Page 1

Aut. Trib. AN n. 200/1954 - Tariffa R.O.C.: Poste Italiane SpA Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, DCB Filiale Ancona Anno LIX - Direttore Responsabile: Paola Mengarelli Redazione: Via Fioretti 2/A, 60131 Ancona, Tel. 071 22931 Stampa: Agostinelli Grafiche, Falconara M. (AN)

GUIDA al RISPARMIO

SCUOLA per IMPRENDITORI

APRILE

2013

Speciale CONFARTIGIANATO PERSONE

CONTIENE INSERTO REDAZIONALE.

N.01

PERIODICO DELLA CONFARTIGIANATO ASSOCIAZIONE ARTIGIANI E PICCOLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI ANCONA

SISTEMA PER REAGIRE EFFICACEMENTE ALLE DIFFICOLTA’


Sommario

Se chiudono le imprese non c’è futuro per nessuno

Istituzionale

Aut. Trib. AN n. 200/1954 - Tariffa R.O.C.: Poste Italiane SpA Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, DCB Filiale Ancona Anno LIX - Direttore Responsabile: Paola Mengarelli Redazione: Via Fioretti 2/A, 60131 Ancona, Tel. 071 22931 Stampa: Agostinelli Grafiche, Falconara M. (AN)

GUIDA al RISPARMIO

SCUOLA per IMPRENDITORI

APRILE

2013

Speciale CONFARTIGIANATO PERSONE

CONTIENE INSERTO REDAZIONALE.

N.01

PERIODICO DELLA CONFARTIGIANATO ASSOCIAZIONE ARTIGIANI E PICCOLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI ANCONA

SISTEMA PER REAGIRE EFFICACEMENTE ALLE DIFFICOLTA’

APRILE 2013

N.01

Direttore Responsabile: Paola Mengarelli Comitato di Redazione: Giorgio Cataldi / Claudio Re / Luciana Scolpati / Gilberto Gasparoni / Fabrizio Giampaoli / Fabrizio Fabretti / Marco Pierpaoli / Leonardo Gentile Segreteria di Redazione: Patrizia Pistelli / Michela Sbaffo Hanno collaborato: David Mugianesi / Sandro Tiberi / Andrea Rossi / Paolo Picchio / Luca Bocchino / Chiara Bomba / Rosella Carpera / Sergio Lucesoli Progetto grafico: PantaRei comunicazione - Ancona Stampa: Agostinelli Grafiche - Falconara M. (AN) Chiuso in redazione il 30 aprile 2013

SERVONO INTERVENTI URGENTI RIMETTIAMO IN MOTO IL PAESE 3 IL DECRETO VA MODIFICATO PER I TEMPI DI PAGAMENTO C’E’ L’OSSERVATORIO DI CONFARTIGIANATO 4 UN PREMIO AL LAVORO ED AI VALORI 5 LA POLITICA NON METTA IN LIQUIDAZIONE LE IMPRESE 6 UN DOCUMENTO DI IMPEGNO VERSO LE PICCOLE IMPRESE INCONTRO CON I PARLAMENTARI 7

Formazione / Innovazione

LA SCUOLA PER IMPRENDITORI G.I.S.C. NASCE IL GRUPPO IMPRENDITORI DELLO SPETTACOLO GUIDA AL RISPARMIO

Sindacale

DICHIARATA LA GUERRA ALLA TARES RIFIUTI, PROBLEMA O RISORSA? GAS FLUORURATI AD EFFETTO SERRA TERZA EDIZIONE DI EXIT STRATEGY

9 11 12 13 15

di Valdimiro Belvederesi Presidente Confartigianato provincia di Ancona

SERVONO INTERVENTI URGENTI

Una pressione fiscale non più sopportabile, la burocrazia crescente e asfissiante, la carenza di liquidità e le penalizzazioni contenute nelle nuove regole decise per appalti e commesse di lavoro unite alla drastica riduzione della redditività d’impresa, stanno diffondendo una sorta di “pentimento verso l’imprenditorialità”. E’ una situazione che richiede uno straordinario senso di responsabilità da parte di tutte le forze

Istituzionale

politiche. Alla politica si chiede innanzitutto di dare l’esempio con una drastica diminuzione dei costi ed atteggiamenti sobri e costruttivi. La priorità è fare subito scelte idonee a liberare risorse da destinare allo sviluppo e al lavoro. Tra le richieste specifiche di Confartigianato: iva per cassa “vera” anche per le imprese minori, riduzione del cuneo fiscale sul costo del lavoro, pagamenti entro 30/60 giorni per tutti senza dero-

ghe, Made in Italy solo per produzione interamente realizzata in Italia, defiscalizzazione degli investimenti, un pacchetto di interventi per l’edilizia a misura di piccola impresa con investimenti massicci su efficientamento energetico e riqualificazione urbanistica, mantenimento delle detrazioni fiscali al 50% per ristrutturazioni edilizie e risparmio energetico, provvedimenti per sbloccare la stretta creditizia.

Credito

UNA BOCCATA D’ OSSIGENO PER LE MPI LE BANCHE: OGGI CHI LE CAPISCE E’ BRAVO!

16

Progetto S.P.R.E.A.D.

CONFARTIGIANATO E IL PROGETTO S.P.R.E.A.D. LE PILLOLE ANTI-CRISI INTERNAZIONALIZZAZIONE “VINCERE” CON LA FORZA DELLE PAROLE FORMAZIONE PER LE IMPRESE I PROSSIMI INCONTRI DEL PROGETTO S.P.R.E.A.D. LABORATORI “SOCIAL”: AL VIA I CORSI Sociale

17 18 19

PENSIONE DI VECCHIAIA: CONFERMATO IL REQUISITO DEI 15 ANNI 20 GIORNATA DI PREVENZIONE ALZHEIMER 21 CASE DI RIPOSO: MOLTE LE CRITICITA’ 22 VIAGGIO IN TERRA SANTA IN UDIENZA DAL PAPA 23

Rimettiamo in moto le aziende per rimettere in moto il Paese. Parte dalle Marche, da San Severino l’impegno del neo presidente della Confartigianato Nazionale Giorgio Merletti. Un summit sull’economia nella regione più artigiana d’Italia per ribadire che senza le piccole imprese non c’è futuro per nessuno. Cinque anni di crisi hanno imposto una prova durissima al tessuto produttivo delle nostra regione, che registra una caduta dei redditi di famiglie e imprese e dell’occupazione. Ora serve un impegno corale:ma è necessario creare un contesto favorevole all’attività imprenditoriale e agli investimenti. Il Governo, le Istituzioni, le Banche sono chiamate a sostenere il sistema imprenditoriale che, nonostante la gravissima crisi ha consolidato un patrimonio di competenze, di energie e di conoscenze che sono in grado di farci “uscire dal tunnel”, per imboccare nuovamente la via della crescita. Le Il Presidente Giorgio Merletti MPI sono pronte a fare la loro parte, come sempre ha detto il presidente nazionale di Condurante la sua relazione fartigianato affrontando i tanti temi fondamentali per l’impresa ed il lavoro . Merletti si è soffermato anche sulla riforma Fornero affermando che rilevazioni fatte a suo tempo da Confartigianato hanno confermano quanto avevamo a suo tempo temuto e denunciato: la riforma ha frenato la propensione ad assumere e ad utilizzare contratti flessibili, ha aumentato il costo dell’apprendistato e dei contratti a tempo determinato, senza peraltro alcuna riduzione del costo del lavoro dei cosiddetti contratti standard. Ed ha ulteriormente complicato la normativa sul lavoro. Insomma, tutto il contrario rispetto a ciò che serve, soprattutto in tempi di crisi, vale a dire la diminuzione del costo del lavoro, a cominciare proprio dall’apprendistato e dai contratti a termine, la drastica riduzione e semplificazione delle leggi sul lavoro.

