Page 1

Anno IV - n. 12 - Dicembre 2012

L’angolo del campione: Carlo Molfetta


Dicembre 2012

In copertina: Carlo Molfetta

In questo numero

 

Presidente Paolo Borroni Segreteria di redazione Orsola Alice Trevisan Hanno collaborato Paolo Borroni Simone Cotini Marina Cuccurullo Federica Di Bartolo Nunzia Farina Daniela Fierro Arianna Landi Luciano Montanari Angelo Ragno Matteo Simone Orsola Alice Trevisan Michela Vecchi Valentina Vulcan Ufficio Stampa FISURF Fotografie Archivio Confsport Italia e Roma S.S.D. a r.l. Impaginazione e Grafica Federica Di Bartolo

12 

Ginnastica

 

LeReginedellaGinnastica DiLucianoMontanari

 

13 

Ginnastica

 

AppuntamentoaNorcia DiOrsolaAliceTrevisan

 



16 

Formazione

 

LaRieducazioneMotoriainAcqua DiSimoneCotini

 

19

Fisurf

  GaestaSurfMaster2012 BlackWave    DiUfficioStampaFisurf

La collaborazione a questo notiziario è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita

20 

Psicologia

  

VisualizzareperilRilassamentoe laPerformance DiMatteoSimone

Confsport Italia Sede Nazionale Via dell’Imbrecciato, 181 00149 Roma Telefono 06.55282936 06.5506622 Fax 06.5502800 Indirizzo mail info@confsportitalia.it Sito web www.confsportitalia.it

22 

SportdiSquadra

  

LoSportdiSquadra:Insiemeper Crescere.UnInsegnamentodiVita DiMichelaVecchi

  

  

24 

Salute&Benessere

 

LaBellezzaeloSport DiFedericaDiBartolo

 


SOMMARIO NotiziariodellaConfsportItalia AnnoIVN.12–Dicembre2012

EDITORIALE

4

NonsoloSport

8

26 

PeriferiaAttiva:Lazio 

 

L’altraPiscina…inAcquaa TutteleEtàFaseInvernale   Ritmica

 

 

CampionatoRegionalea SquadradiSpecialità   Pallanuoto

 

 

PrimaVittoriainTrasfertaper laRomaPallanuoto   Pallanuoto

 

 

TorneoGiovanilediPallanuoto all’AthenaBracciano

PeriferiaAttiva:Trentino 

L’ANGOLODELCAMPIONE



29 

14

XVTrofeoInternationalGym

Ritmica

Alvial’attività20122013

PeriferiaAttiva:Campania 

GINNASTICA

Nuoto

 

29 

Il“Lupo”delquadrato





Nuoto



  

L’altraPiscina...inAcquaa tutteleEtàFaseInvernale   Ritmica

  

  

AQuarto(NA)ilCampionato RegionaleaSquadradi Specialità

30 

CONFSPORTITALIA


H

odecisodiscriverequestoedito riale in quanto sono tante le ri chieste di delucidazioni che per vengono alla Confsport Italia, da parte di dirigenti sportivi, commercialisti, av vocatiealcunevoltenotai,inmeritoanorma tivefiscalioriguardolastesuradiunostatuto. Lenormesullosportnonsonotante,malepiù importanti sono senza dubbio quelle fiscali, che troviamo raccolte sulla guida redatta dall’AgenziadelleEntrate,echeinvitoascari caredalnostrositowww.confsportitalia.it. Èvero,nonsempreillegislatoreèstatochiaro nella stesura dei provvedi menti, che spesso hanno do vuto subire delle modifiche e deichiarimenti. DisolitosonogliUfficidelCO NI, delle Federazioni Sportive Nazionali,degliEntidiPromo zione Sportiva o dell’Agenzia delle Entrate, attraverso sen tenze e risposte ad interpelli, a dare interpretazione o spie gazioni alle norme. Una volta chiarite, le norme devono essere rispettate. È normale che le piccole Associazioni Sportive

Dilettantistiche,perlopiùcompostedatecnici egenitoriappassionati,faccianofaticaadassi milarle:ma"ignorantialegisnonexcusat". Attraversoilnostrositointernetabbiamosem pre cercato, in maniera puntuale e precisa, di aggiornare le nostre Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche su tutte le tematiche che riguardano il mondo dello sport, tra cui il Decreto Legge del 13 settembre 2012 n. 158, relativoall’obbligodellapresenzadidefibrilla toriintuttiicentrisportivi. Mipreme,però,toccareunpuntocheritengo fondamentale per una Associazione o Società Sportiva Dilettantistica: “l’iscrizionealRegistroCONI”. A decorrere dal 2 novembre 2005èscattatol'obbligo,per le Associazioni e le Società Sportive Dilettantistiche, di iscrizione all'apposito Regi stro telematico tenuto dal CONI, al fine di continuare a beneficiare delle agevolazio ni,prevalentementedinatura tributaria, previste per tali enti dall'articolo 90 della legge 289/2002, che hariformatoladisciplinadelsettore.

L’importanza delRegistro CONI

4




Il Registro è lo strumento che il Consiglio Na zionale del CONI ha istituito per confermare definitivamente"ilriconoscimentoaifinispor tivi" alle Associazioni e Società Sportive Dilet tantistiche,giàaffiliatealleFederazioniSporti ve Nazionali, alle Discipline Sportive Associate edagliEntidiPromozioneSportiva.LeAssocia zionieSocietàSportiveDilettantisticheiscritte al Registro saranno inserite nell'elenco che il CONI,ognianno,devetrasmettereaisensidel lanormativavigente,alMinisterodelleFinan ze  Agenzia delle Entrate e che usufruiranno delle agevolazioni fiscali previste per l'attività sportivadilettantistica. Èilrappresentantelegaledell'entearichiede re la procedura telematica d'iscrizione, auto certificando il possesso di tutti i requisiti. Ciò determina un'iscrizione provvisoria, che deve 



L’EDITORIALE

essere validata dal Comitato territoriale del CONI entro cinque giorni, pena la decadenza, conl'iscrizionedefinitivaalRegistrodelleAsso ciazionieSocietàSportiveDilettantistiche. L'istituzione del Registro telematico, a partire dal2novembre2005,hacomportatonotevoli conseguenze, anche di carattere pratico, sulla disciplina,soprattuttofiscale,daapplicarealle AssociazionieSocietàSportiveDilettantistiche. Infatti,dalmomentocheconcretailriconosci mentodapartedelCONI,l'iscrizionenelRegi stroèdeterminante,aisensidell'articolo7del decretolegge136/2004,perilriconoscimento delle agevolazioni previste dagli articoli 143 e seguentidelTuir,nonché,diriflessodelleme desimeesenzionidisciplinatedall'articolo4del Dpr633/72,aifinidell'Iva. Va, inoltre, rilevato, solo a titolo di esempio, chelamancataiscrizionecomporta: x l'inapplicabilità delle agevolazioni previ ste in materia di imposta di Registro dall'articolo 90, comma 5, della legge 289/2002; x la non qualificazione dei compensi e in dennità erogati a sportivi dilettanti (nonché ai collaboratori amministrativi, indipendenzadirapportidicollaborazio necoordinataecontinuativa)trairedditi diversi, con la conseguente franchigia di esenzione,sinoa7.500euro(articolo69 delTuir); x l'inapplicabilitàdelledisposizioniagevola tive previste dalla legge 398/91, circa la determinazione forfettaria del reddito d'impresa, per le attività commerciali, nonché l'abbattimento sempre forfetta riodelvolumed'affari; x l'inapplicabilitàdelladisposizionederoga 5


x



6

toria prevista dall'articolo 10 del Dlgs 446/97, sulla determinazione della base imponibiledell'Irap; l'inapplicabilitàdelregimedifavore,pre visto dall'ultimo comma dell'articolo 149 del Tuir, unicamente a favore degli enti ecclesiastici e delle Associazioni Sportive Dilettantistiche.

Allalucediquantoprecede,possiamoconclu deredicendochel'istituzionedelRegistrodel leAssociazionieSocietàSportiveDilettantisti chehaportatoacompimentoildisegnodire visione proposto dall'articolo 90 della legge 289/2002, affidando un ruolo preminente e preventivodicontrollocapillarealCONI,prima ancora della fase di accertamento effettuata dagliufficifinanzia ri. Il CONI, con una c o m u n i c a z i o n e dell’8 settembre 2011inviataaiPre sidenti delle Fede razioniSportiveNa zionali, Discipline Sportive Associate, Enti di Promozione Sportiva e Comitati Regionali e Provin ciali del CONI stes so, ha reso nota una lettera con cui l’Agenzia delle En trate prende uffi cialmente atto del ladeliberazionedel CONI del 7 luglio 2011 con la quale viene previsto che «il riconoscimento provvisorio attri buito ai propri affi liati dalla FSN, EPS e DSA… anche in carenzadellaprevi sta iscrizione al Re




gistro sia da intendere quale riconoscimento definitivofinoal31dicembre2010». La lettera del Direttore dell’Agenzia delle En trate riveste una notevolissima importanza in quanto, ai fini dell’attività di controllo sulla corretta fruizione delle agevolazioni fiscali da parte delle Associazioni e Società Sportive Di lettantistiche, riconosce un effetto retroattivo adunaeventualemancanzadiiscrizionealRe gistro. Infatti,lanotadell’AgenziadelleEntrateripor ta:«Sipotràprocederealriesameinautotute la degli eventuali atti di accertamento emessi nei loro confronti e al relativo annullamento perlaparteincuiilrecuperosiafondatosulla mancataiscrizionealRegistroCONI». Quindi, per le Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche, regolarmente affiliate alle Fe derazioni Sportive Nazionali, Discipline Sporti ve Associate e Enti di Promozione Sportiva, che non avevano ancora provveduto a perfe zionarel’iscrizionealRegistroCONI,vienedefi nitivamente riconosciuta la validità delle age volazioni fiscali di  cuiavevanousufrui to, solo per le an nualitàprecedential 31dicembre2010. La Confsport Italia più volte ha richia matoleAssociazioni e Società Sportive Dilettantistiche ad una corretta lettura delle normative e messe dal CONI e dall’Agenzia delle Entrate.

