Page 1

CHIOGGIA CITTÀ DELL’ARMONIA

EVENTI JAZZ STORIA PERCORSI CINEMA ARTE Iniziativa patrocinata dalla

Città di Chioggia

In collaborazione con

CHIOGGIA

SOTTOMARINA

IT EN AL G IA LI N S O H

THINK! soluzioni creative

SHOWS - MUSIC - THEATER - ART - CINEMA - FOOD - SAILING

giugno - dicembre 2018

Realizzata da

OUT

Editori di


IN COLLABORAZIONE CON

RAFFAELLO

navigazione

Sottomarina

Venezia

PARTENZA TUTTI I GIORNI DEPARTURE EVERY DAY / ABFAHRT JEDEN TAG

DAL FROM / VON 25/04 AL TO / BIS 30/09 ORE 9.00 Sottomarina (Ponte Isola dell’Unione) / Venezia (San Marco) ORE 17.00 Venezia (San Marco) / Sottomarina (Ponte Isola dell’Unione) ADULTI A/R Adults / Erwachsenen

€ 14

FAMILY 3 A/R Bambini / Children / Kinder (4-12)

€ 36

FAMILY 4 A/R Bambini / Children / Kinder (4-12)

€ 48

CORSA SEMPLICE One way

€ 8

BAMBINI (0-3) Children / Kinder

Sottomarina

Sottomarina

Murano-Burano Torcello

GRATIS

Sottomarina

Murano Venezia

Venezia by night

MERCOLEDÌ - VENERDÌ DOMENICA*

LUNEDÌ - MARTEDÌ GIOVEDÌ - SABATO*

WEDNESDAY - FRIDAY - SUNDAY* MITTWOCH - FREITAG - SONNTAG*

MONDAY - TUESDAY - THURSDAY - SATURDAY* MONTAG - DIENSTAG - DONNERSTAG - SAMSTAG*

DAL FROM / VON 13/06 AL TO / BIS 09/09

DAL FROM / VON 11/06 AL TO / BIS 08/09

DAL FROM / VON 12/06 AL TO / BIS 06/09

ORE 9.00 Sottomarina (Ponte Isola dell’Unione) / Murano / Burano / Torcello ORE 18.30 arrivo arrival / Ankunft Sottomarina (Ponte Isola dell’Unione)

ORE 9.00 Sottomarina (Ponte Isola dell’Unione) / Murano / Venezia ORE 17.00 Venezia (San Marco) Sottomarina (Ponte Isola dell’Unione)

ORE 14.30 Sottomarina (Ponte Isola dell’Unione) / Venezia (San Marco) ORE 21.30 Venezia (San Marco) Sottomarina (Ponte Isola dell’Unione)

*escluso domenica 15/07

MARTEDÌ - GIOVEDÌ

*escluso sabato 14/07

TUESDAY - THURSDAY DIENSTAG - DONNERSTAG

ADULTI A/R Adults / Erwachsenen

€ 24

ADULTI A/R Adults / Erwachsenen

€ 18

ADULTI A/R Adults / Erwachsenen

€ 18

BAMBINI (4-12) Children / Kinder

€ 14

BAMBINI (4-12) Children / Kinder

€ 12

BAMBINI (4-12) Children / Kinder

€ 12

BAMBINI (0-3) Children / Kinder GRATIS

BAMBINI (0-3) Children / Kinder GRATIS

BAMBINI (0-3) Children / Kinder GRATIS

ORGANIZZAZIONE TECNICA, INFO E PREVENDITA BIGLIETTI

Agenzia Piacere Viaggi Viale Veneto 8/a - 30015 Sottomarina (VE) - tel. 041.5500470 - info@piacereviaggi.com

PUNTI VENDITA BIGLIETTI

Raffaello Navigazione Via Roma 1432 - 30015 Sottomarina (VE) - tel. 041.5507077 - info@raffaellonavigazione.it Pontile d’imbarco Isola dell’Unione - 30015 Sottomarina (VE)

ACQUISTA ONLINE / BUY ONLINE www.raffaellonavigazione.com CONDIZIONI DI VIAGGIO: Le partenze sono garantite con un minimo di 15 partecipanti e con condizioni meteo marine assicurate


CALENDARIO EVENTI ▶ Giugno MOSTRA MERLETTI A FUSELLI Associazione Il merletto DAL 1 GIUGNO AL 1 LUGLIO - Museo Civico della Laguna Sud “San Francesco fuori le mura”  Articolo pag. 10 PALIO DELLA MARCILIANA 15 GIUGNO dalle 21.30 Benedizione dei Santi Protettori alle Contrade e ai balestrieri presso l’Oratorio della Chiesa della S.S. Trinità (o dei Rossi). Corteo Storico, Ballo della “Rosina”, Circateatro, Giuramento dei capitani di contrada 16 GIUGNO dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 23.30, “Accade e accadde in Clugia”, Vita medioevale in città. Dalle 21.30 Il ballo dell’Anello e Incursione genovese 17 GIUGNO dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 23.30, “Accadde e Accade in Clugia” Vita medioevale in città, Moresca Venexiana. Dalle 18,00 Palio delle Balestre Grandi tra le Contrade. Dalle 19.30 “Entra il Doge nella Città di Clugia”, corteo storico e assegnazione del palio. Dalle 21.00 “I Bagordi … nelle e delle Contrade”, spettacolo “Processo e monito per strigarie e malie”. Dalle 23.00 “Incursione Genovese - Incendio della torre e Feste nelle contrade”  Articolo a pag. 8 ARTEVEN - SPETTACOLI PER BAMBINI DI OGNI ETÀ 18 GIUGNO ore 21.15 - Piazza Vigo “La regina dei colori” con Susi Danesin MUSICART&STORIE 21 GIUGNO ore 21.00 - Giardino di Palazzo Grassi Enrico Merlin presenta il libro “1000 dischi per un secolo: 1900 - 2000”

▶ Luglio ARTEVEN - SPETTACOLI PER BAMBINI DI OGNI ETÀ 2 LUGLIO ore 21.15 presso Piazza Vigo “Benvenuti al Circo” con Matteo Mirandola ARTEVEN 3 LUGLIO ore 21.30 presso Piazza Duomo, Sonics, Acrobati volanti con lo spettacolo “Osa”  Articolo pag. 50 ARTEVEN 4 LUGLIO ore 21.15 - Palazzo Grassi “La balena volante” ARTEVEN - SPETTACOLI PER BAMBINI DI OGNI ETÀ 5 LUGLIO ore 21.15 - Museo San Francesco “Nando e Maila: Kalinka”. Il circo russo come non lo avete mai visto FESTIVAL MUSICA IN LAGUNA D’ARTE 5 LUGLIO ore 21.15 - Auditorium San Nicolò, Concerto Allievi dei Maestri Dejan Bogdanovich e K. Bogino 6 LUGLIO, ore 21.15 - Auditorium San Nicolò, Concerto Allievi dei Maestri Dejan Bogdanovich e K. Bogino  Articolo a pag. 43

ARTEVEN - SPETTACOLI PER BAMBINI DI OGNI ETÀ 21 GIUGNO ore 21.15 - Museo San Francesco “Pierino e il lupo”. Civica Orchestra dei fiati di Padova Pianoforte Micaela Tiozzo, clarinetto Annamaria Tarozzo MUSICART&STORIE 26 GIUGNO ore 21.00 - Giardino di Palazzo Grassi Il M° Marco Guidarini presenta il libro “Gulda in viaggio verso Praga - Racconti mozartiani” ARTEVEN - SPETTACOLI PER BAMBINI DI OGNI ETÀ 28 GIUGNO ore 21.15 - Museo San Francesco - “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”

█ TEATRO █ MUSICA █ VISITE AI MUSEI O AL FORTE SAN FELICE █ EVENTI GASTRONOMICI


ARTEVEN - DALL’ALBA AL TRAMONTO 6 LUGLIO primo accesso ore 18.30, secondo ore 19.15 – Forte San Felice “Un viaggio per parole”, musica urban dance e oniriche suggestioni nel misterioso Forte  Articolo pag. 50 FESTIVAL MUSICA IN LAGUNA D’ARTE 7 LUGLIO ore 21.15 - Giardino dei Grassi, Concerto Allievi dei Maestri Dejan Bogdanovich e K. Bogino VISITA FORTE SAN FELICE 7 LUGLIO 4 turni pomeridiani - visita a Forte San Felice per gruppi di 50 persone, con prenotazione on line obbligatoria sul sito www.eventbrite. it digitando “Forte san Felice”  Articolo pag. 16 FESTIVAL MUSICA IN LAGUNA D’ARTE 8 LUGLIO ore 21.15 - Giardino dei Grassi, Concerto Allievi dei Maestri Dejan Bogdanovich e K. Bogino 9 LUGLIO ore 21.15 - Giardino dei Grassi, Concerto Allievi dei Maestri Dejan Bogdanovich e K. Bogino ARTEVEN - SPETTACOLI PER BAMBINI DI OGNI ETÀ 9 LUGLIO ore 21.15 - Piazza Vigo “E ora facciamo i conti” di Pino Costalunga FESTIVAL MUSICA IN LAGUNA D’ARTE 10 LUGLIO ore 21.15 - Auditorium San Nicolò, Concerto Allievi dei Maestri Dejan Bogdanovich e K. Bogino 11 LUGLIO ore 21.15 - Auditorium San Nicolò, Concorso pianistico “Città di Chioggia” cat. Juniores - piano solo 12 LUGLIO ore 21.15 - Giardino dei Grassi, Forum pianistico “Città di Chioggia” cat. Juniores. Orchestra Sinfonica G. Zarlino, dierettore Pietro Perini ARTEVEN - SPETTACOLI PER BAMBINI DI OGNI ETÀ 12 LUGLIO ore 21.15 - Museo San Francesco “Il circo di Shakespeare” FESTIVAL MUSICA IN LAGUNA D’ARTE 13 LUGLIO ore 21.15 - Auditorium San Nicolò, Concorso pianistico “Città di Chioggia” cat. Seniores - piano solo

FESTIVAL MUSICA IN LAGUNA D’ARTE 14 LUGLIO ore 21.15 - Auditorium San Nicolò, Forum pianistico “Città di Chioggia” cat. Seniores. Orchestra Sinfonica G. Zarlino, dierettore Pietro Perini CHIOGGIAVELA REGATE 14 LUGLIO 36° Trofeo Malieni, Campionato zonale Dinghi 21/22 LUGLIO 51° Trofeo dell’Adriatico, Regata nazionale Coppa Italia  Articolo pag. 54 SUMMER JAZZ WORKSHOP 22 LUGLIO ore 21.30 - Piazzetta Vigo “All Stars Band” (New School for Jazz and Contemporary Music di New York)  Articolo pag. 47 ARTEVEN - SPETTACOLI PER BAMBINI DI OGNI ETÀ 23 LUGLIO ore 21.15 - Piazza Vigo “Riccioli D’Oro, I tre orsi e altre storie” con Susi Danesin SUMMER JAZZ WORKSHOP 24 LUGLIO ore 21.30 - Giardino dei Grassi, Concerto Jazz TBA 25 LUGLIO ore 21.30 - Giardino dei Grassi, Concerto Jazz - All Stars Combo: TBA 26 LUGLIO ore 21.30 - Giardino dei Grassi, Concerto Jazz - Summer Jazz Workshop Combo ARTEVEN - SPETTACOLI PER BAMBINI DI OGNI ETÀ 26 LUGLIO ore 21.15 - Museo San Francesco “Peter Pan. Una storia di pochi centimetri e piume” SUMMER JAZZ WORKSHOP 27 LUGLIO ore 21.30 - Campo Duomo, Comb’s night (allievi Summer Jazz Workshop) 28 LUGLIO ore 21.30 - Campo Duomo, Big band’s night (allievi Summer Jazz Workshop) DAL 23 AL 28 LUGLIO dalle ore 22.45 Havana Club - Jam Session ARTEVEN - SPETTACOLI PER BAMBINI DI OGNI ETÀ 30 LUGLIO ore 21.15 - Piazza Vigo “L’incantesimo della lupa” con Susi Danesin

SAGRA DEL PESCE DAL 13 LUGLIO AL 22 LUGLIO - Corso del Popolo, tutte le sere funzioneranno gli stand della Sagra del Pesce. Dalle 21.30, sul palco di Piazza Vigo e di Porta Garibaldi, spettacoli di musica, teatro e cabaret  Articolo pag. 12

█ REGATE DI VELA █ SPETTACOLI PER BAMBINI █ CINEMA


▶ Agosto

▶ Settembre

ARTEVEN - LE BARUFFE IN CALLE DAL 1° AL 5 AGOSTO ore 20.15 Spettacolo itinerante per calli, rive e campielli, la partenza è dall’Isola di San Domenico - XXII edizione de Le baruffe in calle

VISITA FORTE SAN FELICE 8 SETTEMBRE 4 turni pomeridiani - visita a Forte San Felice per gruppi di 50 persone, con prenotazione on line obbligatoria sul sito www.eventbrite.it digitando “Forte san Felice”

CHIOGGIAVELA REGATE 4/5 AGOSTO 63° Campionato Adriatico Snipe - Campionato zonale e combinata dell’Adriatico ARTEVEN - CIRCOVAGANDO 9 AGOSTO ore 21.15 - Museo San Francesco, Trio Comedy Clown a cura di 3 Chef ARTEVEN - DALL’ALBA AL TRAMONTO 12 AGOSTO ore 5.00 - Diga di Sottomarin, Danza, musica e parole danno il benvenuto a un nuovo giorno 16 AGOSTO ore 21.15 - Museo San Francesco, La voce della Sirenetta con Gli Alcuni CHIOGGIAVELA 19 AGOSTO 41° Trofeo Pugno e 12° Trofeo Voltolina Campionato zonale Optimist ARTEVEN - CIRCOVAGANDO 20 AGOSTO ore 21.15 - Piazza Vigo, “Storie a vela, racconti a remi” di Pino Costalunga

CHIOGGIAVELA REGATE 8/9 SETTEMBRE 19° Campionato Adriatico Meteor Campionato zonale 15 SETTEMBRE Meteorosa FESTIVAL MUSICA IN LAGUNA D’ARTE 15 SETTEMBRE ore 21.15 - Giardino di Palazzo Grassi, Danze irlandesi della SOAS Cellich Band CHIOGGIAVELA REGATE 16 SETTEMBRE Bart’s Bash 17/21 SETTEMBRE Trofeo Meteorsharing 21 SETTEMBRE ore 21.00 presso Auditorium San Nicolò - Serata con un grande personaggio della vela nazionale 22 SETTEMBRE nel pomeriggio, Sopraiventi 22 SETTEMBRE la sera, Meteor al crepuscolo VISITA FORTE SAN FELICE 22 SETTEMBRE, 4 turni pomeridiani - visita a Forte San Felice per gruppi di 50 persone, con prenotazione on line obbligatoria sul sito www.eventbrite.it digitando “Forte san Felice” CHIOGGIAVELA REGATE 23 SETTEMBRE Chioggiavela 30 SETTEMBRE Campionato zonale Laser

LAGUNA SUD, IL CINEMA FUORI DAL PALAZZO DAL 22 AL 26 AGOSTO ore 21.00 - Isola di San Domenico - Quattro film selezionati dalle Giornate degli autori e la proiezione dei cortometraggi realizzati dai giovani cineasti durante il laboratorio  Articolo a pag. 30 ARTEVEN - CIRCOVAGANDO 23 E 24 AGOSTO ore 21.15 - Museo San Francesco “Le Cirque Fantastique” ARTEVEN 30 AGOSTO ore 21.15 - Palazzo Grassi, “Xstream”

▶ Ottobre CHIOGGIAVELA 6/7 OTTOBRE 13° Meteordautunno e 8° Coppa Minialtura - Campionato zonale

▶ Dicembre █PREMIO LETTERARIO CITTÀ DI CHIOGGIA 15 DICEMBRE - Auditorium San Nicolò, premiazione Premio Letterario città di Chioggia  Articolo pag. 19

█ SPETTACOLI DEL CIRCO █ INIZIATIVE NELLA NATURA █ RIEVOCAZIONI STORICHE


messaggio pubbliredazionale

Ristorante Pizzeria

l’estate passa dalla cucina

Un menù che contempla il meglio dei prodotti del mare con quelli degli orti interpretati secondo tradizione, ma anche originalità per un’offerta che parte dagli antipasti, arriva al dolce e alle pizze La possibilità di pranzare o cenare in riva al mare, in un angolo di spiaggia davanti al quale si stende l’estate che rende Sottomarina uno dei luoghi più gettonati dal turismo balneare, un menù che contempla il meglio del pescato fresco, approvvigionato al mercato ittico cittadino, interpretato con originalità insieme agli altri prodotti per cui Chioggia è celebre: il radicchio, le cipolle e l’immancabile zucca che nelle commedie di Goldoni è motivo di aspre “baruffe”. Aggiungiamoci l’ospitalità, che in una città abituata ad accogliere è una forma di identità, e aggiungiamoci anche un’attenzione che nel far ristorazione parte dai piatti semplici dalla tradizione e arriva a vere e proprie preparazioni gourmet, con il compendio delle migliori etichette del buon bere nazionale e internazionale, e troveremo delineati i punti forti dell’offerta del ristorante Minerva di Sottomarina. Armido e Fabrizio insieme alle rispettive mogli

Daniela e Nadia, ristoratori di conclamata tradizione e di grande esperienza, sono interpreti di quell’intelligente predilezione di portare in tavola soltanto la qualità e tutte quelle eccellenze che rappresentano per storia e tradizione il territorio. Nascono in questo modo i piatti che si dividono tra terra e mare come “L’insalata di gamberi con il radicchio di Chioggia Igp”, i “Fasolari in saor con la cipolla bianca” o gli “spiedini di mazzancolle con gli asparagi della vicina Conche” e la lista potrebbe continuare con le triglie, le “Schie”, i rombi chiodati, le “moleche” per arrivare fino alle pizze, anch’esse preparate per rispondere alle esigenze dei palati più esigenti e servite, su prenotazione, anche in spiaggia sotto l’ombrellone. L’estate, del resto, è un appuntamento fisso con le specialità del ristorante Minerva.