3


Esempi di eccellenza e imprese storiche della provincia premiati a San Giuseppe Artigiano

Pagamento dei debiti della Pubblica Amministrazione

di Giorgio Cataldi Segretario Confartigianato provincia di Ancona

IL DECRETO VA MODIFICATO

Profonde modifiche al decreto perchè le misure previste non consentono di rispondere con efficacia

nato ha avanzato in merito al decreto del Governo relativo al pagamento dei debiti della P.A. Il provvedimento del Governo dimostra che non si è ancora compreso che il sistema delle imprese è al collasso, stremate dal credit crunch, consumi in caduta libera e pressione fiscale da record mondiale. Confartigianato e Rete Imprese Italia hanno evidenziato gli aspetti critici del provvedimento illustrando le proprie proposte di modifica, mettere immediatamente a disposizione per il 2013 i 40 miliardi complessivamente stanziati ed individuare da subito modalità di copertu-

ra dei restanti 50 miliardi dello stock di debito delle pubbliche ammministrazioni per evitare di dover riaffrontare il problema nel 2015; individuare meccanismi che consentano alle imprese di non rimanere soggetti passivi ma di poter agire attivamente nei confronti delle amministrazioni adottando un meccanismo di compensazione tra i debiti degli enti pubblici verso le imprese e i debiti fiscali e contributivi delle imprese verso lo Stato: semplificare e velocizzare le modalità di accesso al sistema dei pagamenti. Su queste proposte Confartigianato ha auspicato che il provvedimento definitivo, dopo il dibattito parlamentare, possa rispondere effettivamente alle esigenze delle Pmi.

Per i tempi di pagamento c’è l’Osservatorio di Confartigianato

Con il patrocinio della commissione Europea.

E’ importante! Partecipa all’Osservatorio. Vai sul sito www.confartigianato.an.it e clicca sul banner “30 giorni, non ti pagano?” La nuova normativa sui tempi di pagamento entrata in vigore il 1° gennaio di quest’anno (che fissa a 30/60 giorni il termine ordinario per saldare le fatture commerciali tra enti pubblici e aziende private e tra imprese private) è un passo avanti per ristabilire etica e correttezza nei rapporti economici. Ma la legge non deve restare sulla carta. Va rispettata. L’Osservatorio di Confartigianato che ha avuto il patrocinio della Commissione Europea serve proprio per monitorarne l’applicazione e periodicamente renderemo pubblici i casi dei “cattivi pagatori”, siano essi Enti pubblici o soggetti privati. Gravissimo il problema dei pagamenti tra imprese. La legge attuale prevede deroghe ai 30/60 giorni per i pagamenti tra privati che

GIORNI

30

4

Istituzionale

Istituzionale

Semplificare, velocizzare, compensare e aumentare gli importi: il sistema delle imprese è al collasso e tempestività alla situazione di emergenza in cui si trovano le piccole imprese: queste le richieste che Confartigia-

di Valdimiro Belvederesi Presidente Confartigianato provincia di Ancona

UN PREMIO AL LAVORO ED AI VALORI

si stanno rivelando una scappatoia per eludere i principi stabiliti dalla norma. Partecipare all’osservatorio è fondamentale. Infatti sarà il Presidente nazionale di Confartigianato Giorgio Merletti ad intervenire presso la Commissione Europea per relazionare sulla corretta applicazione della norma. Per partecipare basta andare sul sito della Confartigianato (www.confartigianato.an.it). Ne va della sopravvivenza delle imprese e della possibilità che l’Italia diventi un Paese europeo sul fronte dei pagamenti. Quello dei ritardi di pagamento è uno dei problemi più gravi all’origine della mancanza di liquidità degli imprenditori e, addirittura, in questi tempi di credito scarsissimo, porta alla chiusura di molte aziende.

NON TI PAGANO?

Sopra: la sala gremita Sotto: un momento del convegno

Il lavoro artigiano è fatto di impegno e responsabilità. É una realtà importante che va sostenuta dalle Istituzioni e dal sistema bancario - ha affermato il Presidente Provinciale di Confartigianato Valdimiro Belvederesi prima di procedere alla consegna di 22 riconoscimenti ad altrettante imprese del territorio. Un premio al lavoro e ai valori in una giornata di festa per Confartigianato, il tradizionale San Giuseppe Artigiano, che si è svolta quest’anno a Monte Roberto presso il Ristorante “Al Ponte Magno”, al quale hanno preso parte 700 persone. Di fronte a una folta platea di imprenditori provenienti da tutta la provincia, Giorgio Cataldi, Segretario Provinciale Confartigianato, Fabio Badiali, Presidente Commissione attività produttive Regione Marche, Giancarlo Carbini, Sindaco di Maiolati Spontini, sono intervenuti sul tema del lavoro analizzandone le criticità con una relazione a cura di Claudio Maria Latini ed hanno rivolto un invito alla politica perché si faccia interprete delle esigenze delle MPI artigiane. Presenti in sala anche l’on. Silvana Amati, l’on. Emanuele Lodolini, l’on. Piergiorgio Carrescia, il Sindaco di Agugliano Sauro Lombardi e il Sindaco di San Paolo di Jesi Sandro Barcaglioni. Consegnati i riconoscimenti Confartigianato per meriti di fedeltà al lavoro e associazionismo ad artigiani e imprese storiche del territorio.

FEDELTA’ ASSOCIAZIONISMO Luciano Andreoni LORETO Arvia di Schiavoni & C JESI Bocchini B. & Piaggesi M.

Nuova Termica ANCONA Gilberto Orbisaglia STAFFOLO Franco Pennacchietti JESI Sirinaldo Spoletini ARCEVIA

BELVEDERE OSTRENSE Elvio Cittadini JESI Dolciaria Marche srl MONSANO E.C.M. OSIMO

RICAMBIO GENERAZIONALE Alba Car MORRO D’ALBA Autocarrozzeria Suasa

Edilfutura di Tersilio Binci CASTELFIDARDO

F.G. di Frontalini & Gabbanelli OSIMO

F.lli Ballarini JESI La Dorica Pittori ANCONA Giuseppe Mari SASSOFERRATO

CASTELLEONE DI SUASA F.lli Capogrossi CUPRAMONTANA Giuliodoro infissi CASTELFIDARDO

IMPRESE ECCELLENTI Altile srl JESI B.B.S. OSIMO

Tecnosystem ARCEVIA ASSIDUO IMPEGNO ASSOCIATIVO Rosanna Carlini OSIMO Siro Coppari FILOTTRANO Claudio Lanari ANCONA MAGISTER VITAE ET ARTIS Francesco Terzoni SERRA DE’ CONTI, Franco Bigi JESI, Fabio Fabi ANCONA, Antonio Pompili MERGO, Decio Santolini ARCEVIA, Bruno Soverchia CUPRAMONTANA.

5


CANDIDATI PRESENTI ALL’INIZIATIVA CHE HANNO SOTTOSCRITTO IL DOCUMENTO Daniele Silvetti

Mobilitazione nazionale di R.E TE. Imprese Italia

( Camera - Futuro e Libertà)

David Favia

( Camera - Centro Democratico)

Carlo Ciccioli

( Camera - Fratelli d’Italia)

Emanuele Lodolini ( Camera - PD)

di Valdimiro Belvederesi Presidente Confartigianato provincia di Ancona

LA POLITICA NON METTA IN LIQUIDAZIONE LE IMPRESE Istituzionale

O

6

Anche per questo siamo chiamati a cambiare passo e ad esprimere uno sforzo comune in grado di far sì che Ancona, i territori della Provincia e le Marche mantengano un solido tessuto economico con una radicata presenza della piccola impresa e con una forte coesione sociale. Le Imprese sono pronte a fare la loro parte ma anche la Politica è chiamata a dare risposte concrete, sempre più indispensabili per la tenuta dell’economia. Per questo Confartigianato, Confcommercio, CNA della Provincia di Ancona hanno aderito il 28 gennaio alla giornata di mobilitazione nazionale che aveva come obiettivo primario quello di far valere le ragioni delle imprese da troppo tempo strette nella morsa recessiva e che hanno bisogno oggi più che mai di una prospettiva di crescita. Le PMI non possono più tollerare questo stato di cose e devono avere un ruolo primario nell’agenda politica.

