Issuu on Google+

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1983

Poste Italiane spa - Spedizione in a.p. - D.L. 353/2003 (conv.in l.27/02/2004 n.46) art. 1, comma 1 - DCB Pc

MERCOLEDÌ 8 DICEMBRE 2010 - ANNO 26 N. 43 - EURO 0,20

Un dicembre coi fiocchi per Fiorenzuola e Valdarda

Pubblicità inferiore al 45% - Contiene IP www.corrierepadano.it

AGENDA DI NATALE

Nel capoluogo e negli altri centri una nevicata di appuntamenti DA PAGINA 8

Fiorenzuola - Abbonamenti stabili, nuovi spettatori anche da Piacenza e da fuori provincia

Teatro Verdi, numeri ok: il pubblico applaude Gli sforzi fatti per far fronte ai tagli alla cultura vengono premiati: l’afflusso per i primi spettacoli conferma che la scelta di salvaguardare la qualità sta pagando Classifiche di fine anno

Qualità della vita, Piacenza precipita ma Reggi non ci sta DOSSENA A PAGINA 3

Edilizia innovativa

Danani: “Favoriamo la coesione sociale” A PAGINA 5

Il Teatro Verdi di Fiorenzuola continua ad essere premiato dai numeri: un successo significativo per l’amministrazione comunale di Fiorenzuola e per le scelte gestionali, e una soddisfazione ancor più ragguardevole in un periodo di tagli alla cultura e di sforzi da austerity. A tracciare il positivo bilancio sono l’assessore alla Culturadel Comune di Fiorenzuola, Nicoletta Barbieri, e il consigliere comunale con delega alla stagione di Prosa, Laura Torricella: “Sforzo di razionalizzazione per mantenere alti la qualità e i contenuti”. E il pubblico mostra di gradire.

Foto: a Carpaneto concorso nazionale A PAGINA 12

Presepi dal mondo a Castell’Arquato A PAGINA 10

Musical e canti a Lugagnano A PAGINA 10

Avis di Alseno solidarietà record

Viva l’operetta

IANNOTTA A PAGINA 4

Fiorenzuola Calcio: ora bisogna accelerare

A Fiorenzuola sabato 11

SPOTTI A PAGINA 14

PIACENZA

Cacia al top, nel mirino c’è il Livorno

DOPERNI A PAGINA 15

A PAGINA 11


Corriere Padano

8 dicembre 2010

2

VILLAGGIO GLOBALE

Rapporto Migrantes - Le mete: Argentina, Germania, Svizzera, Francia, Brasile

Dall’Italia si emigra ancora 113mila all’estero nel 2010 4 milioni gli iscritti all'Anagrafe degli italiani che vivono in altre nazioni Numero analogo per gli stranieri residenti nel nostro Paese: 4,9 milioni Sono 4.028.370 i cittadini iscritti all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero all'8 aprile 2010, il 6,7% degli oltre 60 milioni di residenti in Italia. Il numero è quasi pari a quello degli stranieri residenti nel Paese (4 milioni 919 mila). Sono i dati della quinta edizione del Rapporto italiani nel mondo 2010 della Fondazione Migrantes, presentato a Roma. L'aumento e' stato di 113mila unità rispetto all'anno precedente e di quasi 1 milione rispetto al 2006. Con-

trariamente a quanto si pensa, quella degli italiani nel mondo è, comunque, una presenza in aumento. Tra i Paesi di insediamento, l'Argentina supera di poco la Germania (entrambe oltre le 600 mila unità), la Svizzera accoglie mezzo milione di italiani, la Francia si ferma a 370 mila, il Brasile raggiunge i 273 mila e Australia, Venezuela e Spagna superano le 100 mila unità. Tra gli italiani residenti all'estero più della metà non è sposato, quasi la meta' e' costituita da

donne, piu' di un terzo è nato all'estero. All'estero vi sono anche gli oriundi, quasi 80 milioni secondo una recente stima dei Padri Scalabriniani basata sulle fonti dei diversi paesi: 25 milioni in Brasile, 20 in Argentina, 17,8 negli Stati Uniti e in Francia, fino a superare ampiamente la popolazione residente in Italia. In Italia i flussi con l'estero si sono ormai ridotti: un po' più di 50 mila l'anno quelli in uscita, e un po' di meno quelli di ritorno.

Bisogna mettere in conto che le partenze, specialmente quelle dei giovani, inizialmente hanno un carattere di sperimentazione, per cui i protagonisti non provvedono alla cancellazione anagrafica presso il proprio comune, con la riserva di formalizzarla solo quando la permanenzaall'estero sia diventata stabile. La consistenza degli italiani all'estero si rafforza anche con le nuove nascite e con le acquisizioni di cittadinanza. Nella popolazione italiana è diminuita

la propensione alla mobilità, oggi per lo più a carattere interno. Negli anni '60, 300 mila meridionali l'anno si trasferivano nel Centro-Nord e altrettanti si recavano all'estero (in foto, l’arrivo in Germania di emigranti dell’epoca). Tra il 1990 e il 2005, 2 milioni di meridionali si sono trasferiti al Nord. Attualmente 120 mila meridionali si spostano nelle regioni settentrionali e centrali, mentre circa 50 mila persone si stabiliscono nelle regioni del Sud provenendo dalle

altri parti d'Italia (in prevalenza, si tratta ancora di meridionali che rientrano dopo un'esperienza lavorativa). Ai migranti interni che si spostano stabilmente si aggiungono 136 mila pendolari meridionali di lungo raggio, interessati alle maggiori opportunità lavorative del Centro-Nord, per lo piu' giovani, maschi e single, costretti a una scissione tra luogo del lavoro (per lo piu' a termine) e luogo di residenza (stabile). (Agenzia Dire - www.dire.it)

La Nasa: batterio vive nell’arsenico E’ la prova di forme di vita “diverse” “Extraterrestri” sulla Terra, ma - per ora - niente paura. Gli scienziati della Nasa hanno infatti scoperto un batterio che potrebbe dimostrare l'esistenza degli alieni, ovvero di forme di vita su altri pianeti: il microbo ha la straordinaria capacità di sopravvivere all'arsenico, un elemento considerato incompatibile con la sopravvivenza di qualsiasi forma di vita sulla terra. L'incredibile scoperta avvalora la prospettiva che la vita possa esistere anche su pianeti dove non c'è fosforo nell'atmosfera. Può darsi che la scoperta - benchè scientificamente clamorosa - possa risultare deludente per i cacciatori di marziani con antennine verdi et similia, tuttavia è comunque di notevole peso accertare che forme di vita di questo tipo sono già tra noi. Gli stessi ufologi già rilanciano: i piccoli microbi

potrebbero essere un'avanguardia aliena, i primi esploratori extraterrestri sulla superficie del pianeta verde. Il batterio resistente all'arsenico e capace di vivere senza fosforo è stato ritrovato nel Mono Lake, uno dei laghi del parco nazionale Yosemite in California. Il lago in questione si caratterizza per la massiccia presenza di arsenico nelle sue acque: a quanto pare il microbo si avvantaggia proprio dell'arsenico per restare in vita, riuscendo ad utilizzarlo per il suo metabolismo, e, quindi, l'interrogativo della Nasa si rivolge alla possibilità che sulla Terra possano esistere altre forme di vita "diverse" da quelle sinora conosciute e con insoliti meccanismi metabolici. Per approfondire questi temi è stata istituita una squadra di esperti.


8 dicembre 2010

Corriere Padano

IN PRIMO PIANO

3

Statistiche - Sole 24 Ore e Italia Oggi: classifiche negative, però dati contraddittori

Qualità della vita: Piacenza precipita, ma Reggi non ci sta ANDREA DOSSENA Piacenza e provincia scivolano nelle graduatorie della qualità della vita redatte dai principali quotidiani economici italiani, Il Sole 24 Ore e Italia Oggi, ma il sindaco del capoluogoRoberto Reggi- che a dire il vero non le ha mai prese per oro colato, neanche con risultati opposti - non ci sta e osserva che ”mai come quest’anno le classifiche sono contraddittorie. Basta considerare la voce relativa ad affari e lavoro: secondo il Sole 24 Ore scendiamo di 26 posizioni, secondo Italia Oggi ne guadagniamo 30. E’ chiaro che i

parametri con i quali vengono redatte sono quanto meno discutibili”. LE CLASSIFICHE - La pagella del Sole 24 Ore spinge Piacenza indietro di 8 posizioni, dalla decima del 2009 alla 18esima del 2010. A parziale consolazione, la nostra città sopravanza le vicine Cremona (37esima), Lodi (65esima) e Pavia (70esima). Nella classifica di Italia Oggi, la nostra città va decisamente peggio: precipita infatti al 35esimo posto (era al 13esimo nel 2009), perdendo 22 posizioni. Vanno male i confronti con le realtà analoghe, e Piacenza

Il sindaco: “Affari e lavoro su in una graduatoria, giù nell’altra: è la prova che i parametri sono molto discutibili” cede perfino in un ambito solitamente forte, il tempo libero (dal quarto al 28esimo posto). L’ANALISI DEL SINDACO Reggi premette che “Piacenza resta nella fascia alta a livello nazionale, ma - come previsto - sconta con un anno di ritardo gli effetti della crisi. Questo spiega il calo del tenore di vita che emerge da entrambi gli studi, e che preoccupa. Il fatto che gli esiti siano usciti quasi in contemporanea evidenzia però ad esem-

pio come il dato relativo ad affari e lavoro sia analizzato in modo opposto dal Sole, per il quale Piacenza cala dal nono al 35esimo posto, e da Italia Oggi, che indica un settimo posto e una risalita di 40 posizioni. Queste classifiche vanno prese con le molle”. Sul rapporto tra numero di reati (che cala) e sicurezza percepita (a sua volta in ribasso), Reggi pensa che certi numeri siano dovuti anche al fatto che “i piacentini, a differenza di quanto accade in al-

tre città, denunciano quasi tutto”. Note liete dall’ambiente e dal rapporto tra abitanti e posti negli asili nido (siamo nella top ten italiana), ma anche dall’indice di percezione complessivo della qualità della vita: “Aspetti che fanno piacere - chiude Reggi - e che denotano come i cittadini colgano gli sforzi fatti per la città, dai bambini al verde”. Nella foto grande, piazza Cavalli dall’alto. A sinistra, il sindaco Roberto Reggi

Nuovo piazzale Marconi Slitta la rimozione bici (dr) Il taglio del nastro (con contestazioni) di sabato scorso ha mostrato alla città un piazzale Marconi tutto "nuovo", con gran soddisfazione del sindaco Reggi che ha parlato di "Biglietto da visita eccellente per la città" e ha bollato la contestazione dell’Associazione pendolari di Piacenza come pretestuosa: "Devono condividere la sede -comunale- con l'Unione Pendolari, ma fanno finta di niente". L'operazione "stazione-pulita" non è ancora conclusa, ma - dopo il pressing della minoranza e di una fetta di maggioranza in Consiglio comunale - l'entrata in vigore della tanto discussa "ordinanza anti-bici", inizialmente prevista per l’11 dicembre, resterà in stand by per il tempo necessario (un paio di mesi) a capire se il nuovo assetto l’avrà resa nel frattempo non più indispensabile. Se invece servirà, i velocipedi - considerati lesivi al decoro del riqualificato piazzale - saranno rimossi (tagliando la catena che li assicura a pali o ringhiere) e spostati nel deposito, con pagamento di un euro al giorno più una "multa" di 10 euro per coprire le spese di rimozione. Nei giorni precedenti la protesta pendolare aveva promesso azioni eclatanti come quelle di sabato 4, quando una trentina di ciclisti/pendolari hanno "assaltato" l'inaugurazione del piazzale antistante la stazione, esponendo i cartelli "Reggi ridacci i parcheggi". La polemica non sembra destinata a placarsi ed ha raggiunto una piccola vittoria: i pendolari capitanati da Ettore Fittavolini hanno ottenuto la promessa del sindaco di aumentare anche i posti gratuiti, con l’aggiunta di rastrelliere per un centinaio di bici. Sembrerebbero per ora essere finiti i tempi di Striscia la Notizia e dell’annuncio di manifestazioni di contestazione con asini e cavalli, ma l'Associazione pendolari ha promesso di contestare il sindaco "in tutte le apparizioni pubbliche".