L’EDITORIALE

Gli adempimenti per il riconoscimento ai fini sportivinonsonoattiburocraticimaelementi essenziali per rientrare nella normativa previ stadall'art.90dellalegge289/02(esuccessive modifiche). PurtroppoancoraoggirisultachediverseAsso ciazionieSocietàSportiveDilettantistichenon adempiono all’iscrizione al Registro CONI e questononèpiùgiustificabile,allaluceanche dellecampagnedisensibilizzazioneacuianche noidellaConfsportItaliaabbiamocontribuito. CredocheirappresentantilegalidelleAssocia zioni e Società Sportive Dilettantistiche do vrebbero prestare un po’ del loro tempo a questo adempimento, importantissimo per la loroAssociazioneoSocietàSportivaDilettanti stica,anchepernontrovarsiinsituazioniadir poco“imbarazzanti”. Comenonmai,inquestocasovaleildetto“il tempoèdenaro!”.  PaoloBorroni

7 




F

questo ragazzo, per averci dimostrato che i sogni possonodiventarerealtà. Dadovearrivailtuosoprannome“Lupo”? Nel 2009, alcune ragazze della Nazionale hanno iniziatoachiamarmiinquestomodoperchédice vano che quando sono fuori dal quadrato sono buono e gentile, come il lupo travestito da vec chietta nella favola di Cappuccetto Rosso. Poi, quando salgo sul quadrato, mi tolgo gli abiti da vecchiettaemitrasformonellupocattivo. Quando sei arrivato a Londra, sapevi che avresti conquistatounamedaglia? Sapevo che avevo le doti e le capacità per farlo, venivo tra l’altro da un quadriennio positivo. Ga reggiavoperlaprimavoltainunanuovacategoria, equestomimettevaaddossounpo’ditensionein più. Sapevo comunque di poter arrivare ad una medaglia:dalbronzoall’oroèsemplicementeque stione di giornata, se un giorno sei più in forma, invecediunamedagliaqualsiasiportiacasal’oro. QuandoglisportiviarrivanoalleOlimpiadi,hanno un grado di preparazione non CarloMolfettaeAnthonyObame indifferente. Cos’è che per mette ad uno di arrivare al quartopostoeall’altrodivin cerel’Olimpiade? Su sedici persone che si sono qualificate alle Olimpiadi, nella mia categoria, almeno dieci avrebberopotutovincerel’oro: il livello era altissimo. Quello che cambia è quanto la prepa razione che hai avuto sia stata mirata per le tue esigenze, quindi abbia colmato i vuoti cheavevi.Peralcuni,lecarenze

inoapochimesifa,eranopochicoloroi quali potevano vantare di aver visto le eccellentiqualitàfisiche,tatticheecarat teriali che Carlo Molfetta esprime nel quadrato. Fino a pochi mesi fa, c’erano persone chenonsapevanoneanchechifosseCarloMolfet taederanoignaredelfattocheproprioluisareb bestatounodi quegli atletiche,alleOlimpiadidi Londra,ciavrebberesoorgogliosidiessereitaliani. DopolaFinalediTaekwondochehadisputatocon tro Anthony Obame, Carlo Molfetta è entrato nel cuoredituttelepersonechesonorimasteincolla tealtelevisoreperammirarelasuaincredibileim presa. Oggi, grazie a Carlo, il Taekwondo è uno sportchevive,nonsoloperunanicchiadipersone appassionate, ma anche per chi fino a quel mo mentononavevamaiavutoachefareconquesto sport.OggivienevogliadiandareavedereiCam pionatidiTaekwondoecrescelacuriositàdiporta re i nostri figli nelle palestre per fargli praticare questo sport. Insomma ci sentiamo di ringraziare 

8


L’angolo del Campione possono essere la velocità, per altri  la resistenza. Si può anche arrivare alleOlimpiadiconunapreparazione non così attenta, oppure con moti vazioneevogliadivincerenonsuffi cienti. Su questi, la differenza la fa chi pensa: “IO VOGLIO VINCERE LE OLIMPIADI”,comeèaccadutoame, aLondra. “Voglio vincere le Olimpiadi” è quello che tu hai dimostrato ad o gni incontro. Ma c’è stato un mo mento in cui invece hai pensato “Noncelafaccio”? Nonhomaipensatocheunavversariopotessees sere più forte di me, anche se in semifinale sono entrato sul quadrato timoroso. Combattevo con l’atletadelMalicheerastato perduevolteCam pionedelMondo:luieraquellodabattere.Daun puntodivistafisicoeraspaventoso,misuperavain altezzadipiùdi20cmepiùditrentachiliinpeso. In più, era l’incontro che mi avrebbe permesso di andareamedagliacertaequestaeraunatensione aggiuntiva.Hoiniziatol’incontromoltoconcentra to,perchésapevocheseavessipersol’attenzione ne avrebbe approfittato. È stato il mio incontro perfetto, a livello strategico, quello che ricordo comeunapartitaascacchi. L’ultimocombattimentohaavutodell’incredibile

CarloMolfetta

e, nel momento in cui avevamo quasi perso le speranze, hai sorpreso tutti con la tua tecnica e conunaforzad’animomaivista.Hasorpresoan chete? C’èdadirecheglihodatounpo’divantaggiosolo perfarespettacolo(ride).Scherzoovviamente! Hosempreavutoforzad’animo,findaquandoero piccolo.Sonounapersonacaparbia,cercosempre diraggiungerelemetechemiprefiggo.Èlastessa caparbietàchemihapermessodinonsmetteredi fareTaekwondoquando,negliannichevannodal 2005 al 2008, ho subito quattro interventi allegi nocchia.Horiportatosulquadratoquellocheave vofattofinoaquelmomentonellavita.Quindi,il “Nonmollarefinoall’ultimosecondo”rappresenta



9


il mio tentativo di raggiungere il sogno che avevo dabambino. Che pensieri avevi durante gli incontri vissuti a Londra? Al primo incontro, la strizza di poter competere male e buttare al vento altri quattro anni era il pensieropreponderante:nonmelosareimaiper donato. Al secondo, ho iniziato a pensare che un piccoloostacololoavevogiàsuperato.Insemifina le, l’ultimo scalino prima di una medaglia sicura, sapevochedovevotirarefuoriunpo’piùdicorag gio. I pensieri, in quei giorni, non sono mai rivolti all’Olimpiade, ma al momento che si sta vivendo, incontrodopoincontro.Finoadarrivareaqualche secondoprimadellaFinale:quan do pensi che, anche se hai già conquistato una medaglia, non c’èmotivodibuttaretuttoalven to,edèilcasodiandareapren dersiquellapiùimportante. Invecequandoètoccatoaigiudi cisceglierelasuperiorità? Hocorrottoigiudiciconmilleeu ro.(ride) Scherziaparte.Inquegliattimiti passano in mente tante cose, quindi speri di aver fattobene.Vedevoilmaestrocheerasereno,qua siconvintocheavessivinto.Ioavevounpo’diri morsi perché, pur sapendo di aver dato il massi mo,pensavocheavreipotutofarequalcosainpiù. D’altra parte ho pensato che nonostante stessi perdendodi6punti,avevorecuperatoefattoGol denPoint:cel’avevomessatutta. Cometifasentirel’ideadiaverinchioda to milioni di Italiani allo schermo, anche quelli che conoscono pocoiltuosport? Questo mi fa molto piacere, anche se so che proba

bilmente è un momen to: il Taekwondo è una disciplina che si sta conoscendosoloorainItalia. Mirendefelicesaperechedurante quell’ultimoincontro,chemihannodet to aver avuto gli indici di ascolto più alti di tutti, ho fatto emozionare chi mi ha guardato, mi inorgogliscemolto. Nellatuadisciplina,latuaèstatalaprimameda gliad’oroOlimpica.Incheposizionetimettever soituoicompagnidisquadra? Nella stessa condizione di prima. Erocapitanoprima,comelosono ora.Nonè certounrisultatoche cambia la storia di una squadra. Conosciamobeneinostricurricu lum,nell’ambiente:imieicompa gni mi rispettavano prima, come iorispettoloro.Hosemprecerca to di essere un capitano com prensibileecomprensivo,cercan docomunquedicreareunospiritodisquadra;an cheseèquestounsportindividuale,ilfattodila vorare in un ambiente sereno consente di dare ancoradipiù.Sperochequestamedagliariescaa dareuninputinpiùatuttiqueiragazzichestanno crescendooranellaNazionaleecheavevanobiso gnodicapirequantol’Italiarealmentefosseforte in questo sport. Per loro, la mia vittoria e il terzo posto di Mauro rappresentano un segnale impor tante. Spero lo capiscano anche quei genitori che decidonodimandareiproprifigliinpalestra.IlTa ekwondopotrebbeessere,periragazzi,un’ottima scelta,anchedivita. CosatihadatoilTaekwondo? Ilrispettoassolutoversolepersoneche,algiorno d’oggi, è un valore davvero difficile da trovare. Il

Quandosalgosul quadrato,mitolgo gliabitida vecchiettaemi trasformonellupo cattivo.

