Page 1

numero 1


Rieccoci L’idea, nata in occasione del ComicsDay, sta crescendo indipendente. Il successo del n.0 speriamo si ripeta in questo n.1, sebbene confessiamo di essere stati più confusi dal periodo estivo e da tanti progetti... Ma alla fine ne siamo soddisfatti, ci scusiamo se qualcuno non ha ricevuto risposte chiare o sollecite, e speriamo di avervi tutti qui! E anche fra sei mesi, prossimo Comics Day con il n.2! Questa a tutti gli effetti può diventare una rivista online, una rivista che, proprio per le sue qualità di gratuità e leggerezza, può essere soprattutto attenta agli autori nuovi, agli esordienti, ma, perché no, anche a grandi e vecchi classici e a uno scambio di opinioni. Ognuno mette il suo lavoro come quota di partecipazione, noi redattori, voi autori, il grafico... e proveremo a inventarci qualcosa di più, nei limiti dei tempi che si possono dare. Un bimestrale offre questa libertà, anche di trasformarsi... Intanto due parole su questo numero, che vede autori tanto diversi tra loro, non solo per esperienza e stile, ma anche per generi, scuole ed età. Dai 18 in su, i nostri autori, e non sempre è facile capire chi ne ha 18 e chi 35, perché i riferimenti sono vari. E questa è una bella cosa, che ci fa capire di non schematizzare le generazioni, di non semplificare definendo manga o supereroico o bonelliano o... mille le sfumature. Quelle qui presenti mi sembra che, senza forse mantenere le proporzioni, ben rappresentino le tendenze del fumetto oggi. Anche per questo è interessante questo spazio. Alcuni autori sono iscritti ai nostri corsi online, altri sono nostri lettori cartacei, altri frequentano la rete. Gli spazi si stanno moltiplicando e il Web – è innegabile – è sempre più forte. In che direzione si evolverà? Non lo sappiamo, ma questa rivista sarà una buona cartina al tornasole. Ultime parole su questa uscita: Veronica compare eccezionalmente con due storie. L’abbiamo fatto perché nel n.0 era stata avvisata troppo tardi (e non era in Italia) che le sue tavole erano di formato troppo ridotto. La seconda storia ha stile così diverso che ci dispiaceva privare l’autrice della possibilità di pubblicare entrambe. Un’altra eccezione è per Stella, sempre poca chiarezza nello spiegarci. A lei concediamo la sola preview della storia parigina. Siamo ancora un po’ in difficoltà per seguire tutte le comunicazioni, e non abbiamo voluto escluderla, ma ricordate: SOLO STORIE INEDITE (anche in web) e SOLO STORIE COMPLETE (anche se seriali)... Un saluto a tutti in attesa del n.2 e buona lettura! Laura Scarpa e Andrea Leggeri

2

disegno di Antonio Vinci

C MICSWEB


soMmario Ninja – Fuoco Senza titolo L’ora del sogno La macchina a vapore La camelia gialla Una lettera al Ministero Brunetto Parole in rete – Hugo Pratt Primavera Robotica La freschezza innanzitutto! L’importance de la vie – Preziosa Ritornare in Italia Una tarda notte di fine estate Parole in rete – Bastien Vivès Narciso In bilico Dolce come fiele Ice limone La candelabra Parole in rete – Gipi Il gobbo di Notre Dame La casa degli studenti La sua “magia” Era una notte quieta e luminosa La maledizione del tempo Uno dei tanti Senza titolo La botola La solitudine dei numeri primi La telefonata Una golosa a Parigi

Pag. 4 Pag. 10 Pag. 12 Pag. 16 Pag. 20 Pag. 24 Pag. 26 Pag. 28 Pag. 30 Pag. 38 Pag. 38 Pag. 44 Pag. 48 Pag. 52 Pag. 54 Pag. 59 Pag. 62 Pag. 66 Pag. 70 Pag. 74 Pag. 76 Pag. 84 Pag. 92 Pag. 98 Pag. 100 Pag. 104 Pag. 108 Pag. 116 Pag. 124 Pag. 125 Pag. 126

Tutti gli autori

Pag. 129

COMICSWEB #1

È stato curato da Laura Scarpa, Andrea Leggeri e Diego Coniglio. Grafica di Sebastiano Barcaroli. il blog della rivista è: comicsweb-coniglio.blogspot.com

Copertina di Lamamutt

Il © dei fumetti qui pubblicati è esclusivamente dei rispettivi autori.

