Page 1

COMUNE DI RUVO DI PUGLIA

Report

OPEN SPACE TECHNOLOGY Ruvo di Puglia - 2 ottobre 2008

COME RENDERE PIÙ EFFICACE LA COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI RUVO? Idee e proposte per…

In collaborazione con

SCUOLA DI PARTECIPAZIONE DELLA REGIONE PUGLIA


CANTIERE DELLA PARTECIPAZIONE “RUVO COMUNIC@” OPEN SPACE TECHNOLOGY COMUNE DI RUVO DI PUGLIA

INDICE 1. 2. 3. 4. 5.

Sintesi Report dei gruppi di lavoro I Partecipanti Il metodo CAST: scuola di partecipazione della Regione Puglia


CANTIERE DELLA PARTECIPAZIONE “RUVO COMUNIC@” OPEN SPACE TECHNOLOGY COMUNE DI RUVO DI PUGLIA

1-

Sintesi

Il Comune di Ruvo di Puglia ha intrapreso un percorso di partecipazione per definire, con i cittadini, il proprio Piano di Comunicazione. Nell’ambito di tale iniziativa i cittadini si sono confrontati in uno spazio aperto di discussione che ha prodotto elementi di riflessione per l’Amministrazione. I temi affrontati sono stati i seguenti: Informazione sulla raccolta differenziata per una garanzia ambientale ed ecologica Emerge il bisogno di avere una informazione precisa e dettagliata su come fare correttamente la raccolta differenziata allo scopo di aumentare la percentuale della stessa • Rapporto tra diritto allo studio e istituzioni: Come migliorare la comunicazione con l’amministrazione e tutelare gli studenti del Liceo linguistico comunale Studenti, Insegnanti e Genitori desiderano chiarezza e trasparenza rispetto al futuro dell’Istituto Linguistico Comunale • Sportello per giovani + mezzo di comunicazione giovani Per potersi riavvicinare alla Politica, i giovani vogliono conoscere meglio il funzionamento dell’Ente Locale e comprendere gli impatti del suo agire • Creazione URP + Rendere subito pubbliche le delibere di Giunta con un linguaggio chiaro I cittadini chiedono un luogo (fisico e virtuale) per colloquiare con l’Amministrazione •

I temi proposti dai cittadini probabilmente potrebbero sembrare a prima vista lontani da un classico piano di comunicazione redatto da una agenzia, tuttavia rappresentano gli interessi prioritari per i partecipanti all’iniziativa. Ciò deriva proprio dalla natura del metodo (OST) che ha lo scopo di sollecitare idee raccogliendole da chi ha scelto di partecipare. Questo metodo, se da un lato consente all’Ente di comprendere direttamente le esigenze dei cittadini, dall’altro genera aspettative che impongono all’Amministrazione le conseguenti scelte e la loro efficace comunicazione.


CANTIERE DELLA PARTECIPAZIONE “RUVO COMUNIC@” OPEN SPACE TECHNOLOGY COMUNE DI RUVO DI PUGLIA

2- Report dei Gruppi di lavoro GRUPPO A L’idea/proposta che abbiamo discusso: INFORMAZIONE SULLA RACCOLTA DIFFERENZIATA PER UNA GARANZIA AMBIENTALE ED ECOLOGICA.

Cosa ci siamo detti/cosa abbiamo deciso: -

RILEVAZIONE DEI BISOGNI LEGATI ALL’AMBIENTE RILEVAZIONE DEI CONTENITORI NELLE SCUOLE CONOSCERE IL CICLO DEL RIFIUTO CONOSCERE LE MODALITà DI SMALTIMENTO CAMPAGNA INFORMATIVA E PUBBLICITARIA: BROCHURE ALLE FAMIGLIE E SPOT EVENTI DI PARTECIPAZIONE NEL CENTRO STORICO PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA SENSIBILIZZAZIONE PER UN CONSUMO Più RAZIONALE DA PARTE DEI CONSUMATORI (ACCORDI A MONTE CON I COMMERCIANTI) GARA FRA I QUARTIERI CHE MEGLIO DIFFERENZIANO (ASSEMBLEE SPAZIO VERDE). PUNTO DI RIFERIMENTO ANCHE LA PARROCCHIA

Idea proposta da: BIAGIO STASI Hanno partecipato: Biagio Stasi, Marilena Limitone, Vito, Pasquina, Giandonato Roselli, Maria Maddalena De Leo, Biagio Mastrolilli.