10


L’angolo del Campione Taekwondoformailcarattereeinsegnacheambi zione e caparbietà sono elementi fondamentali ancheperlavitafuoridallapale  stra. Tu come hai iniziato questo sport?  Acinqueanni,perviadimiopa dre,chelopraticatutt’ora.Anda voconluiinpalestraperchéero una peste. Ovviamente all’inizio eraungioco:ma,piùcrescevo,piùlovive voepiùcapivoquantomipiacesse,finoad oggicheèdiventatounveroepropriola voro. GiàsognavileOlimpiadi? Hoiniziato asognarlea12anni.Poisuccesseche ufficializzaronoilTaekwondocomesportOlimpico, a Sidney. Da lì, preso dall’euforia iniziai a firmare autografiaimieicompagnidiscuolaealleprofes soresse dicendo che prima o poi avrei vinto l’oro Olimpico. Achiladeviquestamedaglia? Atuttelepersonechemisonostatevicino,sianei momentidigioiacheinquellidisconfortototale.I mieigenitori,gliamici,lamiaragazza. Oltrelatua,c’èunamedagliad’oroItaliana,cheti haresoorgogliosoedemozionatoparticolarmen te? Cenesonomolte.Apartiredalfiorettofemminile, che ha vinto bronzo, argento ed oro. Con Elisa Di 

Francisca, ad esempio, mi accomuna il fatto che anchelei,nell’ultimoincontro,erasottodiunpo’ distoccatee,comeme,hatrovatolaforzaelavia perrecuperareevincere.Leimihadettodiessersi emozionataaguardarelamiafinalepropriocome io mi sono emozionato a guardare la sua, forseproprioperilfattodiaveravutoquesti elementiincomune. Il 2 Dicembre combatterai per il  Campionato Italiano, a Roma. In che posizione ti metterai ora che hai vinto l’oro, di fronte ai tuoi avversari? Lastessaposizionediprima.Eroabbastanzatitola toanchesenzaoroperaffrontaregliItalianiinma nieratranquilla.Orahountitoloinpiùdadifende re,masenzafareilgradassoesottovalutareleco se.Prenderòlagaraperquellacheè:unCampio natoItaliano,acuitengoparticolarmente. Comevediiltuofuturo? Vorreiincidereundisco,fareunfilm(ride).No!Il mio futuro sarà comunque nel Taekwondo, uno sport che mi ha dato tanto e mi continua a dare tantesoddisfazioni.Cercheròdicrearetantomovi mentointornoaquestosportperfarcapiretuttii benefici che porta: in Italia può prendere piede. Nelmondo,èunodeglisportpiùpresenti;gliita liani sbagliano a considerarlo uno sport minore. TrediciportabandieraaLondraeranoatletidiTae kwondo, come la ragazza dell’Inghilterra che ha lettoilgiuramentoallacerimoniadiaperturadelle Olimpiadi: questo è un dato significativo che ci fa capirequantosiaunmovimentopresenteintutto ilmondo. AriannaLandi

11




N

e l l o sport esistono epoche, meglio definite “ere”, legate alle imprese di una squadra o di un atleta.Chinonricordail“Milandi Sacchi”oil“NapolidiMaradona”?Nellaginna stica, sia artistica che ritmica, ci si rifà a cam pioni e campionesse che hanno fatto scuola e storia.OlgaKorbut,NadiaComaneci,lebulgare nella ritmica, dal gruppo di RaevaRalenkova Ignatova fino a Panova e Petrova, e quindi le russeconintestaAlinaKabaeva,un’atletacha ha saputo raccogliere più di quanto meritasse vincendotutto,maperquestonon“amata”da tutte le fan della disciplina. Un po’ come sta accadendoperEugenia,capacediconquistare dueoriolimpici,17iridatie13europei.Eppu re, per la 22enne di Omsk, non ci sono stati soloconsensinellasuabrillanteegloriosacar riera:molte,infatti,lepreferisconoledueDa rie, Kondakova e, soprattutto, Dmitrieva (sarà lei la nuova regina della ritmica internaziona le?). Nonc’èdubbio,comunque,cheilperiodoche

EugeniaKabaeva 12



(Johnson,Liukin,Memmel,Peszek,Sacramone,Sloan)

va dal 2007, ma soprattutto dal 2009, fino ai Giochi di Londra, passerà alla storia come l’”EraKanaeva”. Nell’artistica,invece,sipotràparlarediun’era Statunitense, segnata da tante vittorie delle ginnasteastelleestrisce.Dal2007(quindido po l’exploit di Vanessa Ferrari, accompagnato dalsuccessodellecinesinellagaradisquadra, ad Aarhus) in poi, su sei gare, due Olimpiadi (Pechino e Londra) e quattro Mondiali (Stoccarda, Londra, Rotterdam e Tokio), sono bencinqueleamericanesalitesulprimogradi no del podio individuale: Johnson, Liukin, Slo an, Wieber e Douglas, con l’eccezione della russaMustafinaaRotterdam. Nella gare per Nazioni, invece, il  bottinostatunitenseèdel60%con 3vittoriesucinquegare:aStoccar danel2007,aTokionel2011epo chi mesi fa a Londra. Quando non hannovintole“USgirls”sonosem pre arrivate seconde. Una supre maziachesembradestinataacon tinuare. 

LucianoMontanari


Ginnastica 

I

niziaufficialmentelanuovastagione sportivadellaSezioneGinnasticaRit micadellaConfsportItalia:siprean nuncia un anno ricco di interessanti novitàcheabbiamovolutoriservareallenostre AssociazionieSocietàSportiveDilettantistiche. Anche quest'anno toccherà alla cittadina di Norcia (PG) ospitare la prima delle manifesta zioniinprogramma:ilCampionatoaSquadradi Specialità. Lenostreginnasteeiloroaccompagnatoritor nanosemprecongioiaaNorcia,capacediab binareipiaceridellabuonaforchettaacornici naturalistiche, e che accoglie i nostri appunta menti con calore e un'ospitalità senza pari. Il15e16dicembrenell'accoglientePalazzetto dello sport, messo a disposizione dall'"OspitalitàBianconi",sempreprontaasod disfarelenostrerichieste,sidisputerà,aparti redalprimopomeriggiodisabatopertermina renelpomeriggiodelladomenicailCampiona to,forsepiùaffascinante,traquelliorganizzati dallaConfsportItalia. Almomento,leRegionichehannodatolaloro

adesione sono Lazio, Campania, Liguria, Lom bardia,ToscanaeAbruzzo.Sarannooltre300le ginnastechesiesibirannoinpedanainrappre sentanzadicirca80squadre. LesquadredellacategoriaGiovanissimegareg gerannoacorpolibero,leAllieveconlapallae laprimacategoria(giovanissimeeallieveinsie me)concerchioefune.Perquantoriguardale più grandi, la categoria Junior si esibirà con la palla,leMasterconilcerchioelasecondaca tegoria(JunioreMasterinsieme)concerchioe nastro. Nel numero di gennaio, vi racconteremo, con numerose testimonianze e commenti dei par tecipanti,comeèandatalagara. Viricordiamocheiprossimicampionatiprevisti sono:SerieBeSerieCdiSpecialitàil252627 28aprile2013aNorcia,SerieAdiSpecialitàe Goldil101112maggioaSpoleto(PG),Grand Prix delle Società il 242526 maggio a Lucera (FG) e il 16 giugno l’VIII Trofeo Internazionale diGinnasticaRitmicaaSpoleto(PG). Inboccaallupoatuttelesquadre!

