Page 1

Corriere della Riviera Periodico gratuito d’informazione del lago di Garda e della provincia di Verona Fondato nel 1999 • E- mail:corrieredellariviera@libero.it

Anno 15 • Numero 5 Ottobre 2013

www.corrie redellarivie ra.it

COLPO DI GRAZIA

C C alz at ur e,c mi ci e... Calz alzat atur ure,c e,caaami mici cie... e... … … ac es so ri fi rm at … &&& ac acccces esso sori ri fi firm rmat atiii

Via Cesare Battisti, 2 Tel /fax 0456575088-0457211900

www.tavern www.tavern adamemo.com www.tavernadamemo.com adamemo.com Piazza Piazza Statuto 15 Piazza Statuto Statuto 15 15 37011 37011 Bardolino (Vr) 37011 Bardolino Bardolino(Vr) (Vr) Tel Tel 0457210130 Tel 0457210130 0457210130

BAR BARDOLINO DOLINO 8 8 4^ FE S T A DEL L’ UV A 84^ 4^FE FES ST TA ADEL DELL’ L’UV UVA A Tel 045 7211668

Se Se rv izi o all e pa gi ne 8 e 9 Serv rvizi izio o all alle e pa pagi gine ne 8 8e e9 9

LAGO LAGO DI DI G GARD ARDA A LA LA TE LE VI SI ON E T ED E SC A LA TE TELE LEVI VISI SION ONE ET TED EDE ESC SCA A SU SU LLE TR ACC E D EL SULLE LLE TR TRACC ACCE ED DEL EL MO MO ST RO MOST STRO RO

Se Se rv izi o a pa g 14 Serv rvizi izio oa a pa pag g ,,, 14 14

NEL NEL REGNO REGNO DEL DEL POTERE POTERE (Servizio a pag 3) BARDOLINO(VR)

Frantoio Frantoio eevvendita endita olio olio

LOC LOC CERED CEREDELLO ELLO CAPRINO (V.se) CAPRINO (V.se) TTelel0456230616 0456230616

GREEN GREEN SPARK SPARK VIVI ININVITA VITA AA VENIRE VENIRE NEL NEL NOSTRO NOSTRO SHOW SHOW ROOM ROOM PER PER PROVARE,SENZA PROVARE,SENZA IM IMPEGNO,LA PEGNO,LA BI BICCICLETTA ICLETTA ELETTRI ELETTRICCAA Via Via San Giuseppe Artigiano Via San San Giuseppe GiuseppeArtigiano Artigiano 444 37010 37010 Costermano (Vr) tel. 0456201192 37010 Costermano Costermano (Vr) (Vr) tel. tel. 0456201192 0456201192

info@greenspark.it info@greenspark.it http://www.greenspark.it/ info@greenspark.ithttp://www.greenspark.it/ http://www.greenspark.it/


2

CORRIERE DELLA RIVIERA GARDA

O Ottobre ttobre 2013 2013

ATTUALITA’

A G G I U DIC A TA R IA LA DI T TA R U B E R T O S R L DI SA L E R N O C O N U N RI B A S S O D E L 1 6 %

NUOVO LUNGOLAGO CON SORPRESA n lungolago nuovo U di zecca. E’quello che verrà realizzato nella

tratta tra lido bagni e il pontile della NaviGarda. Ad aggiudicarsi i lavori secondo regolare base d’asta è la ditta di Ruberto di Salerno. I lavori edili erano stati istruiti dal geometra Scarmagnani del comune dopo delibera della giunta comunale nel luglio del 2012, per 191000 euro di cui 81000 euro a carico del comune di Garda e 110000 tramite un contributo regionale. Sulla base di ciò nel settembre 2013, si approvav a la gara d’asta con procedura semplificata per un importo di 145000 euro. E qui c’è un piccolo giallo. Effettivamente vi era una di fferen za di 45000 euro al ribasso tra l’importo originario e quello definitivo.

di riepilogo del Quadro Economico dell'opera riportato nella delibera del luglio 2012, era diffo rme da quello contenuto nella docu-

una new entry la ditta Ruberto Srl di Salerno per un importo complessivo di 122,788 euro. Insomma un bel risparmio con una ditta che opera part ecipando a moltissime gare d’appalto dal 1975 nel settore edile. Ma per dover di cronaca la Ditta Ruberto recentemente è balzata agli onori delle cronache per i lavori revocati dal comune di Agropoli per “ il grave e continuato inadempimento contrattuale”(come si legge dalle cronache) osserv ato nell’operare i lavori di sistemazione e adeguam ento della strada rurale Campanina-Fuonti.

mentazione e negli elaborati progettuali approvati con la medesima deliberazione.

Allora la ditta operò un ribasso stratosferico del 35% ed in seguito ad alcune presunte difformità nei lavori individuate dal coPertanto l’otto luglio 2013 s’invitavano mune, abbandonò, secondo gli echi di stamdiverse ditte a provvedere a partecip are alla pa il cantiere. E quindi il comune di Agrogara. Tra queste ve ne erano alcune di nopoli oggi sembra debba pure procedere per te,viste le precedenti proteste delle opposi- vie legali. Fatti questi d’acclarare certo in zione Nuova Gard a e Lega Nord, come la tutta la loro interezza, ma certo da segnalare Cesit di Bottricello e Giannantonio Parolini per il non il ripetersi di certi fenom eni che Ma ciò come sembra evincersi dalla delbe- di Castelnuovo del Garda. Ma alla fine a hanno coinvolto altri comuni della zona del ra della giunta Comunale n. 98 del spuntarla con un ribasso del 16,017 sull’ lago. 27.08.2013, era dovuto ad un mero errore importo base d’asta di 141,900 euro è stata Andrea Torresani materiale causato da un refuso, che il testo GARDA

DOPO LE ACCUSE DELL’OPPOSIZI ONE ILCOMU NE HA TROVATO UNA SOLUZI ONE PER LA NU OVA BANCHINA

“IL MOLO E’A POSTO” PAROLA DI GENIO

colata di cemento avev a destato stampa intera (ad es clusione del nostro Q uella clamore. Certo non un belvedere visto giornale) esposti in procura. Secondo Anna che si stagliava verso il golfo di Garda. Ma il comune aveva sostenuto che era necess ario. Una gettata di cemento di 150 metri quadrati per realizzare uno scivolo sul lungolago Pincherle: il tratto di passeggiata che inizia dal “ Lido” e arriva a punta “Corno” luogo da dove si sviluppa la lunga spiaggia che porta verso Punta San Vigilio. Trenta cinquemila euro di spesa e con il parere favo revole della Soprintendenza per i Beni architettonici e paesaggistici, la giunta comunale avev a deliberato nella primavera scorsa la costru zione di un molo per la “ realizzazione di un alaggio imbarcazioni ad uso sportivo”. Per la sua costruzione secondo l e minoranze era però necessaria l'autorizzazione del Genio civile. A gridare al presunto “scandalo” era stata la “ leader” del gruppo « Nuova Garda”che avev a annun ciato alla

Codognola questo il nome della “ leader” la costruzione “ era un vero prop rio abuso edilizio del Comune”. Inoltre aveva paura che l'operazione “ era finalizzata a far scomp arire la sede della Lega nav ale per allargare ulteriormente il bar, che è stato dato in gestione con bando comunale all'ex assessore d ell a p ass at a gi un t a B en din elli ”. Un’teorema degno di un Pitagorico certo non facile da dimostrare. E in effetti alla fine si è scontrato con la realtà di fatti che ha visto il Genio concedere il nulla osta per la banchin a. “ Però con uso esclusivo per l’associazione voga locale ogni altro uso comporterebbe la revoca” ha sentenziato l’ente. “Abbiamo fatto modifich e al progetto originario”h a spiega Davide Bendinelli alla stampa “le dimensioni della banchina rimangono le stesse ment re lo scivolo in legno viene integrato in parte

nella banchina” .Ora questa banchina permetterà di togliere le barche dal porto pubblico e stipulare una convenzione con la scuola del remo. E allora tutti questi abusi e denunce dove sono finiti? Su internet.

“ Caro Bendinelli” ha detto la Codognola su facebook “ ...credi proprio che il capitolo sia chiuso? questa "svista in buona fede" ch e vuoi propinare alla gente è invece uno scandaloso obbrobrio che tutti i gardesani detestadi Allegrini Alessio no...noi pronti ad una nuova battaglia legale!!!”. Quale battaglia non è dato a sapere. Ma certo che di legali, ormai, la signora se ne intende! Borgo Cavour,28 37011 Bardolino (Vr) Andrea Torresani Tel 0456212670

Alessio Hair Fashion

BARDOLINO BARDOLINO BARDOLINO


Ottobre Ottobre 2013 2013

ATTUALITA’

CORRIERE DELLA RIVIERA

3

NEL ... NEL PA PANNIC ICOO PIU PIU’’ TO TOTA TALE LE LL’A ’AUUTO TOPPRO ROCCLA LAMMAATO TOSI SI PE PERSE RSEGU GUITA ITATO TO TTRA RA II PPIU IU’’RIC RICCCHI HI AALL MMOONNDO DO TTRA RAMMAA MMAA... ...

COLPO DI GRAZIA NEL REGNO DEL POTERE

L

a dipendenza che si crea tra scranno di governo e chi lo occupa, talune volte è eclatante. Lo abbiamo visto negli anni passati quando secolari parlamentari las ciavano persino l’impronta delle loro fattezze fisiche sulle “ sedie” del Parlamento. Oggi invece chi vuole lasciare un’impronta indelebile per la sua attività politica e non solo, è chi è stato condannato definitivamente per frod e fiscale a quattro anni di carcere e a cinque d’interdizione. Se il carcere questo personaggio per il momento lo eviterà, sarà grazie al decreto svuota carceri, e grazie al Mastella democratico che alcuni anni fa concesse l’indulto a migliaia di già detenuti, e prossimi futuri. Un “sistema” democratico di giustizia italiano che alla fine porta grazie a certe leggi in galera solo il “povero” cane. Mentre il già stipendiato primo ministro se ne sta nella sua lussuosa alcova di Arcore a progettare nuove strategie per ricattare un governo e l’Italia intera. Se ciò è possibile è solo perché esiste al governo una stuolo di cortigiani di varia estrazione sociale e con finalità elettorali incentivate dal partito. Chi invece non ha questa prerogativa è la Corte di Cassazione che invece ha con ferm ato le sentenze poste in essere dopo i primi due gradi di giudizio. Pertanto pur considerando ch e anche degli innocenti possono esser stati condannati nel corso della storia, ciò risulta arduo pensarlo oggi. Soprattutto con una persona in vista già Presidente del Consiglio,

