Page 1

Mensile di informazione dell’Associazione Artigiani della Provincia di Varese - Confartigianato

N. 03

OBIETTIVO professionalità

EXPO-RT TI STA CERCANDO: FATTI TROVARE

Spedizione in A.P. - 45% - art. 2 - comma 20/B L. 662/96 - art. 1 e art. 2 DPCM 24/02 - DC Varese - euro 0,25

Aprile 2015 - anno XIV

Artigianioggi


SOMMARIO APRILE 2015 seguici su:

C L

facebook.com/ArtigianiVarese @ArtigianiVarese

w youtube.com/confartigianatoVA

F

www.linkedin.com/company/ confartigianato-imprese-varese

Mensile di informazione dell’Associazione Artigiani della Provincia di Varese Viale Milano, 5 - Varese Tel. 0332 256111 - Fax 0332 256200 www.asarva.org - asarva@asarva.org INVIATO IN OMAGGIO AGLI ASSOCIATI Autorizzazione Tribunale di Varese n. 456 del 24/01/2002 Presidente - Davide Galli Caporedattore - Davide Ielmini Progetto grafico - Simona Caldirola Impaginazione - Stefania Campiotti e Simona Caldirola Hanno collaborato: Roberta Brambilla, Lucia De Angeli, Giuseppe Aletti, Maurizio Salardi, Giulio Di Martino, Umberto Rega, Monica Baj, Livio Lazzari, Matteo Campari, Lucia Pala. Stampa Grafica Lavenese - Laveno Mombello Tiratura 13196 copie Questo numero di “Artigiani Oggi - Obiettivo Professionalità” è stato chiuso il 02 aprile 2015. Il prezzo di abbonamento al periodico è pari a euro 28 ed è compresa nella quota associativa. La quota associativa non è divisibile. La dichiarazione viene effettuata ai fini postali.

L’editoriale di Emmanuele Massagli ................................................................................................................. Il punto - Expo-RT Expo-RT ti sta cercando: fatti trovare ................................................................................................................... L’associazione Lavorare in Svizzera si può. Scoprite come .......................................................................................................... Giovani in azienda: task force tra Confartigianato e sindacati ............................................................................... Con il Jobs Act nessun pregiudizio sull’imprenditore ............................................................................................ Faberlab: un anno di scommesse vinte ................................................................................................................ Confartigianato Varese e PWC: il digital manufacturing non è mai stato così vicino!.............................................. Arduino: la parola a chi l’ha provata ..................................................................................................................... A scuola con i ragazzi che sognano in 3D ............................................................................................................ Open innovation: dall’ape alla ranocchia .............................................................................................................. Tassa rifiuti: 60mila euro risparmiati dalle imprese .............................................................................................. Calendario eventi in programma a marzo ............................................................................................................. Speciale Convenzioni ........................................................................................................................................ Credito Innovalombardia: 1 miliardo per la ricerca e l’innovazione.................................................................................... Smart&Start: finanziamenti per start-up innovative .............................................................................................. Affidamenti più finanziamenti: sconti sulle commissioni ....................................................................................... Impresa e territorio Every pack, la amazon che pensa all’artigiano ..................................................................................................... Easydur, la precisione a più dimensioni ................................................................................................................ Fisco Il decreto milleproroghe è legge ........................................................................................................................... Semplificata la compilazione dei modelli intra-servizi .......................................................................................... Abolizione del segreto bancario tra Italia e Svizzera ............................................................................................. Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali nuovi ................................................................................ Contributi IVS 2015 per artigiani e commercianti ................................................................................................. Lavoro TFR in busta paga: in vigore il decreto ................................................................................................................. I minimi di retribuzione 2015 ............................................................................................................................... Autoliquidazione: ufficiale lo slittamento a fine febbraio ....................................................................................... Contratti di solidarietà: mancato rifinanziamento .................................................................................................. Formazione I corsi da non perdere .......................................................................................................................................... Export SKANDIA: la Svezia a caccia del Made in Italy ...................................................................................................... Contributo per la partecipazione a fiere internazionali in Italia e all’Estero ............................................................ Export: il nostro servizio ....................................................................................................................................... Ambiente Sicurezza: quando si deve fare il DVR?................................................................................................................. Rifiuti pericolosi: le novità dal 1° giugno 2015...................................................................................................... Lavanderie: nel 2015 scadono le autorizzazioni alle emissioni.............................................................................. Sistr, sanzioni e operatività. Le scadenze in evidenza ........................................................................................... Verifiche impianti termici ..................................................................................................................................... Novità di settore ................................................................................................................................................

3 4 6 8 9 10 12 12 13 14 15 16 17 21 21 21 22 24 26 26 26 26 26 28 28 28 28 30 32 32 32 33 33 33 33 33 32

Scadenze............................................................................................................................................................ 35

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA » Mutua Ospedaliera Artigiani Società di Mutuo Soccorso Si comunica che i Soci della Mutua Ospedaliera Artigiani - Società di Mutuo Soccorso, sono convocati in Assemblea ordinaria, ai sensi del vigente Statuto Sociale, in prima convocazione Domenica 26 aprile 2015 alle ore 23.30 ed in seconda convocazione Lunedì 27 aprile 2015 alle ore 18.30 presso la Sala Turri (3° piano) presso Confartigianato Imprese Varese, Viale Milano 5.

Per informazioni tel. 0332 256 111 - fax 0332 256351 In caso di impedimento provveda a compilare la seguente delega ed a consegnarla presso gli uffici di Confartigianato Imprese Varese.

Si discuterà il seguente ordine del giorno:

Sig. ___________________________________________________ a rappresentarlo all’Assemblea

» Approvazione Redinconto 2014 Ai sensi dell’art.16 del vigente Statuto Sociale, ciascun socio può farsi rappresentare da un altro socio munito di delega scritta. Nessun socio può rappresentare più di un altro socio. Presso la Sede della MOA è disponibile il materiale relativo all’ordine del giorno. 2

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

Il sottoscritto ___________________________________________ delega il Socio della M.O.A.

ordinaria dei Soci

per Domenica 26 aprile 2015 (prima convocazione) - ore 23.30 per Lunedì 27 aprile 2015 (seconda convocazione) - ore 18.30

www.asarva.org Data _______________________

Firma ______________________________


L’editoriale di Emmanuele Massagli

Su questo numero ospitiamo il Presidente di ADAPT Emmanuele Massagli per una riflessione su come sta cambiando, e dovrà cambiare, il mercato del lavoro.

IL JOBS ACT ALLA PROVA DELLA REALTÀ Siamo a metà del percorso riformatore inaugurato dalla legge delega n. 183 del 2014 conosciuta come Jobs Act. Entro il 10 giugno dovranno essere trasmessi alle Commissioni competenti di Camera e Senato tutti i decreti legislativi attuativi dei principi di delega. Entro fine luglio, quindi, al netto di possibili ritardi sarà chiusa questa fase di innovazione del nostro diritto del lavoro. A metà del guado è ragionevole abbozzare qualche primo giudizio su quanto si è visto, utile per orientare anche quanto si vedrà. Ad oggi sono vigenti due decreti legislativi: quello recante la disciplina del contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti (di gran lunga il contenuto più noto di tutto il Jobs Act) e quello relativo ai sussidi in caso di disoccupazione - ovvero la Nuova ASpI (NASpI), l’assegno di disoccupazione (ASDI), l’indennità di disoccupazione per i collaboratori coordinati e continuativi (DIS-COLL) – e al contratto di ricollocazione. Noti per ora solo in schema i decreti sul riordino delle discipline contrattuali, la revisione delle mansioni e le misure per la maternità e conciliazione. E’ indubbio che il nuovo contratto a tempo indeterminato, ovvero il c.d. tutele crescenti, segni un momento di svolta per il nostro diritto del lavoro che, superando il tabù della rigida protezione dell’impiego contenuta nell’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori del 1970, entra in pieno, seppure in ritardo, nella modernità del mercato del lavoro, sempre più caratterizzato da percorsi di lavoro dinamici e diversi, e sempre meno da posti di lavoro uguali per tutta la vita.

www.asarva.org

Tale passaggio culturale interessa tutti, anche gli imprenditori, che per ragioni dimensionali non hanno mai applicato l’articolo 18 e che sono probabilmente molto più incoraggiati ad assumere, in questo periodo, dal generoso esonero contributivo previso dalla Legge di Stabilità per tutti gli assunti a tempo indeterminato nel corso del 2015. Si tratta di una fase epocale tanto per gli imprenditori e i lavoratori, quanto per le istituzioni. E’ proprio questo il fronte più esposto, più debole, dello schieramento riformatore. Se da una parte è infatti ragionevole il tentativo di leggere il nuovo mercato del lavoro adattando la flexicurity nordeuropea alle caratteristiche della situazione italiana, dall’altra sono attualmente note solo le novità relative alla (maggiore) flessibilità e non anche alle politiche attive e passive, ovvero alla componente “sicurezza”. Nei prossimi tre mesi è necessario che si “chiuda il cerchio” e si porti in equilibrio tutto il disegno riformatore, perché non si scarichino sui lavoratori e sulle imprese i costi della maggiore flessibilità, che è tanto necessaria solo se sostenibile. Se il Legislatore avrà la progettualità e la forza (anche politica) di garantire questo equilibrio, il Jobs Act potrebbe davvero diventare un prezioso acceleratore di ripresa. Quella ripresa che è solo una dimensione economica e non certo normativa, sebbene la storia d’Italia sia piena di esempi di cattive leggi che hanno rallentato le imprese e, quindi, tutto il Paese.

Emmanuele Massagli Presidente ADAPT @EMassagli

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

3


EXPO-RT

Expo-Rt ti sta cercando: fatti trovare Sei mesi di incontri a Milano in via Tortona per conoscere i tuoi potenziali clienti esteri. Per la prima volta Confartigianato e Ice portano il mondo nelle imprese artigiane varesine Come mostrare il meglio del made in Italy durante Expo 2015? Confartigianato Imprese e Ice (l’agenzia per la promozione e l’internazionalizzazione delle imprese italiane) lanciano un progetto, il primo di questo genere in Italia, per dare risalto alle imprese artigiane del settore della meccanica, dell’arredo, del legno, dell’agroalimentare, della moda e delle costruzioni. L’iniziativa è ritagliata su misura delle imprese di piccola dimensione e prevede una serie di incontri che si articoleranno per tutta la durata dell’esposizione universale, da maggio a ottobre 2015. Un fitto calendario di appuntamenti tra potenziali clienti esteri e imprenditori artigiani, che si troveranno nell’accogliente e centralissima sede milanese predisposta da Confartigianato per Expo 2015, in via Tortona 32. Nell’Italian Makers Village di via Tortona, le imprese artigiane avranno modo di incontrare in appuntamenti B2B gli operatori provenienti dai mer4

cati target individuati da Ice e Confartigianato Imprese. Tra le adesioni già pervenute quelle di Cina, Usa, Russia, Germania, Belgio, Olanda, Danimarca, Francia, Austria, Polonia, Estonia, Lituania, Paesi del Golfo persico ed Emirati Arabi Uniti, Kazakistan, Uzbekistan, Kyrgystan, Georgia. Durante gli incontri le imprese saranno assistite da interpreti e da funzionari Confartigianato. «Il progetto Expo-Rt - racconta Matteo Campari dell’ufficio internazionalizzazione di Confartigianato Imprese Varese - mette a disposizione delle imprese una rete di sinergie tra Connfartigianato e Ice. I profili delle imprese da Confartigianaato, saranno inviati agli uffici Ice all’esteero, cioè nei paesi di provenienza dei buuyers. A loro volta gli uffici Ice all’estero ro confermeranno l’interesse per il settore re e tipologia di impresa e provvederanno no a tradurre i profili dall’italiano all’ingleese, verificarne l’idoneità e inviarli ai buu-

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

www.asarva.org

yers potenzialmente interessati. Il nostro compito sarà di facilitare un flusso di informazioni utili a dare evidenza, catturare l’interesse e facilitare la conclusione di accordi d’affari per tutta la durata del periodo di Expo 2015. Per questo motivo le imprese di Confartigianato Varese sono invitate a compilare ed inviarci prima possibile il loro company-profile, il loro identikit, con informazioni chiare e precise. L’occasione è davvero unica per promuovere il saper fare artigiano e attirare gli operatori da tutto il mondo che sono attratti dalla qualità Made in Italy»..