OrsolaAliceTrevisan



13




 

P

oi non dite che non ve l’avevamodetto!!Èfinalmenteufficiale:il14e 15 giugno 2013, nell’entusiasmante cornice dell’Anfiteatro Romano della splendida Spole to,sidisputeràilXVTrofeoInternationalGyme ilXXIICampionatoItalianodellaCoreografia,la manifestazionecheèilfioreall’occhiellodella ConfsportItalia.Il16giugnotoccheràallagin nasticaritmica,conl’VIIITrofeoInternazionale. Cambialalocationquindi.Dopoaverfattofio 



14

rire, a giugno scorso, la bellissima piazza del DuomodiSpoletodicoreografiespettacolarie diemozioniuniche,ilXVInternationalGymcal cheràunpalcoscenicodabrividi.O,meglio,da repertiarcheologici:infatti,l’AnfiteatroRoma no in cui si svolgerà la manifestazione risale addiritturaalprimosecoloavantiCristo! Preparateapuntinolevostreesibizioniquindi: pensateacomevipotretesentireadanzarein unluogocosìintrisodistoria… Il Trofeo InternationalGym è particolarmente amatodallaConfsportItaliaperchéscatenain noi e nei nostri partecipanti un entusiasmo e una soddisfazione senza pari, che ci ripagano allagrandedituttiglisforzifattidurantel’anno per organizzare una manifestazione di questa portata,checoinvolgecosìtantipaesiditutto ilmondo. Inqueigiornidifesta,l’intrecciodilinguaggi,di età,dicoloriedisuonifasbocciarenuoveami cizie durature, accende la speranza di tutti i


Ginnastica 



partecipantiversounfuturodicondivisione,di scambioesoprattuttodirispettodiideeetra dizioni, insomma la speranza di una pacifica convivenzainunmondoormaiglobalizzato. Eproprioaquestocipiaceassistere:bambinie ragazzivestitidituttiicolori,chesiemoziona no,siimpegnano,siguardano,sisorri  dono, si abbracciano, con una passio ne dentro al cuore che prescinde da dovevengonoedachelinguaparlano. La passione per lo sport che accomu natuttinoi. Il 2012 ha visto l’incoronazione della Russia:loSportGymnasticClub"Sport Inter Centre"  Noginsk (Russia) ha conquistatoilpubblicoelagiuriacon la sua coreografia ispirata a “Vacanze Romane”.

IlXXICampionatoItalianodella Coreografia, ricordiamo, è sta to vinto invece dalla Società GinnasticaAironediMantova. Ringraziamo il Comune di Spo leto, che anche quest’anno ha voluto fortemente riportare l’InternationalGym nella citta dina umbra, dopo il grande successo ottenuto lo scorso giugno, Conspoleto, la Camera di Commercio di Perugia, la RegioneUmbria,laProvinciadi Perugia,UmbriaMobilità,laPolisportivaDilet tantisticaLaFeniceeilCorrieredell’Umbria. Chiriusciràinveceademozionarcinellaprossi ma edizione? Verrà da lontano? Non ci resta cheattendereseimesi.

OrsolaAliceTrevisan

15




L

’evoluzione della metodologia dell’allenamento ha portato gli atleti a regimi di allenamentomoltointensieatempidicompetizio nimoltovicinotraloro,conpochepauseperilre cupero.Questohacausatounaumentodellelesio nidasovraccaricoqualitendiniti,borsitiefratture dastress.L’atletainfortunatoècostrettoadinter rompere gli allenamenti e le competizioni per un periodopiùomenolungoasecondadellagravità dellalesione. La fisiologia ci dice che l’interruzione dell’allenamento di tre settimane, e quindi l’inattività, in atleti evoluti porta alla diminuzione del VO2 max (volume di ossigeno massimo) del 14% – 16%, nonché alla perdita del trofismo mu scolare. Gli atleti non possono abbassare il loro livello di allenamentoeperquestosonostatistudiatimeto dipercuil’atleta,ancheseinfortunato,siaingra dodiallenarsi.Unadiquestesoluzionièl’acqua:in questo ambiente, infatti, l’atleta è in grado sia di effettuare la riabilitazione, sia di allenarsi, mante nendo o incrementando la forza e la resistenza muscolare.Questoèpermessograzieallecaratte ristiche dell’acqua che consente movimenti che nonpossonoessereeffettuatinellariabilitazionea secco.

Principi dell’acqua e caratteristiche dellavascaidroterapica Ilprincipiochecaratterizzal’acquaèilprincipiodi Archimede che enuncia «un corpo immerso in un liquidoriceveunaspintadalbassoversol’altopari alpesodelliquidospostato». 16

Lacaratteristicaprincipaledell’acquaèappuntola riduzione della forza di gravità e la presenza del galleggiamentochevieneutilizzatoneiprogrammi di idrokinesiterapia per permettere all’atleta la percezionedellaposizionecorporeacorretta. Possonoessereeffettuateesercitazionidiresisten za, attraverso l’esecuzione di movimenti svolti a diversavelocità,inquanto,asecondadellaveloci tàdelmovimentostesso,ilcorpoincontreràdiver seresistenze(drag)cheagisconosudiesso. Analizziamolesingolarmente: i Forzadicoesione:èquellaforzamoltodebo lecheèdirettaparallelamenteallasuperficie dell’acqua. i Forza frontale: è la forza diretta  frontalmente rispetto al corpo  in movimento. Quando  un corpo si muove nell’acqua, questa forza determinaunaumen  todellapressioneda vanti al corpo, for mando una zona ad alta pressioneedunabbassa mento della pressione nellaparteposterioredel corpo stesso, formando unazonaabassapressione.Questocauserà dei vortici nella zona posteriore del corpo dati dallo spostamento dell’acqua da una zona da alta ad una a bassa pressione, che porterà alla formazione di mulinelli che ge nererannounaforzafrenante. i Forzafrenante:insiemeaquellafrontaleso noledueforzepiùimportantinellariabilita zioneinacqua.Questepossonoesseremodi ficatevariandolaformadelcorpoelaveloci


Formazione

tà del movimento. Una minore superficie di impattodeterminaunariduzionedellaforza frontale e una riduzione della differenza di pressione tra la parte anteriore e la parte posteriore del corpo. Nella riabilitazione di un atleta indebolito dal punto di vista mu scolare è necessario ridurre la velocità di e secuzionedeimovimentiinmododaridurre la resistenza al movimento e quindi ridurre le turbolenze. In un flusso turbolento alla resistenzailmovimentoèdirettamentepro porzionalealquadratodellavelocità.Questo permettediaumentareprogressivamentela resistenzaconilprogrediredelrecupero. Unaltroprincipiochecaratterizzal’acquaèlaleg ge di Pascal: «un fluido esercita una pressione u guale su tutte le superfici di un corpo immerso a riposoeaqualsiasiprofondità».Datochelapres sione idrostatica aumenta con l’aumentare della profondità, la presenza di edemi o gonfiori in ge neresaràridottasegliesercizisonoeseguitialdi sottodellasuperficiedell’acqua.  Lavascadiriabilitazione,adiffe renza delle piscine di nuoto, è più piccola e ha una profondità variabile. Le vasche di riabilita zioneinacquahannoun’altezza che va da 0,80 m – 1,00 m ad un’altezzadi1,40m1,60m. In base all’altezza dell’acqua e quindiinbaseall’immersionedelcorponell’acqua, avremounadiminuzionedelpesocorporeo.Infat ti,seimmergiamoilcorpofinoallespalleavremo un “peso acquatico” pari al 7% rispetto a quello terrestre,mentreseloimmergiamofinoall’altezza dellespalleavremounpesoacquaticoparial20% rispettoalpesoterrestre.

Questa differenza di peso rispetto a quello terre strecipermettedilavorareprecocementesugran partedellepatologie. Ladifferenzadiprofonditàpermetteràalterapista dipoterlavorareconunminoreomaggiorecarico. La temperatura dell’acqua è essenziale per la rie ducazione,edècompresatrai32°Cai34°C;que stoprovocaunabbassamentodellafrequenzacar diaca dovuto ad una maggiore distensibilità delle pareti,masoprattuttounrilassamentomuscolare epsicofisicoessenzialeperlariuscitadiunabuona sedutaditerapia.

Strumentididattici In acqua è quindi possibile effettuare la maggior partedeimovimentichepossiamofaresullaterra ferma, e di conseguenza possiamo utilizzare degli attrezzi che ci aiuteranno nel recupero dell’atleta infortuna  to.  Durante la seduta di idrokinesi terapia ol treadeser ciziacarico n a t u r a l e , a n d r e m o ad utilizza re vari at trezzi, alcu ni specifici perlariabi l i t a z i o n e (bacchettedilegno,pallineecc.),altrispecificidi varisport(tavolette,tubigalleggianti,manubrigal leggianti ecc.) che ci aiuteranno soprattutto nella 17


fasedelpotenziamento. L’avanzaredellatecnologiahapermessodisvilup pare dei particolari attrezzi specifici per l’utilizzo nell’acqua che verranno descritti qui di seguito.

Tapisroulantacquatico. Èuntappetorotanteafunzionamentomeccanico. Ilpazientecamminasuunnastrocontinuodigom machesimuovesuspecialirulli.Ilmovimentodel nastroèregolabileinmododaaumentarelaresi stenza.Nellafasedislancio,laresistenzaèuguale a quando si cammina normalmente in piscina. La grandedifferenzasipercepiscenellafasedisolle vamentosulcalcagno.Infatti,inseguitoalsolleva mento sul calcagno, vi è un movimento in avanti del corpo accoppiato con un movimento all’indietro dell’arto inferiore che muove il nastro del tappeto rotante, a differenza della deambula zioneinpiscinachespostailcorpoinavantisuun artoinferiorefissochegeneraresistenza

Acquatrack Èunattrezzochesimulaleattivitàalternantidegli artisuperioriedinferiorichesiverificanonellosci difondo.Laresistenzaperilmovimentoanteriore e posteriore degli arti superiori e inferiori è au mentata da una mascherina posta anteriormente all’impugnatura della mano e una posta anterior mentealpianodelpiede.

