Issuu on Google+

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1983

Poste Italiane spa - Spedizione in a.p. - D.L. 353/2003 (conv.in l.27/02/2004 n.46) art. 1, comma 1 - DCB Pc

GIOVEDÌ 8 DICEMBRE 2011 - ANNO 29 N. 44 - EURO 0,20

Fiorenzuola, Natale sereno con ‘Un pacco di solidarietà’

Pubblicità inferiore al 45% - Contiene IP www.corrierepadano.it

WEEKEND

Anche Piacenza si attiva: volontariato in aiuto ai meno fortunati IANNOTTA E GIORDANO ALLE PAGINE 5 E 6

Centro storico - La proposta di orari più soft riaccende la polemica sul cuore della città

Ztl tempestosa: la zona a battibecco illimitato Unione Commercianti e Confesercenti per un alleggerimento, ma il Comune dice no Scarpa (Lac) attacca tutti: “Richiesta mal posta, ma lo smog è soltanto una scusa” La Ztl si riscopre area a polemica illimitata proprio nell’imminenza del Natale. Lo scontro al calor bianco sta coinvolgendo praticamente tutti: associazioni di categoria, sindaco, commercianti, assessori, consiglieri comunali (vivacissima la seduta a Palazzo Mercanti di lunedì scorso) e regionali

NATALE IN VAL D’ARDA

DA PAGINA 11

Il ‘consigliere aggiunto’

Uno straniero a Palazzo Mercanti, dibattito aperto PARADISO A PAGINA 4

Cacciatore, dietrofront su Palazzo Uffici D’Amo: “Avevo ragione”

A PAGINA 8

Qualità della vita, Piacenza risale: 16esima in Italia

DOSSENA A PAGINA 3

Politica

Francesco Renga al Municipale

Ancora ricchi e più giovani, ma i piacentini non sono felici DOSSENA A PAGINA 3

PARADISO A PAGINA 4

Calcio

Piacenza, aspettiamoci di tutto

DOPERNI A PAGINA 15


Corriere Padano

2

8 dicembre 2011

VILLAGGIO GLOBALE Grande afflusso di clientela per il "mercatone" targato Cina in Via Genova

Kaefu Market guadagna spazio! Centinaia di scontrini emessi ogni giorno e clienti già fidelizzati a neanche tre mesi dall'apertura. Intanto, partono le vendite per il Natale

La manovra di Monti non piace ai sindacati Cisl e Uil hanno proclamato due ore di sciopero per lunedì 12 dicembre contro la manovra del governo. I due sindacati organizzeranno presidi davanti alle prefetture mentre a Roma saranno davanti al Parlamento. “Abbiamo cercato di contrastare l'aumento dell'Iva di due punti percentuali - ha detto Luigi Angeletti, leader della Uil - già con il precedente governo. Si sarebbe potuto sopportare se, contemporaneamente e nella stessa entità, quei soldi fossero serviti per ridurre le tasse sul lavoro, ma così avrà un effetto recessivo: farà aumentare i prezzi, ridurre i consumi e aumentare la disoccupazione. Il peggio che ci possa capitare” "Se in Italia si è commissariata la politica ha rincarato la dose il segretario Cisl, Raffaele Bonanni - non si può commissariare il sociale. Perche' queste misure sono state prese senza discussioni?”. La segreteria nazionale Cgil ritiene invece che "la pressione esercitata dal sindacato per evitare ulteriori discriminazioni a danno dei lavoratori pubblici ha fatto sì che si sia evitato di intervenire sull'aumento dell'Irpef. La pressione prodotta dal sindacato e dai pensionati ha permesso di raggiungere un primo, ma ancora troppo parziale, risultato sul blocco dell'indicizzazione delle pensioni: bisogna continuare ad insistere sui contenuti specifici della manovra per ottenere le modifiche che riteniamo ancora necessarie: per ottenere cambiamenti rilevanti continuiamo a sollecitare anche Cisl e Uil". Consumatori critici - "Una manovra socialmente squilibrata e, per questo, economicamente depressiva": questo il giudizio di Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, presidenti di Federconsumatori e Adusbef. “Troviamo sbagliato in primo luogo il blocco dell'indicizzazione sulle pensioni, soprattutto in una fase come quella attuale in cui si assiste ad una crescita fortissima dell'inflazione che risulterà ulteriormente incrementata dal nuovo aumento dell'Iva. Giudichiamo del tutto insufficiente, poi, l'intervento sui capitali 'scudati'. Anche il provvedimento sulla tracciabilità dei pagamenti oltre i mille euro - hanno proseguito Lannutti e Trefiletti risulta inadeguato per combattere il fenomeno dell'evasione: sarebbe stato necessario fissare la soglia massima per i pagamenti in contanti a 300 euro. Gravissimo l'ulteriore aumento dell'Iva di 2 punti percentuali, che avrà un impatto pesante sul potere di acquisto delle famiglie e, quindi, sull'andamento dei consumi. Una misura fortemente recessiva, così come la reintroduzione indiscriminata dell'Ici, ora rinominata Imu. Quello che ci preoccupa maggiormente è che, tra tutti questi provvedimenti, non si intravede una scelta convinta sul rilancio degli investimenti per lo sviluppo nei settori innovativi e nella ricerca, necessari per la ripresa dell'economia" (Agenzia Dire, www.dire.it)

Continua il boom di Kaefu Market, il megastore made in China di Via Genova 31 a Piacenza. La posizione del negozio, in pieno centro città, insieme con i prezzi molto competitivi rispetto ad altri esercizi, contribuiscono a questo successo di vendite. Sta di fatto che dal giorno dell'inaugurazione, il 26 settembre scorso, sono stati molti gli scontrini emessi quotidianamente: "Continuiamo a mantenere una media di circa 400 scontrini al giorno - commentano soddisfatti Alice Zhang e Francesco Hu, soci del market -. Di questi tempi, poi, con l'avvicinarsi del Natale, i clienti sono anche aumentati". E in effetti, guardandosi intorno, ci si accorge che qui non esiste il cliente tipo: ci si trova la persona anziana che fa acquisti di detersivi quanto il giovane con un budget limitato; la mamma che compra giocattoli ai bambini o la signora che addobba la casa per le feste. L'unico comune denominatore è la spesa molto bassa, e i prezzi sempre contenuti. Visto l'ottimo rapporto qualità/prezzo si riesce ad acquistare qualsiasi prodotto salvando il portafogli. Questo "mercatone" targato Cina, infatti, offre al consumatore una scelta molto vasta, con circa 100 mila pezzi esposti. Si va dalle calzature all'abbigliamento, dai detersivi ai profumi, dai giocattoli agli utensili per la casa, fino alla bigiotteria e al make up, per un totale di 1500 metri quadrati di esposizione. Qualsiasi cosa cercate, da Kaefu Market c'è. "Quello che fa piacere è vedere che i clienti sono affezionati - continuano Alice e Francesco -. Chi arriva qui per la prima volta poi ritorna". I reparti più gettonati sono quelli dei prodotti per la casa, ferramenta, idee regalo e addobbi. A proposito di questi ultimi, per gli alberi di Natale c'è solo l'imbarazzo della scelta: si va dai quasi 4 euro per quelli piccoli da tavolino ai 70 euro per quello più grande, adatto al salone di casa. Una volta scelto l'albero, ci si può divertire ad addobbarlo con le palle colorate di-

Treni, al via nuovo orario sulla Pc-Mi (j.gio) Al via da questa domenica il nuovo orario dei treni sulla Piacenza- Milano. Quattro le corse in più: da Piacenza alle 12.09 e alle 10.09, da Milano Greco alle 8.40 e alle 11.40. Quasi certa, invece, la cancellazione di due treni utilizzati dai pendolari: "Le corse aggiunte non sono per noi di alcuna utilità commenta Ettore Fittavolini, presidente dell'Associazione dei Pendolari piacentini- e d'altro canto sono stati cancellati l'Intercity delle 17.45 da Milano Centrale e l'Eurostar per Ancona delle 18.35. Perciò, chi da Milano perderà il treno delle 18.15 dovrà aspettare fino alle 19.20, inaccettabile per chi ha trascorso la giornata al lavoro. Insomma, un disastro".

sponibili in tutti i colori e che comunque non superano i 60 centesimi. Ampia la scelta anche di strenne e boule de neige, biglietti natalizi e festoni per albero, e sempre a meno di 1 euro. E per Natale, si sa, non si possono dimenticare i bambini. A loro da Kaefu Market si possono regalare peluches a forma di pupazzi di neve e di renne, cerchietti per capelli divertenti con gli gnomi o i tradizionali giocattoli elettronici. Senza dimenticare il costume di Babbo Natale per scendere dal camino: c'è anche quello! Restano, comunque, fissi i reparti abbigliamento,

valigeria e calzature, che offrono un'ampia scelta per donna, uomo e bambino. Stivale, décolleté, scarponcino, tronchetto, nessun paio di scarpe supererà i 40 euro! In questo periodo, poi, il negozio di Via Genova propone una serie di scarpe sportive, da running in superofferta, con prezzo che oscilla tra i 15, 90 e i 29,90 euro. La particolarità sta nei tre mesi di garanzia. In pratica, se la calzatura dovesse rompersi in questo lasso di tempo, da Kaefu Market viene ritirata e sostituita con un nuovo paio al cliente. "Questo accade con tutti i nostri prodotti - confer-

mano i soci -. Se l'acquirente dovesse riscontrare difetti di fabbricazione non abbiamo problemi a sostituire il prodotto, se corredato da apposito scontrino fiscale". Bisogna però far presto perché queste offerte durano solo fino all'11 dicembre. Infine, in questi ultimi giorni si possono trovare idee per i bijoux da indossare per i baci sotto il vischio. L'assortimento di orecchini, collane, bracciali e anelli è, se possibile, ancora più vasto e corredato anche da piccoli tocchi di rosso, con stelle di Natale intense e decorative. Ora non resta che brindare.


8 dicembre 2011

Corriere Padano

3

IN PRIMO PIANO

Il dibattito - Il 13 dicembre l’Unione Commercianti presenterà il proprio progetto di rivitalizzazione del centro storico

Ztl, zona a battibecco illimitato Orari più ‘leggeri’: Confcommercio contro Comune, Scarpa (Lac) contro tutti esaminare i provvedimenti presi dal Comune di Milano dai quali non risulta alcuna prova scientifica che di smog ci si ammali o si muoia”.

ANDREA DOSSENA La Ztl si riscopre area a polemica illimitata proprio nell’imminenza del Natale. Lo scontro al calor bianco sta coinvolgendo praticamente tutti: associazioni di categoria, sindaco, commercianti, assessori, consiglieri comunali (vivacissima la seduta a Palazzo Mercanti di lunedì scorso) e regionali, più i cittadini alle prese con l'inizio del bailamme consumistico pre-natalizio.

Soluzione impossibile?

Confcommercio: “Ztl leggera per le feste” Ad aprire le “ostilità” è stata l'Unione Commercianti, che alle 13 del 13 dicembre presenterà in Sant’Ilario il proprio progetto di rivitalizzazione del cuore della città: facendosi portavoce dei vari comitati delle vie del centro storico, il presidente di Concommercio Alfredo Parietti ha scritto al primo cittadino Roberto Reggi e agli assessori al commercio Tarasconi e alla viabilità Carbone per chiedere – ma solo per il periodo natalizio lo spegnimento anticipato di un'ora delle telecamere della Ztl (ad eccezione di quelle delle vie pedonalizzate) come è stato concesso in altre città (da Bologna a Firenze), e di spegnerle del tutto il sabato pomeriggio. Obiettivo, rilanciare il commercio nel centro storico “considerate - ha precisato Parietti - le difficoltà dell'economia ”.

Il niet di Reggi Il sindaco Roberto Reggi, che si è detto “sorpreso” dalle proposte, ha risposto con un secco niet (“La compresenza tra le auto in transito e le tante famiglie che invaderanno pacificamente il

centro creerebbe un ulteriore disagio”). Il primo cittadino ha ricordato “il serio problema dell'inquinamento atmosferico”, indicando una soluzione del tutto antitetica quella proposta da Parietti: “Il commercio potrebbe essere valorizzato dall'introduzione di ulteriori vie completamente pedonalizzate”. Al malcontento dei commercianti di via Scalabrini (“La Ztl – affermano in molti, che sostengono di essere prossimi alla chiusura - ci ha strangolato, non ci sono posteggi nelle vicinanze, l'accensione delle telecamere tra Stradone Farnese e via Santo Stefano sarà la pietra tombale”) non ha corrisposto un'apertura neanche da parte dell'assessore Pierangelo Carbone (“La Ztl è questa, e l'utilizzo del parcheggio della Cavallerizza sta aumentando”), ma al loro fianco si è schierata anche Confesercenti.

