Page 1

Supplemento al Corriere della Piana N°40 anno 2016 - “Poste Italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale - 70% Aut: ATSUD/CZ/518 val. dal 13/10/15”

MX Regionale, OK a Belsito


2

Piazza 1° Maggio - PALMI (RC)

Nettuno Nuoto A.S.D.

c/o Grand Hotel Stella Maris C.da San Gaetano s.n.c. 89015 PALMI (RC)


Editoriale

3

Olimpiadi e favelas

IO MI VERGOGNO

S

ta arrivando la primavera e con questa inizia il conto alla rovescia verso le Olimpiadi di Rio de Janeiro. Il fuoco di Olimpia trasvola l’oceano e giunge a ridosso delle favelas brasiliane con tutto il suo carico di fascinazione e con il mito dell’atleta, duro e puro che gareggia, soffre e spera di conquistare con il divino Padre Dante - “Lo meritato Alloro - Ma. Ci domandiamo come possa convivere a ridosso delle favelas, fra le migliaia di “ninos de estrada” i bambini senza famiglia, senza speranza e senza Corriere della futuro che vivono in Piana branchi randagi dove Sport Magazine impera la legge del Supplemento al più forte o - spesso Corriere della Piana purtroppo - solo del N°40 del 22 Marzo 2016 più violento e dove Direttore Responsabile le ragazze si prostituLuigi Mamone iscono per sopravvivere anche prima del Testi loro menarca. Come Michelangelo Monea può il fuoco d’OlimFrancesco Falleti pia ardere su un tripoGirolamo Siciliano de se ai margini vi è Italo Rossi tanta miseria e tanta Stefano Calogero povertà in un paese Emanuele Di Matteo dove finanche la polizia non è immune Foto Free’s Tanaka Press da eccessi e brutalità contro le torme di diGrafica e impaginazione sperati di questa soUmberto Sirò

di Luigi Mamone

cietà post moderna intrisa di fascino neo latino e retaggi di antiche consuetudini colonizzatrici. Haimè. L’Olimpiade brasiliana appare in questo momento solo la conferma che lo sport sta perdendo di vista la finalità non ludica ma soprattutto educativa che dovrebbe essere posta a suo fondamento come mirabilmente Huyzinga insegnava. E’ ormai tutto diventato un enorme carrozzone dove girano fiumare di soldi. E a livello Olimpico gli atleti - non lo si dimentichi - dovrebbero essere non professionisti! Ingaggi, sponsorizzazione e diritti televisivi a concretamento di un enorme business per uomini che non hanno alcun interesse a voltare gli occhi dietro l’angolo dove bambini nudi e scalzi chiedono l’elemosina e vanno a scavare fra i rifiuti per raccattare un tozzo di pane. Se questo è lo sport Olimpico nell’era di internet. Io mi vergogno.


4

di Michelangelo Monea

L

Serata di rievocazione per i 40 anni del calcio lauranese

aureana di Borrello 1976 2016. La rievocazione del quarantennio del calcio laureanese. E’ stata una serata intensa, dedicata alla storia del calcio laureanese che dal nulla è diventata una realtà. Diverse centinaia di persone, per la maggior parte giovani si sono ritrovate nel cinema “Aurora” insieme ai propri beniamini attuali calciatori e insieme alla vecchie glorie che hanno militato nelle formazioni del calcio locale. Le società: “Fiamma”, “Laurabella” e poi l’attuale “Laureanese” hanno segnato il quarantennio di una squadra che oggi milita con onore e prestigio nella “Promozione girone B” del calcio dilettantistico calabrese. Il presidente della lega calcio calabrese