Acquaskate È l’attrezzo che simula il movimento pendolare dello schettinatore sul ghiaccio ad alta velocità. Unamascherinaèfissataallaparetelateraledicia scunscarponcino,aumentandolaresistenzaalmo vimento laterale dell’arto inferiore. Il paziente mentre si regge sul corrimano esercita i muscoli abduttori dell’arto inferiore in azione e i muscoli adduttoridell’artochelosegue.

Paralleleinacqua E’similealleparalleleliberemainacqua.Ilsogget toreggeilsuopesosui suoiavambraccichesono appoggiati  sulla porzione piana delle barre paral 18

lele.Ilsoggettotienetutteedueleginocchiaeste separtendodaunaposizionepronasull’attrezzoe flettelesueancheinavanti,ruotandoildorsosino aunaposizionequasisupina.Latorsioneinavanti rafforzalamuscolaturaaddominaleeiflessoridel le anche. Ritornando nella posizione di partenza sono interessati i muscoli estensori del tronco e delleanche.

Cicletteinacqua La ciclette subacqua per le braccia è un attrezzo adattoarafforzarelamuscolaturadegliartisupe riori.Ilsoggettogirailmeccanismocondellepale subacqueeaisuoilatichegeneranoresistenza.

Fasidellarieducazioneinacqua Possiamo dividere la rieducazione in acqua in di verse fasi. Queste hanno una durata che varia a secondodelsoggettoedeltipodilesione. Ogni protocollo della rieducazione è soggettivo, cioèognisoggettopossiedeilproprio,studiatosul la base della lesione specifica; il protocollo verrà eventualmentemodificatoinbaseaimiglioramenti delsoggettostesso. Lefasiinacquasono: o Fase 1: ambientamento all’acqua e mobiliz zazionesottolasogliadeldolore; o Fase2:recuperodell’articolaritàdellaspalla, prima fase di rinforzo muscolare e lavoro propriocettivo; o Fase 3: rinforzo muscolare, lavoro proprio cettivo,lavorosportspecifico. Lapartepiùimportanteinunprotocolloriabilitati vo, soprattutto se riguarda uno sportivo, è il mi glioramentodell’escursionearticolareailivellipre cedentiall’infortunio.Infatti,unatletaconlimitata escursione articolare avrà dei deficit a livello pre stazionale. 

SimoneCotini 


FISURF 

 GaetaSurfMaster2012 AnnunciatalasecondatappadelcircuitoOpenFi surf a Gaeta con il g rande ritorno del MDC Surf Club e dello storico Gaeta Surf Masters checome sempre si disputerà sulle sceniche sinistre della Spiaggia di Sant'Agostino (presso lo stabilimento da"DaBenedetto"aGaeta,ilWaitingPeriodinizia dal16novembreal16dicembre2012edèflessibi le, gli organizzatori del MDC e delle altre tappe previsteperquestolegdifineannosicoordineran noinmododariuscireadottimizzarealmegliole mareggiate in arrivo tra novembre e dicembre. StayTuned!



BlackWave Sabato 3 Novembre a Recco si è svolta la prima gara assoluta di campionato italiano kayaksurf , a sfidarsi sulle onde prevalentemente destre del breakchesitrovapropriodavantilapiazzacentra le della cittadina dodici atleti provenienti sia dal mondo del kayak fluviale sia dal surfing. L'Organizzazione Fisurf supportata dall'associazio nelocaleBlackWaveedallosponsorExoKayakse Naishèriuscitaacompletarel'eventomalgradoin

mattinatasisiaabbattutosulcampogaraunvero epropriofortunalechehamessoaduraprovagiu dici ed atleti impegnati nella competizione...La condizionediondachehannotrovatogliatletidu rante la gara è stata prevalentemente quella di frangentiAFrame,conladestrapiùripidapervia delbassissimofondaledirocciaelasinistrainvece apertacheandavaaricongiungersiconlafocedel fiumiciattolochesfocianelcentrodiRecco.Alter mine del primo turno si è tenuta  una batteria di ripescaggi per poi approdare alle due  spettacolari semifinali nelle quali si sono viste le migliorimanovredelcontest,imiglioridellduese mifinalisonoapprodatiallatiratissimafinalenella qualesisonoaffrontaticoniseguentipiazzamenti: 1°StefanoBellotti,2°FrancescoSocci,3°Arnoldo Mariani,4°WalterCecchinelli.llcampioneItalia no di categoria sarà anche premiato insieme alle altre categorie e discipline nell'assemblea di fine annoFisurf.

UfficioStampaFISURF

19


“

Hoiniziatoavisualizzarenel1978.Lamia visualizzazione è stata perfezionata sem predipiùcolpassaredeglianni.Questoè ciòcheveramentemihadatoilrecorddel mondoele medaglieolimpiche.Mivedonuotare ingaraprimadellagarareale…Circa15minutipri madellagarahosemprevisualizzatolagaranella miamentee"vedo"comeandrà.Vedodovesono tuttiglialtri,epoimiconcentrosudime.Nonmi preoccupa nessun altro. Penso alla mia propria gara e a nient’altro… Stai realmente nuotando la gara. Nella mia mente... mi sento in acqua. "(Nuotatoreolimpicodisuccesso)(1) Liggett e Hamada, fanno una distinzione tra ima gery mentale ed imagery cinestesica. L'imagery 

mentale consiste nel vedersi da soli eseguire la prestazione,nelcasodegliatleti,comesesistesse guardandounfilmounvideodellalorostessapre stazione. Nell'imagery cinestesica, l'immaginazio 20

nediventapiùintensaopiùprofonda,l'atletasen te realmente il movimento nei muscoli e speri menta le emozioni della performance; rispetto a quellamentale,l'imagerycinestesicaèpiùefficace a causa degli impulsi, confrontabili a quelli dell'e ventoreale,chevannoaimuscoli. Frester chiama Allenamento ideomotorio (Ai) "tutte quelle forme di esercitazione nelle quali si ha un'autorappresentazione mentale, sistemati camente ripetuta, e cosciente dell'azione motoria chedeveessereappresa,perfezionata,stabilizzata o precisata, senza che si abbia un'esecuzione rea le”. Ilfunzionamentodell'Aisibasasulfenomenoideo motorio,notoanchecomeeffettoCarpenter.Gia` nel 1873 il fisiologo inglese William Car penter(18131885)dimostròchelasem plice percezione o rappresentazione mentale di atti motori può condurre a reazionimuscolari,immaginareunmovi mentodeterminaunastimolazione,sep pure molto lieve, dei muscoli interessati dall'attività immaginativa. Questo feno meno è stato chiamato ‘effetto Carpenter’o‘leggeideomotoria’. Il risultato sarebbe un rinforzo, un con solidamento della traccia mnestica nella memoria del movimento, il che facilite rebbelasuccessivaesecuzioneconcreta. L'atleta dovrebbe non solo guardare se stessomentreeseguel'esercizio,mado vrebbe sentirsi quanto più possibile; più èvividal'imagery,piùlaprestazioneau menta. Per avere un'imagery efficace nellosport,l'immaginedeveesserecolo rata, realistica, e coinvolgere le emozioni appro priate;l’imagery(siavisiva,cheuditiva,chemoto ria)attivamolteareecorticalisimiliaquelleattiva tequandopercepiamorealmenteunoggetto,una


Psicologia

figura,unsuonooeseguiamounmovimento. Fareinmodochelapersonaimmaginil’interapre stazione dall’inizio alla fine facendo attenzione a sentire l’intero corpo, le sensazioni muscolari mentre fa questo, muovendosi all’interno dell’esperienza il più vividamente possibile e, se c’èqualchedistrazione,suggerirglichelapuòmet tereinuncontenitoreeriprenderlainunsecondo momento. Unadiquestetecnicheènotacome“postosicuro” ecomportalavisualizzazionediunaposizionerea leoimmaginariacheportafortiassociazionidire lax.Èuneserciziodivisualizzazionepertrasporta re la persona da una situazione stressante in un luogo di pace e tranquillità: “chiudi gli occhi e re spira profondamente; concentrati sul tuo respiro edascoltaibattitidelcuore,inpochisecondi,im magineraiiltuoluogopreferitodirelax:unfiume, unaspiaggia,unprato;oraimmaginadivedereil tuopostosicurodaunbalconeevièunascalinata di10gradini;orainiziaascenderelescaleeaogni gradino diventi sempre più calmo, più rilassato; ognigradinotiportasemprepiùinprofonditànel tuomeravigliosoluogodirelaxemanmanochesi scendono lentamente le scale riscontri un senso semprepiùprofondodirilassamentointuttoilcor po;neltuoluogodirelax,prenditiiltempodiim mergertineipanoramiintornoate,sentigliodori ed ascolta i suoni della musica preferita in sotto fondo;sentitisprofondareinunostatosemprepiù profondodirilassamento;mentreseirilassato,re galati alcuni suggerimenti positivi e benefici, ad esempio, per aumentare la fiducia in te stesso, raggiungendoprestazionidipicco,opadronanzadi unacompetenzaspecificadellosport”. Puòdiventareunmodoefficacepermantenerela calmaprimadellagara. Attraversolavisualizzazionepossiamopermetterci

dipiùrispettoalreale: 1. possiamo visualizzare il nostro posto sicuro dovepossiamorifugiarciall’occorrenza; 2. possiamo provare a cambiare; quello che rischiamononèrealemasoloimmaginarioe puòdarciun’idea; 3. possiamo fare un viaggio immaginativo alla ricercadinuoverisorsechecioccorronoper unanuovavita.  (1) Terry Orlick, John Partington, Mental Links to Excellence, The Sport Psychologist, 1988, 2,105130. 