Smog, in Pianura Padana tre anni di vita in meno Non lasciano dubbi le conclusioni dell'ultimo rapporto dell'Agenzia Europea dell'Ambiente, “Air Quality in Europe 2011”, secondo cui Pianura Padana e Benelux sono le peggiori zone d’Europa per inquinamento atmosferico: lo smog killer, secondo lo studio, uccide anzitempo in Europa ogni anno 310mila persone, tra cui 50mila nella sola Italia. Se il peggioramento della qualità dell’aria sottrae nell’intero continente una media di 9 mesi, in Pianura Padana e Benelux la situazione è da allarme rosso: la speranza di vita arriva infatti fino a tre anni di meno.Insufficienza cardiaca, infarti, crisi respiratorie e tumori costituiscono secondo il rapporto non solo un problema sanitario, ma anche un fardello economico, calcolato in circa 80 miliardi di euro all'anno. (d.an)

Vivibilità, Piacenza in risalita eppure non siamo felici Classifica Sole 24 Ore: alta percentuale di giovani Città ottava per sale cinema ogni 100mila abitanti Piacenza guadagna due posizioni nell’edizione 2011 della Qualità della vita nelle province italiane, issandosi al 16esimo gradino della classifica dal 18esimo del 2010, ma i piacentini non si sentono felici. Qualità della vita, Piacenza 16esima - La celebre indagine del Sole 24 Ore sulla vivibilità vede la nostra città svettare al primo posto nella graduatoria “di tappa” della Popolazione, che considera la disponibilità di spazi fisici, la propensione a fare figli, la solidità dei matrimoni, la presenza di extracomunitari regolari (siamo terzi in Italia per percentuale con il 13,36%) e la percentuale di under 29 (Piacenza batte tutti per quota di giovani tra 2002 e 2011). Altra “chicca” della classifica, ma nel settore del Tempo libero, è quella che conferma Piacenza come città amante del cinema: siamo ottavi assoluti per numero di sale (5,21) ogni centomila abitanti. Tornando alla vetta conquistata da Piacenza per la Popolazione, il Sole 24 Ore rileva come negli ultimi dieci anni la nostra città sia stata l’unica - con Parma - ad aver visto crescere l’incidenza di cittadini under 29 sul totale della popolazione. Fondamentali le università (la presenza del Politecnico in aggiunta alla Cattolica) e l’apporto degli extracomunitari (tra i quali i giovani sono prevalenti), due fattori decisivi nella vittoria di tappa che ha spinto Piacenza due posizioni più in alto nell’ambita top 20 nazionale. Ricchi ma infelici - I brillanti risultati, però, non sembrano bastare: la percentuale di risposte posi-

tive alla domanda “Personalmente, lei è felice?” del sondaggio di Ipr Marketing vede infatti Piacenza al penultimo posto in Italia, dietro alla sola Trapani, quasi a confermare scientificamente che benessere (anche economico, siamo 17esimi per tenore di vita) e felicità non coincidono. I commenti - A sottilineare gli aspetti positivi sono sia il sindaco di Piacenza Roberto Reggi che il presidente della Provincia Massimo Trespidi. Per il primo cittadino “Solo Piacenza e Parma dimostrano di attrarre giovani: è perchè abbiamo investito bene su università e qualità della formazione”. Per il presidente della Provincia “Piacenza è una Provincia giovane. Il ‘responso’ della classifica del Sole 24 Ore conferma la vocazione all’accoglienza del nostro territorio ed è l’ennesima dimostrazione della capacità della nostra provincia di garantire un ampio spettro di servizi e di possibilità“. Andrea Dossena

Scarpa: “Che scusa, l’inquinamento ” “La solita improvvisazione dell’Unione Commercianti impedisce di discutere in modo calmo ed obiettivo su un tema qual è l’eventuale sperimentazione, limitata al periodo natalizio, che prevedeva fra le altre cose la riapertura serale anticipata della Ztl”. E’ l’affondo del presidente della LAC (Libera Associazione Commercianti) Federico Scarpa, secondo il quale “la risposta che il Comune ha dato era quasi obbligata visti i tempi ed i modi con cui è stata presentata la richiesta”. “Ricordo tuttavia all’Assessore Carbone - ha aggiunto Scarpa - che l’emergenza delle polveri sottili è una quasi scusa inventata da alcune associazioni di categoria e da qualche medico compiacente per fare del terrorismo psicologico. Consiglierei a questi signori di

Il presidente di Confesercenti Fausto Arzani ha invece dichiarato che “la richiesta d'aiuto espressa da Parietti andava presa con la dovuta attenzione”, spiegando che a suo avviso “la zona a traffico limitato funziona per aree a forte tradizione commerciale come piazza Cavalli, ma per via Scalabrini rischia di essere un provvedimento non solo inutile ma dannoso”. I consiglieri comunali Pdl Marco Tassi e Carlo Mazzoni hanno prontamente ricordato di aver presentato mozioni di alleggerimento della Ztl, dal canto suo il consigliere regionale Pdl Andrea Pollastri - con un'interpellanza all'assessore regionale al Commercio - ha dato il proprio sostegno all'idea dell'Unione Commercianti chiedendo di estenderla all'intera regione per feste e saldi: “La vivibilità del centro storico la fanno i commercianti tenendo aperti i loro negozi: per evitare la desertificazione (nella foto, vetrine vuote in via Illica), in una congiuntura come questa, bisogna far di tutto per evitare che chiudano”. Difficile che la proposta venga accolta, più facile che le istanze di chi sottolinea che il commercio è in crisi (il livello di consumi, precipitato, è paragonabile a quello registrato nel 2001) continuino a scontrarsi con quelle di chi ricorda l'emergenza smog (vedi box) e le ferali conseguenze per la salute. Una domanda però, aleggia come le polveri sottili: tertium non datur?


Corriere Padano

8 dicembre 2011

4

ATTUALITÀ POLITICA

Cacciatore, dietrofront su Palazzo Uffici. D’Amo: “Avevo ragione”

Nella foto, il vicesindaco Francesco Cacciatore

"Una variante per consentire un progetto semplice". "E' prioritario recuperare risorse umane e dare servizi più efficienti". E ancora, "il nuovo palazzo degli uffici comunali è una pratica di buon senso". Chi ha pronunciato queste frasi? La risposta è il vicesindaco Francesco Cacciatore che, tra il 7 ed il 21 luglio 2009 relazionava al consiglio comunale il discusso progetto di palazzo uffici cercando di convincere l'assemblea (ma anche la Provincia di Piacenza, sperando di coinvolgere il presidente Massimo Trespidi a fare un palazzo unico degli uffici comunali e provinciali) sulla bontà del progetto simbolo dell'amministrazione. Colui che per cinque anni ha speso energie e forze per portare dalla sua parte un consiglio comunale reticente alla realizzazione di un palazzo da 21 milioni di euro, lo scorso weekend ha fatto un imprevisto quanto inaspettato passo indietro. "Dovremmo accantonare per ora il progetto e rivederlo in un secondo tempo". Un'uscita molto politica ed elettorale, quella di Cacciatore, che si è palesata all'interno della

conferenza programmatica del Pd e che ha trovato impreparato il sindaco Roberto Reggi, rimasto senza parole dopo anni di battaglie portate avanti proprio dal suo vice sulla delicatissima pratica. "Sono stupito, quasi allibito nel sentire quelle parole" ha confidato il primo cittadino ai suoi, anche perché in anni di durissime battaglie fuori e dentro il consiglio comunale per difendere la pratica "il vicesindaco non ha mai manifestato perplessità o contrarietà a palazzo uffici". Una mossa, quella di Cacciatore, che influisce non solo sulle interne dinamiche della giunta di palazzo Mercanti, ma anche sulla competizione per le consultazioni primarie del Partito democratico in programma il prossimo 29 gennaio. La posizione del vicesindaco si avvicina infatti a quella di Gianni D'Amo, leader di Cittàcomune, la cui storia politica all'interno della maggioranza di centrosinistra finì proprio per le sue posizioni contrarie alla realizzazione di palazzo uffici. E' quindi possibile pensare ad un avvicinamento tra Cacciatore e D'Amo su temi delica-

ti come quello di Paluff per arginare il terzo contendente all'incoronazione di portacolori del centrosinistra alle prossime elezioni, Paolo Dosi? "Neanche per idea, non esistono assi tra me e Cacciatore- sostiene D'Amo- anche se mi accorgo sempre di più che temi e argomenti che sollevo da molti anni (come la contrarietà a palazzo uffici) vengono ripresi e diventano oggetto di riflessione pubblica. Con questo si riaffermano le mie ragioni". Le ragioni di un palazzo uffici che non s'ha da fare, appunto, e che fanno sostenere come "D'Amo vede lontano- dice di se stesso il professore di Cittàcomune- e che mi fa assumere un vero ruolo di cerniera tra la società e la politica visto che gli altri (Cacciatore e Dosi) sono espressione dei partiti". Al netto dei dietrofront dei contendenti, D'Amo va quindi avanti per la corsa alle primarie di gennaio convocando a raccolta i suoi sostenitori domenica 11 alle 17.30 al circolo Boeri per il via alla campagna "NoiD'Amo". (mp)

”In Italia ci sono anch’io” - Centrosinistra favorevole e centrodestra contrario alla proposta di Cgil e Libera

Uno straniero a Palazzo Mercanti? Dibattito aperto sul “consigliere aggiunto” in rappresentanza degli immigrati MASSIMO PARADISO In America li chiamano Wasp: bianchi, anglosassoni e protestanti. Noi non abbiamo un equivalente italiano perché compongono per intero l'apparato politico e amministrativo non solo cittadino o provinciale, ma italiano. Ma, dalle prossime elezioni- le Comunali 2012- i partiti di ogni schieramento, i Wasp nostrani, dovranno fare i conti con una popolazione straniera e migrante che si allarga sempre di più e che avrà bisogno nel breve termine di una rappresentatività anche a livello locale. Piacenza, infatti, è la prima città in Emilia-Romagna per popolazione straniera con un'incidenza del 16,63% di migranti che compongono il tessuto sociale del capoluogo: macedoni, romeni, albanesi, nord africani che lavorano e vivono in città e che contribuiscono attivamente per la crescita dell'economia pia-

centina. 17.165 residenti di origine straniera che, seppur fondamentali sul versante produttivo, risultano determinanti dal punto di vista fiscale, contributivo e dei consumi ma che, sino ad ora, non hanno rappresentanza all'interno del consiglio comunale, luogo cardine per le scelte di carattere politico- amministrativo per la città. E' quindi insensato proporre la rappresentanza di una componente straniera- di prima o di seconda generazioneall'interno dell'assise municipale? "Niente affatto- è la risposta di Giulia Piroli, consigliere in quota Pd da tempo vicina alle istanze di donne e migranti- perché i gruppi di migranti a Piacenza stanno continuando a crescere e una loro rappresentanza nel prossimo consiglio comunale sarebbe auspicabile". E' chiaro, come sottolinea la stessa Piroli, che la componente straniera nell'assemblea di palazzo Mercanti deb-

ba essere subordinata al diritto di voto e di cittadinanza di questi nuovi piacentini, nodo però non semplice da sciogliere vista la legislazione vigente e nonostante le aperture fatte in questo senso anche dal presidente della Repubblica. Se da un lato, quindi, sia Cgil che l'associazione Libera stanno raccogliendo firme

per l'iniziativa "In Italia ci sono anch'io" volta ad estendere il diritto di voto anche ai cittadini stranieri, dall'altro si starebbe pensando ad una nuova figura da inserire all'interno dei consigli comunali: il consigliere aggiunto. Una figura che altro non è se non una personalità indicata dalle comunità di stranieri

che faccia parte dell'assemblea degli eletti, da coinvolgere durante i lavori del consiglio comunale ma il cui voto non sia determinante per l'approvazione od il respingimento delle pratiche. Una sorta di uditore con facoltà di parola che possa esprimere giudizi all'interno dell'emiciclo cittadino forte di una rappresentanza della comunità straniera. Ma la proposta del consigliere aggiunto non sembra trovare il favore di tutti. Tiepido si dimostra Filiberto Putzu (Pdl) che, seppure sia favorevole ad una maggiore integrazione delle comunità straniere a Piacenza, invita ad "ottemperare le leggi nazionali in materia". Il suo collega, Marco Civardi (Pdl) risulta ancora più scettico: "Cosa vuol dire consigliere aggiunto- si domanda il pidiellinoallora se viene indicato dalla sua comunità, perché non mettere in consiglio comunale un rappresentante per ogni specificità, come quella degli

insegnanti, degli ingegneri e via dicendo". Per parte del ceto politico, l'opzione del consigliere aggiunto rappresenta quindi un "vulnus giuridico, perché fuori dalle norme regolamentari del consiglio", come sostiene Carlo Mazza (Gruppo misto) anche se Benedetto Ricciardi, avvocato e consigliere comunale del Pd, non la pensa allo stesso modo: "Ma quale vulnus? In altre realtà è stato istituito e io personalmente lo vedrei come ricchezza all'interno dell'assemblea cittadina". Il consiglio comunale del 2012 potrà quindi essere più "colorato" (e non in senso politico) dello scorso? Prematuro a dirsi anche se Rifondazione comunista, come a ogni elezione, metterà in lista il leader naturale della comunità marocchina di Piacenza "contrariamente all'Italia dei valori- polemizza il capogruppo Carlo Pallavicini- che neanche alle primarie di coalizione vuole dare il voto agli stranieri".