Mirarchi, non potendo partecipare per impegni precedenti, ha inviato con un telegramma parole di apprezzamento e gli auguri di continuità nell’attività agonistica della “Laureanese”. Gli applausi e l’urlo da stadio hanno sottolineato i ricordi di personaggi che hanno creato il calcio laureanese. Anche qualche lacrima ha solcato la guancia di qualche anziano ex giocatore nel ricordo delle imprese avventurose trascorse sui campi di gioco. E’ difficile ricordare i nomi di tutti e sarebbe poco piacevole dimenticarne qualcuno. Come in un appello scolastico, sono stati elencati tutti i dirigenti, a partire dal compianto Domenico Franzè che con la sua “Fiamma” ha dato inizio all’avventura sportiva nell’anno 1976, i


5

successivi Francesco Spagnolo, Vincenzo Arceri, Salvatore Rottura, Vincenzo Demasi che si è guadagnato la coppa disciplina, Vincenzo Grande, Giuseppe Vinci, Rizzo, Rocco Catalano, Gregorio Matarozzo e l’attuale Andrea Prossomariti. Sul palco, dopo il ricordo di Mimmo Franzè (a cui è intestato il campo sportivo comunale), di Pino Terranova e di Pino

Andriello, deceduti, verso i quali è stato rivolto un commovente applauso, si sono avvicendate alcune glorie del passato: dirigenti, allenatori e calciatori presenti. Il sindaco Paolo Alvaro ha sottolineato il valore dell’attività sportiva per la crescita democratica della società civile, l’assessore Antonino Digiglio unitamente all’assessora allo sport Francesca


6

Napoli hanno annunciato di avere inoltrato domanda, regolarmente corredata di elaborati e credenziali, al CONI nazionale per ottenere i contributi per la costruzione di un nuovo stadio comunale. Gli abbracci tra le vecchie glorie e i ricordi giovanili sui diversi campi di gioco di buona parte della Calabria sono stati rievocati nella lunga serata di un quarantennio calcistico. La serata si è chiusa nella vicina sede della “Polisportiva” laureanese con la consumazione di un dessert e di una ricca torta augurale accompagnati da spumanti rigorosamente italiani. Una medaglia ricordo legata ad un nastro “Tricolore” è stata offerta ai partecipan-

ti a questa serata rievocativa del primo quarantennio del calcio laureanese con la maglia “Giallo-nera”.


7

Il Poker reggino punto di forza della Woman Napoli di Marigliano

F

antastica stagione per la Woman Napoli di Marigliano che già alla quattordicesima giornata e con quattordici vittorie all’attivo, vantando il miglior attacco e la migliore difesa del suo girone, ha chiuso il discorso promozione, vincendo il campionato con quattro turni di anticipo ed entrando di diritto, per il prossimo anno a disputare il campionato nella Serie A Elite. “Soddisfazione immensa”, così si è espresso il Team Manager Ciro Mattiello

di Francesco Di Masi

e continuando: “sono sicuramente emozionato per questo progetto, nato sul porto di Maratea dove sono state gettate le basi unitamente al Mister Tramontana, di cui vado orgoglioso, per quello che ha fatto e sta facendo fino ad oggi e che ci ripaga di tutti i sacrifici affrontati e non ultimo per aver trattenuto in squadra un talento come Ludovica Politi, bomber di classe ambito da tantissime società sportive. Un cammino del genere, onestamente, non me lo sarei mai aspettato, sapevamo di aver allestito una squadra competitiva e


8

che avrebbe potuto lottare per la Serie A Elite, ma non immaginavo minimamente il raggiungimento così veloce di questo traguardo frutto certamente del lavoro sinergico e collaborativo tra la società, lo staff tecnico e tutte le nostre meravigliose giocatrici della Woman Napoli. Il sogno che diventa realtà per la Woman Napoli è dovuto a tutta la squadra che con costanza, sacrificio e un pizzico di orgoglio, non ha conosciuto altri risultati che VITTORIE.

