Page 1

F.I.D.A. Confcommercio Prato

Speciale a pagina 11

ri SI va CA DE la RD RIA

mercoledi' 25 maggio ore 15,00

DE

Ar

numero 5 maggio 2011

Primo forum sul Dettaglio Alimentare


sommario

Editoriale

di Gianluca Niccolai, direttore Primo forum sul Dettaglio Alimentare

F.I.D.A. Confcommercio Prato

Speciale a pagina 11

mercoledi' 25 maggio ore 15,00 A DE rr SI iva CA DE la RD RIA

numero 5 maggio 2011

Basta con l’immobilismo politico

Periodico mensile della Confcommercio di Prato

In Primo Piano R.E TE Imprese Italia Prato: accordo unitario sul PIT Confcommercio firma il rinnovo del CCNL Meno tasse sugli straordinari del commercio e del turismo Tessera associativa 2011 E’ nata Desideria card, la fidelity card per il centro storico FIPE: al via il progetto Alcol e Velocità, bere sì ma senza abusare In arrivo i corsi Barman Primo forum sul dettaglio alimentare La gastronomia Tempestini nella top ten di Gentleman FIVA sbarca a Prato: 100 espositori per una festa internazionale

Convenzioni Confcommercio Essere soci conviene Poste italiane s.p.a. Sped.abb.post. D.L.353/2003 (conv.in L.27/02/2004 n°46) art. I comma I, DCB Prato Dir.Red. e Amm: via Marco Roncioni 216 PRATO Tel 0574.43801 Redazione: Direttore responsabile Nadia Tarantino Collaboratore Elisa Baccichet Impaginazione grafica Elisa Baccichet Erika Tasselli Reg.Trib.Prato n°142 del 20/03/89 Copia 0,50 euro Stampa: Rindi Per le inserzioni pubblicitarie su “L’Unione” telefonare allo 0574-43801 (fax 0574-438033) oppure scrivere a elisa.baccichet@confcommercioprato.it

Normative e aggiornamenti utili Accesso Wi-Fi nei locali: attenzione ai falsi venditori SCF: nuovo accordo per il 2011 Cedolare secca: arrivano nuovi provvedimenti Poco credito? Troviamo la soluzione Formazione obbligatoria: tutti i corsi in partenza Scadenzario fiscale del mese di maggio

Sportello di Previdenza complementare Prevedere la pensione

50&Più Enasco Inail, retribuzioni minime imponibili 2010 nel settore commercio Il Trofeo 50&Più torna in Toscana Compatibilità dell’indennità di mobilità con l’attività di lavoro autonomo e subordinato

Filo diretto il Direttore Risponde

Promunion srl Unipersonale Confcommercio di Prato

www.confcommercioprato.it

3


Per qualsiasi informazione è possibile contattare l’ufficio marketing (Elisa Baccichet) allo 0574 43801 oppure elisa.baccichet@confcommercioprato.it

E’ arrivata Confcommercio Card

4

la carta di credito su misura per te

P 1 3

-

erchè scegliere Confcommercio Card

disponibilita’ minima mensile 2600,00 €

- imposta di bollo: 0,00€

2

?

- Costo annuo: 0,00 €

al superamento di 1000,00 € di spesa effettuata nell’arco dell’anno, la commissione annua di 20,00 € sarà azzerata automaticamente

costo previsto dalle altre carte: 20,00 €

4

5

commissione anticipo contante previsto dalle altre carte intorno al 4%

- valuta addebito: da 35 a 65 giorni dall’acquisto

lettera di addebito il 26 di ogni mese

7

- commissione carburante: 0,00€

6

- commissione anticipo contante: 2%

- assicurazione viaggi estero con vantaggi sia per i voli che per il soggiorno

le altre carte prevedono una commissione carburante di 0,77 €

L’Unione


con l’immobilismo politico

di Gianluca Niccolai, direttore Confcommercio di Prato

S

iamo soddisfatti; il mercato europeo che ha fatto tappa da noi il 1516-17 dello scorso mese è stato un grande successo. Successo di pubblico perché è stato visitato da tantissime persone, successo per la qualità degli espositori dove abbiamo dimostrato ancora una volta la capacità della nostra organizzazione di lavorare su stand molto elevati (basta pensare alla differenza con quanto accaduto la domenica precedente…), successo per il centro storico perché ancora una volta abbiamo dimostrato che se vengono portate manifestazioni importanti il nostro centro rivive e viene ripopolato e ripreso dai propri cittadini. Abbiamo fatto di più! Abbiamo preso l’occasione della presenza del mercato europeo anche per presentare ai cittadini pratesi una azienda molto particolare, una azienda che produce a Prato Yacht e che ha esposto davanti al Castello dell’Imperatore il suo modello più “picco-

www.confcommercioprato.it

lo” scatenando la curiosità di tutti. Lo abbiamo voluto fare, approfitto per ringraziare la Tic Italian Style ed il proprietario del cantiere, il signor Caccavella, per dare un messaggio di speranza a tutti. Ci siamo talmente abituati a leggere sui giornali cattive notizie, a dover affrontare solo problemi, a parlare esclusivamente di aziende che chiudono e di persone che perdono il lavoro, che ci siamo dimenticati che esiste un’altra Prato. E’ vero, le cose che ho elencato sono tutte reali e rappresentano un grande motivo di preoccupazione per tutti noi, tuttavia scopriamo che esistono imprese ed imprenditori che in questa città investono ed aprono aziende in settori che alcune volte stentiamo a credere possibili sul nostro territorio e che una economia diversa dal solo tessile è possibile. Se c’è chi è convinto che si può costruire uno yacht a Prato, credo che anche tutti noi dovremmo credere che una Prato diversa, una

Prato che ricomincia dal lavoro, una Prato pronta ad investire su se stessa è possibile e tutti noi dobbiamo fare quanto è in nostro potere per far si che ciò accada. Noi, nel nostro piccolo, ci proviamo anche con iniziative come quella del mercato europeo o portando in piazza una realtà della eccellenza del nostro territorio o come facciamo tutti i giorni al fianco dei nostri soci per assisterli ed aiutarli nell’affrontare i problemi quotidiani. L’unica nota stonata è stato l’intervento del capogruppo in circoscrizione Prato Centro del PD Gabriele Bosi che ha invece colto l’occasione per alimentare la sterile polemica politica con il solito teatrino delle parti contrapposte dove si litiga su tutto e non ci si trova d’accordo su niente. Nulla di personale con il signor Bosi che fa il suo mestiere e che lo fa come lo fanno tutti gli altri suoi colleghi sia di sinistra che di destra, sia che siano del Comune che della

editoriale

Basta

Provincia, io approfitto solo di questa ultima singola uscita per lanciare un messaggio alla politica cittadina: basta con le polemiche, basta con la politica degli annunci e poi delle contro polemiche, basta anche con la politica del “no” e del “contro” sempre e comunque a prescindere; abbiamo bisogno di una classe politica, che pur nel rispetto dei ruoli fra maggioranza ed opposizione, trovi dei terreni comuni dove confrontarsi e che porti avanti progetti condivisi di crescita e di rilancio della nostra città passando dalla politica degli annunci a quella del fare. Gli imprenditori e le imprese hanno bisogno di avere risposte ed indirizzi precisi dalla politica; la politica è l’ora si dia una svegliata perché non ci possiamo più permettere l’immobilismo di questi ultimi anni.

5


in primo piano

R.E TE IMPRESE ITALIA Prato: accordo unitario sul PIT

R

ete Imprese Italia Prato - a fronte delle ampie disponibilità ottenute dal Presidente della Regione Enrico Rossi in occasione dell’ultimo incontro avuto con i rappresentanti delle 4 associazioni pratesi lo scorso mese - ha deciso di firmare il documento del Comune di Prato relativo alle riserve sulle varianti al Pit avanzate dalla Regione Toscana. “Abbiamo lavorato - sottolinea il Presidente di Rete Imprese Prato Luca Giusti - nell’esclusivo interesse

della città con la consapevolezza che soltanto nel rispetto dei ruoli e delle prerogative di tutti i soggetti Istituzionali e di rappresentanza del mondo delle imprese del lavoro e delle normative di legge vigenti, sarà possibile affrontare e risolvere positivamente anche queste delicate ed importanti scelte per lo sviluppo di Prato. La decisione di sottoscrivere il documento è stata assunta perchè, entrando nel merito delle questioni affrontate da Rete Impre-

se-Prato, il documento del Comune contiene e reitera le proposte che i rappresentanti di Rete Imprese Italia-Prato hanno già avanzato sia in occasione dell’incontro con l’assessore pratese Cenni ed il presidente della Provincia di Prato Lamberto Gestri svoltosi due mesi fa, sia, successivamente, nell’incontro con l’Assessore regionale Anna Marson tenutosi il 10 marzo scorso. In ambedue le occasioni Rete Imprese, per prima, mentre da una parte esprimeva interesse per un provvedimento che può offrire nuove opportunità di diversificazione dello sviluppo, dall’altra aveva sollevato forti riserve, in particolare sul rischio che le possibilità di sviluppo economico e di riassetto urbanistico del territorio potessero essere compromesse dalle previsioni del Pit. Proprio giovedì scorso, queste stesse proposte hanno

poi trovato l’importante consenso e la piena disponibilità del presidente della Regione Enrico Rossi ed è per questo che, guardando a tutti gli aspetti delle diverse questioni, possiamo dire oggi che sul territorio di Prato l’accordo è unitario ed è composto da un fronte comune. Detto questo, ora si tratta di guardare avanti e di incassare un risultato che le forze economiche e le forze sociali del nostro territorio hanno contribuito a costruire. Ancora una volta i rappresentanti delle 4 associazioni riunite in Rete Imprese Prato, insieme ai massimi esponenti sindacali, si sono impegnati ed hanno lavorato con il solo obiettivo di ottenere risultati concreti per salvaguardare le necessità delle imprese del territorio pratese e dei cittadini per i prossimi anni”.

