Page 1

INFORMA P.zza Mulino, 19/G – 75100 Matera Tel. 0835.335181 – 335395 – Fax 334263 – info@apimatera.it

1.

Matera

05.01.2011

Circ.

n. 102

IMPORTANTE: Bando regionale per l’INNOVAZIONE.

È stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata n. 51 del 31.12.2010 l’avviso pubblico per la “Procedura valutativa a sportello per il sostegno all’innovazione delle PMI”, cosiddetto Bando Innovazione. Dalle ore 8,00 del giorno 10.2.2011 e fino alle ore 24,00 del giorno 22.2.2011 sarà possibile compilare la candidatura telematica. Le domande vere e proprie dovranno essere presentate, esclusivamente in forma telematica, a partire dalle ore 8,00 del giorno successivo alla data di pubblicazione degli elenchi e fino alle ore 24,00 del 60° giorno successivo. È importante ricordare che le domande saranno valutate secondo l’ordine cronologico di arrivo. L’Associazione è a disposizione delle Imprese associate per fornire l’assistenza preliminare necessaria. Il bando - Deliberazione della Giunta Regionale n.2183 del 23 dicembre 2010 - è volto a sostenere i processi innovativi delle micro, piccole e medie imprese industriali e artigiane aventi sede operativa in Basilicata e mira ad incentivare l’innovazione di prodotto, di processo, organizzativa, di marketing ed ambientale. La dotazione finanziaria è di € 10.200.000,00 così ripartita: € 2.000.000,00 per progetti fino a 100mila euro; € 4.100.000,00 riservati alle microimprese per progetti superiori a 100mila euro; € 4.100.000,00 riservati alle piccole e medie imprese per progetti superiori a 100mila euro. Sono ammessi progetti per investimenti non inferiori a € 40.000,00. I settori di attività ammissibili sono individuati da precisi codici Ateco 2007; sono esclusi i settori del Turismo e del Commercio. L’agevolazione massima concedibile non potrà superare € 300.000,00 e il contributo sulle spese ammissibili, sotto forma di aiuti in conto capitale, è del 50% ESL per le Microimprese e Piccole Imprese e del 40% ESL per le Medie Imprese. Le candidature telematiche possono essere presentate, previa registrazione dell’impresa sull’apposito link sul portale della Regione Basilicata, a partire dalle ore 8,00 del giorno 10.2.2011 e fino alle ore 24,00 del giorno 22.2.2011, mentre le domande successive, da presentare esclusivamente in forma telematica, saranno valutate secondo criteri che attribuiscono determinati punteggi. L’istruttoria delle domande sarà effettuata dalla società della Regione “Sviluppo Basilicata” secondo l’ordine cronologico di ricezione della documentazione tramite PEC (posta elettronica certificata) all’indirizzo di posta elettronica di Sviluppo Basilicata Spa. Si raccomanda, pertanto, di essere pronti per il click day della seconda fase. Il bando, completo della documentazione e dei codici Ateco 2007 è disponibile presso gli uffici dell’Associazione e sul sito web www.basilicatanet.it al link. http://www.regione.basilicata.it/giunta/site/giunta/detail.jsp? otype=1058&id=543324&dep=100055&area=

2.

Agevolazioni contributive per l’assunzione a termine di lavoratori in mobilità. L’Inps con il messaggio n. 32661 del 27/12/2010 ha chiarito che l’assunzione a tempo determinato, anche superiore a 12 mesi di lavoratori iscritti nelle liste di mobilità, effettuata per esigenze di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o sostitutivo (come previsto dall’art.1 del DLGS 368/2001) consente l’accesso alle agevolazioni contributive previste dalla L. 223/91; il beneficio 1


contributivo tuttavia, non potrà eccedere il periodo massimo di 12 mesi, anche se la durata del contratto è superiore a tale periodo. 3.

