Page 1

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1983

Poste Italiane spa - Spedizione in a.p. - D.L. 353/2003 (conv.in l.27/02/2004 n.46) art. 1, comma 1 - DCB Pc

GIOVEDÌ 11 OTTOBRE 2012 - ANNO 30 N. 34 - EURO 0,20

Foti: “Pdl ancora necessario, disprezzo per le mele marce”

Pubblicità inferiore al 45% - Contiene IP www.corrierepadano.it

WEEKEND

Il parlamentare: “Si dia più spazio alle tante persone preparate e oneste” POLLASTRI A PAGINA 4

Solidarietà - Per l’importante anniversario apre il terzo padiglione del centro ‘Il Samaritano’

Caritas, 40 anni in aiuto: “Nuovi poveri in aumento”

Settimana caliente al Baciccia CORVI A PAGINA 7

A Piacenza, nel 2011, 1.487 persone si sono rivolte al Centro di Ascolto. Continua a crescere il numero di pasti serviti e di borse viveri consegnate. Convegno annuale sabato 13 ottobre Il 14 ottobre 1972 monsignor Manfredini sanciva la nascita della Caritas di Piacenza. Quarant’anni dopo, l’organismo diocesano continua ad essere un punto di riferimento, fornendo servizi imprescindibili in questa difficile congiuntura economica e stimolando le istituzioni a trovare risposte adeguate.

Casi moltiplicati, fenomeno trasversale

Curtis Lundy al Milestone

GAZZOLA A PAGINA 3

L’evento

CORVI A PAGINA 8

Pulcheria 2012, genio femminile ‘Di madre in figlia’ DOSSENA A PAGINA 5

Sport - Calcio

Lupa-Fiorenzuola, attesissimo derby allo stadio Garilli BALLERINI-DOPERNI A PAGINA 14

Violenza sulle donne, a +30% le chiamate a Telefono Rosa DOSSENA A PAGINA 5


Corriere Padano

2

11 ottobre 2012

VILLAGGIO GLOBALE

Economia - Pochi elementi per ritenere imminente una positiva inversione di tendenza

Potere d’acquisto giù, famiglie in difficoltà Lo rileva l'Istat, aggiungendo che la propensione al risparmio degli italiani è scesa nel 2011 all'8,8% dal 9,7% del 2010. Consumi, solo agosto frena il calo Il reddito disponibile delle famiglie consumatrici è aumentato in termini correnti dell'1,9%. Il relativo potere d'acquisto è diminuito dello 0,8%. Lo rileva l'Istat, spiegando che la propensione al risparmio delle famiglie è scesa all'8,8% (dal 9,7% del 2010). La spesa per consumi finali è cresciuta del 2,9%. Consumi giù - L'indicatore dei Consumi Confcommercio (ICC) segnala ad agosto una riduzione del 2,7% in termini tendenziali ed una crescita dello 0,2% rispetto al mese precedente mostrando, per il secondo mese consecutivo, una tenuta dei consumi. Un dato - spiega una nota della Confcommercio che evidenzia il tentativo delle famiglie di non comprimere il consumo oltre una certa soglia soprattutto nei mesi estivi, dopo una prima parte dell'anno in cui hanno registrato una sensibile riduzione del proprio reddito disponibile che si è tradotta in un netto calo della domanda. Il quadro attuale, tuttavia, continua ad essere caratterizzato da elementi che non portano a ritenere possibile, nel breve periodo, un'inversione di tendenza rispetto al profilo declinante che l'economia italiana sta seguendo dal terzo trimestre del 2011. Le modalità e la dimensione con cui questi impulsi si trasmetteranno al consumo, unitamente agli effetti negativi che potrebbero derivare dalle scadenze fiscali di fine anno sui comportamenti di spesa delle famiglie, rappresentano elementi che inducono a guardare con preoccupazione alla parte finale dell'anno. Stando alle

prime stime di Confindustria, a settembre la produzione industriale ha registrato una diminuzione dello 0,3% in termini congiunturali; in ridimensionamento sono risultati, nello stesso mese, gli ordinativi (-0,6%). La stabilizzazione dei consumi registrata a luglio ed agosto appare in linea con un 'sentiment' delle famiglie che, pur attestato sui livelli minimi, evidenzia a settembre una tenuta. Nello stesso mese il clima di fiducia delle imprese ha registrato un deterioramento, determinato dal peggioramento delle aspettative degli imprenditori dei servizi, a segnalare come la crisi si sia ormai diffusa a tutti i settori.

Nei mesi estivi, in presenza di una stabilizzazione del tasso di disoccupazione e del numero di disoccupati, si sono registrate rilevanti riduzioni degli occupati. In particolare, ad agosto le persone impiegate nel processo produttivo hanno registrato una flessione di 75mila unità rispetto a luglio e di 80mila su base annua. Le ore autorizzate di CIG, pur registrando ad agosto un incremento meno significativo rispetto a quanto rilevato a luglio, segnalano nei primi otto mesi dell'anno, un aumento, rispetto all'analogo periodo del 2011, pari a circa il 10%, con punte del 45% per la ordinaria. La dinamica tendenziale dell'ICC di agosto riflette una diminuzione dell'1,4% della domanda relativa ai servizi e del 3,3% della spesa per i beni. In un contesto che ha visto per molti beni e servizi il permanere di una situazione di contrazione dei consumi rispetto all'analogo mese del 2011, a cui fanno eccezione solo i beni e servizi per le comunicazioni (+3,1%), le riduzioni più significative della domanda hanno interessato, come già accaduto nei mesi precedenti, la mobilità (-12,4%) e l'abbigliamento e le calzature (-4,3%). Sulla base delle dinamiche registrate dalle diverse variabili che concorrono alla formazione dei prezzi al consumo, per il mese di ottobre 2012 si stima una variazione congiunturale nulla dell'indice dei prezzi al consumo, con un tasso di crescita tendenziale pari al 2,6% in ridimensionamento dal 3,2% di settembre. (Agenzia Dire; www.dire.it)

IN BREVE Accorpamento Parma-Piacenza, sì della Regione a proposta Cal

La giunta dell’Emilia Romagna ha approvato la proposta di accorpamento, avanzata dal Cal (Consiglio delle autonomie locali), per il riordino territoriale previsto dalle nuove leggi nazionali: le Province di Parma e Piacenza daranno così vita a un nuovo e unico ente; allo stesso modo verranno accorpate Reggio Emilia e Modena. Le attuali province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini che creeranno la Provincia della Romagna; Ferrara, invece, manterrà la propria attuale dimensione geografica. La Provincia di Bologna, dal 1° gennaio 2014, si trasformerà in Città metropolitana. La Regione entro il 23 ottobre dovrà comunicare al Governo il piano di riordino. (c.a.)

Pertite, chiesta variante al Prg

Il Comitato Pertite ha chiesto una variante immediata nel piano regolatore vigente per rendere la Pertite area classificata a parco: è quanto avvenuto nell’incontro del 5 ottobre scorso a Palazzo Mercanti tra una decina di esponenti del Comitato Pertite e gli amministratori piacentini, il sindaco Paolo Dosi, gli assessori Silvio Bisotti (Pianificazione, Rigenerazione Urbana) e Luigi Rabuffi (Parchi), il consigliere Andrea Tagliaferri (Piacentini per Dosi). Nel prossimo incontro sarà chiarito se la variante anticipativa sia percorribile.

Commissioni consiliari, scelti i quattro presidenti

(co.al.) Si sono concluse le sedute di insediamento degli organismi consiliari permanenti del Comune di Piacenza: ultima in ordine temporale (il 5 ottobre) quella che ha visto eleggere Michele Bricchi (Pd) alla presidenza della commissione 4 “Sviluppo economico”. La presidenza della Commissione 1 (“Organizzazione istituzionale e sviluppo civile”) è stata affidata a Stefano Perrucci (Pd), quella della Commissione 2 (“Assetto e utilizzazione del territorio”) a Guglielmo Zucconi (Piacentini per Dosi), mentre la guida della 3 (“Servizi sociali”) è andata a Giulia Piroli (Pd).

Profughi, 1500 euro e un biglietto per il viaggio di ritorno

(c.a.) Un biglietto per il viaggio di rientro e 1.500 euro: questa l’offerta per i profughi presentata all’interno di un vertice in municipio a Calendasco, convocato dal sindaco Francesco Zangrandi dopo i disordini del 3 ottobre scorso creati dai 21 profughi ospiti dell’ostello “Le tre corone”, che hanno protestato contro la decisione del Governo di porre fine alla fase di emergenza il 31 dicembre prossimo, con conseguente interruzione del finanziamento statale. L’iniziativa del comune di Calendasco si pone nell’ottica di reinserimento dei profughi nella loro terra d’origine con una base economica di 1.500 euro, pari ad un anno di lavoro in Paesi come Tunisia e Nigeria.

A Piacenza 14 medici da tutto il mondo Nella nostra città per un corso di aggiornamento sulla chirurgia dell’orecchio alla Clinica Piacenza “Sono qui per imparare le migliori tecniche chirurgiche e acquisire la maggiore quantità di informazioni riguardanti l’anatomia chirurgica dell’osso temporale. E’ un’attività formativa che non ha eguali in Europa”. A parlare è il dottor Hiroshi Ogawa, professore della Medical University di Fukushima (Giappone): è tra i partecipanti del “Corso di Anatomia Chirurgica dell’Orecchio Medio” in corso in questi giorni nei laboratori del Gruppo Otologico della Casa di Cura Piacenza. La nostra città sta ospitando in questi giorni 14 medici provenienti, oltre che dal Giappone, dall’India, Arabia Saudita, Croazia e Polonia. Dal 1992, otologi e neu-

rochirurghi di ogni parte del mondo partecipano a lezioni teoriche e di simulazione anatomica degli interventi, all’interno di una struttura tra le più riconosciute al mondo. Grazie alla collaborazione con A.I.N.O.T. (Associazione Italiana Neuro O-

tologica) ogni anno vengono inoltre sovvenzionate borse di studio di 12 mesi rivolte a medici italiani e stranieri, allo scopo di approfondire le tecniche più avanzate nella cura delle patologie dell’orecchio e dei tumori della base del cranio. Un’inizia-

tiva molto diffusa all’estero, ma praticamente inesistente in Italia, nonostante possa contribuire a preparare giovani praticanti per ricoprire le posizioni più rinomate in Università e ospedali d’origine. Con gli oltre 26mila pazienti operati dalla sua fondazione nel 1982, il polo di ricerca piacentino contribuisce con la sua attività in campo scientifico ad incrementare il prestigio della medicina italiana in campo internazionale. Il team diretto dal dottor Mario Sanna è composto da undici professionisti che affiancheranno i corsisti anche il prossimo novembre, quando il focus delle lezioni sarà incentrato sulla base cranica.

Prima su internet poi dal dottore: così si cura il malato italiano 2.0 Quando si presenta un problema di salute, per il 73,2% degli italiani è più importante capire che cosa sta succedendo, piuttosto che trovare subito il rimedio più efficace (26,8%). Si tratta di un dato in aumento (nel 2006 la pensava così il 64,9%), che testimonia la crescente responsabilizzazione sanitaria individuale e la maggiore partecipazione del singolo al percorso diagnostico e terapeutico. Questi sono alcuni dei risultati di una ricerca realizzata dal Censis nell’ambito delle attività del Forum per la Ricerca Biomedica, presentata a Roma da Ketty Vaccaro, responsabile del settore Welfare del Censis, Carla Collicelli e Giuseppe De Rita, vicedirettore e presidente del Censis. Secondo l'indagine, oggi gli italiani si definiscono in maggioranza (il 59,7%) molto o abbastanza informati sui temi sanitari. La principale fonte del proprio bagaglio di conoscenze è il medico di medicina generale (per il 55,6%), segue internet (10,8%), i familiari e gli amici (10,1%), la televisione (5,9%), il medico specialista (5,8%), il farmacista (4%) e la carta stampata (3,6%). Utilizza la rete per ottenere informazioni sulla salute il 32,4% degli italiani. Di questi, il 90,4% effettua ricerche su specifiche patologie, il 58,6% cerca medici e strutture cui rivolgersi, il 15,4% prenota visite ed esami attraverso la rete, il 13,9% frequenta chat, forum e web community dedicate ai temi sanitari per lo scambio di informazioni ed esperienze, il 2,8% (che corrisponde solo allo 0,9% degli italiani) acquista farmaci online. (Agenzia Dire, www.dire.it)

Troppe automobili, l’Italia non respira più “Il tasso di motorizzazione dei veicoli privati nel paese è passato da circa 501 autovetture ogni 1000 abitanti nel 1991 a circa 606 nel 2010: l’Italia rimane uno dei paesi con più alto numero di autovetture procapite. Nel periodo 2006-2010, però, il numero di autovetture private ogni 1000 abitanti nelle 51 città è diminuito nel 60% dei comuni (soprattutto Centro-Nord), ma è aumentato invece nel 40% dei comuni (principalmente Sud e Isole)”. Lo attesta l’ottava edizione del 'Rapporto sulla qualità dell’ambiente urbano' presentato a Roma dall'Ispra, che censisce 51 comuni capoluogo e che è stato realizzato dal Sistema Nazionale per la Protezione dell'Ambiente. La mobilità è ovviamente un importante fattore di pressione per la qualità dell'aria, “che vede note dolenti specie nel Nord Italia e per il PM10, con le città del bacino padano che hanno registrato frequenti superamenti del valore limite giornaliero”, si legge nel Rapporto. Per quanto riguarda le strategie di risposta, “un importante segnale è la crescente consapevolezza con cui le città italiane affrontano i cambiamenti climatici e i rischi per la salute ed economici che ne derivano”. Per le piste ciclabili “si mantiene il divario tra il Nord e il Sud del Paese”. La regione più virtuosa “è l'Emilia Romagna, con 8 tra le prime 10 città per metri di piste ciclabili ogni 1000 abitanti”. Il valore più elevato “si registra a Reggio Emilia con 1026 metri di piste ciclabili per 1000 abitanti mentre, tra le grandi città, Roma e Milano registrano bassi valori dell'indicatore. (Agenzia Dire, www.dire.it)


11 ottobre 2012

Corriere Padano

3

IN PRIMO PIANO 40 anni di solidarietà - Per l’importante anniversario l’apertura del terzo padiglione del centro ‘Il Samaritano’

Caritas, nuovi poveri in aumento 1.487 persone al Centro di Ascolto. In crescita i pasti serviti e le borse viveri consegnate no in una situazione di autosufficienza. Sono i cosiddetti 'nuovi poveri', che pur avendo un reddito da lavoro non riescono a provvedere ai bisogni del proprio nucleo familiare. ‘Il campanello d’allarme – spiega Don Chiodaroli - sono le famiglie monoreddito colpite dalla disoccupazione e nelle quali spesso insorgono devastanti fattori psicologici che comportano grande fragilità e minano la fiducia nel futuro’.