Confcommercio firma il rinnovo del CCNL:

novità per il settore Commercio, Turismo e Servizi

C

onfcommercio, insieme alla Fisascat Cisl e alla Uiltucs Uil, ha definitivamente sottoscritto l'accordo per il rinnovo del Contratto Nazionale di lavoro del Terziario di mercato, Distribuzione e servizi che interessa oltre due milioni di lavoratori. Con la sottoscrizione odierna sono state confermate le disposizioni in merito al recupero della produttività, come pure alla lotta all'assenteismo per malattia con un lieve correttivo che migliora il trattamento economico originariamente previsto nell'ipotesi di accordo del

6

26 Febbraio. Sono state altresì confermate le disposizioni in materia di collegato lavoro ed è stato approvato il regolamento per la certificazione dei rapporti di lavoro. "La firma definitiva dell'accordo - ha dichiarato Francesco Rivolta, Direttore Generale di Confcommercio - conferma la volontà delle parti firmatarie di sostenere la ripresa delle aziende del terziario di mercato, Distribuzione e servizi con uno strumento che contenga le necessarie compatibilità a livello economico ma anche una forte spinta innovativa al soste-

gno della produttività, del II livello di contrattazione e del sistema di bilateralità e di welfare contrattuale". "Purtroppo - ha osservato Rivolta - dobbiamo constatare come, nonostante i ripetuti richiami alla riflessione nel periodo che le parti si sono date per i necessari approfondimenti dal 26 febbraio ad oggi, la Filcams Cgil ha ritenuto di confermare la propria estraneità alla positiva conclusione del negoziato". Proprio la Filcams-Cgil in una dichiarazione sottolinea di "non riconoscere la sigla del contratto terzia-

rio-distribuzione-servizi, che 'ratifica' l'accordo separato del 26 febbraio tra Confcommercio, FisascatCisl e Uiltucs-Uil". Secondo il segretario generale, Franco Martini, "siamo di fronte ad una conclusione del tutto arbitraria del negoziato per il rinnovo del contratto di settore, resa possibile dall'assenza di regole in materia di rappresentatività dei soggetti contrattuali e dal mancato rispetto della più elementare norma democratica, il voto delle lavoratrici e dei lavoratori".

L’Unione


Meno tasse

sugli straordinari del commercio e del turismo Siglato l’accordo tra Confcommercio ed i sindacati

B

uste paga più sostanziose per i dipendenti delle aziende operanti nei settori del commercio e del turismo, grazie all’accordo siglato lo scorso 14 aprile presso il Palazzo del Commercio dalle Associazioni di categoria (Confcommercio e Confesercenti), dai rappresentanti sindacali (Cgil, Cisl e Uil) e dai sindacati di categoria (Filcams Cgil, Fisacat Cisl e Uiltucs Uil). Con l’accordo viene ratificata l’intesa che prevede una tassazione separata, all’aliquota fissa del 10%, per il lavoro straordinario, notturno e per i premi di produttività. Il vantaggio per i dipendenti è evidente: per coloro che pagano un’aliquota del 27%, ci saranno in media a fine anno

precedente situazione. Per accedere a queste agevolazioni fiscali, le aziende e i dipendenti dovranno aderire al contratto collettivo nazionale del terziario, distribuzione e servizi oppure a quello del settore turismo, ricordando che l’accordo è valido, con retroattività, su tutto il 2011. L’aliquota fissa al 10% potrà essere applicata fino a un guadagno massimo di 6mila euro per il lavoro straordinario e comunque il lavoratore non dovrà avere un reddito nel 2010 superiore ai 40mila euro. Il vantaggio fiscale oltre alle tipologie di lavoro già menzionate, riguarderà anche gli eventuali premi aziendali legati alla produttività e le aper-

nelle tasche delle famiglie pratesi – sostiene il direttore di Confcommercio Prato, Gianluca Niccolai – per riaccendere la speranza e la voglia di fare acquisti.” Anche i sindacati hanno espresso un giudizio positivo sul risultato raggiunto dalla concertazione: attraverso questa intesa infatti i

lavoratori non vivranno più l’ansia di vedersi aumentare l’aliquota nella tassazione a causa delle ore di straordinario effettuate sul lavoro.

Tessera associativa 2011

pagamento della quota di iscrizione

340 euro in più in busta paga su un guadagno totale di 2000 euro lordi derivanti da lavoro straordinario. Più importanti gli aumenti per i dipendenti soggetti ad un’aliquota fiscale del 38%, per i quali l’aumento sugli stessi 2000 euro sarà intorno a 560 euro rispetto alla

www.confcommercioprato.it

ture domenicali in centro storico, con le attività commerciali che saranno così incentivate a restare aperte, potendo contare sul minor costo del lavoro dipendente. “L’obiettivo di questo accordo è di portare, a fine anno, qualche euro in più

Chiunque non avesse ancora provveduto al pagamento della quota associativa per l’anno 2011, può tuttora farlo attraverso la forma che più preferisce: BONIFICO intestato a Unione Commercianti di Prato c/c postale IBAN IT 14 J 076 0102 8000 0009 9711681 c/c bancario IBAN IT 60 Y 057 2821 5144 1457 0042356 oppure puoi recarti direttamente in Associazione (via Marco Roncioni, 216) per il pagamento in cassa.

7


[

E’ nata Desideria

la fidelity card per il centro storico: il 19 maggio vi aspettiamo al Caffè delle Logge

Avete presente le fidelity card che tanto siamo abituati a tenere nei nostri portafogli? Da adesso anche Prato potrebbe vantare questa tipologia di promozione. Si chiama Desideria Card e approderà a Prato, grazie a Confcommercio, il 19 maggio. Abbiamo scelto di promuovere questa iniziativa per rispondere ad una delle esigenze che sovente abbiamo ascoltato dai nostri commercianti: fare rete per fidelizzare il cliente. Fare rete significa portare il cliente a sentirsi parte di un luogo, sia esso commerciale o culturale; significa che il commerciante si sente vicino alle esigenze sia dei suoi colleghi sia dei propri clienti, sia dei clienti degli altri commercianti; significa lavorare tutti in armonia verso lo stesso obiettivo.

[

L *

a carta

Desideria è una vera e propria carta fidelity a punti, che sarà distribuita dai commercianti che sceglieranno di aderire al progetto a quei clienti che ne facciano richiesta. La carta permette di accumulare punti in tutti i negozi del centro storico che espongano il logo. Una volta raggiunta la quota di punti desiderata, il cliente ha la possibilità di accedere al catalogo per scegliere il proprio premio/regalo. I premi sono di varia natura: dagli elettrodomestici agli articoli da cucina, dai giocattoli ai premi Hi-Fi, dal Fai da Te, agli articoli per il tempo libero; un’ampia scelta fra più di 100 prodotti, selezionati con cura fra le migliori marche. Ogni commerciante avrà un proprio spazio dedicato sul sito internet www.desideriacard.it, al quale potrà accedere per controllare gli acquisti, i punti e gestire la propria clientela. Ogni cliente riceverà una password ed una login per accedere alla propria area riservata e controllare la propria situazione relativamente ai punti accumulati ed i regali disponibili.

[

L’idea è quella di promuovere la Carta, prima in centro storico, per poi – in un secondo momento – spostarsi anche in altre zone. Il progetto Desideria Card nasce con l’intento di promuovere le attività dei commercianti aderenti e metterli in condizione di ricevere un formidabile vantaggio competitivo nei confronti dei concorrenti, allineandosi alle strategie promozionali dai grandi gruppi. Con Desideria Card si crea un cliente soddisfatto, che apprezza i servizi e i prodotti, che gradisce essere considerato, che ha di te un’opinione positiva e sia sollecitato a fare acquisti ripetuti all’interno dei negozi che aderiscono alla medesima rete e che offrono i medesimi vantaggi, i medesimi premi.

