Page 1

TIFERNO COMICS


REDAZIONE Via Cerboni, 9/B - Città di Castello (PG) Tel. 075.3722093 - Cell. 393.9284293 www.conceptmagazine.it redazione@conceptmagazine.it

DIRETTORE RESPONSABILE Stefano Rossi EDITORE Graffio snc - Città di Castello (PG) STAMPA Litograf Editor srl Cerbara - Città di Castello (PG) GRAFICA E PUBBLICITÀ Graffio snc - Città di Castello (PG) Cell. 339.2737187 - 347.5779550 www.graffioadv.com info@graffioadv.com

SOMMARIO

Puntate il vostro smartphone sopra il QR Code e riguardate con noi tutte le otto puntate di “Ghost Track - L’intervista Nascosta” con ospiti vari talenti della Valtiberina umbro-toscana: Sarah Mancini, Lucrezia Lucchetti, Emanuele Rubellini, Anna Qzzolin, Mark David, Laura Mancini, Marco Fabbry e Eva Santucci.

L’OROSCOPO di Stefania

PAG. 3 GRANDI EMOZIONI ALLA MOSTRA DEL CAVALLO

ARIETE

PAG. 4 LA SAGRA DELLA RANOCCHIA HA FATTO BOOM!

TORO

PAG. 5 INVIDIAUOMO: I CREATORI DI STILE IN CITTÀ

GEMELLI

PAG. 6 FONTECCHIO: CURARSI CON LA FORZA DELL’ACQUA PAG. 8 ACADEMY BALLET: RIPARTONO I CORSI DI DANZA

Non sentirti in colpa se non riesci ad essere produttivo come vorresti. Qualche litigio di troppo e piccole imprudenze: stai attento!

Pratica una regolare attività fisica. Affronta con slancio e partecipazione le esperienze nuove sopratutto quelle artistiche.

Dieta sana, massaggi, cure di bellezza: è tempo di coccolarti e di fare tutto quello che non sei riuscito a fare nei giorni di ferie.

CANCRO L’amore anche a fine estate può nascere facilmente... sarai attratto da un bel cervello che ha un bel viso! Periodo ottimo anche al lavoro.

PAG. 9 TAREK KOMIN PRESENTA IL SUO EMILIO SEMINCI

LEONE

PAG. 10 TEX D’AUTORE TRA FUMETTO ED ARTE MODERNA

VERGINE

PAG. 12 ANCHE IN VALLATA IL VERO AIKIDO DI IWAMA PAG. 14 CROSSFIT CITTÀ DI CASTELLO COMPIE UN ANNO PAG. 16 ASD BAILANDO SALSA: PASSIONE CARAIBICA! PAG. 17 SVAPIT: IL LEADER DELLA SIGARETTA ELETTRONICA PAG. 19 IL MONDO DIPINTO DAL PROFESSORE RENZO SCOPA

Ci sono questioni da risolvere senza innervosirsi, ma il tuo partner appare distratto e ti senti molto solo. Rasserenati con un pò di mare...

Hai una gran voglia di tenerezza. Hai bisogno di sentirti amato e di dimostrare il tuo amore con gesti romantici ma anche con i fatti.

BILANCIA Sei allegro e solare, simpatico e trascinante. Attiri verso di te le persone grazie al tuo modo di fare schietto ed amichevole.

SCORPIONE È il momento di allearti con una persona per realizzare i tuoi progetti che potranno partire già dal prossimo mese di ottobre.

SAGITTARIO Non strapazzarti troppo, evita in ogni modo le discussioni con amici e parenti. In questo periodo favoriti gli acquisti importanti.

CAPRICORNO Stai calmo, concentrato e sforzati un pò per staccare definitivamente la spina dal mondo lavorativo... l’estate sta finendo...

ACQUARIO In questo mese ottimi affari nel campo immobiliare: la casa dei tuoi sogni finalmente sembra potersi realizzare. Ed ora tocca alle nozze!

PESCI Più ti chiudi in casa e peggio è: la bella stagione, arrivata ormai agli ultimi sgoccioli, dovrebbe stimolarti ancora ad uscire e a distrarti.


PASSIONI

CONCEPT MAGAZINE --- 3

GRANDI EMOZIONI ALLA MOSTRA DEL CAVALLO

LA 49ESIMA EDIZIONE DELLA KERMESSE TIFERNATE, IN PROGRAMMA DALL’11 AL 13 SETTEMBRE, SARÀ RICCA DI NOVITÀ, CON IL DEBUTTO DELLA FANFARA DEI CARABINIERI, DEL COUNTRY DERBY E DEL MOUNTAIN TRAIL.

Il presidente Fausto Bizzirri.

La Fanfara del 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo sarà presente alla Mostra tifernate.

P

e la 49^ edizione, in programma er d dall’11 al 13 settembre, la Mostra Nazionale del Cavallo di Città di Castello sposterà ulteriormente in avanti il confine dell’innovazione e della qualità raggiunto l’anno scorso, con eventi e ospiti al debutto assoluto, grandi ritorni, allestimenti inediti e la superficie più ampia mai avuta a disposizione. La manifestazione guidata dal presidente Fausto Bizzirri ha saputo guadagnarsi il patrocinio del Ministero, che confermerà un ruolo da protagonista nella manifestazione insieme a Regione dell’Umbria e Comune di Città di Castello, e il patrocinio di Expo 2015 Milano, che ha incluso l’evento umbro tra le eccellenze d’Italia con il marchio di qualità dell’esposizione universale. Con i suoi mille cavalli, la rassegna umbra si confermerà come punto di riferimento indiscutibile nel centro sud Italia per il mondo dell’allevamento. Le novità della 49^ edizione saranno il ritorno del salto ostacoli, l’inedita presenza della Fanfara del 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo, la partecipazione per la prima volta al Gran Gala “Night of the Stars” di due grandi nomi dello spettacolo internazionale come Laurent Jahan e Pasquale Beretta, il debutto assoluto in Umbria di due nuovissime discipline: il Country Derby e il Mountain Trail. Gli appassionati potranno ammirare alcune tra le

discipline equestri più spettacolari e interessanti, dal prestigioso Concorso Internazionale B del cavallo purosangue arabo al National Championship di Team Penning, dalla Gimkana Western alle gare di Monta da Lavoro e di Endurance. Carrozze, giochi per bambini con i pony e le dimostrazioni di equitazione naturale del Team Parelli saranno altre attrattive di un programma che avrà nel Salone Nazionale del Turismo Equestre, punto di incontro tra domanda e offerta di

soggiorni ed escursioni a cavallo in tutta la Penisola, e nel Salone delle Attrezzature e della Promozione Ippica, vetrina del meglio della produzione tecnica di settore, appuntamenti assolutamente da visitare. Straordinarie e magiche saranno le notti del Gran Gala “Night of the Stars”, lo spettacolo equestre che con la regia di Nico Belloni e la direzione artistica di Bartolo Messina è divenuto un autentico happening nazionale tra le rassegne di settore. Gli artisti di maggiore fama internazionale faranno tappa a Città di Castello e regaleranno anche quest’anno grandi emozioni.