The location on the beach overlooking the sea; the wide choice of pizzas and traditional dishes prepared with the best fresh fish and other products daily coming from the gardens of Chioggia; the great hospitality, which in a city accustomed to welcoming is a form of identity and the rich selection of the best bottles of good national and international drinks: these are only four of the multiple reasons for choosing the restaurant-pizzeria Minerva in Sottomarina for lunch or dinner. The pizzas are also served under beach umbrellas.

La cucina e la sala sono attrezzate per banchetti e cerimonie. I tavoli affacciano direttamente sul mare. Il ristorante è aperto tutti i giorni dalle 12.00 alle 14.30 e dalle 18.30 alle 24.00. Il lunedì i mestoli riposano Lungomare Adriatico - Lato Nord, 30015 - Sottomarina Mob. 339 6684500 - Tel. 041 4965367 ristorante.minerva@libero.it - www.ristorantepizzeriaminerva.it - Seguici su Facebbok e Twitter


Città di Chioggia

Un nuovo modo di far CULTURA UN ALTRO PUNTO DI VISTA sulla nostra città Uno strumento diverso per CONOSCERE le iniziative della nostra città ... un motivo in più per AMARE CHIOGGIA e il suo centro storico

CHIOGGIA

CITTÀ DELL’ARMONIA, un contenitore culturale

C

hioggia città dell’armonia nasce da una domanda fondamentale, che due anni e mezzo fa ci siamo posti come Pro Loco. Ci siamo chiesti quale fosse l’anima di Chioggia e quale la sua vocazione per poterla promuovere. La risposta è stata che questa ricchezza, questo patrimonio, era nella città stessa, nella sua cultura, nella sua storia, nei segni riconoscibili di una continuità di vita fatta di monumenti, di arte, ma anche di esperienze, di energie, di intelligenze; insomma, nella sua cultura! Bisognava duque assecondare e valorizzare questo patrimonio culturale e divulgare l’espressione della sua comunità. Ed è nata l’idea di creare un magazine che, insieme al web, potesse essere un contenitore delle iniziative culturali che le associazioni organizzano durante l’estate e che sono l’espressione dell’identità locale; uno strumento per arrivare a comunicare ai cittadini il valore di cui essi stessi sono parte e anche uno strumento per il marketing territoriale per far conoscere quell’offerta culturale che sempre più è necessaria per aumentare l’appeal turistico della nostra città. Se in passato il movente culturale raramente era la prima ragione delle presenze in città, oggi il suo peso è decisamente cresciuto. I dati relativi allo scorso anno parlano di 37 milioni di presenze nella città metropolitana di Venezia: un record e pure un problema, se questo numero continuasse

CHIOGGIA

Marco Donadi, presidente della Pro Loco di Chioggia

a concentrarsi esclusivamente nella città capoluogo, ma più propriamente un’opportunità per noi, che ci affacciamo sulla stessa laguna. Chioggia è una piccola Venezia, oppure - come sostiene qualcuno - è Venezia ad essere una Chioggia in grande. In questi anni abbiamo lavorato molto per rendere più evidenti le tracce di una comunità millenaria, abbiamo portato avanti iniziative di fruizione dei beni culturali, di valorizzazione degli spazi utilizzandoli anche in maniera inusuale ed innovativa, immaginando per loro contenuti nuovi. Ed è attraverso questi spazi che proponiamo un nuovo modo di visitare le nostra città e di conoscerne la storia. A fianco di manifestazioni consolidate come la Sagra del Pesce, il Palio della Marciliana o le Baruffe in calle, stanno prendendo sempre più spessore iniziative come Laguna Sud: il Cinema fuori dal Palazzo, che porta in città un pezzo della Mostra del Cinema di Venezia; il Premio letterario città di Chioggia, con dieci anni di storia alle spalle e tante presenze illustri del mondo dell’editoria; le rassegne dedicate alla musica classica e al jazz che, insieme a tante altre, contribuiscono a rendere l’offerta culturale di Chioggia sempre più riconoscibile e di assoluta qualità. Ecco, è questo che Chioggia città dell’armonia vuole racchiudere tra le sue pagine: un’identità culturale sempre più concreta e visibile.

SOTTOMARINA

3


LA FONDAZIONE CLODIENSE ONLUS

è un ente privato al servizio del territorio dei comuni di Chioggia, Cavarzere e Cona N asce il primo ottobre 2001, riconosciuta dalla Regione Veneto come un’emanazione della Fondazione di Venezia, e si pone a disposizione di associazioni, enti, aziende e istituzioni per accrescerne le potenzialità in termini di gestione delle risorse destinate ad iniziative solidali. Nel 2012 la Fondazione Clodiense raggiunge l’importante obiettivo di poter operare come Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. Riconoscendo la particolare contingenza economica del territorio nel quale opera, decide di promuovere dei progetti in proprio con l’obiettivo di rivitalizzare i settori economici del proprio ambito di pertinenza sostenendo attività culturali e sociali con particolare attenzione alle fasce giovani e più fragili. Tra le iniziative di maggior rilevo sviluppate nel corso dello

scorso anno spiccano: il calendario degli eventi per le celebrazioni del quinto centenario dalla nascita di Gioseffo Zarlino, le rassegne musicali “Summer Jazz Workshop” e “Musica in Laguna”, “Laguna Sud” rassegna cinematografica e laboratorio di cinema diretti da Andrea Segre e “Uno Scatto al Passato”, progetto condotto nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro in collaborazione con la classe I° Liceo Classico dell’ istituto G. Veronese, durante il quale si sono poste le basi per la costituzione di un archivio fotografico storico digitale della città di Chioggia. Costantemente impegnata nella valorizzazione del proprio territorio, la Fondazione Clodiense cerca di coinvolgere nella propria progettualità l’associazionismo locale e le amministrazioni dei Comuni.

5


messaggio pubbliredazionale

7 GIORNI DI EMOZIONI nella Laguna di Venezia

ATTIVITÀ PIANIFICATE DAL 16 GIUGNO AL 31 AGOSTO GITA IN TRENO

LUN

MAR

MER

ESCURSIONE NOTTURNA

Ritrovo ore 20.30

Ritrovo ore 9.45

Ritrovo ore 20.30

Ritrovo ore 17.30

La proposta riguarda una gita serale a bordo del trenino che condurrà alla scoperta di Chioggia e Sottomarina. L’iniziativa è gratuita per i bambini

Passeggiata naturalistica della durata di 2 ore per scoprire la riserva integrale naturale di Bosco Nordio. Per poter partecipare è obbligatorio il mezzo proprio

Escursione con Bragozzo Ulisse, imbarcazione tipica per scoprire e lasciarsi incantare dal fascino di Chioggia e della laguna dall’acqua. Durata di mezz’ora circa.

Passeggiata pomeridiana per scoprire le bellezze del Centro storico di Chioggia attraverso la degustazione di aperitivi e cicchetti tipici. Durata circa 2 ore e mezza

Incrocio Viale Umbria Lungomare

PASSEGGIATA NOTTURNA

VEN

Ritrovo ore 20.45

“Le scalette” all’inizio dei Murazzi Passeggiata notturna per scoprire l’affascinante centro storico di Sottomarina Vecchia con i Murazzi, l’esterno del Forte San Felice e la Diga

Bar da Baldin a Sant’Anna di Chioggia

CACCIA AL TESORO

SAB

Ritrovo ore 9.30 Piazza Granaio

Iniziativa dedicata ai piccoli ospiti che prevede una caccia al tesoro nella pescheria cittadina e la visita al Museo di Chioggia. Durata di circa un’ora e mezza.

Di fronte Isola del Buon Castello

CHIOGGIA INSOLITA

SAB

Ritrovo ore 20.00 Museo della Laguna Sud

Passeggiata serale per scoprire le bellezze del Centro storico di Chioggia attraverso storie, miti e leggende che la riguardano. Durata circa 2 ore e mezza.

BACARO TOUR

GIO

ESCURSIONE NATURALISTICA

Chiesa S. Giacomo

FIT WALK

DOM

Ritrovo ore 9.00

Chiesa di S. Martino

Per prenotare rivolgersi alla direzione dei Bagni Lungomare

Passeggiata dinamica mattutina per gli amanti del fitness. Durante la camminata si scopriranno le particolarità della città di Chioggia.

L’obiettivo di questa iniziativa è quello di offrire e garantire un programma settimanale di escursioni e attività da offrire ai turisti senza il raggiungimento di un numero minimo Le escursioni sono da prenotare almeno 24 ore prima Il Consorzio Con Chioggia Sì è un Consorzio di promozione turistica che ha tra i propri associati strutture, operatori privati e associazioni di categoria che hanno l’intento di promuovere a scopo turistico e commerciale la città di Chioggia. Esso si prefigge di valorizzare e commercializzare gli aspetti che meglio caratterizzano la città: l’arte, la cultura, i luoghi d’interesse religioso, l’offerta gastronomica e la ricettività. Per far conoscere ai turisti gli usi, i costumi, le tradizioni, la cultura della gente di Chioggia si cerca quindi di valorizzare il centro storico e proporre un turismo di qualità, compatibile e sostenibile, non invasivo e rispettoso dei delicati equilibri della nostra realtà.

PER INFO PRENOTAZIONI E COSTI: chiamare Consorzio ConChioggiaSI 041401846 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 www.chioggiavenezia.com - Facebook: Consorzio ConChioggiaSI


SOMMARIO

Supplemento al periodico Con i piedi per terra N 28 del 14/03/2018 edito da Speak Out - Piazza della Repubblica, 17/D - Cavarzere (VE) Direttore Resp. Mauro Gambin - Registro del tribunale di Padova N 2329 del 27/06/2013. Stampa: Stampe Violato, viale dell’Industria - VI strada, 13 - Bagnoli di Sopra (PD) – Tel. 049 9535267 – info@stampevilato.com

8

Palio della Marciliana Tre giorni nel passato medievale della città

12

81° edizione della Sagra del Pesce I sapori a tavola in piazza

21

Premio letterario città di Chioggia Il bello della città in parole e versi

25

Di museo in museo Alla scoperta dei tesori di Chioggia

Laguna Sud, il cinema fuori dal palazzo IV edizione: parlano Segre e Gosetti

30

Summer Jazz Workshop Dentro la magia della musica live

37

Festival Musica in Laguna d’Arte Armonie e luoghi della suggestione

43

Chioggia Sup Tourism visitare la città facendo uno sport divertente

53

El Leon de Ciosa Simbolo araldico vivente della città, da anni commenta con leggerezza e bonomia fatti e fatterelli nostrani. Si circonda di vari personaggi caratteristici, che contribuiscono al colore cittadino. È apparso su vari giornali locali e attualmente presenta le sue piccole avventure sul web. I suoi autori, Marco Corazza e Rosario Santamaria, lo conoscono bene e ve lo presentano: è un leone, certo, orgoglioso, ma non feroce. Con lui si può sempre trascorrere qualche momento in buona compagnia, ma attenzione... non chiamatelo gatto!  El Leon de Ciosa

7


Foto di Paolo Fidelfatti

PALIO DELLA MARCILIANA:

la Città rivive la propria storia Dal 15 al 17 giugno Chioggia tornerà agli ultimi decenni del Medioevo per festeggiare la storica vittoria di Venezia su Genova. Un appuntamento da non perdere

S

postare indietro le lancette della storia è un sogno che molti uomini hanno cercato di realizzare costruendo le “macchine del tempo”, un esercizio più di fantascienza che di realtà. Può accadere, però, che il tempo moderno assomigli in modo convincente a quello del passato, come succede a Chioggia nei giorni del Palio della Marciliana: la manifestazione di tre giorni che da ventotto anni restituisce alla Città la festa che seguì la fine dell’assedio genovese durante la guerra di Chioggia, il 24 giugno 1380. Una festa che culmina con l’entrata trionfale del doge Contarini, ma che restituisce anche la ritrovata libertà del popolo, riproponendo i colori e i mestieri del Medioevo: gli artigiani intenti nelle loro occupazioni, le lavandaie, il fornaio, le ricamatrici, i pescatori intenti a sistemare le reti, gli osti in compagnia dei loro rumorosi avventori. Grazie agli oltre 600 figuranti, ai loro abiti fedelmente ricostruiti e alle scenografie debitamente allestite, la Città regala ai suoi turisti momenti di grande fascino. Il programma, anche quest’anno, seguirà un preciso cerimoniale che inizierà con la benedizione dei balestrieri e il giuramento dei Capitani di contrada, per raggiungere il momento clou con la tenzone dei Balestrieri, trasmessa in diretta da Rai 3, e poi la vera e propria festa con musiche medievali, spettacoli teatrali, cantastorie e giullari che allieteranno la tre giorni fino all’incendio della Torre di Sant’Andrea e alle feste nelle Contrade, con le quali ogni anno il passato di Chioggia prende congedo, fino all’anno venturo.

8

F

rom 15 to 17 June the hands of the clock will return to the last decades of the Middle Ages to celebrate the historic victory of Venice over Genoa. It is ‘the Palio della Marciliana’, the event that for 28 years recalls to the city the celebration that followed the end of the Genoese siege, on June 24, 1380. Thanks to over 600 figures, their clothes faithfully reconstructed and the sets duly set up, Chioggia gives its tourists moments of great charm, reproposing the colors and crafts of that time. The program will follow the exact ceremony that will begin with the blessing of crossbowmen and the district Captains’oath, on June 15, to reach the climax in the Balestrieri strife, on June 17, then three days of real celebration with theatrical performances, storytellers, jesters and medieval music that in Corso del Popolo will echo up to the fire of Sant’Andrea’s Tower and the feasts in the Contrade, with which each year the past of Chioggia gives the appointment to the following year.

Per ulteriori approfondimenti sul Palio della Marciliana collegati al sito dedicato attraverso il Qr-Code


Programma della XXVIII edizione del Palio della Marciliana “La fiera del sale: mercanti e pellegrini, osti, giurati alle armi e gioco d’azzardo”

█ 15 GIUGNO Venerdì dalle 21.30 Benedizione dei Santi Protettori alle Contrade e ai balestrieri presso l’Oratorio della Chiesa della S.S. Trinità (o dei Rossi) Corteo Storico Ballo della “Rosina” Giuramento dei capitani di contrada MORESCA VENEXIANA

█ 17 GIUGNO Domenica ACCADDE E ACCADE IN CLUGIA Dalle 10.00 alle 13.30 e dalle 17.00 alle 23.30 Vita medioevale in città MORESCA VENEXIANA

█ 16 GIUGNO Sabato ACCADDE E ACCADE IN CLUGIA Dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 23.30 Vita medioevale in città con i mercanti e pellegrini, le taverne, gli antichi mestieri, le botteghe, il commercio del sale, il popolo, la legge, le musiche, i balli, gli esercizi con le armi I falconieri di stirpe rapace I Circateatro Il convivio dei giullari Dalle 21.30 Il ballo dell’Anello Incursione Genovese

Dalle 19.30 Entra il Doge nella Città di Clugia Corteo storico e assegnazione del palio

La pastorizia è l’arte che la famiglia Morandi si tramanda di generazione in generazione e che oggi continua ad essere il centro della loro offerta agrituristica. Qui è possibile pernottare in comode camere o pranzare e

Dalle 18.00 Palio delle Balestre Grandi tra le Contrade Riprese diretta nazionale RAI 3

Dalle 21.00 I Bagordi… nelle e delle Contrade Spettacolo “Processo e monito per strigarie e malie” Dalle 23.00 Incursione Genovese - Incendio della Torre

cenare con un menù che esce dai soliti schemi e sa regalare antichi sapori. A farm where you can stay or dine and have lunch in the sign of a tradition linked to pastoralism that has lasted for centuries

Le camere sono tutte dotate di connessione Wi-Fi ed è possibile usufruire del servizio deposito bagagli e lavanderia

CORTE BONICELLA Via Cavarzere, 28 - Pegolotte di Cona (VE) • Tel. 0426 59298 • Cell. 349 3680371 • info@cortebonicella.it • www.cortebonicella.it

9


MOSTRA “MERLETTI A FUSELLI” Dal 1° giugno al 1° luglio, nelle sale espositive del Museo civico Laguna Sud di Chioggia “La Forza della Delicatezza” premio Bolsena 2017 Associazione Il Merletto di Chioggia

U

na mostra dedicata ad un’arte antica e caratteristica di Chioggia, quella dei merletti a fuselli, la cui origine affonda le radici nel Seicento e che è passata di mano in mano da generazione a generazione attraverso il paziente lavoro e la creatività. Promotori dell’iniziativa sono l’Associazione “Il Merletto di Chioggia”, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Chioggia e il Museo Civico della Laguna Sud, in collaborazione con la Fondazione Musei Civici Veneziani. L’esposizione ha lo scopo di far conoscere e dunque valorizzare questa nobile arte, che da secoli impreziosisce corredi e capi di abbigliamento. Un evento che riguarderà tutta la Laguna in quanto sarà concomitante con la Biennale del Merletto di Venezia, che si svolgerà dal 3 al 10 giugno.

Sarà possibile visitare la mostra presso il Museo civico della Laguna Sud “San Francesco fuori le mura”, in Campo Marconi - Chioggia con i seguenti orari: █ Dal 1 al 11 giugno: Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì: 9.00-13.00 Sabato e Domenica: 9.00-13.00/15.00-18.00 Lunedì chiuso █ Dal 12 giugno al 1 luglio Martedì e Mercoledì: 9.00-13.00 Giovedì, Venerdì, Sabato, Domenica: 9.00-13.00/21.00-23.00 Lunedì chiuso PER INFO: Museo civico Laguna Sud 041 5500911 - sportello.museo@chioggia.org Associazione Il Merletto di Chioggia www.ilmerlettodichioggia.it merlettodichioggia@gmail.com

A

n exhibition dedicated to an ancient and characteristic art of Chioggia: lace with bobbin or bobbin lace work. Since the seventeenth century has been documented the production and marketing of lace in this city. Due to the overtime decreasing of this handicraft, the association The Lace of Chioggia proposes today anew its recovery through a school plus the realization of exhibitions, concurrently organized with the Venice Biennial of Lace, which will be held from June 1st to July 1st at the Civic Museum of the South Lagoon “San Francesco fuori le mura”, in Campo Marconi.