8

L’Unione

{


{

a presentazione ufficiale

ore 19,30 Caffè delle Logge

{

*L

{ giovedì 19 maggio

La presentazione ufficiale della carta è in programma per giovedì 19 maggio alle ore 19,30 presso il Caffè delle Logge in piazza del Comune. Per l’occasione saranno presenti, oltre ai referenti di Confcommercio e al direttore Gianluca Niccolai, anche alcuni funzionari della ditta che ci accompagnerà in questo viaggio, azienda leader nel settore da anni. Tutti i commercianti del centro storico sono invitati a partecipare all’aperitivo, senza alcun impegno. “Siamo certi che questo progetto può davvero essere interessante per tutti gli esercenti del centro storico. – sottolinea il direttore Gianluca Niccolai – E’ un piccolo investimento economico che, dal nostro punto di vista, deve essere visto come un vantaggio competitivo sul mercato. Significa fidelizzare il cliente, creare in lui l’aspettativa ed il desiderio di un premio. Il prodotto che presentiamo oggi ai commerciati del centro storico è un prodotto già sperimentato in molte realtà italiane, con ottimi risultati in termini di soddisfazione della clientela.” L’appuntamento è quindi per il 19 maggio presso il caffè delle Logge, per un cocktail-informativo.

anti i c r e mm o ovo u C n e l n i e nio r U a ’ z l z i e l on i s rea i anch v i i d ebd to W l e c n s o ha et c n r e t n sito i

www.confcommercioprato.it

9


Al via il progetto Alcol e Velocità: bere sì, ma senza abusare

S

Molinari: “Non demonizziamo l’alcol, ma i comportamenti irresponsabili!”

i chiama “Alcol e velocità” ed è il nuovo progetto che coinvolge le forze dell’ordine e le istituzioni locali sul tema del bere responsabile. Fortemente voluto dalla Federazione dei Pubblici Esercizi di Prato, aderente a Confcommercio, il progetto ha l’obiettivo di informare i ragazzi sui rischi che incontrano nel caso in cui scelgano di “alzare il gomito”. Protagonisti del progetto, gli studenti delle prime e seconde classi di alcuni istituti superiori: Conservatorio San Niccolò, Convitto Nazionale Statale Cicognini, Istituto F. Datini e Istituto Tecnico Dagomari; coinvolti in una serie di incontri che hanno preso il via il 27 aprile presso l’Istituto Dagomari. Oltre a FIPE, prenderanno parte attiva agli incontri anche le forze dell’ordine (Carabinieri e Reparto Educazione Stradale della Polizia Municipale di Prato), l’Azienda USL 4 di Prato, l’Ufficio Scolastico Provinciale del Comune di Prato, oltre all’Associazione ONLUS Marco

Michelini Figlio del vento. Informazione e cultura: sono questi i due obiettivi principali del progetto, voluto dal presidente di FIPE Prato, nonchè presidente f.f. della Confcommercio di Prato, Canio Molinari. Il vino fa parte della nostra storia (romani, etruschi, greci), della nostra cultura, della nostra economia. E’ un prodotto del territorio nazionale, ci fa conoscere e apprezzare nel mondo. “E’ nostro interesse far capire ai ragazzi quali siano i rischi legati all’eccesso nel consumo di alcol. – dichiara il presidente Molinari – Il messaggio che vogliamo far passare è che è importante fare attenzione a quanto si beve e soprattutto dove e cosa si beve. Rivolgendosi a personale qualificato, i ragazzi possono avere maggiori informazioni e garanzie di ciò che viene messo all’interno dei cocktail.” FIPE non è nuova in questo obiettivo: “Ormai da tempo organizziamo corsi Barman presso la nostra struttura - so-

stiene il presidente – per due motivi: il primo è la formazione professionale del nostro personale che lavora all’interno dei locali FIPE, la seconda, più etica, perchè i ragazzi ci stanno a cuore più di ogni altra cosa. Prima di essere nostri clienti, infatti, questi ragazzi sono nostri figli, nipoti, parenti o figli di amici: non vogliamo perderli per alcuna ragione. Vogliamo renderli consapevoli di quello che fanno ed informarli di cosa contengono alcuni cocktail.” Il progetto formativo sull’educazione al bere responsabile è un altro dei punti di forza del programma d’azione di FIPE Prato: “Lo scorso anno – prosegue Molinari – abbiamo organizzato un incontro che ha avuto grande successo all’istituto Datini, al quale presero parte le quarte superiori dell’istituto. In quell’occasione i ragazzi hanno potuto apprendere molto sul tema del bere responsabile anche grazie all’intervento della polizia municipale, oltre a divertirsi con le acrobazie

del campione di Barman acrobatico Gerri Rossi.” Un progetto importante dunque quello di “Alcol e Velocità”, che vedrà la sua giornata conclusiva nei locali di Omnia Center a Prato il 20 maggio prossimo. Sarà l’occasione per imparare qualcosa in più sull’argomento, sia per i ragazzi che per gli adulti; un’occasione cui prenderanno parte, oltre all’Associazione e alle organizzazioni impegnate nel progetto, anche alcuni ragazzi laureati barman presso i corsi FIPE, tra cui Valentina Bruno del ristorante Da Delfina, che mostrerà ai presenti come sia possibile preparare e sorseggiare un ottimo cocktail senza abusare dell’alcol. “E – come dice sempre il presidente Molinari – se proprio una sera si esagera con l’assunzione di alcol, non è un dramma: basta fare alla “tedesca”, facendo guidare un amico sobrio. Altrimenti a cosa servono gli amici?”

E.B.

con l’arrivo della primavera ritornano i CORSI FIPE per BARMAN di primo e secondo livello. I corsi sono a numero chiuso: prenota subito la tua iscrizione presso la segreteria FIPE Prato (rif. Erika Tasselli) tel. 0574 43801 - email: e.tasselli@confcommercioprato.it Guarda le fotografie della passata edizione sulla nostra pagina Fecebook “Unione Commercianti Prato”!!


in Via Marco Roncioni, 216 a Prato

N

egozi di vicinato, farmer’s market, studi di settore, innovazione e promozione, sono solo alcune delle tematiche con cui ogni giorno gli alimentaristi devono fare i conti, temi che verranno affrontati, con esponenti di elevazione nazionale, in un’unica giornata dedicata, il prossimo 25 maggio al Palazzo del Commercio. Quale occasione migliore per tutti coloro che operano e si interessano, per professione o per hobby, alle tematiche legate agli alimentaristi, se non il Primo Forum sul dettaglio alimentare organizzato da FIDA Prato. Primo in tutto: nessuno a Prato ha mai organizzato, prima di oggi, un forum che parlasse di questi temi. Il 25 maggio saranno presenti, nella sala Stefano Neretti di Confcommercio Prato, esponenti regionali e nazionali, tecnici e politici, del settore. Oltre a Marco Matteucci presidente della FIDA

www.confcommercioprato.it

di Prato, prenderanno parte attiva all’evento il presidente di FIDA nazionale Dino Abbascià, il vice presidente nazionale Donatella Prampolini, il segretario FIDA nazionale Roberto Marta

Matteucci: “Fondamentale la presenza di tutti” e Gianni Picchi e Francesca Caciolli di Confcommercio Toscana. Tra gli argomenti trattati, proprio quelli che più stanno a cuore ai nostri alimentaristi: farmer’s market, negozi di vicinato ed innovazione, studi di settore, interventi della Regione Toscana a sostegno del settore e aspetti tecnici, quali la nuova normativa sull’etichettatura dei prodotti alimentari e altro ancora. La parola verrà presa anche dal direttore della

Confcommercio di Prato, Gianluca Niccolai, che tanto si dichiara vicino ai problemi di questo sindacato: “E’ un sindacato molto attivo su tutto il territorio provinciale, non solo per la professionalità con cui lavora ogni alimentarista ogni giorno nel proprio negozio, ma anche e soprattutto per quanto si impegna al fine di trovare risposta alle esigenze della categoria. – e continua - Credo molto in questo sindacato, c’è un impegno costante da parte di tutto il gruppo di lavoro e questo è davvero ammirevole. Il gruppo porta avanti progetti importanti che vanno dall’educazione alimentare nelle scuole (con Le Botteghe fanno Scuola, il progetto che ha entusiasmato le scuole medie), per arrivare a questo forum, fortemente voluto dal sindacato proprio per portare avanti anche aspetti politici e tecnici”. Tra gli ospiti politici è atteso anche Roberto

Caverni, assessore alle attività produttive del Comune di Prato. “Come dico spesso, il sindacato parte dal basso – dichiara il presidente FIDA Prato, Marco Matteucci – Proprio per questo è importante che tutti si sentano parte attiva di uno stesso percorso. Siamo felici che gli esponenti regionali e nazionali abbiano scelto di prendere parte al forum perchè so che tengono alle stesse tematiche che stanno a cuore a noi dettaglianti alimentari a Prato. E’ per questo che è importante che tutti partecipino a questo Forum: è un’occasione per esprimere i nostri dubbi, le nostre esigenze, tutti insieme.” E.B.