Prima sentenza

Caso-Boemi, il sindaco: “Sono sereno” La comandante della Polizia municipale di Piacenza condannata a cinque mesi e un anno di interdizione ai pubblici uffici per l'uso improprio di un'auto di proprietà del Comune. E' quanto deciso dal Tribunale di Piacenza che ha inflitto una pena (poi sospesa) alla comandante Boemi, imputata nel processo che la vede coinvolta per peculato. A difesa della comandante, il sindaco Roberto Reggi si dice "stupito" della sentenza e annuncia ricorso anche se si profila l'ipotesi anche di un suo coinvolgimento nel processo con l'accusa di concorso in peculato. "Sono senza macchia e con la coscienza a posto - ha precisato Reggi durante una conferenza stampa convocata martedì nel suo ufficio- e sono talmente confidente che sono tranquillo come un angelo". mp


8 dicembre 2011

Corriere Padano

ATTUALITÀ FIORENZUOLA

5

Fiorenzuola - Prosegue l’impegno del gruppo di volontariato parrocchiale

Un pacco di solidarietà e il Natale è più sereno Anche quest’anno "Ripartire dall'Ultimo" realizza confezioni-dono da consegnare ad un centinaio di famiglie bisognose di Fiorenzuola e dintorni di un biglietto personalizzato, verrà consegnato dai volontari nei giorni successivi alla raccolta, con l'obiettivo di darlo a tutti prima del 25 dicembre. E in tutte queste fasi, ad aiutare i membri di "Ripartire

MANUELA IANNOTTA Un pacco per tendere la mano a chi ha bisogno. Per regalare un sorriso alle famiglie in difficoltà. Per far sentire la propria vicinanza a coloro che si sentono soli ed emarginati. Per rendere più sereno un difficile e precario Natale. Un dono, un pacco, colmo di viveri e alimenti, preparato e confezionato con cura, ancora una volta, dal gruppo di volontariato parrocchiale e di sensibilizzazione per il sociale "Ripartire dall'Ultimo", promotore - ormai da sette anni - dell'iniziativa "Un pacco di solidarietà", che prevede la raccolta di alimenti per realizzare pacchi-viveri da consegnare, a domicilio, alle famiglie in difficoltà non solo della città sull'Arda, ma anche dei Comuni limitrofi. Un progetto consolidato, che va a rafforzare quella catena di solidarietà attiva a Fiorenzuola ogni anno (e non solo a Natale, è il caso di dirlo) e che può contare sulla volontà di un gruppo, composto da una decina di persone e nato

bero ricevere - come già fatto l'anno scorso e sempre che la quantità degli alimenti accumulati lo consenta - un pacco doppio. Questi, quindi, tutti i dettagli dell'iniziativa, promossa da un gruppo che ha tra i suoi

Un ultimo dell'anno tra i terremotati del Molise e l’intuizione di Sandro Loschi alla base delle iniziative

nove anni fa dall'esperienza di un ultimo dell'anno tra i terremotati del Molise e dall'intuizione di uno dei volontari fiorenzuolani per eccellenza, Sandro Loschi. Si è costituito così, nel 2002, il gruppo "Ripartire dall'ultimo", che da allora si è sempre impegnato in iniziative comunitarie e nel periodo di Natale, l'attività principale diventa appunto quello dei pacchi

di solidarietà. Quest'anno la raccolta degli alimenti - non freschi e non deperibili, ossia pane, pasta, olio, riso, dolci, scatolame, etc. - verrà effettuata nel pomeriggio di venerdì 16 dicembre e durante la mattinata e il pomeriggio dei giorni 17 e 18 dicembre, davanti ai supermercati Coop e Conad. Terminata la raccolta, si passerà alla fase dell'impacchet-

tamento, per cui è prevista "una cura particolare". Come ci hanno spiegato i volontari di "Ripartire dall'ultimo" - i referenti del progetto sono Carlo Sidoli e Laura Moschini (in foto) -, "non si tratta, infatti, di una consegna sterile, ma di prendersi cura di questo pacco che diventa simbolo della vicinanza della Parrocchia a chi lo riceverà". Ogni pacco, incartato e corredato

dall'ultimo" vi saranno una decina di ragazzi dell'Azione cattolica giovani e alcuni alunni di una classe dell'Itc del polo scolastico superiore Mattei, che ha collaborato al progetto "Giovani e volontariato in 3D". Una schiera di forze giovani, dunque, per un'iniziativa che arriva ad abbracciare un centinaio di famiglie. Tra queste, vi è un'alta percentuale di nuclei familiari extracomunitari, ma sono numerosi anche quelli italiani. Così come è alto il numero delle famiglie con più bambini, che dovreb-

obiettivi, anche quello di "favorire il potenziamento dei volontari, in particolare dei giovani" e di dare un rilievo ancora maggiore al progetto "Un ponte di tappi": una raccolta di tappi di plastica che va avanti senza soluzione di continuità da 2 anni e ha permesso, tramite il riciclo di tali tappi e con il contributo di un'azienda fiorenzuolana, di realizzare progetti di solidarietà in un villaggio del Togo. Iniziative, obiettivi, raccolte solidali, portate avanti da questi volontari che tendono la mano agli ultimi.


Corriere Padano

8 dicembre 2011

6

ATTUALITÀ

Associazioni - Numerose come sempre le iniziative in città per le feste

Il Natale del fare: la solidarietà chiama Dalla giornata del volontariato alle casette di Piazza Cavalli, dalle mostre ai concerti: sono tanti i modi per dare una mano ai meno fortunati JENNY GIORDANO E' un dicembre pieno di solidarietà questo, a Piacenza. Già dall'inizio del mese, infatti, fioccano le associazioni di volontariato che sono scese in piazza fino a Natale, per farsi conoscere e regalare, attraverso le offerte, un pezzetto di vita migliore ai meno fortunati. Tra manifestazioni e stand, iniziative e concerti, non c'è che l'imbarazzo della scelta.

Le casette delle "buone azioni" Così, in Piazza Cavalli, si potranno trovare - aperte dalle 9.30 alle 12.30 e al pomeriggio dalle 15.30 alle 19.30 - le consuete "casette" dedicate ad ogni tipo di buone azioni. Come quella del Gruppo Kamenge, fondato dai Severiani, diretto da padre Claudio Marano, e sostenuto dalla Fondazione Piacenza e Vigevano, che propone un mercatino con in vendita presepi Cuzco tipici del Perù e poi di altre parti del mondo, addobbi natalizi dalla Finlandia o dall'Alto Adige,

oggetti d'arte africana. Il ricavato sosterrà il "Centre jeunes Kamenge" di Bujumbura in Burundi - Kamenge è il nome di uno dei quartieri della città-. Spazio anche alla cooperativa sociale Unicoop, che per questo Natale offrirà regali fatti a mano e prodotti artigianali che andranno a finanziare progetti per la gestione di servizi per anziani, nidi d'infanzia, servizi educativi e comuni-

tà per adulti disagiati. Un altro stand è dedicato all' Assofa. Nata nel 1981 come associazione di volontariato, nell'87 si è costituita cooperativa sociale. Grazie a una convenzione e alla collaborazione con l'Asl di Piacenza gestisce un centro socio-riabilitativo, una casa famiglia e diversi servizi educativi domiciliari. Tra le sue realizzazioni: una scuola dell'autonomia con attività pedago-

La giornata mondiale del volontariato

ne della Giornata mondiale del volontariato 2011. Organizzata dallo Svep, Centro di servizio per il volontariato di Piacenza, l'iniziativa - che comunque raduna solo una parte del volontariato piacentino ha ottenuto riconoscimenti da più parti, Comune - attraverso il Sindaco Roberto Reggi -, Provincia, Regione. Il presidente di quest'ultima, Vasco Errani, è stato di passaggio alla manifestazione dopo la conferenza del Pd: "In Emilia Romagna il volontariato svolge una funzione essenziale e integrata col sistema dei servizi attraverso intese e convenzioni dice - Non dimentichiamoci che si tratta di una risorsa strategica per una società che vuole essere comunità e coesa". Presenti anche gli assessori ai Servizi Sociali di Provincia, Pierpaolo Gallini e comunale Giovanna Palladini, che hanno sostenuto l'operato di Svep.

Solidarietà in piazza anche sabato scorso, 3 dicembre, quando sessanta associazioni si sono date appuntamento per una grande mostra allestita a Palazzo Gotico in occasio-

Non potevano mancare iniziative di associazioni internazionali come Unicef, che in

giche/terapeutiche fondate sul "Progetto Persona" come proposto dalla disciplina di Stefania Guerra Lisi; laboratori di teatro, musica, scultura; progetti di editoria - il periodico "Colori" e i libri della collana Assofa -. Ancora: presente Emergency, l'associazione indipendente fondata da Gino Strada, nata per offrire cure medico-chirurgiche gratuite alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà, pronta a raccogliere il contributo di chi vorrà sostenerla in cambio di una strenna natalizia. Infine la Onlus Bambino Cardiopatico, che raccoglie contributi su conto corrente o iscrivendosi all'associazione per il potenziamento degli ambulatori di cardiologia - divisione pediatria - degli Ospedali di Piacenza e Fiorenzuola.

Cattolica, Economia è prima in Europa Indagine online tra 220mila studenti di 24 Paesi, al primo posto svetta la Facoltà piacentina Facoltà di Economia della Cattolica di Piacenza ancora sugli scudi: ha ottenuto i migliori risultati nella classifica realizzata dal “Trendence Graduate Barometer” dell’istituto di ricerca europeo Trendence. Il primato è particolarmente significativo perchè è sempre più ampio il campione di laureati chiamati a rispondere alle domande dell’indagine, compiuta online dal 2003: gli studenti partecipanti sono infatti arrivati ad essere ben 220mila

(15mila sono italiani) di oltre 850 università di 24 nazioni diversi dell’Unione Europea. Tra loro, anche 258 laureati della Facoltà di Economia della Cattolica, che hanno promosso a pieni voti la qualità della didattica (88,4%), il contatto diretto con i docenti e la disponibilità dei tutor (87,9%) e il livello di prestigio dell’ateneo piacentino (86,3%). Ottimi anche i giudizi alla spendibilità nel mondo del lavoro del titolo conseguito

a San Lazzaro e alle strutture del campus, che concorrono a fare della sede piacentina di Economia un luogo di studio molto apprezzato. Soddisfatto, ovviamente, il preside Maurizio Baussola che ha sottolineato l’ottimo andamento delle immatricolazioni (il 50% di tutti i neoiscritti alla sede piacentina della Cattolica ha scelto Economia) e il basso tasso di abbandoni. Andrea Dossena

Altre iniziative

questi giorni è presente con banchetti in diversi punti della città per sostenere due campagne: "Vogliamo zero", contro la mortalità infantile nei Paesi sottosviluppati, e "Io come tu" per ribadire il diritto alla non discriminazione. La Caritas, invece, oltre ad essere presente alla Giornata del volontariato e dopo il successo della Colletta alimentare, propone, per lunedì prossimo, la santa messa del Natale dello sportivo nella Basilica di S. Antonino per tutte le Società e Associazioni sportive del piacentino. Intanto l'amministrazione provinciale sostiene l'iniziativa di raccolta fondi "un pinetto per la vita" in occasione del 18esimo anno di vita della casa di accoglienza "Don Giuseppe Venturini". I mini alberi di Natale, realizzati dai volontari dell'associazione PaCe (persona al centro) potranno essere ritirati presso l'Urpel in cambio di un'offerta che sarà destinata a garantire servizi e attività ausiliarie (borse lavoro, eventi culturali, uscite ricreative, viaggi, vacanze estive) per gli ospiti della " Don Venturini".

Riqualificazione zone rurali, dalla Provincia 1,5 mln di euro (j.gio)Via dalla Provincia all'assegnazione delle risorse relative al Patto per lo Sviluppo Locale Integrato 2011/2013 per la "Qualità della vita e diversificazione dell'economia nelle zone rurali". Si tratta di contributi per oltre 1 mln di euro corrispondenti a più di 1 mln 500 mila euro di investimenti per opere e interventi a favore della riqualificazione del territorio rurale. Tali importi corrispondono al 70 per cento del costo totale degli interventi. La firma del patto è avvenuta nell'ambito di una Conferenza di Concertazione, presieduta dall'assessore all’Agricoltura Pozzi, che ha visto la partecipazione dei soggetti che hanno presentato progetti ammissibili a finanziamento (Comuni, Iren e Consorzi).