3


Andrea Chronopoulos

4


5


6


7


8


9


Antonio Sileo

10


11


Lamamutt

12


13


14


15


Federico Brunetti

16


17


18


19


Shadi Givehchian

20


21


22


23


Matteo Enrico

24


25


PAROLE IN RETE © Cong

26


«

Si è cominciato col pennino. Lo si cercava morbido, che potesse fare il segno grosso e il segno fino: Guillote o Gillette americani. Credo di averne ancora adesso centinaia, di varie specie. E non perché li usi, ma per un fatto affettivo. Rimangono un bell'oggetto, oltreché utile: una prolunga della tua mano. Ma si andava anche alla ricerca di altro. Evidentemente io mi sono fatto col pennello di martora, il Winsor & Newton, perché era più elastico di un altro, durava di più, aveva una certa punta. Con il pennello si impara anche il gesto della mano, del braccio... Col pennello lavoravo in parte già in Italia, ma in Argentina in effetti molto di più. Fino alla grande scoperta, almeno per me, del feltro, il pennarello, che ti dà un segno esatto e soprattutto molto veloce. Ma questo è stato molto tardi, negli anni Sessanta. Inoltre, evidentemente imparavo delle cose strada facendo; per esempio, a lavorare con la biro color rosso se non avevo il nero, perché intanto per la riproduzione fotografica era lo stesso. Ma quando sai disegnare non importa con cosa, ti adatti a quello che trovi; potrei disegnare anche con l'unghia, con il dito intinto nella china, con uno stecchino. Adesso io qua ho un bellissimo studio, ma ho lavorato quasi sempre in cucina, lavoravo in salotti, nei tinelli... (dall’intervista a Hugo Pratt di Ferruccio Giromini)

27


Mariela Camblor

28


29


Francesco Marrello

30


31


32


33


34


35


36


37


Maudit

38


39


Jeikappa

40


41


42


43


Aurora Cacciapuoti

44


45


46


47


Matteo Farinella

48


49


50


51


PAROLE IN RETE

«

C'è molto da dire perché mio padre è un pittore e illustratore. La cosa che ho fatto dall'inizio è stata disegnare, e per me subito il disegno è stato una cosa seria. Mi divertivo con mio fratello, più piccolo di me di due anni, e disegnavamo sempre insieme: fino a 14 anni tutte le vacanze le passavamo quasi solo a disegnare. Un po' come accade nel fumetto di Pierrot di Baudoin, che mi piace molto e che sembra proprio parlare di me e mio fratello. Per me era una cosa piuttosto seria che faceva sì che mi ponessi domande, mi dessi risposte, cercassi molto. Era il mio modo di esprimermi. Facevo anche sport, varie attività, parlavo con le persone, gli amici, questo era il divertimento, come dire, era un po' l'altra vita.

