELLI – Via E. Pavese, 23 21.02 OSPEDALE – Via Taverna, 74 E’ possibile accedere alle farmacie, in servizio di turno, ricomprese nella ZTL, comunicando al farmacista il numero di targa del proprio mezzo. IL NUMERO 0523/330033 DA' INDICAZIONE DELLE FARMACIE DI TURNO A PIACENZA E PROVINCIA

Mercati settimanali Lunedì: Bettola, Borgonovo Val Tidone, Caorso, San Nicolò, Castell’Arquato, Castelvetro Martedì: Ferriere, Nibbiano, Piacenza Farnesiana, Pontedellolio, Pontenure, Travo, Vernasca Mercoledì: Carpaneto, Marsaglia, Piacenza, Pianello, Vigolzone Giovedì: Agazzano, Castelsangiovanni, Fiorenzuola, Gossolengo, Gropparello, Perino, Piacenza Farnesiana, Podenzano, Villanova Venerdì: Cortemaggiore, Lugagnano, Monticelli, San Giorgio, Rivergaro, Roveleto Sabato: Bobbio, Fiorenzuola, Piacenza, PC Besurica Domenica: Agazzano, Alseno, Borgonovo, Caminata, Carpaneto, Castelsangiovanni, Cortemaggiore, Gragnano, Gropparello, Monticelli, Morfasso, Nibbiano, Pianello, Pontedellolio

Avis, i prelievi Sabato 15 febbraio: Alseno; Domenica 16 febbraio: Castell'Arquato, Bettola, Castel San Giovanni, Fiorenzuola, Podenzano.

Informa Sociale Centro famiglie Le serate dei genitori A febbraio proseguono gli incontri gratuiti e aperti a genitori, educatori, insegnanti per confrontarsi, con l’aiuto di esperti, su tematiche relative all’educazione dei figli: - 14 febbraio 2014: "Anch'io so leggere... piano". La dislessia spiegata ai bambini attraverso un racconto, con l'autrice M. Rapaccioli, insegnante della scuola primaria S. Lazzaro. - 28 febbraio 2014: "Regole e dintorni". Stili educativi a confronto. Con A. Roda e S. Dallavalle, educatori professionali presso lo Spazio Gioco del Centro per le Famiglie. Tutti gli incontri si terranno al Centro per le Famiglie a partire dalle ore 20.45. Per facilitare la presenza dei genitori, è previsto un servizio di babysitter, con un contributo di 2 euro a serata per bambino (età compresa tra 3 e 8 anni). Corso di formazione La Cooperativa sociale Casa Morgana, in collaborazione con Irecoop, organizza un corso di formazione in analisi del comportamento applicata (metodo A.B.A.) che si prefigge l'obiettivo di formare operatori qualificati,in grado di condurre sessioni di osservazione, analisi e modificazione del comportamento nei disturbi generalizzati dello sviluppo e nel ritardo. Per informazioni: Irecoop E.R.(Elena Busca – 0523/606131) oppure Cooperativa Casa Morgana – 0523/315810 – info@casamorgana.it A cura di L'InformasocialeSportello di Orientamento ai Servizi Socio Sanitari Comune di Piacenza informasociale@comune.piacenza.it informasociale2@comune.piacenza.it www.comune.piacenza.it

Provincia di Piacenza (settore welfare, lavoro e formazione professionale) Orari: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e i pomeriggi di martedì e giovedì dalle 14.30 alle 16.30. In caso di forte afflusso di utenza la distribzione dei numeri di ingresso terminerà 30 minuti prima della chiusura Provincia di Piacenza - Centro per l'impiego - Borgo Faxhall P.le Marconi tel. 0523-795716 fax: 0523-795738 - e-mail: sil.piacenza@provincia.pc.it Cod. 45/2014 valida fino al 16/02/2014 Mansione: tecnico addetto alle trasferte Qualifica ISTAT: 3131000 Tecnici meccanici Contenuti e contesto del lavoro: importante azienda settore metalmeccanico ricerca tecnico addetto installazione e manutenzione macchinari c/o aziende clienti. L'attività prevede inoltre momenti dimostrativi di macchinari presso la sede aziendale oppure in occasione di fiere Luogo di lavoro: sede azienda provincia di Piacenza, richiesta disponibilità a trasferte in prevalenza nazionali ed in misura minore estere Formazione: diploma tecnico industriale Contratto: iniziale tempo determinato di dodici mesi con possibilità di trasformazione a tempo indeterminato Conoscenze: richiesta conoscenza della lingua inglese e dimestichezza nell'utilizzo di strumenti informatici Per candidarsi: per candidarsi inviare curriculum vitae indicando il rif. 45/14 via mail a candidatura@provincia.pc.it o via fax 0523/795738 Cod. 46/2014 valida fino al 15/02/2014 Mansione: impiegato/a tecnico commerciale Qualifica ISTAT : 2211100 Ingegneri meccanici 2213001 ingegnere dell'automazione industriale 2216103 ingegnere dei trasporti Contenuti e contesto del lavoro: ufficio commerciale, attività di analisi mercato e aspetti tecnici di prodotto (settore metalmeccanico/impiantistico), attività di marketing e sviluppo del business nel contesto internazionale Luogo di lavoro: Piacenza (Pc) Formazione: laurea in ingegneria meccanica, laurea in ingegneria dei trasporti, laurea in ingegneria gestionale e dell'automazione industriale Caratteristiche candidati: automunito, indispensabile domicilio in Piacenza e provincia Contratto: contratto di apprendistato o iniziale tirocinio formativo con possibilita' successiva di stabilizzazione contrattuale Conoscenze: buon livello di conoscenza lingua inglese, Autocad 2D e 3D Orario: tempo pieno Per candidarsi: inviare curriculum con riferimento offerta n. 46 via fax: 0523/795738 o via mail: candidatura@provincia.pc.it Cod. 47/2014 valida fino al 28/02/2014 Mansione: tecnico commerciale esperto in ricambistica meccanica Qualifica ISTAT: 2515206 responsabile commerciale di area contenuti e contesto del lavoro: la risorsa si occuperà di controllo movimentazione corretta dei materiali nei magazzini del gruppo, pianificazione degli acquisti, aggiornamento dei li-

stini prezzi di acquisto e vendita, ricerca di nuovi fornitori e clienti Luogo di lavoro: Piacenza, disponibilità a trasferte in particolare nei paesi dell'Africa Centrale Formazione: diploma di maturità Caratteristiche candidati: indispensabile pluriennale esperienza nella gestione di fornitori/clienti internazionali e l'esperienza specifica nel settore della ricambistica meccanica di mezzi pesanti di trasporto su gomma e movimento terra Contratto: tempo determinato con successiva possibilità di trasformazione a tempo indeterminato Conoscenze: indispensabile l'ottima conoscenza di lingua francese, pacchetto office, posta elettronica Orario: tempo pieno Per candidarsi: inviare curriculum vitae con riferimento offerta n°47/14 via mail candidatura@provincia.pc.it o via fax 0523/795738 Cod. 48/2014 valida fino al 28/02/2014 Mansione: pizzaiolo/a Qualifica ISTAT: 5221018 cuoco pizzaiolo Luogo di lavoro: Rivergaro Caratteristiche candidati: automunito/a, indispensabile esperienza nella mansione e il domicilio entro i 30 km la sede di lavoro Contratto: tempo determinato con successiva possibilità di trasformazione a tempo indeterminato Orario: dal martedì alla domenica dalle 16 alle 23 Per candidarsi: inviare curriculum vitae con riferimento offerta n°48/14 via mail candidatura@provincia.pc.it o via fax 0523/795738 Cod. 52/2014 valida fino al 15/02/2014 Mansione: add. vendite/pianificazione commerciale e organizzazione reparto presso punto vendita Qualifica ISTAT: 5122007 ausiliario di vendita 5123005 addetto al controllo e alla verifica delle merci Contenuti e contesto del lavoro: caricamento, sistemazione reparto e cambio etichette; pianificazione ed organizzazione commerciale, gestione vendita diretta al cliente Luogo di lavoro: Piacenza (Pc) Formazione: diploma di scuola superiore Caratteristiche candidati: automunito, gradita esperienza pregressa nella mansione, indispensabile domicilio in Piacenza e provincia Contratto: contratto a tempo determinato 6 mesi con possibilità successiva di trasformazione a tempo indeterminato Orario: tempo pieno su turni diurni e serali richiesta disponibilità a turni nei giorni festivi Per candidarsi: inviare curriculum con riferimento offerta n.: 52 via fax: 0523/795738; via mail: candidatura@provincia.pc.it