CALENDARIO INCOMING presso l’Italian Makers Village in Via Tortona, 32/A - Milano

11-15 MAGGIO KAZAKISTAN / UZBEKISTAN / KYRGYZSTAN / GEORGIA / MAROCCO

Arredo d’interni per grandi strutture abitative private o pubbliche (alberghi, villaggi turistici, palazzi, uffici, ospedali e aziende; Serramenti. 18-22 MAGGIO UE / FEDERAZIONE RUSSA E REPUBBLICHE CENTRO ASIATICHE

Meccanica 25-29 MAGGIO UE (GERMANIA, BELGIO, OLANDA E DANIMARCA FEDERAZIONE RUSSA)

Agroalimentare (vino, prodotti da forno, cioccolato, sott’olio, riso, prodotti per celiaci, olio, tartufi, funghi, salumi)

08-12 GIUGNO

07-11 SETTEMBRE

GERMANIA / USA PAESI DEL GOLFO PERSICO

UE / USA / FEDERAZIONE RUSSA (SE NON CI SONO CRITICITÀ) GIAPPONE

Meccanica: fresatura, tornitura, alesatura e tranciatura

Agroalimentare (carni salumi lattiero casearia vino/distillati e prodotti a lunga conservazione)

15-19 GIUGNO 14-18 SETTEMBRE

KAZAKISTAN AZERBAIJAN EMIRATI E QATAR (OMAN)

USA / UE (POLONIA, ESTONIA, LITUANIA)

Arredamento

Legno arredo

22-26 GIUGNO UE (FRANCIA GERMANIA INGHILTERRA OLANDA E POLONIA) SVIZZERA O RUSSIA

Moda (calzature pelletteria abbigliamento) 30 GIUGNO

03 LUGLIO

21-25 SETTEMBRE UE / USA

Moda donna, accessori uomo/ donna (sciarpe, cappelli, cinture, borse)

REPUBBLICHE CENTRO ASIATICHE E NORD EUROPA

05-09 OTTOBRE

Agroalimentare

USA / AFRICA AUSTRALE E SUD AFRICA E MAROCCO

13-17 LUGLIO PAESI DEL GOLFO E DELL’AREA MEDITERRANEO

Arredo, complemento, serramenti

Settori Ceramica e Settore costruzioni

19-23 OTTOBRE UE (GERMANIA, AUSTRIA)

20-24 LUGLIO

Meccanica Per info contattare: Matteo Campari Tel: 0332 256290 matteo.campari@asarva.org

FEDERAZIONE RUSSA

Arredamento su misura di design moderno per residenze (di alta fascia e commerciale), complementi di arredo www.asarva.org

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

5


l’associazione

Lavorare in Svizzera si può. Scoprite come Lavorare oltre frontiera è una grande opportunità: non mancano però regole e complicazioni. Ce ne hanno parlato gli esperti al Convegno “Cosa fare per lavorare in Svizzera”. L’integrazione retributiva per i dipendenti distaccati in Svizzera (per adeguare la paga oraria a quella stabilita dal contratto collettivo di lavoro elvetico), la cauzione da 10mila franchi per lavori di importo superiori ai 20mila franchi (se la somma si supera, la cauzione raddoppia), l’abilitazione professionale con riconoscimento del Sefri per provare la propria competenza di artigiano, il tetto massimo di 90 giorni per lavori svolti da un’impresa italiana oltreconfine e poi i contratti d’appalto. E’ questa la grande novità del 2015: chi fattura attività svolte in Svizzera superiori ai 100mila franchi sarà assoggettato ad un obbligo di identificazione. Lavorare in Svizzera non è né facile e né semplice: lo ha detto a chiare lettere Confartigianato Varese lunedì 30 marzo alle Ville Ponti di Varese di fronte ad una platea di oltre 500 imprenditori. Regole, sanzioni, permessi e autorizzazioni complicano la vita a chi, in Svizzera, ci vede qualche opportunità di profitto perché la Confederazione resta, per molti, un mercato di sbocco.

6

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

E allora si cerca di capire quanto possa impattare l’obbligo di ricorrere ad un rappresentante fiscale (una figura che serve per sbrigare le pratiche amministrative) su quelle imprese italiane che fatturano oltre 100mila franchi o come fare per poter lavorare con serenità. Gianpaolo Lamantia e Massimo Pagano, dottori commercialisti, che non hanno mancato di ricordare gli ultimi obblighi dettati dall’esterovestizione (la cosiddetta residenza fiscale in Svizzera) e dalla voluntary disclosure, sono andati dritti al punto: i vincoli ci sono e “le imprese italiane non sempre considerano le difficoltà: lavorare oltreconfine può costare, e tanto”.

www.asarva.org


ll’associazione associazione

Pe le soluzioni non mancano. Però Kilian Baj della Fideconto ConK sulting di Lugano dice che ci su sono so tre opzioni: costituire una Sagl Sa (il corrispondete di una Srl italiana) con un gerente domiciitali liato in Svizzera; aprire una succursale dell’impresa italiana con cur rappresentante fiscale domiciliato rapp oltreconfine, oppure mantenere oltre ditta in Italia operando con una la di rappresentanza fiscale nella Conferapp derazione. La materia non solo è vasta ma anche complessa: è per questo che Conco fartigianato ha raccolto tante dofa mande alle quali si darà una risposta m iin questi giorni. Prima con le Faq sui quesiti più significativi (appena disponibili le metteremo online sul nostro sito www. m asarva.org) e con contatti diretti con le imprese attraverso i professionisti presenti nelle sedi territoriali di Confartigianato.

www.asarva.org

Le slide dei relatori Sono disponibili sul nostro sito: www.asarva.org/2015/03/lavorarein-svizzera-si-puo-scoprite-come/ le slide dei relatori al convegno “Imprenditori italiani: cosa fare per lavorare in Svizzera” del 30 marzo a Villa Ponti: » Le regole per lavorare in Svizzera » La remunerazione del personale distaccato in Svizzera » Normativa sanzionatoria in caso di omessi / errati adempimenti » Professioni regolamentate » Nuove regole per il contratto d’appalto valevoli dal 2015 » Succursale vs filiale » L’esterovestizione » La costituzione di una società in Svizzera

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

7


l’associazione

Giovani in azienda: task force tra Confartigianato e sindacati al via l’accordo per inserire i giovani nelle imprese e avvicinare il mondo del lavoro a quello della scuola Apprendistato, Dote unica regionale, Garanzia Giovani: gli strumenti per affrontare la disoccupazione giovanile non mancano, ma a volte le leggi sembrano così perfette da non combaciare con ciò che accade nella realtà.

L’accordo su apprendistato e alternanza scuola/lavoro Mauro Colombo e Giulio Di Martino (rispettivamente Direttore Generale e responsabile delle Relazioni Industriali di Confartigianato Varese) con il segretario Umberto Colombo (Cgil), il segretario Gerardo Larghi e Flaviano Romito (Cisl dei Laghi) e il vicesegretario Uil Aldo Palluotto, hanno sottoscritto un accordo per attivare in provincia di Varese percorsi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, per l’apprendistato di alta formazione e di ricerca e realizzare concretamente l’alternanza formativa avvicinando il mondo della scuola a quello dell’impresa.

La fotografia: il crollo dei giovani in azienda Sul nostro territorio, dal 2009 al 2014 i ragazzi con diciotto anni di età (o meno) occupati nelle imprese hanno visto una diminuzione del 90,91%, il tasso di chi lavora in azienda da più di 2 anni è calato del 37,9%. 8

La fotografia scattata dall’Ufficio Studi di Confartigianato Imprese Varese su un campione di 2.148 imprese e un totale di 14.037 dipendenti, mostra una situazione più che difficile.

Ispirarsi al modello tedesco e creare reti L’accordo di Confartigianato Varese e sindacati, per tradurre i principi normativi in atti operativi, vuole: » Sperimentare e sostenere il rapporto in azienda per quei ragazzi impegnati in percorsi scolastici. Ispirarsi all’alternanza scuola/lavoro già praticata in Germania o Svizzera non è impossibile: nelle piccole imprese ci sono occasioni di stabilizzazione lavorativa e di carriera. » Sensibilizzare gli enti accreditati e le scuole affinché possano concretamente realizzare l’inserimento dei giovani nelle imprese secondo le modalità definite dalla legge. Si parte dalla ricerca dell’Ufficio Studi di Confartigianato Varese sulle professionalità più richieste dalle imprese del territorio per far dialogare fra loro scuole, università, enti formativi e imprese per far crescere i giovani nel rapporto che si instaura tra il fare e l’imparare. » Superare gli ostacoli burocratici che, ancora oggi, rendono difficile

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

www.asarva.org

l’inserimento e la buona funzionalità degli strumenti a nostra disposizione. Le leggi, anche se buone, spesso si perdono in complessità che invece di aiutare bloccano l’azienda e i giovani. » Realizzare un’attività di mentoring a vantaggio delle imprese per definire un percorso formativo personalizzato dei giovani, attestare e certificare le competenze conseguite dai ragazzi nel periodi di apprendistato, individuare e richiedere gli incentivi disponibili per le imprese che vogliono assumere. » Procedere con un monitoraggio dell’iniziativa e dell’uso corretto degli strumenti normativi.

La collaborazione con Adapt Il percorso, fatto di sensibilità al problema e operatività, vedrà anche la collaborazione di ADAPT, l’Associazione per gli Studi Internazionali e Comparati sul Diritto del lavoro e sulle Relazioni industriali. Perché informare le imprese, affiancarle, sostenerle nel percorso di inserimento delle nuove generazioni è una scelta fondamentale soprattutto in questo momento economico.

guarda il video su

www.youtube.com/user/confartigianatoVA


ll’associazione associazione

Con il Jobs act nessun pregiudizio sull’imprenditore Oltre 200 artigiani hanno partecipato al convegno a Malpensafiere organizzato dall’Associazione. Dopo oltre due ore di convegno sul Jobs Act, i tanti artigiani presenti a Malpensafiere non se ne sono andati e hanno continuato a porre domande agli esperti. Le leggi da sole non creano posti di lavoro, è vero, ma è chiaro che gli imprenditori si aspettano molto da questa riforma e i loro dubbi, tutti incentrati sulle assunzioni, più che sui licenziamenti, confermano quanto detto dal giuslavorista Emmanuele Massagli: «Questa riforma aiuterà a tirare fuori occupazione da quelle imprese che possono creare lavoro». La ragione di tanto ottimismo, ancor prima che nei tecnicismi o nelle singole disposizioni del Jobs Act, sta in una visione più generale di questa riforma che, a differenza di quelle che l’avevano preceduta, non è incentrata sull’abuso dell’imprenditore. Un salto culturale che soprattutto i piccoli imprenditori hanno percepito come una liberazione dal pregiudizio. «Il nostro problema non è mai stato l’articolo 18 e tantomeno il licenziamento» dice un artigiano seduto in prima fila. Semmai il vero problema è assumere, proibitivo a certe condizioni. Ora però con il contratto a tutele crescenti sarà più facile e anche conveniente visto che il Governo ha messo sul piatto un miliardo di euro per le decontribuzioni. Nel Jobs Act non ci sono però solo luci. «Per quanto riguarda le politiche attive - spiega Massagli - non si conoscono ancora i decreti attuativi. Mentre

sull’aumento dei contratti a tempo indeterminato crediamo che non andranno a favore dei giovani ma dei lavoratori più maturi». Con il contratto a tutele crescenti, che sempre a tempo indeterminato è, l’imprenditore sa in anticipo quale rischio corre, cioè quanto deve pagare, nel caso di licenziamento del dipendente, poiché la discrezionalità del giudice è stata “blindata” dal legislatore. sul nuovo contratto e sulla riforma nel suo complesso. «Assistiamo a un paradosso - conclude Alfonsina Galeone, consulente del lavoro - perché spesso i lavoratori pensano che il contratto a tutele crescenti sia un contratto diverso rispetto quello tempo indeterminato, mentre lo è a tutti gli effetti. È l’uscita semmai che cambia: ma perché un lavoratore dovrebbe uscire se le aziende hanno bisogno del capitale umano?». La Cgil contesta l’intera ratio del nuovo contratto che metterebbe il dipendente sotto ricatto soprattutto nel periodo iniziale. «Il lavoratore - sottolinea Giulio Di Martino, responsabile dell’area sindacale di Confartigianato Imprese Varese - per qualsiasi impresa è una risorsa indispensabile e quando scatta un licenziamento è sempre l’estrema ratio, ma ciò che porterà un ulteriore beneficio è la decontribuzione per tre anni che abbatte il costo del lavoro del 30%». Nonostante se ne stia parlando molto, la sensazione, al netto del convegno, è che ci sia ancora poca consapevolezza www.asarva.org

di Michele Mancino Varesenews

Se vuoi ricevere il PDF delle Guide Pratiche che abbiamo predisposto in occasione del Convegno compila il modulo: www.asarva.org/richiesta-guidepratiche-sul-jobs-act/

guarda il video su

www.youtube.com/user/confartigianatoVA

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

9


l’associazione i numeri di faberlab dopo un anno

800

i partecipanti agli eventi de "L'Officina delle Idee"

130

Faberlab: 1 anno di scommesse vinte

le persone coinvolte nei corsi

1500

gli studenti coinvolti nella formazione

Il 20 marzo, a Tradate, il compleanno dell’officina digitale di Confartigianato Varese. Il 20 marzo 2014 nasceva Faberlab, l’officina digitale di Confartigianato Imprese Varese. Da allora la sua sede, a Tradate in Viale Europa 4/A, è diventata un punto di riferimento per chiunque: imprenditori, designer, progettisti, studenti, professori, makers, cittadini e startupper che vogliono conoscere e usare le tecnologie digitali.