presiri si dente di muovoaziend e, no come tra gli SOCIALISTA SOCIALISTA E FINANZIATORE DEL SOCIALISTA E E FINANZIATORE FINANZIATORE DEL DEL impazziuomini ti in riPARTITO PARTITO SOCIALISTA SI SI E’ E’ PARTITO SOCIALISTA più ric- AUTOPROCLAMATO basso inAUTOPROCLAMATO PERSEGUITATO AUTOPROCLAMATOPERSEGUITATO PERSEGUITATO dicando chi del DAI DAI GIUDICI DI SINISTRA DAI GIUDICI GIUDICI DI DISINISTRA SINISTRA mondo. certaPERCHE? PERCHE? PERCHE? Autodemente finitosi scelte vittima sacrificale di un sistema più coerenti per il governo. Ma giudiziario, già sostenitore e tes- incallito nei suoi mali e nel suo serato del partito socialista fido male, con la fidanzata poco più Craxiano, tessera P2 della loggia che maggiorenn e nel cassetto, Massonica di Licio Gelli. E che sta lanciando le ultime carte poi è finito (chissa perché), secome se fosse attaccato alla bacondo le sue “noie” nelle mire laustra dell’ultimo piano. di giudici di sinistra. Un paradigma che oggi è diventato Il motivo è evidente. Con la del’archetipo dell’uomo imprendi- caden za da senato re perd erebb e tore che ha fatto successo grazie le immunità che lo hanno salvaa uomini come Dell’Utri (7anni to a più riprese e nonostante le di carleggi da cere in lui emaIII SOCI SOCI FONDATORI PREVITI E SOCI FONDATORI FONDATORIPREVITI PREVITI E E seconper DELL’UTRI, DELL’UTRI, DELLE DELLE IMMOBILIARI CHE DELLE IMMOBILIARI IMMOBILIARI CHE CHE nate do gra- DELL’UTRI, gli arzilli HANNO HANNO GENERATO FININVEST, HANNO GENERATO GENERATO FININVEST, FININVEST, do) e ultrasetSONO STATI GIA’ CONDANNATI AL SONO STATI GIA’ CONDANNATI AL SONO STATI GIA’ CONDANNATI AL tatenni, Previti CARCERE. CARCERE. CARCERE. SOLO SOLO UN UN CASO? CASO? (5 anni finirebbe di cari suoi cere ma poi ai servizi sociali). giorni all’Elba. Insomma tutta una massa di E dimentico che la legge Severi“vittime” di un sistema che ha no (che non permette ai condanallevato per anni cert a imprendi- nati oltre i due anni di sedere in toria per la quale la corruzione e Parlamento) l’ha emanata anch e la falsa fatturazione milionaria il suo Partito, chiede che il Pd erano solo piccoli incidenti del non lo spinga fuori dal Senato mestiere. minacciando una crisi globale. Una minaccia ch e sembra Oggi quest’uomo spodestato l’ennesima boutade di uno della sua autorità e del passapor- “squilibrista” del possibile anto sta giocando con la sua sorte che perché ben saprebbe i somcome con quella di chi rappremovimenti che provocherebb ero senta e degli italiani. Si vede in- nuove elezioni. fatti che ad ogni fibrillazione di Ma imperterrito il grande capo un suo ritorno i mercati finanzi a- in uno

SPRIZ SPRIZ BAR BAR di di Arciglione Francesco C. di Arciglione Arciglione Francesco Francesco eee C. C.

Piazza PiazzaBetteloni Betteloni 15 15 37011 Bardolino (Vr) 37011 Bardolino (Vr) Tel. 045 6211431

slancio mondiale di egoismo, preme per salvare cap re e cavoli da tutte le parti, mandando emissari a manca e ritta. Dal Capo dello Stato oramai è tutto un via vai di scappatoie per il pover’uomo: dall’indulto all’amnistia, sino ad arrivare alla grazia. Non una donna quest’ultima certo. Ma un atto di clemenza per un ricco quasi povero che s fortunat amente si è beccato 4 anni di carcere(ecc) e accessori per frod e fiscale. Buon per lui che l’amico Mastella quand’era del Partito comunista, (come Berlusconi chiama quelli del Pd) gli ha fatto uno sconticino di 3 anni di carcere con l’indulto. Ma quella commessa dall’impenitente, non è una “semplice” evasione di milioni di euro, ma una fattispecie di truffa per lucrare alle spalle dello stato guadagnandoci pure. E così sotto le urla del dimettiamoci tutti con l’Italia che va a fondo il cavallegg ero leggero dà ancora una volta prova di che pasta è fatto: frolla... naturalmente. E ora il cavaliere del lavoro non chiede la grazia, ma chiede che gli sia “ concessa”. Eh si. Il signorino. Non può certo chied erla un “ duro” come lui. Scherziamo? Ma se gli verrà concessa dovrà ammettere però la colpa. Le altre poi verranno... E allora sarà il colpo di grazia... fin ale. Andrea Torresani


4

CORRIERE DELLA RIVIERA CAPRINO

O Ottobre ttobre 2013 2013

ATTUALITA’

A ST A SU DI U N’ A REA DE RI V A NT E DA SEQ U EST R O

LA “TERRA DI NESSUNO” ALL ’INCANTO MIGLIAIA DI METRi QUADRI ALL’ASTA

L’area è ubicata nel comune di Caprino v.se e presenta ottime caratteristiche di amenità e salubrità. E’ posizionata su di un terreno pianeggiante buon sedime edificabile, è posta in posizione panoramica con vista sul lago di Garda…”. Messo così sembrerebb e l’annuncio di un agenzia immobiliare. In realtà è quanto vi è scritto nel bando d’asta per la messa all’incanto di 13324 metri quadri di terreno seminativo sito in località Rubiana Goin a Caprino v.se. Seminativo per modo di dire. Perché in effetti l’area ricade in una zona di edilizia resid enziale, quindi il suo valore potenziale è certam ente elev ato. In realtà però se vediamo il prezzo base d’asta, è alquanto modico arrivando a toccare gli 85 euro al metro qu adro, che moltiplicati per i metri quadri del terreno, danno la somma di 1.132.000 CAPRINO

euro. A partire d a questa ci fra si terrà il 15 ottobre prossimo alle ore 10,00 presso la s ala consiliare del comune di Caprino v.se. la pubblica asta. Ma da che prov enienza ha questo enorme appezzam ento di terra? Deriva da una sentenza d’acquisto per usucapione. Ovvero quei tredicimila metri quadri in posizione degradante vista lago d eriverebb ero da un possesso ininterrotto da parte del comune per vent’anni. Nel frattempo i terreni guarda caso sono stati convertiti a edificabili. Ma è mai possibile che nessuno si sia mai accorto di quei terreni e ne abbia rivendicato i diritti? Messa così sembrerebbe di no . Comunque sia ora anch e quei prati diventeranno edi ficabili e con i tempi stringenti per il mattone non sarà certo

G I UN G L A D ’A SF A L T O

BUCHE A GOGO

M

entre impazzano spese folli per le ciclabili, in certi comuni si fa fatica a tamponare le falle di quelle vecchie. E il caso della strada di località Boschi Perette che sovente e densa di buche. Certo che i rattoppi poi ci sono con gettate di asfalto fresco di giornata. Ma evidentemente la toppa non è che riesca a risolvere al meglio i problemi, perché evidentemente l’acqua tende a filtrare sui lati. Così la strada sembra alla fin e una pista da motocross con cunette e buche (dopo la pioggia), da ogni lato e le sospensioni delle auto e delle biciclette sono messe a dura prova. Per fortuna ch e nella via ci sono gli esercizi di un carrozziere e un meccanico. E l’ospedale non è poi così distante. Eh si almeno in caso d’emergenza, si sa a chi rivolgersi … (A.Tor) Frasi Frasi Sparse Frasi Sparse Sparse (di A.Torresani)

MUSSOLINI MUSSOLINI HA ANCORA OGGI IL CONSENSO DI MUSSOLINIHA HA ANCORA ANCORAOGGI OGGIIL IL CONSENSO CONSENSO DI DI MIGLIAIA MIGLIAIA DI PERSONE NONOSTANTE CHE ABBIA MIGLIAIA DI DIPERSONE PERSONE NONOSTANTE NONOSTANTE CHE CHE ABBIA ABBIA MANDATO MANDATO IN GUERRA MIGLIAIA D'ITALIANI. MANDATO IN INGUERRA GUERRA MIGLIAIA MIGLIAIA D'ITALIANI. D'ITALIANI. BERLUSCONI BERLUSCONI HA ANCORA OGGI IL CONSENSO BERLUSCONIHA HA ANCORA ANCORA OGGI OGGIIL IL CONSENSO CONSENSO NONOSTANTE NONOSTANTE ABBIA VENDUTO MOLTO NONOSTANTE ABBIA ABBIA VENDUTO VENDUTO MOLTO MOLTO ARROSTO ARROSTO FATTO IN REALTA' SOLO FUMO. ARROSTO EEE FATTO FATTO IN IN REALTA' REALTA' SOLO SOLO FUMO. FUMO. ECCO, ECCO, L'IDOLATRIA PORTA TALUNI AD AMARE ECCO,L'IDOLATRIA L'IDOLATRIAPORTA PORTA TALUNI TALUNIAD AD AMARE AMARE ANCHE ANCHE CHI HA FALLITO. ANCHE CHI CHIHA HA FALLITO FALLITO

facile trov are chi acquisterà gli appartamenti sovra costruiti. Ma prima di tutto il progetto dovrà essere sottoposto ad un piano attuativo approvato dal comune. E allora con i tempi che corrono si augura agli acquirenti: buona fortuna! (A.Tor) MALCESINE

B IC IC L E T T E C E L LU L A RI E D E N A RO

UN PAESE DI SMARRIMENTI L ’oggetto più smarrito è la bicicletta. Segue a ruota il borsello e il cellulare E per finire il denaro. C’è un po’ di tutto nell’ufficio oggetti smarriti del comune. E gli smarrimenti continuano ad avvenire. Certo che all’albo pretorio hanno avuto un bel da fare per porre tutti quegli avvisi. Se ne contano 7 soltanto nella giornata del 24 settembre scorso. Al di là di tutto è certo facile smarrire un borsello. Ma ci si chiede come una persona può perdere una bicicletta. Saranno pro fondi vuoti di memoria? O magari qualche opportunista ha usato il mezzo all’insaputa del padrone? Non si sa. Dall’altra se dimostrare all’autorità competente di aver perso il cellulare è semplice, per il denaro ritrovato, come si

Montalbano. Comunque si consiglia gl’interessati di muoversi perché dopo due settimane gli avvisi verranno tolti. E c’è un potrà dimostrare di anno di tempo per il essere il legittimo recup ero di quanto proprietario? perso. Anche perché sen za Altrimenti,il ritrovauna custodia che pos- tore cioè colui che ha sa dare un segnale di portato gli oggetti riconoscimento appa- smarriti al comando re non facile individu- di polizia, invece di are chi deten eva quei prendersi il 10% del soldi. valore di quanto recuIn fin dei conti perato(s econdo legall’ufficio oggetti ge), si prenderà in smarriti può presentoto il suo valore totatarsi una coda di per- le pagando il prezzo sone e dire :“ Quegli delle spese di deposieuro sono i miei”.La to. Certo che se un risposta del solerte ritrovatore ha recupevigile potrà essere: “ rato un borsello vuoma quanti erano?”.E to è meglio che lo dall’altra: “Tanti”. lasci all’ufficio oggetInsomma un duro ti smarriti. Anche interrogatorio che alla perch é rispetto al suo fin e potrebbe portare reale valore potrebbe anche chi non ha pagare una somma smarrito quella som- superiore di deposito. ma ad appropriars ene. Almeno che dall’altra (A.Tor) parte non ci sia un investigatore alla

IL COMANDANTE E LA MISS Al secolo lui è il cavaliere Angelo Erbi fori che si muove per Bardolino e dintorni per organizzare e promuovere manifestazioni anch e enogastronomiche. Qui nella foto lo vediamo nella veste di alpino con una bella signorina che,vista la simpatia e l’intelligenza del cavaliere, si è messa in bella posa. La signorina è niente meno che miss Italia! Grande Ang elo!


