Issuu on Google+

Corriere della Riviera Periodico gratuito d’informazione del lago di Garda e della provincia di Verona Fondato nel 1999 • E- mail:corrieredellariviera@libero.it

Anno 15 • Numero 6 Dicembre 2013

Ven, Ven, Sab, Dom Ven,Sab, Sab,Dom Dom

www.corrie redellarivie ra.it

DOPO UN VENTENNIO DI ALTALENANTE PRESENZA DEL TYCOON DI ARCORE IL GOVERNO CAMBIA RITMO ANCHE GRAZIE A NUOVE LEGGI E AD UNA NUOVA LEGGE (servizio a pagina 3)

C C alz at ur e,c mi ci e... Calz alzat atur ure,c e,caaami mici cie... e... … … ac es so ri fi rm at … &&& ac acccces esso sori ri fi firm rmat atiii

Pizza Pizza non non stop stop

DECA

Via Cesare Battisti, 2

Tel 045 7211668

Tel /fax 0456575088-0457211900

Via Oliveti,7 Tel 0456296059 cell.339 3666698

370 10 Albisa no d i Torr i d el Ben aco www,ristoranteitaly.com info@ristoranteitaly.com

BARDOLINO(VR)

GARDA BARDOLINO

Targa Bandello a Renato Ischia

IL SINDACO :::

“QUESTO “QUESTOMEGALBERGO MEGALBERGO S’HA S’HA DA DAFARE FARE “

Premiazione al

Ristorante Ristorante 883 883 11 dicembre 2013 A Pag 14

DANCE

CRITICHE L’ OP P OSIZION E, AL BER GA TOR I E CONF COMMER CIO A pag 2

Alessio H air Fas hion di Allegrini Alessio

Frantoio Frantoio eevvendita endita olio olio

LOC LOC CERED CEREDELLO ELLO CAPRINO (V.se) CAPRINO (V.se) TTelel0456230616 0456230616

GREEN GREEN SPARK SPARK VIVI ININVITA VITA AA VENIRE VENIRE NEL NEL NOSTRO NOSTRO SHOW SHOW ROOM ROOM PER PER PROVARE,SENZAI PROVARE,SENZAI MPEGNO, MPEGNO, LA LA BICI BICICCLETTA LETTA ELETTRICA ELETTRICA Via Via San Giuseppe Artigiano Via San San Giuseppe GiuseppeArtigiano Artigiano 444 37010 37010 Costermano (Vr) tel. 0456201192 37010 Costermano Costermano (Vr) (Vr) tel. tel. 0456201192 0456201192

info@greenspark.it info@greenspark.it http://www.greenspark.it/ info@greenspark.ithttp://www.greenspark.it/ http://www.greenspark.it/

B o rg o C a vo u r, 2 8 3 7 0 1 1 B a rd oli n o (V r) Tel 0456212670


2

CORRIERE DELLA RIVIERA

CISANO di BARDOLINO

Dicembre Dicembre 2013 2013

ATTUALITA’

DOPO RIUNIONI E CONTESTAZIONI IL SINDACO ANTICIPA UNA DECISIONE STORICA

“QUESTO MEGALBERGO S’HA DA FARE” n'altra colata in arrivo. MaU gari se venisse dal naso! Ci sarebb ero meno problemi. Ma

invece viene dalle betoniere! E sarà pure di non poco conto visto che andrà oggi ad incidere pesantemente su di un’area incantevole, salvatasi chissà come dalle orride speculazioni del dopo guerra. Come un vulcano che erutta il Garda, in questi anni è stato tras formato in un enorme cratere dove ficcarci mattoni il più possibile. Invece di cercare di preservare il territorio,come fonte di ricchezza e di richiamo per i turisti, si è messo mano a picconi e badili per sventrare le colline moreniche. Si badi bene che non si sta parlando in termini globali di una regolare edi ficazione residen ziale che è necess aria per ogni zona turistica. Ma di una sconsiderata iperattività cementi ficato ria che per le sue conseguenze ha posto in crisi oltre che il panorama lacustre, anche la balneabilità del lago con la nascita di nuovi mostri. Tutto ciò a scapito della vivibilità che ha trasformato l’ambiente circostante in un incessante cantiere a cielo aperto che ha lasciato spazio alle gru più che agli alberi.A fronte di ciò, certi comuni hanno paventato, alla luce di vantaggi non solo turistici, la realizzazion e

sosta pubblica. Inoltre provvederanno a riordinare l’area cimiteriale di 2.636 metri quadrati con la costruzione di un parcheggio per 45-50 posti auto. Si sono inoltre impegnati a realizzare a fi anco della Gardes ana, per 2.225 metri quadrati, un percorso ciclo L’area oggi verde che diventerà c ampo di scavo -pedonale e a cedere per esempio di rotonde parcheg- gratuitamente a Ven eto Strade gi ecc. Mentre di altri vantaggi un’area di circa 250 metri quapiù o meno privati se ne è parla- drati all’incrocio tra le vie Praleto poi meno. Non scevro e di- si e Peschiera, dove potrà essere stante da queste logiche, il Co- realizzata una rotatori a. In quemune di Bardolino ha dato il sto caso però il “do ut des” cioè suo il dare per “placet” avere è solo DELUSI A LBERGA TO RI E per realizteorico. Perzazion e la CO NFCO MM ERC IO C HE A VEVA NO ché i parcheg nuova me- C HIESTO NEL PAT IL BLOCCO DI gi andranno a ga struttura vantaggio NUO VE STRU TTU RE all’ingresso soprattutto del A LBERGHIERE IN PA ESE di Cisano vicino nascenche darà la possibilità alla fami- te megalbergo.E il campeggio glia Delaini di realizzare un avrà la possibilità di dotarsi di albergo di 26mila metri cubi, nuove case mobili aumentando dotato di 100 stanze e studiato a gl’incassi.La famiglia Delaini misura di bambino e anche d’ dovrà versare nelle cass e comuuomo.A fronte di ciò ecco il nali poi ben 800mila euro; som“do ut des” pubblico:i proprie- me queste che, non si capisce tari amplieranno anch e il parbene se costituiscano gli oneri cheggio San Vito, che ospiterà di urbanizzazione primaria ch e ben 130 posti auto con aree ver- spettano per legge al costruttore. di da cedere al Comune per la Quindi se così fosse non sarebbe

certo una donazion e. Calcolando un costo al metro cubo di 400 euro, i calcoli per tale immane progetto sono presto fatti: il costo finito dovrebbe aggirarsi a dieci milioni 400 mila euro. Calcolando poi in un 10% il costo della progettazione il costo totale dell’opera ammonterebbe a circa dodici milioni di euro. Denaro ch e certo in tempi di crisi farà gola a costruttori e quant’altro, ma che certo, visto l’importanza del finanziamento, sarà pure coperto con l’appoggio bancario. Ma se al comune della provenienza del denaro fo rse nulla importa, dall’altra stride che l’amministrazione De Beni insediatasi con lo scopo della difesa del territorio contro le megacostruzioni, oggi sembra aver ribaltato questo concetto. Ed essendo in un’epoca di rivoluzioni si spera che l’amministrazione, avendo già avuto il merito di portare al primo posto il comune in Italia, non rovesci pure questo traguardo, lasciando gli “ Amici del territorio”allibiti a guardare...le vecchi e cartoline di Cisano e le nascenti gru. Andrea Torresani

INTE RV ENTI C RI TIC I DEL LE M INO RA NZE SU L P RO GET TO SU U N TE R RITO RIO SU L L’O RLO DEL C O LLA SSO PIERA GIOVA NNI POZZA NI PIERA NGELO ZORZI PIETRO MESCHI PIERANGELO NGELO ZORZI ZORZI

“UNO SCANDALO : ACCORDO TRA PUBBLICO E PRIVATO ILLEGITTIMO”

“CHE IL PRIVATO CEDA GRATIS LE AREE AL COMUNE “

UN ’ O S S E RVAZ I O N E I N O L T RA T A A LL A P RO VI N CI A E’ ora di finirla” sbotta Pierangelo rima del voto del Zorzi. “ Qui ci prendono per fessi, consiglio comuma non lo siamo”. Zorzi ha in mano le nale Giovanni Pozcarte del Pat e dell’accordo pubblico zani sempre di La privato e le muove come castagne bolForza del Fare, dopo lenti. Anche perché in quell’accordo pubblico- privato che il comune ha aver ribadito “ siamo stipulato con la famiglia Delaini vede tutti favorevoli ad un alcune cose ch e non quadrano. “ Il copiano di sviluppo mune spiega Zorzi” ha fatto un accorper Cisano”, ha prodo che non trova nessun riscontro oggi. Innanzitutto non posto a nome dei colleghi di opposizione si capisce perch é una proposta da parte di un privato debba un emendamento chiedendo due integra- essere accolta così in fretta e fu ria. Poi c è un fatto strano. zioni alla delibera, “ mirate a mettere un Il sindaco ha annunciato alla stampa il megalbergo il 24 bel fiocco su questo accordo che avrà ottobre, mentre la proposta dei Delaini è stata depositata il 28 dello stesso mese. Cioè quattro giorni dopo. Il sindaco ricadute positive per frazione di Cisano”: la cessione gratuita al Comune del- ne sapeva già i contenuti? E perché ha anticipato il naturadecorso istituzionale, anticipando platealmente l’affaire? la zona destinata ad Erp per farl a diven- le Pat si parla poi che sull’area verranno edi ficati 28500 tare zona ad edilizia popolare; la cessio- Nel metri quadri di ricettivo e 20000 mila metri quadri di ludine del cosiddetto Lido di Cisano da uti- co sportivo. Nell’accordo con il privato invece si parla lizzare per mani festazioni istituzionali 44000 mila quadri di ricettivo. Da che parte vengono fuo ri ed eventi a favore della comunità bardo - questi posti per inserire nuove case mobili? Magari, con le linese. nuove mobil home, il costruttore si pagherà il nuovo megalbergo. Ma l’accordo risulta per di più illegittimo perché Il “ fiocco” em endamento è stato però secondo legge doveva semmai essere fatto dopo il Piano respinto dalla maggioranza ch e ha poi degli interventi che non è ancora in essere. Al di là di quevotato l'accordo con il parere contrario sto fatto” spiega Zorzi “ ho fatto un’osservazione alla prodelle opposizioni. vincia per far rispettare la previsione del Pat e chiedere l’annullamento del tutto. BOCCIATO PERO’ LEMENDAMENTO

P

“TROPPO FRETTA DI TROVARE L’ACCORDO” IL COMUNE S ’IN TASCA 200000 €

P

ietro Meschi di Forza del Fare si è detto convinto come Zorzi dell'incongruità del progetto rispetto al Pat e ha parlato di “ fretta nell'arrivare all'approv azione di un accordo di cui si parla da tempo. Forse per mettere a bilancio i 200 mila euro che il privato verserà fra una settimana”. Al comune per precisare. Ha quindi espresso dubbi sulla possibilità che il privato realizzi e ceda le opere pubbliche nei tempi indicati; sulla valenza progettuale delle schede ch e accomp agnano il progetto, ma che mancherebb ero di indicazioni precise sulle tipologie di interventi; infinei della necessità di garantire la viabilità che risulterà modificata.