Torero.

Informazione Pubblicitaria

Massimo Meozzi


PASSIONI

4 --- CONCEPT MAGAZINE

LA SAGRA DELLA RANOCCHIA HA FATTO BOOM! IL NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO DELLA PRO-LOCO DI SELCI SI PRESENTA ALLA VALLATA DOPO I GRANDI SUCCESSI RACCOLTI CON L’EDIZIONE 2015 DELLA NOTA FESTA PAESANA SVOLTASI LO SCORSO LUGLIO.

A sinistra il Consiglio Direttivo della Pro-Loco di Selci e della “Sagra della Ranocchia” assieme alla cantate ospite di quest’anno, Viola Valentino. A destra Viola Valentino sul palco della festa.

U

n classico dell’estate di Selci è sicuramente la “Sagra della Ranocchia”, che ha visto lo Stadio Comunale “Roberto Nocchi” gremito di gente per l’edizione numero 34 svoltasi nel mese di luglio scorso. Il nuovo assetto del consiglio direttivo della pro-loco della frazione sangiustinese, da poco rinnovato, è formato ora da tanti giovani sotto i 30 anni che hanno dato il via al loro mandato proprio con la “Sagra della Ranocchia”, guidati dalla Presidente Luisa Bendini. Il nuovo gruppo, formato da Fabio Montacci, vicepresidente, Marco Soldani e Jacopo Selvaggi, cassieri, Donatello Pruscini, segretario, assieme ad altri otto consiglieri, sarà a capo per i prossimi anni di una delle storiche pro-loco dell’altotevere. Numerose saranno le attività previste anche per la stagione invernale ma impossibile non parlare del successo appena ottenuto con la sagra estiva. Cinque giorni all’insegna del divertimento, della

buona musica e della deliziosa gastronomia a base di ranocchie e lumache. Il palco è stato animato dalle orchestre “FuoriGiri”, “Quinta Stagione”, “Caffè Concerto”, “Orchestra all’Italiana” ma molto attesa è stata l’esibizione della comense Viola Valentino cantante diventata nota al grande pubblico a fine anni ’70 con il brano “comprami”, testo che in quegli anni fece molto scalpore e contestato dalle femministe perché parla di una donna che si propone ad un uomo particolarmente sfortunato in amore. L'idea del produttore del pezzo Giancarlo Lucariello era quella di accostare l'immagine gradevole della cantante, in passato già fotomodella e indossatrice, alla musica, sfruttando una vocalità particolarmente calda e suadente nel pezzo e facendo risultare la voce della cantante come un sussurro. Per lei hanno scritto, tra gli altri, Gianni Bella, Alberto Camerini, Grazia Di Michele, Maurizio Fabrizio, Dario Gay, Bruno Lauzi, Mario Lavezzi, Mogol, Oscar Prudente, Scialpi, Vincenzo

Spampinato e lo stesso Riccardo Fogli, col quale è stata sposata nagli anni Settanta. La sua esibizione ha visto una partecipazione molto numerosa di pubblico proveniente da tutta la Valtiberina e non solo. Ma la manifestazione selciarina è nota ai più per i numerosi ospiti vip presenti via via ogni estate; si ricordano con piacere i concerti di Ron, Antonello Venditti, Edoardo Bennato, i Pooh, Tullio de Piscopo e Biagio Antonacci. Altra novità di quest’anno è stata la presenza degli artisti di strada che hanno allietato le calde serate estive dei più piccoli presenti alla festa e l’area intitolata “Green Zone” dove invece si sono dati appuntamento i giovani e i giovanissimi come in una vera e propria discoteca sotto le stelle. Immancabile il grandioso spettacolo pirotecnico, appuntamento di chiusura attesissimo, che ha saputo illuminare in modo artistico come ogni anno il cielo dell’Altotevere.

A sinistra il numeroso pubblico presente all’edizione 2015 della “Sagra della Ranocchia di Selci. A destra lo spettacolo pirotecnico di chiusura.

Stefano Rossi


INCONTRO CON

CONCEPT MAGAZINE --- 5

INVIDIAUOMO: I CREATORI DI STILE IN CITTÀ

EMANUELA MANNI CI HA FATTO VISITARE IL NUOVO NEGOZIO DI ABBIGLIAMENTO UOMO E DONNA NEL CUORE DEL CORSO PRINCIPALE DI CITTÀ DI CASTELLO. TROVERETE CAMICIE, POLO, JEANS E ACCESSORI.

Emanuela Manni all’interno del punto vendita “Invidiauomo” nel corso principale di Città di Castello.

E

mmanuela, parlaci del brand “Invidiauomo”.

Sin da piccola ho iniziato a stare a contatto diretto col pubblico e da sempre sono convinta che il commercio possa dare grandi soddisfazioni. Pur avendo lavorato in altri settori avevo questa idea ma aspettavo solo di trovare un marchio che rappresentasse anche quella che è la mia personalità e di trovare un prodotto che non fosse molto presente nella mia città. L’azienda che mi ha permesso di realizzare questo sogno è “Invidiauomo”, azienda di Bergamo produttrice di camicie e abbigliamento da uomo e da donna. Da subito mi è piaciuta sia per la qualità che per la particolarità delle sue realizzazioni, sia per come sceglie di esporle nelle proprie attività commerciali: entrare nei loro negozi e vedere una parete di camicie sapientemente collocate è un piacere per gli occhi! Inoltre mi ha colpito molto anche la ricchezza dei particolari delle camicie, studiate alla perfezione in ogni caratteristica. Il brand “Invidiauomo” esordisce sul mercato nel 2003 con l’apertura del primo punto vendita ma è da oltre 40 anni che la famiglia Valoti produce camicie ed oggi il brand è presente in Italia e all’Estero con 53 punti vendita.

camicie in taglio slim, botton down, collo alla francese e alla semifrancese, sia in colori classici che più particolari, fino ad arrivare a quelle camicie che hanno delle rifiniture ulteriori, come ad esempio la toppa che va in sintonia con l’interno collo, piuttosto che con il sottobottone, ecc… Non solo camice ma anche tutta una linea di pantaloni, 97% cotone e 3% elastico, molto apprezzata dagli uomini perché permette di abbinare la praticità all’eleganza o alla sportività. La nostra azienda inoltre punta molto sulla “polo” ed ha un settore interamente dedicato agli accessori uomo: dai gemelli alle cravatte in seta, dalle bretelle alle cinture in pelle, dai foulard alle sciarpe, fino alle scarpe 100% pelle prodotte interamente in Italia.

spazio è dedicato all’uomo. A colui che veste un casual classico/elegante; il target di riferimento è ampio perché possiamo servire sia uomini dai 25 anni in su, sia i ragazzi più giovani che iniziano ad apprezzare la camicia e il suo stile. Le nostre taglie partono dalla “S” fino ad arrivare alla “XXXL” e per i pantaloni fino alla taglia “56”; questa è una caratteristica da non sottovalutare perché le taglie comode talvolta non si trovano. Il 30% del negozio è poi dedicato alla donna con camicie, polo, pantaloni, jeans, creati sempre con materiali pratici e disponibili con taglie fino alla “XXL” e per i pantaloni fino alla taglia “50”. La nostra donna è molto curata, con camicie simili a quelle proposte per l’uomo.