500

le volte che sono state utilizzate le macchine - laser cutter, stampanti 3D e scanner 3D

100

@

1500

le persone coinvolte in attività di consulenza, mentoring, progettazione e introduzione alla stampa 3D

gli iscritti alla newsletter di Faberlab

Tutti d’accordo: “Al Faberlab si va a caccia di idee” Claudio Mecenero, ex falegname e progettista della vecchia generazione, si ritrova fianco a fianco con Valerio Fausti, laureando del Politecnico di Milano: è questo il bello di Faberlab. Un anno di vita, 365 giorni di innovazione, imprenditori d’esperienza e maker degli anni Novanta che parlano fra loro. 10

E si capiscono. Non ci sono barriere, nella “piazza digitale” di Confartigianato Varese. Così la definisce il presidente Davide Galli e così è anche per Mirco Piccin di Officine Arduino. Lui ha tenuto il corso “Arduino beginners: a scuola di maker” e al Faberlab ci è tornato spesso: “Lo spazio è cresciuto, si

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

www.asarva.org

è fatto contaminare e ha contaminato – dice Mirco – e ha iniziato a lavorare con scuole e professionisti, così come deve fare un fablab”. E’ per questo che a Faberlab la scheda Arduino è di casa, “perché è lo strumento che permette di creare cose nuove e portare quell’innovazione aperta, e a basso


ll’associazione associazione costo, che catalizza energie e tecnologia”. Nel mese di marzo, al Faberlab di Tradate, Davide Galli e Giorgio Merletti (presidente di Confartigianato Im40% progettisti prese) hanno soffiato designer su una candelina tra il boato di chi dalla piccola porta che conduce alle macchine – laser cut, stampanti e scanner 3D – ci è passato tante volte per trovare idee, per confrontarsi sui progetti, per trovare una soluzione nuova a problemi vecchi. Claudio, per l’appunto: sei anni fa un grosso incidente, la chiusura dell’attività, la voglia di rimettersi in gioco. Ce l’ha fatta, Claudio, grazie a Faberlab: “Qui ho trovato le macchine che mi servivano, ho colmato alcune lacune sui programmi più tecnologici, ho lavorato con il laser”. Ma quello che conta, e lo sguardo di Claudio lo tradisce, è che al Faberlab “ho trovato tanti amici”. Valerio, del “+ Lab” del Politecnico di Milano, sta terminando una tesi sulla connessione tra artigianato locale e stampa 3D. Da tempo lavora con Stefano Comida, imprenditore della CBS Serramenti e infissi, per realizzare una maschera che possa personalizzare i serramenti secondo i gusti personali dei clienti: “Con il 3D – dice - possono stampare qualsiasi particolare con qualsiasi geometria”. Nel momento stesso dell’intervista, la stampante gira e il pezzo prende lentamente forma: l’idea esce dalla testa e passa, rapidamente, dalla progettazione all’oggetto. Valerio è una scheggia impazzita: si alza, si siede, copre la stampante con un pezzo di cartone per tenere al caldo il pezzo, lo ruota sul video del pc, lo dilata e lo restringe.

20% si divide tra associazioni, enti pubblici e studenti

Le 1000 imprese che hanno frequentato Faberlab

L’impazienza della ricerca è frenata solo dal tempo di esecuzione della macchina.

Un compleanno importante, quello di 40% Faberlab. sono imprese Un anno di attività senza sosta, di imprenditori coraggiosi votati alla prototipazione, di studenti e professori che con Faberschool (progetto di Faberlab) si sono portati a scuola la stampante 3D per prepararsi ad un futuro artigiano.

Come si è trasformato Faberlab

C’è curiosità, in questa officina del pensiero e delle cose. C’è chi si occupa di assistenza tecnica per dispositivi mobili, chi è semplicemente creativo, chi si lascia appassionare dalla meccanica delle macchine e chi crede nelle bellissime idee che nascono dall’incontro e dalla raffinazione delle conoscenze. Ma tutti vogliono trovare qualcosa di nuovo o dare libero sfogo alla loro fantasia, perché al Faberlab basta la passione e il resto viene da sé.

Modello vincente

E’ un hub dell’innovazione che risponde alla domanda di innovazione delle imprese, le aiuta a trovare sempre nuove soluzioni e le guida nel mondo della open innovation. Un luogo sempre in movimento e sempre aperto alla contaminazione che ha preso di petto la sfida della digitalizzazione per educare le imprese alla conoscenza e, con ’utilizzo delle nuove tecnologie, accompagnarle in un percorso di crescita.

» Faberlab è entrato a far parte della rete nazionale coworking network Cowo® nata da un’idea di Laura Coppola e Massimo Carraro. » Due sedi di Faberlab sono state aperte a Lodi e a Mantova per rafforzare una rete che è strumento per la condivisione di esperienze, know how, competenze e progetti. Da Varese a Lodi nasce lo scambio di saperi per mettere a fattor comune le opportunità di ricerca, sviluppo e sperimentazione nell’utilizzo delle tecnologie digitali in campi e settori produttivi diversi.

Anticipare i fatti, leggere il cambiamento: Faberschool Con Faberlab si affrontano concretamente i ritardi del nostro Paese. Quello tecnologico, per esempio, che si ripercuote sui rapporti tra mondo della scuola e mondo del lavoro. Con il progetto Faberschool, abbiamo portato in 7 scuole della provincia di Varese 7 stampanti 3D. Formazione sul campo e applicazione delle conoscenze scolastiche direttamente alle macchine spingono i ragazzi verso ciò di cui hanno bisogno le imprese. www.asarva.org

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

11


l’associazione

Confartigianato Varese e PwC: il digital manufacturing non è mai stato così vicino! Milano, 8 maggio 2015, ore 09.00 nella sede de “Il Sole 24 Ore” in via Monte Rosa: Confartigianato Imprese Varese e PwC, in collaborazione con “Il Sole 24 Ore”, presentano il percorso di approfondimento dedicato al digital manufacturing.

sui possibili sviluppi del digital manufacturing a favore delle aziende. Ed è questo di cui si parlerà l’8 maggio: un’esperienza concreta sul territorio lombardo che vuole mettere a sistema le opportunità di sviluppo, innovazione e crescita per le piccole e medie imprese.

Un momento di confronto che fa leva sulla condivisione di idee e progetti da parte dell’Associazione varesina e del network di servizi professionali più conosciuto al mondo, il PricewaterhouseCoopers. Tra i due è nato uno studio

Non si deve dimenticare, infatti, che il Digital Manufacturing porta logiche innovative con le quali poter riconsiderare il posizionamento dell’impresa, la sua organizzazione, la programmazione produttiva, il processo distributivo e

la supply chain. Si costruiscono le basi per nuovi risultati di prodotto (più funzionali) e di processo (più efficiente). Si riducono i tempi e i costi e si può arrivare ad un alleggerimento della “flessione finanziaria” collegata alla catena del valore del bene o del servizio. Confartigianato Varese e PwC sono pronti ad affiancare quelle imprese che, nel tessuto lombardo, hanno già dimostrato di saper affrontare il cambiamento con una forte carica innovativa.

Arduino: la parola a chi l’ha provata C’è chi lo ha fatto perché vuole crescere come imprenditore, chi è curioso di sapere come va il mondo e chi, invece, come padre ci vede il futuro dei suoi figli. Parliamo di Arduino, la potente scheda open source che per mette di interagire tra mondo digitale e mondo reale e che da qualche mese esposta al MoMA di New York. Confartigianato Varese con il Faberlab ha già realizzato ben tre edizioni del corso a cui hanno partecipato 49 tra imprenditori, studenti e curiosi di scoprire le potenzialità. Nel prossimo autunno se ne farà un’altra. Tra loro c’è Alessandro della Erreci, che nell’open source ci vede uno scopo prima di tutto didattico e poi pratico, “un nuovo modo per avvicinare il lavoro approcciarsi alla tecnologia 12

con maggiore consapevolezza”. Stefano, della CBS Serramenti e Infissi, potrebbe utilizzare Arduino in 100mila modi diversi, soprattutto se si parla di automazione: “Ho sempre sognato di avere un misuratore laser in grado di interagire con un database: con Arduino il progetto è a buon punto. Questi corsi non sono affatto una stupidata da ragazzini: qui c’è il mondo”. Della stessa idea Francisco della Leg Italia Srl, un informatico che lavora nel settore dello stampaggio plastico. “Dopo il corso ho deciso di realizzare con Arduino una mano robotica che possa svolgere lavori semplici, per esempio l’imballaggio. Subito dopo passerò alla macchina per l’incollaggio per lavorare meglio spendendo meno”.

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

www.asarva.org

Massimiliano della Matassa Pasquale Srl lavora invece con il marmo. E’ un ingegnere aerospaziale innamorato dei Fablab: “In 7 anni di studio non sono mai entrato in un laboratorio e invece penso che un luogo come Faberlab faccia crescere la voglia di fare”. Davide Macchi della Macchi Paolo & C. Snc ha frequentato i corsi Arduino spinto dalla curiosità di capire cosa facesse questa scheda e cosa volesse dire prototipazione. “Qualche idea Arduino me l’ha data: con la scheda potrei sviluppare qualche applicazione per l’automazione domestica ancora più semplice e competitiva”.


l’associazione

A scuola, con i ragazzi che sognano in 3D se, che le stampanti 3D le ha portate nelle scuole. Ma c’è anche chi ha un amico che con le nuove tecnologie ci sa fare: per ora stampa portachiavi, ma le porte sono aperte. Sono contenti, entusiasti, curiosi. Meravigliati, soprattutto, di come sta cambiando il mondo: ne vogliono fare parte perché dicono “è il mio turno…”. Chi ha passato un po’ di tempo in azienda, è rimasto soddisfatto: non ha fatto solo fotocopie. Però l’artigianato, per loro, è ancora misterioso: nessuno fra i ragazzi ha

www.eoipso.it

Aiutiamoci a crescere

Sul loro futuro si fanno tante domande, ma il coraggio non gli manca. Al Salone dell’Orientamento alla Scuola Vidoletti, Confartigianato Varese ne incontra una quarantina dell’ISIS Ponti di e dell’Istituto Rosetum di Besozzo. Nessuno tra loro sa cosa farà domani: 6 su 40 proseguiranno gli studi, 1 su 40 ha un’idea chiara di cosa fa un piccolo imprenditore, 4 hanno visto una stampante 3D in funzione. Michelle, Matteo, Michael hanno sconosciuto le nuove tecnologie grazie al progetto Faberschool di Confartigianato Vare-

Re-Start la ricetta facile per la ripresa

Nuovo finanziamento chirografario a tasso agevolato per investimenti produttivi dedicato alla PMI del nostro territorio. www.asarva.org

mai pensato si potessero fare cose tanto diverse con il 3D. Lo sguardo corre al tavolo dove Confartigianato ha allineato modelli di occhiali, viti e chiavi, ingranaggi. Finisce l’ora di orientamento: le domande non sono molte ma la voglia di toccare con mano i pezzi li travolge. E la richiesta a Confartigianato arriva spontanea: “Ci regalate una stampante 3D?”.