52


Ma il fumetto, il disegno, già da piccolo lo affrontavo in modo molto serio, volevo fare le cose bene, cercare il tratto... Per esempio con mio fratello stavamo seduti vicini a disegnare e così passavamo tutte le vacanze a dirci: “Ok, adesso facciamo un leone”, e disegnavamo un leone. Poi guardavamo e dicevamo “Uhm, bello!”. “E adesso disegniamo un’altra cosa...”. Oppure prendevamo i fumetti delle Tartarughe Ninja o cose del genere e li copiavamo. (Bastien Vivès, in un’intervista per «Scuola di Fumetto»)

© Bastien Vivès

53


Veronica Carratello

54


55


56


57


58


Veronica Carratello

59


60


61


Simona Simone – Stefano Stanzione

62


63


64


65


Rita Magnaterra

66


67


68


69


Marco Taddei – Simone Angelini

70


71


72


73


PAROLE IN RETE

«

Sei anni fa trovai un bel blocco di carta bianca. Una carta di bassa qualità. Fogli spillati. Non so da dove venisse, me lo trovai in casa. Non era un blocco acquistato in un negozio. Forse veniva da una tipografia. Lo presi. Sulla prima pagina (un'ideale copertina) scrissi "La mia vita disegnata male". Non sapevo cosa fosse quella frase. Ma nella mia idea c'era una specie di diario delle cose che non avevo mai raccontato. Lo immaginai, appunto, "disegnato male". Non immaginai altro, a dire il vero. L'ho ritrovato anni dopo. Al momento giusto credo. C'erano questioni del mio passato che volevo chiudere ed una gran voglia di farlo nel modo più buffo possibile. "Disegnare male" sarebbe stato necessario per lasciare il massimo spazio all'umorismo. L'idea del libro è nata così. Se ne è stata nascosta per sei anni, e poi ha preso il comando. (Gipi in un’intervista per «Scuola di fumetto»)

74


© Gipi

75


Esposito e Py

76


77


78


79


80


81


82


83


Cristina Portolano

84


85


86


87


88


89


90


91


Michela Tobido

92


93


94


95


96


97


Gianni Gentile – Giancoso

Gianni Gentile e Giancoso

98


99


Paolo Volpi – Andrea Brunetti

La Maledizione del Tempo

100


101


102


103


Andrea Fini – Daniele Sorgente

104


105


106


107


Sasà Saraceno – Graziano d’Elia

108


109


110


111


112


113


114


115


Antonio Costantini – Nicolò Fornasini

116


117


118


119


120


121


122


123


Ignant

124


125


Stella

126


127


128


tutti gli aut ri Andrea Chronopulos (Atene, 1990) Studente presso lo IED Illustrazione di Roma, non ha ancora pubblicato su carta ma è presente in rete con due blog: www.fatalerrorasd.blogspot.com, dove carica i suoi lavori di illustrazione e fotografia, e www.ninja-asd.blogspot.com, dedicato ai fumetti del suo personaggio Ninja. Antonio Sileo (Potenza, 1987) È tra i fondatori di «Collettivomensa», rivista autoprodotta di letteratura e fumetti. Collabora con vari esponenti dell’underground italiano in veste di disegnatore da palco e grafico/fumettista, nonché con la rivista underground-punk autoprodotta «Lamette». Lamamutt Maurizio Lacavalla Studente 18enne di un liceo scientifico, il disegno è stato da sempre una passione divoratrice di ogni altra cosa. Si dedica al fumetto, ma anche alla pittura e all’animazione in stop-motion (http://www.youtube.com/watch?v=TomDAZdul1M). Vincitore al Premio Nuvoloso 2010, esordisce sulla rivista «Scuola di Fumetto» e ha frequentato il corso estivo Ascuoladifumetto-online della Coniglio Editore. Federico Brunetti Federico in arte "fe", ha 26 anni e abita a Correggio, in provincia di Reggio Emilia. “I miei studi riguardanti il disegno sono stati purtroppo limitati, il più è venuto fuori come autodidatta”. Lavora come dipendente in un'azienda di Carpi e “arrotonda” come illustratore e insegnante di breakdance. http://federicobrunetti.blogspot.com> Shadi Givehchian (Modena, 1988) Diplomata nel 2007, commessa in un forno pasticceria, frequenta il corso di fumetto presso la Scuola internazionale di Comics di Reggio Emilia. Ha realizzato illustrazioni per la presentazione del libro L'eleganza del riccio e volantini per manifestazioni organizzate da una scuola materna. Matteo Enrico (Chivasso, 1988) Studente di Architettura, disegnatore autodidatta, ha partecipato a concorsi e mostre e realizzato loghi e locandine per realtà locali. Realizza fumetti da sempre, raccogliendoli dal 2008 nel suo blog enricomics.blogspot.com. Nel 2009 ha ottenuto una menzione al Premio Pietro Miccia a Torino Comics.