10

Per accedere ad altre informazioni sulla storia del “merletto a tombolo o a fuselli di Chioggia” collegati al sito dedicato attraverso il Qr-Code


Intervista ad Arsenia Azzalin, e Vincenzina Prescianotto ♦ La mostra non è solo un’esibizione di piccoli capolavori nati dall’artigianato locale, questa mostra ha anche un altro scopo. Vincenzina: “Sì, l’obiettivo è dare continuità a questa forma d’arte che è molto caratteristica a Chioggia, ma con uno sguardo alla modernità, inoltre l’esposizione propone l’affiancamento del merletto ad altre forme d’arte quali la pittura e la fotografia. Già lo scorso anno nell’ambito della Biennale di Bolsena, per il Concorso Internazionale “Ricamo e Merletto tra Arte e Tradizione... la farfalla nell’Arte”, la nostra scuola ha vinto il premio “Tradizione e Innovazione” con l’opera “La Forza della Delicatezza” per essere un’interpretazione innovativa delle tecniche tradizionali di lavorazione. La mostra vuole continuare questo dialogo tra passato e presente”.

Arsenia Azzalin, Vincenzina ♦ Un dialopresidente Prescianotto, go aperto dell’Associazione curatrice della anche con le Il Merletto di mostra “Merletti ge n e ra z i o Chioggia e Fuselli” ni future? Il merletto è ancora tra gli interessi delle ragazze di oggi? Arsenia: “L’associazione Il Merletto di Chioggia è nata un paio di anni fa proprio con lo scopo di coinvolgere persone di tutte le età nella pratica della lavorazione del merletto a fuselli e diffonderne le tecniche e la cultura. Nella nostra Scuola di Tombolo, diretta dalla maestra Maria Giada, questo risultato è stato ottenuto: abbiamo anche ragazze giovanissime che seguono la formazione. Tra gli obiettivi del futuro, tuttavia, c’è quello di entrare nelle scuole e arrivare ai ragazzi delle scuole medie inferiori e superiori con un progetto didattico che ne invogli la conoscenza e la pratica”. ♦ Del resto questa è un’arte che può essere tutelata solo se continuerà ad essere esercitata… Vincenzina: “Sì, da una parte questo è vero, dall’altra c’è anche la storia e l’identità del Merletto di Chioggia che va salvaguardata. Per questo, insieme ad altre comunità della rete del Merletto Italiano, abbiamo aderito al progetto di candidatura UNESCO per il riconoscimento del Merletto Italiano come Bene Immateriale dell’Umanità. La nostra associazione, inoltre, rientra nell’Inventario dell’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione a cura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo”. Arsenia: “Ci diamo parecchio da fare proprio con lo scopo di poter ambire a risultati importanti. Servirà l’aiuto di tutti, ma siamo sicure che il merletto continuerà ad essere un elemento centrale della nostra identità chioggiotta”.

Un po’ di storia

del Merletto di Chioggia

La prima scena delle celebri Baruffe Chiozzotte di Carlo Goldoni si apre con un gruppo di donne che chiacchierano lavorando al “tombolo”

La lavorazione a fuselli, detta anche a mazzette, ha mantenuto nel corso del tempo gli stessi strumenti di lavoro. La merlettaia sta seduta davanti a uno sgabello detto scagno o scagnetto sopra il quale posa il tombolo o balòn. Sopra il tombolo viene fissato il disegno da seguire mediante spilli, sui quali poi vengono fatti passare i fili che sono arrotolati sui fuselli. Si lavora intrecciando i fili che possono essere di lino, di cotone o di seta e muovendo i fuselli a coppie. Il numero dei fuselli può variare da quattro a oltre un centinaio, secondo il grado di abilità dell’artista.

11


LA SAGRA DEL PESCE cucina, tradizione, folklore e spettacoli D T

opo ottantuno anni, la Sagra del Pesce continua ad essere una delle manifestazioni più attese in Veneto tanto da aver abbondantemente superato le 100 mila presenze. Merito della splendida cornice che da sempre l’accoglie, ossia il Corso del Popolo, ma merito anche dei tanti piatti di pesce, tipici della cucina chioggiotta, che le Associazioni e le Cooperative locali propongono insieme agli allestimenti dei propri stand, dedicati alla tradizione marinara di Chioggia, per contendersi la vittoria di ogni edizione. La Sagra infatti è una vera e propria competizione, molto sentita in città, ma protagoniste rimangono le ricette della tradizione come il “saor”, il fritto misto con polenta, le “bibarasse in cassopipa”, le seppie in umido con polenta, le immancabili grigliate di pesce insieme agli altri prodotti locali come: il radicchio di Chioggia, la cipolla bianca, il carciofo violetto di Chioggia, le carote e i prodotti della panificazione come i “bossolà”, i “papini”, le “sbreghe” e le “bissiole”. E per chi ai tavoli disposti lungo il Corso preferisse quelli dei ristoranti, la proposta rimane all’insegna della valorizzazione del buon pesce fresco locale ovviamente a prezzi contenuti. PROGRAMMA Tutte le sere dal 13 al 22 luglio funzioneranno sei stand gastronomici e dalle 21.30 sul palco di Piazza Vigo si alterneranno musica, teatro e cabaret e lungo Corso del Popolo Sud spettacoli di animazione itineranti.

12

he Fish Festival that every year transforms the entire historical center into a unique outdoor restaurant, sinks its origins back in August 20, 1938. It was a peculiar period of Italian history, in which the message of autarchy was designed to upgrade self-sufficiency as a promotional event to lead the national economy, by encouraging fish consumption. Today it continues to be one of the most expected events in the Veneto region, that it has exceeded 100 thousand visitors. Thanks to the splendid setting that has always welcomed it, that is the Corso del Popolo, but also thanks to the many fish dishes, typical of the “Chioggiotta” cuisine, which local associations and cooperatives offer together with their stands, dedicated to the Chioggia’s seafaring tradition, to contend for the victory in each edition. PROGRAM Every evening the six food stands will be open from July 13 to July 22, while, from 21.30, on the box of Piazza Vigo will alternate: music, theater and cabaret, along Corso del Popolo Sud will touring animation shows.


Una storia nella storia di Alberto Naccari

La prima edizione si tenne il 20-21-22 agosto 1938. A quel tempo mezza Italia non mangiava pesce, era considerato un alimento per i poveri

Locandina per la seconda edizione della Sagra del Pesce, 1939

L’intera piazza, addobbata con luminarie, fontane, festoni, insegne, ospitò una quantità impressionante di turisti

1938 Il duca di Genova e signora all’inaugurazione della Sagra

L’autarchia: un termine ormai desueto in una modernità abituata a non conoscere frontiere per le merci. Eppure quella stagione, inaugurata alla metà degli anni ‘30 dal regime fascista per nascondere lo sfacelo della propria economia con le sanzioni imposte dalla Società delle Nazioni all’indomani della Guerra d’Etiopia, che fece propagandisticamente parlando dell’Italia un Impero, produce ancora effetti che durano da ormai ben ottantuno anni, ossia gli stessi anni della Sagra del pesce di Chioggia. La manifestazione più caratteristica e rappresentativa di questa città di mare, infatti, rientra tra quelle misure rivolte al raggiungimento dell’autosufficienza che il regime intendeva concretizzare attraverso lo sviluppo delle produzioni autonome interne, anche sperimentando nuovi tipi di carburante e favorendo i surrogati per sostituire le materie mancanti. Una politica la cui efficacia andrebbe più che altro cercata nei risultati ottenuti dalla retorica fascista, ma che

Foto storica della Sagra del Pesce

Programma della Sagra del Pesce 1939

13


tuttavia ebbe come effetto positivo un aumento del consumo di pesce. L’Italia bagnata dai mari possedeva una risorsa illimitata che fino ad allora era rimasta sconosciuta a mezza popolazione. Il pesce veniva considerato un alimento per i poveri: a Venezia, nel 1936, un chilo di triglie o di sogliole non superava il costo di un etto di pane. Il pesce azzurro: sgombri, sarde, alici, veniva ributtato a mare dai pescatori! A Pescara, al porto, era venduto a due centesimi al chilo, lo stesso costo di mezzo etto di patate o di metà uovo. Il Fascismo puntò su questo alimento “autarchico” inaugurando nel 1933 ad Ancona la Fiera Internazionale della Pesca, a Milano, nel 1935, il Mercato del Pesce, e nel 1938 la prima edizione della Sagra del pesce di Chioggia. La scelta autarchica diede un forte impulso all’economia collegata alla pesca, tanto che il prodotto commerciato passò dai 30.077 quintali del 1932 ai 39.082 del 1938, mentre il fatturato passò dai 9 milioni ai 12 milioni e mezzo per lo stesso periodo. Per saperne di più sulla storia della Sagra del pesce collegati al sito attraverso il Qr-code che trovi qui accanto

14

Un tuffo nel tempo Concorso a premi Figurine Perugina-Buitoni, Due anni dopo, 1938 e I quattro Moschettieri, 1936

Gli anni degli esordi della Sagra del Pesce sono quelli della retorica fascista con “i treni che viaggiavano in orario” ma anche quelli dei primi film girati a Cinecittà, del premio Nobel per la fisica ad Enrico Fermi (1938), del sogno delle “mille lire al mese”, del teatro di Petrolini, del varietà di Macario, Dapporto, Wanda Osiris, dei due campionati di calcio del mondo vinti nel 1934 e nel 1938, dei cinegiornale “Luce”, delle trasmissioni radiofoniche dell’EIAR capaci di catturare milioni di ascoltatori. Come la seguitissima “I quattro moschettieri”, (1934-37), con la voce di Nunzio Filogamo. Sono gli anni dei concorsi a premi legati alle raccolte di figurine: nel 1936 la Perugina-Buitoni, proprio per sfruttare il successo di Filogamo, diede vita alla serie dedicata ai moschettieri, mentre la Elah di Genova Pegli per la sua raccolta scelse i personaggi Disney (con l’introvabile n.41, dove Greta Garbo baciava Topolino). Oltre ad incrementare la vendita dei prodotti nazionali, il loro successo fu così grande da divenire un vero e proprio fenomeno di costume.

Concorso a premi Figurine Elah Topolino, 1936-07


messaggio pubbliredazionale

fasolari

VONGOLE DI MARE, VERACI E FASOLARI

dal mare alla tavola

Una tradizione antica come il mare, tanta passione e rispetto per il prodotto pescato, queste sono le armi vincenti della cooperativa Sciabica di Chioggia, formata da una decina di soci, 4 imbarcazioni e attiva da più di due lustri nella pesca di fasolari e vongole di mare e nell’allevamento di quelle veraci in laguna. Qualità è la parola d’ordine, in quanto la pesca avviene in acque di categoria A (acque aperte), e dunque non necessitano di depurazione, la cernita e il lavaggio vengono fatti rigorosamente a mano evitando stress ai bivalve, sempre a mano anche il confezionamento in sacchetti di 15 kg prima del conferimento al Centro di spedizione molluschi per la distribuzione.

LUCIO PERINI E ROBERTO PREDEN, PESCATORI OGGI “Essere pescatori oggi - spiegano Lucio Perini e Roberto Preden, figli di generazioni di pescatori - significa rispettare il mare e i suoi prodotti. Dopo anni in cui il prelievo è stato fatto smodatamente, oggi il nostro lavoro deve essere portato avanti con il rigore dell’etica. Da una parte sono le leggi stesse ad imporre il fermo pesca di almeno due mesi, ma dall’altro è la cultura che anima la nostra cooperativa a puntare sulla gestione della risorsa mare. La pesca, in buona sostanza, deve essere sostenibile, i cicli di accrescimento delle specie deve essere rispettato con la turnazione delle zone di pesca e anche con le quantità di prelievo. Il nostro pescato rimane sempre al di sotto dal prelievo consentito dalla legge, lavoriamo sul venduto garantendo in questo modo il rispetto degli stock e la freschezza del prodotto”.

Dal 13 al 22 luglio

vieni a trovarci all’81° edizione della

Sagra del Pesce

Ti aspettiamo con i nostri piatti realizzati con il meglio del pescato giornaliero

Vera eccellenza del nostro Adriatico, vive solo qui, da Chioggia al Golfo di Trieste, dove le correnti marine provenienti dall’Istria creano grandi banchi di sabbia, habitat esclusivi di questo bivalve dal lento accrescimento: ci impiega 6-7 anni per raggiungere i cinque centimetri di pezzatura per il consumo. Ma è una prelibatezza, il consumo ideale sarebbe crudo dopo l’apertura a vivo delle valve e l’asportazione della piccola appendice calcarea del mitile, la sicurezza del consumo è data dal fatto che viene pescato al largo, dalle 8 alle 12 miglia dalla costa, in mare aperto e pulito a 1622 metri di profondità.

vongola di mare (Venus gallina)

Anche lei regina delle preparazioni culinarie chioggiotte è una vera prelibatezza, da non confondere con la vongola filippina (o caparozzolo) che vive nei bassi fondali della laguna, viene pescata in mare aperto, in acque di classe A. C’è una particolarità: quelle pescate da Chioggia verso il Tagliamento sono più salate rispetto a quelle che crescono verso le foci dell’Adige, il perché è un mistero ma l’aneddoto potrebbe essere stuzzicante per i palati più sensibili.

vongola filippina (Vongola verace) L’allevamento è stato abbracciato solo da qualche anno e si concentra nelle lagune di Porto Levante con la coltura delle vongole veraci.

From 13 to 22 July

Come at the 81st edition of the

Sagra del Pesce

We are waiting for you with our dishes made with the best of the daily catch


messaggio pubbliredazionale

RISTORANTE

ritrovare gli antichi sapori

• Tutti i nostri prodotti

sono preparati in città

• In cantina 80 etichette espressione del buon bere italiano

• Siamo nel cuore di Chioggia, affacciati su Canal Vena, a pochi passi da Ponte Vigo

“La ciosà” era un termine usato dai vecchi pescatori chioggiotti per indicare il “ritorno a casa” dopo i lunghi periodi trascorsi in mare, per la pesca. Ossia era il tempo dedicato alla famiglia, al lavoro meno gravoso, alla sistemazione dei materiali prima di una nuova ripartenza. Era un momento di sospensione, di tregua dalle fatiche e per questo atteso come un ritorno all’intimità tra i luoghi e le facce amiche della propria città. Ed è a questa famigliarità che si ispira il nostro ristorante. Qui sulla riva di Canal Vena è possibile ancora oggi il ritorno tra i sapori autentici della cucina chioggiotta, il conforto che proviene dalla buona compagnia che le nostre etichette sanno dare ad ogni piatto, sia esso frutto degli orti o del mare, e quell’ospitalità sincera e gradevole che è propria di ogni buon porto che si rispetti.

The Ciosà Restaurant takes its name from the term used by fishermen to indicate the return home, after the weeks spent at sea for fishing. The kitchen is inspired by that distant past made of genuine products and tradition, the cellar is stocked with the best labels of good Italian drinks, besides there is all the taste of hospitality that has every good respectable harbor. The restaurant is located in the heart of the city of Chioggia, overlooking Canal Vena, very near to Ponte Vigo. RISTORANTE LA CIOSÀ Riva canal Vena, 1268 - Chioggia VE - Tel. 041 847 2663 - info@laciosa.it - www.laciosa.it


FORTE SAN FELICE DOPO 650 ANNI È ORA APERTO ALLE VISITE DEL PUBBLICO Anni di impegno affinché la storica fortezza, costruita dai veneziani all’indomani della Guerra di Chioggia, non andasse in rovina. Grazie ai cittadini di Chioggia oggi esiste la concreta opportunità di un suo pieno recupero ed è già tra i siti che attirano la curiosità di turisti e visitatori ♦ È una storia antica quella che appartiene a Forte San Felice, ma a fianco di questa ne esiste una più recente che riguarda invece il suo futuro. Ne parliamo insieme a Erminio Boscolo Bibi, promotore e attualmente Presidente del Comitato Forte San Felice, che in questi ultimi anni molto si è speso affinché questo immenso patrimonio legato alla storia della Città non andasse in rovina. “Forte San Felice è sempre stato militare, perciò inaccessibile, e la gente comune poteva vederlo solo dall’esterno, camminando dai Murazzi intorno agli alti bastioni o navigando in barca ammirandone il superbo portale. Pochi sapevano cosa ci fosse nascosto dentro lo scrigno delimitato dai bastioni, tuttavia è sempre stato amato dai chioggiotti in quanto elemento insostituibile del paesaggio urbano. Da qui anche la necessità di arrestare il suo progressivo degrado a seguito dell’abbandono da parte della Marina Militare. Il Comitato Forte San Felice si costituì nel lontano 1999 proprio per il recupero del Forte e per la sua apertura al pubblico, chiedendo che il Comune lo acquisisse”.