Dicembre Dicembre 2013 2013

ATTUALITA’

CORRIERE DELLA RIVIERA

3

UNA C ONGIUNZIONE DI EVENTI HA PORTA TO IL “CA PO” DI ARCORE VERSO UN’EC LISSE GLOBA LE

DECADENZA : IL CROLLODELL’ IMPUNITA’ E

d ora tutti ballano per spartirsi il bottino. Certo i leoni stanno già facendo festa. Perché far decadere un mago della finanza creativa com e Silvio Berlusconi non era del tutto semplice. Anche perché siamo memori di indulti vari passati con il vaglio del Pd, di Scilipotizzazioni dell’ultima ora e di campagn e stampa lancia fango per chi non si allineava con il boss supremo. Ma l’atto risolutivo che ha avuto più clamore ai giorni nostri, più della stessa condanna del tribunale, è stato il voto di decadenza votato dal senato il 27 novembre scorso che ha posto il leader del Pdl fuori dalle Camere. Un atto conseguenza della legge Severino (votata recentement e anche dal pdl) che impone ai parlamentari che, in caso di una condanna superiore ai due anni di carcere, non possono occupare un ruolo da parlamentare. Una legge certo accorta che ha avuto tra le sue prime vittime Silvio Berlusconi Insomma se a giugno si foss e ipotizzato cosa sarebb e successo oggi pochi lo avrebbero previsto. Anche perch é si è verificato il raro evento di una fattispecie di eclisse in cui doveva esserci un allineamento tra tre cause susseguenti. Ovvero la condanna per frode fiscale in Cassazione,la con ferma della decadenza da parte della giunta delle immunità e la seguente con ferma del Senato. La prima era la più ostica. Perché la Cassazione doveva pro nunciarsi entro il luglio 2013 altrimenti scattavano i termini della prescri zione. E riuscita nell’intento però comminando pure una condann a al cavalier errante superiore ai quattro anni di carcere e con interdizione ai pubblici uffici di 5 anni per frode fiscal e(poi rimodulati questi ultimi). Come un ciclone tale sentenza scatenav a il panico non solo nel condannato ma anche in tutto l’entourage berlusconiano che si muoveva tanto per cambiare, con azioni mediatiche tese a screditare l’operato dei magistrati. Partiva in tal contestoe come una fucilata una telefon ata da un giornalista del Mattino al giudice Esposito della Corte di Cassazione che veniva riportata sul quotidiano partenopeo. In realtà l’incauto magi-

strato non diceva nulla di penalmente rilevante ma solamente dava delle spiegazioni sulla sentenza. Da lì i media berlusconiani pompavano a più non posso il caso facendo passare il giudice quasi fosse prevenuto. Mentre il

magistrato denunciava per di ffamazion e i giornali berlusconiani, interveniva pure il Consiglio superiore della magistratura che poneva il giudice sotto azione disciplinare. Non pago di ciò il trasfo rmista di Arcore tornav a nuovamente in trasmissione con i suoi famigerati video messaggi e narrav a a suo dire dell’accanimento che i magistrati avevano nei suoi confronti. Un accanimento che è stato lo slogan della sua campagna elettorale per vent’anni e che ha richiamato alla sua corte chi voleva la libertà di fare quello che vuole senza tribunali che potessero giudicarli. E c’era quasi riuscito, il personaggio a restare a piede libero; quando a 76 anni suonati gli è piombata sul groppone la condanna. Buon per lui che grazie all’indulto emanato dall’ex ministro alla giustizia(!) il democratico Mastella e a decreti vari l’anno residuo di pena lo farà ai servizi sociali. Ma quello che più lo preoccupava all’orizzonte, era la legge sulla decad enza che

da senatore ch e gli avrebbe tolto l’immunità parlamentare esponendolo a ulteriori rischi. Così la lotta dei media e della campagn a di comunicazione dei lacch é di Arcore si spostava, tramite la gigantesca macchina

mediateca, a sostenere l’assurda tesi che si voleva far fuori politicamente Berlusconi. Assurda per i motivi già esposti, ma anche perché il Silvius era stato già battuto alle elezioni del febbraio 2013 e navigava per di più, con il suo gruppo nelle file della maggioranza. Quindi strideva il solito concetto di perseguitato che Berlusconi si è cucito adosso in questi anni per sostenere tutte le azioni giudiziarei che ha richiamato su di se. Si arrivava così al secondo allineamento “ astrale”: al voto della giunta dell’immunità che, con un tira e molla infinito, infine decideva per la decad enza del Berlusca. Apriti cielo. I pidiellini chiedevano l’invalidità della riunione per degli sms usciti dall’aula a violare il voto di segretezza. Sbarrato tale passo dal presidente della Camera Grasso, si arrivav a da parte di parte del Pdl alla richiesta della sfidu cia del Governo. Il primo ministro Letta in modo

esemplare non mollava e portava alla spaccatura il pidiellini: oramai distinti in due gruppi contrapposti:Al faniani e fed elissimi dell’ex premier. E qui siamo prossimi al terzo allineamento. Ovvero il voto (palese) in aula del 27 novembre che mettev a fuo ri dagli scranni il “dittatore”del centro destra facendogli chiudere miseramente un ventennio di piroette. Fuori dall’aula ad aspettarlo non c’era la polizia però. Ma i suoi fedelissimi inneggianti (mancava solo Ruby) con i quali cantav a l’inno nazionale e poi si lasciava andare oramai cotto come una seppia. E così tra proclami di resistenza il Silvio non più profeta, non apriva più neppure l’ultima porta porta di Vespa e se ne tornava ad Arco re a meditare sulle sue prigioni. Non si sa se la stanza del Bunga Bunga sia stata attiva quella sera. Ma le macerie ch e l’ex caimano ha lasciato alle spalle saranno non facili da ricostruire. Lui però spera nel ricorso fatto alla Corte europea per i diritti umani di Strasburgo e nella riapertura del suo processo per frode in base a nuove testimonianze. Forse l’ennesimo boomerang della sua umana vicenda che però politicamente e sempre più relegata ad un ruolo secondario Questo dopo un accanimento senza preced enti contro la magistratura ella storia repubblicana,dopo legittimi impedimenti e prescri zioni brevi e indulti vari, leggi scarcera delinquenti, oggi lo stato italiano sembra aver riconquistato quel po’ di dignità che avev a perso. Ora si puoò fare considerazio ne. Silvio Berlusconi potrà dedicarsi con più tranquillità a ciò che era più vocato: ai suoi affari,alle olgettine,al ricordo del boss mafioso Mangano e a fare sogni di gloria che ha già paventato nei suoi dormiveglia in Parlamento. Inoltre avrà l’affido ai servizi sociali … Signori cosa volete di più per uno che ha anche visto il lettone di Putin! Andrea Torresani


4

CORRIERE DELLA RIVIERA

PESCHIERA d/G

ATTUALITA’

Dicembre Dicembre 2013 2013

LINEA DU RA DELL’EX CONS IGL IERE D I MAG G IORA NZA CHE LA NC IA UNA MO DA

GAIULLI FASHION CONTEST

“ME VEDETO PREO CUPA’? “ U

na nuova tendenza di moda. con due interventi calcio eletti ci hanno capito qualcosa, MAGLIETTA MAGLIETTAAL AL La denuncia pubblica su uno a base d'asta di “Manuel sulle dimissioni del consigliere maglietta in consiglio comunale. 615mila euro e l'alCerini” di maggioranza Marco Frezza, il FULMICOTONE FULMICOTONE Questa nuova linea l’ha lanciata tro per 1 milione e chiedendo sindaco ha dato però il suo chiaIN IN CONSIGLIO CONSIGLIO la vulcanica ex vice sindaco del 260mila euro sono se c’è stata ro ringraziam ento : “ per quanto paese Mari a Orietta Gaiulli che stati invitati al masgara su fatto per me, per Peschiera e per COMUNALE PER COMUNALE PER la nell’ultimo consiglio comunale simo 6 ditte. “ Io un’opera il consiglio comunale” .Anche il GLI ha attaccato pesantemente rispondo ma non GLI APPALTI APPALTI DEL DEL la cui spe- capogruppo della Leg a Nord l’amministrazione comunale e in sono un consigliesa comDaniele Reversi lo ha ringraziato COMUNE COMUNE particolar modo il sindaco. Moti- re” ha replicato il plessiva ha per essere stato “ nonostante vo del contendere, dopo la sfidu- segretario comunale superato i qualche battibecco un ottimo cia comminata dal sindaco alla Venturi “ stiamo parlando di un 400 mila euro di cui 329mila interlocutore”. Insomma dopo il consigliera nel luglio scorso, regolamento e della sua approva- messi dal Comune. “ In questa sommo saluto da ambo le parti al sono una serie di appalti finiti zione. Queste domande si riferi - sede stiamo solo ratificando la fuo riuscito ad altri incarichi, lo si nel mirino dell’occhio vigile scono ad un appalto precedent e”. delibera di Giunta” ha detto il è surrogato con la new entry dell’ avvocato politico. Il consisegretario. Se vuole discutere del Mirko Bertoletti. gliere di mino“Sono un con- progetto deve fare ranza s'è presenuna interrogazio sigliere» , ha L'assemblea comutata infatti in ne”. E l’ex vice incalzato nale si è aperta con aula con una sindaco: “ Mi basta Gaiulli, « e il minuto di silenzio maglietta recant e sapere se la gara è visto che il in ricordo di Laura la scritta: “ Me stata fatta o meno, regolamento Prati, sindaco di vedeto preocup á” in approvazio- basta un sì o un Cardano al Campo e dopo tale esibino”. A cui il sindane preved e (Varese), ferita a zione ha incalzanorme ancora co Chincarini ha colpi d'arma da fuoto il sindaco più stringenti risposto: “ Ne parco lo scorso 2 luglio “sulle modalità rispetto a pri- liamo un'altra volta, e deceduta lunedì 22 con cui sono stati Maria Orietta Gaiulli Umberto Chincarini luglio. “ Un avvenima, trovo giu- siamo fermi alla aggiudicati alcuni sto chiedere in dichiarazione dei mento inconcepibiappalti” . In effetti tali domande questa sede quanto è accaduto ad voti. Ritorni con la memoria a le”, lo ha definito Chincarini potevano destare preoccupazion e esempio per il cimitero e se è dieci anni fa”. Per tutta risposta invitando consiglieri e pubblico ma il primo cittadino l'ha invita- vero che per circa due milioni di la consigliera rispose: “ Non ho all'omaggio alla collega. ta ad attenersi a procedu re e mo- lavori sono state invitate il nubisogno, abbiamo capito”, ha dalità di svolgimento dello stesso mero di ditte richieste dalle nor- concluso Gaiulli. Quello che ha consiglio comunale. E in effetti mative vigenti”. “ Io posso solo capito non si sa. Ma questo lin- Al termine di questo consiglio da la Gaiulli non si è lasciata intimi- dire che mi risulta che il lavoro guaggio criptico tra ex compa- cerimoniale di stato con momenti alquanto toccanti, si è passati dire e ha snocciolato contestazio- sia stato suddiviso in due lotti e gni di maggioranza è alquanto ni in merito alla nuova procedura affidato suddividendo l'appalto inquietante. Tra i due contenden- all'esame dei punti all'ordine del di assegnazione degli appalti del secondo un'interpretazione della ti a metterci il dito è intervenuto giorno con l'approvazione del nuovo regolamento da votare anche Amicabile ch e ha criticato nuovo regolamento per l'affidanorma sulla quale c'è agli atti mento dei contratti di appalto e nella seduta, addirittura più re- anche un parere legal e”, ha ri“la decisione di indirizzare così per la vendita dei beni immobili. strittivo rispetto ai parametri tante risorse per un campo da sposto Venturi. Al quale Gaiulli della normativa vigente. Infatti calcio. Non me ne vogliano gli ha nuovamente replicato sottoliindividua nel numero di almeno neando che l'opportunità della sportivi ma si poteva aumentare In un consiglio comunale fo rse 3 le ditte che devono partecipare richiesta era avvalorata anch e dal il capitolo del sociale”. ancora scosso da quanto udito agli appalti per lavori fino a con il silenzio assenso degli asfatto “ che la pena, in caso venga50mila euro, almeno sette quelli no riscontrate delle anomalie, è Al “ socialista” Amicabile ha sessori e consiglieri della magper gli appalti da 50 a 300mila la nullità dei contratti”. Gaiulli ribattuto il sindaco: “ La somma gioranza, si è votato il punto euro e almeno 15 quelli per gli all’ordine del giorno. ha poi ripreso a far tuonare i deriva da un acco rdo pubblico appalti oltre i 300mila euro. Beh suoi cannoni. Ha chiesto infatti privato che obbliga ad investire fin qui nulla da eccepire . Ma poi lumi sulla gara di appalto il denaro per spese in conto capi- Astenuti Barbara Vacchiano, secondo la Gaiulli la ristruttura- per i lavori di rifacimento del tale dunque, opere pubbliche” Daniele Reversi e Bruno Dalla zione del cimitero del Frassino manto del Pellegrina. campo da E contraria evidentemente la Insomma se sul pallone pochi BUONE FESTE! Gaiulli che però ha sfoggiato la sua elegante maglietta “ Me vedeto preoccupa?”. Forse adesso si… Andrea Torresani

AUGURA AUGURA BUONE TESTE A TUTTI! AUGURABUONE BUONE TESTE TESTE A ATUTTI! TUTTI! AUGURA TE AUGURA BUONE FES AUGURA TE AUGURABUONE BUONEFES FES TE!!! BUONE AUGURA BUONE FESTE FESTE !!


