Page 1

Anno XII - N. 11 - Agosto 2012

FVG

Periodico quindicinale - Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, D.C.B. Udine - Bollettino degli Organi direttivi di Associazione Sindacale

Notiziario tecnico di Confartigianato Imprese Friuli Venezia Giulia

> Certificazione dei crediti verso la pubblica amministrazione e compensazione con i debiti erariali e contributivi > Riforma del lavoro, i primi chiarimenti ministeriali > Cantieri edili, indici di genuinitĂ del rapporto dei lavoratori autonomi


Annunci Licenze

Automezzi

• Cedo a Mortegliano per raggiunta età pensionistica, avviatissima attività di vendita al dettaglio e ingrosso ricambi e accessori auto, camion, trattori, con portafoglio clienti, magazzino, ecc. Adatta a giovani intenzionati. Tel. 345.6611156 o 345.6610879.

• Cedo contratto di noleggio a lungo termine per Fiat Panda 1.1 Active eco anno di immatricolazione 2010, durata residua 24 mesi. Per info 0481.76175 dalle 8.30-12.00 e 14.00-18.30. • Vendo Mercedes-Benz - 1831 L/54/TR/SKN (AXTROS) portata 180 quintali pieno carico con cassa centinata e telone ad altezza variabile nov. 99. lung. 10,910 mt., colore giallo. Tel. 3483680832.

• Cedo, causa ulteriori impegni, ben avviata attività di estetica e solarium sita in zona centrale a San Giorgio di Nogaro. Il centro, che si sviluppa in un’accogliente reception e 6 attrezzate cabine, è situato al piano terra vetrinato e ben visibile di recente palazzina e vicino ad ampio parcheggio. Tutti i macchinari sono recentissimi e in ottimo stato. Prezzo interessante. Contattare il numero 3395357127.

• Vendo MAN TGA del 2002 180 ql. Cassone 860 con centina alza e abbassa sponda idraulica, appena tagliandato. € 20.000 trattabili. Tel. 348.5165084.

• Cedo, causa maternità, ben avviata attività di estetica a Monfalcone, vicino centro commerciale Emisfero. Accogliente reception e 4 attrezzate cabine, al piano terra, vetrinato e ben visibile, con ampio parcheggio, completo di macchinari. Prezzo interessante. Tel. 331.5807915.

• Vendo FIAT DOBLO’ SX 2007, km 66.000 bianco. Cell. 348.2812360.

• Cedo attività di fioreria zona Codroipo. Se interessati telefonare al 331/8608196. Prezzo interessante.

• Vendo postazione trucco-acconciatura modello Angel Maletti, completo di poltrona in gel molto comoda e specchio ovale illuminato. Prezzo da concordare dopo presa visione, info tel. 0432 760637.

Attrezzature / Materiali

• Cedo attività di fioreria zona Codroipo. Se interessati telefonare al 331/8608196. Prezzo interessante.

• Vendo microcamera Q-MED per tricologia e dermatologia ingrandimento 180x con piano ottico polarizzato (scompone il capello in colori e ne determina lo stato di salute) a corredo tv lcd 17”, mobiletto e manuali, prezzo 580 Euro fatturabili. Per info tel. 0432 760637.

Immobili / Proprietà • Vendo immobile commerciale recentissimo di 500 mq su terreno edificabile di mq 4700 con alloggio, negozio e magazzini a San Daniele del Friuli. Finiture di pregio, prezzo interessante. Tel 0432 940203.

• Vendo causa cessata attività elevatore Cinomatik k800, telescopica automontante 220 v, h max 16,5 mt. Gru usata da restauro usata pochissimo come nuova. Cell. 3383259839.

• Affitto centralissimo negozio con annesso laboratorio artigianale in via Manin a Udine. Tel. 335.5806472.

• Vendo ruote lamellari in carta vetrata grana 220 per carteggiatura. Telefonare ore ufficio 0432.957547.

• Offro corner in negozio zona Udine centro, prezzo interessante investimento minimo. Telefonare al 349.5826840.

• Vendo per inutilizzazione mini escavatore Airman AX 18 anno 2005 massa kg.1.800 motore kw.9,2 con 3 benne + martellone - poche ore lavoro, tutto funzionante ed in perfette condizionivisibile a Tarvisio. Prezzo da concordare tel 3398645796.

• Affitto capannone di mq. 200 con uffici, servizi e parcheggio, uso artigianale/commerciale località Cavolano, Sacile (PN) a 1 km. uscita autostrada sacile ovest. Per info tel. 0434 70969 cell. 339 4452819 e-mail: info@gfutensili.com

• Vendo autoscala millepiedi elettrica con piattaforma completa disponibile per carico scarico materiali edili completa di libretto. Prezzo € 3.900. Per info 333.9343873.

• Vendo capannone recente 200/300 mq con terreno, impianto elettrico, riscaldamento a pavimento, vasto parcheggio, zona ben servita, uscita autostrada A4 Prosecco/Trieste. Cell. 348.2812360.

• Vendo per prossima chiusura settore: stampante digitale Mimaki JV3-130 SP II larghezza rotoli cm. 137 come nuova più laminatore a caldo Polilam 1600 praticamente nuovo. Prezzo da concordare. Tel. 335 7837280.

• Affitto locale di 55mq adatto a molteplici attività artigianali/ commerciali, già utilizzato per un centro estetico e studio veterinario. Tel. 339.1230846. Gli imprenditori associati interessati alla pubblicazione di annunci inerenti l’attività lavorativa, possono compilare questo tagliando ed inviarlo a: CONFARTIGIANATO IMPRESE FVG c/o Redazione Informimpresa - Via del Pozzo, 8 - 33100 Udine - Fax 0432 516765

FVG

Periodico quindicinale di Confartigianato Imprese F.V.G. Autorizzazione del Tribunale di Trieste n. 1020 del 08/03/2001 Anno XII - N. 11 - AGOSTO 2012 Spedizione in Abbonamento Postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, D.C.B. Udine Bollettino degli Organi Direttivi di Associazione Sindacale

Cognome Nome Ditta Indirizzo Cap Telefono

Comune

Direttore responsabile: BRUNO GAZULLI Comitato di redazione: Enrico Eva, Bruno Gazulli, Gian Luca Gortani, Gianfranco Trebbi Hanno collaborato a questo numero: Alberto Bianchi, Alfredo Cappellini, Flavio Cumer, Michele Feresin, Elena Del Giudice, Ketty Downey, Luca Matelich, Oliviero Pevere, Raffaella Pompei, Tiziana Sabadelli, Fabio Veronese Direzione, Redazione, Amministrazione: Via Coroneo, 6 - 34133 Trieste - Tel. 040 363938 Editore: Confartigianato Imprese del Friuli Venezia Giulia Via Coroneo, 6 - 34133 Trieste - Tel. 040 363938 Progetto grafico: Unidea Stampa: Cartostampa Chiandetti srl 33010 Reana del Rojale - Via Vittorio Veneto

Prov.

E-mail

Vi prego di pubblicare gratuitamente il seguente annuncio:

2


FVG

In questo numero: Fisco _________________________________________________

Normativa del lavoro _________________________________________________

Scadenze del mese di settembre 2012

Riforma del lavoro, i primi chiarimenti

pag. 4

pag. 9

ministeriali Certificazione dei crediti verso la pubblica pag. 5 amministrazione e compensazione

Scadenza del modello 770 prorogata

con i debiti erariali e contributivi

al 20 settembre 2012

Fissati i tassi degli interessi di mora

pag. 5

Cantieri edili, indici di genuinità

per il 2° semestre 2012 Le novità fiscali della legge sulla riforma

pag. 10

pag. 11

del rapporto dei lavoratori autonomi pag. 6

Nuova sanatoria per gli immigrati

del mercato del lavoro

pag. 11

dal 15 settembre Comunicazioni di assunzione/cessazione

pag. 12

durante la chiusura feriale Categorie _________________________________________________

delle Associazioni

Autotrasporto merci conto terzi:

Invio della denuncia di infortunio

pag. 6

costi minimi e revisione della spesa

entro 2 giorni anche durante la chiusura

pubblica

feriale delle Associazioni

Autotrasporto di persone con autobus: aumentata a 14 anni l’anzianità media dei veicoli Impianti di messa a terra - Guida INAIL

pag. 12

11

pag. 6

Entro 30 settembre presentazione

pag. 12

delle domande per i contributi

per assunzioni e stabilizzazioni

pag. 7

Antincendio: scadono il 7 ottobre

pag. 13

i termini di adeguamento alle nuove

Impianti elettrici Pubblicata la 7^ edizione della CEI 64-8

procedure

pag. 7_

Contratti _________________________________________________ Scadenze contrattuali del mese di settembre 2012

pag. 8

Dalle province pag. 14 _________________________________________________

Informimpresa è scaricabile anche dal sito internet www.confartigianatofvg.it 3


Fisco

Scadenze del mese di settembre 2012 Lunedì 17 settembre

Scadenze di domenica 30 settembre prorogate a lunedì 1° ottobre

Versamenti iva, irpef e contributi previdenziali:

