Consulta di Torino 2021 - Inglese

Page 1

CONSULTA VALORIZZAZIONE BENI ARTISTICI E CULTURALI DI TORINO

2021


CONTENTS La Consulta di Torino

p. 2

Achievements

p. 13

Methodological Note

p. 29

1


MISSION Giorgio Marsiaj - President

Consulta per la Valorizzazione

and visitors to our city which

dei Beni Artistici e Culturali di

Consulta has intervened.

Torino is a value for the territory and the community. For over

The members - currently 34 -

thirty years, it has been investing

have “won” the opportunity to

in the restoration of cultural heri-

express their social responsibili-

tage, listening to the needs, with

ty creatively and attentively, with

planning skills and professiona-

passion and professionalism, ta-

lism, selecting projects based

king care of the historical and

on urgency, significance, speed

cultural heritage of the area, ma-

of implementation and certain-

king it alive, current and usable.

ty of authorisation, and always with the well-being of the area

Attention to Culture

in mind. The Consulta System is unique in its excellence, the

Cultural heritage is a valuable

result of attention to circumstan-

resource for decoding the pre-

ces, cooperative attitude and an

sent and guiding the construction

entrepreneurial spirit. A partici-

of the future. Consulta promotes

patory and vigilant attitude, rea-

its recovery, conservation, deve-

dy to grasp the signals and reque-

lopment and use, with particular

sts of the area, willing to tackle

reference to communication and

and solve problems.

education, implementing digiti-

Over time, Consulta has establi-

sation processes and using new

shed a virtuous circle of coopera-

technologies applied to artistic

tion with the successive

heritage. Culture is an economic

local city governments, local and

and inclusive lever that suppor-

national institutions, and the bo-

ts and encourages development,

dies responsible for the conser-

increasing the appeal and welfa-

vation, defence and protection of

re of the area. Culture is an eco-

historical and artistic heritage.

nomic and inclusive lever that

Since 1987, with a pure win-win

supports and encourages deve-

logic, the winners have been the

lopment, increasing the appeal

monuments, the legacy of the

and welfare of the area. Consulta

region’s glorious history, the va-

operates with the conviction that

luable collections preserved and

culture is a long-term process,

promoted by leading museums,

which requires vision, planning

churches, gardens, refined thea-

and programming skills, in whi-

tres and elegant Savoy residen-

ch history and tradition play an

ces, the heritage of our citizens

important role. 2


Attention to the Territory and

Attention to Promotion

the Community In the years to come, it will be Consulta remains focused on the

essential to intensify communi-

cultural sector in which it has

cation to inform new audiences

been operating for over thirty

of the association’s reputation,

years and is further strengthe-

the quality of its modus operandi

ning its ability to listen and pay

and the value of the results achie-

attention to socio-cultural needs.

ved. This action will be aimed

Maintaining an ethical attitude of

both at increasing membership -

giving back to the territory, and

guaranteeing of continuity in the

supported by a deep sense of so-

design commitment for the col-

cial responsibility, Consulta will

lective good, through the studied

continue to promote initiatives

and envied management model

aimed at contributing to growth

- and at the broadest sharing of

and the common good through

the principles of social impact

the languages of Art and Creati-

and the creation of ethical value,

vity.

within the framework of a sustainable economy.

Attention to the Environment The promotion and disseminaThe environmental issue can-

tion of the Consulta model can

not be postponed, and Consulta

contribute to its growth and dis-

is focused on and committed to

semination in other regions, to

the broader aspects of care of the

convey collective awareness of

territory, protection and develop-

the inestimable value of our cul-

ment of the landscape, and su-

tural heritage, a lever of develop-

stainable management of human

ment which requires and deser-

settlements. Projects aimed at

ves dedication.

containing and improving degraded public spaces, with specific commitment to improving inclusiveness and socio-cultural cohesion, have been launched on the outskirts of the city.