Dicembre Dicembre 2013 2013 GARDA

ATTUALITA’

CORRIERE DELLA RIVIERA

5

IL F U T U RO DE LLA S T RU T TU RA RESTA I NC ER TO M ENT RE IL C O M U N E C E RC A NU O VE ST RA DE

GARDACQUA: FALLE NON FACILI DA RIPARARE n fallimento pieno di U falle. La situazione dell’impianto delle pisci-

tualmente quando, e ribadire che, nell'ipotesi ne di Gardacqu a rimane essa esista, si precario. Nonostante la faccia carico di palestra Mb Sport sia assumere tutti aperta, piscine sauna e questi dipendenti centro beness ere restano che hanno semchiuse. I sindacati intan- pre lavorato con to sono all’opera per impegno e recercare di trovare solusponsabilità”. zioni con la curatrice Ma al di là di tali fallimentare di Bolzano ipotesi la situaper cercare di carpire zione è alquanto elementi che permettano complessa effetdi vedere se ci sono le tivamente. Anpossibilità di riapertura che perché Acdel centro. qua park srl è la “Sarò nello studio gestrice dell'avvocato Eleonora dell’immobile e Maines, del Tribunale di il comune di Bolzano” dice Floriano Garda è il proZanoni di filcams Cgil, prietario per valutando la strada Chi subentrerà da seguire nel procedidovrà accollarsi Quattro strutture probl ematiche di Garda(in senso mento fallimentare rioneri e debiti . orario dall’alto):il teatrino s ul lungolago;il vecchi o guardante la struttura, Nel frattempo il asilo;il parcheggio di Via Preite;Gardacqua. che era stata aperta nel comune sta re2008 dalla società Garda digendo un nuoDall’altra fa Aqua Park srl, il cui falli- vo bando per attrarre su tre che dovevano esse- pensare come sono stati mento è stato dichiarato nuove ditte che possano re elargiti a Gardacqua, gestiti gli appalti pubblidal Tribunale di Bolzano accollarsi la gestione verranno restituiti alle ci da altre amministrail 21 ottobre”. della struttura. Una strada banche, dall’altra può zioni, nell’ultimo venten“Chiederemo alla curatri- in salita visto che poche aprirsi un’altra strada. nio. Si parla del parchegce come intenda procesocietà avranno la capaci - Cioè che il comune si gio sotterraneo di via dere per recup erare le tà di accollarsi delle pas- decida ad optare per una Carmelo Preite costato competenze maturate dai sività per un bene immo- variante ch e tras formi milioni di euro e cui poi dipendenti. Adesso che bile di cui entreranno in l’area in alberghiera per la ditta gestrice subì un sono a casa “ ricorda, possesso per un periodo poi cedere tramite pubbli- fallimento. “dovrebbero essere paga- a tempo determinato . ca vendita l’immobile. Dall’altra la ciambella ti poiché non sono stati In realtà il comune di La struttura gestirebbe teatro dei giardini pubancora ufficialmente liGarda si troverà di front e così le piscine che ripren- blici oggi pressoché inucenzi ati. Licenziamenti a milioni di euro spesi derebb ero la loro funzio- tilizzata la cui unica funche noi vogliamo evitare. per una struttura che nalità. zione nel sottosuolo è Dovremo inoltre sapere rischia di rimanere inerte. Si è nel campo delle ipo- quella di bagno pubblico. se qualche altra società Ma se dall’altra Davide tesi perché tutto sarà da O il vecchio asilo ristrutsubentrerà alla gestione Bendinelli afferma ch e decidere in sede di consi- turato anni fa con midel complesso, ed evencirca due milioni di euro glio comunale. gliaia di euro e oggi inu-

tilizzato con i lavori di restauro posti in essere che dovranno essere nuovamente essere ri fatti per un eventuale utilizzo della struttura. In quest’ultimo caso però vi è anche un evidente corresponsabilità della Regione Veneto che dopo aver rest aurato la struttura l’ha lasciata inutilizzata. Insomma situazioni antiche oggi si riverberano sulle tasche dei cittadini con una nuova patata bollente tra le mani certo di non facile soluzione. (A.Tor)

M E N T R E I L S I N D A C O E ’ I N M A LE S I A L’ O P P O S I Z I O N E N E C H I E D E LE D I MI S S I O N I , M A I L CO N S I G LI E R E B E N D I N E L LI R E P L I CA

“ DIMETTITI TU” “NO DIMETTETEVI VOI”

i questi tempi vanno di moda le dimisD sioni di massa. Ovvero allorquando qualche inconveniente accade nel gestire la

cosa pubblica scatta all’improvviso l’urlo: dimissioni. In pratica oramai basta solo che per esempio si alzi il dito per andare in toilette al consiglio comunale che le minoranze o magari anche qualcuno della maggioranza, invochi le dimissioni. Se invece talune volte, sono necessarie, il politico di riferimento magari non si dimette e resta sullo scranno. Rientrando dal caso globale a quello particolare del comune di Garda, in seguito al fallimento della società Gardacqua, sembra che sia fallito anche il comune. In realtà non è così. Ma la minoranza consiliare Lega NordNuova Garda ha diffuso un comunicato chiedendo le dimissioni del sindaco. Un comunicato che dai toni in cui risulta scritto reca l’impronta della mano che l’ha scritto. “Cosa rivelerà di falso (Bendinelli n.d.r.) alle prossime dichiarazioni. Ci chiediamo come mai il sindaco a Garda, Antonio Pasotti, non si occupi mai di nulla, come mai compaiano sempre solo dichiarazioni del consigliere ex sindaco e che competenze abbia Bendinelli, consigliere delegato al personale per occu-

parsi del patrivere le modalità di pubblicaziomonio come ne dei bandi, dimostrando una possa dire che totale ignoranza. : i dipendenti aprirà la piscina di Gardacqua sono già stati entro Natale. licenziati dal giudice e non si Questa è la può utilizzare la cassa integradimostrazione zione in deroga e comunque, lampante della l’amministrazione parlerà col DAVIDE BENDINELLI futuro gestore affinché li possa sua incompetenza, dal mo- MICHELA BERTAME’ riassumere. mento che anche presupponendo che il bando fosse pronto, Abbiamo deciso di predisporre” ha continuadovrebbe pubblicare il bando su quotidiani to il consigliere “il bando affidando di interesse nazionale(…) trenta giorni prima l’eventuale gestione per un anno perché, chi (…) entrerà, non e' in grado di formulare oggi, Il consigliere Bendinelli “si legge nel comu- una proposta di gestione ventennale. I consinicato “ continua a fare dichiarazioni alla glieri di minoranza dicono che la questione e' stampa fasulle, piene di contraddizioni e spinosa e che perciò non si può essere ottimiannunci ridicoli.(…)”.Un comunicato che sti. La realtà e' che sono come le grole, continon ha certo la mano della perspicace Minuano a portare sfiga, sperando che tutto chela Bertamé anche se da lei sottoscritto, vada in malora. ma di una sua focosa collega politica. Qualora emergesse che uno di loro ha comDall’altra in una fattispecie di decalogo Da- piuto un abuso edilizio, ne chiederanno le vide Bendinelli incaricato dal sindaco di dimissioni, oppure se come sempre usano seguire la vicenda Gardacqua, ha risposto su due metri e due misure. Faranno articoli sui facebook : “ I tempi e le modalità per la giornali?!”. La guerra continua… (A.Tor) pubblicazione del bando non sono quelli descritti dalla minoranza. Spacciando per


6

CORRIERE DELLA RIVIERA

CASTION di COSTERMANO

ATTUALITA’

Dicembre Dicembre 2013 2013

TRENTA A PPARTA MENTI ALL’ ASTA PER IL FA LLIMENTO DI UNA DITTA

COSBAU UN FALLIMENTO DA PRIMA PAGINA n crack da capogiro. U E quello della Cosbau spa di Bolzano cui il

me si legge dalla reladel terremoto dell’importo pagato per LA DITTA FALLITA ERA zione del commissadell’Abruzzo, la situa- l’acquisto di detto crediPRATICAMENTE UNA rio giudiziale zione diventa insoste- to. giudice ha dichiarato il dr.Enrico Willi, costi- SCATOLA VUOTA CON L’ 85% DEL nibile e viene dato CAPITALE IN MANO ALLE BANCHE avvio alla liquidazione Per onor di cronaca riporsuo fallimento mettendo tuitasi il 03/11/2005 all’asta il suo residuo in forma di s.r.l., con della società. Il blocco tiamo i nomi dei soci di patrimonio immobiliare. sede in Nalè stato causato questa “ bella” impresa Tale ditta ha accumulato les (BZ), dal mancato arrivat a alla fine davanti in pochi anni passività capitale sorispetto da al giudice fallimentare: per 82 milioni di euro. ciale di euro parte della Swietelsky BaugeselTant’che molte sue socie- 10.000,00. società dei lschaft m.b.H. (Austria), tà controllate come la L’oggetto termini concon azioni pari ad valore Castion immobiliare srl sociale era trattuali del nominale di euro che ha realizzato il piuttosto pagamento dei 1.200.000.00; Swiera residence Corte La Fiori- ampio e presubappaltato- s.r.l., con azioni pari ad ta, sono state poste vedeva lo ri. valore nominale di euro all’asta. La Corte La svolgimento Ecco così che 600.000,00; Habit PartiFiorita è un residence di di ogni lavonel 2010 la ceps s.r.l., con azioni pari circa una trentina di uni- ro connesso strana e torad valore nominale di ta posto sul curvone che all’edilizia tuosa storia euro 360.000,00; Refatti conduce verso Castion. sia industriadella Cosbau Aldo, con azioni pari ad le che civile, finisce in valore nominale di euro Un tempo si trovava in pubblica e tribunale dove 1.176.400,00; Bortolotti una parte di quell’area la privata al il giudice di- Franco, con azioni pari fabbrica Gazzini. Succes- fin e di realizzare lavori di acquap ark, anche perch é chiara il suo fallmento. ad valore nominale di sivamente con terra opere ferroviare ecc. il ritorno economico aeuro 823.600,00; un’operazione immobi- I soci fondatori erano due vrebbe dovuto derivare Insomma una situazione Nestra s.r.l., con azioni liare “monstre” hanno società già presenti nel dalla gestione con eviparadossal e in cui una pari ad valore nominale squarciato l’incantevole settore dell’edilizia e dentemente investimenti società che di suo non di euro 1.840.000,00 bosco e realizzato circa degli appalti pubblici: la con lunghi tempi di ritor- aveva in mano quasi nul- Successivamente sono una trentina di unita im- Rigotti S.p.A. di Mezzo- no, del tutto in la si è trovata persino ad state cedute dalla società mobiliari che oggi, colmo corona (TN) e la Raucontrasto con le caratteri- avere commesse naziona- Nestra s.r.l. azioni per un della situaziochbau S.p.A. di Nalles stiche della società, che li. valore nominale pari a ne,nonostante il fallimen- (BZ), con rispettivamente già aveva una pesante Dall’altra risultano aleuro 870.000,00 alla soto, sono ancora in vendi- l’80% e il 20% delle quo- situazione finan ziaria. quanto strani le operazio- cietà Mentor Invest s.r.l. ta. Sono dei bilocali di 35 te sociali. Insomma una serie di ni dell’aumento di capitametri quadri l’uno che i Il 15 dicembre 2005, ve- buchi a catena che por- le sottoscritto dalla socie- Di recente nell’ottobre costruttori speravano di niva deliberata la tano la società nel 2008 tà Swietelsky G.m.b.H.. scorso proprio i due amvendere al prezzo di tras formazione della so- l’aumento di capitale a che a fronte di un versaministratori della Cosbau 185.000 pronta consegna cietà da s.r.l. a S.p.A. e favore del socio austriaco mento della Aldo Recome si legge l’aumento del Swietelsky G.m.b.H. che stessa società fatti e Cardai siti capitale socia- però porterà la società ad di euro DOPO IL FALLIMENTO DELLA lo BonomiLA COSBAU AVEVA internet. Oggi OPERATO ANCHE PER LA le da euro avere il crollo finale. In- 1.777.500,00, ni sono LORO DITTA GLI la pronta con10.000,00 a fatti con l’ulteriore auvi è stato finiti a proAMMINISTRATORI DELLA RICOSTRUZIONE DOPO segna e finita 3.000.000,00 mento di capitale da 4 l’acquisto da cesso per COSBAU SONO STATI IL TERREMOTO nelle mani del euro. Un salto 800000 a 6.000.000 di parte di Coaver tru ffaCHIAMATI A RISPONDERE D’ABRUZZO. MA CON I tribunale che della quaglia euro non si avevano efsbau S.p.A.di to una ditta PER UNA TRUFFA DI SUBBAPPALTATORI porrà però gli incredibile. fettive entrate. Ma il tutto un credito da d’infissi MIGLIAIA DI EURO CHE HA ERA STATA appartam enti Visto che po- entrava in un giro nebu- una partecip aper 726 PORTATO SUL LASTRICO INADEMPIENTE all’incanto. neva la società loso oggi sotto gli occhi ta della Swie000 euro UNA DITTA BELLUNESE già di partenza del giudice. telsky portandoUn’altra storia finita in un equilibrio instabile Una successiva delibera G.m.b.H. del la,secondo male che riguard a ditte con solo un 15,5 % di di aumento di capitale valore nominale di l’accusa,sul lastrico. del trentino Alto Adige capitale proprio mentre la nell’anno 2009 di euro euro 4.800.000,00 per Insomma con 100 operai che piombate sul lago rimanente parte era in 8.500.000,00 in conto l’importo di euro lasciati sulla strada per il alla ricerca dell’Eldorado mano alle banche. capitale sociale e eu ro 1.100.00,00. Tale credito fallimento Cosbau e più hanno alla fine lasciato All’uscita dell’impresa 1.500.000,00 in conto è stato acquistato con di 40 milioni di euro di in eredità delle case fan - Rigotti nel 2006 la situa- sovraprezzo azioni si è espressa clausol a che la debiti, questi due tasma. zione si complicava ulte- rilevata inconsistente, a società ced ente “ non ri“ amministratori” si sono Poco più in alto sempre a riormente. Entravano così causa della completa isponde ne per la permessi il lusso di contiCastion, la trentina Chini in campo la società Rebo naffidabilità della contro- correttezza del credito, né nuare nelle loro stravacostruzioni in località s.r.l. e la società Die Ar- parte austriaca. In pratica per l’esigibilità del credi- ganti avventure finanzi aZel Baito aveva dato il che s.a.s. e successivala Cosbau sarebbe stata to”. Cioè la società di rie. Sarà comunque anche via anni fa ad una lottiz- mente veniva acquisito truffata con un danno Nalles ha pagato più di in questo caso il tribunazazion e. Anche lì la souna ramo d’azienda dell’ sulla carta di euro un milione di euro per un le a decidere. cietà fallì e degli appar- “ Impresa p.i. Rabbiosi 297.000,00 ed inoltre è credito che non si sapeva tamenti vennero posti Giuseppe S.p.A.” stata indagata per presun- se poteva essere riscosso. Appare oggi chiaro ch e pure sotto sigillo. Con l’aumento di capita- to coinvolgimento in atti- Della stranezza del fatto se in futuro si vorrà coProprio in questi giorni le deliberato il 23 novità di riciclaggio di ne è anche la prova ch e struire in tale maniera sul l’altoatesina Gardaacqua vembre 2006 veniva deli- denaro. Riciclaggio una di tale clausola non vi è Garda, ormai tartassato s.r.l. è stata dichiarata berato da 3.000.000,00 a parola grossa. In fatti ciò menzione nel verbal e del dalle mega speculazioni, fallita. La società aveva euro 4.800.000,00, con ha comportato la perdita Consiglio di Amministra- bisognerà valutare attenmesso in moto la mega un sovraprezzo di euro di importanti commesse zione che avrebbe dovuto tamente i portatatori struttura di Garda con 1.260.000,00 . già in corso di realizzaautorizzare tale incredid’opera e costi e benefici piscine,saune e ristorante Ma il risultato di tutto zione con rilevanti richie- bile operazione. Per di di tali operazioni immograzie an che ad un contri- ciò è stata ste di risarcimento danni. più il credito acquistato si biliari. buto del comune di Garda un’esposizione finanzia- Nel 2010 c’è il colpo di è rivelato successivamen di circa tre milioni di ria cres cente in parallelo grazia. Questo a causa te del tutto inesigibile. Perché i castelli vuoti di euro. al calo della domanda del del blocco dei pagamenti Appare quindi evidente cemento armato e perso Oggi tocca alla Castion mattone. da parte del Dipartimento che la società Cosbau naggi ambigui non portaimmobiliare s.r.l control- A peggiorare la situazio- della Protezione Civile S.p.A. potrà valutare la no bene a nessuno. lata dalla Cos.Bau. Una ne sono stati per appalti realizzati per possibilità di costituirsi in società quest’ultima, co- gl’investimenti negli la ricostruzione a seguito giudizio per il recupero Andrea Torresani


