Page 1

FESTIVAL DELLE NAZIONI


DIRETTORE RESPONSABILE

GRAFICA E PUBBLICITÀ

Stefano Rossi

Graffio snc Via Cerboni, 9/B Città di Castello (PG) Cell. 339.2737187 - 347.5779550 9550 www.graffioadv.com info@graffioadv.com

EDITORE REDAZIONE Via Cerboni, 9/B - Città di Castello (PG) Tel. 075.3722093 www.conceptmagazine.it redazione@conceptmagazine.it

SOMMARIO PAG. 3 È FINITA L’ERA DEL CUBO DI RUBIK, È L’ORA DI B-BLOCKS PAG. 4 MUSICA E FOLCLORE 2018: UN’EDIZIONE CELEBRATIVA PAG. 7 LA REPUBBLICA CECA AL FESTIVAL DELLE NAZIONI PAG. 8 TEATRO, MUSICA, DANZA E CIRCO A KILOWATT 2018 PAG. 9 DRINK CENTER: LA SOLUZIONE PER I TUOI RINFRESCHI PAG. 10 TORNANO I PRIMI D’ECCELLENZA A SAN GIACOMO! PAG. 11 NON SOLO FRUTTA: QUALITÀ DEI PRODOTTI ITALIANI PAG. 12 PIAZZA FANTI SI TINGE DI... PENNELLATE D’ARTE PAG. 13 RIVERSO CREA IL TUO STILE E QUELLO DEI TUOI FIGLI PAG. 14 NUOVA PRESTIGIOSA SEDE PER LA MOSTRA DEL LIBRO PAG. 15 ENZO NERI: QUANDO LA CUCINA DIVENTA ARTE

Graffio snc Città di Castello (PG)

STAMPA Litograf Editor srl Cerbara - Città di Castello (PG)

L’OROSCOPO di Stefania ARIETE Ti senti stressato e nervoso: sarà mica ora di andare in vacanza? Rompi il salvadanaio dei risparmi e parti per le vacanze... non perdere tempo!

TORO Complesse e ingestibili le relazioni clandestine: cerca di mantenere tutto segreto altrimenti saranno guai! Tensioni familiari in vista.

GEMELLI Tu e il tuo partner sarete uniti da straordinari momenti di gioia! L’estate sarà positiva e per fortuna hai una grande riserva di energia.

CANCRO Bene lavoro e salute; un pò meno i rapporti con il partner: prova a ricucire le ferite chiedendogli scusa e sorprendendolo con un regalo.

LEONE Non puoi solo pensare al mare, al sole e agli aperitivi in spiaggia... non scordati che prima di tutto viene il lavoro, quindi datti una regolata!

VERGINE In amore dovrai capire bene come stanno le cose senza rimuginare troppo nel passato, in fondo sei sempre stato molto battagliero.

BILANCIA Tra situazioni vecchie e prospettive nuove non sai più cosa fare: sta attento... non combinare troppi pasticci che poi è difficile rimediare!

SCORPIONE Una breve vacanza o un tranquillo week-end potrebbero ridarti la carica che cercavi. Stai attento a chi si propone di esserti amico.

SAGITTARIO Stanno per partire importanti progetti: partner, lavoro e casa nuova, che cosa vuoi di più? Comincia però a risparmiare... altrimenti sono guai!

CAPRICORNO Hai un gran bisogno di tenerezza: in questo mese desidererai sempre più di sentirti amato e pretenderai gesta romatiche dal tuo partner.

ACQUARIO Fai di testa tua e non ascoltare chi ti è vicino: a volte è bello anche rischiare usando il proprio istinto. Metti più energia nel lavoro.

PESCI Sei allegro e felice: l’estate volerà via piena di belle cose e di belle situazioni. Ti appassionerai a qualsiasi cosa nuova ti capiterà.


INCONTRO CON

CONCEPT MAGAZINE --- 3

UN GIOCO ALTOTIBERINO, IDEATO DAI FRATELLI FRANCESCO E FILIPPO FALLERI. UN’IDEA SEMPLICE E GENIALE CHE HA BISOGNO DEL NOSTRO AIUTO PER ESSERE REALIZZATA. ADERITE ALLA CAMPAGNA DI RACCOLTA FONDI.