8 dicembre 2011

Corriere Padano

ATTUALITÀ FIORENZUOLA

7

Fiorenzuola - Il progetto di educazione stradale ed ecologica

Pedibus, debutto tra pochi mesi: collaudo riuscito Sara Felloni (assessore Ambiente): "Andare scuola a piedi, risposta positiva sia da molti genitori che dai bambini" Emanuele Cabrini (A.Ge): "Cerchiamo altri volontari" MANUELA IANNOTTA È uno "scuolabus umano". Un autobus che va a piedi, formato da una fila di bambini che si dirigono a scuola, seguendo il percorso stabilito, accompagnati da volontari adulti che fungono da autisti e controllori. È il "Pedibus": un progetto che fa rima con mobilità sostenibile, sicurezza stradale e socializzazione, già attivo in molti Comuni italiani (anche della nostra provincia) e destinato a partire in via ufficiale anche a Fiorenzuola, la prossima primavera. "In via ufficiale", perchè in via sperimentale il Pedibus ha già fatto il suo esordio: dal 26 settembre e per tre settimane consecutive (con partenza alle 7,35 da viale Galilei) è stato messo in moto un "Pedibus sperimentale", promosso

dal Comune (in particolare dall'assessore all'Ambiente, Sara Felloni) in collaborazione con l'Associazione Genitori di Fiorenzuola, sostenitrice di vecchia data dell'iniziativa. Sono state tre settimane di prova, cui hanno preso parte quasi una quindicina di bimbi delle scuole elementari, assieme alle loro mamme e all'assessore Felloni in persona, scesa in campo per guidare la carovana insieme alla responsabile dell'Ufficio Ambiente del Comune, Marina Tagliaferri. È stato un primo passo importante che ha sbloccato il progetto, fermo da anni per la mancanza di volontari, e che ha riscontrato un certo successo, dato che l'intenzione iniziale era quella di limitare ad una sola settimana la sperimentazione. "Ma c'è stata una risposta positiva da parte dei genitori e dei bambini e abbiamo

deciso di prorogarla", come ha ricordato l'assessore Felloni, la quale assicura: "In primavera il Pedibus partirà". "Le settimane di prova mi hanno confermato la validità dell'iniziativa; ho notato un cambiamento dei bambini, hanno socializzato tra di loro - ha osservato - E sono state utili per definire meglio orari e percorsi; ad esempio sarebbe fattibile partire anche da via Casella". Insomma, una sperimentazione utile per redigere il progetto completo, che sarà presentato poi all'Istituto Comprensivo di Fiorenzuola per avere anche il supporto della scuola, oltre a quello dei genitori. Genitori che, volendo, potrebbero candidarsi come futuri volontari accompagnatori, insieme a figure esterne che l'assessore ha intenzione di cercare nel mondo dell'associazionismo. Una decina di persone si sono

comunque già dette disponibili a guidare il Pedibus, come ha fatto sapere Felloni, invitando le altre persone interessate a contattare l'Ufficio Ambiente (tel. 0523-989233). E a sottolineare che "il cuore dell'iniziativa" è proprio il fatto di avere i volontari, è anche Emanuele Cabrini, il nuovo presidente dell'Associazione genitori, inserita nella commissione che sta lavorando con l'Amministrazione per implementare il Pedibus. "Noi stiamo cercando di far passare la voce e di contattare gente ha spiegato Cabrini -. Ed è solo in base al numero dei volontari che si potrà pensare a quanti percorsi del Pedibus fare". L'A.Ge è quindi in prima fila, insieme alla Felloni, per garantire l'inizio ufficiale del progetto. Perché, come ha osservato la vicepresidente dell'A.Ge, Daniela Mannini, "se

si riuscisse a partire in primavera in maniera più strutturata sarebbe una cosa positiva, sia per i bambini che per decongestionare il traffico davanti alla scuola". E a fare il tifo per il Pedibus sono anche le mamme che hanno preso parte alle prove generali. Entusiaste dell'iniziativa come i loro bambini. "I miei figli mi hanno detto di avere nostalgia del Pedibus e anche a me è piaciuto - ha spiegato Enrica Azilli- Mettevo giù la macchina senza l'incubo del parcheggio, i bambini arrivavano a scuola più distesi e sereni ed essendo io una mamma part-time, perché lavoro, quest'iniziativa mi ha permesso anche di stare qualche minuto in più coi miei figli". Enrica, che si è detta disposta a fare da volontaria per il Pedibus primaverile, ha poi ringraziato l'assessore Felloni "per il suo

mettersi in gioco in prima persona". Le ha fatto eco un'altra mamma, Paola Veronesi. "Tanto di cappello all'assessore", ha detto Paola, secondo la quale è necessaria "una maggiore riflessione" sulla valenza del Pedibus. "Abbiamo notato - ha infatti spiegato - qualche perplessità da parte di altri genitori (non aderenti all'iniziativa sperimentale,ndr), perché spesso il Pedibus viene visto solo come una sorta di asilo per il trasporto del bambino. Ma c'è una logica di educazione stradale ed ecologica. Comunque, anche se c'è stata poca riflessione, almeno è stato notato". E se il Pedibus fa bene alla città e all'umore dei suoi piccoli passeggeri, ha effetti benefici anche sul fisico. "È salutare per i bambini e ha fatto bene anche a noi mamme", ha commentato Silvia Dallavalle.

Associazioni

Passione Civile, spazio per la cultura politica E' nata a Fiorenzuola "Passione Civile", "un'associazione di cultura politica" che come la definiscono i soci-fondatori - "è un'occasione di incontro e di dibattito tra persone che vogliano conoscere, informarsi, discutere in piena autonomia e libertà, per comprendere questo mondo che cambia e fare la propria parte per trasformarlo in direzione di quel bene comune che è di tutti e di ciascuno". I fondatori organizzano il 16 dicembre alle 21, presso l'ex convento San Giovanni a Fiorenzuola d'Arda, un incontro sul tema "Non rubare", con Paolo Prodi (in occasione della recente uscita del suo volume pubblicato per Il Mulino con Guido Rossi) e Paolo Rizzi (del LEL Università Cattolica). I soci: Silvio Anelli, Rosanna Antrone, Gianluca Bonatti, Alessandro Bonini, Emanuele Cabrini, Fausto Castellana, Maurizio Coperchini, Ciro D'Alesio, Carla Danani, Luigi Danesi, Fiorenzo Fanti, Giordano Ghisleri, Sandro Loschi, Giuliana Masera, Fabrizio Musi, Luigi Nani, Martina Natella, Umbertino Testa, Laura Torricella, Sara Veronesi. (fg)


Corriere Padano

8

8 dicembre 2011

VIVIPIACENZA

Passerini Landi, dall’editoria a Lourdes

Il remake concettuale analizzato a Spazio 4

Piero e Ada Gobetti, se ne parla al Filo

Tre incontri settimanali in Biblioteca Passerini Landi (ore 16, Sala Balsamo). Lunedì 12, secondo appuntamento con Francesca Cosi e Alessandra Repossi sul tema "Conoscere l'editoria. La filiera del libro". Martedì 13 si continuerà parlando de "Lo scrittore fantasma" di Philip Roth, Einaudi, romanzo del '79 sulle ragioni e le possibilità di trasmissione dell'arte, con protagonista il ricorrente personaggio di Nathan Zuckerman, all'epoca immaginato poco più che ventenne. Giovedì 15 si chiuderà con il film "Lourdes" di Jessica Hausner, di cui parlerà Cristiano Mancin.

Prosegue giovedì 15 alle 21 col film "Lontano dal paradiso" di Todd Haynes il cineforum dicembrino di Spazio 4, intitolato "Raccontare la stessa storia. Forme del remake concettuale" e curato dal giovane e acuto cinefilo e studioso piacentino Leonardo Cabrini. Il film arriva dopo l'eccentrico Velvet Goldmine, e come quest'ultimo è "costruito sulla falsariga" di un altro film. Lontano dal paradiso riprende la trama di "Secondo amore" di Douglas Sirk. Negli anni '50, una donna, madre e moglie perfetta troverà un altro amore tra le braccia del giardiniere di colore.

Secondo e ultimo incontro del mini-ciclo "Piero e Ada Gobetti", organizzato e proposto dall'associazione Città Comune nel 150° anniversario dell'Unità per riflettere apertamente e pubblicamente su due italiani per molti aspetti esemplari. Se il primo appuntamento era stato dedicato alla figura di Piero, martedì 13 alle ore 21, come sempre al Teatro dei Filodrammatici di Piacenza, saranno Gianni D'Amo ed Ersilia Alessandrone Perona a discutere tra loro e con i presenti di "Vita e impegno di Ada, con Piero e oltre".

WEEKEND L’Orchestraevoce tour porta Renga a Piacenza Giardini Sonori ‘A/Mano’, due giorni underground "A/Mano" è un bel titolo per un bel weekend - sabato 10 e domenica 11 - interamente dedicato ad alcune delle migliori produzioni musicali e di artigianato indipendenti e giovanili dell'underground piacentino, organizzato ai Giardini Sonori in Cavallerizza da associazione 29Cento Factory. Un po' expo e un po' mercatino, un po' mostra ed happening musical-culturale, ospiterà i concerti indie-rock e garage di Philip And The Marmalade ed Ants Army Project (nella foto), sabato dalle 22.30, ma gli spazi espositivi apriranno dalle 16 sulla scorta dei dj-set a matrice elettronica curati da Nectar Project, David B Lapelupo e DaBass Crew. Domenica la musica ripartirà dai dj-set rock'n'roll/punk di Tough Guys Don't Dance e da quello "indie-tronico" e "macina tutto" di Go Dugong; concerto aperitivo di Quakers and the Mormons alle ore 19; apertura stand sin dalle 11 del mattino. La due giorni, maturata anche grazie al successo della sezione "expo" degli ultimi "Tendenze", configurerà i Giardini Sonori come uno spazio sociale in cui intrecciare relazioni e contatti, incuriosirsi e scoprire il magico universo delle auto-produzioni, portando a galla fermenti di controcultura meritevoli di attenzione e alternativi allo spersonalizzante modello consumista. Oltre 20 espositori tra vestiti, design, pittura, fotografia, ciclismo free-style, birre e cibi artigianali e altro ancora: citiamo almeno Nivule Clothing, Fatina in cucina, La Butiga, Emilio Solenghi, Michele Troni, Elena Piras, Bottega artistica, Ciclofficina, Go Vegan! e la partecipazione del festival fidentino "Quindie?".

FUORINGIRO LN Ripley al Bitte di Milano Venerdì sera, nebbia permettendo, andrete a ballare fuori porta in cerca di una bella scarica di musica elettronica, una grandinata drum'n'bass suonata live come dio comanda da una vera band e non da un dj? Allungatevi con la macchina fino al circolo Arci "Bitte" di Milano, in Via Watt 37, dove suonano (con ingresso gratuito) i torinesi LN Ripley, che annoverano in formazione anche Ninja dei Subsonica alla batteria (oltre all'ex-sonica Pierfunk al basso) e MC Viktor alla voce, volti noti alla movida piacentina per le loro passate scorribande dietro le consolle di Bellavita e Fillmore.

Mercoledì 14 al Municipale con la Ensemble Symphony Orchestra PIETRO CORVI Un tuffo nella canzone italiana degli anni '60 e nei più grandi successi di Francesco Renga, con la sua voce e il poderoso accompagnamento dell'Ensemble Symphony Orchestra diretta dal maestro Giacomo Loprieno. Il concerto "Francesco Renga & Orchestra", che ruota attorno al suo quinto album da solista "Orchestraevoce" ma anche alle canzoni più belle dei suoi dischi precedenti, approda mercoledì 14 alle 21 al Teatro Municipale di Piacenza. Organizzato dall'agenzia bresciana Cipiesse con la collaborazione di Evento Musica, rientra nell'ambito di una applauditissima tournée partita a marzo 2010 dagli Arcimboldi e offrirà una speciale fusione tra la voce e l'orchestra. "Abbiamo voluto rinunciare ai suoni della tradizione pop - dice Renga del concerto - alle chitarre, al basso, alla batteria e all'elettronica, per donare nuova luce e nuovi colori alle grandi canzoni cui questo progetto è dedicato". Forte di oltre 100.000 copie vendute, pubblicato due anni fa e contenente pure "Uomo senza età" con cui partecipò a Sanremo 2009, "Orchestraevoce" si compone di 11 cover di celebri canzoni italiane degli anni '60, da "Se perdo te" (Patty Pravo) a "Pugni chiusi" (I ribelli), da "L'immensità" (Don Backy) a "Dio, come ti amo" (Domenico Modugno). Quanto all'Ensemble Simphony Orchestra, nata in seno all'Orchestra Sinfonica di Massa e Carrara, grazie alle esperienze affrontate in molti progetti maturati al fianco di solisti del jazz, del pop e del gospel (da Allevi a Morgan, da Bollani a Rava), strutturata in 54 elementi con l'aggiunta di una sezione ritmica, del pianoforte e delle varie sezioni di sassofoni, ha sviluppato una straordinaria versatilità e conoscenza dei linguaggi e delle strutture diverse da quelli classici, oltre che una notevole esperienza nel live amplificato. I biglietti per il concerto piacentino del 14 dicembre sono acquistabili alla biglietteria del Teatro (telefono, 0523492251) e hanno un costo di 40 euro per palchi e platea, 32 per prima e seconda galleria e 20 per il loggione.