14 febbraio 2014

Corriere Padano

7

SPORT

Volley - Copra Elior, addio alla Champions ma a testa alta

La Rebecchi Nordmeccanica stronca Urbino e resta prima in campionato. Final Four di Coppa Italia, le biancoblu cercano la riconferma Tra campionato e coppe, le big piacentine del volley non hanno un attimo di tregua. In campo femminile sorride la capolista Rebecchi Nordmeccanica Piacenza (nella foto a sinistra), che in campionato ha infilato la seconda vittoria consecutiva mettendo sotto 3-0 la Robur Tiboni Urbino. Domenica 16 le campionesse d’Italia in carica saranno sul campo della Pomì Casalmaggiore, ma certamente il pensiero sarà anche alla Final 4 di Coppa Italia, che si giocherà al Palaverde di Treviso. Questo il calendario: il 22 febbraio si disputeranno le semifinali (Piacenza incrocerà Busto Arsizio alle 15.30, mentre Bergamo affronterà Modena alle 18), mentre domenica 23 si giocherà la finalissima che assegnerà il trofeo di cui la Rebecchi Nordmeccanica, finalista nelle ultime due edizioni, è detentrice.

In campo maschile il Copra Elior ha salutato, ma a testa alta, la Champions League: sul campo del fortissimo Kazan si è infatti ripetuto il 3-0 per i russi già verificatosi all’andata. Piacenza ha dato tutto, ma per primeggiare in Europa manca ancora qualcosa. Il difficilissimo compito europeo non aveva distratto i biancorossi in campionato: con Perugia i ragazzi di Luca Monti (nella foto a destra) avevano ben tenuto a bada la grinta di Perugia, capace di vincere un set ma non di resistere alla successiva “carica” dei vicecampioni d’Italia, ai quali l’innesto di Le Roux ha dato la marcia in più che serviva per “girare” il match. Domenica 16 febbraio il Copra Elior sarà sul campo della Bre Lannutti Cuneo: diretta Rai Sport 1 dalle 17.30. Andrea Dossena

Piace, derby amaro Pro, vetta più dolce La stracittadina va agli uomini di Franzini, che ora sono attesi dal big match con il Pontisola. L’obiettivo dei biancorossi di Viali diventa il secondo posto ANDREA DOSSENA Pro Piacenza trionfatore del derby e Piacenza - sprofondato a meno 13 dalla capolista che deve ora concentrarsi sull’obiettivo rimasto, ossia il secondo posto che assicurerebbe dei vantaggi per gli spareggi. E’ il verdetto della stracittadina (nella foto a destra, uno dei tanti ‘corpo a corpo’ della sfida)andata in scena al Garilli davanti ad un folto pubblico (quasi tremila paganti), in gran parte schierato - come prevedibile - per i biancorossi ma non senza chiazze rossonere, soprattutto nelle tribune. Sulla sconfitta del Piacenza pesa soprattutto un primo tempo insufficiente: come ha ammesso anche mister Viali, la squadra è partita male e il

più che esaltare Donnarumma. A questo punto il Pro Piacenza - primo a 49 punti - “vede” davvero la promozione. La stagione dei rossoneri vivrà un altro momento caldissimo, e forse decisivo, nel big match del 16 febbraio al Siboni con il Pontisola, secondo in classifica a quota 40: vincere e volare a +12, per i rossoneri, equiva-

vantaggio degli uomini di Franzini, compatti come sempre e letali nella ripartenza in cui è andato in rete Franchi (foto al centro), ha coronato una supremazia piuttosto netta. Tutt’altra musica nella ripresa, quando il Piacenza è sceso in campo con un piglio totalmente diverso e ha schiacciato per lunghi tratti la capolista nella sua metacampo. Di un pelo fuori il colpo di testa di Marrazzo al 68’, che ha fatto invano gridare al gol i supporters biancorossi, e nemmeno le occasioni capitate anche ad Amodeo, Rossi e Tognassi hanno ottenuto di

rebbe in effetti a mettere un piede e mezzo in Lega Pro. Salvo ribaltoni ad oggi imprevedibili, cambia invece definitivamente l’obiettivo dei biancorossi: se la giocheranno con le altre inseguitrici per il secondo posto. Certo non sarà facile smaltire in fretta la sconfitta con il Pro, ma la partita sul campo dell’abbordabile Mapellobonate deve diventare il primo passo per il filotto di risultati che potrebbe regalare al Piacenza la posizione utile per continuare a sognare: la squadra vista in campo nel secondo tempo del derby ha tutti i mezzi per costruirsi una radiosa primavera.


Corriere Padano

8

PUBBLICITĂ€

14 febbraio 2014


14 febbraio 2014

Corriere Padano

Milestone, prima la finale del ‘Bettinardi’ per i solisti e poi il concerto di Enrico Pieranunzi9

JAZZ TEATRO

Il grande ritorno della Vedova allegra: al Municipale l’originale, a Fiorenzuola la rilettura

Alessandro Gassman è ‘Riccardo Terzo’ PIETRO CORVI Alessandro Gassman torna a stregare la stagione di prosa "Tre per te" di Gioco Vita, martedì 18 e mercoledì 19 al Municipale alle 21, con un "Riccardo Terzo" di cui è anche

regista. Nuovi pure l'adattamento e la traduzione, firmate dal drammaturgo Vitaliano Trevisan, cui Gassman ha chiesto "una lingua asciutta, secca, che arrivi dritta rendendo la trama chiara e coinvolgente". Il grande testo scespiriano che il padre Vittorio interpretò nel

'68 diretto da Ronconi, "dovrà colpire al cuore il pubblico di oggi puntualizza Gassman - trasportandolo in un viaggio affascinante e tragico nelle deformità congenite dell’animo umano". Il re crudele ma tormentato diventa nelle sue intenzioni "un Riccardo gigante-

sco, fuori scala". Esasperato da un trucco pesante, sfrontato più che pericoloso, sofferente più che malvagio. L'incontro "Ditelo all'attore" condotto da Enrico Marcotti con Gassman e compagnia sarà mercoledì alle 18 al "Filo". Scene di Gianluca Amodio, costumi di

Mariano Tufano, musiche di Pivio & Aldo De Scalzi; sul palco anche Mauro Marino, Giacomo Rosselli, Manrico Gammarota, Emanuele Maria Basso, Sabrina Knaflitz, Marco Cavicchioli, Marta Richeldi, Sergio Meogrossi e Paila Pavese.