Contribuite alla realizzazione di “B-Blocks”! Basta collegarsi al sito www.mobile.ulule.com, dedicare 2 minuti del vostro tempo e versare una piccola somma. È semplice!

F

ra e Filippo, oltre ad essere fratelli vi lega anche rancesco la passione per i games? Come nasce “B-Blocks”?

Diciamo che in famiglia siamo sempre stati inclini ai giochi da tavolo e alle Lego e questa passione è rimasta tutt’ora. “B-Blocks” non è il nostro primo tentativo, ci sono altri giochi che sono rimasti nel cantiere. Ma questa era secondo noi un’idea buona, molto carina, e ci siamo decisi a portarla avanti. È nato tutto così: avevamo a disposizione una stampante 3D e siccome ci piacciono molto i labirinti, ne abbiamo stampato uno di plastica! Da qui l’evoluzione. Ne abbiamo creato uno scomponibile con pezzi che potevano incastrarsi l’uno con l’altro e, vedendo da subito che ricomporlo era divertente, ne abbiamo migliorato la grafica e l’aspetto fino a arrivare al prototipo attuale. Un gioco/rompicapo totalmente nostro, dall’idea alla realizzazione.

Ma cos’è “B-Blocks”? Qual’ è lo scopo del gioco? “B-Blocks” si presenta come una serie blocchi cubici che si possono incastrare fra di loro. I blocchi sono tutti forati all’interno, dritti, in curva, a incrocio e a vicolo cieco che, componendo la forma che si vuole, creano un labirinto interno. Ogni blocco ha riportato all’esterno una pista che indica il suo andamento. A questo punto si inserisce una pallina nel foro nel blocco iniziale e lo scopo è quello di farla uscire dal foro del blocco finale. Una volta risolto il gioco si può fare al contrario, oppure smontare i pezzi e ricomporre una nuova forma,

magari di complessità via via maggiore. Il livello di difficoltà lo sceglie il giocatore a seconda della quantità e del posizionamento dei blocchi che intende utilizzare. La particolarità è che, a seconda della forma che si crea, ci possono essere dei blocchi nascosti e la difficoltà aumenta. In questo caso, infatti, oltre alla vista, sarà necessario affidarsi anche all’udito e al tatto. “B-Blocks” ha inoltre più valenze: ci si può giocare da soli, oppure uno contro l’altro, costruendo il blocco per il proprio avversario o facendo una sfida a tempo. Ed è adatto anche ai bambini… abbiamo già testato! La versione evoluta di “B-Blocks” (per chi si sente ormai esperto) è stata inoltre creata senza tracce esterne obbligando il giocatore ad aiutarsi solo tramite il tatto e l’udito.

Ditemi la verità… siete riusciti da subito a giocarci? Ti diciamo la verità? La prima volta non ci siamo riusciti! Ma questo perché siamo partiti da subito con un blocco gigante, senza allenarci passo dopo passo. Il nostro consiglio è dunque iniziare a tappe, da 4/5 blocchi iniziali, per poi aumentare di volta in volta. Così facendo adesso siamo diventati bravini!

Avete lanciato una campagna di crowdfunding per realizzare questo progetto. Ce ne parlate? Il sito per la raccolta fondi tramite crowdfunding è “Ulule” (trovate il link nel QR Code qui in basso). Lì potete trovare tutte le info riguardanti “B-Blocks”, compresi dei video che mostrano il suo

utilizzo. Abbiamo deciso di lanciare questa raccolta fondi per poter raggiungere la cifra che ci permetterebbe di coprire gli alti costi per la creazione degli stampi del gioco. La campagna termina il 23 luglio e siamo già a metà della somma. Bastano una piccola donazione e due minuti di tempo per aiutarci a realizzare il nostro progetto e in cambio avrete delle ricompense (vari blocchi del gioco a seconda della somma versata). Importante è dire che, se non raggiungeremo la somma totale, i soldi versati vi verranno restituiti! Ma noi speriamo che vada per il meglio, anche perché poi vorremmo festeggiare con tutti voi la nostra “vittoria” con una festa a fine luglio!