Ottobre Ottobre 2013 2013 AFFI

ATTUALITA’

LA DECISA SVOLTA EOLICA

LE PALE FANNO SCUOLA

arebb ero S centinaia le scolare-

sche in visita al mega pare eolico di Rivoli v.se. A sentire il sindaco di Rivoli Mirco Campagnari la struttura sarebbe quasi diventata un museo per far visionare le grandi opere create dalla mente umana. E’ certo che le pale possono certo portare benefi ci in termini di energia. Ma non si capisce perch é Agsm la società costruttrice, tanto per fare un esempio non abbia installato le Pale, sulle Torricelle di Verona. Appare evidente che un problema inerente all’impatto di visibilità ambientale c’è e come ha detto bene Maurizio Delibori del CTG, magari era meglio collocarle ove ci sono dei capannoni dismessi. Qualcuno obietterà MALCESINE

che il vento soffi a poco in quei paraggi, ma certo che i mulini a vento sospesi sulle colline moreniche non è che siano un belvedere. Così come i ripetitori telefonici sul monte Moscal e le plance del fotovoltaico site nel Comune di Affi. Ma il progresso deve continuare e anche il sindaco di quest’ultimo paese Roberto Bonometti, si doterà prossimamente di due paloni freschi di zecca. Dove li metterà non è dato a sapere. Ma le aree dismesse non sono rare. A meno che come il suo collega di Rivoli non voglia porle in bella vista per far ved ere quanto ha fatto per il suo paese e attrarre tante belle scolaresch e. A.Tor

LAZISE

CORRIERE DELLA RIVIERA

5

CAMBIO DI GUAR DIA DEL R EPONSABILE AL PAESAGGIO

ZANINI TRASFERITO AL SUO POSTO DEI MICHELI

C

quello di Lasie martoriato ’era baru ffa in questi anni da tonnellate nell’aria. E in effetti di cementificazioni che quel posto è diventato hanno costellato per un sempre più caliente. Se un lungo periodo l’attività di tecnico deve essere regoverno dell’ex sindaco sponsabile in un comune and friends. Da lì una del rilascio delle autorizmezza rivolta sostenuta zazioni paes aggistiche anche a suon di eposti dalla deve essere quantomeno al minoranza guidata da Sedi sopra di ogni sospetto. bastaino. E dall’altro Oggi il la giunta comunagl’interventi delle procure le guidata dal sindaco che mettevano sotto torLuca Sebastiano, ha noAl centr o: il sindaco Luc a Sebastiano chio il geometra Adami minato per quel ruolo il assessore del comune che geometra Igina dei Micheli. ventivamente sotto sigillo in alla fine pure si dimetteva. Mentre il suo predecessore è casa. Oggi a piede libero, al Oggi ci si trova di fronte ad stato trasferito ad altri incari- di là del fatto che dovrà teuna nuova amministrazione e chi. Quali non si sa. Ma in si spera che con il nuovo nersi un processo per definieffetti il Zanini potrebbe architetto la vigilanza sulle re la colpevolezza o essere an cora al suo posto, se l’innocenza del geometra, il autorizzazioni paesaggistiche non fosse che è fresco redu- comune di Lazise ha voluto aumenti. Altrimenti ai domice di arresti domiciliari per ciliari, ci va a finire tutto il su quello scranno dedisposizione del Tribunale di porre territorio! putato alle autorizzazioni Verona su richiesta del Pm urbanistiche una figura nuoValeria Ardito. Per sua sfor- va . Figura che non abbia Andrea Torresani tuna è incappato avuto altri incarichi autoriznell’indagine della Procura in materia urbanistica. per un appalto da lui istruito zativi Una responsabilità non indefinito “ troppo caro” e per differente in un territorio questa vicenda messo pre-

IM PRO VVISA M ENTE SPU NTA U N DO C U M ENTO C HE PO RTA A U N RINVIO DEL M EGA PRO GETTO

O .DI A CATAPULTA: E LA PISTA CICLABILE VIENE RINVIATA a Odi questa voce? L Rinviamo. Non è stata certo una bella serata quella del

29 agosto scorso. Soprattutto per l’ingegnere Giuseppe Lombardi già sindaco di Malcesine che da tempo è uno dei fautori della mega ciclabile vista frana tra Mal cesine e Torbole. E in effetti quando si è visto abbattere davanti gli occhi il contenuto criptico all’oggetto della delibera consiliare del 29 agosto scorso, gli è venuto un volto colore rosso pompeiano: “ Esame e osservazioni pista ciclopista del lago di Garda integrazione al progetto preliminare approv ato (…)S.M.I rinvio”. Il sindaco Michele Benamati ha spiegato che proprio due giorni prima era pervenuta un osservazion e dell’O.di (Organismo d’indirizzo) finanziante il progetto, molti hanno strabuzzato gli occhi. Anche perché il primo cittadino ha spiegato che questa osservazione era da ten ere in considerazione e quindi era da rinviare tutta l’approvazione delle delibera inerente al progetto. Udito ciò a Lombardi deve essere salita la bile al cervello. E si è fermamente opposto facendo presente “ di non per-

dere un’ importante opportunità e di riconvocare il consiglio in tempi brevi”. Ma ci si chiede: Lombardi, ha letto il documento dell’Odi, o tanto per cambiare, approv a tutto quello che gli passa sotto il naso? Anche perché nella delibera il documento Odi è top segret cioè non se ne conosce pubblicamente il contenuto. Ma vuoi vedere che “ l’importante opportunità” come l’ha definita Lombardi, il mega progetto da 17milioni di euro, sta vacillando sotto i pesi della crisi economica? E’ già perché 17 milioni di euro per fare uno stradello sulle rocce per delle biciclette potrebbero diventare anche uno scand alo. Mentre invece è già uno scandalo vero e proprio, che molte strade del territorio sono mezze disfatte, piene di buche con rischi enormi per la circolazio-

ne. E non si trova i soldi per sistemarle. Invece per una ciclabile che passa sotto aree a frana e sopra il collettore fognario vengono spesi vagonate di euro come bruscolini. Ma siamo sicuri che per and are in bicicletta servono le ciclabili? Prima come facev a Bartali? Si faceva costruire una strada sullo Stelvio? O è questa un’invenzione moderna per far fare cassa a qualcuno. Non ci è dato a sapere. Intanto realizzano mega progetti da Paperopoli, quando al Garda serve un impianto fogn ario nuovo di zecca. Fanno mega alberghi, quando i liquami di altre abitazioni tracimano chissà dove. E alla fine magari ci sono azioni di killeraggio su dei tranquilli pennuti perché dicono, inquinano “ fanno venire

la grattarola”. L’anatra espiatoria come un’appestata! Il mondo è il teatro dell’assurdo diceva Jonesco, e si pensa che solo con la cultura si potrebbe recuperare quanto perduto dal punto di vista sociale e del territorio. Ma anche la cultura è sovente messa al bando perché fa pensare alle anat re, ai mostri,alle fran e e all’assurdità di certe ciclabili e a questo lago malaticcio in cui grandi “luminari” pensano a piantargli piloni di cemento armato nelle costole, sino a renderlo inerte. Buon Lombardi a tutti...con simpatia. Andrea Torresani


6

CORRIERE DELLA RIVIERA TORRI D/B

CONVEGNO

IL TERREMOTO CI ASCOLTA Torri del Benaco, gioA vedì 26 settembre sco rso,si è svolto presso il Pa-

lazzo d ei Congressi, si terrà il Convegno sul tema "Verso una cultura della preven zione: le strategie di protezione sismica n el territorio gard esano", org anizzato dalla Comunità Giorgio Passionelli del Garda, presidente della dall’Università di Bre- Comunità del Garda scia (Dipartimento di Ingegneria Civile, Architettura, Territorio, Ambiente e di Matem atica), dall’Università d ell’Insubria (Dipartimento di Scienza e Alta Tecnologia) e dal Centro di Studio e Ricerca di Sismologia Applicata e Dinamica Strutturale.A poco più di un anno dalla sequenza sismica emiliana, il Convegno ha mirato a fare il punto sulle conoscenze geologiche relative alla peri colosità sismica dell’Avanfoss a Padan a, oltre ad illustrare le strategie attuate p er mettere al centro dell’attenzione dei ricercatori e dell’opinione pubblica l’importanza della cultura della preven zione dei rischi legati agli effetti di forti terremoti, così come sviluppata ormai da decenni nel territorio gardesano, che costituisce un esempio fors e unico in Italia dal punto di vista della cultura d ella prevenzione sismica. All’incontro, organizzato in tre sessioni,sono stati presentanti interventi di sismologia, relazioni riguard anti aspetti storicoculturali la p reven zione sismica. Al termine dell’incontro vi è stata una tavola rotonda alla presen za di responsabili della Protezione Civile, Ordini e Collegi professionali e Amministratori.

O Ottobre ttobre 2013 2013

ATTUALITA’

DON MAZZI SCATENATO SU RADIO 2 DA CHIAMBRETTI

“BERLUSCONI “BERLUSCONI LA LA SMETTA SMETTA DI DI FARE FARE L’IDROLATATO L’IDROLATATO

EE VENGA VENGA DA DA ME ME AI… AI… SERVIZI SERVIZI SOCIALI” SOCIALI”

“L

a Pascale? Vada a Napoli a lavorare in pizzeria”.Anch e la giovanissima fid anzat a di Berlusconi è finita nel mirino di Don Antonio. Intervistato da Piero Chiambretti su Rai 2 don Mazzi, ha tirato fuori il meglio del suo repertorio “““GRA GRA ZIE LELE MO RA GRAZIE ZIE AAA LELE LELE MO MORA RA per invitare l’ex presiden- EEE FABRIZIO FABRIZIO CORO NA FABRIZIO CORO CORONA NA III te del Consiglio a cambiaPOMODORI POMODORI DE LLA POMODORI DE DELLA LLA re tangenzi ale. COMUNITA’ COMUNITA’ SONO COMUNITA’SONO SONO PIU PIU BUONI” PIU’’’BUONI” BUONI” “Ma si vede bene che Don Don Antonio Mazzi DonAntonio Antonio Mazzi Mazzi quello di Silvio con la Pascale è tutto tranne che amore. Adesso deve dire “Mi piacciono i casi combasta a tutte queste donnacce che ha intorno. De- plicati”ha detto Mazzi “ ve smetterla di fare il per- Erika, di Novi ligure Lele sonaggio idolatrato e così Mora Fabrizio Corona. Grazi e a loro i pomodori anche noi smetteremo di maledirlo”. Accipicchi a! dell’orto della comunità sono più buoni. Io penso

che nessuno ha dentro una bestia che non può essere abbattuta”.E insomma se la reden zione c’è sempre la primula nera della politica italiana riuscirà ad essere riedu cato? “Berlusconi “ha detto don Mazzi “ Non deve scegliere gli arresti domiciliare venga da me piuttosto. Almeno nell’ultima parte della sua vita può finalmente smontare il suo idolo e trovare il modo di fare cose utili”. E siamo certi così che la produzione di pomodori il prossimo anno in Italia subirà un netto incremento… (A.Tor)

IT A L I A : U N O S T A T O C H E F A F A T I C A A F A R E S P I A R E L E P EN E

TUTTI FUORI...ANCHE GLI ASSASSINI

rika de NarE do,Pietro Maso,Ruggero

Jucker Vallan zasca. Dove arriva la red enzione e dove non arriva la giustizia? E’ mai possibile che per crimini così violenti delle persone vengano rilasciate per buona condotta o poste ai servizi sociali? Erika de Nardo, condannati per l'omicidio della madre e del fratellino di lei, aveva sulle spalle una condanna a 16 anni (Erika). Grazie all’indulto del “ prode” Mastella si si è arrivati a 13 e poi a 11. In fattii detenuti guadagnano se si comportano bene, tre mesi di "bonus" ogni anno di prigione. E così oggi è a piede libero anche Ferdinando Carretta che pur avendo assassinato genitori e fratelloessendo ritenuto incapace d’intendere e di volere il carcere non l’ha neppure fatto e oggi ha persino ottenuto l’eredità della famiglia. Gianni Guido,undici anni latitante all’estero uno dei massacratori del Circeo, nel 2008 è stato affidato dopo

per 15 omicidi, di cui 10 attribuiti a Furlan, compiuti in Veneto tra il '77 e l' '84 insieme a Wolfang Abel. Dal 2008 dopo solo 13 anni di carcere è stato messo ai servizi sociali e dal 2010 è piede libero. Pietro Maso condannato per l’omicidio dei genitori a trent’anni di carcere nel una serie di evasioni dal 1992 dal 2008 è in semilicarcere ai servizi sociali. bertà e oggi è a piede Angelo Izzo dopo diversi libero. Se guardiamo le tentativi di evasione rie- bande armat e, degli ex sce ad ottenere terroristi delle Brigate l’affidam ento ai servizi Rosse dei 6 mila condansociali e nel 2005 ammaz- nati solo 71 sono ancora zerà con un complice di in carcere a tempo pieno. nuovo due donne prenE’ recente la notizia che dendosi nuovamente sei capi mafi a sono stati l’ergastolo. Ruggero Ju- scarcerati a Palermo percker, giovane milanese di ché non è stata riconobuonissima famiglia che sciuta l’aggravante della nel 2002 ha trucidato la recidiva. Insomma è quefid anzat a Alenya dopo sta la giustizia creata aver avuto una condann a dallo stato italiano che a 16 anni, ne ha fatti solo con una miriade di leggi undici grazie a sconti contradditorie è riuscito a indulti ecc . Oggi è a mettere in crisi il sistema piede libero. Marco Fur- cardine di una nazione. lan , ai servizi sociali dall'aprile scorso è di fatto (A.T.) libero. Era stato condannato per il caso "Ludwig"