Corriere Padano

10

VIVIPIACENZA Jazz e cucina giapponese agli Amici del Po

’Un castello in Italia’ per Cineclub argento

Finito il periodi di chiusura per lavori, il circolo Arci Amici del Po di Monticelli riparte mercoledì 19 da una serata jazz di alto livello: in scena alle 21.30, il pianista Mario Zara e la cantante Debora Lombardo. Venerdì 21 spazio invece alla Cena del Sol Levante coi sapori della cucina giapponese. Info e prenotazioni: www.amicidelpo.eu.

Cineclub Argento, arriva "Un castello in Italia". La rassegna di proiezioni pomeridiane gratuite per i pensionati al Teatro Politeama prosegue mercoledì 19 alle ore 15 con l'ultimo film di Valeria Bruni Tedeschi, storia parzialmente autobiografica dell'amore nato tra Louise (Bruni Tedeschi) e il giovane Nathan (Louis Garrel) in un momento di declino per la famiglia di lei.

14 febbraio 2014

ANTEPRIMA Enrico Pieranunzi al Milestone ‘Bettinardi’, solisti alla finale Santonastaso, l’operetta “riletta” al Verdi Operetta "fuori abbonamento" al Teatro Verdi di Fiorenzuola, dove c'è attesa per l'arrivo del celebre attorePippo Santonastaso. Il comico, cabarettista e attore cinematografico siciliano, dedito quasi esclusivamente al teatro da una ventina d'anni con la sua comicità sagace, pungente e garbata, domenica 16 alle 21 arriva con"Ma la Vedova è allegra?", simpatica e a tratti esilarante rilettura della celebre operetta di Franz Lehar. Il cancelliere Njegus (Santonastaso) uscirà dal personaggio di margine che era e offrirà al pubblico un ritratto del tutto personale di Hanna Glavary, l'allegra vedova protagonista. Uno spettacolo che promette allegria ed eleganza e vedrà in scena anche Italo Ciciriello (Barone Zeta), Susie Georgiadis (Anna Glawari), Fulvio Massa (Danilo Danilovich), Filippo Pina Castiglioni (Camillo del Rossillon), Elena Franceschi (Valencienne) e Alberto Bruni (pianista).

‘Vuoti a perdere’ al San Matteo Teatro San Matteo: largo al terzo appuntamento della prima edizione della rassegna "Teatro e oltre" interamente dedicata alle compagnie piacentine. Sabato 15 febbraio toccherà al Gruppo Quarta Parete, che giocherà in casa in quanto ideatore e coordinatore dell'iniziativa in collaborazione con Fondazione Teatri e patrocinio del Comune. In scena alle 21.15, anticipato alle 20.45 da un "cappello" introduttivo di arti varie a sorpresa, l'ironico e grottesco "Vuoti a perdere" per la regia di Tino Rossi, sul palco con Manuela Varaini. La rappresentazione è tratta da due atti unici di Aldo Nicolaj: "Viva gli sposi"e"Il belvedere": I temi che saranno stigmatizzati e messi alla berlina saranno le ipocrisie di una certa morale borghese e alcuni arcaici difetti dell'umanità che si manifestano per cinismo o mancanza di personalità.

Femminicidio, se ne parla alla Camera del Lavoro Evento contro i femminicidi, sabato 15 alle ore 17.30 al Salone "Nelson Mandela" della Camera del Lavoro. L'autrice Loredana Lipperini presenterà il suo libro "L'ho uccisa perché l'amavo: falso". L'incontro sarà condotto dal giornalista Giorgio Lambri e alcune letture sul tema saranno curate dal Cantiere Simone Weil, che ha organizzato l'iniziativa insieme a Comitato Comandante Muro-ANPI, Coordinamento Donne-Spi CGIL , P.R.C. Circolo di Piacenza, Famiglie Arcobaleno e Arcigay Piacenza L'A.T.O.M.O.

PIETRO CORVI A due anni di distanza dal concerto al Teatro "Verdi" di Fiorenzuola con il suo "american trio" per il Piacenza Jazz Fest, ritorna a Piacenza Enrico Pieranunzi (in foto). Il grande pianista romano sarà in concerto domenica 16 alle ore 18 al Milestone di via Emilia Parmense, sede del Piacenza Jazz Club, stavolta in quartetto con il nuovo progetto "Songbook - La musica con parole". Insieme a lui, la giovane Simona Severini alla voce e due splendidi rappresentanti della scena jazz italica come Paolino Dalla Porta al contrabbasso ed Enzo Zirilli alla batteria. La sera prima, sabato 15 alle ore 21.15, ecco invece impegnati a disputare la finale del concorso nazionale "Chicco Bettinardi" i solisti precedentemente selezionati dalla giuria: i pianisti Lorenzo Vitolo (Napoli), Francesco De Luisa (Udine), Francesco Pollon (Venezia) e il sassofonista Marco Scipione (Pavia). Tornando a Pieranunzi, da molti anni tra i protagonisti più noti e apprezzati della scena jazzistica internazionale, non stupisca il fatto che abbia deciso, ora, di proporsi nella veste di autore di "songs" e di dar voce addirittura ad un intero "songbook". Una novità sorprendente, certo, ma non per chi segue da vicino le vicende musicali dell'eclettico pianista capitolino. Da parecchio tempo ama infatti musicare testi poetici o scrivere lui stesso parole da unire ai suoni delle sue composizioni strumentali, senza considerare le tante melodie del suo repertorio autografo che negli anni si sono arricchite di "lyrics" dovute alla penna di cantanti attratte dal suo particolarissimo "mélos". Entrambe le serate sono ad ingresso gratuito con tessera Anspi o PC Jazz Club.

Pierino, pericolo lupo: il teatro è per tutti

Al Teatro Gioia la danza è ‘Calore’ "Calore" al Teatro "Gioia". Venerdì 14, per il teatro-danza, alle 21 largo alla Compagnia Enzo Cosimi (nella foto a destra). In scena un pezzo "cult", il riallestimento del primo lavoro del celebre coreografo romano, "enfant terrible" della nuova danza italiana negli anni '80. Impostato su un'energia vigorosa e ritmi serratissimi, un viaggio visionario dove all'interprete è richiesto un processo di regressione come traccia per disegnare una età dell'infanzia e dell'adolescenza infinita. Al termine, incontro coi protagonisti, Roberto De Lellis e la psicoterapeuta Alessandra Zioni.

Al Teatro "Filodrammatici" domenica 16 i piccoli tornano "A teatro con mamma e papà". La rassegna di Gioco Vita vedrà in scena alle 16.30 "Attento Pierino... arriva il lupo!" della compagnia ferrarese Baule Volante: teatro d’attore e pupazzi animati a vista tratto da "Pierino e il lupo" di Prokofiev. Uno spettacolo per piccoli dai 3 ai 10 anni, la storia di un ragazzo che, con l'aiuto dei suoi inseparabili amici animali, tutti contraddistinti da uno strumento musicale, cattura un ferocissimo lupo. L'allestimento vede un direttore d'orchestra-narratore che presenterà e condurrà i bambini attraverso la storia, messa in scena da una serie di pupazzi animati a vista. Lo spettacolo prodotto nel '99 vanta oltre 500 rappresentazioni.