BAMBINI Domenica pomeriggio in compagnia di... Elmer Prosegue domenica 11 dicembre la nuova proposta di Teatro Gioco Vita per i bambini dai 3 ai 7 anni con i loro genitori: "In compagnia di… Elmer e Pina", per incontrare un personaggio amico ogni domenica con cui giocare. Si tratta di un laboratorio di teatro curato da Federica Ferrari, occasione per partecipare e giocare in prima persona "al teatro". Un personaggio caro ai più piccoli si staccherà dalle pagine del libro sulle quali normalmente vive per prendere vita sullo schermo del teatro d'ombre e inviterà i bambini a giocare con lui. Domenica sarà un pomeriggio "In compagnia di… Elmer", mentre quelli in compagnia di Pina saranno a gennaio e febbraio. Appuntamenti alle ore 16 all'Officina delle Ombre, in via Fulgonio 7: pubblico limitato e iscrizione obbligatoria telefonando allo 0523315578 o scrivendo una mail a scuola@teatrogiocovita.it.


8 dicembre 2011

Corriere Padano

9

VIVIPIACENZA Santa Lucia al Black Cat, un ‘Cinetrip’

Folk Festival, gran finale a Villò

Castelsangiovanni, ‘Interplay’ jazz al Verdi

Santa Lucia al Black Cat. Tra le attività culturali che proliferano nello spazio (ex) MUSA di via Roma 183 (ex Loft 51), la Black Cat crew porta avanti anche il ciclo di proiezioni "Cinetrip", per cui martedì 13 alle 21si vedrà "La decima vittima" di Elio Petri (1965). Un film sicuramente da riscoprire, che mescola commedia e dramma, azione e satira, attinge alla tradizione della commedia all'italiana e irride il genere fantascientifico, con Marcello Mastroianni, Ursula Andress ed Elsa Martinelli.

Volge al termine la decima edizione dell'Appennino Folk Festival. L'ultima tappa della Rassegna itinerante di musiche popolari delle Quattro Province diretta da Maddalena Scagnelli è domenica 11 a Villò di Vigolzone. Alle ore 21, nella Chiesa parrocchiale del paese, si chiuderà con il concerto degli auguri, con il Coro Eco della Valle e i musicisti Roberto e Alessandro Tombesi, il primo all'organetto e il secondo all'arpa tirolese, su repertorio tradizionale natalizio del Veneto e del Nord Est italiano.

"Interplay", un gioco a tre nella stagione musicale del Teatro Verdi di Castelsangiovanni. L'evento di venerdì 9, ore 21 rappresenta un graditissimo ritorno della nota cantante Enrica Bacchia, accompagnata alla chitarra da Massimo Zemolin e alle percussioni da Paolo Pasqualin. Con il suo particolarissimo e delicato timbro di voce, la cantante presenterà una rivisitazione in chiave jazzistica di brani del repertorio internazionale, con un programma non strettamente obbligato ma che lascia ampio spazio all'improvvisazione musicale, nella più genuina tradizione jazzistica.

A CURA DI PIETRO CORVI

WEEKEND

Planet Funk al Fillmore: Municipale, Nanni Garella scosse tra dance e rock battezza “Altri percorsi” Il folk-blues di Eric Bibb apre il ‘Gospel Fest’ 2011 Parte dal gigante americano della chitarra folk-blues Eric Bibb (nella foto) il "Gospel Fest 2011", 4° edizione della fortunata rassegna organizzata come sempre dalla Cooperativa Fedro nelle basiliche più suggestive di città e provincia. Venerdì 9, in Santa Maria di Campagna alle ore 21.15, approda la sei corde del grande newyorkese, autentico depositario della musica tradizionale americana, in concerto in duo con il chitarrista Staffan Astner. Quello di Bibb non è l'unico super nome in cartellone: l'atro evento speciale, mercoledì 21 in San Sisto, vedrà il ritorno del mitico folletto inglese Ian Anderson, leader dei Jethro Tull, in trio con John O'Hara e Florian Opahle e un programma incentrato sui brani tradizionali natalizi della cultura anglosassone, rivisitazioni tulliane e pezzi sinfonici: i ricavati contribuiranno ai necessari interventi di restauro della chiesa. Completano la prima parte di programma svelata da Fedro, la performance dell'ensemble vocale Joyful Gospel Singers, dinamica formazione composta da alcuni fra i migliori cantanti provenienti da gruppi e corali gospel di New Orleans, in programma il 25 per Natale sempre in Santa Maria di Campagna, e le inglesi Black Voices, tra i più famosi e amati quintetti femminili di musica nera, protagoniste sabato 17 dicembre a Fiorenzuola alle 15.30 nella Collegiata di San Fiorenzo (ingresso gratuito), e venerdì 23 a Travo nella chiesa parrocchiale alle 21.30 (ingresso 10 euro in loco). Per gli altri concerti sono aperte le prevendite: online, sul circuito Green Ticket, e presso Alphaville, Fahrenheit 451 e DiskJockey 70.

Milestone: belle voci jazz e un “frullato” di blues Belle voci jazz e un frullato blues nei 3 concerti del Milestone di via Emilia Parmense. Si comincia giovedì 8 col ritorno in città della voce magnifica di Rossana Casale, impegnata nel concerto "Merry Christmas in jazz" accompagnata dai fedelissimi Luigi Bonafede al pianoforte, Aldo Mella al contrabbasso, Roberto Regis al sax alto e soprano e Francesco Sotgiu alla batteria. Venerdì 9 altro timbro, quello della giovane, pluripremiata Chiara Izzi e del suo quartetto Blue Time (con Marco Mancini al piano, Nicola Corso al contrabbasso e Donato Cimaglia alla batteria): attraverseranno stili della tradizione jazz per toccare materiali pop, d'autore e influenze mediterranee. Sabato 10, per la rassegna Blues Inn, largo infine ai Folk's Wagon (Riccardo Maccabruni a piano, fisarmonica e voce, Marco Rovino a chitarra, mandolino, voce, Stefano Pesci a chitarra e voce e Mario Semeraro a percussioni e mandolino) e alla loro scommessa: spaziare dal blues al country al folk americano, passando per la musica irlandese, il rock'n'roll e l'hard rock degli anni '70.

Al Fillmore di Cortemaggiore è un nuovo weekend importante, e tutto da ballare, con il secondo episodio del filone "Fillmore Dance Movement". Sabato 10 arrivano i Planet Funk, storica formazione elettronica-dance italica per cui il tempo sembra non passare: spopolavano quando ancora andavano di moda le cassettine e ancora oggi sono sulla cresta dell'onda. "The great shake" è il loro ultimo album, accompagnato dal nuovo singolo "You remain", che segue a ruota il successo del tormentone estivo "Another sunrise". Col nuovo album, anche la new-entry alla voce Alex Uhlmann, un'iniezione di entusiasmo e convinzione. Restano immutati i tratti distintivi del sound europeo firmato da Sergio della Monica, Domenico "GG" Canu, Marco Baroni e Alex Neri: accurata ricerca sulle sonorità, attenzione per i contenuti melodici e calibrata impostazione delle ritmiche. In apertura, il live dei milanesi Nerd Follia; a corollario, i dj-set dei resident Il Leprotto, Quia Mobile Disco e Nikas Wolf. Bus navetta gratuito; info su orari e percorso, www.fillmoreclub.net.

Baciccia: Musica per Bambini e Tryptamin sono i più attesi Tryptamin ai supplementari, trepidazione sugli spalti. Giovedì 15 alle 22 la crossover band piacentina post-metal-psichedelica vincitrice di Tendenze 2011 (nella foto: il chitarrista Michael Fortunati) recupera finalmente il suo concerto rimandato qualche settimana fa al Caffè Baciccia. E il consiglio è di non perderseli, in questa versione semi-acustica che aveva già entusiasmato al debutto, in primavera a la Muntà. Facendo un passo indietro, la settimana del ritrovo di via Carli si apre giovedì 8 con l'altrettanto imperdibile "concerto teatrato" dei Musica per Bambini di Manuel Bongiorni, alla presentazione del nuovo album "Del futuro". Quanto ai dj-set, venerdì 9 serata soul, funk e rare groove con Sugahwings, alias Alice Fordiani; sabato 10, reggae e dancehall con il superprogetto varesino-milanese Powa Flowa Family. Appuntamenti speciali quelli alle 21 di martedì 13 con "Concorto Microcinema" (proiezioni del meglio dell'ultima edizione del festival pontenurese) e di mercoledì 14 con la presentazione del libro "giallo e nero" "Il morso della lucertola" (ed. Hobby & Work) alla presenza dell'autore Giancarlo Pagani e del cantautore Gianni Togni, special guest con "Luna".

È il grande Nanni Garella, in veste di protagonista ospite speciale e di regista, a tenere a battesimo la sezione "Altri percorsi" della Stagione di Prosa "Tre per te" di Teatro Gioco Vita. A inaugurare il "sotto-cartellone", giovedì 15 al Teatro Municipale di Piacenza alle 21, sarà Il suo "Al dutaur di mat", tratto da "Il medico dei pazzi" di Eduardo Scarpetta, coprodotto da Arena del Sole, Nuova Scena, Teatro Stabile di Bologna e associazione Arte e Salute, con Vito, Marina Pitta e gli attori della onlus bolognese. Gigén, giovane nullafacente, vive a Bologna alle spalle dello zio Felice, convinto di pagargli gli studi di medicina. Quando Felice giunge in città, Gigén e l'amico Giuanén perfezionano il raggiro allo zio: il nipote millanta di essere diventato psichiatra e di dirigere una clinica per alienati mentali, che altro non è che la Pensione Stella, dove i ragazzi vivono a sbafo, e i presunti pazzi non sono altro che gli eccentrici clienti della pensione, effettivamente, però, pieni di stranezze e manie, come l'attore che prova l'Otello o la madre apprensiva che vuole accasare la timida figlia.

Viaggio nel mistero della fede al Verdi di Fiorenzuola Il viaggio di un tipografo nel mistero della fede inteso come metafora, cammino di ricerca interiore e quiete esistenziale, è al centro di "Il beato pellegrino", spettacolo di e con Mario Mascitelli per la regia di Maria Pia Pagliarecci (con le musiche di Maurizio Soliani e Guido Ponzini) in scena al Teatro Verdi di Fiorenzuola per la stagione di prosa sabato 10 alle ore 21, anticipato alle 18 dall'inaugurazione della mostra di stampe, libri d'autore e incisioni di André Beuchat. Nello spettacolo, un uomo nel pieno della maturità è scosso dall'inquietudine, si trova di fronte al mistero della fede. Il tipografo, oppresso da un lavoro fatto di scadenze, appuntamenti, consegne e che delle immagini e delle parole che stampa conosce "soltanto il colore e la forma ma mai il significato", è spinto ad una ricerca di senso che non può più procrastinare. E grazie anche all'incontro con un frate che gli racconta la leggenda del beato pellegrino, decide di partire. Lascia tutto. Dopo il suo pellegrinaggio si sentirà pronto ad affrontare il mistero della vita senza esserne sopraffatto.


Corriere Padano

8 dicembre 2011

10

TEMPO LIBERO

AGENDA DI NATALE PIACENZA - MERCATINI DI NATALE Fino al 29 dicembre, Piazza Cavalli, ospitatutti i giorni dalle 8,20 alle 20, i tradizionali mercatini di Natale.

BETTOLA - POLENTATA Giovedì 8 dicembre a Bettola, Polentata e ballo liscio alla Sala Polivalente organizzati dall' AVIS - Sez. di Bettola.

MONTICELLI - MOSTRA DEL PRESEPE Dall'8 dicembre al 12 gennaio la Chiesa di S. Giorgio a Monticelli, ospiterà il tradizionale appuntamento di fine anno rappresentato dalla 12° edizione della Mostra del presepe.

MONTICELLI- CONCERTO LIRICO CON BRANI D'OPERA E MUSICHE NATALIZIE In occasione della Festa dell'Immacolata, alle 16 la sede dell'associazione "Circolo Anta" di Monticelli ospiterà il tradizionale concerto lirico con brani d'Opera e musiche natalizie.

PIACENZA - CUOIO CHE PASSIONE Sabato 10 dicembre, dalle 15,30 alle 19,30 presso la Sede C.A.I. della Cavallerizza, "Cuoio che passione" appuntamenti creativi di gioco e merenda per bambini e ragazzi. Arrampicata in sicurezza a cura del CAI, sezione di Piacenza.

PIACENZA - MUSICA E BUFFET Sabato 10 dicembre dalle 17,00 alle 19,30 in Via Verdi e in Via S. Giovanni, "Il piacere di perdersi in un sogno...", musica e buffet nelle vie ed esibizioni di artisti sul tema del sogno. A cura degli operatori commerciali delle due vie.