Corriere Padano

4

8 dicembre 2010

ATTUALITÀ FIORENZUOLA

Teatro Verdi - Il pubblico premia lo sforzo dell’amministrazione

Fiorenzuola: “Tagli alla cultura, noi resistiamo” MANUELA IANNOTTA "La cultura è ricerca, è cercare nuove vie nel cinema, nella musica, nella danza, nel teatro". Il grande regista scomparso alcuni giorni fa, Mario Monicelli, in un'intervista definiva così la cultura, il "fiore all'occhiello dell'Italia". Eppure oggi, quel fiore all'occhiello, il mondo della cultura e dello spettacolo sta vivendo un momento piuttosto critico, con mobilitazioni, scioperi e proteste contro i tagli alla cultura e al Fondo unico per lo spettacolo previsti dalla finanziaria 2011. Ma a Fiorenzuola i tagli hanno toccato il nostro Teatro Verdi? Si sono sentiti gli effetti della crisi? Sono diminuiti gli abbonamenti alle stagioni di prosa e musica? Abbiamo rivolto queste domande alle due donne che in primis si occupano del teatro fiorenzuolano: l'assessore alla cultura Nicoletta Barbieri e il consigliere comunale con delega alla stagione di prosa, Laura Torricella. "La situa-

zione che si sta vivendo a livello italiano circa i tagli alla cultura e al sistema formativo del nostro Paese ci presentano una situazione davvero preoccupante e drammatica perché meno cultura vuol dire meno innovazione e quindi meno competitività" ha premesso l'assessore Barbieri, puntualizzando che per la stagione del Verdi "l'Amministrazione ha fatto una scelta di campo e non ha realizza-

to tagli agli investimenti in questo campo, anche se si è dovuto affrontare un indispensabile sforzo di razionalizzazione delle risorse to-

gliendo fronzoli ma mantenendo fermi la qualità e i contenuti di alto livello". "Se è vero che la cultura non deve essere mortificata come ha affermato il presidente Napolitano, è purtroppo vero che bisogna fare i conti con una riduzione delle risorse e con una crisi economica del sistema produttivo che rende più difficile reperire sponsorizzazioni" ha aggiunto la Barbieri, spiegando che la scelta dell'Amministrazione in questi ultimi anni è stata quella di tagliare solo sprechi e superfluo. Scelta che ha comportato un maggiore sforzo da parte degli operatori della cultura comunali, ma anche nuovi stimoli e relazioni. La Barbieri ha ricordato, tra gli altri, "il rapporto di collaborazione gratuita con professionisti locali che ci hanno messo in contatto con artisti di grande livello", "le collaborazioni con la Scuola comunale di Musica e il Conservatorio Nicolini". Per quanto riguarda, nello specifico, la stagione di prosa, Laura Torricella ha osser-

vato che "la necessaria redistribuzione delle risorse voluta per allargare l'offerta teatrale anche alla musica e rispondere così alle attese del territorio ha comportato un'evoluzione delle stagioni sia in ordine alla quantità degli spettacoli sia alla tipologia delle iniziative collaterali". "Nessuno fa miracoli- precisa- Tuttavia con la metà delle risorse a disposizione ritengo che si sia fatto il miglior lavoro possibile, tanto che la fedeltà degli appassionati non è mancata e nuovi spettatori si sono aggiunti allo "zoccolo duro" del pubblico abituale". "Per ora, i primi spettacoli della stagione, di prosa e musica, hanno visto il teatro gremito, segno di un interesse che non scema nonostante la crisi e i tagli" ha fatto sapere la Torricella, lodando il pubblico fiorenzuolano, "che sa uscire di casa se ne vale la pena ed è pronto a sostituire la pizza col biglietto del teatro se posto di fronte ad una alternativa. La cultura è il cibo

della mente". E anche la Torricella ha ricordato la preziosa collaborazione di tutti coloro che lavorano all'allestimento dei cartelloni teatrali, permettendo

di avere, anche quest'anno, grandi nomi per la prosa. E "anche chi ci accoglie in teatro ogni sera in modo del tutto volontario- aggiunge- aiuta a contenere e ridurre spese altrimenti consistenti". Se quindi lo sforzo è stato quella di non "penalizzare" il teatro, gli spettatori, tale sforzo, lo hanno premiato. "Non c'è stata una riduzione

di pubblico ma un nuovo approccio del pubblico stesso alla cultura. Viene preferito l'acquisto di singoli biglietti, anche se i nostri abbonamenti si assestano sul trend dell'anno precedente-afferma soddisfatta Barbieri-Viene posta attenzione alla proposta complessiva, che deve essere di qualità, e alla diversificazione dell'offerta culturale". In merito ai "biglietti della prosa", la Torricella ha fatto sapere esiste un nucleo storico fedele dal 2003 che rinnova l'abbonamento ogni anno. "Altro pubblico si è aggiunto (anche scegliendo di volta in volta il singolo spettacolo) da Piacenza o da fuori provincia" ha detto la consigliera che per il futuro nutre speranze, ha in mente progetti, ma "c'è un bilancio ancora da costruire, in base alle risorse si pianificherà".

Nella foto grande, la facciata del Teatro Verdi. nelle altre, il consigliere Torricella (a sinistra) e l’assessore Barbieri


8 dicembre 2010

Corriere Padano

ATTUALITÀ FIORENZUOLA

5

Fiorenzuola - Programma di edilizia sociale in località Madonna delle Cinque Strade

Danani: “Attenzione alla coesione sociale” Uno degli obiettivi dell'Amministrazione Comunale di Fiorenzuola d'Arda, anche attraverso le nuove previsioni di PSC, è l'aumento delle residenze immesse sul mercato a condizioni favorevoli, per l'acquisto o la locazione. Quale anticipazione della politica di edilizia sociale prevista in modo sistematico dal nuovo strumento urbanistico, ora in fase di definitiva approvazione, si è provveduto a partecipare al recente bando della Regione Emilia Romagna con un programma complessivo su un'area residenziale specifica in località Madonna delle Cinque Strade, che costituisce una ricucitura del tessuto urbanizzato. All'interno di questa area, si è provveduto inoltre a mettere a bando una porzione di terreno per la vendita per

realizzare, attraverso l'intervento di un privato, un edificio di edilizia sociale con unità abitative in parte da destinare alla

Dalle sale musicali per i giovani a Inform'Arti: l'ex macello si "arricchisce"

'prima casa' e in parte alla locazione a termine. Il ricavato sarà destinato alla realizzazione della restante parte del programma: che prevede, oltre alla realizzazione di un edifico con unità abitative, di proprietà pubblica, da destinare alla locazione permanente, la realizzazione di un edificio polifunzionale per attività ricreative e di socializzazione, e una superficie per commercio/servizi, nonché la realizzazione di una dotazione del verde pubblico con un percorso-vita attrezzato. Particolare cura è inoltre rivolta anche al tema della mobilità e della accessibilità: con l'obiettivo che essa sia sicura e per tutti (ciclabili, innesto a rotato-

ria…). Sinteticamente, come ha anticipato l’assessore all’Urbanistica del Comune di Fiorenzuola Carla Danani, il programma complessivo prevede 2 edifici: - 16 alloggi ERP (edilizia pubblica in locazione permanete) e 17 alloggi ERS (edilizia sociale realizzata da un privato, da destinare alla proprietà e alla locazione a termine: si è aggiudicato la gara, per l'acquisto dell'area, la Cooperativa di Abitanti Piacenza '74) ), per rispondere al bisogno abitativo di famiglie in situazioni socio-economiche differenti; - uno spazio terziario/commerciale inserito nell'edificio ERP con funzioni di presidio e diver-

sificazione funzionale (circa 50 mq); - un edificio polifunzionale per attività ricreative e di socializzazione, suddivisibile in due grandi sale che rendono possibile separare, senza isolare, le attività giovanili da quelle dei gruppi anziani: tale realizzazione è a favore di tutta la zona come fattore di integrazione e coesione sociale; - attrezzatura del verde con un percorso-vita; - realizzazione di opere di urbanizzazione che favoriscano la sicurezza e la mobilità lenta. Nella foto a sinistra l’assessore all’Urbanistica del Comune di Fiorenzuola Carla Danani

(m.i.) Un altro contenitore culturale di Fiorenzuola recuperato dall'Amministrazione comunale, è l'ex macello. Una struttura che per l'assessore alla cultura Nicoletta Barbieri "fornisce oggi attraverso l'uso della parte centrale una risposta all'esigenza espositiva delle arti visive, consentendo di ospitare appuntamenti di prestigio, artisti di livello nazionale e talenti emergenti locali". Appuntamenti che si punta a rendere organici (è questo il prossimo obiettivo, a cui sta già lavorando l'Amministrazione) "per coltivare, come si è fatto per il teatro un pubblico il cui interesse per la pittura, scultura, fotografia, filatelia possa crescere sempre più". Nelle due palazzine davanti troveranno sede i servizi comunali di contatto con i cittadini: "Fiore per te" e "Inform'Arti". Quest'ultimo ufficio si apre per rispondere all'esigenza di avere una sede più funzionale per la biglietteria del teatro (che rimarrà in funzione solo nelle serate di spettacolo) e "vuole avere l'ambizione di diventare un luogo di promozione della cultura, del patrimonio storico ed artistico del nostro territorio". Inoltre, Barbieri assicura che l'Amministrazione ha già a bilancio finanziamenti regionali da investire nella realizzazione di due sale prove musicali pubbliche nella parte retrostante della struttura. "Ci consentiranno di dare una risposta all'esigenza di spazi per i giovani, e anche meno giovani, gruppi musicali del nostro territorio ispirandoci all'esperienza delle sale della Cavallerizza a Piacenza e portando a valore le realtà che nel corso degli anni si è sviluppata con le realtà associative presenti nell'ex scuole di Baselica Duce Acme e FilmKamera".


