Page 1

Predatori diurni Aquila reale Aquila Crysaetos Se ne sono viste alcuni esemplari sul versante nord della Presolana. Recentemente anche nel versante sud sopra il Monte Cornetto e sul Monte S.Leonardo (Mut de Ca) Gheppio (Ganiel) Predilige la zona dell'Unel, Monte Cornetto e Monte Varro, dove nidifica . Falco tinnuncolus - Poiana Zona preferita è la parte alta della Valle dei Mulini e i dirupi del Pizzo Corzene. Va sempre più rarefacendosi. Occasionalmente lo si può notare mentre volteggia sulle larghe ali immobili. Predatori notturni Allocco - Strix aluco (Loc) Strettamente notturno lo si sente soprattutto d'inverno nelle notti limpide, dallo Scanapà al Monte Lantana, in Predusolo, in Val di Tede e un po' dappertutto anche non lontano dalle abitazioni. Da noi è certamente il più diffuso tra gli strigiformi. Stazionario, erratico. Allodola (Lodulò) La si può trovare ai piani dell'Agher, anche in Subrì, dove nidifica. Non sorpassa la quota di 600 m. Capinera (Capunigher) Nidifica nei boschi del Castello, Calpa, Tede, Predusolo, Priona. Cardellino (Raarì) Ve ne sono molti (Monte S. Leonardo, Denzil) e nidificano fino a quota 1400, in bosco di conifere. Nei paesi anche su piante di giardino. Si può ritenere quasi stanziale. Il canto è un pò simile a quello del canarino. Cinciallegra (Paisola) E' la più grande delle cince comuni (circa 14cm.). Nidifica un pò ovunque. Parecchie hanno nidificato nei nidi artificiali predisposti dall'amministrazione forestale. Si spinge fino ai 1500 m. Molte sono anche di passo. Ciuffolotto (Subiot) Discretamente diffusi, ve ne sono sia stanziali che da passo. Nidificano nei boschi di conifere di Trondone, Pora, Monte Lantana, Scanapà; fino a 1700 metri. Sverna da noi nei fondovalle. Civetta Athene nottua (Siéta) Discretamente diffusa in località piuttosto aperte ai margini delle radure, vicino alle abetine. Civetta nana Grossa circa quanto un Tordo, se ne rinviene ancora qualche esemplare nei boschi della Presolana. Codibugnolo (Cualongò) Uccello di passo, si trova un pò in tutti i boschi da settembre a novembre. Caratteristica è la coda lunga (circa 7 cm.) Cornacchia grigia (Curnacc) Per vederli basta recarsi alla discarica di Predusolo. Si spinge però anche in Valsacco; preferisce tuttavia i dintorni dei paesi. E' stanziale. Crociere (Bectort) Da qualche anno sono in diminuzione e se ne vedono sempre più pochi. Ve ne sono di passo e stanziali, questi nidificano nella fascia di boschi che va dallo Scanapà al Valzelli. Fagiano (Fasà) Molto diffuso nei dintorni dei paesi non è indigeno in Europa e tanto meno da noi. Lo si libera a scopo venatorio e proviene da allevamenti. Qualche individuo che "si salva" riesce a riprodursi in libertà, ma ben difficilmente in queste zone. Fagiano di monte (Gal fursel) Stanziale; discretamente diffuso in Valsacco, Corzene, Monte Pora, Monte Varro. Il canto è assai caratteristico, può ricordare forse il gorgogliare di un tacchino, ma è prolungato, sonoro. Fanello (Fanel)