11


Prato tra le dieci eccellenze gastronomiche italiane

La gastronomia Tempestini nella

top ten di Gentleman

U

na bella sorpresa quella che ha colto Marco Matteucci e Bernadette Pezzolo della Gastronomia Tempestini di Via Ciliani, quando hanno saputo di essere stati nominati nella top ten delle gastronomie italiane apparsa su una delle riviste più accreditate a livello nazionale. Sfogliando il numero di Aprile 2011 di Gentleman, infatti, ci si può scontrare con il curioso articolo dal titolo “I BUONI AMICI”, una recensione che fa riferimento ai migliori abbinamenti eno-gastronomici per uno spuntino sfizioso e all’insegna della semplicità basato su prodotti tipici della cucina nostrana. Pane, salame, formaggio e vino rosso e vivace: ecco gli ingredienti per una buo-

na e sana “merenda all’italiana”, purchè sia fatta con prodotti derivati dalle nostre eccellenze gastronomiche. E tra le dieci migliori gastronomie del territorio italiano, citate per l’occasione da nord a sud, non poteva mancare la gastronomia del nostro presidente FIDA provinciale Marco Matteucci. “Sono emozionato ed incredulo: è davvero un importante riconoscimento che ci fa capire che la qualità e la professionalità sono doti preziose che vengono ancora ricercate in Italia. – commenta soddisfatto Marco Matteucci, che aggiunge – Come me, ci sono tanti altri alimentaristi nella provincia di Prato che ogni giorno offrono le

eccellenze gastronomiche ai propri clienti, servendo loro un prodotto di altissima qualità con la massima professionalità. Spero che riusciremo, nel tempo, a far emergere sempre più

queste eccellenze; questo è il mio impegno in qualità di presidente degli alimentaristi di Confcommercio Prato.” E.B.

DE

gusti amo

Vino e Vinsanto a DegustiAMO “Vino e Vinsanto”è il titolo dell’appuntamento di DegustiAMO che si è svolta il 28 aprile scorso presso la Confcommercio di Prato. L’evento, promosso dal gruppo “Maestri del gusto” composto dagli Alimentaristi aderenti a Confcommercio Prato, si è svolta secondo lo schema ormai collaudato: il ciclo di degustazioni infatti è anche una vetrina di buoni prodotti alimentari. Nella serata del 28 aprile, in scena la Gastronomia Il Buongustaio, in collaborazione con la Fattoria di Piazzano. Tanta la partecipazione anche per questo appuntamento, nel quale i presenti hanno potuto degustare vini e vinsanti, accompagnati da salumi, formaggi e stuzzichini accuratamente selezionati, tutti provenienti dalla nostra tradizione culinaria.

12

L’Unione


FIVA sbarca a Prato:

100 espositori per una festa internazionale Niccolai: “Prato può re-inventarsi”

T

anti colori, musica e divertimento, per una tre giorni davvero deliziosa, quella che si è svolta nel weekend 1517 aprile scorso nelle piazze del centro storico di Prato. Protagonisti dell’evento, cento espositori provenienti da tutta Europa che ci hanno fatto gustare i profumi, i sapori e i piaceri dei prodotti tipici della cucina e dell’artigianato estero. E’ il mercato internazionale FIVA (Federazione Italiana Venditori Ambulanti) aderente a Confcommercio, rinominato a Prato, per l’occasione, MONDO IN PIAZZA. C’erano proprio tutti: dalle carni argentine alla paella spagnola, dalla grigliata tedesca e austriaca alla cucina thailandese, dalla birra irlandese alle crepes dolci olandesi e francesi. E in questi sapori non potevano mancare le eccellenze della tradizione culinaria italiana con formaggi, prodotti da forno, salumi e liquori. E se Oliver, con la sua birra, ci ha dissetato per tre giorni col suo instancabile sorriso, ancora sentiamo il profumo degli orsacchiotti alla lavanda della signora Michelle e la musica incalzante dei ragazzi della paella allo stand spagnolo; senza scordarci di Sean e Ian, vicini nella vita (l’uno inglese e l’altro irlandese), così come nei banchi del mercato, che con i loro prodotti, tazze da thè per l’uno, gadgets Guinness per l’altro, hanno suscitano l’interesse di molti visitatori. Una festa di colori che ha coinvolto il centro fin da giovedì pomeriggio, quando i camion degli espositori si sono ritrovati nel parcheggio di via Viareggio per poi spostarsi verso il centro storico e posizionarsi in via Magnolfi, piazza Duomo, largo Carducci e piazza San Francesco. Alcune critiche iniziali per il timore che un evento così grande potesse ripercuotersi negativamente sul commercio del centro storico, accompagnate però, nei gior-

ni successivi, dai molti commenti positivi provenienti sia dalle istituzioni, sia dal pubblico. Gli operatori aderenti all’evento si sono complimentati per l’ottima organizzazione e l’ospitalità che hanno trovato nella nostra città. Per questo, noi di Confcommercio, dobbiamo sinceramente ringraziare la polizia municipale per la collaborazione e ASM per la distribuzione degli spazi pubblici, oltre al Comune di Prato per il sostegno fornitoci. “Se dovessi dare un voto all’evento, sarebbe sicuramente più che positivo! – dichiara il direttore della Confcommercio di Prato, Gianluca Niccolai - Ogni anno vengono organizzati molti mercati ed il rischio è di trovare disordine, caos e sporcizia. Quello che ci è piaciuto del mercato FIVA è stata l’eccellente chiarezza rispettata nell’organizzazione: tutti gli espositori sono professionisti e sanno esattamente come ci si comporta. Ognuno si è posizionato al proprio posto senza intralciare il lavoro degli altri. E’ stata una bella esperienza, che Prato ha saputo recepire”. Sabato 16 aprile altra sorpresa per il pubblico sopraggiunto per l’occasione: “Uno yacht in piazza delle Carceri?” Sì, un vero yacht parcheggiato in piazza delle Carceri. “Lo abbiamo voluto fare per dare un messaggio di speranza a tutti – dichiara soddisfatto il direttore Niccolai – Ci siamo talmente abituati a leggere sui giornali cattive notizie, che ci siamo dimenticati che esiste un’altra Prato.” E se tra i nostri associati c’è chi, come il signor Caccavella, è riuscito ad aprire un cantiere navale a Prato, significa che tutti noi possiamo e dobbiamo credere che Prato possa ancora re-inventarsi. E.B.

Mercato internazionale Mondo in Piazza


convenzioni per gli associati

ASSICURAZIONI Axa - Cini

Bigagli Landi Mariotti

Vittoria Assicurazioni

Nova Infortunistica

Scontistica sulle polizze: -30% polizze protez.commercio - 30% polizze protezione artigiano - 35% polizze protezione familiare - 30% polizze infortuni globale - 30% infortuni da circolazione -20% polizze assistenza permanente da malattia -30% polizze protezione salute formula diaria - 25% polizze protezione salute -20% polizza auto -30% rischi accessori incendio furto e atti vandalici

Sconti per polizze auto, autocarri, motocicli e ciclomotori -35% polizze negozio - 40% polizze abitazione -30% polizze infortuni -20% polizze malattia

Convenzione nazionale - Linea Tutela: sconti fino al 30% - Linea Patrimonio:sconti fino 30% - Linea Imprese e Professioni: sconti fino al 35% - Linea Salute e Benessere: sconti fino al 35% - Linea Strada: sconti fino al 30%

Consulenza e assistenza al danneggiato - Sconto del 10% degli onorari spettanti alla ditta e liquidati dalla compagnia di assicurazione

Bigagli Landi Mariotti snc via Filicaia 69 a Prato Tel 0574 433844 Fax 0574 605363 www.agenzieblm.it

Cini Assicurazioni - Ag. ASSITRE srl via Strozzi 101 a Prato Tel 0574 603219 Fax 0574 33046 ag4710@axa-agenzie.it

- Agenzia generale Prato 1 viale Montegrappa 304 a Prato Tel 0574 594216 - Agenzia generale Prato 2 viaTrav.Pistoiese 8 Prato Tel 0574 611218 - Agenzia generale Carmignano corso S.Fedi 3 Pistoia Tel 0574 25623

