Page 1

INFORMA P.zza Mulino, 19/G – 75100 Matera Tel. 0835.335181 – 335395 – Fax 334263 – info@apim atera.it

Matera Circ.

04.03.2011 n. 125

1.

Network internazionale delle Associazioni imprenditoriali: opportunità di business all’estero. Come comunicato, nei giorni 23 e 24 febbraio si sono tenuti presso la CONFAPI, a Roma, gli incontri b2b tra le aziende Confapi e le imprese straniere associate alle associazioni imprenditoriali dei Paesi che hanno aderito al network e hanno firmato i protocolli bilaterali d’intesa con Confapi. Erano presenti anche due imprese di CONFAPI Matera. Svezia, Bulgaria, Finlandia, Usa, Croazia, Serbia, Albania, Moldavia, Spagna, sono i Paesi le cui associazioni delle PMI hanno aderito finora. Romania, Sud Africa, Palestina sono in procinto di farlo. La Confederazione, dunque, offre alle Imprese del sistema CONFAPI una grande opportunità di business all’estero, attraverso la creazione di una rete di contatti che non si è esaurita con l’incontro di febbraio ma che costituisce un canale sempre aperto, anzi in continua espansione. Ricordiamo, pertanto, alle Imprese associate che non hanno partecipato agli incontri, che è comunque possibile avere un contatto diretto con le associazioni delle PMI di questi Paesi, omologhe della Confapi, per la ricerca di partners commerciali all’estero. Inoltre, la rete internazionale creata può essere utile anche per la partecipazione a progetti comunitari che, come è noto, richiedono la compartecipazione di aziende di più Stati membri. Per informazioni contattare la scrivente segreteria. 2.

INPS: sgravi contributivi sui premi di risultato anno 2009. L'INPS, con messaggio n. 4792 del 25 febbraio 2011, comunica che, essendo rimaste risorse, procederà ad una redistribuzione tra gli aventi diritto, di ciò che resta dei 650 milioni di euro stanziati dalla Legge n. 247/2007. Infatti la percentuale del 2,25%, già utile per determinare il tetto retributivo su cui è stata applicata la facilitazione, viene elevata al 2,50%. Tale novità riguarda i datori di lavoro che hanno presentato entro l’11/07/2010 l’istanza e sono stati ammessi a fruire dello sgravio. Senza necessità di ulteriori autorizzazioni, i datori di lavoro già ammessi all’incentivo per il 2009 potranno procedere a eseguire il ricalcolo e, ricorrendone i presupposti, a fruire dell’ulteriore beneficio. Per le aziende interessate, l’Inps riattiverà, per tre mesi il codice di autorizzazione 9D. Per le operazioni di conguaglio, c’è tempo sino al 16 maggio 2011. Ai fini del recupero si utilizza il flusso Uniemens con le stesse modalità già descritte nel messaggio Inps 21389/2010. 3.

Diminuzione del fatturato e licenziamento. La Cassazione, con sentenza n. 4276/2011 ha affermato che la diminuzione del fatturato può giustificare sotto l’aspetto oggettivo il licenziamento di un dipendente, soprattutto allorquando non sia possibile ricollocare lo stesso all’interno dell’azienda per lo svolgimento di mansioni adeguate al suo livello. Il giudice non può sindacare la scelta datoriale sotto il profilo dell’opportunità economica, non essendo possibile distinguere, ai fini della legittimità del licenziamento, tra carattere provvisorio o definitivo della diminuzione del fatturato. 4.

Aumento delle sanzioni per ravvedimento operoso. L’art. 1, comma 20 della Legge 220/2010 ha stabilito che a decorrere dal 1° febbraio 2011 sono aumentati gli importi da corrispondere in caso di ricorso al ravvedimento operoso, istituto attraverso il quale, in ambito amministrativo-tributario, si può regolarizzare spontaneamente la propria posizione. Pertanto, per sanare le anomalie, occorrerà versare una sanzione ridotta a:  un decimo (prima era un dodicesimo) del minimo, in caso di omesso o tardivo pagamento dei tributi, se la violazione viene regolarizzata entro 30 giorni dalla data in cui è stata commessa;  un ottavo (prima un decimo) del minimo, se la regolarizzazione degli errori e delle omissioni avviene: - entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno nel corso del quale è stata commessa la violazione; Associazione delle Piccole e Medie Industrie della Provincia di Matera