“LA RIPRESA PASSA PER LA PRODUTTIVITA’ DELLE MICRO E PICCOLE IMPRESE”

Roberto Oreficini Rosi ( Camera - Scelta Civica)

Sandro Barcaglioni ( Camera - UDC)

Claudia Domizio ( Camera - UDC)

Patrizia Terzoni ( Camera - Movimento 5 Stelle)

Stefano Anzuinelli

( Camera - Movimento 5 Stelle)

Maura Malaspina ( Senato - Monti)

ltre 300 persone alla Loggia dei Mercanti di Ancona. La mobilitazione ha inteso lanciare un messaggio forte alle Istituzioni: tagli alle spese, maggiore attenzione ai problemi delle imprese e dei cittadini, interventi per la crescita.

Imponente manifestazione di Rete Imprese Italia alla Loggia dei Mercanti di Ancona. Confartigianato, Confcommercio, CNA della Provincia di Ancona intendevano dare più forza e visibilità alle oltre 38 mila imprese dei settori rappresentati, sul totale di circa 47 mila aziende che operano in provincia, per fronteggiare le gravi difficoltà che stanno colpendo sempre più l’economia locale e nazionale. In questo contesto si proponevano di valorizzare il mondo delle piccole imprese con azioni concrete e hanno voluto favorire la costruzione di una politica che riconosca il ruolo fondamentale svolto dall’artigianato e dal terziario. Le forze del lavoro e dell’impresa del nostro Paese, il risparmio delle famiglie, come il successo dell’export italiano sui mercati mondiali anche in questi anni difficili, rappresentano altrettanti punti di forza su cui costruire una prospettiva per il futuro.

INCONTRO CON I PARLAMENTARI

I temi economici della piccola impresa devono essere affrontati subito perché la situazione è drammatica e il sistema da troppo tempo sta vivendo una serie di criticità insostenibili come l’eccessiva pressione fiscale, il crollo dei consumi senza precedenti, un difficile e costoso accesso al credito, una burocrazia esasperante ed onerosa. Tale mobilitazione ha voluto dunque essere una vera e propria chiamata per rappresentare alle istituzioni, alla politica, alla business community tutta la sofferenza e il disagio delle PMI che si riverbera pesantemente sull’economia nazionale e locale. La giornata di mobilitazione è servita a ricordare al Paese, alle Marche e ai nostri territori quali sono le priorità per il futuro se di futuro si vuole parlare. Altrimenti il rischio default, detto senza demagogia alcuna, è dietro l’angolo.

Serenella Fucksia ( Senato - Movimento 5 Stelle)

CANDIDATI PRESENTI CHE NON HANNO FIRMATO IL DOCUMENTO PERCHE’ PUR APPREZZANDOLO NON HANNO CONDIVISO TUTTI I PUNTI Edoardo Mentrasti ( Camera - SEL)

Maria Luisa Boccia ( Senato - SEL)

Claudio Paolinelli ( Senato - SEL) CANDIDATI ASSENTI CHE SI SONO COMUNQUE IMPEGNATI A SOTTOSCRIVERE IL DOCUMENTO Amedeo Ciccanti ( Camera - UDC)

Sabino Patruno

(Camera - Fare per fermare il declino)

Alessandro Stecconi

(Camera - Fare per fermare il declino) Silvana Amati ( Senato -PD) Maria Paola Merloni ( Senato - Monti ) Francesco Casoli (Senato - PDL)

Interventi mirati all’incentivazione della produttività nelle MPI. È questo il primo punto, condiviso, emerso dall’incontro che si è tenuto tra Associazioni di categoria (le 3C: Confartigianato, Confcommercio, e CNA) e Parlamentari eletti in Provincia di Ancona, per fare il punto della situazione e mettere in cantiere i provvedimenti indispensabili per far ripartire l’economia. Sono stati invitati tutti i parlamentari eletti nella provincia e hanno risposto: il movimento 5 Stelle con Patrizia Terzoni e Serenella Fucksia, e PD con Emanuele Lodolini e Piergiorgio Carrescia. Le imprese chiedono: sblocco immediato dei pagamenti dei debiti della Pubblica Amministrazione, promuovere e incentivare risorse che creino occupazione, norme a tutela delle imprese con verifica di ricaduta delle stesse ex ante, snellimento della burocrazia, risoluzione delle problematiche legate alla liquidità per le PMI e all’impossibilità di accesso al credito con un comportamento più trasparente da parte del sistema bancario, interventi sulla diminuzione della pressione fiscale ed eliminazione del Sistri. Le imprese hanno inoltre chiesto l’avvio da parte degli enti locali di lavori pubblici subito cantierabili a portata di piccole imprese, a favore della locale imprenditoria evitando procedure complesse e appalti milionari che tagliano fuori la maggior parte delle imprese del territorio. L’incontro si è concluso con l’impegno di un prossimo appuntamento. I Parlamentari presenti si sono impegnati a sostenere le ragioni delle imprese.

Andrea Marchetti

(Senato - Fare per fermare il declino)

7


8° anno del percorso formativo realizzato in collaborazione con l’UNIV.P.M.

LA SCUOLA PER IMPRENDITORI di Paola Mengarelli Responsabile Scuola per Imprenditori

Innovazione

Nelle foto: Sopra. Il prof. Gian Luca Gregori. Sotto: Alcuni momenti della 1^ e 2^ lezione della Scuola per Imprenditori

9


campagna tesseramento 2013

Quando le imprese fanno spettacolo

NASCE IL Gruppo Imprenditori dello Spettacolo (G.I.S.C.) di Marco Pierpaoli Responsabile Marketing

Otto imprese doriche dello spettacolo unite da Confartigianato per fare di Ancona il “red carpet” ideale per spettacoli di livello oltre che ambita meta di turismo. Nasce all’interno di Confartigianato Ancona il G.I.S.C. ovvero il Gruppo Imprenditori dello Spettacolo e Concerti, promoter e imprenditori che lavorano assiduamente con alcuni tra gli artisti più importanti della scena nazionale e internazionale. Il nuovo gruppo è stato presentato ad

Centro Direzionale Via Fioretti, 2/A - Ancona Tel. 071 22931 - Fax 071 2293230 info@confartigianato.an.it

Uffici Mandamentali

• CASTELPLANIO - Via del Commercio 3 Tel. 0731 811281 - Fax 0731 710559 maiolati@confartigianato.an.it • CHIARAVALLE - C.so Matteotti 104 Tel. 071 743215 - Fax 071 743216 chiaravalle@confartigianato.an.it

• ANCONA - Via Palestro 7 Tel. 071 502351 - Fax 071 50235230 ancona@confartigianato.an.it

• CORINALDO - Via S. Pietro 4 Tel. 071 7976067 - Fax 071 7977354 corinaldo@confartigianato.an.it

• FABRIANO - Via Di Vittorio 3 Tel. 0732 628196 - Fax 0732 629034 fabriano@confartigianato.an.it

• CUPRAMONTANA - Via Matteotti 8 Tel. 0731 780052 - Fax 0731 789698 cupramontana@confartigianato.an.it

• JESI - Via Pasquinelli 2/A Tel. 0731 239611 - Fax 0731 239636 jesi@confartigianato.an.it

• FALCONARA - Via del Consorzio 2 Tel. 071 9156033 - Fax 071 9156629 falconara@confartigianato.an.it

• OSIMO - Via M. Polo 94 Tel. 071 7230854 - Fax 071 7230806 osimo@confartigianato.an.it

• FILOTTRANO - Via Industria 1 Tel. 071 7220884 - Fax 071 7222117 filottrano@confartigianato.an.it

• SENIGALLIA - Via Chiostergi 10 Tel. 071 64690 - Fax 071 60265 senigallia@confartigianato.an.it

• LORETO - Via Bramante 41 Tel. 071 7500728 - Fax 071 7500727 loreto@confartigianato.an.it

Uffici Periferici

• OSTRA - P.zza S. Croce 4 Tel. 071 68573 - Fax 071 68685 ostra@confartigianato.an.it