Dicembre Dicembre 2013 2013 LAZISE

CORRIERE DELLA RIVIERA

ATTUALITA’

7

IL CO M U NE V A RA NO RM E P IU’ RE ST RIT T IV E CONT RO L E M EGA COST RU Z IO N I

UN J’ACCUSE CONTRO LE SPECULAZIONI peculazioni no grazie. S Grazi e ad una nuova norma approvata nell'ultimo Con-

siglio comunale la maggioranza guidata dal sindaco Luca Sebastiano, ha deliberato la necessità di assoggettare le nuove edifi cazioni nelle zone di completamento alla presentazione del Piano urbanistico attuativo. Un passaggio votato dopo un acceso dibattito per fare si che le nuove costruzioni non piombino sul territorio senza ch e vi sia contestualmente la progettazione dei servizi necess ari: dalle vie di accesso alle aree a verde e a parch eggio. Ma dapprima per evitare che la cubatura messa a disposizione per questi nuovi ambiti rischi di essere utilizzat a da un solo utente e per fini speculativi. Come già accaduto, in località Mattaran a dove un solo privato ha costruito quattro villette poi messe in vendita. L'assessore all'urbanistica Barbara Zanetti ha anche polemizzato con gli ex amministratori “ perché l'urbanistica è una disciplina che serve a pianifi care e progettare sul territorio individuando le aree che possono essere più o meno adatte a ricevere nuove urbanizzazioni. Nel vecchio Prg le aree di completamento erano poch e e la vecchi a maggioranza nel nuovo strumento pianificato re le ha fatte diventare ambiti molto più estesi identificandon e anch e di completamento laddove c'era

superficie ag ricola”. Un j’accuse quello della Zanetti poi rinfocolato con un duro affondo. “ Inoltre “, ha sottolineato l'assessore, “ quello che avete fatto voi dell’ex maggioranza è assurdo. Infatti non vi è proporzione tra i metri quadrati e cubature previste; manca poi un piano progettuale complessivo che individui i servizi che devono completare questi i insediamenti perch é non si può pensare di conced ere metri cubi senza risolvere le problematiche ch e questi creano. Se aggiungiamo” ha continuato “ volumi senza pensare ad ampliare strade o parch eggi ci vedremo costretti in futuro, ad esempio, ad espropriare”. Insomma un attacco frontale. Ma ancora più duro è stato

l'intervento del sindaco Sebastiano che ha accus ato l'amministrazione di Renzo Franceschini di aver alimentato” fals e aspettative nei cittadini. Le norme tecniche adottate per questi interventi si sono rivelate inapplicabili e hanno creato con flitto tra gli aventi diritto a beneficiare delle cubature. E’ stato di fatto”ha tuonato Sebastiano “ istituito un diritto che premia chi arriva primo a presentare la domanda. Ci siamo trovati in delle situazioni in cui non si capivano i provvedimenti che avete adottato”. In pratica nella normativa dell’amministrazione Franceschin secondo Sebastiano, era consentito anche a un non residente di acquisire il diritto di utilizzare la cubatura prevista in quegli ambiti. Il comune ha così oggi deciso di sospendere ogni tipo di richiesta e rinviare tutto ad un Piano urbanistico attuativo per gestire in maniera coordinata la gestione delle aree. Frances chini sobbalzato sulla sedia per quanto udito, ha difeso a spada tratta l'operato dell’amministrazione, mettendo pure in dubbio la legittimità

della delibera adottata dal Consiglio comunale. “Questa è un approvazione scorretta dal punto di vista della procedura perché richied erebb e una variante e per questo potrebbe essere soggetta a eventuali contestazioni. Noi proponiamo che la ritiriate o, in caso contrario, voteremo contro. Per quanto riguarda i privati che vogliono costruire e che devono consorzi arsi con altri per arrivare al totale complessivo della cubatura che prevede il Pua in questo modo significa bloccare le iniziative dei nostri residenti. Residenti che, ribadisco, sono coloro che la nostra amministrazione ha pensato di aiutare con l'istituzione di queste zone “ rs””. Certo che però se Frances chini ha dichiarato di voler aiutare i residenti dall’altra ha lasciato carta bian ca alla pres enza dell’astronomica cifra di 335000 metri cubi di cemento armato. Una marea di costruzioni su di un territorio votato al massacro ch e grazi e alla machiavellica operosità di un commercialista sindaco è riuscito a fare un salto nel baratro del mattone senza fondo. Un ballo da centinaia di milioni di euro che sono finiti certo per scavare nuove fondament a di cemento e nelle tasche di qualcuno. Ma anche per scavare la fossa ad un lago con livelli d’ inquinamento senza preced enti nella storia. (A.Tor)

BRUSCOLINI di Umberto Umberto Brusco Brusco

Il non tanto onore vole Mariano Rabino, Scelta Civica, in un fuori onda viene be ccato con la seguente frase :«Una signora mi ha chie sto, pe rché quando sei a Roma poi non torni più a casa? Io le ho risposto che non è pe r i privile gi, ma per due cose: il tempo, e la gnocca. Guarda, io in cinque anni di Consiglio re gionale a Torino non ho visto la gnocca che ho visto qui in sei mesi ». Di che cosa si occupa questa pe rsona ? Legge re nel sito del Parlamento alla voce " si occupa di " nientemeno che ... della condizione della donna. Se non fosse ve ro sembre re bbe una barzelle tta inventata ad arte. Informarsi pe r cre de re e spe rare che questi poco onore voli alle prossime elezioni se ne tornino a casa ad occuparsi della moglie.

IN O A ZZ AG DI M D E OS SO D ITA R RAN EN IL G LL’IN G ON V B LIC O C A B U E P AND AL B EV E TTA D IR

VIA SAMBARCHI, 7 CALMASINO DI BARDOLINO (VR)TEL 045 6260393


8

Dicembre Dicembre 2013 2013 IL C O M U NE C A M BIA LE C A RTE E L ’EX M INIST RO E ’ C O STRE TTO A F A RE U N NU O VO RIC O RSO

CORRIERE DELLA RIVIERA

MALCESINE

ATTUALITA’

E IL COMUNE RIRESISTE IN GIUDIZIO AL CONCITTADINO MINISTRO TREU reu due il ritorno. Dopo aver T ottenuto la “ demolizione e rimessa in pristino dello stato dei

permesso a costruire al gestore dell’ hotel. La sentenza venne poi impugnata al Consiglio di luoghi di tutte le opere autorizza- Stato, sia dal comune che dal te con permesso di costruire del proprietario dell’hotel Venezia. comune nel 2011”. Dell’hotel Venezia di Malcesine, Tiziano Il Consiglio di Stato, però, il 23 Treu ,già ministro, non per un 2012 respingeva engiorno, ci riprova. Anche perché ottobre trambi i ricorsi, riconfermando in le opere che dovev ano essere la sentenza del Tar. Così il demolite non sono state demoli- pieno il 27 dicembre 2012, te. Il motivo? In data 16 maggio comune intimava l’abbattimento del 2013 il consiglio comunale di abuso realizzate, caso volle, con Malcesine deliberava permesso a costruire rilasci ato da “modifiche al piano casa del stesso. Lavori che erano stati 30/11 2011 con nuove normati- se per centinaia di migliaia ve”. Evidentemente questa nuo- eseguiti di euro, su tre piani dell’albergo va normativa ha permesso al si affaccia direttament e sulla titolare dell’albergo di regolariz- che del lago. zare il possibile abuso. Visto che riva Il tribunale amministrativo aveTreu insieme a suo figlio e ad va stabilito che l’ampliamento di altri cinque persone hanno promille metri cubi dell’hotel Venemosso un nuovo ricorso al Tar zia situato in centro a Malcesine questa volta contro il Comune era legittimo. Ed aveva pure per l’annullamento della delibera non ordinato che la sentenza fosse e sempre contro il signor Mazeseguita dal comune. zoldi titolare dell’hotel. amministrativo della CasLa vicenda come accade a molte L’atto sazione sembrav a aver posto fine storie italiane si dipana con un querelle. Ma su di un amitinere tortuoso dall’aprile 2012, alla dell’edificio turisticoquando il Tar accolse il ricorso pliamento della famiglia Treu e annullò il ricettivo concesso sulla base del CAPRINO V.se

Piano casa. Il tribunale infatti aveva attestato che l ’aumento di cubatura del 20 per cento, HOTEL VENEZIA rapportato sul volume dell’edificio invece che sulla superfici e era una violazione della norma regionale sul piano casa. Oggi il coup de theatre del comune che, con la nuova delibera ha variato evidentement e la normativa. Spiazzando Treu e soci che già stappavano bottiglie di spumante in vista della demolizione. Oggi così dovrà essere rifatto tutto da capo con costi per i privati cittadini e costi per il comune . Questo per ché in Italia il rispetto delle leggi va a pari passo con la linea politica della maggioranza. Basti pensare che il bilancio di previsione del comune ha subito sino ad ottobre

TIZIANO TREU già cinque variazioni. Quindi Treu potrà vincere an cora ma se dopo cambiano ancora le legge sul piano casa la vicenda rischia di trascinarsi alle calende grech e. E dire che Treu era ministro del lavoro! Ma oggi, colmo della situazione, c’e magari chi amministra Malcesine che sembra “ lavorargli” contro! Andrea Torresani

“T R O P P E AS S E N Z E “ E I L S I N D A C O L E T O GL IE L ’ I N C A R I C O

“GIACOMA ZZI VADE INDIETRO” più in là …” E quando la Giaco“ha Fatti mazzi all'inizio del Consiglio comunale trovato la sua cartella su di un lato è

rimasta basita. Anche perch é forse non se l’aspettava la revoca dell'incari co (assessorato alle manifestazioni e politiche giovanili) da parte dal sindaco Stefano Sandri. La svolta storica è nata da una domanda di Giancarlo Brunelli della lista civica La Svolta che ha sollevato il dilemma: “Che sta succedendo ”ha sbottato in consiglio comunale. L'assessore è forse stanco? E’ fo rse decaduto?”. E in effetti in tempi di decad enze anche nazionali, forse anch e la Giacomazzi poteva essere decaduta? Ma in realtà per l’ormai ex assessore, la bella dagli occhi fat ati, non c’era motivo visibile per tale “licenziamento” essendo incensu rata e al di sopra di ogni sospetto. E il sindaco Sandri che è pure avvocato ha così riposto: “L'attività di assessore richiede partecipazione, impegno e confronto. Da tempo, però, l'assessore ha assunto un comportamento non costruttivo, non partecipando alle riunioni di giunta, consiglio e maggioranza, non confrontandosi col sottoscritto in ordine all'espletamento del proprio incarico. Un'ingiustificata assen za dalle attività politiche, protrattasi per tre mesi, che ha portato alla decisione di revocare la delega”.Insomma in questi tre mesi di presunta “vacatio tempori” cosa avrebb e fatto la Giacomazzi. Non è dato a sapere. Ma è certo che ha spiegato scientemente l’accaduto. “ Esprimo la mia delusione nei confronti del sindaco” ha replicato la Giacomazzi, “ che dovrebbe essere punto di riferimento per i

