Page 1

N° 10 OTTOBRE 2017

POSTE ITALIANE S.P.A. SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE 70% - NE/VR

MENSILE DI ATTUALITà, COMMERCIO, TURISMO E SERVIZI DELLA CONFCOMMERCIO VERONA-IMPRESE PER L’ITALIA

PER UNA VERONA MIGLIORE

LA GIUNTA CONFCOMMERCIO HA INCONTRATO IL SINDACO FEDERICO SBOARINA

www.confcommercioverona.it

10/

Conclusa la Scuola per l’imprenditoria 2017 E ora si pensa alla decima edizione

17

Successo del workshop “Il negozio di domani”

1


ASSOCIATI E AVVANTAGGIATI Con le convenzioni Confcommercio

Quadro esemplificativo di alcune convenzioni. Maggiori informazioni sul sito www.confcommercioverona.it COSTO STANDARD €

SCONTO Fino o Medio

RISPARMIO ASSOCIATO €

ANTINCENDIO (Estintore a polvere da 6 Kg)

55A s.n.c.

52,00*

23%

12,00

RISPARMIO PRATICA RICHIESTA FINANZIAMENTO

CONFIDI VENETO

200,00

33,33%

100,00

TARIFFE AGEVOLATE sul consumo di energia elettrica

A.G.S.M. ENERGIA

1000,00*

5,5%

55,00

ASSICURAZIONE AUTO AZIENDALE E PRIVATA (estesa a familiari e collaboratori)

VITTORIA ASSICURAZIONI

570,00**

30%

171,00

ASSICURAZIONE CASA (es.Polizza All Risk, appartamento 130 mq)

VITTORIA ASSICURAZIONI

350,00**

30%

105,00

ASSICURAZIONE ATTIVITÀ COMMERCIALE (es. Polizza All Risk e responsabilità civile)

VITTORIA ASSICURAZIONI

1.800,00**

SIAE (radio - cd e 2 altoparlanti)

SIAE

277,60

16%

38,17

SCF Consorzio Fonografici (costo annuale 0-200 mq)

SCF

76,70

30%

22,00

Abbonamento Annuale quotidiano (7 su 7)

L’ARENA

475,00

48,42%

230,00

PRODOTTI SCRITTURA E UFFICIO,SCUOLA, CARTA, ARREDO, DECORO, CENTRO COPIE

OFFICE STORE GIUSTACCHINI

200,00

10%

20,00

Pos: Commissione Pagobancomat (0,35% per nuovi associati)

BANCA DI VERONA

1.500,00

50%

750,00

Pos: Commissione Pagobancomat (0,32%-0,35%)

BANCA POPOLARE DI VICENZA

1500,00***

50%

750,00

Pos: Commissione carta di credito (0,90%-1.20%)

BANCA POPOLARE DI VICENZA

1000,00***

50%

500,00

1.000,00

50%

500,00

Pos commissioni pagobancomat 0,30/0,35 Pos commissioni carta di credito 0,60/0,75

UBI BANCA

35%

TOTALE RISPARMIO ANNUALE UBI BANCA commissioni pagobancomat 0,30 distributori carburanti 0,35 altre attività Commissioni Carta di Credito 0,60 distributori carburanti 0,75 altre attività revisione 25 maggio 2016

B.P.V. Commissione Pago Bancomat 0,32% su transazioni inferiori € 30,00 0,35% su transazioni superiori € 30,00 B.P.V. Commissioni carta di credito 0,90% su transazioni inferiori € 30,00 1,20% su transazioni superiori € 30,00

630,00

€ 3883,17

VITTORIA ASSICURAZIONI POLIZZA ALL RISK ATTIVITÀ COMMERCIALE Furto, incendio, merci, danni elettrici e vetri ABBONAMENTO ARENA Il risparmio si intende su acquisto giornaliero

*Gli esempi sono simulazioni. Per informazioni e preventivi personalizzati rivolgersi a 55A snc oppure Agsm **Gli esempi sono simulazioni. Per informazioni e preventivi personalizzati rivolgersi le agenzie Vittoria Assicurazioni del territorio ***La convenzione è valida esclusivamente per i nuovi Clienti con fatturato annuo non superiore a Euro 2.500.000. Non valida per i distributori di carburante

OPPORTUNITA’

DESCRIZIONE


10/17

Il Commercio Veronese Organo ufficiale della Confcommercio-Imprese per l’Italia della Provincia di Verona Anno XXXXVI - n. 10 Ottobre 2017 Editore Confcommercio As.Co. Verona Direttore Paolo Arena Direttore responsabile redazione, videoimpaginazione Mirko Aldinucci Redazione c/o Confcommercio Verona, Via Sommacampagna, 63/H 37137 Verona tel. 045-8060811 fax 045-8060888 ilcommercioveronese@confcommercioverona.it www.confcommercioverona.it Stampatore Gmg Press srl Via Ventura, 6 - 37135 Verona Autorizzazione Tribunale n. 263 dell’11.09.1971 Spedizione in A.P. 45% art. 2 comma 20/b legge 662/96 Filiale di Verona una copia: 0,10 euro abbonamento: 1 euro  Le foto di questo numero sono di: Mirko Aldinucci, archivio Tutti i numeri de Il Commercio Veronese sono disponibili in pdf sul sito www.confcommercioverona.it

> 06

IN COPERTINA • Per una Verona migliore

> 07 08 09 10

ATTUALITÀ • Il negozio di domani • Una scuola senza uguali • Lazzarini all’avanguardia • Castelvecchio ritrova le tele

> 11

TURISMO • «Più risorse per la promozione»

> 15 16 16 17 17

CATEGORIE • Hotel Campagna, rifiuti zero • L’agente immobiliare 4.0 • Anche in orario mattutino il corso mediatori • Un corso barman di successo • Forum Terziario Donna: turismo sempre più “rosa”

> 04 05 12 13 20

RUBRICHE • CRESCIAMO INSIEME di Paolo Arena • FOCUS • L’ESPERTO RISPONDE • NORME E ADEMPIMENTI • SPORT


CRESCIAMO INSIEME

n. 10 ottobre 17

A “To Be Verona” uno sguardo al futuro tra innovazione e tecnologia di Paolo Arena Si è tenuto venerdì 20 e sabato 21 Ottobre il terzoForum Internazionale To Be Verona, che ha visto la partecipazione di numerosi ospiti, impegnati nei lavori del Workshop, interessati alle case history delle startup della Tavola Rotonda, ispirati dagli speech del Forum e coinvolti dagli eventi nel Loggiato della Gran Guardia e nel centro storico. Due giornate ricche di appuntamenti e unite da un filo conduttore comune: la ricerca e lo studio di una nuova identità della città di Verona, attraverso la tecnologia d’avanguardia e la valorizzazione delle eccellenze presenti nel territorio. Tecnologia aptica e interazione uomo-macchina per emulare il senso del tatto: questo il focus del Workshop “Tatto – To Be Present, To Be Future, To Be Verona”, che ha visto i partecipanti divisi in cinque gruppi (Turismo, Educazione, Aziende, Intrattenimento e Sport) realizzare, in sole quattro ore, cinque progetti contenenti idee concretamente applicabili alla città, che sono stati presentati in conclusione del Forum al Palazzo della Gran Guardia, al quale ho partecipato. Nuovi progetti legati alla ricerca, all’innovazione, al business e alla promozione del territorio sono fondamentali per valorizzare sempre più e sempre meglio le straordinarie risorse della nostra Verona, che gode di una identità unica nel mondo e di una enogastronomia senza pari ma che può e deve esprimere e comunicare ancora meglio i suoi primati e le sue unicità. To Be Verona ha evidenziato l’importanza di realizzare un hub internazionale dell’innovazione per favorire il talent sharing, la condivisione e la contaminazione di conoscenze e competenze, la presentazione delle eccellenze di Verona e il contatto con progetti internazionali: solo facendo sistema e mettendo in rete le migliori espressioni dell’ingegno e le migliori competenze potremo crescere in un contesto economico e turistico globale sempre più competitivo, dove l’improvvisazione deve definitivamente lasciare il passo alla preparazione, alla modernità, all’aggregazione. Per trasformare la Città ed il suo territorio in modo sostenibile, intelligente, inclusivo ed internazionale, è necessario focalizzarsi su temi quali accoglienza, energia e sostenibilità ambientale, mobilità e accessibilità, 4

riqualificazione e rilancio di intere aree: questo anche per creare consapevolezza nei veronesi del grande potenziale del loro territorio e dell’importanza strategica di una nuova proposta identitaria per Verona, per trasformarla in una vera e propria città del ben-essere. Una città del ben-essere sempre più accogliente, dove gli imprenditori del commercio, del turismo, dei servizi e delle professioni stanno facendo la loro parte e sempre più la faranno, ma chiedono anche gli strumenti per potersela giocare ad armi pari: servono infatti più sforzi e più fondi per la promozione, perché il nostro turismo oggi esprime numeri positivi ma beneficia di favorevoli situazioni congiunturali destinate ad esaurirsi. Urge, dunque, un cambio di passo anche da parte del settore pubblico: su questo fronte va sollecitato un nuovo modo di gestire e di pensare il turismo, liberando risorse per lo sviluppo generale e frenando la proliferazione di strutture irregolari, sempre più diffuse nel comparto ricettivo. Verona e la sua provincia, grazie all’impegno di oltre 100mila imprese, hanno grandi ricchezze e grandi potenzialità: è grazie a eventi come To Be Verona che vengono alla luce le eccellenze e le progettualità che possono liberarle e che poi starà a tutti noi concretizzare. Insieme. Crescendo e innovando nel solco della tradizione, ma senza nostalgie.