Dott.MatteoSIMONE Psicologo,PsicoterapeutaGestaltedEMDR

21


I

niziadaquestomeselarubricachesipropone di raccontare il mondo dello sport a squadre in unmodoassolutamentesbarazzinoesevogliamo anche psicologico. Girovagando per il web, alla voce “sport di squadre” wikipedia risponde: “Unosportdisquadraèunosportincuiilsingolo evento(incontro,partita)sisvolgetraduesqua dreopposte,compostaciascunadauncertonu mero di giocatori (a seconda dello sport in que stione) che, a differenza deglisport individualiè diunnumerosuperioreaduegiocatori.Altraca ratteristica dello sport di squadra è quella che non deve esistere il  corrispondente sport individuale, per que sto non si devono considerare sport di squadra il dop piotennistico, lacanoa, ilcanottaggioo le staffette. Ogni squa dra cerca di prevale resull'altramediante il conseguimento di un punteggio, ottenuto dalla realizzazione di un determinatoobiettivo.Ognisportspecificohaun suoobiettivo(oobiettivi)cheproduceunpunteg gio(rete,meta,canestro,ecc).Contestualmente, ogni squadra cerca di impedire agli avversari di realizzaretaliobiettivi”.Sisa,sindapiccoliino strigenitoriciinduconoafaresport,èunretag gio socio culturale da tantissimo tempo ormai. Perchélosportèsalute,losportèsvagoeperché no,avoltelosportèanchemaestrodivita,èuna metafora della vita dove ognuno di noi, seppur sconfitto, deve comunque rialzarsi più forte di 22

prima. Molti bambini non hanno inclinazioni na turalineiconfrontidellosportealloraprovaread invogliarliattraversoungiococheprevedeilrela zionarsi con l’altro è sicuramente divertente e soprattutto stimolante. Lo sport di squadra è in fattiun’attivitàcompleta,coinvolgenteeinteres sante. Questo è importantissimo per i bambini che così imparano a socializzare e a instaurare rapporticonglialtricoetanei,rapportichedevo nosempreessereregolatidalrispetto,dall’aiuto reciproco e dalla collaborazione. Fare parte di unasquadrasignificaconvivereinmodopacifico ancheconpersonediverse,significaconfrontarsi con gli altri e com battere insieme per il raggiungimento di un obiettivo comu ne.Ciòvuoldireim parare ad essere altruisti e ad ante porre il bene collet tivo a quello indivi duale. Non ci sono, però, solo i sosteni tori dello sport a squadre: c’è anche chisostienecheilverovaloresportivosiacquisi scasoloinmodoindividualeperché,adifferenza dello sporta squadre,quando si è da soli non si puòscadereinattidislealtàeantisportività,co merisseescorrettezze,chenonfannoonoreallo sport, ma ci si confronta con se stessi e l’unico nemicosonosoloipropriolimiti.Quindisiinneg giaallosportindividualeperchéstimolailmiglio ramentodisestessiespingeadotteneresempre maggiori successi. In questa rubrica cercherò di descrivere a grandi linee gli sport di squadra più conosciuti: questo mese inizierò proprio dallo


Sport di Squadra

sportchestatisticamentecatturamilioniemilioni dipersonedavantialloschermoenonsolo.Ovvia mentestoparlandodelcalcio,cheèdiventatouno sport Olimpico a Parigi nel 1900, escluse le Olim piadidiLosAngelesnel1932.Èunosportdisqua dranelqualesifronteggianoduesquadrecompo steda11giocatori.Sigiocainuncamporettango larecondueporteeunpallonesferico.Iruoliprin cipali del calcio sono quattro: ilportiere, ildifensore, ilcentrocampistae l'attaccante. Lo scopoèquellodisegnareilmaggiornumerodigo al. L'antenato più simile al calcio attuale, di cui si hanno tracce fin dalII secolo, è ilcinesetsu' chu "pallaspintaconilpiede",nelqualesidovevacal ciare una palla, riempita con piume e capelli, tra due canne di bambù. Circa 500 o 600 anni dopo, inGiapponesigiocavailkemari(tuttorapraticato), nel quale l'obiettivo dei giocatori, disposti in cer chio, era di non far toccare la palla in terra. NelMedioevo, inItalia, venne  praticato a grandi lineeilgiocodelcalcioattuale(ancheseconcarat teristiche più simili alrugby) e chiamatoCalcio in costumeofiorentino.Lapatriadelcalciomoderno ful'Inghilterra,einparticolare,icollegebritannici. Il calcio nacque infatti come sport d'élite: ilfootballfuinizialmentepraticatodaigiovanidel le scuole più ricche e delle università. Il 24 ot tobre1857aSheffield, Nathaniel Creswickfondò laprimasquadradicalciodellastoria.Daquelmo mentoinpoi,ilcalciosiespanseamacchiad'olio: in Inghilterra ben presto divenne lo sport per ec cellenzadellaclasselavorativaenonsolodiquella benestante:essendounosportdivertente,sempli ceestancanteeraquindil'idealepersfogarsidopo una settimana lavorativa. Dall'Inghilterra, il calcio moderno venne esportato prima nelle vici naScozia, poi in Galles eIrlanda del Norde suc cessivamenteintuttaEuropaperoperadegliemi

grati di ritorno dall'Inghilterra stessa (che furono tra i primi a conoscere ilfootball) o su iniziativa degli stessi inglesi che si trovavano all'estero. Il fenomeno ormai era di dimensioni intercontinen tali,efunecessarioadottareistituzionicalcistiche e chiarire in maniera più dettagliata le rego le.Anche a questo scopo, nel1904si costituì laFédération Internationale de Football Associa tion(FIFA), cui si affiliarono le varie Federazioni nazionali nate nel frattempo. Secondo lo studio "Big Count 2006", svolto dalla FIFA nel corso del2006e pubblicato nelmaggio2007, in tutto il mondocisono265milionidipersonechepratica no il calcio di cui 38 milioni tesserati per le varie società.Includendoanchegliarbitrieifunzionariil totale delle persone direttamente coinvolte nel calcio raggiunge i 270 milioni, ovvero circa il 4% dellapopolazionemondiale.Insommadavveroun grandesuccessochetral’altrosiripercuoteanche neifilmperilcinemaeperlatelevisione.Moltele pellicolefamoseincuiilcalcioègrandeprotagoni sta,comeIlprofetadelgol,MaradonaLamano de dios, Maradona  El Pibe De Oropresentato alFestivaldiCannesnel2008,Eccezziunale...vera mente, Ultrà, Tifosi, Eccezziunale... veramente  Capitolo secondo... me, Hooligans, Il grande Tori no,L’allenatorenelpallone1e2,etantialtrianco ra.

MichelaVecchi

23


“I

l nuoto, complesso dimovimenti cheassicuranoilgalleggiamento del corpo e il suo avanzamento nell’acqua, è conosciuto sin dai tempipreistorici.”(cit.dallostudio“Piscine”redat to dall’Osservatorio Nazionale Epidemiologico su gliambientidivita) Il nuoto è considerato in assoluto uno degli sport piùcompletiesalutari,perchédistribuisceilmovi mento il maniera omogenea su tutto il corpo, fa voriscelasalute,lalongevitàeilbenesserefisicoe psicologico.Èsicuramenteunodeglisportpiùpo polariepraticatialmondo. Milioni di persone frequentano le piscine e prati cano il nuoto sia per sport, che per divertimento. Farenuotovuoldirestareacontattoconl’acquae questocomportaanchedeirischisullanostrasalu te. Inquestonumerodelnotiziario“IdeaSport”voglio trattare la problematica del contatto che i nostri capelli hanno con l’acqua trattata con agenti chi mici. Andareinpiscinaecurareipropricapellinonsem pre è facile, perché i capelli sono molto sensibili all’attaccodegliagentiesternieinoltrelavarlifre quentemente, se non si usano prodotti adatti e



24

soprattutto delicati, li indebolisce. Fra i diversi a genti che li possono rovinare c’è il cloro, un pro dottochimicoossidante,sbiancantemasoprattut to disinfettante. Come spiega il team del dottor Fabio Rinaldi, Presidente dell’IHRF (International HairResearchFoundation):«[…]famaleaicapelli. Ilfustosirovina,sidecolora,sidestruttura». Inpocheparole,ilclorohalacapacitàdisfibrarei capellie,sesihannoicapellitinti,latintacorreil rischiodisbiadire.Nonsolo,mailcolorepotrebbe “virare”: le tinte bionde assumere riflessi sul ver de,icastanidiventarerossiccioaranciato. I consigli e i rimedi contro il cloro che suggerisce l’ordinedeidermatologidelIHRFsonotanti:inpri moluogoèconsigliatol’utilizzodiunacuffia,pos sibilmenteinlatticeosilicone,cheevitiilcontatto direttoconl’acqua.Èinnegabileinoltrecheilsili cone tenda a scompigliare e tirare i capelli, au mentandol’effettocrespo.Perrimediareaquesto piccolo intoppo si può usare uno spray o un olio protettivo,oancoraindossareunacuffiadistoffa sottoquelladisilicone. Cisonodiversepossibilitànonmeccanichepertu telareicapellidalcloro.Bisognacomunquetener presente che i capelli non reagiscono tutti alla stessamaniera,quindidovretesperimentareeve derecosavabeneperlasaluteeilbenessere dellavostrachioma. Più i capelli sono lunghi maggiore saranno le cure di cui hanno bisogno. L’erborista Maria CristinaGentilinforniscediversisuggerimenti: 1. Prima di tuffarsi, come è consuetudine, fareladocciabagnandosiabbondantemente i capelli con acqua dolce, strizzandoli bene pereliminarel’acquaineccesso. 2. Applicare un po’ di balsamo sulle lun ghezzeesullepunte,senzarisciacquare.At