Autoliquidazione INAIL 2011: agevolazioni contributive. L’Inail, in vista della scadenza dell’autoliquidazione 2010-2011, prevista per il 16 febbraio p.v., con la nota n. 8920 del 10/12/2010, ha riepilogato le principali agevolazioni contributive, da indicare nel modulo della dichiarazione delle retribuzioni, di cui possono fruire le aziende. Tra i benefici contributivi previsti dalla nota, segnaliamo la riduzione contributiva per il settore edile pari all’11,50% confermata per l’anno 2010. Relativamente alle istruzioni operative, l’Inail rimanda alla nota prot. n. 10792/2009 emanata in occasione della precedente autoliquidazione. La Finanziaria 2007, con effetto dall’1/1/2008 ha previsto in favore delle imprese iscritte alla gestione Artigianato in possesso di determinati requisiti, la riduzione del premio. La piena operatività del beneficio è però subordinata all’emanazione di appositi decreti ministeriali che ad oggi non sono ancora stati emanati. Lo stesso Inail precisa che per gli anni 2009 e 2010, non essendo ancora stato emanato il relativo decreto ministeriale, si fa riserva di successive istruzioni. In ogni caso, a partire dell’anno 2011, la riduzione sarà applicata in presenza dei requisiti previsti e nella misura che sarà fissata dai relativi decreti ministeriali, a condizione che gli interessati abbiano preventivamente presentato richiesta di ammissione al beneficio (questa si considera presentata se l’impresa artigiana certifica nel modulo per la dichiarazione delle retribuzioni relativo all’autoliquidazione dell’anno precedente di essere in possesso dei requisiti previsti dalla legge). La riduzione al momento trova applicazione nei confronti delle imprese che non hanno registrato infortuni nei due anni precedenti la data di richiesta di ammissione al beneficio. Il biennio nel quale non devono risultare infortuni è quello che precede l’annualità cui si riferisce il premio di regolazione (ad esempio per la riduzione da applicare alla regolazione 2011, il biennio di riferimento è il 2009-2010). Le imprese artigiane del settore autotrasporto merci in conto terzi, classificate alle voci di tariffa 9121 e 9123 potranno fruire della riduzione del 14,50% sui premi speciali unitari dovuti per l’anno 2010. Tale riduzione si applica alla sola regolazione 2010 ed è strettamente connessa alla voce tariffa. Avviso Pubblico “Reinserimento occupazionale dei collaboratori a progetto – Incentivo all’inserimento lavorativo” – Riapertura dei termini per la presentazione delle domande. Facciamo seguito alla circolare numero 175 del 26.8.2010 paragrafo 18 si rende noto che sono stati riaperti i termini per la presentazione delle domande relative all’avviso pubblico in oggetto. Pertanto la scadenza è fissata nel 40° giorno dalla pubblicazione della delibera di giunta regionale sul BUR del 16 dicembre 2010.

4.

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto flussi per l’ingresso in Italia dei lavoratori extracomunitari. Si rende noto che sulla Gazzetta Ufficiale n. 305 del 31.12.2010 è stato pubblicato il Decreto del Presidente del Consiglio per l’ingresso in Italia di circa 100 mila lavoratori extracomunitari. Il provvedimento chiarisce che saranno tre i click-day previsti. Il primo click-day è in programma alle ore 8 del 31 gennaio 2011 per i 52.080 cittadini da Paesi che hanno sottoscritto specifici accordi di cooperazione in materia migratoria. Tra questi, in particolare, maxi-quote sono riservate all’Egitto (8mila), ad Albania e Marocco (14mila a testa), a Tunisia e Filippine (4mila ciascuno) e allo Sri Lanka (3500) Il 2 febbraio 2011 è previsto il secondo click-day e toccherà alle assistenti familiari (a colf e badanti di altre nazionalità non ricomprese nel primo giorno, cui vanno 30 mila posti. Nel terzo click day, previsto il 3 febbraio 2011, ci sarà la conversione per lavoro subordinato di 11.500 permessi. Il decreto flussi ha stabilito anche nel dettaglio le singole quote di possibile conversione: 3mila permessi per studio, 3mila per tirocinio o formazione, 4mila per lavoro stagionale, 1000 per soggiornanti di lungo periodo rilasciati ai cittadini di Paesi terzi da un altro Stato membro della Ue. Previsti inoltre 500 permessi per soggiornanti di lungo periodo rilasciabili per lavoro autonomo. Come è già avvenuto per l’edizione 2008 del decreto flussi, i posti di lavoro saranno assegnati in base all’orario di arrivo fino a esaurimento del contingente. Le domande online saranno presentate dai datori di lavoro (imprese e famiglie) via internet sul sito del ministro dell’Interno www.interno.it

5.

