Page 1

Falsi moduli shunda venduti sottocosto SU INTERNET SONO COMPARSE OFFERTE COMMERCIALI AGGRESSIVE CON PRODOTTI CONTRAFFATTI

s

hunda Italia ha denunciato la vendita su Internet, a prezzi sottocosto, di moduli fotovoltaici su cui è stato illecitamente apposto il marchio dell’azienda. Per rendere ancora più credibile la proposta commerciale, oltre al marchio Shunda è stato utilizzato anche il materiale tecnico e informativo dell’azienda. “I prezzi pubblicati non si riferiscono ad alcun listino ufficiale Shunda e si devono intendere assolutamente falsi” spiega un comunicato di Shunda Italia. L’azienda ha già provveduto a denunciare il fatto all’autorità competente.

“Shunda Italia dichiara di non aver alcun rapporto, diretto o indiretto, con chi attualmente si propone al mercato come intermediario o nel peggiore dei casi come esponente aziendale per la vendita dei pannelli illecitamente marchiati Shunda. L’azienda invita tutti gli operatori e i propri clienti a verificare direttamente le matricole dei pannelli acquistati, in modo da verificarne la provenienza e beneficiare così delle garanzie sul prodotto”. In Italia i prodotti a marchio Shunda sono distribuiti e disponibili unicamente presso i magazzini di Tavullia (PU) o attraverso la rete di agenti autorizzati.

Nuove adesioni a PV Cycle CONVERT ITALIA, MITSUBISHI ELECTRIC, MX GROUP E AS SOLAR ITALIA SONO ENTRATE A FAR PARTE DEL PROGRAMMA

a

nche Convert Italia, Mitsubishi Electric, MX Group e AS Solar Italia hanno deciso di aderire al programma PV Cycle, che si propone di raccogliere il 65% dei pannelli immessi sul mercato, riciclare almeno l’85% dei pannelli raccolti e aumentare il tasso di riciclaggio progressivamente, in funzione della riduzione dell’impatto ambientale e della fattibilità economica. Queste percentuali sono da riferire ai pannelli installati dalle società aderenti a PV Cycle, che abbiano superato un ciclo di vita di almeno 25 anni a partire dal 1990. Al momento sul territorio italiano sono già presenti 17 centri di smaltimento PV Cycle. Giuseppe Moro, CEO di Convert Italia, ha dichiarato: «Con l’adesione a PV Cycle vogliamo mettere una volta di più l’accento sulla nostra cura per il cliente e sull’attenzione che Convert Italia S.p.A. ha per la salvaguardia dell’ambiente in

cui viviamo». «Con questo ulteriore impegno» ha affermato Gualtiero Seva, division manager della filiale italiana Mitsubishi Electric Fotovoltaico, «rafforziamo la nostra reputazione di azienda attenta alle tematiche ambientali. La filiera produttiva dei nostri moduli diventa infatti ecosostenibile in tutte le sue fasi, dalla produzione fino allo smaltimento». Dello stesso avviso Filippo Levati, direttore generale di MX Group, che spiega: «In questo modo la produzione di energia da fonte solare diventa doppiamente virtuosa e la tecnologia del silicio cristallino si conferma come la soluzione per la produzione di energia a minor impatto ambientale». La società AS Solar Italia, aderendo al progetto, ha inaugurato il servizio di raccolta dei pannelli da smaltire, che vanno consegnati presso la sede di Via Concordia 7 ad Assago, nell’hinterland milanese.

Partnership tra il Gruppo marchiol e rec solar LA COLLABORAZIONE TRA LE DUE AZIENDE, CHE LAVORANO INSIEME DA OLTRE UN ANNO, SI AMPLIA AD AZIONI DI FORMAZIONE IN CO-BRANDING

L

o scorso 21 febbraio presso la sede della Marchiol SpA di Villorba (in provincia di Treviso) è avvenuta la consegna ufficiale della targa di riconoscimento dell’azienda come partner Rec Distributor, con il relativo avvio del progetto “Partner Program REC”. Per il Gruppo Marchiol, che vanta una posizione di leadership nella distribuzione di materiale elettrico e con un know how di sessant’anni di storia, si tratta di un importante riconoscimento, che arriva a soli quattro anni dall’inizio dell’avventura nel fotovoltaico. Tra i primi distributori elettrici ad aver creduto nel business del fotovoltaico, Marchiol ha raggiunto una posizione tale in questo settore da diventare distributrice ufficiale di brand primari nel mondo del fotovoltaico, come REC Solar, Centrosolar, Canadian Solar e Solyndra. «Il fotovoltaico costituisce un’enorme opportunità commerciale; un’opportunità che porta con sé

alcuni rischi» spiega Ivano Benedet, FV division manager del gruppo Marchiol. «Il mercato solare è infatti in continua evoluzione: i volumi di produzione, le forniture e i prezzi sono influenzati dalle variazioni a livello economico e normativo. Scegliere un partner solare affidabile è fondamentale per vincere queste sfide». L’adesione al programma commerciale tra le due aziende Marchiol SpA e Rec Solar, che lavorano assieme già da più di un anno, vedrà un sempre maggior coinvolgimento delle due compagini in azioni di co-branding in varie iniziative di formazione e sviluppo di questo mercato. «La capacità di fornire un’elevata professionalità ai propri Clienti» conclude Ivano Benedet «ha fatto si che l’azienda sia stata apprezzata nel tempo, non solo nella sua competitività commerciale, ma soprattutto per la sua capacità di offrire soluzioni integrate».

Da Sinistra: Alessandro Cicolin, key accout manager Rec Solar; Ivano Benedet, FV division manager Marchiol; Gilles Ramzeyer, channel director Europe Rec Solar; Alfredo Marchiol, Ceo e owner Marchiol; Franco Varaschin, vice president sales and marketing Marchiol; Angelo Franchin, purchase manager Marchiol; Renato Carrer, logistic manager Marchiol; Luca Bardelli, channel manager Rec Solar

solareb2b Aprile Pv Cycle  

solareb2b Aprile Pv Cycle