• Tasso agevolato • Possibilità di finanziamenti fino a 6 anni • Cumulabilità con altre agevolazioni Per sottoscrivere Re-Start non servono consulenti, basta venire con fiducia nella tua filiale

…perché noi finanziamo la ripresa SEDI: Busto Garolfo - via A. Manzoni, 50 - 0331 560111 Buguggiate - via Cavour, 71 - 0332 458258 FILIALI: Varese, Busto Arsizio, Legnano, Gallarate, Parabiago, Somma Lombardo, Cassano Magnago, Castellanza, Samarate, Canegrate, Villa Cortese, San Giorgio su Legnano, Dairago, Bodio Lomnago, Olcella di Busto Garolfo.

www.bccbanca1897.it

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

13


l’associazione

Open Innovation: dall’ape alla ranocchia Ci sono un’ape e una ranocchia: l’incontro su Open Innovation, organizzato l’altra sera al Faberlab di Tradate da Confartigianato Imprese Varese e promosso da Regione Lombardia con Confartigianato Imprese Lombardia e Finlombarda, inizia così. L’innovazione si basa sul concetto di impollinazione con l’ape (consulenti, università, ricercatori) che volando di impresa in impresa lascia e prende idee. E le idee – le nostre e quelle degli altri – si scambiano, si depositano e si sommano per dare alle aziende una marcia in più. L’Open Innovation, però, si interroga anche sul senso che oggi potrebbero avere i brevetti. Paolo Giorgetti, docente al Dipartimento Tecnologie Innovative della SUPSI, la Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana, prosegue con esempi azzeccatissimi: “In natura esiste una ranocchia che per difendersi dai suoi nemici si colora di blue. Però esistono altre ranocchie che non sono velenose ma

14

assumono lo stesso colore per non farsi mangiare: hanno fatto proprio, chiamiamolo così, il brevetto di un’altra”. Morale, “non dobbiamo avere paura che le nostre idee possano circolare – continua il docente – ma porci il problema di come compiere quel salto tecnologico che oggi permette la sopravvivenza della specie”. In questo caso quella imprenditoriale, sempre più esposta sul piano dell’innovazione e interessata a capire come e quando innovare. Serve una ricetta? Un fatto è certo: esiste un nuovo modo di fare impresa, ed è quello di lasciare entrare in azienda idee sempre diverse. Angelo Gatto, servizi alle imprese di Finlombarda, sa che la crescita delle imprese dipende da quella che si definisce “innovazione aperta”, ma le

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

www.asarva.org

imprese devono mettersi in rete. Per facilitare il percorso degli imprenditori, Regione Lombardia ha messo a loro disposizione Piattaforme di “Open Innovation” (in due mesi su quella lombarda si sono registrati 261 utenti e sono state attivate 9 community pilota) e un bando, dedicato alle singole imprese e alle community, per supportarle in quei progetti di innova-

zione che utilizzano piattaforme e reti di Open Innovation per rintracciare soluzioni e competenze tecnologiche, gestionali, di comunicazione. Non è mai troppo presto per lasciarsi impollinare, e domani potrebbe essere troppo tardi.


ll’associazione associazione

Tassa rifiuti: 60mila euro risparmiati dalle imprese In tema di tassa rifiuti si è fatta chiarezza, e negli ultimi 4 mesi Confartigianato Varese ha fatto risparmiare più di 60mila euro a 30 attività produttive (A.P.) che hanno chiesto ai Comuni l’esclusione delle aree produttive dal pagamento della Tari.

Cosa hanno fatto le imprese

Il risparmio garantito alle imprese con il calcolo esatto dei metri quadrati sottoposti a tassa rifiuti, oggi ammonta a più di 63mila euro; 30mila sono i metri quadrati per i quali è stata richiesta l’esclusione dal tributo. Il risparmio minimo, per un’impresa, è stato di 100 euro; il risparmio massimo di oltre 13mila euro.

Si sono rivolte al servizio Euro risparmiati per A.P. Totale: 63.034 Confartigianato Varese per 1% cercare di rac10% cogliere quanto pagato negli 42% anni, verificare le aree assogAtt. Industriali gettate alla tas47% sa rifiuti e preAtt. Artigianali sentare istanze Att. Artigianali tipo botteghe: fabbro, elettricista di sgravio per Carrozzerie, autofficine, elettrauto i casi nei quali l’illegittimità del tributo è evidente. Confartigianato ha I settori più rappresentativi: carpenteinformato le imprese dei contenuti dei ria metallica, officine meccaniche, auregolamenti comunali e le ha aiutate tofficine e carrozzerie. a raccogliere le prove a sostegno del I territori: le imprese che hanno chiediritto a pagare per il servizio che effetsto l’esclusione dalla tassa operano tivamente utilizzano. soprattutto nel bustese e nella città di Varese.

Quanto hanno risparmiato In questi ultimi 4 mesi Confartigianato Varese ha raccolto dalle imprese circa 100 richieste di esclusione dalla tassa rifiuti: » 29 sono le pratiche già chiuse positivamente, » 30 le pratiche sulle quali si sta lavorando » 40 le pratiche per le quali si sta chiudendo la raccolta della documentazione necessaria.

Il Ministero dell’Economia sostiene le nostre tesi Le imprese non devono pagare la tassa rifiuti su tutte le aree destinate ad attività di produzione, sui magazzini e su tutte le altre aree “funzionalmente ed esclusivamente collegate all’esercizio di dette attività produttive”. Lo ha detto il Dipartimento Finanze del Ministero dell’Economia e delle Finanze con la nota del 9 ottobre 2014 e con la Risoluzione 2/ DF del 9 dicembre 2014. www.asarva.org

Però, fino a quando tutti i Regolamenti Comunali non prevederanno la non applicazione del tributo dei rifiuti sulle aree produttive, e i Comuni non aggiorneranno i propri dati storici, a ciascuna impresa non rimarrà che la strada della richiesta singola di esclusione delle aree tassabili attraverso il servizio Confartigianato Varese.

caronno Tassa rifiuti: pertrusella

sai che puoi chiedere la detassazione?

Verifica con noi la tua tassa rifiuti: possiamo valutare la possibilità di ottenere la riduzione della tassazione o anche l’esclusione delle aree in cui si producono o si lavorano i rifiuti speciali. Per il calcolo delle superfici portaci questi documenti: » i dati catastali, » la planimetria catastale aggiornata » eventuali contratti di locazione, usufrutto, comodato » l’ultima comunicazione ricevuta dal Comune sulla tassa rifiuti » la dichiarazione di inizio attività » i formulari di identificazione dei rifiuti e/o Mud, contratti di avvio dello smaltimento, in caso di produzione di rifiuti speciali pericolosi e non. Per info: Contatta gli Assistenti di Impresa Tel. 0332 256111

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

15


l’associazione

14 SAB

18 MERC

22

MAKERS FOR KIDS FABERLAB TRADATE 10.00 > 12.00

LEADERSHIP EMOZIONALE FABERLAB TRADATE 18.00 > 20.00

2015

MART

PRESENTAZIONE PROGETTO EXPO-RT 2015 MALPENSAFIERE SALA FERRARIO BUSTO ARSIZIO 18.00 > 20.00

maggio

aprile

2015

calendario eventi in programma MERC

06

GIO

LUN

07

11

www.asarva.org/tipologia/eventi/

08 SAB

MAKERS FOR KIDS FABERLAB TRADATE 10.00 > 12.00

23 LUN

25

16

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

www.asarva.org

FUORI EXPO SETTIMANA DEDICATA AI MAKERS MILANO FUORI EXPO VIA TORTONA 32 PRESENTAZIONE PROGETTO PWC MILANO C/O SEDE ILSOLE 24 ORE 09.00 > 13.00

VEN

Tutti i dettagli e gli aggiornamenti degli eventi in programma li puoi trovare su:

SEMINARIO CONTRATTUALISTICA INTERNAZIONALE CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE SEDE DI VARESE SALA TURRI VIALE MILANO 5 18.00 > 20.00

LA PROCEDURA CORRETTA DI SELEZIONE ED APERTURA DI UN MERCATO ESTERO PER L’ESPORTAZIONE. CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE SEDE DI BUSTO A. VIA F. BARACCA 5 18.00 > 20.00


Abbonamenti l’associazione Antinfortunistica

Ci sono tanti buoni motivi per associarsi. Qual è il tuo?

Apparecchi misurazione e taratura Noleggio piattaforme e materiali per l’edilizia Spedizioni Veicoli carburante Veicoli noleggio Veicoli servizi Viaggi

Convenzioni, sconti, servizi, consulenze. Tutti in una tessera.

la tua impresa ha bisogno di una soluzione semplice

CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE

www.asarva.org

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

17


Grazie a convenzioni stipulate con importanti partners, Confartigianato Varese offre la possibilità alle imprese associate, ai loro collaboratori e ai loro familiari, di usufruire di sconti e trattamenti privilegiati. La gamma delle convenzioni spazia dalla consulenza assicurativa, ai veicoli commerciali, autovetture e motoveicoli, dai carburanti ai servizi di assistenza stradale, dalla biglietteria aerea alla consulenza telefonica e all’acquisto di buoni pasto.

Vigilanza e sicurezza

Veicoli carburante Veicoli noleggio Veicoli servizi Viaggi

Veicoli acquisto

Telefonia

Strumenti e utensili

Stage aziendali

Spedizioni

Servizi formativi

Salute

Norme tecniche

Noleggio piattaforme e materiali per l’edilizia

Energia e gas

Diritti musicali

Buoni pasto

Brevetti e marchi

Assistenza Extracomunitari

Assicurazioni

Abbonamenti Antinfortunistica Apparecchi misurazione e taratura

Ogni mese, su Artigiani Oggi scopri i vantaggi offerti dalle nostre convenzioni.

Con noi la tua impresa può risparmiare ogni giorno

Spedizioni

Veicoli Noleggio

Servizi di spedizioni La convenzione con EVERY PACK è rivolta alle imprese associate e offre servizi di spedizione e confezionamento (Buste e pacchi) di qualsiasi prodotto o comunicazione, a condizioni esclusive. Le imprese associate possono usufruire: » Listino dei servizi offerti con tariffe privilegiate » Flessibilità e tempestività nell’evasione delle richieste di spedizione » Consulenza Postale » Consulenza nella gestione dell’attività di E-commerce in tutti gli aspetti operativi

Noleggio autoveicoli e veicoli commerciali La convenzione con ALD AUTOMOTIVE, è rivolta alle imprese associate, ai loro familiari e ai loro collaboratori e ai soci ANAP (Associazione Nazionale Anziani e Pensionati), e offre la possibilità di noleggiare a lungo termine per un periodo compreso tra 24 ed i 60 mesi, sull’intero territorio nazionale, autoveicoli e veicoli commerciali a condizioni particolarmente vantaggiose. Per info: www.asarva.org/convenzioni/ald-automotive/

Per info: www.asarva.org/convenzioni/servizi-di-spedizioni/ 18

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 07 Settembre 2014

www.asarva.org


Veicoli Noleggio

Veicoli Servizi Assistenza tecnica Italia e Ue

Noleggio autoveicoli e veicoli commerciali La convenzione con il Gruppo EUROPCAR è rivolta alle imprese associate, ai loro familiari e ai loro collaboratori e ai soci ANAP (Associazione Nazionale Anziani e Pensionati) e offre la possibilità di noleggiare a breve termine, a partire da una durata minima di 24 ore, autovetture e veicoli commerciali con percentuali di sconto che variano a seconda della durata del noleggio. Per info: www.asarva.org/convenzioni/europcar-noleggio-autovetture-e-veicoli-commerciali/

Noleggio autoveicoli e veicoli commerciali La Convenzione con HERTZ è rivolta alle imprese associate, ai loro familiari e ai loro collaboratori e ai soci ANAP (Associazione Nazionale Anziani Pensionati), e offre la possibilità di noleggiare a breve termine, a partire da una durata minima di 24 ore, autovetture e veicoli commerciali a tariffe vantaggiose. Per info: www.asarva.org/convenzioni/hertz-autonoleggio/

Noleggio autoveicoli e veicoli commerciali La convenzione con MAGGIORE Rent è rivolta alle imprese associate, ai loro familiari e ai loro collaboratori e ai soci ANAP (Associazione Nazionale Anziani e Pensionati) e offre tariffe vantaggiose ed esclusive per il noleggio a breve termine di auto e furgoni. Per info: www.asarva.org/convenzioni/maggiore-rent/

Noleggio piattaforme e materiali per l’edilizia

Centro Colore Comerio

Prodotti per l’imbiancatura, edilizia e noleggio piattaforme

La convenzione con CENTRO COLORE COMERIO, è rivolta alle imprese associate e offre tariffe scontate per il noleggio di piattaforme aeree, sollevatori telescopici, furgoni e varie attrezzature per l’edilizia. Sconto del 50% sul primo giorno di noleggio di piattaforme aeree per interno ed esterno, gommate e cingolate, elettriche e diesel, per sollevatori telescopici, furgoni, macchine per il movimento terra, motogeneratori e numerose attrezzature e macchinari edili (valido solo sul primo noleggio). Per info: www.asarva.org/categoria-convenzione/noleggio-edilizia-convenzione/

Antinfortunistica Attrezzatura e abbigliamento antinfortunistico

Veicoli carburante Rifornimento carburante La convenzione con TAMOIL è rivolta alle imprese associate, ai soci ANAP (Associazione Nazionale Anziani e Pensionati) e ai familiari delle imprese associate, non titolari di partita Iva e offre la possibilità di acquistare carburanti e lubrificanti a prezzi scontati attraverso la carta carburante: » MYCARD TAMOIL CORPORATE » MYCARD TAMOIL FAMILY Per info mycard tamoil corporate: www.asarva.org/convenzioni/tamoil/ Per info mycard tamoil family: www.asarva.org/convenzioni/tamoil-2/