Risposta: ‘Ciao Carla mi dispiace ma stante la prolungata assenza dall'attività, sono stato invitato dai colleghi a ritirare la tua delega. Ho già firmato il provvedimento che ti verrà notificato”. Insomma un fare non certo affettuoso ma tribunalizio quello del primo cittadino che ha scaricato pure le colpe sui colleghi (!). Dall’altra la minoranza basita ha espresso delle ipotesi sulla defeCARLA GIACOMAZZI nestrazion e della donna : “ Mi pare STEFANO SANDRI che questa sia una scusante” Antocittadini. Ho avanzato molte richieste per un nio Gaspari, della civica La svolta “tale con fronto sulle scelte della maggioranza in scelta forse derive da un malessere interno merito alla politica del territorio ma poi in al gruppo” E se Gaspari fa il medico. Sanmodo sbrigativo e unilaterale, il sindaco, dri ha rimpolpato l’osso: “Continue assenze con condotta superficial e, mi ha notiziato il in giugno, luglio e agosto significano disinritiro della delega con un sms. Sarò mancata teresse per l'azion e amministrativa. La mana qualche giunta, ma ho portato avanti con canza a 12 giunte, 3 consigli e a varie riugrande impegno e passione le competenze nioni spiegano la decisione. Ho spedito quel affidat emi. Una scelta quella del primo cit- sms dopo che, il 2 e 3 settembre, avevo dettadino dovuta a rancori che non comprendo, to di essere disponibile in municipio”.Una e chiedo di spiegarla ai 241 cittadini che, difesa legale a tutto campo. con il loro voto, hanno creduto in me. Non Ma forse qualch e progetto indigesto mal posso pertanto fare parte di una giunta che digerito dalla Giacomazzi tipo nuova piscimi ha tradito con l’appoggio al sindaco e na? Al no comment dell’ex assessore, Sanpertanto ora giocherò da esterno”. dri sbottò: “ Il progetto? E’ del 2006. Non credo sia stata questa la motivazione. C'è Un j’accuse a tutto campo in parallelo ad chi sa fare gioco di squadra e chi, a fine un coup de theatre, che visto la Giacomazzi mandato, vuole distinguersi dal gruppo”. E sganciarsi dagli scranni della maggioranza in effetti per farla distinguere ancora meper andare ad occup are le fas ce laterali glio il sindaco ha dato il benservito alla insieme ai consiglieri d'opposizione. E da li signora. Che la Giacomazzi fondi allora un ha rilanciato la “ palla” al centro leggendo nuovo partito? gli sms a lei rivolti dal sindaco: « Il 4 setSi forse :“ E forzaa Sandrii per essere libetembre avevo chiesto al sindaco due date riii…” . (A.Tor) per un incontro di chiarimento.


Dicembre Dicembre 2013 2013 GARDA

CORRIERE DELLA RIVIERA

ATTUALITA’

9

MA DRE E F IG LIO HAN NO AS SISTITO AD UN INQU IETAN TE COMPA RSA NE LL’IN S E NATU RA DE LLE S IRE NE

GUARD A MAMMA C’E’UN MOSTRO NELL A BAIA “

Era grand e 14 15 metri!”. Il ragazzo sembra an cora allarmato da quell’incontro. Perché vedere l’ormai famoso mostro del lago, non è poi da tutti. E in effetti la storia che ha raccontato Manolo Modena, 9 anni di Castelletto di Brenzone, davanti le telecamere di Artisat4 (can ale internet) in questi tempi è diventata di notevole importanza. Gli avvistamenti del fantomatico mostro del lago si sono ripetuti con ritmo incessante. Tant’è che la leggenda nata nel 1965 nell’incantevole Baia delle Sirene, con l’avvistamento fatto da alcuni pescatori gard esani sembra essersi materi alizzat a ai giorni nostri. E guarda caso è ancora l’ incantevole insenatura gardes ana la location di questo incontro con la creatura gigante che sembra farsi beffe di chi la vuole inquadrare.

che scende dalla macchina ed inizia a gridare:

MARINA GELMETTI

MANOLO MODENA

Manolo invitato dalla nonna, prende una matita ed inizia a disegnare una figura su di un cartoncino “ Ecco questo è il pesce gigante” dice, “ e questa è la coda che andav a su e giù”. Certo il disegno raffigura una sagoma similare ad una balena. E appare il corpo a fo rma di cuneo nella parte posteriore. Una sagoma che ricord a vagamente il pesce siluro, anche se le dimensioni e i movimenti in acqua sono atipici. Certo che nell’essere intervistati madre e figlio, sembrava quasi che si togliessero un peso dalla coscienza, forse perch é ancora in un certo modo scioccati da quanto visto. E il ricordo della "paura" dello “ stupore” che si legge negli occhi e nell'animo è il migliore segnale di una verità che sta nascendo.

‘guarda mamma guarda giù sagoma occupav a tutta la baia”, nella baia!’. Uscita dalla vettura, spiega Manolo, muovendo le subito non ho visto nulla, poi mi mani. Poi scuotendo la testa sono accorta di una grossa mas- convinto: “ Aveva la testa di un sa scura in movimento poco capodoglio, si di un capodoglio. sotto la superficie …”. Il mostro Io so cos’è un capodoglio” andel lago? “ Guardi, certamente nuisce “ è una grossa balena. non erano dei sub, non vi erano La testa era enorm e rispetto al boe di segnalacorpo. Si zione. E poi muoveva quell’ombra con la coda era lunga più di su e giù ed un imbarcazione era senza circa otto, nove pinne. Ad un Non si vorrebbe creare una E l’ultimo avvistamento, visto metri e si muocerto punto psicosi. Ma oggi il mostro è un in tutti i suoi dettagli getta nuo- veva nel lago in mi sono po’ più reale. va luce sull’annosa ricerca. “Ci direzione di spostato su erav amo fermati con l’auto,” Garda”. una collinetracconta Marina Gelmetti madre Un’ apparizione ta per vedere Andrea Torresani di Manolo “proprio nel punto inquietante anche meglio. E lì Un avvistamento video in cui la gardesana orientale poi sentendo le mi ha raggiuncurva in prossimità della baia. parole di Manolo che dimostra to mia madre che ha visto quella Stavo telefonando, mentre Ma- certo una maturità superiore cosa immergersi e riemerg ere nolo guardava fuori dal finealla sua età. con la testa per poi scomparire strino. Ad un certo punto sento “ Era lungo 14, 15 metri e la sua nelle acque”. Ad un certo punto RIVOLI

C’E ’ TR OP P O V E N T O E L ’IMP IAN T O E OL IC O S I BL O C C A

PALE A INTERMITTENZA INCONTROLLATA e c’è poco vento non funzio- presa tra i 3 e 27 metri al secon- matico una serie di S nano. Se c’è ne è troppo nep- do, cioè può raggiungere al mas- veri fich e per conpure. E allora quando funziona- simo i 90 chilometri orari circa. trollare l'intensità no? In effetti i paloni di Rivoli v.se hanno destato più che un attenzion in questo periodo. Sia per l’utilità declamata, sia per l’impatto ambientale che è stato enorme. In tempi in cui gli aereo generatori per il poco vento erano fermi non hanno destato attenzione. Ma in questi giorni, in cui il vento c’è stato, e forte, le eliche erano ferme e qualcuno ha sobbalzato. “ Ma è mai possibile si è chiesto?Che pale sono queste mai?”. Ma l’arcano mistero è stato presto svelato Il vento, per farle funzionare, deve correre a una velocità com-

Se il vento, come è successo una quindicina di giorni fa sradi ca alberi e fa volare i cartoni, le pale attivano un sistema di sicurezza e si bloccano. Marco Giusti è sicuro:le pale sono un vero affare. Certo soprattutto per lui che è il progettista e che decanta le doti dell’impianto “ L’impianto ha funzionato bene in otto mesi e ha prodotto 7 milioni di chilowatt ora. Il primo anno di rodaggio non è ancora concluso, arriveremo a circa 14 milioni Kw”. La tecnologia, d queste macchine, è molto avanzata. Ogni volta che una si ferma esegu e in auto-

del vento e le vibrazioni sulle pale o se ci sono state rotture”. Bene almeno se si stacca una pala si è sicuri che non voli sulla vicina Rivoli. Ma nonostante che il blocco per il forte vento sia normale Agsm sta valutando con la ditta costruttrice se ritarare i limiti dei paloni per il blocco per eccesso di vento. “Si sta verificando” . E’ si . Ma al di là della produzione energetica si dovrà valutare se i costi di costruzione e gestione di tale impianto sono inferiori al costo dell’ Frasi Frasi Sparse Sparse energia prodotta. (A.Torresani) Anche perché un impianto eolico deve MOLTI UOMINI LASCIATI DALLE LORO DONNE SE LA P RENDONO CON I fun zionare sempre al LORO NUOVI COMPAGNI. CHISSA' PERCHE'NON SE LA PRENDONO CON SE massimo per essere STESSI VI STO CHE l'AMORE NON E' UNA PROPRIETA' P RIVAT A. vantaggioso. Ed infatti i tecnici

dichiarano di aumentare il blocco limite all’impianto per reperire più energia. Insomma un esperimento globale che se un giorno darà i suoi frutti aprirà le strade ad altre eliche. Altrimenti rischia di diventare un isolato mausoleo alla bruttura e all’insensatezza umana che darà atto dello scempio commesso. E le pale... allora gireranno ancor di più. A T.


10 CORRIERE DELLA RIVIERA GARDA

CASTELNUOVO

UN FOTOVOLAICO DA TRIBUNALE

F

otovoltaico che brucia. In effetti l’energia altern ativa questa volta più che un benessere è diventata quasi un incubo per il comune. In effetti il nuovo impianto fotovoltaico di Sandrà sembra essere partito con il piede sbagliato. Nel settembre 2010 il comune assegnav a alla ditta Bayer Raach Italia S.r.l. con sede in Affi (Vr) in quel di Sandrà di realizzare l’impianto con gestione ventennale. La ditta successivamente sub appaltava la gestione dell’impianto all’Fdb srl che sottoscriveva una atto di costituzione del diritto di locazione con il comune. Però entrava in gioco un'altra ditta la Solarpartner ch e citava in giudizio Bayer Raach,Fdb e comune. Insomma un ciclone dovuto al fatto che nell’atto di citazione la Solarpartner, dice che la Bayer ha disatteso preced enti impegni e il Comune e la subappaltante sono corresponsabili. Insomma un bel mistero di causa. Ma si può proprio dire che qualcuno in questo caso ha preso verament e un colpo di sole. Ai posteri l’ardua sentenza! (A.Tor) RIVOLI V.se

Dicembre Dicembre 2013 2013 N U O V O L U N G OL A G O S E N Z A P A C E CRONACA

AP PALTO C AM AL EON TE CON P ERIZI A SU P PLETTIV A

A

ppalto senza pace. Certo nei marasmi della burocrazi a italiana tutto diventa più complesso. Anche realizzare un tratto di lungolago di circa trecento metri diventa un’impresa. Nel numero di ottobre del Corriere della Riviera si parlava del nuovo lungolago in costruzione che si diparte dal lido bagni al pontile della Navigarda. Nella fase iniziale del progetto ancor prima dell’assegnazione dell’appalto si dava atto che, per mero errore materiale causato da un refuso, il testo della deliberazione della Giunta Comunale relativa all'approvazion e del Progetto riportava un riepilogo del Quadro Economico dell'opera diffo rme da quello contenuto nella documentazion e e negli elaborati progettuali approvati con la medesima deliberazione. Si rettifi cav a il testo nella delibera di riferimento si dava il via alla gara d’appalto che vedev a la ditta Ruberto di Salerno aggiudicataria dell’appalto. Una ditta

Nuovo", per delle sopravvenute disposizioni dell'Amministrazione Comunale, quali prescri zioni migliorative al progetto approvato; E il ridimensionamento e riposizionamento di tutti i cordoli in pietra delle aiuole, al fine di aumentare la superfi cie delle stesse. Insomma il tutto sembrerebbe un bel niente. Ma Alla fine il comune si nota nel settore che però secon- sobbarch erà una spesa suppletdo echi di stampa aveva avuto tiva di 16 mila 897euro più iva qualche piccolo problemino col che su suppone andranno nelle comune di Agropoli per un tasche del fido architetto di appalto. Ecco che oggi ad ap- Caprino v.se. palto in corso compare improvvisamente sulla scena una Insomma una gimcana normatiperizia supplettiva da parte del va che sta mettendo a dura direttore ai lavori architetto prova i tecnici incaricati del Malini Marino di Caprino v.se. comune nel variare i quadri economici e nel reperire nuove Il motivo sarebbe dovuto alla soluzioni. Ma che alla fine fa rimozione e riposizionamento capire com e i 191.000 euro (in delle nuove linee Enel e Tele- parte finanzi ati dalla Regione) com, non segnalate preced ente- dell’appalto sono un non facile mente dagli Enti gestori; investimento. Dalla predisposizione per installazione di torrette idriche ed Andrea Torresani elettriche a servi zio del "Porto

V IA SA N I S I DO R O I N L O C A LI T A ’ VA N Z E L LE I N S TA T O D’A B B A N DO N O E A L LA G A TA

PER L’ ALLUVION E PERENNE IL COM UNE CHIAMAT O A MEDIAR E

E

dire ch e le Pale sul mont e Mes a, con tutto il vento ch e c’è stanno gi ran do...poco. Ma a dire il vero,a qual cun o, sono pure girat e le “ Pale” da un'alt ra p art e del paes e. Proprio in via San Isidoro in località Van zelle zo na ad alta d ensità di cap anno ni. Li in quell’area dim enticata d al tempo si scont ran o da temp o due azi end e la Hervit Srl e il Biscottifi cio Primavera. Una lotta cam pal e in tutti i sensi. Anche p erché m an ca solo il ponte levat oio e i contendenti scavalcherebb ero qu el muro d’acqu a che li sep ara. E qui stà il motivo del cont end ere, è prop rio qu el “ mare” d’acqu a ch e fuo ri es ce, a qu anto pare, dall’area di propri età d el biscotti fi cio Primav era a creare scand alo. Tant’è che l a strad a second o le maestran ze d ella Hervit risulta come si legg e nell a delib era “ in stato di abbandono e sovente all agata”.