E per il proprio compleanno c’è sempre lo sconto!

Sono molto contenta della mia clientela e per ringraziarla, l’azienda ha deciso di premiare il compleanno: nel mese del proprio compleanno si ha un 10% di sconto da poter anche accumulare con le promozioni in corso, anche sulle nuove collezioni. La nostra azienda investe tanto nel soddisfare la propria clientela che ama coccolare con promozioni e vantaggi.

Dove possiamo trovare “InvidiaUomo”?

“Invidiauomo” è in Corso Vittorio Emanuele, 11/C a Città di Castello. Per info potete contattarci allo 075.8521565. Ci trovate anche su Facebook con un profilo e una pagina sempre aggiornati!

Chi veste “InvidiaUomo”?

All’interno del negozio, il 70% dello

Informazione Pubblicitaria

Massimo Meozzi

Il prodotto principale sono quindi le camicie?

Le camicie sono il fiore all’occhiello... sono tutte in 100% cotone, abbiamo quelle in taglio classico con una promozione in corso tutto l’anno rivolta soprattutto a chi fa un uso quotidiano di questo capo di abbigliamento. Ma abbiamo poi

Camicie, polo, jeans ed accessori uomo-donna della nuova collezione invernale 2015/16.


PASSIONI

6 --- CONCEPT MAGAZINE

FONTECCHIO: CURARSI CON LA FORZA DELL’ACQUA

PER TUTTA LA FAMIGLIA E PER TUTTE LE ETÀ: PRENDERSI CURA DELLA PROPRIA SALUTE IN VISTA DELL’INVERNO GRAZIE ALLE SPECIALI CURE E TERAPIE REALIZZATE NELLE TERME TIFERNATI.

Le Terme di Fontecchio: a sinistra il trattamento con i fanghi, al centro l’ingresso allo stabilimento termale, a destra le cure inalatorie.

L

e Terme di Fontecchio vantano anni di notorietà, grazie alle speciali acque delle due sorgenti: una di acqua solfurea-bicarbonato-alcalina e una di acqua carbonato-calcica-magnesiaca. Acque preziosissime dalle proprietà curative, ampiamente studiate e documentate scientificamente, sono alla base di tutte le cure che qui vengono effettuate grazie alle loro notevoli proprietà antinfiammatorie, depurative, digestive e di levigazione del derma, vengono impiegate in campo osteo-articolare, riabilitativo, vascolare, otorino, dermatologico e benefico. Questa acqua è davvero speciale, assunta come bevanda ha un’azione nello stomaco, con una regolazione dell’attività secretiva e motoria gastrica e quindi curativa per tutte le gastropatie. Dona benefici anche al fegato e alle vie biliari. La struttura tifernate è immersa nel verde della Valtiberina, nota fin dall’età romana, e rappresenta oggi un punto di riferimento essenziale per la cura e il recupero dell’equilibrio psico-fisico e per il relax. Le stazioni termali sono presidi medici a tutti gli effetti dove si possono raggiungere notevoli risultati in efficacia

ed efficienza. Per alcune malattie la terapia termale può essere risolutiva mentre per altre si può ottenere un ottimo miglioramento sintomatologico o funzionale. Anche l’azione preventiva è importante per poter diminuire l’assunzione dei farmaci nel corso dell’anno. Lo stabilimento termale di Fontecchio è un luogo per tutta la famiglia e per tutte le età; ci si può prendere cura del nostro corpo con trattamenti naturali come fangoterapia, balneoterapia, cure idropiniche, cure vascolari. È anche possibile rilassarsi nel nuovo Centro Benessere e SPA: la comodità di avere uno stabilimento termale alle porte di casa non è da tutti. Le Terme di Fontecchio, classificate in “Prima Categoria Super” per le proprietà curative delle acque solfuree, offrono cure di eccellenza in un ambiente rilassante e naturale. Inalazioni, Aerosol, Humage, Politzer e Insufflazione Tubotimpaniche, Irrigazioni Nasali, Docce Micronizzate sono le cure fiore all’occhiello della struttura tifernate, il tutto convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale per ASL e INAIL. Le

Terme consentono di ridurre l’intensità dei sintomi e le ricadute con cure semplicissime e sicure in grado di raggiungere le strutture più profonde dell’apparato respiratorio. Hanno effetti decongestionanti e antinfiammatori sulle mucose, rendendole meno aggredibili da agenti esterni. Le cure termali sono particolarmente indicate nella fase dello sviluppo dei bambini (dai 3 ai 14 anni): aumentano le loro barriere immunitarie e riducono drasticamente la necessità di ricorrere a farmaci. Ideali prima dell’inizio della scuola, a settembre e fino a tutto ottobre, per prevenzione degli attacchi invernali come riniti, tonsilliti, otiti, faringiti o bronchiti. Le Terme di Fontecchio si trovano a cinque minuti dal centro di Città di Castello, in Località Fontecchio, immerse in uno splendido parco con tanti alberi secolari. Le terme saranno aperte per l’intero autunno. Per informazioni contattate lo 075.862851 o tramite il sito internet www.termedifontecchio.com.

Il Centro Benessere e la Spa delle Terme di Fontecchio con la sua sauna e il suo bagno turco.

Informazione Pubblicitaria

Eleonora Filippi


PASSIONI

8 --- CONCEPT MAGAZINE

ACADEMY BALLET: RIPARTONO I CORSI DI DANZA LA SCUOLA DI DANZA DIRETTA DA SARA PAPA SI PREPARA A TORNARE CON LE LEZIONI PREVISTE PER IL NUOVO ANNO ACCADEMICO. SABATO 3 OTTOBRE LE ALLIEVE SI ESIBIRANNO NEL TEATRO DI SORRENTO.

Aurora Nardi ritira l’ambìto premio. Sara Papa durante lo spettacolo di fine anno.

La direttrice ed insegnante di “Academy Ballet”, Sara Papa.