Nova Infortunistica sas viale Montegrappa 282 a Prato Tel 0574 584878 Fax 0574 579780 info@infortunisticanova.it

PROMOZIONE E COMUNICAZIONE RADIO E PUBBLICITA’

CARTELLONISTICA PUBBLICITARIA

ORGANIZZAZIONE EVENTI

AGENZIA PUBBLICITARIA

Radio Insieme

Publi Prato pubblicità

Premiere eventi

Spe-Pubblicità Editoriale

- Sconto 30% sui passaggi radiofonici pubblicitari

- Sconto del 10% - Prezzi speciali per gli associati

Radio Insieme Via Bisenzio 335 Tel 0574 957028 www.radioinsieme.it

PubliPrato Via Sambo 31 a Prato Tel e Fax 0574 650383 www.publiprato.it

Organizzazione e promozione eventi e spettacoli - Sconto 15% sul prezzo di listino per i servizi offerti

Concessionaria esclusiva La Nazione - Sconti e promozioni speciali riservate ai soci

SPE - Società Pubblicità Editoriale Via Guizzelmi 3 a Prato Tel 0574 21021

SPE - Società Pubblicità Editoriale Via Guizzelmi 3 a Prato Tel 0574 21021

PER LA TUA AZIENDA Stil Lamp

Milli & Canesi snc

Pratoallarmi

SICUREZZA

Centro Diffusione Serramenti

- Sconto del 10% su qualsiasi prodotto - Consulenza a domicilio gratuita

Produzione, vendita e manutenzione estintori d’incendio - Sopralluoghi,preventivi gratuiti - Sconti 15% - 30% sugli acquisti - Sconto del 15% sulle manutenzioni periodiche obbligatoria

- Preventivi e consulenze gratuiti - Una cassaforte in omaggio a fronte dell’acquisto di un impianto completo (antitrusione, telecamere a circuito chiuso o antitaccheggio)

Serramenti ad uso civile, commerciale e arredo garden - Sopralluoghi,preventivi gratuiti - Sconti 10%-15% sugli acquisti

Milli Estintori di Milli & Canesi snc Via A.Pisano 18 a Prato Tel 0574 26658 Fax 0574 655924 www.milliestintori.it

Pratoallarmi Via del Curtatone 16 a Prato Tel 0574 25965 Fax 0574 36232 www.pratoallarmi.it

ILLUMINAZIONE D’INTERNI

Stil Lamp Via Marino 1, Loc. Fontanelle a Prato Tel 0574 621140 Fax 0574 622225 stillamp@tin.it

ANTINFORTUNISTICA

Toti Edoardo srl Abbigliamento da lavoro e antinfortunistica: Pacchetto automedicaz E18,50 Valigetta Pronto Soccorso E65,00 - Sconto 3% su Snikers, Helly Hansen, Timberland Pro Grip, Diadora - Sconto 10% su abbigliamento e accessori da ristorazione e centri medici ed estetici - Sconto 15% su quanto altro presente nel punto vendita Toti Edoardo srl Via Ferrucci 286 a Prato Tel 0574 23384 Fax 0574 404524 www.totiedoardo.it

14

ESTINTORI D’INCENDIO

Centro Diffusione Serramenti srl Via Roma 234 a Prato Tel 0574 630094 www.centrodiffserr.it

ItalTenda

Carretti Commerciale

ARREDO INTERNI E UFFICI

ARCHITETTURA D’INTERNI

Tende da sole - veneziane - verticali-plisse’-a rullo-zanzariere - Sconto del 20% sull’acquisto di tende di qualsiasi modello - Sconto del 20% sugli interventi di assistenza

Mobili per ufficio - Arredi chiavi in mano - Bilance Strumenti di laboratori - Consulenza e progettazione gratuita per ogni necessità di arredo - Sconto 10% sugli acquisti

Architettura e progetti d’interni per la tua attività: - Soluzioni abitative - Soluzioni commerciali - Rilievo e progetto dei locali, discussione sulla fattibilità del progetto, capitolato e preventivo sul progetto concordato e planning degli interventi sono gratuiti

TENDE DA SOLE

ItalTenda di Buccianti Massimo Via Zarini 202/204/208 Tel e Fax 0574 582610 www.italtenda.it

Carretti commerciale sas Via Pomeria 1/E a Prato Tel 0574 23930 Fax 0574 605395 www.carretticommerciale.it

Pegaso Progetti srl

Pegaso Progetti srl Via T.Tasso 21/b a Prato Tel 0574 633303 Fax 0574 63644 www.pegaso-progetti.it

L’Unione


TELEFONIA

AUTOCARROZZERIA

CARROZZERIA TCS

DOLCEVITA Vodafone Wind Tre

- uso gratuito dell’auto sostitutiva in caso di sinistro anche se Passivo - soccorso stradale con carro attrezzi (Fino ad una distanza massima di 150 Km in caso di riparazione del mezzo) - Sconto del 15% su manodopera

- 20% di sconto su accessori compatibili per telefonia - 10% di sconto su accessori originali per telefonia

Carrozzeria TCS Via Scarpettini 295 Montemurlo Tel 0574 680646 www.carrozzeriatcs.it

DOLCEVITA Via Ferrucci 339/17 presso PIAZZA MARCONI - Prato Tel 0574 757478

ESSERE SOCI CONVIENE REALIZZAZIONE INSEGNE

FIAT - PALMUCCI

ALISPED VIAGGI

Progettazione e realizzazione insegne - Sconto del 5% su tutti i tipi di insegna - Preventivi e bozzetti gratuiti - Massima priorità nelle riparazioni

Sull’intera gamma di veicoli commerciali nuovi del Marchio sono applicate le seguenti scontistiche:

Sconti dal 10% al 30% rispetto alle quote di catalogo con i Tour Operators preferenziali di Alisped Viaggi, per viaggi e soggiorni con date fisse di partenza

Magic Neon

Magic Neon Via Zarini 219 a Prato Tel 0574 581638

ABBIGLIAMENTO LAVORO

Arisia

- Sconto del 20% su materiale e attrezzatura antinfortunistica - Sconto del 10% su divise per parrucchieri, estetici e addetti ai saloni di bellezza - Sconto del 10% su divise e accessori per addetti alla ristorazione e al settore alberghiero Arisia Via Pomeria 19 a Montemurlo Cell 389 0537302 info@arisia.it

www.confcommercioprato.it

PANDA VAN -11% SEICENTO VAN -13% PUNTO VAN -18% Grande PUNTO VAN -17% IDEA VAN -15% BRAVO VAN -15% MULTIPLA VAN -15% ULYSSE VAN -16% FIORINO -17% DOBLO’ CARGO BZ/DS -20% DOBLO’ CARGO NATURAL POWER -18% NUOVO DOBLO’ CARGO -17% Nuovo SCUDO -20% Nuovo DUCATO -20% viale Montegrappa 264/268 a Prato Tel 0574 5781 Fax 0574 578254 www.palmucci.it

[Tour Operators: Alpitour - Azemar - Aviomar - Bravo Club - Eden Viaggi - Hotelplan - I Grandi Viaggi - Msc - Settemari - Springtours - Staff&Co. TClub - Turisanda - Valtur - Veratour - Villoratour. Per conoscere destinazioni e date di partenza scontate, contattare Alisped Viaggi]

Sconti del 4% sulle quote da catalogo (ad esclusione delle partenze Last Minute e Offerte Speciali) con i Tour Operators preferenziali di Alisped Viaggi [Alpitour - Costa Crociere - Francorosso - Hotelplan - Kuoni - I Grandi Viaggi - TClub - Turisanda - Valtur - Veratour - Viaggidea - Swan Tour]

Rilascio di biglietteria aerea internazionale e intercontinentale euro 20,00 a persona Rilascio di biglietteria aerea nazionale E5,00 + IVA a persona Prenotazioni auto, hotel e marittime E5,00 + IVA a prenotazione viale Montegrappa 212/A a Prato Tel 0574 5790 Fax 0574 571387 www.alispedviaggi.com

tutte le convenzioni nazionali sono consultabili su www.associaticonfcommercio.it

LE NOVITA’ PER GLI ASSOCIATI

15


normative & aggiornamenti utili

!