Mod. Unico: presentazione da parte dei soggetti IRPEF (privati, imprese individuali e società di persone) e dei soggetti IRES (srl, spa ecc…) per l’anno 2011 Dichiarazione IRAP: presentazione da parte dei soggetti IRPEF (imprese individuali e società di persone) e dei soggetti IRES (srl, spa ecc…) per l’anno 2011 Dichiarazione IVA: presentazione per l’anno 2011 da parte di chi la invia in forma autonoma Parametri: versamento dell’IVA dovuta sull’adeguamento ai parametri ICI: presentazione della dichiarazione (se il Comune non ha deliberato un termine diverso) per le variazioni da segnalare avvenute nel 2011 IMU: presentazione della dichiarazione per gli immobili per i quali l’obbligo dichiarativo è sorto nel corso del 2012 Ravvedimento delle violazioni commesse nel 2011 di omesso o parziale pagamento delle imposte relative alle dichiarazioni in scadenza il 30/9 Mod. Unico: versamento rata importi risultanti da Unico/2012 da parte dei non titolari di partita iva che hanno scelto il pagamento rateale Mod. 730: per chi ha presentato il 730 scade il termine per comunicare al sostituto la volontà di non versare l’acconto irpef relativo al 2012 o di versarlo in misura ridotta Imposta sulla pubblicità: versamento della quarta rata da parte dei soggetti che, dovendo pagare un’imposta annuale superiore a € 1.549,37, hanno scelto di versare l’imposta a rate trimestrali Locazioni: versamento imposta di registro sui contratti nuovi o tacitamente rinnovati con decorrenza 1/09/2012 in assenza di opzione per la cedolare secca Cedolare secca sugli affitti: termine ultimo per l’invio della raccomandata all’inquilino per comunicare l’opzione per la cedolare secca esercitata nella dichiarazione dei redditi relativa al 2011 Mod. UniEmens: trasmissione telematica delle denunce contributive relative alle retribuzioni di agosto relative ai lavoratori dipendenti e a quelli iscritti alla gestione separata inps Richiesta rimborso IVA UE: presentazione all’Agenzia delle Entrate, in via telematica, dell’istanza di rimborso dell’IVA assolta nel 2011 in altri Stati membri UE Comunicazione operazioni con paesi black list: presentazione della comunicazione delle operazioni con operatori economici con sede negli Stati black list relativa al mese di agosto

• iva relativa al mese di agosto • rata del saldo iva 2011 per chi ha scelto il pagamento rateale • rata degli importi risultanti da Unico 2012 da parte dei titolari di partita iva che hanno scelto il pagamento rateale • rata del saldo IRPEF 2011 e del primo acconto 2012 trattenuti sulle retribuzioni corrisposte in settembre ai dipendenti che hanno presentato il modello 730 e hanno optato per la rateizzazione • ritenute alla fonte operate nel mese di agosto • dei contributi dovuti dai datori di lavoro sulle retribuzioni di competenza di agosto • dei contributi sui compensi corrisposti in agosto ai lavoratori parasubordinati e agli associati in partecipazione che apportano solo lavoro • dei contributi sui compensi corrisposti in agosto a venditori a domicilio e prestatori occasionali in caso di superamento della franchigia annua di € 5.000 IMU: versamento della seconda rata da parte dei soggetti che hanno scelto di pagare l’imposta in tre rate per l’abitazione principale e relative pertinenze Comunicazione dati dichiarazioni d’intento: invio dati dichiarazioni d’intento ricevute utilizzate per la prima volta nella liquidazione iva in scadenza

Mercoledì 19 settembre Ravvedimento: regolarizzazione degli omessi o insufficienti versamenti relativi alle scadenze del 20/8 con sanzione ridotta al 3% degli importi non versati

Giovedì 20 settembre Conai: presentazione a norma del regolamento Conai dell’apposita dichiarazione relativa al mese di agosto Mod 770 ordinario e semplificato: invio del modello (termine così prorogato con apposito decreto)

Martedì 25 settembre Elenchi intrastat: presentazione, da parte degli operatori con obbligo mensile, degli elenchi delle operazioni intracomunitarie effettuate in agosto

4


Fisco

Certificazione dei crediti verso la pubblica amministrazione e compensazione con i debiti erariali e contributivi Recentemente una serie di decreti del Ministero dell’Economia ha reso operativa la possibilità di utilizzare i crediti vantati nei confronti della Pubblica Amministrazione per pagare, mediante compensazione, le somme dovute per cartelle di pagamento ed atti notificati entro il 30 aprile 2012. Tale possibilità viene riconosciuta per i crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili nei confronti di regioni, enti locali ed enti del Servizio Sanitario Nazionale (ASL, aziende ospedaliere, istituti di ricovero e cura a carattere scientifico pubblici, aziende ospedaliere universitarie integrate con il SSN e istituti zooprofilattici) relativi a somministrazioni, forniture e appalti. Per poter essere utilizzati in compensazione tali crediti devono risultare da un’apposita certificazione. La compensazione è ammessa per effettuare il pagamento di cartelle di pagamento ed atti notificati entro il 30 aprile 2012 (compresi relativi oneri accessori, aggi e spese) riferiti a tributi erariali, regionali e locali, contributi assistenziali e previdenziali, premi Inail ed entrate spettanti all’amministrazione che ha rilasciato la certificazione. Per ottenere la certificazione del credito vantato verso la Pubblica Amministrazione l’impresa creditrice deve presentare all’ente debitore un’istanza compilata sul modulo cartaceo (allegato 1 del decreto regioni scaricabile dal sito certificazionecrediti.mef.gov.it). In futuro la certificazione potrà essere richiesta attraverso un’apposita procedura telematica. La certificazione deve essere rilasciata dall’ente debitore, entro 30 giorni dal ricevimento dell’istanza, se non viene appurata l’insussistenza o inesigibilità, anche parziale, del credito. Sul credito certificato continuano comunque a maturare gli interessi per ritardato pagamento. Per ottenere la compensazione dei crediti certificati con i debiti iscritti a ruolo occorre presentare la certificazione all’agente della riscossione (Equitalia). Se il pagamento riguarda solo una parte delle somme dovute, il contribuente deve specificare le posizioni debitorie che intende estinguere altrimenti l’imputazione dei pagamenti è effettuata direttamente

dall’agente della riscossione dando la precedenza ai debiti aventi origine più remota. Successivamente, una volta effettuate le dovute verifiche, il debito si estingue limitatamente all’importo corrispondente al credito certificato e utilizzato in compensazione e il titolare del credito può ritirare l’attestazione di avvenuta compensazione presso lo sportello dell’agente della riscossione, insieme alla copia della certificazione su cui viene annotato l’eventuale credito residuo. L’eventuale credito residuo può essere utilizzato solo se la copia della certificazione è accompagnata dall’attestazione di avvenuta compensazione. La certificazione del credito, può essere utilizzata oltre che per la compensazione dei debiti iscritti a ruolo alla data del 30 aprile 2012, anche per ottenere un’anticipazione bancaria (eventualmente assistita dalla garanzia del Fondo di Garanzia per le PMI) o per cedere credito (pro soluto o pro solvendo) a favore di banche o intermediari finanziari. La certificazione non può essere rilasciata se risultano procedimenti giurisdizionali pendenti con riferimento all’operazione da cui ha avuto origine il credito, nè per crediti vantati nei confronti di enti locali commissariati, e di regioni sottoposte al piano di rientro dai disavanzi sanitari e relativi Enti del SSN. Se il creditore risulta, nei confronti del medesimo Ente, anche debitore, il credito può essere certificato, e di conseguenza ceduto o oggetto di anticipazione bancaria, al netto del debito. Se l’ente debitore non provvede a rilasciare la certificazione entro 30 giorni dalla richiesta senza rilevare l’insussistenza / inesigibilità del credito, il creditore può richiedere, mediante una nuova apposita istanza la nomina di un Commissario ad acta che provveda al rilascio della certificazione. (Decreti del Ministro dell’Economia del 22/5/2012 per il rilascio della certificazione del credito relativo alle amministrazioni centrali e periferiche dello Stato; del 25/6/2012 per il rilascio della certificazione per i crediti verso le Regioni, gli Enti locali e gli Enti del SSN e decreto del 25/6/2012 per la compensazione dei crediti certificati delle Regioni, gli Enti locali e SSN).

Fissati i tassi degli interessi di mora per il 2° semestre 2012 Sulla Gazzetta Ufficiale n.162 del 13 luglio 2012 é stato pubblicato il comunicato del Ministero dell’Economia e delle Finanze con il quale sono stati individuati i tassi di interesse da applicare nel 2° semestre 2012, salvo diverso accordo tra le parti, per i ritardati pagamenti relativi ai

contratti tra imprese o tra imprese e pubblica amministrazione. I tassi di interesse applicabili per il periodo 1/7/201231/12/2012 sono invariati rispetto a quelli previsti per il periodo 1/1/2012-30/6/2012 e sono pertanto i seguenti:

10% (1% più maggiorazione del 9%)

in caso di vendita di alimenti deteriorabili

8% (1% più maggiorazione del 7%)

negli altri casi 5


Fisco

Le novità fiscali della legge sulla riforma del mercato del lavoro La legge 92/2012, per finanziare la riforma del mercato del lavoro, prevede le seguenti misure fiscali, che entreranno in vigore nel 2013: • riduzione dall’attuale 40% al 27,5% del limite di deducibilità previsto per le spese relative ad autovetture, autocaravan, ciclomotori e motocicli utilizzati da imprese e professionisti; • riduzione dall’attuale 90% al 70% del limite di deducibilità delle spese dei suddetti veicoli dati in uso promiscuo ai dipendenti per la maggior parte del periodo d’imposta; • riduzione dall’attuale 15% al 5% dell’abbattimento forfetario riconosciuto per i redditi derivanti dalla locazione di immobili, ai fini della determinazione dell’Irpef.

