Issuu on Google+

TV

Fondatore Daniel Iannuzzi o.c.

The Cana d i a n I t a l i a n D a i l y N e w s 905.264.7986 • www.latan.ca

e

modella le forme e scolpisce il corpo migliorando la cellulite e riducendo la circonferenza con sole 4 sessioni di trattamento

s as +t

1

VelaShape

ABBRONZATURA ™

$ con

AS SEEN ON

L e q uo­t i­ d i e n c a na­ d i e n i ta­ l i e n

Publication Mail Agreement # 40008980

www.corriere.com

lUNEDì 19 APRILE 2010 - MONDAY APRIL 19, 2010

ANNO LIV - N . 104 - Italia Eu 0.75

Matteo Dell’Aira, Marco Garatti e Matteo Pagani rilasciati dopo otto giorni di prigionia

Emergency, liberi i tre italiani

lo scandalo

Kabul: non colpevoli. Strada: «Fallito il tentativo di screditarci» l’emergenza

Napolitano: «Grande sollievo». Frattini: buono il lavoro del governo

Stop ai voli, prese d’assalto le stazioni ferroviarie

KABUL - Finisce l’incubo per i tre cooperanti di Emergency arrestati otto giorni fa in Afghanistan. Matteo Dell’Aira, Marco Garatti e Matteo Pagani sono stati rilasciati dalle autorità afghane, che hanno confermato ieri come a carico dei tre italiani non ci siano più accuse. Gino Strada ha sottolineato come sia «fallito il tentativo di screditare Emergency», mentre il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha accolto la liberazione con «un grande sollievo». Il ministro degli Esteri Frattini ha invece sottolineato «il buon lavoro del governo».

MASSIMILIANO BORDIGNON

MILANO - L’Italia, come il resto dell’Europa occidentale, non esce dalla morsa del caos voli derivata dall’eruzione del vulcano islandese Eyjafjallajokul. Nella giornata di sabato il volo è stato interdetto a tutto il Nord, e progressivamente esteso fino al Centro della penisola esclusa Roma, fino alle 8 di questo lunedì mattina. Alitalia ha annullato la metà dei propri voli, con circa 20mila passeggeri a terra. E con gli scali aeroportuali chiusi e trasformati in bivacco, sono state le stazioni ferroviarie a finire nell’occhio del ciclone, con i treni letteralmente presi d’assalto. Ma anche i taxi sono stati oggetto di caccia da parte dei viaggiatori, spesso alla ricerca di altri “sfortunati” con cui condividere il costo di una corsa.

ARTICOLI A PAG. 9

serie a

Vucinic re di Roma, giallorossi in testa L’esultanza di Vucinic dopo il gol del 2-1

Pedofilia, Ratzinger incontra otto vittime

Omelia dell’arcivescovo di Toronto ARTICOLI ALLE PAGG. 3 E 7

il funerale

Il mondo si stringe attorno alla Polonia a pag. 8

L’eruzione del vulcano Eyjafjallajokul

segue A PAG. 8

Benedetto XVI a La Valletta

Diversità e integrazione, «Stampa all’estero, tagli pericolosi» strategia e linee guida Luciano Neri: l’Italia sta segando il ramo su cui siede

ontario

SIMONA GIACOBBI

TORONTO - Leadership, integrazione, diversità e sviluppo. Intorno a queste parole chiave ruota la strategia su cui da anni lavora l’Ontario Public Service (Ops), organizzazione sempre più sensibile e pronta alle richieste di un pubblico in costante crescita. Noëlle Richardson ricopre il ruolo di Chief Diversity Officer (Cdo) dell’Ops dal 18 agosto del 2008. SEGUE A PAG. 2

alessio galletti

rcmp

toronto - «L’Italia sta segando il ramo su cui è seduta». Chiaro, conciso e dritto al punto il giudizio di Luciano Neri su quello che il governo di Roma sta facendo agli italiani all’estero, non soltanto attraverso la decurtazione del 50% dei fondi all’editoria per le testate degli emigrati ma anche in altri settori.

Distrutte centinaia di taser difettose a pag. 3

Mappatura fai da te del tuo Dna? Bastano 200mila dollari

NELLO SPORT

WASHINGTON - Una coppia californiana, John e Judy West, ha comprato per 200mila dollari da una società specializzata in servizi di genetica la mappatura del proprio Dna e di quello dei due figli, Paul di 14 e Anne di 17 anni. La società privata “Illumina” consentirà ai coniugi West di sapere molto del loro futuro di salute, compresi i rischi di malattie come l’Alzheimer. Ma anche ai figli sarà possibile conoscere in anticipo molto della loro salute, andando

così a toccare uno dei nodi etici più dibattuti per quanto riguarda la ricerca genetica. È giusto che una persona, tanto più se minorenne, conosca il suo futuro sanitario? Quanto, informazioni di questo tipo, possono condizionare la vita di un ragazzo, le sue scelte esistenziali? È etico? Per molti la risposta è no, queste informazioni è bene che restino riservate, ci sono troppi rischi al riguardo e sarebbe bene che l’intera materia venisse regolata da un

codice apposito invece che lasciarla in balia del mercato. Per la famiglia West, invece, il dilemma non si pone. «Non capisco perché ci sia chi preferisce non sapere - ha detto West - Queste informazioni consentono di prevenire eventuali emergenze». Per lui, e per i suoi familiari, essere a conoscenza del proprio Dna significa essere “vaccinati”. «Ho parlato con i miei figli, naturalmente - ha detto West - e loro si sono detti entusiasti della proposta».

SEGUE a pag. 6

CHE TEMPO FA OGGI

Sereno Massima 15, minima 3

DOMANI

Sereno Massima 17, minima 5


Apr19_01