La convenzione con ACI (Automobile Club d’Italia), è rivolta alle imprese associate e ai soci ANAP (Associazione Nazionale Anziani e Pensionati), e offre condizioni esclusive, usufruendo di importanti riduzioni di prezzo, sull’acquisto delle TESSERE ACI Sistema e ACI Gold. Per info: www.asarva.org/convenzioni/aci-2/

La convenzione con ASTRA Srl è rivolta alle imprese associate e offre sconti sull’acquisto di attrezzature antincendio, servizi di manutenzione e abbigliamento tecnico/ professionale antinfortunistico. Astra offre un servizio completo per tutte le esigenze: dispositivi di protezione individuale, abbigliamento tecnicoprofessionale, segnaletica di sicurezza e attrezzature antincendio. La convenzione prevede sconti dal 10 al 20% Per info:www.asarva.org/convenzioni/astra/

www.asarva.org

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

19


Apparecchi misurazione e taratura

Viaggi Soggiorni e crociere

La convenzione con ASSICONTROL è rivolta alle imprese associate e offre servizi e strumenti per il sistema qualità, a condizioni esclusive. Le imprese associate possono usufruire di un listino speciale con uno sconto del 10% per l’acquisto di strumenti elettronici e meccanici. Le imprese del settore Installazione potranno beneficiare di un listino di prodotti selezionati e un servizio di certificazione a prezzi scontati. Per info: www.asarva.org/convenzioni/assicontrol/

La convenzione con il Gruppo ALPITOUR/FRANCOROSSO è rivolta alle imprese associate e ai soci ANAP (Associazione Nazionale Anziani Pensionati) e consente di beneficiare di importanti riduzioni applicate sulle tariffe da listino e sui prodotti appartenenti al gruppo. La convenzione è valida per partenze fino al 31 ottobre 2015. Le strutture del Gruppo Alpitour/Francorosso, comprendono le sistemazioni previste nei cataloghi: Alpitour, Villaggi Bravo, Francorosso, SeaClub e Karambola, presso i quali è applicato uno sconto del 10%, mentre sul catalogo Viaggidea lo sconto è dell’8% Per info: www.asarva.org/convenzioni/alpitour-francorosso/

Abbonamenti Abbonamento al quotidiano La Provincia di Varese La convenzione con LA PROVINCIA DI VARESE, editoriale e quotidiano di informazione della provincia di Varese, è rivolta alle imprese associate e prevede sconti per gli abbonamenti cartacei e per gli abbonamenti digitali. » Abbonamento cartaceo - sconti dal 10 al 25% a seconda dell’abbonamento scelto: trimestrale, semestrale o annuale » Abbonamento digitale - sconti dal 23 al 25% a seconda dell’abbonamento scelto: trimestrale, semestrale o annuale » Abbonamento cartaceo e digitale - sconti dal 10 al 25% a seconda dell’abbonamento scelto: trimestrale, semestrale o annuale Inoltre, in base all’abbonamento scelto verrà dato in omaggio 1 spazio pubblicitario “Foto Lavoro/Selfie”. Per info: www.asarva.org/convenzioni/la-provincia-di-varese/

Sconto biglietti aerei La convenzione con ALITALIA, offre alle imprese associate la possibilità di beneficiare di condizioni esclusive per poter viaggiare sui voli nazionali di Alitalia a prezzi competitivi e con grande flessibilità. Per info: www.asarva.org/convenzioni/alitalia/

Sconto biglietti aerei La convenzione con CATHAY PACIFIC è rivolta alle imprese associate e offre la possibilità di acquistare biglietti aerei a prezzi scontati. Le principali destinazioni Cathay Pacific: Hong Kong/ Cina/ Taiwan/ Malesia/ Sud-Est Asiatico/ Indonesia/ Giappone & Corea/ Australia, New Zealand & Fiji Per info: www.asarva.org/convenzioni/cathay-pacific-airways/

CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE

Viale Milano, 5 - Varese Tel. 0332 256111| Fax: 0332 256200 | asarva@asarva.org | www.asarva.org SEGUICI SU:

20

C L

facebook.com/ArtigianiVarese

@ArtigianiVarese Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 07 Settembre 2014

F www.linkedin.com/company/confartigianato-imprese-varese w youtube.com/confartigianatoVA

www.asarva.org

Tutti gli aggiornamenti sono consultabili sul sito: www.asarva.org | Le convenzioni potrebbero subire modifiche o annullamenti nel corso dell’anno

Strumenti di misura elettronici e meccanici


Innovalombardia: 1 miliardo per la ricerca e l’innovazione Con Innovalombardia Regione Lombardia, con il supporto di Finlombarda, si impegna ad attivare sul territorio lombardo 1 miliardo di euro di investimenti a favore della Ricerca e dell’Innovazione (R&I) entro il 2020. Destinatari dei 30 milioni di euro disponibili per questo progetto sono le micro, piccole e medie imprese lombarde attive dei settori manifatturiero, costruzioni e servizi alle imprese che investono in ricerca industriale, sviluppo sperimentale e innovazione.

Sono ammesse spese non inferiori a 100mila euro e interventi realizzati non oltre 18 mesi dalla concessione dell’agevolazione. Il bando prevede l’attivazione tra il 2014 e il 2016 di queste linee di finanziamento: Ricerca e Sviluppo, Innovazione e Start up. La prima linea Ricerca e Sviluppo, per micro piccole e medie imprese (FRIM FESR 2020), è già aperta fino a esaurimento delle risorse disponibili. Per tutti gli approfondimenti: www.asarva.org/2015/03/innovalombardia-1-miliardo-per-la-ricerca-e-linnovazione/

Smart&Start: finanziamenti per start-up innovative Smart&Start Italia, su iniziativa di Invitalia e del Ministero dello Sviluppo Economico, finanzia le start-up innovative, iscritte nella sezione speciale del Registro delle Imprese, che presentano un progetto imprenditoriale con un significativo contenuto tecnologico e innovativo e mirato allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, o finalizzato alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata. Smart&Start Italia agevola progetti che prevedono programmi di spesa di importo compreso tra 100 mila e 1,5 milioni di euro, per acquistare beni di investimento e sostenere costi di gestione aziendale.

Smart&Start Italia riconosce un mutuo senza interessi della durata massima di 8 anni di valore pari al 70% (e in alcuni casi dell’80%) delle spese agevolabili. Per richiedere le agevolazioni Smart&Start Italia è necessario registrarsi alla piattaforma dedicata compilare online la domanda, caricare il business plan e la documentazione necessaria.

Per tutti gli approfondimenti: www.asarva.org/2015/03/smart-startupinnovative/

www.asarva.org

Affidamenti più finanziamenti: sconti sulle commissioni Il Servizio Credito di Confartigianato Varese propone una sconto per le imprese che affiancano alla pratica di rinnovo degli affidamenti commerciali garantiti da Artigianfidi Lombardia in scadenza nei prossimi mesi, un finanziamento a lungo termine. Alle imprese si applicherà una riduzione della commissione di garanzia pari al 15% sugli affidamenti da rinnovare e sul nuovo finanziamento. Lo sconto è utilizzabile purchè la nuova offerta complessiva sia di importo almeno uguale ai precedenti affidamenti garantiti da Artigianfidi, e qualora il finanziamento sia di importo almeno pari al 20% degli affidamenti precedenti.

Consulenti Quicredito SEDE VARESE - LUINO - GEMONIO Emil Vittoria Grotto - Tel: 0332 256772 emilvittoria.grotto@quicredito.org SEDE GALLARATE Lagattolla Matteo - Tel: 0332 256619 matteo.lagattolla@quicredito.org SEDE BUSTO ARSIZIO Carlo Enzo Montebello Tel: 0332 256522 carloenzo.montebello@quicredito.org SEDE SARONNO Giada Pavan - Tel: 0332 256444 giada.pavan@quicredito.org SEDE TRADATE Marina Galli - Tel: 0332 256453 marina.galli@quicredito.org

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

21


Every Pack, la Amazon che pensa all’artigianato EVERY - PACK S.R.L via Gorizia 36 21047 Saronno (VA) Tel 02 96702250 Fax 02 96700842 mail: every@everypack.it Sito: www.everypack.it

Nata come azienda di logistica pura la Every Pack è oggi una società di servizi che tra le tante cose offre anche un call center e un servizio di recupero crediti

Scopri la convenzione con: Every Pack! Sconti speciali per i soci su stampa, imbustamento, posta massiva, spedizione pacchi, servizio clienti. Vedi pag. 18 Per info: www.asarva.org/convenzioni/ servizi-di-spedizioni/

Nata 35 anni fa a Saronno, l’azienda della famiglia Paolillo offre un servizio completo alle imprese che vogliono vendere e spedire i loro prodotti in tutt’Italia. Oggi rilancia pensando a tutti quegli artigiani che vogliono affrontare la sfida dell’e-commerce La nostra piccola Amazon si trova a Saronno e si chiama Every Pack. Un’impresa che da trent’anni imballa e spedisce prodotti in tutt’Italia e che nel tempo ha ampliato la propria gamma di servizi sino a offrire un call center interno per l’assistenza alla clientela e la gestione del recupero credito per conto dei suoi clienti. Una realtà imprenditoriale strutturata e allo stesso tempo flessibile che si è evoluta seguendo le esigenze dei suoi clienti e che oggi ha un’idea interessante dedicata al mondo dell’artigianato.

Signor Paolillo, dato che la vostra è un’impresa complessa da descrivere, mi aiuta a capire di cosa vi occupate? «La Every Pack è un’azienda di logistica che negli anni si è specializzata sino a diventare una società in grado di offrire ai propri clienti servizi di direct marketing, di assistenza al cliente, di vendita a distanza, di gestione dei resi e di recupero credito, ma non solo...».

guarda il video su

www.youtube.com/user/confartigianatoVA L’impresa delle meraviglie

22

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

In sostanza curate tutte le fasi della spedizione di un prodotto. «Esattamente, ma non ci limitiamo all’imbustamento e alla spedizione. Offriamo un servizio mailing dotato di attrezzature moderne per l’etichettatura, l’imbustamento e la cellofanatura dei prodotti. Abbiamo poi predisposto un centro stampa in grado di produrre opuscoli, lettere, depliant, pieghevoli e così via. Inoltre abbiamo un ufficio automazione in grado di realizzare archivi elettronici per l’inserimento e l’ordinamento dei dati, su specifica richiesta del cliente. Siamo poi in grado di preparare e spedire pacchi in conformità con le novità introdotte dall’e-commerce, oltre a saper confezionare raccoglitori e kit contenti cd o altri pezzi particolari per i nostri clienti del settore dell’editoria. In più abbiamo creato un call center in grado di offrire un servizio di assistenza post vendita dei prodotti spediti per conto dei nostri clienti».

Scusi, la interrompo prima di perdermi. Come è avvenuta la trasformazione da azienda di logistica a società di servizi? «Premetto che noi siamo ancora un’azienda di logistica. La trasforma-

www.asarva.org


zione è stata graduale, quando ho avviato quest’attività era il 1981 e venivo da un’esperienza decennale in Postal Market, per cui ho ricoperto il ruolo di direttore della logistica. Ad un certo punto ho deciso di mettermi in proprio per sviluppare quelle idee che non riuscivo a far passare nella azienda da cui provenivo».

Ad esempio? «La Every Pack ha iniziato fin da subito a stipulare con le poste delle convenzioni vantaggiose per i nostri clienti, così da invogliare a rivolgersi a noi non solo le case editrici, le aziende farmaceutiche o le banche, clienti consolidati nel tempo, ma anche aziende più piccole».

Per chi si occupa di logistica conoscere il sistema postale è un bel vantaggio, o sbaglio? «Non sbaglia. All’epoca facevo parte della Commissione trasporti dell’Anved, l’Associazione Nazionale Vendita a Distanza, mentre oggi facciamo parte della Netcomm, il consorzio che si occupa di far crescere l’e-commerce in Italia. Grazie a questa conoscenza siamo cresciuti e siamo riusciti a intercettare clienti esteri che volevano vendere per corrispondenza in Italia, ma non conoscevano il sistema».

Oggi siete una piccola Amazon, da quanto e perché avete deciso di puntare sull’e-commerce?

Ora avete un’idea molto curiosa per rivolgervi ai piccoli produttori artigianali, può spiegarmela?