R

ip iparte il nuovo anno accademico per l scuola di danza “Academy Ballet” di la Città di Castello. Dal 1 settembre infatti sono riaperte le iscrizioni per la nuova stagione 2015\2016 con la direzione di Sara Papa. La scuola di danza tifernate propone diversi corsi a partire dal “gioco danza” per le piccole ballerine dai 4 ai 6 anni, propedeutico alla danza classica, repertorio, passo a due, moderna, lyrical jazz, hip hop, break dance e danza del ventre. Gli insegnanti della scuola sono qualificati e sempre in costante aggiornamento. La scuola propone durante l'anno accademico anche stage con professionisti del panorama della danza. I corsi di danza classica sono curati dalla

stessa direttrice Sara Papa oltre che dalle sue assistenti: Sara Bracchini, Marta Ceccarelli, Lucia Martinelli e Cecilia Perioli. Per il modern alla squadra di sempre si aggiunge il ballerino professionista e coreografo Riccardo Caldari, per l'hip hop Carlo Ballarani e per la break dance la coppia Kevin Pierini e Ivan Rendiuk. La scuola è affiliata alla N.D.C.A. di Boston e al circuito "Giuliana Penzi" diretto dal Maestro Tony Martin. La sede principale la trovate in Via Bucchi n.24 a Città di Castello (Zona Industriale Nord). Per informazioni ed iscrizioni ci si può rivolgere alla segreteria che è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 17:00 alle ore

20:00, oppure si può contattare il numero 329.9806365 o seguire la pagina Facebook della scuola di danza. Oltre alla sede di Città di Castello vengono riconfermate anche le due sedi distaccate che si trovano a Trestina e a Pieve Santo Stefano. Nonostante la nuova stagione non sia ancora ripartita in piena regola; le allieve di “Academy Ballet” sono già all'opera per la prossima importante uscita prevista per sabato 3 ottobre presso il Teatro delle Rose di Sorrento in Provincia di Napoli, con la direzione artistica del Maestro ed amico della scuola di danza Tony Martin, oltre che per le varie iniziative legate al territorio altotiberino.

Alcuni momenti dello spettacolo di fine anno 2014/2015 svoltosi presso il Teatro degli Illuminati di Città di Castello.

Tamara Falaschi


INCONTRO CON

CONCEPT MAGAZINE --- 9

TAREK KOMIN PRESENTA IL SUO EMILIO SEMINCI

IL GIOVANE BRILLANTE SCRITTORE BITURGENSE PRESENTA AI NOSTRI LETTORI IL SUO NUOVO, SINGOLARE E DIVERTENTE ROMANZO EDITO DALLA CASA EDITRICE WATSON. ECCO ALCUNE ANTICIPAZIONI.

La mappa della città di Grama.

Lo scrittore biturgense Tarek Komin.

T

ararek, raccontaci la tua passione per la scrittura.

Questa passione ce l’ho sempre avuta, sin da bambino. Durante l’adolescenza credo che un po’ tutti si cimentino nella scrittura di un qualcosa infatti, anche io il mio primo romanzo l’ho iniziato intorno ai 16 anni ma ne ho scritto solo l’incipit, abbandonandolo da una parte e dedicandomi ad altre mie passioni come lo sport, la musica e lo studio. A 18 anni ho ritrovato questo file iniziato ed ho deciso di finirlo: così è nato “Moon”, il mio primo romanzo, che prende il nome dalla ragazza verso cui i due protagonisti compiono un viaggio che si sposta lentamente dal piano fisico a quello psicologico, dell'idealizzazione. Moon è una protagonista non protagonista, sempre presente nelle parole e nei pensieri ma concretamente è solo l’ombra di sè stessa. Decisi di pubblicarlo attraverso quei siti di servizio stampa on line, sostenendo tutte le spese. Nel 2010 per Maremmi Editore di Firenze ho pubblicato “Disperdersi” una raccolta eterogenea di 50 poesie, in vari stili, che arrivano fino al 2008. Il mio secondo libro, “Il dedalo del Sottosuolo”, edito da Tracce Edizioni di Pescara, raccoglie 10 racconti surreali che partono da delle situazioni

Un momento della presentazione presso la “Libreria Paci”.

La copertina del romanzo.

quotidiane per arrivare altrove. Una raccolta di racconti a tratti dal sapore di denuncia sociale anche se legata a tematiche esistenziali e a storie diverse, ricche di sfumature espressive. Un uovo di struzzo, una panchina, un quaderno, un metrò: siamo sicuri che siano solo oggetti?

Il tuo ultimo romanzo si intitola “Emilio Seminci e i giorni dell’Umanesimo”, ce ne vuoi parlare? Ho iniziato a scrivere i primi due capitoli anni fa, e come mi era accaduto già per il primo, poi l’ho ripreso in mano nell’autunno del 2012 terminandolo a primavera 2013. Con questo romanzo il mio intento era quello di fare un omaggio ad uno dei miei scrittori preferiti, Italo Svevo, e ad un suo libro, “Senilità”, ma poi in realtà è diventato tutta un’altra cosa. Emilio Seminci giunge a Grama per sottoscrivere un contratto con Sandro Ticchi, potente uomo d’affari, in modo da salvare il suo posto nella ditta del signor Appi. In quel periodo la città è però animata dai Giorni dell’Umanesimo, rievocazione storico-cittadina a base di sontuosi banchetti, velluti rinascimentali e combattimenti, in cui quattro rioni si trovano in competizione tra loro per aggiudicarsi il palio cittadino. Ho inserito anche una cartina per far immedesimare ancora di più il lettore all’interno della

vita di questo borgo e che dà un tocco di colore al libro. Emilio viene suo malgrado coinvolto in queste manifestazioni a tratti surreali, ma scopre ben presto che la simulazione non si limita alle sole rievocazioni: resta infatti intrappolato nella fitta rete di relazioni sociali, di intrighi e alleanze inaspettate in cui il doppiogioco è la regola e la realtà spesso resta velata. Tra gli aspetti più affascinanti che ho vissuto nello scrivere questo romanzo mi piace citare quel senso di imprevedibile, quella sopresa che ho provato nel vedere come, nonostante gli schemi che mi ero preparato, ad un certo punto i personaggi hanno cominciato a vivere di vita autonama, perpetrando logiche e dinamiche che perfino io, all'inzio, non mi aspettavo.

Un romanzo edito dalla Casa Editrice “Watson”. Sono molto contento che la “Watson” abbia creduto nel mio progetto, sono molto legato a livello emotivo a questo libro. Sono soddisfatto anche della grafica di copertina, del confezionamento e della carta scelta.

Dove possiamo trovare il tuo libro? In tutte le librerie e nei siti IBS e Libreria Universitaria. Alla Libreria Paci di Città di Castello, a luglio, ho fatto una singolare presentazione aiutato da amici con dei divertenti video che hanno introdotto i mie personaggi. Vorrei ringraziare Isabella Paci, Ciro Fiorucci e tutto lo staff per avermi ospitato. I video si trovano anche nella pagina Facebook ”Libri di Tarek Komin”. La prossima presentazione sarà Sabato 19 settembre alle ore 18:00 presso Pasticceria Bianco Latte di Sansepolcro. Informazione Pubblicitaria

Stefania Boschi


PASSIONI

10 --- CONCEPT MAGAZINE

TEX D’AUTORE TRA FUMETTO ED ARTE MODERNA LA NUOVA EDIZIONE DELLA MOSTRA DEL FUMETTO DI CITTÀ DI CASTELLO PROPONE LE TAVOLE DI 14 ILLUSTRATORI DEL NOTO PERSONAGGIO BONELLI E DI 50 ARTISTI CONTEMPORANEI.

La locandina dell’edizione 2015.