Erminio Boscolo Bibi è tra i fondatori di “Chioggia. Rivista di studi e ricerche”, è stato promotore dell’associazione Comitato per il Forte San Felice e ne è presidente

17


♦ È da immaginare che non sia stata una cosa semplice, non lo è mai, di solito, con i siti di valenza storica che non rientrano tra quelli vincolati. “No, non è stato facile ma, per spingere gli Enti competenti ad attivarsi per la salvaguardia e il recupero del Forte, decidemmo di utilizzare, prima nel 2014 e poi ancora nel 2016, lo strumento fornito dai censimenti sui Luoghi del Cuore che il FAI lancia ogni due anni. La speranza era che una grande partecipazione dei cittadini potesse dare una spinta decisiva. E così è stato: l’adesione dei cittadini di ogni età, strato sociale e livello culturale è stata straordinaria: nel 2014 circa 18.000 firme/voti, 15° posto a livello nazionale, nel 2016 i voti sono saliti a 25.122 voti e la classifica al 9° posto a livello nazionale!” ♦ Quindi il Forte è stato salvato dai chioggiotti? “Esattamente, quel messaggio in termini di partecipazione è stato gradualmente recepito dagli Enti competenti. Da una parte la Marina militare autorizzò limitate visite guidate all’interno del Forte, dall’altra anche gli Enti territoriali iniziarono a cercare soluzioni percorribili che si sono concretizzate il 18 gennaio di quest’anno, con la sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra Comune di Chioggia, Ministero della Difesa, Provveditorato interregionale Opere Pubbli-

Da sette secoli

indomito baluardo della difesa di Chioggia

Situato in una posizione unica tra mare, laguna e città, racchiude in sé una storia di 650 anni, da quando i Veneziani nel 1385 costruirono il castello della Luppa. Il pericolo occorso nella guerra contro i Genovesi (1378-81) con la presa

18

che, Agenzia del Demanio, Soprintendenza per una prospettiva concreta al recupero del Forte”. ♦ Esiste già un iter procedurale con progetti legati al recupero o alla fruizione del Forte San Felice? “Col protocollo d’intesa è stato siglato un impegno che coinvolgerà i vari Enti nelle proprie competenze. La parte forse più interessante è quella che riguarda l’ex-Magistrato alle Acque che si è impegnato a utilizzare le risorse previste per le misure compensative del MOSE nel recupero della parte monumentale passata al Demanio. Questo dà certezza all’avvio concreto del recupero”. ♦ E il Comitato Forte San Felice? “Il Comitato continuerà ad impegnarsi per coinvolgere sempre più persone tramite le visite guidate, convinto che con la conoscenza diretta di questo nostro patrimonio si rafforzi la partecipazione dei cittadini. Tra l’altro strepitosa è stata la partecipazione alle Giornate di Primavera 2018 del FAI, con circa un migliaio di visitatori, e sulla scorta di questo interesse abbiamo realizzato un calendario di visite che riguarderà i prossimi mesi. Mai come ora il Forte è stato dei chioggiotti”.

di Chioggia e la minaccia mortale verso Venezia spinse il Senato a fortificare con un poderoso castello e un’alta torre in quel punto strategico. Nel 1500, col nuovo pericolo dei Turchi, il castello fu circondato dagli imponenti bastioni con terrapieno che gli hanno dato la definitiva forma a stella: bastioni che sono uno dei prototipi delle fortificazioni cosiddette “alla moderna”(ora celebrate con l’istituzione nel 2017 del sito Unesco sulle fortificazioni veneziane) e su cui cresce da secoli la pianta della liquirizia. La costruzione del portale monumentale ad opera di Andrea Tirali nel 1704 fu una delle ultime manifestazioni celebrative della potenza della Repubblica Serenissima. Caduta la quale si succedettero Austriaci, napoleonici, ancora Austriaci, Regno d’Italia, i tedeschi nella seconda guerra mondiale, la Repubblica italiana con la Marina militare. Ognuno ci mise mano, ampliando e modificando a seconda delle nuove tecniche militari o esigenze geopolitiche: la ricchezza del Forte sta anche nella compresenza di testimonianze di tutte le varie epoche. Il Forte divenne una vera cittadella, ospitando sino a 350-400 persone. Fino al 1979, quando, cambiata ormai la situazione geopolitica, il contingente della Marina Militare abbandonò il Forte, lasciandovi dentro soltanto la sede della Reggenza fari del compartimento marittimo di Chioggia: che significa ufficio ed alloggio del farista. Rimasto militare senza più la presenza dei militari, cominciò allora il suo degrado progressivo.


FORT SAN FELICE After 650 years, is now open to the public

Located in a unique position between the sea, the lagoon and the city, it encloses 650 years of history , since the Venetians in 1385, after the war against the Genoese, who had severely tested the Serenissima Republic, built a mighty castle and a high tower on that strategic point. Since than the Fort went through continuous evolutions imposed by the new war techniques, but also by a certain artistic taste as emphasized by the monumental portal by Andrea Tirali, built in 1704. After the fall of the Serenissima Republic the Fort became property of the Austrians first, the napoleonic Empire then, again of the Austrians, of the Kingdom of Italy, of the Germans during the Second World War, and then finally of the Italian Republic with the Navy. From 1979 began its progressive degradation, as a military structure was completely overcome, but with this obsolescence also began its new life as an historical site. And today, thanks to the Chioggiotti and to the awareness-raising actions carried out by the Committee for Forte San Felice, its recovery has been obtained through a series of restorations and a part of the Fort can already be visited.

Here is the calendar of upcoming events: ♦ 7 july ♦ 8 and 22 september Le visite si terranno di pomeriggio su 4 turni per gruppi di 50 persone, con prenotazione on line obbligatoria sul sito www.eventbrite.it digitando “Forte san Felice”.

19


PREMIO LETTERARIO CITTÀ DI CHIOGGIA UN DECENNALE DI CULTURA E TERRITORIO

Aperto il bando per l’edizione 2018. Nell’attesa che arrivino i nuovi lavori, abbiamo scambiato due parole con il padrino della scorsa edizione, Fulvio Ervas

D

ieci anni di poesia e narrativa in nome di Chioggia. È fresco di pubblicazione il bando per l’edizione 2018 del Premio Letterario intitolato alla Città, ideato e promosso da Pro Loco Chioggia e Sottomarina nel 2009 con l’intenzione di colmare un vuoto nell’offerta culturale della città. “È lo scopo del nostro statuto - spiega il presidente Marco Donadi - quello di promuovere il territorio attraverso attività e opere che lo esprimano”. E non poteva dunque bastare a chi vive Chioggia e a chi la visita godere dell’incrocio dei suoi canali, delle linee delle banchine, delle sfilate dei palazzi sul Corso e dei pertugi nelle calli. Bisognava offrire l’occasione a chi ha parole e storie da raccontare di esprimerla questa bellezza e di farla tenere a battesimo da importanti figure della letteratura, come Giancarlo Marinelli, Alberto Toso Fei o Fulvio Ervas, che hanno fatto da padrini alle varie edizioni che si sono succedute e che hanno visto centinaia di partecipanti, da tutte le regioni d’Italia. E se questo primo decennale può offrire lo spunto per un bilancio, il risultato non può che essere positivo in quanto il Premio Letterario Città di Chioggia è stata l’occasione per molti di conoscere, per altri di ritrovare, questa città dal fascino inconsueto e un po’ schivo. Alla Pro Loco di Chioggia il merito di aver dato occhi e sensi capaci di cogliere le sfumature, i colori, un ricordo o una immaginazione di un territorio magico.

10

years of Literary Prize “City of Chioggia” conceived and promoted by the local Pro Loco Chioggia in 2009 with the purpose to fill a lack of cultural offer concerning the city and its environment. Since enjoying the intersection of the city canals, the lines of the docks, the parades of the palaces on the course and the “pertugi” (crevices) in the streets were not sufficient either for its inhabitants or for the plentiful visitors, it was necessary to offer the opportunity to those who have words and stories to tell, to express them. The Prize is open to all: Italian citizens and outsiders. It can be sent either way prose works such as: “fantastic tales”; “detective stories”, “fairy tales”, “nursery rhymes”, “legends”, or poems, provided the contents refer to the tradition and culture of the territory of Chioggia. For further information consult the website: “www.prolocochioggia.org”, checking “Literary Competition”, or the website www.concorsiletterari.it

La cerimonia di premiazione si è svolta nella sontuosa cornice dell’Auditorium S. Nicolò di Chioggia in dicembre 2017, alla presenza dei presidenti di giuria, delle autorità locali

21


Dove, come e quando La partecipazione al Premio letterario Città di Chioggia è libera per tutti cittadini italiani e non. Potranno essere inviate per la prosa opere come: “racconti fantastici”, “gialli”, “fiabe”, “filastrocche”, “leggende”, oppure componimenti poetici, purché i contenuti siano riferiti alla tradizione e alla cultura del territorio di Chioggia. Le opere dovranno essere inoltrate dal 15 maggio al 31 ottobre. La premiazione si terrà all’Auditorium San Nicolò il 15 dicembre 2018. Per informazioni consultare il sito: www.prolocochioggia.org, alla voce Concorso Letterario, oppure il sito www.concorsiletterari.it

“Il vino è poesia in bottiglia” “Wine is bottled poetry” (Robert Luis Stevenson)

Serprino Frizzante Doc Colli Euganei

L’effervescenza dalle bollicine delle nostre belle alture vulcaniche

Raboso (Friularo) Rosè Igt Veneto

La versione “easy” del più robusto vino della tradizione

Fior D’Arancio Docg Colli Euganei L’evoluzione secca e aromatica del moscato giallo

La Mincana - Via Mincana, 52 - 35020 Due Carrare (PD) - Tel. 049 525559 - Fax 049 525499 www.lamincana.it - info@lamincana.it Cantina La Mincana-Dal Martello

22


Fulvio Ervas è stato il padrino del Premio Letterario Città di Chioggia dello scorso anno. Scrittore di successo, anche se la sua principale attività è quella di insegnante di Scienze Naturali, ha raggiunto la popolarità grazie ai romanzi: La lotteria, con il quale ha vinto il premio Calvino nel 2001, o la serie di “gialli” ambientati in Veneto che hanno come protagonista l’ispettore Stucky: Commesse di Treviso, Pinguini arrosto, Buffalo Bill a Venezia, L’amore è idrosolubile, Si fa presto a dire Adriatico e Finché c’è prosecco c’è speranza, che ha riscosso successo anche al cinema grazie alla versione cinematografica del regista Antonio Padoan. Sta per arrivare nelle sale anche il film di Gabriele Salvatores tratto da Se ti abbraccio non aver paura, che racconta il viaggio in moto per le Americhe di un padre con il figlio autistico. Il romanzo ha vinto molti premi, è stato tradotto in nove lingue e ha dominato a lungo le classifiche dei libri più venduti. Copertina del libro e locandina del film “Finchè c’è prosecco c’è speranza”

Copertina del libro e i protagonisti di “Se ti abbraccio non avere paura”

Intervista a Fulvio Ervas:

Letteratura e territorio ♦ Nei suoi libri il “territorio” c’è sempre, raccontato attraverso i volti dei personaggi che lo popolano, le loro storie e spesso anche le storture, le brutture, gli scempi di cui è vittima l’ambiente e di riflesso la società. Lei lo scorso anno è stato il padrino della IX edizione del Premio Letterario Città di Chioggia, che è un concorso appunto dedicato al territorio, che cosa ha trovato? Che cosa si aspettava e che cosa ha avuto da questa esperienza? “Ho trovato un buon lavoro per sostenere l’amore per la scrittura, per la narrazione. Due modi per lasciare tracce, sedimenti. Il territorio, poi, è nella mia storia una sorta di fondamenta, un materiale da costruzione irrinunciabile e sono contento che i temi della scrittura si muovano attorno ad esso. Dare un piccolo contributo (perché il grande lavoro è stato fatto da altre e meritevoli persone) ad un concorso di scrittura mi ha fatto tornare alle origini, alle mie prime esperienze. È stato emozionante”.

♦ Che rapporto ha con la città di Chioggia e con il suo essere, forse, la meno veneta tra le città venete? Anche chi arriva qui da poco lontano percepisce di trovarsi in un posto diverso dal resto della regione: saranno i ritmi imposti dal mare, sarà che è un’isola legata alla terra da un ponte, sarà il dialetto che ancora esprime una forte identità comunitaria, stretta, ma qui tutto sembra passare attraverso un filtro che rende i cambiamenti meno definitivi. È d’accordo? “Sono d’accordo sul fatto che Chioggia sia una sorta di singolarità, un “punto materiale” inconsueto. Mi fa pensare la definizione di Chioggia come la città veneta meno veneta. Per me lo è stata Venezia, almeno sino al suo ruolo di Dominante. La Venezia all’ombra di Porto Marghera e del turismo è una bellezza fragile, in mano a tutti tranne che ai veneziani. Per cui lo scettro di “veneta non veneta” potrebbe essere davvero nelle mani di Chioggia, se riesce a resistere come comunità e non come cartello stradale”. Per continuare a leggere l’intervista a Fulvio Ervas collegati al sito dedicato attraverso il Qr-Code

23


messaggio pubbliredazionale

Caseificio AI PRÀ

Latticini e formaggi onestamente genuini Dalla stalla dove alleviamo le 50 mucche pezzate italiane al laboratorio dove lavoriamo il loro latte, ci sono solo pochi metri di distanza, le quantità sono da produzione artigianale, circa 6-7 quintali al giorno, impieghiamo solo caglio naturale di vitello, fermenti e sale, niente conservanti, niente acido citrico, niente che non sia la massima espressione della genuinità “Una mucca in piena salute ricambia con un latte di qualità: è questo patto stretto con la natura il segreto che rende i nostri latticini e i nostri formaggi sinceri prodotti artigianali. Dagli stagionati ai semi stagionati fino ai freschissimi tutto e prodotto dalle nostre mani”.

DOVE TROVARE I PRODOTTI DEL CASEIFICIO AI PRÀ

Il banco dei prodotti del caseificio Ai Prà si sposta durante la settimana: • Il sabato mattina ci trovi in piazza Cannoni a Sottomarina al mercatino dei tipici • Il martedì pomeriggio dalle 17.00 alle 20.00 in piazza di Due Carrare • Il mercoledì mattina al mercato di Conselve • La domenica ai mercatini di Campagna Amica o alle fiere promozionali del territorio

339 3278420

The Ai Prà cheese factory in Maserà di Padova produces genuine cheeses and dairy products. Their own raised 50 cows produce daily about 6-7 quintals of milk that are processed only using natural calf rennet, ferments and salt, no preservatives, no citric acid, nothing else than the highest expression of nature. The products can be purchased on Saturday mornings in Piazza Cannoni in Sottomarina or in the store of Via Pratiarcati in Maserà di Padova. Tel. 339 3278420

Azienda Agricola Ai Prà via Pratiarcati, 9 - 35020 Maserà di Padova (PD) www.aziendaagricolacaseificio.padova.it antbus973@gmail.com Azienda Agricola Ai Prà


DI MUSEO IN MUSEO

5

4

alla scoperta di Chioggia

3 6

di Carla Sfriso

2

1

L

a città di Chioggia è famosa per la bellezza del suo centro storico, il fascino del suo mare, il folclore delle sue calli, ma pochi sono al corrente che la Città dispone di ben sei musei, fondamentali per conoscere la sua storia e le sue peculiarità. Per seguire filologicamente la storia che essi raccontano è obbligatorio che il percorso inizi dal “Museo Civico della Laguna Sud San Francesco fuori le Mura”, in quanto permette di comprendere come si sia evoluta la città a partire dalle origini romane e come tale sviluppo abbia potuto continuare più tardi grazie alla sua floridezza legata alla commercializzazione del sale, alla pesca e alla cantieristica fino all’epoca Medievale, di cui il Museo riporta documentazione.

1 - MUSEO CIVICO DELLA LAGUNA SUD 2 - MUSEO DIOCESANO D’ARTE SACRA 3 - PINACOTECA DIOCESANA 4 - MUSEO TORRE DELL’OROLOGIO 5 - MUSEO DI ZOOLOGIA ADRIATICA G. OLIVI 6 - MUSEO DEI PADRI FILIPPINI Il passo successivo è rappresentato dal “Museo Diocesano d’Arte Sacra” dove, invece, si ripercorre la storia quasi millenaria della diocesi di Chioggia, da quel 1110 che ha visto arrivare da Malamocco il primo vescovo e le sacre reliquie dei santi Patroni Felice e Fortunato. Qui sono conservate le opere di pittori di primordine nel panorama artistico, come: Paolo Veneziano, Cima da Conegliano,

25


Giovanni Bellini, Palma il Vecchio, Andrea Vicentino, Marcantonio Franceschini e da scultori come Andrea Brustolon ed il contemporaneo Peter Rockwell che ha decorato il chiostro.

Associazione Culturale BricolaTeatro,

al servizio di chi vuol conoscere la Città Da 23 anni l’Associazione Culturale BricolaTeatro si occupa di accompagnare residenti, turisti e visitatori alla scoperta delle bellezze di Chioggia e da 8 anni lo fa attraverso due appuntamenti che si rinnovano lungo tutta l’estate: “Chioggia Effetto Notte”, un itinerario appunto proposto in orario notturno per conoscere i luoghi più caratteristici del centro storico, le tradizioni culturali, quelle religiose e le opere artistiche, e “Giovedì? Ci vediamo al museo” con un percorso incentrato attorno ai reperti e agli oggetti che fanno parte dell’offerta dei sei musei cittadini. Per partecipare: “Chioggia effetto notte” Ogni martedì dalle 21.15 alle 23.00 Partenza da piazzetta A. e D. Ballarin a Sottomarina Per info: Ufficio IAT Sottomarina - 041 400587 Da luglio a settembre: “Giovedì? Ci vediamo al Museo!” Ogni giovedì ore 21.15 Ritrovo nei pressi di Piazza Stendardo a Chioggia Per info: Per Info Ufficio IAT Sottomarina - 041 400587

26

Per conoscere il calendario con gli appuntamenti e i luoghi a cui sono dedicate le visite collegati al sito dedicato attraverso il QrCode

Per le arti figurative d’obbligo è la visita alla Chiesa della Santissima Trinità, sede della Pinacoteca Diocesana, dove compaiono anche le opere a firma di Paolo Piazza, Alvise Benfatto, Palma il Giovane, Giambattista Mariotti, Matteo Ponzone e Pietro Damini, come non è da trascurare la visita al Museo Torre dell’Orologio, adiacente alla chiesa di Sant’Andrea, con l’orologio da torre più antico al mondo, di cui abbiamo traccia fin dal 1386.


Ma in una città dalla struttura a lisca di pesce e profondamente legata alla pesca, poteva mancare un museo sull’ecosistema lagunare ed adriatico? Ecco allora il “Museo di zoologia adriatica G. Olivi”, situato in riva Vena, nel magnifico palazzo Grassi. Nel museo è conservata una delle più antiche e complete collezioni di zoologia adriatica, accompagnata da una serie di laboratori didattici e di sale video, dove è possibile approfondire la conoscenza degli ambienti lagunare e marino che lambiscono la città.

