Page 1

Mensile di informazione dell’Associazione Artigiani della Provincia di Varese - Confartigianato

N. 02

OBIETTIVO professionalità

Giorgia Lettini attivo/a ora

... Jobs Act… ma alla fine tu ci hai capito qualcosa?

2 Marzo

...sì, sono andato sul nuovo sito degli Artigiani. Lì parlano chiaro!!! 2 Marzo

Scrivi il messaggio

LA TUA IMPRESA HA BISOGNO DI UNA SOLUZIONE SEMPLICE

Spedizione in A.P. - 45% - art. 2 - comma 20/B L. 662/96 - art. 1 e art. 2 DPCM 24/02 - DC Varese - euro 0,25

Marzo 2015 - anno XIV

Artigianioggi


SOMMARIO MARZO 2015 seguici su:

C L

facebook.com/ArtigianiVarese @ArtigianiVarese

w youtube.com/confartigianatoVA

F

www.linkedin.com/company/ confartigianato-imprese-varese

Mensile di informazione dell’Associazione Artigiani della Provincia di Varese Viale Milano, 5 - Varese Tel. 0332 256111 - Fax 0332 256200 www.asarva.org - asarva@asarva.org INVIATO IN OMAGGIO AGLI ASSOCIATI Autorizzazione Tribunale di Varese n. 456 del 24/01/2002 Presidente - Davide Galli Caporedattore - Davide Ielmini Progetto grafico - Simona Caldirola Impaginazione - Stefania Campiotti e Simona Caldirola Hanno collaborato: Roberta Brambilla, Lucia De Angeli, Giuseppe Aletti, Maurizio Salardi, Giulio Di Martino, Umberto Rega, Monica Baj, Livio Lazzari, Matteo Campari, Lucia Pala. Stampa Grafica Lavenese - Laveno Mombello Tiratura 13461 copie Questo numero di “Artigiani Oggi - Obiettivo Professionalità” è stato chiuso il 27 febbraio 2015. Il prezzo di abbonamento al periodico è pari a euro 28 ed è compresa nella quota associativa. La quota associativa non è divisibile. La dichiarazione viene effettuata ai fini postali.

L’editoriale di Fabio Savelli ............................................................................................ 3 Il punto - Giovani e Lavoro A scuola dall’artigiano....................................................................................................... 4 Scarsa integrazione tra scuola e lavoro, e la disoccupazione vola...................................... 6 L’associazione Split payment: una “tassa nascosta” per le imprese .......................................................... Associazione e banca: un accordo per il futuro delle imprese ............................................ Portiamo a Expo 2015 i record dell’artigianato italiano ...................................................... Expo 2015: i biglietti a prezzi scontati ............................................................................... Concorso: il tuo prodotto in mostra al padiglione Italia....................................................... Dove vanno le piccole imprese? ........................................................................................ Nasce la voyager per odontotecnici................................................................................... Calendario eventi in programma a marzo .......................................................................... L’Italia non è un paese per giovani ....................................................................................

7 8 10 11 11 12 13 14 16

Speciale Convenzioni ..................................................................................................... 17 Credito Credito in cassa: smobilizzo crediti verso altre imprese ..................................................... 21 Impresa e territorio L’artigiano che disegna denti in 3D ................................................................................... 22 Quello che ci manca è l’inchiostro..................................................................................... 24 Fisco Split payment: il ministero definisce le modalità operative................................................. Nuova certificazione unica dei compensi a terzi ................................................................ Durc, validità ridotta da 120 a 90 giorni nei lavori privati ................................................... Credito Iva 2014: novità per richiedere il rimborso ............................................................ Dichiarazione d’intento esportatori: precisazioni dal Ministero ........................................... Dal mille proroghe in arrivo novità per le partite Iva...........................................................

26 26 26 26 26 26

Lavoro Piccola mobilità: l’Inps sospende le note di rettifica........................................................... CCNL area meccanica: accordo sull’apprendistato professionalizzante e l’una tantum ...... Formazione apprendisti: le novità in Lombardia................................................................. Jobs Act: i decreti entrati in vigore ...................................................................................

27 27 27 27

Formazione I corsi da non perdere ....................................................................................................... 28 Ambiente Carpenterie metalliche: la qualifica di saldatore ................................................................ 29 Strutture di acciaio e alluminio: la norma EN 1090-1......................................................... 29 Taglio illegale del legno: il regolamento EUTUR 995 .......................................................... 29 Export Partecipazione collettiva alla fiera HEIMTEXTIL Russia - Mosca ......................................... Progetto SKANDIA 2015 .................................................................................................... Fiera Slow Food a Stoccarda 9-12 aprile 2015 .................................................................. Hong Kong Gift Premium Fair dal 27 al 30 aprile 2015 ......................................................

30 30 30 30

Novità di settore ............................................................................................................. 32 Social e Impresa Primi passi nei social - PARTE 3 ........................................................................................ 33 Scadenze......................................................................................................................... 35 2

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

www.asarva.org


L’editoriale di Fabio Savelli

Flessibilità, web, e-commerce, Garanzia Giovani: Fabio Savelli del Corriere della Sera racconta un’Italia ingessata ma fiduciosa.

I PICCOLI: ON LINE E CON IL CORAGGIO DI ASSUMERE In un pamphlet uscito qualche anno fa lo storico Giulio Sapelli lo definisce l’unico fenomeno di mobilità sociale verticale che l’Italia ha avuto dal dopoguerra. E lo correla al predominio di quella società naturale che è la famiglia. La piccola azienda si fonda sulla persona e sulla fiducia – annota – e sull’inesauribile flessibilità di cui individui e famiglie sono capaci pur tra mille errori. Allo stesso tempo Sapelli rileva che (a volte) i Piccoli non crescono perché si costituiscono prima e fuori dal mercato. Il mercato oggi è anche LinkedIn. In Cina si chiama We Chat e Alibaba. Il salto da compiere è portare la famiglia su LinkedIn. Portare l’impresa sui principali siti di e-commerce, come intelligentemente sta facendo Confartigianato Varese. Il governo dal canto suo dovrebbe aiutare la famiglia-impresa ad ammodernarsi, incoraggiando la mobilitazione personale. Non aiuta il cortocircuito che si è creato sullo split payment, giornalisticamente quasi intraducibile tuttavia foriero di effetti nefasti per chi ha un piccolo giro d’affari e si trova così a corto di liquidità. La stella polare di ogni ragionamento – miope, perché accusa il dito senza guardare la luna – è la volontà di combattere l’evasione. Nei rapporti di fornitura tra imprese e pubblica amministrazione quest’ultima verserà soltanto l’importo netto senza corrispondere anche l’Iva che invece andrà direttamente all’erario. Bene, si dirà. In fondo è solo un’inversione contabile. Peccato non venga calcolato il maggior onere finanziario connesso al credito per i Piccoli, rimborsato sì (dopo sei mesi) dall’Agenzia delle Entrate ma portatore di una pratica burocratica. L’ennesima.

www.asarva.org

Che dire poi di chi (coraggiosamente) vuole assumere. Un piccolo imprenditore della provincia di Milano mi ha scritto qualche giorno fa chiedendomi lumi sui tempi di rimborso della regione Lombardia. Per le indennità di tirocinio correlate al programma Dote Lavoro e al tanto decantato Garanzia Giovani. Ha assunto sette giovani nel 2014 testandoli prima in stage e poi convincendosi che inserirli in organico fosse la scelta giusta. Bene, a distanza di un anno e mezzo non ha ancora ricevuto il rimborso spese mensile per il periodo di prova dei ragazzi, anticipandolo di tasca sua. Dalla regione (ancora) nessuna risposta. Peccato, anche qui. Vogliamo parlare poi del welfare. Anche qui, esprimiamo da sempre la convinzione che lavorare sui benefit, sul salario accessorio in un momento in cui la deflazione induce a rinegoziare al ribasso, sia la strada giusta da perseguire. Ancor più se lo fanno i Piccoli. Peccato che anche qui i fondi regionali tardino ad arrivare. Si bloccano in una filiera infinita in cui c’è un’azienda vincitrice di un premio che consiste nell’erogazione ai suoi 12 dipendenti di 3mila euro in buoni pasto e il saldo degli scontrini per le spese in lavanderia. L’azienda anticipa l’esborso contando sul denaro della regione, arriva l’acconto a stretto giro il resto ancora no. Un anno dopo. E ancora: nel testo che il ministero del Tesoro doveva portare venerdì in consiglio dei ministri c’era anche l’articolo 9 della delega fiscale e il tema della fatturazione elettronica. Avrebbe dovuto facilitare il rapporto tra imprese ed erario, digitalizzare le fatture attraverso la Sdi, la piattaforma informatica dell’Agenzia delle Entrate. Tutto pronto, sembrava. Non funziona solo la piattaforma. Fabio Savelli Giornalista del Corriere della Sera @FabioSavelli

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

3


il punto

GIOVANI E LAVORO

A scuola dall’artigiano La Sartoria Vergallo di Gianni Cleopazzo ha assunto cinque giovani apprendisti, una scelta coraggiosa presa per tramandare un mestiere antico e affrontare le nuove sfide del mercato

Marco Serano 23 anni, stava ancora finendo il liceo artistico quando per la prima volta ha bussato alla porta della Sartoria Vergallo

hitettura, va fare arc anni, vole etrico si è rivelato 23 a rt a C Beatrice per il disegno geom rava modellista re ab ma l’amo le per diventare un uti

4

In via Donizetti a Varese una piccola palazzina liberty color crema resiste al grigio dell’inverno e ai palazzoni di cemento armato che la sovrastano. Al suo interno un arredamento ricercato ma sobrio, ospita uno dei più prestigiosi laboratori della città: la Sartoria Vergallo. Una bottega, intesa nel senso più tradizionale del termine, in cui il maestro Gianni Cleopazzo insegna il mestiere a cinque giovani apprendisti che disegnano, tagliano, stirano, cuciono abiti destinati a vestire facoltosi clienti italiani, londinesi, cechi, belgi. Un’eccezione nel panorama delle microimprese italiane, in cui troppo spesso gli investimenti in risorse umane non sono (o non possono essere) la priorità e che vale la pena raccontare. Giunta al suo terzo passaggio generazionale, ha compiuto settant’anni nel 2013, la Sartoria Vergallo nasce in un piccolo paesino in provincia di Lecce. Nel 1972 la famiglia Cleopazzo trasloca a Varese, portando in città la cultura artigianale ereditata dal nonno materno di Gianni, Carmelo Vergallo.

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

www.asarva.org

Nel 1986, nonostante qualche resistenza iniziale, «puoi immaginare cosa significasse per un ragazzo di 18 anni rinunciare ai divertimenti di quell’età, per dedicarsi anima e corpo a un lavoro che non ha orari né ferie», Gianni decide di entrare in azienda e per la prima volta indossa un ditale. Comincia così un lungo apprendistato che porta Gianni a Torino, dove impara i trucchi del mestiere alla scuola di taglio Ligas, e a bottega dove si perfeziona nell’arte della drapperia fino a diventare titolare della rinomata sartoria di famiglia. Agli inizi del duemila la svolta. «Circa dieci, quindici anni fa, mi sono reso conto che tutti i nostri collaboratori avevano una certa età. Allora mi sono posto una domanda: Ma tra dieci anni chi mi aiuterà a confezionare un abito per cui ci vogliono in media circa 40 ore di lavoro?». La domanda si trasforma in un’inserzione sul giornale. «Per quasi cinque anni nessuno bussa alla mia porta, poi un bel giorno arriva Marco, il mio primo “discepolo”».


il punto Marco è un ragazzo di 23 anni, dinoccolato, pizzo e baffi curatissimi, vestito rigorosamente su misura: «Era l’anno della terza superiore, cercavo un lavoretto per l’estate e, dato che mi piaceva cucire ho provato a chiedere se in sartoria avessero bisogno di un aiutante». La fortuna premia gli audaci. Marco ha talento, è creativo ma rigoroso quanto serve per il mestiere. Subito dopo il diploma Gianni gli offre un contratto di apprendistato. La formula paga. Il contratto, che prevede 120 ore obbligatorie di formazione (di cui 40 svolte all’Enaip di Varese) e molta pratica in azienda dà i suoi frutti. «All’inizio è chiaro è un costo per l’impresa - racconta Gianni - ma alla fine del percorso ripaga dell’investimento fatto».