1


- ovvero entro un anno, quando non è prevista dichiarazione periodica; un decimo (prima dodicesimo) del minimo di quella prevista per l’omissione della dichiarazione, se questa viene presentata con un ritardo non superiore a 90 giorni. Nell’ipotesi di mancata presentazione del mod. F24 a zero, è inoltre prevista, ai fini del ravvedimento, la trasmissione dello stesso ed il contestuale versamento della sanzione ridotta di € 6,00 se si adempie antro 5 giorni dalla scadenza originaria, ovvero di € 19,00 se si adempie successivamente, ma comunque entro il termine stabilito per l’inoltre della dichiarazione dei redditi. Ricordiamo che il ravvedimento operoso del tardivo/omesso versamento di tributi comporta anche la corresponsione degli interessi moratori, calcolati al tasso legale, che a decorrere dal 1° gennaio 2011 è stato portato all’1,5%. Per le violazioni commesse fino al 31/01/2011, rimangono applicabili le precedenti sanzioni ridotte, anche se il ravvedimento viene posto in essere successivamente a tale data. 

5.

INPS: permessi a favore di persone con disabilità grave. L’INPS, con circolare n. 45 del 1° marzo 2011, a seguito dell’entrata in vigore della legge n. 183 del 4 novembre 2010 con la quale sono state introdotte, all’articolo 24, nuove disposizioni sui permessi retribuiti a favore dei dipendenti che assistono familiari con disabilità grave, fornisce un quadro riepilogativo della disciplina in materia di permessi prev isti dall’art. 33 della legge 104/1992 e successive modifiche e integrazioni. 6.

Approvata la legge n. 10/2011 c.d. milleproroghe. E’ stata pubblicata sulla G.U. (n. 46 del 26 febbraio 2011, supplemento ordinario n. 53) la legge di conversione n. 10/2011 del cosiddetto decreto milleproroghe, entrata in vigore il 27.02.2011. Di seguito si elencano i principali provvedimenti:  Autotrasporto. Estesa al 2011 la possibilità, per le imprese che esercitano autotrasporto in conto terzi, di usufruire del fondo di garanzia per le PMI anche per l’acquisto di veicoli. I vettori sono esonerati dalla sanzione in caso di mancata indicazione del costo di gasolio in fattura. Slitta dal 16 febbraio al 16 giugno il termine per il versamento dei premi Inail da parte delle Aziende di autotrasporto. I 276 milioni per l’autotrasporto iscritti dalla legge di bilancio sul capitolo in conto investimenti sono trasferiti sugli interventi di natura corrente. L’esercizio delle attività di commercio dei pallets è disciplinato dal Testo Unico delle leggi di pubblica sicurezza.  Contributo unificato. Fino al 31 dicembre 2011, per le controversie di lavoro davanti alla Cassazione non è dovuto il pagamento del contributo unificato.  Collocamento obbligatorio. I datori di lavoro del settore minerario, per il collocamento obbligatorio di lavoratori disabili, possono escludere i lavoratori impiegati nel sottosuolo e quelli che movimentano e trasportano il minerale. In caso di carenze, hanno a disposizione 90 giorni per inoltrare la richiesta delle persone disabili da inserire.  Conciliazione. Prorogata al 20 marzo 2012 l’entrata in vigore della conciliazione obbligatoria per le sole controversie su condominio e incidenti.  Iniziative agevolate. Rinviato al 31 dicembre 2011 il termine entro cui possono essere completate le iniziative agevolate finanziate con gli strumenti della programmazione negoziata, non ancora completate, purchè realizzate per almeno il 40% degli investimenti ammessi.  Debiti fiscali. Il contribuente che ha ottenuto una dilazione del pagamento di somme iscritte a ruolo, se non ha pagato la prima o le prime due rate, può ottenere un’altra dilazione del pagamento fino a 72 mesi.  Regioni ed enti locali. Dal patto di stabilità delle regioni sono escluse, nel limite di 200 milioni, le spese alimentate da Fas, contratti di serv izio nelle regioni a statuto speciale e fondo per le politiche sociali. La definizione degli obiettiv i per ogni regione sarà effettuata riponderando le spese, con un meccanismo che favorirà le spese di investimento. L’obiettivo di cassa può essere ridefinito anche riducendo le spese per trasferimenti a imprese, famiglie e istituzioni sociali private. Nella ridefinizione degli obiettiv i assegnati ai comuni dal patto di stabilità interno, le regioni possono definire criteri di v irtuosità concertandoli con gli enti locali del territorio. Alle regioni che liberano quote di pagamenti per gli enti locali è svincolata una somma pari al triplo delle risorse liberate negli enti locali. Le regioni che hanno sforato il patto di stabilità in relazione alla spesa correlata a finanziamenti Ue, possono rientrare nei v incoli l’anno successivo impegnando spesa corrente entro il livello minimo dell’ultimo triennio (sanità esclusa), e bloccando indebitamento e assunzioni. Associazione delle Piccole e Medie Industrie della Provincia di Matera

2


 

 7.    