Ed infine il Museo dei Padri Filippini, visitabile su richiesta, che ai molti cimeli legati alla vita comunitaria dei padri conserva il Pactum Clugiae, un documento legato al “sale di Chioggia” tra i più antichi presenti in città.

Per conoscere e seguire gli altri percorsi della città, collegati al sito dedicato attraverso il QrCode

T

o pursue philologically the history of Chioggia through documents, works and artifacts, maintained in the six city museums, it’s compulsory to begin from the “Museo Civico della Laguna South San Francesco fuori le Mura”, where testimonies linked to the Roman and medieval period of the city are preserved; then going to the “Diocesan Museum of Sacred Art” where, instead, it is traced the almost millennial history of the diocese of Chioggia to admire the works of the most important painters of the artistic panorama, such as: Paolo Veneziano, Cima da Conegliano, Giovanni Bellini, Palma il Vecchio, and by sculptors like Andrea Brustolon and contemporary Peter Rockwell who decorated the cloister. For the figurative arts a visit to the Church of the Holy Trinity, home of the Diocesan Art Gallery, is not to be missed, and the visit to the Clock Tower Museum, with the oldest tower clock in the world, of which we have trace since 1386. And, in a city deeply linked to fishing, the “G. Olivi Adriatic Dysoology Museum” dedicated to the lagoon and Adriatic ecosystems and finally the “Museum of the Filippini Fathers”, which can be visited on request, with many relics related to life community of fathers preserves the ‘PactumClugiae’, a document linked to the “salt of Chioggia” among the oldest in the city.

SS. Romea KM 92+630 Località Valli 30015 Chioggia (VE) Tel. 041 5571511 e-mail: mare@marefq.it www.marefq.it 27


messaggio pubbliredazionale

Guardare oltre il mare…

L’immagine della pesca che sa rispettare l’ambiente e sa qualificare l’immagine del proprio prodotto anche attraverso il valore dei suoi pescatori O.P Fasolari significa pesca, ma anche cooperazione, commercializzazione e promozione di un prodotto esclusivo del nostro mare. Insomma significa guardare avanti, al domani di questo settore con la consapevolezza che solo un modello come l’Organizzazione dei Produttori (OP) può fare rete con gli altri enti della pesca, promuovere l’aggregazione dell’offerta e crescere sui mercati. O.P. Fasolari è l’immagine della pesca che sa rispettare l’ambiente e sa qualificare l’immagine del proprio prodotto anche attraverso il valore dei suoi pescatori Una rete di imprese: associati tutti i pescatori veneti e friulani specializzati nella pesca del “fasolaro”

Una pesca amica dell’ambiente: il prelievo avviene esclusivamente in relazione alla quantità di prodotto richiesta dal mercato

L’esclusiva di un prodotto nostrano: la flotta è composta da un numero consistente di pescherecci attivi nei principali porti dell’Alto Adriatico: Grado, Marano Lagunare, Caorle, Cavallino-Treporti e Chioggia

Freschezza Sempre garantita: l’organizzazione e la filiera garantiscono tempestività nello smistamento del prodotto pescato e un prezzo di vendita stabile


Per O.P. Fasolari la storica sagra del pesce di Chioggia è l’occasione concreta di fare promozione del proprio prodotto, un modo sincero di caldeggiarne il consumo, proponendo ricette e piatti della tradizione preparati direttamente dai pescatori. La Sagra del pesce è anche un modo di stare insieme agli amici della Cooperativa sociale Onlus “Titoli minori” e della Cooperativa Agricola Sociale Onlus “Terra Viva” e lavorare assieme a loro per la bellezza della nostra città e del nostro mare!

I prodotti del nostro mare preparati dai nostri pescatori

Vieni a trovarci dal 13 al 22 luglio, il nostro stand è davanti al municipio O.P. I Fasolari Soc. Coop. - Via Maestri del Lavoro, 50 - 30015 Chioggia (VE) - tel. 041 403317 - www.fasolari.it


Dal 22 al 26 agosto: quattro film dalle Giornate degli autori e una serata dedicata ai cortometraggi realizzati dai giovani cineasti durante il laboratorio

LAGUNA SUD

IL CINEMA FUORI DAL PALAZZO Torna l’appuntamento con il grande schermo all’isola di San Domenico. Da un’idea di Andrea Segre la rassegna che propone il cinema tra la gente

L

aguna Sud, il cinema fuori dal Palazzo, sta diventando un appuntamento atteso in città. Un appuntamento che non riguarda solo Chioggia, ma un territorio più vasto attratto dal cinema e dalle idee che fanno discutere grazie alle storie e ai personaggi di un film. Perché questa particolare rassegna, che ha per ideatore il regista Andrea Segre e per padrino il critico Giorgio Gosetti, nasce con la volontà di dare una sede diffusa al cinema in questo angolo di Laguna, di metterlo per strada, anzi per le calli, di fargli incontrare gente, idee, emozioni. Un cinema, appunto, fuori dal Palazzo che da quattro anni, con la collaborazione del Comune di Chioggia, della Fondazione Clodiense Onlus, di Zalab e della Pro Loco, porta sul set naturale dell’Isola di San Domenico le pellicole scelte dalle Giornate degli Autori, ossia la rassegna di cinema indipendente all’interno della Mostra del Cinema di Venezia. Quindi “Laguna Sud, il cinema fuori dal palazzo” è un pezzetto della prestigiosa Mostra che ha per premio il Leone d’oro, ma con in palio solo l’idea che il cinema sia un’opportunità di incontro e di confronto e allo stesso tempo anche un modo diverso di vivere la città, di scoprirne i lati nascosti, le opportunità. E di lavorarci sopra attraverso un laboratorio che ogni anno raccoglie l’adesione di molti giovani aspiranti registi e videomakers.

30

L

aguna Sud, the cinema outside the Palazzo is a review that has as its creator the director Andrea Segre and as godfather the critic Giorgio Gosetti. It was conceived from the desire to return to Chioggia a part of the Venice Film Festival proposing a selection of films chosen from Giornate degli Autori. Indeed it wants to be, above all, a party without sequins or red carpets with a common passion: that for cinema and for the ideas emerging from the discussions about stories and characters of films. The festival has reached its fourth edition, and will be held from August 22nd to August 26th at San Domenico Island, concurrently with a workshop open to aspiring directors on the theme of fear today.


Giorgio Gosetti è un giornalista, critico cinematografico, organizzatore culturale e docente di organizzazione di eventi cinematografici e audiovisivi. Ha fondato e diretto festival e rassegne (AntennaCinema, Noir in Festival, Festa del Cinema di Roma, Giornate degli Autori-Venice Days alla Mostra di Venezia). Con la Biennale di Venezia ha collaborato ripetutamente sotto la direzione di Carlo Lizzani, Gian Luigi Rondi e Gillo Pontecorvo. Con quest’ultimo è stato vice-direttore della Mostra del Cinema dal 1991 al 1996. E’ stato direttore dell’agenzia di promozione del cinema italiano Italia Cinema poi Film Italia. Insieme ad Andrea Segre è l’ideatore di Laguna Sud, il cinema fuori dal Palazzo.

Intervista a Giorgio Gosetti ♦ Quattro anni fa è partita l’idea di portare fuori dal Lido di Venezia un “pezzo” del Festival del Cinema, possiamo dire che oggi quel “pezzo” è arrivato a Chioggia? “L’idea era insieme più semplice e ambiziosa: restituire alla Laguna una parte della Mostra che vuole avere radici profonde nel territorio come le “Giornate degli Autori” , che nascono dall’impegno delle associazioni italiane degli autori di cinema. Ma anche di ridare al rito della Mostra la sua dimensione originaria di festa e di ‘scoperta insieme’ senza lustrini, senza tappeti rossi, ma con una passione comune: quella per il cinema e per le idee che fanno discutere grazie alle storie e ai personaggi di un film. Con Andrea Segre ci siamo immaginati il vero cinema in Laguna, prima a Pellestrina e poi a Chioggia. Il fatto che questa scommessa duri nel tempo e ogni anno trovi più consenso e passione tra la gente ci dice che non abbiamo sbagliato. Quando ci chiedono che risultati abbiamo ottenuto, direi che il primo obiettivo è raggiunto: Laguna Sud non è solo cinema, è coinvolgimento, laboratorio, scoperta, attenzione alla gente, ai suoi problemi, alle sue storie. Il cinema è lo strumento per tutto questo”.  >>>Continua

PAGAN DIMOS AGENTE

Coperture assicurative per • AUTOVETTURE, CICLOMOTORI, MOTOCICLI, NATANTI • ATTIVITÀ COMMERCIALI, ARTIGIANALI E IMPRESE • ATTIVITÀ ALBERGHIERE E RICETTIVE • ATTIVITÀ INDUSTRIALI • CONDOMINI E ABITAZIONI • PREVIDENZA INTEGRATIVA Viale Mediterraneo, 486 - 30015 CHIOGGIA (VE) tel. 041 491655 fax 041 492911 E-mail ufficio commerciale: info@saichioggia.com E-mail ufficio sinistri: sinistri@saichioggia.com

31


♦ Quindi fuori dal Palazzo è da intendere come fuori dal “luogo” o anche da certi “schemi” che riguardano il Cinema internazionale? Mi riferisco al fatto che con la collaborazione che vi lega alle Giornate degli autori e Zalab stiamo parlando di cinema e documentari su temi sociali, non certo d’intrattenimento... “Io non credo che il cinema abbia bisogno di etichette e che debba essere soltanto la finestra sui problemi delle persone, sulle loro difficoltà, sulla situazione sociale in cui viviamo. Il cinema è anche scoperta, divertimento insieme, passione ed emozione. La cosa bella di Laguna Sud è che sa mettere spesso insieme molte di queste componenti e senza mai farne un manifesto, adattando il suo progetto alle curiosità di chi viene a vivere con noi qualche giorno in un mondo... migliore. La collaborazione con Andrea Segre (l’idea originale è sua) e il gruppo di Zalab va nel senso migliore del progetto delle Giornate, che non sono nate per essere una semplice ‘vetrina’ in aggiunta alla Mostra ma un motore di idee, iniziative, momenti di partecipazione

che ruotano intorno alla visione partecipata di un film, di un documentario, di una storia”. ♦ Possiamo dire qualcosa sull’edizione di quest’anno? Ci sono delle novità rispetto agli anni passati? Ci sono dei nuovi obiettivi che la rassegna si propone di raggiungere? “L’idea forte di quest’anno è che non ci limitiamo a scegliere tra i film della precedente selezione veneziana. Con Andrea abbiamo deciso di usare l’appuntamento di Chioggia anche per mostrare film che sarebbero potuti essere nel nostro programma e per mille motivi (altri festival, date di uscita, strategie della distribuzione) non hanno potuto partecipare. Vogliamo usare il cinema, tutto il cinema che appartiene al DNA delle Giornate, per arricchire il programma di Laguna Sud e dare nuovi spunti, nuovi stimoli, partecipazioni di qualità anche ai laboratori”.

Per continuare a leggere l’intervista a Giogio Gosetti collegati al sito dedicato attraverso il Qr-Code

Daniele Gaglianone è un regista italiano di documentari e lungometraggi a soggetto. Fra i suoi lavori più noti vanno segnalati: I nostri anni (2001), Nemmeno il destino (2004), Pietro (2010) e Ruggine (2011)

Via Padana, 19 - Vigorovea di Sant’Angelo Piove di Sacco (PD) 320 2947012 Mauro 348 1579057 Andrea vigoroveagomme@gmail.com

32

Andrea Segre è padovano di nascita, romano d’adozione, ma buona parte della sua infanzia l’ha trascorsa a Chioggia. Alla città adriatica si lega il film che lo ha reso popolare Io sono Lì, del 2011, ma la sua carriera è costellata di pellicole altrettanto importanti come La prima neve del 2013 o i documentari sul tema dell’immigrazione come Il sangue verde del 2010, Mare chiuso del 2012 o Indebito, con la collaborazione di Vinicio Capossela sulla Grecia della crisi. Lo scorso anno con il film L’ordine delle cose, nel quale racconta le scelte di Corrado, un funzionario del Ministero degli interni italiano impegnato nell’affrontare il tema spinoso dei viaggi illegali dalla Libia verso l’Italia, ha ottenuto la Menzione Speciale del premio Human Right Nights alla 74° Mostra internazionale dell’Arte Cinematografica di Venezia. È sua l’idea di Laguna Sud, il cinema fuori dal palazzo che dal 2015 si tiene a Chioggia.


Il Laboratorio Chi ha paura del “Barba Sucon”? Alla rassegna dei film si accompagna un laboratorio di cinedocumentario, tenuto da Andrea Segre con il supporto dell’associazione Zalab e la collaborazione di Daniele Gaglianone, aperto a tutti, purché non siano registi di professione. Agli aspiranti corsisti viene richiesto di inviare il curriculum, una lettera motivazionale e una proposta di sceneggiatura, con ambientazione a Chioggia, sul tema di quest’anno: “Chi ha paura del Barba Sucon?”, a info@zalab.org. Le proposte verranno selezionate dal direttore artistico, che avrà poi il compito di dirigere, per i quattro giorni di laboratorio, le riprese. I cortometraggi prodotti saranno proiettati l’ultima sera del festival, il 26 agosto, nel cortile di Palazzo Grassi. Laguna Sud, il cinema fuori dal palazzo, dunque, è anche l’opportunità di trasformare la città di Chioggia in un set.

Intervista a Andrea Segre ♦ Lo scorso anno il titolo del laboratorio era stato “Guerra e Schei” un tema che riguardava il mondo, ma visto da Chioggia. Quest’anno invece su quale tema dovranno misurarsi i giovani aspiranti? “Il titolo di quest’anno è “Chi ha paura del Barba Sucon?” e rappresenta la voglia di riflettere sulle leggende e sulle fiabe che hanno a che fare con la paura, quella paura di formazione che nell’educazione di un tempo era usata come un deterrente, ma anche come anticipazione di quelle cose spaventose che fanno parte della vita”. ♦ Come si lega questo tema alla città di Chioggia? “Il Barba Sucon esiste a Chioggia. Da piccolo abitavo su Canal Lombardo e la sua casa era sull’altra sponda, andare da quella parte - mi dicevano i miei genitori - significava incontrarlo, imbattersi nella sua terrificante figura che a tutti gli effetti aveva le forme del mio spavento. La sua immagine è ancora viva in me, molto presente e forte, direi che posso ancora vederlo perché ha le stesse sembianze delle mie paure. Ma a parte i miei ricordi legati all’infanzia, oggi parlare delle paure significa relativizzarne la dimensione ma anche renderne visibili i lineamenti o le fattezze, come per il Barba Sucon. Magari è anche possibile capire quali sono oggi le paure in Città. Ecco è questo lo scopo del laboratorio”.  >>>Continua

Le locandine delle scorse edizioni dal 2015 al 2017

33


di andare oltre e trovare anche un altro “ordine”: quello della consapevolezza”.

♦ La paura è anche un atteggiamento verso ciò che non si conosce. Penso al tuo film “L’ordine delle cose”, che ha avuto un grande successo di pubblico e di critica e di sicuro ha avuto anche il merito di anticipare quanto sarebbe successo in Italia, di lì a poco, con il decreto Minniti sull’immigrazione. Anche nel film il tema della conoscenza e della paura sono intrecciati in modo da rappresentare uno spaccato della realtà che ci circonda. “Tutte le forme di potere sono fondate sulle paure, perché le paure sono di tutti ed è attraverso il controllo di queste che si ottiene il consenso. Per quanto riguarda l’immigrazione, sicuramente è stata oggetto di strumentalizzazione a questo scopo. È uno dei temi di attualità in Italia anche per questo. Tuttavia non è con la retorica del multi-culture che ci si può approcciare ad un tema così complesso, di mezzo ci sono le paure di chi “scappa” e dall’altra ci sono le paure di chi “accoglie”, anch’esse legittime, giustificate dalle differenze, dalle difficoltà, dal sospetto di fenomeni nuovi per i quali non ci si sente preparati. In mezzo, di sicuro, bisognerebbe metterci la conoscenza, ossia il tentativo

FRISO

S.R.L.

♦ Come hai fatto a conoscere in anticipo quei temi che sarebbero diventati l’asse portante del decreto Minniti, ossia l’idea che il “problema” immigrazione si risolve fermando le partenze dalle coste della Libia? “Non lo sapevo, ma ho immaginato che le cose potessero andare solo in questo modo. Corrado, il protagonista del film, assomiglia molto al Ministro perché ha la stessa “miopia”. Vede il problema dell’immigrazione solo nel suo ultimo tratto, quel pezzo di Mediterraneo che porta le persone qui; e non considera tutto ciò che sta a monte degli sbarchi, non prende in considerazione la serie di motivi che ne sono all’origine. Per entrambi esiste solo la ragion di stato, nel film poi il personaggio scopre anche le implicazioni umane ed etiche che sono connaturate al tema dell’immigrazione, perché stiamo pur sempre parlando di uomini e non di numeri, e questo complica la sua posizione. La sua interiorità lo porta a vedere le cose da un altro punto di vista, con un altro Ordine appunto”. ♦ A che cosa stai lavorando? Hai qualcosa di nuovo in cantiere? “Sto lavorando ad un nuovo film su Marghera: che cosa c’è dentro e cosa ci sarà domani. Perché forse ci siamo dimenticati della zona industriale più grande d’Italia”.

CARRELLI E TRAILER

PER PADOVA E VENEZIA

10 BUONE RAGIONI

SCOPRI LE N S U F R IS OA O V ITÀ U TO.I T

per un trailer

• First class, lavorazione testata • Utilizzo di componenti di qualità • Grande facilità di movimentazione • Funzioni e moduli ben allestiti • Resistenza alla corrosione • Robustezza, bassa manutenzione e lunga durata • Sicurezza testata da Dekra • Molto confortevole • Vasta gamma di prodotti • Vasta selezione di accessori

FRISO S.R.L.