Castelsangiovanni, Torretta al pianoforte Torna in pista la stagione musicale dell'istituto Palestrina. Al Teatro "Verdi" di Castelsangiovanni sabato 15 alle 21 va in scena il concerto per pianoforte solo di Margherita Torretta (nella foto a sinistra), musicista anagraficamente giovane ma con alle spalle un grande studio e un numero importante di esibizioni in pubblico in veste di solista nonché una buona esperienza come docente proprio al Palestrina. Non le mancano temperamento musicale e coraggio, come testimonia il programma del concerto in cui affronterà partiture decisamente multiformi: Haydn, Fauré, Beethoven, Scarlatti, Listz e Poulenc.


14 febbraio 2014

Corriere Padano

11

VIVIPIACENZA

Clint Eastwood e Nicholas Ray raccontati in Passerini

Bolivia e Venezuela, se ne parla al Vik

Aperitivi schioccanti all’Irish Pub

In Biblioteca Passerini Landi, per il ciclo "Un film da raccontare", lunedì 17 toccherà a Massimo Masini con "Lettere da Iwo Jima"di Clint Eastwood (Usa/Giappone 2006). Giovedì 20 sarà invece Gianluca Sgambuzzi a parlare del film"Johnny Guitar"di Nicholas Ray (Usa 1958). Gli incontri, a ingresso libero, sono in Sala Augusto Balsamo alle ore 16.

La rivoluzione boliviana, il Venezuela, un socialismo ambiguo. Al Vik, circolo Arci di via Campagna, a ormai un anno dalla morte di Hugo Chavez, giovedì 20 alle 21.30 si proietterà il film documentario "La minaccia" del 2007 diretto da Silvia Luzi e Luca Bellino effettuando anche un incontro virtuale con gli autori attraverso il computer.

Aperitivi schioccanti, all'Irish Pub di via San Siro, con i concerti del venerdì (ore 19). Il 14, palco al rock'n'roll, folk e blues dei Rab4 con Seba Pezzani, Roldano Daverio, Danilo Bandini e Thierry Binelli. Il successivo 21 spazio invece al trio Neon, con Michele Montresor, Stefano Schembari e Marcello Salcuni.

A CURA DI PIETRO CORVI

ANTEPRIMA

X-Mary, a Sound Bonico pop-punk da festa

Pennac a Piacenza con il suo ‘manifesto’ E' stato definito il suo manifesto, quasi un nuovo manuale del saper vivere destinato a tutte le generazioni. E' il "Journal d'un corps", pubblicato e tradotto in Italia da Feltrinelli col titolo "Storia di un corpo", di Daniel Pennac, il famoso scrittore francese di Casablanca, al secolo Daniel Pennacchioni, che approda venerdì 21 alle 21 al Teatro Municipale per la rassegna "Altri percorsi" della stagione di prosa "Tre per te" di Teatro Gioco Vita. La lettura teatrale, in francese con sopratitoli in italiano, che vedrà l'autore solo in scena per la regia di Clara Bauer con scene, luci e costumi di Oria Puppo, animazioni video di Johan Lescure e musiche di Jean-Jacques Lemetre, è quella, in pratica, del diario che un uomo tiene dai 12 agli 87 anni annotando le sorprese che il suo corpo nell'arco di una vita fa alla sua mente. Qualcosa di molto intimo, un giardino segreto che si rivela essere il più comune dei nostri territori. Una lezione di anatomia sottoforma di elogio dell'osservazione sperimentale dal vivo.

Teatro Trieste 34, vince la creatività Al Teatro Trieste 34, nuova doppietta tra laboratori per piccoli e improvvisazione teatrale. Sabato 15, consueto doppio appuntamento di gioco creativo con le "Favole in movimento" curate da Ottavia Marenghi prima (dalle 15.30 alle 17 spazio ai bimbi da 4 a 7 anni con "Una gara di celebri inventori") e con "Si, fa, la... musica" poi, dalle 17 alle 18, per i bambini dagli 8 ai 10 anni, con Marenghi ed Helen Keble: sarà la volta della "Musica a corde". "Impro & wine", abbinamento tra spettacolo di improvvisazione e aperitivo a chilometro zero a seguire offerto dalla cantina Tollara, si farà invece nuovamente largo domenica alle 18. A questo giro, palco al gruppo "Imprevisti su misura" da Milano (in foto).

’La vedova allegra’ al Municipale Scocca l'ora della nuova produzione lirica firmata Fondazione Teatri di Piacenza: "La vedova allegra" di Lehar, assente dal nostro Teatro Municipale da oltre 30 anni. In scena venerdì 14 e sabato 15 alle 20.30 con replica domenica alle 15.30, vedrà impegnato un cast d’eccezione e la partecipazione del "nostro" Coro diretto da Corrado Casati. Una danza sfavillante tra verosimile e immaginario diretta da Christopher Franklin alla guida della Filarmonica Italiana; regia di Nicola Berloffa; coreografie e partecipazione dell’etoile Giuseppe Picone.

Dopo "San Violentino", che si tradurrà nei concerti di due eccellenze della scena strumentale sperimentale indipendente italiana riunite nello stesso evento, l'Arci live club Sound Bonico di San Bonico non starà a guardare. Dopo l'interessantissima serata di venerdì 14, dunque, una vera immersione nella psichedelia noise sospesa tra "free", jazz-core, heavy e math-rock sprigionata dai romani Mombu (incredibile duo formato dal sax di Luca T. Mai degli Zu e Antonio Zitarelli dei Neo) e dai lodigiani Morkobot (i fantomatici messaggeri Lin, Lan, Lon, nella foto sotto) ma anche dal piacentino Adamennon (che offrirà una performance ambient/noise da scoprire), sabato 15 si virerà verso tonalità più classicamente festaiole. Il palco sarà dei lodigiani X-Mary (nella foto in alto), davvero solari e acchiappanti con un pop/punk-rock dall'inconfondibile stile canzonettistico intelligentemente demenziale, e dei due dj "in battaglia": Jackie Treehorn con gli anni '70 contro Kurtarally coi '90. Venerdì 21 si continuerà con il rock pesante di due navigate band milanesi: Cubre (death metal) e Bang Bangalow (southern metal).

Due concerti e due dj set, Baciccia a tutta musica "Fifty-fifty": due dj-set e due concerti in settimana al Caffè Baccia. Nel weekend, venerdì 14 si parte con il ritorno di El Garrincha. Il musicista del gruppo parmigiano Las Karne Murta sarà in console con il suo set tra electro balkan, big beat, breakbeat e world music. Sabato 15 il testimone passerà dunque ancora una volta nelle mani del maestro del reggae Vito War. Per i concerti bisognerà aspettare invece giovedì 20 col ritorno della rassegna di musica piacentina im veste "unplugged" e infilata nel vestito scenico cucito su misura da SantaFabbrica "Rockoco", che ospiterà stavolta l'indie-rock degli Ants, e venerdì 21 con il brit-rock'n'roll elettrizzante dalle venature pop dei fiorenzuolani Flowers (in foto).

Tutto il cielo in una volta: arriva il planetario Su la testa, arriva il planetario. Da venerdì 14 (inaugurazione alle 18, brindisi e concerto di cornamusa del duo Wickermen) nei giardini del Museo Civico di Storia Naturale (via Scalabrini 107) sarà installata un'affascinante struttura che mancava da anni in città e rimarrà fino al 22 marzo. Si potrà assistere a cicli della durata di 45 minuti per un'entusiasmante viaggio alla scoperta della volta celeste, grazie anche all'ausilio di guide qualificate. La struttura misura 6 metri di diametro e 5 di altezza con una capienza di 40 posti e permette una visione di astri e costellazioni meticolosamente fedele. L’iniziativa è promossa da Omnia Eventi con la consulenza scientifica del Dott. Michele Cifalinò, la collaborazione del Comune, del Museo, della Società di Scienze Naturali, del Gruppo Astrofili e di quello Mineralogico. Sinergia che si traduce anche in una mostra specifica nelle stanze del Museo e originerà una serie di eventi speciali, tra cui un concorso fotografico. Informazioni su www.planetariopiacenza.com.