Dopo la fortunata esperienza con Marco, Gianni decide di continuare sulla strada tracciata. In una manciata d’anni entrano in sartoria anche Francesca, Beatrice, Alessandro e Martina. Totale cinque apprendisti con una media di 24 anni d’età. Figli dei cosiddetti “Anni Zero”, quelli della crisi che ribalta, senza offrire prospettive, modelli consolidati nel tempo e che restituisce l’immagine di una generazione fatta di laureati mancati, “neet”, lavoratori dipendenti, i ragazzi della sartoria Vergallo hanno trovato la loro strada anche grazie a un imprenditore che ha saputo guardare al di là degli ostacoli, primo tra tutti la burocrazia, senza aver paura di svelare i segreti del mestiere e guardando alle opportunità di un mercato ancora in grado di saper er valorizzare il “saper saper fare” dei nostri imprenditori. mprenditori.

per ni, lavorava r le arici 26 an M vo o di dr so ci an Aless se, poi ha de di scommes utile per il suo futuro ia nz ge ’a un mestiere imparare un

Francesca Le ggio 24 anni lavorava. Gian , non studiava e non ni le ha fatto la passione pe scoprire r la sartoria

la pre avuto ni, ha sem pprendista n a 6 2 i n a . Oggi è Mingoli llo Martina ne per la sartoria boratorio Verga la so io passio ig st re aia nel p pantalon

SARTORIA VERGALLO Via Gaetano Donizetti, 17 21100 Varese (Va) Tel. 0332 231072 mail: info@sartoriavergallo.it sito: www.sartoriavergallo.it guarda il video su

www.youtube.com/user/confartigianatoVA www.asarva.org

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

5


il punto

GIOVANI E LAVORO

Scarsa integrazione tra scuola e lavoro, e la disoccupazione vola

lo dice l’analisi dell’ufficio studi di confartigianato: nel 2014 i giovani non occupati tra i 15 e 24 anni arrivano al 43,9%. A novembre 2014 la disoccupazione dei giovani tra i 15-24 anni in Italia balza al 43,9%; si tratta di 729 mila giovani in cerca di lavoro, che incidono per il 12,2% nella popolazione nella stessa fascia di età. Il tasso di disoccupazione giovanile – la quota dei disoccupati sul totale della forza lavoro, composta da occupati o in cerca di occupazione – aumenta di 0,6 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 2,4 punti nel confronto tendenziale. A novembre la disoccupazione giovanile in Italia supera il doppio della media UE a 28 (21,9%, 22 punti inferiore alla media italiana); da segnalare che a febbraio 2007 tale divario era limitato a 2,7 punti. Alla più elevata disoccupazione dei giovani italiani contribuisce la scarsa integrazione tra il mondo del lavoro e la formazione, sia scolastica che professionale. In Italia i giovani under 25 impegnati in un percorso formativo sia scolastico che lavorativo sono il 63,7% della popolazione di riferimento di cui solo il 2,2% 6

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

è in formazione e nello stesso tempo occupato. Il grado di integrazione tra il mondo del lavoro e la formazione è di gran lunga inferiore al 13,0% della media Ue 28. Ogni 100 giovani tra 15 e 24 anni che sono in formazione, solo il 3,5% è occupato. Tale rapporto è del

36,2% per la Germania, del 33,5% nel Regno unito, del 17,8% in Francia e del 7,7% in Spagna.

www.asarva.org


ll’associazione associazione

Split payment: una “tassa nascosta” per le imprese Chi lavora con la Pubblica Amministrazione si accollerà 230 milioni di euro di maggiori costi. Lo dicono i dati dell’Ufficio Studi di Confartigianato. <L’obiettivo è sempre quello: combattere l’evasione fiscale. Obiettivo importante, condivisibile ma con qualche neo che le imprese – quelle virtuose e quelle che pagano le tasse – proprio non vogliono. Lo Split payment (pagamento diviso) è l’ennesimo punto a sfavore per quelle imprese che ancora oggi non vedono i venti del cambiamento e che, per stare in piedi, hanno sempre più bisogno di liquidità>, dichiara il Presidente di Confartigianato Imprese Varese, Davide Galli. Lo Split payment, questa liquidità la toglie perché la Pubblica Amministrazione pagherà alle aziende che lavorano con lei solo il prezzo netto. L’Iva, invece, verrà versata direttamente dalla PA all’erario. La manovra non è da poco: l’azienda che ha fornito le proprie prestazioni, infatti, incasserà un po’ meno del previsto e riceverà un credito Iva che le verrà rimborsato solo dopo qualche mese. L’Ufficio Studi di Confartigianato ha calcolato che lo Split payment peserà sulle imprese per costi pari a 230 milioni di euro all’anno.

Il calcolo è presto fatto: » 155 milioni sono i maggiori oneri finanziari connessi al credito che si genera in capo alle imprese e che sarà rimborsato dall’Agenzia delle entrate sei mesi dopo la richiesta, » 55 milioni sono quelli legati alla mancata liquidità nel periodo che intercorre tra il precedente incasso dell’Iva e il suo versamento, » 21 milioni sono gli oneri burocratici connessi alla pratica dell’istanza di rimborso. Con questo ultimo onere, lo Split payment aumenta la pressione burocratica fiscale peggiorando le condizioni misurate dal Burofisco Index di Confartigianato che, nei primi undici mesi del 2014, ha rilevato un persistente aumento della burocrazia fiscale. In poche parole, lo Split payment è una nuova zavorra sulla ripresa, perché il dirottamento dell’Iva sulle vendite alla PA introdotto con l’ultima Legge di stabilità presenta un extra costo di 1.224 euro per ogni impresa che lavora con il settore pubblico. Ogni 4 euro di recupero di evasione si carica un costo di 1 euro sulle imprese fornitrici della PA.

www.asarva.org

E questo va a complicare una situazione economica già sufficientemente complessa. Il Pil italiano tra il 2015 e il 2016 crescerà ad un tasso medio dello 0,9%, il più basso dei 19 Paesi dell’Eurozona. A questo si aggiunge il calo dei prestiti alle imprese, con un – 2,4% rispetto lo stesso mese dell’anno precedente. <Il problema è sempre quello – conclude il Presidente Galli. Il fine è lodevole, ma il mezzo no. Per colpire l’evasione fiscale si mettono le mani nelle casse di quegli imprenditori che fanno di tutto, e lo fanno onestamente, per far crescere questo Paese. Ricordiamo, inoltre, che con l’obbligo della fatturazione elettronica per tutte quelle imprese che lavorano con la Pubblica Amministrazione, lo Split payment non ha alcun scopo>.

Per le modalità operative vedi pag. 26

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

7


l’associazione

Associazione e banca: un accordo per il futuro delle imprese Confartigianato e Popolare di Vicenza, insieme, per linee di finanziamento su start-up, export, gestione aziendale. importanti dilazioni di pagamento, senza intaccare la tesoreria interna dell’associato. Offre inoltre la possibilità di aderire alla gamma di conti correnti a condizioni riservate esclusivamente alle imprese associate, agli imprenditori e ai dipendenti per le loro posizioni personali. L’offerta di conto corrente comprende anche l’adesione al “Programma artigiani” e al “Programma piccole aziende” che offrono prodotti dedicati ai bisogni specifici della tipologia di attività svolta.

E’ stato sottoscritto l’accordo di collaborazione tra Confartigianato Imprese Varese (con il suo presidente Davide Galli) e Banca Popolare di Vicenza (presente il direttore generale Samuele Sorato). Obiettivo dell’accordo è quello di mettere a disposizione delle imprese associate a Confartigianato Imprese Varese (vedi pag. 9) specifiche linee di finanziamento a condizioni agevolate per: » Start up » Sviluppo dell’export » Operatività aziendale (gestione della tesoreria e servizio Pos) » Conto corrente (prodotti della gamma “SemprePiù”). “Con questa collaborazione, Confartigianato Varese rimarca la sua attenzione nei confronti di ciò che è e rappresenta l’impresa in questo territorio: occupazione, lavoro, competitività, eccellenza – ha sottolineato il presidente Galli. Globalizzazione, internazionalizzazione, innovazione sono i tre assi sui quali si sta muovendo l’impresa artigiana del futuro. Ed è su questo che punta l’accordo tra l’Associazione varesina e la Banca Popolare di Vicenza: guardare agli scenari dell’economia che verrà e affrontare i cambiamenti dei mercati casalingo ed estero con strumenti adeguati”. 8

Sul fronte delle esportazioni la banca – che a Varese è presente con 3 filiali mette a disposizione, direttamente e in collaborazione con 71 banche estere, servizi dedicati allo sviluppo dell’export, la possibilità di costruire operazioni finanziarie con il coinvolgimento di istituti stranieri che consentano agli associati di Confartigianato di offrire nelle trattative con i loro clienti esteri

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

www.asarva.org

Sottolinea il direttore generale Samuele Sorato: “Obiettivo della Banca Popolare di Vicenza è quello di investire nelle aziende sane con buone prospettive di sviluppo, anche affiancandole nei processi di internazionalizzazione, soprattutto in un territorio a vocazione internazionale come la provincia di Varese che, secondo i dati elaborati dal nostro Ufficio Studi, costituisce la 10^ provincia in Italia per valore delle esportazioni e la 4^ in Lombardia”.


i PRODOTTI dell’accordo STARTUP Neo/micro/piccole Imprese Importo finanziabile finanziabile Fino ad euro 50.000,00 Durata finanziamenti Da 19 a 84 mesi, comprensivo di eventuale periodo di preammortamento fino a 12 mesi, più eventuale preammortamento “tecnico” decorrente dalla data di stipula sino alla fine del mese/trimestre, semestre solare in corso Periodicità rimborso Mensile, trimestrale, semestrale Scadenza rate Fine mese, trimestre, semestre solare

Garanzie Garanzie reali e/o personali, vincoli o specifiche cautele a discrezione della Banca. Interessi Parametro – I finanziamenti hanno tasso indicizzato all’Euribor 3 mesi + 0,10 Spread – 5,50% Spese istruttoria Fino all’ 1% con minimo di euro 100,00

Finanziamento alla banca estera tramite credito documentario Destinatari Imprese esportatrici di beni e servizi associate. Finalità Agevolare il credito all’esportazione; Ampliare l’offerta finanziaria all’acquirente estero; Favorire la negoziazione commerciale dell’esportatore; L’esportatore italiano può offrire una maggiore dilazione all’acquirente estero senza assumere i rischi del credito. Strumenti operativi Credito documentario; Finanziamento alla banca estera.

Caratteristiche del prodo prodotto Concessione di finanziamento alla Banca Estera, da perfezionarsi nel momento dell’utilizzo del credito documentario all’esportazione, con pagamento a vista all’esportatore italiano e contestuale accensione del finanziamento alla Banca estera secondo i termini di dilazione previsti nel credito documentario. Banche estere convenzionate in: Cina, India, Brasile, Russia e Turchia.