Chi volesse contattarvi come può farlo? brothersblocks@gmail.com è la nostra mail, e “B-Blocks” è la pagina FB. Inoltre potete chiamarci al 340.3543583 (Filippo) e 333.6137020 (Francesco).

Cosa vi augurate per “B-Blocks”? La conquista del mondo… sbaragliando il mitico Cubo di Rubik! (Ridono N.d.R.) Tamara Falaschi


INCONTRO CON

4 --- CONCEPT MAGAZINE

STA PER TORNARE IL FESTIVAL ORGANIZZATO DALLA FILARMONICA LAMA CHE QUEST’ANNO DEDICHERÀ LA SERATA DI APERTURA AI 40 ANNI DELLA BANDA. IL PRESIDENTE VALERIO MEARELLI CE NE PARLA...

Il programma del “Festival di Musica e Folclore” 2018. Sarà una delle edizioni più importanti per l’Associazione Filarmonica Lama.

V

alerio, in occasione dei 40 anni della Filarmonica Lama ci attende un “Festival di Musica e Folclore” ricco di belle serate. Ci sveli il programma? Quest’anno il festival si svolgerà sempre nella Piazza Centrale di Lama da giovedì 19 a domenica 22 luglio. Proprio per festeggiare come si deve l’importante traguardo dei 40 anni, dedicheremo la serata di apertura, giovedì 19 luglio, alla storia della nostra associazione. Alle 21:00 si terrà infatti una straordinaria esibizione/concerto con tutti i musicanti e tutte le majorettes del passato e del presente, diretti dai 4 Maestri e dalle capomazziere che si sono susseguiti negli anni. Una serata sicuramente emozionante che ha anche l’intento di rafforzare la comunità attorno a quella che è stata, ed è tutt’ora, un simbolo del paese di Lama a cui tutti, direttamente o indirettamente, sono legati. Sarà anche un’occasione per mostrare al pubblico il libro celebrativo che abbiamo pubblicato per raccontare la nostra storia e che abbiamo presentato lo scorso 8 luglio a Palazzo Bufalini di San Giustino. La serata si concluderà poi con la musica degli “Ef Gee Bis”.

Il venerdì si fa invece un tuffo negli anni ’90! Esatto! Chi non ha mai cantato una canzone dei mitici anni ’90? Chi è che non ha nel cassetto un capo d’abbigliamento di quegli anni? Chi non conosce gli 883, le

Spice Girls, o la musica disco di quel periodo? Bene, venerdì 20 luglio faremo un “Ritorno ai ‘90”: alle ore 21:00 ascolteremo dal vivo tutti i più grandi successi dei mitici anni ’90 grazie agli “Ellemono Band 90210” e dalle ore 23:00 balleremo sulle note della ricca selezione musicale della dj più amata della riviera, “Dj Fabiana”! Ovviamente vi vogliamo tutti vestiti a tema… vai con vestitini a fiori, jeans a vita alta, bretelle colorate, Converse, camicie a quadri ecc…!!!

Il sabato del festival è un “must”… Beh, la serata che in tanti attendono ogni anno, è quella di sabato 21 luglio, con l’Orchestra “L’Alternativa” che ci farà ballare fino a tarda notte! Non c’è niente da fare… quando suonano loro qui da noi è sempre festa!!! Come sempre, durante la pausa dell’orchestra, ci sarà anche l’esibizione dei bravissimi ballerini della scuola di balli caraibici “La Cantera”, dei nostri compaesani Paola ed Eric.