Salute&Benessere 

tenzione:ilbalsamonondevemaitoccarela cute,soloicapelli. 3. Legareicapelli,magariinunveloceChignon inaltosullatesta 4. Dopo aver nuotato sciacquare i capelli con abbondanteacquadolce 5. Lavareicapelliconunoshampoodelicato. 6. Applicare una maschera ricostituente e nu trienteelasciarlaagirealmenoperun’ora 7. È importante tamponare l’acqua in eccesso conunasciugamano,senzafrizionare 8. Pertrattarlièconsigliabileusareunpettine a denti larghi e sciogliere gli eventuali nodi senzastrattonare,altrimentic’èilrischiodi spezzarli. 9. Maiusarelaspazzolasuicapellibagnatiper chépotrebbefavorirnelarottura. 10. Almomentodiasciugarlibisognaregolareil calore del phon e tenerlo a una distanza di circa20cmpernonseccarli. 11. Utilizzare infine un olio per capelli in modo da proteggerli e lucidarli. Vanno bene l’olio di Lino, di Jojoba, di Mandorle e di Karitè, tuttifacilmenteacquistabiliinerboristeria. Lascienzamoderna,infattodibellezza,hacreato milleepiùprodottipercuisipuòoptare:esistono prodottispecificiperinuotatori,dalloshampooal

balsamoallecreme. Se avete capelli deboli e sfibrati tendentialledoppiepuntepote te introdurre nella vostra dieta dei rimedi naturali come la be tullael’equiseto. Se avete i capelli secchi e sottili potete preparare un impacco casalingo da passare sulle cioc che bagnate, subito dopo lo shampoo, ovviamente non ag gressivoesenzasiliconati. Il chimico ed erborista Luigi Pa naroni,suggerisceunamaschera percapellipersonalizzatachehaquattrocaratteri stichefondamentali: 1. Èriccadiacidigrassiessenzialiestremamen tenutrienti. 2. ÈriccadivitaminaE. 3. Haun’elevatapresenzadioliochepuòesse reargan,jojoba,avocadoeoliva. Deve svolgere un’azione filmogena ossia creare unasortadimicrofilmsullostelodelcapello. 

FedericaDiBartolo INGREDIENTI 50mloliodisemidilino; 25mloliodijojoba; 25mlolioargan: 3gvitaminaE; 2mlolioessenzialedilavanda; 1mlolioessenzialedirosmarino; 1mlolioessenzialediginepro;  PREPARAZIONE Miscelare il tutto, agitare bene ed applicare sui capelli inumiditi, quindi lasciare in posa per 30 mi nuti e infine procedere al risciac quoutilizzandounoshampoodeli cato.

25


26

Nuoto

Ritmica

L’altra piscina … in acqua a tutte le età  FaseInvernale

Campionato Regionale a Squadre di Spe cialità

InuotatoridelLazioanovembresisonocomple tamente“immersi”nellaFaseInvernaledelCam pionato.Laprimaprovadiqualificazioneinvasca da25mtsièsvoltail27ottobrealCentroFedera le di Ostia, e ha coinvolto oltre 400 atleti di 21 società,con638presenzegarae33staffette. Il4novembreinvecesièdisputatalaprimaprova in vasca da 50mt, presso la Piscina del Salaria Sport Village SSD. È stato un pomeriggio molto emozionante,perchéipresentihannopotutoas sistere addirittura a cinque record italiani, nelle categorie 100mt Stile Libero Master Femminile, 100mtStileLiberoMasterMaschile,50mtDorso MasterFemminile,50mtFarfallaMasterMaschi lee100mtRanaMasterMaschile. Lasecondaprovainvascada25mtdel18novem bre ha visto un aumento nel numero di parteci panti,conoltre460iscrittidi26società,850pre senze gara e ben 45 staffette. Battuti un record regionalenei25mtDorsoBabyFemmineeunre cord italiano nei 50mt Stile Libero Esordienti B Femmine. La gara del 25 novembre ha chiuso gli appunta mentidel2012perquantoriguardailnuoto:so nostatiinfrantiirecordregionalimaschilidiM30 50Rana,M30100Dorso,M50100Dorso,equelli nazionali di M30 Femminile 50 Rana e 50 Stile Libero e Maschile Esordienti A 100 Dorso, M30 100FarfallaeM60100Dorso.Complimentiatut ti! Appuntamentoagennaio,conlaterzaprovache darà l’accesso alla Finale Regionale in vasca da 25mte50mt!

Si è svolta il 25 novembre, presso l'impianto del Centro Sportivo Collelasalle, a Roma, la gara re gionalediSquadradiSpecialità,validaperlaqua lificazionealCampionatoNazionalediNorciadel 15e16dicembre. In un impianto pieno fino al limite della sua ca pienza, sono scese in pedana 60 squadre per un totaledioltre200ginnasteappartenentia14so cietà(tra le quali due new entry "Ginnastica Rit mica Riano" e "A.S.D. Wibe" alle quali diamo il benvenuto). Lesquadre,suddivisein6specialità,hannodato vitaadunospettacolobellissimoregalandogran di emozioni al pubblico che ha dimostrato il suo gradimento riversando su tutte le esibizioni un tifo "da stadio". Alla fine, sul podio sono salite alternativamentequasituttelesocietàcongran desoddisfazionedeitecniciedelleginnaste. Nella categoria Giovanissime, l’ASD Polisportiva Roma 11, l’ASD Roma Sport Ritmica Roma (SquadraB)el’ASDElanaGymhannovintolafa sciad’oro,l’ASDSakiRomaEst,l’ASDVicoQuarta (Squadra A) e l’ASD Ritmica Riano la fascia d’argento e l’ASD Roma Sport Ritmica Roma (Squadra A), l’ASD Vico Quarta (Squadra B) e l’ASDEuropa(SquadraB)lafasciadibronzo. Nella Categoria Allieve, l’ASD Vico Quarta (Squadra A), l’ASD Wibe e ASD Europa (Squadra B) hanno vinto la fascia d’oro, l’ASD Elana Gym, l’ASDVicoQuarta(SquadraB)el’ASDRitmicaRia nolafasciad’argentoel’ASDEuropa(SquadraC), l’ASD Marconi Stella (Squadre A e C) la fascia di bronzo.


Periferia Attiva NellaICategorial’ASDWibe,l’ASDRitmicaRianoe l’ASDElanaGymhannovintolafasciad’oro,l’ASD Polisportiva Roma 11 e l’ASD Europa la fascia d’argento. NellaCategoriaJunior,l’ASDPolisportivaRoma11 (Squadra B) ha vinto l’oro, l’ASD Monteporzio l’argentoel’ASDSakiRomaEst(SquadraB)ilbron zo. NellaCategoriaMaster,l’ASDWibe(SquadraA)ha vintol’oro,l’ASDVicoQuarta(SquadraA)l’argento el’ASDMonteporzioilbronzo. Nella II Categoria, l’ASD Monteporzio ha vinto l’oro, l’ASD Vico Quarta l’argento e l’ASD Lipani il bronzo. Complimenti a tutte! L'appuntamento è a Norcia perlafinalenazionale. 