FRANCESCA GAZZOLA Quarant'anni di prezioso aiuto al territorio e di sostegno indiscusso a chi ha avuto bisogno di una mano per potersi rialzare. Un punto di riferimento fondamentale per migliaia di persone che in questi anni hanno beneficiato dei tanti servizi che offre. Da quel lontano 14 ottobre 1972 - data in cui mons. Manfredini ne sanciva la nascita - tanta strada è stata fatta ed oggi la Caritas di Piacenza si prepara a celebrare 40 anni di attività. La giornata di festa - che si svolgerà sabato 13 ottobre - rappresenterà la giusta occasione per raccontare un cammino importante, quello di una realtà che ha accompagnato passo dopo passo l'evolversi della società e con essa l'emergere di nuove difficoltà. In questi anni la Caritas piacentina è riuscita ad intercettare i bisogni di nuove fasce della popolazione attraverso la sperimentazione di servizi puntuali: a questo proposito proprio sabato 13 ottobre verrà presentato alla città il nuovo Centro ‘Il Samaritano’ (di fronte alla sede centrale di via Giordani 21) che si compone di tre padiglioni, due dei quali già attivi da ottobre 2011 e riservati al guardaroba e alla raccolta dei generi alimentari. Il terzo, recentemente ristrutturato ospiterà il convegno 'Va' dai tuoi fratelli' che apre le celebrazioni del 40esimo: insieme a Don Giu-

terà in futuro.

seppe Chiodaroli, direttore di Caritas Piacenza da settembre 2008 e al vescovo Gianni Ambrosio interverrà mons. Giancarlo Perego, dal 2009 direttore della Fondazione Migrantes. Durante la giornata verranno presentate le nuove attività e i laboratori che il terzo padiglione ospi-

Le nuove emergenze Oggi la Caritas si trova ad affrontare nuove situazioni di emergenza che accomunano anche diverse famiglie piacentine che solo qualche anno fa viveva-

Sabato 13 il convegno “Va’ dai tuoi fratelli” Le celebrazioni per il 40esimo della Caritas Diocesiana di Piacenza e Bobbio svolgeranno sabato 13 ottobre presso il nuovo Centro Il Samaritano (di fronte alla sede in via Giordani 12) che verrà inaugurato (ore 9) con benedizione del vescovo Gianni Ambrosio. 'Và dai miei fratelli' sarà il tema del convegno annuale delle Caritas parrocchiali (ore9,30): interverranno il direttore di Caritas, Don Giuseppe Chiodaroli (che evidenzierà la funzione educativa della Caritas) e il vescovo di Piacenza, mons. Gianni

Ambrosio che esporrà la relazione 'La fede che si rende operosa per mezzo della carità', (che segnerà l'avvio dell'Anno pastorale nel 50esimo del Concilio Vaticano II con celebrazione domenica 14 ottobre in Duomo). Verrà proiettato un filmato realizzato insieme al Servizio Multimedia per la Pastorale sui 'Quarant'anni di storia della Caritas’ attraverso testimonianze video. Ospite della giornata sarà mons.Giancarlo Perego, direttore di Migrantes e dal 2002 al servizio della Caritas Italiana che porrà una

Le “Famiglie Salva Energia” contro le cattive abitudini Anche a Piacenza l’iniziativa per ridurre le emissioni di gas serra Al via anche a Piacenza l’iniziativa “Famiglie Salva Energia”: un progetto europeo che intende premiare il risparmio energetico (per l’energia elettrica e il riscaldamento) e la riduzione delle emissioni di gas serra dei nuclei familiari, agendo solamente sulle abitudini che incidono su questi consumi. Si tratta di un vero e proprio concorso cui possono partecipare le famiglie residenti nel comune di Piacenza, riunite in gruppi costituiti da più unità abitative distinte. Il concorso è a livello comunale, nazionale ed europeo: i migliori tre gruppi nazionali verranno premiati a Bruxelles; un’ulteriore premiazione sarà riservata ai tre giudicati migliori a livello europeo. La gara si svolge dal primo dicembre 2012 al 31 marzo 2013: come spiegato nel bando, verrà erogato un contributo economico ai gruppi che avranno conseguito almeno il 9% di risparmio energetico rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente. I nuclei familiari appartenenti a tali gruppi verranno premiati con un contributo in base alla riduzione delle emissioni di CO2; ogni nucleo del gruppo riceverà fino a un massimo di mille euro. La somma totale messa a disposizione dal Comune è di 29.600 euro. L’adesione è gratuita ed è possibile farne richiesta entro il 7 novembre; prima dell’inizio della gara, saranno orga-

riflessione su 'La Caritas ieri ed oggi: quarant'anni di cammino di Chiesa nella società', con dibattito a seguire. Nel pomeriggio spettacolo teatrale per bambini 'Il gatto con gli stivali' (15,30-18) a cura del Teatro Gioco Vita. Verrà presentata la nuova iniziativa rivolta alle scuole 'Adotta la Mensa della fraternità' con possibilità di donare un pasto (al mese o alla settimana) alla mensa della Caritas in via S.Vincenzo. Chi lo vorrà potrà visitare la struttura dalle 15 alle 17. fg

La crescita dei servizi Con la crisi aumenta la richiesta di servizi: ‘Consegniamo quasi 400 borse viveri ogni mese ed eroghiamo 120 pasti al giorno alla Mensa della fraternità', aggiunge Don Chiodaroli. Sono in crescita le persone che si rivolgono al Centro di Ascolto Caritas (nel 2011 sono state 1.487) e alla Mensa della Fraternità che ha erogato lo scorso anno 29.882 pasti. 107 le persone accolte nella Casa di prima accoglienza G.B.Scalabrini, oltre 4 mila gli ingressi al Centro diurno ‘Il Quadrifoglio’ e 1.200 gli interventi offerti dall'ambulatorio medico Santa Caterina. Sono state 2mila le adozioni a distanza e 200 le persone ascoltate e sostenute nel carcere di Piacenza.

Nelle foto, don Chiodaroli e il centro ‘Il Samaritano’

Piacenza, meno incidenti sul lavoro ma più malattie professionali Secondo i dati dell’Inail nel piacentino gli infortuni sul posto di lavoro hanno registrato un calo nel 2011 rispetto all’anno precedente pari al 7,3 per cento (5.441 gli incidenti denunciati nel 2011 contro i 5.872 del 2010), anche se il dato andrà rapportato alle ore lavorate, in diminuzione rispetto a due anni fa. Il report dell’Inail sarà presentato ufficialmente tra qualche settimana ma i dati finora diffusi registrano una diminuzione anche degli incidenti mortali, passati da 6 a 4. Aumentano invece le malattie professionali, che conoscono un +21,3 per cento. Nel settore dell’agricoltura si sono registrati, nel 2011, 480 infortuni, in calo del 7,3 per cento rispetto al 2010; diminuiti anche quelli del settore industria e servi-

zi, con un - 7,1 per cento, essendo passati – dal 2010 al 2011 – da 5.177 a 4.811. c.a.

Il ricordo del tassista piacentino assassinato nel 2001 nizzati appositi incontri formativi. Il bando e tutte le informazioni aggiuntive sono disponibili all’indirizzo web2.comune.piacenza.it/ambiente/iniziative Costanza Alberici

Avis: donatori stranieri al 4,27% del totale, in aumento dell’11,75% nel corso del 2011 (c.a.) Cresce il numero di donatori di stranieri all’Avis: sul piacentino rappresentano il 4,27 per cento dei donatori iscritti attivi. Nel 2011 sono aumentati dell’11,75 per cento rispetto all’anno precedente, passando da 332 a 371; al 30 settembre 2012 il numero ha raggiunto quota 397 (+7 per cento rispetto al dato del 2011). Per la maggior parte si tratta

di persone tra i 35 e i 45 anni provenienti da Marocco, Romania, Albania e Sudamerica. In calo invece i donatori di sangue piacentini, che diminuiscono del 2,5 per cento. Questi i dati emersi nell’incontro di sabato 6 ottobre dal titolo “Donatori senza confini” svoltosi presso il Centro per le Famiglie, organizzato dall’Avis provinciale di Piacenza.

Cavalcaferrovia intitolato a Davide Tagliaferri (a.d) Stava accompagnando con il suo taxi l’uomo, appena uscito di prigione, che gli sparò e lo uccise impossessandosi del mezzo. Questa l’atroce fine del tassista piacentino Davide Tagliaferri, assassinato nel 2001 a soli 30 anni mentre svolgeva il suo lavoro: alla sua memoria è stato intitolato il nuovo calvalcaferrovia cittadino.


Corriere Padano

11 ottobre 2012

4

ATTUALITÀ POLITICA

L’intervista - Le difficoltà della più grande forza del centrodestra viste da Piacenza

Foti: “Pdl necessario, via le mele marce” Il parlamentare non nega “clamorosi errori”, ma rilancia: “Nel partito tante persone preparate e oneste, si dia loro la chance di battersi alle elezioni” MARCELLO POLLASTRI Non nega una serie di “clamorosi errori”, come quelli commessi dalla classe dirigente della Regione Lazio. E nemmeno che ci sia bisogno di un rinnovamento. Ma, al contempo, ritiene che non tutto il Pdl sia da buttare. Anzi, che il centrodestra abbia bisogno del Pdl “per costruire un’alternativa alla sinistra che avanza”. Nel bel mezzo degli scandali che stanno investendo la politica italiana, il parlamentare Tommaso Foti spiega al Corriere Padano “dipingere il PdL come un'associazione a delinquere anziche' un movimento politico di massa - proprio per questo non immune dai virus della stessa , ivi compresa la corruzione serve solo a dare corpo e fiato all'antipolitica”. “Un'antipolitica che – prosegue Foti - e' bene dirlo non avversa, come sarebbe giusto, la cattiva politica o le risultanze della stessa, ma la politica in quanto tale. A leggere certi giornali - anche quelli che dovrebbero essere vicini al centrodestra e che invece si limitano ad esserne i fustigatori - il PdL e' oggi una sorta di “bad company” da cui Berlusconi dovrebbe prendere le distanze dando vita ad una sua lista personale”. Non solo, ma anche le reti Mediaset (e' il caso di “Quinta colonna”, il talk show di Paolo

Del Debbio) sembrano essere tornate a cavalcare l'antipolitica, cosi come - all'inizio degli anni novanta – mitizzarono "mani pulite". “Personalmente dubito –prosegue Foti che queste strategie siano utili per riportare i moderati alla guida del Governo nel 2013 e che, tanto meno, possano servire a favorire una loro unitaria discesa in campo (un po' per celia, un po’ per non morir) indispensabile per sbarrare la strada del potere alla

sinistra “rosso antico” di Bersani e Vendola, o meglio della Camusso e di Landini. E' indubbio che le reiterate ed inqualificabili persecuzioni giudiziarie cui e' stato sottoposto, hanno alla fine lasciato un segno su Berlusconi, anche per effetto di un'indegna attività di sistematica denigrazione da parte dei media”. Proprio per tali ragioni Berlusconi si sta chiedendo se una sua eventuale ridiscesa in campo favorisca o meno la costruzio-

ne di una coalizione in grado di competere con la sinistra. “Se e' infatti certo che Berlusconi e' l'unico leader in grado di ridare slancio al PdL, e' anche vero che la sua ridiscesa in campo fornirebbe ai vari Casini e Montezemolo l'alibi per continuare a giocare una partita sempre più politicamente equivoca, nella speranza di potere essere loro, ad urne chiuse, a dare le carte. Ma proprio per questo e' necessario che il PdL smascheri il bluff,

mettendo Casini e Montezemolo con le spalle al muro, offrendo loro pari dignità ed uguali opportunità nel processo di rifondazione e di guida dell'area moderata. Non solo, ma proprio perché considero il PdL essenziale per dare vita ad una credibile, anche sotto il profilo numerico, coalizione di centrodestra, e' doveroso che lo stesso ammetta alcuni clamorosi errori, che tanto sconcerto hanno creato tra i suoi elettori. Non si può nega-

Dove tagliare? Il Comune cerca idee Piacentini occhio allo spreco. Una “spending review nostrana e partecipata” come anticamera della stesura del prossimo bilancio previsionale 2013. Dall’8 al 31 ottobre, l’amministrazione comunale raccoglierà proposte e suggerimenti dei cittadini in materia di contenimento della spesa pubblica, razionalizzazione nell’uso delle strutture e dei mezzi dell’ente, miglioramento delle funzionalità organizzative. Mentre da ogni dove si grida allo scandalo per le spese pazze della casta (vedi Regione Lazio e non solo),il Comune ha deciso di coinvolgere la collettività nel segnalare idee e consigli per il contrasto a eventuali fonti di spreco e la riduzione dei costi, suddividendo in dieci aree tematiche gli argomenti su cui i cittadini potranno far sentire

la propria voce: gestione degli uffici e delle strutture comunali; risparmio energetico; nidi e servizi d’infanzia, scuole; funzionamento dei servizi alla persona; edilizia residenziale pubblica; lavoro, imprese e commercio; opere pubbliche e viabilità; servizi culturali; altri servizi erogati dal Comune; altri temi. “Siamo consapevoli di dover spendere al meglio le risorse dei contribuenti – ha detto l’assessore al Bilancio Pierangelo Romersi - per questo abbiamo in mente un piano triennale di razionalizzazione delle spese. Vogliamo dare questa opportunità ai cittadini: che ci segnalino spese sbagliate, spese da rimodulare, comportamenti virtuosi per ridurre i volumi di spesa e per indirizzarli al meglio. Comunque sia un percorso lo metteremo comunque in atto, ma riteniamo

utile e giusto aprire questo canale”. Romersi ha parlato anche di passaggio culturale: per i cittadini aumentare il proprio senso di responsabilità e per il Comune attuare nuovi comportamenti. I cittadini interessati potranno far pervenire i propri commenti in due modalità: on line, accedendo all’apposita sezione del sito www.comune.piacenza.itdedicata alla partecipazione (Piacenza Partecipa), con un link in evidenza già nella home page, oppure compilando i moduli cartacei e consegnandoli entro il 31 ottobre agli sportelli Quinfo-Urp di piazza Cavlli o agli sportelli Quic in viale Beverora. Al sondaggio potranno anche partecipare i dipendenti comunali attraverso la rete Intranet. Marcello Pollastri

LO SPUNTO

re infatti che, per troppi anni, si e' lasciato che i problemi organizzativi e della qualità della classe dirigente marcissero, a partire dal Lazio. C'era bisogno davvero dei giroconti di Fiorito, dei Suv e delle feste in maschera (sbattute in prima pagina) per capire che “c'era del marcio in Danimarca”? E che dire dell'errore di delegittimare un bravo e credibile ministro dell'Economia come Giulio Tremonti, chegodeva della fiducia dei mercati?. Cio' premesso, va ribadito che Berlusconi, come imprenditore e come statista, ha agito sempre e comunque nell'interesse dell'Italia e dobbiamo essergliene grati. Ma anche Berlusconi non deve dimenticare che - a prescindere da alcune mele marce che meritano solo e tanto disprezzo, oltre che un'immediata espulsione - nel PdL ci sono tante brave persone, serie, preparate e oneste che nelle assemblee elettive e sul territorio fanno meritoriamente il proprio dovere. Non e' forse giunto il momento questa sì che sarebbe una rivoluzione meritocratica - di dar loro la possibilità di battersi alle imminenti elezioni politiche, in luogo di cavallerizze e cavalieri più servi che serventi?”. Nella foto il coordinatore provinciale del Pdl, l’onorevole Tommaso Foti

DI VITANGELO MOSCARDA

Per Piacenza la sfida è ora il ‘digital divide’ Alla fine Bologna ha dato il via libera all'indicazione della conferenza delle autonomie locali detto volgarmente Cal. Il progetto di accorpamento di Piacenza con Parma procede. Ma non abbiamo ancora sotto mano nulla di concreto. Bologna, Piacenza o Parma, infatti, non hanno spiegato che cosa succederà ai servizi e alle necessità delle persone. Intanto non sarebbe male capire, già ora, ( indispensabile se il progetto dovrà essere completato entro l'anno) che fine faranno i dipendenti della provincia. Poco meno di 400 persone a cui nessuno dà risposte precise e concrete. Una speranza in fondo resta. Se dalle cose negative bisogna trarre sempre qualcosa di buono per non disperdere mai le esperienze vissute, facciamo in modo che questa possa essere l'occasione per sburocratizzare la nostra vita quotidiana e per metterci nelle condizioni di poter svolgere on line gran parte delle funzioni che non saranno più a disposizione sotto l'uscio di casa. Un’amministrazione avviata sulla strada dello scioglimento, questo dovrebbe impegnarsi a fare. Invece sono le strategie per ritagliarsi un angolo di potere nella nuovo schema a tenere banco. Un obbiettivo di minima che importa solo a pochi. Impegnatevi, politici in via di cancellazione, al progetto digitale (ma vero questa volta) del nostro territorio e il vostro sacrificio non sara' stato vano! Altrimenti il divario, non solo quello “digital”, si consoliderà e diverrà incolmabile.Provocazioni, parole al vento. Per anni abbiamo visto sbandierare i co-

siddetti progetti per mettere in rete ogni più sperduto angolo della provincia. Bufala. Parole al vento e soldi spesi, copiosi, per un risultato deludente. L’affiancamento a Parma, più avanti di noi, non potrebbe che essere salutare. Se almeno i piacentini sapessero porsi con umiltà di fronte alle cose e, con umiltà, mettersi in condizioni di apprendere dagli altri quello che loro hanno di meglio! Retorico auspicio. Piacenza ha paura delle svolte, teme i cambiamenti. Per pigrizia? Per storia? Per troppi interessi consolidati? Perche' troppo vecchia? Forse per tutti questi motivi. Fatto sta che si assiste al continuo piagnisteo, perderemo questo, perderemo quello... E intanto il tempo passa e non chiariamo a noi stessi che cosa vogliamo

domani...Ora è iniziata anche la radiografia del tessuto degli enti collaterali presenti territorialmente in ogni provincia. Ma quando Piacenza non sara' più provincia che cosa succederà? Resteranno comunque uffici di rappresentanza per sbrigare le pratiche più urgenti? Ma in quel caso quale sarebbe il risparmio visto che una sede, pur ridimensionata, uno straccio di bolletta del gas la produrrà, idem per luce telefono, insomma spese vive. Agricoltura, lavoro, strade, formazione professionale, ambiente chi avrà la supervisione su questi argomenti che difficilmente potranno essere spezzettati nei singoli comuni. e cosa succederà se un comune prende una decisione che va cozzare con gli interessi degli altri confinanti? E poi l'ambiente non può essere relegato in ambito così ristretto come quello comunale. Infatti ciò che faccio a casa mia ha per forza effetti su casa tua. Ma la grande strategia istituzionale pensata per mettere in riga gli italiani questo non lo dice. Nel limbo. Allora, invece di continuare a fare i catastrofisti e comportarci come vittime designate da consumare sull’altare di Parma, sarebbe più utile avviare un percorso di conoscenza e monitorare attentamente gli sviluppi del percorso amministrativo attraverso rapporti equilibrati con le istituzioni e tutta la rappresentanza della società parmense. Si ricaverebbe certamente materiale ed informazioni indispensabili per immaginare uno straccio di futuro per il nostro territorio e le comunità che ci vivono.