3


I

DATA:DATA: 05-07-2020 05-07-20

del patrimonio. A oggi sono messe a disposizione dai soci. lavoro e bellezza, con iltutela quale leva economica ed inclusiva, dispensabile impedire la crisi Recentemente è stato avviato un Sistema Consulta, un’eccellenza stati investiti oltre 32 milioni di legata agli effetti della che pandemia unica, nata dalla capacità di col- creando euro e realizzati più di 100 inter- dialogo con il Politecnico di Torino che della molti pandemia studiano motore di nata sviluppo, di modus legataoperandi agli effetti unica, dalla capacità colprovochi una desertificazione delle venti di restauro, valorizzazione, al fine di promuovere le potenzialilaborare e unire le generatore forze perdivalofruizione, innovazione, progetta- tà della creatività tecnologica a fae ci invidiano. attrattività del territorio, fondaprovochi una desertificazione delle laborare e unire le forze per evaloe dei soggetti culturali, rizzare il patrimonio artistico cul- iniziative zione e didattica. I soci investono vore del restauro, della valorizzaUtile saràe allargare la base deinel brand Torino, con l’intento di zione e della fruizione del patrimomento della crescita sostenibile. Le iniziative dei soggetti culturali, rizzare ilL’Associazione patrimonio artistico e culad aggravare gli effetturale. è nata nel concorrendo migliorare e promuovere il conte- nio storico-artistico. rafforzare il aggravare ruolo innovativo 311987 aziende che ne fanno parte Oggi più che mai è necessario sto in cui le loro aziende sono radiconcorrendo ad gli effetturale. è nata nel soci, ti del fenomeno epidemico sulla da L’Associazione un piccolo gruppo disono amici fare sistema. Abbiamo la responsacate e operano. attraverso l’utilizzo intervenute su tutti i principali ti Consulta del fenomeno epidemico sullaL’agire di Consulta è stato da bilità di tutelare l’eredità che ci vie1987 da piccolo gruppo di amici distruttura socioculturale del Paese. attivi inun primarie aziende torinesi ne dal passato, trasformandola in DATA: 05-07-2020 sempre orientato dall’intuizione nuove tecnologie applicate aiche il Valore - in termini di ritorno un Bene contemporaneo e vivo, monumenti e musei cittadini, opestruttura socioculturale del Paese. attivi in primarie aziende torinesi Sono stati avviati nuovi cantieri: per affrontare insieme, con inve- delle sociale - originato dalle diverse at- concorrendo a realizzare un equiliculturali e adottare scelte di rando sempre ininsieme, stretta collaboraSono stati avviati cantieri: per affrontare con inve- beni in piazza Bodoni pernuovi il restauro del stimenti e capacità imprenditoriali, tività in ambito culturale, sia supe- brio tra storia e futuro, gestione riore all’investimento effettuato. economica e sostegno alla conograzie profeszione conele istituzioni eingli in piazza Bodoni per ilalle restauro del stimenti capacità imprenditoriali, monumento adPAG.: Alfonso della Maril problema del degrado cuienti ver- digitalizzazione 33 La capacità imprenditoriale deter- scenza, crescita e conservazione. sionalità e alla capacità progettuale preposti alla conservazione e alla mina l’efficacia degli esborsi, man- L’auspicio è che in futuro il Sistema monumento ad Alfonso della Maril problema del degrado in cui versava allora il nostro patrimonio mora, in piazza San Carlo per l’intenendo oneri di funzionamento Consulta cresca e si diffonda, per messe a disposizione dai soci. tutela del patrimonio. A oggi sono mora, in piazza San Carlo per l’indella struttura mediamente intor- essere replicato in altre regioni, a sava allora il nostro patrimonio tervento sul campanile dell’omonistorico-artistico. beneficio dell’inestimabile patrino al 6% dei costi complessivi. Recentemente è stato avviato un stati investiti oltre 32 milioni di tervento sul presso campanile dell’omonistorico-artistico. chiesa, il Palazzo del-La costanza dell’impegno per- monio artistico e culturale del noLa Responsabilità sociale che ma mette di avviare strategie di svi- stro Paese, significativa leva di sviconper ilpresso Politecnico didel Torino euro e realizzati più 100 interma chiesa, il Palazzo delLa Responsabilità sociale che dialogo Consulta di Torino. Il nuovo presidente l’Arsenale il recupero cortile anima e sostiene il di mecenatismo luppo culturale duraturo a favore luppo economico, con fulcro nei della ricchezza del territorio. Gli valori della condivisione. fine di promuovere le venti didi restauro, valorizzazione, l’Arsenale perScuola il recupero del cortile anima e sostiene il mecenatismo della dipotenzialiApplicazioetico Consulta, era all’epoca ald’onore definisce le linee programmatiche Presidente Consulta stessi ingredienti, le stesse logiche della creatività tecnologica a fafruizione, per la Valorizzazione dei Beni aziendali che generano il successo d’onore della Scuola Applicazioetico di innovazione, Consulta, eraprogettaall’epoca dell’Esercito e neidiGiardini dei qualcosa di assolutamente innova- tàne artistici e culturali di Torino delle singole imprese, vanno a fadelReali restauro, valorizzazione e didattica. Iinaugurato soci investono ne dell’Esercito edella nei Giardini dei vore di progetti e beni pubblici, qualcosa di assolutamente innovaMusei per la riqualificazione tivo. Un percorso non a vore di sostenere iniziatie della del patrimo-consentendo nel brand Torino, con l’intento di ae zione Musei Realifruizione per la riqualificazione tivo. Un percorso inaugurato non ve complesse come il recupero del I soci della Consulta di Torino. dei Giardini di Levante. caso a Torino, città ricca di storia Teatro d’Acque dell’Ercole - se- I 31 soci della Consulta di Torino: migliorare egià promuovere il contedeistorico-artistico. Giardini di Levante. caso a Torino, città riccad’Italia, di storialae nio Con la passione, la dedizione e la creatività, capitale centesco capolavoro di Amedeo di 2A, Armando Testa, Banca del Castellamonte, ultimo tassello Piemonte, Banca Fideuram, BanOggi che mai èdedizione necessario sto in cui loro aziende sono radi-la professionalità Con più la passione, e la creatività, giàSociali, capitale d’Italia, chela l’hanno guidacittà deile Santi dell’innovadell’imponente progetto europeo ca Passadore, Buffetti, Buzzi fare sistema. Abbiamo la responsacate e operano. per il restauro della Reggia di Ve- Unicem, C.L.N. , Chiusano & C. , professionalità che l’hanno guidacittà dei Santi Sociali, dell’innovata in questi 33 anni, Consulta inzione e della manifattura. naria - in via di completamento nei Costruzioni Generali Gilardi, bilità di tutelare l’eredità che ci vieL’agire di Consulta è stato da prossimi mesi. ta in questi 33 anni, Consulta inDeloitte & Touche, Ersel, FCA Fiat zione e della manifattura. Grazie a una governance snella, tende operare per il welfare del terNell’attuale, difficile fase che se- Chrysler Automobiles, Fenera ne dal passato, trasformandola in sempre orientato dall’intuizione tende operare per il welfare del terGiorgio Marsiaj Grazie a una governance snella, gue l’emergenza sanitaria, le Holding, Ferrero, Fondazione tutti i soci sono pariteticamente at- ritorio. Prosegue dunque nel suo aziende e gli enti soci della Consul- Compagnia di San Paolo, FondaBene Prosegue contemporaneo enel vivo, che ileValore - in alle termini di strategiritorno ritorio. dunque suo tutti ipartecipi soci sono pariteticamente at- un impegno per la Cultura, comparto tivi scelte ta di Torino sentono una grande zione CRT, Garosci, GMT Holding programnnovazione nella continuità: dare corso alle attività nei confronti della Co., Gruppo Ferrero-Sied Energia, aarealizzare un equilisociale -siaintervento. originato dalle atimpegno per laTorino Cultura, comparto tivi che edipartecipi alle scelte strategila cui filiera vale quasi responsabilità il che Nediverse deriva una concorrendo inquesta la linea concettuale del mate, nella convinzione comunità. Nonostante la congiun- Intesa Sanpaolo, Italgas, Lavazza, brio tra storia e futuro, gestione tività in ambito culturale, sia supeche la crisi Sistema Consulta, un’eccellenza dispensabile impedire tura economica molto critica, Con- Martini&Rossi, Mattioli, M. Marsiaj la cui filiera a Torino vale quasi il che di intervento. Ne deriva una 10% del Pil cittadino. Nei prossimi progettualità forte, indirizzata ad Giorgio Marsiaj rimane focalizzata nel settore & C. , Reale Mutua Assicurazioni, unica, nata dalla capacità di col- legata agli effetti della pandemia Giorgio Marsiaj sostegno alla cono-sulta riore all’investimento effettuato. culturale in cui da sempre opera. Le Reply, SKF, Unione Industriale di 10% del Pilecittadino. Nei prossimi progettualità forte, indirizzata ad economica delle medio laborare e unire le forze per valo- provochi una desertificazione anni le esigenze sociali aumenteazioni sul e lungo termine, aziende mantengono l’impegno di Torino, Vittoria Assicurazioni culturali, imprenditoriale deterrizzare il patrimonio artistico e cul- iniziative e dei soggetti scenza, crescita econtinuerà conservazione. Lasecondo capacità anni le esigenze sociali aumenteazioni sul medio e lungo termine, ranno: Consulta a procriteri di priorità e creaturale. L’Associazione è nata nel concorrendo ad aggravare gli effetèiniziative che in futuro il Sistema mina l’efficacia degli esborsi, ranno: Consulta continuerà a proti del fenomeno epidemico sulla secondo criteri di priorità emancrea- L’auspicio 1987 da un piccolo nella gruppo di amici dare corso alle attività programnnovazione continuità: muovere e progetti che dare corso alle attività programzione di valore per la comunità. nnovazione nella continuità: del Paese. attivi in primarie aziende torinesi struttura socioculturale eal si bene diffonda, per Giorgio Marsiaj tenendo di funzionamento muoverecresca iniziative e progetti che zione dioneri valore per la comunità. mate, nella convinzione che sia in- siaConsulta questa la concettuale delstatidel contribuiscano comune, Consulta crede nella Cultura mate, nella convinzione che inSono avviati nuovi cantieri: questa lalinea linea concettuale per affrontare insieme, con inveessere replicato regioni, della struttura mediamente intorin piazza Bodoni per il restauro del economica stimenti e Consulta, capacità imprenditoriali, contribuiscano bene comune, Consulta crede nella dispensabile impedire che laCultura crisi Sistema un’eccellenza creando lavoroinal e altre bellezza, conail quale leva ed inclusiva, dispensabile impedire che la crisi Sistema Consulta, della Maril problema del degrado in cuiun’eccellenza ver- monumento ad Alfonso dell’inestimabile patrino al 6% dei costidella complessivi. creando lavoroche e bellezza, con il quale leva economica ed inclusiva, legata effetti pandemia unica, nata dallapatrimonio capacità mora, di colmodus operandi molti studiano motore di sviluppo, generatore di beneficio in piazza San Carloagli per l’insava allora il nostro legata agli effetti della pandemia unica, nata dalla capacità di coldare corso alle attività programnnovazione nella continuità: artistico culturale del nosul campanile dell’omoniLa costanza dell’impegno perstorico-artistico. modus operandieche molti studiano motore di sviluppo, generatore di monio provochi una desertificazione delle laborare e unire le sociale forzeche pertervento valoe ci invidiano. attrattività del territorio, fondama chiesa, presso il Palazzo delLa Responsabilità provochi una desertificazione delle laborare elaunire forze l’Arsenale per valomate, nella convinzione che siastro inquesta linealeartistico concettuale del Paese, significativa di svimette strategie difondasvi-Le e ciUtile invidiano. attrattività territorio, eavviare deidel soggetti culturali, rizzare il patrimonio e cul- per iliniziative recupero deldi cortile anima e sostiene il mecenatismo sarà allargareleva la base dei mento della crescita sostenibile. iniziative eaggravare dei soggetti culturali, d’onoreedella Scuola di Applicaziorizzare artistico etico il di patrimonio Consulta, era all’epoca impedire che la crisi luppo economico, con fulcro Sistema Consulta, un’eccellenza luppo culturale duraturo favore Utile sarà allargare la basenei dei mento della sostenibile. Le concorrendo adcrescita glia effetturale. L’Associazione è nata nelculsoci, rafforzare il ruolo innovativo 31dispensabile aziende Giardini dei che ne fanno parte sono qualcosa di assolutamente innova- ne dell’Esercito e nei valori della condivisione. Il Castello concorrendo ad aggravare gli effetdella ricchezza del territorio. Gli turale. L’Associazione è nata nel legata agli effetti della pandemia unica, nata dalla capacità di colsoci, rafforzare il ruolodiinnovativo Reali per riqualificazione inaugurato non a diMusei 31 aziende chesu ne fannoi parte sono di tiladel fenomeno epidemico sulla 1987tivo. daUn unpercorso piccolo gruppo amici Consulta attraverso l’utilizzo intervenute tutti principali Venaria Reale. Torino, città ricca di storia e dei Giardini di Levante. Presidente stessi ingredienti, le stesse logiche UnoConsulta dei siti ti del fenomeno epidemico 1987caso da un piccolo gruppo di amici di Consulta attraverso l’utilizzo provochi desertificazione delle intervenute tutti i principali struttura socioculturale del Paese. laborare egià unire le forze per attivi inaprimarie aziende delle nuove tecnologie applicate ai monumenti esu musei cittadini, ope-sulla Con valola passione, la dedizione e la una creatività, capitale d’Italia, latorinesi sostenuti per la Valorizzazione dei Benidi aziendali che generano ilcantieri: successo che l’hanno guidacittàin dei Santi Sociali, dell’innovadalla Consulta delle nuove tecnologie applicate ai monumenti eemusei cittadini, opeSono stati avviati nuovi struttura socioculturale del Paese. per affrontare insieme, conprofessionalità inveattivi primarie aziende torinesi iniziative dei soggetti culturali, beni culturali e adottare scelte rizzare il patrimonio artistico e culrando sempre in stretta collaboradi Torino ta in questi 33 anni, Consulta inzione e della manifattura. artistici e culturali di Torino delle singole imprese, vanno a fabeni culturali e adottare di rando sempre inavviati stretta collaborain ilpiazza Bodoni per ilaggravare restauro stimenti e capacità imprenditoriali, digitalizzazione grazie allescelte profesSono nuovi cantieri: zione con le istituzioni e glidel enti tende operare per welfare del ter- stati per affrontare insieme, inveGrazie a una governance snella, ècon concorrendo ad gli effetturale. L’Associazione nata nel ritorio. Prosegue dunque nel suo tutti i soci sono pariteticamente atvore di progetti e beni pubblici, © RIPRODUZIONE digitalizzazione grazie alleRISERVATA profeszione con leBodoni istituzioni glieenti monumento ad Alfonso della Marilstimenti problema del degrado in cui versionalità e alla capacità progettuale preposti alla conservazione allasulla in piazza per ile restauro del e capacità imprenditoriali, ti comparto del fenomeno epidemico 1987 da un piccolo gruppo di amici impegno per la Cultura, tivi e partecipi alle scelte strategiInfostampa S.r.l.s. - Ritaglio stampa ad esclusivo uso privato consentendo diSan sostenere iniziatisionalità e alla capacità progettuale preposti conservazione esono allaMarinquasi piazza Carlo l’insava allora ildel nostro patrimonio vale che di intervento. Ne deriva una la cui filiera a mora, messe a disposizione dai soci. tutela delilalla patrimonio. Aper oggi monumento ad Alfonso della il problema degrado intorinesi cui ver-Torino struttura socioculturale del Paese. attivi in primarie aziende del Pil cittadino. Nei prossimi progettualità forte, indirizzata ad 10% vestati complesse come il dell’omonirecupero deldi I soci della Consulta di dai Torino. messe a disposizione soci. un tutela delcampanile patrimonio. oggi sono tervento sul storico-artistico. Recentemente è stato avviato investiti oltre 32Anuovi milioni anni leinveesigenze sociali aumentesul medio e nostro lungo termine, mora, in piazza San Carlo per l’insavaazioni allora il patrimonio Sono stati avviati cantieri: per affrontare insieme, con Teatro dell’Ercole -interse-di I 31 soci della di Torino: Consulta continuerà ad’Acque proRecentemente è stato avviato un criteri di priorità e sociale crea- ranno: stati 32 ma chiesa, pressooltre ilpiù Palazzo delLasecondo Responsabilità che dialogo con ilConsulta Politecnico di Torino euro einvestiti realizzati di milioni 100dell’omonisul campanile muovere iniziative etervento progetti che storico-artistico. zione di e valore per la comunità. in piazza per ilcortile restauro del stimenti capacità imprenditoriali, centesco capolavoro di Amedeo di 2A, Armando Testa, Banca del dialogo il Politecnico di Torino edirealizzati più di 100 interl’Arsenale per ilBodoni recupero del anima e sostiene il mecenatismo al fine dicon promuovere le potenzialiventi restauro, valorizzazione, al euro bene comune, Consulta crede nella Cultura contribuiscano ma della chiesa, presso ilprogettaPalazzo delLa Responsabilità sociale che monumento ad Alfonso della Maril problema del degrado in cui verCastellamonte, ultimo tassello Piemonte, Banca Fideuram, Bancreando lavoro e venti bellezza, conrestauro, il Scuola quale leva economica ed inclusiva, al promuovere le potenzialidi valorizzazione, d’onore di Applicazioetico di Consulta, era all’epoca tà fine delladicreatività tecnologica a fafruizione, innovazione, studiano motore di sviluppo, generatore di modus operandi che molti l’Arsenale per ilIrecupero del cortile dell’imponente europeo anima edisostiene ilfondamecenatismo catà Passadore, Buffetti, Buzzi mora, ininnovazione, piazza San investono Carlo per l’insava allora nostro patrimonio della tecnologica a faprogettadell’Esercito eprogetto nei Giardini dei qualcosa assolutamente innovavore delcreatività restauro, della valorizzae ci invidiano.ne fruizione, zione e didattica. soci attrattività delil territorio, Utile sarà allargare la base dei mento della crescita sostenibile. Le per il restauro della Reggia di VeUnicem, C.L.N. , Chiusano & C. , d’onore della Scuola di Applicazioetico di Consulta, era all’epoca vore del restauro, della valorizzatervento sul campanile dell’omonizione e didattica. Icon socil’intento investono Reali per la riqualificazione storico-artistico. tivo. Un percorso inaugurato non a Musei nel brand Torino, di zione e della fruizione del patrimo31 aziende che ne fanno parte sono soci, rafforzare il ruolo innovativo naria -dell’Esercito in viadi di completamento neidi delCostruzioni Generali Gilardi, zione e della fruizione del patrimonel brand Torino, con l’intento dei Giardini ne e nei Giardini dei di innovaConsulta attraverso l’utilizzo caso a Torino, di storia eche qualcosa di assolutamente intervenute sucittà tutti i ricca principali ma chiesa, presso il Palazzo nio storico-artistico. La Responsabilità sociale migliorare eLevante. promuovere il conteapplicatemesi. ai e musei cittadini, ope- delle nuove tecnologie Deloitte &più Touche, Ersel, FCA Fiat nioOggi storico-artistico. migliorare e promuovere il conteCon la passione, laildedizione edel la cortile creatività, già capitale d’Italia, la ae prossimi che mai è necessario Musei Reali per la riqualificazione sto in cui le loro aziende sono raditivo.monumenti Unesempre percorso non l’Arsenale per recupero anima sostiene il mecenatismo beni culturali adottare scelte di rando in strettainaugurato collaboraNell’attuale, difficile fase che seChrysler Automobiles, Fenera grazie alle profeszione con le istituzioni e gli enti digitalizzazione Oggi più che mai è necessario sto in cui le loro aziende sono radiprofessionalità che l’hanno guidacittà dei Santi Sociali, dell’innovafare sistema. Abbiamo la responsacate e operano. dei Giardini di Levante. caso a Torino, città ricca di storia e d’onore della Scuola di Applicazioetico di alla Consulta, all’epoca e alla capacità progettuale preposti conservazione eera alla sionalità l’emergenza sanitaria, Fondazione fare sistema. Abbiamo la responsacate e operano. tague in questi 33 anni, Consulta in-le zione e della manifattura. bilità diFerrero, tutelare l’eredità che ci vieL’agire dipassione, Consulta èdedizione stato da Holding, messe a disposizione dai soci. tutela deldi patrimonio. A oggi sono d’Italia, Con la la e la creatività, già capitale la ne dell’Esercito e nei Giardini dei qualcosa assolutamente innovaaziende e gli enti dellaèdel Consuldi San Paolo, FondaRecentemente è statoL’agire avviato un di stati investiti oltre 32 milioni di snella, bilità tutelare l’eredità che ci viestato tende operare perConsulta ilsoci welfare