Per gli agenti invece la deducibilità delle spese relative ai suddetti veicoli resta invariata nella misura dell’80%. Restano inoltre invariati i limiti del costo d’acquisto riconosciuti ai fini fiscali, limiti che, si ricorda, sono stabiliti nelle seguenti misure: • € 18.075,99 per le autovetture e gli autocaravan (€ 25.822,84 per quelli degli agenti di commercio); • € 4.131,66 per i motocicli; • € 2.065,83 per i ciclomotori. Viene inoltre introdotta, già a decorrere dal 2012, una franchigia di 40 euro in riferimento alla deducibilità del contributo SSN contenuto nei premi delle assicurazioni auto che perciò sarà deducibile solo la parte che eccede tale importo.

Categorie

Autotrasporto merci conto terzi: costi minimi e revisione della spesa pubblica Con l’emanazione del Decreto legge n. 95/2012 (Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica) è stato modificato l’articolo 83-bis (quello che ha introdotto i costi minimi di sicurezza per l’autotrasporto), in particolare nella parte riguardante le sanzioni. Rispetto al precedente impianto sanzionatorio (esclusione dai benefici fiscali e previdenziali per la durata di un anno, nonché quella per un periodo fino a sei mesi dall’affidamento pubblico della fornitura di beni e servizi) le nuove norme stabiliscono che per la mancata applicazione dei costi minimi sia comminata una sanzione pari al doppio della differenza tra quanto fatturato e quanto dovuto sulla base dei costi individuati dall’osservatorio. In caso di violazione delle norme sui tempi di pagamento (oltre il 90° giorno), è prevista una sanzione pari al dieci per cento

dell’importo della fattura, comunque non inferiore a 1.000 euro. Rimane invariato il diritto del creditore di richiedere gli interessi moratori per i pagamenti effettuati oltre il 60° giorno. Gli organi preposti ad accertare le violazioni e ad irrogare le sanzioni sono il Comando generale della Guardia di finanza e quello dell’Agenzia delle entrate, in occasione dei controlli svolti presso le imprese. Quando i servizi di trasporto vengono effettuati sulla base di un contratto non stipulato in forma scritta, il vettore ha l’obbligo, oltre a quelli già contenuti nell’articolo 83-bis, di indicare nella fattura la tratta effettivamente percorsa. Infine, è stato confermato anche per il 2013 lo stanziamento di 400 milioni di euro in favore delle imprese di autotrasporto.

Autotrasporto di persone con autobus: aumentata a 14 anni l’anzianità media dei veicoli Con la promulgazione della legge regionale di assestamento del bilancio 2012 e del bilancio pluriennale per gli anni 2012-2014, l’anzianità media del parco veicolare

adibito al servizio di noleggio con conducente a mezzo autobus, dalla quale, peraltro, erano già stati esclusi gli scuolabus, è stata elevata da 12 a 14 anni. 6


Categorie

Impianti di messa a terra - Guida INAIL L’INAIL ha elaborato e reso disponibile una “Guida tecnica alla prima verifica degli impianti di protezione dalle scariche atmosferiche e impianti di messa a terra di cui al D.P.R. n. 462/2001”. Ricordiamo che Il DPR 462/01 ha disciplinato le procedure relative a installazioni e la messa in esercizio degli impianti elettrici di messa a terra e degli impianti di protezione contro le scariche atmosferiche. Esso prevede che i datori di lavoro, entro 30 giorni dalla messa in esercizio dell’impianto, inviino la dichiarazione di conformità dell’impianto contenente le verifiche effettuate, all’INAIL che ha assorbito le competenze già attribuite all’ISPESL. Nella guida sono stati definiti:

– gli ambiti di applicazione della norma, ovvero i luoghi di lavoro con l’individuazione della figura del “lavoratore” – le tipologie di impianti a cui viene applicata (impianti di messa a terra, impianti di protezione dalle scariche atmosferiche, impianti di messa a terra installati in luoghi con pericolo di esplosione) – le modalità di trasmissione della dichiarazione di conformità – la modulistica da inviare all’INAIL. La guida è scaricabile dal sito www.inail.it seguendo il percorso, dal menu di sinistra, ASSICURAZIONE – MODULISTICA – DOWNLOAD DEI MODELLI e scorrendo poi la pagina fino a “Impianti di messa a terra” ago.

Impianti elettrici - Pubblicata la 7^ edizione della CEI 64-8 Il CEI ha pubblicato la settimana edizione della “Norma CEI 64-8 Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000V in corrente alternata e a 1500V in corrente continua”, aggiornandola ai più recenti documenti normativi internazionali ed agli sviluppi tecnologici. La nuova versione entrerà in vigore dal 1° novembre 2012 e si applicherà ai nuovi impianti ed ai rifacimenti completi di impianti esistenti in occasione di ristrutturazioni edili dell’unità immobiliare. In questa settima edizione, sono presenti prescrizioni e raccomandazioni sulle misure di protezione da adottare contro le interferenze elettromagnetiche, sul dimensionamento delle condutture in presenza di armoniche, sulle terre di fondazione, sui dispersori per gli impianti di terra, sui circuiti di sicurezza. Rilevanti aggiornamenti riguardano anche la Parte 7 relativa gli impianti elettrici in ambienti particolari quali: locali bagno, piscine, fontane, aree da campeggio e ambienti a maggior rischio in caso di incendio. Nella nuova edizione sono state aggiunte Nuove Sezioni con contenuti dedicati agli impianti elettrici nelle darsene, agli impianti elettrici a bordo di camper e caravan e dedicati alla protezione dai contatti diretti nei passaggi di servizio e manutenzione. La nuova versione comprende anche le tre varianti all’edizione precedente, compresa la nota Variante 3, che ora è inglobata nel corpo normativo come “Capitolo 37” che contiene prescrizioni e raccomandazioni relative alle prestazioni dell’impianto, aggiuntive a quelle relative alla sicurezza indicate nelle parti generali.

Sono stati mantenuti i 3 livelli prestazionali ma sono state apportate significative variazioni sul numero delle dotazione di prese e punti luce nei vari locali, che tanto aveva fatto discutere, sostanzialmente riducendone il numero. 7


Contratti

Scadenze contrattuali del mese di settembre 2012 Le scadenze contrattuali del mese di settembre 2012 interessano l’Area Meccanica e Area Chimica-Ceramica.

AREA MECCANICA

Accordo di rinnovo 16.06.2011 – Terzo aumento retributivo Settori: Metalmeccanica ed Installazione di Impianti - Orafi, Argentieri ed Affini – Odontotecnici SETTORE METALMECCANICA Livello Aumento 1 33,90 2 31,55 2B 29,78 3 28,65 4 27,00 5 26,00 6 24,79

Livello 1S 1 2 3

SETTORE ORAFO, ARGENTIERO ED AFFINI Livello Aumento 1 34,00 2 31,68 3 28,84 4 27,12 5 26,08 6 24,72

SETTORE ODONTOTECNICO Aumento Livello 34,05 4 30,80 5 29,18 6 26,38

Aumento 24,83 23,78 22,88

AREA CHIMICA - CERAMICA

Accordo di rinnovo 25.07.2011 – Secondo aumento retributivo Settore: solamente per il settore “Ceramica, Terracotta, Gres, Decorazione di piastrelle” Livello A B C D

Aumento 37,50 34,23 32,44 31,12

Livello E F G

Aumento 30,00 29,04 27,38

AREA CHIMICA - CERAMICA

Accordo di rinnovo 25.07.2011 – Seconda tranche Una Tantum e quota “Azioni per lo sviluppo delle relazioni sindacali” Settore: solamente per il settore “Chimica Gomma Plastica Vetro” Solo per i lavoratori del settore “Chimica Gomma Plastica Vetro” in forza al 25 luglio 2011 (data di sottoscrizione dell’accordo) viene erogata con la retribuzione di settembre 2012 la seconda tranche dell’importo “una tantum” a copertura del periodo 01/01/2010-31/06/2011 nella misura pari a € 75,00 per tutti i livelli (€ 52,50 per gli appren-

disti), ed è comprensiva dei €12,00 previsti dall’articolo “Azioni per lo sviluppo del sistema di relazioni e per i rinnovi contrattuali”. Ulteriori informazioni sull’argomento sono reperibili nel testo scaricabile dal sito internet www.confartigianatofvg.it.