D

o opo il grande successo della scorsa eedizione che ha visto come protagonista Marilyn Monroe, l’Associazione Amici del Fumetto di Città di Castello, capitanata dal presidente Gianfranco Bellini, presenta l’edizione 2015 della Mostra del Fumetto di Città di Castello dal titolo “TEX d’Autore”. Come è accaduto per la scorsa edizione, anche quest’anno verrà seguito il filone arte-fumetto che ha permesso a questo evento di guadagnarsi una grande visibilità a livello nazionale e che ha visto la partecipazione attenta di un numeroso pubblico di qualità. “Tex d’Autore” si terrà dal 19 settembre al 18 ottobre prossimi nelle bellissime sale de Il Quadrilatero presso Palazzo Bufalini, in pieno centro storico. Il termine arte si adatta perfettamente a

questo evento, perché l’Associazione è riuscita a mettere insieme ben 14 autori/illustratori che hanno (o stanno tutt’ora) pubblicato Tex. Primo fra tutti Giovanni Ticci, autore dell’immagine simbolo di quest’anno, il disegnatore più longevo; oltre a lui però tanti altri nomi fra i quali anche Laura Zuccheri, la prima ed unica donna ad aver disegnato questo personaggio. Tex Willer torna quindi protagonista a Città di Castello, dopo la mostra del 2003 la quale venne dedicata al grande disegnatore altotiberino d'adozione, Fernando Fusco, scomparso proprio nel mese scorso, e alle sue tavole realizzate per il famoso fumetto intitolata “Tex da Ventimiglia a Città di Castello”. Cittadino di Pitigliano di Sangiustino dal lontano 1969, rappresentava uno dei punti fermi della cultura locale. Raffinato e sensibile pittore, sceneggiatore televisivo, per tre generazioni di lettori è stato uno dei grandi del fumetto italiano. Il binomio Fusco-Bonelli ha fatto sognare molti ragazzi sulle tavole di Tex, Parte integrante della Mostra del Fumetto 2015 sarà poi dedicata a Magnus e al suo “Texone” del quale potremo ammirare sia il fumetto che le tavole preparatorie. Inoltre una piccola parte dell’esposizione vedrà protagonisti artisti moderni che esporranno delle opere dedicate a Tex. In tutto circa 50 autori, fra disegnatori e artisti di vario genere. Ma bellissima e di grande impatto sarà anche la scenografia che abbellirà le sale de Il Quadrilatero, composta da grandi sagome del personaggio del west. “Tex d'autore lo è sempre stato fin da quando è stato creato. Gian Luigi Bonelli e Aurelio Galleppini hanno mescolato le loro passioni western per

creare l'unico personaggio che a pieno titolo è insieme cowboy e indiano: Tex Willer e Aquila della notte. Ranger e Capo indiano – questo è quanto dichiara l’amico Vincenzo Mollica - dal 1948 in poi, i due patriarchi hanno piantato un albero d'avventure che ancora oggi germoglia meravigliosamente. Con loro la storia, la geografia, la letteratura, il cinema, l'anatomia, la pittura, l'antropologia si sono trasformati in fumetto. Ogni volta era come se componessero insieme un autoritratto immaginato: credibile, avventuroso, appassionato”. La mostra inoltre, come ogni anno, avrà il suo apice nel week-end del 10 e 11 ottobre, quando le piazze principali di Città di Castello e il Loggiato Gildoni daranno spazio a “Tiferno Comics”, l’attesa Mostra Mercato del Fumetto d’Autore e Manga. L’11 ottobre torna anche il Cosplay Contest. Gli Amici del Fumetto garantiscono che questa sarà un’edizione amatissima da tutti, sia appassionati che non. Lo dimostra il fatto che, su richiesta dell’Onorevole tifernate Laura Agea, tutta l’associazione è stata invitata e ricevuta a Bruxelles come ospite del Parlamento Europeo e del Museo del Fumetto. Scopo di questa visita è stato quello di progettare e organizzare in Belgio, proprio a Bruxelles, una mostra che esporti e valorizzi il fumetto d’autore italiano, i suoi disegnatori, ma anche l’Umbria e la Valtiberina stessa. A fine mostra, parte di questa dedicata a Tex sarà “esportata” ed esposta all’interno del Museo del Fumetto di Bruxelles, su richiesta dello stesso Direttore. Tutte le informazioni e le curiosità le trovate su www.tifernocomics.com. Tamara Falaschi


INCONTRO CON

12 --- CONCEPT MAGAZINE

ANCHE IN VALLATA IL VERO AIKIDO DI IWAMA

ABBIAMO INCONTRATO MICHELE CECCATINI, ISTRUTTORE DI AIKIDO TIFERNATE, IL QUALE CI HA PARLATO DELLE ORIGINI DELLA DISCIPLINA IN ITALIA E NEL MONDO. AL VIA LE LEZIONI A CITTÀ DI CASTELLO.

5 luglio: gita organizzata alla Fiorita di Castelluccio.

A sinistra il senpai Michele Ceccattini nell’esecuzione di Sankyoil; a destra Il senpai Adriano Betti nell’esecuzione di Kote Gaeshi. Al centro gli istruttori con M° Paolo Nicola Corallini.

A sinistra il senpai Michele Ceccattini nell’esecuzione di Sankyo. A destra gli istruttori Adriano, Michele e Luca con il Presidente Taai M. Paolo N. Corallini shihan (7° Dan Taai e 7° Dan Aikikai).

M

iichele, parlaci dell’Iwama Takemusu Aikido.

Per capire come I'Iwama Takemusu Aikido sia arrivato in Europa, e specificamente in Italia e poi anche a Città di Castello, bisogna risalire al 1984, quando il dott. Paolo Nicola Corallini si recò per la prima volta in Giappone col preciso scopo di conoscere Morihiro Saito: il mitico maestro che era stato fedele per tutta la vita al fondatore dell'Aikido Morihei Ueshiba e che, dopo la morte di quest'ultimo, era rimasto in lwama come custode dell'Aiki Jinja e capo istruttore dell'Ibaraki Dojo dove il Fondatore insegnava tutti i giorni. Il M. Corallini, già 4° Dan, riuscì ad incontrare il M. Saito ed a farsi accettare come allievo interno. A quel tempo mai nessun

italiano aveva messo piede in lwama. Quella esperienza fu decisiva per lui; egli si accorse che ciò che aveva appreso non era l'Aikido tradizionale del fondatore ma piuttosto uno stile esteticamente fluido bello a vedersi ma non molto efficace. Così con coraggio e umiltà ricominciò da zero lo studio dell'Aikido seguendo l'insegnamento del M. Morihiro Saito.

Quali sono le finalità di questa disciplina? La Takemusu Aikido Association Italy è un libero collegio di Praticanti aventi il grado di Cintura Nera. L’associazione nazionale ha sede ha sede ad Osimo (AN). Le finalità della Takemusu Aikido Association Italy sono: ricercare lo sviluppo dell’Aikido così come il Fondatore

Il M. Morihiro Saito (9° Dan) insieme al M. Paolo Nicola Corallini in due scatti nel 1988.