Certo p erò appare curio so che il co mune d ebb a essere richi am ato dall’ordin e forens e per una vi a il cui stato è sotto gli occhi di tutti. Ovvero non potev a intervenire prima? O molti dell’amministrazion e com unal e erano all’oscuro d ei luoghi e dell a vicenda? Ma fors e ch e sia stato p roprio il comun e a sugg eri re ai cont end enti la giudizi aria solu zion e?

Localita Vanzelle via Sant Isidoro. Da notare buche e rattoppi stradali

dell’amministrazi one è stato l’Org anismo di mediazion e fo rense v erones e ch e vista la querell e ha pensato d’invitare il comu ne a cercare di dirim ere la questione tra i due litiganti. In realtà il comu ne pot ev a prendere atto E così, la giunta co mun ale ha d eliberato prima di tal e stato di deg rad o dell’area. Ma fo rse p reso tra Pale eolich e e correzio- uno stan ziam ento di circa 470 eu ro per dare l’incarico all’avvo cato Andrea Coroni di delibere per meri errori mat eri ali, non si è accort o che la vi a è finita in stato nin per cercare di porre pace tra i due contend enti. d’abban dono. A ri chiam are l’atten zion e

Ciò appare po co probabile an ch e perch é il comun e se in una strad a per esem pio si riempi e d’acqu a deve intimare ai respons abili la cessazion e delle attivit à ch e port ano a recare tal e danno. E invece oggi p aga d el den aro pub blico per un interv ento ch e sem brav a poter essere fatto d’u ffi cio. Misteri d ella politica! E si può capire perch é il sindaco av ev a detto tempo fa ch e il prossimo sind aco dovev a ess ere, tra l’altro, un kamik aze. Vuoi ved ere che sposteranno la sede mu nicipal e in località Vanzelle? Speri amo di no!Perché il nuovo ammini strato re... si troverà con l’acqua.. alla go la! Andrea Torres ani


Dicembre Dicembre 2013 2013

CORRIERE DELLA RIVIERA 11

ATTUALITA’ BARDOLINO

LAGO DI GARDA

UNIONE PER ESSERE VINCENTI na giorU n a t a al l ’ i n s e g n a

del Lago di Garda come realtà unica. Sviluppo della mobilità, i nn o v azio n e, creazione, ge- Paolo Artelio stione e sviluppo di una marca sono stati i temi che hanno arricchito il primo Symposium organizzato nella sala convegni di Gard a (Vr) d al “ Garda Unico”, l’ente che raggruppa Garda Lombardia, Garda Trentino, Garda Veneto- , in coll ab o razi o n e co n l a “ t t consulting”. Obiettivo dell’assise (“ Il Futuro sul Lago di Garda”) dare una risposta sulle strategie da intraprendere in ottica di competitività. Il taglio didattico dell’incontro ha fornito i presupposti per una disamina-dibattito che ha evidenzi ato l’attuale situazione a livello promocommercial e della destinazione, dando uno sguardo alle realtà di successo e ponendo le basi per un futuro sviluppo professional e, che prescind a dalla qualità dell’offerta turistica, slegata dai tradizionali canali, e che arrivi ad offrire un eccellente prodotto integrato. È stata più volte sottolineata l’importanza dell’unione come fattore impres cindibile per estendere la riconoscibilità d el marchio “ Lago di Garda” ai mercati internazionali, Si è detto che il marchio va legato alla qualità anche in vista di un'irripetibile vetrina come quella dell’Expo di Milano 2015 e delle nuove strategie degli aeroporti del Garda. Una riconoscibilità che si leghi a un management di qualità, che cooperi e coordini gli sforzi di promozione e vendita della destinazione, non prescindendo da ciò che rappresenta il fattore di attrattiva principale, ossia il territorio, La grande sfida è la creazione di una rete di operatori pubblici e privati, che attui le politiche adatte al cambiamento del mercato turistico e degli standard internazionali, con l'obiettivo di elevare tale progetto interregional e a modello locale, nazionale e mondiale. (Massimo Vernia)

N EL C EN T OCIN QUA N T ESIM O D ELL ’UN IT A’ D’IT A LIA

L EN O TTI P ATR IO TA N O N D IM EN TI C ATO N EL 20 11

S

embra aver suscitato vivo interesse l’articolo pubblicato nel numero di ottobre del Corriere della Riviera, volto a ricordare la figura del patriota bardolinese Luigi Lenotti. Un ragazzo che nel fiore degli anni venne ucciso a Veron a, tramite fu cilazione, con l’unica “ colpa” di aver litigato con un soldato austriaco di fend endo l’Italia.

mune di Bardolino, ci si avverte che Luigi Lenotti è stato si degnamente celebrato con una serie di manifestazioni. In fatti il comune ci ha inviato il giornalino dell’amministrazione comunale in cui, nelle manifestazioni del 2011 del centocinquantesimo dell’unità d’Italia, vi è stata una pubblica cerimonia in cui si è raccontata la tragica vicend a del ragazzo ucciso. In quel giorno, il 17 giugno 2011, il comitato comunale presieduto dal pro fessor Armando Gallina pose in scena l’attore Giorgio Avanzini che lesse il libro di Don Giovanni Agostini che raccontava della vicend a del Lenotti. Poi entrò in scena il pro fessor Igino Consolini che lesse l’allocuzione funeb re del 3 febb raio 1867, quando le spoglie di Lenotti vennero traslate nel cimitero di Bardolino.

Dopo quell’articolo sono giunte diverse precisazioni: da parte del Comune tramite l’ufficio stampa; a voce e anche tramite lettera anonima. In una lettera consegnat a ad un esercizio di Bardolino e poi a noi recapitata, si paventa di un acco rata lettera della madre del giovane patriota alla polizia austriaca. La signora scriveva il giorno stesso della sua fucilazione il 29 settembre del 1860, che il giovane era debole di mente e pertanto doveva essere liberato. Tale scritto sarebbe stata la prova secondo l’anonimo mittente, che il Lenotti era pazzo. In realtà lo scritto appare l’estrema supplica di una madre per cercare di salvare il figlio dal patibolo. Facendolo passare per insano di mente, le autorità potevano considerare questo suo fragile stato e salvargli la vita. Così purtroppo però non è stato. infine parlò il sindaco ricorNella mail a noi inviata dal Co- E dando ai giovani di “ essere COSTERMANO

S

fi eri di essere italiani e di sventolare il tricolore”. Insomma fa certo piacere che si sia svolta questa manifestazion e. Ma dopo due anni cosa rimane del ricordo del martire? Poco. In effetti in paese c’è la targa di una piazza a lui intitolata volta a ricordarlo. Ma non essendoci nessun altra indicazione oltre il nome del patriota, ed essendo dislocata in posizione marginale, passa quasi inosservata. Sarebbe quanto mai utile invece installare una targa ricordo se non un monumento, in ricordo di Luigi Lenotti e programmare periodicament e una manifestazione in ricordo dei caduti delle guerre recenti e risorgimentali. A Bardolino in realtà ci sono già delle lapidi a ricordo dei bardolinesi uccisi dagli austriaci presso la chiesa della Disciplina. Basterebbe aggiung erne una non narrando però della perfidia del nemico, ma dell’assurdità delle guerre che portano sovente ad uccidere anch e gl’innocenti. Andrea Torresani

LA REC EN T E OPERA N ON A N C ORA F UN ZION AN T E

UNA FONTANA A META’

arebb e il fiore all’occhiello. Della nuova piazza, realizzata alcuni anni fa dav anti la chiesa di Marciaga, dal comune di Costermano. L’unico piccolo problema è che la nuova fontana non è ancora funzion ante. Infatti come si vede nella foto a lato, mancano i rubinetti da cui dovrebbe fuoriusci re l’acqua e l’impianto idraulico di connessione . Pertanto la fontana rimane desolatamente vuota, cioè priva d’acqua. E dire certo che la vasca sarebbe alquanto attraente. Ma senza la part e fondam entale, cioè quella liquida, effettivamente risulta solo un desolato ornamento al muro di sostegno. Appare pertanto assurdo che dopo i soldi spesi per realizzare tutta la piazza con marmi e porfidi di pregio, si lasci incompiuta l’opera in siffatta maniera.

Tant’ è che sono molti i cittadini della località desiderosi di vedere la fontan a in azione. Anzi certi accaldati, vedevano quest’estate qualche ri flesso e nell’intento di rinfrescarsi hanno preso una bella zuccata sulla crap a.

mondiali di calcio.

(A.Tor)

Music Music bar, bar, Ristorante Ristorante Pizzeria Pizzeria

Frasi Frasi Sparse Sparse (A.Torresani) L'UNICA COSA CHE NON STA FALLENDO E' LA CORRUZIONE .

Si confida così che le autorità intervengano prima... dei prossimi

RISTORANTE RISTORANTE RISTORANTE

Lungo lago Regina Adelaide G arda Verona

Tel 0457255278


12 CORRIERE DELLA RIVIERA GARDA

Dicembre Dicembre 2013 2013

FATTI E PERSONE

U N VI DEO DE L LA NO TA P O P S TA R PO R TA A NC O RA A L LA R IBA L TA I L C E NT R O LA C U ST R E

ROBBYE WILLIAMS S’ INCANTA DI GARDA

M

orandi, Renga, Modà and others. Ma oggi il Garda può contare su un altro testimonial cantant e d’eccezion e. Niente meno ch e Robbie Williams. Anche perch é nel suo ultimo video Go gentle (andarsen e docilmente) questo il titolo, pone in bella vista Gard a e la sua Rocca. Nel video ch e è stato diffuso in tutto il mondo su internet,tivù vengono poste in sequen za delle cartolin e che rappresentano i più disparati luoghi turistici. Con il sottofon do di una can zone dolcissim a il video di Williams rievoca le suggestioni che recano i paesaggi lacustri. Si vedono così una seri e di cartoline raffig uranti laghi e costiere meraviglios e con, sul sottofo ndo, la piacev olissima can zone d a lui interpretata. Le immagini scorro no con le parole ch e seguono e si sovrappon gono sulle spettacolari vedute d ei panorami, finch é a 3 minuti e 21 secondi appare l’immagine di una cartolin a di Gard a probabilment e degli anni 50’ con la Rocca Vecchia che staglia sullo sfondo. Un’immagine ch e certo colpisce l’occhio an che di chi non conos ce Garda ma soprattutto per il gardes ano divent a una bellissima sorpresa e lo fa part ecip e di un evento unico.