«La crisi del settore dell’editoria e la trasformazione imposta da internet ci ha “costretti” a puntare sull’e-commerce. Fortunatamente l’esperienza acquisita negli anni ci consente di saper gestire tutto quello che serve al nostro cliente che voglia iniziare a vendere su internet. Dall’acquisizione dell’ordine, alla verifica della disponibilità del prodotto, al confezionamento all’invio secondo la modalità scelta dal cliente, per questo abbiamo molte agevolazioni con i corrieri, all’assistenza post vendita fino all’incasso del pagamento, al servizio di recupero crediti, curiamo tutti gli aspetti necessari al nostro cliente».

«Insieme ad Anna e Marco, i miei figli, anche dopo un incontro al Faberlab abbiamo pensato di rivolgerci alla vendita di prodotti artigianali. Per questo ci siamo rivolti a Confartigianato con cui abbiamo sottoscritto una convenzione rivolta a tutti quei soci che abbiano voglia di provare a vendere i loro prodotti via internet e a cui noi garantiamo l’assistenza in tutte quelle fasi che abbiamo descritto sopra».

www.asarva.org

Una bella sfida. «Il saper fare artigiano è ciò che rende unica l’Italia. Ecco, se riuscissimo a venderlo meglio e a offrire una serie di servizi efficienti che lo supportino, realizzeremo davvero una grande impresa».

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

23


Easydur, la precisione a più dimensioni EASYDUR ITALIANA Via Maja, 5 Arcisate (VA) Tel. +39 0332 203.626 Fax +39 0332 206.710 mail: info@easydur.com Sito: www.easydur.com

Propone sempre nuove soluzioni ai propri clienti, anche grazie alla capacità di realizzare software tarati su ogni singola esigenza

Nata per soddisfare la richiesta di un cliente la Easydur è una realtà consolidata nel settore della meccanica di precisione. Oggi progetta, realizza e vende, torsiometri e durometri di qualità in tutto il mondo Il loro settore è la meccanica di precisione. In trent’anni la Easydur si è fatta un nome nella produzione di macchinari sofisticati come i durometri, macchine che misurano la durezza dei materiali, e i cosiddetti “provamolle”, strumenti che misurano la resistenza delle molle, come quelle che compongono le sospensione dei treni. Oggi l’azienda da poco trasferitasi ad Arcisate è un riferimento per tutto il mercato internazionale ed è passata indenne attraverso la bufera della crisi economica.

Signor Affri, quando e com’è nata la sua azienda? Per un’assistenza globale sul passaggio generazionale contatta i nostri esperti fiscali nelle nostre sedi - Tel. 0332 256111 Per info: www.asarva.org/analisiconsulenza-aziendale/

guarda il video su

www.youtube.com/user/confartigianatoVA L’impresa delle meraviglie

24

«Trent’anni fa. Ho iniziato a lavorare con mio padre per cui seguivo la progettazione e la realizzazione dei durometri. Un giorno ci arriva in azienda una richiesta un po’ particolare. Un cliente ci chiedeva di realizzare un torsiometro, uno strumento per provare le molle che a quei tempi in Italia non faceva nessuno. Così sono tornato a casa, ho fatto la progettazione e ho capito come avremmo potuto accontentare la richiesta. Era il 1985 e quegli strumenti venivano prodotti quasi esclusivamente in Germania, con prezzi stratosferici. Poi siamo arrivati noi».

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

www.asarva.org

Da quella richiesta “un po’ particolare”, siete diventati un riferimento per tutto il settore. Come è avvenuta questa trasformazione? «Dopo la realizzazione delle prime macchine, abbiamo iniziato a seguire le fiere in vari settori, sempre con la stessa filosofia aziendale: seguire le richieste dei clienti. È così che abbiamo iniziato a sviluppare delle macchine speciali, fatte su misura, per poi arrivare a realizzarne addirittura degli impianti automatici per il controllo del 100% della produzione».

Come avete fatto a stare al passo con gli sviluppi tecnologici? «Guardando sempre avanti ed ascoltando quello che ci chiedevano i clienti. Negli anni ci siamo specializzati nella realizzazione dei software che governano le macchine. I clienti dicevano: “Mi piacerebbe che questa macchina sia in grado di fare questo, piuttosto che quest’altro”. Bene, noi provavamo a renderlo possibile. È così che siamo arrivati a produrre strumenti di misura e di controllo che oggi vendiamo in Cina, Pakistan, Arabia Saudita, Sud Africa, Argentina e così via».


Su dieci macchine che producete quante vanno all’estero? «Circa sei, sette. In Italia per esempio il settore delle molle è calato parecchio, all’estero gode ancora invece di buona salute. Noi vendiamo principalmente in Europa, ma anche in Russia, Cina, India. A volte negli Stati Uniti».

Senta, da imprenditore cosa chiede al Governo? Oggi qual è il vostro core business? «Lo speciale, oggi produciamo ancora durometri ottici, ma di grandi dimensioni, per intenderci anche impianti lunghi 15-20 metri. Ne abbiamo venduto uno alla Tenaris Dalmine, che serve per misurare la durezza di bombole per il gas lunghe anche 15 metri. Dopodiché produciamo macchinari in grado di testare molle gigantesche così come di dimensioni microscopiche. Spaziamo in diversi settori insomma. Per questo la crisi non ci ha toccati; perché serviamo più settori contemporaneamente. Dall’aviazione, fino alla meccanica di precisione».

Chi sono i vostri principali concorrenti? «I tedeschi. In Germania fanno strumenti di misura come i nostri, ma lì costano molto più che da noi. Dalla nostra abbiamo più inventiva, novità ed estro. Ed è questo quello che ci distingue dai tedeschi».

Mi scusi, ma quello dell’italiano creativo che resiste alla concorrenza, non le sembra uno stereotipo un po’ passato? «No. Almeno non per noi. L’idea di fare qualcosa di innovativo l’abbiamo nel dna. Per farle un esempio, io seguo

la progettazione delle macchine e per quel che riguarda i sistemi di visione, le telecamere per intenderci, siamo stati i primi al mondo a installare le telecamere con sistema Firewire sulle nostre macchine. È stato un bel passo, abbiamo speso mesi di ricerca e sviluppo, ma l’abbiamo fatto. Anche questo significa essere creativi».

Dove trovate le competenze per rimanere costantemente aggiornati? «I nostri dipendenti, una quindicina in tutto, sono tutti diplomati o laureati in ingegneria. Li troviamo tutti in Italia. Spesso però si fa fatica a trovare persone valide, brave, che abbiano voglia di lavorare, che si appassionino al loro lavoro. È una questione un po’ delicata diciamo».

La Easydur collabora anche con l’università? «Sono anni che collaboriamo con l’ambito accademico. Per l’università abbiamo costruito macchine su indicazioni specifiche e ora siamo in trattativa per un macchinario che faccia il controllo a pesi diretti. Una macchina importante insomma. Anni fa, sempre con l’università, abbiamo realizzato un durometro campione oggetto di tesi per un dottorando». www.asarva.org

«Dal Governo mi aspetto un interesse maggiore per quanto riguarda la ricerca. Inoltre dovrebbero essere garantite delle vere agevolazioni a chi abbia voglia di investire nelle aziende ed è lapalissiano dire che bisogna abbassare le tasse».

Da Induno Olona, dove avevate la prima sede, vi siete trasferiti ora ad Arcisate. Perché non avete deciso di delocalizzare in Svizzera? «Bella domanda (ride). Certo la Svizzera è allettante, però abbiamo scelto di rimanere qua. Un po’ perché abbiamo formato i nostri dipendenti qui, e qui abbiamo anche i nostri fornitori e un po’ perché le infrastrutture qui sono più convenienti. Poi in Svizzera c’è la dogana che è un aspetto non indifferente. Abbiamo insomma valutato che non era la soluzione ideale per noi».

Nella vostra storia aziendale avete già affrontato e con successo un primo passaggio generazionale . Come vi state preparando al secondo? «Spero vada altrettanto bene ( ). Ho due figli, uno studia ingegneria l’altro lavora già con me e il lavoro gli piace. Ora bisogna solo aspettare, diciamo che le basi ci sono tutte».

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

25


Il decreto Milleproroghe è legge Il Milleproroghe è in vigore. Tra le disposizioni di carattere fiscale si conferma, » la proroga al 2016 dell’eliminazione dell’obbligo di presentazione della dichiarazione IVA unificata e della comunicazione dati IVA, » la proroga al 2016 dell’operatività dell’Imposta Municipale Secondaria (IMUS), » la proroga a luglio 2015 della richiesta di rateizzazione delle cartelle Equitalia per chi è decaduto dal beneficio entro il 2014, » la possibilità di adottare il vecchio regime dei minimi con imposta sostitutiva del 5% per chi inizia l’attività nel 2015, » la proroga fino a fine 2016 dell’anticipo di una quota degli appalti alle imprese, » il blocco del l’aumento dei contributi per gli autonomi iscritti alla gestione separata Inps

Semplificata la compilazione dei modelli Intra-servizi L’Agenzia delle Dogane ha recepito le semplificazioni alle modalità di compilazione dei modelli Intra relativi alle prestazioni di servizi. In particolare è ora prevista l’indicazione facoltativa del numero e della data della fattura nonché delle modalità di erogazione del servizio e di incasso. La nuova versione delle istruzioni specifica inoltre che in caso di prestazioni con la medesima controparte (acquirente / fornitore) e tipologia del servizio e lo stesso Paese di pagamento, in ciascuna riga di dettaglio va riepilogato l’importo complessivo delle stesse

Maurizio Salardi_Tel. 0332 256323 maurizio.salardi@asarva.org

Per tutti gli approfondimenti: www.asarva.org/categoria/consulenzafiscale/ 26

Abolizione del segreto bancario tra Italia e Svizzera Italia e Svizzera hanno firmato la convenzione che permetterà all’Italia di richiedere dati e posizioni dei contribuenti anche al di fuori di procedimenti penali in corso. L’accordo riguarda i soggetti residenti in Italia che siano titolari effettivi di conti correnti, posizioni patrimoniali, mandati o diritti di proprietà in Svizzera.

Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali nuovi Fino al 30 giugno 2015 è possibile usufruire del Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali nuovi previsto dal DL n. 91/2014 convertito dalla Legge n. 116/2014 I beneficiari del credito d’imposta sono i soggetti titolari di reddito d’impresa che effettuano investimenti in beni strumentali nuovi compresi nella divisione 28 della tabella ATECO. Il credito d’imposta è pari al 15% delle spese sostenute in eccedenza rispetto alla media degli investimenti in beni strumentali nei cinque periodi di imposta precedenti Il credito d’imposta si applica anche alle imprese operanti da meno di cinque anni che siano in attività alla data di entrata in vigore del decreto-legge. Non spetta per gli investimenti di importo unitario inferiore a 10.000 euro.

Contributi IVS 2015 per artigiani e commercianti Le aliquote contributive per il finanziamento delle gestioni pensionistiche dei lavoratori artigiani e commercianti, per il 2015, sono pari al 22,65%. Continuano ad applicarsi, anche per il 2015, le disposizioni relative alla riduzione del 50% dei contributi dovuti dagli artigiani e dagli esercenti attività commerciali con più di 65 anni di età. Sono confermate le agevolazioni per i

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

www.asarva.org

coadiuvanti e i coadiutori con meno di 21 anni. Per gli iscritti alla gestione degli esercenti attività commerciali, all’aliquota del 50%dovrà essere sommato lo 0,09%, a titolo di aliquota aggiuntiva, ai fini dell’indennizzo per la cessazione definitiva dell’attività commerciale. L’obbligo al versamento è stato prorogato fino al 31.12.2018.


www.asarva.org

Artigiani Oggi>Obiettivo ProfessionalitĂ n. 03 Aprile 2015

27


TFR in busta paga: in vigore il decreto

Dal 3 aprire i datori di lavoro possono erogare il TFR in busta paga ai lavoratori che ne fanno richiesta. Il Decreto che prevede la possibilità di liquidare mensilmente il TFR come parte integrante della retribuzione fino a giugno 2018, è stato pubblicato ed è in vigore. La Quir, Quota maturanda del Trattamento di fine rapporto come parte Integrativa della Retribuzione, potrà essere

richiesta da tutti i lavoratori dipendenti del settore privato in possesso di un’anzianità di servizio pari ad almeno sei mesi. L’opzione non potrà essere revocata fino al 30 giugno 2018. L’inizio di corresponsione della Quir partirà dal mese successivo a quello della presentazione della richiesta. La scelta sarà fiscalmente conveniente solo per i dipendenti con i redditi più bassi mentre in generale il rischio sarà, a fronte di un modesto introito immediato, di trovarsi un domani con un ridimensionamento della propria pensione. E’ previsto infine per i datori di lavoro che ne avessero necessità, l’accesso ad un finanziamento assistito dal Fondo di garanzia dell’INPS.