Corriere Padano

6

8 dicembre 2010

VIVIPIACENZA

Tre film e un libro alla Passerini Landi

Casa del fanciullo, auguri in San Sisto

Biblioteca comunale Passerini Landi di Piacenza a tutto cinema con 4 appuntamenti - 3 film e 1 libro - tutti alle 16 in Sala Augusto Balsamo. Si parte venerdì 10 con un nuovo incontro con Roberto Campari che parlerà di "Madame Bovary", tra il film di Vincente Minnelli e il romanzo di Gustave Flaubert. Martedì 14 Chiara Dainese presenterà il film "The Majestic" di Frank Darabont; mercoledì 15 il gruppo di lettura si ritroverà attorno al libro "A occhi bassi" di Tahar Ben Jelloun; giovedì 16 Irma Zanetti affronterà infine il film "Mammina cara" di Frank Perry. (gs)

(gs) Spiritual, canti di amicizia e di Natale nel giorno di Santa Lucia. È un nutrito programma quello della 7° edizione del Concerto degli Auguri "In coro per Padre Gherardo", organizzato dalla Casa del Fanciullo per lunedì 13 dicembre alle 20.30 nella Basilica di San Sisto a Piacenza. Si esibiranno la Schola Cantorum di Podenzano, il Coro di Voci Bianche Padre Gherardo e quello dei Bambini della Casa del Fanciullo, e l'ensemble musicale Giovani Armonie. Direzione affidata al maestro Edo Mazzoni; ingresso ad offerta.

WEEKEND Milestone, che emozioni tra jazz, soul e blues Il soul e il blues afroamericani degli anni '60 e '70 dei piacentini The Waiters e le moderne sperimentazioni jazz del siciliano Rosario di Rosa in Trio con la performance "Cabaret Voltaire" segnano al Milestone Jazz Club di via Emilia Parmense a Piacenza un weekend che promette non poche emozioni. Venerdì 10 alle 22.30 a scaldare il pubblico saranno brani di Otis Redding, Wilson Pickett, Isaac Hayes, Solomon Burke, James Brown, Mighty Sam Mc Clain, Stevie Wonder, Sam & Dave e The Blues Brothers: un repertorio classico di soul-blues rivisto dai Waiters con piglio moderno e un occhio di riguardo all'operazione revival della Blues Brothers Band. In "Cabaret Voltaire", sabato 11 alle 22.30, con il leader e autore Rosario Di Rosa al pianoforte, Paolo Dassi al contrabbasso e Riccardo Tosi alla batteria, sullo sfondo dei ritmi metropolitani e frenetici di una grande città che diventano colonna sonora di varie storie raccontate in canzoni, si spazierà invece dalla musica da camera al drum'n'bass, al rock e alla musica contemporanea in un turbinio di suoni, colori e comete. (gs)

Natale 2010, a Piacenza una nevicata di eventi GIOVANNI SCAVI Un "calendario dell'avvento" ricco di eventi natalizi, quello studiato dal Comune di Piacenza in collaborazione con Confcommercio, Confesercenti e svariati comitati e realtà associative della città, che terrà compagnia ai piacentini fino all'inizio dell'anno nuovo. Il tradizionale variopinto mercatino di Piazza Cavalli, Palazzo Mercanti e Pubblico Passeggio durerà sino al 29 dicembre, tutti i giorni dalle 8.30 alle 20; quello dei colori e dei sapori in Piazza Duomo chiuderà il 7 gennaio (aperto venerdì, lunedì e festivi, con particolari attività ludiche il 12, 19 e 2 gennaio) sempre dalle 8.30 alle 20. Mercatino benefico anche all'ASP di Via Campagna 157, dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.30 sino al 23 dicembre; bancarelle solidali in Piazzetta Mercanti fino al 24 e tra i Portici Ina, Largo Battisti e Piazzetta San Francesco fino al 23. Per il piacere dei più piccoli ci sono la giostra per bambini sul Pubblico Passeggio (fino al 24) e lo zucchero filato in Piazzetta San Francesco fino al 6 gennaio ogni dì dalle 16. Da sabato 11 e fino al 9 gennaio ecco a Palazzo Farnese i Presepi d'Autore; per gli amanti del pattinaggio su ghiaccio c'è poi la pista "Piacenza On Ice" al Palazzetto dello Sport di via Alberici, fino al 9 gennaio. Venerdì 10 concerto del "Little Gospel Choir" nella Cappella Ducale di Palazzo Farnese alle ore 21 con ingresso a offerta. Sabato 11 dalle 15.30, nella sede CAI in Cavallerizza, spazio ai laboratori per bambini "Decoro il mio Natale" e "Arrampicata in sicurezza" e, dalle 17, aperitivo degustazione al chiosco Old Facsal sul Pubblico Passeggio a cura degli "Amici del Facsal". Domenica 12 dalle 14.30 in Piazza Borgo, "Cioccolata di Santa Lucia" e musica itinerante con la Banda Ponchielli; dalle 16 a Palazzo Farnese inaugurazione del nuovo percorso "Museo delle Carrozze"; in Biblioteca Passerini Landi concerto classico dell'Arnold S.Ensemble e mercatino in viale Dante coi negozianti del quartiere. Lunedì 13 alle 10 nel Salone di Palazzo Gotico, "Festa di Santa Lucia" per i bambini con il sindaco Reggi; martedì 14 "Natale Studentesco" in via Tibini dalle 18 alle 22 con l'aperitivo universitario dell'OPS (Oasi Piacentina Studenti); giovedì 16 concerto natalizio dei Deja-Vu dalle 10 alle 13 al Palazzetto dello Sport.

Jolly

“La passione” di Mazzacurati Crisi e resurrezione di un intellettuale in un’Italia piena di contraddizioni nel film "La Passione" di Carlo Mazzacurati, al Cinema Jolly di S. Nicolò mercoledì 15 alle 21.30. Passati i 50 anni essere un regista emergente diventa un problema: ne sa qualcosa Gianni Dubois (Silvio Orlando), che adesso che potrebbe dirigere una giovane stella della tv non ha un'idea. Come se non bastasse, una perdita d'acqua nel suo appartamento in Toscana ha rovinato un affresco del 500 nella chiesetta adiacente. Per evitare denuncia e pessima figura, Gianni deve accettare una bizzarra proposta del sindaco del paese. (gs)

Musica gospel, mercatini, pattini, aperitivi e cioccolata: calendario ricco di appuntamenti

Teatro Trieste 34 per i più giovani: c’è anche la colazione equosolidale Tornano al Teatro Trieste34 di Piacenza gli spettacoli per giovanissimi spettatori delle rassegne "Il sabato dei Piccoli" e "Colazione a teatro". Sabato 11 e domenica 12 ecco allora in scena "I racconti del bosco" della "nostra" compagnia PKD (Piacenza Kultur Dom) di Filippo Arcelloni, autore e attore oltre che ideatore e direttore di Trieste34. Sabato lo spettacolo sarà alle 16.30; a seguire, merenda equosolidale e laboratorio creativo dal tito-

lo "Coloriamo con il corpo" (l'uso dei colori e la ritualità nella preistoria). Domenica, invece, accompagnata da una colazione equosolidale, la recita si svolgerà alle 10.30; dopo, grandi fogli bianchi, pennarelli e tanta fantasia, tutti a disegnare le storie e i personaggi incontrati sulla scena. In questo caso, i magici animali che frequentano la vita del bosco, alberi che diventano vivi come persone, e favole che passano dentro alla foresta per poi ritornare nella vita quotidiana. Tanti racconti con il piacere di divertirsi e di perdersi nelle parole, cullati dalla fantasia e dai sogni, consigliati ai bambini dai 3 ai 7 anni. (gs)

Parkour protagonista a Spazio 4 nel cineforum “Choose not to fall” È la disciplina metropolitana del "Parkour" (nata in Francia negli anni '80, incentrata sul superamento degli ostacoli in senso fisico e come insegnamento per la vita) il tema centrale del cineforum di dicembre al centro aggregativo comunale Spazio 4 di via Manzoni, realizzato in collaborazione con l'associazione Parkour di Piacenza ed emblematicamente intitolato "Choose not to fall" (Scegli di non cadere). Il ciclo, apertosi giovedì 2 e 9 dicembre con i film "Yakamasi - I nuovi samurai" di Ariel Zeitoun e "The great challenge - I figli del vento" di Julien Seri, continuerà - con inizio sempre alle ore 21 giovedì 16 con "The nature of challenge", diretto dalla Crew Northern Parkour: un documentario realizzato da ragazzi che praticano questa disciplina da anni, con lo scopo di diffondere il vero significato dell'arte dello spostamento, incentrato sulla filosofia del continuo miglioramento fisico e mentale dell'individuo. Giovedì 23 si chiuderà con "Banlieue 13" di Luc Besson: a Parigi un muro d'isolamento cir-

conda il ghetto della periferia, dove uno degli abitanti cerca di fermare lo spaccio di droga delle bande criminali. Dopo una rocambolesca fuga, la polizia, temendo le gang, arresterà lui anziché il boss del ghetto. giesse


8 dicembre 2010

Corriere Padano

7

VIVIPIACENZA Cine Club Argento, tocca a “La nostra vita”

Loft51, si prosegue con blues e corti

Una rassegna di grandi film riservata ai pensionati, con proiezioni alle ore 15 ogni mercoledì sino a marzo, al Cinema Politeama di Piacenza e a ingresso gratuito. È "Cine Club Argento", organizzata da Comune di Piacenza, Azienda A.C.E.R. e Circolo Samarcanda. Il 15 dicembre, sullo schermo, "La nostra vita" di Daniele Luchetti con Elio Germano, Raul Bova, Isabella Ragonese e Luca Zingaretti: la storia dell'operaio Claudio e della inattesa svolta che il destino ha preparato per lui, la moglie Elena, i loro due figli e il terzo in arrivo. (gs)

Dopo una felice e affollata inaugurazione, il circolo giovanile e spazio di idee "Loft51" prosegue nel suo percorso musical-artistico-culturale trimestrale in via Roma 183. Sabato 11 si riaprirà alle 18.30 con il concerto del quartetto blues milanese TWBBlood; domenica 12 porte aperte dalle 15.30 e dibattito sul tema HIV con LILA Piacenza; lunedì 13 dalle 18.30 proiezione di cortometraggi in collaborazione con Associazione Concorto; mercoledì 15 inaugurazione mostra foto e video di Melea Bianchini. (gs)