DEI DELITTI E DELLE NON PENE Laddove in Italia dovrebbe esserci la pena al contrario ci si trova con criminali incalliti sotto casa che magari pochi giorni prima ti avevano ammazzato il parente prossimo. Se l’articolo 27 della Costituzione è chiaro, cioè che lo Stato deve tendere alla rieducazione d el condann ato, dall’altra deve ess erci la giusta p ena comminata. An che perch é la pena garantisce la corretta stabilità sociale sottraendo un pericoloso criminale alla comunità, costituisce la giusta espiazione e un deterrente valido a intimare ch e la giustizia interviene a reprimere i reati. In realtà in Italia, una p ena all’ergastolo corrisponde a trent’anni di carcere,e trent’anni carcere co rrispondono a 22 con i benefici. Considerando che dopo 2/3 pena si può chiedere la semilibertà, un ergastolano dopo diciott’anni può trovarsi a piede libero. Questo senza considerare seminfermità varie che ridurrebb ero ulteriormente la pena. In uno stato di diritto hanno massacrato oltre le leggi, anch e le pen e con l’ovvio obiettivo di ridurre anche le pene per chi nel corso della sua attivita amministrativa di governo ha commesso dei reati. Ma se una nazione non dà la giusta espiazione di pena al reo, cessa di esistere anche lo stato. La pietà diventa assassina quando perdona chi ha ucciso(William Shakespeare). Andrea Torresaan


Ottobre Ottobre 2013 2013 CAVAION V.Se

CORRIERE DELLA RIVIERA

ATTUALITA’

PERSONAGGI ILLUSTRI

DON DON MAZZI MAZZI IN IN VISITA VISITA AL AL COLLE COLLE DEGLI DEGLI OLIVI OLIVI

BARDOLINO

LA STATUA CHE MIGLIAIA DI TURISTI AMMIRAVANO

LA MISTERIOSA SCOMPARSA DELLA SIRENETTA DELL’AMORE

C

E

’arrivato col suo fare modesto, ma col cipiglio di uno che spacca il mondo per fare del bene. Don Antonio Mazzi con la sua enorme carica umana ha tenuto banco alla Distelleria Frances chini di Cavaion V.se. Accolto dal suo amico Bruno, il don era in vena più che mai ed ha pure rallegrato i presenti con i suoi interventi. In questo periodo don Antonio è sul Garda per promuovere la sua fondazione Exodus che accoglie persone bisognose di sostegno con trascorsi nella tossicodipendenza o con crimini alle spalle. Come il caso

7

o m e è e m e rsa p er in can to d alle acq u e co sì è sco m p arsa. L a m e rav iglia d elle m e rav ig lie la sp len d id a siren etta ch e so stav a n ello sp ec ch io d elle acq u e an tistan ti il risto ran te Picco lo Do g e d i Cisan o d i Ba rd o lin o, n o n g u ard a p iù d al lag o i tu risti ch e la riem p iv an o d i d o n i. Or a alle su e sp alle è rim asta so lo l’o rrid a “p ala m ecc an ica ” ch e p ian ta all’o rizzo n te i p ali n el lag o .

s p r u z z i d ’acq u a. In v ece in realtà, il co m u n e h a intim ato la rim o zio n e d ella scu ltu ra p erch é n o n in reg o la co n le co n cessio n e d eg li sp azi d e m a ni a li . M a tu tto ciò si sco n tra co n le m o tiv azio di Erika di Novi Ligure. n i p o etich e O il recente caso di Lele ch e h an n o iMora che procacciatore di donne per villa Berlu- “ Alm en o q u esta in can te- s p i r a t o sconi e poi arrestato è v o le scu ltu ra ab b elliv a il l’iniziativ a d i oggi accolto in questa territo rio ”sp ieg a Alen a la ab b ellim en to . struttura. m aitre d el Pic co lo Do g e “ Oggi Mora” ha detto il “eran o n u m ero s e le p er- “Ce rto ”sp ieg a M au ro don “ è una persona in fase di recup ero. Sembra so n e ch e v en iv an o en tu - Reb u sch i tito lare d el Do siaste a v ed erla. E alcu n e g e “ch e l’id ea d ella Sireproprio che voglia dare d i q u este lasciav an o an - n etta m i era v en u ta in un taglio con il suo passato”. E le sue donne ce ch e d elle picco le m o n eti- so g n o. Gli effetti si so n o ne ha qualcuna che vuole n e. Un g esto d ’aff etto e v isti p oi. Du e in n am o r ati sposarsi e diventare una u n p en siero p er q u esto la- n ei gio rn i sco rsi si so n o brava rag azza? “ Ah beh g o ch e h a g en er ato la sfilati i lo ro an elli e li per quello” ha detto il b ella siren etta ”. In effetti h an n o lasciati tra le m an i don “ non c’è problema. la scu ltu ra era d iv en tata d ella scu ltu ra in seg n o Perché Lele dice che u n ’attrazio n e ch e d o v ev a d ’a m o r e”. Si m b o lo g ie quelle sue “ scoperte” essere p o i u lterio r m en te ch e p erò si sco n tran o co n sono tutte … proprio p o ten ziata facen d o za m - la d u ra realtà an ch e p erbrave!”. d alle Andrea Torresani p illare su e m an i d eg li

ch é o ra la “sto ria” è p assata al co m u n e d i Bard o lin o ch e d o v rà d ecid ere s e c o n c e d e r e l’au to rizza zio n e a rein stallar e la statu a. Du ra lex sed lex d icev an o g li an tich i. E la siren ella p u ò atten d ere .. . Andr ea Torr esa ni

BRUSCOLINI di Umberto Umberto Brusco Brusco

Le pelliccerie sono piene di volpi. Un falegname ha sposato una persiana I loggionisti prezzolati non hanno mai cancellato le stecche E tra gusto autarchico e tecnica cosmopolita vengono a galla le mezzecalze della mezzacultura e della moda e modisteria cromatica o verbosa, parole e colori e segni che girano pietosamente a vuoto, senza novità umana, senza drammatica fantasia. Non bisogna accettare complicità al momento, un qualsiasi annoiato basso polemista con il suo anacronistico illuminismo favolistico e d'evasione, può forse credersi il moralista severo.

IN O A ZZ MA G O D I E S D ITA ROS EN D RAN IL G LL’IN G ON V B LIC O C A B U E AND AL P B EV E TTA D IR

VIA SAMBARCHI, 7 CALMASINO DI BARDOLINO (VR)TEL 045 6260393


8

CORRIERE DELLA RIVIERA

BARDOLINO SPECIALE 84^ FESTA DELL’UVA

O Ottobre ttobre 2013 2013

NEL 1860 PER I’ BA RB A RA M ENT E L UIGI L EN OT TI: D I L UI N EL PA ESE N ESSUNA L A PID E L O R IC O RD A

LENOTTI IL PATRIOTA DIMENTICATO P

erch é Bardolino ha dimenticato Luigi Lenotti? A Verona un targa e una croce lo ricordano. In quel di Bardolino gli è stata dedicata un a piazza in prossimità della ban ca ma ben pochi conoscono le gesta di quel patriota. Aveva diciott’anni quel ragazzo quando un giorno s’imbatté in un soldato austriaco. Era il settembre del 1860, la guerra d’indipendenza d el 59’ si era appen a conclusa con perdite da ambo le parti. L’ Italia grazie anche a Garibaldi, aveva soffiato all’Austria buona parte del Nord Italia e era rius cita a conquistare il sud. Sulle sponde veron esi le truppe austriache erano in allerta sia per i vicini combattimenti sia per la preoccupante presen za di patrioti e di e spie che segn alavano ai sab audi l’evolversi della situazione nelle terre ven ete. Luigi Lenotti aitante e robusto capocantiere di Bardolino stava sorvegliando il 24 settembre 1860 la costruzione di un immobile a Veron a. Quando iniziò una d i s c u s s io n e con un soldato austriaco che gli si era avvicinato. Lenotti lodò sul momento Garibaldi e sembra che volesse far disertare il militare. Una cosa alquanto improbabile perch é ben sapeva il Lenotti chi aveva d i fronte. Il soldato denunciò Lenotti che subito poco dopo venne arrest ato e tradotto e incarcerato nelle prigioni di San Tommaso. La mattina del 29 settembre si tenne il processo Corso Corso Umberto CorsoUmberto UmbertoIII Via Via Palestro 16 Via Palestro Palestro16 16 Tel Tel 0457210131 Tel 0457210131 0457210131

e palo dove legato oramai massacrato in tutto i l il corpo il giovane, ebbe ancora la forza per gridare ai suoi torturatori la propria innocenza. Ma nonostante le urla di disperazione e quelle provenienti dalla folla, gli spari del plotone d’esecuzione gettarono in cupo silenzio tutto il bastione. La breve esistenza terrena di un ragazzo finì così da martire, con l’unica “ colpa” era solo quella di aver difeso strenuamente la sua ragione e l’Italia. La sua salma venne portata il giorno successivo su di un carro LA TARGA MARMOREA POST A A VERONA IN RICORDO DI LUIGI LENOT T I trascinato da cav alli nel cimitero di Bardolino. Per far capire la sensazione che avev a giovane venne condann ato, seduta stante, a suscitato il fatto, tutti i paesi da Verona al morte per fucilazione. Una sentenza assurd a lago al passaggio del corteo funeb re facev aanche perché se anche il Lenotti aveva ma- no suonare un rintocco di campana. Fino nifestato le sue idee, quello commesso non all’arrivo nel cimitero di Bardolino dove lo era certo un crimine, da punire per di più aspettavano parenti e una folla di Bardolinecon la pena capitale. Era certo però che gli si per l’ultimo saluto. austriaci volevano dare una terribile puni- Una lapide ricordav a nel cimitero quel giozione e anche un avvertimento a tutta una vane strappato senza un perché nel fiore decomunità per chi avesse sostenuto idee pro gli anni. Ora quell’epigrafe è scomparsa Italia. misteriosamente. Pertanto il pomeriggio stesso nonostante le invocazioni dei famigliari il Lenotti venne Il tempo cancella i ricordi ma appare quanto condotto sulle mura di Campofiore nei mai assurdo che il comune non dedichi una pressi di Porta Vescovo. Durante il percorso giornata per ricord are Luigi Lenotti. fu persino colpito con calci, pugni e sputi dai suoi aguzzini visto che il giovane cercaAndrea Torresani va di divincolarsi dalle catene che lo trattenevano. Un calvario che proseguì su di un