Conti Correnti / Imprese

Conti Correnti / Dipendenti

Rivolti ai nuovi clienti con fatturato annuo non superiore a € 2.500.000. » SemprePiù impresa small » SemprePiù impresa medium » SemprePiù impresa large

Il prodotto di seguito illustrato fa parte della gamma “Semprepiù” ed è riservato ai nuovi Clienti a condizioni promozionali dedicate ai dipendenti delle imprese associate che chiederanno l’accredito del loro stipendio sul conto corrente di cui sotto sono descritte alcune condizioni. » SemprePiù Famiglia Light » Strumenti per acquisti e pagamenti in Italia e all’estero » Deposito titoli » Servizio multicanale per utilizzare comodamente il conto corrente via internet o al telefono

Per info contattare: Consulenti credito presso le sedi di Confartigianato Imprese Varese Tel: 0332 256111 www.asarva.org/categoria/credito/ www.asarva.org

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 01 Gennaio/Febbraio 2015

9


l’associazione

Portiamo a Expo 2015 i record dell’artigianato italiano L’Italia è al primo posto in Europa per la quota più alta di occupati in micro e piccole aziende manifatturiere con meno di 20 addetti: 1.503.515, pari al 22,8% del totale Ue. Con questi numeri superiamo di gran lunga la Germania, che conta su 1.062.987 addetti, e la Francia con 624.868 addetti. Una leadership che ha per protagoniste 326.226 imprese artigiane con 974.987 addetti che producono l’eccellenza manifatturiera made in Italy. Dai capi d’abbigliamento frutto del lavoro di 20.160 aziende con 78.384 addetti ai prodotti in metallo realizzati da 47.963 imprese con 189.945 addetti, dalle prelibatezze alimentari prodotte da 38.779 aziende con 156.293 addetti fino ai prodotti in legno realizzati da 25.626 imprese con 68.475 occupati. I record delle imprese artigiane sono stati presentati da Confartigianato che ha annunciato le iniziative organizzate dalla Confederazione nell’ambito di Expo2015 per promuovere l’eccellenza della nostra manifattura artigiana. Sei mesi di eventi, mostre, incontri e percorsi tematici con protagonista l’eccellenza nei settori food, moda, design, arte e meccanica. E’ l’ Italian Makers Village, il Fuori Expo di Confartigianato che sorgerà a Milano in via Tortona 32.

10

L’artigianato è il “cuore” della tradizione manifatturiera italiana ma è anche motore di innovazione tecnologica. Secondo le rilevazioni di Confartigianato, le imprese artigiane impegnate nei settori più evoluti danno lavoro a 68.285 persone. In particolare, le aziende che si concentrano nell’Information&Communication Technology sono 19.116. Più in generale, il 32,3% delle imprese fino a 9 addetti punta tutto sull’innovazione per mantenere il livello competitivo sul mercato interno e all’estero. Una percentuale che sale al 42,8% per le micro imprese manifatturiere. Nel dettaglio, il 24,8% delle imprese ha introdotto innovazioni di prodotto e il 21,1% ha effettuato innovazioni di processo. I risultati di questo impegno si vedono proprio sui mercati internazionali dove le piccole imprese tengono alta la bandiera del made in Italy: nel 2014, infatti, dal nostro Paese sono volati nel mondo i prodotti realizzati da 243.218 piccole imprese per un valore di 75,4 miliardi di euro, con un aumento del 3,3% (pari a 2,4 miliardi in più) rispetto al 2013, percentuale doppia in confronto al trend complessivo del nostro export manifatturiero che lo scorso anno si è attestato a 282,5 miliardi con una crescita dell’1,7%.

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

www.asarva.org

Fuori EXPO 2015 Sede: Milano – via Tortona 32 (zona Navigli – movida milanese) Spazio: 1800 mq Periodo: 1 maggio > 31 ottobre 2015 Orari di apertura: dalle 11.00 alle 24.00 Ingresso Libero 27 settimane con un tema specifico. Alcuni appuntamenti saranno trasversali (donne, start-up, makers, business etico) di filiera (moda, design, energia/ambiente) e di prodotto (formaggio, cioccolato, vino). Ogni settimana inoltre ospiterà un Paese straniero riservandogli uno spazio espositivo ed una giornata dedicata alla promozione degli usi, dei costumi e dell’economia del territorio. Settimana Lombardia Alpina e Prealpina: dal 3 al 7 settembre 2015

Per info e iscrizioni: Confartigianato Imprese Varese Monica Baj e Matteo Campari mail: expo2015@asarva.org Forniremo alle imprese tutti i dettagli per la partecipazione.


Expo 2015: i biglietti a prezzi scontati Confartigianato Varese vi è l’opportunità di acquistare i biglietti di ingresso ad Expo di tipo “open” (cioè senza il vincolo della data con validità dal 2 maggio al 31 ottobre 2015) al costo scontato di € 22,00 euro*. Rivolgersi direttamente agli Assistenti d’impresa presso le nostre sedi – tel. 0332 256111 *Il costo ordinario del biglietto è di 32,00 euro, se acquistato prima del 1° maggio, giorno di apertura di Expo. Da questa data il costo del biglietto passa a 39,00 euro.

Concorso: il tuo prodotto in mostra al padiglione italia Il tuo prodotto in mostra al Padiglione Italia di Expo2015: grazie a Confartigianato è possibile, partecipando al Concorso “Nutrire il futuro: energie dalla tradizione”. L’obiettivo è individuare i prodotti che esprimono al meglio il valore artigiano di eccellenza, personalizzazione, identità, tracciabilità.

Il prodotto scelto sarà messo in mostra nel Padiglione Italia nello spazio di Confartigianato, dal 12 al 18 giugno 2015 e dal 9 al 15 ottobre 2015. I settori interessati sono l’artigianato manifatturiero e l’artigianato enogastronomico.

La domanda di partecipazione deve essere presentata entro il 30 marzo. Tutti i dettagli nel Bando di concorso: www.asarva.org/2015/02/concorso-confartigianato-expo2015/

Per informazioni: » Monica Baj monica.baj@asarva.org tel. 0332 256214

www.asarva.org

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

11


l’associazione

Dove vanno le piccole imprese? Al Faberlab, in febbraio, si è parlato di “Cacciavite, Robot e Tablet” con Dario Di Vico del Corriere della Sera e gli imprenditori Alessio Travetti e Simone Maccagnan In che direzione va il paese delle piccole imprese? Quello che produce, che innova, che esporta il proprio sapere senza troppo clamore, spesso in compagnia solo di una valigetta e di una buona dose di “spirito d’avventura”? Alcune risposte le ha offerte Dario Di Vico, editorialista del “Corriere della Sera” e autore di un saggio scritto con l’economista Gianfranco Viesti - “Cacciavite Robot e Tablet” (Il Mulino) - presentato il 6 febbraio al Faberlab di Tradate, l’officina digitale di Confartigianato Imprese Varese. Un incontro moderato dal vicedirettore di VareseNews, Michele Mancino, in compagnia degli imprenditori Alessio Travetti (Travetti Srl) e Simone Maccagnan (Gimac), che ha ruotato attorno ad alcuni temi centrali per il rilancio di un Paese affetto da “nanismo industriale” ma capace, nonostante una spietata selezione darwiniana, di resistere alla grande crisi. Innovazione, internazionalizzazione, politiche attive a sostegno delle imprese. Di questo si è parlato con il presidente nazionale di Confartigianato, Giorgio Merletti e il presidente di Confartigianato Imprese Varese, Davide Galli. Per comprendere l’Italia di oggi dobbiamo «ragionare sui piccoli di ieri esordisce Di Vico -.

12

Persone mosse, oltre che da una motivazione imprenditoriale, anche dalla ricerca del benessere, dal desiderio di migliorare la propria condizione economica. I piccoli di oggi hanno di fronte a loro uno scenario diverso e non è scontato che il movimento delle “nuove aziende”, le cosiddette startup, stia generando uno nuovo ciclo economico. L’imprenditore di ieri è stato bravo a superare sfide importanti, ma la produzione standardizzata e quindi la possibilità di imitare, hanno giocato a suo favore. Oggi siamo di fronte a una nuova discontinuità, quella tecnologica, in cui bisogna confrontarsi con un mercato molto più vasto e in cui il capitale umano gioca un ruolo di primo piano». «Gli italiani - continua Di Vico - sono eccellenti produttori, ma una volta realizzato il prodotto non sanno né come venderlo, né come distribuirlo». Ma come somministrare gli ormoni giusti per la crescita del Paese? Per Simone Maccagnan, titolare della Gimac di Castronno, essere piccoli vuol dire anche essere agili sui mercati, indipendenti nelle scelte, familiari nei rapporti lavorativi. Per Alessio Travetti della Travetti di Arcisate, piccolo è invece sinonimo di qualità riconosciuta e apprezzata dalle grandi multinazionali, affamate di “Made in Italy”, che da lui

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

www.asarva.org

si riforniscono. E gli investimenti? Secondo Di Vico le multinazionali che decidono di investire in Italia, «il caso Whirpool fa scuola», non devono intimorire i piccoli. «Non si parla mai delle aziende italiane che comprano all’estero, ma quando una azienda straniera viene in Italia è allarme nazionale. Eppure il mercato va proprio in questa direzione: la concentrazione». Per tutelare il tessuto produttivo, secondo il giornalista, basterebbe “una politica attiva a tutela delle imprese”, che stabilisca dei parametri che classifichino le grandi imprese pro-territorio. «Non è un discorso legato solo alle possibilità occupazionali che offrono i grandi - dice Di Vico - ma anche a tutti quei servizi che possono generarsi dalla rete tra una grande compagnia e le piccole imprese, o start-up, che le ruotano attorno». Una politica, e qui casca l’asino, troppo spesso assente e contraddittoria che, come ha rilevato il presidente di Confartigianto Giorgio Merletti a fine dibattito: «Dice tutto e il contrario di tutto». Proprio per questo, forse, a parlare di politica industriale e di rilancio del Paese, si riesce meglio a Varese che non a Roma.


l’associazione

Nasce la Voyager per odontotecnici ratori odontotecnici – con il presidente nazionale del settore, Antonio Ziliotti – sono arrivati in massa all’appuntamento. Sala gremita, quella del Faberlab, per capire sino a dove ci si può spingere nel proprio lavoro con la Voyager: semplice, sostenibile, vicina alle esigenze dell’utente finale. Il punto di forza della Voyager è che lavora con tecnologia DLP, quel Digital Light Processing che sostituisce il laser con un proiettore, più veloce nel polimerizzare la resina e nel permettere la lavorazione di più oggetti in un solo momento. Il costo della resina varia dai

www.eoipso.it

Aiutiamoci a crescere

E’ nera, elegante, slanciata. Lavora con precisione, i costi sono contenuti, si può tenere comodamente sulla scrivania. E’ la nuova macchina nata in casa Sharebot e si chiama Voyager, la stampante 3D presentata l’altro giorno al Faberlab di Tradate per il settore odontotecnico, ma non solo. A spiegarne le tante virtù è stato il giovane Damiano Fontana, che a Sharebot lavora nel Team Ricerca e Sviluppo ed è responsabile del progetto Voyager. La stampante nasce dalle esigenze più pratiche di quei settori dove la qualità dipende sempre più da un’alta precisione nella prototipazione, e i labo-

Re-Start la ricetta facile per la ripresa

Nuovo finanziamento chirografario a tasso agevolato per investimenti produttivi dedicato alla PMI del nostro territorio. www.asarva.org

100 euro ai 200 euro al Kg., 100 grammi bastano per 3 stampe e con una vaschetta di resina si possono realizzare 100 stampe. La resina è acrilica, quindi più resistente alle alte temperature e garanzia di maggiore precisione. Sharebot Voyager sarà commercializzata da Comingtools <ed è una stampante che potrà cambiare il nostro modo di affrontare il lavoro quotidiano – ha commentato il presidente Ziliotti. Ed è proprio questo abbinamento tra vecchio e nuovo ad essere vincente, perché dimostra che la qualità e la velocità possono andare d’accordo>

• Tasso agevolato • Possibilità di finanziamenti fino a 6 anni • Cumulabilità con altre agevolazioni Per sottoscrivere Re-Start non servono consulenti, basta venire con fiducia nella tua filiale

…perché noi finanziamo la ripresa SEDI: Busto Garolfo - via A. Manzoni, 50 - 0331 560111 Buguggiate - via Cavour, 71 - 0332 458258 FILIALI: Varese, Busto Arsizio, Legnano, Gallarate, Parabiago, Somma Lombardo, Cassano Magnago, Castellanza, Samarate, Canegrate, Villa Cortese, San Giorgio su Legnano, Dairago, Bodio Lomnago, Olcella di Busto Garolfo.