E’

SCF V C

Attenzione ai falsi venditori

stato soppresso l’obbligo per i pubblici esercizi di acquisire la licenza del Questore per consentire alla clientela l’accesso alla rete internet, insieme all’obbligo di identificare gli utenti, monitorare le operazioni ed archiviare i relativi dati. Alcuni operatori di informatica stanno invece proponendo la vendita di programmi di identificazione dei clienti che accedono ad internet tramite Wi-Fi, sostenendo che sussisterebbero degli obblighi e delle responsabilità in capo ai gestori di pubblici esercizi che mettono a disposizione della clientela il sistema di accesso in parola. Si ribadisce al riguardo che nel nostro ordinamento NON SUSSISTE

ALCUNA DISPOSIZIONE che preveda tali adempimenti mentre, al contrario, esistono precise norme a tutela della privacy dei cittadini che potrebbe addirittura essere violata da tali sistemi. Anche il Ministro Elio Vito ha sottolineato che “sono abrogate le disposizioni per l’identificazione degli utenti, il monitoraggio delle operazioni e l’archiviazione dei dati e non è intenzione del Governo ripristinare restrizioni”. Chiediamo pertanto ai nostri associati di fare molta attenzione a questi venditori per non cadere in trappola e, nel caso in cui chiunque di voi abbia dei dubbi, lo invitiamo a non esitare nel contattarci per chiarimenti.

Nuovo accordo per il 2011

on la accettazione della SIAE del mandato ad incassare per conto di SCF i diritti connessi per la musica di ambiente, è divenuto pienamente operativo l’accordo stipulato su tale materia tra FIPE ed SCF nello scorso mese di febbraio. Con tale accordo si è proceduto alla ristrutturazione della tariffa per la musica di ambiente introducendo importanti correttivi soprattutto a favore delle piccole imprese che maggiormente soffrono il cumulo degli adempimenti. In particolare la nuova tariffa è articolata sia in relazione alle superfici dei locali, che in relazione alle apparecchiature di diffusione impiegate, prevedendosi tariffe estremamente vantaggiose per il possesso di apparecchi radiotelevisivi e di riproduzione del suono compatti. Sotto il profilo della semplificazione si è raggiunto un importante risultato, in quanto la SIAE provvederà ad inviare al domicilio degli esercenti dei MAV precompilati per l’effettuazione dei pagamenti, come già avviene per il diritto di autore.

16

Accesso Wi-Fi nei locali

In secondo luogo si è attuata una migliore regolamentazione della stagionalità, prevedendo che i pubblici esercizi aperti fino a sei mesi per anno solare paghino il 60% della tariffa, mentre quelli aperti fino a tre mesi siano tenuti al pagamento del solo 40% della suddetta tariffa. Per gli esercenti associati a FIPE è prevista una riduzione del 30% della tariffa base. Con l’accordo è stata anche prevista una sanatoria per i compensi relativi agli anni precedenti al 2011 e non versati. Tale sanatoria distingue tra due categorie di soggetti: 1. esercenti che non hanno mai ricevuto alcuna sollecitazione al pagamento da parte di SCF: con il pagamento del compenso per l’anno 2011

nel termine del 31 maggio p.v. saranno automaticamente condonati senza obbligo di adempimenti ulteriori; 2. esercenti che hanno ricevuto inviti al pagamento o fatture da SCF (con specifico riguardo al periodo 2007 – 2010): potranno regolarizzarsi e chiudere ogni vertenza con il pagamento entro il 31 maggio p.v. di un compenso pari alla tariffa dovuta per il 2010. Tale pagamento dovrà essere effettuato con i modelli di conto corrente postale che SCF sta inviando alle associazioni provinciali del sistema, mentre per le competenze 2011 pagheranno tramite SIAE. Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile contattarci al numero 0574 43801 oppure scrivere all’indirizzo email info@confcommercioprato.it

L’Unione


V

Cedolare secca

R

arrivano nuovi provvedimenti

ecentemente l’Agenzia delle Entrate ha approvato l’apposito Provvedimento attuativo della c.d. “cedolare secca” a favore dei redditi derivanti dalla locazione di immobili ad uso abitativo. Tra i punti trattati dal provvedimento, vengono precisate anche le modalità di esercizio dell’opzione e di versamento dell’acconto dovuto già per il 2011 da parte dei soggetti interessati. L’opzione per l’applicazione della “cedolare secca” va esercitata dal locatore proprietario o titolare di un diritto reale di godimento sull’immobile ad uso abitativo locato “per finalità abitative”: 1) in sede di registrazione del contratto 2) in caso di proroga, anche tacita, nel termine di versamento dell’imposta di registro Per i contratti non soggetti a regi-

V

strazione obbligatoria (locazione di durata non superiore a 30 giorni complessivi nell’anno), l’opzione va esercitata nella dichiarazione relativa al periodo d’imposta di produzione del reddito da locazione oppure in sede di registrazione “volontaria” del contratto o in caso d’uso. In caso di mancato esercizio dell’opzione nella prima annualità del contratto è possibile optare per le annualità successive nel termine per il versamento dell’imposta di registro. A pena di inefficacia dell’opzione va comunicata preventivamente all’inquilino la rinuncia, per il periodo di durata dell’opzione, alla facoltà di chiedere l’aggiornamento del canone, incluso quello ISTAT. L’opzione ha validità per l’intera durata del contratto o della proroga. L’opzione esercitata nelle annualità successive alla prima ha validità per la durata

residua del contratto. La stessa può essere revocata “in ciascuna annualità contrattuale successiva a quella” di esercizio entro il termine per il pagamento dell’imposta di registro. Nelle annualità successive è possibile esercitare nuovamente l’opzione. Per tutti i casi specifici e per ulteriori chiarimenti, è possibile contattare la responsabile dell’area fiscale della Confcommercio di Prato, Amalia Viscanti, al numero 0574 43801 oppure scrivere a a.viscanti@confcommercioprato.it

Poco credito?

D

troviamo la soluzione!

a un’indagine svolta dall’Osservatorio sul credito di Confcommercio insieme a Format Ricerche di Mercato, risulta che nei primi tre mesi dell’anno sarebbe raddoppiato il numero delle imprese che non sono riuscite ad ottenere il finanziamento richiesto. Prendendo come buono questo dato potremmo giungere alla conclusione che l’Italia non è ancora pronta per rialzarsi dalla crisi: se gli Istituti competenti non erogano il credito richiesto, le aziende non possono lanciarsi nuovamente sul mercato. In realtà molto è stato fatto in questi ultimi mesi. La nostra associazione di categoria per esempio continua a negoziare formule di agevolazione per l’accesso al credito garantito, così da affiancare le imprese che ne facciano richiesta nella fase di rilancio. Se è vero dunque che gli istituti di credito non riescono ad erogare credito ad aziende con poche garanzie, è anche vero, d’altro canto, che se le aziende si rivolgessero alle proprie associazioni di riferimento (noi in questo caso), riuscirebbero a trovare una soluzione. Il nostro personale dell’area credito e finanziamenti infatti ogni giorno presta consulenza gratuita agli associati per analizzare i loro business plan e la loro situazione finanziaria, così da decidere insieme al cliente quale possa essere la strategia vincente per presentarsi all’istituto di credito con tutte (o buona parte de) le carte in regola per ricevere dall’istituto il fatidico “sì”, alla domanda “Posso ricevere un finanziamento?”. Il nostro lavoro consiste in questo: agevolare e guidare il cliente nell’accesso al credito; quindi invitiamo tutti quei clienti che ne abbiamo la necessità, a rivolgersi a noi per una consulenza. Per informazioni è possibile rivolgersi a Marco Corsi (m.corsi@confcommercioprato.it)

www.confcommercioprato.it

17


Formazione obbligatoria in partenza Primo soccorso Durata: 12 ore mer 8/06- lun 13/06- mer 15/06 dalle 9,00 alle 13,00

Scadenzario fiscale maggio 2011

in partenza HACCP aggiornamento PER RESPONSABILI Durata: 8 ore mer 4/05 e lun 9/05 dalle 14,00 alle 18,00

lun 2

REGISTRO: versamento dell’imposta di registro sui contratti di locazione di immobili decorrenti dal 1° aprile

in partenza

lun 2

IVA: presentazione della domanda di rimborso infrannuale relativo al primo trimestre

lun 2

IRES-IRAP: versamento dell’acconto da parte dei soggetti con esercizio tra il 1°giugno ed il 31 maggio

HACCP aggiornamento PER ADDETTI Durata: 4 ore mer 4/05 dalle 14,00 alle 18,00

IVA: emulsione e registrazione delle fatture per le

lun 16 cessioni di beni con documento di trasporto emesso nel mese di aprile

in partenza RSPP Durata: 16 ore lun 16/05,lun 23/05,mer 25/05,lun 30/05 dalle 14,00 alle 18,00

in partenza ANTINCENDIO Durata: 8 ore lun 6/06 dalle 9,00 alle 13,00 (teoria) dalle 14,00 (prova pratica)

IVA: annotazione dei corrispettivi delle operazioni

lun 16 effettuate nel mese di aprile per le quali è stato rilasciato lo scontrino o la ricevuta fiscale

invio telematico dei dati contenuti nelle dilun 16 IVA: chiarazioni di intento ricevute nel mese di aprile INPS: pagamento della 1° rata 2011 dei contributi

lun 16 dovuti sul minimale di reddito da parte di artigiani e commercianti

IVA: registrazione delle fatture per gli acquisti con

lun 16 detrazione nella liquidazione del mese di aprile o del 1° trimestre

liquidazione dell’imposta relativa al mese di lun 16 IVA: aprile o al 1° trimestra