WEEKEND

MUSICA FUORI INGIRO

New wave o gospel ma sempre Fillmore La new-wave dall'animo elettronico degli Offlaga Disco Pax; i tributi alla storia dell'hard-rock di Mr No e Mr Pig; il grande gospel americano dei FOCUS. In attesa de Il Teatro degli Orrori, venerdì 17, il Fillmore di Cortemaggiore continua a proporre live di indubbia qualità. A partire dal ritorno di venerdì 10 dei reggiani Offlaga Disco Pax (preceduti da Hellekin Mascara): dopo gli ormai classici "Socialismo Tascabile" e "Bachelite", eccoli impegnati in un tour molto particolare, il "Casio Tour", in cui riproporranno il loro repertorio interamente rivisitato attraverso tastiere Casio. Un'elettronica vintage per un set minimale che si sposerà in modo nuovo con le storie di Max Collini. Sabato 11 con Mr No e Mr Pig (anticipati dai Retune) largo alle cover rock, dai Deep Purple ai Metallica, passando per U2 e Dream Theater. Giovedì 16, appuntamento di alta classe in collaborazione con Associazione Fedro: arriveranno l'ebbrezza e la gioiosa spiritualità del gospel e degli spiritual, portati dagli americani FOCUS Sound Of Victory, 7 elementi dal talento purissimo dal South Carolina. Dalle 20 cena su prenotazione: info@fillmoreclub.net e 3287130491. (giesse)

Baciccia a forza cinque tra musica, foto e libri Galoppa sempre forte il "cavallino" del Caffè Letterario Baciccia di Piacenza, e gioca ben 5 appuntamenti in una settimana. Dal rock'n'roll - una miscela unica di ruvido pop, sixties, beat e sogni anni '80 - si parte venerdì 10, con la bella Miss Chain e i suoi fidi Brokenheels. Sabato 11 dalle 22.30 invece saliranno in consolle i dj piacentini Bad Taste e Time Bomb del duo Techfood: per la prima volta al Baciccia accenderanno la miccia di una serata elettronica esplosiva tra house-electro, fidget, drum'n'bass e dubstep. Domenica 12 alle 18.30, largo alle foto di Francesca Manetta, che indagano il tema della dualità in un bianco e nero inteso come opposte entità parte di un unico essere, e martedì 14 alle 21.30 spazio invece al libro "Ultima fuga" di Leonardo Coen (Baldini e Castoldi) sulla figura di Renato Vallanzasca: il bilancio di una vita sbagliata, la storia di un bandito impegnato nella sua ultima fuga dal mito per diventare un semplice uomo condannato a rimanere solo con i propri rimorsi. Giovedì 16 alle 22.30, appuntamento live molto atteso con la voce e la teatralità di Rita Oberti, Lilith, ovviamente accompagnata dai suoi The Sinnersaints: Tony Face Bacciocchi alla batteria, Betty Blue Milani alla chitarra e Cristiano Cassi al basso. (g.s.)

Onirica, a Parma è tripudio metal (gs) Metallari, unitevi… al circolo Onirica di Parma: venerdì 10, mini-festival internazionale con gli americani Saint Vitus, tra i gruppi cardine della scena doom metal mondiale, prosecutori del seminale discorso cominciato dai Black Sabbath. Con loro anche Swallow the Sun, Solstafir, Mar de Grises e The Graviators. Sabato invece il Rockabilly Fest animato dagli australiani Kitty in a Casket, anticipati da Evil Devil, Dead Elvis e Francis&Francis.

Piacenza regina all’Arci Taun All'Arci Taun di Fidenza un venerdì "made in Piacenza". Sul palco i Kobenhavn Store, la band indie-pop-rock/shoegaze che ha conquistato i favori di critica e pubblico del panorama indipendente nazionale, per presentare "Low", il secondo EP della trilogia "Hi Low - You" lanciato qualche settimana fa alla Locanda di

Vigolo Marchese. In apertura, la corroborante miscela pop-rock-dance dei The Synthromantics. Sabato 11, invece, largo al punk e al post-hardcore dei forlivesi I Distanti (Targa Giovani al MEI 2010), anticipati dai Last Cold Crash. (gs)

Club Dogo al Fuori Orario Asilo Republic e Club Dogo segnano il weekend del circolo Arci Fuori Orario di Reggio Emilia. Se venerdì 10 sarà il tributo a Vasco Rossi degli Asilo Republic ad intrattenere (anticipati dagli autoctoni Waterwings), sabato 11 guadagnerà invece il palco una delle più importanti realtà dell'hip-hop italico. Preceduti dai KillaDoc, i Club Dogo con l'album "Che bello essere noi" e in tasca il successo dell'ultimo singolo "Spaccotutto". Rime potenti e precise sparate dritte in faccia come montanti ben assestati. (gs)

TEATRO

“Al Cavallino Bianco”, l’operetta fa volare Fiorenzuola in Austria Al Teatro Verdi di Fiorenzuola arriva sabato 11 alle 21 la Compagnia Teatro Musica Novecento per portare in scena il secondo concerto della stagione musicale (fuori abbonamento), dopo Stefano Bollani. Trattasi dell'operetta di H.Muller ed E.Charell "Al Cavallino Bianco", su musiche di Ralph Benatzky: tre ore di gag che sapranno sedurre il pubblico, "trasportato" per una sera, appunto, al Cavallino Bianco, locanda delle Alpi austriache, luogo di riposo e divertimento, set ideale per innamoramenti, balli, canti ed equivoci, il tutto magistralmente orchestrato dalla Compagnia dell'Oniro e dal suo capocomico Pippo Santonastaso. Siamo ai primi del '900, agli albori del varietà, quando gli spettacoli erano un sapiente intreccio di comicità, canto e balletti. La locandiera del Cavallino è amata dal suo primo cameriere Leopoldo ma ha bisogno di tempo e dell'aiuto delle parole dell'Arciduca in visita all'albergo per accorgersi di essere anch'ella innamorata di lui. Una coppia al

centro dello spettacolo, attorno a cui se ne formeranno altre due "impreviste" in un gustoso intreccio dal sapore antico. Giovanni Scavi


Corriere Padano

8

8 dicembre 2010

NATALE IN VAL D’ARDA

Fiorenzuola, Natale fra presepi di casa e di campagna Tra le novità anche due mostre dedicate ai giocattoli. "Dalla Scozia alle 4 Province" è lo spettacolo musicale previsto nel pomeriggio dell'11 dicembre FRANCSCA GAZZOLA La mostra dei "presepi ad ca' nosa" è una delle manifestazioni più attese del Natale di Fiorenzuola: nata nel 2001 essa raccoglie numerose rappresentazioni della Natività create dai ragazzi delle scuole elementari e materne e dal Centro socioriabilitativo di Fiorenzuola oltre che da tutti i cittadini appassionati di arte presepiale. Le originali creazioni saranno esposte alla Chiesa della Buona Morte dal 18 dicembre al 6 gennaio. Accanto alla nona edizione della mostra i "Presepi ad ca' nosa" sarà possibile ammirare i suggestivi presepi dei dintorni di Fiorenzuola all'interno dell'iniziativa "Il presepe nelle campagne" promossa per il secondo anno dall'associazione Terre Traverse: nelle aziende agricole e nelle cascine di San Protaso e Baselicaduce verranno alle-

stiti originali presepi che parteciperanno al concorso fotografico "Segui la Stella", con premiazione delle immagini più belle a conclusione delle festività natalizie, il 6 gennaio. Il Natale di Fiorenzuola è ricco di sorprese e di novità. Anche quest'anno il Comune e le associazioni del territorio hanno preparato un calendario fitto di iniziative: ci saranno concerti di Natale, spettacoli teatrali, esposizioni fotografiche, mostre di giocattoli e mercatini nelle strade del centro. Novità di quest'anno saranno due mostre dedicate ai giocattoli: una organizzata dal Comune di Fiorenzuola che invita i cittadini a visitare all'Ex Macello la "Mostra del Giocattolo d'epoca e da collezione" nelle giornate di sabato 11 e domenica 12 dicembre; l'altra è curata dall'Istituto scolastico Mattei che propone - dal 9 al 16 dicembre - la mostra "La scienza dei giocattoli" con i ra-

gazzi del Liceo scientifico fiorenzuolano che spiegheranno dal punto di vista scientifico il funzionamento di alcuni giocattoli. Le sonorità dell'Appenino mescolate alla cornamusa scozzese cattureranno il centro storico di Fiorenzuola con lo spettacolo musicale "Dalla Scozia alle 4 Province" con Franco Guglielmetti (fisarmonica), Gabriele Dametti (piffero) e Keith Easdale (cornamusa scozzese) nel pomeriggio dell'11 dicembre. Per la Festa dell'Immacolata i commercianti delle vie Gramsci e S. Fiorenzo propongono, invece, la "Bancarella delle golosità" ed espongono i prodotti dei rispettivi negozi (alimentari e non) lungo le strade, con musica di contorno. Si prosegue con la mostra "Seminiamo storie per crescere insieme" con parole e fotografie che raccontano l'essere (stati) giovani a Fiorenzuola e che saranno esposte dal 9 dicembre al 6 gen-

naio presso la Sala dell'Orologio del Municipio. La mostra è realizzata dai ragazzi della cooperativa sociale "Arco" in collaborazione con le cooperative "Codici" e "Interculturando" e della Provincia di Piacenza. Al Foyer di Teatro Verdi sarà invece possibile visitare, dal 18 al 23 dicembre, la mostra di quadri dipinti dagli ospiti del C.s.r. Lucca e della R.s.a. San Bernardino che presenteranno nel pomeriggio del 18 dicembre lo spettacolo teatrale "Oltre le parole". Accanto alle iniziative sociali si affiancano gli eventi musicali: il 22 dicembre Concerto di Natale al Teatro Verdi, 23 dicembre il Coro Folk e il Coro Primavera presenterà "Natale Insieme" all'Auditorium Scalabrini. Il 9 dicembre si terrà il concerto "Modugno continua a volare" con il Gruppo Kamenge Project al Teatro Verdi che ospiterà il 19 dicembre il Saggio della Scuola di Musica.