Alcuni stanziali, alcuni di passo. Si spinge fino a 1500 metri; Diffuso un pò ovunque. Francolino (Franculì) Poco diffuso, strettamente stazionario in zone ristrette. Colle della Presolana, Cantoniera. Fringuellino (Franguen de mut) Specie prettamente montana. Piuttosto raro si trova in Presolana al di sopra dei 2000 mt. dove nidifica nei crepacci delle rocce. Fringuello (Franguen) Ve ne sono di stanziali e di passo. Nidifica su conifere fino a 1500 - 2000 mt. un pò ovunque Gallo Cedrone (Gal cedrù) Molto scarso; qualche coppia nei boschi di conifere in Valzelli e Pagherola. Gazza ghiandaia (Gasa camera) Si calcola ve ne siano 12 - 17 coppie diffuse fra Trondone, Valzelli e Pora. Nidificano sugli alberi. Lo stesso comportamento presenta la Gazza nocciolaia. Gracchio (Tacol) Nidifica sulle rupi dai 1500 ai 2000 mt. (Presolana, Scanapà),. Volano in stormi e scendono raramente in basso. Mentre una volta era molto più diffuso, ora è in via di estinzione. Lucherino (Rugalì) Da noi è di passo; nidifica raramente e quasi sempre sulle conifere dove si ciba dei semi. Comportamento analogo hanno il Verzellino e il Venturone, Ziibilì, meno diffuso dei precedenti. Organetto (Tudìschì) Solo di passo e poco diffuso. Losi può vedere dai primi di ottobre ai primi di novembre. Passera d'Italia (Paser) Stanziale, diffuso ovunque nidifica nei dintorni delle abitazioni. Passera Matugia (Paserì) Solo di passo, si ferma sui tetti delle case. E' un uccello discretamente diffuso. Passeriformi Codirossone (Caròsol) Di passo autunnale assai scarso in settembre, estivo sui nostri monti dove nidifica al di sopra dei 1000 m. Passero solitario (Pasèr) Lo si può vedere qualche volta d'inverno al Monte Pora. Sta posato sulle rocce con le ali cadenti, con la coda relativamente corta aperta a ventaglio, sparendo dalla vista appena ci si avvicina. Peppola (Montanel) Passo molto accentuato a secondo dell'annata. Lo si trova prevalentemente alla Cantoniera, alla forcella del monte Lantana e al Col Varé. La stessa cosa dicesi per il Frosone (Frisù), il quale pare che nidifichi anche in zona. Pernice bianca (Pernis biancò) non è rara anche se diminuita fortemente non facile incontrarla perché abita in estate ed in inverno a quote molto elevate oltre i 2000 metri, e non scende mai al di sotto dei 1500 mt. Si trova prevalentemente a Cima Bares e sul Visolo. Picchio nero (Becasoc nigher) E' grosso come un corvo, con piumaggio nero uniforme, mentre la sua nuca è di rosso vivo. Da noi è scarsamente diffuso ed abita in genere nelle foreste di conifere più isolate: Val Mezzana, Presolana. Scava dei buchi nido, talvolta molto grandi, a notevole altezza, sui tronchi delle conifere deperenti, spesso già attaccate dagli insetti dei quali si ciba. Picchio verde (Becasoc vert) Relativamente diffuso. Ha abitazioni ed abitudini del precedente. Talvolta "Tambureggia". Prispolone (Guinò) Come il Spiancello. Il passo ai primi di settembre è molto accentuato. La stessa cosa vale per la Pispola che passa un pò più tardi. Quaglia (Quaia) Un tempo molto diffusa soprattutto nel campo di frumento della piana del Lagher dove nidificava. Oggi forse anche in connessione con le diverse colture agricole, si può dire che non ve ne sono più. Rampichino (Becarasa) Discretamente diffuso nelle abetaie. Di passo. Si distingue facilmente dai picchi per le piccole dimensioni e il becco sottile e curvo. Si arrampica sugli alberi a spirale a brevi "slanci" con la rigida coda premuta contro la scorza. Durante l'inverno nella migrazione viaggia con le Cince.


Regolo (Stelì) Molto diffuso nei boschi di conifere. Ve ne sono di passo e stanziali Scricciolo (Sentopis) Lo si trova un pò ovunque, prevalentemente nei fondi valle nascosti. Spesso anche nei giardini. E' stanziale che di passo Sordone (Matarot) Nidifica sui 2000 (Presolana) . Ve ne sono diverse coppie a secondo delle annate. Durante l'inverno scende verso il basso. Spiancello (Spions) Diffuso solo nelle zone alte. nidifica attorno alle malghe. E' stanziale e anche di passaggio Torcicollo (Stortacol) Sebbene imparentato coi picchi, l'atteggiamento e l'aspetto sono piuttosto di un passeraceo. Si ode più spesso di quanto non si veda. Uccello caratteristico per il modo strano di torcere il collo all'indietro. Vive nelle medesime zone abitate dai picchi. Di passo. Tordela (Dres) Quasi sempre di passo; qualche coppia nidifica sul Monte Pora. Tordo (Durt) Alcune coppie nidificano sul Monte Varro, Presolana e Pora, in boschi di conifere. In genere è di passo Tordo sassello (Sturdi) E' il più piccolo dei Tordi comuni. Da noi è solo di passo, nel mese di marzo ed ai primi di novembre. Lo si trova un po' ovunque ma principalmente alle forcelle del Col Varé e della Cantoniera. Usignolo (Usìgnòl) Qualche coppia, di sicuro una sul Monte S. Leonardo (Mut de Ca), arriva in aprile e se ne va in settembre. Il canto è ricco, forte e musicale, ciascuna nota rapidamente ripetuta parecchie volte. Lo si sente di giorno e di notte. Verdone (Amarot) Si spinge fino a 1500 mt. è di passo ed è abbastanza diffuso. Nidifica prevalentemente in boschi di conifere. Il passo è alla fine di agosto. Zigolo giallo (Paerana) Popola i magher: Denzil e Romentareck; discretamente diffuso nidifica in zona. Scarso il passo. Idem per lo Zigolo muciato, meno frequenti.

Avifauna  

Consorzio Cooraltur

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you