• AGUGLIANO - Via L. Fagioli 1 Tel. 071 907959 - Fax 071 9942111 agugliano@confartigianato.an.it • ANCONA SUD - Via Fioretti, 2/A Tel. 071 22931 - Fax 071 2293254 anconasud@confartigianato.an.it • ARCEVIA - Via S. Giovanni Battista 23 Tel. 0731 97556 - Fax 0731 97475 arcevia@confartigianato.an.it • BELVEDERE OSTRENSE Corso Barchiesi 24 Tel. 0731 62310 - Fax 0731 62310 • CAMERANO - Via Martiri Libertà 10/A Tel. 071 732444 - Fax 071 732445 camerano@confartigianato.an.it • CASTELFIDARDO - Via Soprani 2 Tel. 071 7822210 - Fax 071 7822327 castelfidardo@confartigianato.an.it

• OSTRA VETERE - Via SS. Crocifisso 2 Tel. 071 965068 - Fax 071 4608600 ostravetere@confartigianato.an.it • RIPE - Viale Umberto I - 27 Tel. 071 7959088 - Fax 071 7957384 ripe@confartigianato.an.it • SASSOFERRATO - Via Cavour 21 Tel. 0732 959331 - Fax 0732 770700 sassoferrato@confartigianato.an.it • SERRA DE’ CONTI - Via Ceresani 3 Tel. 0731 879778 - Fax 0731 711515 serradeconti@confartigianato.an.it • SIROLO - Via Spontini 5 Tel. 071 9331321 - Fax 071 9710244 sirolo@confartigianato.an.it

Iscriviti o rinnova la tua adesione a Confartigianato

Innovazione

Ancona presso il Centro Direzionale della Confartigianato da Giorgio Cataldi, Segretario provinciale Confartigianato; Paolo Longhi e Marco Pierpaoli Presidente Comunale e Responsabile marketing Confartigianato; Andrea Maccarone, promoter e imprenditore anconetano coordinatore del G.I.S.C. Le imprese aderenti al nuovo gruppo di Confartigianato sono: Dado Concerti di David Curzi, Marche Eventi di Cristiano Luchetta, Comcerto di Eric Bagnarelli, Hot Viruz Organization di Federico Pesciarelli, Underground Eventi & Comunicazione di Andrea Maccarone, Eventi Divertenti di Alessandro Sartarelli, Communicashown di Franco Corelli, Sui Club di Marco Cerioni. Le finalità del gruppo si individuano

principalmente nel coordinamento generale dei tanti eventi di spettacolo ed intrattenimento che gli stessi imprenditori producono sul territorio provinciale e comunale così da costituire una rete di imprese che collaborino a pieno titolo per lo sviluppo e per la valorizzazione del territorio stesso che ospita le numerose iniziative, tenendo presente che gli spettacoli strutturati sono per molte città italiane un volano importante per il turismo. Ancona quale capoluogo regionale si dota così di una rete di professionisti che può farla crescere sul panorama nazionale. Il G.I.S.C. si pone quale migliore interlocutore per le amministrazioni locali nell’individuare ed organizzare iniziative ed eventi. La costituzione di un soggetto unitario che rappresenta la categoria di imprenditori dello spettacolo va inoltre a mettere in relazione e a dare lavoro a tutte quelle attività produttive, dagli hotel, ai ristoranti, dai bar, ai taxi che trarrebbero sicuramente beneficio da un cartellone cittadino di eventi ricco di iniziative.

GUIDA AL RISPARMIO In allegato con questo numero di Report Confartigianato presenta le convenzioni a valore aggiunto che abbinano la scontistica ad un servizio di consulenza e di assistenza. Inoltre, tante occasioni di risparmio quotidiano per te e per la tua famiglia. Puoi adattare le agevolazioni alle tue esigenze di impresa con esperti pronti a personalizzare le opportunità offerte. L’obiettivo che Confartigianato si pone, nell’instaurare partnership di valore, è semplificare ed agevolare la gestione quotidiana della burocrazia e degli adempimenti garantendo un contenimento reale dei costi.

071.2293-259/293

IL VALORE DI ESSERE ASSOCIATO 11


Non si può caricare l’onere sui cittadini

Confartigianato lancia l’allarme

di David Mugianesi Membro di Giunta con delega alle relazioni sindacali

DICHIARATA LA GUERRA ALLA TARES

Dopo l’Imu la Tares. Confartigianato lancia un allarme che riguarda non solo l’imposta sugli immobili ma anche la Tares, la tassa sui rifiuti che sarà l’ennesima mazzata per cittadini ed imprese. Per quanto riguarda l’Imu Confartigianato proporrà ai Comuni la diminuzione dell’aliquota sui fabbricati strumentali che sono la “prima casa dell’impresa”. Per la Tares Confartigianato farà proposte affinché l’impatto della nuova tariffa sui rifiuti sia sop-

Sindacale

portabile dalle imprese. Per questo motivo è stato istituito un gruppo di lavoro composto da imprenditori, funzionari della Confartigianato, esperti e rappresentanti delle Istituzioni che stanno analizzando e studiando le conseguenze del nuovo balzello. La Tares, per come si presenta, è inaccettabile: poiché va a coprire i costi di gestione del servizio, è indispensabile razionalizzare le spese di raccolta, spingere ancora più forte sulla differenziata e far pagare secondo la

tipologia e la quantità dei rifiuti conferiti. La Confartigianato è molto preoccupata perché si tratterà di una ulteriore stangata che probabilmente salverà il bilancio dei Comuni a danno dei bilanci di tante imprese già gravemente in sofferenza a causa della crisi economica. Le proposte che emergeranno dal gruppo di lavoro verranno presentate ai Comuni. In particolare Confartigianato chiederà una efficiente gestione delle Municipalizzate per evitare che sprechi e deficit di bilancio vadano ad aggravare i costi del servizio, l’esclusione dalla tassazione delle aree scoperte, la previsione di specifiche riduzioni per le imprese che smaltiscono direttamente o per il tramite di Consorzi obbligatori i rifiuti, servizi specifici di raccolta dei rifiuti diversi da quelli urbani. Confartigianato infine intende stilare una classifica dei Comuni più virtuosi mettendo a confronto i costi sostenuti dalle principali Municipalizzate al fine di individuare le migliori pratiche e i minori costi nella raccolta e gestione dei rifiuti.

RIFIUTI, PROBLEMA O RISORSA? di Sandro Tiberi Membro di Giunta e Presidente naz. Confartigianato Arti varie

Sindacale

Da tempo i rifiuti rappresentano un problema che rivela una criticità organizzativa e sociale. I rifiuti possono essere accumulati in enormi discariche, bruciati negli inceneritori o, in maniera più intelligente riciclati. In ogni caso le imprese e le famiglie si vedono caricati di tasse legate allo smaltimento dei rifiuti. Nel caso delle imprese poi, a volte si raggiunge l’assurdo. Molte imprese devono per forza servirsi di ditte specializzate nello smaltimento dei rifiuti e nonostante ciò si devono far carico di tasse aggiuntive anche se non usufruiscono del servizio pubblico. Questo ora diventa inaccettabile. La cosa che mi chiedo è: come mai si affronta il problema solo nella sua criticità finale? Mi spiego: nella raccolta differenziata, ad esempio, ci troviamo tutti di fronte a dei rifiuti misti che sono estremamente difficili da riciclare, pensiamo ai packa-

di Luca Bocchino Responsabile Provinciale Autoriparatori

fusione. L’adozione di colori standard per tipologia di rifiuto, uguali per tutti, faciliterà il processo di differenziazione consentendo alla ditta produttrice, ad esempio, di mettere un bollino colorato per comunicare dove mettere il packaging. Questo darà modo anche alle persone meno attente e a chi ha difficoltà legate all’età o altro di contribuire perfettamente nell’azione di differenziazione. Il rifiuto allora diventerà una risorsa da riutilizzare, una vera e propria materia prima secondaria. Dobbiamo iniziare da subito a considerare il rifiuto come una risorsa e stimolare la nascita di imprese, anche consorziate, che si occupino di riciclo intelligente, questo è il livello di operatività che possiamo stimolare da subito sgravando le imprese ed i privati cittadini da oneri che sono diventati un peso insostenibile.