Morihei Ueshiba lo ha creato; promuovere e divulgare l'insegnamento secondo la pedagogia di Morihiro Saito, allievo diretto del Fondatore dell'Aikido; mantenere e controllare la purezza e la qualità dell’insegnamento; aiutare gli associati a propagare la dottrina e la tecnica dell’Aikido Tradizionale. Il M. Paolo Nicola Corallini, Iwama Ryu 7° Dan, Aikikai 7° Dan, è Presidente della Takemusu Aikido Association Italy e massimo rappresentante in Italia dell'Aikido di Iwama.

Sono 20 anni che la Takemusu Aikido Association Italy opera anche in Valtiberina, vero?

Esattamente venti anni fa è stata aperta la prima palestra a Città di Castello portando l’Aikido anche in Altotevere. Da alcuni anni è presente anche a Sansepolcro grazie all’amico Adriano Betti. Quest’anno ricorre anche il trentesimo anniversario dal primo seminario del M. Saito in Italia. Nel 2003 Il M° Paolo Corallini, nostro Presidente, è stato autorizzato personalmente dall’attuale Doshu, Moriteru Ueshiba, a rilasciare Gradi Aikikai. Questo evento è stato un enorme prestigio per la nostra Associazione; la T.A.A.I. (Takemusu Aikido Association Italy)”.

A settembre ripartono i corsi...

Il lunedì e il mercoledì tengo i corsi presso


INCONTRO CON la “Palestra Elite” di Città di Castello dalle ore 19:30 alle ore 21:00 mentre il martedì e il giovedì Adriano li tiene presso la “Palestra O.A.M.” di Sansepolcro dalle 18:30 alle 20:00. Gli allievi possono frequentare contemporaneamente tutti e due i dojo pagando le singole lezioni. Per imparare l’aikido non ci sono limiti di età, per il momento accettiamo allievi dai 10 anni e diamo la possibilità di effettuare alcune lezioni di prova gratuite. Per la pratica è necessario indossare il Keikogi (kimono da allenamento) Bianco, mentre solo le cinture nere indossano l’Hakama (come si vede nelle fotografie) un indumento tradizionale, reso noto in occidente da film e cartoni animati giapponesi. Le lezioni portano a praticare al meglio questa raffinata arte marziale, che ci permette di difenderci fronteggiando con efficacia aggressori reali. L’aikido praticato ad alti livelli è un percorso spirituale che permette di vincere le sfide di ogni giorno imparando a controllare il nostro ego nei rapporti sociali, infatti un grande insegnamento e motto tramandato dal nostro fondatore è: la vera vittoria è su noi stessi.

CONCEPT MAGAZINE --- 13

Il senpai Adriano Betti nell’esecuzione di Kote Gaeshi e a destra nella cura della katana (spada) giapponese.

Altra peculiarità è l’utilizzo delle armi tipiche.

Il nostro fondatore nel progettare l’Aikido traeva ispirazione dai movimenti delle scuole classiche di armi tradizionali. Il maestro Saito venne incaricato dal fondatore di inventare un sistema codificato di movimenti per lo studio di queste armi così che oggi nella nostra pedagogia esistono sia tecniche a mani nude che con armi e naturalemnte le loro concatenazioni (mani nude unite al Bastone o alla Spada di Legno). Ci tengo a dire che oltre ai seminari nazio-

Il senpai Michele Ceccattini nell’esecuzione di Koshi Nage.

nali e internazionali le nostre due palestre organizzano eventi collaterali ai corsi, come lezioni di approfondimento o gite presso musei, festival, manifestazioni riguardanti la cultura giapponese e tutto quello che gli ruota attorno. Per i corsi di Città di Castello potete contattarmi al numero 339.5099695 invece per i corsi di Sansepolcro potete chiamare Gabriele al numero 329.5952361. Stefano Rossi


INCONTRO CON

14 --- CONCEPT MAGAZINE

CROSSFIT CITTÀ DI CASTELLO COMPIE UN ANNO

IL COACH PATRICK PARTESOTTI CI HA PORTATO ALL’INTERNO DEL PRIMO BOX UFFICIALE DELL’UMBRIA ALLESTITO ALL’INTERNO DELLA PALESTRA FISIOTRAINING DI CITTÀ DI CASTELLO.

Cosa comprende ogni allenamento e quanto dura?

Nelle foto due momenti di allenamento.

P

aatrick, cos’è il CrossFit?

CrossFit è un metodo di allenamento funzionale eseguito ad alta intensità cambiando sempre sia gli esercizi che la tipologia del workout. La chiave di tutto questo nel fatto che gli allenamenti si fanno in gruppo e senza l’uso di macchinari, adattandoli al tempo stesso alle caratteristiche psicofisiche di ogni individuo. Integriamo allenamento metabolico con elementi di ginnastica e pesistica olimpica. Sebbene sembri uno sport limitato a pochi è in realtà adatto a tutti, proprio per via del fatto che si tratta di una disciplina estremamente adattabile e flessibile.

Hai detto sport?

Si, poiché una caratteristica fondamentale è che ci si allena tutti insieme facendo lo stesso allenamento. Non è effettivamente una gara visto che l’aspetto più importante rimane sempre l’esecuzione corretta degli esercizi, ma la componente della

competizione aggiunge quel pizzico di voglia di spingere un po’ di più che è importantissima. Alla fine una persona si rende conto di poter raggiungere dei risultati inimmaginabili.

Quali sono le novità di quest’anno?

Abbiamo allestito una zona esclusiva all’interno della “Palestra Fisiotraining” con una pavimentazione in gomma antishock, per poter eseguire gli esercizi di pesistica in completa sicurezza, una struttura per trazioni e altri esercizi ancorata al muro, nonché altre novità che per conoscerle si deve visitare il box.

Cos’è il Box?

È il luogo dove si pratica CrossFit. Siamo parte di una community globale formata da 12.000 centri, dove tutti pratichiamo questa disciplina. Ogni tanto ci spostiamo e andiamo a trovare altri box e ci si allena tutti insieme. È una delle cose belle di questo sport.

Ecco come si presenta il nuovo Box CrossFit CdC.

Le lezioni cominciano con un pò di mobilità articolare, alla quale segue un riscaldamento preventivo che include diversi minuti passati a perfezionare gli esercizi che si eseguiranno. Poi il workout vero e proprio, sempre diverso, in cui ogni atleta è seguito costantemente, dall’inizio alla fine. E per finire, ovviamente, stretching. L’allenamento in totale dura un’ora, ma quello specifico (workout of the day o ‘wod’) si aggira dai 10 ai 20/25 minuti massimo. Ovviamente poi ci sono eccezioni, ci sono workout molto corti ed estremamente intensi, ed altri più lunghi dove la resistenza è un fattore chiave.

Dopo quanto tempo si cominciano a vedere i risultati?