Robbie Williams deve avere uno staff di tutto rispetto per rep erire materi ale icono grafi- Da Sin: Robbie W illiam s e sulla destra la cartolina nel video co che solo pochi siti internet speci alizzati dente del “ Consorzio lago di garda è… ” ha sul lago hanno. premiato Morandi con un tro feo di valore. La pop star britanni ca va a con ferm are che Il prossimo sarà Robbie Williams? (A.Tor) Gard a e la sua Rocca è divent ata la scenografi a ideal e per realizzare videoclip musicali e film in geneL IG R E ST I & F IG L I D I M A M M A re. Negli anni 60’ il lago visse i suoi momenti di massimo splendo- CANCELLINA CANCELLINA re con gli studios della Bortolazzi film ch e richiam aro no a Peschiera aro Direttore,se per del Gard a cineasti e attori intern ala Cancellieri è del zionali. tutto normale ch e il suo “ figliolo’’ prenda dall’ Negli anni 70’sul Garda vennero reali zzati alcuni spot, tra cui quello “ amico’’ Ligresti una liquidazion e di 3,4 miliopiù celebre della cedrata Tassoni Dall’altra si tratta poi di capire d a che p arte che ved e protagonista Mina sul ni di euro dopo un anno provien e quella cartolina così vetusta ma piroscafo Italia che canta “ Grande di lavoro è evid ente ch e bellissima raffi gurante il centro lacustre. Grand e Grand e”.Alle sue sp alle la vive in un altro paes e Certo che un a star intern azion ale com e Rocca e il golfo di Gard a. formato d a una class e di Recent ement e la Run multime- due milioni e mezzo di dia di Gianmarco Mazzi e Gae- individui per i quali il Annamaria Can cellier i tano Morbioli ha portato sul privilegio è divent ato un BERTI BERTI F.LLi F.LLi 416 416 ANNI ANNI lago artisti come i Modà, Renga diritto e quindi non può partecip are al governo e Morandi. EE NON SENTIRLI degli altri 58 milioni di italiani che vivono in uNON SENTIRLI Quest’ultimo si è reso protago- na Italia norm ale con tutte le di fficolt à di ogni giorno. Le sue dimissioni mi sembrano doverose nista di un video musicale girato sule lago e in particolare per “ incompatibilità antropologi ca.’’ a Gard a, dove si vedono pano rami fant astici e sempre il colle Umberto Brusco lacustre. Recent ement e il Presi-

C

Lettere Lettere alal Direttore Direttore

R

H

anno fatto del lavoro la loro esistenza. Ed eccoli qui, tutti i riuniti i Berti brothers, a festeggiare i 416 anni di vita in unico gruppo. Da sinistra, Rita, Lina, Paolo, Federico e Silvio che complessivamente, con la somma delle loro età, superano i 4 secoli. Per festeggiare questo avv enimento il 26 settembre scorso i magnifici cinque si sono riuniti al Ristorante Trattoria il Pontesel di Garda dove, all’inizio del lauto pranzo, si sono posti sull’attenti per la foto di rito. Campeggia al centro dell’immagine, l’ultra novantenne Paolo che, circond ato dai fratelli, sembra il più impaziente a voler riprendere in mano la forchetta. Anche perch é le foto saranno importanti, ma i tortellini ancor di più! (A.Torresani)

imane l'incertezza sulla sanatoria per le penali sulle slot macchine che, secondo un emendamento inseriti dal governo nella legge sull'Imu, dovrebbe avere come prima scadenza il 4 novembre. In realtà la situazione è molto più complessa: ieri la terza sezione d'appello della Corte dei Conti ha accolto l'istanza presentata da Lottomatica sul condono delle maxipenali delle newslat, e le ha accordato lo stesso trattamento riconosciuto alle altre concessionarie ( Sisal,

QUANDO QUANDO AL AL RICCO RICCO SI SI SCONTA SCONTA LA LA PENA PENA Snai, Cogetech, Cirsa, Gamenet), potrà quindi pagare il 30% della condanna di primo grado,ovvero circa 33 milioni di euro. La concessionaria, ricorda l'Agipronews, era l'unica delle sei che hanno richiesto il condono ad avere usufruito della nuova formulazione della norma (l'art.14 del decreto Imu) così come modificata in fase di conversione in legge.

(depositando immediatamente la somma su un conto del ministero dell'Economia), la Corte dei conti in questo caso,però non ha più facoltà di disporre il pagamento di una somma superiore, come originariamente previsto, può solo accogliere o respingere l'istanza. Alla faccia del singolo contribuente che deve pagare tutto senza sconti e della giustizia fiscale.

La norma adesso consente ai soggetti di offrirsi di pagare il 20% della condanna di primo grado

Giancarlo Maffezzoli


Dicembre Dicembre 2013 2013

CULTURA

GARDA N UO VO LI BRO DI G AG GI A S ULLA “D AN N UN ZI AN A”

GARDA

RUDINI STORY IL RITORNO

PASSAGGI SUL GARDA

I

mille volti di Alessandra. Eccoli. Nella sala del municipio di Garda si è tenuta verso i primi novembre nel Municipio di Garda la presentazione del nuovo libro Fabio Gaggia. Gaggia, 63 anni professore e storico del Garda e studioso alla biografia della bella marches a, tramite un libro pubblicato circa tre anni or sono. E oggi con il libro Alessandra di Rudini uscito dalle lito di Cierre Grafica. La Rudini nata ricchissima figlia del latifondista e feudat ario siciliano Antonio Starabba di Rudinì, presidente del Consiglio italiano, protagonista della cronaca rosa della Belle Époque italiana visse a Garda, nell’attualeVilIa Canossa. Il professore ha raccontato che avev a sposato il Marchese Carlotti Riparbella, nel 1895 ma “ i due figli nati dal matrimonio, Andrea e Antonio, morirono nel 1916 a 19 anni, Alessandra di Rudini di tisi. Alessandra fu l'unica, ancora nel 1902, a violare la clausura al convento dei Padri Camaldolesi all'eremo della Rocca di Garda. Vi entrò vestita da uomo, tagliandosi i capelli. Scoperto l'affronto, i frati prima smentirono (da portavoce fecero i carmelitani, visto che loro non potevano uscire a parlare) poi ammisero e organizzarono una cerimonia per riconsacrare il convento. Fu l’amante di D'Annunzio, già con una vocazione religiosa dall’infanzia, fondò poi un ascetico ordine monastico, quattro conventi e ne diventò priora. Li morì nel 1931, come suor Maria del Gesù. Recentement e era stata trovata una nuova immagine della Rudini. “ Lei “ ha fatto presente Gaggia “ mostra una bellezza s folgorante: una donna altera, ma delicata, i lunghi capelli corvini raccolti sul capo a evidenziare un volto stupendo, una figura slanci ata dentro un busto a vite di vespa (si usavano le stecche di balena), fasciat a di voile di seta con ricami a la georgette dalle grandi applicazioni di roselline sparse in rilievo, ricamate di broderie (di gusto fran cese). Il vestito, in pizzo chantilly con ricami. La foto è stata scattata davanti a uno sfondo di festoni di broccato e taffetà, in via Condotti 63 a Roma, nello studio dei frat elli D'Alessandri, il migliore dell'epoca, nel 1908. La foto di recente ritrovata era stata donata al medico Giacomo Pasqualini di Cavaion possidente terriero e immobiliare, che era medico curante della Rudini. Giacomo era di casa nella villa Carlotti dal bellissimo parco, a Scaveagh e e confidente, fors e inascoltato, della nobildonna. D'Annunzio, frequentò la Rudini dal 1903 al 1906 in una relazion e tormentata e tormentante. Arrivav a nella villa della sua ex amante attraversando il lago con motoscafo proveniente da Des enzano. Giocavano in tre con la marchesa a terziglio (la calabres ella, un specie di tresette) e il Vate perd eva quasi sempre. Quando vinceva come narrano le cronach e telefon ava al suo Vittoriale a Gardone Riviera e, fossero an che le due di notte, facev a sparare tre colpi di cannone, per la gioia dei gardonesi dormenti. Presso Villa Canossa vi era anche un pino si caro al poeta come narrano i giornali dell’epoca che oggi non c’è più purtroppo abbattuto da un fulmine alcuni anni fa. Ippolito il custode oggi scomparso diceva che la fontanella all’interno del parco della Villa era stata realizzata su disegno di D’annunzio. “ La marchesa Rudini”ha raccontato Gaggia “ dilapidò in pochi anni il suo patrimonio e fu costretta a fuggire incalzata dai debitori. Di lei ci sono conservate anche immagini in abito da suora. Da donna ricchissima a persona umile. Fu quello il suo destino che ho voluto codndensare in questo libro che racconta altri aspetti inediti della vita dell’imprevedibile marchesa”. (A.Tor)

CORRIERE DELLA RIVIERA 13

C LA I R E S A R G I N T P R E S E N TA I L S U O LI B R O

IPoinc’eraprincipio Walsh. venne Sar-

all’avvento del turismo che tras formò la gint. La nipote situazione ecodel celebre lonomica del lago candiere di San e dei suoi abiVigilio ha ritanti. portato alla riLa Sargint nel balta l’epopea volume ripergardes ana di corre poi la Leonardo storia e le preWalsh, e oggi sunte ragioni, con il nuovo ipotizzate da libro Passaggi vari autori, del CLAIRE SARGINT (Sulla sinistra) sul Garpassaggio effet da l’autrice si tuato sul Garda fo calizza su eventi e personaggi che da uno dei primi visitatori illustri del gravitavano in quel periodo intorno a dopoguerra, lo statista inglese WinSan Vigilio e all’Eremitaggio. Un ston Churchill, ospite di Leonardo volume che raccoglie attraverso cro- Walsh. Quest’ultimo riaprì la Lonache dell’epoca, ricerch e, fotografie canda nel 1946 dopo la parentesi e anche memorie personali di alcuni bellica. dei protagonisti. Poi nella parte finale del òlibro vi è la cronaca delle vacanze di LaurenNell’opera sono stati così ricordati i ce Olivier e di Vivien Leigh, i due visitatori del primo Novecento in celebri attori che soggiornarono a viaggio su carrozze, treni, barconi e più riprese nella locanda. Della battelli; la costituzione di associazio- Leigh quest’anno ricorre il centeni turistiche per lo sviluppo del turi- nario della nascita,che è stato ricorsmo; le condizioni di vita ancora dato nel corso della presentazione precarie; il progetto di costruire un del 5 novembre scorso nel municipio grande albergo a San Vigilio, forte- di Garda. mente contestato dal professor Flore- Un volume elegante edito dai tipi ste Malfer, autore di una poetica della Cierre grafi ca arricchito dagli guida del luogo, dedicata al “ Regno scatti fotografici del pro fessor Mario del Silenzio e della Pace”. Pasotti, fotoreport er d’eccezione, e Negli anni del ventennio fascista, da un suo racconto dell’insolito caquando nel porto di San Vigilio si podanno trascorso a San Vigilio daassisteva alle bizze di d’Annunzio. gli attori nell’inverno del 1955. Ma nel contempo si realizzav ano Il tutto viene permeato da quel sapoporti, acquedotti e strade che facilita- re dello struggente ricordo rono i trasferimenti e migliorarono le dell’autrice di quel tempo passato sul condizioni di vita, sospese purtroppo Garda che oggi però sembra rivivedalla guerra. Nel dopo guerra si assi- re. (A.T.) ste ad una lenta ripresa legata CAVAION.Vse P A UL C RE S P E L I N M O S T RA

STREET PHOTOGRAPHY

“F

oto da archiviare per le gen erazioni futu re, quando le immagini risulteranno abbastanza vecchie per eman are qu el fascino particolare ch e solo le foto “dei tempi passati” sono in grado di sprigionare”, questo il fine principal e di Paul Crespel, fotografo di stampa britannico, originario dell’ Isola di Jersey, e cel ebre, an che in ambiti internazionali, negli anni ’70, ’80 e ’90. In mostra nel mese di novembre nella sala civi ca Eugenio Turri circa sessanta foto di strada in bianco e nero catturate in Italia e Europa da Paul Crespel, fotografo di stampa britannico, Residente a Cavaion Veron ese, il Crespel è ancora oggi un fotografo di stampa freelance e accreditato, ma per lo più, egli si diletta, in modo amatoriale, a scattare fotografie di strada in bianco e nero, catturat e in Italia ed Europa.