Certamente non può non mancare un pizzico di soddisfazione per queste tre ragazze calabresi che il Mister Vincenzo Tramontana ha fatto emigrare, dopo aver conquistato lo scudetto e la supercoppa italiana con la Pro Reggina, e che formano un poker vincente per la Woman Napoli “made in Calabria”. “Il Poker Calabro” formato da Mister Vincenzo Tramontana, Ludovica Politi, Roberta Napoli e Ilenia Amendolia, tutte cresciute atleticamente con il tecnico ai tempi


9

Il sogno che diventa realtà per la Woman Napoli

della Pro Reggina, sono attese, insieme alle loro compagne, a sfide ben più ardue. Nella Final Eight di Coppa Italia giocate a Pesaro dal 10 al 12 Marzo, ha eliminato ai quarti di finale il Torino per 4 a 1 con due reti della Politi, il sogno si infrange in semifinale contro la Thienese, squadra ostica, che porta la Woman Napoli ai calci di rigore dove in questa girandola imprevedibile perde 5 a 4 e proietta la Thienese in finale dove contro il Cagliari trionferà per 5 a 4, conquistando la Coppa Italia. Certamente forti di avere in squadra una calciatrice come la Politi, capocannoniere nel suo girone con 25 reti

all’attivo nel suo palmares, con volontà, con cuore e con la dovuta preparazione tecnica le ragazze della Woman sono pronte ad affrontare altre epiche sfide, lasciandosi alle spalle l’esperienza valida, ma purtroppo negativa della Coppa Italia. Non resta che complimentarci con la Woman Napoli di Marigliano facendo gli auguri e un gran in bocca al lupo a tutte le ragazze e al mister per il futuro, sognando insieme a loro per il raggiungimento di traguardi ricchi di trionfi, in considerazione che in mezzo a tanta splendida napolanità vi sia anche un pezzo di cuore innamorato della Calabria.


10

Giovanissimi Real Taurianova

di Francesco Falleti

S

Campionato allievi e giovanissimi al giro di boa

i avvicinano alla conclusione della regular season i campionati Allievi e Giovanissimi organizzati dalla Delegazione Distrettuale di Gioia Tauro. Nel girone unico degli Allievi al momento c’è in vetta la Taurianovese, squadra che sin dalla prima giornata imprime il proprio ritmo al torneo provando a riconquistare quel titolo che tre anni fa la portò a trionfare anche a livello provinciale. Ma non sarà facile visto che l’Interpalmi

non molla un centimetro e proverò a dare filo da torcere ai giallorossi. Chi arriva prima accede direttamente alla finale distrettuale. Più dietro le altre, con l’Interizziconi che guida il plotone delle inseguitrici e che dovrà fare il possibile per restare sotto i 10 punti di distacco previsti dal regolamento rispetto alla seconda al fine di potersi giocare i playoff. Ai quali ambiscono anche Laureanese, Giovani Falchi, San Nicola Melicucco e Real che devono però fare quanti più punti possibile in questa fase finale di stagione. Nulla da fare invece per il Sangiorgio Morgeto ormai tagliato fuori dai giochi. Nei Giovanissimi è stata grandissima battaglia finora nel girone A. Un quartetto ha dettato il ritmo con Aspi Padre Monti, Rosarno Nucera Rossi, Cittanovese e Interizziconi che lotteranno sino alla fine per posizionarsi al meglio nei primi quattro posti. Il primo è chiaramente quello


11

più ambito, anche perché consentirà di passare direttamente in semifinale. Le altre invece lotteranno per i playoff insieme ad una delle tre squadre in lizza per il quinto posto: Laureanese, San Nicola Melicucco e Sangiorgio Morgeto le quali tuttavia dovranno accorciare le distanze in termini di punti con la seconda. Oltre i 10 infatti sarebbero escluse dalla lotta al titolo. Nel girone B comanda grazie ad un percorso costellato di successi l’Interpalmi. La formazione di Pino Tripodi fino al momento è parsa straripante, ed alle spalle l’unica in grado di poter reggere i ritmi è sembrata l’Asisport Taurianova. Se la seconda chiuderà con 10 punti di vantaggio sulla terza playoff a rischio, ed è per questo che nelle ultime gare Arcudace Palmi, Real, Mamerto Onlus e Palmese dovranno vincere il più possibile per ot-