La domenica si parte invece dal pomeriggio, vero? Esatto. In collaborazione con “ANBIMA Umbria” (Ass. Nazionale Bande Italiane Musicali Autonome), dalle ore 17:30 circa fino all’ora di cena, le vie del paese e la Piazza Centrale verranno animate dal “Marching Band & Majorettes Show”. Due delle migliori formazioni bandistiche italiane, “La Frustica” di Faleria (VT) e la

Banda Musicale di Pianello Vallesina (AN), con tanto di majorettes, sfileranno per le vie principali di Lama per poi esibirsi nella piazza del festival. Un’occasione speciale per chi ama già queste tradizioni folcloristiche, ma anche per chi non vuole perdersi uno spettacolo unico in Valtiberina! Alle 21:00 invece salirà sul palco lei, l’inconfondibile voce graffiante di una delle cantanti più brave della vallata: “Maria Elisa Bernardini” e la sua orchestra, che per la prima volta abbiamo il piacere di ospitare nel nostro festival. Durate la serata, come ogni anno, estrarremo anche i numeri della nostra lotteria, i cui biglietti possono essere acquistati durante tutte le serate dell’evento.

So che quest’anno anche gli stand gastronomici hanno alcune novità… Proprio così! Oltre agli sfiziosi taglieri (vegetariani o di salumi) che ormai ci contraddistinguono da alcuni anni, l’edizione 2018 offrirà anche primi piatti e carne alla brace! Senza dimenticare poi le piadine farcite e le nostre buonissime ciaccine fritte! E per finire, ottimi vini e birre di qualità, affiancati a cocktails di ogni genere… venite al festival già dall’orario dell’aperitivo… non ve ne pentirete! Vi aspettiamo! Tamara Falaschi


PASSIONI

CONCEPT MAGAZINE --- 7

LA CINQUANTUNESIMA EDIZIONE DELLA MANIFESTAZIONE TIFERNATE PRENDERÀ IL VIA IL 25 AGOSTO. NUMEROSISSIMI GLI ARTISTI DI CARATURA INTERNAZIONALE ATTESI A CITTÀ DI CASTELLO E IN ALTOTEVERE.

La cantante pop Lenny.

Pavel Sporcl et Gipsy Way. Trovate tutto il programma completo su www.festivalnazioni.com.

a cinquantunesima, attesissima edizione del Festival delle Nazioni è alle porte. Avrà inizio martedì 25 agosto e per quattordici giorni, fino a venerdì 7 settembre 2018, proporrà ogni giorno concerti, spettacoli e attività in omaggio alla cultura musicale della Repubblica Ceca. Ed è un cerchio che si chiude: con la programmazione dedicata a questo Paese ‘erede’ della Cecoslovacchia, lo Stato indipendente nato cento anni fa dalla dissoluzione dell’impero austro-ungarico alla fine del primo conflitto mondiale - si conclude infatti dell’ampio progetto dedicato alla Grande Guerra, inaugurato nel 2014 con l’omaggio all’Armenia e sviluppato nell’ultimo triennio con i focus su Austria, Francia e Germania. Numerosissimi gli artisti di caratura internazionale, così come i progetti originali che avranno luogo a Città di Castello e nei borghi più suggestivi dell’Altotevere. Tre i complessi orchestrali: la Filarmonica Gioachino Rossini diretta da Donato Renzetti inaugurerà il Festival con un concerto dedicato a Rossini nel centocinquantesimo della morte; l’Orchestra Filarmonica della Boemia meridionale guidata

L

da Jan Talich chiuderà invece il cartellone; mentre i Virtuosi Italiani diretti da Aldo Sisillo eseguiranno il Requiem di Mozart con la complicità della Corale Marietta Alboni di Città di Castello. Nell’ambito dei gruppi cameristici, spicca il ritorno del Quartetto d’archi dei Berliner Philharmoniker, ma anche le presenze di Pavel Šporcl con il suo Gipsy Way Ensemble, di Federico Mondelci con l’Italian Saxophone Quartet, degli Auser Musici di Carlo Ipata, del duo composto dalla violinista Sara Pastine e dalla pianista Giulia Contaldo e di quello formato dal clarinettista Mattia Aceto e dalla pianista Silvia Ciammaglichella. L’assolo al pianoforte quest’anno sarà affidato al praghese Martin Kasík. Nell’ambito dei linguaggi contemporanei, la cantante pop Lenny, autrice del famoso singolo Hell.o, presenterà al Festival delle Nazioni il suo primo lavoro discografico dal titolo Hearts; ma sono in programma anche lo spettacolo di teatro di figura del Black Light Theatre Srnec di Praga e una serata di danza contemporanea con il Balletto Nazionale del Teatro della Moravia-Slesia. Le produzioni originali, inoltre, toccheranno i grandi temi