Pallanuoto PrimavittoriaintrasfertaperlaRomaPal lanuoto Continuailcampionatodella Roma Pallanuoto, anche quest’anno abbinataal mar chio Confsport Italia, che ha sfidato la Igm Ortigia nella terza giornata di campiona to,chesièdimostrataparti colarmentefavorevoleallasquadradellacapitale: in un campo all’aperto come quello siracusano, nondicertofacileperchinonèabituato,laRoma riportalaprimavittoriastagionaleintrasferta.Un

roseoepilogodunque,quellodel10novembre. I primi otto minuti di gioco vedono entrambe le compaginiimpegnateacontenereleazioniavver sarieinunprimoparzialechesidimostrapiuttosto equilibrato. Le padrone di casa si portano in van taggiograzieadunrigoredellaPelle,macomeun copionechesiripetedatrepartiteaquestaparte, laRomareagisceconveemenzaeassolutalucidità, con la doppietta di capitan Dalorto, che, appena rientrata da un’influenza, non ci pensa due volte adapporrelasuaimmancabilefirmadistintivaea portareilsettediUsaisull’12. Vantaggiocheau mentaconlaDario,13.Ilsecondoquartosiapre conl’14grazieallaDiPalma,acuisegueilsecon do gol delle siracusane, il quinto e il sesto per le capitolineconladoppiettadell’americanaClark.Ci siavviaalterzoparzialesul26.Nellaterzafrazio ne di gioco, si palesa la risposta offensiva dell’Ortigia che proprio non ci sta, a casa sua, a lasciare così ampio margine alle romane: allora, primalaApilongoepoilaPellesurigore,portano lasquadrasicilianasul46.Eancora,azionesua zione, colpo su colpo, come in un meccanismo di volano,sisusseguonoleretidiDalorto,Pelle,Api longoeClark,chechiudonoilpenultimotemposul 68.GliultimiottominutisiapronoconlaRaimon do che porta le giallorosse sul 69. Ma in questa agguerritissima sfida che non smette di appassio narci, i gol non sono ancora finiti,le squadrenon vogliono arrendersi ma comunque provarci fino alla fine. È in questo clima che arrivano le reti di Lo,Dalorto,Settonce,DarioeTitaniti,chefissano il punteggio finale sul 912. Una vittoria assoluta menteimportanteperlaRomaPallanuotocheora, conunosguardoallaclassifica,èaquota6puntie nonsolo.Leromane,infatti,ritornanoacasacon lacertezzachelastradadalorointrapresaèpro prioquellagiustaperimporsinellapallanuotoche conta.Enoiovviamenteglieloauguriamo!Appun tamentoasabato15dicembre,dataincuilaRoma Pallanuoto ospiterà la RN Bologna in una piscina checiauguriamoesaurita. 27


Alessandro Usai, tecnico della Roma Pallanuoto: «Sono indubbiamente contento e soddisfatto, abbiamo fatto un altro passo avanti e poi la tra sfertadiquest'ogginonerafacile,soprattuttoper una discriminante come quella del campo all'a perto.Tutteleragazzesonostateveramentebra ve,sonorimastecalmefinoallafine,psicologica mentenonerasemplice. 

Un risultato comunque meritato perché, senza considerare il primo gol dell'Ortigia, siamo stati sempreinvantaggionoi.C'èancoramoltodala vorare,ilcampionatoèlungomasonofiduciosoe ti ripeto, soddisfatto. Ci tengo a sottolineare an che il buon operato degli  arbitrifuoricasa». COMPLIMENTIRAGAZZE! 

Torneo Giovanile di Pal lanuotoall’AthenaBrac ciano Una folta ed entusiasta cor nice di pubblico ha fatto da scenario alla prima giornata del Torneo Confsport Italia 201213, la manifestazione organizzata dal Direttore Tecnico Regionale della Se 28

zionePallanuoto,AngeloRagno,chehavistopro tagonisti bambini, bambine e ragazzi dai 6 ai 15 annidietà. Nella piscina dell’Athena Club di Bracciano, tra mattina e pomeriggio si sono dati sana battaglia sportiva le seguenti squadre: Sporting Lido (AcquagolAeB,Under15),SportinginProgress (AcquagoleUnder15),Tyrsenia(AcquagolAeB), Tirrenia (Under 15), Village (Under 15) e Athena Club, la Societàospitante(AcquagolAe B,Under15). Il gioco, messo in mostra da tuttelesquadre,èstatodavve rospettacolare,conprestazioni e gesti tecnici individuali vera mente interessanti, che hanno fattodivertireedemozionareil pubblicosuglispalti. Ungraziedicuoreatutticoloro chehannocontribuitoarende re questa giornata una festa davverobenriuscita,esoprattuttoairagazziche, ancora una volta, hanno dato prova di lealtà e spiritoagonistico,dandol’animainvasca. Arrivederciadomenica2dicembreperlasecon dagiornatadelTorneo!


Periferia Attiva

Ritmica

Nuoto

Alvial’attività20122013

L’altraPiscina..inAcquaatutteleEtàFase Invernale

Tuttelesocietàconleloroginnastehannoripreso gli allenamenti per prepararsi al meglio ai nume rosiappuntamentipromozionalieagonistici. Il 16 dicembre 2012, infatti la società Gymnica Arco ospiterà il Concorso Regionale Confsport, manifestazionerivoltaalleatletecheesordiscono nel mondo della ginnastica ritmica, che vogliono mettersiallaprovaefesteggiareinallegriailNata le.Leaspettanomoltesorpreseepremipertutte. Agennaio,siterràl'aggiornamentoel'esameper ilpassaggiodilivellodellegiudicidiginnasticarit mica,consedeeorariancoradaprecisare.Afeb braio e marzo la società Smile Sports Academy ospiteràlaprimaesecondaprovadelcampionato regionale di Serie C, Serie A e Gold di Ginnastica Ritmica, presso le sedi di Borgo Valsugana e S.Michele all'Adige, valide per le qualificazioni ai campionati nazionali in primave ra.InaprileinveceaMoenaver  rà organizzato dall' associazione Moena Sport il Grand Prix delle società di ginnastica ritmica, do po la positiva esperienza solo regionaledelloscorsoanno. Le responsabili regionali Valenti naVulcaneSaraTrucchiaugura noatutti,atlete,allenatori,geni tori e dirigenti un buon anno sportivo all'insegna della ginna sticaedeldivertimento.  

Il16dicembresiapriràilCampionatoregionaledi Nuoto con la prova invernale di “L’altra piscina… In acqua a tutte le età” della Regione Campania. La gara si disputerà nell’impianto dello Sporting ClubFlegreodiMonteruscielloaPozzuoli(NA)alle ore10.00.Vedremoimpegnatetuttelecategorie, adeccezionedeiMaster.Chevincailmigliore!

Ritmica AQuarto(NA)ilCampionatoRegionalea SquadrediSpecialità Il 29 novembre si è svolto, presso l’Anfra Sport Club a Quarto (NA), il Campionato Regionale a SquadradiSpecialitàvalidoperlaqualificazioneal CampionatoNazionalediNorciadel1516dicem bre 2012. Le squadre qualificatesi sono apparte nentiallesocietàAnfraSportClub di Quarto (NA) e Amida di Saler no. Prossimiappuntamenti CampionatoSerieBC1^prova Sabato16febbraio2013Napoli; CampionatoSerieAGold GrandPrix1^provaSabato9 marzo2013Napoli CampionatoSerieAGold GranfPrixBCTrofeoArcoba leno2^provaDomenica7aprile 2013Salerno

29


I SERVIZI DELLA CONFSPORT: x Consulenza legale,

assicurativa e scolastica in favore delle società affiliate per territorio e per tramite dei Comitati Periferici. x Collaborazione con la

famiglia, la scuola e le strutture sociali. x Organizzazione di corsi in

diverse discipline sportive: x Calcio e Calcetto; x Danza Moderna e Classica; x Danze Orientali; x Hip-Hop, Funky; x Ginnastica Artistica F/M; x Ginnastica Ritmica; x Nuoto; x Nuoto Sincronizzato; x Nuoto per salvamento; x Acquafitness; x Acquagoal-Pallanuoto F/M; x Arti Marziali; x Pallavolo; x Pallacanestro; x Sport Diversamente abili; x Atletica Leggera; x Vela;

La Confsport Italia, Forum Europeo della Associazioni Sportive, Culturali e del Tempo Libero, è un ente di promozione sociale e sportiva che ha come scopi istituzionali la promozione, l’organizzazione e la diffusione delle attività sportive amatoriali e dilettantistiche. L’Ente promuove e realizza manifestazioni sportive, culturali, pedagogiche e sociali aventi come fine la crescita e la maturazione personale e civile di ognuno. Il principio ispiratore della Confsport Italia, impegnata da sempre nelle grandi tematiche della promozione sportiva, è quello di disegnare l’attività di ogni disciplina intorno a ciascun individuo: il cittadino, le donne e gli uomini di ogni età, la famiglia, i diversamente abili, i ragazzi, gli anziani, ognuno con le proprie motivazioni e le proprie realtà. Infatti lo sport, oltre ad essere un diritto di ognuno di noi, dovrebbe essere un riferimento immediato ad una nuova qualità della vita da affermare, giorno per giorno, non solo negli impianti sportivi tradizionali, ma anche e soprattutto in ambienti naturali, sui prati, sulle spiagge, nei cortili e negli spazi all’aperto di piccole e grandi città dove si possa respirare appagamento e complicità onorando l’antico detto: “Mens sana in corpore sano”. In questa visione, la Confsport Italia, ha sempre sostenuto i valori della solidarietà umana, del rispetto reciproco e i valori etici e morali nella società civile. Tecnici e Dirigenti altamente qualificati costituiscono l’asse portante della Confsport Italia. Le nostre Associazioni affiliate e i nostri soci tesserati possono usufruire di numerosi servizi. Attraverso il nostro Centro Europeo Ricerche e Studi sulle Attività Motorie - E=SC2 Education, Sport & Culture, si organizzano, a livello provinciale, regionale e nazionale, Corsi di Formazione Professionale, Seminari e Convegni aventi per obiettivo il miglioramento della conoscenza culturale della società, con particolare riferimento alla condizione dei portatori di handicap, degli anziani e di quanti vivono un disagio.

x Surf; x Tennis;

e tanto altro ancora!!!

La Confsport Italia è iscritta nel Registro Regionale (Lazio) delle Associazioni di Promozione Sociale – Det. n. D4535 del 14/12/06

notiziario-anno-iv-dicembre-2012  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you