CANTIERE DELLA PARTECIPAZIONE “RUVO COMUNIC@” OPEN SPACE TECHNOLOGY COMUNE DI RUVO DI PUGLIA

GRUPPO B L’idea/proposta che abbiamo discusso: RAPPORTO TRA DIRITTO ALLO STUDIO E ISTITUZIONI Come migliorare la comunicazione con l’amministrazione e tutelare gli studenti del Liceo linguistico comunale

Cosa ci siamo detti/cosa abbiamo deciso: Analisi degli eventi pregressi che hanno portato all’attuale stato di conflittualità: - Il Liceo Linguistico a Ruvo nasce come istituto privato, gestito poi da un consorzio di comuni ed in ultimo gestito dal solo Comune di Ruvo. - Istituzione di una sezione con indirizzo “Lingue Straniere” presso il Liceo Scientifico “Tedone” - Diffusione di informazioni non istituzionali (passaparola) sulla imminente chiusura del Liceo Linguistico - Riduzione delle iscrizioni al primo anno e corrispondente aumento degli iscritti al Liceo Scientifico “Tedone” - Decisione dell’Amministrazione, per l’anno scolastico 2008-09, di non accettare le iscrizioni al primo anno (valutate le poche iscrizioni degli ultimi anni e l’alto costo di gestione, pari a ! 130.000,00) Si sottolinea una scarsa e incompleta informazione da parte dell’Amministrazione nei confronti del territorio e delle famiglie dei ragazzi che frequentano gli altri anni del Liceo Linguistico. Proposte: - L’AMMINISTRAZIONE, NELLA PERSONA DELL’ASS CURCI, PROPONE UN INCONTRO APERTO A TUTTI PER INFORMARE E DISCUTERE IN PARTICOLARE SULLA PARIFICAZIONE DEL TITOLO PER I RAGAZZI CHE FINIRANNO IL CORSO DI STUDI DEL LICEO LINGUISTICO, E RENDERE PARTECIPI STUDENTI E FAMIGLIE DELLE DECISIONI SUL FUTURO DELL’ISTITUTO COMUNALE


CANTIERE DELLA PARTECIPAZIONE “RUVO COMUNIC@” OPEN SPACE TECHNOLOGY COMUNE DI RUVO DI PUGLIA

-

PRESENTARE UN PROGETTO A CURA DELLE SCUOLE SU DIALOGO E COMUNICAZIONE SUL TERRITORIO LOCALE COINVOLGENDO GLI STUDENTI NELLE ATTIVITÀ DI PROLOCO, URP, IG COINVOLGERE ENTRAMBI I LICEI NEGLI SCAMBI CULTURALI; SOLLECITARE L’APERTURA DI UN URP PER GARANTIRE INFORMAZIONI CERTE E ISTITUZIONALI

Idea proposta da: Studenti del Liceo Linguistico Hanno partecipato: Flavia Tarricone, Blesina Minafra, Giulia Soldano, Elisabetta Grasso, Anna De Chirico, Mariangela Pellegrini, Annamaria Grasso, Donato Curci, Lia Caldarola


CANTIERE DELLA PARTECIPAZIONE “RUVO COMUNIC@” OPEN SPACE TECHNOLOGY COMUNE DI RUVO DI PUGLIA

GRUPPO C L’idea/proposta che abbiamo discusso: SPORTELLO PER GIOVANI + MEZZO DI COMUNICAZIONE GIOVANI