A A gu on fest Auuugu gurrraaa bbbuuuon oneee fest festeee


14 CORRIERE DELLA RIVIERA

SPETTACOLI

Dicembre Dicembre 2013 2013

GARDA IL RIC ONOSCIMENTO VERRA’ CONSEGNA TO A L RISTORA NTE 883 IL PROSSIMO 11 DIC EMBRE

A RENATO ISCHIA LA TARGA BANDELLO arga Bandello 2013. Matteo Bandello T colui da cui l’inglese William Shakespeare trasse ispirazione per opere teatrali

sto l’arte scultorea al centro della propria vita. Ischia dopo essersi diplomato all'istituto d'arte di Pozza di Fassa si trasferisce a come Romeo e Giulietta,La dodicesima Parigi dove a 26 anni, viene accettato all'Énotte e Tanto rumore per nulla ha il suo cole Nationale Supérieure des Beaux-Arts. degno ricordo in quel di Garda. Infatti al Resterà nella capital e fran cese per quasi 13 Ristorante 883 di Garda, il prossimo 11 anni, studiando, lavorando ed esponendo in dicembre si svolgerà la cerimonia della con- varie mostre, come quella al Salon d'Ausegna del riconoscimento che lo scorso an- tomne in omaggio a Michelangelo nel 1967. no arrise al maestro Pino Castagna. Bandello visse a Garda per alcuni WILLIAM SHAKESPEARE Nel ritrovo parigino fonanni a Palazzo Fregoso ospite di Cesare Fregoso, capitano di damentale è l'amicizia e col- arcense del Gruppo RE NA TO I SC H IA ventura al soldo di Venezia. laborazion e con Apel·les Fe- Arti Visive, con vaste Dopo la preced ente edizione nosa, scultore catalano gran- esperien ze internazionali. svoltasi presso taverna ristode amico di Pablo Picasso. rante Fregoso di Garda, la Ischia collabora con Fenosa sue opere pubbliche, “Targa Bendello” quest’anno ed è suo assistente nella rea- Le fan e e sacre, oltre che verrà assegnata al noto scultolizzazion e del monumento a pro in Trentino e in Veneto re arcense Renato Ischia artiPablo Casals, nei pressi di sono presenti in Francia, sta di fama internazionale. Barcellona negli anni 1976Spagna e Giappone.Nella 1977. Ritornato in Italia si La manifestazion e patrocinata stabilisce nella cittadina nata- realizzazione delle sue utilizza i materiadal Comune di Garda e orgale di Arco, che aveva già dato sculture più diversi (legno, bronnizzata dal Corriere della Rii natali a Giovanni Segantini li viera in collaborazion e con e oggi segnata dalla presenza zo, pietra, ferro, ceramica MATTEO BANDELLO raku, resine...). Ischia è un Vinicio Avesani titolare del di sue opere, dove fonda e artista sempre in movimento alla ricerca di ristorante 883 si svolgerà dapdirige la scuola Arti Visive, nuove fo rme in eterna metamorfosi. Nel prima nella sala centrale con che ha ormai raggiunto i 30 suo itinerario artistico si possono notare la presentazion e e la pubblica anni di attività. diverse s fumature dal manierismo, dal futuconsegna della targ a e poi rismo, dall'espressionismo e dal Nouveau avrà un proseguo conviviale. Oggi Ischia è docente presso Réalisme. l'Accad emia delle Belle Arti Sarà così un giusto tributo ad di Verona e presso la scuola un autore trentino che ha poMassimo Vernia A RTIST NEW ENTRY

BARDOLINO

CON IL ROCK NELLA MENTE

E

mily Guerra è una giovane cantautrice gardes ana (vive da tempo a Garda) che da diverso tempo si propone come artista originale ed eclettica: ha all’attivo un EP intitolato “Piume” (Vrec) e recentemente è arrivata in finale nel prestigioso premio Bianca d’Aponte ad Aversa (madrina della mani festazione era Paola Turci). Proprio in questo periodo sta ultimando suo primo disco ufficiale d’esordio. L’EP, già uscito in tutti gli store digitali, contiene 4 brani inediti (la title track “ Piume”, “Cartoline”, “ Dopo l’acquazzon e”, “ Anime”) di cui tre arrangi ati in collaborazione con il noto produttore musicale Diego Calvetti (X-Factor, Noemi, Patty Pravo, Amoroso). Le canzoni trasudano voglia di raccontare la vita in modo sem-

plice ma intenso tramite un aggrovigliarsi di stati d’animo che, attraverso sonorità intime e romantiche, danno vita ad un mondo ricco di metafore e sottili sfumatu re. Emily ora è insegnante di canto dopo aver frequen tato l’Accademia di Sanremo e vinto una prestigiosa borsa di studio al CET di Mogol come cantautrice. Prima di questo esordio uffi ciale in italiano la cantautrice ha composto o interpretato diversi brani in inglese per progetti dance, colonne sonore per cartoni animati, musical, e spot oltre ad essere la voce principale del disco “ Le più belle canzoni di Gardaland ”. Insomma, un talento del Lago di Garda da coltivare. Per altre info cercatela su facebook o su www.emilyguerra.it. David Bonato

U N F EST IVA L DE DIC A TO A L TE RR ITO RIO

GEOGRAFIA SUPERSTAR ’evento promosso iniziative e contributi L dall’assessorato sempre maggiori”, ha alla cultura di Bardolisostenuto l’assessore no (Vr), ideato e cooralla cultura Marta dinato dal giornalista Ferrari pronta a sotRai Paolo Gila in coltolineare che la malaborazion e con Lucia nifestazione è “ un Turri, si è svolto al omaggio alla figura centro congressi Aquadel grande geografo lux di Via Europa UniEugenio Turri”. ta di Bardolino (Vr) “Siamo lieti di veder Paolo Gila dal 25 al 27 ottobre. garantita la continuità “ Il Festival Internazionale della del Festival della Geografia di BarGeografia rapp resent a per il Comu- dolino. ne di Bardolino un momento molto significativo di promozione del La cultura del paesaggio e delle nostro territorio, non solo dal punto attività che sono ad esso legate di vista didattico ma anche rivolto a saranno al centro di questa terza tutta la comunità. Una terza ediedizione, suddivisa - come è tradizione, patrocinata dal Ministero zione - in due giornate, la prima di dell’Istruzione, da quello dello Svi- natura disciplinare e la seconda più luppo Economico, dalla Regione legata alle curiosità e all’attualità” , Veneto e Provincia di Verona, pos- ha commentato in una nota il giorsa ripetersi anche in futuro con nalista Paolo Gila. (M.V.) C ORRIE RE DE L L A RIVIE RA Periodic o gratuito d el lago di Garda e della provinc ia di Ver ona Fond ato nel 1999-Anno 15– N.6 Dicembre 2013 SEDE: Garda via Puccini 1 - Fax 045-7255717 — Direttore Responsabile:Andrea Torr esani - Conc ept c over, ideazione grafic a e rea lizzazione grafica: A.Torres ani – Editrice: Associazione cultur ale Corriere della Riviera – Si ringrazia: Annamaria Riolfi —Stampa:TIPOGRAFIA SAGITTARIO Franchi Paolo snc di Franchi Giuseppe & C. via Malignani 7 30020 Bibione (Venezia) Aut Trib.C.P .di Verona n.1381 del 04/11/1999.

I collaboratori si assumono la piena responsabilità per i loro scritti. Il materiale inviato non sarà rest ituito. Tutte le pr estazioni a questo periodico sotto qualunque for ma a qua lsiasi livello s ono da considerars i (salvo particolari accordi scritti con l’editore ) ,gratuit e.


Dicembre Dicembre 2013 2013 TREVISO

CORRIERE DELLA RIVIERA 15

ARTE

LE SCULTURE DI PINO CA STA GNA IN TOURNEE

NATURAL!

P

ino Castagna a Treviso. L'evento, ideato dal Gruppo ristoratori della Marca Trevigiana, ha visto sino alla metà del novembre scorso,l'intera città teatro dell'incontro tra l’arte, cultura e le eccellenze enogastronomiche del territorio. Per l'occasione l’artista gardesano, che si muove tra scultura e design, ha presentato il meglio della sua produzione. Opere in cemento, bronzo e vetro, sono raccolte nella mostra dal titolo “ Natural”. Con le sue sculture monumentali Castagna ha raggiunto notorietà in tutto il mondo. In questa mostra allestita in importanti sedi cittadine, tra piazza Università e il Chiostro Grande del Museo di Santa Caterina ha esposto una decina di celebri lavori, già presenti in manifestazioni artistiche come la Biennale di Venezia. In Piazza dell'Università si leva in tutta la sua grandezza “ Gli Occhi degli Alberi” (2003-2004), scultura monumentale in vetro e bronzo, composta da sette elementi verticali per un'altezza totale che supera gli otto metri e le cui vette in fusione di vetri policromi si accendono al tramonto in uno spettacolo visionario ASSENZA DI BRENZONE

e coinvolgente. Quasi che la natura tema dominante dell’artista ci parli e ci accudisca indicandoci la giusta direzione. “ Abbiamo una selezione di dieci grandi opere tra cui i suoi ormai celebri “ Muri” – arch etipo della contemporan eità urbanizzata, della divisione tra popoli, simbolo esistenzialista della cultura cittadina e realizzati dall'artista in materiali e dimensioni diverse” ha detto Chiara Casarin curatrice dell’evento“ che convivono nel suo immaginario con le rappresentazioni scultoree del mondo naturale”. Anche nei “ Sassi d'Oro” (1976), di cui sono esposti tre esemplari, sembrano uova magiche, preziose, da cui possono uscire nuove forme vitali. Tra ceramica, oro e platino, queste sculture rappresentano una magia del grande artista che riesce a collocare questi simboli di fecondità in un contesto urbano che rinasce a nuova lin fa. Per la loro cromia pregiata spiccano i “ Canneti”, i famosi totem naturalistici di Castagna che incarn ano canneti di bamboo presenti sovente nella fascia costiera del suo

GARDA

IL 21/12 PRESENTAZIONE LIBRO

TORRESANI UN CATALAGO DA MONDADORI

C

reare in arte digitale. Una modo di fare un’ arte alternativa ch e oggi sta prendendo sempre più piede. Dagli antesignani Wharol , Basquiat and othehers si arriva oggi ad Andrea Torresani che autore delle copertine del Corriere della Riviera ha raccolto le sue opere in catalogo edito da Giorgio Mondadori Cairo editore. La prestigiosa collana editoriale ha scelto l’autore gardesano per realizzare un’antologia che verrà presentat a il prossimo 21 dicembre prossimo alle ore 11 presso la sala consiliare del comune di Garda. Un’antologia di opere ch e raccoglie il summa dell’artista con copertine ch e spaziano dal surrealismo simbolista con contenuti a tesi multiple che l’autore stesso li ha definite vide-

opoetike. E’ certo un genere figurativo realizzato con tecniche di pittura digitale e di computer grafica che portano a realizzare quadri tinti a pigmenti su tela. Opere uniche o anche multiple che sono state esposte in fiere gallerie e in sedi prestigiose. Torresani coadiuvato da Felice Naalin e da Carlo Motta responsabile editoriale della Mondadori illustrerà il suo lavoro che oggi raccoglie con sensi a livello nazionale. (M.V.)

LA PIT T RICE DE L GA R D A P RE S E NT A L E S U E O PE RE

VEDUTE DI GIOVANNA BORSATTI N ella sua mente ci sono i paesaggi del lago. Giovanna Borsatti è una pittrice che vive da anni ad Assenza di Brenzone dove il lago si può toccare con mano, essendo il paese a ridosso del litorale e il monte Baldo sovrasta la dolce riviera. La Borsatti trae appunto ispirazione per le sue tele con tecnica rigoros amente ad olio da tutta la natura che circonda il luogo che ha scelto per trascorrere la sua esistenza. Nativa di Luino (Varese), l’autrice ha ottenuto degni riconoscimenti in Italia arrivando,tra l’altro, a conseguire il primo posto “pittura artistica” alla Biennale belle arti “ Città di Venezia”.

dosate gradazioni cromatiche che danno al quadro l’impronta di uno struggente ricordo. Se in Edouard Manet per citare un noto esempio di vedutista, era evidente la parte provocatoria e con cettuale di una società in movimento e talune volte ribelle, nella Borsatti questo aspetto è assente dando spazio essenzialmente alla voce della natura. Natura non come spazio di lotta e conquista, ma come materna ispiratrice della mente.

maestra della spatola componendo ad olio figurazioni in cui il lavoro dell’autore mente anche attraverso le sue è altresì valorizzato dalla materi- composizioni senza tempo. cità della stesura. Andrea Torresani

Se il rosso appare il suo colore domiLa sua formazione di autodidat- Si potrebbe dire pure che le ope- nante nelle ta le ha permesso di avere un sue opere, re della Borsatti pur essendo contatto col pennello non certo composte su tela, ben si rappre- rosso simboaccademico ma d’altra parte sentano egregiam ente per stam- lo d’amore neppure nai f (popolare), dando ed energia è pe su litografie, essendo certo dei lievi tocchi alla tela in stile condensati i colori su più linee anche quello impressionista, facendo certo per la terra dando all’opera una più densa risaltare le bellezze del lago. d’adozione composizione cromatica che Non attraverso la potenza del amalgama i colori in una risco- che l’autrice colore ma tramite sfumat e e ama intensaperta opera. Giovanna è altresì

Confetteria Confetteria Fiordaliso Fiordaliso Bomboni Bomboni re per matrimoni Bombonieeere reper permatrimoni matrimoni arti arti oli da regalo confezioni articccoli oli da daregalo regaloconfezioni confezioni natalizie natalizie natalizie ee dolci dolciuumimi CAVAION CAVAION V. Se Via CAVAION V. V.Se Se Via Via Cavalline Cavalline 64 Cavalline 64 64 Tel 0457235272


CORRIERE DELLA RIVIERA

16 Dicembre Dicembre 2013 2013

IDROPULITRICI IDROPULITRICI ,IDROSABBIATRICI ,IDROSABBIATRICI MACCHINE MACCHINE PER PER LA LA PULIZIA PULIZIA www.albatros.it Caprino V.se Tel. 0457241488 cell 3471048183

DEGUSTIBUS VI AUGURA BUON NATALE E FESTIVITA’ E V’ INVITA NEI NOSTRI LOCALI A BARDOLINO

Via G.Leopardi 11

Garda(Vr) Tel 0456270160

Maria Maria Angela,Vittoria Angela,Vittoria ee Massimo Massimo augurano augurano aa tutti tutti ii clienti clienti un un sereno sereno Santo Santo Natale Natale


Corriere della riviera dicembre 2013 mail