Al Jolly Moliére va in bicicletta Commedia in versi e in cinque atti, un omaggio al mondo del teatro e alla fragilità dei suoi protagonisti presentato con successo all'ultimo Torino Film Festival, mercoledì 19 al Jolly di San Nicolò arriva "Moliere in bicicletta" di Philippe Le guay. Serge Tanneur (Fabrice Luchini), al top della carriera di attore decide di ritirarsi e trasferirsi in una piccola isola dove trascorre le giornate a pedalare in bicicletta. Dopo tre anni riceve la visita di Gauthier Valience (Lambert Wilson), attore sulla cresta dell'onda che sta mettendo in piedi la sua versione del Misantropo di Molière. Gauthier offre a Serge il ruolo da protagonista e, di fronte al suo rifiuto, gli propone di provar insieme a lui il primo atto per cinque giorni, durante i quali potrà cambiare idea. L'incontro con Francesca sconvolgerà il loro equilibrio.

‘Ma quale realismo?’, Aperiarte con Mortilla Alla Ricci Oddi, sabato 15 alle 18 con ingresso gratuito, nuova e ultima apertura straordinaria per l'intrigante, fortunata iniziativa "Aperiarte". La formula resta quella rodata con successo: Salvatore Mortilla, esperto d'arte giovane e fuori dagli schemi, accompagnerà i presenti in un confronto tra alcune opere in esposizione e tele inedite di deposito. Tema e filo conduttore dell'incontro stavolta sarà "Ma quale realismo?". A seguire, aperitivo a buffet con la possibilità di passeggiare in Galleria fino a chiusura.


Corriere Padano

12

14 febbraio 2014

A TAVOLA

Eataly di Piacenza, Farinetti assicura: “Apertura a maggio” (c.a.) Eataly a Piacenza aprirà in maggio: è quanto afferma Oscar Farinetti, patron della catena Eataly che attualmente conta un ristorante a New York, una decina in Giappone e altrettanti in Italia. Come ogni ristorante firmato Eataly, anche quello di Piacenza avrà un tema: la biodiversità e la provincia italiana, punti di forza, secondo lo stesso Farinetti, del nostro territorio. Eataly sorgerà alla Cavallerizza, sullo Stradone Farnese, all’interno dell’area ex Caserma Cantore, e prevede una parte “market” al piano terra e una “ristorazione e didattica” a quello intermedio. La “Piazza del Gusto” sarà ospitata da una grande struttura sopraelevata, il cui scheletro è già delineato allo

stato attuale dei lavori. Gli spazi saranno tematici e dedicati a degustazione e vendita di numerosi prodotti come salumi, formaggi, pane e vini (prevalentemente di produzione locale). Non mancheranno ristoranti a tema (dalla carne al pesce, passando per pasta e pizza), il vegetariano, gelateria e caffetteria. Lo store piacentino darà lavoro ad almeno settanta persone, e sarà un’importante vetrina per le nostre tipicità enogastronomiche anche - e soprattutto - in occasione di Expo 2015. L’apertura in città era stata inizialmente programmata per Natale 2013, ma è poi slittata di qualche mese poiché i lavori si sono rivelati più complessi del

previsto, ed è nelle intenzioni di Farinetti e della sua squadra realizzare la struttura nel migliore dei modi. Lo store Eataly di Piacenza sarà una delle ultime quattro aperture in territorio nazionale (assieme a Firenze, Milano e Verona) e seguirà temporalmente l’inaugurazione del punto vendita milanese, in programma a marzo. Dopo, Eataly si concentrerà sull’espansione all’estero, per portare nel mondo i prodotti delle 55mila imprese agroalimentari italiane. Lo store più grande della catena si trova attualmente presso la stazione ferroviaria di Roma Ostiense, che conta una superficie di oltre 17mila metri quadrati.

CUCINA DI CASA Timballetti di riso orientali Ingredienti per 4 persone: 250 g di riso Patna parboiled, 200 g di gamberetti freschi, 50 g di uvetta di Corinto (acini piccolissimi e molto scuri), 50 g di pinoli, 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva di gusto leggero, 1 cucchiaio da tèdi polvere di curry, sale. Preparazione: Sciacquate l’uvetta e mettetela ad ammollare in una tazza di acqua tiepida. Lavate i gamberetti, privateli della testa e cuoceteli a vapore, lasciandoli cuocere per non più di due minuti quindi sgusciateli. Scaldate l’olio in una piccola casseruola, unitevi il riso e, mescolando continuamente, fatelo tostare per un paio di minuti. A questo punto, versate nella casseruola 430 cc di acqua bollente salata, incoperchiate e lasciate cuocere il riso, a fuoco dolcissimo e senza più toccarlo, per circa un quarto d’ora fino a quando avrà assorbito tutta l’acqua. Quando il riso è cotto, unitevi i gamberetti, il curry, l’uvetta, lavata e asciugata e i pinoli. Mescolate bene quindi oliate leggermente otto piccoli stampini da crème caramel (alti e stretti, a forma di tronco di corno), fate aderire sul fondo di ogni stampino un dischetto di carta da forno e distribuitevi il riso. Premetelo bene con il dorso di un cucchiaio e infine mettete gli stampini nel forno già caldo a 200° per cinque minuti. Una volta sfornati, attendete un paio di minuti prima di sformarli sul piatto da

portata. Potete servire il riso così preparato anche senza passarlo in forno negli stampini. Può essere un primo piatto leggero ed è ottimo per accompagnare degli spiedini di carne o di pesce.

Pizzelle Ingredienti: 400 g circa di pasta lievitata; 50 g di parmigiano grattugiato. Per la salsa: 800 g di pomodori ben maturi; 1 cipolla piccola; 1 spicchio d’aglio; 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva; abbondante basilico sale e pepe. Olio di oliva per friggere.

CUCINA NATURALE

Preparazione: Preparate delle palline di pasta. Tuffate i pomodori per pochi secondi in acqua in ebollizione quindi passateli in acqua fredda, pelateli e spezzettateli scartando i semi. Scaldate l’olio in una padella e fatevi imbiondire la cipolla tritata insieme all’aglio. Unitevi i pomodori e un rametto di basilico, insaporite con sale e pepe e lasciate cuocere a fuoco vivace. Quando le palline di pasta saranno lievitate, appiattitele con le mani, ricavandone dei dischetti dello spessore di ½ cm con il bordo leggermente più alto. Friggetene due o tre alla volta in abbondante olio ben

Crocchette di lenticchie e spinaci Ingredienti per 4 persone: 250g di spinaci cotti e ben scolati, 270g di lenticchie al naturale scolate, 6g di curry, 50g di fette biscottate, 1 presa di pepe verde, 1 presa di peperoncino, 20g di olio evo, 20g di salsa di soia, 3 fette di pane di grano duro

caldo (175°) senza girarle ma versandovi sopra, a cucchiaiate, l’olio bollente. Quando saranno color oro chiaro, tiratele su infilzandole con una forchetta, lasciatele sgocciolare e passatele su un doppio foglio di carta da cucina. Via via che le pizzelle sono pronte, conditele con una cucchiaiata di salsa di pomodoro calda, spolveratele con parmigiano grattugiato e deponetevi al centro una bella foglia di basilico fresco. Sistematele a cupola, leggermente accavallate, in un largo piatto da portata e servitele calde e tiepide.