FOCUS

50&Più protagonista su più fronti Mancano poche settimane all’importante appuntamento con i Maestri del commercio. Sabato 25 novembre, con inizio alle ore 10,00 presso Sala Arazzi di Palazzo Barbieri, sede del Comune di Verona, si terrà la cerimonia di consegna delle Aquile ai Soci di 50&Più che hanno speso una vita a favore della crescita e sviluppo dell’economia veronese. Dopo la cerimonia di consegna degli attestati, che avverrà alla presenza di Autorità veronesi, la giornata continuerà con il pranzo presso il ristorante Vittorio Emanuele che si trova in piazza Bra.

Successo del convegno sulla vascolarità Numerosa ed attenta partecipazione all’incontro, promosso da 50&Più-Verona, nella sede di Confcommercio in Via Sommacampagna, sul tema della vascolarita ed endovascolarità di fine ottobre. Dopo l’indirizzo di saluto di Giorgio Sartori - presidente di 50&Più scaligera - ha preso la parola il dottor Luca Garriboli specialista in chirurgia vascolare ed endovascolare dell’Ospedale Sacro Cuore di Negrar che ha illustrato le novità nell’ambito della diagnosi di questa branchia specialistica, allo scopo di favorire l’accesso alle cure con l’obiettivo di evitare problemi e complicazioni che possono insorgere nel caso di ritardi diagnostici. A seguire, interessante dibattito. Molte, infatti, le domande del pubblico, alle quali il dottor Garriboli ha risposto in maniera esauriente e chiara. Sul tema della salute e del vivere bene 50&Più della Provincia di Verona intende organizzare altri incontri.

5


n. 10 ottobre 17

IN COPERTINA

Per una Verona migliore Cordiale incontro tra la giunta Confcommercio e il sindaco Sboarina

Un incontro cordiale, concluso con la reciproca dichiarazione di massima disponibilità a collaborare per lo sviluppo del “sistema Verona”: la Giunta esecutiva di Confcommercio Verona ha ospitato nel pomeriggio di martedì 26 settembre il sindaco Federico Sboarina in un incontro nel quale sono stati affrontati i temi cari all’associazione guidata da Paolo Arena. Dalla mobilità alla Ztl, dalla sicurezza allo sviluppo commerciale, dalla promozione turistica all’abusivismo, dall’utilizzo delle piazze alla Fondazione Arena, fino alle tende di piazza Erbe. Temi che, ha evidenziato il presidente di Confcommercio Verona al primo cittadino in apertura di incontro, erano stati inseriti e sviscerati nel documento programmatico presentato ai candidati a sindaco alla vigilia delle elezioni amministrative. “Assicuro la massima disponibilità a lavorare insieme in questi cinque anni”, ha esordito Sboarina. “Svolgo il mio mandato con autentico spirito di servizio e ciò mi rende libero nelle scelte e nel mio compito di amministratore in coerenza con quanto esposto nel mio programma elettorale. Le organizzazioni di categoria saranno un riferimento e i temi sul tavolo sono davvero tanti. Tra questi, la preoccupante situazione dei centri commerciali: ciò che esiste oggi a Verona sud rappresenta solo il 10% di quello che verrà realizzato nell’area; interverremo dove si potrà per cercare di porre rimedio”. 6

Sboarina ha quindi sottolineato che “dobbiamo chiederci che tipo di turismo vogliamo, mentre saremo molto attenti nei confronti di chi, nel settore, non rispetta le regole”. “Il progetto del Traforo che finora è stato oggetto del la-

voro degli uffici sarà definitivamente archiviato perché non ha i presupposti di sostenibilità finanziaria”, ha aggiunto, “mentre stiamo molto lavorando sul progetto del filobus, che si presenta complicato”.


IN COPERTINA

“Quella della Fondazione Arena - ha proseguito Sboarina - è una scommessa che riteniamo di poter vincere nel prossimi cinque anni: è già pronto il cartellone dell’extra lirica del prossimo anno fino a luglio, la stagione areniana beneficerà di più soldi del passato. Possiamo “girare” alla Fondazione svariati milioni di euro proprio con l’extra lirica e fare un ragionamento con la Camera di Commercio”. Su questo punto, Paolo Arena ha spiegato che l’ente camerale, a seguito della riforma, ha subito un drastico taglio di risorse per cui bisognerà trovare percorsi condivisi per assicurare ulteriori risorse alla Fondazione Arena, fonte di straordinario indotto per la città e la sua provincia. “Chiediamo un aiuto dal punto di vista legislativo perché troppe volte le iniziative imprenditoriali che potrebbero dare valore al territorio vengono frenate dalla burocrazia”, ha aggiunto il presidente di Confcommercio Verona, che ha ribadito la necessità di colpire duramente la proliferazione di strutture ricettive irregolari: “ormai rappresentano il 60% dell’offerta complessiva di Verona, è inaccettabile”. Il sindaco, quindi, ha sottolineato l’importanza di dare un’impostazione culturale e valoriale a Verona e alla sua “offerta”, parlando di opportunità importanti per la “smart city” e dicendosi “sicuro” del percorso intrapreso per l’Arsenale. “Concordo sulla necessità di delocalizzare gli eventi sul territorio non accentrando tutto o quasi in piazza Bra anche per gratificare gli imprenditori che operano nelle aree alternative”, ha aggiunto. Sboarina, che a fine incontro ha ricevuto il riconoscimento di socio onorario di Confcommercio Verona, si è infine detto favorevole alla creazione di una cabina di regia sui grandi temi europei potenzialmente a disposizione di cittadini e imprenditori.

Il negozio di domani Tutto esaurito per il workshop Federmoda

Grande partecipazione al seminario formativo “Il negozio del futuro” che si è svolto nella serata di mercoledì 4 ottobre nella sede di Confcommercio Verona. Dopo il saluto del presidente di Federazione Moda Verona, Mariano Lievore e del vicepresidente di Confcommercio Nicola Baldo, i lavori sono entrati nel vivo con l’intervento di Massimo Torti, segretario generale di Federazione Moda Italia che ha parlato de “Il negozio di moda tra presente e futuro. Dalla ‘‘pancia’’ agli indicatori di performance”. Nel corso del workshop - che ha evidenziato come il negozio tradizionale si debba evolvere in modo da adeguarsi alle nuove esigenze della clientela che pretende sempre più servizi on line e presenza su social - è stato illustrato nel dettaglio “iNovaRetail Small”, progetto di FederazioneModaItalia che declina piattaforma tecnologica e metodo

con l’obiettivo di aiutare il negozio tradizionale a evolversi seguendo le nuove abitudini di acquisto del cliente, oggi non più consumatore, bensì “ConsumAttore”. “Un’emozione parlare a tanti ed attenti imprenditori di #negozio del #futuro #iNovaRetail, e-commerce, social, marketing mix ed emozionale, misuratori di performance e Visual merchandising”, sottolinea Torti. “Workshop molto partecipato e seguito; dati di settore ancora deboli, accompagnati però da teorie, suggestioni, spunti, idee, strumenti e progetti come iNovaRetail small di Federazione Moda Italia con Disignum per permettere ai nostri negozi di migliorarsi e competere al meglio tanto nel mercato fisico quanto in quello virtuale”. Torti conclude facendo i complimenti a Confcommercio Verona e Federazione Moda Verona “per l’ottima organizzazione”. 7


n. 10 ottobre 17

ATTUALITÀ

Una Scuola senza uguali E ora i Giovani imprenditori pensano all’edizione del decennale