Concessionario Auto e Rivenditore Autorizzato PEUGEOT, HYUNDAI E HUMBAUR www.frisoauto.it

34

SANT’ANGELO Sant’Angelo di Piove Sacco (PD) Via Ruzzante, 2 Tel. 049 9705433

CHIOGGIA Chioggia (VE) Via Ridotto Madonna, 26 Tel. 041 490292

CHIOGGIA Z.I. Chioggia (VE) Zona Industriale, 38/B Tel. 041 5540905

CAVARZERE Cavarzere (VE) Via Regina Margherita, 29 Tel. 0426 310820


Estate, voglia di mare con Vento in poppa

UN REGALO E UN AUGURIO PER VIVERE LA STAGIONE PIÙ BELLA DELL’ANNO!

UN’ANCORA

per navigare nel mare della vita e UN NODO per stringersi a ciò che più si ama

Il bracciale nautico regolabile, con ancora in acciaio Inox 316 e corda nautica di diversi colori

www.ventoinpoppa.it

Visita il nostro sito e trova il bracciale che fa per te


messaggio pubbliredazionale

PIENA FIDUCIA SULLA QUALITÀ DELLE CARNI Tutte le fasi di produzione, dalla terra al piatto, vengono gestite e controllate in azienda Scegli la certezza di portare in tavola prodotti sani che fanno bene. Certezza che solo un’azienda che segue l’intera filiera produttiva può garantire, potendo certificare il proprio prodotto dal seme servito per produrre il foraggio destinato agli animali alla vendita dei migliori tagli, con tempi certi per la macellazione e la frollatura delle carni

The meat of the Fontolan Farm come from animals bred on the farm: from locally sourced forage to feed them to the sale of the best cuts, everything is zero kilometers/ miles. Only companies that follow the entire supply chain can give the certainty of a 100% guaranteed product

Tredici anni di servizio, cortesia e buoni consigli per portare in tavola carne eccellente preparata nel modo migliore L’Azienda Agricola Fontolan è socia di Unicarve e aderisce al disciplinare di Qualità Verificata “Vitellone o Scottona ai cereali”, conforme alla L.R. 12 del 31/05/2001. Lo stesso disciplinare è sottoposto a controllo da parte di CSQA Certificazioni S.r.l. e vigilanza da parte della Regione Veneto


Foto di Alberto Vianelli

A CHIOGGIA È TEMPO DI SUMMER JAZZ WORKSHOP Dal 21 al 28 luglio è possibile immergersi nell’affascinante mondo della musica live

O

tto giorni di full immersion nella formazione jazzistica. A Chioggia è tempo di Summer Jazz Workshop, lo storico seminario di Veneto Jazz dedicato alla didattica, con docenti internazionali e una ricca proposta di classi che faranno amare questo genere musicale, ma soprattutto sperimentare, approfondire e immergersi nell’affascinante mondo della musica live. La XXVIII edizione di uno dei workshop di didattica jazz più accreditati della scena europea si terrà dal 21 al 28 luglio. Per gli studenti un’opportunità di un soggiorno di studio e divertimento, in un contesto emozionante, a contatto con musicisti da ogni parte del mondo; per il pubblico e i visitatori un modo per respirare un po’ di jazz internazionale, grazie alle esibizioni previste in città con alcuni big della New School for Jazz and Contemporary Music di New York e delle jam session che animeranno le serate all’Havana Club.

E

ight days of full immersion in jazz training. In Chioggia it is time for the Summer Jazz Workshop, the historic Veneto Jazz seminar dedicated to didactics, with international teachers and a wide proposal of classes, which will make you love this type of music, but above all experiment, deepen and immerse yourself in the fascinating world of live music. The XXVIII edition of one of the most accredited jazz teaching workshops on the European scene will be held from 21st to 28th July. For students it turns out to be an opportunity for a study vacation and an entertainment stay, in an exciting context, in contact with musicians from all over the world. For the public and visitors a way to breathe some international jazz, thanks to the performances in town of some big names from the New York’s New School for Jazz and Contemporary Music and the jam sessions, that will enliven the evenings at Havana Club.

37


Foto di Alberto Vianelli

100 95 75

25 5 0

38 inserzione Sottomarina


Giuseppe Mormile è presidente e direttore artistico di Veneto Jazz, l’associazione leader in Italia nella progettazione e realizzazione di grandi eventi musicali e di spettacolo, che arriva a produrre più di 100 concerti all’anno in 50 diverse città della regione. Sostenuto dalla Regione del Veneto e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Veneto Jazz si è imposto come uno dei festival più accreditati del panorama italiano, producendo eventi di qualità e di grande risonanza mediatica. Portano la firma di Veneto Jazz i più importanti eventi musicali organizzati nella regione gli ultimi anni, come i concerti di Keith Jarret nel 2004 e nel 2006, il concerto di Paolo Conte e l’Orchestra Sinfonica in Piazza San Marco nel 2009 e il concerto di Sting nel 2011.

Intervista a Giuseppe Mormile ♦ Cosa caratterizza questo workshop? “Si tratta di una esperienza unica in Italia, con uno staff stellare, prevalentemente di docenti americani, e un programma di lezioni di tecnica strumentale, teoria, arrangiamento, musica d’insieme e Big Band, ma anche jam session e concerti in pubblico. Negli anni si è affermato come un laboratorio di talenti, con vere occasioni di sbocco professionale. Inoltre, presenta un incontro di culture ed esperienze fondamentali per la formazione di un musicista. Nel 2017 erano una ventina i Paesi del mondo rappresentati...”. ♦ Chioggia, insomma, è la città ideale per il Jazz “Una città di mare, interessante anche per una vacanza studio che può unire impegno e relax. Una città aperta a tante contaminazioni, e poi, a due passi da Venezia, dove Veneto Jazz organizza, nello stesso periodo, un festival di livello mondiale”. Foto di Alberto Vianelli

♦ Il jazz a Chioggia è ormai un appuntamento che si rinnova da qualche anno animandone l’estate anche lontano dagli ombrelloni. Come si spiega questo rapporto così profondo con la città? “Chioggia ha una lunga e consolidata tradizione musicale, grazie alle numerose scuole e associazioni e a rassegne, come quella all’Auditorium San Nicolò, che grazie alla collaborazione con l’Associazione Lirico Musicale Clodiense ha portato negli anni importanti nomi della scena internazionale. Il Summer Jazz Workshop, che ha trovato sede a Chioggia dal 2012, ha aggiunto una nota fondamentale: un progetto di altissimo livello che incide non solo nel tessuto cittadino, ma anche come indotto turistico. In questi otto giorni, studenti, insegnanti, assistenti, traduttori, organizzatori e famiglie da ogni parte del mondo si danno appuntamento a Chioggia per la formazione e la musica, ma anche per godere delle bellezze di questo territorio”.

Programma a Chioggia █ Domenica 22 luglio ore 21.30 - Piazzetta Vigo All Stars Band (New School for Jazz and Contemporary Music di New York) con Rory Stuart (chitarra), Amy London (voce), Jeff Hirshfield (batteria), Armen Donelian (piano), Billy Harper (sax), Stefano Senni (contrabbasso), Ambrogio De Palma █ Martedì 24 luglio ore 21.30 - Giardino dei Grassi Concerto Jazz TBA █ Mercoledì 25 luglio ore 21.30 - Giardino dei Grassi Concerto Jazz - All Stars Combo: TBA █ Giovedì 26 luglio ore 21.30 - Giardino dei Grassi Concerto Jazz - Summer Jazz Workshop Combo █ Venerdì 27 luglio ore 21.30 - Campo Duomo Comb’s night (allievi Summer Jazz Workshop) █ Sabato 28 luglio ore 21.30 - Campo Duomo Big band’s night (allievi Summer Jazz Workshop) █ Dal 23 al 28 luglio dalle ore 22.45 - Havana Club

Per conoscere gli altri appuntamenti del Venezia Jazz Festival collegati al sito dedicato attraverso il qr-code

Jam Session

39


Foto di Alberto Vianelli

IL CONSORZIO DEL RADICCHIO DI CHIOGGIA IGP PORTA IL TERRITORIO E LE SUE SPECIALITÀ NEL MONDO A novembre eravamo ad Helsinki per la Settimana della cucina italiana presso l’Ambasciata italiana in compagnia del diplomatico Gabriele Altana

A febbraio abbiamo partecipato a Fruit Logistica di Berlino

Al Macfrut di Rimini abbiamo presentato la Torta al radicchio

RADICCHIO DI CHIOGGIA IGP

Riflesso di un territorio Mirror of a territory

Ad ottobre il Radicchio di Chioggia celebrerà il decennale del riconoscimento europeo dell’Indicazione Geografica Protetta

www.radicchiodichioggiaigp.it

40


* NE O I S R E M UN’IM LIORI FILM NEI MIG STAGIONE DELLA SOTTOMARINA 2018

CINEMA D’A(MARE) 09 LUGLIO – 17 AGOSTO

PRESSO GIARDINI SCUOLA PASCOLI, VIA PADOVA

WWW.FACEBOOK.COM/CINEMADAMARESOTTOMARINA/

*

Dracula


RISTORANTE E PIZZERIA

EL FONTEGO

tradizione e creatività in cucina Un posto esclusivo, affacciato su Canal Vena e Corso del Popolo, dove la cucina è interprete di quell’intelligente predilezione di portare in tavola soltanto la qualità e tutte quelle eccellenze che rappresentano per storia e tradizione il territorio

L’estate risveglia desideri che ci fanno spostare verso l’altrove. Il bisogno di evasione, di brezze più fresche, di gusti e sapori salini inevitabilmente ci spinge verso il mare, alla ricerca di una distensione che magari comincia in spiaggia, nella penombra di un ombrellone, e finisce al tavolo di un ristorante, magari all’aperto, in riva ad una città d’acqua, avvolti nella sua millenaria storia. In questo caso il posto giusto sarebbe piazzetta XX settembre a Chioggia, dove dall’antico stabile che nel 1300 ospitava il fontego delle farine della città, riportato anche nella carta stilata da C. Sabbadino del 1557, è stato ricavato un luogo suggestivo ed emozionante che contemporaneamente si affaccia su Corso del Popolo e Canal Vena. Qui, Sergio Pagan, ristoratore di conclamata tradizione e di una grande esperienza, maturata in molti paesi del mondo, è interprete, insieme alla moglie Raffaella Sambo, con cui quest’anno festeggia i 21 anni dell’attività, di quell’intelligente predilezione di portare in tavola soltanto la qualità e tutte quelle eccellenze che rappresentano per storia e tradizione il territorio. Dunque il pesce è il vero must della casa, preparato secondo le rigide regole dell’ortodossia chioggiotta, ma anche rivisto in chiave moderna

per offrire anche al cliente più assiduo una vasta interpretazione delle ricette. Altro elemento da non trascurare è la stagionalità, perché il mare funziona come un orto e le cose migliori le offre seguendo le pagine del calendario: così i gamberetti di laguna con polenta bianca sono quanto mai azzeccati per questo scorcio di stagione, oppure gli sgombri, con i quali qui si preparano strepitose linguine aromatizzate al limone e accompagnate da olive tagiasche, poi sono prettamente estivi gli immancabili spaghetti con i caparossoli, con la granseola, o il risotto con gli scampi. Tra i secondi c’è solo l’imbarazzo della scelta, dalle ottime fritture di calamaretti e “moeche”, alle classiche grigliate dell’Adriatico, fino ai pesci interi (scorfano, san pietro, coda di rospo, rombi chiodati, al forno serviti con verdure di stagione) e alle crudità di mare, mentre per chi avesse meno esigenze, anche la carta delle pizze è in grado di assecondare qualsiasi gusto, ponendo come base una pasta ottenuta con farine rigorosamente macinate a pietra o di kamut, perché la cucina de El Fontego, oltre ad essere una palestra per buon gustai, brilla per la capacità di trovare intelligenti sinergie con i prodotti locali. Anche i dessert sono rigorosamente fatti in casa. Un ruolo importante nell’offerta del celebrato ristorante hanno i vini, la cantina è fornita delle migliori etichette internazionali, con predilezione delle francesi, mentre le bottiglie nostrane insistono sul Veneto ma volendo, bicchiere dopo bicchiere, si potrebbe arrivare fino alla Sicilia.

Piazzetta XX Settembre, 497 - Chioggia (VE) - Tel. 041 550 0953


Due sono gli ambienti che quest’anno ospitano a Chioggia la sezione classica del festival estivo Musica in Laguna d’Arte: l’auditorium comunale e il giardino di Palazzo Grassi

LUGLIO

APPUNTAMENTO CON IL FESTIVAL MUSICA IN LAGUNA D’ARTE Dal 5 al 14 la città diventa capitale della musica da camera: il clou nei quattro giorni del Forum pianistico, quando ai virtuosi dei tasti bianchi e neri si accompagnerà l’Orchestra Sinfonica di Chioggia

S

i scrive Chioggia, si legge mondo. Arrivano da ogni dove i cento pianisti e violinisti che a luglio scelgono la località lagunare allo scopo di perfezionarsi nel proprio strumento con maestri d’alto livello e di altrettanto internazionale provenienza, dando il meglio nei concerti serali del festival Musica in Laguna d’Arte: i giovanissimi talenti provengono dagli Stati Uniti, dal Kazakhstan, dalla Serbia e dalla Francia, dalla Norvegia e dalla Russia, dalla Finlandia e da tante città italiane. Dal 5 al 14 luglio la città lagunare è una capitale della musica da camera: il clou nei quattro giorni del Forum pianistico, quando ai virtuosi dei tasti bianchi e neri si accompagna l’Orchestra Sinfonica G. Zarlino di Chioggia. Chopin, Beethoven e Schumann la “materia” per i più grandi, mentre le più piccole tra le promesse sono alle prese con Mozart e Haydn. One-shot in chiusura di stagione per dirsi arrivederci con le danze irlandesi della SOAS Ceilidh Band, al Giardino di Palazzo Grassi il 15 settembre.

C

hioggia is written, world is meant. Hundreds of pianists and violinists arriving from everywhere, who, in July, choose the lagoon resort  in order to improve with high-level masters of international origin and fame, their skills at the instruments, giving their best in the evening concerts of the ‘Musica in Laguna d’Arte festival’: the very young talents come from the United States, from Kazakhstan, from Serbia and France, from Norway or Russia, from Finland and many Italians take part as well. From July 5th to July 14th, the lagoon city is a capital of chamber music: the highlight during the four days of the Piano Forum, when the virtuosos of the white and black keys are accompanied by the Symphonic Orchestra of Chioggia. Chopin, Beethoven and Schumann the “subject” for the biggest, while the smallest of the promises grab the audience with Mozart and Haydn. One-shot at the end of the season to say goodbye with Irish dances of the SOAS Ceilidh Band, at the Garden of Palazzo Grassi on September 15th.

43


MUSICA, EMPATIA E BELLEZZA:

ecco i segreti del Festival secondo i due direttori

Il maestro Gabriele Vianelli, direttore artistico del festival Musica in Laguna d’Arte

Il maestro Pietro Perini, direttore artistico del festival Musica in Laguna d’Arte

A rendere unico il festival Musica in Laguna d’Arte, oltre agli spazi suggestivi, è l’empatia che si crea fra il solista e l’Orchestra Sinfonica G. Zarlino di Chioggia. “Ciò che fa la differenza - afferma il maestro Gabriele Vianelli, uno dei direttori della rassegna - è la possibilità di provare ed esibirsi assieme all’orchestra. I musicisti la apprezzano perché nessun altro corso la offre”. Chi esce dai masterclass clodiensi farà carriera, come è già accaduto finora. Per chi suona, è un privilegio poter osservare da vicino le performance di Salvatore Accardo, Sviatoslav Richter, Mario Brunello: sono solo alcuni dei grandi nomi che le stagioni concertistiche dell’Associazione Lirico Musicale Clodiense hanno portato in città dal 1991. “Anche la scuola di musica per l’inverno è un successo - fa eco l’altro direttore artistico, il maestro Pietro Perini - grazie alla varietà dell’offerta, che compendia anche insegnamenti di suono d’insieme e di jazz. Il rapporto con la città funziona perché gli eventi si inseriscono bene nel contesto architettonico e la qualità è riconosciuta da residenti e turisti. Ma in epoca di tagli alla cultura, riuscire a creare tale miracolo anno dopo anno è sempre più difficile”.

44


Calendario █ 5 e 6 Luglio - CONCERTO MUSICA DA CAMERA ore 21.15 - Auditorium S. Nicolò Allievi dei Maestri Dejan Bogdanovich K. Bogino, S. Bogino, V. Ogarkov, Y. Ivanov, L. Yvanov, K. Nummi, E. Chalneva Sirnes e R. Mussakhadjayeva █ 7 Luglio - CONCERTO MUSICA DA CAMERA ore 21.15 - Giardino dei Grassi Allievi dei Maestri Dejan Bogdanovich K. Bogino, S. Bogino, V. Ogarkov, Y. Ivanov, L. Yvanov, K. Nummi, E. Chalneva Sirnes e R. Mussakhadjayeva █ 8 e 9 Luglio - CONCERTO MUSICA DA CAMERA ore 21.15 - Giardino dei Grassi Allievi dei Maestri K. Bogino, S. Bogino, V. Ogarkov, Y. Ivanov, L. Yvanov, K. Nummi, E. Chalneva Sirnes e R. Mussakhadjayeva █ 10 Luglio - CONCERTO MUSICA DA CAMERA ore 21.15 - Auditorium S. Nicolò Allievi dei Maestri K. Bogino, S. Bogino, V. Ogarkov, Y. Ivanov, L. Yvanov, K. Nummi, E. Chalneva Sirnes e R. Mussakhadjayeva █ 11 Luglio - Concorso pianistico “CITTÀ DI CHIOGGIA” ore 21.15 - Auditorium S. Nicolò Categoria Juniores piano solo

█ 12 Luglio - Forum Pianistico “CITTÀ DI CHIOGGIA” ore 21.15 - Giardino dei Grassi Categoria Juniores - Orchestra Sinfonica G. Zarlino Direttore: Pietro Perini █ 13 Luglio - Concorso pianistico “CITTÀ DI CHIOGGIA” ore 21.15 - Auditorium S. Nicolò Categoria Seniores piano solo █ 14 Luglio - Forum Pianistico “CITTÀ DI CHIOGGIA” ore 21.30 - Auditorium S. Nicolò Categoria Seniores - Orchestra Sinfonica G. Zarlino Direttore: Pietro Perini █ 15 Settembre - Danze irlandesi della SOAS Cellich Band - ore 21.15 - Giardino di Palazzo Grassi Per conoscere le date e gli ospiti che parteciperanno ai prossimi appuntamenti collegati al sito dedicato attraverso il Qr-code

Servizi

Ambulatorio Veterinario

Dr. Fulvio Pivetta A Chioggia un aiuto per i nostri amici a quattro zampe

Una vasta gamma di servizi: dalla diagnosi all’intervento chirurgico In caso di emergenza visite a domicilio

• visite • chirurgia tessuti molli • esami di laboratorio • laser terapia • esami radiografici • ecografie • osteopatia

Orari ambulatorio

Dal lunedì al venerdì 9.00 - 12.30 e 16.00 - 19.30 Il sabato 9.00 - 12.30 e 16.00 - 18.00

INDIRIZZO via Giovanni XXIII, 51 30015 CHIOGGIA (VE) Tel. 041 494621 pivettaf.vet@alice.it Per urgenze: Cell. 328 7128221 Cell. 347 7898913

45


·La nostra storia dal 1947 ad oggi ·

Le nostre Specialita'

• CREMINI • TORTE E COPPETTE SEMIFREDDO • GHIACCIOLI ARTIGIANALI

Il nostro gelato è prodotto con latte fresco di alta qualità prodotto nella nostra regione! Le nostre ricette sono equilibrate, con meno zucchero e prive di farine. Questo rende il nostro gelato e i nostri prodotti altamente digeribili e non creano fastidi alla digestione!