ter- da Compagnia Grazie a una governance ne daldipassato, trasformandola in sempre orientato dall’intuizione professionalità che l’hanno guidadialogonon con il Politecnico di Torino città deie realizzati Santi Sociali, dell’innovaeuro più diinaugurato 100 interMusei Reali per la riqualificazione tivo. Un percorso a tache di Torino sentono unanel grande zione CRT, Garosci, GMT Holding ne dal passato, trasformandola in sempre orientato dall’intuizione ritorio. Prosegue dunque suo tutti venti i soci sono pariteticamente un Bene contemporaneo e vivo, di promuovere le potenzialidi restauro, valorizzazione, al fineatil Valore - in33 termini di ritorno ta in questi anni, Consulta inzione e della manifattura. dei Giardini di Levante. caso a Torino, città ricca di storia e tà della creatività tecnologica a fa- la innovazione, progettaresponsabilità nei confronti della Ferrero-Sied unGruppo Bene contemporaneo vivo, chevalorizzail Valore in termini di ritorno impegno per Cultura, comparto tivi efruizione, partecipi alle scelte strategiconcorrendo a realizzareEnergia, uneequilisociale - originato dalle diverse at- Co., zione e didattica. I soci investono vore del restauro, della tende operare per illala welfare del terGrazie aTorino, unacon governance snella, Con la passione, dedizione ebrio la tra creatività, già capitale la Nonostante congiunIntesa Sanpaolo, concorrendo a realizzare un equilisociale originato dalle diverse lacomunità. cui filiera a Torino vale quasi ilatzione e della fruizione del patrimonel brand l’intento di d’Italia, che di intervento. Ne deriva una storia eItalgas, futuro,Lavazza, gestione tività in-ambito culturale, sia supenio storico-artistico. e promuovere il conteritorio. Prosegue dunque nel suo tura economica molto critica, tuttimigliorare idei soci sono pariteticamente Martini&Rossi, Mattioli, M.alla Marsiaj professionalità che l’hanno guidacittà Santi Sociali, dell’innovabrio tra storia e futuro, gestione tività in ambito culturale, siaConsupe10% del Pil cittadino. Nei prossimi progettualità indirizzata adpiùateconomica e sostegno conoriore all’investimento effettuato. Oggi che mai è necessario sto in cui le loroforte, aziende sono radisulta rimane focalizzata nel settore &inC. , Reale Mutua impegno per la anni, Cultura, comparto fare sistema. Abbiamo la responsativi ecatepartecipi alle scelte strategieconomica e sostegno alla conota in questi 33 Consulta riore all’investimento effettuato. anni le esigenze sociali aumentezione ee operano. della manifattura. azioni sul medio e lungo termine, scenza, crescita eAssicurazioni, conservazione. La capacità imprenditoriale deterGiorgio Marsiaj che ci viedi Consulta è stato da bilità di tutelare l’eredità culturale in cui da opera. Le Reply, Unione di scenza, conservazione. La capacità deterranno: Consulta continuerà avale prola cui filiera asempre Torino quasi il SKF,crescita secondo criteri priorità enecreacheGrazie diL’agire intervento. Ne deriva una tende operare per il welfare del terL’auspicio è che ineIndustriale futuro il Sistema a unadi governance snella, mina l’efficacia degli esborsi, mandal passato, trasformandola in imprenditoriale sempre orientato dall’intuizione aziende mantengono l’impegno di un Bene contemporaneo el’efficacia vivo, Torino, Vittoria Assicurazioni chedi il Valore - in termini di ritorno L’auspicio è che inefuturo il Sistema mina degli esborsi, manmuovere iniziative efunzionamento progetti che zione valore per la comunità. Consulta cresca si diffonda, per 10% del Pil cittadino. Nei prossimi tenendo oneri di progettualità forte, indirizzata ad ritorio. Prosegue dunque nel suo tutti i soci sono pariteticamente atconcorrendo a realizzare un equilisociale - originato dalle diverse atdare corso alleal attività programnnovazione nella continuità: Consulta cresca in e sialtre diffonda, per tenendo dila funzionamento bene comune, Consulta crede Cultura brio tra storiacontribuiscano e futuro, gestione essere replicato regioni, a in ambito culturale, sia supedella struttura intoranni leoneri esigenze sociali aumenteazioni sul medio enella lungo termine, impegno permediamente Cultura, comparto tivi etività partecipi alle scelte strategieconomica e sostegno alla conoriore all’investimento effettuato. mate, nella convinzione che sia inquesta la linea concettuale del essere replicato in altre regioni, a della struttura intorcreando lavoro emediamente con ilquasi quale leva economica ed inclusiva, beneficio dell’inestimabile patri6% dei costi complessivi. ranno: Consulta continuerà a proscenza, crescita e no conservazione. secondo criteri di priorità e creaLa capacità imprenditoriale deter-deriva laalcui filiera abellezza, Torino vale il cheSistema di intervento. Ne una dispensabile impedire che la crisi Consulta, un’eccellenza beneficio dell’inestimabile patrinoLa aliloperandi 6% dei costi complessivi. in futuro Sistema che molti studiano mina l’efficacia degli esborsi, man- L’auspicio motore di sviluppo, generatore di è chemodus monio artistico e culturale del nocostanza dell’impegno per- che muovere iniziative e progetti zione di valore per la comunità. 10% del Pil cittadino. Nei prossimi progettualità forte, indirizzata ad Consulta cresca e si diffonda, per tenendo oneri di funzionamento legata agli effetti della pandemia unica, nata dalla capacità di col- e in monio artistico e culturale noLa costanza dell’impegno percimette invidiano. attrattività del territorio, Paese, significativa levadel di svidi aavviare strategie svi- stro essere replicato altre regioni, della struttura mediamente intor- fondacontribuiscano al benedi comune, Consulta crede nella Cultura anni le esigenze sociali aumenteazioni sul lungo termine, provochi una desertificazione delle laborare e medio unire leesostenibile. forze per valobeneficio patrino al 6% dei costi complessivi. stro Paese, significativa di svimette di avviare strategie svi- luppo Utile sarà allargare la base dei mento della crescita Le dell’inestimabile economico, con leva fulcro nei luppo culturale duraturo a di favore monio artistico e culturale del noLa costanza dell’impegno percreando lavoro e bellezza, con il quale leva economica ed inclusiva, ranno: a prosecondo criteri di priorità creainiziative eConsulta deiilsoggetti culturali, rizzare il patrimonio artistico eePaese, culluppo della economico, con fulcro nei luppo culturale duraturo a favore soci, rafforzare ruolo innovativo 31 aziende che ne fanno sono valori condivisione. della del continuerà territorio. Gli significativa levaricchezza di svimette di avviare strategie di parte svi- stro modus operandi molti studiano luppo nel economico, con fulcro nei ad aggravare effetmotore di sviluppo, di luppo favore turale. L’Associazione è nata muovere iniziative egliprogetti zione diculturale valore perala comunità. valori della condivisione. della ricchezza del territorio. Gli che diconcorrendo Consulta attraverso l’utilizzo intervenute suduraturo tutti igeneratore principali Presidente Consulta stessi ingredienti, leche stesse logiche della ricchezza del territorio. Gli valori della condivisione. ti aziendali del fenomeno epidemico sulla 1987 daingredienti, un piccolo gruppo amici e ciConsulta invidiano. attrattività territorio, fondaPresidente Consulta contribuiscano bene comune, stessi ingredienti, leal stesse logiche delle nuove tecnologie applicate ai Consulta crede nelladiCultura monumenti e del musei cittadini, opePresidente stessi le stesse logiche per la Valorizzazione dei Beni che generano il successo per la Valorizzazione dei Beni aziendali che generanoaziende il successo torinesi struttura socioculturale del Paese. attivi indella primarie la Valorizzazione Beni aziendali che generano il successo beni culturali e imprese, adottare scelte Utile sarà allargare ladi dei rando sempre in stretta collaboramento crescita sostenibile. Le creando e bellezza, il per artistici e culturali didei Torino quale leva economica ed inclusiva, delle vanno abase fa-con artistici e culturali disingole Torino lavoro delle singole imprese, vanno a faSono avviati cantieri: per affrontare artistici e culturali di Torino delle singole imprese, vanno a favore didi progetti einsieme, benifanno pubblici, digitalizzazione grazie alle profeszione con lesviluppo, istituzioni econ gli inveenti soci, rafforzare il ruolo innovativo vore distati progetti enuovi beni pubblici, 31 aziende che ne parte sono © RIPRODUZIONE RISERVATA modus operandi che molti studiano motore generatore di consentendo di sostenere iniziatiinvore piazza Bodoni restauro del stimenti e capacità imprenditoriali, di progetti e ilbeni pubblici, sionalità e alla capacità progettuale © RIPRODUZIONE RISERVATA preposti alla conservazione e fondaalla consentendo diper sostenere iniziatidi Consulta attraverso l’utilizzo intervenute suil territorio, tutti i principali ve complesse come recupero del I soci della Consulta di ci Torino. e invidiano. attrattività del monumento addi Alfonso della Maril problema deldell’Ercole degrado in cui verTeatro d’Acque - seI 31 soci della Consulta di a Torino: consentendo sostenere iniziatimesse disposizione dai soci. tutela del patrimonio. A oggi sono ve complesse come il recupero del I soci della Consulta di Torino. delle nuove tecnologie applicate ai monumenti e musei cittadini, opeUtile sarà allargare la base dei mento della crescita sostenibile. centesco capolavoro di Amedeo di 2A, ArmandoLe Testa, Bancain del piazza San Carlo per l’insava allora il nostro patrimonio ve complesse come il avviato recupero del I 31 Recentemente è stato un soci della Consulta didiTorino. stati investiti oltre milioni di Bancamora, Teatro d’Acque dell’Ercole -scelte sesoci della Consulta Torino: Castellamonte, ultimo 32 tassello Piemonte, Fideuram, Banbeni culturali eiladottare di rando sempre in stretta collaborasoci, rafforzare ruolo innovativo 31 aziende che ne fanno parte sono tervento sul campanile dell’omonidell’imponente progetto europeo ca Passadore, Buffetti, Buzzi storico-artistico. Teatro dell’Ercole - second’Acque il Politecnico Torino I 31 Armando soci della Testa, Consulta di Torino: europer e ilrealizzati più didi Ve100 Unicem, inter-C.L.N.dialogo centesco capolavoro didiAmedeo di 2A, Banca del restauro della Reggia , Chiusano &Consulta C. , digitalizzazione grazie alle profeszione con le istituzioni e gli enti di attraverso l’utilizzo intervenute su tutti i principali Il Castello ma chiesa, presso il Palazzo delLa Responsabilità sociale che centesco capolavoro di Amedeo di Piemonte, al fine di promuovere le potenziali2A, Armando Testa, Banca del ventinaria di -restauro, valorizzazione, in via di completamento nei Costruzioni Generali Gilardi, Castellamonte, ultimo tassello Banca Fideuram, Bandi Venaria Reale. sionalità e alla capacità progettuale preposti alla conservazione e alla prossimi mesi. Deloitte & Touche, Ersel, FCA Fiat delle nuove tecnologie applicate ai monumenti e musei cittadini, opel’Arsenale per il recupero del cortile anima e sostiene il mecenatismo Castellamonte, ultimo europeo tassello creatività tecnologica a faPiemonte, Banca Fideuram, fruizione, innovazione, progetta- tà della dell’imponente progetto ca Passadore, Buffetti, BuzziBanNell’attuale, difficile fase che se- Chrysler Automobiles, Fenera Uno dei siti messe a disposizione dai soci. d’onore della Scuola Applicaziotutela patrimonio. Aall’epoca oggi etico di Consulta, era beni culturali ediadottare di Passadore, rando sempre insanitaria, collaborague l’emergenza le dell’imponente progetto europeo Holding,sono Ferrero, Fondazione vore del restauro, della valorizzaca Buzzi zione edel didattica. I stretta soci investono per il restauro della Reggia discelte Ve- Unicem, C.L.N. Buffetti, , Chiusano & C. , aziende edi gli enti soci della Consul- innovaCompagnia di San Paolo, sostenuti nenaria dell’Esercito edella neidel Giardini dei qualcosa assolutamente Recentemente è stato avviato un stati investiti oltre 32 milioni di digitalizzazione grazie alle profesper ilFondaReggia di Vezione della fruizione patrimoUnicem, C.L.N. , Chiusano & C. , zione le istituzioni e gli nel brand Torino, con l’intento dienti -restauro in via di completamento nei Costruzioni Generali Gilardi, ta dicon Torino sentono una grande zione CRT, Garosci, GMTeHolding dalla Consulta Musei Reali per la riqualificazione tivo.responsabilità Un percorso inaugurato a Ferrero-Sied nei confronti Co.,non Gruppo Energia, naria - in via completamento nio storico-artistico. dialogo con il Politecnico dinei Torino Costruzioni Generali Gilardi, migliorare e promuovere conteeuro e realizzati piùdella diil100 intersionalità edi alla capacità progettuale preposti alla conservazione e alla prossimi mesi. Deloitte & Touche, Ersel, FCA Fiat comunità. Nonostante ladi congiunIntesa Sanpaolo,dei Italgas, Lavazza, Torino Giardini di Levante. caso adi Torino, città ricca storia e Mattioli, prossimi mesi. Oggi piùdi mai è necessario Touche, Ersel, FCA Fiat sto intura cui le loromolto aziende sono radial fine promuovere ledai potenzialiNell’attuale, difficile fase che se- Deloitte venti restauro, valorizzazione, economica critica, ConChrysler& Automobiles, Fenera Martini&Rossi, M. Marsiaj messe ache disposizione soci. tutela del patrimonio. Adioggi sono sulta rimanegià focalizzata nel settore Con la passione, la dedizione e la & C. , Reale Assicurazioni, creatività, capitale d’Italia, laMutua difficile fase che sefare sistema. Abbiamo lasanitaria, responsaChrysler Automobiles, Fenera cate e investiti operano. gue l’emergenza le a faHolding, Ferrero, Fondazione tàNell’attuale, della tecnologica fruizione, innovazione, progettaRecentemente stato avviato un stati oltre 32 di culturale in cui da sempre opera. Le milioni Reply, SKF, Unione Industriale di creativitàè professionalità chesoci l’hanno guidacittà dei Santi Sociali, dell’innovague l’emergenza sanitaria, le Holding, di tutelare l’eredità che ci vieFerrero, Fondazione L’agire di Consulta èdi aziende mantengono l’impegno distato Torino,da Vittoriabilità Assicurazioni aziende e gli enti della ConsulCompagnia di San Paolo, Fondavore del restauro, della valorizzazione e didattica. I soci investono dialogo con il Politecnico di euro più 100 intertaaziende in questi 33enti anni, in-Torino zioneeerealizzati della manifattura. e gli sociConsulta della Consuldal passato, trasformandola in Compagnia di San Paolo, Fondasempre orientato dall’intuizione ne ta di Torino sentono una grande zione CRT, Garosci, GMT Holding zione e della fruizione del patrimonel brand Torino, con l’intento di al fine di promuovere le potenzialiventi di restauro, valorizzazione, tende operare per il welfare del terRitaglio stampa ad esclusivo uso privato Grazie a una governance snella, taBene di Torino sentono una grande contemporaneo e vivo, zione CRT, Garosci, GMT Holding che il Valore - in termini di ritorno unresponsabilità nei confronti della Co., Gruppo Ferrero-Sied Energia, nio storico-artistico. migliorare e promuovere il contetà della creatività tecnologica a fafruizione, innovazione, progettaritorio. Prosegue dunque nel suo tutti i soci sono pariteticamente atresponsabilità nei confronti della Intesa aNonostante realizzare un Co., Gruppo Ferrero-Sied sociale - originato dalle diverse at- concorrendo comunità. la equilicongiunSanpaolo, Italgas, Energia, Lavazza, Oggi più che mai è necessario sto cui le loro aziende sono radivore del restauro, valorizzazione eambito didattica. I socisia investono impegno perNonostante laeCultura, comparto tiviin einpartecipi alle scelte strategicomunità. la congiunbrio traeconomica storia futuro, gestione Intesa Sanpaolo, Italgas,M.Lavazza, tività culturale, supetura molto della critica, Con- Martini&Rossi, Mattioli, Marsiaj fare sistema. Abbiamo la responsala cui filiera a Torino vale quasi il cate e operano. che di intervento. Ne deriva una zione eedella fruizione del patrimonel brand Torino, con l’intento di tura economica moltoalla critica, Coneconomica sostegno conoMartini&Rossi, Mattioli, M. Marsiaj riore all’investimento effettuato. sulta rimane focalizzata nel settore & C. , Reale Mutua Assicurazioni, 10% del Pil cittadino. Nei prossimi progettualità forte, indirizzata adda bilità diintutelare l’eredità cheLeci vieL’agire imprenditoriale di Consulta è deterstato nio storico-artistico. sulta rimane focalizzata nel settore scenza, crescita eda conservazione. & C. , Reale Mutua Assicurazioni, migliorare e promuovere il conteLa capacità culturale cui sempre opera. Reply, SKF, Unione Industriale di anni esigenze sociali azioni sul e lungo termine, culturale in cui sempre opera. Le L’auspicio èmantengono che inda futuro ilaumenteSistema neleOggi dal passato, trasformandola in SKF, Reply, Unione Industriale di mina degli esborsi, mansempre orientato dall’intuizione più che mai è necessario sto inl’efficacia cui lemedio loro aziende sono radiaziende l’impegno di Torino, Vittoria Assicurazioni ranno: a per prosecondo criteri prioritàdi e creaaziende mantengono l’impegno Consulta cresca econtinuerà si diffonda, Torino, Vittoria Assicurazioni tenendo oneri un Consulta Bene contemporaneo edivivo, che ileValore -di indifunzionamento termini ritorno fare sistema. Abbiamo la responsacate operano. muovere iniziative e progetti che zione di- originato valore per la comunità. essere replicato in aaltre regioni,che a equilidella struttura mediamente concorrendo realizzare un sociale dalle diverse bilità di tutelare l’eredità ci vieL’agire dicrede Consulta è intorstato atda Il Castello contribuiscano al bene comune, Consulta nella Cultura beneficio dell’inestimabile patrino al 6% dei costiculturale, complessivi. di Venaria Reale. brio tra storia e futuro, gestione tività in ambito sia supene dal passato, trasformandola in sempre orientato dall’intuizione Uno dei siti creando lavoroe culturale e bellezza, con il quale leva economica ed inclusiva, monio artistico del noLa costanza dell’impegno persostenuti economica e sostegno allaeconoriore all’investimento effettuato. un Bene contemporaneo vivo, che il Valore - instrategie termini di ritornomodus operandi che molti studiano motore sviluppo, generatore Paese, significativa leva di svidalla Consultamette di di avviare di svi-di stro scenza, crescita efulcro conservazione. La capacità imprenditoriale deterrealizzare un equilidi Torino sociale - originato dalleadiverse ate ciconcorrendo invidiano. attrattività delduraturo territorio, fondaluppo economico,acon nei luppo culturale favore L’auspicio è cheeinfuturo, futuro Sistema mina l’efficacia degli esborsi, manbrio tra storia gestione tività in ambito culturale, siaGli supeUtile sarà allargare la base ildei mento della crescita sostenibile. Le valori della condivisione. della ricchezza del territorio. Consulta cresca einnovativo si diffonda, per rafforzare ileruolo tenendo oneri funzionamento 31 aziende che nedi fanno parte sono soci, economica sostegno alla conoriore all’investimento effettuato. Presidente Consulta stessi le stesse logiche Infostampa S.r.l.s. -ingredienti, Ritaglio stampa ad esclusivo uso privato Foglio: 1 attraverso l’utilizzo intervenute sumediamente tutti iil principali essere replicato in altre regioni, a della struttura intor-di Consulta scenza, crescita e conservazione. per la Valorizzazione dei Beni La capacità deteraziendali cheimprenditoriale generano successo delle nuove tecnologie applicate ai monumenti e musei cittadini, opeartistici e dell’inestimabile di Torino beneficio patridelle vanno a fano alsingole 6% deiimprese, costi complessivi. èculturali che in futuro il Sistema mina l’efficacia degli esborsi, man- L’auspicio culturali e adottare di per rando sempre collaboravore progetti estretta beni pubblici,per-beni © RIPRODUZIONE RISERVATA del nomonio artistico eeculturale Ladicostanza Consulta cresca siscelte diffonda, tenendo oneriindell’impegno di funzionamento 4 grazie alle profeszione con lediistituzioni einiziatigli di enti consentendo sostenere stro Paese, significativa di svi-a mette di avviare strategie svi-digitalizzazione essere replicato in altreleva regioni, della struttura mediamente intorsionalità e Consulta alla capacità progettuale preposti allacome conservazione edel alla I soci ve complesse il recupero della di Torino. luppo economico, con fulcro nei luppo culturale duraturo a favoremesse beneficio dell’inestimabile patrino al 6% dei costi complessivi. disposizione dai soci. tutela del patrimonio. A oggi- sono Teatro d’Acque dell’Ercole se- I 31 soci adella Consulta di Torino:

PAG.:

PAG.: 33 5 luglio 2020 PAG.:

Consulta di Torino. Il nuovo presidente Consulta Il nuovo presidente definiscedileTorino. linee programmatiche Consultaledilinee Torino. Il nuovo presidente definisce programmatiche definisce le linee programmatiche

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostenere cultura Sostenere lalacultura valorizza il territorio valorizza Sostenere laterritorio cultura valorizza ililterritorio Sostenere la cultura

I valorizza il territorio

I

I

DATA: 05-07-2020 PAG.: 33

Consulta di Torino. Il nuovo presidente definisce le linee programmatiche

Sostenere la cultura valorizza il territorio

I

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Infostampa S.r.l.s.


Who ? BANCA

ASSICURAZIONI

i oc i o i o s o cs o s o c

o csio o c io s o csio

io

s o c io

i i M at ti ol i i ol olol ti tiat ti at atM MM 19

19 20 19 io sin ce 20 19 2020 ce ce ce sinsin sin io io soc io socsoc soc

M.M.Ma M. M. Ma Ma Ma rsi rsi rsi aj& aj aj & & C. C. C.rsiaj & C.

WHO INVEST IN THE AREA WHO WHO INVEST INVEST WHO INVEST IN IN THE THE AREA IN AREA THE AREA

so cio so cio so so sin sincio sin ce ce ce 2020 20 02 cio sin ce 20 02 0202

RR Raea Rea e ea l leMle le M MM A AsAssiAssie utausa siucruutuutu sicu utua a c c u r s o csio s o c io o csio a o c io raz a z z ioiinoinsiin c e razioni s inscin e 1c e ion e cs in 1 9 997 9179 9 7

i n ci n c i n c e 2e 2 e 2 0 1 10 1 10 1 1 S

io

ply

sin

ce

kf

cio

7

11

7

I n f o gr a fi c h e : ww w .b i an co ta ng e ri n e .i t I n f o gr a fi c h e : ww w .b i an co ta ng e ri n e .i t