BOBBIO - STRENNA 2012 Presentazione della "Strenna 2012" del Lions Club Bobbio, all'auditorium Santa Chiara, sabato 10 dicembre alle ore 16.

Matteo Bestetti, suonano musiche jazz e blues. Ospite della serata Gianrico Tedeschi.

BOBBIO - 23A SAGRA DELLA LUMACA E MERCATINO DI NATALE L'11 dicembre a Bobbio si svolgerà la 23a Sagra della Lumaca e i Mercatini di Natale animati dagli Hobbisti Creativi. Per l'occasione nei ristoranti verranno serviti menù a base di lumache e piatti tipici di montagna.

CELLERI DI CARPANETO - CAMMINANDO ASPETTANDO IL NATALE Il Gruppo Marciatori Carpaneto organizza, domenica 11 dicembre a Celleri di Carpaneto, l'evento Camminando Aspettando il Natale, 24a manifestazione podistica nazionale non competitiva a passo libero di 6,11 e 20 Km.

PIACENZA - SANTA LUCIA IN PIAZZA BORGO Domenica 11 dicembre dalle 15,00 alle 18,00, Santa Lucia in Piazza Borgo, distribuzione di cioccolata calda, caramelle e cioccolatini ai bambini a cura della Circoscrizione 1 in collaborazione con il comitato "Le botteghe del Borgo".

CORTEMAGGIORE - MAGIOSTRINOIDE Domenica 11 dicembre la Pro Loco di Cortemaggiore, in collaborazione con il circolo La Ginestra, si occuperà dell'organizzazione dello spettacolo "Magiostrinoide". Il ricavato dell'evento, che si svolgerà alle 16,30 presso il Fillmore, sarà devoluto in beneficienza.

MONTICELLI D'ONGINA ASPETTANDO SANTA LUCIA La Pro Loco ed il Gruppo Alpini di Monticelli organizzano, domenica 11 dicembre dalle 16 alle 19, la manifestazione "Aspettando Santa Lucia" con spettacoli e giochi per bambini.

SAN PIETRO IN CERRO - SANTA LUCIA BOBBIO - MUSICA E POESIA Venerdì 9 dicembre l’associazione Kardios presenta “Incontri sublimi”, musica e poesia di Madre Teresa di Calcutta, all’Auditorium Santa Chiara alle 21. Sul fondo della scena le immagini della mostra fotografica di Marianna Gullì "Emozioni di viaggi" per raccontare l'uomo nel mondo, sul palco due attrici di grande esperienza, Marianella Laszlo e Marina De Juli, recitano parole e poesie che parlano dell'essere uomo. In scena, al pianoforte Enrico Del Prato e al sax

CUCINA DI CASA

Martedì 13 dicembre dalle 10.00 alle 12.00 presso il Palazzo Gotico, incontro di Santa Lucia con i bambini delle scuole cittadine.

NIVIANO DI RIVERGARO - MERCATINI DI NATALE E SANTA LUCIA L'8, il 10, l'11, il 12, il 17 e il 18 dicembre, dalle 15 alle 19 il piazzale di "Mf Berloni Arredamenti" a Niviano di Rivergaro, ospiterà i mercatini di Natale. Lunedì 12 Santa Lucia farà il suo ingresso nel mercatino a cavallo di un pony.

Cappellacci di zucca ferraresi Ingredienti per 4 persone - Per la pasta: 300 g di farina, 3 uova, semolino. Per il ripieno: 1,5 Kg circa di zucca Marina, 100 g di parmigiano grattugiato, 1 cucchiaio circa di pangrattato, noce moscata, sale e pepe. Per il condimento: 60 g di burro, 50 g di parmigiano grattugiato. Preparazione: Tagliate la zucca a spicchi senza pelarla, ripulitela dai semi e dai filamenti, sistematela sulla placca e mettetela nel forno già caldo a 180° lasciandola cuocere per un'ora abbondante. Mentre la zucca cuoce, setacciate la farina sulla spianatoia, fate la fontana, mettetevi le uova, il latte e un pizzico di sale e impastate per una decina di minuti. Raccogliete la pasta a palla, avvolgetela con la pellicola e lasciatela riposare per almeno mezz'ora chiusa. Quando la zucca è cotta, lasciatela intiepidire quindi eliminate la scorza e passate la polpa al passaverdure. Unitevi, il parmigiano, il pangrattato, la noce moscata grattugiata, sale e pepe e mescolate molto bene con un cucchiaio di legno. Il composto dovrà risultare morbido ma asciutto quindi, se necessario, aggiungete ancora poco pangrattato. Passate la pasta nella macchinetta ricavandone delle lunghe strisce non troppo sottili (effettuate l'ultimo passaggio con lo spessore nella penultima posizione). Ritagliate dei quadrati di circa 6 cm, ponete al centro di ogni quadrato una noce di ripieno e richiudete a triangolo premendo i bordi per farli aderire ( se necessario, pennellate i bordi con un goccio d'acqua). Adagiate i cappellacci su un canovaccio spolverato di semolino e cuoceteli in abbondante acqua salata in ebollizione. Dopo cinque minuti, scolateli tirandoli su con la schiumarola. Via via che li scolate, disponeteli a strati in una pirofila e condite ogni strato con burro fuso e

parmigiano. Serviteli ben caldi. Se ne avanzano, scaldate i cappellacci saltandoli in padella, a fuoco vivace fino a farli diventare color oro scuro.

Minestra di orzo e fagioli Ingredienti per 6 persone: 200 g di fagioli borlotti secchi, 200 g di orzo perlato, ½ l di latte, 50 g di pancetta affumicata in un solo pezzo, 2 patate, 1 cipolla, 1 costa di sedano, 2 foglie di alloro, sale. Preparazione: Fate ammollare separatamente l'orzo e i fagioli per 12 ore. Mettete i fagioli in una casseruola e unitevi le foglie di alloro, la cipolla, il sedano, la carota e le patate, tutti tagliati a dadini. Unite

anche la pancetta tagliata a pezzettini, copriteli di acqua fredda che sopravanzi di tre dita e fate alzare il bollore. Salate poco, abbassate la fiamma al minimo e lasciate cuocere per circa un'ora. A questo punto, unite anche l'orzo e il latte caldo e proseguite la cottura per altri 45 minuti circa. La minestra dovrà risultare molto densa ma, se necessario, durante la cottura, aggiungete poca acqua calda. Alla fine, scartate le foglie di alloro e lasciate riposare la minestra per una ventina di minuti, prima di servirla. E' una delle minestre più diffuse in Friuli, dove viene proposta, in tante versioni diverse, anche nelle osterie per accompagnare un bicchiere di vino. E' ottima anche fredda, quando diventa così densa da potersi tagliare a fette.


8 dicembre 2011

Corriere Padano

NATALE IN VAL D’ARDA

A Castellarquato presepi in arrivo da tutto il mondo Oltre un centinaio di opere al Palazzo del Podestà. La Pro Loco riporta alla luce un plastico sulla piazza monumentale. Fiaccolata dell'Avis il 18 FRANCESCA GAZZOLA C'è quello in madreperla, originario delle Filippine; quello realizzato con le foglie di banano, proveniente dal Kenya e poi i coloratissimi scenari della Polonia e quelli realizzati con cura dalle meticolose suore di clausura in Francia. Sono oltre un centinaio i presepi provenienti da tutto il mondo che si potranno visitare - fino al 15 gennaio - al Palazzo del Podestà di Castellarquato. La mostra "Un mondo di presepi" - organizzata dalla Pro Loco di Castellarquato raccoglie scenari magici originari di ciascun continente: ci saranno presepi provenienti dall'Africa, dall'Asia e dalle Americhe. I presepi fanno parte della prestigiosa collezione privata del professor Massimo Lorini, che è anche il direttore artistico della mostra e che ogni anno mette a disposizione della comunità la sua ricca esposizione. Quest'anno, inoltre, molte rappresentazioni della Natività saranno accompagnate da un piccola descrizione sulle origini del presepe. La mostra sarà aperta nei seguenti orari: sabato e prefestivi dalle 14,30 alle 18,30; domenica e festivi, compreso Natale, dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18,30. Novità di quest'anno, sarà l'esposizione del suggestivo diorama raffigurante - in scala ridotta - la piazza monumentale di Castellarquato alle sue origini. Il plastico venne donato diversi anni fa al Municipio della Valdarda ma negli anni venne "seppellito" nei magazzini del Comune. Quest'anno - grazie ad un'intuizione della Pro Loco di Castellarquato, guidata da Tiziana Inzani - il modellino sarà visibile a tutti. La Pro Loco ha infatti riportato alla luce questo pezzo unico facente parte del patrimonio culturale ed artistico del Borgo della Valdarda e lo ha arricchito con le statue dei templari fornite dal negozio "Al Medioevo" di Castellarquato. La Pro Loco di Castellarquato invita poi l'intera comunità venerdì 23 dicembre al tradizionale scambio di auguri sotto l'albero, che i volontari hanno allestito in piazza S.Carlo. Verrà proposta una piacevole sosta a base di cioccolata e vin brulè. "Tempo permettendo - spiega Tiziana Inzani, presidente della Pro Loco - proporremmo la tradizionale fiaccolata per le vie del Borgo accompagnata da angeli e zampognari. In piazza S.Carlo addobberemo l'albero di Natale con i palloncini natalizi decorati dai bambini delle elementari e che la Pro Loco aveva consegnato alle scuole a novembre per dipingerli". Non mancheranno i festeggiamenti per Santa Lucia a cura dell'Associazione Genitori di Castellarquato che domenica 11 dicembre organizza laboratori creativi e tante sorprese per i bambini (in piazza Municipio, alle 15), il Concerto di Natale dell'8 dicembre nella chiesa di Bacedasco Alto e il concerto "Notte di luce", sabato 10 dicembre nella Chiesa Collegiata di S.Maria Assunta alle 21. Altro appuntamento immancabile

sarà la tradizionale "Fiaccolata notturna" dell'Avis in programma domenica 18 dicembre: la partenza è prevista alle ore 20 davanti al Centro so-

cio-sanitario di Castellarquato e proseguirà nel consueto ed emozionante percorso fino a Vigolo Marchese. Ed infine, all'Enoteca comunale di Ca-

stellarquato, cena con degustazione vini della Valdarda sabato 17 dicembre e aperitivo "Ciao 2011", il 31 dicembre.

11

Lugagnano festeggia anche San Zenone (sb) La comunità di Lugagnano d'Arda ha iniziato il conto alla rovescia in attesa dell'arrivo del Natale. Tuttavia il mese di dicembre non sarà soltanto dedicato alle festività natalizie bensì anche ai festeggiamenti del Santo Patrono, San Zenone, che come tradizione viene celebrato il 9 di dicembre. In tale occasione la comunità lugagnanese trascorrerà una giornata di festa che culminerà con la santa messa celebrata, alle ore 18,30, presso la parrocchia di San Zenone. Dal 22 dicembre all' 8 gennaio l'Oratorio della Beata Vergine Annunziata, ospiterà invece la Mostra dei Presepi, organizzata e curata da Filippo Aiulfi. L'esposizione comprenderà, oltre alle splendide creazioni ed ideazioni di autori locali, quelle di artisti provenienti dagli altri comuni della provincia. I visitatori potranno immergersi totalmente nell'atmosfera natalizia e compiere un viaggio ideale che li condurrà alla scoperta delle differenti forme attraverso le quali può essere rappresentata la natività. Infine, venerdì 23 dicembre, alle 21,00 presso la Chiesa Parrocchiale, si terrà il tradizionale appuntamento con il Concerto di Natale. Quest'anno il compito di allietare la serata con musiche e canti spetterà al Coro lugagnanese Monte Giovo. Una serata che consentirà alla comunità di condividere un momento gioioso e piacevole e di procedere al consueto scambio degli auguri natalizi.