www.bccbanca1897.it

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

13


l’associazione

16

MART

17 VEN

20

2015

LUN

SEMINARIO L’EXPORT PER IL SETTORE AGROALIMENTARE CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE SEDE DI SARONNO 18.00 > 20.00

aprile

2015

marzo

calendario eventi in programma MART

21

SEMINARIO OPEN INNOVATION FABERLAB TRADATE 20.00 > 20.30

ARDUINO BASIC 3° EDIZIONE FABERLAB TRADATE 20.00 > 23.30

SEMINARIO LA PROCEDURA CORRETTA DI SELEZIONE ED APERTURA DI UN MERCATO ESTERO PER L’ESPORTAZIONE CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE SEDE DI SARONNO 18.00 > 20.00

Tutti i dettagli e gli aggiornamenti degli eventi in programma li puoi trovare su: www.asarva.org/tipologia/eventi/

L'impresa delle meraviglie: raccontaci la tua storia. Idee innovative e progetti nel cassetto, macchine e prodotti speciali: non c’è impresa senza una passione da raccontare. Per raccontarci la tua, contatta: davide.ielmini@asarva.org - Tel. 0332 256296

14

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

www.asarva.org


“Ho bisogno di…”; le risposte le trovi su www.asarva.org un sito ancora più semplice, ricco e fresco per guidare gli imprenditori nelle loro esigenze di breve e lungo periodo. “Ho bisogno di…”: a questo bisogno dell’impresa Confartigianato Varese dà una risposta ancora più immediata, puntuale, su misura con il suo nuovo sito – www.asarva. org - on line da qualche giorno e facilmente navigabile anche da smartphone. “Ho bisogno di…” non è uno slogan ma un obiettivo che ci avvicina maggiormente agli imprenditori. Perché con il nuovo sito, le aziende trovano tutto e subito proprio quando ne hanno più bisogno. Avviare un’impresa, informarsi sulle possibili linee di finanziamento adatte alle proprie esigenze, conoscere come affrontare un’azione strategica sui mercati esteri, adempiere agli obblighi (ma non solo) in materia di ambiente e sicurezza, risparmiare sui costi dell’energia e del gas, fare innovazione e migliorare la propria impresa anche con un buon piano formativo. Tutto questo si fa forte di un’attività di consulenza a tutto tondo in grado di affiancare gli imprenditori in materia di lavoro e fisco. Un sito fatto apposta per le imprese perché semplice, immediato, intuitivo. Dove l’informazione si traduce subito in risposte. Un luogo dove tutti si possono ritrovare perché il sito è fresco e leggero, semplice nella navigazio-

ne e nei contenuti. E con qualche bella novità: tutto ciò che serve alle aziende è a portata di click. Eventi, normative, opportunità, il magazine di Confartigianato Varese “Artigiani Oggi”, la bacheca “Cerco Offro”, l’Agenda con tutte le date da ricordare (scadenze, incontri, corsi). Insomma, non tanto un sito quanto uno strumento interattivo e quotidiano di lavoro che aiuta le imprese a informarsi e confrontarsi, a conoscere (le tante imprese delle meraviglie e le interviste a esperti, giornalisti, economisti) e a farsi conoscere anche con i video. Chiarezza, facilità di navigazione e di lettura, un linguaggio che soddisfa tanto un vasto pubblico quanto quello preparato: il nuovo www.asarva.org non vuole stupire le imprese ma dare loro quello che cercano: è più facile contattare i nostri professionisti, scaricare i documenti, approfondire le notizie e condividere le novità pubblicate su Facebook e Twitter.

“Ho bisogno di…” un nuovo sito? Eccolo qui! www.asarva.org

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

15


l’associazione

L’Italia non è un paese per giovani Tra Italia e Svizzera, la video-inchiesta di Confartigianato Imprese Varese sull’alternanza scuola / lavoro: a che punto siamo? Si chiama “buona scuola” ed è il programma del Governo Renzi per migliorare il rapporto della scuola con le aziende. Lo strumento di cui tutti gli addetti ai lavori (politici, economisti, docenti) parlano ma che in Italia tarda ad ingranare è l’alternanza scuola / lavoro: l’8,7% degli studenti italiani passa in azienda solo 15 giorni all’anno; in Canton Ticino saliamo a 150 con 240.000 apprendisti in tutta la Svizzera. Tanti quanti ce ne sono in Italia, dove però il rapporto con la Svizzera è di 1 a 10, quindi di apprendisti noi ne dovremmo contare 2.400.000. Il risultato si tocca con mano: oltreconfine la disoccupazione giovanile è al 3,3% mentre da noi supera il 44%. La prima video-inchiesta dedicata al tema dell’alternanza scuola/ lavoro la propone, in questi giorni, Confartigianato Varese. Tema caldo che dovrebbe arrivare sul tavolo del Consiglio dei Ministri il 4 marzo proprio in un momento in cui si parla di aumentare da 100 a 400 le ore all’anno nell’ultimo triennio degli istituti tecnici e professionali. Ma come è la situazione in Varese, l’undicesima provincia più produttiva d’Europa? Confartigianato Varese la racconta con un’indagine che ha coinvolto direttamente scuole, giova16

ni apprendisti, centri di formazione, imprenditori ed economisti tra Italia e Svizzera. Un’istantanea nella quale risultano tutte le contraddizioni di un Paese che vuole scommettere sulle imprese e sui giovani ma che, poi, non riesce ad offrire né alle prime e né ai secondi una marcia in più tra laboratori obsoleti e barriere normative. Un Paese, il nostro, che si scontra con problemi politici e culturali dove il Ministero dell’Università e il Ministero del Lavoro non si parlano e non puntano allo stesso obiettivo: come preparare i giovani all’inserimento in azienda. Poi le norme sono complesse e le famiglie, forse, credono ancora poco in quel principio che guida invece la Confederazione Elvetica dal 1904: è il mondo del lavoro a dettare il contenuto della formazione professionale, non lo Stato. Così l’azienda fa lavorare il giovane per insegnargli un lavoro e dargli un futuro; non gli insegna a lavorare. Questione di vedute, ma l’Italia – nell’alternanza scuola / lavoro - rischia di essere anacronistica ancor prima di averci provato. Solo in provincia di Varese le imprese artigiane sono più di 20.000 (su un totale di oltre 60.000) e rappresentano il bacino ideale per pescare negli istituti tecnici.

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

www.asarva.org

Ma se la situazione è questa, come si prepara uno studente al mondo delle imprese 2.0? Il futuro è nelle nostre mani; anche in quelle di alcuni docenti che hanno deciso – proprio in provincia di Varese – di bussare alla porta di alcune imprese per potersi dotare di strumenti al passo con i tempi. E’ così che è nata la casa domotica all’Isis Ponti di Gallarate, istituto all’avanguardia che alle imprese non solo ha chiesto materiali e dispositivi ma anche la disponibilità della formazione direttamente in azienda. <A muoversi in altra direzione è Confartigianato Varese, che a breve dovrebbe chiudere un accordo con i sindacati del nostro territorio per promuovere nelle imprese l’apprendistato di I e III livello (per la qualifica e alta formazione) e aiutarle a sbrigare la complessità delle procedure – dichiara Davide Galli, Presidente di Confartigianato. D’altronde l’Associazione varesina ha sempre creduto nel sistema duale, dove la formazione sul lavoro effettuata in azienda si coniuga con l’istruzione professionale svolta a scuola. L’obiettivo finale è la crescita umana e professionale dell’apprendista secondo quanto chiedono le imprese. In piccolo, un nostro modello svizzero>.


Assicurazioni l’associazione Energia e gas Veicoli acquisto Veicoli noleggio Veicoli servizi

Ci sono tanti buoni motivi per associarsi. Qual è il tuo? Convenzioni, sconti, servizi, consulenze. Tutti in una tessera.

la tua impresa ha bisogno di una soluzione semplice

CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE

www.asarva.org

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

17


Grazie a convenzioni stipulate con importanti partners, Confartigianato Varese offre la possibilità alle imprese associate, ai loro collaboratori e ai loro familiari, di usufruire di sconti e trattamenti privilegiati. La gamma delle convenzioni spazia dalla consulenza assicurativa, ai veicoli commerciali, autovetture e motoveicoli, dai carburanti ai servizi di assistenza stradale, dalla biglietteria aerea alla consulenza telefonica e all’acquisto di buoni pasto.

Vigilanza e sicurezza

Viaggi

Veicoli noleggio Veicoli servizi

Veicoli carburante

Veicoli acquisto

Telefonia

Strumenti e utensili

Stage aziendali

Spedizioni

Servizi formativi

Salute

Norme tecniche

Noleggio piattaforme e materiali per l’edilizia

Energia e gas

Diritti musicali

Buoni pasto

Brevetti e marchi

Assistenza Extracomunitari

Assicurazioni

Apparecchi misurazione e taratura

Antinfortunistica

Abbonamenti

Ogni mese, su Artigiani Oggi scopri i vantaggi offerti dalle nostre convenzioni.

Con noi la tua impresa può risparmiare ogni giorno

Assicurazioni

Assicurazioni

Consulenza assicurativa, rc auto e rischi diversi e assicurazione casa

Consulenza assicurativa e rc installatori

La convenzione con ASSITECA Spa, è rivolta agli imprenditori associati, ai loro familiari e ai soci ANAP (Associazione Nazionale Anziani Pensionati) e offre un servizio di consulenza assicurativa gratuito e tariffe particolarmente vantaggiose per le seguenti coperture assicurative: » Assicurazione RC Automezzi » Assicurazione Auto Rischi Diversi E’ valida per le autovetture personali e gli automezzi aziendali, ad esclusione di taxi e autonoleggio. Per info: www.asarva.org/convenzioni/assiteca-rc-auto/ Inoltre offre tariffe particolarmente vantaggiose sulle polizze assicurative dell’abitazione. Per info: www.asarva.org/convenzioni/assiteca-assicurazione-casa/

18

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 07 Settembre 2014

La convenzione con ASSITECA Spa, è rivolta agli imprenditori associati e offre un servizio di consulenza assicurativa gratuito e la possibilità di sottoscrivere una polizza di Responsabilità Civile completa a condizioni economiche particolarmente vantaggiose. La polizza copre: » Danni provocati a terzi » Dipendenti dell’impresa Per info: www.asarva.org/convenzioni/assiteca-rc-installatori/

www.asarva.org


Assicurazioni

Veicoli acquisto Acquisto veicoli commerciali

Pulito assicurato Confartigianato offre un pacchetto di servizi denominato “Pulito assicurato” con lo scopo di fornire una tutela alle proprie lavanderie associate e copre: » Danni provocati a terzi » Dipendenti dell’impresa Il servizio, unico sul mercato e realizzata “su misura” per le imprese associate, permette di usufruire di considerevoli sconti rispetto ad altre proposte di mercato. Per info: www.asarva.org/convenzioni/pulito-assicurato/

La convenzione con Fiat Chrysler Automobiles Italy, offre alle imprese associate, la possibilità di acquistare veicoli commerciali nuovi di fabbrica del Marchio Fiat Professional usufruendo di sconti dall’11 al 29% sul prezzo di listino sui diversi modelli. Per info: www.asarva.org/convenzioni/fiat-professional/

Acquisto autovetture La convenzione con Fiat Chryserl Automobiles Italy, offre alle imprese associate, la possibilità di acquistare autovetture nuove di fabbrica dei Marchi Fiat, Alfa Romeo, Lancia e Jeep usufruendo di sconti dal 15 al 23% sul prezzo di listino a secondo del modello. Per info: www.asarva.org/convenzioni/fiat/

Energia e Gas Risparmio energia elettrica e gas La convenzione con C.En.P.I è rivolta alle imprese associate e assicura un supporto affidabile, professionale e continuo. Con l’ultima bolletta valutiamo il vantaggio reale di risparmio e il cambio di fornitore avviene senza alcuna interruzione di servizio o variazione, e non comporta costi aggiuntivi. Per info: www.asarva.org/energia/