8


Normativa del lavoro

Riforma del lavoro, i primi chiarimenti ministeriali Il Ministero del Lavoro ha fornito le prime indicazioni operative al fine di poter applicare correttamente e fin da subito le nuove disposizioni previste dalla Riforma del Mercato del lavoro, riservandosi di fornire chiarimenti più esaustivi in un successivo momento. Nel testo scaricabile dal sito internet www.confartigianatofvg.it sono previste le informazioni dettagliate su quanto previsto dal Ministero del Lavoro, mentre di seguito si indicano alcune delle precisazioni fornite. Il Ministero si è soffermato in particolare sulle seguenti tipologie contrattuali e per alcuni specifici argomenti: – lavoro a tempo determinato – apprendistato – lavoro intermittente – lavoro accessorio – collocamento dei lavoratori disabili – procedura di convalida delle dimissioni.

– almeno il 50% per le assunzioni effettuate dal 18 luglio 2015. Ad ogni nuova assunzione, la verifica dovrà essere effettuata sul numero di apprendisti che hanno concluso l’apprendistato nei 36 mesi precedenti la nuova assunzione e su quanti di questi sono stati “stabilizzati” proseguendo il rapporto di lavoro a tempo indeterminato”: il periodo è pertanto da considerarsi “mobile”. Poiché anche la contrattazione collettiva può stabilire la clausola di stabilizzazione, con modalità anche diverse da quelle ora previste dalla Legge, il Ministero fornisce le precisazioni utili per coordinare la norma legale e quella contrattuale.

CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO Con riferimento al lavoro a tempo determinato, il Ministero ha fornito i chiarimenti sulla possibilità di non indicare la causale giustificatrice del contratto (ragioni di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o sostitutivo) per il primo rapporto a termine, in particolare: – la deroga al causalone si applica solo ad un contratto di lavoro a tempo determinato stipulato tra lavoratore e datore di lavoro per lo svolgimento di qualunque tipo di mansione – è necessario indicare la causale in tutti i casi in cui il lavoratore viene assunto a tempo determinato presso un datore di lavoro con cui ha già stipulato in precedenza un altro rapporto di lavoro subordinato – il primo rapporto senza causale non può avere una durata superiore a 12 mesi e tale periodo non può essere prorogato – dopo il primo rapporto senza causale, nel caso di una successiva assunzione a tempo determinato occorrerà indicare le ragioni giustificatrici del contratto termine La riforma prevede che nel periodo massimo di 36 mesi di contratti a termine (comprese proroghe e rinnovi) si devono considerare anche eventuali periodi di lavoro in somministrazione a tempo determinato svolti tra lo stesso lavoratore e lo stesso datore di lavoro, aventi ad oggetto mansioni equivalenti.

CONTRATTO DI LAVORO INTERMITTENTE Con riferimento al lavoro intermittente, il Ministero riepiloga le condizioni per le quali è possibile assumere dal 18 luglio 2012: 1. con soggetti con più di 55 anni di età 2. con soggetti con meno di 24 anni di età, e quindi il contratto può essere stipulato con giovani che hanno al massimo 23 anni e 364 giorni, e le prestazioni possono essere rese fino al giorno antecedente il compimento del 25° anno di età 3. con riferimento alle attività specificatamente previste dalla contrattazione collettiva o, in assenza di quest’ultima, elencate nella tabella allegata al Regio Decreto n. 2657/1923 (e con qualsiasi età) 4. per lo svolgimento di prestazioni di carattere discontinuo o intermittente secondo le esigenze individuate dai contratti collettivi ovvero per periodi predeterminati: pertanto bisogna fare riferimento esclusivamente a quanto prevede (e se lo prevede) la contrattazione collettiva in merito all’l’individuazione delle “esigenze” e dei “periodi predeterminati” (e con qualsiasi età).

APPRENDISTATO Con riferimento al contratto di apprendistato, il Ministero ha fornito chiarimenti sull’obbligo di stabilizzazione per le aziende con almeno 10 lavoratori. Prima di assumere un apprendista, le aziende che occupano almeno 10 lavoratori, devono verificare di aver rispettato una percentuale di conferma dei precedenti rapporti di apprendistato, prevista nella seguente misura: – almeno il 30% per le assunzioni effettuate nel periodo dal 18 luglio 2012 al 17 luglio 2015 (ovvero i primi 36 mesi dall’entrata in vigore della riforma)

Dal 18 luglio 2012 invece non è più possibile stipulare contratti di lavoro intermittente secondo le disposizioni previste dalla previgente disciplina (requisiti soggettivi, periodi predeterminati). 9


Normativa del lavoro Contratti già stipulati per i periodi predeterminati: la nuova Legge ha abrogato l’articolo 37 del Decreto Biagi (D.Lgs. 276/2003), il quale consentiva di ricorrere al lavoro intermittente per periodi predeterminati, individuati nel fine settimana, nelle vacanze estive, natalizie o pasquali. Il Ministero con questa circolare prevede che sin da subito, e quindi dal 18 luglio 2012, non è più possibile effettuare la chiamata per i periodi predeterminati. Con una seconda circolare del 1° agosto 2012 cambia il suo orientamento. Nuova comunicazione preventiva alla DTL: la norma introduce l’obbligo di inviare una comunicazione alla Direzione Territoriale del Lavoro prima dell’inizio della prestazione lavorativa del lavoratore a chiamata, e il Ministero precisa in sintesi che: – l’obbligo è riferito anche ai rapporti instaurati prima del 18 luglio 2012 – la comunicazione può essere effettuata tramite posta elettronica, anche non certificata, o via fax alla Direzione Territoriale del Lavoro – nella comunicazione, oltre ai dati identificativi del lavoratore, si indica il giorno o i giorni in cui il lavoratore è occupato nell’ambito di in un periodo non superiore a 30 giorni dalla comunicazione stessa. – la comunicazione potrà essere effettuata nello stesso giorno di inizio della prestazione, purché antecedente all’effettivo impiego del lavoratore – la comunicazione può essere modificata o annullata in qualunque momento attraverso l’invio di una successiva comunicazione, da effettuarsi sempre prima dell’inizio della prestazione lavorativa – l’eventuale chiamata del lavoratore in giorni non coincidenti con quelli comunicati inizialmente comporta le relative conseguenze di natura retributiva e contributiva e l’applicazione della sanzione amministrativa per la mancata comunicazione (da 400 a 2.400 euro).

di essi (il Ministero precisa cosa si intende per “imprenditore commerciale”). Per quanto riguarda il regime transitorio, i buoni già acquistati alla data del 18 luglio 2012 possono essere spesi entro il 31 maggio 2013 rispettando la precedente disciplina e in relazione al campo di applicazione; è comunque possibile fare richiesta di rimborso. DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI (art. 4, comma 27) La riforma modifica il campo di applicazione della legge n. 68/1999 in materia di collocamento dei lavoratori disabili, ed in particolare precisa che ora rientrano nella base di computo anche i lavoratori occupati con contratto a tempo determinato di durata non superiore a 9 mesi, finora esclusi. Al fine pertanto di individuare la base occupazionale ai sensi della legge n. 68/1999, il Ministero ritiene che i lavoratori a tempo determinato dovranno essere computati pro quota e che dovranno essere computati solo qualora “il loro inserimento sia indispensabile per la realizzazione del ciclo produttivo: non andrebbero quindi considerati i lavoratori assunti per ragioni sostitutive”. La Riforma precisa inoltre che “indipendentemente dall’inquadramento previdenziale dei lavoratori, è considerato personale di cantiere anche quello direttamente operante nei montaggi industriali o impiantistici e nelle relative opere di manutenzione svolte in cantiere”. CONVALIDA DELLE DIMISSIONI Il Ministero fornisce le prime indicazioni sulla procedura di convalida delle dimissioni e della risoluzione consensuale, volta ad asseverare la genuina volontà del lavoratore di dimettersi. In particolare, il ministero specifica che: – la nuova procedura di convalida si applica alle dimissioni presentate a partire dal 18 luglio 2012, mentre le dimissioni presentate prima seguono le precedenti regole, anche se i loro effetti si esplicano dopo l’entrata in vigore della riforma – la convalida non è richiesta in tutte le ipotesi in cui la cessazione del rapporto di lavoro rientra nell’ambito di procedure di riduzione del personale effettuate in una sede qualificata istituzionale o sindacale: tali sedi offrono, infatti, le garanzie di verifica della genuinità del consenso del lavoratore – il periodo previsto per il lavoratore di 7 giorni per aderire o meno all’invito del datore di lavoro si deve considerare come giorni di calendario Si rimanda anche ad Informimpresa n. 10 con il contenuto del testo di legge.