Mariela Camblor Studentessa argentina di 23 anni. Il suo blog è marieliptus. blogspot.com. Xuthia Francesco Marrello (Catania, 1975) Catania 1975, autodidatta in tutte le discipline artistiche. Esordisce sulla rivista COMICSWEB con il fumetto “Spectaculum”. Maudit Claudio Naccari Giovane disegnatore messinese, il suo blog è: M’ink http://claudionaccari.blogspot.com/. Jeikappa Daniele La Rocca (1992) Diplomato al liceo artistico Nicolò Barabino di Genova, da pochissimo frequenta la Scuola internazionale di Comics, sede di Torino. Aurora Cacciapuoti Psicologa con la passione per il fumetto e l’illustrazione, ha creato il marchio Nekocherry con cui firma magliette, borse e ceramiche disegnate a mano. Vive a Edimburgo, esperienza da cui è nato il suo fumetto My Life in Edinburgh pubblicato su nek-cherry.blogspot.com. Matteo Farinella (1985) Sta conseguendo un dottorato in neuroscienze presso la University College of London. Pubblica i suoi lavori a fumetti su matteofarinella.wordpress.com Veronica Carratello Nata a Novara nell’88, Dopo aver frequentato il Liceo Artistico di Novara, ha ottenuto il diploma di fumetto presso la Scuola Internazionale di Comics di Torino. Ha lavorato a illustrazioni, manifesti e fumetti per opuscoli divulgativi. Il suo blog è vecicomix.blogspot.com. Simonadyd Simona Simone (Piano di Sorrento, 1975) Laureata in Conservazione dei Beni Culturali e diplomata in Fumetto presso la Scuola Italiana di Comix, lavora come artista dedicandosi a illustrazione, pittura, scultura, fumetto, aerografia, bodypainting. Ha lavorato come fumettista e vignettista per «La Testata», ha vinto il premio Menzione Fumetto Realistico al Premio Miccia del Torino Comics 2008 ed ha illustrato diverse pubblicazioni, tra cui: Luce di tenebre di Monica Fio-


rentino, Petali di vita di Francesca Di Nola, il manuale per la Protezione Civile della Campania, le cartoline del treno storico La Spezia-Perugia. Attualmente è impegnata nella realizzazione del numero speciale di "Spektral", il nuovo fumetto creato da Gianluca Piredda.

grafia e i personaggi un po' pazzi creati da Gabriele Esposito. Cristina Portolano (Napoli, 1986) Dal 2007 al 2009 è segnalata al concorso Komikazen. Ha vinto un premio al concorso Arena del Fumetto (2007) e nel 2009 il concorso Coop for Words. Ha inoltre pubblicato illustrazioni sulla rivista «Illywords» e una storia a fumetti sull’antologia Ich/I/Je/Io (Mami Verlag, 2008). Laureata in fumetto e illustrazione ma dedita alla fotografia analogica, attualmente in Erasmus a Parigi. Dal 2009 è nel gruppo Ernest.

Stefano Stanzione (Napoli, 1981) Ha conseguito il diploma in sceneggiatura presso la Nuova Università del Cinema e della Televisione di Cinecittà, di seguito si è iscritto al Dams. Contemporaneamente ha frequentato l’Istituto Europeo di Design e ha ottenuto un Master in scrittura cinematografica e televisiva. Nel 2005 ha iniziato a scrivere recensioni di film, ed ha firmato la sceneggiatura per il corto Brindisi a colazione. Nell’estate 2007 il suo cortometraggio Attraverso i suoi occhi è stato trasmesso da Rai Futura Tv. Ha lavorato come dialoghista per la docu-fiction Task Force di Luca Guardabascio e nel 2008 un suo format televisivo dal titolo Overdose di stelle ha suscitato l’interesse di Second Tv. Come lucertole è il suo esordio nella narrativa.