11 ottobre 2012

Corriere Padano

5

ATTUALITÀ L’allarme - I dati tra gennaio e fine agosto confermano una drammatica realtà

Violenza sulle donne, richieste d’aiuto a +30% Telefono Rosa di Piacenza subissato di chiamate, la presidente Scardi: “C’è più consapevolezza da parte delle vittime, e si moltiplicano i casi” problema della violenza da parte delle donne, che trovano più spesso la forza di telefonarci o di denunciare rendendo pubblico ciò che non può restare un fatto privato, ma - spiega la presidente

ANDREA DOSSENA Il totale di telefonate giunte al Telefono Rosa di Piacenza dal primo gennaio al 31 agosto scorso è superiore del 30% rispetto a quello dello stesso periodo del 2011. Il dato - impressionante - è fornito dall’avvocato Donatella Scardi, presidente della sede piacentina dell’associazione che aiuta le donne che abbiano subito violenza fisica, psicologica, economica, sessuale, mobbing e stalking o che attraversino un particolare momento di difficoltà.

Telefono Rosa, 157 le donne seguite Se a livello nazionale la violenza sulle donne ha assunto da tempo proporzioni assolutamente drammatiche (da inizio 2012 sono già oltre settanta le donne uccise, spesso in situazioni maturate nel circuito famigliare), anche a Piacenza il compito delle volontarie di Telefono Rosa è sempre più impegnativo.

di evidentemente estese e di natura culturale, ma sul ‘cosa fare’ l’avvocato Scardi ha idee molto chiare: “Per un futuro diverso occorre partire dalla formazione nelle scuole, ma occorre rendere subito

”Bisogna partire dalla formazione fin dalle scuole, ma le leggi devono poter produrre effetti più rapidamente” “Attualmente - spiega l’avvocato Scardi - seguiamo 157 donne. 107 sono venute a colloquio dal primo gennaio al 31 agosto 2012 ed hanno poi intrapreso un percorso per uscire dalla situazione di violenza, le altre 50 stanno proseguendo il percorso iniziato negli anni precedenti. Preoccupa - rimarca la presidente pure il numero di telefonate che arrivano anche fuori dagli orari di presenza delle volontarie: sono già centinaia da inizio 2012, e il totale com-

plessivo - ad oggi - è del 30% più alto che nel 2011”. Se tra 1999/2000 e 2009 il numero di chiamate era più o meno costante (circa 400 l’anno), all’introduzione del reato di stalking (nel 2009) aveva fatto seguito un incremento di richieste d’aiuto del 15% poi stabilizzatosi tra 2010 e 2011, ma ora il +30% impone alle istituzioni e a tutti i cittadini una riflessione ancora più profonda e azioni più efficaci: “E’ aumentata la consapevolezza del

Scardi - sta anche crescendo il numero di fatti di violenza in tutta Italia”.

Trasversalità, problema in più Fattore complicante è che non esiste assolutamente un ambiente-tipo per la violenza sulle donne: “Il fenomeno - ricorda la presidente di Telefono Rosa - è assolutamente trasversale a ceti e nazionalità, tanto che il 70% dei casi riguarda donne italiane”. Le radici profonde di questa situazione sono quin-

‘Di madre in figlia’ a Pulcheria Piera Degli Esposti ospite più attesa dell’edizione 2012 della kermesse al femminile, che aiuterà ’Telefono Rosa’ con una cena nel segno delle eccellenze piacentine “Di madre in figlia” è il titolo dell’edizione 2012 di “Pulcheria. Donne, talenti, professioni” in programma dal 12 al 15 ottobre a Piacenza. Il filo conduttore allude come ha spiegato il direttore artistico della kermesse, Paola Pedrazzini - alle eredità (cromosomica e di saperi) che si trasferiscono nel tempo: non a caso ci saranno incontri con pioniere del pensiero in rosa. Ma veniamo al programma. Venerdì 12 alle 17.30, nella serra neogotica di Palazzo Ghizzoni Nasalli (v.lo Serafini 12), “Più o meno argento e sono sempre io”: la Galleria Il Lepre presenta le artiste Elisabetta Casella (mobili e decori) e Monica Bellonzi (fotografie). Apertura fino al 17 (10.30-12.30, 16.00-19.00). Sempre venerdì 12 - ma alle 21 all’Auditorium S. Ilario - di via Garibaldi 17 “I sogni sono l’inizio di tutto”, video di Roberto Dassoni e Sarah Patanè con Manuela Fugazza: è la storia di una donna che nella vita e sul ring ha saputo combattere per i propri sogni. A seguire ne discuteranno gli autori, Manuela Fugazza (pugile ed insegnante di kick boxing), Giorgia Milani (architetto e istruttore di jujitsu e difesa personale), Paola Frattola (psicologa psicoterapeuta e sportiva), Antonella Ciocchi (insegnante di educazione fisica). Modera la giornalista Barbara Tondini. Sabato 13 dalle 10.30 alle 12.30 (sempre all’Auditorium Sant'Ilario) “Le banche del tempo nei tempi di recessione”, convegno dedicato al sistema in cui le persone si scambiano attività, servizi e saperi, donando il proprio tempo agli altri, ricevendo in cambio non denaro ma altro tempo. Sempre sabato, dalle 9.30 alle 12.45 e dalle 14 alle 16.45 in Biblioteca Passerini Landi, “Laboratorio di autobiografia”, itinerario di scritture di donne con frammenti autobiografici sull’essere figlie e sull’essere madri con Silva Tiranti e Nadia Lattuada (Libera Università dell’autobiografia di Anghiari). Un laboratorio affascinante per accompagnare le partecipanti alla

narrazione e scrittura di sé e alla riflessione sul ruolo di figlia e di madre. Ancora sabato 13 alle 18, alla Galleria Nuovo Spazio (via Calzolai 24), “Interne attese” con inaugurazione della personale di Tina Sgrò. Apertura fino all’8 novembre (9:30-12:30 15:30-19:00). Nella serata del 13, alle 21 nella Sala dei Teatini in via Scalabrini, la straordinaria Piera Degli Esposti (nella foto) sarà protagonista di un “Viaggio nella poesia al femminile” con testi di Saffo, Emily Dickinson, Marina Cvetaeva, Patrizia Cavalli, Dacia Maraini e accompagnamento dal vivo all’arpa di Eleonora Bagarotti. Musa del grande schermo e volto molto amato anche sul piccolo schermo per partecipazioni come quella in Tutti pazzi per amore, la celebre attrice presterà la sua voce ad autrici diverse tra loro eppure unite da una comune sensibilità nel percepire il proprio essere donna: una serata preziosa con una delle più grandi interpreti femminili italiane. Domenica 14 ottobre alle 11, all’Auditorium Sant’Ilario, “Christa Wolf-Lo sguardo di Cassandra”, omaggio alla grande scrittrice a un anno dalla morte. Anita Raja, traduttrice e studiosa di Christa Wolf, riporterà il pubblico nell’universo lettera-

rio della grande scrittrice tedesco-orientale i cui libri hanno accompagnato il percorso di liberazione delle donne di tutto il mondo. Sempre il 14, ma alle 21 in S.Ilario, la presentazione del libro “L’amore è un’ombra-Perché tutte le mamme possono essere terribili” della psicoanalista Lella Ravasi Bellocchio. Durante l’incontro, condotto dalla scrittrice e giornalista Lina Sotis, l’attrice Annina Pedrini leggerà alcuni brani del testo, mentre la nota psicoanalista junghiana parlerà di quel territorio, che ogni donna porta dentro di sé, dove il materno è ambivalenza, luce e ombra, forza creatrice e potenza distruttiva. Per tutte le signore del pubblico, un gadget profumato preparato dalla profumeria Bavagnoli Lunedì 15 alle 20.30 Il Barino di piazza Cavalli ospita “L'eccellenza femminile nel piatto e nel bicchiere”: le cinque grandi chef piacentine Isa Mazzocchi (La Palta di Bilegno), Patrizia Dadomo (La fiaschetteria di Besenzone), Emanuela Cattivelli (Antica Trattoria da Cattivelli di Isola Serafini), Carla Aradelli (Riva di Riva di Pontedell'Olio) e Betty Bertuzzi (Caffé Grande di Rivergaro) si riuniscono di nuovo proponendo ciascuna una portata speciale. Con loro cinque eccellenti vignaiole piacentine, che presentano ciascuna un vino svelandone i segreti: Elena Pantaleoni (Az. vinicola La Stoppa), Lodovica Lusenti (Az. vitivinicola Lusenti), Laura Cardinali (Az. vitivinicola Cardinali), Carla Asti (Az. agricola Luretta), Andreana Burgazzi (Az. Agricola Baraccone). Acqua minerale fornita da Alta Valle, con Roberta Marazzi. I centritavola saranno opere di Grazia Resta, presentate da Silvia Romagnoli Al Quindici. Il ricavato sarà devoluto a Telefono Rosa di Piacenza, associazione mai così impegnata(vedi articolo sopra)a combattere la violenza contro le donne. Tutti gli eventi (esclusa la cena del 15 ottobre) sono gratuiti. Info e prenotazioni: info@pulcheria.it - tel. 331 9559753

più veloce l’ingranaggio dei tempi di attuazione delle leggi, che ci sono ma devono poter produrre effetti più in fretta. A cosa serve avere norme sulla carta ottime, se poi si constata che molte donne uccise avevano già sporto più denunce? Forze dell’ordine, tribunali e associazioni devono avere più aiuto dallo Stato”. In questo senso va anche una lettera inviata al presidente della Repubblica Napolitano dall’associazione ‘D.i.Re-Donne in rete contro la violenza’: tra i soci fondatori c’è Telefono Rosa di Piacenza che, giorno per

giorno, cerca di attrezzarsi al meglio reggere l’urto di un fenomeno che cresce a vista d’occhio. “Non tutte le persone - ricorda la Scardi - sono adatte a rispondere al telefono o a gestire certe situazioni di notevole complessità. Per questo istituiamo periodicamente corsi di formazione per volontari: l’ultimo si è concluso nel giugno scorso, il prossimo - se avremo un certo numero di richieste e in presenza dei fondi necessari non sarà prima del prossimo anno. Speriamo di poter aiutare tutte, ma è sempre più difficile e non può esistere la certezza di una soluzione”. A sostenere Telefono Rosa sarà devoluto il ricavato di un evento (vedi articolo sotto) incluso nel programma dell’edizione 2012 della rassegna Pulcheria: si tratta della cena “L’eccellenza femminile nel piatto e nel bicchiere” in programma lunedì 15 ottobre presso Il Barino. A lato la presidente di Telefono Rosa Piacenza, Donatella Scardi

IN BREVE Cassa integrazione: a Piacenza 4 milioni di ore entro fine anno

(c.a) A Piacenza la cassa integrazione raggiunge quota 4 milioni di ore a fine anno: tra gennaio e settembre 2012 sul piacentino si contano 3 milioni 794 mila ore di cassa integrazione lavoro, pari a quelle del 2011. Quest’anno è però in crescita la cassa ordinaria (300mila ore in più) e in decrescita la cassa straordinaria e in deroga. All’interno del quadro nazionale, Piacenza si presenta tuttavia più stabile: secondo i dati dell’Inps l’Italia ha conosciuto un’impennata della cassa integrazione dell’8,9 per cento rispetto al 2011, soprattutto su quella ordinaria.


Corriere Padano

6

CITTÀ UTILE

ATTUALITÀ

11 ottobre 2012

Fiorenzuola - Fondi per attività scolastiche ed extrascolastiche

La crisi non frena la solidarietà Quasi novemila euro dai soci Coop per i bambini e i ragazzi diversamente abili. Alberto Mori: “Meglio dell’anno scorso” MANUELA IANNOTTA Un progetto “nato per consolidare e ampliare le attività educative destinate a bambini e ragazzi affetti da disabilità sia in ambito scolastico che extrascolastico”. Un’iniziativa di successo che è riuscita a toccare la sensibilità di tanti cittadini fiorenzuolani, soci Coop, che, seppur in tempi di crisi, hanno deciso di donare i loro punti Coop e hanno permesso di raccogliere 8.724 euro in soli tre mesi, da gennaio a marzo 2012. È questo il ragguardevole risultato ottenuto dal progetto sociale “La comunità solidale”, promosso dal presidio di Fiorenzuola della Coop Consumatori Nordest insieme al Comune (assessorato all’Istruzione), alla Cooperativa sociale Mele Verdi, e con la collaborazione dell’Istituto comprensivo di Fiorenzuola, del polo scolastico superiore Mattei, del servizio di Neuropsichiatria infantile Ausl del distretto di Levante e dell’Associazione A.Fa.Di (associazione famiglie disabili). Una rete di promotori che si è attivata per dare un aiuto concreto ai consumatori più giovani, cittadini di domani, favorendo la creazione di altre reti di solidarietà: percorsi di integrazione che mettano in rete scuola, famiglie e comunità. I fondi raccolti serviranno, infatti, ad aumentare la copertura educativa degli studenti diversamente abili, ad attivare progetti che verranno realizzati negli istituti scolastici di ogni ordine e grado; i potenziali destinatari saranno bambini e ragazzi (dai 3 ai 18 anni) con speciali bisogni educativi, frequentanti le scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado del territorio comunale, e individuati tramite il servizio di Neuropsichiatria infantile del distretto, l’assessorato e le varie realtà coinvolte nel progetto. E oltre ai percorsi scolastici, sono previste anche attività extrascolastiche: interventi educativo-riabilitativi pomeridiani con personale educativo specializzato. I quasi nove mila euro donati dai soci Coop superano la somma raggiunta l’anno scorso (8.169 euro), e diventano un’ulteriore, tangibile, testimonianza della sensibilità dei fiorenzuolani, come ha sottolineato il referente del presidio fiorenzuolano di Coop Consumatori Nordest, Alberto Mori. “Il pro-

Informa Sociale Iscrizioni refezioni scolastiche - mense

getto è andato meglio dell’anno scorso. Anche in tempi di crisi. i soci non si sono tirati indietro”, ha commentato Mori, ricordando la campagna più vasta di raccolta punti di Coop Nordest in cui è inserito il progetto sociale della città sull’Arda. Una campagna - dal titolo “Con vantaggi i tuoi punti hanno cuore” - volta ad aiutare le scuole, e con obiettivi specifici differenti nei vari presidi, a seconda delle finalità individuate dalle varie realtà coinvolte. A Fiorenzuola, tra i promotori, vi è appunto il Comune, che con Coop Consumatori Nordest ha un rapporto consolidato. “Questi 9 mila euro sono un contributo molto prezioso in una situa-

renzuolani si è inoltre manifestata anche in altre iniziative portate avanti dal presidio locale: dalle raccolte per i terremotati dell’Emilia alla solidarietà internazionale, nel cui ambito si è riusciti ad accumulare 2.149 euro. Corrisponde, invece, a 50.878 euro il valore della merce donata, nel progetto “Brutti, ma buoni” (che continuerà nel 2013), all’associazione di volontariato Agape che gestisce la Piccola casa della carità della parrocchia di Fiorenzuola. Inoltre, come ci ha spiegato Mori, il presidio porterà avanti anche nel prossimo anno le iniziative di “educazione alla legalità”, organizzate con l’associazione Libera nelle scuole supe-

Più promotori per un aiuto concreto ai più giovani, cittadini di domani zione in cui la spesa per il welfare è in contrazione - ha osservato l’assessore all’Istruzione, Luigi Orrù - È un aiuto su una fascia in cui già interveniamo”. Un contributo utile in un settore nel quale operano da anni anche le educatrici della Cooperativa sociale Mele Verdi, impegnatesi in prima linea nel progetto “La comunità solidale”, sia raccogliendo i punti insieme a rappresentanti del presidio fiorenzuolano Coop sia predisponendo le attività in collaborazione con gli altri enti. E proprio “l’importanza del lavoro in rete tra i vari ‘attori’ che hanno partecipato al progetto” è stata messa in luce dalla presidente delle Mele Verdi, Cinzia Ferdenzi, soddisfatta del risultato che dimostra che “vi è fiducia negli enti coinvolti e sensibilità verso le persone diversamente abili”. La sensibilità dei soci Coop fio-

“Il gusto ritrovato”, 44 ricette per aiutare i terremotati d’Emilia Quarantaquattro ricette per l’Emilia. Quarantaquattro ricette per ritrovare il gusto della cucina, quella che porta la firma di grandi chef e dei ragazzi di Masterchef Italia, uniti per realizzare il progetto pensato da Gianluca Ferradino: un ricettario per aiutare l’Emilia. S’intitola “Il gusto ritrovato”, il libro curato da Ferradino, e pubblicato a settembre dalla casa editrice Mattioli 1885 di Fidenza, il cui ricavato verrà devoluto all’emergenza terremoto che ha messo in ginocchio la terra emiliana. Dai bocconi di crema di parmigiano reggiano, in camicia di gnocchi, al tartufo marzuolo, allo spaghetto pomo d’oro, al carpaccio fantasia: quelle de “Il gusto ritrovato”sono ricette di “fuoriclasse del mangiar bene”, come scrive Paolo Marchi nella prefazione. Una carrellata di idee “da utilizzare secondo le proprie capacità, per sognarsi chef per una serata tra amici”. maia

riori, e gli incontri sul rapporto tra alimentazione e sport insieme a ragazzi, famiglie, psicologi, dietisti ed educatori al consumo consapevole, e dovrebbe partire anche il progetto “Acqua di casa mia”.