"Lunari Dumila e Vùndas", dalla Pro Loco il calendario dei ricordi che parla in dialetto Particolarità del Natale fiorenzuolano è il Calendario in dialetto che ogni anno la Pro Loco di Fiorenzuola prepara per gli abitanti del paese. Il "Lunari Dumila e Vùndas" non è un semplice calendario con mesi e giorni ma raccoglie al suo interno il ricordo dei personaggi che non ci sono più e che hanno fatto molto per la comunità di Fiorenzuola. Ogni mese è, infatti, abbinato ad un ritratto d'epoca con foto e dedica in vernacolo pensata appositamente in memoria di ciascun personaggio. Il calendario è in distribuzione presso la sede della Pro Loco fiorenzuolana ed in occasione dei numerosi appuntamenti pensati dai volontari per il mese di dicembre. La Pro Loco di Fiorenzuola - presieduta da Giuseppe Bragalini - sarà protagonista anche ques'anno, infatti, di numerose manifestazioni natalizie pensate per l'intera comunità. Sabato 11 e domenica 12 dicembre i volontari metteranno a disposizione dei bambini il trenino natalizio che percorrerà l'intero centro storico per

regalare ai più piccoli un pomeriggio di festa e di allegria. Per l'intero weekend verranno preparate fiumi di caldarroste da degustare insieme ad un buon bicchiere di vin brulè. L'iniziativa sarà ripetuta

anche il fine settimana successivo (sabato 18 e domenica 19 dicembre) e sarà affiancata dal "Mercatino di Natale degli hobbisti e dei sapori" con bancarelle di oggettistica realizzata a mano e i banchi dei prodotti tipici regionali. Una delle iniziative più attese organizzate per Natale dalla Pro Loco di Fiorenzuola è la "cascata luminosa" con le luminarie che scendono dalla Torre campanaria: lo spettacolo di luci avrà luogo domenica 19 dicembre alle 18 in una piazza Molinari gremita di ospiti. Si prosegue la sera della Vigilia di Natale con il tradizionale scambio di auguri con vin brulè dopo la messa di mezzanotte mentre per l'Epifania i volontari della Pro Loco organizzano un altro appuntamento a cui i fiorenzuolani sono molto affezionati: la discesa della Befana dalla Torre Campanaria alle 16 in piazza Molinari con scalatori professionisti. La Pro Loco preparerà caldarroste e vin brulè e distribuirà dolci a tutti i bambini. (fg)


8 dicembre 2010

Corriere Padano

NATALE IN VAL D’ARDA

Portfolio 2010, otto autori raccontano con le immagini Una molteplicità di stili e di modi differenti di interpretare la fotografia danno origine a "Portfolio 2010", la mostra del Club Cinefotografico Fiorenzuola giunta quest'anno alla 15esima edizione. Otto autori presentano ciascuno otto opere a tema che formano un portfolio, un piccolo racconto sviluppato per immagini ma leggibile come uno scritto attraverso il realismo della fotografia, spesso più eloquente delle parole. "La mostra - spiega Guido Decrema del CCF - si apre con Corrado Ajolfi, noto fotoamatore parmense, che ha ottenuto notevoli riconoscimenti per le sue opere surreali e che si ripresenta ora con rinnovati stimoli, proponendo una serie di immagini dal titolo "Itinerans": le figure, quasi diafane, sono inserite nel contesto ambientale quasi naturalmente, quasi fossero incastonate nell'aria che avvolge il soggetto". Antonio Cosi di Fidenza presenta otto opere, ricavate da uno dei suoi numerosi viaggi, il cui titolo è "Lavori in corso". Il piacentino Roberto Consensi presenta "I peccati capitali" dove i famosi "peccati" vengono trattati con consumata ironia, frutto di decine di manipolazioni fotografiche tali da rendere ogni immagine un racconto a sé stante. "La nostra concittadina Carla Danani- aggiunge Decrema - presenta "Il sapore dell'altro", otto immagini scattate in occasione dei numerosi viaggi in medio oriente: si tratta di visioni che superano l'aspetto documentaristico del viaggio, partecipando alla vita locale e cogliendone momenti di intimità". Marco Delledonne di Cortemaggiore presenta il reportage "Surf": le foto esposte arrivano direttamente dall'Australia, patria del surf e da anni dell'autore. Le opere di Giuseppe Mazzini, socio veterano dell'associazione fotografi naturalisti di Cremona, compongono "Natura & Macro", immagini scattate dopo lunghi appostamenti sulle rive del Po. Mariella Rosi, socia del CCF presenta il portfolio "Artista in plein air", riallacciandosi alla definizione con la quale il movimento pittorico impressionista definì la pittura in esterni. Gabriele Travaglia, di Fiorenzuola, con "Il volto del mondo" presenta otto bellissimi ritratti eseguiti nei suoi numerosi viaggi. Inaugurata lo scorso 5 dicembre la rassegna è esposta presso la sede del Club Cinefotografico fino al 12 dicembre. Francesca Gazzola Nelle foto, dall’alto, scatti di Carla Danani, Gabriele Travaglia, Corrado Ajolfi

9


Corriere Padano

10

8 dicembre 2010

NATALE IN VAL D’ARDA

Castell'Arquato, presepi dal mondo In mostra fino al 31 gennaio nel Palazzo del Podestà. Sabato 11 in Collegiata il concerto “Notte di luce” FRANCESCA GAZZOLA Oltre 300 presepi provenienti da tutto il mondo saranno allestiti nella prestigiosa cornice di Palazzo del Podestà di Castell'Arquato dove resteranno in mostra fino al 31 gennaio. Ci saranno statuette provenienti dall'Asia e dall'Africa, presepi che avranno come protagonisti gli indiani d'America e non mancheranno rappresentazioni ambientate nei trulli pugliesi. La mostra raccoglierà anche alcune particolarità come ad esempio il presepe

più piccolo del mondo, di appena un centimetro e mezzo. Organizzata dalla Pro Loco di Castell'Arquato - presieduta da Tiziana Inzani - con il patrocinio del Comune, la mostra “Un mondo di presepi” si

arricchisce ogni anno di nuove statuette provenienti da diversi paesi che vengono fat-

te appositamente arrivare da paesi lontani per offrire una panoramica il più completa possibile delle differenti interpretazioni della Natività. Molti presepi provengono dai collezionisti privati: uno di essi è il professore Massimo Lorini - direttore artistico della mostra - che ogni anno mette a disposizione la sua prestigiosa e ricca collezione personale e cura anche l'ambientazione di ciascun presepe in esposizione, per adattarla a ciascun paese d'origine. Altre Natività provengono dalle collezioni private di cultori di questa antica arte

come Eugenio Fabris e Daniele Arcari. Fiore all'occhiello della mostra dei presepi di Castellarquato sono le sculture dell'artista Angela Tripi di Palermo, famosa in tutto il mondo per le sue affascinanti creazioni. Gli orari di apertura del Palazzo del Podestà per poter visitare la mostra di presepi sono i seguen-

ti: sabato e prefestivi dalle 15 alle 18,30; domenica e festivi dalle 10 alle 12,30 e dalle 14 alle 18,30. La Pro Loco di Castell'Arquato organizza il 23 dicembre la festa di Natale con fiaccolata dei bambini delle scuole accompagnati da angeli sui trampoli e da cornamuse: i volontari offriranno vin brulè e cioccolata

Lugagnano: canti, presepi e musical Lugagnano a festa per il Natale, che suggella il mese in cui il paese celebra anche il patrono San Zenone (il 9 dicembre). Tra le tante iniziative nei giorni dell'Avvento c’è anche il musical "Madre Teresa La matita di Dio", in calendario alle 21 di sabato 11 dicembre al teatro Comunale di Lugagnano e organizzato da parrocchia e Anspi con il patrocinio del Comune: protagoniste le giovani voci dei cori piacentini di San Corrado e Sacra Famiglia e di S. Giorgio P.no. Da sabato 18 dicembre a giovedì 6 gennaio 2011 la quarta edizione della tradizionale mostra dei presepi. La suggestiva rassegna organizzata dal comitato dei presepi lugagnanesi - si svolgerà presso l'oratorio della Beata Vergine Annunziata di piazza IV Novembre, e riunirà una dozzina di

rappresentazioni della natività realizzate artigianalmente da persone che risiedono o lavorano a Lugagnano o ne sono originarie. Orari di visita: 10/12 e 16/18 venerdì, sabato, domenica e festivi. La raccolta fondi sarà destinata ai terremotati di Haiti. Il Coro Montegiogo, accompagnato al pianoforte da Roberto Sidoli e diretto da Letizia Rocchetta, sarà protagonista dei "Canti sotto l'albero" in programma dalle 21 di sabato 18 dicembre nella chiesa parrocchiale di Lugagnano. Nell'intervallo, il Presidente dell'associazione WVASCARANZA-Centro per bambini de L'Aquila presenterà i lavori di avanzamento della ricostruzione dell'asilo. Al termine del concerto brindisi augurale al circolo Anspi di via Don Molinari. (a.do)

calda per i più piccoli per il tradizionale scambio degli auguri sotto l'albero. Il 10 dicembre alle 21 a Palazzo del Podestà verrà presentato il libro "Arda. 1, l'eterno passato" pubblicato dall'artista piacentino Andrea Ambrogio con il patrocinio e il contributo del Comune di Castell'Arquato. Una serata da non perdere per ammirare la natura a noi più vicina, attraverso l'interpretazione con la tecnica dell'acquerello del giovane naturalista. Sabato 11 dicembre nella Collegiata di Santa Maria Assunta si terrà il tradizionale concerto "Notte di Luce" proposto dalla parrocchia di Don Giuseppe Rigolli. Domenica 12 dicembre l'Associazione Genitori di Castell'Arquato organizza la Festa di S.Lucia e coinvolge i bambini in un laboratorio di addobbi natalizi. Domenica 19 dicembre tradizionale fiaccolata dell’Avis: partenza da Castell’Arquato e arrivo a Vigolo Marchese, con ristoro e auguri nel piazzale della chiesa.

Gropparello

Scambio di auguri sotto l'albero Il Comune di Gropparello organizza per la Festa dell'Immacolata un pomeriggio di festa dedicato alle persone anziane della comunità che potranno trascorrere una giornata insieme ascoltando canzoni natalizie presentate dai cori musicali e scambiarsi gli auguri di Natale. Gli appuntamenti previsti per le festività natalizie proseguono con il Concerto di Natale del 19 dicembre, un concerto musicale polifonico con professionisti che riuniranno la collettività

presso la parrocchia e il Comune a Gropparello, donandovi un'atmosfera magica. In occasione della Vigilia di Natale - come tradizione vuole - gli abitanti di Gropparello si scambiano gli auguri di Natale sotto l'albero addobbato e collocato al centro della piazza del paese dove sarà possibile anche - dopo la messa di mezzanotte - bere un buon bicchiere di vin brulè. A gennaio i bambini di Gropparello aspettano l'arrivo della Befana che porterà nelle scuole del paese tante sorprese e dolci per tutti. (fg)


