Page 1

Newsletter n. 46 del 20 giugno 2013 – Anno II. Circolare interna di informazione. A cura di Confcooperative Unione Provinciale di Catania. Registrati per approfondire le news e scaricare i documenti. La registrazione e l’uso delle informazioni sono servizi compresi nella quota associativa. Redazione: Corso Sicilia, 24 Catania - Tel. 095 2503398 - Fax 095 7151447 e-mail: catania@confcooperative.it

Assegnati alle regioni circa 45 milioni per il finanziamento di progetti di formazione destinati a lavoratori occupati e non

CONFCOOPERATIVE CATANIA

appuntamenti in agenda  Giovedì 20 giugno ore 19.30: Presso i locali della Parrocchia Madonna Del Divino Amore incontro per valutare la possibilità di costituite una cooperativa agricola.  Venerdi 21 giugno ore 9.00: In sede, incontro con la Direzione di Unicredit per trattare le problematiche legate alle cooperative di abitazione.  Lunedì 24 giugno ore 9.00: Nella sede dell’associazione di Libera, in via Grasso Finocchiaro 112, incontro che riprende il tema, già avviato, dei beni confiscati alle mafie.  Mercoledì 26 giugno ore 9.30: A Roma, all’Auditorium di Via della Conciliazione, l’Assemblea nazionale delle Cooperative Italiane. Ore 14.30: 1° giornata - Incontro dei direttori "plenaria": Roma, Palazzo della Cooperazione.  Giovedì 27 giugno ore 9.00: 2° giornata - Incontro dei direttori "plenaria": Roma, Palazzo della Cooperazione.  Venerdi 28 giugno ore 16.00: A Randazzo s.s.120 Contrada Arena, assemblea dei soci della società del Distretto Taormina Etna. ore 17.00: Assemblea dei soci della società Sviluppo Taormina Etna.

Rinnovo CCNL trasporto merci e logistica

Il Ministero del Lavoro ha reso nota l’emanazione di 3 decreti interministeriali (n. 106, 107 e 108, datati tutti 13 febbraio 2013) con cui si è provveduto a ripartire a livello regionale il finanziamento di progetti di formazione ex art. 6, comma 4, della legge 53/2000, per l’anno 2010, 2011 e 2012. Complessivamente sono stati assegnati alle regioni circa 45 milioni di euro, di cui: 14,79 milioni per il 2010; 14,48 milioni per il 2011; 14,58 milioni per il 2012. Si tratta di risorse provenienti dal Fondo per l’occupazione già stanziate in passato ma mai erogate, e che vengono messe ora a disposizione a favore di progetti presentati: da imprese che, in accordo con le organizzazioni sindacali, prevedono quote di riduzione dell’orario di lavoro anche per fronteggiare uno stato di crisi occupazionale; oppure, direttamente da singoli lavoratori. A livello operativo, le Regioni dovranno attivare, in via preliminare, un confronto con le parti sociali, anche al fine di individuare in che misura destinare le risorse alle due priorità di finanziamento sopra richiamate. Le Unioni regionali si stanno organizzando per sollecitare l’attivazione del tavolo in caso di inerzia, perché le somme stanziate andranno impegnate entro i prossimi 2 anni, pena la loro revoca. In termini operativi ogni Regione avrà cura di predisporre apposite procedure ad evidenza pubblica (avvisi e bandi) per la fruizione effettiva di tali contributi su cui vige il regime comunitario del c.d. “de minimis”. Decreti di ripartizione per gli anni 2010/2011/2012 (prot. 1090-1091-1092).

L’Osservatorio della cooperazione agricola a Convegno L’Osservatorio della cooperazione agricola presenterà il rapporto sulle attività svolte nell’ultimo anno in un Convegno che si terrà a Roma il 3 luglio p.v. con inizio alle ore 11.00 presso il Palazzo della Cooperazione in Via Torino,146. L’Osservatorio, istituito presso il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, svolge ormai da molti anni un intenso lavoro di ricerche e analisi sulla realtà cooperativa nel settore agricolo ed agroalimentare del nostro Paese. Il report, oggetto del Convegno, sarà incentrato su due temi principali: il quadro complessivo e settoriale della cooperazione associata e le performance economico-finanziarie tratte dai bilanci delle cooperative che hanno costituito il panel di riferimento per le indagini. Fra gli invitati al Convegno il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, on. Nunzia Di Girolamo, rappresentanti delle Istituzioni, delle Organizzazioni del mondo agricolo ed agroalimentare, del commercio, della trasformazione industriale e del lavoro, di Enti di ricerca, delle Università e dei media. Invitati a partecipare all'iniziativa anche i dirigenti, gli amministratori e i responsabili delle strutture del comparto agro-alimentare di Confcooperative. Il Convegno è anche l’occasione per testimoniare la vitalità e i risultati del modello cooperativo in una fase molto difficile dell’economia del nostro Paese.