GAS FLUORURATI AD EFFETTO SERRA Sindacale

E’ stato prorogato di 60 giorni il ter-

mi difficoltà di 200.000 installatori di

in formazione gli operatori e alleggerire

per l’iscrizione al registro, di persone

rischiavano di trovarsi senza lavoro oppure

delle imprese. Confartigianato ha sigla-

mine, già fissato al 12 aprile 2013,

e imprese che gestiscono apparecchiature contenenti gas serra. Pertanto, entro l’11 giugno 2013, le imprese e le persone che svolgono le attività di cui all’art. 8 del DPR

43/2012 devono obbligatoriamente iscriversi al Registro.

Il Ministero dell’Ambiente ha compreso le

sollecitazioni di Confartigianato e le enor-

12

ging misti plastica-carta. Questo comporta un peggioramento del rifiuto che diventa difficile da riciclare con un aumento sostanziale dei costi. Allora dobbiamo lavorare su due livelli per risolvere il problema, che va affrontato a monte e non alla fine, caricando tutto l’onere sui privati cittadini e sulle imprese. Per prima cosa dobbiamo proporre leggi che obblighino chi produce beni ad utilizzare packaging omogenei, scegliendo un materiale senza “contaminarlo” con altri. Questo renderà facile la separazione ed il riciclo diminuendo i costi. Si può pensare a sgravi fiscali per chi adotta questo sistema e contemporaneamente portare questa problematica all’attenzione europea. Una cosa bizzarra che ho notato è la mancata uniformità dei colori rispetto alla tipologia dei rifiuti. Ogni comune è libero di adottare colori differenti creando ancora più con-

impianti e autoriparatori che dal 12 aprile di dover operare fuori legge a causa dell’im-

possibilità di iscriversi al Registro e ottenere la certificazione necessaria per operare.

Apprezziamo il provvedimento del Mini-

gli oneri burocratici e le sanzioni a carico to una convenzione con TEXA erogando al

minor costo possibile corsi di formazione di una giornata.

stero ma ora Confartigianato ritiene ne-

Per info ed iscrizioni: Luca Bocchino,

il campo di applicazione del Dpr 43/2012,

tel. 071 2293266;

cessari ulteriori interventi per restringere dare il tempo necessario per poter mettere

Responsabile categoria Autoriparazione mail: luca.bocchino@confartigianato.an.it

13


Presentati a Fabriano i risultati

di Andrea Rossi Responsabile provinciale Formazione

terza edizione di exit strategy Sindacale

U

na task force a sostegno dell’innovazione. Un gruppo di piccole imprese attive in diversi comparti produttivi è stato coinvolto nel progetto “Exit Strategy” della Confartigianato provinciale di Ancona in collaborazione con l’Università Politecnica delle Marche - Facoltà di Economia, contando sull’importante supporto di Carifac. Al via la nuova edizione.

Il progetto Exit Strategy, nato dalla partnership operativa composta da Confartigianato, Università e Carifac, ha inserito in azienda giovani laureandi e consulenti esperti per fornire alle imprese un know-how strategico e ha condotto le imprese coinvolte alla stesura di progetti innovativi per ottenere risultati concreti in termini di fatturato e competitività. Il contribuito

dei laureandi è consistito nello sviluppo di attività di ricerca finalizzate a raccogliere dati ed informazioni utili alla definizione di possibili azioni da

realizzare nell’ottica di raggiungere determinati obiettivi dell’impresa. I risultati delle azioni svolte nelle aziende sono stati presentati alla presenza di Giorgio Cataldi Segretario Provinciale Confartigianato, Andrea Rossi Responsabile Provinciale Formazione, Sandro Tiberi Presidente Confartigianato Fabriano, prof. Gian Luca Gregori Preside della Facoltà di Economia dell’Università Politecnica delle Marche, dott. Valerio Temperini Ricercatore della Facoltà di Economia dell’Univ.P.M.; del Direttore generale della Carifac Enrico Doni e del Presidente Carifac Domenico Giraldi; dei laureandi che hanno partecipato al progetto e dell’imprenditore Paolo Mengucci, che ha presentato la sua testimonianza. “Al fine di affrontare con successo le sfide poste dai nuovi contesti competitivi - ha dichiarato il segretario Confartigianato Giorgio Cataldi - per le piccole imprese risulta sempre meno sufficiente eccel-

lere nelle attività tecnico-produttive, mentre acquisisce maggiore rilevanza crescere negli aspetti gestionali ed organizzativi. Exit Strategy in questo ha dato frutti concreti e stiamo procedendo ad un nuova edizione del progetto. Ringraziamo la Carifac e l’Università per il loro fondamentale ruolo.” Doni e Giraldi, Direttore e Presidente Carifac, hanno ricordato l’impegno in questo momento di crisi della Carifac a sostegno di azioni per le MPI locali. Il prof. Gian Luca Gregori Preside UNIV. P.M. ha sottolineato quanto sia valido e strategico il contributo che laureandi e laureati possono garantire alle imprese. Gli interventi realizzati nelle imprese che hanno partecipato al progetto Exit Strategy hanno riguardato in particolare le aree marketing, commerciale e della comunicazione; si tratta, in effetti, delle aree che rivestono un ruolo sempre più importante nell’ottica della creazione di valore, e nelle quali le aziende di più limitate dimensioni necessitano maggiormente di miglioramenti e di supporto. Exit Strategy ha inoltre messo a disposizione delle aziende un’offerta di servizi consulenziali altrimenti difficilmente accessibile da un punto di vista economico e limitatamente in grado di fornire risposte adeguate alle specifiche esigenze delle MPI.

15


Moratoria crediti

UNA BOCCATA D’OSSIGENO PER LE MPI di Claudio Re Responsabile Area Credito

Credito

Confartigianato esprime soddisfazione per l’accordo con l’Abi che ha portato alla proroga di tre mesi ( al 30 giugno) della moratoria dei crediti nei confronti delle piccole e medie imprese, definita nell’accordo sottoscritto il 28 febbraio del 2012, che sarebbe scaduta il 31 marzo. Una misura che si è resa necessaria a fronte della permanenza di una situazione di difficoltà che richiede il

mantenimento di misure di sostegno in favore delle imprese e che, oltre a certificare la volontà di proseguire sul terreno del dialogo e della collaborazione tra le imprese e il sistema bancario, rappresenta certamente un efficace strumento per dare ossigeno alle imprese stesse, soprattutto quelle del commercio, del turismo, del terziario e dell’artigianato sempre più schiacciate dal prolungarsi

della crisi. E’ comunque necessario che Abi e le organizzazioni delle imprese lavorino insieme da subito anche per individuare soluzioni e strumenti alternativi alla moratoria e utili ad affrontare l’emergenza credito e le tensioni sul fronte della liquidità delle piccole imprese che ancora oggi sono tra i principali fattori di ostacolo all’attività di impresa.

Sistema Per Reagire Efficacemente Alle Difficoltà

di Paolo Picchio Responsabile Moda e Sistema Casa

LE BANCHE: OGGI CHI LE CAPISCE E’ BRAVO!

Sindacale

LE PILLOLE ANTI-CRISI

Di fronte alla platea di oltre 80 imprenditori provenienti da tutta la provin-

Una serie di suggerimenti utili per gli imprenditori che intendono

cia, a Claudio Re Responsabile Provinciale Area Credito Confartigianato e

affrontare questi temPi turbolenti nel migliore dei modi

a Silvano Dolciotti membro della Giunta provinciale Confartigianato, San-

dro Camilletti, Referente Qualità del Credito della Direzione Territoriale Marche Centro UBI Banca Popolare di Ancona, ha inteso fornire un quadro

Oltre 120 imprenditori hanno partecipato al primo incontro del progetto S.P.R.E.A.D. di

rapporto tra le banche e le MPI, fornendo consigli utili su come impronta-

Ad aprire il ricco calendario di iniziative l’incontro con il formatore Alessandro Barulli,

Confartigianato a supporto delle piccole imprese della provincia di Ancona.

realistico di come negli ultimi anni, complice la crisi, si sia modificato il re la propria gestione d’impresa. Claudio Re ha sottolineato come in questo momento di difficoltà la Cooperativa Artigiana di Garanzia Rabini,

il Confidi della Confartigianato, non ha fatto nessun passo indietro e ha continuato a sostenere il tessuto produttivo favorendo la concessione alle

aziende dei prestiti necessari a finanziare le proprie esigenze di cassa e di investimento e agevolando l’erogazione di credito a medio - lungo e breve termine con finanziamenti e affidamenti garantiti. Un atto dovuto - ha

La platea degli intervenuti dichiarato Re - Se la Cooperativa è cresciuta è grazie agli oltre 6.200 soci che hanno fiducia in noi.