7

00

7

20

sin

ce ce ce ce SS S 1 9 1 9 1 9S 19 8 7 8s 7 8 t7 87 s o s ot esto e t e oc e c i c i olc i l l i o ll o oal a l a l si sin si si a n c c nn cn n nc n e e te t t e 1 9 1 9i s1 9i s i s 1 9 tis 8 87 8 8

so

A Ar m A r ma n rm a d n do asson ci oo T ocd si n cTe s so io o e e t ci sin T o c 2 0s ta si e e n c 2 0s0 7 a so e 0t7 Ac 20 a s o ri o s i 0 ci m nc 2 A 7 e s o o sa c i o i n c e 22 01 A 2 22 s i n nd 0 scoe 2 o1 2A ci 01 T o 2 si n c es e ta 2

io io io sinsin sin

so

soc

5

I n f o gr a fi c h e : ww w .b i an co ta ng e ri n e .i t

S kS kS k s o s o fs o f f c c c

1997

Re

I n f o gr a fi c h e : ww w .b i an co ta ng e ri n e .i t

RR Re ee p lp s o cs o csp i o i oo csli oy yl y s s

le a ri st u d In e o n n 7 i le io r 9 8 ae n o e1 i ri l U T nc i s i sat i a l eo n d cio ruis t rai az i so t tnodu trr 0 7 Vei Insdiocuusc e 2 0 n AIsnnods i7n i i o e rIo c i o9 8 n n oe s ien1 o 7 U i oTn rn c n1 9 8 7 i ni i s o i n o o rc e 9 8 a z i o i U di T c i oi n 1 r i ni e s n U d isioocTi o sii ntct or iuar a0z0i7o n 2 7i o o tsoirciucaer a ds iV z0 c t s o V i st o c in 2a0 A istoscsi oiissci nuc er 2 0 0 7 VA si o c e As oscc i o s i n

cacnaca nca a Bn Ba BnaC .C.C. Ba C. && & e e e 70 1 7 ore & 0 1 7 r 7 1 r r 1 0 o 0 o o 2 d d d e c e 2sad e cs2in e 2 a c c a a s in s s in in s s s s Psa Pa Pass o csioo csioo c io Pas s o c io rerere re liialb2i0ial22i01a2210 2 1 lia 2 1 ib obom oe e e obiin c e 2 0 m m m ionsci n cs i n c r s s r r r ete ei oc i i o e io s otcs o s o c InIatnIn Int ms o c acna c nacna ncar arm ar1 30a1 3m1 3 a m1 3 a a 02 0 BB B B ue uce u rc e 2 0 e 2cue c e 2 e e n n si sin d dsiiod id o s i n oci io F iF iiF tanet1Fe7 s1t7oec i1 7 te 1 7 ac acsao cs o s o c n n c c 0 0 0 2 o o e 2 eo e 2 o ne 2 0 na na n n a a m nc nc nc BB B Bm mn c m i ei esiiioes ii o s i ie s i c c Pl Po c isoP P ocio s l o so s l l ee e e dd d d cnac ac a ca n n n aa a a BB B B

soc

osossiossi si ossi R in& iR& R rtini & R iin ian i& tr t t r r 7 7 7 7 a 8 a a 8 8 8 19 MM M e9 1c9 e cs1in e 19 M s inscin s in c e

EEN ENN TTR TRP R EPR N PRE R TEN E RNN P EEU R EUU E RRN S RSE SURS

A

ti ti B u ff et ti tiet et ff u u ff uet BB Bff

11 11 2020 20 11 20 11 ce ce ce sinsin sin io io soc io socsoc soc io sin ce

BANCA

ol o o o oaloa o l ol a a p napn n p np S aS0 2 S0 2a0 2 S a0 2 0 seasc eea2cs0ea2c e 2 0 sa e 2 0 tnetsn te s i n c i n ts i n s i n n n o o o o i I I o c i oIc o c i I oci s s s s s sa 9 5s9 5 9 5 as 9 5 1 9e 1 9e 1 9 glagc elag l lg n c e 1 9 c c asti nas i n s i n a a i t t t s I Ic i oIc i o c i o I cio so so so so az az a a z z z z zz 9 81 998199 8 9 av a a 9 v 1 v va 1 9 8 e nscien cs i n c e L aLs ia La La s i n c e

consultaditorino.it consultaditorino.it consultaditorino.it consultaditorino.it

12

Bu Bu Bu ild ild ild in in g g Bu ild in g gin

socsoc io sinc io soc ioe sinc sinc e 202 e0202 202 0 0soc io sinc e 202 0

BANCA

34

20

1997

BANCA

leading companies leading leading companies companies leading companies and organisations and and organisations organisations and organisations ofofof of international standing international international standing international standing standing the Turin area ininthe in the Turin Turin area inarea the Turin area

ce

in c e

34 34 34

2

in c e c in e 91 9 9 1c9 1e9 9 7 7 7

BANCA BANCA BANCABANCA BANCA BANCABANCA

ASSICURAZIONI ASSICURAZIONI ASSICURAZIONI

sin

BB Bzuzz Buz u uz zi U zi U izn in U iUincm iecm e ms o c io sn i c e m s o csio o csio o ce s csio in s

BANCA

cio

C .C C. s o cs o cs oC so L..L i o si o csi .oL N. N c i o s i n c eL . N . i n ci n cs ei.nN e 2 2c e0.2 . . 20 0 1 0 1 00 1 0 10

18

so

20

Ferrero

20 0 20 18 18 18

9 soc io sin ce 199

Fo nd az ion e Fo nd az ion e Co ag ni a Fo mp nd az Co ion mpn ag niolo ae di Sa Pa Co mp so ag ci o Sa di niolo a sin cen 19Pa 89 so ci o Sa sin cen19Pa di 89 olo F soo ci n o sin da cez19 sF o co io89ne io n dca s in e Crt z sF o co 1 i 9 8o ion 7 ne s in dcae az 1 9i8o7ion C s oFo c io snd z e rt ne C in c e G aCo 987 r mp1ag ni a rt s oG c i oa o s c sr di i n Pa olo s oG i no Sa c ia ososrcic es1c 9 9i i n o sin s G Mo c i o s i noc es1c9i9ce11 19 89 e1 s oG T Focn c d9a 9 1z s oGi oM o c io ione s i nT sH c i oM s in o c Crt e H l ce 1987 G s o c i o s iT n c 2 0o d i 1 e l n r H so G u sin 20 2 d g o i ci r p Gc ea 1 2l d n C s oG o 2r p 0 c s iu i n g Co . n cp o s o c i o 1o 2 sc s o i orsu sin ig o c i i n pe p F o 2 o ce 0 er c e 1 9 9 1 C o . si p 0 F 2 0o 2 e r nc G . e 0 r e s o 2 0M2F c i o 0 Ter rero 2 H r sin ro o S ce e l d-Sie 20 r G i d 1 2 o-i n s o ru Si egd E ci ed CEone o p si p nc o E n.errgi e F ne g a 20 0 2 er rg ia re ia ro -S ie d E ne rg ia

ing Hold 1 0 0 era s in c e 2o Fen s o c iorr er Fe 9 199o ceer rr io sin socFe 9s e l 199o rr ceer io sin socFe E r9 9 7 soc io sin ce 199 e 1 9 inc g odsin o cli Hso 10 0g e c e i2n era io os inld 0 Fen as o cH tr 0 in 0 1g 2 d r e s inlc e 0 1l0t a 2 0 2 Ho Fen ra s o c io e ce 2 e in c io s D e ei nlc Fen s o s s 7 e Es orc ieso e 9l9 rc 1 l 7 ch 9 3 E s i n s1e 99 u 19 io e r soc E inc 997 o nce s Tr es i e1 io soc o sinc i & a t c ieo2 0 soc el t ets or2 0e0 n c t2r0 2 0 Dtet lsti a osio cei olsti nac ee 2 0 2 h e 3 c e el D io c e9 D sDo c s i n o uceh1e99 3 cio so T us i ncceh1 9 9 3 & Tc ioo sui n c e 1 9 e s oTioo i n c tt & s o c i o s o it t e & s o c el i te De l oo i t D el D

GG G G e ne neCn C C en C e re roesro so s er os a la ltarlt r ut r al tr u u i i s Gi z z z i u so so G G io io s o c G zio c i c i ooic i i i o i o il o o l ai ln n n l asri n rair i i ar ni s i s iC si C hC hC h nc nch nc ce d d e e 2id e d i ui ui u 2 0 0u 2s0i i 20 i i s as as a 1 4 1 4 1a 14 4n n on o s o s on s s o o o o c i oc i o c i o & cio & s i n s i n& s sin & C. c e c ei nC c C C ce 2e. . .


What ? WE DESIGN THE TERRITORY

Strategic design

+ So

economic support 32 million

pr

nt

invested in the area

i

en

de

nz

e

D ir e zio n e d ei M us ei

En

ti

The activities are aimed at

Culture DEVELOPMENT & USE

INNOVATION

DESIGN

EDUCATION

Infogra phic: ww w.b ia ncota nger i ne.it

RESTAURATION

6


Where ? Musei Reali di Torino

6 OPERATIONS

Cappella della Sindone

Santuario della Consolata

Palazzo dell'Università

Venaria Reale

Giardini Reali

5 OPERATIONS

Villa della Regina

4 OPERATIONS

Teatro Carignano

Galleria Arte Moderna e Contemporanea di Torino

Colle della Maddalena

Palazzo Madama

3 OPERATIONS

Chiesa Santo Sudario e Museo della Sindone

2 OPERATIONS

Teatro Regio

Museo Nazionale del Cinema

3 OPERATIONS

Chiese di San Carlo e Santa Cristina

INTERVENTIONS OVER 100 SINCE 1987 in the Metropolitan City of Turin

Museo del Risorgimento

Santena Castello Cavour

Fontane il Po e la Dora

Palazzo Carignano

2 OPERATIONS

3 OPERATIONS

Chieri Chiesa Annunziata

Chiesa San Filippo Neri

Monumento Vittorio Emanuele Il

Palazzina di Caccia di Stupinigi

8 OPERATIONS

Infogra phic: ww w.b ia ncota nger i ne.it

Accademia Albertina Pinacoteca

4 OPERATIONS

Palazzo Civico di Torino

7


Why? WE INVEST IN CULTURE FOR THE TERRITORY

Because Culture is the foundation of sustainable growth

Because culture is an important source of work and appeal for the area, encouraging competitivity on the global market

Because the health of the territory and its businesses are closely linked

BANCA

ASSICURAZIONI

CULTURE

WEALTH OF THE AREA

BANCA

BANCA

I n f o gr a p h i c : w w w . b ia n c o t a n g e r in e . i t

To give back to society and the territory wich have contributed to the development of business

8


ORGANISATION CHART 2020-2024

General Meeting President Past President

Management Commitee Communication commission General Secretary

Technical commission Financial commission

Treasury

Technical – artistic management

Press & communication

Technical Advisory

9


ARTICLES OF ASSOCIATION ARTICLE 1 – NAME AND HEADQUARTERS A cultural association called “CONSULTA PER LA VALORIZZAZIONE DEI BENI ARTISCI E CULTURALI DI TORINO” is established with headquarters in Turin, at the Unione Industriale, via Fanti 17. The Steering Committee may pass resolution to transfer the headquarters, as long as the new premises are within the City of Turin. ARTICLE 2 – PURPOSE The association, which excludes every profit-making purpose, aims to improve the situation of the local cultural and historical-artistic heritage, mainly within the Piedmont region, by implementing cultural programmes for the protection, preservation, promotion and development of said cultural heritage. For the pursuit of its purpose, the association, either alone or in cooperation with other public and private organisations, may finance and/or carry out restorations, exhibitions, scientific research, projects and any other initiative aiming at the dissemination of knowledge of cultural heritage, as well as its use and development. The achievement of the social aims will be financed by voluntary contributions from all or some of the members and possibly by contributions from third parties. In order to fulfil its main purpose, the association may carry out any activity that is strictly instrumental to the realisation of its mobile, property or financial assets, including the application for bank loans or credit facilities for temporary liquidity needs, as envisaged in art. 6 below.