Autoliquidazione: slittamento a fine febbraio di ogni anno Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale di un apposito decreto interministeriale, è diventato definitivo il rinvio al 28 febbraio (29 febbraio in caso di anno bisestile) delle denunce retributive annuali, già applicato nel corrente anno. Resta comunque fissato al 16 febbraio, il termine previsto per il pagamento dei premi di assicurazione.

I minimi di retribuzione 2015 L’Inail ha comunicato i limiti minimi di retribuzione imponibile giornaliera per il calcolo dei premi assicurativi ordinari e per i premi speciali unitari per il 2015. Il limite minimo giornaliero per le retribuzioni effettive della generalità dei lavoratori dipendenti è fissato ad euro 47,68, quello mensile ad euro 1.239,68. Il minimale giornaliero per le retribuzioni convenzionali è pari, per l’anno 2015, a € 26,49. Questi gli importi dei premi unitari artigiani per il 2015.

Contratti di solidarietà: mancato rifinanziamento Per le imprese non rientranti in regime di Cigs (ovvero le ditte che occupano in media fino 15 dipendenti) il Ministero non ha previsto per l’anno 2015 il rifinanziamento del contributo per i contratti di solidarietà. Questo ammortizzatore sociale, a cui le imprese artigiane hanno fatto frequentemente ricorso negli anni scorsi prevedeva per il lavoratore di un’azienda in difficoltà occupazionali, la possibilità di beneficiare di un contributo a fronte di una diminuzione di orario. Non potranno quindi essere prese in considerazione nuove domande.

Per tutti gli approfondimenti: Giuseppe Aletti_Tel. 0332 256266 giuseppe.aletti@asarva.org

www.asarva.org/categoria/consulenzalavoro/ 28

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

www.asarva.org


Il tuo 730 merita un occhio esperto

Velocità, professionalità... e costi agevolati!

PRENOTATI SUBITO SU: TARIFFE 2015 (IVA inclusa) Mod. 730 - Compilato dal contribuente

euro 35,00

Mod. 730 - Compilato dal contribuente congiunto con coniuge a carico

euro 35,00

Mod. 730- Compilato dal contribuente congiunto con coniuge non a carico

euro 70,00

Mod. 730 - Assistenza alla compilazione

euro 53,00

Mod. 730 - Congiunto con coniuge a carico - Assistenza alla compilazione

euro 53,00

Mod. 730 - Congiunto con coniuge non a carico - Assistenza alla compilazione

euro 106,00

Dichiarazione IMU

euro 53,00

Bollettino IMU 1° fabbricato (compresa 1° pertinenza)

euro 27,80

Bollettino IMU 2° fabbricato cad.

euro 8,75

TASI 1° fabbricato (compresa 1° pertinenza)

euro 27,80

TASI 2° fabbricato cad.

euro 8,75

Per il tuo 730 siamo a tua disposizione nelle nostre sedi di: Varese - Gallarate - Busto Arsizio - Saronno - Luino - Gemonio - Tradate Tel. 0332 256111 - mail: 730@asarva.org - www.asarva.org www.asarva.org

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

29


I corsi da non perdere Progettazione 3D Rhinoceros 5 – Architecture Design

Storytelling: raccontare l’impresa

OBIETTIVI Far acquisire le competenze di base per progettare prototipi, prodotti, componenti di prodotto e, in generale, qualunque modello CAD, utilizzando Rhinoceros 5, uno dei modellatori free-form 3D più usati e versatili al mondo CALENDARIO E ORARI 13 e 14 Aprile 2015 > 16.00 - 20.00 SEDE FABERLAB - Viale Europa 4/A - Tradate Costo: euro 200,00 + IVA

Per informazioni e iscrizioni: » rivolgersi agli Assistenti d’Impresa presenti nelle sedi di Confartigianato Varese » Tel. 0332 256111 - n. verde 800650595 » www.asarva.org/categoria/formazione/

OBIETTIVI » Avere consapevolezza delle proprie capacità di presentazione » Migliorare la capacità di presentare se stessi, l’azienda, i progetti, i report…. » Ottenere maggiore partecipazione / ricordo/ ritorno da incontri, riunioni, presentazioni. » Ottimizzare le risorse (umane, economiche, personali) e realizzare una presentazione di successo » Conoscere i percorsi narrativi e la costruzione di un testo, di un racconto, di un discorso » Declinare con coerenza lo strumento dello storytelling per valorizzare il proprio lavoro » Lo storytelling come strumento di comunicazione e dialogo con i clienti, i fornitori, le istituzioni » L’importanza di raccontarsi e raccontare il proprio prodotto/ impresa, fare squadra/rete/sistema, » L’importanza della cultura e la valorizzazione delle caratteristiche artistiche, paesaggistiche, artigianali dell’Italia, » La definizione degli obiettivi attraverso la narrazione CALENDARIO E ORARI 16 e 23 Aprile 2015 - dalle 09.00 alle 18.00 SEDE FABERLAB - Viale Europa, 4/A - Tradate Costo: euro 250,00 + IVA Agli imprenditori partecipanti che versano i contributi ELBA sarà riconosciuto il rimborso del 30% della quota corso

In partenza ad aprile e maggio 2015 LAVORI IN QUOTA CON UTILIZZO DI DPI DI 3^ CATEGORIA ANTICADUTA 2 LIVELLO ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI PIATTAFORME DI LAVORO ELEVABILI (PLE) CHE OPERANO CON E SENZA STABILIZZATORI

10/04/2015

17-24/04/2015

ASTRA SRL VIA CAPPUCCINI, 33 - GALLARATE ASTRA SRL VIA CAPPUCCINI, 33 - GALLARATE

Campo prova: presso Borgomanero

ADDETTO ANTINCENDIO – AGGIORNAMENTO – BASSO RISCHIO – AULA

29/04/2015

ASTRA SRL VIA CAPPUCCINI, 33 - GALLARATE

ADDETTO ANTINCENDIO – AGGIORNAMENTO – MEDIO RISCHIO – AULA

29/04/2015

ASTRA SRL VIA CAPPUCCINI, 33 - GALLARATE

30

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

www.asarva.org


In partenza ad aprile e maggio 2015 ADDETTI ALLA CONDUZIONE DEI CARRELLI ELEVATORI SEMOVENTI CON CONDUCENTE A BORDO – AGGIORNAMENTO

RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI DELLA SICUREZZA 81/08 – AGGIORNAMENTO

ADDETTI ALLA CONDUZIONE DEI CARRELLI ELEVATORI E MULETTI

LAVORATORI: CORSO OBBLIGATORIO SICUREZZA SPECIFICO ALTO RISCHIO

30/04/2015

VIGNOLA CARRELLI VIA CAPPUCCINI, 40 - GALLARATE

21-28/04/2015 6-13/05/2015

CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - BUSTO A. VIA F. BARACCA, 5

20-27/05/2015

CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - VARESE VIA SANVITO SILVESTRO, 92

8-15/05/2015 08-15-22/04/2015 12-19-26/05/2015

CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - BUSTO A. VIA F. BARACCA, 5 Prova pratica c/o Vignola Carrelli: 22 Maggio 2015 CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - VARESE VIA SANVITO SILVESTRO, 92 CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - BUSTO A. VIA F. BARACCA, 5

LAVORATORI: CORSO OBBLIGATORIO SICUREZZA SPECIFICO BASSO RISCHIO – PRODUZIONE

12/05/2015

CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - BUSTO A. VIA F. BARACCA, 5

LAVORATORI: CORSO OBBLIGATORIO SICUREZZA SPECIFICO MEDIO RISCHIO

12-19/05/2015

CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - BUSTO A. VIA F. BARACCA, 5

13/04/2015 PRIMO SOCCORSO – RINNOVO – GRUPPO A – AULA 18/05/2015

CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - BUSTO A. VIA F. BARACCA, 5 CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - VARESE VIA SANVITO SILVESTRO, 92

PRIMO SOCCORSO – RINNOVO – GRUPPO B – AULA

18/05/2015

CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - VARESE VIA SANVITO SILVESTRO, 92

RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI DELLA SICUREZZA 81/08 – BASE

21/05/2015 2/07/2015

CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE - BUSTO A. VIA F. BARACCA, 5

PROGETTAZIONE 3D RHINOCEROS 5 – MECHANICAL DESIGN RENDERING CON KEYSHOT 5

18-25/05/2015

FABERLAB - TRADATE VIALE EUROPA 4/A

29/05/2015 5/06/2015

FABERLAB - TRADATE VIALE EUROPA 4/A

Per tutti gli approfondimenti e gli aggiornamenti : www.asarva.org/categoria/formazione/

www.asarva.org

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

31


Skandia: la Svezia a caccia del Made in Italy Il progetto Skandia è nato per stimolare e promuovere la produzione e la sartoria italiana sui mercati scandinavi. Un progetto iniziato con l’analisi del mercato svedese da parte di Provex che nel novembre 2014 ha partecipato all’iniziativa “The Italian Code”, promossa dalla Camera di Commercio per la Svezia, e che è culminato con una serie di incontri tra una consulente della Design United, Christine Hedstroem e alcuni produttori e sarti italiani a Malpensa

Fiere. L’iniziativa è finalizzata a facilitare l’incontro tra produttori italiani e operatori del mercato scandinavo, “affamati” di qualità italiana e in cerca di aziende disposte a lavorare in private label, ossia per conto dei grandi marchi della moda scandinava. Per tutto il 2015 si svolgeranno una serie di iniziative che coinvolgeranno le imprese varesine del settore tessile per abbigliamento uomo, donna e bambino e che vedrà le aziende sele-

Export: un servizio che ti porta lontano Il nostro Servizio Export è dedicato alle imprese che già esportano e a quelle che vogliono cominciare ad esportare. Problem solving nelle attività quotidiane con l’estero, orientamento e check up per la valutazione del mercato e le modalità di distribuzione, sono le consulenze che offriamo. » Incontriamo l’azienda per definire un suo profilo » analizziamo i fattori competitivi » tracciamo un percorso di export con un piano di sviluppo » consigliamo i mercati migliori » assistiamo l’impresa nel percorso di internazionalizzazione » restiamo come punto di riferimento per qualsiasi necessità. Inoltre aiutiamo le imprese a partecipare a fiere e missioni, accedere a agevolazioni e contributi, rimanere aggiornati con incontri e seminari, approfittare di opportunità d’affari e missioni. E offriamo, consulenze di Diritto del commercio e, contrattualistica internazionale, e consulenza doganalista e in spedizioni internazionali. Per tutte le informazioni: Per tutti gli approfondimenti: www.asarva.org/categoria/export/

» Matteo Campari Area Innovazione – Internazionalizzazione Confartigianato Imprese Varese matteo.campari@asarva.org Tel. 0332 256290

zionate protagoniste della seconda fase de “The Italian Code” a Stoccolma nel maggio 2015, con la possibilità di presentare le collezioni anche in Norvegia e Danimarca. guarda il video su

www.youtube.com/user/confartigianatoVA

Contributo partecipazione a fiere internazionali in Italia e all’estero Anche quest’anno la Camera di Commercio di Varese sostiene con 290.000 euro la partecipazione delle imprese varesine alle fiere a carattere internazionale in programma nel 2015. Il contributo del 30% sulle spese di locazione e di allestimento degli spazi espositivi è riconosciuto per le » fiere internazionali in Italia (sino a 1.000 euro per un investimento minimo di 600 euro) » fiere in Paesi UE e Svizzera (sino a 1.500 euro per un investimento minimo di 1.500 euro) » fiere nel resto del mondo (sino a 2.500 euro per un investimento minimo di 3.000 euro) La domanda deve essere trasmessa tramite PEC dal 27 aprile 2015 al 30 settembre 2015. Per informazioni, assistenza per la compilazione e presentazione delle domane: » Monica Baj monica.baj@asarva.org Tel. 0332 256214

Per tutti gli approfondimenti: 32

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

www.asarva.org

www.asarva.org/2015/04/contributofiere-internazionali-2015/


Sistri, sanzioni e operatività. Le scadenze in evidenza Sistri, sono in arrivo le sanzioni: con il “Milleproroghe” è stato infatti previsto al 1° aprile 2015 il termine per l’applicazione delle sanzioni per mancata iscrizione e quelle per mancato versamento del contributo annuale. Il contributo annuale 2015, invece, va versato entro il termine ordinario del 30 aprile 2015.