Michela Tobiolo Dopo gli studi presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, prende parte a varie collettive di pittura, collabora alla realizzazione di scenografie teatrali e progetti grafici di varia natura. Attualmente collabora con la fanzine «Carta Straccia». Il suo blog è michelatobiolo.blogspot.spot. Gianni Gentile (Morcone, 1977) Diplomato all’Accademia di Belle Arti, è fumettista e illustratore. Il suo blog è fuoristapiovendo.blogspot.com.

Rita Magnaterra (Ancona, 1965) Diplomata nel 2003 presso la Scuola Internazionale di Comics.

Giancoso Misterioso sceneggiatore.

Simone Angelini (Pescara, 1980) Disegnatore da sempre, attualmente è impegnato in un’iniziativa editoriale autoprodotta e autofinanziata chiamata «Carta Straccia», che raccoglie artisti che spaziano dalla grafica digitale alla fotografia, dalla pittura al design. Alcuni suoi fumetti e illustrazioni sono pubblicati su www.simoneangelini.tk.

Paolo Volpi (Roma, 1982) Diplomato alla Scuola internazionale di Comics nel 2004, ha frequentato l'accademia di Belle Arti di Roma. Pubblica per la rivista Bambù Magazine e si occupa di aerografia. Pubblica i suoi lavori in coppia con Andrea Brunetti su inbrushwetrust.blogspot.com/.

Marco Taddei (Vasto, 1979) Dopo gli studi a Macerata lavora in alcune agenzie di pubblicità tra l'Abruzzo e le Marche. Fotografia e scrittura sono passioni che si sono sviluppate di pari passo. Ha pubblicato una raccolta di racconti grotteschi e sogghignanti a nome Assurda (Edizioni Sabinae, 2008) ed una raccolta di poesie avventurose a nome In Dosi Minime (Firenze Libri, 2009). Attualmente collabora con riviste, webzine e fanzine, in particolare concentra le sue energie su «Carta Straccia».

Andrea Brunetti (Roma, 1982) Laureato in biologia, è da sempre appassionato di scrittura e letteratura. Pubblica i suoi lavori in coppia con Paolo Volpi su inbrushwetrust.blogspot.com/. Finello - Andrea Fini 34enne romano, perito elettronico, grafico e programmatore informatico. Analista/Programmatore presso una media azienda informatica, linguaggio Java. Amante del fumetto d’autore e americano, con hobby per l’arte, il basket e la pesca… ma soprattutto il fumetto! (iscritto al corso annuale di fumetto online della Coniglio Editore) .

Gabriele Esposito (Mestre, 1983) Vive a Marsiglia dal 2007, dove lavora come ricercatore universitario. Appassionato di fotografia, espone e pubblica sulla stampa specializzata francese. Nel 2009 combina immagini reali a disegni e pupazzi realizzando un piccolo corto di animazione stop-motion, "Scent of a Cow", presentato nella sezione web del Mestre Film Fest. Nel 2010, l'Ispettore Vacca trova la sua dimensione definitiva come personaggio a fumetti.

Daniele Sorgente Ha 27 anni e vive a Trento dove lavora in uno Studio Legale. Ama leggere e scrivere, non necessariamente in quest'ordine.