Si è chiusa sabato 14 ottobre la nona edizione della Scuola per l’imprenditoria, il percorso formativo ideato dai Gruppi Giovani di Confindustria Verona, Confcommercio, Confartigianato, CNA, Casartigiani, Ance, Apindustria, Confcooperative e Ordine degli Ingegneri, per fornire uno strumento concreto alla crescita professionale dei giovani imprenditori. In particolare durante l’ultimo appuntamento al Museo Nicolis, sede di tutto il ciclo di incontri, sono stati presentati i video rappresentativi dell’esperienza formativa vissuta durante la giornata outdoor. La nona edizione di Scuola per l’imprenditoria dal titolo “L’Impresa di chi fa impresa” ha visto la partecipazione di 60 giovani e si è svolta secondo una formula innovativa che ha coniugato l’incontro formativo tradizionale con l’identificazione e la realizzazione 8

di un’impresa sportiva da compiere come sfida di crescita manageriale. I partecipanti infatti hanno scelto di mettersi alla prova in un’attività sportiva a scelta tra trekking, ferrata, MTB e survivor. “Scuola per l’imprenditoria rappresenta un momento unico delle attività formative del nostro territorio perché nasce dalla volontà dei gruppi giovani di nove associazioni di realizzare un percorso trasversale – ha commentato Davide Zorzi, presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Verona - Un ciclo di incontri che fornisce strumenti

per mettersi in gioco per capire che al di là delle nozioni per fare bene il nostro lavoro servono passione, voglia di crescere e mettersi alla prova ogni giorno”. “Anche quest’anno la Scuola si è caratterizzata per un percorso innovativo legato a una formazione di tipo “esperienziale” in cui i partecipanti sono stati chiamati a mettersi in gioco in una sfida sportiva che ha consentito di fare un parallelismo con il mondo del lavoro: un parallelismo assolutamente ben riuscito, con l’alternarsi di difficoltà da superare, decisioni da prendere e condividere, momenti di gioia. – ha spiegato Michele Rossetto, Presidente dei Giovani Imprenditori di Confcommercio Verona - Per il 2018, che segnerà il decimo anno della Scuola, stiamo studiando un percorso ancora più originale e innovativo per celebrare degnamente l’importante anniversario con un’edizione speciale”.


ATTUALITÀ

Lazzarini all’avanguardia Un nuovo polo di assistenza avveniristico per “Pneuservice”

L’8 ottobre Lazzarini Pneuservice, storico socio Confcommercio Verona, ha inaugurato la nuova sede di via Germania 10, nella Zai di Verona. Si tratta di un centro di 7.000 metri quadrati, di cui 5.000 coperti, con un focus sia sull’assistenza vettura che sul truck. Una vera e propria officina 4.0, come ha affermato Gabriele Lazzarini, presidente dell’azienda: “Dopo 52 anni di attività, la nuova sede di Lazzarini Pneuservice è pronta ad affrontare i cambiamenti del futuro. Abbiamo creato un polo di assistenza avveniristico, con due aree dedicate e separate per auto e truck”. Il servizio assistenza vettura dispone di un’officina meccanica, un centro revisione e di un’area lavaggio, il tutto con macchinari innovativi. Nei 1.200 metri quadri riservati al truck c’è un front office separato, una zona relax dedicata ai camionisti, con doccia, bagni, distributori di bibite e food, televisore, e molto altro. Anche qui tutte le attrezzature sono di ultima generazione, come ad esempio l’assetto ruote Josam. Secondo Bridgestone, presente all’inaugurazione dal momento che Lazzarini Pneuservice è Bridgestone partner, si tratta di una realtà unica in Europa. Sul tetto, ci sono ben 400 metri quadrati di pannelli solari. “L’azienda – continua Lazzarini – oggi è guidata da Matteo Scapini, in qualità di direttore generale, insieme a mia figlia Sara, che è

il responsabile delle flotte. Verona è un centro importantissimo per il passaggio dei veicoli commerciali, in quanto si trova nel cuore di diverse vie di comunicazione: l’A4 tra Milano e Venezia, l’autostrada del Brennero tra il nord Europa e il centro/sud Italia ed è a metà strada tra il Portogallo e i paesi ex sovietici. Stiamo parlando di un transito giornaliero di 25.000 veicoli”. 9


n. 10 ottobre 17

ATTUALITÀ

Castelvecchio ritrova le tele Importanti eventi ed incontri per la nostra città nell’ultimo mese

Dirigenti di Confcommercio Verona hanno partecipato nei giorni scorsi ad alcuni importanti eventi che hanno interessato la città. Il presidente del sindacato caffè Bar Manuel Baldo ha preso parte in Sala Boggian di Castelvecchio alla presentazione del ritorno al Museo, dopo il restauro, delle opere trafugate il 19 novembre 2015 e recuperate il 21 dicembre 2016. Successivamente, Manuel Baldo ha preso parte alla serata di premiazione dei vincitori del Best Communicator Award, il premio ideato da Veronafiere nel 2007 e dedicato ai migliori stand di Marmomac (nella foto sotto). Il vicepresidente Nicola Baldo, invece, è stato all’incontro alla Chiesa di San Bernardino su “La Laudato Sì, occasione per un mondo migliore - il futuro tra etica, economia sostenibile e geopolitica”, conversazione con il Cardinale Oscar Maradiaga, il professor Enrico Letta e il professor Franco Frattini introdotta dal Vescovo di Verona Giuseppe Zenti. 10

Confcommercio Verona, ancora, ha partecipato, con la capo area dell’ufficio formazione Annamaria Zanella, all’incontro sull’alternanza scuola lavoro che si è svolto nella sede dell’ordine degli ingegneri giovedì 19 ottobre. Un tavolo di lavoro che ha coinvolto alcuni tra i principali protagonisti scaligeri

dei percorsi di alternanza resi obbligatori l’anno scorso. Al convegno hanno partecipato tra gli altri Giuseppe Riello, presidente Camera di Commercio di Verona, Stefano Bertacco, assessore del Comune di Verona per l’istruzione e il lavoro, Giorgia Speri, Presidente del Cosp Verona, Mario Bonini, coordinatore dei Dirigenti scolastici di Verona, e Riccardo Bertagnoli, Presidente di Verona FabLab. Scopo dell’incontro, quello di rendere sempre più consapevoli le aziende (circa 3.000 quelle rappresentate dal nostro Network) delle opportunità rappresentate dal fatto di poter ospitare, con logiche intelligenti e strutturate, studenti nelle sedi aziendali e, al contempo, andare incontro alle esigenze formative degli scolari e delle loro famiglie. Nei giorni scorsi, infine, Luigi Sona ha partecipato per conto di Confcommercio a un evento che si è tenuto alla Biblioteca Capitolare di Verona.


TURISMO

«Più risorse per la promozione» Artelio al convegno sull’accoglienza del territorio di Agriturist

“Abbiamo perso troppo tempo e gli altri Paesi stanno correndo. Dobbiamo destinare una parte della tassa di soggiorno alla promozione, incentivare le forme di collaborazione tra le diverse realtà turistiche e unire tutti i sindaci del lago e dell’entroterra in strategie di miglioramento dell’accoglienza turistica. Altrimenti, tra qualche anno, gli altri Paesi ci porteranno via i turisti”. Non ha usato mezzi termini Paolo Artelio, vicepresidente di Confcommercio Verona e presidente del consorzio Garda Veneto, nel suo intervento al recente convegno “L’accoglienza del territorio: esperienze a confronto” promosso da Agriturist Veneto, nell’ambito della manifestazione “L’agriturismo racconta” che si è svolta all’agriturismo Della Pieve a Bardolino. La giornata ha messo a confronto numerose realtà turistiche del territorio veronese - dagli agriturismi ai ristoratori, dalle guide turistiche ad altri fornitori di servizi -, con la presenza anche di alcuni sindaci e amministratori del territorio per superare le vecchie divisioni e cominciare a collaborare per offrire un’accoglienza condivisa e integrata sul territorio. L’accoglienza delle strutture territoriali, come ha spiegato in apertura Leonardo Granata, presidente di Agriturist Veneto, l’associazione degli agriturismi di Confagricoltura Veneto, ha fatto un grande salto qualitativo, ma ci sono ancora