ARTICLE 3 – DURATION The duration of the association is unlimited. ARTICLE 4 – ASSOCIATES Companies, bodies and enterprises operating in Piedmont can become members of the Association, as long as they are not subject to bankruptcy proceedings or in a state of liquidation. Membership of the Association is not transferable. The admission of new members is subject to the approval of the general meeting. Withdrawal from the Association is always possible, after at least two years from the date of admission, and will take effect six months after receipt of the relative communication, to be sent by registered letter with notification of receipt. The Assembly may decide to exclude a member who has lost the requisites necessary for admission to the Association, who has repeatedly failed to fulfil the commitments freely undertaken with the Association for the financing of the programmes approved, and in any other case in which, for particularly serious reasons, non-exclusion could damage the image and prestige of the Association. Each member is required to appoint a representative within the association; the withdrawal or termination of the representative will automatically result in the forfeiture of every office held by them within the association. ARTICLE 5 – ASSOCIATION BODIES The association has the following bodies: a) the general meeting;

b) the President; c) the Steering Committee. ARTICLE 6 – GENERAL MEETING The Meeting is convened by the President on an ordinary basis twice a year: - by the end of November, for the approval of the budget for the following financial year, after determining the membership fees and contributions for the financing of activities; - by the end of April for approval of the previous year’s financial statements. The meeting is also convened by the President whenever he deems it necessary or when at least 25% of the members request it in writing, indicating the items to be discussed. The meeting will be convened by registered letter, fax or e-mail, with notification to be sent at least ten days before the meeting, containing indications of the place, date and time of the first and second convening and the agenda of the meeting. The meeting is validly constituted if, having been duly convened, half of the members plus one are present at the first call and, at the second call, whatever the number of those present. Resolutions are valid when passed by an absolute majority of those present, with the exception of those relating to: - the admission or expulsion of members, for which an absolute majority of the members is required; - amendments to the articles of association, for which a majority of two thirds of the members is required; - dissolution of the association, 10


for which a majority of three quarters of the members is required; - taking out bank loans or credit facilities for any liquidity needs in connection with the pursuit of business, for which a majority of two thirds of the members is required. Attendance of the meeting may take place online. The meeting passes resolution on: - the appointment of the President; - the appointment of the members of the Steering Committee; - the approval of the cultural products to be financed; - the approval of the financial statements and the budgets; - the determination of the amount of the annual membership fee and subscriptions of the members; - the admission and exclusion of the members; - amendments to the articles of association; - dissolution of the association and devolution of assets. The minutes of the meeting are recorded in the book of minutes by the Secretary, who signs them together with the President, or, in special cases, by a notary appointed by the President. The representative of each member in the association may be replaced at the meeting by another person indicated by the member. ARTICLE 7 – PRESIDENT The President is appointed by the meeting, which chooses him from among the representatives of the members. The President represents the association in dealings with third parties and in court, convenes the general meeting and the Steering Committee, presides over them by right and implements their resolutions. The President remains in office for four years and cannot be

re-elected for the next term of office. If the President is unable to attend, the most recent Past President takes his place. The general meeting that approves the financial statements for the third year of the President’s term of office appoints, upon the proposal of the Past Presidents, the candidate designated as President who will flank the President in his last year of office. ARTICLE 8 – COMPOSITION AND FUNCTIONS OF THE STEERING COMMITTEE The Steering Committee is made up of a number of members varying from three to seven, including the President, as determined by the general meeting, to be chosen from among the representatives designated by the members, who remain in office for four years. The Steering Committee has the following functions: - management of the association with all powers of ordinary administration; - proposal of programmes and activities and monitoring of their implementation; - proposal of membership fees for operating expenses and the amount of donations; - preparation of the budget and the financial statements; - resolution of all matters submitted to it by the President; - transferral of the address of the registered office within the City of Turin; - resolution of the appointment of the Treasurer; - setting up of any advisory commissions. ARTICLE 9 – STEERING COMMITTEE The Steering Committee is convened by the President and meets whenever he deems it appropriate or when at least two thirds of the members request it.

The letter convening the meeting, with a brief indication of the items to be discussed, must be sent to the members at least five days before the date set for the meeting, also by fax or e-mail. The presence of the majority of the members is required for the meetings to be valid, and resolutions are passed by the majority of those present. Attendance of Committee meetings can also take place online. In the event of a tie, the Chairman holds the deciding vote. Minutes of meetings of the Steering Committee are kept in a special book by the Secretary, who signs them with the President, or, in special cases, by a notary appointed by the President. ARTICLE 10 - SECRETARY If the general meeting does not appoint the secretary, the latter will be appointed by the Steering Committee, not necessarily from among its members, for a term of office of four years and may be re-elected. The secretary participates, without the right to vote, in the General Meeting and the meetings of the Steering Committee, and draws up the minutes, as well as performing all the other tasks entrusted to them by the President or the Steering Committee. ARTICLE 11 – TREASURY The Treasurer is entrusted with all the funds of the association, which he deposits in the name and on behalf of the association in one or more banks chosen by the Steering Committee. The President and the Steering Committee may audit the accounts at any time they deem appropriate. The Treasurer collects all sums owed to the association by anyone and makes all payments approved by the Steering Committee; participates, without the right 11


to vote, in the general meeting and the meetings of the Steering Committee, and draws up the drafts of the budget and financial statements be submitted to the Steering Committee for presentation to the general meeting for its final approval. Withdrawals, deposits and payments relating to the programmes of activities approved by the general meeting may be made with a single signature, not only by the Treasurer, but also by the President and persons appointed by them. For individual amounts exceeding 100,000.00 (one hundred thousand/00) euros, joint signature is required, with that of the President, and, if one of the two is prevented from signing, with that of a member of the Steering Committee. ARTICLE 12 – INCOME For the pursuit of its institutional aims, the association has the following annual income: - membership fees, the income from which is used to finance the association’s running costs; - donations made on an essentially equal basis by all members and aimed at financing activities in favour of Piedmont’s cultural and historic-artistic heritage as identified in article 2 above. The amount of membership fees and donations is established annually by the President in conjunction with the Steering Committee and approved by the general meeting when approving the budget. The association may also use other possible contributions from third parties, both public and private, which, if not expressly allocated by the donor, must be used for the pursuit of the social aims. The association may not distribute, even indirectly, profits or operating surpluses or funds and reserves of any kind during its

existence and is obliged to use operating surpluses for the pursuit of its institutional activities. ARTICLE 13 – FINANCIAL YEAR AND STATEMENTS The financial year begins on 1 January and ends on 31 December every year. ARTICLE 14 – DISSOLUTION The dissolution of the association is resolved by the general meeting, which appoints two representatives nominated by the members as liquidators, determining the method of liquidation and their powers. At the end of the liquidation operations, the President convenes the meeting to deliberate on the final liquidation statement presented by the liquidators; the resulting assets will be devolved to a public or private body, as resolved by the meeting, for the fulfilment of purposes similar to those of the association. ARTICLE 15 – TRANSITORY CLAUSE The four-year term of office of the President already applies to the President in office at the time of approval of these Articles of Association, as does the appointment of the candidate designated for the future Presidency.

12


ACHIEVEMENTS

RESTORATIONS 2021-2020 - Palazzo dell’Arsenale, Cortile d’Onore (fondi Fondazione Compagnia di San Paolo e Intesa Sanpaolo) - Piazza Bodoni, Monumento ad Alfonso Ferrero Della Marmora - Chiesa di San Carlo, Campanile (cofinanziamento Mibact) 2019 - Palazzina di caccia di Stupinigi, arredi mobili Appartamento della Regina (cofinanziamento Fondazione CRT) 2018 - Palazzo Reale, Gabinetto del Segreto Maneggio degli Affari di Stato - Cappella della Sindone, Cupolino - Palazzina di caccia di Stupinigi, arredi mobili Appartamento della Regina (cofinanziamento Fondazione CRT) 2017 - Stupinigi, Palazzina di caccia, Appartamento del Re (fondi Fondazione CRT) - Basilica Mauriziana, Abside (cofinanziamento Mibact) 2016 - Palazzina di caccia di Stupinigi, Appartamento della Regina (fondi Fondazione CRT) - Palazzo Chiablese, Gabinetto degli specchi e altro ambiente - Chieri, Chiesa dell’Annunziata, affresco dell’Annunciazione 2015 - Palazzina di caccia di Stupinigi, Salone juvarriano - Reggia di Venaria, restauro statua dell’Ercole Colosso 2014 - Palazzina di caccia di Stupinigi, Cappella di Sant’Uberto (cofinanziamento Mibact) 2013 - Colle della Maddalena, Faro della Vittoria (fondi FCA ed Exor) 2012 - Palazzo Civico, restauro apparati scultorei dell’ingresso - Palazzina di caccia di Stupinigi, Sala degli Scudieri - Reggia di Venaria, Peota reale 2011 - Armeria Reale, Loggetta carloalbertina - Palazzina di caccia di Stupinigi, Dodici Medaglioni della Genealogia sabauda

13


2010 - Santena, Castello Cavour, Cappella funeraria e coperture ex scuderie (fondi Compagnia di San Paolo) - Palazzo Reale, Gabinetto cinese 2009 - Chiesa del Santo Sudario e Museo Sindonologico, Facciate - Galleria Sabauda, dipinti collezione Principe Eugenio e Gualino 2008 - Teatro Carignano, Plafone 2007-2006 - Palazzo Chiablese, arazzi con le Storie di Artemisia - Reggia di Venaria, Statue delle Quattro Stagioni - Chiesa di San Carlo, Facciata e controfacciata 2005 - Piazza C.L.N., Fontane il Po e la Dora - Palazzo Reale, Cancellata palagiana - Palazzo Carignano, Facciata ottocentesca (cofinanziamento Mibact) 2004 - Palazzina Società della Promotrice di Belle Arti, Facciata 2003-2002 - Villa della Regina, Asse del Belvedere e Teatro d’Acque 2002 - Piazza Solferino, Monumento a Ferdinando di Savoia 2001 - Monumento a Vittorio Emanuele II 2000-1999 - Palazzo dell’Università, Cortile, loggiato e scaloni 1997 - Palazzo Carignano, Aula del Parlamento Italiano 1996-1995 - Accademia Albertina, nuovo allestimento della Pinacoteca 1993-1992 - Chiesa di San Filippo Neri, Coperture, facciata e pronao 1992 - Santena, Castello Cavour, Dodici Nature morte del Crivellino 1991-1990 - Chiese di San Carlo e Santa Cristina, Facciate 1989 - Archivio di Stato, facciata juvarriana e mostra Il Tesoro del Principe. Titoli, carte e memorie per il governo dello Stato 1988 - Palazzo Carignano, Aula del Parlamento Subalpino 14


DEVELOPMENT AND USE 2021-2020 - Museo Egizio, allestimento Sala della Vita (cofinanziamento Fondazione Museo Egizio) - Musei Reali, Galleria Sabauda, esposizione San Giovannino di Caravaggio - Fondazione Torino Musei, realizzazione nuova App per la visita di Palazzo Madama - Biblioteca Reale, nuova illuminazione Salone palagiano 2019 - Accademia Albertina, nuovo allestimento Sala Cartoni gaudenziani (cofinanziamento di Reale Mutua) - Palazzo Reale, Gabinetto del Segreto Maneggio degli Affari di Stato, realizzazione pedana tecnologica - Santuario della Consolata, realizzazione percorso salita al campanile, II° Lotto (fondi Specchio dei Tempi) 2018 - Mostra “Con i miei occhi. Opere che raccontano diversamente la vita”, Piccola Casa della Divina Provvidenza - Museo Egizio, realizzazione due portali per ingresso alle mostre - Santuario della Consolata, realizzazione percorso salita al campanile, I° lotto (fondi Specchio dei Tempi) 2017 - Giardini Reali, riqualificazione “Boschetto” e installazione artistica “Pietre Preziose” (cofinanziamento Reale Mutua) 2016 - Chiesa di San Tommaso, nuova Sala ricreativa (fondi Specchio dei Tempi) - Palazzo Madama, pavimentazione per la Corte medievale - Riqualificazione di due ex dazi cittadini per il progetto “Porte ad Arte” 2015 - Museo Diocesano: mostra “Umberto Mastroianni tra coscienza civile e spirito del sacro” - Museo Diocesano, restauro ed esposizione del “Compianto sul Cristo morto”di Beato Angelico - Armeria Reale, nuova illuminazione della Galleria Beaumont e mostra sulla collezione Sanquirico - Reggia di Venaria, nuovo allestimento Sala degli Stucchi 2014 - Accademia Albertina, Pinacoteca, mostra Dipinti e disegni della Grande Officina di Gaudenzio Ferrari - Biblioteca Reale, realizzazione nuovo spazio espositivo e mostra Leonardo e i Tesori del Re (cofinanziamento Compagnia di San Paolo e Fondazione CRT) 2013 - Museo Nazionale del Cinema, realizzazione Cappella del 3D - Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, mostra La Seduzione del Disegno. Cartoni acquerelli e dipinti dalle raccolte della GAM - Accademia Albertina, Pinacoteca, mostra Gaudenzio Ferrari e Bernardino Lanino. Cartoni e dipinti a confronto - Reggia di Venaria, restauro due dipinti veneti e mostra Il Veronese e i Bassano. Grandi artisti per il Palazzo ducale di Torino - Cattedrale, Torre campanaria, realizzazione nuovo percorso (cofinanziamento Compagnia di San Paolo e Fondazione CRT) - Museo Archeologico, nuovo allestimento del Tesoro di Marengo

15


2012 - Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, realizzazione nuovo Gabinetto di disegni 2011 - Palazzo Madama, allestimento virtuale del Museo Torino - Accademia Albertina, Pinacoteca, restauro acquerelli di Bagetti e mostra Incontrare Bagetti. Acquerelli disegni incisioni dalle collezioni torinesi 2010 - Galleria Sabauda, mostra Le meraviglie della Galleria Sabauda - Palazzo Madama, mostra Arte e Industria. L’Avventura Lenci. Ceramica d’arredo 1927-1937 2008 - Palazzo Reale, nuovo allestimento Cucine storiche - Villa della Regina, ricostruzioni virtuali Libreria del Piffetti e Gabinetto cinese e mostra Evocazioni e nuovi allestimenti nell’Appartamento del Re - Palazzina di caccia di Stupinigi, reimpianto alberate storiche 2007 - Biblioteca Reale, mostra Terrae Cognitae. La cartografia nelle collezioni sabaude 2004 - Accademia Albertina, Pinacoteca, mostra Bartolomeo Cavarozzi. Sacre Famiglie a confronto (cofinanziamento Compagnia di San Paolo) 1999 - Biblioteca Reale, mostra Le Magnificenze del XVII-XVIII secolo alla Biblioteca Reale di Torino (fondi Regione Piemonte) 1998 - Biblioteca Reale, realizzazione Sala Leonardo e mostra Leonardo e le meraviglie della Biblioteca Reale di Torino (fondi Regione Piemonte) 1994 - Teatro Regio, realizzazione Cancellata Odissea Musicale.