LAVORO ACCESSORIO CON VOUCHER Le modifiche in materia di lavoro accessorio hanno comportato, da un lato, una forte semplificazione del quadro normativo e, dall’altro, una limitazione di tipo economico al suo utilizzo. Con la riforma sono state eliminate sia le causali soggettive (studenti, lavoratori a tempo parziale, lavoratori percettori di prestazioni integrative del salario o di sostegno al reddito, ecc.) sia quelle oggettive (specifici settori di attività). Pertanto, dal 18 luglio 2012 il lavoro accessorio può essere utilizzato sempre e comunque in qualsiasi settore, da parte di qualsiasi committente, con qualsiasi lavoratore, nel limite del compenso pari a 5.000 € annui complessivi per lavoratore, ma nei confronti di un imprenditore commerciale o professionista il limite massimo è pari di 2.000 € di compenso per ciascuno

(Fonti: circolare Ministero del Lavoro n. 18 del 18 luglio 2012)

Scadenza del modello 770 prorogata al 20 settembre 2012 Il 26 luglio 2012, proprio a ridosso della scadenza del 31 luglio del termine di presentazione dei Modelli 770/2012 Semplificato e Ordinario, il Ministero dell’Economia e delle Finanze con un comunicato stampa avvisa che è stato firmato il decreto che proroga la scadenza al prossimo 20 settembre 2012. (Fonti: DPCM pubblicato sulla GU n. 176 del 30 luglio 2012)

10


Normativa del lavoro

Cantieri edili, indici di genuinità del rapporto dei lavoratori autonomi delle Imprese o all’Albo delle imprese artigiane adibiti alle seguenti specifiche attività: • manovalanza • muratura • carpenteria • rimozione amianto • posizionamento di ferri e ponti • addetti a macchine edili fornite dall’impresa committente o appaltatore. Ulteriori informazioni sull’argomento sono reperibili nel testo scaricabile dal sito internet www.confartigianatofvg.it.

Il Ministero del Lavoro fornisce alcune indicazioni al proprio personale ispettivo su come valutare la genuinità dei lavoratori autonomi nell’attività di cantiere. Le indicazioni si rivolgono principalmente al settore edile, dove, secondo il Ministero, sempre più di frequente si trovano lavoratori autonomi (art. 2222 c.c.) che di fatto operano in cantiere e sono inseriti nel ciclo produttivo delle imprese esecutrici dei lavoro, svolgendo, sostanzialmente, la medesima attività del personale dipendente delle imprese stesse. In sintesi, il Ministero precisa che se non sussiste un’effettiva organizzazione aziendale, l’ispettore è tenuto a ricondurre nell’ambito della nozione di lavoro subordinato le prestazioni dei lavoratori autonomi iscritti nel Registro

(Fonti: circolare Ministero del Lavoro n. 16 del 4 luglio 2012)

Nuova sanatoria per gli immigrati dal 15 settembre Dal 15 settembre al 15 ottobre 2012 sarà possibile regolarizzare, attraverso una dichiarazione di emersione, cittadini extraUE privi del permesso di soggiorno e che siano occupati, irregolarmente ed a tempo pieno, presso datori di lavoro da almeno 3 mesi. Le modalità di presentazione della regolarizzazione saranno stabilite mediante un successivo Decreto Interministeriale da adottarsi entro il 29 agosto 2012. Vediamo le principali novità della sanatoria: – datore di lavoro: italiano, comunitario o extracomunitario titolare di carta di soggiorno a tempo indeterminato – lavoratori sanabili: • cittadini extraUE occupati da almeno 3 mesi di lavoro antecedenti il 9 agosto 2012; • cittadini extraUE presenti sul territorio nazionale in modo ininterrotto almeno dalla data del 31 dicembre 2011; • rapporto di lavoro ancora in essere; • presenza sul territorio italiano dal 31 dicembre 2011 (attestata da documentazione proveniente da organismi pubblici – come ad es. un visto per motivi turistici, un permesso di soggiorno non rinnovato, un certificato medico rilasciato dal pronto soccorso,..) – la domanda: • dal 15 di settembre in forma telematica corredata dalle prove certe sulla presenza del lavoratore dal 31 dicembre 2011 – per l’invio c’è tempo sino al 15 ottobre 2012 (non ci sarà alcun click day quindi non sarà necessario affrettarsi perché non c’è limite numerico agli ammessi alla procedura) – procedura: • presso lo Sportello Unico per l’Immigrazione; • pagamento di un contributo forfettario all’Inps di 1.000,00 € per ciascun lavoratore (il contributo non sarà restituito in caso di mancato accoglimento dell’istanza); • regolarizzazione delle somme dovute dal datore di lavoro a titolo retributivo, contributivo e fiscale pari ad

almeno 6 mesi (o del maggior periodo dichiarato) – esclusioni per i datori di lavoro: • rapporti di lavoro part time (ad eccezione dei rapporti di lavoro per colf e domestici pari ad almeno 20 ore settimanali); • datori di lavoro che risultino essere stati condannati negli ultimi 5 anni anche con sentenza non definitiva per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina o sfruttamento della prostituzione o di minori, intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro e reati previsti dall’art. 22 co 12 del Testo Unico per l’Immigrazione; • datore di lavoro che a seguito dell’espletamento delle procedure di emersione dal lavoro irregolare, non hanno provveduto alla sottoscrizione del contratto di soggiorno presso lo Sportello Unico ovvero alla successiva assunzione del lavoratore straniero, salvo cause di forza maggiore non imputabili al datore di lavoro – esclusioni per i lavoratori: • nei confronti dei quali sia stato emesso un provvedimento di espulsione: • che risultino segnalati ai fini della non ammissione nel territorio italiano; • che risultino condannati anche con sentenza non definitiva; • che siano considerati una minaccia per l’ordine pubblico o la sicurezza dello Stato Chiusa la fase dell’invio delle istanze in caso di accoglimento delle istanze il datore di lavoro ed il lavoratore saranno convocati allo Sportello Unico per l’Immigrazione per la firma del contratto e la regolarizzazione di tasse e contributi (nelle more della definizione del procedimento lo straniero non può essere espulso tranne che nei casi previsti di esclusione dalla procedura di emersione prevista per i lavoratori). (Fonti: D.lgs 16.07.2012 n. 109 pubblicato G.U. 25.07.2012) 11


Normativa del lavoro

Comunicazioni di assunzione/cessazione durante la chiusura feriale delle Associazioni in via telematica entro il giorno successivo alla riapertura degli uffici dell’associazione (indicando che era stato precedentemente inviato il fax). Nessuna specifica procedura è stata prevista dal Ministero nel caso di cessazione del rapporto di lavoro: la norma prevede che la comunicazione di cessazione deve essere inoltrata per via telematica entro 5 giorni dalla data di effettiva decorrenza del licenziamento o delle dimissioni. Ulteriori informazioni sull’argomento sono reperibili nel testo scaricabile dal sito internet www.confartigianatofvg. it, dal quale è inoltre possibile scaricare i modelli UniUrg e UniLav.

Se durante il periodo di chiusura per ferie delle nostre associazioni le aziende avessero necessità di instaurare nuovi rapporti di lavoro (dipendenti, lavoratori a progetto, associati in partecipazione), possono inviare autonomamente la comunicazione di assunzione via fax al n. verde 848.800.131 competente per territorio utilizzando il modello “UniURG”, indicando solamente i dati anagrafici del lavoratore e la durata del rapporto. Il modello “UniURG” deve essere inviato il giorno precedente l’instaurazione del rapporto di lavoro. In seguito, la comunicazione “UniLAV”, completa dei dati riferiti anche alla tipologia di rapporto instaurato, dovrà essere inviata

Invio della denuncia di infortunio entro 2 giorni anche durante la chiusura feriale delle Associazioni si consiglia di inviare comunque la denuncia entro due giorni da quando ne ha avuto notizia e inviare copia del certificato medico in un momento successivo); – non è tenuto ad inviare la denuncia in caso di infortunio di durata inferiore a tre giorni; se però la prognosi si prolunga oltre il terzo giorno, la denuncia deve essere inviata entro 2 giorni dalla ricezione del nuovo certificato; – alla denuncia cartacea deve essere allegato anche il primo certificato medico, mentre per la denuncia telematica non è necessario; – in caso di infortunio che abbia comportato la morte o il pericolo di morte, la denuncia deve essere effettuata all’Inail per telegramma entro 24 ore dall’infortunio (all’Autorità di Pubblica Sicurezza entro due giorni dal verificarsi dell’evento) – anche il titolare di azienda artigiana che subisce infortunio è obbligato alla presentazione della denuncia nei termini sopra previsti.

Il datore di lavoro ha l’obbligo di presentare la denuncia di infortunio all’Inail e all’Autorità di Pubblica Sicurezza entro due giorni dal ricevimento del certificato medico nel caso in cui si verifica un infortunio sul lavoro ad un proprio lavoratore, collaboratore familiare, socio o lavoratore parasubordinato. In considerazione dell’avvicinarsi del periodo di chiusura delle nostre associazioni per ferie estive, si avverte che l’obbligo di invio della denuncia rimane in capo al datore di lavoro: si ritiene utile quindi fornire una sintesi delle istruzioni in modo tale che l’impresa può procedere autonomamente all’invio della denuncia in oggetto. Adempimenti del datore di lavoro: – deve presentare all’Inail e all’Autorità di Pubblica Sicurezza la denuncia di infortunio entro 2 giorni dalla data in cui ha ricevuto il primo certificato medico con prognosi che comporta astensione dal lavoro superiore a 3 giorni (nel caso in cui il datore venga a conoscenza del’infortunio accaduto ad un proprio dipendente,

Ulteriori informazioni sull’argomento sono reperibili nel testo scaricabile dal sito internet www.confartigianatofvg.it

Entro 30 settembre presentazione delle domande per i contributi per assunzioni e stabilizzazioni Si ritiene utile ricordare che le domande devono essere presentate esclusivamente nel periodo dal 1° gennaio ed entro il 30 settembre di ogni anno, prima di effettuare l’assunzione o la stabilizzazione.