Nella foto la consegna simbolica del maxi assegno di 8.724 euro all'assessore Luigi Orrù da parte del referente del presidio fiorenzuola di Coop Consumatori Nordest, Alberto Mori e del consigliere Remo Barbieri

Il Comune di Piacenza, Servizio Refezioni Scolastiche, comunica che per l’iscrizione al Servizio di mensa scolastica è necessario consegnare l’apposito modulo, unitamente alla fotocopia di un documento di riconoscimento,entro il18 ottobre 2012 con le seguenti modalità:-a

Farmacie FARMACIE DI SERVIZIO A PIACENZA DAL 12.10.2012 AL 19.10.2012 TURNO DIURNO: dalle 8,30 alle 22 DR. RAIMONDI – Via E. Pavese, 86 DR. ANTONIO CORVI – Via XX Settembre, 65 TURNO NOTTURNO: dalle 22 alle 8,30 12.10 DR. PARMIGIANI – P.zza Duomo, 41 13.10 DR. CABERTI – Via Martiri della Resistenza (Ang. Via Trivioli, 4) 14.10 COMUNALE DI PIAZZALE VELLEIA – Via Farnesiana, 6 15.10 CAMILLO CORVI – Via XX Settembre, 106 16.10 DANTE – Via Nasolini, 56 17.10 DR. BERTUZZI – Via Roma, 141 18.10 BESURICA – Via Malaspina, 2/A 19.10 DR. BONORA – Via Genova, 20 E' possibile accedere alle farmacie, in servizio di turno, ricomprese nella ZTL, comunicando al farmacista il numero di targa del proprio mezzo.

Mercati settimanali mano presso gli sportelli polifunzionali del QUIC, viale Beverora 59; -attraverso fax (0523 492800 0523 492515);-con spedizione postaleal seguente indirizzo: Comune di Piacenza, Servizio Refezione Scolastica – V.le Beverora, 59 – 29121 Piacenza;-tramite e-mail refezioni@comune.piacenza.it (inviando la domanda ed il documento di riconoscimento in formato immagine). Per informazioni: QUIC, viale Beverora 59, lunedì, martedì e giovedì dalle 8.15 alle 17.00, mercoledì e venerdì dalle 8.15 alle 13.30, sabato dalle 8.15 alle 12.15. telefono 0523 4921 e-mail quic@comune.piacenza.it

Lunedì: Bettola, Borgonovo Val Tidone, Caorso, San Nicolò, Castell’Arquato, Castelvetro Martedì: Ferriere, Nibbiano, Piacenza Farnesiana, Pontedellolio, Pontenure, Travo, Vernasca Mercoledì: Carpaneto, Marsaglia, Piacenza, Pianello, Vigolzone Giovedì: Agazzano, Castelsangiovanni, Fiorenzuola, Gossolengo, Gropparello, Perino, Piacenza Farnesiana, Podenzano, Villanova Venerdì: Cortemaggiore, Lugagnano, Monticelli, San Giorgio, Rivergaro, Roveleto Sabato: Bobbio, Fiorenzuola, Piacenza, PC Besurica Domenica: Agazzano, Alseno, Borgonovo, Caminata, Carpaneto, Castelsangiovanni, Cortemaggiore, Gragnano, Gropparello, Monticelli, Morfasso, Nibbiano, Pianello, Pontedellolio

Avis, i prelievi Venerdì 12 Ottobre: Cadeo - Monticelli d'Ongina Sabato 13 Ottobre: Podenzano - Villanova Domenica 14 Ottobre: Podenzano - Rivergaro/Travo - Pianello/Trevozzo - Lugagnano - Monticelli d'Ongina - Vernasca Martedì 16 Ottobre: Monticelli d'Ongina


11 ottobre 2012

Corriere Padano

MUSICA Milestone all’americana: lunedì 15 un prestigioso “fuori programma”con il Curtis Landy Quartet 7 TEATRO

L’altra Scena continua al Filo con “Educazione fisica”: mercoledì 17 in scena tredici giovani attori Gli appuntamenti della settimana sul sito www.vivipiacenza.it

Arch Enemy al Fillmore: grinta metal dalla Svezia

Baciccia, rock e gitano: una settimana caliente PIETRO CORVI Rock italiano, rock australiano e un weekend balcanico da briganti. È arrivato l'autunno, la colonnina di mercurio va giù e il Caffè Baciccia di Piacenza risponde con una settimana "caliente", mettendo sul piatto due giovedì "live" da non perdere e una due giorni zingaresca piena di musica e spettacoli sia per grandi che piccini. Si parte con il concerto dei cremonesi Valery Larbaud, di scena giovedì 11 alle 22: il quintetto, in pista da più di un decennio, promette una miscela energica e raffinata di rock e cantautorato, disciolti nei chiaroscuri del nuovo album "Il terzo principio della dinamica", un lavoro di qualità, garantita dalla produzione artistica di Gionata Mirai de Il teatro degli Orrori. Il

successivo giovedì 18, invece, scoccherà l'ora delle Dark Shadows, trio dolcemente oscuro e interamente al femminile in arrivo da Sidney. Le ragazze fanno sul serio: rock "chitarroso", post-punk e new-wave, con una marcata tendenza alla melanconia e al romanticismo più ombroso. Un possibile incrocio tra Clash, Marlene Dietrich e Siouxsie and the Banshees. Veniamo all'abbuffata gitana del weekend, organizzata in collaborazione con associazione Anthill Project. Sabato 13, tra musiche zingare, lampadine colorate, roulotte e rottami, si attaccherà alle 19 con l'aperitivo a buffet; alle 20.30, cena a tema accompagnata dai suoni di Bregovic e le immagini di Kusturica. Alle 21.30, il primo pezzo forte: lo spettacolo circense del Circo Oblak (Andrea Meroni e Francesco Zamboni), di-

rettamente dal Milano Clown Festival di Maurizio Accattato. Alle 22.30, palco alla Babbutzi Orkestar. Fisarmonica, chitarra, violini, bouzouki, basso, chitarra, voci, fiati e percussioni per un pieno di musica che profuma di kebab e gyros, paella ed escargot. Dopo il concerto le danze continueranno con il dj-set delle tre scatenate Balkan Beat. Domenica si ripartirà alle 16: artisti, musicisti, funamboli, giocolieri e chiromanti allieteranno il pubblico fino a sera e l'ultimo putiferio sarà affidato al settetto Nema Problema Orkestar, street-music tra jazz, scale arabeggianti, walzer e richiami a tutto il repertorio dell'Est Europa.

Nella foto grande Nema Problema Orkestar, a lato Babbutzi Orkestar e, sotto, Valery Larbaud

Cortemaggiore riparte dal metallo. Dopo l'inaugurazione a suon di rime hip-hop, elettronica e parkour con il 1° "Da Hood party" della stagione, il Fillmore Club è pronto a ricevere il ciclone Arch Enemy. La storica band svedese di death metal melodico, in pista dal 1995, forte di una discografia granitica composta da nove album e guidata dalla avvenente e adrenalinica Angela Gossow e dal chitarrista Michael Amott (ex Carcass) è attesa sabato 13 per la sua unica data nel Nord Italia (la sola altra tappa tricolore del tour europeo è a Roma). Organizzato da Midnight Live, Misantropia Agency e Nihil Production, il loro concerto è la punta di diamante del "Midnight Extreme Fest"; porte aperte dalle ore 17 e concerti a partire dalle 17.30 con le migliori band italiane del genere: Lacerhate, All Amort, Ira, Stormcrow, Logical Terror e Cadaveria. Consigliato l'acquisto del biglietto in prevendita, che permette anche un risparmio di 5 euro: tutte le info necessarie si trovano sul sito www.fillmoreclub.net.

Controcultura e cinema, Marco Philopat al circolo Vik Controcultura e cinema al Vik. Al circolo Arci di via Campagna 41, venerdì 12 alle 21.30 arriva Marco Philopat (nella foto): milanese classe '62, scrittore, studioso e agitatore culturale, tra i più profondi conoscitori dell'underground italiano, sfoglierà insieme ai presenti alcuni volumi pubblicati da Agenzia X, un laboratorio editoriale che produce libri, organizza corsi di scrittura e iniziative pubbliche di promozione e condivisione culturale "alla vecchia maniera". Domenica 14 alle 21, invece, il cineforum dedicato al Sud America continuerà con "La notte delle matite spezzate" (dal nome dell'operazione organizzata dalla polizia argentina per reprimere e uccidere gli studenti ribelli verso il golpe militare del'76), film drammatico-storico dell'argentino Héctor Olivera, 1986.


Corriere Padano

8

11 ottobre 2012

VIVIPIACENZA

Capolavori del cinema in Passerini Landi

“Il bello e il brutto”, excursus nell’arte occidentale

Appennino Festival, Rinaudo a Vigolzone

In Biblioteca Passerini Landi continuano gli incontri cinematografici: se giovedì 11 Giusi Cafari Panico parlerà di "A beautiful mind" di Ron Howard, lunedì 15 Paolo Colagrande affronterà "La Marchesa von" di Eric Rohmer e mercoledì 17 Vanna Schioppi racconterà "Stella" di Sylvie Verheyde. Appuntamenti tutti alle 16 in Sala Augusto Balsamo.

Il giovane prof piacentino Salvatore Mortilla "torna in cattedra" per il tradizionale ciclo di incontri culturali promosso dalla aassociazione Samarcanda: la nuova rassegna si intitola Il bello e il brutto ed è un excursus nella storia dell’arte occidentale. L'11 ottobre, agli Amici dell'Arte in via San Siro 13, alle 15.30, si parte con l'introduzione "Del bello e del brutto: questioni estetiche".

E' la cornamusa di Fabio Rinaudo, sabato 13 alle 21.30 a Vigolzone, la protagonista del penultimo concerto in programma dell'Appennino Festival 2012. Da più di 20 anni è attento studioso e interprete della Uilleann Pipes irlandese, ma anche della musica antica, di quella tradizionale nord-italiana e del centro Francia. E’ membro e fondatore dei Birkin Tree.

WEEKEND Milestone all’americana: sul palco Curtis Lundy Flowers, arriva ‘Monna Lisa Store’: release party a Fiorenzuola Un debutto atteso che promette di far parlare di sé, quello del trio indie-rock e brit-pop fiorenzuolano Flowers, che presenta in concerto la sua nuova fatica discografica: "Monna Lisa Store". L'appuntamento è sabato 13 al Tamaco Club di Fiorenzuola: ci sarà il disco in vendita, un rinfresco per festeggiare e qualche sorpresa: dalle 20 in poi, aperitivo; alle 22:15 il live. I Flowers approdano ad un album compiuto e prodotto in grande stile. Registrato ai Giardini Sonori di Piacenza e in uscita per l'etichetta indipendente Aka Fruit Records, suona fresco, sbarazzino, orecchiabile e spiccatamente internazionale, nei suoi richiami al sound di band come Fratellis, Supergrass, Oasis e Jet; non mancano due partecipazioni illustri, quella dell'ex Hormonauts Andy Macfarlane, chitarra solista nel brano d'apertura, e dell'hammondista piacentino Paolo Apollo Negri, in ben tre brani.

Sesenna, evento al Municipale per i trent’anni da protagonista Per i suoi trent'anni di attore e cantante, lo chansonnier piacentino Maurizio Sesenna ha pensato a un evento che sarà spettacolo e occasione di far bene: venerdì 12 alle 21, sul palco del Teatro Municipale,darà vita a una serata di divertimento e solidarietà, musica e danza che lo vedrà patron e protagonista: canterà i pezzi del suo cd "Piaccio", brani di Modugno, inediti di futura pubblicazione e cover italiane e internazionali. Ad affiancarlo, tanti musicisti e cantanti di diversa formazione classica e jazzistica che in questi anni lo hanno accompagnatonel suo percorso, tra cui la direttrice d'orchestra Patrizia Bernelich e musicisti come Davide Cignatta, Eliana Cruz, Gian Andrea Guerra, Max Repetti, Stefano Schembari, Pietro Tagliaferri, Fabio Villaggi e Andrea Zermani, oltre a tre coristi, al soprano Jolanta Stanelyte e ai ballerini della "Domenichino da Piacenza". Il ricavato della serata, organizzata in collaborazione con Comune e Fondazione Teatri, sarà devoluto Associazione Piacentina per lo studio e la cura delle Leucemie e altre malattie del sangue.

Trieste 34, il divertimento nasce anche improvvisando Al Teatro Trieste 34 di Piacenza tornano alla ribalta il divertimento e l'improvvisazione teatrale. Tornano gli spettacoli e torna la "didattica": la lezione di prova gratuita della nuova edizione del corso, indicato non solo per chi si avvicina al mondo del teatro ma anche per chi vuole scoprire l'importanza della disciplina nella vita di tutti i giorni, sarà lunedì 15 alle ore 20.30; informazioni al 328.6537688. Quanto alla rassegna di spettacoli, invece, che proseguirà fino a marzo offrendo ai piacentini 6 mesi di risate, si comincerà sabato 13 con l'esordio del gruppo piacentino Le Vissole, che si annuncia esplosivo. Inizio ore 21, informazioni al numero citato e all'indirizzo www.traattori.it.

Arka e Jamaica, musica e danze Concerti e danze al circolo Arka di via Cornegliana e al pub Jamaicano di via Emilia Pavese. Venerdì 12 alle 21.30 all'Arka suoneranno i BigDix in chiave acustica: spazio ai loro pezzi hard-rock e a una spruzzata di cover country e blues. Venerdì, alle 22, Black Music anche al Jamiacano col quartetto Hot Rod BB, da Stevie Ray Vaughan ai Blues Brothers a composizioni originali. Il Jamaicano bisserà la festa lunedì 15, dalle 21, con una festa a ballo tradizionale: suoni francesi, occitani, dell'Est e del Sud Italia con musica live e animazione.

PIETRO CORVI Tripletta live al Milestone: al venerdì jazz con l'inedito omaggio elettrico a Django Reinhardt dei Django's Roots e al sabato blues con il Daniele Franchi Trio, si aggiunge in settimana il primo "fuori programma" della stagione. Lunedì 15 infatti sarà di scena il quartetto del contrabbassista americano Curtis Lundy (nella foto a destra), storico esponente della scena newyorkese degli ultimi 30 anni (ha suonato anche negli Art Blakey e nei Johnny Griffin), con Richard Johnson al pianoforte, Eric Kennedy alla batteria e un musicista interessante come Jesse Davis (nella foto a sinistra) al sax alto, stiloso interprete "neo-bop" già al lavoro con "big" come Benny Golson, Roy Hargrove e Wynton Marsalis. Per l'occasione, l'ingresso costerà 13 euro e il concerto avrà inizio alle ore 21.15. Apertura regolare alle 20.30, concerti alle 22.30 e ingresso come sempre libero (con tessera Anspi o PC Jazz Club) nel weekend. Di fama e gran talento, gli artisti chiamati a interpretare in chiave moderna il jazz manouche di Reinhardt venerdì 12: Daniele Gregolin alla chitarra, Gabriele Boggio Ferraris al vibrafono, Massimo Manzi alla batteria e Giacomo Tagliavia al contrabbasso. Sofisticato il repertorio blues-rock che sabato 13 proporrà in concerto il trio del quotato musicista genovese Daniele Franchi (voce e chitarra), con Davide Medicina a basso e voce e Andrea Tassara alla batteria.