IL LAVORO ABUSIVO AVVELENA LA SOCIETA’

Fermiamolo insieme!!! 16

CONFARTIGIANATO E IL PROGETTO S.P.R.E.A.D.

Sotto: David Mugianesi, membro di Giunta Confartigianato e Giorgio Cataldi Segretario Provinciale Confartigianato A destra: Alessandro Barulli formatore

autore del libro “Pillole anti crisi”, che ha coinvolto gli imprenditori riuniti ad Ancona nell’auditorium del Centro Direzionale Confartigianato alla presenza di Giorgio Cataldi

Segretario Provinciale Confartigianato, in una riflessione a tutto campo su come si può reagire concretamente alla crisi in atto. Barulli ha consegnato ai presenti, tutti manager

attivi nei più diversi settori produttivi, alcuni suggerimenti in “pillole”, indicazioni operative da seguire per reagire con successo alle dinamiche negative del mercato.

CONFARTIGIANATO e CNA intendono contrastare il fenomeno dell’abusivismo e sensibilizzare l’opinione pubblica, i cittadini ed i consumatori. INFORMAZIONI E SEGNALAZIONI Confartigianato: lottabusivismo@confartigianato.an.it - 071.22931 CNA: lottabusivismo@an.cna.it - 071.286081

Scegliamo la legalità, la salute e la professionalità.

17


I

NTERNAZIONALIZZAZIONE INCENTIVI E STRUMENTI DI SUPPORTO AI PROCESSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Oltre 60 imprenditori all’incontro di Confartigianato sulle opportunità dell’internazionalizzazione. Le imprese locali hanno bisogno di nuovi spazi e i mercati esteri chiedono

la qualità del made in Italy. Esportare prodotti e servizi oltre frontiera rappresenta una

opportunità importante in un mondo globalizzato e per questo la Confartigianato, in col-

PROSSIMI INCONTRI I DEL PROGETTO S.P.R.E.A.D.

Social &

Prosegue con successo il progetto Spread. Dopo le “pillole anticrisi”, l’incontro sull’istituto dell’arbitrato a Monteroberto,

quello con le banche, l’internazionalizzazione, i social

Business

network, il contratto di rete, sono in fase di organizzazione altri

appuntamenti. Tra gli argomenti il controllo della redditività. Il calendario su www.confartigianato.an.it

laborazione con Marchet, Azienda Speciale Camera di Commercio di Ancona e la Regione

Marche, ha incontrato gli imprenditori per presentare loro gli strumenti e gli incentivi a disposizione per l’internazionalizzazione

delle MPI. L’iniziativa ha visto la partecipazione di Giorgio Cataldi Presidente Marchet, che ha relazionato sulle attività svolte dall’Azienda Speciale a sostegno delle imprese che intendono promuovere il proprio business oltre frontiera.

Sono intervenuti all’incontro David Mugianesi dirigente Confartigianato, Valentino Torbidoni coordinatore del servizio internazionalizzazione della Regione Marche e Manuela Pagliarecci, Funzionario Regione, Sportello Sprint Marche. Nei loro interventi una

Imprese ANCONA

Newsletter

olo Picchio Responsabile del Servizio internazionalizzazione Confartigianato, ha presen-

Se vuoi essere aggiornato e ricevere notizie utili alla tua attività, iscriviti alla nostra newsletter inviando una mail a

tivati dal bando del Ministero dello Sviluppo Economico e tracciato tutta la linea d’azione

news@confartigianato.an.it

presentazione dell’attività di SIMEST Spa e SACE Spa ma soprattutto della considerevole rivoluzione che quest’anno la Regione Marche ha portato nella struttura degli interventi a sostegno delle imprese

che si affacciano all’estero prevedendo il bando per l’assunzione di

giovani, i voucher e la rete estera dei PAT, Punti di Assistenza Tecnica. In conclusione Patato la nuova figura giuridica dei Consorzi per l’internazionalizzazione così come incendegli interventi che l’Associazione metterà in campo nei prossimi mesi.

“Vincere” con la forza delle parole Oltre 60 imprenditori ad Ancona a lezione di comunicazione con il formatore Paolo Manocchi. Il seminario ha inteso fornire ai corsisti i principi base per una comunicazione efficace nella relazione commerciale .

18

COME COORDINARE LA PROPRIA IMMAGINE ONLINE E FARE AFFARI CON IL WEB 2.0

Docente: Prof. Gabriele Micozzi

Ancona, Via Fioretti 2/A Info: Tel. 071 2293213 Università Politecnica delle Marche

In collaborazione con

www.confartigianato.an.it

L’evoluzione di internet e delle tecnologie

rio che le aziende devono imparare a muo-

collaborazione di qualificate aziende, sta

utilizzare la rete: non più solo luogo di pre-

far crescere il proprio business. Per questo

network a prezzi agevolati per i soci. I te-

ha creato un nuovo modo di concepire ed

gregazione, di condivisione. Un luogo dove

Si è svolto presso il centro direzionale Confartigianato di Ancona il seminario per la categoria pulitintolavanderie “IL NUOVO STANDARD per il percloroetilene nel lavaggio a secco, la soluzione completa per il lavaggio a secco professionale e orientato al futuro”, con la presenza di un nutrito numero di imprese. Il corso è stato realizzato dalla Confartigianato in collaborazione con SAFECHEM, Firbimatic e Aplav. Presente il Presidente nazionale Confartigianato Anil Pulitintolavanderie Vito Carone, il quale, nel discorso di apertura dei lavori, ha elogiato il lavoro svolto da Katia Sdrubolini, Presidente provinciale e regionale delle pulitintolavanderie di Confartigianato.

Lunedì 29 aprile, ore 21.00 Auditorium Confartigianato

LABORATORI “SOCIAL”: AL VIA I CORSI senza, ma anche punto d’incontro, di ag-

Formazione per le imprese

Sito, blog e social media

ogni relazione è costruita sulla logica dello

scambio e della partecipazione, dove ogni

utente può dialogare, lasciare opinioni,

generare e diffondere contenuti in modo

semplice ed immediato. É in questo scena-

versi, sfruttando le potenzialità del web per essere online oggi è fondamentale, ma non

basta. Per ottenere risultati concreti e promuovere con efficacia il proprio business anche via internet occorre curare la propria presenza sul web.

Per aiutare gli imprenditori in questo per-

corso la Confartigianato avvalendosi della

organizzando corsi pratici all’uso dei social mi verteranno su: social media (Facebook, Google+, Twitter, Linkedin, Instagram,

YouTube, Pinterest), internet per il business ( web marketing, e-commerce, mobile application) e reputazione in rete ( internet per il branding).

Per info, www.confartigianato.an.it

Confartigianato Ancona sempre più “social” e online Clicca “mi piace” sulla nostra pagina Seguici anche su

Confartigianato Imprese Ancona @ConfartAN

Foto e video su Flickr e YouTube 19


di Chiara Bomba Responsabile Provinciale Inapa Confartigianato

di Rosella Carpera Responsabile Provinciale Anap Confartigianato

INAPA

Pensione di vecchiaia CONFERMATO IL REQUISITO DEI 15 ANNI Con la circolare Inps n. 16/2013, dopo aver acquisito parere del Ministero del Lavoro, l’Istituto torna sui propri passi affermando l’attuale validità delle deroghe in materia di innalzamento dei requisiti di assicurazione e di contribuzione per il diritto a pensione di vecchiaia, previste dall’arti-

colo 2, comma 3, del decreto legislativo n. 503/92. In pratica alla luce della suddetta circolare rimane confermato il requisito dei 15 anni di assicurazione e contribuzione ai fini del diritto a pensione di vecchiaia, pari a 780 contributi settimanali, per: - i soggetti che lo abbiano maturato en-

ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE PER SE STESSI Tutti coloro che hanno riconosciuta una percentuale di invalidità pari almeno al 100% e sono titolari di pensione di reversibilità che deriva dal lavoro dipendente svolto dal proprio coniuge deceduto possono avere una maggiorazione sulla propria pensione anche per periodi pregressi (massimo 5 anni). Per ulteriori informazioni rivolgersi agli uffici del Patronato Inapa presenti in tutte le sedi di Confartigianato.

tro il 31 dicembre 1992; - i soggetti autorizzati alla prosecuzione volontaria anteriormente al 31 dicembre 1992; - i lavoratori dipendenti che al momento del pensionamento abbiano 25 anni di assicurazione e 10 anni di lavoro per periodi inferiori a 52 settimane.