ampi margini di miglioramento che possono dipanarsi da un’offerta turistica integrata, che scaturisce da una sinergia e un’interazione tra le attività. “La presenza degli agriturismi è cresciuta in qualità e quantità, contribuendo a valorizzare il territorio, sia con il recupero e la tutela di bellissimi angoli rurali, sia facendo conoscere i nostri prodotti tipici – ha detto Granata -. Si può e si deve però collaborare di più tra le diverse realtà, dagli alberghi agli agriturismi, per migliorare l’accoglienza e la promozione”. La stagione, hanno spiegato Paolo Artelio e Claudio Rama, presidente dell’Associazione colline gardesane, è stata buona e, meteo di settembre permettendo, le presenze sulla sponda veronese del lago dovrebbero attestarsi su 13,5 milioni. “Molti turisti ci hanno scelto, sull’onda dell’allarme terrorismo, come destinazione sicura – hanno detto -. Però non dobbiamo sederci

sugli allori. Nel giro di due anni entreranno in gioco concorrenze molto forti da altri Paesi. Dobbiamo andare all’estero, sviluppare workshop con opinionisti del settore, coinvolgere la stampa specializzata. Dal 2018 ripartirà il consorzio di promozione lago di Garda Veneto, che sarà rifinanziato con una parte dei proventi della tassa di soggiorno, grazie alla coesione di sindaci e Regione. In tempi veloci si comincerà la collaborazione tra il consorzio del lago e quello di Verona, per superare gli antichi campanilismi e lavorare insieme all’ospitalità del turismo su tutto il territorio”. Sabrina Tramonte, sindaco di Cavaion, ha applaudito all’incontro tra albergatori e agriturismi: “L’amore per il nostro territorio può aiutarci a superare le rivalità”. Ivan De Beni, sindaco di Bardolino, ha concordato che i flussi turistici sono legati alla valorizzazione e preservazione del territorio: “Bisogna fare rete e programmare. La magia dei tulipani di quest’estate è stata un successone. Idem l’abbinamento delle pesche con il Chiaretto”. “La diversificazione all’interno dell’azienda agricola verso il turismo è assolutamente necessaria - ha detto in conclusione Paolo Ferrarese, presidente di Confagricoltura Verona - in un momento in cui tutto il settore primario soffre”. 11


n. 10 ottobre 17

L’ESPERTO RISPONDE

Pensione di vecchiaia in caso di invalidità: quali sono i requisti per ottenerla?

Lavori condominiali, che fare se chi ha la maggioranza non vuole?

Ho 41 anni, sono invalido e sono stato lavoratore dipendente ma difficilmente lo sarò ancora. Pertanto, il mio unico obiettivo è arrivare ad avere i requisiti contributivi per usufruire della pensione di vecchiaia. A seguito del riscatto di Laurea e servizio militare, ho totalizzato contributi per 1.008 settimane. Posso pagare le 32 settimane mancanti per arrivare a 20 anni con dei versamenti volontari? I contributi figurativi da servizio militare (43 settimane) valgono per il calcolo della pensione di vecchiaia? Come faccio a sapere se l’importo della pensione non è inferiore a 1,5 volte l’importo dell’assegno sociale? Marco D. - Verona

Abito in un appartamento a Verona di cui sono proprietaria, in un piccolo stabile. Siamo in tutto 4 proprietari, ma un signore ha 560 mm, cioè la maggioranza. Questi si disinteressa della casa, che è ridotta molto male, ma è impossibile fare dei lavori, sia perché si oppone sia perché non paga. Cosa posso fare? Ho provato ad interpellare l’Asl ma alla fine, oltre il danno anche la beffa: dal momento che i lavori non sono stati fatti perché questo signore si oppone, abbiamo dovuto pagare anche la penale. Cosa possiamo fare? Marcella E. - Bardolino

La risposta è positiva. Il lettore può farsi autorizzare alla prosecuzione volontaria dell’assicurazione IVS nel Fondo Pensione Lavoratori Dipendenti per integrare il requisito contributivo minimo chiesto per la pensione di vecchiaia (20 anni di contributi). Anche i contributi figurativi da servizio militare sono utili sia ai fini del diritto che della misura della pensione. Quanto alla terza domanda in realtà è impossibile attualmente indicare con precisione se l’assegno futuro risulterà pari o inferiore a 1,5 volte l’assegno sociale (circa 672 euro mensili). In quanto tale valore è influenzato da variabili non note come l’andamento del PIL che influisce sulla determinazione dell’assegno, dei coefficienti di trasformazione e dell’inflazione annua. Tale valore potrà essere certificato solo nelle vicinanze del pensionamento. 12

I quorum costitutivi e deliberativi, ossia le maggioranze necessarie per la valida costituzione dell’assemblea e per l’approvazione – in suo seno - delle decisioni prevedono il doppio requisito della maggioranza degli intervenuti e del valore dell’edificio (millesimi). I quorum, peraltro, sono diversi a seconda che l’assemblea sia chiamata in prima convocazione (di regola fittizia) o in seconda convocazione e si differenziano anche in base al contenuto delle decisioni che sono poste all’ordine del giorno. Per le riparazioni straordinarie di notevole entità (il Suo caso, da quanto scrive) occorre, in effetti, un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti ed almeno la metà del valore dell’edificio. Nel caso da Lei proposto, quindi, non può essere raggiunta una valida delibera in assenza di voto positivo del condomino detentore la maggioranza dei millesimi.

La soluzione per uscire dall’impasse esiste e consiste nel rivolgersi al Tribunale esponendo lo stallo decisionale, l’impossibilità di raggiungere accordo, la necessità del provvedere affinché sia il Giudice, con una procedura snella e veloce, ad emettere decisione sostitutiva della irraggiungibile volontà assembleare. Infine, trattandosi di un condominio con meno di otto condomini, vero che non sarebbe necessaria la nomina dell’Amministratore. Altrettanto vero, però, che l’Amministratore sarebbe figura sì facoltativa, ma che potrebbe rivestire, nel caso in esame, una sua utilità pratica perché chiamata, tra il resto, proprio a compiere gli atti conservativi relativi alle parti comuni dell’edificio e, in caso di loro urgenza, potrebbe ordinare in autonomia l’esecuzione dei lavori straordinari ritenuti indilazionabili ed urgenti, poi ratificandi nella successivamente disponenda assemblea. La nomina dell’Amministratore richiede, però, la stessa maggioranza sopra indicata e, quindi, potrebbe configurarsi anche per essa una situazione di stallo. Inoltre, l’incarico deve essere valutato in un’ottica più ampia considerando, nell’analisi costi/ benefici, anche gli adempimenti burocratici connessi alla nomina.


NORME & ADEMPIMENTI

Manovra, le misure annunciate: stop all’aumento dell’Iva, ecobonus, sgravi e pacchetto imprese Conferma di ecobonus e sismabonus, una nuova agevolazione per giardini e terrazzi, proroga della cedolare secca, assunzione di 1.500 ricercatori universitari e la cosiddetta norma ‘salva-Tam Tam’, la squadra di basket composta da giovani immigrati che così potrà partecipare ai campionati giovanili. Oltre ai macrocapitoli su giovani, statali, imprese e lotta alla povertà, la legge di bilancio 2018 avvia e conferma un corollario di numerose misure. Ecco in sintesi le misure annunciate: - STOP AUMENTI IVA: 840 milioni di aumenti Iva sono già coperti con il dl fiscale (che cancella anche la quasi totalità dei rincari delle accise del 2019), poco meno dei 15 miliardi restanti sono invece garantiti dallo spazio in deficit e delle altre coperture della manovra. - CONGELATI TRIBUTI LOCALI: Viene prorogato per il 2018 lo stop all’aumento delle aliquote dei tributi e delle addizionali regionali e degli enti locali.

2014 è in scadenza il 31 dicembre e viene prorogata. - PACCHETTO IMPRESE: Sono confermati superammortamenti, anche se leggermente più bassi, al 130%, estesi anche a parchi veicoli pubblici e privati, e l’iperammortamento al 250%. In arrivo anche il nuovo credito d’imposta al 50% per la formazione 4.0.

governo mette sul piatto 300 milioni in più nel 2018. Annunciate anche misure per le famiglie - TORNA ECOBONUS, SISMABONUS ANCHE PER CASE POPOLARI: I due incentivi hanno funzionato e il governo ha deciso di riproporli, in versione ritoccata.