Preparazione: Dopo aver scolato bene lenticchie e spinaci, mescolateli in una ciotola assieme al curry e al peperoncino. Tritate quindi le fette biscottate fino a ridurle in farina ed aggiungetele al composto. Mescolate bene, aggiungete la salsa di soia e una presa di pepe macinato al momento. Il composto deve risultare morbido ma non troppo appiccicoso. Con il composto formate delle polpette schiacciate in superficie. Nel frattempo mettete in forno le fette di pane fino a seccarle. Riducetele in farina e impanate con esse le crocchette. Mettete sul fuoco una padella con l'Olio Evo, scaldatelo bene e friggete le crocchette su entrambi i lati fino a che saranno dorate. Scolate le crocchette su carta assorbente e servitele calde preferibilmente con un’insalata acidula di carote e finocchi. Nota: se preferite, potete anche cuocerle in forno a 190° per 10-15 minuti.


14 febbraio 2014

Corriere Padano

SPECIALE TERZA ETÀ

13

Allenamento mentale anziani, effetti visibili dopo 10 anni Se esercitate, capacità e velocità di ragionamento declinano meno Bastano 10 lezioni di allenamento per la mente (esercizi cognitivi di vario tipo) per mantenere fresco e scattante il cervello degli anziani, con effetti che si vedono anche 10 anni dopo l'ultima lezione e ricadute positive anche sulla vita di tutti i giorni dei nonnini. Lo rivela uno studio (il più ampio di questo tipo mai condotto finora) di cui ha dato recentemente notizia l’Ansa, diretto da George Rebok della Johns Hopkins University in Baltimora e pubblicato sul Journal of the American Geriatrics Society. Le lezioni migliorano sia la memoria, sia la capacità e la velocità nei ragionamenti. Inoltre i nonnini si dicono più abili nella vita di tutti i giorni, dal ricordarsi meglio i farmaci da assumere al cucinare. Insomma, a parità di età, sembrano un tantino più indipendenti di anziani che non hanno seguito le dieci ore di training. Il trial ha coinvolto 2.832 partecipanti sani all'inizio dello studio e di età media 74 anni. I volontari sono stati suddivisi in quattro gruppi: tre gruppi di training, più un gruppo di controllo che non seguiva alcun training. Dopo diverse settimane di training i partecipanti sono

Conferenza

Autonomia, il punto “Autonomia e salute dell’anziano”: questo il tema della conferenza che si svolgerà mercoledì 19 febbraio alle ore 17.30 presso “Vicolo del Pavone” in via Giordano Bruno 6, a Piacenza. Si tratta di un incontro con il dott. Fabrizio Franchi, direttore dell’Unità Operativa di geriatria e lunga degenza dell’Ospedale Civile di Piacenza. L’appuntamento fa parte del ciclo di incontri "Idee per mantenersi in salute" a cura dell’Università Popolare dell’Auser.

Camminare: la qualità della vita migliora passo dopo passo stati esaminati per capacità mnemoniche, di ragionamento e per velocità di elaborazione degli stimoli a più intervalli di tempo, uno, due, tre, cinque e dieci anni dopo. Circa il 60% di coloro che hanno seguito le 10 lezioni iniziali di training cognitivo ne hanno poi fatte altre di potenziamento, che hanno migliorato ulteriormente le prestazioni iniziali. Alla fine dello studio - dieci anni dopo, tutti i gruppi hanno mostrato declino cognitivo

rispetto ai loro test di base iniziali sia di memoria, sia di ragionamento e di velocità di elaborazione, come ci si aspettava visto che avevano dieci anni in più; ma chi ha seguito i training dieci anni prima è andato incontro a minore declino nel ragionamento e velocità di elaborazione rispetto al gruppo di controllo. Insomma un po' di training cognitivo rallenta l'invecchiamento del cervello con effetti visibili anche a dieci anni dall'ultima lezione.

Sicurezza reddito over 60, l’Italia è sesta su 91 Paesi Prima la Svezia, seconda la Norvegia e terza la Germania. Queste le tre nazioni al top per la qualità della vita degli over 60. Un risultato che nasce dal confronto di ben 91 paesi e dove l’Italia si colloca al 27esimo posto, dopo Cile, Slovenia, Uruguay e Argentina. E’ quanto emerge dai riscontri effettuati dal ‘Global Age Watch Index’, realizzato da HelpAge International, network globale sviluppato con la collaborazione dell’Onu. Il report tiene conto di quattro parametri fondamentali: sicurezza del reddito, salute, lavoro e formazione, condizioni sociali e ambientali favorevoli. In Italia gli over 60 sono 16.4 milioni (il 27% della popolazione totale che nel 2050 salirà al 38.5%). Abbiamo un’altissima aspettativa di vita: chi oggi ha 60 anni ha davanti a sé ancora 25 anni da vivere di cui 18.5 in buona salute. Ma non è questa la nostra performance migliore (siamo 15esimi), bensì, a sorpresa, è quella sulla sicurezza del reddito. Rispetto a questo indicatore l’Italia si classifica in sesta posizione, meglio addirittura di Svezia e Germania. Il dato forse è dovuto alla capacità del risparmio e alla proprietà dell'abitazione. Va peggio per quanto riguarda il lavoro e l’istruzione (dove l’Italia si colloca 62esima) e per le condizioni sociali e ambientali (53esima).

Più cammina un anziano e meglio saranno la sua salute fisica e mentale e la sua qualità di vita. Lo rivela uno studio di , Jeff Vallance, professore associato alla facoltà di discipline sanitarie presso l’Athabasca University in Canada. Anche se camminare è tra le forme preferita di attività fisica per gli anziani, infatti, pochi studi hanno preso in considerazione l’impatto specifico sulla salute. “La salute degli uomini sta diventando una crescente preoccupazione, dato l’elevato tasso di malattie croniche, diabete e malattie cardiovascolari. In particolare, i comportamenti di salute degli uomini più anziani non sono stati studiati molto” ci rivela l’autore dello studio, Jeff Vallance, il quale dice che il suo

gruppo di studio è stato tra i primi a guardare con attenzione e misurare oggettivamente i benefici del camminare sia per la salute sia per la qualità della vita degli uomini più anziani. I ricercatori hanno esaminato 385 uomini sopra i 55 anni di vita. La maggioranza di loro, il 69%, era anche in sovrappeso mentre il 19% obeso. Gli uomini hanno indossato dei contapassi per tre giorni consecutivi per misurare l’attività fisica (camminare). I ricercatori hanno diviso gli uomini in quattro gruppi in base al numero di passi giornalieri e hanno segnato un chiaro miglioramento nel profilo della qualità di vita, in termini di salute sia fisica che mentale, in quelli che hanno totalizzato un numero di passi sopra la media. La media era di 8.539 al giorno.