Teatro Nero di Praga.

sviscerati da questa edizione del Festival: L’arancia rubata ovvero Il viaggio di Mozart verso Praga, su testo di Sandro Cappelletto e musica di Claudio Scannavini, indagherà lo speciale rapporto del salisburghese con la capitale boema; 1968 Praga Primavera, su testo di Ivan Teobaldelli e musica e live electronics di Claudio Panariello, rievocherà la Primavera di Praga a cinquant’anni esatti dal Sessantotto; Brundibar di Hans Krása, opera per bambini, sarà in scena con la regia di Tony Contartese, e con Mario Cecchetti alla guida dell’Ensemble da camera di Città di Castello: lo spettacolo si svolgerà in collaborazione con la Scuola comunale di musica Giacomo Puccini e coinvolgerà il sistema scolastico e musicale di Città di Castello e in particolare i Cori di voci bianche dell’Associazione Octava Aurea e dell’Istituto comprensivo statale Alberto Burri di Trestina. Infine, le voci selezionate dal prestigioso concorso di canto del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto si misureranno con l’arte del canto di Gioachino Rossini. Informazione Pubblicitaria

Martin Kasik.

Stefania Boschi


BATTUTE

8 --- CONCEPT MAGAZINE

OLTRE 50 SPETTACOLI IN PROGRAMMA PER LA SEDICESIMA EDIZIONE DELLO STRAORDINARIO FESTIVAL BITURGENSE. OSPITI ANCHE GRANDI NOMI QUALI VINICIO MARCHIONI, OMAR PEDRINI E EUGENIO FINARDI.

Da sinistra: Leviedelfool in "Heretico", Daniel Hellmann in "Traumboy" e Laden Classe in "193 problemi"

a sedicesima edizione di Kilowatt Festival propone, dal 13 al 21 luglio, oltre 50 spettacoli di teatro, danza, musica, circo contemporaneo, oltre a molti eventi collaterali come incontri, convegni, mostre. Un programma ricco e variegato, che annovera fra gli ospiti Virgilio Sieni, I Sacchi di Sabbia, Vinicio Marchioni, Menoventi, Claire Dowie, Daniel Hellmann, Eugenio Finardi, Omar Pedrini accanto a buona parte dell'eccellenza della scena teatrale, musicale e coreografica italiana e internazionale. Padrino del festival sarà il danzatore e coreografo Virgilio Sieni, al quale saranno dedicati incontri e iniziative, a partire da “Ballo 1450_Resurrezione”, evento in esclusiva che coinvolgerà i cittadini di Sansepolcro e a cui seguirà lo spettacolo “Solo Goldberg Improvisation”. Tre progetti speciali, in prima nazionale, accompagneranno il festival coinvolgendo lo spettatore come partecipante attivo: “Come va a pezzi il tempo”, di Progetto Demoni, il laboratorio “Elevazioni”,

L

condotto dal coreografo e danzatore Giorgio Rossi, cofondatore della compagnia “Sosta Palmizi”, e “Cosas que se olvidan facilmente” dello spagnolo Xavier Bobés. Si confermano anche quest'anno sia il fortunato esperimento della programmazione della spiaggia teatrale in Piazza Torre di Berta, che ospiterà alcuni fra i più noti artisti circensi, come i Kolektiv Lapso Cirk, e il Veronique Ensemble con lo spettacolo vincitore del “Premio Scintille” e “Circo Zoè”, sia l’attività dei Visionari, 37 cittadini di Sansepolcro che hanno selezionato 9 spettacoli da inserire nella programmazione. Per il progetto europeo “Be SpectACTive!”, saranno presentati gli spettacoli “Choreo Denf High Spirits”, del collettivo croato Denf Collective e le prime nazionali “Biografia di un corpo” del coreografo e danzatore Davide Valrosso e “Mercinary – The Qatar project” dell'australiano Ahilan Ratnamohan. Aumenta lo spazio dato alla danza, passando da maestri come Virgilio Sieni e Giorgio Rossi ai giovani protagonisti del