- SGRAVI PER I GIOVANI: Per le assunzioni stabili arriva lo sconto del 50% dei contributi per tre anni. Solo nel 2018 la soglia dell’età è fissata entro i 35 anni. Lo sgravio è portato al 100% per i giovani assunti al Sud. Vale anche per gli assunti a novembre e dicembre di quest’anno.

- ARRIVA BONUS GIARDINI: vengono introdotte detrazioni del 36% per la cura del verde privato: terrazzi e giardini, anche condominiali. L’agevolazione riguarda aree scoperte di pertinenza delle unità immobiliari private di qualsiasi genere anche mediante impianti di irrigazione nonché a lavori di recupero del verde di giardini di interesse storico.

- LOTTA ALLA POVERTÀ, DA REI A FAMIGLIE BISOGNOSE: per il nuovo reddito di inclusione il

- RINNOVATA LA CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI: la cedolare al 10% introdotta a partire dal

- SUD: Oltre allo sgravio al 100% per le assunzioni, viene previsto l’incremento della dotazione del Fondo Sviluppo e Coesione, il rafforzamento della dotazione finanziaria del Credito d’imposta investimenti al Sud, l’istituzione di un Fondo di investimenti destinato alla crescita dimensionale delle Pmi. - ASSUNTI 1.500 RICERCATORI, PRESIDI COME DIRIGENTI P.A: le assunzioni in Università ed enti di ricerca sono “nuova linfa”, ha spiegato Pier Carlo Padoan. Viene avviata l’armonizzazione delle retribuzioni dei dirigenti scolastici agli altri manager della p.a. Confermato anche l’impegno sugli scatti di anzianità dei docenti universitari. - CONTRATTO STATALI, PI+ SOLDI PER PRESIDI E PROF: L’aumento da 85 euro in busta paga per i dipendenti pubblici vale circa 1,7 miliardi. A crescere saranno anche gli stipendi dei presidi, che verranno gradualmente equiparati ai dirigenti pubblici, e quelli dei professori universitari con la garanzia degli scatti di anzianità. 13


n. 10 ottobre 17

NORME & ADEMPIMENTI

Negozi, stop ai sacchetti di plastica

- SPINTA A INVESTIMENTI PUBBLICI: Per gli investimenti delle amministrazioni centrali e locali sono in arrivo 300 milioni nel 2018, 1,3 miliardi nel 2019 e 1,9 miliardi nel 2020. Più spazio di spesa viene garantito ai Comuni e nuova spinta arriva anche alla riqualificazione delle periferie. - PENSIONI, SOLO RITOCCHI AD APE SOCIAL: per favorire le donne, arriva uno ‘sconto’ sull’Ape social di 6 mesi per figlio, per un massimo di 2 anni. Incentivi all’anticipo arrivano anche per i contratti a termine. È stabilizzata e semplificata la Rendita integrativa temporanea anticipata (Rita). - PACCHETTO SPORT: Arriva norma per tesserare giovani immigrati senza permesso ma con almeno 4 mesi di scuola. Salva la scuola di basket di Castelvolturno Tam Tam. Norme anche per la maternità delle atlete. C’è uno sport Bonus per chi investe nella ristrutturazione di impianti. - BONUS 18ENNI, SCONTI AUTOBUS: Il bonus cultura da 500 euro viene rinnovato, con un costo di 290 milioni. In forse le detrazioni per gli abbonamenti ai mezzi pubblici. - PARTE ASTA 5G, BASE D’ASTA 2,5 MLD: la gara riguarderà un ampio pacchetto di frequenze, sia 14

quelle già disponibili dal 2018 (3.6-3.8 Ghz e 26.5-27.5 Ghz) che quelle pronte nel 2022 (la banda 700). - E-FATTURA PER PRIVATI, WEB TAX IN PARLAMENTO: La fatturazione elettronica dovrebbe diventare obbligatoria per le imprese solo nel 2019. La web tax dovrebbe essere aggiunta in Parlamento. Stesso dicasi per i correttivi allo spesometro e per gli incentivi all’utilizzo del Pos. - LE NOVITÀ DEL DECRETO FISCALE: Viene introdotta la norma antiscorrerie con tre soglie: superato il 10, 20 e 25 per cento l’acquirente dovrà dichiarare le sue intenzioni. Il rafforzamento del Golden power prevede oltre all’estensione a nuovi settori sensibili anche una sanzione per la mancata notifica di un’operazione fino al doppio del valore dell’operazione e comunque non inferiore all’1% del fatturato realizzato dalle imprese coinvolte. La rottamazione bis porterà complessivamente nelle casse dello Stato 1 miliardo, mentre l’extragettito derivante dalla prima edizione della definizione agevolata servirà per coprire il buco della voluntary disclosure. Un altro miliardo arriverà da nuovi tagli ai ministeri e 800 milioni in due anni saranno garantiti dalla proroga della concessione del Gratta e Vinci.

Il decreto legge Mezzogiorno del giugno scorso dispone lo stop graduale a partire dal primo gennaio 2018 dei sacchetti di plastica forniti come imballaggio per alimenti sfusi (ad esempio frutta e verdura) che dovranno essere sostituiti da sacchetti biodegradabili ceduti esclusivamente a pagamento. “Il decreto –spiega Donatella Prampolini Manzini, presidente Fida, la Federazione Italiana Dettaglianti dell’Alimentazione di Confcommercio-Imprese per l’Italia, e vicepresidente nazionale Confcommerciorecepisce una norma europea che ha lo scopo di tutelare l’ambiente e stimolare i consumatori ad adottare comportamenti sostenibili. Riteniamo però che l’impatto della nuova normativa non sia stato adeguatamente valutato. Per questo chiediamo una proroga prima dell’applicazione del provvedimento”. “Siamo convinti, infatti –continua Donatella Prampolini Manzini- che il provvedimento si trasformerà in un boomerang sia per i consumatori che per l’ambiente. La soluzione adottata avrà effetti ben diversi da quelli delle norme sugli shopper. In quel caso il consumatore aveva un’alternativa: l’acquisto di shopper riutilizzabili. In questo caso non è possibile perché gli alimenti freschi rischierebbero di contaminarsi a contatto con sacchetti riutilizzati. Se l’obiettivo è quello di spingere il consumatore verso un comportamento più sostenibile per l’ambiente, in questo caso non sarà possibile e semplicemente il consumatore non potrà far altro che pagare per i nuovi sacchetti”.


CATEGORIE

Hotel alla Campagna, no rifiuti Quattro anni di buone pratiche e una richiesta da Miglioranzi

Quattro anni di “buone pratiche”: l’hotel alla Campagna di via San Giovanni Lupatoto, guidato dal presidente della delegazione lupatotina di Confcommercio Enrico Miglioranzi, ha festeggiato il primo quadriennio “a rifiuti zero”. E, attraverso le pagine del quotidiano L’Arena, chiede che questo comportamento virtuoso sia premiato attraverso uno sconto della tariffa rifiuti, anche per incentivare altre aziende ad intraprendere percorsi anloghi. “Per coinvolgere altri alberghi basterebbe fare in modo che i ‘rifiuti zero’ diventino convenienti dal punto di vista economico, premiando chi divide e ricicla con uno sconto nella tariffa”, ha detto Miglioranzi al giornalista del quotidiano. “Se si producono meno rifiuti ne guadagnano tutti. Noi con impegno e costanza continuiamo a proporre una ospitalità che è anche eco-sostenibile”. A L’Arena Miglioranzi ha raccontato che tutto è iniziato quattro anni fa in piena battaglia contro l’inceneritore progettato a Ca’ del Bue. L’amministrazione comunale del tempo, come misura contraria all’incenerimento dei rifiuti, lanciò un progetto per il conseguimento dell’obiettivo dei «rifiuti zero». Miglioranzi sposò in pieno quella battaglia. «Abbiamo approfondito la volontà di diventare un albergo ecosostenibile applicando numerose pratiche. Ma tutto questo è stato possibile soprattutto grazie alla collaborazione dei nostri ospiti”. La scelta di ecosostenibilità e di