Corriere Padano

14

Fase di fine lavori, ora è semplificata L’art. 52 della legge finanziaria regionale n. 28 del 20 dicembre 2013 ha modificato alcune norme della l.r. 15/2013 “Semplificazione della disciplina edilizia” e precisamente gli artt. 7, 12, 23, 24, 26 e 55. E’stata semplificata la fase di fine lavori, per ridurre gli oneri amministrativi posti a carico dei cittadini e delle imprese e per rispondere ad esigenze di uniformità rispetto ai principi contenuti nell’ordinamento statale. In particolare è stato cancellato l’obbligo di allegare alla istanza del certificato di conformità edilizia e di agibilità la scheda tecnica descrittiva del manufatto edilizio realizzato.(art. 24). La scheda tecnica è sostituita da una sintetica asseverazione del tecnico abilitato in merito alla conformità tra l’opera realizzata e il progetto originario e all’osservanza dei requisiti tecnico-edilizi. Con altra modifica legislativa è stato chiarito che la norma di favore per il frazionamento dei fabbricati adibiti ad esercizio di impresa, prevista dall’art. 55 della l.r. 15/2013, non si applica alle strutture adibite ad uso ricettivo (alberghi e residenze turistico alberghiere), le quali rimangono sottoposte alla apposita normativa regionale che ne definisce le caratteristiche minime, i vincoli di destinazione e il divieto di frazionamento. Infine è stato precisato che l’entrata in vigore dal prossimo 28 gennaio 2014 delle definizioni tecniche uniformi (contenute nella DAL 279/2010), che hanno prevalenza sulle definizioni contenute negli strumenti urbanistici, non penalizza i titoli edilizi già presentati e quelli già richiesti prima di tale data, per i quali continuano ad applicarsi i parametri e le modalità di calcolo in base ai quali è stata elaborata la relativa progettazione edilizia (art. 12)

14 febbraio 2014

SPECIALE EDILIZIA

Future Build, focus su riqualificazione e Smart City Il Salone della Sostenibilità, a Parma Fiere fino al 16 febbraio, propone nuovi materiali e tecnologie e un ricco programma di iniziative rivolte sia ai tecnici che al cittadino Future Build Expo - il Salone della Sostenibilità a Parma Fiere fino al 16 febbraio - non è solo un momento espositivo (riqualificazione energetica degli edifici e Smart City i temi cardine) ma un evento con un ricco programma di iniziative rivolte sia ai tecnici che al cittadino. Oltre che aggiornarsi e visionare nuovi materiali, tecnologie e realizzazioni al passo coi tempi e con le esigenze legate all'efficienza energetica degli edifici, progettisti ed operatori del settore potranno usufruire della possibilità di una crescita professionale mediante una serie di iniziative convegnistiche, seminariali e didattiche che vedono la partecipazione di esperti di livello internazionale. Ai cittadini Future Build Expo fornisce indicazioni comportamentali per uno sviluppo sostenibile ed una assistenza gratuita su

possibili interventi/soluzioni per riqualificare e migliorare l’efficienza energetica delle abitazioni e degli edifici in genere. Future Build Smart Forum A latere della manifestazione Future Build sarà realizzato un

programma convegnistico di assoluto valore. Future Build Smart Forum è frutto del lavoro di un Comitato Scientifico costituito da esperti del mondo universitario, della ricerca e dei più importanti Enti di Certificazione del settore costruzioni.

“Riqualifica la Tua casa” Durante la manifestazione un gruppo di progettisti affermati sarà a disposizione del pubblico, in particolare privati ed amministratori condominiali, per offrire loro una assistenza gratuita su possibili interventi/soluzioni per riqualificare e migliorare l’efficienza energetica di abitazioni ed edifici in genere. La mostra: “ Smart & Green Life” Ciascuno di noi è chiamato a comportamenti responsabili nell’utilizzo dell’energia, dell’acqua, del legno e delle risorse naturali in genere. La mostra “Smart & Green - Life"intende individuare gli strumenti più usuali che sono a disposizione di ciascuno di noi per concorrere ad uno sviluppo sostenibile. Aree espositive tematiche Su temi di grande attualità


14 febbraio 2014

SPECIALE EDILIZIA

Corriere Padano

15

Formazione, scudo per chi lavora Scuola Edile, all’insegna della specializzazione i corsi 2014 COSTANZA ALBERICI

“Future Build Expò” ha previsto aree espositive rivolte ad imprese che offrono prodotti e servizi in ambiti specifici. E’ il caso delle Aree denominate “Future Condominio” e “Future Smart City”. Future Condominio E’un area dedicata a prodotti e servizi per riqualificare questa tipologia di edifici. La maggior parte dei condomini costruiti prima del 1980 si caratterizza per coperture ed involucro edilizio privo di materiali isolanti, di infissi in legno o in metallo a volte deformati con vetri sottili e mono-strato, la presenza di impianti di riscaldamento spesso centralizza e comunque inadeguati. Questi fattori hanno portato ad una consistente perdita di valore degli immobili e per chi li abita a spese di gestione insostenibili specie per le grandi metra-

ture. Se non si interviene si rischia di assistere al degrado dell’immobile. Future Smart City Le città del futuro devono diventare più intelligenti nella gestione delle infrastrutture e dei servizi per soddisfare i bisogni dei cittadini e delle imprese. Si rende necessario pianificare uno sviluppo urbanistico, economico e sociale sostenibile e razionale. In questo senso occorre intervenire a livello di Smart Building (costruzione di eco-quartieri, verde pubblico ecc.) utilities intelligenti (elettricità, riscaldamento, acqua, rifuti, trasporto ecc) ed infrastrutture di comunicazione (reti dati, internet, social network ecc.). Future Smart City è un’area dove imprese con specifici know how in questo settore si propongono ad amministrazioni pubbliche.

La formazione come fattore fondamentale di conservazione, nel sistema legale dell’edilizia, di un numero rilevante di lavoratori: è quanto sottolineato recentemente dal Rapporto Formedil 2013 che, a livello nazionale, nota come occorra guardare al cantiere in modo diverso, andando oltre gli aspetti formali e concentrando l’attenzione sul reale svolgimento delle attività e delle relazioni, quanto mai complesse, che caratterizzano la produzione edilizia, sia essa civile che di infrastruttura. A livello locale tale esigenza non è meno sentita, e la Scuola Edile di Piacenza opera come ogni anno in questo senso. L’ampia offerta formativa copre vari ambiti di competenza del settore dell’edilizia seguendo le vigenti disposizioni di legge in materia: da corsi per chi opera con ponteggi alla gestione di rifiuti di amianto, la formazione 2014 è all’insegna della specializzazione. Tutte le informazioni relative alle lezioni (modalità di iscrizione, orari, scadenze e costi) sono disponibili sul sito www.scuolaedilepiacenza.it Tra i percorsi con partenza a breve, si segnala il corso rivolto ad addetti e tecnici per la bonifica d'amianto: la Regione Emilia Romagna ha infatti stabilito l’obbligo - per le aziende specializzate che attuano bonifiche - di assumere in via prioritaria personale con esperienza, che abbia il titolo di abilitazione rilasciato a seguito della partecipazione ad uno specifico corso. Informare e formare è in tal senso un obbligo previsto dalle leggi vigenti (D.Lgs. n. 277/91, L. n. 257/92, D.P.R. n. 8/8/94 e D.Lgs. n. 81/08)

a carico del datore di lavoro; il destinatario è il lavoratore che deve acquisire le opportune conoscenze al fine di evitare infortuni e malattie professionali. I corsi di formazione previsti dal D.P.R. n.