2


Il primo passaggio della procedura dei click-day per ottenere il permesso di soggiorno è la registrazione dell’utente sul sito www.interno.it Questa sarà possibile dal 17 gennaio 2011, quando sul sito saranno disponibili i modelli di domanda. Dopo la registrazione è necessario individuare il modello da compilare in relazione alla categoria d’ingresso del lavoratore immigrato e si provvederà alla sua compilazione direttamente sul sito indicato. I modelli previsti sono: A per lavoro domestico, B per lavoro subordinato, VA per conversione permesso di soggiorno da studio o tirocinio in lavoro subordinato, VB per conversione permesso di soggiorno da stagionale in lavoro. Rispetto al passato il sistema informatico non invierà più una e-mail di conferma dell’avvenuta ricezione della domanda ma registrerà una serie di dati nell’area privata dell’utente, generatasi in fase di registrazione. Qui sarà possibile visualizzare l’identificativo e verificare lo stato di tutte le domande presentate. 6.

Precisazioni sul divieto di commercializzazione delle buste di plastica in vigore dal 1° gennaio 2010. Si rende noto che il divieto di commercializzazione dei sacchi da asporto merci non conformi ai requisiti di biodegradabilità indicati dagli standard tecnici europei vigenti, di cui all’art. 1 comma 1130 della legge 26 dicembre 2006, n. 296, come modificato dall’art. 23, comma 21-novies del decreto legge 1° luglio 2009 n. 78, convertito, con modificazioni dalla legge 3 agosto 2009, n. 102, sarà in vigore dal 1° gennaio 2011. Resta consentito lo smaltimento delle scorte in giacenza negli esercizi artigianali e commerciali alla data del 31 dicembre 2010, purché la cessione sia operata in favore dei consumatori ed esclusivamente a titolo gratuito. Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e il Ministero dello Sviluppo economico, in collaborazione con le autorità competenti, effettueranno controlli per verificare il rigoroso rispetto della normativa vigente. 7.

Decreto 22.12.2010 proroga operatività del SISTRI al 1° giugno 2011 e del MUD al 1° aprile 2011. Decreto n. 205 del 2010 approva obbligo di tenuta dei registri di carico e scarico da parte dei soggetti non obbligati al SISTRI Si rende noto che sulla G.U. n. 302 del 28 dicembre 2010 è stato pubblicato il Decreto del Ministero dell’Ambiente del 22.12.2010 che ha prorogato al 1° giugno 2011 il termine per l’operatività del SISTRI. Lo stesso Decreto ha prorogato al 30 aprile 2011 il termine entro il quale produttori, smaltitori e recuperatori di rifiuti devono presentazione alla Camera di Commercio il MUD (cosiddetto Mudino), dichiarando, sulla base dei dati inseriti nel registro di carico e scarico, i rifiuti prodotti e gestiti nell’anno 2010. Pertanto, per la tracciabilità dei rifiuti si potranno continuare ad usare in questo periodo i registri e i formulari. Chi è in possesso di SISTRI potrà usarlo per verificare la funzionalità del sistema informatico. Lo slittamento dell’entrata in vigore del SISTRI fa slittare al 31 dicembre 2010 l’operatività delle sanzioni amministrative e pecuniarie e dei regimi di confisca dei mezzi introdotti dal Dlgs n. 205 del 25 dicembre 2010 il quale modifica la parte IV del codice ambientale nonché l’obbligo di tenuta dei registri da parte dei soggetti non obbligati al Sistri (esempio, edili). E’ opportuno precisare che nel caso di aziende iscritte all’Albo gestori ambientali secondo la procedura prevista dall’articolo 212, comma 8 del decreto legislativo n. 152/2008 il registro documenta l’attività di trasporto dei rifiuti che decadono dalla propria attività e non è pertanto in alcun modo riferito al luogo di produzione degli stessi. Queste imprese continueranno a documentare il luogo di produzione o di detenzione dei rifiuti trasportati tramite la compilazione degli appositi spazi dei formulari identificativi, senza alcuna necessità di istituire un registro per ognuno dei cantieri dove vengono generati i rifiuti non pericolosi derivanti dalle attività edili. La nuova norma si limita a disporre che il registro deve essere tenuto “presso ogni impianto di produzione o, nel caso in cui ciò risulti eccessivamente oneroso, nel sito di produzione dei rifiuti”. 8. Divieti di circolazione – calendario 2011. Il Ministero dei Trasporti ha diffuso il decreto n. 984 del 14.12.2010, sui divieti di circolazione per l’anno 2011, il cui testo è applicabile alla circolazione fuori dei centri abitati dei veicoli adibiti al trasporto di cose, di massa complessiva superiore alle 7,5 ton. Il calendario 2011 ha eliminato il divieto di circolazione per il Martedì successivo alla Pasqua (in vigore l’anno precedente dalle ore 8 alle 14), ed ha abbreviato quello per la giornata di Sabato (dalle 8 alle 16 anziché dalle 8 alle 22). Per quanto riguarda il periodo estivo, non è stato confermato il divieto stabilito dal precedente calendario nell’ultimo Sabato del mese di Giugno (dalle 14 alle 24), mentre in coincidenza con il primo esodo del mese di Agosto è stato introdotto un divieto di circolazione di una giornata e mezza (dalle ore 16 del 5 Agosto alle 23 del 6 Agosto); pertanto, i 3