CINEMA Grandi biografie filmate, all’Iris il mito reggae di Bob Marley Il re del reggae all'Iris 2000. Al cinema di Corso Vittorio Emanuele continua la rassegna Grandi Film su Grande Schermo e si inaugura il filone tematico "Grandi biografie filmate". Martedì 16 alle 21 viene proiettato "Marley" di Kevin MacDonald (UK, 2012): il ritratto poetico e vitale di un musicista francamente non paragonabile ad altri della sua generazione, un essere umano in grado di catalizzare energia e di rilanciarla al pubblico con una potenza quintuplicata. Con la strettissima collaborazione della famiglia Marley (tra gli interpreti, anche Rita, Ziggy e Cedella Marley), MacDonald ha intervistato tutti quelli che hanno condiviso la loro vita con Bob Marley,cercando di comprendere quale fosse quel misterioso elemento che gli ha permesso di parlare al cuore di tanti uomini, in un lasso di tempo relativamente breve.

Rassegna d’essai, al Jolly “Pietà” di Kim Ki-Duk "Pietà" di Kim Ki-Duk, Leone d'Oro a Venezia 2012, viene programmato mercoledì 17 alle 21.30 al Cinema Jolly di San Nicolò per la consueta rassegna d'essai. Con un'attrice dalla bravura fuori dall'ordinario e una massiccia dose d'ironia, un film intimo e sporco sulla vendetta. Un uomo senza famiglia vive facendo lo strozzino: ha causato sofferenze tremende a moltissime persone, ma continua la sua vita spietata senza timore. Un giorno una donna afferma di essere sua madre. Da principio, la scaccia con freddezza, poi gradualmente la accetta nella sua vita. Abbandona quel lavoro crudele e inizia una vita rispettabile. Inaspettatamente la madre viene rapita e automaticamente l’uomo comincia a rintracciare le persone che ha maltrattato. Troverà il responsabile, per scoprire il ragazzo si è suicidato tempo prima e che la donna, in realtà, è la madre della vittima stessa.

Flury in San Giovanni in Canale per la Settimana Organistica Quarto Concerto per la Settimana Organistica Internazionale organizzata dal Gruppo Ciampi. Sabato 13 alle ore 21 l'organo della Basilica di S.Giovanni in Canale ospiterà lo svizzero Theo Flury, che interpreterà sue composizioni originali e brani di J.P.Sweelinck. Flury è docente, monaco sacerdote benedettino, compositore, concertista e organista titolare dell’Abbazia di Einsiedeln in Svizzera. A livello concertistico è presente in tutti i maggiori e più prestigiosi festival organistici in veste di solista.

Antichi Organi a Fiorenzuola con l’atteso Juan Paradell Solé Si chiude in grande, a Fiorenzuola, sabato 13 alle 21 nella collegiata di San Fiorenzo, la rassegna di concerti Antichi Organi organizzata da Progetto Musica con la Provincia e la Soprintendenza di Parma e Piacenza sotto la direzione artistica di Giuseppina Perotti. Si esibirà la star del programma di quest'anno, lo spagnolo Juan Paradell Solé, organista titolare dellaCappella Musicale Pontificia "Sistina"inVaticanoe Primo Organista Emerito dellaBasilica Papale di Santa Maria MaggioreinRoma, dopo esserne stato Primo Organista titolare per quasi un trentennio.

Angela Lansbury, a Spazio 4 continua il cineforum Allo Spazio4 continua il cineforum dedicato questo mese ad Angela Lansbury (ore 21, ingresso libero): giovedì 11 si vedrà "Il mistero della signora scomparsa" di Anthony Page (GB, 1979) e il 18 sarà proiettato "Assassinio allo specchio" di Guy Hamilton (GB, 1980). Nel frattempo, stanno ripartendo le attività educative e i laboratori, tra cui un corso per Web Reporter a cura di Giuseppe Davoli, l'incontro sul tema del lavoro "Riforma Fornero, istruzioni per l'uso" di mercoledì 17 alle 21, e il consueto laboratorio "ForMe" per ragazzi, che pure è incentrato sul mondo del lavoro visto dai giovani, attraverso "film leggeri per un argomento pesante": venerdì 12 alle ore 17, "Full Monty - Squattrinati organizzati". Un film divertente, un pretesto per parlare di intraprendenza nel reinventarsi. Per maggiori info: info@spazio4.org.


11 ottobre 2012

Corriere Padano

9

VIVIPIACENZA

Alla discoteca Bellavita riprende la movida giovane

Midnight Dress al Maudit per “Lunedì live”

Le cover dei Vascombriccola alla Taverna Albachiara

Riprende la stagione della movida giovane alla discoteca Bellavita di via Chiapponi, targata Bananas Crew. Venerdì 12 dalle 23.45 alle 5 si alterneranno in console le belle Margue & Rebe B., Dj Gibbo, Tajamon e Wonder. Si annuncia una gran ubriacatura sgambettante di musica electro, disco, nu-house e revival.

Al Maudit caffè, ristorante e cocktail bar di Corso Vittorio Emanuele 229, è ricominciata la rassegna "Lunedì live", tra jazz, blues, country-rock acustico e dintorni. Il 15 si esibiranno i The Midnight Dress. Inizio concerto ore 21. Info e prenotazioni allo 0523327878 e alla mail maudit.pc@gmail.com.

Prosegue nella sua nuova avventura live la Taverna Albachiara di Vernasca, ex Tana del Cinghiale presso l'osteria La Diga di Mignano. Sabato 13 ottobre, alle 23, concerto tributo a Vasco Rossi con i Vascombriccola; a seguire, dj Ago Zanotti. Per informazioni e prenotazioni: 0523.899287 e 331.771.4168.

A CURA DI PIETRO CORVI

WEEKEND

ORE PICCOLE Al Black and White di via X Giugno a Piacenza i Lighthouse Event presentano la serata “Olè”festa spagnola con sangria e paella, venerdì 12

della domenica” con buffet e buona musica, domenica 14 Al DNA a Piacenza continuano gli aperitivi targati “I Love Formentera” con paella, musica e gadget, domenica 14

Al Madison in via Emanueli, 54 a Piacenza tutti i giorni del mese di ottobre aperitivo con “Happy Spritz”a partire dalle 18 alle 20 con ricco buffet

L’altra Scena, è ora di “Educazione fisica” Teatro Gioco Vita manda a scuola il suo pubblico un'altra volta. Dopo il bellissimo e divertente Lagarce di Fabrizio Montecchi e Mariangela Granelli, che ha trasformato un anfratto del fascinoso anfratto del Palazzo Ex Enel in un'aula in cui ricevere norme di vita, lo stuzzicante Festival di Teatro Contemporaneo "L'altra scena" continua mercoledì 17 alle 21 al Teatro Filodrammatici con un'ora di "Educazione fisica": lo spettacolo, creato per il CRT di Milano da Sabino Civilleri e Manuela Lo Sicco, co-fondatori della compagnia di Emma Dante, vedrà in scena ben 13 giovani attori. Un vero team. Un allenatore vuole trasformare un gruppo di adolescenti nella squadra perfetta: forgiare i loro corpi, orientare le loro teste, e i ragazzi si abbandonano alla sua esaltazione. Ma chi è il più forte? E cos’è, davvero, la forza?. Parallelamente, continua l'avventura di "Sete di scena", il dopo-teatro di stampo berlinese al Palazzo Ex Enel (di fronte al Filo) con la ristorazione dell'Irish-Pub; il 17, per la contestuale rassegna musicale "Altri suoni", suonerà Mikeless. Dopo lo spettacolo, fermatevi a sentirlo: ne vale la pena.

Alla Corte di Borgonovo si esibiranno i DanceFloor in concerto e a seguire Dj Matteo Maddè, venerdì12. Sabato 13 è la volta dei Bandaliga e Dj Beppe Mascaro Il Nu Clubbing a San Nazzaro (PC) grande inaugurazione del nuovo locale con “Opening Night” e gli Hq Fami-

Alla Croce Bianca di Fiorenzuola consueto appuntamento con l’Happy hour domenicale a partire dalle 18.30

ly, sabato 13 Il Comoedia Clubbing di San Nicolo riapre con la stagione invernale “Opening Season” e gli Shamrockers, sabato 13 Al Boeri di via Gaspare Landi a Piacenza inaugurazione stagione invernale con IBaio live e a seguire Dj Don Franco, sabato 13 Al Madly Pub a Borgonovo si esibiranno i Black Bitter con il tributo ai Negroamaro e a seguire Dj Francesco Vaccari, sabato 13 Al Sunrisedi via Aguzzafame a Piacenza inaugurazione del locale e della stagione invernale, dalle 15 alle 19.30 domenica 14 Al Bar San Marco in via Morigi, 38 a Piacenza a partire dalle 18 “Aperitivo

All’Altro Village nella Strada Bobbiese a Piacenza inaugurazione “Mercolady Showdinner” aperitivo dalle 19.30, mercoledì 17 Al Green Resturant di Piazza Cavalli a Piacenza “Party time” con buona pizze e dj Matteo Maddè a partire dalle 20 di mercoledì 17


Corriere Padano

10

11 ottobre 2012

A TAVOLA

TEMPO LIBERO

AGENDA WEEKEND

A CURA DI COSTANZA ALBERICI

Trebbiantica, due giornate nel Parco Due giornate alla scoperta della natura e della storia nel Parco Regionale Fluviale del Trebbia: il 13 e 14 ottobre appuntamento ai Laghi di Tuna con “Trebbiantica”. Il programma prevede vari eventi: si comincia sabato alle 10,30 (fino alle 17) con una visita all’accampamento dei legionari nei luoghi della battaglia di Annibale; nel pomeriggio, la rappresentazione di un antico rito etrusco-romano. Domenica 14 diverse iniziative si aggiungono alla visita all’accampamento, che verrà riproposta alle ore 10: a mezzogiorno prende vita l’evento culinario

“I piatti di Roma antica” presso il ristorante “I laghi di Tuna” (prenotazione

obbligatoria al numero 0523.978336), con piatti ispirati alla tradizione dell’antica Roma. Vari gli eventi, nel pomeriggio, dedicati ai più piccoli: laboratori, trucca bimbi, battesimo della sella, spettacolo di magia; tra i momenti previsti, “Il Trebbia visto dalla mongolfiera”, che offrirà un’emozionante vista sul fiume dall’alto (dalle ore 15,30) e – in serata, dalle ore 21 alle 23 – “La notte dei gufi”, una breve passeggiata alla scoperta di questi affascinanti animali. Per informazioni e aggiornamenti sugli orari: 0523.795423 (c.a.)

Sagre e feste PIACENZA E PROVINCIA - UN PO DI GUSTO

Dal 15 ottobre (fino a marzo 2013) si svolge la sesta edizione di "Un PO di gusto", rassegna gastronomica della Strada del Po e dei Sapori della Bassa Piacentina. Un viaggio alla scoperta dei piatti del territorio legati al Grande Fiume presso ristoranti, trattorie, osterie e aziende agrituristiche coinvolte nella rassegna.Per info: www.stradadelpo.it

FIORENZUOLA - AFFARI IN CENTRO

Sabato 13 ottobre a Fiorenzuola ci sarà l’iniziativa “Affari in centro”: dalle 9 del mattino molte occasioni commerciali per le vie del paese e vari intrattenimenti per tutto il giorno. Info su www.affariincentro.it

GRAZZANO VISCONTI – A SPASSO PER GUFI

Venerdì 12 e sabato 13 ottobre ci saranno le visite guidate notturne nel parco di Grazzano Visconti per scoprire la fauna che vive di notte nel parco. Appuntamento presso "La Bottega di Mastro Gufo" Piazza Gian Galeazzo Visconti, 11 alle ore 21.00; per prenotazione (obbligatoria), info e costi: info@noctua.it e tel. 0523.870136

GRAZZANO VISCONTI – SCOPRI LA NATURA NEL PARCO

A Grazzano Visconti, sabato 13 e domenica 14 ottobre, appuntamento con "Scopri la natura nel Parco di Grazzano Visconti": visite guidate naturalistiche a cura di “La Bottega di Mastro gufo”. Orari:sabato alle ore 15.00 e 17.00; domenica alle ore 11.15, 15.00 e 16.15. Si raccomanda la prenotazione via mail o al telefono: info@noctua.it o 0523.870136.

GRAZZANO VISCONTI – “SPETTRI”

Ade Capone e il Ghost Hunters Team del programma TV di Italia 1 “Mistero” saran-

no in Cortevecchia a Grazzano Visconti sabato 13 ottobre dalle ore 21.

CARPANETO – “CASTAGNATA” AL RISTORANTE IL LUPO

Al Ristorante 'Il Lupo' a Ciriano di Carpaneto, sabato 13 ottobre, ci sarà la 'Castagnata': l'autunno in tavola. Serata accompagnata dalla musica di Jessica e Michele. È gradita la prenotazione al numero 0523.852705

VIGOLZONE - FESTA GASTRONOMICA E FIERA D'AUTUNNO

Domenica 14 ottobre, dalle ore 10.00 in piazza Serena, prodotti tipici autunnali. Alle ore 12.00 stand gastronomici e castagnata. Il pomeriggio orchestra Daniele Cordani.

SAN POLO - FESTA DELLA MADONNA DEL ROSARIO E CASTAGNATA

A San Polo di Podenzano domenica 14 ottobre per tutta la giornata, mercato nella piazza centrale; per pranzo e cena sarà attivo lo stand gastronomico con castagne, torta fritta, salumi misti, e panini. Organizzazione Pro Loco di San Polo.

SARMATO - FESTA GRUPPO ALPINI

Sabato 13 e domenica 14 ottobre a Sarmato ci sarà la Festa Gruppo Alpini: sabato, caldarroste dal pomeriggio e in serata stand gastronomico e danze con l’orchestra Beppe Maccagni; domenica, vari intrattenimenti

durante il giorno e in serata ancora cibo degli stand e musica con l’orchestra Antonella.

PIANELLO - 18° CASTAGNATA

Domenica 14 ottobre dalle 8,30 alle 20 si svolgerà a Pianello, in Piazza Umberto I, la 18° castagnata con torte, castagnaccio e castagne. Organizzata dal centro anziani di Pianello. Per info: www.pianellovaltidone.net

GRAGNANINO - CASTAGNATA

Si svolge domenica 14 ottobre dalle ore 10 alle 18 la castagnata a Gragnanino di Gragnano Trebbiense, presso il parco giochi. L’evento è organizzato dall' ANSPI della Madonna del Pilastro.

CAMINATA - POLENTATA E CASTAGNATA

Domenica 14 ottobre dalle ore 12 alle 18 ci sarà la castagnata e polentata a Caminata, nel Piazzale davanti al Comune.

CASTELL’ARQUATO - SCUOLA D'ARME GENS INNOMINABILIS

A Castell’Arquato, domenica 14 ottobre, appuntamento nel Cortile interno della Rocca Viscontea, dimostrazione della Scuola d’Arme Gens Innominabilis alle ore 11.00 -15.00 -17.00.

SAN NAZZARO - CIBO E BENESSERE A BORDO DELLA CALPURNIA

Continuano gli eventi a bordo della motonave Calpurnia: a ottobre ci sarà "Cibo e benessere", una serie di serate che prevedono navigazione al tramonto e degustazione a bordo della motonave alla scoperta dei cibi naturali. Appuntamento domenica 14 ottobre a San Nazzaro, ore 17,30, con "Cultura vegetariana". Info su www.navigazionepiacenza.it

Arte e cultura PIACENZA - LABORATORIO FORME

Alllo Spazio4 in via Manzoni 21, venerdì 12 ottobre alle ore 17, ci sarà il cineforum sul mondo del lavoro visto dai giovani: "Full monty - squattrinati organizzati", con Peter Cattaneo.

PIACENZA - MOSTRA “OLTRE LE APPARENZE”

Inaugura il 13 ottobre, per chiudersi il 25, la mostra “Oltre le apparenze”, personale di Fabio Capitanio, presso la Galleria “Studio C” di via Campesio 39.

PIACENZA - MOSTRA “ARTISTI PER L'EMILIA”

Presso gli Amici dell'Arte in via S.Siro, inaugura sabato 13 ottobre la mostra “Artisti per l’Emilia”: visitabile fino al 19 ottobre da lunedì a sabato ore 16.00-19.00; domenica ore 10.00-12.00 e 16.00-19.00.

PIACENZA - C'ERA UNA VOLTA… TOCCARE CON MANO

Un laboratorio creativo per bambini dai 3 agli 8 anni a uno spazio informativo per i genitori sul tema dell’affido: è l’appuntamento presso la coop. Il Germoglio di via Bubba, sabato 13 ottobre alle ore 16,30. A seguire, merenda.

PIACENZA - GIORNATA NAZIONALE PER LE VITTIME DEL LAVORO

Domenica 14 ottobre è la Giornata Nazionale per le Vittime del Lavoro: presso la Basilica di S.Francesco - Auditorium S.Ilario - dalle ore 9.30, corteo per le vie del centro storico con la Banda Musicale, cerimonia religiosa nella Basilica di S.Francesco, cerimonia Civile presso l'Auditorium S.Ilario. Organizzato da ANMIL.