Per info su questi e altri corsi è possibile contattare l’Unione Commercianti allo 0574 43801 e chiedere di Chiara Peruzzi (formazione@confcommercioprato.it)

lun 16

IRPEF-IVA-CONTRIBUTI: versamento delle ritenute d’acconto, dell’IVA dei contributi relativi al mese di aprile o al 1° trimestre. Per i contribuenti trimestrali l’IVA a debito deve essere maggiorata dell’1%

versamento dell’imposta sui contratti di lun 30 REGISTRO: locazione di immobili decorrenti dal 1° maggio IRES-IRAP: versamento del’acconto da parte dei

lun 30 soggetti con esercizio sociale tra il 1° luglio ed il 30 giugno

18

L’Unione


Sportello di

Previdenza Complementare

5°/11

Prevedere la pensione

Questo mese vogliamo segnalare e prendere alcuni

spunti da uno dei tanti pregevolissimi studi di Banca d’Italia: “Le scelte previdenziali nell’indagine sui bilanci delle famiglie della Banca d’Italia”, pubblicato a dicembre dello scorso anno. Constatato che nel 2040, per tutti i motivi di cui abbiamo parlato in questi mesi, un lavoratore nel settore privato avrà un tasso di sostituzione (rapporto fra pensione e ultimo reddito...) pari al 52%, è interessante riflettere sull’indagine svolta sui bilanci delle famiglie, ove viene chiesto ai lavoratori qual è il tasso di sostituzione che questi intendono al momento del loro pensionamento. Il risultato di questa indagine rivela un dato preoccupante: il 50%

dei lavoratori si aspetta un tasso di sostituzione superiore al 60% (un quarto, addirittura, superiore al 70%).

I lavoratori autonomi, che hanno aliquote di contribuzione mediamente inferiori, si attendono un grado di copertura minore degli altri lavoratori. Questi dati migliorano però se l’indagine si concentra sui lavoratori più giovani (cioè coloro che andranno in pensione nel periodo 2035-2045), che coerentemente con le regole della pensione pubblica, si aspettano una pensione molto più bassa (i giovani che si aspettano una pensione superiore al 70% sono solo il 16%). Sulla base di questa evidenza, il problema dell’esiguità del risparmio previdenziale tra i giovani non sembra poter essere spiegato dalla scarsa consapevolezza degli effetti delle riforme da parte dei lavoratori, vi sono presumibilmente altri fattori che giocano un ruolo più importante, quali il basso reddito disponibile, la scarsa conoscenza dei vantaggi della previdenza complementare, l’incapacità di formulare piani finanziari di lungo periodo e l’avversione per le forme di risparmio poco liquide.

stema contributivo, il rischio previdenziale è maggiore per quei lavoratori che hanno una ricchezza e un risparmio non adeguati: quindi i lavoratori che avrebbe-

ro necessità di risparmiare maggiormente per integrare le risorse del primo pilastro presentano in realtà bassi tassi di risparmio e una ricchezza limitata. Tra questi è ampia la quota di chi non ha la possibilità di aumentare il proprio risparmio perchè percepisce un reddito insufficiente. In questi casi, politiche volte ad incentivare il risparmio previdenziale sono chiaramente inefficaci ed è necessario prevedere interventi di natura assistenziale. “Sebbene negli ultimi anni la previdenza complementare si sia sviluppata, soprattutto in misura significativa a seguito della riforma del 2007, il numero degli aderenti è ancora modesto. La quota degli iscritti rimane su valori particolarmente ridotti tra quelle categorie di lavoratori che in prospettiva avranno più bisogno di integrare le risorse derivanti dal pilastro pubblico, quali i giovani e i lavoratori autonomi. In questa situazione molti lavoratori si trovano esposti ad un forte rischio previdenziale, ovvero

la possibilità che, raggiunta l’età del pensionamento, si trovino a non avere risorse sufficienti a mantenere un tenore di vita adeguato. Vi sono rischi anche per l’intera collettività, poichè essa verrà chiamata a farsi carico di interventi di natura assistenziale.” In questo scenario è dunque possibile fare lo sforzo di “Prevedere” la Previdenza e risparmiare a lungo periodo.

Simone Bini

previdenza.unione@agenzieblm.it

Lo sportello di consulenza previdenziale sarà a disposizione degli associati su appuntamento ogni

mercoledì dalle ore 09:00 alle ore 12:30

Fabio Cocciardi, esperto di forme complementari di previdenza, potrà fornirvi un’analisi dettagliata sulla Vostra posizione pensionistica.

www.confcommercioprato.it

Per informazioni è possibile contattare Fabio al numero 338 1241758 oppure scrivere all’indirizzo previdenza.unione@agenzieblm.it

Ti aspettiamo

SUSS

Altro argomento interessante affrontato in questo studio di Banca d’Italia è che, a causa del meccanismo del si-

19


Inail, retribuzioni minime imponibili 2010 nel settore commercio

P

er il calcolo del premio di assicurazione infortuni sono previsti limiti minimi imponibili di retribuzione giornaliera, da rivalutare annualmente in relazione all'andamento dell'indice medio del costo della vita accertato dall'ISTAT. Di detti valori il settore commercio ha interesse a conoscere quelli relativi alle seguenti categorie di personale: 1. lavoratori dipendenti; 2. lavoratori con contratto part-time; 3. lavoratori soci di cooperative; 4. familiari, soci e associati del datore di lavoro; 5. familiari partecipanti all'impresa familiare; 6. lavoratori parasubordinati. Per i lavoratori dipendenti con contratto a tempo indeterminato o determinato, la retribuzione da assumere come base di calcolo del premio di assicurazione infortuni non può essere inferiore al 9,50% dell'impor-

20

to del trattamento minimo mensile di pensione a cario del Fondo pensioni lavoratori dipendenti in vigore al 1° gennaio 2010, pari a 460,97 euro. L'importo imponibile minimo giornaliero per detti lavoratori è, dunque, pari a euro 88,83, per i dirigenti e euro 43,79, per gli impiegati e gli operai. L'importo mensile si ottiene moltiplicando quello giornaliero per 26, che sono i giorni lavorativi mensili. Se i lavoratori lavorano a tempo parziale, la base imponibile convenzionale è determinata moltiplicando la retribuzione oraria (minimale o tabellare) per le ore complessive da retribuire, a carico del datore di lavoro, nel periodo assicurativo. La retribuzione oraria minima si ottiene moltiplicando il minimo giornaliero per la generalità dei lavoratori, € 43,79, per le giornate di lavoro settimanale ad orario normale (sempre pari a 6, anche se l'orario di lavo-

ro è distribuito su 5 giorni settimanali) e dividendo il prodotto per le ore di lavoro settimanale ad orario normale previste dalla contrattazione collettiva nazionale per i lavoratori a tempo pieno (o, in mancanza di questa, dalla contrattazione territoriale, aziendale o individuale). Ipotizzando un orario settimanale normale di 40 ore, il minimo giornaliero per i lavoratori part-time risulta essere pari a € 6,57 (€ 43,79 x 6 : 40). Per i soci di cooperative operanti nell'ambito del commercio, la base imponibile su cui calcolare il premio assicurativo è pari, come per la generalità dei lavoratori dipendenti, a 43,79 euro, per ogni giornata di effettiva occupazione. Il D.Lgs. n. 38/2000 ha individuato criteri più semplici per stabilire la retribuzione imponibile dei lavoratori assicurati che non percepiscono retribuzione fissa

o comunque la cui retribuzione non è accertabile. Si tratta prevalentemente di lavoratori assicurati non dipendenti e che quindi non percepiscono uno stipendio contrattuale, quali ad esempio, i soci di qualunque tipo di società, gli associati in partecipazione, i familiari costituenti impresa familiare etc. La precedente versione del comma 4 dell'art. 30 del D.P.R. n. 1124/1965 stabiliva, infatti, che in questo caso si dovesse fare riferimento alla retribuzione dei prestatori d'opera "della stessa qualifica o professione e della stessa località". Non essendo sempre semplice effettuare questo processo di identificazione, con l'art. 8 del D.Lgs. n. 38/2000, è stato stabilito che qualora i lavoratori non percepiscano retribuzione fissa o comunque la remunerazione non sia accertabile, si assume, in mancanza di salari medi o convenzionali, la retribuzione valida ai