16


DESIGN 2019 - Giardini Reali, Progettazione Giardino delle Arti - Percorsi Sindonici, sviluppo progetto di comunicazione 2018 - Percorsi Sindonici, sviluppo progetto di comunicazione 2017 - Musei Reali Torino, progettazione e realizzazione nuovo logo 2016 - Villar Perosa, progetto restauro Chiesa di S. Pietro in Vincoli (fondi Famiglia Agnelli) - S. Antonio di Ranverso, progetto recupero area ex Ospedaletto (cofinanziamento Compagnia di San Paolo e C.L.N.) - Musei Reali di Torino, piano di comunicazione della mostra “Le meraviglie del mondo. Le collezioni di Carlo Emanuele I di Savoia” 2013 - Palazzo Madama, Crowdfunding per acquisto Servizio D’Azeglio 2011 - Museo del Risorgimento Nazionale Italiano, realizzazione sistema di audio e video guide

17


EDUCATIONAL ACTIVITY 2019 - Workshop “Innovazione e Tecnologie per i Beni Culturali. Restauro e fruizione”, in collaborazione con il Politecnico di Torino - Progetto didattico con l’Accademia Albertina in collaborazione con la Royal Academy of Arts di Londra e il Museo d’Arte Orientale, mostra Shoreless e relativo catalogo 2018 - Palazzo Madama, terzo progetto didattico “Porta, Castello, Residenza e Museo. Raccontami Palazzo Madama” - IED, progetto del corso di laurea in fotografia sull’identità dei Musei Reali, mostra Visioni Reali. Percorso attraverso gli spazi, le collezioni e le persone. 2017 - Palazzo Madama, secondo Progetto didattico “Porta, Castello, Residenza Museo. Raccontami Palazzo Madama” 2016 - Palazzo Madama, primo Progetto didattico “Porta, Castello, Residenza e Museo. Raccontami Palazzo Madama” 2014 - Progetto didattico I Santi, i Re, i Duchi e le Madame Reali 2013 - Workshop Il modello Torino. Verso il Polo Reale, soluzioni e criticità 2012 - Workshop Musei aperti, musei chiusi. L’evoluzione delle relazioni industriali nei beni culturali 2011 - Accademia Albertina, Progetto didattico La Consulta per la Pinacoteca dell’Accademia Albertina - Workshop Beni Culturali e Imprese. Nuove opportunità imprenditoriali e professionali per i giovani 2010 - Workshop Beni Culturali e Imprese. Il sistema Torino e le sue prospettive 2009 - Workshop La sponsorizzazione dei Beni Culturali nuovo media per le imprese? Opportunità ed esperienze 2008 - Workshop Fiscalità - Beni Culturali - Imprese 2007 - Workshop Il finanziamento privato dei Beni Culturali: ruolo delle imprese, prospettive e percorsi innovativi

18


MUSEI REALI DI TORINO

CAPPELLA DELLA SINDONE - Restauro del Cupolino

GIARDINI REALI- Boschetto e Pietre Preziose 19


MUSEI REALI DI TORINO

ARMERIA REALE - Nuova illuminazione Grande Galleria

PALAZZO REALE - Restauro della Cancellata 20


MUSEI REALI DI TORINO

BIBLIOTECA REALE - Nuova illuminazione Salone palagiano

BIBLIOTECA REALE - Sala Leonardo 21


REGGIA DI VENARIA

Restauro statua Ercole Colosso

Restauro Peota Reale 22


PALAZZINA DI CACCIA DI STUPINIGI

Restauro del Salone Juvarriano 23


PALAZZO DELL’ARSENALE Restauro Cortile d’Onore

PALAZZO CARIGNANO

Restauro Aula del Parlamento Subalpino

24


PUBLISHING ACTIVITY

25


PUBLISHING ACTIVITY

2021 Palazzo Arsenale. Tradizione modernità e futuro, a cura di Walter Barberis, Genova 2021 2020 I Cartoni Rinascimentali dell’Accademia Albertina, a cura di Paola Gribaudo, Milano 2019 2019 Shoreless. Opere di Guler Ates per il MAO, catalogo della mostra a cura Domenico Maria Papa, Torino 2019 2018 La Consulta di Torino per la Sindone, a cura di Angela Griseri, Mario Verdun di Cantogno, Davide Zannotti, Genova 2018 Visioni Reali. Percorso attraverso gli spazi, le collezioni e le persone, catalogo della mostra a cura di Bruna Biamino, Torino 2018 2017 Bilancio Sociale 2017. Trent’anni di attività, a cura di Angela Griseri, Lucia Starola, Mario Verdun di Cantogno, Davide Zannotti, Genova 2017 2016 Il Settecento a Stupinigi. Nuovi orizzonti europei, a cura di Angela Griseri e Mario Verdun di Cantogno, Genova 2016 2015 Stupinigi. Lo splendore ritrovato del Salone juvarriano, a cura di Angela Griseri, Savigliano 2015. Beato Angelico. Compianto sul Cristo morto, catalogo della mostra a cura di Andrea Gianni, Sant’Arcangelo di Romagna 2015 Umberto Mastroianni. Tra coscienza civile e spirito del sacro, catalogo della mostra a cura di Floriano De Sanctis, Mantova 2015 Nuova luce sull’Armeria Reale di Torino. La collezione Sanquirico, catalogo della mostra a cura di Mario Epifani e Angela Griseri, Savigliano 2015 2014 Leonardo e i Tesori del Re, catalogo della mostra a cura di Angela Griseri ed Eliana Angela Pollone, Savigliano 2014 Il sentimento religioso e le cacce reali, a cura di Angela Griseri, Savigliano 2014 2013 Il Veronese e i Bassano. Grandi artisti veneti per il Palazzo ducale di Torino, catalogo della mostra a cura di Anna Maria Bava, Savigliano 2014 Tesoro di Marengo, a cura di Egle Micheletto e Gabriella Pantò, Torino 2013

26


2012 Torino e i suoi dintorni, a cura di Guglielmo Stefani e Domenico Mondo, Torino 1852, edizione anastatica, Savigliano 2012 La Barca sublime. Palcoscenico regale sull’acqua, a cura di Elisabetta Ballaira, Silvia Ghisotti, Angela Griseri, Milano 2012 Le cacce del Re. Il restauro della Sala degli Scudieri a Stupinigi, a cura di Angela Griseri, Savigliano 2012 2011 Museo Nazionale del Risorgimento Italiano di Torino, Mini-guida, a cura di Umberto Levra, Torino 2011 Incontrare Bagetti. Acquerelli disegni incisioni dalle collezioni torinesi, catalogo della mostra a cura di Angela Griseri, Francesca Petrucci, Rossana Vitiello, Torino 2011 Genealogie figurate. Il restauro e la salvaguardia. Iconografia sabauda a Stupinigi, a cura di Elisabetta Ballaira e Angela Griseri, Savigliano 2011 La loggia di Carlo Alberto nell’Armeria Reale. Arte, storia e restauri di un monumento torinese ritrovato, a cura di Edith Gabrielli con Massimiliano Caldera, Savigliano 2011 2010 Lenci. Sculture in ceramica 1927-1937, catalogo della mostra a cura di Vincenzo Terraroli ed Enrica Pagella, Torino 2010 Imprese e Beni Culturali. Raccolta degli Atti dei Workshop Consulta 2007-2008-2009, a cura di Angela Griseri e Maria Cristina Lisbona, Torino 2010 2008 Le Cucine del Palazzo Reale di Torino, a cura di Daniela Biancolini, Milano 2008 Juvarra a Villa della Regina. Le Storie di Enea di Corrado Giaquinto, catalogo della mostra a cura di Cristina Mossetti e Paola Traversi, Torino 2008 2007 Pier Luigi Bassignana, Un’avventura torinese. Vent’anni della Consulta di Torino, Torino 2007 Terrae Cognitae. La cartografia nelle collezioni sabaude, catalogo della mostra a cura di Letizia Sebastiani, Milano 2007 2005 Bartolomeo Cavarozzi. Sacre Famiglie a confronto, catalogo della mostra a cura di Daniele Sanguineti, Milano 2005 2002 Restauro del Monumento. Ferdinando di Savoia Duca di Genova, a cura di Pier Luigi Bassignana e Angela Griseri, Torino 2002 2001 Vittorio Emanuele II. Un monumento restituito alla Città, a cura di Pier Luigi Bassignana, Torino 2001 2000 Tra restauro e recupero. La Consulta dal 1987 ad oggi, a cura di Pier Luigi Bassignana e Angela Griseri, Torino 2000, ristampa 2004 1999 Le Magnificenze del XVII-XVIII secolo alla Biblioteca Reale di Torino, catalogo della mostra a cura di Giovanna Giacobello Bernard, Milano 1999

27


1998 Leonardo e le Meraviglie della Biblioteca Reale di Torino, catalogo della mostra a cura di Giovanna Giacobello Bernard, Milano 1998 1994 Pier Luigi. Bassignana, Mastroianni. Odissea Musicale. La Cancellata scultorea di Umberto Mastroianni per il Teatro Regio di Torino, Torino 1994 1993 Consulta per la valorizzazione dei Beni Artistici e Culturali di Torino 1988-1993, Torino 1993 1991 La Chiesa di Santa Cristina. Relazione sull’intervento di restauro, a cura di Michela di Macco, Torino 1991 1990 Sui tetti ed oltre per Torino, Torino 1990 1989 Il Tesoro del Principe. Titoli, carte e memorie per il governo dello Stato, catalogo della mostra a cura di Marco Carassi, Angela Griseri, Isabella Massabò Ricci, Elisa Mongiano, Torino 1989 1988 Il Parlamento Subalpino in Palazzo Carignano. Strutture e restauro, a cura di Angela Griseri, Torino 1989.