mezzi pesanti potranno riprendere a circolare a partire dalle 23.01 del 6 Agosto per poi doversi nuovamente fermare alle ore 7 di Domenica 7 Agosto, fino alle ore 24. Altra importante novità di quest’anno per favorire il trasporto intermodale, riguarda l’esonero dal divieto dei trattori isolati che abbiano sganciato il semirimorchio, per la prosecuzione del trasporto della merce attraverso il sistema intermodale; l’art.1, comma 2, ultimo periodo del decreto prevede che a questi trattori non si applichi il limite di massa delle 7,5 ton, oltre il quale scatta il divieto di circolazione, purché muniti di idonea documentazione attestante la riconsegna del semirimorchio. Per il resto, il calendario conferma le novità più importanti che sono state introdotte negli anni precedenti, quali: - nei Sabati estivi caratterizzati dall’esodo e dal controesodo estivo, la fine del divieto di circolazione alle ore 23. - L’esclusione dai divieti: dei veicoli in circolazione sulla viabilità ordinaria per ritornare in sede, purché nel momento in cui ha inizio il divieto non distino più di 50 Km dalla predetta sede (art. 3, comma 2, lett.b); dei mezzi prenotati per la revisione, per la giornata di Sabato, limitatamente al tragitto più breve tra la sede dell’impresa intestataria del veicolo ed il luogo di svolgimento della revisione, con l’esclusione dei tratti autostradali (art.3, comma 2, lett.a); dei trattori isolati per il rientro presso la sede dell’impresa intestataria del mezzo, limitatamente a quelli impiegati per il trasporto combinato ferroviario o marittimo (art.3, comma 2, lett.c). Nel dettaglio, le giornate in cui resterà vietata la circolazione dei mezzi pesanti nel corso del 2011, sono le seguenti: a) dalle ore 8 alle 22 tutte le domeniche dei mesi di Gennaio, Febbraio, Marzo, Aprile, Maggio, Ottobre, Novembre e Dicembre - il 1 Gennaio (Sabato, Capodanno); - il 6 Gennaio (Giovedì, Epifania); - il 25 Aprile (Liberazione e Lunedì dell’angelo); - il 1 Novembre (Martedì, Ognissanti) - l’8 Dicembre (Giovedì, festa dell’Immacolata); - il 24 Dicembre (Sabato, vigilia di Natale); - il 26 Dicembre (Lunedì, Santo Stefano); b) dalle 8 alle 16 - il 23 Aprile (Sabato di Pasqua) c) dalle 16 alle 22. - il 22 Aprile (Venerdì precedente la Pasqua); - il 7 Dicembre (Mercoledì, precedente la festività dell’8 Dicembre) - il 23 Dicembre (Venerdì precedente le festività natalizie). d) dalle ore 16 alle 24 - il 29 Luglio (Venerdì, precedente l’ultimo esodo di Luglio); - il 12 Agosto (Venerdì, precedente al 2° es odo di Agosto); e) dalle ore 16 del 5 Agosto alle ore 23 del 6 Agosto (Venerdì e Sabato coincidenti con il primo esodo estivo del mese di Agosto) f) dalle ore 7 alle ore 24 - tutte le domeniche dei mesi di Giugno, Luglio, Agosto e Settembre; - il 2 Giugno (Giovedì, Festa della Repubblica); - il 2 Luglio (1° Sabato di esodo del mese d i Luglio); - il 30 Luglio (5° Sabato di esodo del mese d i Luglio). g) dalle ore 7 alle ore 23 - a partire dal secondo Sabato di Luglio, tutti i Sabati caratterizzati dall’esodo e dal controesodo estivo, ad eccezione di Sabato 30 Luglio, e di Sabato 6 Agosto: 9 Luglio, 16 Luglio, 23 Luglio, 13 Agosto, 20 Agosto, 27 Agosto. - il 15 Agosto (Lunedì, Ferragosto). h) dalle ore 14 alle ore 22. - il 29 Ottobre (Sabato, in vista della festività del 1 Novembre) Le deroghe ai divieti sono state tutte riconfermate. 4


9.