ricerca della minor produzione dei rifiuti è stata progressivamente attuata dall’Hotel Campagna attraverso varie misure. “La prima - ha spiega il titolare a L’Arena - è stata una campagna di sensibilizzazione attivata con la mascotte Tulip che sta per tulipano e promuove l’ecosostenibilità facendo passare il messaggio che ogni risultato arriva proprio dall’ospite e in generale dai comportamenti e dalle scelte di ciascuno”. “Tulip invita a dieci comportamenti ecosostenibili. Chiedendo la collaborazione dei nostri ospiti, ad esempio, siamo riusciti a far usare solo gli asciugamani effettivamente necessari risparmiando il 30 per cento sui servizi di lavanderia”. Un altro fronte ha riguardato l’uso di bottiglie in vetro al posto di quelle in plastica. “Il risultato? 1.200 contenitori di plastica in meno all’anno, ossia 5mila in 4 anni. Un camion di bottiglie di plastica in meno”. Terzo fronte riguarda

l’umido derivante dall’attività di ristorazione. “Stiamo completamente riutilizzando la frazione umida per ricavarne compost che viene poi usato nel nostro orto”, ha spiegato Miglioranzi, che informa anche che gli ortaggi così ottenuti sono impiegati nella cucina del ristorante raggiungendo in questo modo il massimo dei km zero. E ancora, scrive sempre L’Arena, “la frazione secca è stata ridotta con l’uso di detersivi concentrati e alla spina e l’implementazione della raccolta differenziata. Qualche accorgimento particolare? L’uso di marmellate alla spina per ridurre i contenitori. I dosatori sono usati anche per il sapone per la doccia”. Per l’energia, l’impianto fotovoltaico realizzato sul tetto dell’albergo ha evitato l’immissione in atmosfera di 41 tonnellate di anidride carbonica. “Tra l’altro questo ci ha permesso di ottenere, tra risparmio e incentivi, circa 10mila euro in quattro anni», evidenzia l’albergatore. C’è poi il riciclo anche dell’acqua dell’impianto di condizionamento: “Viene recuperata per l’irrigazione dell’orto”, dice Miglioranzi, che alla sua clientela mette a disposizione anche le bici per spostamenti brevi”. La risposta del Comune alla richiesta di applicare sconti sulla bolletta dei rifiuti? “Ho parlato con i vertici della società municipale che si occupa di raccolta delle immondizie ottenendo una risposta interlocutoria. Hanno detto che per il progetto per la raccolta puntuale che prevede l’introduzione del chip sono in attesa delle decisioni del Consorzio di bacino”. 15


n. 10 ottobre 17

CATEGORIE

L’agente immobiliare 4.0 Il 4 novembre a Bardolino importante evento di Fimaa Veneto

Re evolution: questo il titolo dell’importante forum immobiliare “firmato” da Fimaa VenetoConfcommercio in programma sabato 4 novembre a Bardolino, nella splendida cornice del Lago di Garda. Nel corso della giornata, aperta a tutti gli agenti immobiliari, si analizzerà il mercato di settore e l’evoluzione dell’agente Immobiliare 4.0 e si terranno interessanti workshop formativi organizzati grazie al supporto di esperti relatori. Il programma dell’evento, cui è possibile partecipare gratuitamente, è il seguente: 9.30 - Accredito partecipanti 10.00 - Inizio convegno Saluti: Paolo Artelio - Vice Presidente Confcommercio Verona Santino Taverna - Presidente FIMAA Italia Serafino Magistro - Presidente FIMAA Veneto 10.45 - Arch. Alberto M. Lughini - “L’evoluzione del mercato immobiliare, analisi e andamento” 11.15 - Enrico Quadri (MedioFIMAA - Credipass) - “L’evoluzione del mercato creditizio” 11.45 - Interventi degli ospiti Luca Rossetto - CEO Casa.it Alberto Toninello - CEO GlobalPower Dario Castiglia - Presidente RE/ MAX Italia 13.15 - Lunch break offerto dall’organizzazione Workshop formativi: dalle 14,30 alle 15.30 16

ANCHE IN ORARIO MATTUTINO IL CORSO PER MEDIATORI A VERONA Confcommercio Verona organizza un corso per mediatori immobiliari che si svolge - novità assoluta - in orario mattutino. Quello serale infatti è al completo e alcuni professionisti del settore hanno chiesto espressamente di organizzarne uno di mattina. A grande richiesta, dunque, il corso - che partirà al raggiungimento del minimo di iscritti - si svolgerà a Verona il lunedì, mercoledì e venerdì, con orario dalle 9 alle 13.10. Per maggiori informazioni e per riservarsi un posto, contattare l’ufficio formazione, telefono 045 8060815 - 048 8060830, e mail: formazione@confcommercioverona.it

SALA A “Deposito prezzo presso il notaio” Relatore: Notaio Paolo Broccoli associazione SuperPartes SALA B “Home Staging, per vendere e qualificare il Brand” Relatrice: Susanna Menegotto Home Staging Lovers SALA C “L’acquisizione nel 2017: Cliente Sapiens vs Agente Immobiliare” Relatore: Patrick Albertengo AgentPricing.com SALA D “Come fare ad ottenere tutti i clienti che vuoi”

Relatore: Raffaele Giamundo MLS Replat Dalle 16.30 alle 17.30: SALA A “Web Marketing Evoluto per il Real Estate” Relatore: Angelo Semerano - Gestim SALA B “Locazioni Brevi e Contratti Convenzionati” Relatore: Dott. Alessandro Cattalan - consulente FIMAA Italia SALA C “Antiriciclaggio e Responsabilità del mediatore” Relatore: Avv. Daniele Mammani consulente FIMAA Italia cds


CATEGORIE

Un corso barman di successo All’Istituto Berti di Verona

Si è concluso con successo il 28 settembre il corso Barman base svolto presso l’Istituto Alberghiero Angelo Berti di Verona. Al corso hanno partecipato 17 allievi il cui obiettivo era apprendere le conoscenze di base del mondo del bar. Il corso, tenuto dal prof. Alessandro Filippo e dalla prof.ssa Nicoletta Barazzutti si è svolto in sei incontri pomeridiani durante i quali si sono alternate lezioni di teoria e di pratica sui temi di caffetteria, vini, distillati, snack e stuzzichini che accompagnano l’happy hour.

FORUM TERZIArio donna: TURISMO sempre più “rosa” Turismo: nel secondo trimestre 2017 quasi un’impresa su tre è guidata da donne (negli altri settori il rapporto è di una su 5). Con 29.520 imprese su un totale di poco più di 95mila, il Nordest vanta in percentuale la maggiore presenza di imprese femminili in Italia nel comparto del turismo (31%), mentre la palma dei numeri assoluti spetta al Sud. Nella classifica regionale, il Veneto è al 12° posto per tasso di femminilizzazione (29,8%), mentre – rimanendo nel Nordest – il Friuli Venezia Giulia occupa la 2° posizione, con un tasso del 34,3%. Ma è la provincia di Rovigo, con un tasso di femminilizzazione delle imprese del 38,4% (2° in Italia dopo Rieti), a trainare la squadra veneta. Verona, Venezia e Vicenza sono invece le province venete con il maggior numero di imprese femminili del turismo, rispettivamente con 2.322, 2.219 e 1.661 realtà. Sono i dati di Confcommercio e Unioncamere-Isnart diffusi oggi in occasione del 4° Forum di Terziario DonnaConfcommercio in corso a Palermo, che vede per il Veneto una delegazione guidata dalla presidente regionale di Terziario Donna Roberta Girelli. “La crescita del 4,9% delle imprese femminili nel turismo fra il 2015 e il 2017 è un segnale di cambiamento – dichiara Girelli – La femminilizzazione crescente dell’imprenditoria anche in Veneto significa che stiamo conquistando spazi storicamente popolati dai colleghi, che siamo capaci di ‘tenere il punto’ e spesso di andare oltre. Mi fa piacere vedere che la crescita è in atto in tutto il Paese e, con un certo orgoglio, vedo la mia provincia, Verona, attestarsi al 9° posto in Italia per numero di imprese femminili presenti in un settore-chiave della nostra economia”. Una ricerca CAWI condotta da ISNART su 10mila imprese, rivela che per il 44,3% degli interpellati il fenomeno dell’imprenditoria femminile è destinato a crescere, il 30,7% afferma che l’impresa al femminile nel turismo è sempre esistita, il 15,1% giudica il fenomeno come recente afferibile agli ultimi 10 anni, mentre il 10% sostiene che sia frutto di un processo iniziato negli anni ’70. Il valore aggiunto di innovazione apportato dalle donne al settore appare fortemente connesso al «core» di prodotto dell’impresa in termini di diversificazione e vision (69,3%).