Conclusa l'assemblea di FederazioneSanitá di Confcooperative

In questi mesi, le trattative per il rinnovo del CCNL trasporto merci e logistica sono state caratterizzate da diverse fasi di incertezza e di indeterminatezza rispetto ai temi più specificatamente legati alla specificità della cooperazione. Con l'intento di incentrare il negoziato sui temi cooperativi, l'Alleanza delle Cooperative, ha predisposto un documento specifico. Per la presentazione di questo documento è stato sollecitato alle OOSS un apposito incontro del quale a breve si dovrebbe avere conferma. Intanto, si rende necessario mettere a punto la nostra posizione, e per questo è stata convocata una riunione delle cooperati-

Secondo il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin intervenuta al Sanit, all'assemblea di FederazioneSanitá di Confcooperative: "Le sfide da affrontare sono quelle di evitare che la gente emigri per curarsi. Dal ministero della Salute massima apertura e collaborazione a sviluppo un'azione integrata con il modello a rete della cooperazione sociosanitaria". Giuseppe Milanese, presidente di FederazioneSanitá, presentando la proposta/progetto di Confcooperative allo stesso ministro Lorenzin, ha affermato: "Manca una regia che metta insieme tutte le professionalità della salute in un contesto di crisi di risorse che vede le famiglie partecipare alla spesa sanitaria del Paese per il 21%. In un Paese che non ha saputo costruire un sistema al di fuori dell'ospedale, proponiamo un modello di rete della salute in cui mettere in filiera medici di famiglia, medici specialisti, farmacisti, rsa. Dobbiamo rispondere alla richiesta di assistenza che arriva dal 40% delle famiglie che necessità di assistenza 24 ore su 24 7 giorni su 7. Con il nostro modello proponiamo di assistere altri 7 milioni di italiani e di creare altri 193mila posti di lavoro".

Circolare interna di informazione a cura di Confcooperative del 20/06/2013 - Corso Sicilia 24 – 95131 Catania  095 2503398 -  095 7151447


ve del settore per martedì 25 giugno alle ore 10.30, presso Legacoop Emilia Romagna, a Bologna in Via Aldo Moro n. 16. Vista l’importanza dei temi trattati si sollecita il massimo coinvolgimento delle cooperative interessate. … notizie dalle cooperative Pubblica in questa sezione le tue iniziative. Invia le comunicazioni a catania@confcooperative.it >>> Project-form – A voi il Notiziario con le

opportunità di finanziamento (prot.1094). Siamo a vostra disposizione per l'attività di consulenza.

Calendario degli sportelli decentrati IRCAC presso la Camera di Commercio a Catania

Data

Giorno

Orario di apertura e chiusura

25/06/2013 09/07/2013 23/07/2013

Martedi Martedi Martedi

9-12,30 9-12,30 9-12,30

 Novità d’interesse generale  Sul sito dell'Assessorato Attività Produttive è stato pubblicato l'avviso relativo all'organizzazione di una missione di incoming in Sicilia di operatori esteri. La finalità dell'avviso è quella di selezionare almeno 15 operatori siciliani, operanti nel settore artigianato, che prenderanno parte agli incontri con operatori stranieri che avranno luogo nel mese di settembre dal 22 al 25 nel territorio regionale. Al fine di verificare l’interesse alla partecipazione alla suddetta iniziativa , le imprese siciliane dovranno far pervenire la propria disponibilità all'adesione, entro il 15/07/2013.