Veicoli noleggio, acquisto e servizi

Acquisto autovetture e veicoli commerciali La Convenzione con Ford, offre alle imprese associate, condizioni speciali per l’acquisto di autovetture e veicoli commerciali: » Sconti dal 20 al 30% a secondo del modello dell’autovettura » Sconti dal 22 al 27% a secondo del modelli dei veicoli commerciali Per info: www.asarva.org/convenzioni/ford/

Acquisto autovetture e veicoli commerciali

Acquisto/noleggio autovetture e veicoli commerciali La convenzione con Terreni Elsauto offre alle imprese associate le migliori condizioni di fornitura relative ai modelli Citroen disponibili presso i centri di Varese, Nerviano, Busto Arsizio, Gallarate e Arona: » Sconti dal 17 al 33,5% per l’acquisto di veicoli commerciali » Sconto del 10% sulla manodopera per coloro che si avvarranno dei servizi d’officina Per info: www.asarva.org/convenzioni/citroen-terreni-elsauto/

La convenzione con Peugeot, offre alle imprese associate, le migliori condizioni di fornitura relative ai modelli Peugeot disponibili presso la concessionaria “Castiglioni e Grisoni srl” di Varese, Viale Auguggiari 108: » Sconti dal 17 al 33% per acquisto di veicoli commerciali » Sconti dal 17 al 28% per acquisto di autovetture Per info: www.asarva.org/convenzioni/peugeot/

www.asarva.org

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

19


Veicoli acquisto

Veicoli servizi Sostituzione e riparazione vetri di tutti i veicoli

Acquisto veicoli commerciali

La convenzione con Super Glass Gallarate, azienda affiliata DoctorGlass Group, è rivolta alle imprese associate, ai loro familiari e ai loro collaboratori e offre sconti per la sostituzione o riparazione dei vetri di tutti i veicoli con superficie vetrata sia in officina che in servizio mobile. Per info: www.asarva.org/convenzioni/doctor-glass/

Tutti gli aggiornamenti sono consultabili sul sito: www.asarva.org | Le convenzioni potrebbero subire modifiche o annullamenti nel corso dell’anno

La convenzione con Piaggio, offre alle imprese associate la possibilità di acquistare veicoli commerciali presso la rete italiana dei Concessionari del marchio Piaggio a condizioni esclusive. Per info: www.asarva.org/convenzioni/piaggio-veicoli-commercial/

CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE

Viale Milano, 5 - Varese Tel. 0332 256111| Fax: 0332 256200 | asarva@asarva.org | www.asarva.org SEGUICI SU:

20

C L

facebook.com/ArtigianiVarese

@ArtigianiVarese Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 07 Settembre 2014

F www.linkedin.com/company/confartigianato-imprese-varese w youtube.com/confartigianatoVA

www.asarva.org


Credito In-Cassa: smobilizzo crediti verso altre imprese dalla regione lombardia 200 milioni di euro per le piccole e medie imprese Con la nuova operazione Credito InCassa B2B, Regione Lombardia e Finlombarda S.p.A. introducono ulteriori agevolazioni a favore delle imprese lombarde. Regione Lombardia ha infatti approvato l’istituzione di una nuova linea di intervento finalizzata allo smobilizzo dei crediti vantati dalle micro, piccole, medie e grandi imprese lombarde verso altre imprese o altre tipologie di soggetto debitore, ad esclusione degli Enti locali.

A chi si rivolge Micro, piccole, medie e grandi imprese lombarde con sede legale e/o almeno una sede operativa in Lombardia.

Misura A – Liquidità per piccole e medie imprese. La Misura A agevola, tramite un Fondo di Garanzia di 20 milioni di euro a valere sul Fondo di Investimento Jeremie FESR, l’accesso delle micro, piccole e medie imprese lombarde a finanziamenti finalizzati allo smobilizzo dei crediti commerciali (attuali e futuri) vantati nei confronti di altre imprese e concessi dagli intermediari finanziari aderenti all’iniziativa.

Dotazione finanziaria Le risorse finanziarie, ammontano a 500 milioni di euro, di cui 200 milioni di euro a favore delle piccole e medie imprese (Misura A)

Caratteristiche dell’operazione Le singole linee di credito concesse dovranno avere importi compresi tra 10.000 euro e 1,5 milioni di euro. La garanzia resa disponibile da Finlombarda S.p.A. tramite il fondo Jeremie FESR coprirà l’80% del valore della linea di credito.

Scadenza e modalità di presentazione delle domande La domanda di partecipazione dovrà essere presentata esclusivamente online a partire dalle ore 10.30 del 29 gennaio 2015. Per info contattare: Consulenti credito presso le sedi di Confartigianato Imprese Varese Tel: 0332 256111 www.asarva.org/categoria/credito/ oppure rivolgersi direttamente a: infob2b@finlombarda.it Numero verde 800.131.151

Sconti per le imprese! Il Servizio Credito di Confartigianato Varese propone una scontistica per le imprese che sono interessate ad affiancare alla pratica di rinnovo degli affidamenti commerciali in scadenza nei prossimi mesi, garantiti da Artigianfidi Lombardia, un finanziamento a lungo termine. Alle imprese si applicherà una riduzione della commissione di garanzia pari al 15% sugli affidamenti da rinnovare e sul nuovo finanziamento. Lo sconto è utilizzabile purchè la nuova offerta complessiva sia di importo almeno uguale ai precedenti affidamenti garantiti da Artigianfidi, e qualora il finanziamento sia di importo almeno pari al 20% degli affidamenti precedenti.

(dal lunedì al venerdì dalle ore 08.00 – 20.00 e il sabato dalle 08.00 – 12.00)

Consulenti Quicredito Sede Varese - Luino - Gemonio

Emil Vittoria Grotto - Tel: 0332 256772 emilvittoria.grotto@quicredito.org

Sede Gallarate

Lagattolla Matteo - Tel: 0332 256619 matteo.lagattolla@quicredito.org

Sede Busto Arsizio

Carlo Enzo Montebello - Tele: 0332 256522 carloenzo.montebello@quicredito.org

Sede Saronno

Giada Pavan - Tel: 0332 256444 giada.pavan@quicredito.org

Sede Tradate

www.asarva.org

Marina Galli - Tel: 0332 256453 marina.galli@quicredito.org Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

21


L’artigiano che disegna denti in 3D LABORATORIO ODONTOTECNICO DI GAZZOLA LUCA Via Roma 11 21020 Brebbia (VA) Tel. 0332 971192

Utilizza tecnologie all’avanguardia come scanner e software di disegno 3D

A metà tra lo scultore e l’artigiano digitale, Luca Gazzola gestisce un laboratorio odontotecnico a Brebbia dove, insieme ad alcuni collaboratori e alle tecnologie più aggiornate, realizza protesi dentarie Lungimiranza e artigianalità. Sono queste le due colonne portanti del laboratorio protesico odontotecnico fondato a Brebbia da Luca Gazzola. Una “bottega” dotata delle più moderne tecnologie presenti sul mercato e dell’esperienza necessaria a un buon artigiano per eseguire un lavoro a regola d’arte. Un percorso cominciato quasi venti anni fa, quando Luca Gazzola decide di mettersi in proprio, guidato solo da un’idea e da una buona dose di intraprendenza.

Luca, perché ha deciso di lasciare un lavoro sicuro e mettersi in proprio? «Quando ho aperto il laboratorio, nel 2000, avevo alle spalle già 18 anni di lavoro e la voglia di essere più libero e di sperimentare le nuove tecnologie che si affacciavano sul mercato. Diciamo che sono stati questi i motivi che hanno fatto scattare la molla».

Cosa realizzate qui a Brebbia?

guarda il video su

www.youtube.com/user/confartigianatoVA L’impresa delle meraviglie

22

«Facciamo protesi dentarie. Un mestiere che impone una lavoro a stretto contatto con lo studio dentistico. Oggi lavorare bene significa lavorare in team. Il dentista deve fornire tutte le informazioni necessarie per la buona riuscita della protesi ed è proprio l’invio delle corrette informazioni che consente a noi di ave-

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

www.asarva.org

re quell’occhio di riguardo necessario per l’estetica del risultato finale e quindi della soddisfazione del paziente».

Quali sono le fasi del procedimento che da un’impronta portano alla realizzazione di una protesi? «Dopo i rilievi fatti al paziente, lo studio dentistico ci invia l’impronta del cavo orale. Quindi noi la sviluppiamo con un positivo. Fino a qualche anno fa si utilizzavano procedure e protocolli operativi complessi, mentre oggi con le sistematiche digitali e l’utilizzo di uno scanner ottico progettiamo il nostro manufatto in modo estremamente semplice e veloce. Dopo averlo disegnato tramite un software, inviamo il file della nostra protesi in un centro di fresaggio che realizza dal pieno, o con tecnologie di laser formazione, il pezzo richiesto. I materiali utilizzati possono essere una lega odontoiatrica, l’ossido di zirconio (un materiale metal free per rispondere alle intolleranze e alle allergie) resine acriliche e tanti altri. Abbiamo diverse possibilità merceologiche in base alle richieste che ci pervengono dallo studio dentistico».


Disegno 3D, scanner digitali, nuovi materiali. Una vera e propria rivoluzione. Come avete fatto a mantenere il passo? «Una grossa spinta motivazionale l’ha data, nel 2007, l’avvento dei software di disegno 3D Cad per il dentale. Negli ultimi quattro anni questa metodologia si è imposta, cambiando in modo radicale il settore odontotecnico».

Cosa ha significato per la sua impresa questo cambiamento? «Da una parte ha sicuramente semplificato e snellito il lavoro. Ma dall’altra ha anche richiesto degli investimenti in nuove tecnologie e un aggiornamento costante del personale. Un approccio che comunque era già nella nostra natura e che mi ha portato a diventare consulente esterno per una multinazionale del settore, per la quale tengo corsi e conferenze di aggiornamento e che mi consente di sperimentare materiali e tecnologie in anteprima».

Quante protesi individuali realizzate ogni anno? «Dipende. Direi che in media siamo attorno alle 500, 600 protesi individuali all’anno».

Quanti studi dentistici si rivolgono a voi?

estetica elevata. Un aspetto che ha molto a che fare con il saper fare artigiano».

Cioé? «Dopo il fresaggio della struttura interna, sopraggiunge un lavoro manuale di rivestimento estetico per ottenere il colore e la forma finale della protesi. È questo che intendo come lavoro artigianale, per cui è necessaria una grande competenza e preparazione».

Entrando nel suo studio ho notato due dipendenti giovani. È una casualità o una scelta precisa? «No, è stata una scelta. Diciamo che i ragazzi più giovani hanno più facilità nell’apprendimento e nell’utilizzo dei software. Abbiamo scelto di investire su di loro anche tramite corsi di formazione e aggiornamento. È stato comunque un bel cambiamento».

«Ad oggi circa una quindicina di studi odontoiatrici. Diciamo che a noi chiedono lavorazioni molto particolari o di www.asarva.org

Come sono stati assunti? «Proprio perché la scuola non è in grado di fornire tutti quegli strumenti idonei a una preparazione tout court, anche perché non riesce a seguire gli sviluppi delle nuove tecnologie, abbiamo deciso di assumerli con la formula dell’apprendistato».

A suo parere cosa fa di voi un’eccellenza? «Sicuramente il costante aggiornamento, gli investimenti continui, nonostante i margini siano sempre più ridotti, e infine la conoscenza dei materiali e il loro corretto utilizzo».

Da imprenditore quali difficoltà riscontra? «Nel mio settore la difficoltà maggiore è quella di restare competitivi su un mercato volubile e frammentario, dove da una parte viene richiesta una grande qualità e dall’altra un contenimento dei prezzi. Due aspetti non sempre facile da coniugare».

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

23


Quello che ci manca è l’inchiostro COMEC ITALIA SRL Piazzale del Lavoro, 149 21044 Cavaria (Va) Tel. 0331 219516 Fax 0331 216161 Sito: www.comec-italia.it

più di 20 anni fa la comec scommette sull’export, e oggi ha 10 filiali estere tra europa e stati uniti

la comec italia srl compie 45 anni. leader nel settore dello stampaggio a tamponi, ha conquistato il mondo con fantasia e altissima qualità.