La Regione prevede l’erogazione di contributi per favorire: – l’assunzione con contratti a tempo indeterminato, anche parziale, di disoccupati – la trasformazione di rapporti di lavoro ad elevato rischio di precarizzazione in rapporti di lavoro a tempo indeterminato (c.d. “stabilizzazione occupazionale”).

(Fonti: art. 23 del Regolamento n. DPR 28 maggio 2010 nr. 114/Pres e successive modifiche) 12


Ambiente

Sicurezza

Antincendio: scadono il 7 ottobre i termini di adeguamento alle nuove procedure Le imprese che non erano soggette al controllo dei VVF ai sensi del DM 16/02/1982 e che sono invece ricomprese tra le attività previste dal D.P.R. 151/2011 devono adeguarsi alla nuova disciplina antincendio, salvo proroga del legislatore, entro il 7 ottobre 2012. (vedi Informimpresa n. 19/2011 e n. 22/2011). Si ricorda che tra queste rientrano: – le Officine per la riparazione di veicoli a motore, rimorchi per autoveicoli, carrozzerie di superficie coperta superiore a 300 mq (attività n. 53 del D.P.R. 152/2011) - che passano dal precedente criterio basato sulla “capacità ricettiva” dell’autofficina (9 veicoli) ad uno basato sulla “superficie” della stessa; – le “attività di demolizione di veicoli e simili con relativi depositi, di superficie superiore a 3.000 mq” (attività

n. 55 del D.P.R. 151/2011) – non contemplate dal DM 16/02/1982 Per maggiori informazioni rivolgersi agli uffici Ambiente e Sicurezza di Confartigianato.

CONFARTIGIANATO UDINE

Claudio Castagnotto - Tel. 0432 516774 CONFARTIGIANATO PORDENONE

Cristina Zuccato - Tel. 0434 509212 CONFARTIGIANATO GORIZIA

Giulio Pappalardo - Tel. 0481 82100 (int. 581) REFERENTE ARTIGIANCASSA

Michele Borga - Tel. 366 6601920 Sede Regionale Veneto e Friuli Venezia Giulia michele.borga@artigiancassa.it

Visita il sito www.artigiancassa.it

13


Dalle province Gorizia

Corso per addetti antincendio rischio basso Per favorire le attività che hanno la giornata di chiusura lunedì abbiamo istituito un corso di prevenzione incendi rischio basso con il seguente programma

La normativa vigente in materia di sicurezza sul lavoro richiede che i titolari di imprese artigiane, in qualità di datori di lavoro con almeno un dipendente o un socio lavoratore, siano tenuti ad assicurare un’idonea formazione al personale incaricato a svolgere mansioni di addetto alla prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione delle emergenze. A tale scopo Confartigianato Gorizia organizza per tutte le categorie, a seconda del rischio di incendio basso o medio, i corsi di addestramento per la prevenzione antincendio. I corsi sono articolati in una parte teorica e in prove pratiche di spegnimento di fuochi. Nella parte pratica vengono effettuate esercitazioni pratiche di spegnimento con l’uso di estintori portatili. Al termine del corso verrà rilasciato l’attestato di partecipazione, valido a tutti gli effetti come prova della avvenuta formazione. Quota di partecipazione CORSO BASSO (4 ORE): € 125,00 IVA compresa Quota di partecipazione CORSO MEDIO (8 ORE): € 180,00 IVA compresa La data integrativa del corso a rischio medio verrà stabilita e successivamente comunicata agli interessati, al raggiungimento di un sufficiente numero di partecipanti. Alle imprese non associate a Confartigianato sarà applicata una maggiorazione di € 60,00. Il corso sarà attivato con un minimo di 10 partecipanti. Le iscrizioni avranno priorità a seconda dell’ordine cronologico di invio. In caso di ingiustificata assenza del partecipante sarà addebitata l’intera quota d’iscrizione. Calendario dei corsi: Rischio di incendio basso (attività interessate: quelle non classificabili a rischi incendio medio e dove sono presenti sostanze scarsamente infiammabili)

SEDE DI SVOLGIMENTO

DATE

GRADISCA Borgo S.M. Maddalena 2

LUNEDÌ 8 OTTOBRE 2012

Sala riunioni

ORARIO dalle 8.30 alle 12.30 parte teorica ed a seguire esercitazioni pratiche

Per favorire le attività che hanno la giornata di chiusura sabato abbiamo istituito un corso di prevenzione incendi rischio basso con il seguente programma SEDE DI SVOLGIMENTO

DATE

GRADISCA Borgo S.M. Maddalena 2

SABATO 13 OTTOBRE 2012

Sala riunioni

ORARIO dalle 8.30 alle 12.30 parte teorica ed a seguire esercitazioni pratiche

Per ulteriori informazioni contattare l’ufficio ambiente e sicurezza di Confartigianato Gorizia (rif. Federico Colautti tel. 0481 82100 int. 526 - e-mail: federico.colautti@confartigianatoisontino.it).

Corso per primo soccorso sul luogo di lavoro (D.M. 388 del 15/07/2003)

Destinatari Il corso è rivolto ai datori di lavoro, addetti al servizio di prevenzione e protezione, responsabili della sicurezza, ed è necessario per svolgere la mansione di addetto al primo soccorso – di fatto risultano interessate tutte le imprese con almeno un dipendente e tutte le aziende con soci lavoratori e/o lavoratori interinali. In base al Decreto n. 388 del 15/07/2003, le aziende sono classificate in tre gruppi, suddivisi in base alla tipologia di attività svolta, al numero dei lavoratori occupati e dei fattori di rischio. Gruppo A: comprende le aziende a rischio rilevante, le aziende con oltre cinque lavoratori appartenenti o riconducibili ai gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico di inabilità permanente superiore a quattro. Gruppo B: comprende le aziende con tre o più lavoratori che non rientrano nel Gruppo A. Gruppo C: comprende le aziende con meno di tre lavoratori che non rientrano nel Gruppo A. Formazione minima Gruppo A

16 ore

Gruppo B e C

12 ore

Sede di svolgimento: Gradisca Borgo S.M. Maddalena 2 - sala riunioni Confartigianato. 14


Dalle province Gorizia Date di svolgimento: CORSO Gruppi B e C

DURATA 12 ore

Gruppo A

16 ore

Aggiornamento

4 ore

GIORNATE Martedì 2 ottobre 2012 Martedì 9 ottobre 2012 Martedì 16 ottobre 2012 Martedì 2 ottobre 2012 Martedì 9 ottobre 2012 Martedì 16 ottobre 2012 Martedì 23 ottobre 2012 Martedì 23 ottobre 2012

ORARIO 17.30-21.30

17.30-21.30

17.30-21.30

Al termine del corso verrà rilasciato l’attestato di partecipazione, valido a tutti gli effetti come prova della avvenuta formazione. Quota di partecipazione CORSO GRUPPO A (16 ORE): € 225,00 IVA compresa. Quota di partecipazione CORSO GRUPPI B e C (12 ORE): € 190,00 IVA compresa. Quota di partecipazione AGGIORNAMENTO (4 ORE): € 89,00 IVA compresa. Alle imprese non associate a Confartigianato sarà applicata una maggiorazione di € 60,00. Per ulteriori informazioni contattare l’ufficio ambiente e sicurezza di Confartigianato Gorizia (rif. Federico Colautti tel. 0481 82100 int. 526 - e-mail: federico.colautti@confartigianatoisontino.it). Invitiamo gli interessati a compilare la scheda di adesione allegata e restituita via mail o a mezzo fax al numero 0481969595 entro 10 giorni dall’avvio del corso prescelto. SCHEDA DI ADESIONE DA INVIARSI ENTRO 10 GIORNI DALL’AVVIO DEL CORSO PRESCELTO Ditta Cod. Fisc / P.IVA

Tel.

E-MAIL

PRIMO SOCCORSO GRADISCA – 12 ORE 2-9-16 ottobre 2012 ore 17.30 - 21.30 Partecipante/i Luogo e data di nascita PRIMO SOCCORSO GRADISCA –16 ORE 2-9-16-23 ottobre 2012 ore 17.30 - 21.30 Partecipante/i Luogo e data di nascita AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO GRADISCA –23 ottobre 2012 ore 17.30 - 21.30 Partecipante/i Luogo e data di nascita Data Firma Ai sensi della L. n.196/2003 Tutela della Privacy Condizioni generali di adesione: • La partecipazione al corso è subordinata al preventivo pagamento della relativa quota che dovrà essere versata prima dell’inizio della prima lezione. È possibile pagare tramite RID, RIBA;bancomat, contanti ed assegno. Si invitano pertanto gli interessati a presentarsi con un po’ di anticipo al primo incontro. • Nel caso le adesioni superassero il numero massimo stabilito per ciascun corso si farà riferimento all’ordine cronologico di arrivo delle schede di iscrizione; • Per accedere al test di valutazione finale e conseguire l’attestato di partecipazione al corso, è obbligatoria la frequenza all’intero corso. Nel caso di impossibilità a partecipare ad un incontro si potrà recuperare la frequenza nel corso successivo senza aggravi di spesa; alla fine del corso verrà rilasciato, a chi è in regola con le frequenze, l’attestato di partecipazione; L’abbandono del corso dopo l’inizio delle lezioni non da diritto al rimborso della quota. Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi della legge 196/2003 I dati non saranno né diffusi né comunicati a soggetti diversi da quelli che concorrono alla prestazione dei servizi richiesti.