Stéphane Py (Marsiglia, 1971) Annovera tra i suoi interessi la Gran Bretagna, il Web, la foto-

Sasà Salvatore Saraceno (1989) Disegnatore autodidatta, ha pubblicato esclusivamente sulla 130


fanzine «Art Comics Degenerate» (A.C.D.) e sul suo blog sasacomics.spaces.live.com/. Graziano D'Elia (Torricella, 1988) Autore e sceneggiatore per fumetti, cinema, tv e teatro. Il suo sito è www.grazianodelia.jimdo.com. Antonio Costantini (1980) Laureato in Ingegneria Informatica. Nicolò Fornasini (1983) Diplomato al Liceo Scientifico. Ignant (Paolisi, 1973) Ignazio Piscitelli, in arte Ignant, vignettista, pubblicista e fumettista. Collabora con numerose testate e ha vinto diversi premi umoristici e di disegno. Stella Santin (1980) Fumettista autodidatta e pittrice con tecnica a olio. I suoi lavori si possono vedere in rete su allstella.wordpress.com e www.pittoribiassonesi.it/index_file/Page1375.htm.

comicsweb n.2

vuole anche te! manda i tuoi disegni a:

lascarpa@coniglioeditore.it E andrea_leggeri@scuoladifumetto.com


www.coniglioeditore.it

...ALSO PAPER addicted!

bimestrale di informazione fumettistica scuoladifumetto.com mensile fumetti, storie, la vita e nient’altro animals-theblog.blogspot.com


I MAESTRI DEL FUMETTO VI DANNO UNA BELLA LEZIONE!

Quando il senese Giovanni Ticci entra a far gruppo di disegnatori dell’esclusivo Tex è il 1967 e il partecreato Luigi Bonelli e Aurelio di da Gian Galleppini è già da ranger molti anni una figura fondamentale della cultura popolare e del costum Malgrado ciò, grazie a una e italiani. personalità artistica fuori dal comune, progressiv

GIOV

es , 1962)ista «Fumo dilo (Milano parte del lla riv 1991 su. Nel 1992 entra a farquale crea la per il China» dalla

ntrepido» ta poi staff dell’«I rayliz, pubblica alla Sergio Sp graffit ara cs. Approdato ma su «Legs mi Star Co itore, lavora dappri rali «Gea» est Ed sem li i poi l’alBonel da lui, e per creare Weaver» interamente curati (disegni di o des e «Lilith», fico Dragoner gra s Humanoï bo mono tteoni). Per Le ie Morgana Ma ser Giuseppe sceneggiato le ngaku (con ha i) e Ra Associès ert Alb rio (con Ma Vincenzo). di Di è critico aMaurizio i (1968) Sp Casiragh b-magazine Lo di Alberto ta we per il alla raccol ri, fumetti tecipato vie par (La o Ha . dop zioBianco men – 20 anni la 24 Hour tch del ato saggi Wa tra i promotori è lana ha cur 2006) ed cs. Per questa col Italy Comi i (2008). Gip e um il vol

€ 9,50

TO • MET I FU TTO LA D UME SCUO ONI DI F LEZI

ENOCH LUCA

€ 10,00

SCUOLA DI FU METTO • LEZIONI DI FU METTO

LEZIONI DI FUMETTO

(Coniglio Editore, 2009). Graziano Romani (Casalgra nde, 1959) è un cantautore e scrittore con dieci album solisti all’attivo, tra cui il fortunato del 2009 Zagor King of Darkwood disco . Nel 2011 ultimerà la realizzazione di My is Tex, ambizioso concept album name dedicato al ranger bonelliano.