8 dicembre 2010

Corriere Padano

NATALE IN VAL D’ARDA

11

L’Avis di Alseno schiera i “Babbi” e accende il Natale Volontari all'opera nelle festività: solidarietà a disabili e anziani. Donazioni di sangue in aumento: con le ultime giornate di prelievi si punta a battere il record 2009 ANDREA DOSSENA La sezione Avis di Alseno si conferma tra le più attive e dinamiche della provincia di Piacenza. Il gruppo è composto da un'ottantina di persone, che - oltre all'attività strettamente istituzionale - collaborano alla buona riuscita delle manifestazioni del territorio: anche in questo Natale all'insegna dell'austerity i volontari si daranno da fare con numerose iniziative e, per fine anno, puntano a battere il già notevole record di donazioni del 2009. Se di recente l'Avis di Alseno era stato protagonista nella Festa del patrono S.Martino, tramite un punto di ristoro con la distribuzione di deliziose caldarroste, in vista del Natale l'impegno sarà su molteplici fronti. Domenica 19 dicembre è la data scelta per la consueta bicchierata per quanti sono legati alla sezione del paese. La settimana che conduce a sabato 25 dicembre è inoltre il periodo clou per

l'iniziativa dei "Babbi Natale". Vestiti come Santa Claus, i volontari Avis di Alseno ripeteranno l'ormai consueta distribuzione di materiale didattico (fogli, pennarelli, etc…) ai ragazzi diversamente abili e la visita agli anziani e ai malati ospiti dei centri di Fiorenzuola. Nel giorno di Natale è prevista anche la visita all'ospedale di Fiorenzuola, in

di Natale, e il 25 dicembre sarà anche l'occasione per un augurio alle famiglie di Alseno. Non mancheranno le sorprese dolci per i bambini, inoltre i volontari dell'Avis di Alseno hanno deciso di dare una mano anche agli scout di Lusurasco, aiutando i ragazzi a preparare i pacchetti natalizi nel punto vendita alsenese di Grancasa: un modo per

particolare nelle unità di pediatria e di ostetricia-ginecologia. I "Babbi" - giovani e meno giovani - saluteranno i partecipanti all'uscita della chiesa per la messa

raccogliere denaro che sarà utilizzato per pagare le spese per la nuova sede del movimento giovanile. I valori-guida - solidarietà e at-

Chiaravalle, la tenacia è ”Smania di vivere”

Raccontare le ansie e i timori di chi vive quotidianamente una grave patologia e lanciare un messaggio di speranza attraverso un atteggiamento positivo e tenace. E' l'obiettivo di "Smania di vivere", spettacolo di Teatro Danza sulla Sclerosi Multipla in programma alle 21 di domenica 19 dicembre 2010 nell'Auditorium del Palazzo della Commenda di Chiaravalle della Colomba (Alseno). A promuovere l'evento è l'Associazione Sportiva Dilettantistica L'Angolo di Danza di Alseno con il Patrocinio del Comune di Alseno. Lo spettacolo nasce dall’esperienza vissuta dalla protagonista affetta da Sclerosi Multipla, che - nonostante tutto - continua la sua lotta contro la malattia non rinunciando alla sua grande passione, la danza. Il lavoro si divide idealmente in 3 parti, accompagnate da musica, danza, videoproiezioni e brani recitati. La prima è dedicata alla scoperta della Sclerosi Multipla ed alla sensazione di smarrimento che la caratterizza; la seconda, più introspettiva, è dominata dall'accettazione del proprio stato e dalla convinzione di poter riuscire a convivere con la malattia; la terza ed ultima parte è dedicata alla "vittoria" sulla patologia, intesa ovviamente non come guarigione, ma come consapevolezza di poter riuscire ad esprimersi in modo incondizionato, nonostante i limiti che la malattia porta o porterà. L'iniziativa è stata ospite alle trasmissioni di Rai 1 "Bontà loro" e "Domenica in". Il cast comprende Erica Brindisi (danzatrice), Giuse Rossetti (musiche e regia), Federica Giglio (voce narrante) e Margherita Gargiulo (testi). Costo del Biglietto 10 euro; parte del ricavato dello spettacolo sarà devoluta all'AISM-Associazione Italiana Sclerosi Multipla. Info: 339.5980999 - 334.9186854 (d.an)

tenzione alla persona - dell'associazione ispirano il grande impegno profuso per le festività, ma sono la quotidiana bussola di una sezione che è vicina ad un altro importante traguardo, tanto che la fine del 2010 potrebbe coincidere con una nuova significativa soddisfazione. "Il 2009 conferma il presidente Franco Morsia - si era chiuso con 260 do-

natori e 651 donazioni, ma con i due ultimi appuntamenti per i prelievi (l'ultimo del 2010 è in calendario sabato 19 dicembre, dalle 8 alle 10) puntiamo a battere il record dello scorso anno". Sarebbe l'ennesimo motivo di legittimo orgoglio per l'Avis di Alseno, da sempre in prima fila nella preziosa funzione di raccolta del sangue: in rapporto al

numero di abitanti, infatti, il piccolo paese della Valdarda è nella cerchia dei comuni piacentini più generosi. Un risultato importante, che si deve all'instancabile opera di promozione della donazione da parte della vivace sezione e al fatto che "la popolazione di Alseno - come ricorda Morsia - è molto sensibile alla tematica della donazione".


Corriere Padano

8 dicembre 2010

12

NATALE IN VAL CHERO

Carpaneto: tre concerti colonna sonora del Natale Per le feste musica, vin brulè sotto l'albero e 22esima marcia non competitiva FRANCESCA GAZZOLA Luci, nastri e fili colorati, palline natalizie, angioletti, alberelli in feltro e decorazioni in ceramica: le famiglie recuperano gli scatoloni in cantina e si preparano a decorare l'albero di Natale. Tradizione vuole che presepe e albero siano allestiti il giorno della Festa dell'Immacolata Concezione. A Carpaneto, infatti, proprio in tale occasione i bambini sono invitati nel cortile di Palazzo Comunale per decorare l'albero di Natale e partecipare alle iniziative organizzate dalle associazioni Avis e Age. I primi di dicembre l'Avis ha distribuito in

piazza XX Settembre il calendario 2011 e la Asd Calcio di Carpaneto ha organizzato il Torneo benefico a favore di Telethon, invitando gli abitanti alla Tombolata dell'11 dicembre alle 20,30 al Palazzetto San Lazzaro. Le manifestazioni organizzate dal Comune e dalle associazioni di Carpaneto proseguono fino all'8 gennaio con concerti di Natale, mostre, eventi sportivi, vin brulè sotto l'albero ed iniziative pensate per l'intera comunità, coinvolgendo sia i bambini che gli anziani del paese. Domenica 12 dicembre il Gruppo Marciatori di Carpaneto organizza la 22esima Marcia non competitiva "Camminando aspettando il

Natale" che ogni anno riscuote ampio successo di pubblico. Nel pomeriggio l'Associazione Musicale Carpaneto si esibirà nel Concerto di Natale presso la Sala Bot di Palazzo Comunale. Il 18 dicembre il Circolo fotografico Immagine Zero di Carpaneto propone il primo Concorso fotografico nazionale "La Coppa" con mostra delle immagini presso la sala consiliare del Municipio. In serata la comunità è invitata ad assistere al Concerto "Il Nostro Natale" alla chiesa di SS. Fermo e Rustico alle 21,15. Parteciperanno il Coro Polifonico San Fermo, il Coro Le Ferriere, il Gruppo Alpini e il Circolo fotografico Imma-

gine Zero. Il 24 dicembre il Gruppo Alpini si recherà insieme al Coro di S.Fermo alla casa di riposo Breviglieri per il tradizionale scambio di auguri. Vin brulè in piazza XX Settembre la sera della Vigilia e il giorno di Natale con le associazioni Pro Loco e S.P.S. Fario mentre per S.Stefano verrà organizzata la Pesca di Beneficenza a cura dell'Associazione Qua la Zampa. Dal 27 dicembre al 2 gennaio il circolo Anspi San Fermo organizza il capodanno in Val di Rabbi. Si conclude l'8 gennaio con la IV edizione del concerto "Angeli sotto le stelle" alla chiesa di Rezzano, a cura de "Il Sentiero della Musica".

Circolo fotografico, “La Coppa” è il primo concorso nazionale Il Circolo fotografico Immagine Zero di Carpaneto organizza per Natale il primo Concorso fotografico nazionale "La Coppa" con il patrocinio del Comune e della Pro Loco. Il nome del concorso, "La Coppa" è stato scelto per omaggiare il rinomato salume Dop Piacentino al quale Carpaneto dedica da oltre mezzo secolo la storica "Festa della Coppa" e richiamare la lunga tradizione del paese. "Quest'anno - spiega Franco Ertiani, presidente del Circolo fotografico Immagine Zero abbiamo scelto come tematica fissa i "Paesaggi italiani" affiancati dalla categoria "tema libero": entrambe si compongono di una sezione a colori e di una in bianco e nero. Ci sarà anche il concorso degli Audiovisivi su cdrom a tema libero e della durata massima di 5minuti". La mostra sarà esposta sabato 18 dicembre presso la Sala del Consiglio di Palazzo comunale con premiazioni il 19 dicembre: una giuria di esperti - capitanata dal sindaco di Carpaneto, Gianni Zanrei - premierà i primi tre vincitori per categoria. Per informazioni www.immaginezero.it (fg)

Pro Loco, quante idee: presepi, strenna e lunario Due presepi molto originali che spingono ad una riflessione sul Natale e sul suo significato sono stati realizzati dalla Pro Loco di Carpaneto in occasione delle feste. In piazza XX Settembre i volontari hanno preparato un giardinetto ecologico con alberi vivi in vaso, dedicati ai valori della tradizione cristiana: la famiglia, la

gioventù, i nonni, coloro che soffrono, la pace, l'ambiente. "La composizione - spiega il presidente della Pro Loco, Luigi Fava - attornia il presepe realizzato in ferro: i desideri per il 2011 saranno raccolti in una teca e i più originali saranno esposti. Un secondo allestimento collocato in viale Vittoria - aggiunge Fava - porrà in e-

videnza il contrasto fra modernità, metropoli, consumismo, star system e i semplici valori di cui è portatore il presepe.

Tale presepio è stato realizzato su progetto dello studio di architettura urbanistica di Elena Cavanna e Fabio Melchiodi". Il "lünäri ad Carpané" 2011 sarà dedicato alle aeropitture che arredano il palazzo comunale: tale iniziativa è la prima di una nutrita serie di eventi previsti dalla Pro Loco Carpaneto per valorizzare le opere d'arte del futurista Bot, acronimo di Barbieri Osvaldo Terribile. La strenna carpanetana - edita anch'essa dalla Pro Loco - sarà il secondo volumetto con la raccolta di venti cartoline d'epoca di Carpaneto della collezione Pietro Freghieri nei colori originali e in formato A4. "Calendario e strenna - aggiunge Fava - saranno presentati e distribuiti nella serata del 17 dicembre nella sala del Palazzo comunale dedicata al poliedrico artista futurista piacentino Bot oltre che per la Vigilia e a Natale assieme al consueto bicchiere di vin brulè". Il Natale della Pro Loco comprenderà anche i doni di Santa Lucia agli asili del paese e ai ragazzi del pedibus e di Babbo Natale agli ospiti della Casa di riposo Aride Breviglieri. (fg)


8 dicembre 2010

Corriere Padano

13

A TAVOLA Natale a tavola - Scricchiola la tradizione

Cucina della Vigilia, licenza di cambiare Variazioni sul tema, si potrebbe sintetizzare così la proposta del Corriere Padano per la Vigilia di Natale Ogni a Natale ci ritroviamo a fare i conti con la tradizione: anolini, cappone e zuppa inglese. Ma è proprio così? Siamo sicuri che sulle tavole resista la tradizione? A guardare le vetrine delle gastronomie verrebbe da dire che "è Natale tutto l'anno" perché anolini e tortelli le occupano incontrastati da gennaio a dicembre. Da un rapido sondaggio tra i salumieri-gastronomi emerge infatti che proprio nel periodo natalizio si fa largo la voglia di cambiare, curiosità, maggiore disponibilità ad accogliere suggestioni ed intrusioni anche da altre regioni se non addirittura da paesi lontani. Ci proviamo proponendo uno scarto dalla solita linea tradizionale iniziando dal menù della Vigilia.