ATTENZIONE!!!

Questo avviso riguarda tutti i pensionati delle categorie artigiani, commercianti e coltivatori diretti/mezzadri

Se, in seguito al pensionamento, si prosegue l’attività lavorativa, continua anche l’obbligo assicurativo e, per i contributi versati dopo la decorrenza della pensione, al lavoratore spetta un “supplemento di pensione”. Il supplemento di pensione spetta a domanda.

Requisiti Il supplemento può essere richiesto, normalmente, dopo 5 anni dalla liquidazione della pensione o di un precedente supplemento. In via eccezionale, e per una sola volta, il supplemento può essere richiesto dopo 2 anni dal compimento dell’età prevista per la pensione di vecchiaia.

L’ANAP, Associazione Nazionale Anziani e Pensionati della Confartigianato, ha stipulato una assicurazione a favore di tutti i soci che interviene in caso di SINISTRI PER FURTO, (ad esempio, malore improvviso, furto di denaro prelevato allo sportello automatico, aggressione, furto in casa....). E’ possibile richiedere il rimborso anche delle spese mediche conseguenti il sinistro per furto. L’istruttoria della pratica è gratuita e va presentata entro e non oltre trenta giorni dalla data dell’evento. Per informazioni potete rivolgervi presso gli sportelli INAPA attivi nella provincia di Ancona.

che nella loro vita assicurativa hanno svolto per la maggior parte attività di lavoro autonomo e hanno prestato il servizio militare, ovvero che sono titolari di pensione con categoria vo/art, vocom e vr. Riguarda inoltre tutte le ve-

SUPPLEMENTI DI PENSIONE

Polizza argento

dove che sono divenute titolari di pensione di reversibilità con categoria so/art, socom ed sr. Per i soggetti di cui sopra e’ possibile un ricalcolo pensione. Siete invitati a presentarvi presso gli uffici del patronato Inapa Confartigianato per il controllo della vostra posizione al fine di poter verificare la posizione ed ottenere l’eventuale incremento. Ricordiamo che in ogni sede della Confartigianato è presente un addetto al patronato che sarà in grado di darvi le dovute delucidazioni in merito e provvederà ad inoltrare la pratica.

PRESSO GLI UFFICI INAPA E’ ATTIVO IL SERVIZIO PER PRATICHE DICHIARAZIONI DI SUCCESSIONE E VOLTURE

ANAP

In tanti al gazebo Confartigianato GIORNATA DI PREVENZIONE ALZHEIMER Contro l’Alzheimer Confartigianato ha portato in piazza una equipe di esperti per fare informazione e prevenzione. Si è svolta a Loreto la 6° giornata nazionale di prevenzione della patologia di Alzheimer, alla presenza del Segretario Provinciale Confartigianato Giorgio Cataldi, del Sindaco Paolo Niccoletti, del Presidente Provinciale dell’Ordine dei medici dott. Fulvio Borromei, del Presidente Provinciale Confartigianato ANAP Sergio Lucesoli, del Presidente e Responsabile comunali Confartigianato Andrea Capodaglio e Giorgio Edelweiss, assieme ai volontari della sezione locale della Croce Rossa Italiana. In tanti si sono recati presso il gazebo allestito in Piazza della Madonna per ritirare materiale informativo sul morbo di Alzheimer e per apprendere i

Se sei ANAP PENSIONATO ... sei anche ... ANAP ASSICURATO L’ANAP Associazione Nazionale Anziani e Pensionati della Confartigianato, ha stipulato una assicurazione a favore di tutti i soci che interviene in caso di malattia e/o incidenti stradali con ricovero ospedaliero. La copertura assicurativa prevede il riconoscimento di una diaria giornaliera in caso di ricovero ospedaliero. L’istruttoria della pratica è gratuita e va presentata entro e non oltre trenta giorni dalla data di dimissione del ricovero. Per informazioni potete rivolgervi presso gli sportelli INAPA attivi nella provincia di Ancona.

Approfondiamo la conoscenza dell’

ICTUS

Ancona 4 giugno 2013 ore 18.00 Parrocchia S. Maria delle Grazie “Sala Azzurra”

conoscere per prevenire

● cause fattori di rischio ● sintomi ● diagnosi● terapia e riabilitazione Nell’intervallo saranno eseguite musiche classiche da parte di studenti dell’Istituto Musicale Podesti di Ancona

in collaborazione con UNIV.P.M. Facoltà di Medicina

20

Segreteria organizzativa 071 2293238

diversi metodi di individuazione dei sintomi premonitori della grave patologia. In molti hanno compilato un test predittivo capace di individuare una eventuale predisposizione a contrarre questa terribile patologia. Presso il Centro Direzionale Confartigianato di via Fioretti 2/a, Ancona, è ancora possibile effettuare il test. I questionari compilati verranno inviati all’Università La Sapienza di Roma, dove saranno analizzati. Il fenomeno Alzheimer cresce e la necessità di una opportuna opera di informazione e prevenzione si fa pressante. Sono circa 3.000 le persone colpite nella sola città di Ancona, 10.000 nell’intera provincia e, considerando l’elevata correlazione tra età e l’insorgere di fenomeni di demenza, la costante crescita della popolazione anziana potrà produrre nel futuro anche un sensibile aumento del numero di persone colpite dal morbo. Secondo i dati più recenti elaborati dal Centro Studi Confartigianato nella Regione è in aumento la mortalità dovuta a demenze e malattie del sistema nervoso: il tasso è salito in tre anni dal 20,3 al 26 per 10.000 abitanti. Confartigianato ANAP  da sempre si batte perché la ricerca scientifica possa progredire nella sua strada e giungere a risultati effettivi per la cura di questa diffusa patologia.

Approfondiamo la conoscenza dell’ICTUS Ancona 4 giugno 2013 ore 18 Parrocchia S. Maria delle Grazie Interverranno prof. Leandro Provinciali Direttore

Dipartimento Scienze Neurologiche Prof. Mauro Silvestrini Direttore Unità Ictus Clinica Neurologica Ospedali Riuniti Ancona

La cittadinanza è invitata

Intervengono : prof. Leandro Provinciali

Direttore Dipartimento Scienze Neurologiche Ospedali Riuniti Torrette Ancona

prof. Mauro Silvestrini

Direttore Unità Ictus Clinica Neurologica Ospedali Riuniti Torrette Ancona

LA CITTADINANZA E’ INVITATA - INGRESSO LIBERO

21


di Sergio Lucesoli Presidente Provinciale Anap Confartigianato

 

 

ANAP

ANCOS

05ottobre Ottobre – 12 Ottobre Dal 5 al 12 VIAGGIO IN TERRA SANTA

Case di riposo MOLTE LE CRITICITA’ Già sapevamo che le cose non andavano bene per quanto riguarda le case di riposo. Lunghe liste di attesa, criteri di accesso poco trasparenti, rette alte e personale non sempre gentile: ecco il quadro della situazione. Tramite un questionario (sia cartaceo che online), è stato chiesto a un campione di persone di raccontare la loro esperienza diretta con le case di riposo italiane: problemi, difficoltà, liste di attesa e criteri di accesso. Ed ecco, in sintesi, i risultati dell’inchiesta: Diversi tipi di assistenza. Nella categoria case di riposo rientrano diversi istituti e le differenze riguardano due aspetti importanti: il genere di assistenza e la divisione delle spese. Gli anziani non autosufficienti aumentano e le vecchie case di riposo si stanno trasformando sempre

di più in Rsa (residenze sanitarie assistenziali). Non si tratta di strutture ospedaliere a tutti gli effetti, ma chi necessita di specifiche cure trova in questi istituti una diversificata assistenza medica. Gli anziani parzialmente autosufficienti, invece, possono trovare assistenza anche in una classica casa di riposo. Queste strutture possono essere pubbliche, convenzionate (le spese sono in parte a carico del Servizio sanitario nazionale e in parte a carico dell’utente o del Comune) o private (a pagare è il paziente). I criteri di accesso. Il primo passo è quello della scelta. Per entrare, però, scegliere non basta. Molti degli intervistati (63%), infatti, hanno dovuto inserire il proprio familiare in una lista d’attesa. I criteri in base ai quali si decide l’accesso agli istituti sono principalmente due:

Il progetto nasce dalla sempre più crescente richiesta di assistenza e qualificazione nel settore dei servizi alla persona. Ha lo scopo di qualificare gli assistenti familiari e badanti sia stranieri che italiani, al fine di potenziare i servizi sociosanitari assistenziali erogati a livello domiciliare. Nell’ambito del progetto, è previsto un servizio d’incrocio tra domanda e offerta di lavoro. Ci sono quasi un milione di famiglie, che hanno almeno una persona al loro servizio. Questa cifra fino al 2020 è destinata a raddoppiare. Le famiglie, dunque, diventeranno “imprese”. E’ anche un modo per far emergere il lavoro in nero: il 38% dei servizi socio-assistenziali è irregolare. Confartigianato Imprese Ancona si sta adoperando per or-

22

l’ordine di presentazione della richiesta (51%) e le condizioni di salute del paziente (39%). Il 35% delle persone intervistate giudica insufficiente la trasparenza nei criteri di accesso alla casa di riposo. Chi paga? I criteri per la determinazione della retta sono principalmente due: è uguale per tutti nel 48% dei casi; nel 36% invece la differenza è determinata dall’autosufficienza o meno dell’ospite. Il costo medio della retta base mensile (che nella maggior parte dei casi include cibo, consumo di elettricità e consulti del medico generico) è di 1.300 euro. Si alza per gli anziani bisognosi di più assistenza. In Italia solo il 16% dei pazienti riceve un aiuto finanziario da parte delle istituzioni per il pagamento della retta. Nel 69% dei casi le spese per l’istituto superano le entrate dell’anziano.

RISTRUTTURAZIONI: ENTRO IL 30 GIUGNO SI USUFRUISCE DELLA DETRAZIONE AL 50% I proprietari di immobili possono usufruire di agevolazioni per le ristrutturazioni edilizie e gli interventi di efficienza energetica. Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 (data di entrata in vigore del decreto legge n. 83/2012) al 30 giugno 2013, spetta una detrazione Irpef del 50% su un limite massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare sul quale vengono eseguiti gli interventi, da suddividere in dieci anni, che scendono a 3 e 5, rispettivamente, per proprietari anziani, aventi età di 75 ed 80 anni. Dal 1 luglio 2013 la detrazione scende al 36 per cento. Inoltre è possibile beneficiare dell’Iva ridotta al 10 per cento per tutti i lavori e le forniture di beni e servizi relativi ad interventi di restauro, risanamento conservativo e di ristrutturazione. La detrazione è del 55 per cento - ma solo fino al 30 giugno 2013 - per chi effettua interventi di riqualificazione energetica di edifici già esistenti, parti di edifici esistenti o unità immobiliari. La detrazione va ripartita in 10 quote annuali di pari importo.

Un viaggio alla ricerca dell’animo umano

Gerusalemme, Betlemme, Nazareth, il Lago di Tiberiade, Jericho, il Mar Morto, Masada, Qumran, nomi mitici, luoghi mitici, un’infanzia passata ad immaginare questi territori si trasformano in curiosità storica archelogica di poter vedere e toccare con mano i resti di antiche civiltà. Passeggiare per i vicoli in pietraumano di Gerusalemme (la città più santa, più desiderata e ancor oggi Un viaggio alla ricerca dell'animo più contesa del Mondo) e “annusare” la storia passata, entrare nella Grotta della Natività di Betlemme dove è nato Gesù Cristo, colui che ha influenzato la vita su questo pianeta per i successivi duemila anni, toccare le poche rovine di Jericho la città più Gerusalemme, Nazareth, il Lago di Tiberiade, Jericho, il Mar Morto, Masada, Qumran, antica del Mondo, sono solo alcuni motivi Betlemme, che spingono ad effettuare un viaggio in Palestina. nomi luoghi mitici, passata ad immaginare questi territori trasformano Partenza da Roma Fiumicino conmitici, volo aereo per Tel Aviv.un’infanzia 5 ottobre h. 12.00 ritorno da Tel Aviv con volo aereo per si Roma Fiumicinoin 12 ottobre h .13.50. Costo a curiosità partecipante in camera doppia pensione completa: 1300 /1400 in base al numero partecipanti storica archeologica di poter vedere e€ toccare con mano i resti dei di antiche civiltà. incluse: tasse aeroportuali - guida lingua luoghi di visita(la programmati escluse: bevande ai e pasti, mance. Passeggiare peritaliana i vicoli in- ingressi pietra diaiGerusalemme città più santa, più desiderata ancor oggi più

contesa del Mondo) e “annusare” la storia passata, entrare nella Grotta della Natività di Betlemme dove è nato Gesù Cristo, colui che ha influenzato la vita su questo pianeta per40i successivi duemila pernotto nave: da a 50 euro. PensioIN UDIENZA DA PAPA FESTA DEL 2013 ne completa in camera doppiadei con motivi viaganni, toccare le poche rovine di SOCIO Jericho la città più antica del Mondo, sono solo alcuni FRANCESCO IL 22 che MAGGIO gio in bus gt e nave. SICILIA LICATA (AG) spingono ad effettuare un viaggio in Palestina.

Quest’anno è il quarantesimo anniversario dell’ANAP. E’ una ricorrenza di rilevante importanza che va celebrata con eventi significativi. E’ stata richiesta autorizzazione per l’udienza dal Santo Padre il 22 maggio p.v. La giornata sarà articolata nel seguente modo: ore 10,30 Udienza dal Santo Padre (a seconda della decisione del Pontefice potrà essere celebrata in Sala Nervi o in Piazza San Pietro). Pranzo libero e visita libera della Città del Vaticano nel pomeriggio. Partenza da Roma ore 17.00 Soste lungo il percorso. Arrivo ai luoghi di partenza ore 23.00 circa.

2013

7 - 18 Settembre 2013

QUOTA PERSONA in camera doppia pensione completa Soci € 860.00 non Soci € 885.00 Supplemento per camera singola: € 150.00. Volo aereo da Falconara per Palermo. Trasferimento in villaggio con pullman pernotto e mezza pensione. In tour per il giorno 8/9. Arrivo al villaggio nel pomeriggio. Inizio della vacanza Pensione completa fino al 18/9. Rientro in aereo. Possibilità di escursioni in loco. Max 50 posti.

PELLEGRINAGGIO A MEDJUGORIE 10 - 14 Giugno 2013 QUOTA PERSONA: € 270.00 in poltrona passaggio nave.Differenza per cabina

LOURDES IN PULLMAN 20 - 25 Luglio 2013 Quota per persona: € 480.00 in camera doppia. Differenza camera singola: euro 175.00. Pensione completa viaggio in bus GT.

SOGGIORNO TERMALE MONTECATINI 4-18 Agosto ‘13 Quota per persona: SOCI € 580.00 NON SOCI € 600.00 Camera singola per tutto il periodo: euro 135.00 Pensione completa in camera doppia Max 40 posti. Scadenza prenotazioni 31 maggio 2013

Info e prenotazioni presso tutti gli uffici Confartigianato Ancona della provincia oppure ai n. 071/2293238 - 071/50235209 23


PRENOTA

IL TUO 730 Tel. 071 22931

www.confartigianato.an.it

codice fiscale ANCOS 5 x 1.000

COSTRUIAMO GRANDI PROGETTI CON PICCOLI CONTRIBUTI

07166871009

www.ancos.it

Report 1 apr 2013  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you