PIACENZA - “PASCOLI, IL SUO MONDO E LA POETICA”

Giovedì 11 ottobre alle ore 17,15, presso l’Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano, ci sarà il primo dei tre incontri dedicati a Giovanni Pascoli nel centenario della morte, dal titolo “Pascoli, il suo mondo e la poetica”. A cura di Padre Stelio Fongaro; letture di Salvatore Dattilo.

Sabato 13 ottobre alle ore 21 andrà in scena, nel Salone Parrocchiale "Santino De Ferrari" a Castelnovo V.T., la rappresentazione teatrale "Tango e Shakespeare" presentata dalla "Compagnia del Castello". Per info e costi: info@castelnovoteatro.it

CASTELL’ARQUATO – MOSTRA “AL PRINCIPIO DEL VEDERE”

PIACENZA - OMAGGIO A JULES MASSENET

VIGOLENO – MOSTRA “ULTIME PITTURE”

È aperta fino al 4 novembre la mostra “Al principio del vedere”, collettiva di arte contemporanea, presso il Palazzo del Podestà, Piazza Municipio. Orari: sabato dalle 15.00 alle 18.30 e domenica dalle 11.00 alle 18.30; gli altri giorni su appuntamento. Info e prenotazioni: 333 1315760

Il 16 ottobre all’Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano ci sarà la conferenza concerto “Omaggio a Jules Massenet - Pourquoi me reveiller”. Eseguono i brani in programma Susie Georgiadis, soprano; Romano Franci, baritono; Mauro Pagano, tenore; Elio Scaravella, pianoforte; Asif Anichini, violino.

Dal 6 al 28 ottobre presso Casa Tanzi a Vigoleno sarà visitabile la mostra personale “Ultime pitture” di Guido Morelli. Orari: sabato dalle ore 14.30 alle18.00 e domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.00.

PIACENZA - L’ARTE DI NON FARE I CALCOLI

Sarà presentato sabato 13 ottobre il libro “Gli angeli di Calcutta. Sguardi sulla città e sul volontariato”: di Paola Pedrini (ed. Polaris), il volume racconta l’ultima esperienza della scrittrice nei centri di accoglienza di Madre Teresa di Calcutta tra povertà, malattia e sofferenza. Appuntamento al Ridotto del Teatro Verdi alle 17,30.

All’Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano il Prof. Claudio Citrini (Politecnico di Milano) terrà il convegno “L’arte di non fare i calcoli (una introduzione alla teoria della complessità)” per il ciclo “I mercoledì della scienza”: appuntamento il 17 ottobre alle 17.30.

A CURA DI GIUSEPPE DE PETRO

Da Dorino tortelli e salumi valgono il viaggio Ne sentivo parlare, racconti di salumi e i tortelli mitici. Ma da Dorino, fin lassù chi ci va? Poi, un'estate di qualche anno fa, complice la stagione teatrale di Velleia, finalmente ho conosciuto Fausto Guarnieri. Un'oste modesto, tanto modesto quanto bravo, preparato. Un ristoratore che fa della tradizione e la ricerca della materia prima la cometa del suo lavoro. E per questo molto moderno, se si può dire. Gran parte del merito lo divide con la moglie Mariella Segalini che tiene le redini della cucina. E’ ormai storica la gestione della famiglia Guarnieri, da quattro generazioni alla guida della trattoria. Dalla pasta ai salumi, tutto qui è "fatto in casa"; Fausto precisa orgoglioso che i salumi offerti come antipasto sono “fatti su”con la carne dei maiali allevati e macellati in proprio. E dato che, come è noto, la carne suina offre mille occasioni di realizzare piatti gustosissimi, nel periodo in cui si macella, il locale offre dal mercoledì al venerdì la cosiddetta "Maialata", un menu in cui il maiale è protagonista unico: dal riso con le verze (nel brodo fatto con le costine) al sanguinaccio, dal cotechino con le patate al fegato con la polenta, al musino e al lesso. Per tutto il resto dell'anno si trovano, accompagnati da vini dei Colli Piacentini o dal Gutturnio della casa, i classici piatti piacentini: tortelli di ricotta e spinaci, pisarei e fasò, anolini in brodo, ma anche chicche, tagliatelle, nidi di rondine e poi la coppa arrosto e gli arrosti misti. D'inverno, un altro classico della cucina contadina si aggiunge al menu: il merluzzo, proposto come d'usanza il venerdì. Ma anche lo stracotto d'asina, la "picula" di cavallo e il cinghiale, accompagnati da una fumante polenta. La domenica sera Mariella prepara la "burtlêina", che nella bella stagione viene servita a richiesta. Si conclude il pasto con un dolce casalingo: si può scegliere tra la crostata di susine, la sbriciolona o il semifreddo agli amaretti. E per finire, un assaggio di Bargnolino o Sburlon, entrambi "fatti in casa". Per concludere, vorrei rassicurare chi volesse mettersi in viaggio da Piacenza, che ne vale la pena. Se poi vi capita di trovarvi nelle vicinanze, non rinunciate ad una visita. Antica Trattoria Da Dorino Loc. Costa di Rustigazzo - Lugagnano - Tel. e fax 0523.807119 Chiuso: lunedì

CUCINA DI CASA Pollo alla vignaiola

CASTELNOVO V.T. - RAPPRESENTAZIONE TEATRALE "TANGO E SHAKESPEARE"

PIACENZA - AMERICA OGGI

Alla vigilia delle presidenziali negli Stati Uniti si svolge - giovedì 11 ottobre alle ore 21 all’Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano - l’incontro promosso da Cittàcomune dal titolo “Dagli anni sessanta a Occupy Wall Street -Movimenti sociali e cultura politica negli Stati Uniti” con l’americanista Bruno Cartosio .

GIROGUSTANDO

FIORENZUOLA - PRESENTAZIONE “GLI ANGELI DI CALCUTTA”

Ingredienti per 4 persone: 1 piccolo pollo ruspante di circa 1,2 kg; 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva; 2 bicchieri di vino rosso corposo; una manciata di farina; 200 g di uva nera di vino; concentrato di pomodoro in tubo; 2 o 3 spicchi d’aglio; rosmarino; sale e pepe. Preparazione:Fiammeggiate il pollo e togliete le eventuali pennette rimaste, spuntate le ali e dividetelo in ottavi. Lavatelo, asciugatelo con la carta da cucina e infarinatelo leggermente. Scaldate l’olio in un largo tegame, mettetevi i pezzi di pollo, gli spicchi d’aglio non spellati e un rametto di rosmarino e fate rosolare a fuoco vivace girandoli spesso. Insaporite con sale e pepe e proseguite la rosolatura fino a quando il pollo avrà preso un bel colore dorato e uniforme. A questo punto aggiungete tutto il vino e un cucchiaino da tè di concentrato di pomodoro. Incoperchiate e proseguite la cottura, a fuoco medio, per circa quaranta minuti. Lavate l’uva, sgranatela e unitela al pollo dieci minuti prima di toglierlo dal fuoco. A cottura ultimata tirate su pollo e uva, accomodateli nel piatto da portata e fate giustamente asciugare la salsa prima di versarla sul pollo.


11 ottobre 2012

Corriere Padano

SPECIALE PANE

11

Con la festa del pane fresco fragranza per tutti i gusti Martedì 16 ottobre eventi in tutta Italia: anche i panifici piacentini sveleranno i segreti di una importante fonte di energia quotidiana Appuntamento per tutti i buongustai il prossimo 16 ottobre, quando, in occasione della Festa nazionale del pane fresco, i panifici piacentini sveleranno i segreti della propria arte. La festa è promossa dalla Federazione Italiana Panificatori (Fippa) e dalle 26.000 aziende che ne fanno parte. Anche a Piacenza, i forni degli operatori aderenti all'associazione panificatori provinciale si preparano ad accogliere clienti e curiosi al fine di mostrare le tecniche di panificazione. Lo scopo della manifestazione, organizzata in modo differente in tutte le principali città italiane, è quello di far conoscere l'abissale differenza tra un prodotto industriale ed uno artigianale. Quella del pane è una vera e propria cultura che necessita di essere continuamente alimentata e diffusa. Le panetterie oggigiorno godono persino dell'appellativo di boutique, tanto è variegata e spettacolare la varietà di pane che offrono ogni giorno, con forme e ingredienti di tutti i tipi, sapori per tutti i gusti, pezzature diverse, ricette e profumi con nomi talvolta curiosi che lasciano intravedere la storia e i costumi locali. I pani tradizionali italiani sono di oltre 250 tipi diversi, con oltre mille varianti, che vanno dalle isole alle Alpi.

Ricerche

Stop al mito: il pane non fa ingrassare

Basta pregiudizi: rosette, pagnotte e filoni non sono vostri nemici, anzi. Il pane è un alimento utile della dieta, di per sé non responsabile di aumento di peso. Questo il messaggio di una ricerca della British Nutrition Foundation, diretta dalla dottoressa Aine O'Connor e di cui dà notizia il "Telegraph". Il paper della Fondazione ha preso in esame la dieta degli europei, con particolare attenzione verso il pane, descritto da molti nutrizioni come causa di allergie, disturbi e peso aumentato. Secondo i ricercatori britannici "I professionisti della salute devono dissolvere il mito. Il pane è un'importante sorgente della nutrizione", come fonte di vitamine e minerali. Inoltre, nonostante la diffusione di certe notizie, non vi è nessun aumento significativo delle allergie ai farinacei. Il team di lavoro si è concentrato sulla situazione britannica che ha visto il contemporaneo aumento dell'obesità e la riduzione del consumo di pane.

Sono pani più o meno noti, confezionati da piccole comunità, cotti nel forno a legna, che varrebbe la pena conoscere e scoprire. Le varietà di pane presenti nelle varie regioni italiane sono infatti molto numerose e in ogni area vengono impiegati gli ingredienti a disposizione. Ad esempio, nelle regioni del Meri-

dione d'Italia viene impiegata, per la panificazione, la farina di grano duro che è tradizionalmente usata per la pasta. E' un tipo di coltivazione meno diffusa perché richiede climi caldi ed è tipica delle regioni dove il clima è mite. Il pane preparato con la farina di grano duro ha una consistenza più leggera rispetto a quello confezionato

con la farina di grano tenero. In Sicilia la superficie del pane di semola di grano duro viene aromatizzata con i semi di cumino, di sesamo o di anice. In altre regioni, come ad esempio in Lombardia, dove la risicoltura è praticata intensivamente, il pane di riso, leggero e morbido, viene preparato con la farina di grano tenero mescolata alla farina di riso, che gli conferisce una consistenza particolarmente leggera. In altre zone dove è diffusa la coltivazione del mais, ad esempio nell'Emilia Romagna e in Lombardia, si usa tutt'ora preparare il "pane giallo"; certe panetterie lo propongono una volta alla settimana ed è fatto con un'alta percentuale di farina di mais, mescolata alla farina di grano. Il pane con le olive è una specialità tipica delle regioni mediterranee, soprattutto nel Sud Italia, e ora si è diffusa in tutto il territorio nazionale. Il pane con la farina di segale è tipico delle regioni di montagna, poiché la segale è un cereale che per essere coltivato sopporta meglio un clima più freddo. Il pane preparato con la frutta come l'uva passa, i fichi secchi, le noci, il mosto d'uva quando è la stagione, è particolarmente energetico e adatto per la merenda e per la prima colazione.

Pasta fresca, dal dì di festa alla tavola di ogni giorno Per tradizione riservata alle festività e alle occasioni speciali, la pasta fresca ripiena viene servita oggi sempre più spesso sulle tavole di tutti i giorni. La pasta fresca nasce dall'unione di semplici ingredienti base - uova, farina, sale e un ripieno a scelta - dando vita a piatti nutrienti e gustosi dalle forme e dai contenuti più svariati. Presente sulla nostra tavola fin dal XIV secolo (come attestano ricettari dell'epoca, in cui compare una pasta preparata con farina e acqua che fa da contenitore per un ripieno), la pasta ripiena è un piatto tradizionale in tutta Italia, con varianti regionali per quanto riguarda il tipo di ripieno, il formato e il nome con cui viene chiamata. Ogni regione, infatti, ha la propria specialità, con ravioli, tortellini, cappelletti e cappellacci, tortelli, anolini e agnolotti che, diversi da città a città, rispecchiano, nella loro grande varietà l'eterogeneità del nostro paese.


Corriere Padano

12

11 ottobre 2012

SPECIALE RISPARMIO ENERGETICO

Isolamento a cappotto, comfort e minori spese La prestazione energetica di un edificio è sempre più importante a causa dei vincoli ambientali e dei costi crescenti di combustibile ed energia La prestazione energetica di un edifi cio, considerata poco significativa in passato, sta diventando sempre più importante a causa dei vincoli ambientali e dei costi crescenti di combustibile ed energia. Questi argomenti hanno fatto emergere la necessità di limitare le dispersioni termiche delle abitazioni e permesso lo sviluppo di soluzioni adeguate creando un settore in rapida crescita nella moderna edilizia. Un efficiente isolamento termico degli edifici deve avere come obiettivo, quello di garantire il raggiungimento di una corretta temperatura non solo dell’aria, ma anche dei muri, dei pavimenti e dei soffitti. La sensazione di freddo, infatti, deriva da una bassa temperatura ambientale, ma anche da una ridotta temperatura degli elementi di protezione orizzontale e verticale. Ciò è dovuto all'effetto dell'irraggiamento: ad esempio, quando ci si avvicina ad un caminetto si avverte un forte senso di calore, mentre la parte del corpo non esposta è più fredda. L'opposto avviene di fronte ad una finestra. La media tra la temperatura dell'aria e quella delle pareti è la temperatura operante, cioè la temperatura percepita dal

corpo umano. Per avere una sensazione di comfort occorre che i muri di casa siano ben caldi ma per evitare che si raffreddino bisogna coibentarli cioè applicare attorno ad essi una "calda coperta" di isolante. Un effetto positivo dell'isolamento termico è la prevenzione di problemi e difetti legati alla presenza di umidità di condensa (cioè il formarsi di muffe e macchie scure). Questi problemi possono verifi carsi se la superfi cie interna delle pareti è troppo fredda, anche solo in alcuni punti. Perciò per evitarli è opportu-

no che tutto l'isolamento venga posizionato sulla superfi cie esterna delle pareti. Infatti, con questa soluzione tutto l'involucro dell'edificio viene mantenuto caldo in modo uniforme, senza creare gradienti di temperatura tra le diverse zone. L'isolamento termico consente di ridurre sia i costi per il riscaldamento che le immissioni inquinanti, infatti, se gli edifi ci sono correttamente isolati disperdono meno calore e pertanto, necessitano di un minor quantitativo di combustibile per riscaldarli, ridu-

cendo l’apporto di CO2 nell’ambiente. Isolando le pareti dall'esterno (isolamento termico a cappotto) si ottiene l'eliminazione di tutti i punti freddi e aumenta la capacità di accumulo termico dell'edifi cio. I muri si scaldano, accumulano calore e poi lo restituiscono all'ambiente. Questo fa sì che l'impianto possa funzionare un minor numero di ore complessive, con un risparmio di combustibile e una riduzione delle emissioni inquinanti. Un sicuro vantaggio dell'isolamento a cappotto è l'eliminazione totale e defi nitiva dei ponti termici, cioè di quei punti critici (perimetro dei serramenti, angoli, pilastri inseriti nella muratura,...) dove è più facile che si verifichino fenomeni di formazione di muffe e di macchie. L'isolamento termico a cappotto, inoltre, viene realizzato senza disturbare eccessivamente gli abitanti dello stabile e non è necessario che i locali siano vuoti (si lavora solo all'esterno), posizionando l'isolante solo sull'esterno dell’edificio. I sistemi di isolamento termico cappotto possono usufruire delle detrazioni fiscali del 55% per tutto il 2012.