tenere un buon piazzamento e mirare al proseguimento del torneo. In coda Rosarnese e Real Taurianova, con quest’ultima che è riuscita ad interrompere il digiuno conquistando la vittoria proprio contro gli amaranto. La fase finale, intitolata per il sesto consecutivo a Pasquale Stanganelli, si chiuderà il 16 e 17 maggio con i due incontri che assegneranno i titoli.


12

di Girolamo Siciliano

I

Calcio a 5 Inossidabile Edilferr Cittanova

n un momento così destabilizzante, sotto tanti punti di vista, avere una base solida e consolidata dall’esperienza di qualche anno di attività, sia di fondamentale importanza per tutti coloro che credono nello sport come modello di vita e offra un valido spunto per migliorare la società di oggi. E’ questo il segreto dell’Edilferr Cittanova matricola del massimo torneo regionale di serie C1 attualmente appaiata al secondo posto in classifica a un solo punto della capolista Farmacia Centrale Paola. Un progetto a lungo termine prefissatosi nel 2009 dalla dirigenza cittanovese (composta dai vari Raso, Multari, Zappia, Anselmo, Milano e Ventra); dove nei primi anni di serie D è riuscita oltre che centrare i playoff per il salto di categoria, a gettare le basi per


13

iniziare a costruire qualcosa di importante. Obiettivo ben riuscito nella stagione 2013-2014 dove Cittanova calcistica ha raggiunto un altro importante traguardo anche nel Futsal. L’Edilfer Cittanova ha infatti festeggiato, vincendo 8 a 2 contro l’Andree, l’atteso salto di categoria in Serie C2. Una promozione avvenuta al termine degli spareggi conquistati grazie al secondo posto nella stagione regolare, a poche lunghezze dalla ca-

polista Laganadi. I ragazzi di mister Angelo Milano durante i playoff hanno infatti sconfitto, nell’ordine, l’Acciarelcampese (11-1), l’Hermes Lazzaro (5 a 3 nella finale del proprio girone), e, nella finalissima regionale, l’Andree (8-2). L’appetito vien mangiando e la squadra ai piedi dello Zomaro al primo anno di C2 riesce a stravincere il campionato approdando in serie C1 e rappresentando la piana nel massimo torneo regionale. La serie C1 anch’essa un nuovo mondo inesplorato. Esordio vittorioso contro il Futsal Melito, poi due sconfitte esterne tra l’ottava e la nona giornata contro Enotria Catanzaro e Citta di Fiore. Ma la squadra cittanovese non molla, anzi, riparte più decisa che mai (Quattordici vittorie consecutive, 19 vittorie su 23 partite, 3 sconfitte e un pari, miglior attacco del campionato con 130 reti, sono numeri da brivido,) sorprendendo tutti a tre giornate dal termine a rincorrere un sogno chiamato serie B. Un cammino non indifferente per continuare a sperare di raggiungere una categoria che sulla piana manca dalla stagione 2007-2008 dove l’ultima apparizione fu del San Giuseppe Rosarno. Come nella vita anche nel calcio con umiltà e spirito di sacrificio si possono raggiungere obiettivi importanti.