Le nostre Particolarita' • GELATO AL RADICCHIO DI CHIOGGIA IGP • GELATO ALLA ZUCCA

Una tradizione di oltre 70 anni per offrirti un ''brivido'' di piacere Strada Madonna Marina, 130 - SOTTOMARINA di Chioggia (VE) GIOVANNI 334 7176111 - ANNA MARIA 348 7907948 - gelateria.sottozero@libero.it Seguici su Facebook

Gelateria Sottozero e su Instagram

gelateria.sottozero.chioggia


IL FONDACO DI CHIOGGIA

UN MAGAZZINO DI CULTURA Da 14 anni l’associazione si occupa di promuovere momenti di riflessione sui grandi temi dell’attualità, gli ospiti sono sempre personaggi di spicco della cultura italiana. Il tema proposto per il 2018 è “Di padre in figlio”. Gli ultimi due appuntamenti sono programmati per l’autunno

I

l Fondaco è un gruppo culturale costituito da un nucleo di persone attive a Chioggia, appartenenti ad ambiti sociali e professionali diversi, che si dedicano a promuovere la cultura come elemento fondamentale della dimensione umana e come opportunità di conoscenza e di crescita. Ne parliamo con il suo presidente, Eolo Bullo, per conoscere meglio i contenuti trattati e l’offerta rivolta alla città quest’anno. “La principale attività della nostra associazione culturale è quella di svolgere il ruolo di ‘magazzino della cultura’. Per questo motivo abbiamo scelto come simbolo e nome il fondaco, un edificio di origine medievale che svolgeva funzioni di magazzino e alloggio per i mercanti stranieri. Operando secondo questo principio, ‘il Fondaco di Chiog-

Eolo Bullo, presidente dell’Associazione Il Fondaco

gia’ realizza una rassegna annuale denominata ‘Chioggia incontra’, che quest’anno è giunta alla quattordicesima edizione. Anno dopo anno, questa manifestazione è cresciuta e ha conquistato una sua identità, creando una fitta rete di relazioni”. ♦ Ci può elencare qualche ospite che ha partecipato alla vostra manifestazione? “Nomi importanti: da Vittorio Sgarbi ad Arrigo Petacco, da Antonella Boralevi a Bruno Pizzul, fino a Valerio Massimo Manfredi, a Paolo Brosio, Bruno Vespa, Philippe Daverio e Susanna Tamaro. Attraverso la loro popolarità il lustro della nostra manifestazione è stato percepito fin da subito e questo ci ha aiutato a ‘promuovere la cultura’ in città”.

47


♦ Cosa intende con “promuovere la cultura”? “Promuovere la cultura è un compito notoriamente difficile: selezionare argomenti di grande attualità che siano anche di interesse pubblico è un lavoro che richiede iniziativa, preparazione, impegno ed organizzazione. Tra settembre e aprile scegliamo i temi per i dibattiti, elaboriamo un programma e contattiamo gli ospiti; infine, tra maggio e giugno organizziamo e promuoviamo le serate”.

♦ Qual è la proposta per quest’anno, il 2018? “Il tema scelto per quest’anno è ‘Di padre in figlio’ e ci propone una riflessione sul senso dell’identità, della dialettica tra tradizione e innovazione, tra radici e prospettive”. ♦ Quali saranno gli incontri previsti per quest’anno? “Quest’anno il Fondaco propone una nuova veste per Chioggia Incontra: la manifestazione è divisa in due periodi, un incontro in primavera, che si è già tenuto con tema ‘1978, l’anno dei tre papi’ con la partecipazione del segretario di Stato Vaticano cardinale Pietro Parolin, e altri due in autunno”.

Nelle foto Massimo Bernardini, Philippe Daverio e Gad Lerner ospiti della rassegna Chioggia incontra di qualche anno fa

Una tradizione famigliare da sessant’anni diamo valore alla nostra terra

Gastaldi Gabriele AZIENDA AGRICOLA VITIVINICOLA

I nostri vini tipici IGT e DOC Corti Benedettine del Padovano • Merlot IGT • Cabernet IGT e DOC • Raboso IGT • Raboso rosato IGT • Bianco da tavola • Chardonnay IGT • Sauvignon IGT • Moscato Spumante • Prosecco Extra Dry • Raboso Passito “Silio”

VENDITA DIRETTA IN AZIENDA E POSSIBILI CONSEGNE A DOMICILIO AZIENDA AGRICOLA VITIVINICOLA GASTALDI GABRIELE Via Motte, 7 - Candiana - Tel e fax 049 5349478 - ggastaldi@tiscali.it -

48

Azienda Agricola Gastaldi Gabriele


Il Fondaco di Chioggia The Fondaco is a cultural group consisting of several people active in Chioggia, belonging to different social and professional fields, which are dedicated to the promotion of culture as a fundamental element of the human dimension and as

Per conoscere le date e gli ospiti che parteciperanno ai prossimi due appuntamenti collegati al sito dedicato attraverso il Qr-code an opportunity for knowledge and growth. The idea is of a “culture warehouse”, and this name exactly refers to the building of medieval origin which carried out functions of storage and accommodation for foreign merchants. Following this principle the “Fondaco di Chioggia” carries out an annual review called “Chioggia incontra”. This year, the “Chioggia incontra” review, has reached its fourteenth edition dedicating a series of events to the theme “From father to son”, namely the figure of the father and, more generally, of adults in contemporary society. The meetings will host a distinguished person who measured himself with his father’s legacy. To know the dates and guests who will participate in the upcoming events connect to the website through the Qr-code.

“Di padre in figlio”

“Possa Dio far ancora vivere a lungo tuo padre dentro di te”

Il Fondaco di Chioggia propone per l’edizione 2018, la quattordicesima, una riflessione sulla paternità, ovvero sulla figura del padre e più genericamente degli adulti, insistendo sulla testimonianza e sulla presenza di ospiti illustri che si sono misurati con l’eredità del padre. Il titolo de Il Fondaco è un invito a riflettere su un aspetto importante dell’esistenza che il ritmo frenetico della vita contemporanea spesso mette tra parentesi. Per un malinteso senso di protezione, si è voluto risparmiare ai nostri figli ogni sacrificio e ogni assunzione di responsabilità nella scelta tra appartenenza e assenza di radici, ovvero tra l’avere o non avere una dimora. I papà che abbiamo avuto hanno adempiuto al loro compito insegnandoci il senso del dovere anche con toni di contrapposizione, mentre noi papà e adulti di oggi avvolgiamo i nostri ragazzi nella bambagia. Nel perverso tentativo di rendergli la vita facile, li abbiamo viziati e rovinati con un eccesso di attenzione e con una tutela iperprotettiva e servile. Ne sanno qualcosa gli insegnanti, che sempre più spesso si trovano i genitori come primi oppositori e alleati dei figli. Il tema della paternità provoca e sollecita una riflessione su quale strada e verso quale meta vogliamo portare i nostri figli. Non è un’epoca di cambiamento, ma un cambiamento d’epoca. Così Papa Francesco ha descritto la situazione storica attuale: un profondo cambiamento che stravolge molti aspetti delle società occidentali, e tra questi il legame tra padri e figli e lo smarrimento della famiglia.

Il Fondaco di Chioggia propone un’indagine su questo argomento, trattando la figura del padre sia dal punto di vista spirituale che da quello di genitore. Per questo motivo lo scorso 28 aprile, nella cattedrale di Chioggia, il segretario di Stato Vaticano Pietro Parolin ha inaugurato il ciclo di incontri per il 2018. Il cardinale ha iniziato il suo intervento citando alcune parole di Paolo VI, perché in esse possiamo trovare la spiegazione della scelta di inserire il 1978 nel ciclo di incontri dedicati alla figura del padre. “L’anno dei tre Papi - ha spiegato il segretario di Stato Vaticano - è stato l’anno dei tre padri”.

Le mille e una notte - 146° notte

49


ARTEVEN,

UN’ESTATE DI APPUNTAMENTI CON TEATRO, MUSICA E DANZA Uno dei temi di quest’anno sarà il circo contemporaneo con diversi spettacoli sparsi per la Città. Lo show più atteso sarà “OSA” con gli artisti acrobati SONICS sospesi nel vuoto sopra piazza Duomo

U

na pioggia di eventi: teatro, musica e danza a Chioggia. Si tratta della nuova edizione della rassegna di Arteven realizzata con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Chioggia della Città Metropolitana di Venezia e della Regione Veneto, che ha messo insieme un cartellone di spettacoli per tutti. Dai più piccoli ai più grandi, grazie ad appuntamenti consolidati come gli spettacoli per i bambini di ogni età, oppure iniziative legate al fascino del paesaggio lagunare, come Dall’alba al tramonto, la bellissima iniziativa che saluta il giorno nelle sue fasi più suggestive con musica e danza. Non mancherà il teatro insieme alle ormai consolidate Baruffe in calle, quest’anno alla ventiduesima edizione, con i personaggi di Goldoni impegnati per calli, rive e campielli e ovviamente saranno tanti i concerti grazie alla rassegna organizzata in collaborazione con l’Associazione Lirico Musicale Clodiense e Veneto Jazz. In più quest’anno arriverà in città il circo contemporaneo, privo di animali, come quello ideato dal Cirque du soleil canadese, declinato in ulteriori forme con spettacoli innovativi in diversi luoghi di Chioggia. Lo show dell’estate sarà “OSA”, il 3 luglio, con gli artisti acrobati SONICS sospesi nel vuoto sopra piazza Duomo. Ma sarà l’intera Chioggia a diventare un circo contemporaneo di spettacoli con iniziative organizzate in ogni suo angolo più caratteristico.

A

summer of events with the new edition of Arteven: Theater, Music and Dance in Chioggia. A program of events for everyone: from the youngest to the oldest, thanks to consolidated happenings such as shows for children of all ages, or proposals linked to the charm of the lagoon landscape, such as From sunrise to sunset. Do not miss the theater along with the well-established Baruffe in calle, this year at the twenty-second edition, with the characters of Goldoni occupying streets, banks and campielli and, of course, there will be many performances of classical music and Jazz. Useless to say, that the circus will be one of the most followed entertainment, declined in different forms of show and places of Chioggia. The masterpiece of this summer will be “OSA”, on July 3, with the acrobatic artists SONICS suspended in the void above Piazza Duomo.

Il 3 luglio “OSA”, una sfida alle leggi di gravità I Sonics con le loro incredibili acrobazie coreutiche saranno i protagonisti della notte del 3 luglio in Piazza Duomo. Per la prima volta la compagnia torinese di acrobati, artisti e performers dalla caratura internazionale saranno a Chioggia, sospesi a 20 metri di altezza, appesi ad una grande piramide d’acciaio che farà da fulcro e collante ad acrobazie aeree e coreografie sviluppate tra cielo e terra. Si tratta di uno dei loro spettacoli di maggior successo, dal titolo “Osa”. Felice connubio tra atmosfere fiabesche, design e tecnologia, “OSA” è una vera e propria sfida alle leggi di gravità e un invito all’uomo ad andare oltre i propri limiti. Uno show fortemente visuale che coniuga potenza e grazia fisica in un mix perfetto fatto di corpi e coreografie che interagiscono con macchine sceniche.

50


Pierluca Donin, direttore di Arteven

Intervista a Pierluca Donin

♦ Il rapporto che lega Arteven a Chioggia è consolidato da molto tempo e questa profonda relazione è diventata uno dei simboli dell’estate: musica, teatro, danza… “Direi che chi sceglie Chioggia per le proprie vacanze trova molte attività oltre al mare e alla spiaggia, una parte del merito va senz’altro ad Arteven ma anche alle tante associazioni culturali cittadine e agli enti che sostengono il nuovo progetto come l’Assessorato alla Cultura di Chioggia, la Città Metropolitana di Venezia e la Regione Veneto”.

Chioggia

spettacoli per bambini di tutte le età MUSEO SAN FRANCESCO PIAZZA VIGO Spettacoli a ingresso gratuito 21 giugno ore 21.15

Civica Orchestra dei fiati di Padova

PIERINO E IL LUPO

Recitato anche in Lingua dei Segni

18 giugno ore 21.15 Susi Danesin

LA REGINA DEI COLORI

28 giugno ore 21.15

2 luglio ore 21.15

5 luglio ore 21.15

Pino Costalunga

Matteo Mirandola STORIA DI UNA GABBIANELLA E DEL GATTO BENVENUTI AL CIRCO CHE LE INSEGNÒ A VOLARE 9 luglio ore 21.15 L’Iniziativa viene realizzata nell’ambito degli Accordi di Programma Regione del Veneto - Provincia di Venezia

Nando e Maila

KALINKA.

E ORA FACCIAMO I CONTI

il circo russo come non lo avete mai visto

23 luglio ore 21.15 12 luglio ore 21.15 Susi Danesin RICCIOLI D’ORO, I TRE DEL MUSEO civico SAN FRANCESCO, IL CIRCOCHIOSTRO DI SHAKESPEARE ORSI E ALTRE STORIE ISOLA DI SAN DOMENICO, CHIOSTRO DI PALAZZO GRASSI, 26 luglio ore 21.15 PIAZZA VIGO, piazzetta granaio, AUDITORIUM SAN NICOLÒ, 30 luglio ore 21.15 PETER PAN. CHIOSTRO DEL MUNICIPIO, CHIOSTRO DEL MUSEO Susi Danesin una storia di pochi centimetri e piume DIOCESANO, PORTA GARIBALDI, CAMPO DUOMO L’INCANTESIMO 9 agosto ore 21.15 Casa Shakespeare

Chioggia

♦ Chioggia potrebbe essere un grande palco sul quale mandare in scena ogni forma d’arte? “Chioggia potrebbe essere il più grande palcoscenico del mondo se lo volesse. Qui la storia della città convive con la bellezza del paesaggio. È il luogo ideale per ogni forma di rappresentazione, poi è un posto di vacanza dove si viene con un atteggiamento curioso, predisposto a ricevere stimoli. Per questo la rassegna cerca di incontrare un po’ tutti, spaziando dagli spettacoli culturali a quelli più giocati sull’ambiente, come Dall’Alba al tramonto che, tra l’altro, quest’anno prevediamo nella zona di Forte San Felice, in quell’area magica dove il mare incontra la laguna”.

3 Chefs

TRIO COMEDY CLOWN 16 agosto ore 21.15 Gli Alcuni

ORE 20.15

20 agosto ore 21.15 Pino Costalunga

LA VOCE DELLA SIRENETTA STORIE A VELA, RACCONTI A REMI 23 e 24 agosto ore 21.15 LE CIRQUE FANTASTIQUE

PiccoliInChiostro

FavoleSulPonte Concerti DALL’ALBA AL TRAMONTO CONCERTI In collaborazione con: in collaborazione con:

CHIOSTRO DEL MUSEO CIVICO PIAZZA VIGO SAN FRANCESCO, FUORI LE MURA Tramonto 6 luglio dalle 18:45 ORE 21.15 22ore GIUGNO campo Marconi 1

26 GIUGNO ORE 21.15 TEATRO PIRATA

GRAN CIRCO DEI BURATTINI

Sottomarina

6 LUGLIO ORE 21.15

ingresso libero Info concerti 327 3324469

SAN NICOLÒ dal AUDITORIUM 5 al 10 luglio ore 21.15 CHIOSTRO DEL MUNICIPIO CONCERTI MUSICA CLASSICA DAL 3 ALL’8 LUGLIO ORE 21.15

5/6/10 luglio AUDITORIUM SAN NICOLÒ FESTIVAL MUSICA 7/8/9 luglio PALAZZO IN LAGUNA D’ARTE GRASSI

Un viaggio per e musica DIparole UN fra STORIE le suggestioni delPIRATA misterioso CORAGGIOSO DELore MUSEO 11 eCHIOSTRO 13 luglio 21.15 DIOCESANO Forte. Serata aperitivo.