Ancora detrazioni fiscali per chi cambia gli infissi Le spese sostenute per la sostituzione dei vecchi infissi, effettuate entro il 30 giugno 2013, potranno ancora godere delle detrazioni fiscali del 55%. A stabilirlo è il cosiddetto “ Decreto Salva Italia”, ( decreto legge del 6 dicembre 2011 n. 201 “Disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici”) che, nell’ambito dell’art. 4, proroga per tutto il 2012 gli incentivi del 55% finalizzati alla qualificazione energetica degli edifici, quindi anche quelli relativi alla sostituzione degli infissi. Restano invariate le condizioni vigenti: recupero fiscale pari al 55% in dieci anni con un limite massimo della detrazione di euro 60.000. Lo stesso decreto anticipa che, a partire dal 1 gennaio 2013, gli incentivi del 55% saranno sostituiti con le detrazioni fiscali del 36% già ora utilizzate per le ristrutturazioni edilizie. Per poter usufruire delle agevolazioni, i serramenti acquistati devono rispettare i cosiddetti valori di trasmittanza termica indicati in base alla zona climatica di appartenenza. Il beneficio è stato introdotto per la prima volta nel 2006, quando venne stabilito che la sostituzione delle vecchie finestre con nuove finestre performanti dal punto di vista isolante, rientrasse negli interventi di “riqualificazione energetica” degli edifici. Per questa ragione, viene incentivata la sostituzione delle vecchie finestre che causano grandi dispersioni energetiche con serramenti performanti attraverso benefici fiscali che consentono di ottenere detrazioni sull’IRPEF pari al 55% della spesa sostenuta. Le agevolazioni sono accessibili a tutti i cittadini, sia privati che titolari di redditi d’impresa. L’importo massimo detraibile è di euro 60.000, ovvero il 55% di euro 109.090,90.

L'importanza dei vetri e dei serramenti per il risparmio energetico L'involucro dell'edificio è composto da elementi opachi (i muri) e da elementi trasparenti (le finestre e in genere le superfici vetrate). Gli elementi trasparenti sono quelli che consentono la vista verso l'esterno, l'illuminazione naturale e il ricambio dell'aria all'interno dell'edificio. L'illuminazione e la ventilazione naturale sono due fattori determinanti per il comfort degli ambienti interni ed è per questo che gli elementi trasparenti, le finestre, sono così importanti come parti dell'involucro dell'edificio. Ricordiamo che per la sostituzione di infissi esistenti o per l'integrazione di nuove vetrazioni su telai esistenti, è possibile beneficiare della detrazione d'imposta del 55%. Tecnicamente, in base alla superficie si distinguono le finestre piccole (<0,5 m²), medie (tra 0,5 e 2 m²) e grandi (>2 m²). Come evidente, le finestre di piccole dimensioni hanno

lo svantaggio di ridurre la vista verso l'esterno e consentire una scarsa llluminazione naturale. Storicamente sono state spesso privilegiate per ragioni termiche, in quanto nei climi freddi mantenevano meglio il calore interno e nei climi molto caldi impedivano un eccesso di insolamento. I vetri e gli infissi oggi disponibili consentono molta maggiore libertà nel dimensionamento degli elementi trasparenti. Il "fattore finestra" è il rapporto tra l'area della finestra e la superficie del pavimento dell'ambiente che la finestra deve illuminare/arieggiare. Il fattore finestra è stabilito dal Dm 5 luglio 1975 e dai regolamenti edilizi dei comuni. In linea di massima la legge stabilisce un rapporto di 1/8 tra la superficie finestrata e la superficie del locale: ciò significa che dividendo l'area del locale per 8 si ha la superficie minima di finestre necessarie per quell'ambiente.


11 ottobre 2012

Corriere Padano

SPECIALE RISPARMIO ENERGETICO

E’ il massimo rendimento a garantire il risparmio Le aziende piacentine Logo Service ed Electtric Power hanno costituito un team per fornire risposte concrete al crescente aumento del costo dell’energia Il crescente aumento del costo dell’energia impone il suo utilizzo razionale ed il massimo rendimento. Da anni Logo Service ed Electtric Power hanno costituito un team per dare risposte concrete in tema di impianti ad alto rendimento. L’ ambito di competenza per l’efficientamento energetico parte dalla progettazione, realizzazione e gestione delle centrali termiche passando per l’involucro edilizio fino all’ottimizzazione dei pro-

cessi produttivi; sulla parte elettrica invece sono proposti percorsi di progettazione e realizzazione di quadri e distribuzione elettrica utilizzando le migliori tecnologie che il mercato propone unitamente a percorsi di controllo e risparmio energetico. Spesso si pensa che una volta realizzato l’impianto questo funzioni per un tempo indefinito continuando a svolgere al meglio il proprio lavoro: errato; tutti gli impianti vanno mantenuti e manutentati per tanti aspetti, in particolare quello legato alla sicurezza, in seconda analisi ma non di mi-

nor importanza quello legato alla loro stato di efficienza. Logo service ed Electtric Power propongono programmi di manutenzione predittiva, ordinaria e straordinaria sfruttando le migliori tecnologie presenti sul mercato: controllo e monitoraggio da remoto, termografia ed analisi non distruttiva sui materiali; si eseguono analisi strumentali per la ricerca dei guasti e/o le anomalie dei sistemi utilizzando apparecchiature tra le più complete che il mercato possa offrire; solo in termine di esempio possiamo nominare: Omicron, Flir, HT Italia, Bruel & kjaer ecc. Tra le diverse caratteristiche che il nostro team può annoverare, proponiamo soluzioni di efficientamento e manutenzione degli impianti fotovoltaici. Logo service ed Electtric Power nel campo delle energie rinnovabili progettano e realizzano impianti fotovoltaici, cogenerazone e trigenerazione, microbiogas. Logo Service e Electtric Power possono diventare il vostro partner nell’ambito di Project financing e possono svolgere attività di Energy management partendo da

un audit energetico per poi arrivare ad un percorso di miglioramento passando per la ricerca e lo sviluppo del project finacing.

13


Corriere Padano

14

11 ottobre 2012

SPORT

Atletico, con la Pistoiese un punto d’oro Alla fine la Pistoiese poteva essere contenta: nello 0-0 con l’Atletico Bp Pro Piacenza in terra toscana, infatti, le occasioni da gol più pericolose sono state create proprio dagli ospiti piacentini. Impostati con un baldo 4-3-3, i rossoneri di mister Arnaldo Franzini non hanno sofferto di timori reverenziali contro l’imbattuta capolista (e nobile decaduta) ed hanno confermato di poter ambire ad un campionato importante creando gioco e provando più volte a impensierire i quotati avversari. Ad andare più vicino alla vittoria - soprattutto nel primo tempo - è stata proprio la squadra di

mister Franzanti, che a fine partita era giustamente soddisfatto per la gagliarda prestazione dei suoi: “E’ un risultato gratificante, e se giochiamo sempre così - ha osservato l’allenatore batterci sarà dura per tutti”. Un ottimismo della ragione che si può allargare dando uno sguardo agli altri risultati e alla classifica: l’Atletico, con 11 punti dopo 6 giornate, è a sole tre lunghezze dalle battistrada Lucchese, Mezzolara e Pistoiese: in casa con la Massese, domenica 14, l’occasione per sfruttare il fattore campo e proseguire al meglio un ciclo davvero impegnativo. (dosse)

Viali-Mantelli, derby al Garilli Intervista doppia agli allenatori di Lupa Piacenza e Fiorenzuola, una contro l’altra nella sfida di cartello FILIPPO BALLERINI In vista del derby del Garilli, abbiamo proposto a William Viali e Alberto Mantelli, la classica intervista doppia. Otto domande identiche per i due allenatori, che hanno accettato di buon grado il botta e risposta del Corriere Padano. 1) Con quale stato d’animo vi preparate ad affrontare il derby? Viali: Al di là dell’importanza del derby, abbiamo una grande voglia di riscatto. A San Polo d’Enza siamo incappati in una brutta sconfitta che ha interrotto la nostra serie positiva, ma vogliamo subito riprendere il nostro cammino Mantelli: Lo stato d’animo è quello di una squadra che finora ha fatto buone cose, ma che manca ancora di continuità nel corso della stessa partita e anche tra una gara e l’altra. 2) Dopo cinque giornate di campionato ritiene che la classifica della sua squadra sia fedele o vi manca qualche punto? Viali: Voglio essere sincero. Con la Fidentina abbiamo giocato una buonissima partita e credo che i tre punti li avremmo meritati. Ma, evidentemente, abbiamo ancora dei problemi e la classifica dice questo. Mantelli: Sono convinto che a Lentigione almeno il pareggio lo avremmo meritato. Alla fine credo che al classifica di una squadra tenda comunque a rispecchiare in modo fedele quanto ha saputo esprimere sul campo. 3) Dove deve ancora crescere la sua squadra? Viali: Ci manca ancora un’anima, un aspetto che, a mio avviso, fa la differenza. Da quando è iniziato il mio lavoro la squadra ho visto la squadra crescere tanto, la partita la facciamo sempre noi, ma evidentemente ci manca ancora il “quid” necessario per tradurre in risultati il gioco espresso. Mantelli: Ripensando alla partita con il Rolo mi vengono in mente i primi trentacinque minuti, giocati in modo quasi perfetto. Ho visto la squadra che voglio io, ma poi siamo calati e abbiamo lasciato campo ai nostri avversari. Non riusciamo ancora a mantenere la stessa intensità per tutti i novanta minuti. 4) In Coppa Italia il dominio del Fiorenzuola è stato netto: ritiene che il 4-0 di Coppa possa condizionare il derby di domenica? Viali: Quel giorno ancora non c’ero e faccio fatica a rispondere a questa domanda. Noi ci teniamo a fare bene a prescindere dal derby, ma se qualche ragazzo cerca rivincite per quella partita di Coppa Italia al sottoscritto non può stare che bene.

La Lupa ha già perso il vizio Prima sconfitta per i biancorossi che domenica attendono il Fiorenzuola GIOVANNI DOPERNI

Mantelli: Penso che il risultato di quella partita rappresenti per noi uno svantaggio: sono sicuro che La Lupa Piacenza non ha scordato quel passivo e farà di tutto per rifarsi. 5) Che cosa invidia alla Lupa Piacenza/al Fiorenzuola? Viali: Al Fiorenzuola invidio il fatto che non sia costretto a tutti i costi a fare risultato. Mantelli: Non parlerei di invidia. Ma di ammirazione per la storia del Piacenza, per le sue strutture, per i suoi tifosi. Come non ha avuto senso che il Napoli o la Fiorentina siano dovute ripartire dall’ex serie C, non esiste che una società come il Piacenza debba ripartire dall’Eccellenza, c’è qualcosa di sbagliato nelle leggi. Certe società a mio avviso devono essere in qualche modo tutelate. 6) Alla fine del campionato sarà la Lupa Piacenza, come da previsione, a vincere il campionato? Viali: Io sono qui per questo, non voglio nascondermi. E sono convinto che sia un risultato alla nostra portata a patto che tutti, società, allenatore, giocatori e tifosi facciano la loro parte fino in fondo. Mantelli: La Lupa Piacenza ha un organico superiore a tutte le altre squadra, ha un ottimo allenatore e tifosi senza eguali. Ma la partita di San Polo d’Enza sta a confermare le insidie del campionato d’Eccellenza, per cui non sarà una passeggiata 7) E il Fiorenzuola dove pensa possa arrivare? Viali: Conoscendo molto giocatori e avendolo visto all’opera, credo che abbia le carte in regola per arrivare tra le prime cinque. Mantelli: Non abbiamo un obiettivo definito per questa stagione, il nostro obiettivo è quello di raggiungere la serie D nel giro di tre anni. E sono convinto che ci riusciremo. 8) Un pronostico secco per il derby. Viali: Non ho mai fatto pronostici e non lo farò neppure stavolta. Anzi, pronostico una Lupa Piacenza, passatemi il verbo, “incazzata”. Mantelli: Niente pronostico, non è nel mio costume.

Sotto il vestito niente. La Lupa ha già perso pelo e vizio: un punto in due giornate con l'aggravante dello stop subito a San Polo d'Enza hanno già messo a nudo la vulnerabilità della squadra di Viali. Superfantastici restano i tifosi, per il resto i biancorossi si sono incanalati in un andamento lento e normale che non si sposa né con il rango né con le ambizioni della proprietà. Una “normalità” che preoccupa, che sul campo si traduce in un ritmo compassato e che produce scarsi effetti sotto il profilo dei risultati. Contro la Fidentina le avvisaglie c'erano state, la successiva trasferta ha confermato gli attuali limiti di un Piacenza sicuramente di nome, ma non di fatto. Almeno fino a oggi. E nemmeno l'arrivo di un top player come Francesco Volpe così a lungo invocato dai sostenitori è servito a far decollare la squadra.

Non basta un giocatore, pur marziano in questa categoria, a determinare quel cambio di passo che pure era lecito attendersi dopo la sontuosa spesa estiva e i successivi ritocchi in corso d'opera. Oggi la Lupa Piacenza è ben messa in campo, ma dà l'impressione di giocare con una marcia sola. Due le questioni: quella fisica che deriva da una condizione sicuramente ancora da aggiustare, ma soprattutto quella mentale che deriva dalla responsabilità di dover sempre e comunque dimostrare la propria superiorità. Manifesta, ma sin qui unicamente sulla carta. “Manca il gol”, ha sottolineato Viali che nella sua lapalissiana denuncia intende forse che manca quell'uomo d'area che aveva inserito nel listino dei rinforzi. E' arrivato Volpe, certo, regalo che il tecnico non poteva certo non gradire, ma resta vuota la casella alla voce centravanti. Non che Arena stia deludendo, anzi. L'ex Fiorenzuola e Atletico

con i suoi tre gol ha dimostrato di poter essere determinante, ma da solo non è sufficiente a garantire quelle reti che dovrebbero trasformare la Lupa nella macchina da guerra ipotizzata alla vigilia del campionato. Ecco perché all'apertura della prossima finestra di mercato la società potrebbe tornare su quel Marrazzo che i veneti del Marano non hanno lasciato partire. Nel frattempo, tocca a Viali. Lui non è in discussione, ma qualcosa dovrà ancora inventarsi per spremere il massimo dai talenti a disposizione. Dovrà farlo subito domenica in quello strano derby che poco più di un mese fa costò il posto al suo predecessore, per di più contro la squadra che lo ha lanciato in panchina in una stagione da incorniciare. Le pressioni non mancano, ma anche queste erano da mettere in conto. La Lupa Piacenza, volenti e nolenti, non può accontentarsi di essere semplicemente “normale”.

Top&Flop TOP Martinez,ancora lui. Il ragazzino arrivato dal Parma, a dispetto dei suoi diciassette anni, mostra personalità da categoria superiore. FLOP Orlandini. Si è smarrito e Serio da solo non può tener su la baracca.

Eccellenza - Royale Fiore primo tra le compagini piacentine Una vittoria, un pari interno e la bruciante sconfitta della Lupa Piacenza. E’ di quattro punti il bilancio delle piacentine nel quinto turno del campionato d’Eccellenza. In cima al podio ci finisce dritto il Royale Fiore, che in virtù del tris rifilato al Bibbiano si è issato al quarto posto della graduatoria, lasciandosi alle spalle Lupa Piacenza e Fiorenzuola. Da applausi a scena aperta il debutto in panchina di Gigi Erbaggio: grazie a un Martinelli stellare e alla seconda rete consecutiva dell’extraterrestre Melotti, l’undici guidato dall’ex biancorosso ha avuto vita facile contro il remissivo Bibbiano. Senza dubbio incoraggiante il debutto di Tim Lo Duca: pur ancora in evidente ritardo di condizione, l’attaccante sloveno ha lasciato intravedere numeri e potenzialità da categoria superiore. Il calendario non certo irresistibile ha probabilmente dato una mano al Royale Fiore, che però ha avuto il grande merito di impattare con la mentalità adeguata le insidie del campionato d’Eccellenza. Ma gli esami non finiscono mai e domenica pros-

sima in quel di Rolo, a domicilio di una delle due squadre ancora imbattute del girone, servirà una prova maiuscola al Royale Fiore. Proprio il Rolo ha impedito al Fiorenzuola di infilare la terza vittoria consecutiva. Ma il pari interno con l’undici reggiano va comunque archiviato come risultato positivo per i rossoneri, soprattutto alla luce dell’ottimo primo tempo giocato dall’undici guidato da mister Mantelli. Per stessa ammissione del tecnico rossonero, almeno fino al riposo con il Rolo si è probabilmente visto il miglior Fiorenzuola della stagione. L’uscita anzitempo di Franchi (che quasi certamente non sarà disponibile per il derby con la Lupa Piacenza), l’unica prima punta a disposizione di Mantelli, ha condizionato pesantemente la manovra rossonera: nella seconda parte di gara Piva e compagni hanno faticato non poco a tenere alto il baricentro del gioco. E così il Rolo, confermandosi squadra tosta, è salito in cattedra; dopo l’1-1 di Bellesia, entrambe le squadre le hanno provate tutte per vincere e così il pareggio finale è parso il risultato più equo.