14

Ciclismo Amatoriale di Italo Rossi

A

8° Memorial Napoli Boom di partecipanti

lla vigilia della primavera, nel solco di quel grande appuntamento che fu per decenni il Giro della Provincia di Reggio Calabria, il ciclismo  ritornerà  a suscitare entusiasmi. Il 6 marzo sono stati 250 i ciclisti amatori impegnati nella 1a Edizione  della gara  Medio Fondo su strada valida come 8° Memorial Napoli. La manifestazione, organizzata dalla A.S.D. Polistena Bike Team e patrocinata dalla Regione Calabria, dalla Provincia di Reggio Calabria e dall’Amministrazione

di Melicucco, è transitata da Maropati, Galatro, Feroleto della Chiesa, Laureana di Borrello, Rosarno, Candidoni, San Ferdinando, Gioia Tauro, Taurianova Cittanova, San Giorgio Morgeto, Polistena, Cinquefrondi e Anoia. Il ciclismo è uno tra gli sport più antichi ed amati in Italia. Rappresenta ancora in maniera percettibile  il sogno della libertà - ed il passaggio della coloratissima congerie dei partecipanti, tutti protesi alla ricerca non solo e non tanto della vittoria ma anche del proprio limite. Soffrendo in sella e sui pedali, suscita emozioni che legano con il filo rosso della passione generazioni diverse. Appassionati  che  - a prescindere dai nomi dei beniamini delle varie epoche - si ritrovano uniti  nell’ansia dell’attesa dell’arrivo della testa della corsa, del gruppo e di tutto il colorato carosello di auto e di moto che precedono e  seguono la gara dando vita ad un momento bel-


15

lo ed irripetibile di passione sportiva. Il giro partito da Melicucco ha avuto, in ogni centro attraversato, un’accoglienza entusiastica rappresentata da migliaia di appassionati assiepati lungo il tracciato. Fra gli oltre 250 atleti in gara anche due nomi famosi di qualche lustro oro sono: gli ex professionisti Roberto Sgambelluti e Sergio Laganà. La corsa è stata fin da subito animata e ricca di colpi di scena, con contiuni attacchi e tentativi di fuga, inizialmente a tre, e poi, al traguardo, solo in due, per lo sprint e la vittoria sul traguardo di Melicucco. A vincere è stato Bruno Scerra della Rossano Team, impostosi su Aldo Parrello della Pane & Fantasia Taurianova.


16

di Stefano Calogero

Mtb enduristi a pedali La magia dell’avventura

C

aschetto ben allacciato, mani ferme sul manubrio, piedi pronti a spingere sui pedali. Ogni gara una nuova avventura che fa tornare indietro nel tempo. Ad ogni tornante un sussulto che regala emozioni. E al traguardo, nonostante la fatica, c’è un sorriso e un’atmosfera speciale che fa sentire tutti, avversari e compagni di squadra, parte di una grande famiglia. In sella ad una mountain bike si fa presto a tornare bambini. Basta un tracciato sconnesso, un gruppo di bikers pronti a sfidarsi e il gioco è fatto. Ma chi crede sia semplice come andare in bici da piccoli si sbaglia di grosso. La sport del mountain biking si è evoluto nel corso del tempo e ha acquisito tecniche ed equipaggiamenti che

richiedono passione, costanza e allenamento. Fra le discipline più praticate c’è il cross-country, conosciuto con la sigla XC. Dal 1996 è entrato a far parte del programma olimpico e questo ha contribuito certamente alla sua diffusione. È la classica competizione con gare su strade di campagna o forestali. Percorsi soprattutto sterrati con tracciati a diversi livelli di difficoltà che richiedono ottima guida ma soprattutto grande resistenza allo sforzo. Anche nel territorio della Piana la disciplina ha avuto un discreto successo. Fra le società più attive c’è la Mtb Palmi. Nata nel 2012, l’associazione ora affiliata al Csain si è resa protagonista in questi primi anni di vita grazie ad ottimi risultati ottenuti nei campionati e all’organizzazione di numerose tappe legate ai tornei