CARTOLINE DI UN TEMPO FA ARTICOLI ARTICOLI DA DA REGALO REGALO

questa foto di fine 800’ si vedono re alla presenza odiern a di una troupe teIunanalcuni antichi bardolinesi in posa per levisiva. E i bardolinesi di quell’epoca si foto ricordo epocale. In quel tempo sono posti ritti sull’attenti per farsi im-

la fotografia era un avv enimento e la pre- mortalare. In primo piano si vedono i senza di un fotografo si poteva paragona- bambini, poi in secondo piano gli adulti. Sulla sinistra, si nota un uomo con un asse in mano probabilmente un panettiere che sorrid e verso l’obiettivo. Dalle fin estre delle cas e circostanti sbucano delle donne a guard are cu riose l’obiettivo. Da notare sullo sfondo a destra, l’albergo che racchiudeva l’antica piazza Matteotti, oggi demolito, con le scritte in tedesco sulle pareti. Albergo che ospitò lo scrittore Ippolito Nievo che raccontò i l s u o v i agg i o n el li b ro l e “Confessioni di un italiano”.(A.Tor)


Ottobre BARDOLINO SPECIALE 84^ FESTA DELL’UVA CORRIERE DELLA RIVIERA 9 Ottobre 2013 2013 RIT O RN A L ’IN T R A M O N T A B IL E M A N IF E ST A ZI ON E C ON S T A N D S E S P ET T A C OL I D A L V IV O

DAL 1929 FESTA DELL’ UVA DOC i svolgerà da giovedì 3 S a lunedì 7 ottobre la 84° edizione della Festa

tale con Ecoman (domenica dal- LA LA STORIA DELLA FESTA LA STORIA STORIA DELLA DELLA FESTA FESTA le 15 alle 18), la possibilità del giro panoramico di Bardolino in La Festa dell’uva a Bardolino dell’Uva e del Vino di elicottero (domenica dalle 10 Bardolino. alle 17) o la visione della proie- nasce nel 1929 e nel corso degli anni si è sviluppata fino ad L’appuntamento, promoszione tridimensionale, prodotta arrivare ad essere un appuntaso dal Comune e dalla dall’artista Ben Peretti in colladi spessore nel panorama Fondazione Bardolino borazione con Sportland di Affi, mento regionale del Ven eto. OriginaTop, ogni anno richiama sulla facciata di Villa delle Rose riamente la Festa si sviluppava nel centro gardes ano più ( da giovedì a lunedì dalle 20 alnella piazza prin cipale del paese di centomila persone per le 24). dove, oltre ai chioschi di mesciuna manifestazione articolata sul lungolago, da PunSpazio poi al concorso “Scatta la ta, venivano esposti i tradizionali attrezzi per la vinifi cazion e. ta Mirabello a Punta Cornicello. cali che si svolgeranno a Villa festa” con la miglior foto Intorno agli anni ‘70, con Una kermesse in onore della Carrara Bottagisio e al Porto di “imprigionata” durante l’evolversi dell’economia locavendemmia e delle due maggiori Bardolino. l’edizione in corso e le premiate del vino Bardolino. Cinque zioni, domenica 6 ottobre alle 18 le, la manifestazione si è tragiorni di intrattenimento con Non mancherà lo spettacolo pi- a Parco Villa Carrara Bottagisio, sfo rmata da agricola a turistica fino ad assumere connotati inspettacoli, musica, arte e buona rotecnico musicale sull’acqua dei migliori produttori parteciali. Per questo motivo cucina distribuita sia nei chio(domenica 6 ottobre ore 23) e panti al terzo concorso Enologi- ternazion la prima collocazione, divenuta schi di degustazione, allineati iniziative di educazione ambien- co Festa dell’Uva e del Vino e ormai troppo ristretta, lascia il sul lungolago, come in l’investitura dei posto a quello che sembra il trattorie, ristoranti, agritunuovi confratelli Ad inaugurare la fest a L’INAUGURAZIONE luogo più adatto per ospitarla: il rismo ed enoteche. Ventidel Vino Bardolici sarà la nota band di Lungolago. trè gli stand enogastronono. Dino e i Romantici mici, espressione delle ascomposta da Dino Pesociazioni sportive e del Sabato 5 ottole 11,30 il “Cicloturismo per retti(mandolino e vovolontariato di Bardolino, bre, alle 10,15 promuovere i territori” mentre ce),Mirco Croce Al centro del parco di Vilnell’ex chiesa lunedì 7 ottobre, alle ore 20,30 (chitarra e voce) la Carrara Bottagisio, fuldella Disciplina, nel cortile di Palazzo Gelmetti, Daniele Sonato, cro della mani festazione e la cerimonia di sede del municipio, la presenta(tenore) e Carlo Oliosede anch e delle spettacopremiazione del zione del libro di Mauro Corona: si baritono). Appuntalo “ Luci e colori in Villa” XIX concorso na“ Guida poco che devi bere”. mento giovedì 3 in programma giovedì 3 zionale di poesia Manuale a uso dei giovani per ottobre alle 13,30 al ottobre alle 19,30, Grappolo imparare a bere. Parco di Villa Carrara “d’Oro”. d’intrattenimento a partire DINO EEE III ROMANTICI DINO ROMANTICI DINO ROMANTICI Bottagisio dagli appuntamenti musiSempre sabato al-

C HI RI CO NO S CE Q UE S TI B AL DI PE RS O NA G GI ?

ALLEGRI VIGNAIOLI ALLA FESTA DELL’UVA

M

agici anni 50’. Un gruppo di baldi giovani si mette in posa per una foto cel ebrativa alla Festa dell’uva. Gli sguardi sono rilassati e i personaggi guardano divertiti l’obiettivo del turista tedesco che scatta loro una fotografia. Probabilmente dopo la vendemmia i giovanotti sono andati a festeggiare e il turista vedendo quelle facce così solari e piene di gioia ha pensato d’inquadrarli mentre si dedicano a ciò che è loro più congeniale: servire vino. La ragazza posta in mezzo ai due sornioni, se la ride divertita. Mentre più dietro, le seconde file guardano sorprese l’operatore fotografi co. Su tutti campeggia la scritta LIBATE cioè tradotta dal latino “BEVETE”. E in effetti sembra che il gruppo abbia preso alla lettera quanto sotto scritto. (A.Tor)

VIA SOL FER INO 13 Bardolino (VR) TEL 0457210873

Il si mp ati c o gr u p po i n f es ta

VENDITA VINO E OLIO DI PROPRIA PRODUZIONE

Specialità dello scoglio

Noi Noi cantiamo con piatti! Noi cantiamo cantiamo con con iii piatti! piatti!

VIA VIA S.ZENO S.ZENO BARDOLINO BARDOLINO (VR) (VR)

Borgo Cavour 7 (VR) BARDOLINO (VR) ITALY

T EL.


10 CORRIERE DELLA RIVIERA

CRONACA

O Ottobre ttobre 2013 2013

P RO TES TA DI A SSO C A M P ING P E R L E N U O VE NO RM E C HE EQ U IP A RA NO RO U LO TTES E C A M P E R A LLE A BITA ZIO NI

“LE ROULOTTES NON SONO CASE”

MA LE CASE MOBILI...SI n a ro ul ot t e o u n cam p er è U un’abitazione? Certo che no. Ed in effetti l’ultima norma inserita nel “ decreto

del fare” del governo lasci ava alquanto stupiti. In fatti vi era inserita la “dizione” che camper e roulottes erano soggette a concessione edilizia. In questo modo sarebb ero soggette a tasse sulla casa e altre imposizioni come tutte le abitazioni civili. E’evidente ch e le associazioni dei campeggiatori sono andati su tutte le furie e hanno protestato nelle sedi regionali per far modi ficare le legg e. Così è successo anche nel Ven eto dove su pressione di AssoGarda Camping e altri enti il vice presidente della Giunta regionale Marino Zorzato ha preparato un disegno di legge con cui il Consiglio del Veneto darà il suo niet all’ equiparazione di camper e roulottes alle abitazioni.

Vi st a su i ca m p e g g i d all a R o c ca di Ga rd a deregulation epocale. Anche p erch é un conto è s e si parla di campers e roulottes semoventi cioè condotte dal turista nei camping, un conto è si parla di strutture stanziali tipo le case mobili. Anche perché in quest’ ultimo

caso vi sono fior di senten ze che equiparano le case mobili a delle abitazioni civili essendo strutture stanziali ad uso residenzi ale. A questo proposito una sentenza del Tar del Lazio di alcuni anni fa, sentenziava appunto che le case mobili es send o prat icament e p erenn em en te ubicate nei camping dovevano dotarsi di concessione edilizia come tutte le altre case. Altrimenti appare evidente che il cittadino invece d’imbarcarsi in strutture edilizie a norma di legge si compra una bella casa prefabbricata ci mette le ruote e la porta dove gli pare.

Certo come dice il presidente Assocamping che l'impatto è ben diverso per esempio a Lazise “ dove da una parte ci sono costruzioni in cemento, dall'altra si vede una distesa di verde dove ci sono i campeggi perch é i nostri clienti è proprio lì che vogliono stare, in mezzo al verde”. Ma Ma una legge così an che se embrionale se per lui è assurdo chi edere la licen za QUANDO IL BUNGALOW DIVENTA rischia di rimanere tronca se da Roma non edilizie per le mobil homei dall’altra arriva un nuovo decreto che modifichi DIVENTA UN MISTERO DI CEMEN TO appare non assurdo certo rispettare le quello originario. Ma Giovanni Bernini, norme vigenti sulle case mobili. Su questo presidente di Assogardacamping, appare fatto tempo fa il Comitato Voce per n questo marasma apocalittico tra camper soddisfatto per il provvedimento regionale roulottes e case mobili s’inserisce tutto d’un l’ambiente di Garda aveva inoltrato una “ Misure di sempli ficazio ne per la fiato il caso dei bungalows presenti all’intero segnalazion e al Comune di Bardolino e reali zzazi on e di st rut tu re ri cetti ve dei campings. Pochi sanno esattamente quanti Prefettura p er v alutare l a liceità di tali all'aperto” ch e a tempo di record, in meno sono ma certo se ne facesse una cernita precisa strutture che dovrebbero essere soggette a di un mese, segue la delibera della Giunta si parlerebbe di qualche migliaio solo sulla co- concessione edilizia. Aveva risposto la regionale che con ferm a che p er la sta veronese del Garda. Ebbene nel 2007 il co- Prefettutura un anno or sono dicendo che collocazion e all'interno dei campeggi dei mune di Bardolino poneva in atto gli accert amenti mobilhome non serve alcuna autori zzazione una variante per la conversione di erano in corso. queste unità in appartamenti con urbanistico edilizia così come avviene per Ev i d en t em en t e del 30%.Il problema e le case. Dall’altra in attesa di un’iniziativa incrementi non è bastato un non si sapeva esattamente la da Roma il vice presidente di Faita, sempre che anno per fare numerica di questi Giovanni Bernini, è ottimista. Dice alla consistenza q u e s t i bungalow che sostavano in distampa “ Sono così di carattere, ma la versi campeggi sulla costa del acc ert am ent i normativa in discussione era veramente paese. Questo era emerso dal visto che di case assurda, dunque penso ch e non è possibile Consiglio comunale in cui alcuni “ mobili” n ei che non venga sistemata anch e a livello consiglieri chiedevano lumi sulla camping ve ne è nazionale. Le intenzioni ci sono e da quanto variante al sindaco Pietro Meschi. una miriade e ci risulta hanno capito di aver fatto un Alla fine sembravano essere 126 certo non è che errore. Difficile semmai prevedere i tempi ma dalle foto satellitari sembradanno un bello di un nuovo decreto ch e, almeno per questo vano esser di più. Il problema è sp ett acol o per aspetto, annulli il precedente... sono che in mancanza di dati precisi, l’ambiente. Per di fidu cioso”. Ma al di là della fidu cia di Fait alle case mobili potrebbero essere tolte loro le più essendo stanziali hanno allacciamenti a Asso gardacamping la situazione non è ruote e trasformarsi in muratura. Oggi come fogn ari per la corrente elettrica certo del tutto chiara in un settore certo che sta oggi è un po’ arduo, viste le tasse sugli immobi- effici enti. Ma normati secondo tutti i fun zionando bene ma che, dall’altra si li. Ma il problema evidentemente rimane visto criteri di legge? riuscito a sotrascin a in certi frang enti in una che in un modo o nell’altro si èpraccaricare Dubbi che rimangono inevasi mentre si il oggi confusione su case mobili e Garda di costru- fa camper . zioni. Che un giorno potranno Ma questi ultimi non devono essere usati pure incremen- come specchio per l e allodole per giustificare i primi. Due pesi due misure tare vista la Il 15 agosto scorso si è svolto che dovranno essere valutati dall’autorità situazione il Garda il Palio dell’Assunta. La competente secondo le leggi in uso e non loro volume nota manifest azione remiera d’affari. secondo condizionam enti di settore. che vede in gara le varie con trade di Garda sfid arsi nello specchio d’acqua antistante il paese all’ultimo colpo di remo. Barche da pes catori guidate da tenaci contrad a ioli. Alla fine a spuntarla è stata l’imbarcazione delle Antiche Mura che ha stupito i presenti con il suo posBardolino Bardolino Via San Colombano, Bardolino Via Via San San Colombano, Colombano, 55 sente rush final e. A stupire Tel 0457210822 Tel 0457210822 Tel 0457210822 ancora sono stati, verso le 23, i meravigliosi fuochi d’artificio sull’acqua che hanno allietato le migliaia di persone che affollav ano il paese.