Corriere Padano

12

8 dicembre 2011

NATALE IN VAL D’ARDA

Natale, Fiorenzuola sceglie la tradizione "I presepi 'ad cà nosa" dal 17. Dal 13 "Il Presepe nelle campagne", con concorso. Mostra all'ex Macello FRANCESCA GAZZOLA Simbolo della Natività, il presepe è anche momento di partecipazione collettivo delle famiglie al Natale. A Fiorenzuola la passione per l'arte del presepe e l'impegno a mantenere viva nel tempo la tradizione più antica del Natale sfociano nella consueta mostra "I presepi 'ad cà nosa" che dal 2001 coinvolge gli abitanti nella realizzazione di splendide creazioni che verranno esposte nella Chiesa della Buona Morte. La mostra - che giunge quest'anno alla decima edizione - sarà inaugurata sabato 17 dicembre e resterà aperta al pubblico fino al 6 gennaio. Ogni anno partecipano appassionati di arte presepiale ma anche famiglie, ragazzi delle scuole e chiunque desideri esporre le proprie creazioni. Accanto ai "Presepi 'ad cà nosa" si affiancano, per il terzo anno consecutivo, i "Presepi nelle campagne" a cura dell'associazione Terre Traverse: dal 13 dicembre nelle aziende agricole e nelle cascine di San Protaso, Baselicaduce e I Doppi verranno allestiti originali presepi realizzati con materiali semplici e naturali provenienti dal mondo agricolo e

VENDITA Æ RIPARAZIONE Æ ASSISTENZA ASSISTENZA 24 H 329.3340910 FIORENZUOLA D ARDA (PC) Via Giovanni XXIII, 3/5 - Tel. e Fax 0523.941875

che contribuiranno a recuperare e trasmettere - non solo la tradizione religiosa del Natale - ma anche la cultura contadina piacentina. I ragazzi delle scuole secondarie piacentine sono poi invitati a partecipare al Concorso fotografico e giornalistico su "Il Presepe nelle campagne": le redazioni dei giornali studenteschi dovranno presentare un massimo di 20 fotografie in formato digitale scattate ai presepi allestiti nella cascine fiorenzuolane ed un articolo sull'iniziativa realizzata da Terre Traverse in collaborazione con il Circolo

cinefotografico di Fiorenzuola, ed insieme alla Pro Loco di Baselicaduce e all'Associazione sportiva San Protaso. Per tutto il mese di dicembre, il Comune di Fiorenzuola propone un cartellone ricco di appuntamenti realizzato in collaborazione con le associazioni cittadine e con i commercianti. All'Ex Macello dall'8 al 18 dicembre si potrà ammirare la mostra "Natale di carta e …", con esposizione di presepi di carta, santini, cartoline e letterine di Natale. Per l'Immacolata, i commercianti del centro storico propongono l'i-

niziativa "Artisti di strada itineranti"con giocolieri, mangiafuoco e trampolieri, e che si ripeterà domenica 11 dicembre. Tanta anche la buona musica con il "Grande Concerto di Natale" del Coro Folk Città Fiorenzuola (16 dicembre,al Teatro Verdi alle 21), con il "Concerto Gospel" (in Collegiata, sabato 17 alle 15,30) e con il "Concerto di Natale" del Coro Vallongina (23 dicembre in Collegiata alle 21). Non mancherà la visita di Santa Lucia alle scuole dell'infanzia, al Reparto pediatrico ospedaliero e al Csr, martedì 13 dicembre a cura dei volontari dell'Avis. Al Teatro Verdi, il 12 dicembre, la "Libera Università della Terza Età" festeggia il ventennale con lo spettacolo "La Paloma, dalle donne dei miti alle nostre vite". Dal 17 al 23 dicembre, inoltre, al Foyer del Teatro Verdi si potrà visitare la mostra "Oltre le parole" con i quadri dipinti dagli ospiti dei Centri socio-riabilitativi per disabili, che sabato 17 dicembre proporranno il loro spettacolo teatrale alle 16 a Teatro Verdi. Per la Vigilia, infine, l'emozionante "Pellegrinaggio nella Notte Santa" a cura dell'associazione Terre Traverse, con percorso da Cà del Bosco a Castellarquato.


8 dicembre 2011

Corriere Padano

NATALE IN VAL D’ARDA

Un trattore in Bosnia Serve l’ultimo sforzo

"Lünari dal Dumila e dudas" dalla Pro Loco Particolarmente atteso e gelosamente conservato di anno in anno da tutti i fiorenzuolani, il "Lünari dal Dumila e dudas ad Fiürinsola", si compone di dodici ritratti d'epoca dedicati ai personaggi che hanno fatto la storia di Fiorenzuola. Ogni anno la Pro Loco - guidata da Giuseppe Bragalini - propone l'emozionante "calendario in dialetto che affianca, alle bellissime fotografie che ricordano noti fiorenzuolani, una simpatica dedica in vernacolo, pensata appositamente in memoria di ciascun personaggio. Non mancheranno, poi, alcune immagini in bianco e nero messe a disposizione dal Club cinefotografico fiorenzuolano che raccontano alcuni scorci di Fiorenzuola. Per l'intero mese di dicembre, inoltre, i volontari dell'attivissima Pro Loco fiorenzuolana proporranno numerosi appuntamenti pensati per la comunità intera. Sabato e domenica 10 e 11 dicembre la Pro Loco di Fiorenzuola propone il trenino natalizio insieme a caldarroste e vin brulè in piazza Molinari. L'iniziativa sarà ripetuta nel weekend successivo mentre nelle domeniche dell'11 e 18 dicembre, piazza Molinari ospiterà il tradizionale "mercatino degli hobbisti" con bancarelle di oggettistica realizzata a mano. I volontari della Pro Loco proporranno - sabato 17 dicembre - l'emozionante "cascata luminosa" con le luminarie che scendono dalla Torre campanaria a partire dalle ore 18. Si prosegue la sera della Vigilia di Natale con il tradizionale scambio di auguri con vin brulè dopo la messa di mezzanotte mentre per l'Epifania non mancherà la consueta "discesa della Befana dalla Torre Campanaria" in piazza Molinari: verranno distribuiti dolci a tutti i bambini e ci sarà un piccolo ristoro con caldarroste e vin brulè per salutare il nuovo anno. (fg)

L'associazione Terre Traverse rinnova il suo appello per la raccolta fondi "Un trattore per la Bosnia", progetto a sostegno delle popolazioni bosniache ideato da Gianbattista Rigoni Stern e Roberta Biagiarelli: il 10 dicembre verrà consegnata la somma raccolta dall'associazione fiorenzuolana guidata da Gianpietro Bisagni presso la "Casa della Memoria" - Casella del Frascale di Sprega e Arduini a San Protaso alle ore 20,15 con cena ed aggiornamento sul progetto. "Ringraziamo tutti coloro che già hanno mostrato la loro generosità e lanciamo ancora un appello, per un ultimo e rinnovato sforzo perchè questa solidarietà concreta di genti, di terra, di lavoro agricolo, riesca a portare in Bosnia un trattore", ha affermato il presidente Bisagni, che ha ricordato che i contributi possono essere versati sul conto di "Le Terre Traverse" presso Banca di Piacenza, Filiale di Fiorenzuola (contattare l'associazione all'indirizzo terretraverse@libero.it). "Un anno fa da Trento partivano le prime 48 manze con destinazione Altopiano di Suceska_ Srebrenica, Bosnia Orientale, e lo scorso 30 novembre ne sono partite altre 32", spiega Roberta Biagiarelli che a luglio ha presentato presso la "Casa della Memoria"- Cascina Casella, il video "Racconto di una transumanza italo-bosniaca", per raccogliere fondi destinati all'acquisto di 2 trattori per meccanizzare l'agricoltura locale. "La visione di quel paesaggio agrario nell'agosto del 2009 distrutto dalla guerra - ha affermato Gianni Rigoni Stern - è stato il primo motivo di un impegno a capire qualcosa di più e una sfida per aiutare l'Uomo di quei luoghi a mettere un po' di ordine". "Ci piace immaginare - ha aggiunto Biagiarelli - che nel 2012, ventennale dell'inizio dell'assedio di Srebrenica (1992-2012), i trattori donati possano fare un ingresso trionfale in quei territori al posto dei carrarmati che, ai tempi della guerra e della violenza più efferata, distrussero persone, affetti e luoghi. Per riprendere a seminare e rendere di nuovo fertili quelle terre". Francesca Gazzola

13


Corriere Padano

14

8 dicembre 2011

NATALE IN VAL D’ARDA

Alseno, festività generose Avis, sfilano i Babbi Natale Volontari in visita alle famiglie: ai più piccoli dolci e leccornie in omaggio I Santa Claus saluteranno anche anziani e malati dei centri di Fiorenzuola SILVIA BELLONI Natale ad Alseno è sinonimo di generosità, altruismo, dedizione e dono gratuito al prossimo. Non stupisce quindi che la gran parte della manifestazioni che avranno luogo nel periodo natalizio vedrà come protagonista la locale sede Avis. La settimana che conduce al 25 dicembre, sarà dedicata all'ormai tradizionale iniziativa dei Babbi Natale. I volontari avisini, che vestiranno per l'occasione i panni del tanto amato vecchietto di rosso vestito, faranno giungere all'intera comunità gli auguri natalizi dell'associazione. L'iniziativa prevede in primo luogo la distribuzione, ai ragazzi diversamente abili, di materiale didattico indispensabile alle loro attività ricreative e di apprendimen-

Farmacie to. La visita dei Babbi Natale avisini procederà con il saluto a tutti gli anziani ed i malati ospiti dei centri di Fiorenzuola. Un'occasione, questa, per strappare un sorriso e do-

nare un momento di gioia a chi ne ha più bisogno. Anche tutte le famiglie di Alseno riceveranno la visita dei Babbi Natale che non mancheranno di omaggiare i

più piccoli con dolci e leccornie di ogni sorta. La giornata del 18 dicembre sarà invece dedicata allo scambio di auguri tra gli stessi soci Avis che si riuniranno, presso la sede dell'associazione, per una bicchierata in amicizia. Sarà un momento di ritrovo e di condivisione volto a celebrare anche i notevoli risultati e traguardi raggiunti dall'associazione nel corso dell'anno che sta per concludersi. Il numero dei donatori infatti, come riferisce il presidente Avis Franco Morsia, ha registrato l'aumento di più di venti volontari e, di conseguenza, anche il numero delle donazioni effettuate ha subito un notevole incremento. Un anno, il 2011, che ha visto i volontari impegnati non solo nella donazione ma anche nell'organizzazione di numerose iniziative volte ad allietare ed unire la comunità alsenese. Tra le altre vanno ricordate: la sfilata dei carri in occasione della Festa di San Martino, la Festa di Mezza Estate, la Samba Senese ed il Palio degli Asili.

FARMACIE DI SERVIZIO A PIACENZA DAL 9.12.2011 AL 15.12.2011 TURNO DIURNO: dalle 8,30 alle 22 COMUNALE DI VIA MANFREDI - Via Manfredi, 72/B DR. ZACCONI - Via Legnano, 5 TURNO NOTTURNO: dalle 22 alle 8,30 09.12 SAN LAZZARO - Via E. Parmense, 22/A 10.12 DR. GIANNI CORVI - C.so V. Emanuele, 121 11.12 DR. SPOTTI - Via Boselli, 60/B 12.12 DR. CROCI - P.zza Cavalli, 29 13.12 DR. PARMIGIANI - P.zza Duomo, 41 14.12 DR. LANERI - C.so V. Emanuele, 64/66 15.12 COMUNALE P.LE VELLEIA - Via Farnesiana, 6 16.12 DR. ZACCONI - Via Legnano, 5

Mercati settimanali Lunedì: Bettola, Borgonovo Val Tidone, Caorso, San Nicolò, Castell’Arquato, Castelvetro Martedì: Ferriere, Nibbiano, Piacenza Farnesiana, Pontedellolio, Pontenure, Travo, Vernasca Mercoledì: Carpaneto, Marsaglia, Pc, Pianello, Vigolzone Giovedì: Agazzano, Castelsangiovanni, Fiorenzuola, Gossolengo, Gropparello, Perino, Piacenza Farnesiana, Podenzano, Villanova Venerdì: Cortemaggiore, Lugagnano, Monticelli, San Giorgio, Rivergaro, Roveleto Sabato: Bobbio, Fiorenzuola, Piacenza, PC Besurica Domenica: Agazzano, Alseno, Borgonovo, Caminata, Carpaneto, Castelsangiovanni, Cortemaggiore, Gragnano, Gropparello, Monticelli, Morfasso, Nibbiano, Pianello, Pontedellolio

Avis, i prelievi PRELIEVI ITINERANTI MESE DICEMBRE 2011 10/12/2011 CARPANETO P.NO (sabato) 11/12/2011 BOBBIO - PERINO - PONTEDELL'OLIO - RIVERGARO UNITA' DI RACCOLTA VAL D'ARDA 10/12/2011 CADEO (sabato) 11/12/2011 PONTENURE - VERNASCA


8 dicembre 2011

Corriere Padano

15

SPORT

Piacenza Calcio, aspettiamoci di tutto Il fallimento è l’ultima chance per la classe imprenditoriale piacentina, che in questi anni ha latitato lasciando gioco facile allo sciacallaggio GIOVANNI DOPERNI Noi un pallone lo infileremmo sempre nella piccola valigia da portare sull'arca. Insieme al cd e al libro da cui non ci vorremmo mai separare. Per questo non ci fa specie e non ci scandalizza abbinare il termine salvezza al panem et circenses dei nostri giorni. Proprio mentre qualcuno ci ricorda sacrifici e sofferenze per salvare l'Italia, da queste parti si pensa a un modo per non far morire il calcio a Piacenza. O per non sopprimere il Piacenza Calcio che poi è la stessa cosa. Pensieri fatui nella scala delle priorità, ma non per questo da liquidare come se nulla fosse o da trascinare insieme a un'inutile caccia ai colpevoli. Che di colpe ne hanno un po' tutti in questo immenso pasticcio. E che a furia di rinfacciare responsabilità pregresse si è consegnato il gioco a cordate con nodo scorsoio e ci è si affacciati alla porta del tribunale. Il fallimento come ultima chance e come ultimo test per la classe imprenditoriale piacentina che in questi anni ha latitato lasciando gioco facile allo sciacallaggio. Un teatrino che ci consegna immagini desolanti e personaggi che neppure il più illustre sceneggiatore avrebbe potuto concepire. Con finale ancora tutto da scrivere e colpi di scena da mettere ancora in preventivo da qui al 15 dicembre. Dietro l'angolo ci sono ancora altre sorprese. Difficile pensare che Gallo e soci mollino così facilmente la presa. Che alzino subito bandiera bianca. L'inserimento di Giorgio Lobbia ha rappresentato l'ennesimo tentativo di resistere. Situazione indecifrabile, ma se davvero si

Tra Procura e GdF, finale tutto da scrivere. E dietro l'angolo ci sono ancora altre sorprese

Scritto coi piedi (di Cesare R.)