17


Agevolazioni & credito: Bandi/iniziative regionali in sintesi: POR FESR 14-20: Azione 3.5.1 A – Aiuti agli investimenti nelle start-up Beneficiari

 PMI attive/inattive e Consorzi – iscritti al Registro imprese da non più di 12 mesi  Professionisti iscritti agli ordini professionali/aderenti ad associazioni iscritte al MiSE  Promotori d’impresa (persone fisiche che intendono costituire una nuova impresa)

Tipologia di intervento

Progetti di supporto all’avvio, insediamento e sviluppo di nuove iniziative imprenditoriali in grado di promuovere ricambio e diversificazione nel sistema produttivo, oltre a generare nuove opportunità occupazionali.

Spese ammissibili

a) Macchinari, impianti produttivi, hardware, attrezzature e arredi nuovi di fabbrica; b) Spese di progettazione, direzione lavori e collaudo connesse alle opere edili/murarie di cui alla lettera f (max. € 3.000); c) Spese notarili di costituzione della società o dell’associazione di professionisti d) Mezzi di trasporto ad uso interno o esterno, ad esclusivo uso aziendale, con esclusione delle autovetture (max. € 20.000); e) Consulenze specialistiche finalizzate all’accompagnamento/tutoraggio del beneficiario nella fase di realizzazione del progetto imprenditoriale ammesso all’agevolazione (max. € 3.000); f) Opere edili/murarie (manutenzione ordinaria/straordinaria e ristrutturazione “leggera”) e di impiantistica (max. 40% della sommatoria delle voci dalla a alla e) ; g) Programmi informatici (max. 10% della sommatoria delle voci dalla a alla e) ; Le spese devono essere sostenute e pagate interamente dalla data di iscrizione al registrazione delle imprese/data di attribuzione del n. di P.iva entro il 14 Settembre 2018

Soglie del progetto Durata Forma del sostegno Intensità Dotazione Procedura di assegnazione

Spesa progetto: Min. € 20.000 – Max. € 150.000 Presentazione domanda: 30/10/2017 – 16/11/2017 I progetti dovranno essere conclusi entro il 14/09/2018 Contributi a fondo perduto – concesso ai sensi e nei limiti del Regolamento De Minimis 50% della spesa rendicontata ammissibile Modalità di pagamento: Bonifico in C/c a saldo del progetto € 4.500.000,00 Valutativa con procedimento a graduatoria basata sull’assegnazione di punteggio secondo i criteri di valutazione del bando.

POR FESR 14-20: Azione 4.2.1 – incentivi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive Beneficiari Tipologia di intervento

 PMI (previa conformità cod. Ateco) Progetti finalizzati al contenimento della spesa energetica, alla riduzione delle emissioni di gas climalteranti e alla valorizzazione delle fonti rinnovabili secondo le opportunità di risparmio energetico individuate e quantificate dalla diagnosi energetica.

Spese ammissibili

a) Fornitura, installazione e adeguamento di impianti produttivi e macchinari a elevata efficienza energetica; b) Fornitura e installazione di hardware e sofware necessari al funzionamento degli impianti e dei macchinari; c) Opere edili e impiantistiche strettamente necessarie e connesse alla realizzazione del progetto. Spese di progettazione, direzione lavori e collaudo; d) Spese tecniche per le diagnosi energetiche ente e post intervento; e) Spese per il rilascio delle certificazioni di gestione ambientale o energetica conformi EMAS e alle norme ISO 50001 EN ISO 14001;

Soglie del progetto Durata Forma del sostegno Intensità Dotazione Modalità di pagamento Procedura di assegnazione

Spesa progetto: Min. € 80.000 – Max. € 500.000 Presentazione domanda: 02/11/2017 – 03/01/2018 Contributi a fondo perduto – concesso ai sensi e nei limiti del Regolamento De Minimis 30% della spesa rendicontata ammissibile € 6.000.000,00 Acconto a S.a.l. del 50% del progetto Saldo a conclusione del progetto Valutativa con procedimento a graduatoria.


Agevolazioni Agevolazioni & & credito: credito: BANDO BANDO REGIONALE: REGIONALE: Imprese Imprese Femminili Femminili  Impresa Chi è  Impresa individuale individuale con con titolare titolare donna donna residente residente in in Veneto Veneto da da almeno almeno 2 2 anni; anni; Chi è  Società i cui titolari/soci sono costituiti da almeno 2/3 da donne residenti un’impresa  Società i cui titolari/soci sono costituiti da almeno 2/3 da donne residenti nel nel Veneto Veneto da da un’impresa almeno 2anni e con capitale sociale complessivamente per almeno il 51%. femminile almeno 2anni e con capitale sociale complessivamente per almeno il 51%. femminile Le Le carateristche carateristche di di impresa impresa femminile femminile deve deve sussistere: sussistere: dal dal momento momento della della costtuzione costtuzione dell’impresa dell’impresa o o da da almeno 6 mesi prima della data di apertura del bando . almeno 6 mesi prima della data di apertura del bando .

Beneficiari Beneficiari Tipologia Tipologia di di intervento intervento Spese Spese ammissibili ammissibili

Soglie Soglie del del progetto progetto Durata Durata Forma Forma del del sostegno sostegno -Intensità Intensità Dotazione Dotazione Procedura Procedura di di assegnazione assegnazione Documenti Documenti necessari necessari

PMI PMI femminili femminili iscritte iscritte al al Registro Registro imprese imprese attive attive (previa (previa conformità conformità Cod. Cod. Ateco) Ateco) Progetti Progetti per per sostenere sostenere le le aziende aziende aa prevalente prevalente partecipazione partecipazione femminile femminile nei nei settori settori del del commercio, dei servizi, dell’artigianato e dell’industria. commercio, dei servizi, dell’artigianato e dell’industria. a) a) Macchinari, Macchinari, impianti impianti produttivi, produttivi, hardware, hardware, attrezzature attrezzature ee arredi arredi nuovi nuovi di di fabbrica; fabbrica; b) b) Spese Spese di di progettazione, progettazione, coordinamento coordinamento della della sicurezza, sicurezza, direzione direzione lavori lavori ee collaudo collaudo connesse connesse alle opere edili/murarie (max. € 3.000) ; alle opere edili/murarie (max. € 3.000); c) c) Mezzi Mezzi di di trasporto trasporto ad ad uso uso interno interno o o esterno, esterno, ad ad esclusivo esclusivo uso uso aziendale, aziendale, immatricolati immatricolati autocarro (max. € 20.000) ; autocarro (max. € 20.000); d) d) Opere Opere edili/murarie edili/murarie (manutenzione (manutenzione ordinaria/straordinaria ordinaria/straordinaria ee ristrutturazione ristrutturazione “leggera”) “leggera”) e e di di impiantistica (max. 40% della sommatoria delle voci a,b,c) ; impiantistica (max. 40% della sommatoria delle voci a,b,c) ; e) e) Programmi Programmi informatici informatici (max. (max. 10% 10% della della sommatoria sommatoria delle delle voci voci a,b,c) a,b,c) ;; Le spese devono essere sostenute e pagate interamente Le spese devono essere sostenute e pagate interamente aa partire partire dal dal 01/01/2017 01/01/2017 ed ed entro entro la la data di presentazione della domanda. data di presentazione della domanda. Spesa Spesa del del progetto: progetto: Min. Min. € € 20.000 20.000 –– Max. Max. € € 150.000 150.000 Presentazione Presentazione domanda: domanda: 06/11/2017 06/11/2017 Contributi a fondo Contributi a fondo perduto perduto –– concesso concesso ai ai sensi sensi ee nei nei limiti limiti del del Regolamento Regolamento De De Minimis Minimis 30% della spesa rendicontata ammissibile 30% della spesa rendicontata ammissibile Modalità Modalità di di pagamento: pagamento: Bonifico Bonifico in in C/c C/c ad ad ammissibilità ammissibilità della della domanda domanda Inizialmente € 815.256,00 + € 2.200.000,00 entro il 31/12/2017 Inizialmente € 815.256,00 + € 2.200.000,00 entro il 31/12/2017 Valutativa Valutativa aa sportello, sportello, secondo secondo ordine ordine cronologico cronologico di di invio invio della della domanda. domanda. FATTURE FATTURE di di spesa; spesa; quietanze quietanze di di pagamento; pagamento; N. N. matricola matricola INPS INPS azienda; azienda; codice codice ditta ditta INAIL INAIL // Posizione PAT; documentazione attestante la disponibilità dell’unità operative sede del progetto; Posizione PAT; documentazione attestante la disponibilità dell’unità operative sede del progetto; Dispositivo Dispositivo di di fi firrma ma digitale; digitale; marca marca da da bollo bollo da da €16.00; €16.00; carta carta identità identità del del Legale Legale Rappresentante/titolare. Rappresentante/titolare.