28


METHODOLOGICAL NOTE Lucia Starola

The social report of Consulta per la Valorizzazione dei Beni Artistici e Culturali di Torino was drawn up for the first time on the occasion of the thirtieth anniversary of its foundation, in order to share the results of its work over the years with its stakeholders. This document continues the presentation of the financial report using the same criteria. The social report is an effective tool for reporting on activities, complementing traditional reporting and expressing a transparent way of managing and engaging with stakeholders. Given the peculiarities of the Association, the preparation of the document is inspired by the main international and national guidelines, including the Standards for the preparation of the social report of the GBS Study Group, particularly Research Document no. 10 “Social reporting of non-profit companies”, and to some extent offers a foretaste of the provisions contained in the Third Sector Code. To ensure compliance with the principle of comparability of data and information, economic and financial reporting covers the period from 2016 to 2019. Mission La Consulta per la Valorizzazione dei Beni Artistici e Culturali di Torino is a Cultural Association, set up in Turin by deed drawn up by Notary Antonio Maria Marocco on 25 July 1988, which

obtained legal status on 30 May 1989 with the provision issued by Piedmont Regional Council. Born from an idea developed and shared by the founding members since 1987, Consulta has developed and grown over the years to reach its current number of 33 members, all involved through their respective governance bodies in the realisation of the institutional project, with contributions of ideas even before than those of a financial nature. The mission of the association, which excludes every profitmaking purpose, is the improvement of the local cultural and historical-artistic heritage, mainly within the Piedmont region, by implementing cultural programmes for the protection, preservation, promotion and development of said cultural heritage. The main aim is the accomplishment of restorations, exhibitions, scientific research, projects and any other initiative aiming at the dissemination of knowledge of Piedmont’s cultural heritage, as well as its use and development. More than 32 million euros have been invested over the past 33 years and more than 100 restoration and development projects have been carried out in cooperation with institutions and conservation bodies. The Consulta System is unique in its excellence, the result of attention to circumstances, cooperative attitude and an entrepreneurial spirit. A 29


participatory and vigilant attitude, ready to grasp the signals and requests of the area, willing to tackle and solve problems. The selection of the projects is based on urgency, significance, speed of implementation and certainty of authorisation and completion, with a duration of one or two years, said duration having recently been extended to cope with the Fontana dell’Ercole, a large-scale project requiring several years for completion. In addition to restoration and development work, Consulta has promoted editorial activities and discussions on the relationship between business and cultural heritage, organised workshops at the Unione Industriale di Torino during Confindustria’s Enterprise Culture Weeks and, in 2019, a meeting in collaboration with the Politecnico di Torino on the relationship between scientific research and cultural heritage.

compliance with the law.

Values Consulta is a non-profit organisation which pursues an active participation in the development of cultural heritage, with no commercial or political restrictions. It strives for excellence in its work with substance and consistency, selecting independent artists and restorers in view of their qualities, and communicating its goals and activities transparently to its stakeholders. In performing its activities, Consulta is attentive to the suggestions that may come from civil or religious institutions, from its members, artists and citizens, with the common aim of making the best use of the resources available, in strict

Governance The principles of responsibility, transparency, inclusion, neutrality and utility, which are part of Consulta’s culture, are also reflected in the governance, which is articulated in the three levels of the association’s bodies: the General Meeting, the President and the Steering Committee. The General Meeting passes resolutions on the appointment of the President and members of the Steering Committee, the approval of cultural projects and the admission and exclusion of members, among other things. The Steering Committee, consisting of between three and seven members, manages the association, with all powers

Stakeholder In performing its activities, Consulta interacts with a wide range of stakeholders: from the public administration to the public, from members to financiers and patrons, from staff, collaborators and consultants to restorers and suppliers in general. Consulta has been dealing with this galaxy of stakeholders, every day for over thirty years and holds itself accountable to them for the results of its activities. Together with all of them, we have pursued the aim of expanding the economy of culture and this is why the first social report was produced in 2017, for them and with them, as an important communication project. The accounts relating to activities carried out in subsequent years are also presented in a way that is consistent with typical social reporting.

of ordinary administration, proposes activities and manages their implementation. The President represents the association before third parties and in court and implements the resolutions of the General Meeting and the Steering Committee.

30


FINANCIAL REPORTING

RECLASSIFICATION OF THE REVENUES OF EXPENSES (Table 1)

The financial statements, consisting of the Balance Sheet, the Report on Operations, the Statement of Cash Flows and the Notes to the Financial Statements, are drawn up by the Treasurer and approved annually by the Steering Committee and the General Meeting. The information resulting from these documents is grouped and summarised in Table 1, in order to reclassify income by nature and expenses by use. The income received by Consulta is mainly in the form of donations, made in accordance with the provisions of article 100, paragraph 2, letter m) of the Consolidated Law on Income Tax (TUIR). As of 2018, for the restoration of the monumental complex of the Fontana dell’Ercole in the Gardens of

the Reggia di Venaria, Consulta being the trustee of the public asset, a number of patrons have made donations using the Art Bonus. Over the last few years, Consulta has received shares from the “5 per thousand” tax allocation dedicated to culture, on the basis of restoration projects presented and reported to MIBACT. The classification of expenses by destination makes it possible to highlight the use of the resources available in the implementation of institutional activities for the recovery of the artistic heritage and other cultural activities, which benefit both residents and tourists, with an impact on the socio-economic context and on future generations. The costs of the organisational structure have been partially allocated to

2019

%

2018

%

2017

%

2016

%

42.900 561.400 433.203 46.472

3,96% 51,79% 39,96% 0,00% 4,29%

39.000 767.000 656.376 20.000 190.225

2,33% 45,86% 39,24% 1,20% 11,37%

41.600 773.500 920.111 30.000 116.065

2,21% 41,12% 48,91% 1,59% 6,17%

40.300 728.000 287.615 49.254 357

3,65% 65,85% 26,02% 4,46% 0,03%

1.083.975

100,00%

1.672.601

100,00%

1.881.276 100,00%

1.105.526

100,00%

Structural running costs

117.390

10,83%

103.780

6,20%

92.568

4,92%

52.355

4,74%

ACTIVITIES PERFORMED Restoration Planning and design activities Development and use

374.445 95.882 144.987

34,54% 8,85% 13,38%

1.109.774 75.102 110.417

66,35% 4,49% 6,60%

247.082 135.454 557.093

13,13% 7,20% 29,61%

152.999 59.413 177.701

13,84% 5,37% 16,07%

Special projects (jointly with other institutions) Innovation

0 82.040

0,00% 7,57%

58.917 9.155

3,52% 0,55%

385.167 -

20,47% 0,00%

304.363 -

27,53% 0,00%

Contribution of collaborators to institutional activities Educational activities Communication

84.002 22.674 31.310

7,75% 2,09% 2,89%

74.708 26.885 37.247

4,47% 1,61% 2,23%

106.674 5.437 90.876

5,67% 0,29% 4,83%

105.896 54.091 38.366

9,58% 4,89% 3,47%

835.340 RESOURCES DEDICATED TO INSTITUTIONAL ACTIVITIES 131.245 Surplus for the year Breakeven total 1.083.975

77,06% 12,11% 100,00%

1.502.205 66.616 1.672.601

89,81% 3,98% 100,00%

1.527.783 81,21% 260.925 13,87% 1.881.276 100,00%

892.829 160.342 1.105.526

80,76% 14,50% 100,00%

SOURCES Membership fees Member donations Donations from members and others, for special projects Other donations Other revenues RESOURCES AVAILABLE

31


Comunicazione

BREAKDOWN OF ACTIVITIES PERFORMED

Suddivisione attività svolte - Anno 2019 Suddivisione attività svolte - Anno 2018attività svolte Suddivisione - Anno 2017attività svolte - Anno 2016 Suddivisione 2019

2018

2017

2016

Restauro

Restauro

Restauro

Restauro

Attività progettuale

Attività progettuale

Attività progettuale

Attività progettuale

Valorizzazione e fruizione

Valorizzazione e fruizione

Valorizzazione e fruizione

Valorizzazione e fruizione

Restoration institutional activities, based on (congiunti can con bealtre defined as “Wealth to be Progetti speciali istituzioni) Progetti speciali (congiunti con altre istituzioni)Progetti speciali (congiunti con altre istituzioni) Progetti speciali (congiunti con altre istituzioni) Planning and design activities Innovazione an average weekly percentage distributed”, has been broken Innovazione Innovazione Innovazione Development use Contributo and dei collaboratori alle attività istituzionali Contributo istituzionali dei collaboratori alle attività istituzionali of the time spent on the variousdei collaboratori downalleinattività Table 2Contributo to show: Contributo dei collaboratori alle attività istituzionali Special projects (jointly with other institutions) Attività didattiche Attività didattiche Attività didattiche activities, determined from the - the wealth allocated to Attività didattiche Innovation Comunicazione Comunicazione Comunicazione Comunicazione analytical accounts implemented institutional activities, with Contribution of collaborators to institutional activities in recent years. a direct economic impact on Educational activities Communication The total wealth received, which the companies, restorers and

BREAKDOWN OF SOURCES 100%

90%

80%

70%

60%

50%

40%

30%

20%

Composizione delle fonti

100%

90%

80%

70%

60%

50%

40%

30%

20%

Membership fees Member donations

10%

Donations from members and others, for special projects

10%

Other donations 0%

0%

Other revenues 2019 2019

Quote associative

professionals

Erogazioni liberali associati

engaged,

2018 2018

2017 2017

Erogazioni liberali associati e non, per progetti speciali

for

the work they carry out and,

Altre erogazioni liberali

2016 2016

Altri proventi

indirectly, on the State, due to

- the wealth allocated to the re-

the taxation imposed on them;

muneration of staff and collabo32


rators; - the wealth allocated to the public administration, VAT related to the activities carried out and other fiscal charges; - the wealth retained temporarily by the organisation (surplus of the year), to be used in subsequent years.

cannot be expressed by purely economic values. Despite the difficulty of translating the goals pursued into quantitative terms, the tables and graphs show: - the cost-effectiveness of operations, resulting from the stability of expenditure over time, guaranteeing a balanced financial situation; - the effectiveness of management, i.e.: the ability to pursue institutional goals also over

The value that the cultural institution generates is multifaceted and multidimensional and

time; - the efficiency of management, i.e.: the ability to use resources rationally, resulting from the ratio of resources dedicated to institutional activities to the resources available and highlighting the very low level of the structure’s operating costs, which is also in line over the years.

DISTRIBUTION OF THE WEALTH RECEIVED (Table 2) 2019

%

2018

%

2017

%

2016

%

1.083.736

113,78%

1.672.597

104,15%

1.881.276

116,10%

1.105.526

116,96%

131.245

13,78%

66.616

4,15%

260.925

16,10%

160.342

16,96%

952.491

100,00%

1.605.981

100,00%

1.620.351

100,00%

945.184

100,00%

Institutional activity (net of VAT)

659.886

69,28%

1.269.592

79,05%

1.260.243

77,78%

700.056

74,07%

Remuneration of personnel and collaborators (net of VAT)

185.669

19,49%

166.583

10,37%

168.768

10,42%

140.343

14,85%

Remuneration of Public Administration (VAT and other fiscal charges)

106.936

11,23%

169.806

10,57%

191.340

11,81%

104.785

11,09%

WEALTH DISTRIBUTED

952.491

100,00%

1.605.981

100,00%

1.620.351

100,00%

945.184

100,00%

RESOURCES AVAILABLE Wealth retained by the organisation for use in subsequent years

WEALTH DISTRIBUTED Ricchezza distribuita

1.800.000

1.800.000

1.600.000

1.600.000

1.400.000

1.400.000

1.200.000

1.200.000

1.000.000

1.000.000

800.000

800.000

600.000

600.000

400.000

Institutional activity (net of VAT)

200.000

Remuneration of personnel and collaborators (net of VAT)

400.000

200.000

0

0 2019

2019 Attività istituzionale (al netto di IVA)

2018

2018

Remunerazione del personale e dei collaboratori (al netto di IVA)

2017

2017 Remunerazione della Pubblica Amministrazione

2016

2016

Remuneration of Public Administration (VAT and other fiscal charges)

(IVA e altri oneri fiscali)

33


2A ARMANDO TESTA BANCA DEL PIEMONTE BANCA FIDEURAM BANCA INTERMOBILIARE BANCA PASSADORE & C. BUFFETTI BUILDING BUZZI UNICEM C.L.N. CHIUSANO & C. COSTRUZIONI GENERALI GILARDI DELOITTE & TOUCHE DELTATRE ERSEL FENERA HOLDING FERRERO FONDAZIONE COMPAGNIA DI SAN PAOLO FONDAZIONE CRT GAROSCI GMT HOLDING CO. GRUPPO FERRERO-SIED ENERGIA INTESA SANPAOLO ITALGAS LAVAZZA MARTINI & ROSSI MATTIOLI M. MARSIAJ & C. REALE MUTUA ASSICURAZIONI REPLY SKF STELLANTIS UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO VITTORIA ASSICURAZIONI

34


Millions discover their favorite reads on issuu every month.

Give your content the digital home it deserves. Get it to any device in seconds.