Ponteggi e gestione amianto: al cantiere si guarda in modo nuovo 8/8/94 e, nello specifico, della legislazione vigente in Emilia Romagna, hanno durata e contenuti diversi a seconda che siano articolati in livello operativo o gestionale (lavoratori o dirigenti). La for-

mazione presso la Scuola Edile di Piacenza si svolgerà a febbraio e marzo con cadenza bisettimanale, dalle ore 16.00 alle 20.00. A fine mese, sempre ogni due settimane, al via anche il corso di 32 ore per “Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza” (ai sensi dell’art. 37, 47 e 48 del D.Lgs. 81/08 coordinato con il D.Lgs. 106/09). Partirà invece a marzo il “corso ponteggio”, anch’esso della durata di 32 ore: come è noto il D.Lgs. 235/03, entrato in vigore il 19/07/05, prevede che ''i ponteggi siano montati, smontati o trasformati sotto la sorveglianza di un preposto ed ad opera di lavoratori che hanno ricevuto una formazione adeguata e mirata alle operazioni previste''.


Corriere Padano

14 febbraio 2014

16

CHI CERCA TROVA

I TUOI ANNUNCI COLLEZIONISMO

Vendo collezione completa del quotidiano “La Gazzetta dello Sport” dal 1978 al 2012, anche annate singole. Tel. 333.2493694 Appassionato acquista fumettidi tutti i tipi,ad esempio Kriminal, Satanik, Tex, Zagor, Supereroi ma anche altri. Contattatemi per dirmi cosa avete. Ritiro a domicilio. Ottime valutazioni. Guardate in soffitta !!! Contattare Marco al 335.7292086 Scambio diverse doppie figurine Disney della Conad per alcune figurine dei Puffi del Conad e degli Eroi dell'Esselunga. Tel. 3409327134 Marco ore pasti

ARREDAMENTO E COMPLEMENTI Vendo lavatrice 5 kg Ariston Aqualtis A++ seminuova perfettamente funzionante a 80 euro. Tel. 338.2448363 Mobili da soggiorno, divano letto e altro materiale causa trasloco, in ottimo stato, offro. Il prezzo lo fa chi ritira. Tel. 377.1038313 Calciobalilla biliardino da bar nuovo ancora imballato offro a euro 330. Tel. 340.3627516 Specchio con profilo in alluminio e mensola vendo a euro 15 ( foto disp. anche via mail) tel. 339-4714039 Vendesi libreria a 4 piani (H 185 x L 57 x P 26). Prodotto ITALIANO 100%. Robusta, compatta (con materiale truciolato) color noce. Solo 120 euro tratt. Tel. 320.0535067

ELETTRONICA ED INFORMATICA Cavetto usb per samsung tab NUOVO, vendo a soli 5 euro. 338 9031516 Vendo cellulare Lg u990 della 3 che si può usare con tutte le schede in ottimo stato completo della sua scatola,

manuale istruzioni e caricabatteria .vera occasione. Prezzo euro 50. Tel. 340.9327134 ore pasti. Vendo cellulareSamsung con lo sportellino, in buone condizioni, con bluetooth,vivavoce ecc. Euro 25. Vera occasione. Tel. 340.9327134 ore pasti Climatizzatore split con telecomando usato pochissimo, vendo euro 200. Tel. 333.2442068 Kit sigaretta elettronica composto da: 1 pacchetto caricabatterie- 5 filtri con atomizzatore integrato- 2 batterie- 1 cavo alimentazione usb- 1 caricabatterie a muro nuovo, ancora sigillato( foto disp. via mail) , euro 75 tel 339 4714039 ore pasti

ABBIGLIAMENTO E ACCESSORI Portasci magnetico per coppia di sci universale usato pochissimo, integro, made in italy,tuv, euro 25, 00 disponibile foto anche via mail- tel. 339-4714039 ore pasti

Timberland, scarponcino, originale,misura usa n. 9, corrisponde circa n. 42, euro 25 (foto anche via mail) tel 339 4714039 Doposci 2 paia, come nuovi, unisex, misure: 35/37 euro 13 e misura 39/41 euro 15( foto disp. anche via mail) tel. 339-4714039 Piuminod’oca da donna, con cappuccio staccabile e polsini staccabili in vero lapin, con anche cerniere laterali, come nuovo tel. 339-4714039 (foto anche via mail) Giaccone in montone, come nuovo, (foto disp. anche via mail) tel. 339 4714039 Tunica nera con cappuccio, da Carnevale, (foto disp. via mail) tel. 3394714039

VARIE

articolazioni. Tel. Maria338.8606890

Tel. 345.4937394

AFFITTO E VENDITA

LAVORO

Milano Zona Navigli (P.Ta Genova) affitto bellissimo attico bilocale+ n. 3 logge e box collegato, in nuovo contesto stile "vecchia milano" con giardino interno da cui si accede al box. Tranquillissimo. Offro a Manager o single per vivere a Milano in zona centrale ma tranquilla. Tel. 340-5437235 ore pasti Vendo bilocale in Gragnano, prezzo modico tratt. No agenzie. Tel. 335.7770480 Affitto app.to vic. Stazione Pc, 85 mq, 2 camere, soggiorno, cucinotto, bagno, cantina, a referenziati. Tel. 320.0779718

AMICIZIA E INCONTRI

Pranoterapeuta anche a domicilio. Non sono medico, non prescrivo cure o farmaci. Applico la mia energia particolarmente efficace per schiena e

Signora sessantenne, giovanile, amante di teatro e viaggi, conoscerebbe gentiluomo con veri valori umani e sani principi morali per relazione e magari convivenza. No perditempo.

Avviso ai lettori Ricordiamo che per il servizio di pubblicazione degli annunci la redazione non riceve alcun compenso sulle transazioni commerciali, non effettua vendite dirette, non è responsabile per la qualità, la provenienza o la veridicità delle inserzioni né dell'esito della transazione oggetto dell'inserzione stessa. Le richieste di inserzioni sono espressamente subordinate al consenso dell'Editore alla pubblicazione ed alla disponibilità di spazi La Direzione pertanto si riserva il diritto di modificare rispettando il messaggio, rifiutare o sospendere una inserzione a proprio insindacabile giudizio, nonché di effettuare dei controlli sull'inserzionista. L'editore non risponde per eventuali ritardi rispetto alla data indicata dall'inserzionista, o perdite causate dalla non pubblicazione dell'inserzione per qualunque motivo e non è responsabile per eventuali errori di stampa. Gli inserzionisti sono responsabili di quanto indicato nella richiesta di inserzione e sono obbligati a risarcire all'editore ogni pregiudizio, di qualsiasi tipo, eventualmente da esso sopportata in relazione all’inserzione commissionata ed al suo contenuto.

COME TRASMETTERE L’ANNUNCIO GRATUITO Compila in stampatello la cedola pubblicata a fianco e spediscila a: CORRIERE PADANO VIA XXIV MAGGIO, 4 29122 PIACENZA Oppure trasmettila via fax al numero: 0523 754369 Inoltre è possibile inviare una e-mail all’indirizzo: annunci@corrierepadano.it

Maestra elementare in pensione offresi per doposcuola e lezioni, prezzi modici. Tel. 333.2563467 Feste di compleanno a domicilio per bambini, a tema, con truccabimbi, intrattenimenti, sculture di palloncini e molto altro. Divertimento assicurato! Per info tel. 340.8823228 (Paola)

AUTO E MOTO

Acquisto moto usata o moto incidentata. Ritiro a domicilio. No scooter. Tel. 334.6748719 Vendo Kia Rio 2003 come nuova percorsi solo 40.000 km garantiti da unico proprietario, benzina euro 3, doppia gommatura, bollo fine agosto. Da vedere, euro 2.500 euro, collaudata nov. 2015. Tel. 333.6966141 Vendo gomme da neve e 4 gomme estive con cerchione 20 euro l’una. 165/65/13. Tel. 338.1447088

Corpad 14 02 2014  

Piacenza, il tuo futuro passa per le aree militari

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you