Comunicazioni di servizio ► Le cooperative che ancora non avessero eseguito il pagamento della quota associativa relativa al 2013 sono invitate a provvedere, poichè la prima rata andava saldata entro lo scorso 30 marzo, mentre la seconda rata sarà in scadenza il prossimo 30 settembre. Il pagamento dei contributi associativi rappresenta per la cooperativa un impegno assunto al momento dell’adesione alla Confederazione ed è indispensabile per sostenere le iniziative che la stessa sostiene per tutelare l’interesse delle associate. La forza dell’Associazione è la forza delle cooperative aderenti. ► Attivo, presso gli uffici di Confcooperative Catania, lo Sportello Consip per l’abilitazione delle imprese ai bandi del Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePa). Nel documento allegato (prot.951) una breve presentazione del Mepa e dell’attività dello sportello. ►Assemblea nazionale dell’Alleanza delle Cooperative Italiane - ACI - Il prossimo 26 giugno, si terrà a Roma, presso l’Auditorium di Via della Conciliazione, l’Assemblea nazionale delle Cooperative Italiane. Sarà l'occasione per presentare l’Alleanza alle Istituzioni ed al nuovo Governo in maniera compiuta. Per questo, le varie componenti dell'Alleanza sono impegnate in un grande sforzo organizzativo, in modo da dare, anche visivamente, la rappresentazione della quantità e della qualità delle cooperative italiane. Anche la nostra Unione di Catania sta predisponendo una propria delegazione di dirigenti cooperatori. Il presidente Mancini sollecita, coloro che fossero interessati a partecipare all’evento, ad avanzare la propria candidatura contattando gli nostri uffici dell'Unione inviando una e-mail a catania@confcooperative.it

Il lavoro nel carcere che cambia Il testo, proposto dal Centro Orizzonte Lavoro, è rivolto sia al grande pubblico, chiamato al dovere civico di partecipare al dibattito sull’emergenza carcere, che agli addetti ai lavori. Il volume costituisce un utile vademecum, in grado di contribuire all’applicazione di una pena non più basata sulla custodia che affligge, ma sul trattamento che recupera. Recensione (prot.1021).

 Il bando a sportello valutativo della Misura 133 (III bando) - "Sostegno alle associazioni di produttori per attività di informazione e promozione" del PSR Sicilia 2007 – 2013, di cui alla GURS n. 23 del 27.05.2011, sarà chiuso in data 30 giugno 2013, termine ultimo per la presentazione delle domande di aiuto sul portale SIAN. Ai fini della rendicontazione sarà possibile presentare la domanda di pagamento del contributo per tutto l'anno 2014.

 Il Bando di Fondazione Telecom Italia (prot.1093) ha identificato nei "beni culturali invisibili" l'area d’interesse sulla quale focalizzare i propri interventi. L’espressione "bene culturale invisibile" si può declinare in vari modi partendo dall’arte invisibile che giace nei depositi dei musei italiani, un patrimonio artistico di cui difficilmente il pubblico può fruire, ma può anche riguardare un cosiddetto "bene minore" non sufficientemente visibile all’interno della dimensione locale di riferimento e che invece potrebbe diventare, con un opportuno progetto di rilancio e valorizzazione, un elemento attrattivo per l’economia e il turismo locale. La nozione può estendersi non solo ad oggetti e luoghi, ma a quel genere particolare