Poche gioie, meriteremmo una Santa Lucia da 3 punti Prossimo avversario del Piacenza sarà la Virtus Bassano. Essendoci quel "Virtus" davanti al nome del paese veneto, forse è il caso di specificare che lo sport in argomento è il calcio. Tutti sanno che a Bassano c'è un ponte (almeno uno), diverse distillerie (legali e non), un munifico sponsor (la Diesel). Il patron dello sponsor si è vantato in televisione di leggere solo la data di nascita dei curriculum vitae che gli vengono sottoposti. Pensavo fosse la prassi. Il sito ufficiale della Virtus Bassano fa paura, nulla da invidiare a quelli delle grandi squadre europee. Anche il prezzo della maglia originale è allineato con quello delle "Grandi": di listino 70 Euro. A Salò costava 30. Loro comunque non sono una grande squadra e Mister Monaco lo sa. Li rispetta perché ci sono davanti, perché in Lega Pro ci sono solo partite difficili, perché ci presenteremo incompleti, perché ci fischieranno un rigore contro, ma sa anche che i suoi Biancorossi possono sbriciolare questo prossimo avversario. Mi raccomando ragazzi, siamo già all'ultima in casa del girone d'andata. Abbiamo gioito così poco quest'anno che meriteremmo una Santa Lucia da tre punti.

arriverà al fallimento si potrà forse chiudere questa storia e iniziarne un'altra. Oggi il fallimento sembra davvero l'unica via per azzerare e ripartire. Con un'operazione che deve da una parte anche salvaguardare il parco giocatori. Evitare la diaspora, insomma. Chi ha intenzioni serie deve darsi da fare e iniziare con la semina. La trasferta a Latina ha confermato la vitalità e la professionalità della squadra. Monaco sta gestendo il suo piccolo patrimonio tecnico con estrema cura. Se ci fosse un progetto serio e affidabile oltre lo spettro del fallimento questa squadra sarebbe in grado tranquillamente di risollevarsi. Con elementi che stanno solleticando l'appetito di tanti. A cominciare da quel Ferrante su cui si stanno puntando i riflettori di molti club prestigiosi. Il sedicenne è seguito come un'ombra dall'ex juventino De Marchi, agente Fifa specialista nell'export di talenti italiani. Il Piacenza non può lasciarselo portare via. Soprattutto in una fase delicata come questa. Nella quale non ci si è fatti mancare neppure l'intervento della Guardia di Finanza e l'interesse della Procura. Un contributo importante in termini di garanzia.

Chiara Scarabelli è l’atleta dell’anno Il premio del Coni alla iridata juniores Chiara Scarabelli è l’atleta piacentina dell’anno. Lo ha deciso il Coni provinciale di Piacenza, che ha assegnato all’unanimità il premio “Franco Bargazzi” al capitano della nazionale juniores di pallavolo femminile, che quest’estate ha conquistato il titolo mondiale battendo in finale il Brasile nel torneo disputato in Perù. Per la nazionale italiana juniores è stata la

prima vittoria nel Campionato del Mondo della storia, ottenuta oltretutto superando in finale la formazione brasiliana che era imbattuta da ben 54 incontri e non perdeva dal 2008. Un guaio fisico ha impedito alla Scarabelli, protagonista delle prime partite, di scendere in campo nella finalissima, ma a testimonianza del suo valore le compagne l'avevano voluta vicina in cam-

po per la finale e si erano tatuate il soprannome della piacentina, ‘Diablo’, sulle braccia. “Essere il capitano di questa squadra - aveva dichiarato la Scarabelli dopo il trionfo - mi riempie d’orgoglio, in questi anni ho capito l’importanza di essere un gruppo affiatato e noi lo siamo, siamo state più forti di tutto. Mi hanno fatto commuovere”. (a.doss)

AGENDA SPORT PALLAVOLO COPRA ELIOR PIACENZA Dopo la lunga sosta per la World Cup, il campionato dei ragazzi di Lorenzetti (nella foto sopra) ricomincia sul campo dell’Acqua Paradiso Monza Brianza. Appuntamento alle 18.30 di giovedì 8 dicembre. Poche ore dopo, di nuovo in campo: domenica 11 dicembre, nella nona giornata del torneo, il Copra Elior Piacenza sfida la CMC Ravenna al PalaBanca. Fischio d’inizio alle 17.45, diretta Rai Sport 2.

REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA La sconfitta interna contro la fortissima Busto Arsizio, sostenuta al PalAnguissola da un folto e rumoroso gruppo di tifosi, ha evidenziato l’eccellente momento di forma della capolista - ancora imbattuta ma ha anche riacceso le domande sull’opportunità di intervenire sul mercato di gennaio per rimpolpare la rosa delle bluarancio piacentine. Leggeri (nella foto a sinistra) e socie ripartono a caccia di punti alle 18 di domenica 11 nella trasferta del Palaruffini contro il Chieri Torino.

PALLACANESTRO UCP MORPHO PIACENZA Dopo il rinvio del match contro il Sigma Barcellona per le conseguenze dell’alluvione che ha colpito la Sicilia e la sfida di Coppa Italia contro la forte Enel Brindisi, i biancorossi riprendono il campionato in casa: al PalaBanca è attesa l’Aget Service Imola. Palla a due alle 18.15 di domenica 11.

RUGBY BANCA FARNESE LYONS I bianconeri, che nella sfida di Modena hanno dimostrato di poter giocare alla pari con chiunque, riprendono il campionato domenica 11 dicembre. Al Beltrametti, la Banca Farnese Lyons ospita il Brescia: inizio alle 14.30.


Corriere Padano

8 dicembre 2011

Corriere Padano

1 dicembre 2011

16 16

CHI CERCA TROVA

ANNUNCI LAVORO Pensionato esegue riparazioni idrauliche, elettriche, tapparelle, serrature, lavatrici, montaggio tende, lampadari. Tel. 339.4745009 Lezione di matematica - economia trattamento testi. ( word - Excel Power point, internet) Docente abilitata offresi per recupero materie in piccoli gruppi (max 3 persone) o studio individuale per Medie e superiori. Massima serietà, prezzi modici. Tel. 320 0535067 Eseguo lavori sartoria uomo, donna, abiti, riparazioni, stiro a prezzi molto modici. Tel. 388 3035866 Cinquantenne piacentina offresi solo sabati e domeniche come badante anziani e/o baby-sitter a Piacenza. Tel. 0523 451051 ore pasti Uomo di buona volontà e maturata esperienza cerca qualsiasi lavoro a Piacenza, Fiorenzuola, Fidenza, Parma. Tel. 348 9975036 Cerco lavoro come magazziniere, autista di furgoni, operaio, fattorino, carrellista. Tel. 320 1921602 Chimica - Estimo - Biologia - Scienze. Professore abilitato, insegnante dal 2005 a Piacenza, impartisce lezioni a studenti UNIVERSITARI - SUPERIORI - SCUOLE MEDIE (in questo caso anche per tutte le materie). prezzi modici. Max serietà. Tel. 339 3156609

VARIE Vendo 2 poltrone letto, anni 30, da restaurare. Euro 30. Tel. 347.4189533 Vendo un orologio a parete, primi 900, funzionante, molto bello. Euro 350. Tel. 347.4189533 Vendo quadro con cornice, ritratto, anni 60. Euro 110. Tel. 347.4189533 Vendo quadro con cornice “Bosco”,anni 60. Euro 60. Tel. 347.4189533 Vendo cose vecchie in cantina in Alta Valtrebbia. Tel. 331.1083365 Vendo n° 2 lampadari in lega di ottone, fatti a tipo basculante per una candela. Euro 30 alla coppia. Tel. 347.4189533 Collezionista acquista mobili d’epoca. Pagamento in contanti. Tel. 339.6238739 Vendo bici graziella in buono stato di conservazione. Euro 50, non trattabili. Tel. 339.7444415

AFFITTO E VENDITA Vendo cartolibreria, centro paese a San Nicolò, servizio fax, fotocopie, bomboniere. Euro 20.000, trattabili. Tel. 0523.768338 Affitto garage, piano terra, in via Veneto 20 a Piacenza. Tel. 347.2112338 Cerco casetta vuota, 90 mq, in affitto, in campagna, zona Gossolengo. Massimo 400 euro al mese. Tel. 339.7305932 Vendo appartamento da 95 mq comprensivo di cantina, garage, 2 camere da letto, soggiorno, cucina a euro 98.000. Tel. 320 1921602 Vendo appartamento primo piano zona Farnesiana ben servita e tranquilla composto da ingresso, salone a vista, cucina abitabile, tre camere da letto, due bagni, ripostiglio, due balconi, garage grande e cantina + posto macchina, impianto di riscaldamento autonomo nuovo e condizionatore. No intermediari. Per contatto telefonare al 328 4790088 ore serali. Privato affitta in zona Bobbio in collina con box e orto a euro 250,00 mensile - minimo un anno. Per informazioni telefonare al 340 0967179 pomeriggio. Affittasi o vendesi ufficio a Piacenza, in zona Le Mose, di 200 mq. Tel. 338 9005270

AUTO E MOTO Vendo Fiat Panda 1000, iniezione catalitica, Euro 1 del 1994, bianca, ancora molto bella, a euro 800. Tel. 0523. 758786 (ora di cena) Vendo a malincuore il mio maggiolino azzurro del 1967. Solo a vero estimatore. Funzionante e appena revisionato - gomme nuove. Tel. 0523 557716 Vendesi Quod Polaris 330 anno 2006, prezzo da concordare. Tel. 335 7723048 Vendesi Renegade cabriolet 4200 benzina con impianto Gpl, anno 1984. Veicolo iscritto ASI. Prezzo da concordare. Tel. 335 7723048 Lancia Dedra nera metallizzata, sedili in alcantara, cerchi in lega radio 10500 km effettivi, bollo revisionato 2010, gpl, mai incidenti, fatta trasmissione. Tel. 0523 28828 - 347 2112338

Avviso ai lettori Ricordiamo che per il servizio di pubblicazione degli annunci la redazione non riceve alcun compenso sulle transazioni commerciali, non effettua vendite dirette, non è responsabile per la qualità, la provenienza o la veridicità delle inserzioni né dell’esito della transazione oggetto dell’inserzione stessa. Le richieste di inserzioni sono espressamente subordinate al consenso dell’Editore alla pubblicazione ed alla disponibilità di spazi. La direzione pertanto si riserva il diritto di modificare rispettando il messaggio, rifiutare o sospendere una inserzione a proprio insindacabile giudizio, nonché di effettuare dei controlli sull’inserzionista. L’Editore non risponde per eventuali ritardi rispetto alla data indicata dall’inserzionista, o perdite causate dalla non pubblicazione dell’inserzione per qualunque motivo e non è responsabile per eventuali errori di stampa. Gli inserzionisti sono responsabili di quanto indicato nella richiesta di inserzione e sono obbligati a risarcire all’editore ogni pregiudizio, di qualsiasi tipo, eventualmente da esso sopportata in relazione all’inserzione commissionata e al suo contenuto.

COME TRASMETTERE L’ANNUNCIO GRATUITO Compila in stampatello la cedola pubblicata a fianco e spediscila a:

CORRIERE PADANO VIA XXIV MAGGIO, 4 29122 PIACENZA Oppure trasmettila via fax al numero: 0523 754369 Inoltre è possibile inviare una e-mail all’indirizzo: annunci@corrierepadano.it

Compila la cedola per i tuoi annunci... Testo dell’annuncio (scrivere sempre in stampatello max 20 parole einiziare con l’oggetto dell’inserzione): ................................................................................................ ................................................................................................ ................................................................................................ ................................................................................................ ................................................................................................

Cerco

Offro

barrare la voce interessata

Nome...................................................................................... Cognome................................................................................ Indirizzo................................................................................. Telefono.................................................................................


CORPAD 08-12-11