Bandi/iniziative Bandi/iniziative nazionali nazionali in in sintesi: sintesi: CREDITO CREDITO D’IMPOSTA D’IMPOSTA STRUTTURE STRUTTURE RICETTIVE: RICETTIVE: IlIl credito credito d’imposta d’imposta sarà sarà riconosciuto riconosciuto anche anche per per ii periodi periodi di di imposta imposta 2017 2017 ee 2018 2018 nella nella misura misura del del 65%. 65%. IlIl credito credito d’imposta concesso sarà ripartito in due quote annuali di pari importo e può essere utilizzato a d’imposta concesso sarà ripartito in due quote annuali di pari importo e può essere utilizzato a decorrere decorrere dal dal periodo periodo d’imposta d’imposta successivo successivo aa quello quello in in cui cui gli gli interventi interventi sono sono stati stati realizzati. realizzati. Sono Sono compresi compresi tra tra ii beneficiari beneficiari del del credito credito d’imposta: d’imposta: 

Strutture Strutture alberghiere: alberghiere: si si intende intende una una struttura struttura aperta aperta al al pubblico, pubblico, aa gestione gestione unitaria, unitaria, con con servizi servizi centralizzati centralizzati che fornisce alloggio, eventualmente vitto ed altri servizi accessori, in camere situate in uno che fornisce alloggio, eventualmente vitto ed altri servizi accessori, in camere situate in uno o o più più edifici. edifici. Tale Tale struttura è composta da non meno di sette camere per il pernottamento degli ospiti. Sono struttura è composta da non meno di sette camere per il pernottamento degli ospiti. Sono strutture strutture alberghiere alberghiere gli gli alberghi, alberghi, ii villaggi villaggi albergo, albergo, le le residenze residenze turistico-alberghiere, turistico-alberghiere, gli gli alberghi alberghi difusi, difusi, nonché nonché quelle quelle individuate come tali dalle specifiche normative regionali; individuate come tali dalle specifiche normative regionali;  Strutture Strutture che che svolgono svolgono attività attività agrituristica: agrituristica: come come definita definita dalla dalla legge legge 2 2 febbraio febbraio 2006, 2006, n. n. 96 96 ee dalla dalla pertinenti pertinenti norme regionali norme regionali Sono Sono ammesse ammesse le le spese spese giustificate giustificate da da fatture fatture ee quietanze quietanze di di pagamento pagamento aa partire partire dal dal 01/01/2017 01/01/2017 al al 31/12/2017 31/12/2017 relative ad interventi di: relative ad interventi di:   Riqualificazione Riqualificazione edilizia; edilizia;   Barriere Barriere architettoniche; architettoniche;   Efficienza Efficienza energetica; energetica;   Acquisti Acquisti Mobili, Mobili, strumentazione strumentazione ee Componenti Componenti d'Arredo. d'Arredo.

Per Per info: info:

Confidi Confidi Veneto Veneto info@confidi.veneto.it info@confidi.veneto.it 045/956764 045/956764


n. 10 ottobre 17

SPORT - IL CANGRANDE DEL BENTEGODI

“Il Cangrande” entra nel vivo Castro al vertice del concorso dopo tre gare interne del Chievo

Entra nel vivo la corsa verso il Cangrande del Bentegodi, il premio organizzato da Confcommercio Verona e ChievoVerona attraverso il periodico “Il Commercio Veronese”. Al termine di ogni sfida interna del ChievoVerona, i tifosi gialloblù scelgono il migliore in campo. A fine stagione, il giocatore più votato sarà premiato con il Trofeo Confcommercio Verona in occasione di un evento pubblico. Dopo ogni partita giocata allo stadio Bentegodi i tifosi possono votare il proprio migliore in campo inviando una mail a ilcommercioveronese@ confcommercioverona.it, con le proprie generalità e il nome del giocatore prescelto. Il giocatore più votato riceve 10 punti totali.

Il secondo giocatore più votato riceve 6 punti. Il terzo giocatore più votato riceve 4 punti. Il quarto giocatore più votato riceve 2 punti. LA CLASSIFICA DOPO TRE GARE INTERNE Lucas Castro 20 punti Samuel Bastien 10 Perparim Hetemaj 10 Roberto Inglese 10 Stefano Sorrentino 8 Valter Birsa 6 Manuel Pucciarelli 6 Aggiornamenti sul sito internet www.confcommercioverona.it e sul sito del ChievoVerona.

Chi va da Rossetto si vede!

*ESCLUSI LATTI 1 - GIFT CARD - LAVAGGI AUTO

Perché oltre alla spesa, ci mettiamo la testa.

Ogni ultimo mercoledì del mese uno sconto reale del 10% alla cassa, sul totale della spesa*.

Supermercati nelle province di VERONA, BRESCIA, MANTOVA, VICENZA, PADOVA, ROVIGO, CREMONA, REGGIO EMILIA, MODENA

20


SPORT - IL MASTINO DEL BENTEGODI

Romulo in vetta al “Mastino” Dopo cinque partite interne precede Bessa e Caracciolo

Dopo le prime cinque partite interne dell’Hellas Verona è Romulo a guidare la graduatoria de “Il Mastino del Bentegodi”, concorso promosso per la 19ma stagione consecutiva da “Il Commercio Veronese”. Romulo, eletto dai tifosi migliore in campo nella partita con il Benevento, è in testa con 41 voti e precede Bessa (che si è aggiudicato lo scorso anno il “Trofeo Confcommercio Verona”), che ne ha 38, al vertice del concorso con il Napoli; al terzo posto Caracciolo (“Mastino” con la Sampdoria) a 26, quindi Caceres (migliore in campo con la Fiorentina) a quota 23. Seguono Fares, a 21, e il coreano Lee Seung-Woo, più votato con la Lazio, con 20. Dietro di loro Pazzini,

a 18, e Fossati che conta 15 voti. A quota 12 Verde, inseguito da Ferrari, Kean e Valoti, tutti con 9. Chiudono appaiati Bruno Zuculini e Nicolas, con 6 preferenze ciascuno.

Chi va da Rossetto si vede!

Perché oltre alla spesa, ci mettiamo la testa.

Solo i prodotti migliori al miglior prezzo.

Supermercati nelle province di VERONA, BRESCIA, MANTOVA, VICENZA, PADOVA, ROVIGO, CREMONA, REGGIO EMILIA, MODENA

21


i i t t a a n n o o SSiiaammttrruuiirree ..... s s o o c c r r e e pp

...... investi investi su su di di noi! noi! Per Perlalatua tuapubblicitĂ pubblicitĂ susu

contattaci contattacialal

Tel. Tel. 045 045 8060811 8060811 oppure oppurespedisci spedisciuna unae-mail e-mailaa ilcommercioveronese@confcommercioverona.it ilcommercioveronese@confcommercioverona.it


Diventa Socio Confcommercio: per te tante opportunità Assistenza amministrativa e consulenza legale. Fondo sanitario, sconti per l’acquisto di auto, estintori, ACI, SCF, SIAE, energia, assicurazioni, abbonamenti giornali, POS. Welfare aziendale Consulenza fiscale, contabile, normativa del lavoro, buste paga, sicurezza del lavoro, videosorveglianza, qualità, privacy, sicurezza alimentare, ambiente, prevenzione incendi Corsi di formazione gratuita, rimborsi per i lavoratori e per le aziende aderenti Consulenza e assistenza sulle varie opportunità di finanziamento per la tua attività Sistema Associativo, calcolo previsionale sulla propria pensione, 730, successioni, ISEE

Assistenza per ogni problematica che riguarda la tua attività Per beneficiarne da subito

ASSOCIATI

Per maggiori informazioni e per usufruire delle convenzioni rivolgiti presso la nostra sede Via Sommacampagna, 63/H - Verona Tel. 0458060811 - whatsapp e sms 3894529828 www.confcommercioverona.it - info@confcommercioverona.it

Il Commercio Veronese di ottobre 2017  

E' online il numero di ottobre 2017 del mensile di Confcommercio As.Co. Verona

Il Commercio Veronese di ottobre 2017  

E' online il numero di ottobre 2017 del mensile di Confcommercio As.Co. Verona

Advertisement