Dietro la lavagna ci finisce invece la Lupa Piacenza, tornata senza lo straccio di un punto dalla trasferta di San Polo d’Enza. Proprio a una settimana dal confronto con il Fiorenzuola, William Viali ha incassato la prima sconfitta sotto la sua gestione, la seconda stagionale per i biancorossi dopo quella in Coppa Italia proprio con i rossoneri di Mantelli. I problemi per il tecnico di Vaprio d’Adda sono legati soprattutto alla fase offensiva: come era accaduto con la Fidentina i biancorossi, soprattutto nel primo tempo, hanno dilapidato un’occasione dopo l’altra. E sono stati puniti ad inizio ripresa dal cinismo dei padroni di casa, che invece hanno concretizzato il cento per cento delle palle gol create. Serve presto il miglior Volpe per risolvere i problemi realizzativi della Lupa Piacenza. Intanto però il derby con il Fiorenzuola può rappresentare il primo importante crocevia della stagione per i biancorossi. Un altro mancato successo, nonostante le tante partite ancora da giocare, rischierebbe di complicare non poco i piani della società guidata dal presidente Gatti. (fb)


11 ottobre 2012

Corriere Padano

15

SPORT

Pallavolo, a Piacenza fioriscono ambizioni Il Copra Elior inizia vincendo in trasferta e spera di poter schierare Simon, la Rebecchi Nordmeccanica non nasconde obiettivi da prima della classe

Federciclismo nazionale, si candida anche Santi

ANDREA DOSSENA Piacenza punta al ruolo di capitale del volley italiano. Il messaggio, molto chiaro, è la somma delle ambizioni - dichiarate - del presidente del Copra Elior Guido Molinaroli e del presidente onorario della Rebecchi Nordmeccanica Antonio Cerciello: nel corso della presentazione del sodalizio con Ina Assitalia, i due patron hanno messo da parte scaramanzie e tatticismi, buttando benzina sul fuoco delle aspettative dei tifosi. Antonio Cerciello ha ribadito quanto afferma da tempo: “Chiedo solo una cosa alle mie giocatrici, vincere lo scudetto. Voglio che Piacenza, con la Rebecchi Nordmeccanica, diventi la capitale del volley femminile in Italia. A me piace vincere e questo è l’obiettivo”. Musica simile anche nelle dichiarazioni di Guido Molinaroli: “In due squadre, maschile e femminile, abbiamo sei competizioni a disposizione per vincere qualcosa. Se tutto andrà come deve andare, questo è l’anno buono”. Stessa fiducia da parte dei capitani delle due compagini piacentine, Hristo Zlatanov e Manuela Leggeri, vogliosi di trasmettere ai tifosi l’entusiasmo di chi scende in campo. I primi risultati, va detto, sembrano incoraggiare le spe-

ranze. In campo maschile, la partenza del Copra Elior (che spera sempre di poter schierare il fortissimo centrale cubano Simon) è stata bruciante. I biancorossi di Luca Monti hanno ‘asfaltato’ in trasferta per 3-0 la Cmc Ravenna, rimasta sotto i 20 punti in tutti e tre i parziali. A parte qualche sprazzo dei padroni di casa, la prestazione complessiva dei piacentini è stata molto convincente. Per coach Luca Monti “La squadra ha lavorato bene a muro e in difesa, mentre è stata un po’ meno co-

stante in battuta. Dovremo creare una maggiore continuità per affrontare al meglio la sfida del 14 ottobre in casa con San Giustino: vogliamo arrivare alla trasferta di Macerata con 6 punti”. Ottimismo anche per le ragazze, il cui primo turno di campionato è invece in programma il 21 ottobre al PalaBanca contro Crema: le amichevoli pre-season hanno tutte fornito buone indicazioni. Nemmeno la sconfitta patita nell’allenamento congiunto disputato come ospiti dell’A-

systel Mc Carnaghi Villa Cortese, ha preoccupato mister Davide Mazzanti: “A Villa Cortese - ha osservato il mister - la differenza è stata di un solo punto (115 per Piacenza, 116 per Villa Cortese, ndr). Abbiamo perso la partita ma sappiamo bene che cosa non ha funzionato, per cui continuiamo a lavorare tranquilli”.

Sopra: foto di gruppo alla presentazione della Rebecchi Nordmeccanica

(dosse) Claudio Santi ha deciso di candidarsi alla presidenza della Federazione Ciclistica Italiana. Già ideatore e direttore generale della 6 giorni delle rose internazionale di Fiorenzuola, il 49enne piacentino(nella foto, al Villaggio olimpico di Atene nel 2004) vanta una lunga e qualificata esperienza nel ciclismo ai più alti livelli (da agonista, da dirigente e da organizzatore) e ha lanciato la propria candidatura con un lungo comunicato sulla propria pagina Facebook. “Mi candido - ha scritto Santi - perché vorrei che si affrontassero i problemi con serietà, non dire che non ci sono o che si possono ‘proteggere, nascondere’ come avveniva per il doping e ora forcaioli senza nemmeno il rispetto per chi ha pagato e per chi ancora deve essere giudicato”. “Desideriamo - ha aggiunto Santi - che i giovani di media età dirigano; che gli anziani siano benvoluti e rispettati e che trasmettano la loro straordinaria capacità, esperienza ed affetto senza gestire il potere; che bambini, ragazze e ragazzi, uomini e donne corrano in strada, pista, fuoristrada ad ogni età e sesso”. Nella pagina Facebook ‘Partiamo’, dal 25 settembre scorso Santi raccoglie le idee dei sostenitori “Senza schierarsi con nessuno ma volendo discutere tutti insieme del futuro del ciclismo italiano, con libertà di espressione, di candidatura e di opinione, senza insulti e senza offese, per favore. Perché ragazze e ragazzi del futuro abbiano un opportunità nel nostro sport e un ciclismo migliore”. Sabato 13 ottobre la presentazione del programma di massima, dal 15 Santi sarà invece impegnato in un ‘giro d’Italia’con un intento dichiarato: “Incontrare amici, candidati, avversari, interessati: tutto alla luce del giorno, nulla nelle riunione notturne per le ‘combine’. Chi è disponibile a organizzare riunioni, che ringrazio di cuore, tenga conto che viaggio in treno in quanto voglio farmi questa vacanza-regalo di grande gioia con serate fra amici a parlare di proposte per il futuro del ciclismo”.

Il Circolo Pettorelli inizia ad affilare le lame MIO SPORT A Corsico atleti in gara al ‘Memorial Perversi’ e al ‘Primo trofeo Edoardo e Dario Mangiarotti’ (a.doss)Inizia ad affilare le lame l’Asd Circolo della scherma Pettorelli di Piacenza. A Corsico, in provincia di Milano, il sodalizio schermistico piacentino ha partecipato con quattro suoi atleti - Stefania Perna, Maria Clara Alfano, Andrea Ferrari (reduce dall'ottimo sesto posto in Svizzera al Lugano Challenge) e Francesco Spezia - al primo trofeo ‘Edoardo e Dario Mangiarotti’ (spada femminile assoluti individuale) e al dodicesimo ‘Memorial Giorgio Perversi’, riservato alla categoria

spada maschile assoluti individuale. L’appuntamento si è rivelato

un utile momento di confronto, e pur senza clamorosi acuti non è mancata qualche soddi-

sfazione. Il miglior risultato migliore è giunto nella gara maschile grazie ad Andrea Ferrari, 57esimo assoluto. Superato il girone con tre vittorie e due sconfitte, lo schermidore è arrivato al tabellone a eliminazione diretta: dopo aver avuto la meglio al primo turno sul milanese Matteo Voto (Bresso) per 15-7, Ferrari ha avuto la sfortuna di incrociare il forte Riccardo Schiavina (Centro sportivo esercito), poi vincitore del torneo, ed è stato costretto alla resa.

ESCURSIONE GAEP SULL’APPENNINO PIACENTINO

Il Gaep organizza, per il 14 ottobre, l’escursione “Appennino Piacentino : Capanne di Cosola - Monte Alfeo - Ottone”. Si tratta di un’escursione piuttosto lunga (10-11 ore); maggiori info ai numeri 339.7866484 e 342.3982927

BETTOLA - CORSO DI PESCA

Sabato 13 ottobre Pieve di Revigozzo , Bettola ci sarà un corso di pesca dalle ore 9 alle 12 presso il lago dei Pini: un evento gratuito per i bambini dai 9 ai 13 anni.

GRAZZANO VISCONTI - IX TORNEO DE LO BISCIONE

Domenica 14 ottobre, dalle ore 9, a Grazzano Visconti ci sarà il IX Torneo de lo Biscione: gara nazionale di tiro con l'arco storico.

PIACENZA - MEMORIAL ALBERTO TOSCA

Sabato 13 ottobre si svolge presso il Campus Pino Dordoni (via Agazzana) la gara “Memorial Alberto Tosca”: ritrovo alle 14,30; info e costi su www.csipiacenza.it.

ANNUNCI VARIE

Vendesi vestiti, scarpe, borse, ecc. per mercatini (circa 20 scatole), prezzo da concordare. Tel. 0523.509810 Due paia di tendoni, made in Italy, misto cotone-lino, misure 280x200. Vendesi a 180 euro. Tel. 0523.509810 Cameretta seminuova proveniente da mobilificio: armadio, letto, comodino, scrivania, libreria, due mensole. Vendesi a 990 euro. Tel. 0523.509810

ro la vendo a 150, non tratt. Tel. 0523.780106 Abbigliamento donna tg. 46 vendo a prezzi modici. Tel. 339.7305932 Cerco libretto autoscuola per patente auto. Tel. 333.3216101 Quarantenne single cerca ragazza o donna per amicizia e per passare momenti belli. Tel. 333.2635832

Divano ad angolo seminuovo preveniente da mobilificio, 4 cuscini sfoderabile, misure: 270x200. Vendesi a 450 euro. Tel. 0523.509810

OrologioLorus Chronograph 100 m in acciaio con cinturino nuovo, perfettamente funzionante e senza graffi. Vendo per non utilizzo. Tel. 339.6278355, e-mail molokoplus79@yahoo.it

Vendo bicicletta da donna, marca Adige, nuova e robusta. Pagata 300 Eu-

Occhialida sole Just Cavalli (Roberto Cavalli) nuovi, originali e mai usati

con custodia rigida e pannetto. Modello sia per donne che per uomini. Tel. 339.6278355, e-mail molokoplus79@yahoo.it Porta in alluminio nuova con parte superiore in vetro smerigliato; apertura sin/destra; vendesi causa non uso a 90 euro. Mis. Standard 220x85 compreso telaio e serrature. Tel. 339.6008244 Vendo servizio da caffè in porcellana di colore blu con fantasie: 12 tazzine e 12 piattini a 10 Euro. Tel. 0523.510108 Vendo enciclopedia “La Sacra Bibbia” 7 volumi, Fratelli Fabbri Editori a 10 Euro. Tel. 0523.510108 Vendo angoliera in legno intarsiata

con vetrinetta, due ripiani. Alt. 2,12, larg. 71 a 90 Euro. Tel. 0523.510108 Vendo il grande libro della fotografia e 15 Euro. Tel. 0523.510108

AFFITTO E VENDITA

Privato affitta a referenziati locali bar centralissimo conosciuto da oltre 50 anni. Tel. 339.7034686 Privato vende area urbanizzata mq 2000 a 3 minuti auto piazza Cavalli vicinanza casello Piacenza Ovest tessuto produttivo polivalente. Tel. 339.7034686 Affitasi tetto di un capannone di quattromila metri coperto per fotovoltaico. Tel. 0523.859415 (ore pasti)

Besurica vendesi bilocale arredato libero (soggiorno con cucina monoblocco a scomparsa, bagno finestrato, camera grande, ripostiglio, balcone, garage, cantina). Info 328.5460158/347.3192590 Vendo bilocale nuovo mai abitato via Bagarotti arredato con box mt 52 balcone terzo piano 144 mila no agenzie Tel. 339/4745001 Vendesi appartamento su C.so Vitt. Emanuele, 5° piano, due balconi, cucina abitabile, soggiorno, camera matr., bagno, ripostiglio e cantina. Tel. 339.5918149 Affittasi garage a Cortemaggiore, disponibile singolo o doppio, zona ex Agip. Tel. 0523.837342


Corriere Padano

16

CHI CERCA TROVA

ANNUNCI Continua da pag. 15 Affitto boxsingolo o doppio in via Spinazzi, Pc. Tel. 338.6823379 A Rivergaro loc. Rive, vendesi appartamento mp 130, con garage, cantina e giardino in villetta bifamiliare. Prezzo molto interessante. Tel. 333.7630572 Appartamento zona Farnesiana, privato vende: due camere da letto, salone, cucina, bagno, balconi, box, cantina, clima e ripostiglio. Tel. 333.3171799

LAVORO

Fisica (biennio) – Chimica – Test universitari di Medicina – infermieristica, discipline scientifiche. Professore abilitato con pluriennale esperienza, impartisce lezioni a studenti universitari – superiori. Prezzi modici, max serietà. Tel. 339.3156609 Signora italiana pratica offresi per pulizia scale, uffici, appartamenti, stiro o come operaia. Tel. 338.5434515 Signora italiana anni 52 in pensione, offresi per lavori domestici o assistenza anziani. Tel. 333.2563467 Maestra elementare in pensione offresi per seguire ragazzi nei compiti e dare lezioni. Tel. 333.2563467 Signora italiana 58 anni offresi come baby-sitter anche per bambini in età scolare con aiuto compiti. Tel. 392.6525442 Servizio a domicilio rivolto a persone impossibilitate a recarsi in salone per piega, taglio, tinte, permanenti. Tel. 0523.326212 dalle 9.30 alle 18.30 Tesi – Curriculum Vitae. Professionista docente abilitata, offresi come tutor per consulenza, assistenza e stesura tesi e/o relazioni, ricerche bibliografiche, indici, curriculum vitae. Max serietà e rapidità nelle consegne. Prezzi modici. Tel. 320.0535067 Matematica (medie e superiori) –economia aziendale –informatica (Word, Excel, PowerPoint, Internet, Posta Elettronica). Professionista docente abilitata, con pluriennale esperienza, offresi come tuto per aiuto studi/compiti o recupero debiti in gruppo (max. 3 persone) o individuale. Max serietà. Prezzi modici. Tel. 320.0535067 Studio legale specializzato in diritto di famiglia, separazione e divorzio. Recupero crediti. Offre consulenza, anche per pratiche di gratuito patrocinio. Tel. 331.2644244 Ti interessa un secondo reddito? Telefonami 335.5696325 Cerco lavoro come muratore a Piacenza e provincia, preparazione sassi, con esperienza. Tel 328.7824036

AUTO E MOTO

Vendo Golfdel 2011 Dsg 1.6 Highline, full optional, 16.000 km al prezzo di listino (euro 28.000) -25% di sconto. Tel. 340.1897067 Acquisto moto usato o moto incidentata. Pagamento e ritiro a domicilio. Per info tel. 334.6748719 Vendo Passat Sw anno 2006 140 Cv Turbo Diesel, sabbia metalizzato, gancio traino, cambio automatico Dsh e 11500. Tel. 339.4745001 Vendo motorino elettrico 12 V quod a due velocità. Euro 50. Tel. 0523.613990 Vendo Fiat punto del 2001 a benzina con soli 37.000 km reali, opportunità da non perdere. Tel. 339.2157971 Vendo Peugeot 107 sweet years 5 porte del 2007 con 35.000 km, ottime condizioni a euro 4500. Tel. 339.2157971 Motorino Gitan buone condizioni con libretto e visibile a casa, prezzo da concordare. Tel. 0523.821773

Avviso ai lettori Ricordiamo che per il servizio di pubblicazione degli annunci la redazione non riceve alcun compenso sulle transazioni commerciali, non effettua vendite dirette, non è responsabile per la qualità, la provenienza o la veridicità delle inserzioni né dell'esito della transazione oggetto dell'inserzione stessa. Le richieste di inserzioni sono espressamente subordinate al consenso dell'Editore alla pubblicazione ed alla disponibilità di spazi La Direzione pertanto si riserva il diritto di modificare rispettando il messaggio, rifiutare o sospendere una inserzione a proprio insindacabile giudizio, nonché di effettuare dei controlli sull'inserzionista. L'editore non risponde per eventuali ritardi rispetto alla data indicata dall'inserzionista, o perdite causate dalla non pubblicazione dell'inserzione per qualunque motivo e non è responsabile per eventuali errori di stampa. Gli inserzionisti sono responsabili di quanto indicato nella richiesta di inserzione e sono obbligati a risarcire all'editore ogni pregiudizio, di qualsiasi tipo, eventualmente da esso sopportata in relazione all’inserzione commissionata ed al suo contenuto.

COME TRASMETTERE L’ANNUNCIO GRATUITO Compila in stampatello la cedola pubblicata a fianco e spediscila a: CORRIERE PADANO VIA XXIV MAGGIO, 4 29122 PIACENZA Oppure trasmettila via fax al numero: 0523 754369 Inoltre è possibile inviare una e-mail all’indirizzo: annunci@corrierepadano.it

11 ottobre 2012

CORPAD 11-10-12  

Caritas, 40 anni in aiuto: “Nuovi poveri in aumento”

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you