17

ufficiali. Su tutte, una prova del campionato europeo di cross country disputata nel giugno del 2014 a Pietrenere, nella zona marina di Palmi. Un appuntamento capace di mettere di fronte atleti di livello e attirare l’attenzione dei soggetti principali che seguono e raccontano questo sport così appassionante. Ma gli obiettivi della Mtb Palmi non sono circoscritti alla pura competizione agonistica. Al centro del progetto del team palmese c’è anche la riscoperta del territorio. Le “scorribande” in bicicletta, d’altronde, permettono di penetrare i luoghi più nascosti e affascinanti e, spesso, la scelta dei tracciati è guidata proprio dalla volontà di offrire ai partecipanti alle corse uno scenario tutto da ammirare. Ovviamente, ci sono posti che permettono più di altri di conciliare le esigenze sportive con quelle paesaggistiche. Il monte Sant’Elia, senza dubbio, è uno di questi. Grazie ai sentieri scoscesi che sembrano disegnati per l’occasione e alle vedute sul mare, con lo Stretto e le Eolie a giganteggiare sullo sfondo, lo spettacolo è sempre assicurato. Proprio il Sant’Elia ospiterà il 26 giugno una tappa del campionato provinciale alla cui realizzazione sta collaborando la Mtb Palmi.


18

Uno sforzo che come sempre coinvolgerà tutto il team palmese, con in testa il presidente Antonio Mazzullo e il vice Alessandro Bova. In autunno, invece, precisamente il 2 ottobre, si svolgerà a Palmi il campionato italiano XC centrosud. Un’altra grande responsabilità per l’associazione pianigiana, che ha voluto fortemente che il torneo sia anche il memorial “Enzo Bruzzese”, oramai giunto alla sesta edizione. Il modo giusto per ricordare il giovane sportivo palmese scomparso proprio in bicicletta nel 2010, un ragazzo per bene che ha lasciato un grande ricordo in tutti quelli che lo hanno conosciuto. L’attività della Mtb

Palmi, in attesa dei prossimi appuntamenti, nel frattempo va avanti. Di recente, i bikers pianigiani hanno preso parte alla prima prova del campionato provinciale disputata a Melito Porto Salvo lo scorso 22 febbraio e alla prima prova del campionato regionale a San Costantino Calabro il 13 marzo. In entrambe le gare la Mtb ha ottenuto con i suoi bikers buoni piazzamenti. Da segnalare, a seguito delle prime due prove, la prima posizione a livello provinciale e regionale di Antonio Mazzullo nella categoria di appartenenza. A livello di squadre, invece, al momento la Mtb si trova al terzo posto in classifica generale.


19

A Belsito, sul Crossdromo Jassa

Buona la prima !

di Francesco Di Masi

Riparte bene il regionale motocross della FMI

I

l Campionato Regionale Motocross 2016, l’ultimo che vedrà nell’esercizio delle sue funzioni il Presidente del CoRe, Luigi Mamone, ormai prossimo alla fine del suo mandato dopo sedici anni ininterrotti alla guida della FMI calabrese - è iniziato nel migliore dei modi sulla pista cosentina di Jassa Belsito. Un luogo che, a prescindere dall’impianto crossistico ha una sua suggestione perché attraversato dalle chiare, fresche e di tanto in tanto

vorticose acque del torrente Jassa che, a detta di alcuni bene informati sarebbero pure pescose di pregiate trote, rimandando pertanto ai torrenti montani tanto magistralmente descritti da Hemingway nei suoi “I racconti di Nick Adams” e “ Fiesta”. A parte comunque dalle potenzialità legate alla pesca con la canna - che sempre sport è - tornando al lato motoristico del pezzo va evidenziato che i piloti sono stati ben 66 di cui 13 in gara con la neoistituita licenza Promo Race che mira