Sicurezza: quando si deve fare il DVR? Con l’entrata in vigore il 25/11/2014 della Legge Comunitaria sono state introdotte alcune importanti modifiche del Testo Unico sulla sicurezza D.Lgs.81/2008, che riguardano i tempi di redazione dei documenti di valutazione dei rischi. Le modifiche impongono l’immediata evidenza delle misure preventive e protettive dei lavoratori, sia in caso di costituzione di nuova impresa, sia in sede di rielaborazione della valutazione dei rischi. Nel primo caso vi è l’ obbligo immediato per il datore di lavoro di redigere il documento di valutazione dei rischi e le valutazioni dei rischi specifici. Il vecchio testo concedeva invece 90 giorni. Di notevole impatto anche la modifica introdotta in caso di rielaborazione della valutazione dei rischi, entro 30 giorni, dal verificarsi di modifiche in azienda: il Dvr deve essere immediatamente revisionato riportando le misure di prevenzione adottate.

Per tutto il 2015, le imprese produttrici di rifiuti pericolosi dovranno continuare ad applicare gli adempimenti cartacei per la tracciabilità dei rifiuti (formulario di trasporto, registro di carico e scarico e MUD) unitamente a quelli telematici del Sistri (cosiddetto “doppio binario”), per non incorrere in sanzioni per il mancato funzionamento di quest’ultimo sistema.

Le sanzioni per il mancato o errato utilizzo del Sistri si applicheranno invece solo a partire dal 1° gennaio 2016. Per non avere più preoccupazioni per queste scadenze e sanzioni, affidati al nostro Servizio registri rifiuti online che include anche tutte le operazioni in Sistri (per i soggetti obbligati).

Rifiuti pericolosi: le novità dal 1° giugno 2015 Il nuovo Regolamento europeo (GUCE n. 1357/2014), riforma e aggiorna profondamente la normativa in tema di caratteristiche di pericolo per i rifiuti, e rinomina tutte le caratteristiche di pericolo da H 1 a H 15. Tra le novità più importanti la modifica di alcune caratteristiche di pericolo e l’introduzione di dettagliate prescrizioni.

Lavanderie: scadenza autorizzazioni alle emissioni Entro il 2015 Regione Lombardia dovrà emanare comunicazione per le modalità e la modulistica del rinnovo le Autorizzazioni in via generale. Invitiamo tutte le lavanderie ad effettuare un controllo della propria situazione, sia in merito alla presenza di idonea Autorizzazione in via generale, sia dei campionamenti periodici, sia della compilazione del Piano Gestione solventi.

Per tutti gli approfondimenti: www.asarva.org/categoria/sicurezza-eambiente/ www.asarva.org

Queste modifiche hanno enormi riflessi sia per la Valutazione del rischio chimico (che è parte integrante del DVR), sia per l’attribuzione del codice CER, con importanti riflessi sulla gestione delle sostanze all’interno dell’azienda.

Verifiche impianti termici La Provincia di Varese è già partita con le verifiche sugli impianti termici per la conformità al contenimento energetico e alle norme di manutenzione e sicurezza. Accettare il controllo è obbligatorio, pena sanzioni.

Per tutte le informazioni: » Servizio Ambiente e Sicurezza Confartigianato Imprese Varese ambiente@asarva.org tel. 0332 256252 – 249 – 339 – 357

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

33


Novità di settore Capacità finanziaria: nuovi chiarimenti dal Ministero AUTOTRASPORTO

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha fornito chiarimenti in tema alle interpretazioni della “Dimostrazione del requisito di idoneità finanziaria per l’esercizio della professione di autotrasportatore per conto

di terzi” con la Circolare 28 gennaio 2015. In sintesi il ricorso alla polizza assicurativa di responsabilità professionale si può applicare soltanto alle: » imprese iscritte per la prima volta all’Albo nell’anno 2015 (cosiddette “neoiscritte”), che potranno avvalersene solo per i primi due anni di attività; » imprese iscritte per la prima volta all’Albo nell’anno 2014 (e in esso hanno conseguito l’autorizzazio-

ne all’esercizio della professione) e che possono avvalersene fino al termine del 2015 (risultando il 2015 il secondo anno di esercizio, in tutto o in parte). La polizza non è invece utilizzabile, ai fini della dimostrazione del requisito di idoneità finanziaria, nell’anno in corso, da parte di imprese di autotrasporto iscritte all’Albo prima del 2014. Per tutti gli approfondimenti: www.asarva.org/2015/03/capacita-finanziariaautotrasporto-chiarimenti/

Tachigrafo: cosa prevede il Regolamento europeo Il Regolamento (UE) n. 165/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio del 4 febbraio 2014 hanno abrogato il Regolamento (CEE) n. 3821/85 relativo al suo utilizzo. In sintesi il Regolamento entra nel merito dell’utilizzo delle carte del conducente e dei fogli di registrazione: gli Stati membri non impongono ai conducenti l’obbligo di presentazione di moduli che attestino le loro attività mentre sono lontani dal veicolo. In attesa della nota di chiarimento della Commissione Europea si consiglia il continuo utilizzo del modulo dell’attestazione per giustificare l’assenza del conducente nei 28 giorni precedenti Per tutti gli approfondimenti: www.asarva.org/2015/03/tachigrafo-regolamentoeuropeo/

cerco / vendo / offro » gli annunci

Per i tuoi annunci: fax 0332 256300 - team.comunicazione@asarva.org

attività

IMPRESA CERCA IMPRESA Ditta di Cantello operante nel settore della carpenteria metallica si offre a collaborare per la piegatura e tranciatura di lamiere e per vari lavori di puntatura, filettatura, etc. Dotati di mezzo di trasportato per ritiri e consegne urgenti. Per info: tel. 0332417438

Per motivi di anzianità cedesi attività lavorazioni conto terzi (biancheria per la casa) specializzata tutto su ciò che riguarda il letto. Cedesi laboratorio con tutte le attrezzature lavoro e consulenza per i 2 mesi garantito volume di fatturato circa € 300 mila annuo con 6 dipendenti specializzati con passaggio diretto. Per info: tel. 331 8513305

Padroncino con pluriennale esperienza regolarmente iscritto con tutte le predisposizioni di legge, con furgone frigo isotermico capienza di 7 pallet e portata di kg. 600 offresi a ditte serie per la distribuzione della merce in generale alimentari (freschi e non). Per lavoro continuativo o saltuario. Per info: tel. 339/5476065

Vendo (o do in gestione) recentissima attività di parrucchiere in Busto Arsizio su via di passaggio. Metri quadri 105, 3 lavaggi, 7 postazioni lavoro. Tutto nuovo e a norma di legge. Per info: tel. 347 4263067

34

Cedesi avviata attività laboratorio prodotti da forno della puglia in Cocquio Trevisago (Va). Portafoglio clienti (supermercati) e macchinari inclusi per continuare a lavorare da subito. Per info: tel. 366 4557046 (Emanuele) fax 0332 701236

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

www.asarva.org

Immobili commerciali Vendesi capannone di mq 760 divisibile in due unità autonome, di complessivi mq 585 a piano terra e 176 interrati, doppi cancelli di accesso con relativi parcheggi interni a Casorate Sempione. Tetti e canalizzazioni, allacci rete fognaria, messa a terra, completamente rifatti. Prezzo interessante. Per info: tel. 349 4583923 – 347 4438340 A Gornate Olona vendiamo laboratorio artigianale di mq 300 su 2 piani e magazzino esterno di mq 60 con annessa abitazione padronale di mq 200 e a piano terra locale indipendente attrezzato ad uso ufficio e servizio. Per info: tel. 335 6152941

LAVORO Studio dentistico pluriventennale in Castellanza cerca odontoiatra per proseguimento attività. Per info: tel. 0331 505855


Scadenze aprile 2015 07 CONTABILITÁ E ASSISTENZA FISCALE - Termine ultimo consegna documentazione relativa al mese di MARZO 10 DIRIGENTI D’AZIENDE COMMERCIALI - Versamento 1° trimestre contributi fondi Negri, Besusso e Pastore CONTRIBUTI COLF E CASSACOLF - Versamento 1° trimestre PRESENTAZIONE ELENCO CLIENTI FORNITORI (SPESOMETRO) ANNO 2014 per contribuenti con liquidazione iva mensile 14 AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE - Ritiro cedolini 16 Invio telematico VERSAMENTO UNITARIO F24 - delle imposte (lavoro dipendente - ritenute IVA - contribuenti mensili - imposte sostitutive) e dei contributi, relativi al mese precedente, dovuti all’lNPS (lavoratori dipendenti e contributo dei CO.CO. CO. / Co.co.pro / associazioni in partecipazione), versamento a FONDO EST, ELBA, SAN.ARTI CADIPROF, EBIPRO, ENTE BILATERALE TERZIARIO PUBBLICI ESERCIZI E TURISMO - SANILOG

16 FONDO PENSIONE FONTE - Scadenza versamento contributi 1° trimestre COPERLAVORO - Scadenza versamento contributi 1° trimestre FONDO PENSIONE BYBLOS - Scadenza versamento contributi 4° trimestre anno precedente 20 PRESENTAZIONE ELENCO CLIENTI FORNITORI (SPESOMETRO) ANNO 2014 per contribuenti con liquidazione iva trimestrale FONDO INTEGRATIVO COMETA - Scadenza versamento 1° trimestre PREVINDAI - Versamento contributi dirigenti industriali 1° trimestre AGRIFONDO - Scadenza versamento marzo CASSA EDILE - Presentazione denunce contributive aziende edili 27 IVA COMUNITARIA - Presentazione degli elenchi INTRASTAT mese di marzo per contribuenti con periodicità di invio mensile e 1° trimestre 2015 per i contribuenti con periodicità di invio trimestrale

27 ENPAIA - Denuncia delle retribuzioni, impiegati agricoli e pagamento contributi 30 CASSA EDILE - Versamento contributi periodo marzo INPS - Denuncia contributiva telematica operai agricoli (gennaio-marzo) AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE - Termine ultimo consegna foglio ore mese di APRILE Invio telematico DENUNCE MENSILI UNIEMENS marzo - ditta e lavoratori dipendenti, parasubordinati, associati in partecipazione (esclusi agricoli e colf) RIDUZIONE ACCISA AUTOTRASPORTO - Termine ultimo per la presentazione delle domande di rimborso alla Circoscrizione Doganale relative al I° trimestre 2015 CAIT - Consegna D.A.M. mese precedente

Scadenze maggio 2015 05 CONTABILITÁ E ASSISTENZA FISCALE - Termine ultimo consegna documentazione relativa al mese di APRILE 14 AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE - Ritiro cedolini 18 IVS ARTIGIANI e COMMERCIANTI - Versamento contributi in misura fissa (1a rata anno 2015) Invio telematico VERSAMENTO UNITARIO F24 - delle imposte (lavoro dipendente - ritenute - IVA - contribuenti mensili - imposte sostitutive) e dei contributi, relativi al mese precedente, dovuti all’lNPS (lavoratori dipendenti e contributo dei CO.CO. CO. / Co.co.pro/ associazioni in partecipazione), versamento a FONDO EST, ELBA, SAN.ARTI CADIPROF, EBIPRO, ENTE BILATERALE TERZIARIO PUBBLICI ESERCIZI E TURISMO – INAIL - Versamento 2a rata premio anno 2014/2015

20 CASSA EDILE - Presentazione denunce contributi aziende edili AGRIFONDO - Scadenza versamento aprile ENASARCO - Termine per il pagamento dei contributi e denuncia on-line 1° trimestre 21 FONDAPI - Versamento contributi mesi di marzo e aprile 25 ENPAIA - Denuncia delle retribuzioni, impiegati agricoli e pagamento contributi IVA COMUNITARIA - Presentazione degli elenchi INTRASTAT mese di aprile per contribuenti con periodicità di invio mensile

29 AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE - Termine ultimo consegna foglio ore mese di MAGGIO CAIT - Consegna D.A.M. mese precedente 31 SCF – DIRITTI DISCOGRAFICI - Termine per il pagamento dei diritti SCD Diffusioni Musicali per i diritti discografici – Pubblici Esercizi (Bar, Ristoranti, Pizzerie, Stabilimenti Balneari – zona bar) – Parrucchieri ed Estetiste –Strutture Ricettive (Alberghi, B&B, Agriturismi…)

29 FASI - Versamento contributi sanitari dirigenti industriali 2° trimestre e gestione separata CASSA EDILE - Versamento contributi periodo aprile

www.asarva.org

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 03 Aprile 2015

35


MOBILE POS: LO STRUMENTO AGANTE PER I TUOI INCASSI.

Con la app UBI PAY Business ed il mobile POS accetti pagamenti ovunque con il tuo smartphone o tablet. E non perdi più clienti. vieni in filiale

36

ubibanca.com

800.500.200

Artigiani Oggi>Obiettivo Professionalità n. 02 Marzo 2015

www.asarva.org

Profile for Confartigianato Imprese Varese

Artigiani Oggi - Aprile 2015  

Rivista mesile di Confartigianato Imprese Varese

Artigiani Oggi - Aprile 2015  

Rivista mesile di Confartigianato Imprese Varese