Dopo un mese già si vedono dei benefici in termini di resistenza, agilità e coordinazione, nonché flessibilità. A livello visivo altrettanto ma tuttavia non si tratta di una bacchetta magica: è un allenamento duro e rigoroso, ma che funziona! Generalmente si ripete un allenamento a distanza di diversi mesi e si confrontano i risultati ottenuti.

Quando e dove è possibile praticarlo?

Presso la Palestra Fisiotraining in Via Venturelli 4 a Regnano. Ci sono tre lezioni al giorno alle 18:15, 19:15 e 20:15. In più da quest’anno abbiamo introdotto la lezione delle 12:15 il lunedì, mercoledì e venerdì, che sta riscuotendo un notevole successo. Per poter accedere alle classi è necessaria la prenotazione tramite messaggio al 333.3846642 oppure con una mail a info@crossfitcdc.com. Stefano Rossi


16 --- CONCEPT MAGAZINE

INCONTRO CON

ASD BAILANDO SALSA: PASSIONE CARAIBICA!

LA SCUOLA DI BALLI CARAIBICI TORNA PER IL TERZO ANNO A CITTÀ DI CASTELLO. ALESSANDRO ALBANESI E CONSUELO ALUNNO CI ANNUNCIANO LE NOVITÀ PREVISTE PER I CORSI CHE SI TERRANNO A PIOSINA.

C’è un’età minima per potersi iscrivere?

Non ci sono limiti, anche perché è un ambiente molto sano dove ci si diverte ad ogni età. Il nostro motto è “Ballare per divertirsi e divertirsi a ballare”! Inoltre ci teniamo a dire che non c’è bisogno di iscriversi a coppie perché faremo ruotare noi le coppie durante le lezioni.

Anche nel ballo è necessario tenersi in continuo aggiornamento. Quanto è importante per voi?

Alessandro e Consuelo vi aspettano da lunedì 21 settembre con due lezioni gratuite presso lo staible dell’Area verde di Piosina.

L’

“ASD A Bailando Salsa” è una scuola di danze caraibiche presente ormai da tredici anni. In cosa siete specializzati?

Le nostre specialità sono le danze caraibiche, ovvero Salsa, Bachata e Merengue, ma da tre anni il nostro punto di forza è sicuramente la Kizomba, una sensuale danza di origine africana che sta letteralmente spopolando in questo periodo.

Molti confondono le danze caraibiche con quelle latino-americane. Che differenza c’è?

Non sono la stessa cosa. Le Danze Caraibiche sono i balli e le musiche provenienti dai Caraibi (Salsa, Bachata e Merengue); le danze Latino Americane sono invece quelle danze figurate che si usano nelle competizioni sportive e non nelle discoteche (Jive, Paso Doble, Rumba etc).

“ASD Bailando Salsa” nasce a Gubbio, ma da 3 anni è presente anche a Città di Castello! Quando i corsi? Esatto. Gubbio è la nostra città natale ma anche quest’anno, per la terza volta consecutiva, la nostra scuola ha sede anche nel Comune di Città di Castello, più precisamente a Piosina, nello stabile

dell’Area Verde in Via Meucci. Le nostre lezioni si terranno ogni lunedì e mercoledì dalle 21:00 alle 23:00. Il lunedì sarà dedicato alla Kizomba e il mercoledì alla Salsa. Le lezioni avranno inizio lunedì 21 settembre e per la prima settimana (2 lezioni) saranno aperte gratuitamente per tutti coloro che vorranno partecipare. Chi si innamorerà di queste specialità potrà iscriversi direttamente in queste due serate e potrà scegliere anche se seguire solo i corsi del lunedì, solo quelli del mercoledì o entrambi. Ovviamente a seconda delle scelte i costi delle lezioni verranno differenziati con tariffe diverse; naturalmente chi sceglierà entrambi i corsi avrà dei vantaggi. In più è importante dire che, allo stesso prezzo, chi ne avrà desiderio, potrà venire a seguire anche le lezioni nella sede di Gubbio. Da quest'anno teniamo anche corsi di Kizomba presso “La Calle Accademia di Danze” di Corciano. Il termine dell’intero corso è previsto per maggio, ma se ci sarà il desiderio e la possibilità di fare degli spettacoli di fine corso, prolungheremo di qualche altra settimana.

Nonostante siamo diplomati ANMB per la Salsa e FEDERITALIA per la Kizomba, aggiornarsi è molto importante e noi lo facciamo regolarmente con i più grandi maestri del genere: Eddy Torres e Adolfo Indacochea per la Salsa, mentre per la Kizomba seguiamo corsi con Fernado e Michela (i nostri insegnanti), Morenasso e Anais, Mr. Tecas, Dilson, Geppo DJ e molti altri. In più quest’anno ci siamo concessi una vacanza-studio a Capo Verde, una delle patrie della Kizomba, dove abbiamo seguito lezioni con artisti del posto.

Come possiamo contattarvi per avere informazioni?

Potete telefonarci al 328.0577603 (Consuelo) o al 349.5342674 (Alessandro), oppure potete scriverci a albanesi.alessandro@alice.it. Abbiamo inoltre la pagina Facebook “ASD Bailando Salsa” e i nostri profili personali “Consuelo Alunno” e “Alessandro Albanesi”. Vi aspettiamo da lunedì 21 settembre, alle ore 21:00, a Piosina di Città di Castello, presso lo stabile dell’Area Verde. Venite a ballare, venite a divertirvi assieme a noi di “ASD Bailando Salsa, e non ve ne pentirete! Informazione Pubblicitaria

Eleonora Filippi

Alessandro e Consuelo assieme a vari artisti di balli caraibici. Da sinistra con: Adolfo Indacochea, Eddy Torres, Fernando e Michela, Tecas e Dilson, Mestre Petchu e Vanessa.


INCONTRO CON

CONCEPT MAGAZINE --- 17

SVAPIT: IL LEADER DELLA SIGARETTA ELETTRONICA

FEDERICO PARLANI CI HA PRESENTATO LA SUA NUOVA AZIENDA PRODUTTRICE DI LIQUIDI AROMATIZZATI E IL NUOVO NEGOZIO TIFERNATE, PUNTO DI RIFERIMENTO PER LA NUOVA GENERAZIONE DI FUMATORI.

monossido di carbonio, il catrame, la colla e più di altre 4.000 sostanze nocive. Per ora la sigaretta elettronica non ha rilevato nessuna sostanza dannosa o pericolosa per la salute.

Esistono un sacco di modelli, vero?

L’interno del nuovo punto vendita “Svapit” in Via Mazzini, 7 (di fianco a “Ezio Shoes”) a Città di Castello.

F

ede raccontaci la tua nuova avventura con ederico, “Svapit”.