Patente di guida – ottenimento/rinnovo in presenza di alcune patologie fisiche. Sulla Gazzetta Ufficiale n. 301 del 27 Dicembre scorso è stato pubblicato il Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del 30 Novembre 2010, con il quale è stata recepita la direttiva U.E 2009/112/CE che inasprisce gli accertamenti fisici per ottenere/rinnovare la patente di guida in presenza di deficit visivi, ovvero del diabete o di crisi epilettiche. Per quanto concerne le prescrizioni dettate ai titolari di patenti C e superiori: - relativamente alla vista, il decreto prevede che occorra avere una visione binoculare con un’acutezza visiva, raggiungibile anche con delle lenti correttive, di almeno 0,8 per l’occhio più valido e di almeno 0,4 per quello meno valido. Se per raggiungere questi valori sono utilizzate delle lenti correttive, l’acutezza visiva minima (0,8 e 0,4) va ottenuta o tramite delle lenti a contatto o mediante lenti a tempiale, con potenza non superiore alle 8 diottrie come equivalente sferico. Inoltre, la patente non deve essere rilasciata o rinnovata a colui che presenti significative alterazioni della visione crepuscolare e della sensibilità al contrasto, ovvero una visione insufficiente dopo l’abbagliamento con tempo di recupero non idoneo anche nell’occhio con risultato migliore, o diplopia. In caso di perdita della vista da un occhio o di gravi alterazioni della funzione visiva o di insorgenza di diplopia, deve essere prescritto un periodo di adattamento non inferiore a 6 mesi durante il quale non è consentito guidare; trascorso questo periodo, la Commissione medica locale, acquisito il parere di un medico specialista oculista, può consentire la guida con eventuali prescrizioni o limitazioni. - Relativamente al diabete mellito, in caso di assunzione di farmaci che possono indurre ipoglicemie gravi (sono definite tali, quelle in cui è necessaria l’assistenza di un’altra persona), la Commissione medica locale, coadiuvata da un medico esperto in diabetologia, è chiamata a verificare i seguenti requisiti: a) l’assenza di crisi di ipoglicemia grave nei dodici mesi precedenti; b) la conoscenza e la comprensione, da parte del conducente, dei rischi connessi all’ipoglicemia; c) la capacità del conducente di controllare in modo adeguato la sua condizione, monitorando il livello di glucosio nel sangue; d) l’assenza di gravi complicanze connesse al diabete, che possano compromettere la sicurezza alla guida. In questi casi, il rilascio o la conferma di validità della patente può avvenire per un periodo massimo di tre anni o addirittura inferiore, tenuto conto dell’età del conducente. Relativamente all’epilessia, il decreto intende per tale il manifestarsi di due o più crisi epilettiche non provocate (quindi non scatenate da una causa identificabile e potenzialmente evitabile), a meno di cinque anni di distanza l’una dall’altra. Le restrizioni o le limitazioni alla guida non vengono più applicate, passati 10 anni dall’ultima crisi epilettica senza che siano più stati assunti farmaci. Per coloro che non hanno registrato delle crisi da almeno 5 anni ma che si trovino ancora sottoposti a trattamento farmacologico, è previsto un controllo periodico della locale Commissione medica che dovrà anche stabilire la durata del periodo di idoneità alla guida; passati 10 anni dall’ultima crisi, laddove il trattamento farmacologico non possa essere ancora interrotto, il soggetto non potrà conseguire/rinnovare la patente di categoria C o superiore. Chi ha avuto una crisi epilettica provocata da un fattore identificabile, con scarsa probabilità di ripetizione durante la guida, può essere dichiarato idoneo alla guida della propria autovettura ma non per il trasporto di terzi. 10. Forum d’affari – 24 febbraio 2011 Con riferimento alla rete di associazioni lanciata da Confapi lo scorso febbraio, si comunica che la Confederazione, insieme alle associazioni firmatarie dell'accordo istitutivo della rete e alle associazioni che hanno manifestato interesse ad entrare a far pare del network, sta organizzando il primo incontro di affari tra le imprese associate e le imprese delle associazioni omologhe, come stabilito dallo stesso accordo. Il forum d'affari si terrà il prossimo 24 febbraio presso la sede di Confapi in via del Plebiscito a Roma. Le nostre aziende potranno incontrare direttamente imprenditori associati alle diverse organizzazioni aderenti al network al fine di stabilire contatti d'affari. In questa fase, le associazioni omologhe stanno raccogliendo e trasmettendo i profili delle aziende interessate alla Confapi, che attraverso le associazioni territoriali effettuerà lo screening e matchmaking volto alla definizione di agende personalizzate per ciascuna azienda partecipante, con incontri bilaterali organizzati sulla base delle caratteristiche e delle richieste ricevute dai singoli partecipanti. Al momento sono pervenuti i profili delle aziende appartenenti all'associazione Bulgara, fondatrice della rete, Palestinese e Croata, che firmeranno l'accordo in occasione del Summit. 5