La parola d’ordine, alla Comec Italia Srl al Centro Artigianale di Cavaria, è autonomia. Con i suoi 80 dipendenti, le 10 filiali estere (Spagna, Francia, Turchia con piccole partecipazioni societarie in quella negli Stati Uniti) e i 45 anni appena compiuti, la Comec rappresenta una gemma nel panorama dello stampaggio a tamponi. In Italia c’é solo un’altra impresa di riferimento in questo settore, e nella top ten mondiale l’azienda fondata nel 1970 dai fratelli Baggini – Walter e Edgardo – si colloca tra le prime cinque posizioni. Autonoma in tutto il ciclo produttivo e nella componentistica, l’unico prodotto che acquista è l’inchiostro: “Questo proprio ci manca – dice Baggini sorridendo – ma le miscele escono dal nostro laboratorio secondo i colori pantone che desiderano i clienti”. Per il resto il ciclo interno è completo: 2 ingegneri elettronici, 4 progettisti, reparti elettrici, meccanici e per la verniciatura, strutture per realizzazione dei tamponi in silicone, un ufficio tecnico e uno grafico per 6.000 metri quadrati di capannoni ad alto contenuto tecnologico.

24

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

www.asarva.org

E’ anche grazie a questo se negli ultimi anni la Comec ha capovolto il rapporto del fatturato tra estero e casalingo: il primo ormai occupa il 70% della produzione. Una scelta, quella di aprirsi sempre più all’export, presa dai Baggini più di 20 anni fa. L’Italia si è fatta sempre più piccola, mentre alla Comec a crescere è stato l’ufficio commerciale: Manuele, il figlio di Walter, ha studiato alla Scuola Europea e parla correntemente quattro lingue, Paola è italo-americana e controlla tutto il mercato inglese, Anastasia è russa e segue l’intero Est Europa mentre Michela si dedica all’Europa con particolare attenzione a Francia e Spagna. Clienti “gold” sono gli Stati Uniti, la Germania e la Polonia. Sono tutte quelle grandi industrie che si muovono negli elettrodomestici, nell’automotive, nel medicale e portano i nomi di Whirlpool, Zanussi, Bosch, Audi, Fiat, BMW. Oggi Baggini dice che la sua azienda “è una famiglia e l’anzianità media si aggira sui 30 anni di lavoro: nessuno se ne vuole andare. Ne sono orgoglioso: ho superato la soglia dei settant’anni, mio fratello Edgardo è più giovane di me di sedici anni e mio figlio Manuele ha se-


dici anni in meno di mio fratello. Diciamo che il passaggio generazionale, da noi, è stato morbido e continuo: senza fratture e inserendo in azienda giovani preparati e motivati”. Così la trasmissione dei saperi si appoggia morbidamente in azienda così come fanno i tamponi sui prodotti. Perché alla Comec Italia si stampa su ogni materiale: il segreto sta nella matrice e nello studio della superficie. Poi tutto è apparentemente semplice. Non lo era, però, quando Walter e Edgardo partecipano nel 1984 ad una prima fiera del settore a Boston: “Masticavamo l’inglese così come lo masticano un perito elettrotecnico e uno meccanico. In America avevamo portato macchine per un valore di 150 milioni di lire: tutte vendute. Capirai, un successo così è una bella spinta! Da allora non ci siamo mai fermati”. Da 45 anni la Comec Italia ricorda l’avventura a Boston e la scintilla che invece diede l’idea a Walter e ad un suo amico di provare con la stampa: “Dieci anni prima, a Disney World, scopriamo una macchina che stampa sulle magliette.

Dopo 20 giorni eravamo già in Germania dove avviene l’incontro che cambia la nostra vita: l’imprenditore che ha brevettato il pad printing. Dopo 45 anni, dopo aver brevettato in Italia il sistema di stampaggio e dopo aver inventato le macchine che stampano sulle palline da golf, siamo ancora lì con spirito di adattamento, curiosità e la voglia di vincere le nostre sfide”. Quelle di seguire il cliente in tutto il percorso, dalla commissione alla progettazione all’assistenza post-vendita: “In questi giorni tre miei collaboratori sono in Francia per avviare alcune macchine; a breve ne partirà una che www.asarva.org

stampa su 60.000 tappi in un’ora, poi abbiamo due gioielli: una utilizzata dalla Zecca di Canada, India, Svizzera (ma altre sono già in preparazione) e un’altra per la stampa in piano di immagini con una risoluzione grafica eccezionale”. Un processo, questo, che non ha fine: “Le macchine – conclude Baggini – mangiano tamponi, cliché e inchiostro. E noi sappiamo come sfamarle”.

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

25


Split payment: il Ministero definisce le modalità operative La Legge di Stabilità 2015 ha introdotto il cosiddetto “split payment” in base al quale l’Iva addebitata in fattura dal fornitore, viene versata direttamente dall’Ente pubblico destinatario della fattura all’Agenzia delle Entrate. Il Ministero dell’Economia ha emanato il Decreto con le modalità attuative del nuovo metodo di versamento dell’IVA.

Nuova Certificazione Unica dei compensi a terzi CUD) che gli altri redditi (per esempio di lavoro autonomo e “redditi diversi”) ad oggi certificati in forma libera. Nella Certificazione Unica confluiranno in un unico modello tutti i redditi corrisposti nel 2014

Durc, validità ridotta da 120 a 90 giorni nei lavori privati

Credito Iva 2014: novità per richiedere il rimborso

A partire dal 1° gennaio 2015 la validità del Durc (Documento unico di regolarità contributiva), nel settore dell’edilizia privata è tornata a 90 giorni. Il Dl 69/2013, che aveva reso omogenea la validità del Durc, ha anche stabilito che nel pubblico, come già nel privato, il documento non debba più essere richiesto per ciascuna fase dell’appalto, ma solo per le fasi fondamentali del contratto, come il pagamento del saldo, che necessita di un nuovo ulteriore Durc

Il credito Iva annuale, oltre ad essere utilizzato in compensazione può essere richiesto a rimborso. I contribuenti possono chiederlo soltanto in presenza di determinati requisiti ovvero in caso di cessazione dell’attività. Il Decreto “Semplificazioni” ha introdotto alcune significative novità, prevedendo casi di rimborsi di importi fino a € 15.000.

Per tutti gli approfondimenti: www.asarva.org/categoria/consulenzafiscale/ 26

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

Maurizio Salardi_Tel. 0332 256323 maurizio.salardi@asarva.org www.asarva.org

L’Agenzia delle Entrate ha precisato che fino all’11 febbraio 2015 gli operatori possono consegnare o inviare la dichiarazione d’intento al proprio cedente o prestatore, secondo le vecchie modalità cartacee (senza invio telematico all’Agenzia delle Entrate). Se relative esclusivamente ad operazioni effettuate dall’1.1 all’11.2.2015, non è richiesto l’invio all’Agenzia delle Entrate né da parte dell’esportatore abituale né da parte del fornitore. ultima ora

Con provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 15 gennaio 2015, è stata approvata la nuova la Certificazione Unica 2015 (CU2015) che i sostituti d’imposta dovranno utilizzare per attestare sia i redditi di lavoro dipendente e assimilati (finora riportati nel

Dichiarazioni di intento esportatori: precisazioni dal Ministero

Dal Milleproroghe in arrivo novità per le Partite Iva

La Camera ha dato il via libera alla fiducia chiesta dal Governo sul decreto legge Milleproroghe. Il testo ora passa al Senato per la conversione definitiva in legge entro pochi giorni: il decreto scade a fine febbraio. Le principali novità per le imprese, che approfondiremo quando saranno legge, riguardano: » Le Partite Iva: chi inizia l’attività nel corso del 2015, avendone i requisiti, potrà ancora adottare il vecchio regime dei minimi con imposta sostitutiva al 5%, » La gestione separata Inps: per gli autonomi iscritti alla gestione separata Inps, i contributi sono bloccati al 27%, » Equitalia: entro luglio si può concordare con il fisco un percorso di rientro dall’insolvenza, » Anticipo della quota degli appalti alle imprese aumentata al 20% » Imu e Tari: l’Imu secondaria viene rinviata, mentre per la Tari sono considerate valide solo le delibere emanate entro lo scorso 30 novembre 2014


Piccola mobilità: l’Inps sospende le note di rettifica Nelle scorse settimane, l’Inps ha inviato erroneamente le note di rettifica per il recupero dei benefici fruiti nei primi mesi del 2013 inerenti la piccola mobilità. Successivamente l’Inps, con il messaggio n. 717 del 30 gennaio 2015, ha invitato i datori di lavoro a

non tenere conto delle note di rettifica. Nel messaggio, l’Istituto rinvia ad una successiva comunicazione le modalità operative per poter procedere al recupero di quanto spettante da parte dei datori di lavoro.

Ccnl Area meccanica: accordo sull’apprendistato professionalizzante e l’Una Tantum Confartigianato, le altre associazioni datoriali e i sindacati hanno sottoscritto, in data 15 gennaio, un accordo che definisce la regolamentazione dell’apprendistato professionalizzante e l’erogazione di un importo a titolo di Una Tantum a copertura del biennio 2013-2014. Si tratta di un “accordo

ultima

ponte” con il quale viene messa a regime la regolamentazione dell’apprendistato professionalizzante e viene stabilita l‘erogazione di un importo a titolo di Una Tantum che copre economicamente, e definitivamente, il periodo di carenza contrattuale 1/1/2013 – 31/12/2014

Formazione apprendisti: le novità in Lombardia

Il Job Act ha introdotto l’obbligo, a carico della Regione/Provincia, di comunicare al datore di lavoro che assume con contratto di apprendistato professionalizzante la modalità di svolgimento della formazione entro 45 giorni dall’assunzione. La mancata comunicazione non comporta alcuna responsabilità del datore di lavoro in caso di inadempimento formativo, a meno che tale obbligo non sia esplicitamente previsto dal contratto collettivo.

ora

JOBS ACT: i decreti entrati in vigore

Il Consiglio dei Ministri di venerdì 20 febbraio ha approvato i Decreti attuativi del Jobs Act (Legge delega n. 183/2014) sul contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti e ai nuovi ammortizzatori sociali. E’ stato anche approvato lo schema del decreto legislativo sul riordino delle tipologie contrattuali e la revisione della disciplina delle mansioni. Le novità riguardano: il contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti, i licenziamenti individuali (reintegro e tutela risarcitoria con un focus sulle piccole imprese), licenziamenti collettivi, nuova assunzione sociale per l’impiego dal 1° maggio (NASPI), assegno di disoccupazione (ASDI), indennità di disoccupazione per i lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa e a progetto (DIS-COLL). Nei provvedimenti approvati dal Consiglio dei Ministri in via preliminare rientra invece la riforma delle tipologie contrattuali: contratti a termine, apprendistato e tempi di vita e di lavoro.

Per tutti gli approfondimenti: www.asarva.org/categoria/consulenzalavoro/ www.asarva.org

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

27


I corsi da non perdere Digital export: meno fiere, più digitale?