Incedibilità del Tfr. Fino al termine del rapporto di lavoro, i trattamenti di fine servizio dei dipendenti pubblici e privati non possono essere ceduti. Licenziamenti. Il termine di 60 giorni per impugnare il licenziamento è efficace dal 31 dicembre 2011. Passa dunque dal 24 gennaio al 31 dicembre 2011 il termine per proporre l’impugnativa del licenziamento da parte dei lavoratori il cui contratto a tempo determinato sia cessato prima dell’entrata in v igore del Collegato lavoro. Per i licenziamenti già soggetti, prima del Collegato, al termine di decadenza dei 60 giorni, il differimento prev isto dal milleproroghe comporta l’applicazione delle vecchie regole, cioè: il licenziamento dovrà, come prima, essere impugnato stragiudizialmente entro 60 giorni, ma l’impugnazione non diventerà inefficace se non seguita, nei successivi 270 giorni, dal deposito del ricorso al giudice (o dalla richiesta di arbitrato o di conciliazione). I licenziamenti intimati e impugnati stragiudizialmente nel corso del 2011 saranno soggetti al solo termine prescrizionale di cinque anni. Anatocismo. L’articolo 2935 del Codice Civile si interpreta nel senso che il termine decennale di prescrizione decorre dalle singole annotazioni del conto corrente e non dalla chiusura del conto. Aggiornamenti normativi in materia di sostanze e preparati pericolosi. Si riportano di seguito alcuni aggiornamenti inerenti le sostanze e preparati pericolosi: Pubblicato il Regolamento n. 143/2011 (modifica allegato XIV regolamento Reach); Procedura di autorizzazione (capo 2 del regolamento REACH, artt. 60-66); Consultazione pubblica su classificazione ed etichettatura armonizzate per undici sostanze chimiche; Guida alle disposizioni in materia di informazione e alla valutazione della sicurezza chimica formato dello scenario d’esposizione nella parte D: creazione dello scenario d’esposizione parte F: formato del CSR.

8.

Albo Gestori Ambientali – Revoca delle garanzie finanziarie per le imprese iscritte alla categoria 4 dell’Albo. Si comunica che è disponibile, presso la scrivente segreteria, il modello di variazione per poter trasmettere all’Albo Nazionale Gestori Ambientali – Sezione Regionale della Basilicata, l’eventuale revoca dell’accettazione della garanzia finanziaria prestata per l’iscrizione alla categoria 4 (raccolta e trasporto di rifiuti prodotti da terzi). All’istanza, in bollo da € 14.62, debitamente compilata in ogni sua parte e firmata occorrerà allegare: copia del documento di riconoscimento in corso di validità dell’istante; attestazione del versamento per diritti di segreteria (€ 50,00 per le società - € 23,00 per le ditte indiv iduali) sul CCP n. 233858 intestato all’Albo Gestori Ambientali c/o CCIAA Potenza – causale: “Diritti di segreteria per variazione”. Successivamente alla comunicazione di revoca da parte della Sezione Regionale potrete recarvi presso la Vs. compagnia assicurativa per gli adempimenti sequenziali. -

9. Comune di Montemurro (PZ) – BANDO DI GARA . Procedura aperta per servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei R.S.U., R.S.A.U., raccolta differenziata, spazzamento delle strade e servizi complementari. Importo complessivo dell’appalto: € 304.545,45. Durata dell’appalto: 2 anni. Categoria del servizio: 16 CPC 94 Termine ultimo per la presentazione delle offerte: ore 13.00 del 26/04/2011. Copia del bando è disponibile al sito www.comune.montemurro.pz.it . Cordiali saluti

Associazione delle Piccole e Medie Industrie della Provincia di Matera

La Segreteria

3

/Circolare-Informa-125  

http://www.confapimatera.it/wp-content/uploads/downloads/2011/03/Circolare-Informa-125.pdf

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you