I

FUOCHI SU GARDA


Ottobre Ottobre 2013 2013 GARDA

CORRIERE DELLA RIVIERA 11

ATTUALITA’

KERMESSE GASTR ONOMICA

BARDOLINO

SUL VELIERO SAN NICOLO’ CONFERENZA STAMPA

DAL MARE AL LAGO… A FORZA DI PESCE

IL CONSORZIO VIAGGIA CON LE VELE IN POPPA

U

U

na manifestazione con stand e pesce di mare e di lago sul Garda . Con testimonial nientemeno che Fabio Testi, si è svolta dal 20 al 22 settembre innanzi alla sede del Comune di Garda (VR), la manifestazione dal mare al lago. Presenti erano l’assessore alla pesca del Ven eto Franco Manzato, insieme al presidente della IV Commissione consiliare Davide Bendinelli, il sindaco di Garda Antonio Pasotti e presidente del Consorzio di Promozione Turistico del Lago di Garda, Paolo Artelio. Una kermesse con prodotti tipici del mare Adriatico e del lago di Garda che ha raccolto centinaia di persone con possibilità di degustazioni e vendita di prodotti agroalimentari a chilometro zero.

BARDOLINO IN SCATOLA BA RD OL IN O C ON T A PPI IN V ET RO E IN BA G B OX

atto dal Consorzio di tutela del Bardolino: è stato liberalizzato l’utilizzo di qualunque tipologia di tappi per le bottiglie del Bardolino e della sua versione rosata, il Chiaretto. La modifica in tal senso del disciplinare di produzione è stata approvata dal Comitato nazionale vini nella seduta dello scorso 23 luglio. La nuova dizione dell’articolo 8 del disciplinare della doc del Bardolino e del Chiaretto preved e ora semplicemente che per i vini della denominazione “ è obbligatorio l’uso delle tradi-

zi onal i b o tt ig li e e fiaschi di vetro”, senza alcuna indic a zi o ne del tipo di chi us ura (che invece era espressamente indicata in preced enza) ed inoltre che per il Bardolino “senza alcuna speci ficazione ag giuntiva”, si possono utilizzare anche i bag in-box fino a 3 litri.

B B ARDOLINO BARDOLINO ARDOLINO

una piccola

È ri vol u zio ne quella messa in

Di fatto, si tratta di una delle norme in assoluto più elastiche dell’intero panorama vinicolo italiano.

n veliero p er il se della ricerconsorzio. Sul ca person ale, San Nicolò ubicato volta a det ernel porto di Bardoliminare la sua no sono state prefutura met a sentat e le prin cipali di viaggio e iniziative, a caratt ele varie op re turistico, messe zioni a lui riin atto dal Consorvolte quand o zio di promozion e invece è già turistica “ Lago di arriv ato nell a Garda è…” p resi edestinazione. duto da Paolo Artelio. Era pres ent e il Si è d’altra sin-daco di Bardolipart e rivolto Da sin:Paolo Artelio presidente del no, Ivan De Beni in lo sguard o alConsorzio “Lago di Garda è...”e il veste di armatore del la gastronosindaco di Bardolino Ivan De Beni San Nicolò,ma certo mia nello come supp orter per speci fi co n ei le iniziative d el conso rzio. ristoranti creando una lista di ristoranti selezionati che fung e d a guida per “ E stato un inizio di stagione non faci - l’ospite. “ Qualità Garantita” è il prole” ha detto Art elio “ per via delle con- getto che n asce co n l’obiettivo primario dizioni metereolo gich e non soddis facen - di facilitare la pers onali zzazio ne dell a ti, ma ora il territorio è riuscito a recu - vacan za, individu ando ed indi cand o al perare e oggi si necessita della massim a cune t emati che in cui il singolo ospite si concentrazione per pro-muov ere la sta- possa ri conos cere. Si sono individ uat e perciò nelle propost e di vacanza 5 categione, nel perio do autunn ale”. gorie con i relativi stand ard, in base allo Il Consorzio che h a coo rdin ato le mani - stu-dio effettu ato sui targ et di ospiti prefestazioni più importanti dei singoli co - senti e poten-ziali: Family fri endly, Vamuni e affianch erà all e tant e inizi ative, can za in bici, Viaggi di lusso, Pet una promo zion e legat a agli sconti, in col frien dly, Matri-moni & Lun e di miele. -labo razione con i partn er pri -mari com e la Funivia di M alcesine, Gard alan d, Na- Il consorzio affi ancato dagli operato ri vigard a. Nella second a m età di s ettem - del settore ha part ecip atao alla fi era nau bre, vi saranno una s eri e d’iniziative co n -tica più important e di Europa la Boot cui il Consorzio vuole po rt are un 2014 di Düsseldorf (Germ ania) per le prolun-g am ento della stagion e estiva fi - attività sportive che s fruttano l’elemento acqu a-ti co. Parall elam ente per dare seno almeno all’inizio di Novem bre. guito alle azioni in questa tematica il I mercati princip ali sono stati identifi - Consorzio s arà presente anch e a Fri edri cati i paesi di lingu a tedes ca che n el pe- chshafen (Germ ani a) ad Eu ro-bik e 201 4 riodo preso in analisi, dispongon o dell a per gli sport di terra. possibilità di organi zzare una v acan za e che p er l’autunno s celg ano destin azioni Mediante l’organi zzazione di tutte que simili al Lago di Gard a. -ste azioni, l’obiettivo è di creare alcuni gruppi di lavoro tra i singoli operato ri Il nuovo sito internet del Consorzio, con la regi a del Consorzio, al fin e di co l’unico portale del Gard a oriental e lan- ordinare ed ottimizzare l’o ffert a an ch e ciato a inizio anno 201 3, è in continu a a in futu ro cre-s cita e ha acquisito una particol are atten zione n ei mercati individuati, a cui si è voluto rivolg ersi. Nello stesso mo mento, il sito è sfruttato dal Consorzio come ottimo strumento di monitorag gio sulle preferenze del vi aggiato re n ella fa-

Music Music bar, bar, Ristorante Ristorante

Frasi Frasi Sparse Sparse (A.Torresani)

CAPISCO IL DRAMMA DEL PDL. MA DIMETTERSI IN BLOCCO TUTTI E' TROPPO. LASCEREBBE IL PARLAMENTO SENZA OPPOSIZIONE !

RISTORANTE RISTORANTE RISTORANTE

Lungo lago Regina Adelaide G arda Verona

Tel 0457255278


12 CORRIERE DELLA RIVIERA CAPRINO CAPRINO CAPRINO

CO MIT AT O CIVICO IN AZIO NE

“Fondazione di Comunità” lancia una

proposta per il recupero dei beni pubblici

“RECUPERATE L’EX MACELLO ”

D

are vita a una “Fondazione di Comunità” per preserv are e recuperare i beni storici di Caprino e del Garda-Baldo. È’ l’idea che un gruppo di cittadini ha presentato sabato 28 settembre alle 10.30 nel giardino del Ristorante San Marco di Caprino Veronese I promotori dell’incontro pubblico hanno già individuato il primo bene che potrebbe essere restau rato: l’ex macello comunale di origine ottocentesca, dichiarato nel 2008 di “interesse culturale” dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. La neonata Fondazione punterebbe a preserv are l’immobile dalla vendita ai privati per metterlo a disposizione della comunità. I passi da compiere per arriv are a questo obiettivo sarebbero quindi trovare un accordo con l’Amministrazione comunale per acquisire l’ex macello, predisporne poi un piano di restauro e attivarsi per ottenere i fondi necessari a livello nazionale ed europeo. Cittadini, imprese, associazioni e gruppi spontanei sono chiamati a mettere insieme le proprie forze in un progetto condiviso capace di riportare l’ex macello ad essere un ful cro importante della vita del paese, sancendon e la sua storia di “bene comune”. “ L’ex macello potrebbe offri re spazi per la cultura, per le attività di assistenza pubblica e dare una sed e alle associazioni che non ce l’hanno”, spiegano i cinque promotori dell’iniziativa. Lo spazio in effetti non mancherebbe, con VILLAFRANCA VILLAFRANCA VILLAFRANCA

O Ottobre ttobre 2013 2013

FATTI E PERSONE

739 metri quadrati di superficie coperta e 840 di spazio all’aperto. Chi deciderà di aderire alla Fondazione potrà av anzare ulteriori proposte sulla destinazione dell’ex macello e indicare altri beni significativi del territorio da recup erare.

STORIA STORIA STORIA La struttura dell’ex macello iniziò ad essere costruita a partire dal 1846: in principio doveva essere utilizzata come “ ghiacciaia”, utile per la conservazione delle carni e di altri alimenti deperibili, ma anche come rimedio nel trattamento di alcune gravi malattie come la tubercolosi. Dal 1883 al 1896 venne concessa al Comizio Agrario di Caprino per diventare Latteria Sociale: in seguito, in attuazione di un nuovo regolamento per l’igiene, il Comune dovette individuare un luogo adatto per la macellazione delle carni. L’inaugurazione del macello fu fatta il 14 maggio 1902: la gestione venne affidata al veterin ario Giobatta Dal Bon, che rimase in servizio fino al 1927, mentre per la custodia fu scelto Romualdo Zeni, Il 30 maggio 2008 è stato dichiarato di interesse culturale dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

UNA UNANUOVA NUOVATASSA TASSACHIAMATA CHIAMATA

X X Caro Direttore, i nostri eroi " de Roma " una ne pensano e cento ne fanno. Ora stanno reinventando una nuova imposta sulla casa, prima o seconda che sia. Dopo quasi vent'anni di ICI arriva l'IMU ora non sappiamo ancora l'acronimo che useranno per la nuova, si parlava addirittura di ICS forse per gli amanti dei pareggi calcistici. A detta dei soloni di cui sopra avrebbe dovuto essere una più equa ridistribuzione della ricchezza ma se si pensa solo all'acquisto di un immobile, tra notaio, mutuo, tasse di registro, spese di condominio e varie ed eventuali c'è già poco a priori da stare allegri. Come la vedo la faccenda ? A mio parere, modesto fin che si vuole, mi sembra piuttosto una confisca a rate della proprietà privata. Qualcuno si è investito i risparmi di una vita su una casetta o appartamento al mare o in montagna ? Indegno ! E' un furto che va restituito, a rate d'accordo, allo Stato padrone. Mi vien da ridere poi quando qualche politico fa il raffronto con i paesi d'oltralpe, paesi dove qualcosa funziona più che da noi, dove il lavoro non manca, dove gli stipendi sono decisamente superiori ai nostri. Per farla finita basta anche pensare che qualsiasi soldino sottratto in questo modo alla gente è denaro sottratto a consumi alla faccia della propagandata crescita. E mi fermo per non cadere nel volgare e per non insultare i nostri cari " de Roma ". Umberto Brusco