Quella delle sigarette elettroniche ormai è una realtà che si sta affermando in tutta Italia e cresce ogni anno del 23% nelle vendite in Europa quindi ho deciso di investire in questa nuova avventura commerciale per coloro che cercano un modo di fumare alternativo alla classica sigaretta, meno dannoso ma piacevole allo stesso tempo. “Svapit” è un’azienda che nasce in Valtiberina e che produce liquidi per sigarette elettroniche dal sapore di tabacco. Ci appoggiamo ad una azienda farmaceutica per produrre con tutte le certificazione richieste i migliori liquidi in commercio. Inoltre commercializziamo e distribuiamo per l’Italia i due marchi leader di sigarette elettroniche: “Joyetech” e “Eleaf”. Abbiamo aperto a luglio il nostro punto vendita di riferimento nel cuore del centro storico tifernate.

Il gusto più venduto è quello al tabacco con oltre 50 tipi diversi di liquidi. La ditta “Svapit” propone varie tipologie di sigarette elettroniche con una batteria simile a quelle dei telefonini, un particolare sistema che genera vapore nel momento dell’inspirazione. Le sostanze inalate sono ricavate tutte da prodotti naturali. L’obiettivo è quello di simulare perfettamente il piacere di fumare, senza fornire tutti i negativi effetti collaterali associati ai prodotti del tabacco tradizionale. La continua ricerca garantisce che i nostri prodotti siano tecnologicamente all'avanguardia. La facilità di utilizzo e l'efficacia, sono le caratteristiche principali che rispettiamo nello sviluppo dei nostri prodotti. Con la sigaretta elettronica non avviene combustione e quindi si eliminano tutti gli elementi dannosi che si attuano fumando la sigaretta tradizionale attraverso la combustione di carta, il

Ogni due mesi ormai esce un nuovo modello di sigaretta elettronica. È un settore sempre più in evoluzione in tema di tecnologia, design ed innovazione. Ci sono sigarette per tutte le categorie di persone, per tutte le fasce di età, sia per i fumatori sporadici che per quelli abitudinari e anche per tutti i budget di spesa. La sigaretta elettronica deve essere vista come un investimento perché non ci sono altre spese se non gli aromi liquidi. Proponiamo un kit di Start Up con soli 16 euro si ha la sigaretta elettronica base con un liquido della durata media di una settimana. Con pochi euro puoi provare così se ti può piacere fumare in questo modo senza dover per forza compare una sigaretta elettronica costosa sin da subito.

Dove si trova il punto vendita “Svapit”?

Il nostro punto vendita si trova a Città di Castello in Via Mazzini, 7. Nel punto vendita si ha sempre la possibilità di interloquire con una persona di riferimento, per qualsiasi problema. Essendo un prodotto elettronico ha bisogno di un minimo di manutenzione e all’inizio bisogna avere dei piccoli accorgimenti per il giusto utilizzo. Per info contattateci all 392.6277447. Informazione Pubblicitaria

Illustrami i prodotti proposti da “svapit”.

Siamo specializzati in una ricca fornitura di liquidi a tutti gli aromi possibili: frutta, dolci, caffè, cioccolata, coca cola, ecc oltre che al sapore di tabacco. In negozio abbiamo tutte le marche leader in Italia come “Flavour Art”, “Dea Flavour”, “Bio Fumo” e il nostro marchio “Svapit” al tabacco. Inoltre è possibile trovare anche i marchi leader in Francia come “Green Vapes”, “Cirkus”, “Vincent” e “Joyetech”.

Alcuni prodotti “Joyetech”.

Massimo Meozzi


18 --- CONCEPT MAGAZINE


PASSIONI

CONCEPT MAGAZINE --- 19

DAL 5 SETTEMBRE AL 4 OTTOBRE IL MUSEO DI TELA UMBRA DI CITTÀ DI CASTELLO OSPITA UNA NUOVA INTERESSANTE MOSTRA DELL’INSEGNANTE ED ARTISTA URBINATE MA TIFERNATE D’ADOZIONE.

Città di Castello, primavera, fine anni Ottanta.

Il Professore Renzo Scopa assieme agli alunni dell’Istituto di Arti Grafiche di Città di Castello durante una gita negli anni ‘60.

C

it ittà di Castello e l'Alta Valle del T Tevere non sono la terra natale di Renzo Scopa (Urbino 1933 - Città di Castello 1997), ma è qui che ha vissuto gli ultimi quarant’anni della sua vita, facendo l’insegnante presso l’Istituto per le Arti Grafiche. Un uomo tranquillo, taciturno, a volte schivo, così lo ricordano i più: un ottimo insegnante, dedito al lavoro e alla famiglia e alla sua grande passione, l’arte. Elpidio e Nadio, che sono stati suoi allievi tra gli anni ‘60 e ’70, così lo ricordano: Elpidio lo racconta come un insegnante non autoritario, ma che cercava di coinvolgerti nello studio, che ti spingeva ad esprimerti attraverso il disegno, attraverso l’uso del colore, mentre Nadio ci dice che era un insegnante che stimolava gli studenti a guardare le cose per poi rappresentarle attraverso il disegno. Semplicemente cose che potevano piacere ad un ragazzino come era lui, magari il marchio di una auto, o di una moto, a osservarle con attenzione e poi ricrearle col disegno. Nel 1958 Renzo Scopa viene chiamato a Città di Castello per insegnare, così come altri allievi usciti dalla Scuola del Libro di

Urbino. Insegnò anche alle Scuole Medie “Fucini” ed “Alighieri”, al Centro di Addestramento Professionale “Bufalini”, e all’Istituto “Beata Margherita”, noto istituto tifernate per dare cultura e futuro alle ragazze non vedenti. A partire dall'inizio degli anni Sessanta si dedica sempre più alla pittura, attraverso l'elaborazione di un percorso di ricerca personale e di sperimentazione tecnica che procede per vari cicli tematici. All’interno della presidenza dell’IPSIA tifernate si conservano ancora due incisioni che lo stesso maestro donò alla scuola nel 1959. Una è il Volto di Cristo, l’altra è il volto dolente di una Maddalena. Proprio per omaggiare questo artista, dal 5 settembre al 4 ottobre, il Museo di Tela Umbra ospita la mostra intitolata “Mondo Dipinto”, a cura dall’antropologa Maria Luciana Buseghin, dedicata al pittore tifernate d’adozione. La mostra comprende oltre quaranta opere inedite realizzate negli ultimi dieci anni di vita dell’artista Renzo Scopa con una celebrazione di temi figurativi e ricchi di colore

oltre che di forma; immagini rivolte alla natura, al Creato in senso generale: alberi, animali (il cavallo in particolare), ma anche l’uomo e visioni di città. Una sezione è dedicata interamente alla sua amata Città di Castello rappresentata in varie stagioni. Una mostra che vuol riportare Renzo Scopa nella città in cui lui ha vissuto i momenti più importanti della sua vita e dove ha sviluppato intimamente la sua ricerca artistica. In mostra sarà esposta anche una foto di gruppo d’epoca (che è riportata anche in questo articolo) dove sono ritratti il professore Scopa assieme ai suoi allievi in una delle tante gite fuori porta: i giovani tifernati di un tempo potranno così giocare a riconoscersi in quell’immagine. Informazione Pubblicitaria

Stefania Boschi

Città di Castello, inverno, fine anni Ottanta.


Settembre 2015  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you