L’Unione


fini della determinazione del minimale di legge per la liquidazione delle rendite di cui all'art. 116, c. 3 del D.P.R. n. 1124/1965. Per i familiari coadiuvanti di datore di lavoro non artigiano, il minimo imponibile giornaliero è pari a € 43,79. Il minimo mensile, derivante da € 43,79 x 25, è pari a € 1.094,75. I familiari coadiuvanti, indicati al n. 6 dell'articolo 4 del T.U. n. 1124/1965, sono: il coniuge, i figli, anche naturali o adottivi, gli altri parenti, gli affini, gli affiliati e gli affidati del titolare dell'impresa, che prestano con o senza retribuzione alle di lui dipendenze opera manuale o di sovrintendenza ad opera manuale altrui. Ai sensi dell'articolo 230 bis del codice civile, i familiari partecipanti all'impresa familiare sono i familiari (coniuge, parenti entro il terzo grado e affini entro

il secondo grado), che prestano in modo continuativo la loro attività di lavoro nella famiglia o nell'impresa familiare, con diritto al mantenimento e alla partecipazione agli utili e ai beni acquistati con essi, in proporzione alla qualità e alla quantità del lavoro prestato. I familiari partecipanti all'impresa familiare si distinguono da quelli esplicitamente previsti dall'articolo 4, n. 6, del T.U. n. 1124/1965, perché costituiscono una categorie più circoscritta e non sono alle dipendenze del datore di lavoro (titolare dell'impresa). Per questi lavoratori la retribuzione imponibile è pari, dal 1° luglio 2009, a € 1.201,08 mensili e a € 48,04 giornalieri. L'assicurazione dei parasubordinati (lavoratori coordinati e continuativi) è prevista dall'articolo 5 del

D.Lgs. n. 38/2000, che li definisce con rinvio al Testo Unico delle imposte sul reddito. In sintesi, i lavoratori parasubordinati tutelati sono coloro che svolgono attività rischiose (art. 1, T.U.) senza vincolo di subordinazione a favore di un determinato soggetto, nel quadro di un rapporto unitario e continuativo, senza impiego di mezzi organizzati e con retribuzione prestabilita (amministratori, sindaci e revisori di società, associazioni ed altri enti, collaboratori di giornali, riviste, enciclopedie e simili, componenti di collegi e commissioni, amministratori di condominio, consulenti, insegnanti, ecc...). L'art. 61 del D.Lgs.n. 276/2003 (Riforma Biagi) ha ridisciplinato il rapporto di collaborazione coordinata e continuativa ed introdotto il lavoro a progetto. La retribuzione imponi-

bile è costituita, secondo il citato articolo 5, dai compensi effettivamente percepiti, nel rispetto del minimale e del massimale di rendita, pari rispettivamente, dal 1° luglio2009, a 1.195,78 euro e a 2.220,73 euro. Nel rapporto di collaborazione coordinata e continuativa non è prevista una prestazione a tempo e, quindi, l'imponibile non può essere correlato ai giorni di durata della prestazione, con la conseguenza che il minimale ed il massimale di rendita possono essere divisi solo in mesi, al fine di confrontare il minimale e il massimale mensile con il compenso medio mensile, ottenuto dividendo i compensi effettivi per i mesi, o frazioni di mesi, di durata del rapporto di collaborazione.

Il Trofeo 50&Più torna in Toscana

Il presidente Bianchi: “Siamo come una grande famiglia”

T

orna finalmente in Toscana, dopo tre anni, il trofeo 50&Più, premio calcistico del torneo delle regioni della 50&Più. La finale del torneo 2011, disputata sabato 9 aprile a Massa, ha visto lo scontro tra i colleghi della regione Lazio ed i nostri toscani. Al termine della partita, cui ha preso parte anche il direttore della Confcommercio di Prato Gianluca Niccolai, la Toscana ha avuto la meglio aggiudicandosi il trofeo sul risultato di 3-1. Un risultato ancora più prestigioso se si pensa che la squadra laziale era finora imbattuta. Parole di soddisfazione dal presidente regionale Bianchi, che si è detto emozionato per la splendida giornata trascorsa in un’atmosfera di piena armonia e amicizia: “La nostra organizzazione è una grande famiglia – ha commentato – dove tutti ci possiamo ritrovare insieme; una grande famiglia che lavora per i nostri associati ed il nostro Paese”. Incoraggiamenti anche da parte del presidente provinciale di 50&Più, Franco Cassioli, che, dopo aver alzato il trofeo con orgoglio e commozione, ha commentato: “Spero vivamente che il Presidente regionale possa disporre che il trofeo venga esposto a rotazione in tutte le sedi toscane”.

www.confcommercioprato.it

21


Compatibilità dell’indennità di mobilità con l’attività di lavoro autonomo e subordinato

S

i segnala la circolare dell’Inps n. 67 del 14/04/2011 con la quale l’Istituto ha fornito indicazioni in ordine alla compatibilità dell’indennità di mobilità con lo svolgimento di attività lavorativa e la eventuale cumulabilità della relativa remunerazione con la fruizione dell’indennità stessa. Circa la compatibilità dell’indennità in discorso

con lo svolgimento di lavoro autonomo, la previsione normativa consente di ottenere la corresponsione anticipata della prestazione in un’unica soluzione per intraprendere un’attività autonoma o associarsi in cooperativa. Naturalmente, il lavoratore che opti per tale soluzione, viene cancellato dalle liste di mobilità. Nel caso in cui il lavorato-

re instauri, invece, un rapporto di lavoro subordinato dovrà restituire entro 24 mesi, a partire dalla liquidazione dell’anticipazione, quanto riscosso a tale titolo. Qualora, poi, il lavoratore decida di non chiedere l’anticipazione, può svolgere attività autonoma senza incorrere nella decadenza o nella sospensione dell’indennità medesima

solamente se in possesso di un reddito annuale non superiore al reddito minimo annuale escluso da imposizione pari a 4.800 euro. Per informazioni ulteriori rivolgersi agli uffici 50 e piu’ enasco provinciale e zonale tel 0574 23896 oppure 0574 43801

Vi preghiamo di rispondere dando un massimo di tre preferenze.

SONDAGGIO svaghi eedistrazioni distrazioni viaggi, svaghi fare attività attività di volontariato in Italia fare attività attività di volontariato all’estero all’estero

trascorrere il tempo in famiglia dedicandosi a figli e nipoti lasciarel’Italia l’Italiaper perandare andarea avivere vivereininPaesi Paesi dove la pensione valga molto di più lasciare dove la pensione valga molto di più riprendere a studiare studiare recuperare un’antica un’anticapassione passione recuperare

iniziare una una nuova nuovaattività attività lavorativa lavorativa formazione professionale professionaledei deigiovani giovani impegnarsi nella formazione altro:

Sesso:

22

maschio femmina

Inviare a Associazione 50 e piu’ via santa trinita’ 28 59100 Prato fax 0574 444974 e-mail enasco.po@enasco.it

L’Unione


Caro Direttore,

filo diretto Il Direttore Risponde

Gentile Direttore,

per scrivere al direttore g.niccolai@confcommercioprato.it

ho letto con interesse il dibattito sul centro storico sui giornali e volevo chiedere se questa iniziativa deve essere interpretata anche come una presa di distanza dalla giunta Cenni. Ricordando che la nostra Associazione è apolitica e quindi “non parteggia” per nessuna parte politica, non posso non ammettere la simpatia ed il contributo importante che abbiamo dato per l’elezione della giunta Cenni, soprattutto nell’ottica di un salutare ricambio all’interno di un Comune governato per cinquantanni dallo stesso colore. Detto questo la nostra uscita sui giornali non deve essere interpretata come una presa di distanza, bensì come un invito alla giunta, al Sindaco ed all’assessore Caverni ad una incisiva azione sul centro storico per sfruttare al massimo i primi buoni segnali di recupero del nostro centro. E, lasciatemelo dire, dalle reazioni ricevute, credo che abbiamo perfettamente centrato il nostro scopo.

seguici su Facebook!

Visita la nostra pagina Unione Commercianti Prato e “chiedi l’amicizia” per interagire con noi! Vuoi essere sempre aggiornato in tempo reale su tutte le nostre attività ed iniziative?

Leggi la nostra pagina!

Vuoi segnalare un evento importante che si svolge presso il tuo negozio?

Scrivici!

Vuoi saperne di più sul Corso Barman?

Guarda le foto!

La tua attività ha ricevuto un importante riconoscimento e vuoi farlo sapere a tutti?

Inviaci una foto!

www.confcommercioprato.it

La pagina Facebook Unione Commercianti Prato è visibile a tutti, ma la pubblicazione di contenuti riferiti alla propria attività è consentita solamente agli associati. 23


Banca del gruppo

n.5 Unione-Maggio2011  

F.I.D.A. Confcommercio Prato Primo forum sul Dettaglio Alimentare mercoledi' 25 maggio ore 15,00 A r r iv E R IA C A R D D E S ID a l a

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you