NUOVE NUOVE TENDENZE TENDENZE ALL‘AEROPORTO ALL‘AEROPORTO CATULLO: CATULLO: 5 MINUTI PER LA SOSTA: ALTRIMENTI DOPO 5 MINUTI PER LA SOSTA: ALTRIMENTI DOPO PAGHI PAGHI

SCARICACI IL PASSEGERO AL... VOLO! ’aereoporto Valerio L Catullo in quel di Villafranca, dicono interna-

zionale o almeno lo vorrebbe far credere. Già arrivarci percorrendo le nostre belle tangenziali, fiori all'occhiello di qualche politico e per metà retaggio di Italia 90, è un’ impresa. Se ci mettiamo poi un temporale improvviso che le trasforma in torrenti e la segnaletica invisibile allegria ! Torniamo al nostro Valerio. Due sbarre in entrata e due in uscita badando bene di non perdere il ticket solo per depositare una persona al volo, roba che per entrare ed uscire ci

dopo aver sbuffato ti apre la fatidica sbarra. Finalmente libero ! Sembra quasi un sequestro di persona! E dopo lo chiamano aereoporto internazionale. Qui bisognerebbe essere Teseo, trovare una Arianna che ti dia il gomitolo di lana per poter segnare la strada percorsa in questo labirinto. Non vorrebbe il filo di Arian- sarebbe gradito. Si bagna essendo Teseo e mancanna, quello del famoso la- così il biglietto, e non so- do l'Arianna si deve attenbirinto. Sarà per far caslo, biglietto che nella suc- dere l'omino in arancione sa ? Dimenticavo l'accessiva macchinetta non e meno male che almeno quazzone ed i caselli che ne vuole sapere di entrare. lui c'è! non hanno protezione, al- Si scende, altra lavata, si meno un ombrellone della va all'ufficio informazioni, Umberto Brusco Coca Cola nei pressi della si riceve un numero di celmacchinetta erogatrice lulare, arriva l'omino che


Ottobre Ottobre 2013 2013 Peschiera d/G

EVENTI E CULTURA BARDOLINO

LIBRI

UN P O LI ZI O T T O D I VE N T A P AD RE

“C’ERA UNA VOLTA UN FAGIOLINO” opo "Fogli di D via", "Un treno di vita", "La casa

delle cose", "Coriandoli", arriva il nuovo libro del poliziotto-scrittore Gianpaolo Trevisi dal titolo "C'era una volta Fagiolino".Il Giampaolo libro è stato presentato nel luglio Trevisi scorso nel giardino della Palazzina storica a Peschiera del Garda. Trevisi già comandante della squadra mobile di Verona e oggi direttore della scuola di polizia di Peschiera del Garda, è un autore affermato con romanzi di notevole valore. Il messaggio che viene dato in quest’ultima sua opera è quello della gioia di un Poliziotto che scopre di diventare pap à. Ecco che inizia così questo libro, un diario lungo 9 mesi, in cui Gianpaolo Trevisi si mette a nudo davanti ai lettori e racconta gli avvenimenti della dolce attesa, le aspettative, le proprie emozioni regal ando spesso, a sua figlia e a chi legge, preziosi insegnamenti, importanti valori che talvolta sembrano dimenticati dalla società in cui viviamo. Un libro semplicemente unico che dà delle sensazioni particolari nel rapporto padre figlia ch e restano impresse nella mente. (M.Ver)

CORRIERE DELLA RIVIERA 13

IL C OM UN E RIC EV E L’A M B IT O RIC ON OSC IM EN T O

PREMIO MORANDO A BARDOLINO

I

Presenti alla seral premio « Arte e cultuta, tra gli altri, il ra del Garda» al Comugiornalista Gigi ne di Bardolino. Il riconoVesentini e Paolo scimento, dedicato alla Arena, president e memoria dell´illustre artidel Sistema Aerosta Lodovico Morando porti del Garda. (1917-1987), è stato con« Avere con ferito segnato nel Galà dell´arte questo riconoscial ristorante Montefelice mento prestigioso di Bardolino, dal figlio qual è il premio Fernando Morando al sin« Arte e cultura daco di Bardolino Ivan De del Garda» dediDa sinistra:il sindaco Ivan de Beni,il Beni, primo nella classifica giornalista Gigi Vesentini e Fernando Morando cato a Lodovico decretata da « Il Sole 24 Morando al Coore» per il «Borgo più felimune di Bardolino compito di promuovere il noce d´Italia» ; Oscar Green naed al suo sindaco» ha affermazionale, promosso dalla Coldi- stro territorio» . Chiamato in… to Arena « rappresenta un giucausa, Fernando Morando ha retti, sezione «Paese Amico» . riconoscimento per la fonevidenziato le motivazioni del sto Premi decretati al municipio damentale opera di valorizzapremio. « Premiare Bardolino lacustre che, lo scorso anno, ha zione del territorio e del suo registrato quasi due milioni di significa av ere dato un preciso tessuto sociale» . presen ze. Alla serata, presenta- riconoscimento a chi ha saputo valorizzare le sue risorse in ta dalla giornalista Claudia La giornalista Claudia Farina Farina, è intervenuto l´artista Italia ed in campo internazio- ha presentato il nuovo catalonale. Maurizio Zanolli con go, dedicato alle opere di Lol’accompagnamento musicale dovico Morando. « La famiglia E’ dello scorso mese un ricodi Alberto Salaorni (AlMorando» ha spiegato Claudia B.Band) e Alessandro Zaupa. noscimento del Presidente Farina « ha voluto rendere visidella Repubblica, quindi della « Sono estremamente onorato bile alcune opere inedite di Coldiretti a Bardolino ed il suo di questo premio» ha sottolineLodovico. Attraverso la sua territorio. La mia passione, ato il sindaco di Bardolino arte legata in parte al neoclas trasmessami da mio padre LoIvan De Beni « il riconoscil’artista ha posto dovico, è sempre stata quella sicismo, mento gratifica la nostra cogrande atten zione all’uso del di lavorare per i cittadini a munità. Fernando Morando?. colore ed alla nitidezza delle E’ un vulcano di idee, sempre partire da quelli bisognosi. linee» . Il ricavato della serata è Così è stato quando fui presiattivo in primis nel sociale per stato devoluto all´Onlus « Amo aiutare i più deboli. Non a caso dente della Confcommercio, Baldo Garda» . così è oggi come presidente presiede la Fondazione Top della Fondazione Top» . del nostro Comune che ha il

OPE OPERE RE LE LETTTE TERA RARIE RIE DDEI EI PO POET ETII PPRE REMIA MIATI TI AL AL XI XIVV PPRE REM MIO IO RI RIVIE VIERA RA LAU LAURENC RENCEE OOLI LIVIE VIERR VI VIVIE VIENN LEI LEIGH GH

GUIDONI IL POETA DELL’AMORE PAOLACCI : L’ALTRO ME

U

na raccolta di poesie di Franco Guidoni un poeta che è sempre capace di stupire. Con una copertina disegnata nientemeno che da Pablo Picasso il poeta veronese edito da Nuove scritture di Milano lascia spazio nelle sue opere liriche certo agli affetti per la famiglia per la propria donna per i figli e persino negli animali domestici. E’ questo il caso di Cagnolina (la prima poesia della raccolta) dell’uomo che vede nel proprio fido compagno un alter ego quasi foss e una compagna di vita. “ In quella “Lara dagli occhi grandi serbatoi di silenzio...” si racchiude l’essere senza voce di quell’ anima a quattro zampe che

fa compagnia sovente all’umana specie. Nell’amore universale invece si volge la voce di Guidoni rivolta a quella Madre Teresa di Calcutta che viene vista come una candela ch e riscalda cas e senza tetto e che risolleva anche occhi chiusi come una voce salvifica ispirata da un essere superiore. Poesia ispirata che ha riconfermato Guidoni ai primi posti del XIV Premio Riviera Laurence Olivier Vivien Leigh. Un successo il suo che è anche condensato in questa raccolta.

I

l poeta Paolo Paolacci recentemente premiato al XIV Premio Riviera Lauren ce Olivier Vivien Leigh dà un saggio in questo libro uscito per i tipi della Robin edizioni, delle sue doti di novelliere. Lo fa in maniera estemporanea present ando una serie di racconti a mo’ di diario scollegati uno dall’altro con dei personaggi che entrano nel racconto come degli attori ma che alla fin e hanno un po’nell’anima lo stesso Paolacci. Nella prima parte a mò di sceneggiatura filmica narra di un incontro tra uomo e donna anche se questo binomio è presente in altri capitoli del libro. Ad un certo punto l’autore fa emergere Paul Smith che scrive un libro e consciamente sembra identificarsi.

Vi sono poi una serie di novelle che vedono protagonista un certo Eleuterio che vive un’intensa storia d’amore narrata nei minimi particolari intimistici. Certo lasciando tutto sul lato sentimentale quasi che questo Eleuterio foss e un novizio d’amore. Nel libro è tutto un candore una purezza nei rapporti quasi da trovarci in un'altra epoca post romantica in cui Paolacci in questo racconto senza fine che è la vita sa far valere oltre i terribili dubbi di Paul Smith,la parte migliore che è “ vivere la vita”.


14 CORRIERE DELLA RIVIERA BARDOLINO

SPETTACOLI

O Ottobre ttobre 2013 2013

I VINCITORI DELLA DICIOTTESIMA EDIZIONE DEL FESTIVAL DEL GARDA

IL FESTIVAL DELLE MERAVIGLIE

I

l quattro sbanca la ruota di Bardolino. La fin ale del Festival del Garda, svolta sabato scorso in un Parco di Villa Carrara Bottagisio gremito di gente, ha regalato emozioni uniche allle bellezze in concorso per la fascia di regina e re del Garda. Ad ottenere lo scettro di più bella del Benaco la ventitreenne Giada Sebastiani di Vicenza, accompagn ata dal Mister Mattia Castello, 25 anni di Bussolengo di professione cartotecnico. Entrambi erano contraddistinti in gara dal numero quattro. Una gioia indescrivibile per gli occhi azzu rri di Giada, alla sua prima iscrizione al concorso di Miss del Garda, premiata sul palco dal locale assessore allo sport Fabio Sala. Una rivincita invece per Mattia Castello, fasciato dal presidente della Bardolino Top Fernando Morando, l’anno scorso giunto secondo alle selezioni di Mister del Garda. Nel corso della serata fasce minori sono state assegnate a Silvia Lavarini, 16 anni di Sant’Anna d’Alfaedo, decretata Miss Bardolino e incoronata dal primo cittadino del centro lacustre Ivan De Beni. Gloria Veronesi, 23 anni di Montichiari, è stata eletta Miss Eleganza Maximilian e Nicole Marziali, 16 anni di Zaniga (Bg), miss Principe di Lazise. A premiarla il diretttore della struttura alberghiera gard esana Marco Casarol a. Tra i “ Mister” piazza d’onore per il paLAGO DI GARDA

tavino Nicola Compagnin, 24 anni di Legnaro (Mister Bardolino), e Paolo Di Rienzo, 26 anni di Brescia. L’essenza del Festival del Garda rimane p erò il co ncors o cano ro p er “ Interpreti” e “ Nuove Proposte”. Nella prima categori a il vincitore della diciottesima edizione del tour gardesano è risultato Federico Perazzani, 22 anni di Bovolone, (“Cambiare” di Alex Baroni) che ha d edicato il tro feo ai genitori. Per lui i complimenti anche del maestro Vince Tempera, direttore musicale del Festival, pronto a sottolineare l’importanza di cantare testi italiani e non correre dietro alle mode di proporre canzoni straniere. Nella s ezione “ Nuove Proposte” la giuria ha scelto il gruppo mantovano Gene X (“ Ancora sorriderai”), un duo composto da Federico Fabbris, di profesione grafico, e Nicolò Leoni, nella vita cuoco. Il premio al miglior testo inedito, dedicato alla memoria del compositore Jan Langosz, è andato a Giovanni Strabelli (“ Alla ricerca dell’essenza”) A condurre la serata Raffaello Tonon coadiuvato dall’irresistibile cabarettista vicentina Giusy Zenere. Da sinistra in alto:mister e miss v incitori;Giovanni Strambelli ; Raffaello Tonon con i Gene X