27 LUGLIO ORE 21.15 Alba 12 agosto ore 5.00

IL GIGANTE SOFFIASOGNI

10 AGOSTO ORE 21.15 ZONA NAVIGLIO

POLVERE DI SPEZIE

SPIAGGIA di Sottomarina

PIAZZA DUOMO LA BATTAGLIA DI EMMA 3 luglio ore 21.30 LE BARUFFE IN CALLE XXII 23 LUGLIO ORE 21.15

Sonics Acrobati Volanti GLI ALCUNI

PARTENZA DALL’ ISOLA

6 AGOSTO ORE 21.15

Spettacolo itinerante per calli, rive e campielli da “Le baruffe chiozzotte” di Carlo Goldoni

LA MUCCA CHE FACEVA DI SAN DOMENICO IL LATTE AL CACAO 1/2/3/4/5 agosto ore 20.15

OSA

C.T.A. Centro Regionale d’Animazione e Figure

L’OCA DALLE PIUME D’ORO

13 AGOSTO ORE 21.15 PALAZZO GRASSI COMPAGNIA IL MELARANCIO LIBRO DELLE 4 luglio ore 21.15IL FANTAPAGINE

LA BALENA VOLANTE 20 AGOSTO ORE 21.15

30 agosto oreTEATRINO 21.15 DELL’ERBA MATTA RAPERONZOLA XSTREAM

L’iniziativa viene realizzata nell’ambito dell’Accordo di Programma Regione del Veneto - Città metropolitana di Venezia

27 AGOSTO ORE 21.15

prenotazione obbligatoria al 366 3361601

UnMarediLibri

16 LUGLIO ORE 21.15

dal ENSEMBLE 22 al 28 luglio ore 21.30 DI CLARINETTI SUMMER JAZZ WORKSHOP PIAZZA VIGO

22 luglio VIGO 19 LUGLIOPIAZZA ORE 21.30 24/25/26 luglio PALAZZO CONCERTO INIZIALEGRASSI DOCENTI JAZZDUOMO WORKSHOP 27 eDEI 28 SUMMER luglio CAMPO CAMPO DUOMO 15 settembre ore 21

24 E 25 LUGLIO ORE 21.30

PALAZZO CONCERTIGRASSI FINALI

SPETTACOLO ITINE TRA TERRA ED ACQ

LeBaruffeInC

PARTENZA DALL’ISO DI SAN DOMENICO

1/2/3/4/5 AGO

Spettacolo itin per calli, rive e

A CURA DEGLI ALLIEVI SOAS musica etnica DELCELIDH SUMMERBAND JAZZ WORKSHOP

GRANAIO UNPIAZZETTA PALCO PER LA SCUOLA

CHIOSTRO DEL MUSEO CIVICO SAN FRANCESCO

12 AGOSTO ORE 21.30

SWING arteven.it CORSO DEL POPOLO 28/29/30 AGOSTO ORE 21.30 SPAGHETTI FRONTE Letterati,MUNICIPIO politici e personaggi pubblici www.eventi.chioggia.org AUDITORIUM SAN NICOLÒ autori di romanzi o saggi incontrano il 18 SETTEMBRE ORE 21.15 8 giugno www.cultura.provincia.venezia.it pubblico presentare in prima di ore 16.30 festaper finale per la costruzione persona le loroe opere. una biciclopedia… altre bizzarrie ore 18.00 Premiazione Iniziativa collegata al progetto UN PALCO PER LA SCUOLA 2018 in caso di pioggia la premiazione si terrà presso “Una montagna di libri” di Cortina l’Auditorium San Nicolò

SOAS CEILIDH BAND AUDITORIUM SAN NICOLÒ

e prenotazioni 2info OTTOBRE ORE 21.15

DUO 366 3361601 ANASTASIYA PETRYSHAK violino e LORENZO MEO pianoforte Biglietto ¤5 per concerti del 12/8 e 2/10

LaGrandeGue

CELEBRAZIONE DE DAL PRIMO CONFLI CHIOSTRO DI PALAZ

7 AGOSTO ORE

MASSIMO BUB IL TESTAMENT DEL CAPITANO

2018

SOGNO

LE BARUFFE IN CALLE

PARTENZE ORE 20.

TEATRO DEL LEMMI ODISSEO Viagg

D’ARCHI E SOLISTI CONCORSO PIANISTICO VIGO ore 21.15 12 ePIAZZA 14 luglio

11 LUGLIO ORE 21.15 FINALI IL MAPPAMONDO Danza, musica e parole danno il CONCERTI CONCERTO FINALE PIANOFORTE E ORCHESTRA E ORCHESTRA benvenuto a un nuovo giorno... PERPIANOFORTE 17 AGOSTO ORE 21.15 12 luglio PALAZZO GRASSI buon caffè. COMPAGNIA TEATRALE MATTIOLI conI un PORTAAUDITORIUM GARIBALDI SAN NICOLÒ MUSICANTI DI BREMA 14 luglio

LA BELLA E LA BESTIA

CHIOGGIA 1|2|3|4|5 AGOSTO 2018

29 LUGLIO

9 E 10 LUGLIOSAN ORE 21.15 AUDITORIUM NICOLÒ CONCERTI CON L’ORCHESTRA

OTIUMETARS - Il Baule Volante

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA AL 366 3361601

PARTENZA DA PIAZZ

9 LUGLIO ORE 21.15

spettacoli per tutte le età

Circo contemporaneo

FIABE GHIOTTONE ZONA FORTE SAN FELICE

2 LUGLIO ORE 21.15 LA PICCIONAIA

♦ Quale spettacolo è assolutamente da non perdere? “Per i bambini saranno imperdibili gli spettacoli al Museo Civico e quelli del circo contemporaneo. Per i grandi le Baruffe in Calle e Osa che meraviglierà turisti e cittadini”.

PARTENZA DALL’ISOLA DI SAN DOMENICO

DELLA LUPA

D’ESTATE SPETTACOLI IN PROVINCIA DI VENEZIA

Un Concerto e un perco nelle canzoni della Gran

arteven.it

#sognodestate

www.culturavenezia.it

SPETTACOLI AD INGRESSO GRATUITO OVE NON DIVERSAMEN

BIGLIETTI PiccoliinChiostro intero ¤6 - ridotto Carta Cultura ¤5, promozione 1 adulto + 3 bambini ¤15. Le baruffe in calle intero ¤30 - ridotto ¤25 Odisseo Il viaggio nel teatro intero ¤16 - ridotto ¤14 prenotaz al 366 3361601. Il testamento del Capitano con Massimo Bubola intero ¤10 Riduzione per possessori carta Cultura, residenti, per gli acquis tramite un residente e per ospiti alberghi nel Comune di Chiogg ulteriori sconti per acquisti di gruppo. Prenotazione obbligator PREVENDITA (con diritto di prevendita) dal 14 giugno press di Chioggia c/o palazzo Ravagnan in Riva Vena 895 tutti i g dalle 8.30 alle 14, tel. 041 8942111. Online su vivaticket.it e nei punti vendita consultabili nel sit VENDITA la sera stessa presso il luogo di spettacolo un’ora INFORMAZIONI tel. 366 3361601 – www.eventi.chioggia.org

EDIZIONE XXII

SPETTACOLO ITINERANTE PER CALLI, RIVE E CAMPIELLI

GRAN FINALE A CURA DEL RISTORANTE LA SGURA

www.arteven.it www.cultura.cittametropolitana.ve.it www.eventi.chioggia.org

in collaborazione con L’iniziativa viene realizzata nell’ambito dell’Accordo di Programma Regione del Veneto - Città metropolitana di Venezia

51


Villa Momi�s r i s t o r a n t e ∙ pizzeria

BE AUT IF UL DAY Villa Momi's è il luogo ideale per matrimoni, cresime ed ogni altro tipo di ricorrenza. Per gli sposi e i loro invitati è riservata un'ospitalità particolare, con aree e intrattenimenti privati. Villa Momi's permette anche cene e pranzi di lavoro, con la massima tranquillità e distensione per i propri colloqui d'affari. Alla sera i locali sono destinati anche a chi desidera un po' di intimità, con un armonia che solo il lume di candela riesce a creare Due sale separate in due piani. Giardino estivo. Oltre 300 posti a sedere Locale rustico in chiave moderna unico nel suo genere, immerso nel verde Cavarzere (VE) Loc. Santa Maria, 3/B - Tel. 0426 53538 - Chiuso il Lunedì - www.villamomis.it


È una disciplina sportiva in costante crescita a livello mondiale sin dagli anni ‘90. Deriva dalle tradizioni dei popoli polinesiani abituati a spostarsi tra le isole usando piccole imbarcazioni ed una pagaia come strumento di propulsione. È semplice, adatto a tutti e salutare

CHIOGGIA SUP TOURISM:

visitare la città facendo uno sport divertente U

n modo nuovo di godere turisticamente delle bellezze di Chioggia, coniugando al piacere di un’escursione culturale i benefici di un sport divertente e sano. È questa la novità che riguarda l’estate 2018, con il SUP, acronimo di Stand Up Paddle, ossia con una tavola sulla quale il passeggero sta in piedi e per spostarsi usa una pagaia. Imparare è semplicissimo, basta avere un po’ di equilibrio, e poi si può subito iniziare un’avventura che la Scuola Sup Sottomarina e la locale Pro Loco propongono come strumento per la visita della città e delle sue tante meraviglie insieme ad un istruttore professionista che farà anche da guida. Tre i percorsi proposti, tutti con coefficiente di difficoltà semplice o medio, per un viaggio che permetterà la navigazione sia nei canali interni della città sia nelle lagune che la circondano, coniugando gli aspetti storici che caratterizzano Chioggia con gli scorci naturalistici che ne contraddistinguono il paesaggio.

PER INFORMAZIONI: sottomarinasup@geniuslociasd.com Nicola 328 6550050 www.facebook.com/SottomarinaSUP www.instagram.com/scuolasupsottomarina www.twitter.com/SottomarinaSUP Scuola Sup Sottomarina

È la novità dell’estate, seguire la guida tra canali e laguna remando su una tavola simile a quella da surf

SUP, Stand up paddle, this is the novelty concerning the summer 2018 that the Sottomarina SUP School and the local Pro Loco propose to combine the pleasure of a cultural excursion and the benefits of healthy and funny sports as well. Three routes are proposed, all with a simple or medium difficulty coefficient, for a journey that will allow navigation both in the inner channels of the city and the lagoons that surround it, in order to combine the historical aspects that characterize Chioggia with the naturalistic views of its landscape. The excursions will be accompanied by professional instructors. Per conoscere le date e gli ospiti che parteciperanno ai prossimi due appuntamenti collegati al sito dedicato attraverso il Qr-code

53


CIRCOLO NAUTICO CHIOGGIA tradizione, storia e un bellissimo sport per l’estate Lo storico Club ha raggiunto i 70 anni di età, ma non li dimostra e anzi rilancia con un fitto calendario di appuntamenti per chi vuol imparare lo sport della “vela” e per chi si sente già competitivo ed è pronto per le regate

P

ossiamo considerare i settant’anni di storia del Circolo Nautico di Chioggia come un bel traguardo o meglio come un momento per riflettere su uno sport, la vela, che in città è molto sentito. Ne parliamo con il presidente Stefano Penzo, anche per farci dire quali sono gli appuntamenti con il mare di questa estate che va a cominciare. ♦ Allora Presidente possiamo sicuramente dire che questo giro di boa è una distanza importante: sette decenni sono un pezzo di storia, ma anche tanti premi, tanti campioni che sono cresciuti in seno a questa straordinaria Il presidente istituzione, Enrico Zennaro tanto del Circolo per citarne uno. Oggi si sente il Nautico di “peso” di un’eredità così imporChioggia, tante? In che modo vi impegnate Stefano Penzo ad “onorarla”? “Sì, indubbiamente, la nostra è una storia importante anche se la parola peso la sostituisco volentieri con onore. Abbiamo come riferimenti alcune persone visionarie e capaci che, nel precederci, hanno tracciato la nostra strada odierna. Una strada fatta di regate, insegnamento della vela agonistica e organizzazione di manifestazioni importanti”.

54


♦ La promozione dello sport della vela è una delle attività del Circolo. Quali sono le competenze e le strutture che mettete a disposizione dei neofiti e di chi vuole imparare? “La nostra scuola vela è condotta da sette istruttori riconosciuti dalla Federazione Italiana Vela quindi professionisti di prim’ordine, che seguono i corsisti dalla teoria della vela alla pratica in acqua, con uscite in laguna e in mare aperto, ovviamente sempre accompagnati da uno o più gommoni dell’organizzazione. I bambini usano le barche della classe Optimist, per i ragazzi e adulti disponiamo invece di 4 barche della classe Laser e di un j24, ossia un’imbarcazione di 7 metri. ♦ La vela dicevamo è uno sport, qual è la filosofia con la quale insegnate a praticarlo? Esiste un modo di affrontare il mare? “Noi nasciamo come società a spiccata vocazione sportiva e la filosofia è quella di trasmettere conoscenza ed esperienza, che riteniamo elementi fondamentali per affrontare il mare. E poi c’è l’agonismo che richiede esercizio, pratica, intelligenza legata alla tattica di regata. Lo sport della vela è sicuramente un’attività completa.

Un po’ di storia L’anno era il 1947, il luogo: Palazzo delle Figure sul Canal Vena, i nomi quelli di Mario Ballarin, Gustavo Fogagnolo, Angelo Carlo Perini, Dino Ravagnan e Giandomenico Tesserin. Non serve altro per trovare la genesi del Circolo Nautico di Chioggia. E il 20 dicembre dell’anno successivo, con l’ottenimento di una piccola concessione di venti metri della rivetta Mario Merlin per l’ormeggio di cinque imbarcazioni, presero avvio anche le attività sportive. Al 1959 risale l’assegnazione della sede, il resto è tutto come adesso: amore per il mare, passione e fantasia, ingredienti che nel tempo sono stati sostanza anche per i tanti campioni che si sono formati qui.

1959: primi posti barca a mare

55


Un’estate insieme al Circolo Nautico Chioggia Ogni anno il CNC propone un calendario corsi di Scuola Vela da metà giugno a tutto agosto, per bambini, ragazzi, adulti e chiunque abbia voglia di cimentarsi con il mare e vivere un’esperienza divertente, contornata da uno scenario unico e spettacolare come solo la laguna chioggiotta può offrire. E per chi ha già delle velleità agonistiche, fittissimo è anche il calendario delle regate e degli appuntamenti con il mare tra cui l’immancabile “Chioggiavela”, nata nel 2012 in collaborazione con il Comune di Chioggia la Pro Loco e Adriatic LNG, per rendere lo sport della vela anche un’attrazione turistica. The Club, in its 70 years of history, has fulfilled an important identity function for a maritime city like Chioggia. The relationship with the elements is a tradition of this area, but it also is an athletic discipline that lends itself to healthy living; so every year the CNC proposes a calendar Sailing School courses for children, teens, adults and anyone who wants to approach the sea and live a fun experience, surrounded by a unique and spectacular scenery as only the Chioggia lagoon can offer. And for those who already have very competitive agonistic ambitions is also the calendar of regattas and appointments with the sea including the inevitable “Chioggiavela”, born in 2012 in collaboration with the Municipality of Chioggia, the Pro Loco and Adriatic LNG, to make the Sailing sport also a tourist attraction. CIRCOLO NAUTICO CHIOGGIA Tel. 041 401565 - info@circolonauticochioggia.it www.facebook.com/ChioggiaVela

56

CALENDARIO CHIOGGIAVELA E REGATE 14 luglio 3  6° TROFEO MALIENI CAMPIONATO ZONALE DINGHY 21/22 luglio 51° TROFEO DELL’ADRIATICO DINGHY REGATA NAZIONALE COPPA ITALIA 4/5 agosto 63° CAMPIONATO ADRIATICO SNIPE CAMPIONATO ZONALE E COMBINATA DELL’ADRIATICO 19 agosto 4  1° TROFEO PUGNO E 12° TROFEO VOLTOLINA CAMPIONATO ZONALE OPTIMIST 8/9 settembre 1 9° CAMPIONATO ADRIATICO METEOR CAMPIONATO ZONALE 15 settembre METEOROSA 16 settembre BART’S BASH 17/21 settembre TROFEO METEORSHARING 21 settembre S  ERATA IN AUDITORIUM CON UN GRANDE PERSONAGGIO DELLA VELA NAZIONALE 22 settembre (pomeriggio) SOPRAIVENTI 22 settembre (sera) METEOR AL CREPUSCOLO 23 settembre CHIOGGIAVELA 30 settembre ZONALE LASER 6/7 ottobre 13° METEOR D’AUTUNNO E 8° COPPA MINIALTURA CAMPIONATO ZONALE

Per ulteriori approfondimenti sulla storia e sul programma del Circolo Nautico Chioggia collegati al sito dedicato attraverso il Qr-Code


VERNICIATURA A POLVERI E ZINCATURA L’AVANGUARDIA NEL SETTORE DELLA VERNICIATURA A POLVERI Trent’anni di esperienza, pongono la nostra azienda ad essere leader nel settore della verniciatura a polveri. In costante crescita, investiamo con lungimiranza ed entusiasmo impegnando le nostre risorse per esaltare tecnologia, standard qualitativi, assistenza e servizi per arrivare a soddisfare al meglio ogni esigenza del cliente PERCHÉ SCEGLIERCI: • tempestività, l’organizzazione aziendale e le attrezzature all’avanguardia permettono diversi cambi di tinta giornalieri garantendo l’abbattimento dei tempi di attesa per la restituzione del lavoro ultimato • disponibilità, grazie ad un sistema di trasporti consolidato è possibile la raccolta e la riconsegna anche di piccoli lotti di materiale da verniciare. Da noi è possibile verniciare e zincare qualsiasi superficie • economicità, è ottimo il rapporto tra qualità del servizio e costo dell’intervento

QUALITÀ, EFFICIENZA E CORTESIA

Anche consulenze tecniche e consigli per soddisfare l’esigenza del cliente più esigente

GPS Srl - Viale dell’Industria 6a Strada, 7 – 35023 Bagnoli di Sopra (PD) Tel. 049 9535317 - Fax 049 9539007 - info@gpsverniciatura.it - www.gpsverniciatura.it


Profile for Speak Out

CHIOGGIA - Città dell'Armonia 2018  

GIUGNO - DICEMBRE 2018 | Eventi - Jazz - Storia - Percorsi - Cinema - Arte JUNE - DECEMBER 2018 | Shows - Music - Theatre - Art - Cinema -...

CHIOGGIA - Città dell'Armonia 2018  

GIUGNO - DICEMBRE 2018 | Eventi - Jazz - Storia - Percorsi - Cinema - Arte JUNE - DECEMBER 2018 | Shows - Music - Theatre - Art - Cinema -...

Advertisement