di "beni invisibili" che sono le tradizioni di conoscenze, competenze, abilità, tecniche, che in Italia sono così diffuse e stratificate, e al tempo stesso così fragili, così a rischio di declino, decadimento, estinzione. In tale accezione, oggetto di valorizzazione e tutela può anche essere un sapere collettivo da ascrivere alla categoria dei "Beni Comuni"; può trattarsi quindi di beni, materiali o immateriali, a titolarità diffusa, che appartengono a tutti e a nessuno, nel senso che tutti devono poter accedere ad essi e nessuno può vantare pretese esclusive. Fondazione Telecom Italia accetterà proposte provenienti da un solo soggetto o da reti composte da un numero massimo di tre partner, compreso il capofila. Ogni progetto potrà ricevere un contributo economico non superiore a 250.000 euro e non inferiore a 125.000 euro, destinato a coprire fino a un massimo dell’80% dei costi sostenuti. Le domande possono essere presentate fino al 15 luglio 2013. I progetti dovranno pervenire a FTI unicamente attraverso l'apposita procedura disponibile sul sito di FTI.  Il Ministero dell’Interno ha approvato l’Avviso pubblico per la presentazione di progetti a carattere di sistema finanziati a valere sul Fondo Europeo per i Rimpatri: Azione 2 Programmi di rimpatrio volontario assistito per gruppi di cittadini di Paesi terzi che non soddisfano o non soddisfano più le condizioni di ingresso e/o residenza nello Stato membro Progetti pluriennali Programmi attuali 2012-2013, Modulo 1 e Modulo 2. Oggetto dell’Avviso è la selezione di un progetto volto ad attuare le Azioni: Azione 2 Programmi di rimpatrio volontario assistito per gruppi di cittadini di Paesi terzi che non soddisfano o non soddisfano più le condizioni di ingresso e/o residenza nello Stato membro” individuata nel Programma Annuale 2012; Azione 2 Programmi di rimpatrio volontario assistito per gruppi di cittadini di Paesi terzi che non soddisfano o non soddisfano più le condizioni di ingresso e/o residenza nello Stato membro” individuata nel Programma Annuale 2013. Pena l’inammissibilità, ciascun soggetto proponente deve presentare la propria candidatura per entrambe le Azioni/Moduli (ossia, Azione 2 Modulo 1; Azione 2 Modulo 2) oggetto dell’Avviso. Le proposte progettuali presentate dovranno avere ad oggetto la realizzazione di un programma di Rimpatrio Volontario Assistito rivolto ad almeno 1900 cittadini di Paesi terzi ammissibili per il ritorno volontario sulla base dell’art. 7 della Decisione 2007/575/CE nonché della vigente normativa italiana (L.n. 129/2011 e relative linee guida). Nello specifico, il progetto si articolerà nelle seguenti attività: Counselling prepartenza ai migranti interessati al rientro; Autorizzazione al rimpatrio; Organizzazione del viaggio di ritorno; Assistenza aeroportuale ed indennità di prima reintegrazione. Il risultato atteso dall’Avviso è il rimpatrio assistito nel Paese d’originale complessivamente di 1900 immigrati appartenenti alle categorie sopra descritte. Ciascuna proposta progettuale dovrà prevedere a valere su ciascuno dei due moduli il rimpatrio di un numero di destinatari non inferiore a 950. Tra i soggetti che possono partecipare sono previste anche le Cooperative operanti nel settore di riferimento dell’Avviso. Sono ammesse tutte le forme di partenariato, di raggruppa-