15


Dalle province Trieste

Corsi formazione lavoratori In base a quanto previsto dagli Accordi Stato-Regioni del 21/12/2011 relativi alla formazione obbligatoria dei lavoratori, preposti, dirigenti e datori di lavoro, Confartigianato Trieste organizza da settembre dei corsi formativi per i lavoratori dipendenti e soci lavoratori.

Invitiamo quindi gli interessati a compilare la scheda di preiscrizione ai corsi (a disposizione presso i nostri uffici o scaricabile dal sito www.confartigianatotrieste.it ) ed a inviarla, entro il 31 agosto 2012, al numero di fax 040 3735224 o spedirla all’indirizzo e-mail sara.olivieri@artigianits.it.

Corsi di formazione per responsabile tecnico EdilMaster – La Scuola Edile di Trieste ha in programma, per i mesi di settembre e ottobre 2012, corsi di formazione per RESPONSABILE TECNICO (come previsto per l’iscrizione all’Albo Nazionale per la gestione dei rifiuti ai sensi del DM 28/04/1998). I corsi si terranno nel pomeriggio (una o due volte a settima-

na) e la durata complessiva degli stessi sarà di 42 ore (esami compresi). Il costo del corso sarà di € 160,00 (+bollo di € 1,81). La segreteria della Scuola (Sig.ra Varin tel. 040 2822422, fax: 040 2822426 oppure mail: avarin@scuolaedilets.it) rimane a disposizione per ogni ulteriore necessità di chiarimento dalle 09.00 alle 13.00 dal lunedì al venerdì.

Work Experience Edilmaster - La Scuola Edile di Trieste informa sull’opportunità di avviare un percorso formativo individuale denominato “Work Experience” presso un’impresa o uno studio professionale, con la finalità di integrare e riqualificare le competenze degli allievi. Requisiti dei partecipanti: • disoccupati da almeno 6 mesi al momento della presentazione della domanda, maggiorenni e residenti o domiciliati nel territorio regionale con qualifica professionale o diploma di scuola media superiore; • disoccupati da almeno 6 mesi al momento della presentazione della domanda, maggiorenni e residenti o domiciliati nel territorio regionale senza specifico titolo di studio. Caratteristiche impresa: le sedi ospitanti delle imprese devono essere localizzate sul territorio della Regione Friuli Venezia Giulia.

L’attività formativa dovrà essere avviata dopo l’approvazione della Regione Fvg. La durata massima della work Experience è pari a 720 ore e dovrà svilupparsi nell’arco di massimo 6 mesi. L’impegno giornaliero sarà di massimo 8 ore e non superiore a 40 settimanali, con almeno un giorno di riposo. Non sarà possibile l’espletamento della Work Experience nelle giornate festive. È prevista l’erogazione di un’indennità oraria di partecipazione per l’allievo di € 4,80. La frequenza della Work Experience dovrà essere di almeno 70% delle ore complessive al netto delle ore di esame finale. Alla fine del tirocinio formativo è previsto un esame finale dei risultati conseguiti. La Segreteria della Scuola Edile (sig.ra Varin 040/2822422 oppure avarin@scuolaedilets.it) rimane a disposizione per ogni ulteriore necessità di chiarimento dalle 09.00 alle 13.00 dal lunedì al venerdì.

Corsi di formazione per attività di bonifica dell’amianto Con la presente si intendono informare i Signori Soci che Edilmaster - la Scuola Edile di Trieste intende organizzare ulteriori corsi di abilitazione per operare nell’ambito delle suddette attività. I corsi da attivare saranno i seguenti: – corso per ADDETTI ALLE ATTIVITÀ DI RIMOZIONE E SMALTIMENTO AMIANTO: durata 30 ore, esami compresi, frequenza pomeridiana una o due volte la settimana; – corso per RESPONSABILI DI GESTIONE E DIREZIONE DELLE ATTIVITÀ DI BONIFICA AMIANTO: durata 50 ore,

esami compresi, frequenza pomeridiana una o due volte la settimana. I corsi potranno essere parzialmente finanziati dall’ente regionale; è prevista una quota di iscrizione variabile a seconda del numero dei partecipanti. Considerato inoltre che il numero massimo di iscritti al corso non potrà superare le 25 persone, invitiamo gli interessati a contattare la Scuola Edile di Trieste Edilmaster. La Segreteria della Scuola (Sig.ra Varin tel. 040 2822422 oppure avarin@ scuolaedilets.it) rimane a disposizione per ogni ulteriore necessità di chiarimento dalle 09.00 alle 13.00 dal lunedì al venerdì. 16


Dalle province Pordenone

Formazione dei lavoratori, nuovi obblighi A gennaio 2012 sono entrate in vigore le disposizioni dell’Accordo Stato-Regioni sulla formazione dei lavoratori, che stabiliscono tempi, contenuti e modalità esecutive della stessa. I lavoratori, a secondo della tipologia di lavoro, (identificata, attualmente, in base al codice Ateco della ditta di appartenenza) dovranno frequentare corsi da 8 ore (rischio

basso e impiegati), 12 ore (rischio medio) o 16 ore (rischio alto). La Confartigianato Imprese Pordenone organizza corsi rischio basso, medio e alto a partire da settembre 2012. Per ulteriori informazioni contattate l’Ufficio Formazione al numero 0434/509250/260/269 o l’Ufficio Ambiente e Sicurezza al numero 0434/509261.

«Obiettivo crescita. Le ricette dell’artigianato e delle Pmi per la ripresa» Questo il titolo della 66^ Giornata dell’artigianato che si svolgerà in Fiera il 15 settembre «Parlare di crescita essendo nel pieno della recessione potrebbe sembrare un paradosso. La verità è che siamo condannati a crescere, pena un inesorabile declino» dichiara Silvano Pascolo, presidente di Confartigianato Pordenone, nel presentare la sessantaseiesima Giornata dell’artigianato in programma il 15 settembre nell’ambito della Campionaria. La Giornata, organizzata con il sostegno della Regione e della Camera di commercio di Pordenone, ed anche della FriulAdria che affianca Confartigianato per il Premio Lucchetta, è un appuntamento tradizionale per l’associazione che fa il punto sullo stato di salute del comparto ed avanza le richieste alla classe politica e alle istituzioni. Partendo dall’assunto, Pascolo rimarca, per questo particolare momento, «l’urgenza di progetti, iniziative, idee in grado di sostenere questa spinta naturale alla crescita. Progetti che riguardino le imprese ma anche e soprattutto

il contesto del fare impresa: senza un tessuto sano che renda possibile intraprendere, ogni iniziativa è infatti destinata a naufragare. E questo contesto non può nascere, non può essere creato, a prescindere da azioni forti finalizzate al risanamento dello Stato, al riequilibrio dei conti, al taglio delle spese improduttive e parassitarie» Questi i temi che saranno trattati nell’ambito del convegno che si svolgerà nella sala congressi della Fiera di Pordenone, il 15 settembre 2012 a partire dalle 15,30. Dopo i saluti delle istituzioni, seguirà la relazione del presidente di Confartigianato Pordenone, Silvano Pascolo, quindi l’intervento dei relatori e le conclusioni del presidente della Regione, Renzo Tondo. La Giornata si concluderà con la consegna dei riconoscimenti alle imprese che hanno compiuto i loro primi 40 anni, ed infine con la consegna del Premio Lucchetta, istituito da Confartigianato Pordenone, per ricordare Maurizio Lucchetta.

Il Tg@ degli artigiani sul sito di Confartigianato Pordenone www.confartigianato.pordenone.it è l’indirizzo al quale collegarsi per vedere il telegiornale di Confartigianato Pordenone. Il Tg@ ha cadenza settimanale e viene inserito in rete ogni giovedì: tante notizie in pochi minuti, ma soprattutto informazioni utili agli imprenditori artigiani. La visione del telegiornale è davvero molto semplice: è sufficiente collegarsi al sito internet e cliccare sull’icona del Tg@ e in pochi secondi si potrà vedere la registrazione del notiziario. Collegamento agevole per chi possiede un cel-

lulare che potrà accedere al Tg@ tramite il QR che trovate qui accanto, basta inquadrarlo con la fotocamera del cellulare (i modelli più recenti contengono il software, altrimenti è possibile scaricarlo gratuitamente) dopo aver aperto il lettore. Il Tg@ di Confartigianato Pordenone va anche in onda su Telepordenone, ogni mercoledì alle 21 circa e in replica la mattina del giorno successivo, il sabato alle 12 e la domenica alle 11,45; inoltre è disponibile su PnBox con modalità on demand.

17


Dalle province Udine

Artigianato artistico a Idea Natale 2012 L’annuale appuntamento con la fiera Idea Natale si svolgerà dal 15 al 18 novembre 2012. Si tratta di un evento storico, 24^ edizione nel palinsesto delle Fiere udinesi. Comune denominatore dei diversi settori merceologici in cui si articola la manifestazione resta il tema del Natale ossia il regalo, l’originalità e la peculiarità dello

stesso nelle diverse espressioni culturali e sociali del territorio di provenienza. Confartigianato segnala agli associati del comparto artistico l’opportunità di organizzare una presenza collettiva. Per ogni informazione consultare il sito www.confartigianatoudine.com o contattare il n. tel. 0432.516771.