Progettazione 3D Rhinoceros 5 - Basic

OBIETTIVI Il corso intende: » Utilizzare il digitale come modo per compensare la presenza nelle fiere in Italia e all’estero » Posizionare correttamente la propria attività sulla Rete per renderla capace di produrre contatti qualificati » Osservare i modelli con i quali il sito Internet può generare valore per l’azienda e per i distributori locali CALENDARIO E ORARI 11 Marzo 2015 > 9.00 -13.00 / 14.00 -18.00 SEDE FABERLAB - Viale Europa 4/A - Tradate Costo: euro 150,00 + IVA

OBIETTIVI Far acquisire le competenze di base per progettare prototipi, prodotti, componenti di prodotto e, in generale, qualunque modello CAD, utilizzando Rhinoceros 5, uno dei modellatori free-form 3D più usati e versatili al mondo CALENDARIO E ORARI 9 e 16 Marzo 2015 dalle 16.00 alle 20.00 SEDE FABERLAB - Viale Europa, 4/A - Tradate Costo: euro 200 + IVA Per informazioni e iscrizioni: » rivolgersi agli Assistenti d’Impresa presenti nelle sedi di Confartigianato Varese » Tel. 0332 256111 - n. verde 800650595 » www.asarva.org/categoria/formazione/

In partenza a marzo e aprile 2015 LAVORATORI: CORSO OBBLIGATORIO SICUREZZA SPECIFICO ALTO RISCHIO

LAVORATORI: CORSO OBBLIGATORIO SICUREZZA SPECIFICO BASSO RISCHIO – PRODUZIONE

LAVORATORI: CORSO OBBLIGATORIO SICUREZZA SPECIFICO MEDIO RISCHIO

03-10-17/03/2015 08-15-22/04/2015 03/03/2015 08/04/2015 03-10/03/2015 08-15/04/2015 23/03/2015

PRIMO SOCCORSO – RINNOVO – GRUPPO A – AULA 13/04/2015 23/03/2015 PRIMO SOCCORSO – RINNOVO – GRUPPO B – AULA 13/04/2015 LAVORATORI: CORSO OBBLIGATORIO SICUREZZA SPECIFICO BASSO RISCHIO – SERVIZI RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI DELLA SICUREZZA 81/08 – AGGIORNAMENTO

28

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

20/04/2015 17-24/03/2015 21-28/04/2015 www.asarva.org

CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - BUSTO A. VIA F. BARACCA, 5 CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - VARESE VIA SANVITO SILVESTRO, 92 CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - BUSTO A. VIA F. BARACCA, 5 CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - VARESE VIA SANVITO SILVESTRO, 92 CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - BUSTO A. VIA F. BARACCA, 5 CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - VARESE VIA SANVITO SILVESTRO, 92 CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - VARESE VIA SANVITO SILVESTRO, 92 CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - BUSTO A. VIA F. BARACCA, 5 CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - VARESE VIA SANVITO SILVESTRO, 92 CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - BUSTO A. VIA F. BARACCA, 5 CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - VARESE VIA SANVITO SILVESTRO, 92 CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - VARESE VIA SANVITO SILVESTRO, 92 CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - BUSTO A. VIA F. BARACCA, 5


21-22/03/2015

FABERLAB - TRADATE VIALE EUROPA 4/A

01/04/2015

FABERLAB - TRADATE VIALE EUROPA 4/A

PROGETTAZIONE 3D RHINOCEROS 5 – ARCHITECTURE DESIGN

13 - 14/04/2015

FABERLAB - TRADATE VIALE EUROPA 4/A

STORYTELLING: RACCONTARE L’IMPRESA

16-23/04/2015

FABERLAB - TRADATE VIALE EUROPA 4/A

ARDUINO WORKSHOP – BASIC ORGANIZZA IL TUO TEMPO PER IL BUSINESS

CORSI SICUREZZA IN COLLABORAZIONE CON L’INAIL E L’OPTA/EBA DI VARESE CORSO RISCHIO VIBRAZIONI in collaborazione con EBA - PER ISCRIZIONI: TEL. 0331 670462

26/03/2015 – 09/04/2015

CORSO RISCHIO CHIMICO in collaborazione con EBA - PER ISCRIZIONI: TEL. 0331 670462

17-24/04/2015

CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - BUSTO A. VIA F. BARACCA, 5 CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - VARESE VIA SANVITO SILVESTRO, 92

Per tutti gli approfondimenti e gli aggiornamenti : www.asarva.org/categoria/formazione/

Carpenterie metalliche: la qualifica di saldatore Come si ottiene la qualifica di saldatore e qual è il ruolo del coordinatore alla saldatura? Il patentino di saldatura è il riconoscimento della professionalità del saldatore (secondo la norma ISO 96061:2013); tale qualifica è necessaria

per le aziende che vogliono essere in regola con le normative sulla qualità nella saldatura, attuando, presso l’azienda stessa, un controllo della produzione (FCP) conforme alla norma En 1090-1.

Strutture di acciaio e alluminio: la norma EN 1090-1 La norma armonizzata EN1090-1, volontaria già dal 1 dicembre 2010, è diventata obbligatoria il 1° luglio 2014. Per tutte le informazioni:

Possiamo accompagnare le imprese nell’iter delle autorizzazioni e della formazione dei lavoratori, fino alla certificazione finale secondo la norma EN 1090-1.

» Riccardo Colombo Garoni Servizio Sicurezza e ambiente Confartigianato Imprese Varese riccardo.colombo.g@asarva.org Tel. 0332 256252 www.asarva.org

Taglio illegale del legno: il Regolamento Eutur 995 L’Unione Europea ha riconosciuto la necessità di contribuire agli interventi in atto a livello mondiale per contrastare il fenomeno dello sfruttamento illegale del legno. Si colloca in questo contesto il Regolamento Eutur – Timber Regulation – n. 995/2010, entrato in vigore il 3 marzo 2013 in tutti gli Stati Membri e finalizzato a contrastare il commercio di legname e derivati di origine illegale. Per tutte le informazioni: » Matteo Campari Area Innovazione – Internazionalizzazione Confartigianato Imprese Varese matteo.campari@asarva.org Tel. 0332 256290

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

29


Partecipazione collettiva alla Fiera Heimtextil Russia – Mosca Dal 23 al 25 settembre 2015 si terrà a Mosca la 17a edizione di Heimtextil Russia, punto di incontro degli operatori di mercato del settore tessile interior e contract. Tra i gruppi di prodotti interessati: tende ed accessori, tessile per il bagno, tessile per il letto, tessile per la cucina, carte da parati, tappeti, tessili per decorazioni d’interno, etc. Si propone una partecipazione collettiva che dia la possibilità alle imprese di essere presenti in un mercato ancora importante con un impegno finanziario modesto. Scadenza adesioni, il 16 marzo 2015.

Progetto Skandia 2015 Obiettivo: mettere in contatto produttori italiani di abbigliamento (esterno uomo, donna e bambino) che siano disposti a lavorare in private label, con marchi della moda svedese e di altri paesi scandinavi (Norvegia e Danimarca), promuovendo la qualità della produzione e della sartoria italiana. Richiesti anche tessuti tradizionali (la lana e seta) o il cotone made in Italy. Il progetto si prolungherà durante tutto il 2015 con l’organizzazione di una serie di iniziative che andranno a coinvolgere le imprese varesine.

Hong Kong Gift Premium Fair dal 27 al 30 aprile 2015 L’ICE organizza la partecipazione italiana alla manifestazione Hong Kong Gift Premium Fair che si terrà ad Hong Kong dal 27 al 30 aprile 2015. La manifestazione riguarderà l’articolo da regalo: prodotti e accessori di bellezza, gioielli e accessori moda, boutique di lusso, decorazioni di Natale, articoli da viaggio, packaging, articoli per le feste, cornici e foto, occhiali, cartoleria, prodotti per la persona, ecc. Il costo minimo di partecipazione con uno stand preallestito base è di 5.260 dollari.

30

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

www.asarva.org

Per tutte le informazioni: » Matteo Campari Area Innovazione – Internazionalizzazione Confartigianato Imprese Varese matteo.campari@asarva.org Tel. 0332 256290

Per tutti gli approfondimenti: www.asarva.org/categoria/export/


triibù

VI CUCIAMO ADDOSSO COPERTURE ASSICURATIVE SU MISURA COSI’ DA OFFRIRVI LA SOLUZIONE IDEALE.

RC AUTOMEZZI LE MIGLIORI TARIFFE PER L’AUTO PERSONALE E PER I VEICOLI AZIENDALI.

ASSICURAZIONE CASA PER PROTEGGERE LA VOSTRA CASA E IL SUO CONTENUTO.

RC INSTALLATORI PER TUTELARE I DIPENDENTI E I DANNI PROVOCATI A TERZI, OLTRE A TANTE SOLUZIONI PER OGNI VOSTRA ESIGENZA.

CONVENZIONE ASSICURATIVA ESCLUSIVA PER GLI ASSOCIATI CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE • CONSULENZA GRATUITA PER LA VALUTAZIONE DELLE POLIZZE IN CORSO. • RICERCA DELLE SOLUZIONI ECONOMICHE PIÙ VANTAGGIOSE SUL MERCATO. • COPERTURE SPECIFICHE PER IL SETTORE DI ATTIVITÀ. • GESTIONE TOTALE DELLE POLIZZE, DELLE SCADENZE E DEI SINISTRI. www.asarva.org Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità (AREA CONVENZIONI) WWW.ASARVA.ORG TEL 0332 256111n. 01 Gennaio/Febbraio 2015

31


Novità di settore Seminario: L’export per il settore agroalimentare ALIMENTAZIONE

L’export per il settore agroalimentare Lunedì 16 marzo 2015 – ore 18.00 Confartigianato Imprese Varese - sede di Saronno Via Sampietro, 112

Il settore agroalimentare italiano è un’eccellenza. Ma come si conquistano nuovi mercati? Il seminario, aperto a tutte le imprese interessate, darà tutte le risposte anche a chi non ha mai operato con i mercati esteri.

Il seminario si baserà sull’intervento di specialisti dello Studio D’Antonio su » andamento dell’export italiano del settore, » focus sui mercati più interessanti » indicazioni operative su come iniziare ad operare. Durante l’incontro sarà anche possibile prenotare incontri individuali per un confronto su esigenze specifiche.

Per partecipare: compilare il modulo su www.asarva.org/ oppure contattare Matteo Campari - tel. 0332 256290 – matteo.campari@asarva.org

cerco / vendo / offro » gli annunci attività Vendo (o do in gestione) recentissima attività di parrucchiere in Busto Arsizio su via di passaggio. Metri quadri 105, 3 lavaggi, 7 postazioni lavoro. Tutto nuovo e a norma di legge. Per info: tel. 347 4263067 Cedesi avviata attività laboratorio prodotti da forno della puglia in Cocquio Trevisago (Va). Portafoglio clienti (supermercati) e macchinari inclusi per continuare a lavorare da subito. Per info: tel. 366 4557046 (Emanuele) fax 0332 701236

Per i tuoi annunci: fax 0332 256300 - team.comunicazione@asarva.org

LAVORO Medico nutrizionista docente lingue e Haccp cerca impiego. Per info: 340 5152476 (Manuela) Ditta di Gallarate, impegnata nel settore della videosorveglianza e telecomunicazioni cerca agente commerciale per la zona Nord del Piemonte. Per info: tel. 3457976878 Luca

Immobili commerciali A Gornate Olona vendiamo laboratorio artigianale di mq 300 su 2 piani e magazzino esterno di mq 60 con annessa abitazione padronale di mq 200 e a piano terra locale indipendente attrezzato ad uso ufficio e servizio. Per info: tel. 335 6152941

Cerco lavoro come operaio (campo edile) Per info: 340 5152476 (Nello)

Attrezzature Cedesi mezzo pesante autotreno 440 q.le 2011. Subentro leasing. Per info: tel. 3346644286

IMPRESA CERCA IMPRESA Padroncino con pluriennale esperienza regolarmente iscritto con tutte le predisposizioni di legge, con furgone frigo isotermico capienza di 7 pallet e portata di kg. 600 offresi a ditte serie per la distribuzione della merce in generale alimentari (freschi e non). Per lavoro continuativo o saltuario. Per info: tel. 339/5476065

32

Per cessazione attività lavorazione meccanica materie plastiche offriamo tavolo incollaggio con pistola ionizzante-lucidatrice a fiamma, distillatore iraq, trapano da banco, taglierina a nastro orizzontale, unità lineari di riscaldamento, muletto transpallet, etichettatrice datasystem completa di software e accessori, arr. magazzino, utensili e minuteria varia. Per info: tel. 335 6152941

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

www.asarva.org


formazione

SOCIAL

IMPRESA

PRIMI PASSI NEI SOCIAL

3

Un altro passo, il terzo – i primi due li trovate nei numeri di dicembre e gennaio/febbraio della rivista - nel mondo di : in questa puntata vi diamo qualche spunto utile per organizzare gli argomenti e le fonti da dove attingere le news per tenere sempre fresca e aggiornata la vostra pagina. E anche qualche consiglio per promuoverla (a pagamento).