REPO RTA GE SU L LE BE LLEZ ZE DEL LA GO DI GA R DA E S U L SUO ES SE RE M ISTE RIO SO

LA TELEVISIONE TEDESCA SULLE TRACCE DEL MOSTRO ber monster!La di Stato U tedesca Zd f è stata impegnata verso la metà di agosto

nelle ricerche del fantomatico Bennie, il mostro del Garda tante volte “ avvistato” a pelo d'acqua o sui fondali. Nel gennaio di quest’anno la trasmissione tivu Mistero di Italia 1 aveva dedicato uno speciale al mostro”replicato di recente. Le segnalazioni si erano rarefatte, ma di recente due rag azzi di Moniga Fabio Rebuschi e Matteo Galbassini, hanno fatto un altro avvistamento “ Era l'estate del 2011” hanno raccontato davanti le telecamere della ZdF “ eravamo non lontani dalla riva tra Manerb a e Portese. Siamo risaliti in barca e a due passi dallo scafo abbiamo visto scivolare una grossa ombra, una specie di macchia scura, enorme. Siamo rimasti pietrificati. Un pesce siluro? Troppo grande. Quella cosa era più lunga e grossa della nostra barca, lungo 4 metri e mezzo”. Il tutto verrà raccontato nella trasmissione di Zdf « Terra Xpress» con conduttori Benjamin Lange e Caterina Wolf, che però faranno uno speciale sul lago di Garda in generale. L’annosa storia del mostro nasce nel 1965 quando alcuni pescatori gard esani avvistano nella baia delle Sirene di Garda un pesce enorme. La cosa però finisce lì. Finché nel 2001 Andrea Torresani,Roberto

schiera ha incontrato sul fondo un'anguilla di “dimensioni anormali” (30 o 40 centimetri di diametro). Tre settimane fa, le strane “schiene” viste muoversi a pelo d'acqua da un gruppo di surfisti a Malcesine. Sul programma per la televisione tedesca di ffuso però nel centro GARDA: LA SCULTURA DEL MOSTRO UN POSSIBILE AVVIST AMENTO DA UN europa e an che in Italia CREATA DA FELICE NAALIN FILMATO SU YOU TUBE faranno vedere i filmati del Garda con interviGian freda e Rino Pio Accordini d’Italia 1 Mistero che con la stead Armando Belleli, Angelo promuovono a Verona una con- consulenza di Armando Belleli e Modina e i filmati di Torresani. ferenza sul mostro indicando le interviste di Marco Berry iniperò nell’ essere misterioso il zia ad indagare sullo strano feUn altro appuntamento da non collettore sub lacuale del Gard a. nomeno. Il regista Capone fa perdere anch e perch é pubblicizNel 2004 però sempre lo stesso vedere spettacolari immagini del zerà ulteriormente il Garda. Andrea Torresani e Massimo lago e i meravigliosi fondali (M.V.) Vernia realizzano un filmato sotto l’Isola del Garda.Gli avvidal titolo Cacciatori di mostri, stamenti oggi però proseguono. ponendosi alla ricerca, Due settimane fa un sub di Pedell’essere misterioso. Filmato che dopo la C ORRIE RE DE L L A RIVIE RA presentazione a Gard a Periodic o gratuito d el lago di Garda e della provinc ia di Ver ona Fond ato e in altre località vernel 1999-Anno 15– N.5 Ottobre 2013 SEDE: Garda via Pucc ini 1 - Fax rà trasmesso sulla 045-7255717 — Direttore Responsabile:Andrea Torr esani - Conc ept c over, televisione satellitare ideazione grafic a e rea lizzazione grafica: A.Torres ani – Punto Sat. Da lì TorEditrice: Associazione cultur ale Corriere della Riviera – Si ringrazia: resani realizzerà altri Annamaria Riolfi —Stampa:TIPOGRAFIA SAGITTARIO Franchi Paolo snc filmati finch é nel di Franchi Giuseppe & C. via Malignani 7 2012, il Deep Explo30020 Bibione (Venezia) Aut Trib.C.P .di Verona n.1381 del 04/11/1999. I collaboratori si assumono la piena responsabilità per i loro scritti. Il rers, di Angelo Modimateriale inviato non sarà rest ituito. Tutte le pr estazioni a questo periodico na individua qualcosa sotto qualunque for ma a qua lsiasi livello s ono da considerars i di strano nei fondali (salvo particolari accordi scritti con l’editore ) ,gratuit e. del Garda.Interviene così la trasmissione


Ottobre Ottobre 2013 2013 MILANO

CORRIERE DELLA RIVIERA 15

ARTE

IN USC ITA IL C A TA LOGO C ON LE OPERE DI PITTURA DI GITA LE DI TORRESA NI

MONDADORI: UN CATALOGO CON LE COVERS DEL CORRIERE DELLA RIVIERA

L

dell’istinto poetico nasce un’immagine figurata, nella mente dell’autore appare illuminante rappresentare in un libro, storie descritte con immagini cariche di suggestioni. In “ Historia d’amor et guerra” per es empio è un titolo che tracci a un percorso giornalistico racCon questo libro si è realizzat a chiuso dalle vicenuna raccolta essenzial e delle de umane legate opere dell’autore e Art director all’amore e alla del Corriere della Riviera, con guerra. le copertine che co rred avano i Due antinomie che singoli articoli. Copertine realiz- si rappresentano tutti i giorni zate dallo stesso Torresani che nell’incessante catena uman a con fluiscono in realizzazionisu- del susseguirsi degli eventi. su tela, carta e canvas.Vi sono Bastano alcuni titoli per capire il anche altre opere realizzate per contesto in cui si muove libri,cd e per esposizioni. Un l’autore gardesano: Ricercati insieme di lavori che caratteriz- (Per non aver commesso il fatza la sua VideopoEtika come to), Casino Real, Al di là della l’ha definita l’autore stesso. follia, Nemesi, La Tratta delle Cioè immagini rappresentat e in Bianche, il Giocondo (Monna arte digitale che accompagnat e Liso), Interceptor (La Legg e è da titoli generano un perco rso uguale per chi ha i soldi), Giopoetico eticamente sensibile alla ventù Ribelle e Geneex . Dalla fugg ente realtà. pro fonda critica di Paolo Levi Così come dall’impulso dell’editoriale Giorgio Mondae copertine del Corriere della Riviera sul catalogo dell’editoriale Giorgio Mondadori. Una collana prestigiosa che vedrà inseritoil nome di Andrea Torresani art director e grafico del Corriere della Riviera. Una monografia, con prefazione di Felice Naalin, contenente più di sessanta opere per un volume di 140 pagine che raccoglie buona parte dell’opera d’arte digitale torresaniana.

GARDA

dori “ La creatività poliedrica, carica d’inesauribile tensione vitale, ha caratteristica di rottura esplosiva nei riguardi dei valori culturali ed estetici. Affas cinante, inquietante e delicato nello stesso tempo, questo artista si manifesta con immagini e parole di focosa espressività figurativa”. Nell’illuminante prefazione di Felice naalin: “ La critica contemporanea ci ha insegnato che p er capire il gesto creativo degli artisti è indispen-

UN ARTISTA CON UNA PITTURA CHE SORPRENDE

I MAGICI FIORI DI ALDO DANIELI ardes ano ma trasferitosi per lavoro G per un periodo a Milano, ritornato nel suo paese d’origine, Danieli prosegu e

con ottimi risultati la strada della pittura. Lo ha fatto anche di recente con una mostra antologica a San Zeno di Montagna, ma grazi e an che alla su a continua attività di ricerca nell’impressione del colore. Se oggi nelle accad emie insegnano che l’arte nasce dall’idea, l’arte di Danieli nasce dalla capacità di ideare nuove form e di composizione facendo risaltare gli elementi decorativi della casa quali sono i fiori. Nelle sue tele dai colori certo forti riemerg e quel tono pittorico di un certo neoclassicismo del 900’ in cui la composizione doveva essere un qual cosa di profond amente reale. E in effetti emergono fiori sgargianti con quel sapiente tocco del p ennello che sa di antico e che pone bene in evidenza le pro fondità attraverso delicati colori che emergono, sapientemente levigati dallo sfondo d’intenso e bicromatico di un verde dipinto.

elevato valore ch e va scolpire nella mente Quasi se il tutto fosse stato realizzato at- di chi guarda il quadro in un afflato senza travers ando magicamente la tela e impre- tempo. gnando il tessuto di uno smerigliato colore. Andrea Torresani Il ciò dà al tutto una gradazione tonale di

sabile un viatico interpretativo. Io qui vi chiedo, invece, di dimenticare tutto quello che vi ho raccontato e di lasciarvi andare al libero arbitrio. Guardat e le opere di Torresani e lasciatevi condizionare solo dal v o st ro gi ud i zio. S catu rirà un’autentica emozione che in fondo è il fine dell’arte”.

FERRARA di M/B

APPUNTAMENTI

UN ORTO BOTANICO PER GLI ARTISTI na sera a U cena tra artisti e sapori

del baldo. All’orto botanico di Novezza si sono svolti tra sabato 13 e domenica 14 luglio una serie d’incontri che hanno posto in primo piano l’arte scultorea accomp agnandola infin e alla cucina tipica della montagna. L’erborista Lorenzo Roccabruna esperto di piante alimentari ha descritto le piante commestibili del Baldo. Sullo sfondo l’artista Giovanna De Boni pittrice esperta di colori ha illustrato i fiori baldensi con pigmenti naturali estratti da piante tintorie e da terre colorate veron esi. Anche per Bruno Gaspari attento conoscitore del Baldo c’è stato uno spazio dedicato a rami e radici contorti delle specie baldensi abbellite da supporti in ferro battuto. Lo scultore Gianfran co Loro invece ha proposto formelle in basso rilievo con temi floristici mostrando l’abilità nell’uso dei legni. Infine il dottor Daniele Zanini referente scienti fico dell’orto di Novezza ha rel azionato su concetti di biologia vegetale in modo da fondere assieme i saperi dell’arte e della cultura scientifica. (M.Vernia)


16

CORRIERE DELLA RIVIERA

Ottobre Ottobre 2013 2013 IDROPULITRICI IDROPULITRICI ,IDROSABBIATRICI ,IDROSABBIATRICI MACCHINE MACCHINE PER PER LA LAPULIZIA PULIZIA

www.albatros.it Caprino V.se Tel. 0457241488 cell 3471048183

RISTORANTE RISTORANTE RISTORANTE

CASANOVA CASANOVA

BARDOLINO BARDOLINO BARDOLINO (VR) (VR)

Borgo Borgo Cav our 41 Borgo Cav Cavour our 41 41 Bardolino Bardolino Bardolino Tel.0456210603 Tel.0456210603

Sul lungolago A BARDOLINO Tel 0457210047

Corriere della riviera ottobre 2013  

Il Corriere della Riviera di ottobre 2013

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you