Cosa ci siamo detti/cosa abbiamo deciso: -

CREARE UNO SPORTELLO DELLE PERSONE PREPARATE E FORMATE CHE SAPPIANO COGLIERE ED ASCOLTARE LE ESIGENZE DEI GIOVANI E ANCHE CERCARE DI RISOLVERE I LORO PROBLEMI, ORIENTANDOLI ASSICURARE UNA COMUNICAZIONE INTEGRATA ATTRAVERSO UN SITO WEB E UN GIORNALE CITTADINO GRATUITO DI CUI SIANO RESPONSABILI I GIOVANI GUIDATI ATTRAVERSO INCONTRI PERIODICI CON L’AMMINISTRAZIONE PREVEDERE LA FIGURA DEL FACILITATORE CHE ACCOMPAGNI I RAPPRESENTANTI DI ISTITUTO (alunni) PRESSO I CONSIGLI COMUNALI PER COMPRENDERE MEGLIO LE DECISIONI DELIBERATE INDIVIDUARE UN FACILITATORE CHE INTERVIENE NELLE SCUOLE (SPORTELLO ITINERANTE) INCONTRANDO GRUPPI RISTRETTI DI STUDENTI INTERESSATI ALLA VITA POLITICA E ALLE TEMATICHE SOCIALI DELLA CITTÀ ORGANIZZARE INCONTRI PERIODICI NELLE SCUOLE CON GLI ASSESSORI

Idea proposta da: Lorena Rutigliani e Roberto Campanale Hanno partecipato: Tersilia Carofiglio, Paolo Rossini, Marianna Pellegrini, Rosa Volpe, Giacoma Stasi, Maria Grazia De Venuto, Antonella Bruno, Anna Ficco, Tiziana Ficco, Lorena Rutigliani Roberto Campanale, Luigi Rossini.


CANTIERE DELLA PARTECIPAZIONE “RUVO COMUNIC@” OPEN SPACE TECHNOLOGY COMUNE DI RUVO DI PUGLIA

GRUPPO D L’idea/proposta che abbiamo discusso: CREAZIONE URP + Rendere subito pubbliche le delibere di Giunta con un linguaggio chiaro

Cosa ci siamo detti/cosa abbiamo deciso: -

SCRIVERE DELIBERE PIU’ CHIARE ED ACCESSIBILI FACILITARE LA COMUNICAZIONE INTERNA TRA ASSESSORI E TRA FUNZIONARI ASSICURARE L’INFORMAZIONE SULLE INIZIATIVE CULTURALI TRAMITE CARTELLONE IN PIAZZA CENTRALE FAVORIRE MOMENTI DI ASCOLTO PER QUARTIERE E PER AMBITI DI INTERESSE CREARE UN URP CON IL PERSONALE IN GRADO DI COMUNICARE EFFICACEMENTE CON IL CITTADINO INSTALLARE UN CARTELLONE ELETTRONICO CON INFORMAZIONI DI VARIO GENERE CREARE UN UFFICIO STAMPA

Idea proposta da: Francesco e Elena Hanno partecipato: Francesco Cecalupo, Rosaria Malcangi, Maria Sasso, Rosagiulia Scarongella, Grazia Ippefico, Elena Tropenano, Maria Altamura, Francesco Paparella


CANTIERE DELLA PARTECIPAZIONE “RUVO COMUNIC@” OPEN SPACE TECHNOLOGY COMUNE DI RUVO DI PUGLIA

3N° 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35

I PARTECIPANTI Nome Rosaria Maria Rosagiulia Grazia Elena Maria Francesco Francesco Tersilia Paolo Marianna Rosa Giacoma Maria Grazia Antonella Anna Tiziana Damiana Lorena Roberto Luigi Maria Maddalena Biagio Giandonato Marilena Biagio Flavia Blesina (Gina) Giulia Elisabetta Mariangela Annamaria Donato Irene Lia Biagio

Cognome Malcangi Sasso Scarongella Ippedico Tropeano Altamura Cecalupo Paparella Carofiglio Rossini Pellegrini Volpe Stasi De Venuto Bruno Ficco Ficco Rutigliani Campanale Rossini De Leo Mastrolilli Roselli Limitone Stasi Tarricone Minafra Soldano Grasso Pellegrini Grasso Curci Turturo Caldarola Pellegrino

Il gruppo C.A.S.T Nome Andrea Giulio Tiziana Nello Marina Orazio Nicola Maurizio Andrea Wanda Irene Nicola Alessandra

Cognome Gelao Rutigliano Corti De Padova Mancini Leggiero Sinisi Difronzo Marino Lograno Paolino Sciscio Bianco