20

ad avvicinare alla pratica agonistica con un costo molto basso neofiti e amatori sempre verdi. Altra nota positiva vedere finalmente un bel parco partenti nelle classi minicross, che rappresentano la continuità generazionale della passione verso le ruote artigliate. Assenti - comprensibilmente - i due fuoriclasse “made in Calabria” Scuteri e Tropepe ormai legati da impegni professionistici e che presto probabilmente potremo vedere solo in TV nelle dirette del Motocross Mondiale e dal vivo - a queste latitudini - solo come Guest star in qualche evento nostrano, i migliori crossisti

della current season si sono dati battaglia in gare belle e avvincenti che hanno scatenato in qualche momento anche gli entusiastici applausi del pubblico. Carbone, Marafioti, Capristo, Lombardo e gli altri top rider del regionale, con il positivo esordio - sempre con un n° 88 uguale a quello del padre, di Francesco Laudonio, figlio del grande e mai dimenticato Alessandro. Nessun incidente ha turbato la giornata di gare, diretta da Vittorio Cordì e che si è conclusa in perfetto orario con una bella premiazione e l’appuntamento alla prima del Beach Cross che avverrà a Tortora il 17 aprile.


21

Classifiche Di Gara 125Cc Chiellino G. Oppedisano A. Virduci V.

Mx1 Nazionale Marafioti G. Lombardo M. Laudonio F.

Mx2 Nazionale Carbone L. Capristo G. Tramontana A. Mini Cross Cadetti Briganti D. Mx1 Promorace Barcella F. Richichi A. Avena G. Lo Bianco D. Minicross JunioMx2 Amatori res Imbrogno C. Oppedisano F. Naccarato M. Greco M. Benevenuto M. Scali M. Mx2 Promorace De Bernardo F. Romeo P.m Madeo S. Mastroianni G. Alfano A.

Mx1amatori Briganti N.

Minicross Senior Romano N. Cataldo F. Maida Aceto F.


22

di Emanuele Di Matteo

S

La Viola Reggio Calabria alle prese con un nuovo ciclo

egnali di forte ripresa per la Viola Reggio Calabria! Dopo l’arrivo del nuovo coach Fabrizio Frates, la squadra sembra aver riconquistato quella linfa vitale che aveva dimostrato di possedere ad inizio stagione. E’ vero che una vittoria non significa la conquista della salvezza, ma il carattere di cui abbiamo parlato ad inizio stagione è finalmente riemerso. Certo ora bisognerà giocare ogni singola partita con l’unico obiettivo di fare punti per uscire da quella zona della classifica che obbliga la squadra ai play out, ed evitare così la battaglia all’ultimo sangue per sfuggire alla retrocessione. Ma non c’è solo questo in ballo. E’ altresì importantissimo risalire almeno un po’ la classifica, affinchè la Reggio Calabria del Basket possa divenire una piazza sempre più importante per gli sponsor, senza i quali è oggi impensabile riuscire ad affrontare una stagione con i bilanci in pareggio. Ed in tal senso bisogna sempre aver presente che per attrarre capitali pubblicitari, è oltremodo essenziale catturare l’attenzione degli sportivi, bisogna offrire visibilità, bisogna creare entusiasmo, e tutte queste cose arrivano prima di tutto se le persone si divertono, ma ancor di più se la propria squadra vince o comunque lotta per vincere ogni domenica. Non da meno in questo momento è in fermentazione il settore giovanile professionistico nazionale, nell’ambito del quale si preparano già gli eventi estivi, prima fra tutti la manifestazione “College Basketball Tour”

(www.collegebasketballtour.com), che ad agosto vedrà alcune rappresentative italiane affrontare le squadre dei College americani NCAA di Division (da cui le società professionistiche di tutto il mondo attingono ogni anno). Questo evento potrebbe essere una vetrina unica per quei giovani professionisti che si sono distinti durante il campionato 2015/2016 anche per la sempre maggiore visibilità e interesse che tale evento sta acquisendo nel mondo della pallacanestro professionistica italiana.


Via Grimaldi, 95 - CITTANOVA (RC)


24

Corriere della Piana - Inserto Sportivo n.40 Sport Magazine  

Periodico di politica, attualità e costume della Piana del Tauro

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you