RAVIOLI DI CARCIOFI Ingredienti per 8 persone: Per il ripieno: 12 carciofi; 400 g di ricotta di pecora; 2 uova; 100 g di parmigiano grattugiato; 5 cucchiai d'olio extravergine d'oliva;1 cipolla; 2 spicchi d'aglio; prezzemolo; maggiorana; sale e pepe. Per la pasta: 500 g di farina; 3 uova; 1 cucchiaio d'olio extravergine d'oliva; sale. Per il condimento: 100 g di burro; parmigiano grattugiato. Setacciate la farina sulla spianatoia, fate la fontana e versatevi le uova sbattute, un pizzico di sale, un cucchiaio d'olio e poca acqua appena tiepida. Cominciate ad amalgamare gli ingredienti con la forchetta quindi impastate energicamente con le mani per una decina di minuti fino a che la pasta sarà diventata elastica e liscia. Una volta pronta, raccoglietela a palla, avvolgetela con la pellicola

trasparente e lasciatela riposare per una mezz'ora. Mentre la pasta riposa preparate il ripieno. Mondate i carciofi scartando le foglie esterne, la punta e la scorza dura del fondo, in modo che rimanga solo la parte tenera. Divideteli in due, togliete l'eventuale "fieno"interno quindi tagliateli a fettine sottili, lasciandoli cadere in acqua acidulata con il succo di limone. Scaldate l'olio in un tegame e fatevi appassire la cipolla tritata insieme allo spicchio d'aglio. Unitevi i carciofi ben sgocciolati dall'acqua, cospargeteli con la maggiorana e con il prezzemolo tritato, salateli e fateli insaporire per qualche minuto nel soffritto, mescolando spesso. Abbassate la fiamma al minimo, incoperchiate e lasciateli cuocere per una ventina di minuti, aggiungendo se serve un cucchiaio d'acqua, fino a quando saranno teneri e asciutti. A cottura ultimata, tritateli con la mezzaluna e metteteli in una ciotola. Unitevi la ricotta, le uova intere, il formaggio grattugiato, una macinata di pepe e amalgamate bene il tutto. Dividete la pasta in 4 o 5 parti e, usando la macchinetta, ricavate da ognuna una striscia sottile. Disponete sul lato lungo della striscia dei mucchietti di ripieno delle dimensioni di una ciliegia alla distanza di 4 cm. Ripiegatevi sopra il lembo di pasta libero e premete con le dita intorno al ripieno in modo da far uscire l'aria e sigillare bene. Ritagliate i ravioli con la rotellina dentata e appoggiateli via via su di un canovaccio infarinato. Quando saranno tutti pronti tuffateli in acqua salata in ebollizione e lasciateli cuocere per 4-5 minuti. Tirateli su con la mestola forata, accomodateli in un piatto da portata profondo e conditeli con il burro fuso e con il formaggio grattugiato.

SCALOPPINE DI SALMONE ALLA CREMA DI LATTE Ingredienti per quattro persone: Quattro fette di salmone grandi a piacere, 40 gr di burro, un bicchierino di cognac, mezzo litro di panna fresca, 500 gr di patate, erba cipollina e succo di limone e farina qb, sale e pepe La preparazione di questo piatto è molto semplice, ma raffinato e di sicuro successo: potete tranquillamente prepararlo per il pranzo o la cena della Vigilia di Natale. Infarinate le scaloppine di salmone e mettetele in una larga padella dove avrete già fatto sciogliere il burro. Fate dorare entrambi i lati e bagnate con mezzo bicchierino di cognac. Aggiungete la panna, salate, pepate e fate addensare per dieci minuti, fino a che la panna non diventerà una crema. Aggiungete qualche goccia di succo di limone e completate con erba cipollina tagliuzzata. Servite con patate lesse sbucciate condite con olio e sale.

VENTAGLIO DI PERA CON SALSA AL VINO Ingredienti per 8 persone: 4 grosse pere Kaiser, complessivamente circa 1 kg; ½ litro di vino rosso corposo; 4 cucchiai di zucchero; 2 o 3 chiodi di garofano; ½ stecca di cannella; 400 g di gelato alla vaniglia. Sbucciate le pere, dividetele a metà e, con uno scavino, togliete la parte che racchiude i semi. Mettetele in una casseruola, copritele con il vino e unitevi lo zucchero, i chiodi di garofano e la cannella. Incoperchiate, fate alzare il bollore quindi abbassate la fiamma al minimo e lasciate cuocere dolcemente le pere per mezz'ora scarsa, fino a quando le pere saranno cotte ma ancora consistenti. A cottura ultimata, tirate su le pere e lasciatele raffreddare, rialzate la fiamma e fate restringere il vino fino a una consistenza densa e sciropposa. Appoggiate le pere sul tagliere con la parte bombata in alto e, partendo dalla base, tagliatele a fettine parallele senza arrivare fino in fondo. Rimettete nella casseruola e, al momento di servirle, appoggiate una mezza pera su ogni piatto e apritele a ventaglio, premendo leggermente sulla sommità. Versate su ogni mezza pera un paio di cucchiai di salsa di vino e completate i piatti con una pallina di gelato.


Corriere Padano

8 dicembre 2010

14

SPORT

Fiorenzuola: entro Natale bisogna uscire dalla crisi Iniziato un tour de force che potrebbe risultare decisivo per allontanarsi dai bassifondi della classifica: rossoneri chiamati ad un salto di qualità GIACOMO SPOTTI E' iniziato male il tour de force del Fiorenzuola, che sta affrontando tre partite nel giro di una settimana nel periodo forse più decisivo dell'anno per quanto riguarda la situazione nei bassifondi della classifica. Sembra prematuro dirlo, tuttavia questa settimana si disputano tre match (il giornale si stampa martedì quindi non siamo in grado di fornirvi il risultato del turno infrasettimanale che il Fiorenzuola ha affrontato mercoledì sera sul cam-

po del Tuttocuoio) che insieme a quello in programma il 19 dicembre fanno 4 partite prima della sosta natalizia. Domenica scorsa è arrivato il primo scivolone con la sconfitta interna (1-2) contro il Camaiore, la seconda forza in classifica. In tutto questo la squadra rossonera ha anche dovuto registrare l'addio di Andrea Armani, passato dal 1 dicembre al Pallavicino dell'ex Melotti. Tornando però a domenica scorsa, quello che brucia è il modo in cui è arrivata la sconfitta: un vero e proprio ribaltone sul ghiaccio del Comunale con il

Fiorenzuola in vantaggio alla fine del primo tempo grazie a un gran gol di Rosi mentre nel secondo tempo ha subito il ritorno del Camaiore incassando la seconda sconfitta interna di fila, la terza nelle ultime quattro partite per l'undici di Viali. Il Comunale era in parte ghiacciato ma praticabile e le due squadre faticavano a costruire azioni pe-

chi. Poco dopo la mezz'ora, il Fiorenzuola approfitta della prima vera occasione eper passare in vantaggio: splendida la combinazione tra Carlini, Marco Arena e Rosi che risulta impeccabile nella conclusione e non lascia scampo a Ciuffi. Poco dopo Marco Arena ha sul destro la palla del raddoppio, ma da ottima posizione il numero

gioco dell'attaccante rossonero. Dal possibile 2-0, nel giro di pochi minuti, si passa all'1-1, firmato da D'Antongiovanni, con una parabola che beffa Anelli. Il Camaiore insiste e al 33' raddoppia con lo stesso D'Antongiovanni con un destro volante di rara bellezza. Insomma, una occasio-

una sosta, ma piuttosto breve perché si riprenderà immediatamente con una trasferta davvero molto delicata: il 5 gennaio i rossoneri andranno in casa dell'attuale capolista Borgo a Buggiano, squadra che fino a questo momento ha conosciuto solo una sconfitta in 14 partite.

Brucia la sconfitta con il Camaiore, ma ora arrivano gli scontri-salvezza

ricolose. Le difesa hanno quasi sempre avuto la meglio sugli attaccanti e la pressione del Camaiore non trovava sboc-

nove del Fiorenzuola riesce solo a cogliere il palo alla destra di Ciuffi. La ripresa si apre con una rete di Rosi annullata per un dubbio fuori-

ne gettata al vento e ora prima di Natale la squadra rossonera cercherà di fare punti domenica 12 in casa contro la Virtus Castelfranco, formazione che naviga esattamente a metà classifica, mentre il 19 dicembre la squadra di Viali farà visita al Mezzolara in quello che si profila un vero e proprio scontro salvezza contro una diretta rivale. Poi il campionato di serie D farà

Il 9 gennaio invece il Fiorenzuola ospiterà il Pontedera, altra formazione che occupa i quartieri altissimi della classifica (attualmente è terza). Con gennaio dunque i rossoneri avranno davanti le sfide con due squadre che viaggiano verso la promozione, quindi è per questo motivo che le partite che mancano da qui alla pausa natalizia assumono ancora più importanza.