OCH nel LUCA EN ordisce

TO FUMET NI DI LEZIO

pre partire con ione con e sem 1967, dopo ndo al suc dal ria. una proficua approccio conversaz ma anche ne arriva ione una stocollaboraz conta il suo tecnica,con il un professio mercato zione di ivamente l’autore rac è approdato alla com ica statunitense assieme al suo ne esclus e po, nellamaestro Alberto Giolitti, entraen a eg far parte cizi, e com non è mai questio e del suo svilup sc dello di staff di «Tex», ro e, a sie in breve lavorodil’ucuiltidiviene o principale mae su di uno stil , frutto di un pen su tempo il il innovator al ta taale grafico, on fan ylizpunto sug scelta ide gestioni o sso Spradibile och racc diimprescin a tra di riferiment gini speper i e Luca En i esordi futuri l’avventur ri di Aquila nelrealizzato della Notte. del da imma to volumgnatore, dagldamente immerso corredate portanti autori Moreno In ques pagine Burattini (San e dise ore profon fiche. Ottanta1962) dei più im Marcello Pistoiese, giatore a Lilith. Un authe o di èunilocuratore e il principale scenegriogra ativ sto cre creaturapprofondite ricerctecniche e il processo giatore del mensile «Zagor» della Sergio Bonelli Editore. Ha scritto numerosi o le stiche e saggi ci rivelan sul fumetto, tra cui, con Graziano inedite, che olare italiano. Romani, Gallieno Ferri. Una vita pop con Zagor fumetto

graf fiti asy tra po del fant La via viaggi nel tem e

GIOVANNI TICCI

Ticci riesce amente dal modello “classico” e a imporre la propria versione ad affrancarsi Tratteggiato con un segno netto di Tex Willer. e tagliente che aggiorna la lezione hi co e nero come Milton Caniff, estetica di maestri del bianCasirag erto Alex Pratt, il Tex di Ticci so e “moderno” rispetto a quello Toth e HugoAlb di Galep, influenzando in maniera appare più duro, nervocessivi interpreti di Aquila della determinante tutti i sucNotte. Dopo aver firmato per questa stessa collana la fortunata monograf tore grafico di Zagor, Moreno ia su Gallieno Ferri, il creaBurattini e Graziano Romani esaminano stavolta la carriera opere di un altro fuoriclasse e le assoluto del fumetto avventuro so italiano, riconosciuto e amato da più generazioni di lettori.

ANNI TICCI per andarci ne e (Siena, rrebbe1940) debutta giovairazio non vonissim come autore a lunga di funti dio isp re... chiro, le fo o un to au metti lavoran prendondo per loleStudio grande odo di lavo esti volDami. umi com te la qua un ran du da Nel , 1958 et Qu ale dà avvio al ese suor-ultracini, il m in un libro. o e int ernazion A lezione quantenn ale rapportoe i primi i segret ian l’editore ne me letture con le pridisegnand la ricerca Sergio Bonelli carpirneiche? Una lezio atori del fumetto ital, attraverso oro,Franco lavcon Bignotti, la di o, ata egn serie metodo stione Adi le tecn grandi dis queWest”. l’arte disegn cesso. Il“Un ragazzo nel Far

IN LIBRERIA oppure ORDINALI SUL SITO CONIGLIOEDITORE.IT

di macollana a Questa fianca la rivist», nuali afa di Fumetto nme «Scuol rpa Sca , un

Moreno Burattini – Grazian o Romani a Laura document dirett a da fumetti che creativi e sile “sui” gi a i passag rono alla cor e analizz etti. li che con industria editoriale di fum , ne grafica produzio è mono collana to a un Quest a è dedica i volume rofondiapp cioè ogn e Un “americano” per Tex presenta autore, e creativo. percorso una lunga sce il suo artista, con il proprio È lo stesso crive ni, che des intervista ativo e le sue tec cre tan processo e, presen e lizzazion nd che di rea ntando una gra me che do e com disegni inediti di sive fasi ces quantità suc ano le una document azione grafica di lizz della rea etti. cui storia a fum pria lezione in , he e pro Una vera ega fasi, tecnic spi arrivare l’autore zi per i, eserci he motianc material ma e finita, alla tavola gini di molte scelte, ale ori vazioni e ria person la sua sto il fumetto so racconta portato ver che lo ha so. e al succes Coniglio Francesco

TO • MET I FU TTO LA D UME SCUO ONI DI F LEZI


Comicsweb #1  

Comicsweb numero 1

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you