Le aziende interessate possono farci pervenire un riscontro circa le controparti italiane interessate ad incontrare le suindicate aziende straniere entro e non oltre il 25 gennaio p.v. Per completezza si invia in allegato una scheda riassuntiva dell'iniziativa con i riferimenti delle associazioni coinvolte e con una bozza di programma. In considerazione della rilevanza che questa nuova iniziativa assume nella strategia di internazionalizzazione della Confederazione, auspichiamo un'ampia partecipazione delle Imprese associate. Maggiori informazioni, nonché gli allegati, possono essere richieste alla scrivente. 11. Comune di Matera – BANDO DI GARA. Procedura aperta per fornitura in opera di sistemi per il controllo degli accessi alle zone a traffico limitato e delle aree pedonali della città. Importo complessivo a base di gara: € 320.000,00 di cui € 1.500,00 per oneri di sicurezza. Termine ultimo per la presentazione delle offerte: ore 12.00 del 04/02/2011. Copia del bando e del capitolato è disponibile al sito www.comune.matera.it . 12. ACTA – Azienda per Cura e Tutela dell’Ambiente di Potenza – BANDO DI GARA. Avviso pubblico per procedura di cottimo fiduciario per fornitura di n. 500 cassonetti usati da adibire alla raccolta differenziata della frazione multimateriale. Importo complessivo a base di gara: € 120.000,00. Termine ultimo per la presentazione delle offerte: ore 14.00 del 18/01/2011. Copia del bando e del capitolato è disponibile al sito www.actapotenza.it . 13. Comune di Sant’Arcangelo (PZ) – BANDO DI GARA. Procedura aperta per realizzazione nelle sale del Convento di Santa Maria di Orsoleo di un allestimento artistico e polimediale permanente per documentare “la memoria storica” legata al convento. Importo complessivo per servizi e forniture: € 1.386.814,00. Termine ultimo per la presentazione delle offerte: ore 13.00 del 16/03/2011. Copia del bando e del capitolato è disponibile al sito www.comune.santarcangelo.pz.it . 14. Comune di Melfi (PZ) – BANDO DI GARA. Procedura aperta per servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti urbani ed accessori, di raccolta differenziata, spazzamento delle strade e servizi accessori nel territorio comunale. Importo complessivo a base di gara: € 6.136.365,00 per una durata di 3 anni. Categoria del servizio: 16 CPC 94. Termine ultimo per la presentazione delle offerte: ore 11.00 del 28/02/2011. Copia del bando e del capitolato è disponibile al sito www.comune.melfi.pz.it . 15. Comune di Rapolla (PZ) – BANDO DI GARA. Procedura aperta per servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti urbani, spazzamento delle strade e servizi accessori nel territorio comunale. Importo complessivo a base di gara: € 454.545,00 annui. Durata dell’appalto: 5 anni. Categoria del servizio: 16 CPC 94. Termine ultimo per la presentazione delle offerte: ore 12.00 del 27/01/2011. Copia del bando e del capitolato è disponibile al sito www.comune.rapolla.pz.it . 16. Comune di Rotondella (MT) – BANDO DI GARA. Bando di concorso per l’assegnazione di loti nel piano degli insediamenti produttivi di Rotondella/due. Termine ultimo per la presentazione delle domande: ore 12.00 del 17/01/2011. Copia del bando, della domanda e dell’elenco dei lotti è disponibile al sito www.comune.rotondella.mt.it . Cordiali saluti

La Segreteria

6

/Circolare-Informa-102  

http://www.confapimatera.it/wp-content/uploads/downloads/2011/02/Circolare-Informa-102.pdf

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you