CANTIERE DELLA PARTECIPAZIONE “RUVO COMUNIC@” OPEN SPACE TECHNOLOGY COMUNE DI RUVO DI PUGLIA

4-

Il metodo

Secondo Harrison Owen, che ha sviluppato questa metodologia, passione e responsabilità sono fondamentali per promuovere il cambiamento, e su questo concetto si basa l’Open Space Technology. L’OST è stato estensivamente utilizzato da organizzazioni private e pubbliche, in tutto il mondo, per gestire convegni e laboratori di progettazione partecipata con un numero di partecipanti compreso tra 5 e 2000 persone. Questa tecnica è molto utile per aprire un confronto su questioni complesse dove non esiste una soluzione univoca. L’OST è un modo nuovo di organizzare conferenze, è molto “libero” infatti non ci sono interventi programmati e predefiniti o una scaletta di lavoro già organizzata. Tutto gira attorno ad una domanda/tema su cui si vuole discutere e chiunque è interessato a proporre un tema che “gli sta a cuore”, può farlo assumendosi in questo modo la responsabilità di seguire la discussione del gruppo e di restituirne i risultati rispondendo in questo alla domanda posta all’inizio alla plenaria. In estrema sintesi, il processo si svolge in questo modo: - apertura dei lavori da parte di un facilitatore; - i presenti propongono i temi da discutere coerentemente con la domanda/tema principale; - tutti i presenti scelgono i temi di cui vogliono discutere, aggregandosi a chi lo ha proposto; - si formano i gruppi di lavoro sui singoli temi; - alla conclusione i gruppi presentano a tutti ciò di cui hanno discusso; - Votazione delle proposte per definire le priorità (facoltativo)

Per maggiori informazioni sull’Open Space Technology • Open Space Institute: www.openspaceworld.org • Open Space Training: www.openspaceworld.com


CANTIERE DELLA PARTECIPAZIONE “RUVO COMUNIC@” OPEN SPACE TECHNOLOGY COMUNE DI RUVO DI PUGLIA


CANTIERE DELLA PARTECIPAZIONE “RUVO COMUNIC@” OPEN SPACE TECHNOLOGY COMUNE DI RUVO DI PUGLIA

5-

CAST: scuola di partecipazione della Regione Puglia

C.A.S.T. – Cittadini e Amministrazioni per lo Sviluppo dei Territori – è espressione della ferma volontà di dar corpo alla democrazia partecipata; una vera scuola di partecipazione nata con l’obiettivo di diffondere la cultura della Cittadinanza Attiva. CAST ha, nei fatti, dato impulso alla costruzione di una rete tra soggetti di particolare sensibilità, interessati ad acquisire strumenti e metodi di partecipazione alla definizione di politiche pubbliche condivise. Alla Scuola hanno partecipato 65 persone di diverso profilo professionale: amministratori, funzionari pubblici, professionisti, associazioni e singoli cittadini che, insieme, hanno avuto modo di: ! !

! !

riflettere in modo strutturato su temi strategici per lo sviluppo dei territori; conoscere metodi strutturati per favorire la partecipazione dei cittadini alla definizione delle politiche pubbliche; scambiare esperienze innovative anche a livello internazionale; sperimentare le competenze acquisite in contesti reali sul territorio regionale;

La formazione si è sviluppata su 10 giornate di didattica con l’attivazione di laboratori, tre giornate di visita studio presso altre amministrazioni, tre mesi solari di cantiere dedicati alla realizzazione di alcuni project work. Sono stati affrontati i temi della pianificazione strategica partecipata, della rigenerazione urbana con il coinvolgimento degli abitanti e delle politiche giovanili discusse dai giovani. Ogni tema è stato introdotto dalla testimonianza di casi che hanno trasmesso metodi, attività, strumenti attivati in esperienze reali. Si è passati poi allo studio di metodologie di partecipazione della cittadinanza attiva e di facilitazione dei gruppi di lavoro. In particolare, sono stati sperimentati strumenti diffusi a livello comunitario come il Metaplan, il Project Cycle Management e la Progettazione per obiettivi, il metodo GOPP, il metodo degli scenari EASW, l’Open Space Technology. Il percorso formativo si è arricchito anche attraverso uno scambio di esperienze con altre amministrazioni pubbliche in Europa.


CANTIERE DELLA PARTECIPAZIONE “RUVO COMUNIC@” OPEN SPACE TECHNOLOGY COMUNE DI RUVO DI PUGLIA

Istant Report Open Sapce Technology - Ruvo Comunic@  

Istant Report Open Sapce Technology nel progetto "Ruvo Comunic@" del Comune di Ruvo di Puglia (BA).

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you