C

Come trovare idee e gestire le fonti Il contenuto è la parte più importante di una strategia social. Nel piano editoriale, di cui abbiamo parlato nello scorso numero, abbiamo messo a fuoco quali possono essere le esigenze, gli interessi, le curiosità del pubblico a cui ci rivolgiamo: questi sono i contenuti prioritari che non bisogna mai perdere di vista. Ma ci possono essere anche altri contenuti utili per incuriosire e tenere legati i fan. Alcuni esempi: » le ricorrenze e gli anniversari dell’azienda: può essere l’occasione per raccontare la storia, magari a puntate, della propria attività, » il racconto di come nasce un prodotto, utilizzando, soprattutto, video e immagini, » date e ricorrenze curiose e originali, » le citazioni, al momento giusto e senza esagerare, » i ringraziamenti al pubblico che ci segue e che è venuto a trovarci, » sondaggi, premi, promozioni, coupons, » rubriche settimanali e focus su argomenti specifici. Veniamo ora alla gestione delle fonti dei contenuti dei post. Dove trovo news aggiornate? Come le tengo monitorate per non lasciarmele scappare? Avere un buon metodo e dotarsi degli strumenti adatti è fondamentale per rendere la fase di raccolta ordinata e proficua. Ecco alcuni strumenti utili che Google ci mette a disposizione gratuitamente. » Google Trends (www.google.com/trends/): serve per analizzare quali sono i contenuti più ricercati o che si trovano nelle prime posizioni di ricerca di Google.

» Google Alerts (https://www.google.it/alerts): molto utile per non perdere mai nessun aggiornamento su temi che potrebbero interessare i nostri fan. Ad esempio, possiamo ricevere aggiornamenti in tempo reale su un temi, argomenti, prodotti e strumenti utili per il nostro business. » Strumenti per Parole Chiave (https://adwords.google. it/KeywordPlanner): serve principalmente per trovare le parole chiave giuste per poter pianificare delle campagne web efficaci su Google. Non dimentichiamo infine i tanti siti “aggregatori” come Feedly (https://feedly.com) che ci permettono, appunto, di raccogliere in un unico luogo tutte le news dei siti o dei blog che vogliamo seguire e di cui non vogliamo perdere gli aggiornamenti.

Fare pubblicità su Facebook

C

Su è possibile creare un’inserzione pubblicitaria e fare in modo che il nostro pubblco la veda, la clicchi, la condivida, interagisca . E’ possibile promuovere la pagina aziendale per aumentare il numero di fan (“Crea pubblico”). Si può scegliere la tipologia di pubblico selezionandolo per luogo, interessi età e budget. E’ possibile anche mettere in evidenza un post o un evento, anche qui selezionando pubblico e decidendo il budget. Le inserzioni su sono a pagamento. Il costo dipende dalla dimensione del pubblico e dal budget. In generale quando si decide di fare un’inserzione vale il consiglio che più è accurata la definizione del pubblico meno è necessario un investimento alto: - euro a disposizione = + alto il tasso di profilazione. Quuindi è buona regola non promuovere un solo post che vada bene per tutti: meglio crearne diversi per pubblici diversi. Sarà più facile ottenere il risultato di generare contatti e interazioni.

C

Per imparare a utilizzare Facebook e gli altri social organizziamo corsi pratici a cui è possibile iscriversi sul sito: www.asarva.org/corsi/social-media/ seguici su:

C facebook.com/ArtigianiVarese L @ArtigianiVarese

w youtube.com/confartigianatoVA F www.linkedin.com/company/confartigianato-imprese-varese

www.asarva.org

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 10 Dicembre 2014

33


Salute protetta

Proteggi la tua salute e risparmia con le nostre formule esclusive. Per te e i tuoi familiari

BUSINESS

PERSONA

BUSINESS SMART

VIVI PERSONA

Per l’imprenditore che vuole garantirsi una copertura per ricoveri e assenza dal lavoro (inabilità temporanea)

Per chi vuole fare prevenzione risparmiando

18/45 anni

160 euro

46/74 anni

190 euro

Un piccolo investimento che si ripaga già con 1 ticket esame del sangue + 2 sedute fisioterapiche

BUSINESS PLUS Per l’imprenditore che vuole un’assistenza e tutela sanitaria completa (dal ricovero alla prevenzione) 18/45 anni

250 euro

46/74 anni

300 euro

18/45 anni

120 euro

46/60 anni

160 euro

Un piccolo investimento che si ripaga già con 1 visita specialistica privata + 1 ticket esame del sangue

VIVI SENIOR Per chi vuole vivere una terza età serena 61/74 anni

Un piccolo investimento che si ripaga già con 1 visita specialistica privata + 1 seduta fisioterapica + 1 ticket diagnostica

190 euro

Un piccolo investimento che si ripaga già con 1 visita specialistica privata + 1 ticket esame del sangue + 1 iniezione domiciliare

TUTELA INFORTUNI o GRANDI INTERVENTI Per l’imprenditore che vuole tutelarsi da infortuni. (Da abbinare alle Formule Business Smart e Business Plus)

Per info: MOA - Società di Mutuo Soccorso Alessia Moro - Tel. 0332 256328 alessia.moro@asarva.org 34

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

www.asarva.org

Scopri tutti i vantaggi su: www.asarva.org/categoria/sanita-integrativa-moa/


Scadenze marzo 2015 02 TIPOGRAFIE AUTORIZZATE E RIVENDITORI DI STAMPATI FISCALI - Termine per l’invio telematico dei dati delle forniture di stampati fiscali effettuate nell’anno 2014 COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA - Presentazione dichiarazione IVA sintetica con riferimento all’anno 2014 COMPENSI A TERZI - Consegna certificazioni a percipienti Invio telematico DENUNCE MENSILI UNIEMENS gennaio - ditta e lavoratori dipendenti, parasubordinati, associati in partecipazione (esclusi agricoli e colf) INAIL - Termine ultimo per la presentazione della domanda di riduzione delle retribuzioni presunte per l’anno 2015. INAIL - autoliquidazione, denuncia delle retribuzioni 2014. 04 CONTABILITÁ E ASSISTENZA FISCALE - Termine ultimo consegna documentazione relativa al mese di FEBBRAIO

09 MODELLO CU 2015 - Consegna certificazione dei redditi di lavoro dipendente anno 2014 CERTIFICAZIONE UNICA invio telematico all’agenzia delle entrate 13 AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE - Ritiro cedolini 16 SCF – DIRITTI DISCOGRAFICI - Termine per il pagamento dei diritti SCF Diffusioni Musicali per i diritti discografici – Esercizi Commerciali – Esercizi Artigiani Invio telematico VERSAMENTO UNITARIO F24 - delle imposte (lavoro dipendente - ritenute IVA - contribuenti mensili - imposte sostitutive) e dei contributi, relativi al mese precedente, dovuti all’lNPS (contributi previdenziali e assistenziali - contributo dei CO.CO.CO. e Co. Co.pro), FONDO EST, ELBA, SAN.ARTI,CADIPROF, EBIPRO, ENTE BILATERALE TERZIARIO PUBBLICI ESERCIZI E TURISMO – contributi INPS per lavoro dipendente agricolo (III trimestre 2014)

16 IVA – versamento del saldo risultante dalla dichiarazione annuale 2014 SOCIETÁ DI CAPITALI - Versamento della tassa annuale di capitali per la bollatura dei registri (Cod. 7085) 20 CASSA EDILE – Denunce contributive aziende edili AGRIFONDO - Scadenza versamento febbraio FONDAPI - Versamento contributi mesi di gennaio e febbraio 25 IVA COMUNITARIA - Presentazione degli elenchi INTRASTAT mese di febbraio per contribuenti con periodicità di invio mensile ENPAIA - Denuncia delle retribuzioni, impiegati agricoli e pagamento contributi 31 CASSA EDILE - Versamento contributi periodo febbraio AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE - Termine ultimo consegna foglio ore mese di MARZO Invio telematico DENUNCE MENSILI UNIEMENS febbraio - ditta e lavoratori dipendenti, parasubordinati, associati in partecipazione (esclusi agricoli e colf) CAIT - Consegna D.A.M. mese precedente

Scadenze aprile 2015 07 CONTABILITÁ E ASSISTENZA FISCALE - Termine ultimo consegna documentazione relativa al mese di MARZO 10 DIRIGENTI D’AZIENDE COMMERCIALI - Versamento 1° trimestre contributi fondi Negri, Besusso e Pastore CONTRIBUTI COLF E CASSACOLF - Versamento 1° trimestre PRESENTAZIONE ELENCO CLIENTI FORNITORI (SPESOMETRO) ANNO 2014 per contribuenti con liquidazione iva mensile 14 AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE - Ritiro cedolini 16 Invio telematico VERSAMENTO UNITARIO F24 - delle imposte (lavoro dipendente - ritenute IVA - contribuenti mensili - imposte sostitutive) e dei contributi, relativi al mese precedente, dovuti all’lNPS (lavoratori dipendenti e contributo dei CO.CO. CO. / Co.co.pro / associazioni in partecipazione), versamento a FONDO EST, ELBA, SAN.ARTI CADIPROF, EBIPRO, ENTE BILATERALE TERZIARIO PUBBLICI ESERCIZI E TURISMO - SANILOG

16 FONDO PENSIONE FONTE - Scadenza versamento contributi 1° trimestre COPERLAVORO - Scadenza versamento contributi 1° trimestre FONDO PENSIONE BYBLOS - Scadenza versamento contributi 4° trimestre anno precedente 20 PRESENTAZIONE ELENCO CLIENTI FORNITORI (SPESOMETRO) ANNO 2014 per contribuenti con liquidazione iva trimestrale FONDO INTEGRATIVO COMETA - Scadenza versamento 1° trimestre PREVINDAI - Versamento contributi dirigenti industriali 1° trimestre AGRIFONDO - Scadenza versamento marzo CASSA EDILE - Presentazione denunce contributive aziende edili 27 IVA COMUNITARIA - Presentazione degli elenchi INTRASTAT mese di marzo per contribuenti con periodicità di invio mensile e 1° trimestre 2015 per i contribuenti con periodicità di invio trimestrale

www.asarva.org

27 ENPAIA - Denuncia delle retribuzioni, impiegati agricoli e pagamento contributi 30 CASSA EDILE - Versamento contributi periodo marzo INPS - Denuncia contributiva telematica operai agricoli (gennaio-marzo) AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE - Termine ultimo consegna foglio ore mese di APRILE Invio telematico DENUNCE MENSILI UNIEMENS marzo - ditta e lavoratori dipendenti, parasubordinati, associati in partecipazione (esclusi agricoli e colf) RIDUZIONE ACCISA AUTOTRASPORTO - Termine ultimo per la presentazione delle domande di rimborso alla Circoscrizione Doganale relative al I° trimestre 2015 CAIT - Consegna D.A.M. mese precedente

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

35


COMPRA DOVE VUOI, L’ASSISTENZA SIAMO NOI

TU HAI BISOGNO DEI MIEI TECNICI

DA 20 ANNI RIPARIAMO ED INSTALLIAMO NE ABBIAMO SEI A TUA DISPOSIZIONE

1362 CLIENTI SODDISFATTI SI AFFIDANO A NOI

SOPRALLUOGHI GRATUITI PER GLI ASSOCIATI

CHIAMACI, USCIAMO A 59 59€ €/ORA ANCHE IN 1 ORA SCONTI PER GLI ASSOCIATI

RICAMBI, SCHEDE E CONSULENZA IN NEGOZIO

TecnoBit S.r.l. · Via Manzoni 36/A · 21018 · Sesto Calende (VA) Tel. +39 0331 964446 · Fax +39 0331 949567 · Cell. +39 327 2142089 info@tecnobit.it 36

www.tecnobit.it

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

www.asarva.org

Profile for Confartigianato Imprese Varese

Artigiani Oggi - Marzo 2015  

Rivista mensile di Confartigianato Imprese Varese

Artigiani Oggi - Marzo 2015  

Rivista mensile di Confartigianato Imprese Varese