Volley

Copra Morpho esame Lube

VENDITA Æ RIPARAZIONE Æ ASSISTENZA ASSISTENZA 24 H 329.3340910 FIORENZUOLA D ARDA (PC) Via Giovanni XXIII, 3/5 - Tel. e Fax 0523.941875

Sorride la classifica del Copra Morpho Volley, che dopo nove giornate (i piacentini hanno già giocato in anticipo la sfida, persa, contro Trento) vede la squadra di coach Lorenzetti in una posizione che ad inizio anno sembrava un miraggio. I biancorossi domenica scorsa hanno vinto con un po' di fatica, ma questa ormai sembra una costante di questa squadra, contro Castellana Grotte (3-1), conquistando l'intera posta in palio e la quarta posizione in classifica a quota 14 punti. In fondo il Copra Morpho Volley è la prima squadra di quelle normali, perché come previsto il terzetto che guida la A1 viaggia a un'altra velocità rispetto a tutte le altre squadre. Trento (26 punti), Cuneo (22) e Macerata (19) stanno letteralmente facendo un campionato a parte e molto probabilmente rimarranno lì davanti fino alla fine della regular season e si giocheranno tra di loro anche i play off a meno di miracoli. Tornando a Piacenza, il quintetto guidato da capitan Zlatanov (domenica parecchio sottotono come non si vedeva da anni, capita anche ai migliori) con la vittoria contro Castellana Grotto ha dimostrato di aver digerito abbastanza bene la sconfitta patita a San Giustino nel turno della scorsa settimana (da 0-2 per Piacenza a 3-2 per il San Giustino), ha messo nella classifica punti importanti confermandosi, forse, come vera unica alternativa al terzetto di testa. Ma forse, Piacenza, può aspirare a qualcosina di più. Lo sapremo meglio domenica sera, quando il Copra Morpho affronterà a Macerata quella Lube che le sta davanti in classifica di 5 lunghezze. (spot)


8 dicembre 2010

Corriere Padano

15

SPORT

Cacia 10 e lode, adesso c'è l'Atalanta Piacenza: il bomber è sempre corteggiatissimo. Contro il Livorno servono tre punti GIOVANNI DOPERNI Cacia fa dieci (e lode). Il Piacenza non corre, cammina ma due punti tra Torino e Sassuolo non sono una miseria. Il problema è la zavorra e chissà fino a quando i biancorossi ne sentiranno il peso. L’incognita sono gli infortuni: a pieno organico Madonna potrebbe dormire sonni tranquilli, inserire il pilota automatico e volare al di sopra delle paludi. Altrimenti se capita come sabato contro il Sassuolo c’è da farsi il segno della croce e sperare di portare a casa la pelle. A Modena il tecnico ha rispolverato addirittura Wolf per tamponare le contemporanee assenze di Marchi, Mandorlini e Bianchi in mediana. E dietro mancava pure Mei. In corso d’opera il forfait di Graffiediche ha tolto di scena un possibile protagonista e comunque un indiscusso uomo chiave negli equilibri della squadra. Per il Livorno il tecnico recupererà Mei e Marchi in attesa del confronto con lo staff sanitario per valutare la situazione in infermeria. Risorse da misurare e usare con scientifica sapienza in una delle fasi più delicate della stagione, a ridosso della sosta e del mercato invernale. Non che ci si attenda la rivoluzione dello scorso anno. Primo, non ci sono le condizioni economiche, secondo non si pone fortunatamente come una stretta necessità. Alcune scelte dovranno però essere fatte. Anche con coraggio. L’assalto a Daniele Cacia è scontato. L’ultima a mettersi in lizza è l’Ata-

lanta che ha fatto trapelare la proposta di uno scambio con Ardemagni più parziale conguaglio. Offerta che in tempi non di vacche magre come questi potrebbe pure essere di quelle da valutare, ma oggi forse il Piacenza non può permettersi di prendere in considerazione. Cacia è un investimento e un patrimonio a metà con il Lecce che a fine campionato potrebbe vedere moltiplicata la propria quotazione. Il centravanti di Catanzaro non è più un ragazzino e ha due anni di fallimenti e infortuni sulle spalle, ma se continua a segnare a questi ritmi il Piacenza ha tutto l’interesse a trattenerlo fino a giugno. Lo stesso Cacia, per altro, ha già espresso l’intenzione di non voler affrontare un trasferimento a gennaio proprio per confrontarsi con un’intera stagione da protagonista a Piacenza, dove sa di poter rendere al meglio. Per De Falco, invece, si tratta di capire quali e quanti margini ci sono per arrivare semmai a un attaccante di ricambio con caratteristiche analoghe. Gli obiettivi potenziali restano il giovane Zigoni e Cissé dell’Albinoleffe, ma prima di parlare di new entry il direttore sportivo dovrà cercare di fare spazio. E non è impresa facile con questi chiari di luna. Se non vendi non compri, ma non è semplice neppure trovare acquirenti disposti a pagare o soltanto propensi a discutere. Meglio, dunque, non coltivare illusioni, ma coltivare piuttosto le risorse già in casa. E possibilmente ricominciare a correre. Già contro il Livorno.

L‘incognita per Madonna è legata ai tanti infortuni: a pieno organico si potrebbero dormire sonni tranquilli, ma ora la zavorra resta pesante

Scritto coi piedi (di Cesare R.)

Speriamo non scelgano la gabbia sul campanile del Duomo Nel 1980 a Torino la marcia dei "Colletti Bianchi" FIAT segnò un punto di rottura nella storia delle lotte sindacali. La cosiddetta maggioranza silenziosa dell'industria più importante d'Italia organizzò una manifestazione che stravolse i consolidati rapporti della triade: Lavoratori-Sindacati-Azienda. A trent'anni di distanza l'Assocalciatori tenta di rinverdire i

fasti di quell'impresa con una altrettanto spiazzante rivolta. Speriamo non scelgano la gabbia sul campanile del Duomo per azioni dimostrative. Già c'è traffico sotto Natale. Resto convinto che l'iniziativa sarà alla "Carfagna" (prima si annuncia, poi si ritira). In ogni caso la serie B è esclusa dalla protesta, pertanto nel menù dello stadio "L. Garilli" dovrebbe essere

confermato il piatto principe Piacenza - Livorno. Il locale sicuramente non è pretenzioso, i servizi sono ridotti all'essenziale, ma la qualità degli ingredienti, la generosità di gestore e personale ed i prezzi praticati, meriterebbero sicuramente una clientela più numerosa. Sarebbe buona cosa approfittarne prima che chiuda. Per turno.


Corriere Padano

8 dicembre 2010

16

CHI CERCA TROVA

ANNUNCI VARIE Lettino pieghevole ma robusto per studio estetico/medico, con pratica custodia per trasporto, vendo euro 250. Nuovo. Telefonare ore pasti 0523-892675 Oggetti per decoupage allegati a riviste ancora imballate vendo in blocco tutto a 50 euro. Telefonare solo se interessati 0523-892675 Montone bianco, elegantissimo, taglia 42/44 comperato in boutique a Piacenza, messo una volta per cerimonia: vendo euro 250. Telefonare ore pasti 0523-892675 Borsa per trasporto cagnolino modello esclusivo "For pets only" foderata e con manici/ tracolla, vendo 85 euro. Stupenda! Tel. 0523-892675 N° 4 lampadari anni '60 ancora nuovi vendo a 80 euro trattabili. Tel. 339-7844403 Portapacchi a barre con portabiciclette nuovo vendo a 20 euro. Tel. 0523-758101 Catene da neve Iceberg, nuove per gomme 145x12 - 135x330 - 145x305 520x12 - 550x12, vendo 20 euro. Tel. 0523-758101 Acquisto moto usatao moto incidentata. Pagamento e ritiro a domicilio. Per info telefonare al 334- 6748719. Barca VTR 4 metri vendo euro 500 + regalo motore 3,5 Mercury. Tel. 339-2372235 Poster a colori “Le 49 meraviglie del mondo” 45x60, come non le aveva mai viste nessuno in 60 fotografie ritratte con potenti obiettivi. Vendo in blocco euro 20,00. Tel 338-7548892 Libri “Storia del soldato italiano nella guerra senza fortuna” 16 volumi 12x18 copertina rigida, ottima conservazione vendo o scambio. Tel 338-7548892 Rivista “Auto oggi” i primi 300 numeri, come nuovi vendo o cambio con altre riviste o fumetti. Tel. 338-7548892 Domenica del Corriere anni 60 non completa numeri vari ad euro 1. Tel 338-7548892 “Storia della conquista dell'Africa” 66 dispense, 2000 illustrazioni, carte geografiche, tavole in grande formato a colori, completo, anno 1938 vendesi. Tel 338-7548892 Poema epico “Gerusalemme liberata” in 60 fascicoli ed. 1920 completa di illustrazioni degli episodi, ottima conservazione molto valida. Tel. 338-7548892 Banco bar, nuovi mai usati, varie metrature, vendo causa utilizzo fiera campionaria, con possibilità di modifiche su richiesta 12.500 euro. Tel.338-7590448

ABITAZIONI Privato cerca appartamento da privato: zona Barriera Genova (Piacenza) o vicino al centro, ultimo piano con terrazzo, 2 letto, panoramico, da ristrutturare. Tel. 0523-490086 Affittasi appartamento arredato, centro di Piacenza composto da: ingresso, cucina abitabile, soggiorno, grande camera matrimoniale, bagno con doccia e vasca, balcone, veranda, cantina, riscaldamento autonomo, euro 500 mensili. Solo referenziati. Tel. 340-8707686 Acquisto bilocale, in centro 50-60 mq. No intermediari. Tel. 338-4760736 Affitto a Vigolzone appartamento, 2 posti letto, cucina, bagno, sala, soggiorno, 1 posto auto e cantina, disponibilità immediata, solo referenziati. Tel. 0523-870380

LAVORO E PRESTAZIONI Cerco lavoro come aiuto fornaio esperienza in pasticceria, gelateria, ristorante. Tel. 338-6568688 Signora offresi per pulizia a prezzi modici, per uffici, negozi, imprese di pulizia, Tel. 331-3122563 Avvocato offre consulenza legale gratuita, in particolare per separazioni/divorzi e materia famiglia/minori. Tel. 346-2471821 A laureata in legge offresi possibilità di pratica legale 3 mattine la settimana, presso studio legale in provincia di Pavia (tra Pavia e Lodi). Tel. 0382/722987 Autista patente B-C esperto, cerca lavoro a Piacenza, Fiorenzuola, Gariga. Tel. 340-2792059

Avviso ai lettori Ricordiamo che per il servizio di pubblicazione degli annunci la redazione non riceve alcun compenso sulle transazioni commerciali, non effettua vendite dirette, non è responsabile per la qualità, la provenienza o la veridicità delle inserzioni né dell'esito della transazione oggetto dell'inserzione stessa. Le richieste di inserzioni sono espressamente subordinate al consenso dell'Editore alla pubblicazione ed alla disponibilità di spazi La Direzione pertanto si riserva il diritto di modificare rispettando il messaggio, rifiutare o sospendere una inserzione a proprio insindacabile giudizio, nonché di effettuare dei controlli sull'inserzionista. L'editore non risponde per eventuali ritardi rispetto alla data indicata dall'inserzionista, o perdite causate dalla non pubblicazione dell'inserzione per qualunque motivo e non è responsabile per eventuali errori di stampa. Gli inserzionisti sono responsabili di quanto indicato nella richiesta di inserzione e sono obbligati a risarcire all'editore ogni pregiudizio, di qualsiasi tipo, eventualmente da esso sopportata in relazione all’inserzione commissionata ed al suo contenuto.

COME TRASMETTERE L’ANNUNCIO GRATUITO Compila in stampatello la cedola pubblicata a fianco e spediscila a: CORRIERE PADANO VIA XXIV MAGGIO, 4 29122 PIACENZA Oppure trasmettila via fax al numero: 0523 754369 Inoltre è possibile inviare una e-mail all’indirizzo: annunci@corrierepadano.it


CORPAD 08-12-10