Corsi sicurezza Per permettere ai datori di lavoro delle imprese associate di assolvere agli obblighi formativi in materia di sicurezza, Confartigianato Udine organizza i corsi sotto indicati. Per informazioni e adesioni contattare gli uffici Confartigianato Udine presenti sul territorio. CORSO

SETTEMBRE

OTTOBRE

Primo Soccorso

Udine

Latisana

Aggiornamento di Primo Soccorso

Udine

Latisana

Aggiornamento di Primo Soccorso 4 ore per acconciatori

Udine

Aggiornamento Ponteggi

Udine

Ponteggi

Udine Udine

Aggiornamento Antincendio

Udine

Antincendio

Udine

Formazione di base dei lavoratori (LAV)

Udine

Lavori in quota

Udine

RSPP - Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione

Udine

Latisana

Udine

Aggiornamento RLS

Udine

Formazione Aggiuntiva Preposti

Udine

Seminari gratuiti di presentazione del servizio personalizzato di check-up economico/finanziario Come posso controllare l’andamento economico e finanziario della mia azienda? E come valuto se il risultato economico è soddisfacente? Questi sono solo alcuni dei quesiti che molti imprenditori si pongono, insieme a quelli sul corretto finanziamento della loro attività o sui flussi finanziari adeguati. Per non parlare della domanda sulla congruità degli affidamenti bancari rispetto alle proprie esigenze finanziarie? Per rispondere a questi dubbi, Confartigianato Udine Servizi ha creato un servizio di check-up economico/finanziario personalizzato. Un supporto concreto per cogliere i punti di forza e di debolezza di un’azienda e definire possibili correttivi che le consentano di competere in maniera migliore in un sistema sempre più complesso. I seminari si svolgeranno dalle 18.00 alle 19.00 circa presso le seguenti sedi di Confartigianato Udine:

– Tolmezzo, Via della cooperativa 10/b - martedì 4 settembre; – Manzano, Via San Giovanni 21 – giovedì 6 settembre; – San Daniele del Friuli, Via Trento Trieste 167 - martedì 11 settembre; – Latisana, Via Gregorutti 2 - giovedì 13 settembre; – Udine sede centrale, Via del Pozzo 8 - martedì 18 settembre; – San Giorgio di Nogaro, Via marittima/Centro commerciale laguna blu - giovedì 20 settembre; – Gemona, Via Taboga 212/10 - martedì 25 settembre. Le adesioni andranno inoltrate all’Ufficio Credito e Contributi (ref. Claudio Castagnotto tel. 0432.516774 - fax 0432.516764; e-mail: ccastagnotto@uaf.it ). La scheda di adesione è reperibile sul nostro sito www.confartigianatoudine.con alla voce “Formazione” sezione Multisettoriale. 18


Dalle province Udine

Fiere internazionali settembre-dicembre 2012 Confartigianato Udine organizza la visita e/o la partecipazione con aree espositive alle seguenti Fiere Internazionali: “MAISON & OBJET” E “MEUBLE PARIS” di Parigi (6-9 sett.), “European Photovoltaic Solar Energy Conference and Exhibition” di Francoforte (27-29 sett.), 100% DESIGN di Londra (19-21 sett.), “ARCHITECTURE BUILDING M&E VIETNAM” di Ho Chi Min (18-22 sett.), “AUTUMN FAIR” di Zagabria (20-22 sett.), “LA DONNA” di Vienna (26-30 sett.), “SALON INTERNATIONAL” di Londra (12-15 ott.), “I SALONI WORLD WIDE” di Mosca (11-14 ott.), “INDEX MUMBAI” di Mumbai (17-21 ott.), “FE-

NAFOR” di Lima (24-28 ott.), “MEBEL” di Mosca (18-21 nov), “INDEX NUOVA DELHI” di Nuova Delhi, 22-25 nov.), “CONBUILD VIETNAM” di Hanoi (3-8 dic.). Al fine di opzionare per tempo le aree espositive, voli aerei, hotel, ecc. e di formulare un preventivo di costi per ogni missione economica, e inoltre verificare la disponibilità di finanziamenti pubblici, le manifestazioni d’interesse andranno inoltrate entro il 23 agosto pv all’Ufficio Affari Comunitari (ref. Flavio Cumer, tel. 0432.516743 - fax 0432.516765; email: fcumer@uaf.it). La scheda di pre-adesione è reperibile sul sito www.confartigianatoudine.com alla voce mercati esteri.

Seminario “Progetto Vietnam - edifici eco-innovativi” A Udine giovedì 13 settembre

Confartigianato Udine Servizi organizza il seminario “PROGETTO VIETNAM EDIFICI ECO-INNOVATIVI” presso la sede centrale di Udine in via del Pozzo 8 alle ore 18.30 di giovedì 13 settembre. Il progetto, che gode di un finanziamento pubblico a fondo perduto, è destinato alle aziende del comparto edilizia ed affini, impiantistica, energia ed arredo. Le adesioni andranno inoltrate entro il 10 settembre all’Ufficio Affari Comunitari (ref. Flavio Cumer, tel. 0432.516743 - fax 0432.516765; email: fcumer@uaf.it). La scheda di adesione è reperibile sul sito www.confartigianatoudine.con alla voce mercati esteri.

Imprenditoria giovanile - bando 2012 della CCIAA di Udine Presentazione domande dal 1° agosto al 31 dicembre 2012 Scadenza Le domande di contributo devono essere unicamente spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Udine, Ufficio Contributi, Via Morpurgo,4, 33100 UDINE, dal 01 agosto 2012 al 31 dicembre 2012. I contributi sono assegnati secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande fino ad esaurimento dei fondi.

Beneficiari Sono soggetti finanziabili le micro, piccole e medie imprese, in qualsiasi forma costituite, a gestione prevalentemente “giovanile” (tra i 18 e i 30 anni) che soddisfano i requisiti previsti dal bando. Aree di applicazione Provincia di Udine. Iniziative ammissibili Sono agevolabili, attraverso la concessione di contributi, le spese sostenute per l’acquisizione di beni e servizi necessari alla realizzazione di progetti di investimento e sviluppo realizzati dalle PMI della provincia di Udine che presentano i requisiti di cui all’art. 4 del Bando.

Riferimenti Delibera Giunta Cciaa Udine 101 - 18 giugno 2012 Informazioni Confartigianato Udine - Claudio Castagnotto Via del Pozzo 8 – 33100 Udine - Tel. 0432/516774 Fax: 0432/516764 - e-mail ccastagnotto@uaf.it

Agevolazioni L’intensità del contributo è pari al 70% della spesa ammissibile. L’importo minimo della spesa ammessa a contributo è pari a euro 5.000,00. L’importo massimo del contributo è pari a euro 10.000,00.

Punto Nuova Impresa Via Morpurgo 4 - 33100 Udine - Tel. 0432 273539 Fax 0432 509469 - e-mail nuovaimpresa@ud.camcom.it 19


Orcenico di Zoppola (PN) Planimetria

Fabbricato A

Punti di distanza 1 2 3 4 5

29,00 mt 10,30 mt 24,78 mt 15,00 mt 13,00 mt

Descrizione: Complesso industriale ubicato in prossimità della S.S. 13 «Pontebbana», a 3 Km dall’autostrada A28 (Pordenone - Portogruaro - Conegliano) e a 5 Km dalla S.S. «Cimpello-Sequals». Il complesso è costituito da due immobili:

Fabbricato A

Fabbricato «A» a destinazione logistica, fornito di 9 banchine di carico. La struttura è munita di uffici con impianti di condizionamento ed elettrici, facilmente frazionabili e completi di parcheggio coperto. Altezza utile mt 7,00 - 18,00 ca. Fabbricato «B», immobile (come nuovo) a destinazione industriale. Altezza utile mt 6,80 ca. Entrambi gli immobili sono muniti di ampi piazzali di manovra, recintati ed illuminati. Sup. area: 37.800 mq Superfici unità da: da 60 mq a 14.000 mq Disponibilità: logistica, depositi, magazzini, laboratori.

Fabbricato B

San Quirino (PN) ORCENICO DIZOPPOLA (PN) Descrizione: Complesso industriale costituito da due immobili, ubicato nella Zona Industriale del Comune di S. Quirino (PN), sulla S.S. 251 per la Val Cellina; a circa 8 Km a nord del centro di Pordenone e a circa 10 Km dall’uscita dell’autostrada A28 (Pordenone-Portogruaro); direttamente collegato con l’autostrada A4 (Trieste-Milano). Il complesso è munito di: ampi piazzali di manovra o da adibire allo stoccaggio della merce, sistema di illuminazione notturna e unità eventualmente frazionabili; altezza interna di 6.40 mt, strutture come nuove. La qualità dei materiali utilizzati garantisce bassi costi di manutenzione. Superfici unità da: da 250 a 4.000 mq

VENDESI AFFITTASI

InformImpresa n. 11 - 2012  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you