Circolare interna di informazione a cura di Confcooperative del 20/06/2013 - Corso Sicilia 24 – 95131 Catania  095 2503398 -  095 7151447


arriva il nuovo servizio per la Gestione dei Crediti Scarica la brochure con la descrizione della nuova proposta (prot.991) e (prot.1019)

mento e/o di consorzio previste dalla legislazione vigente, fino ad un massimo di 4 partner, ferma restando la responsabilità solidale dei soggetti in partenariato ovvero facenti parte del raggruppamento e/o consorzio nei confronti dell’Autorità responsabile. Sono destinatari del progetto i cittadini di paesi terzi ammissibili per il ritorno volontario assistito, sulla base di quanto disposto dagli artt. 5 e 7 della Decisione 2007/575/CE nonché della vigente normativa italiana (L. n. 129/2011 e relative linee guida). Il piano finanziario di ciascuna Azione/Modulo prevedrà un finanziamento comunitario fisso pari al 75% del costo complessivo di progetto e un cofinanziamento nazionale pari al restante 25%. Il costo complessivo del progetto per ciascuno dei due Moduli non potrà superare il limite massimo di € 1.500.000,00. Ai migranti sarà fornita un’indennità individuale pari ad un minimo di 200 € e fino ad un massimo di 400 €, finalizzata a sostenere le prime spese al ritorno in patria, che sarà corrisposta ai migranti al momento della partenza, dopo i valichi di frontiera. I Soggetti proponenti potranno presentare le proposte progettuali usando la procedura telematica predisposta dal Ministero sul sito, fino alle ore 16:00 del 15 luglio 2013.  Obiettivo del Premio Gaetano Marzotto è di individuare e sostenere lo sviluppo di nuovi progetti imprenditoriali in grado di rispondere a criteri di sostenibilità economico-finanziaria e, allo stesso tempo, di generare benefici rilevanti per il territorio italiano. Il Premio vuole creare le condizioni ambientali per un cambio di paradigma, sostenendo la nascita di nuova impresa in Italia. Il montepremi di 800.000 euro è così ripartito: PREMIO IMPRESA DEL FUTURO - al miglior progetto imprenditoriale con capacità di generare significative ricadute positive negli ambiti sociali territoriali, culturali o ambientali. PREMIO PER UNA NUOVA IMPRESA SOCIALE E CULTURALE - al miglior progetto imprenditoriale con capacità di generare significative ricadute positive negli ambiti sociali e culturali. PREMIO DALL’IDEA ALL’IMPRESA - I 10 premi dall’Idea all’Impresa”consistono in un periodo di residenza all’interno degli incubatori d’impresa Boox, Fondazione Filarete, H-Farm, I3P, LUISS ENLABS, M31, Seedlab, Talent Garden Padova, The HUB, Vega con programmi dedicati, per trasformare le idee in impresa. I 10 premi sono riservati a giovani di età massima 35 anni. Termine per l’invio delle proposte: entro il 30 giugno 2013.  Avvisi pubblici per interventi di accoglienza, supporto ed orientamento rivolti ai richiedenti protezione internazionale presso i grandi nodi di transito transfrontaliero. Gli Avvisi intendono supportare le capacità di accoglienza nei nodi di transito aeroportuale di Roma, Bari, Bologna, Milano e Venezia, dove è in atto il costante arrivo di nuclei consistenti di richiedenti protezione internazionale, trasferiti in Italia da altri Stati membri sulla base del Regolamento di Dublino II. Le proposte progettuali dovranno prevedere la realizzazione di interventi ad personam, includendo l'erogazione di servizi quali servizi di prima accoglienza, assistenza sanitaria, informazione sulla procedura di asilo, assistenza linguistica, consulenza legale e assistenza nel disbrigo delle pratiche amministrative e/o giudiziarie, orientamento e eventuale trasferimento in strutture idonee a garantire il percorso di seconda accoglienza e integrazione socio-economica. Beneficiari: Enti locali; Enti pubblici; Fondazioni; Organismi governativi ed intergovernativi; Organismi ed organizzazioni internazionali; ONG; Associazioni e ONLUS; Cooperative; Consorzi; Organismi di diritto privato senza fini di lucro; Associazioni sindacali, datoriali, sindacati; A.S.L., Aziende Ospedaliere o le singole articolazioni purché dotate di autonomia finanziaria; Università o singoli Dipartimenti Universitari; Istituti di Ricerca regionali e nazionali; Istituti e scuole pubbliche di istruzione primaria e secondaria nonché sedi disciplinate ai sensi della L. 165/01 e uffici scolastici regionali. Agevolazione: il Piano finanziario di ciascuna proposta prevede un finanziamento comunitario fisso pari al 50% del costo complessivo di progetto e un cofinanziamento nazionale pari al restante 50%. Per le Azioni 3A, 3B, 3C, 3D, il Piano finanziario di ciascuna proposta prevede un finanziamento comunitario fisso pari al 75% del costo complessivo di progetto e un cofinanziamento nazionale pari al restante 25%. Scadenza: ore 16.00 del 15 luglio 2013.

Cooperative di Produzione e Lavoro

 Con la pubblicazione nella G.U. n.134 del 10-06-2013 del decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 21 marzo 2013 n.92 sono state definite le modalità di ripartizione ed erogazione delle risorse finanziarie destinate ad incentivi nel settore dell’autotrasporto merci. Nella Circolare (prot.1087) alcuni approfondimenti. Copia del DM, circolare ministeriale esplicativa con la modulistica necessaria alla presentazione delle domande (prot.10881089).

 Pubblicato, lo scorso 12 giugno, il Comunicato del Presidente dell'AVCPass volto a rimodulare il regime transitorio previsto dalla Deliberazione n. 111, per l’adeguamento alle nuove modalità di verifica dei requisiti attraverso l’utilizzo del sistema AVCpass. La rimodulazione prevede la modifica dei termini di ricorrenza dell’obbligo di verifica dei requisiti. Nel periodo intercorrente tra luglio e dicembre 2013, continueranno ad essere erogati i moduli di formazione ed assistenza all’utilizzo del sistema AVCPass. Circolare e Comunicato (prot.1084-1085). Cooperativa Convenzionata

Confcooperative anche su:

Circolare interna di informazione a cura di Confcooperative del 20/06/2013 - Corso Sicilia 24 – 95131 Catania  095 2503398 -  095 7151447

Newsletter 46 del 20-06-2013  

A cura di Confcooperative Unione Provinciale di Catania. Per approfondire alcune news e scaricare i documenti è necessario registrarsi. Reda...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you