panorama coreografico italiano, come, fra gli altri, Luna Cenere, selezionata da “Aerowaves 18”, una delle più importanti reti europee per la danza, Manfredi Perego, vincitore del Premio Equilibrio nel 2014, Marco D’Agostin, e la compagnia C&C. Altrettanto ricca e diversificata la programmazione del teatro, che presenta fra gli ospiti il celebre protagonista di “Romanzo Criminale” Vinicio Marchioni, i pluripremiati attori Federica Santoro e Michele Sinisi, Daniel Hellmann, artista svizzero noto in tutta Europa, I Sacchi di Sabbia, le scatenate performer della compagnia Qui e Ora, dirette dai Fratelli Dalla Via, i Menoventi e Claire Dowie, una delle figure più anticonformiste del teatro contemporaneo. Momento di punta della programmazione musicale, che annovera Omar Pedrini, John De Leo, Fernando Saunders (bassista di Jeff Beck, Eric Clapton e Lou Reed), Maurizio Solieri (sodale di Vasco Rossi), sarà il concerto di Eugenio Finardi, cantante, chitarrista, autore, arrangiatore e pianista, uno dei musicisti più apprezzati della scena rock e pop d'autore italiana dagli anni '70 ai giorni nostri. Per il programma completo visionare il sito www.kilowattfestival.it. Tamara Falaschi

A sinistra Marco D'Agostin, (foto by R. Segata courtesy Centrale Fies). A destra Circo Zoé "Naufragata", (foto by A. Macchia).

Mostra "Morphè" di Irene Vergni.


INCONTRO CON

CONCEPT MAGAZINE --- 9

DA GALVANI TROVERETE UN VASTO ASSORTIMENTO DI MATERIALI DI SERVIZIO PER LE NOSTRE FESTE E TANTE ATTREZZATURE IN AFFITTO PER UNA CERIMONIA DI QUALITÀ, SENZA PENSIERI.

A sinistra lo stabile dove ha sede “Galvani Drink Center” e a destra un gazebo da esterno attrezzato con panche e tavoli, ideale per feste e cerimonie.

G

alalvani, parlaci dell’azienda Drink Center...

La nostra Azienda è specializzata nell'installazione di impianti di spillatura di birra, bibite, vini e thè. Una nostra prerogativa è la preparazione di impianti realizzati su misura per le esigenze di Bar, Ristoranti, Pizzerie, Pub, Birrerie ecc.

Oltre al grande assortimento del beverages, fornite anche servizi di attrezzature per l’organizzazione delle cerimonie ed eventi vari? Sì, la nostra azienda fornisce in affitto per i fine settimana gazebo ed ombrelloni di varie misure anche con tavoli e panche.

Come si può risolvere il problema del mantenere sempre fresche le bevande per gli ospiti? Sempre per il fine settimana affittiamo

anche frigo vetrine, tipo quelle che si vedono nei bar, dalla capacità volumetrica di 300 litri. Inoltre affittiamo anche macchine per il caffè espresso e mini impianti alla spina per birra in fustini di sei litri cadauno.

Praticamente un servizio quasi completo?

www.drinkcenteraltavalledeltevere.it e www.drinksandware.com dove è possibile fare tutta la spesa che vorrete direttamente a casa vostra, con un semplice click. Il vantaggio è che i nostri siti sono sempre attivi 365 giorni all’anno e 24 ore su 24. Informazione Pubblicitaria

Stefania Boschi

Proprio così. Tanti pensieri in meno per l’organizzazione di rinfreschi e cerimonie.

Dove possiamo trovare “Galvani Drink Center”? Il nostro punto vendita è situato nella Zona Industriale Nord di Città di Castello. Per informazioni potete contattarci allo 075.8554672. Raggiunti i 50 Euro di ordine minimo è garantita la consegna a domicilio. Le consegne vengono effettuate in tutta l’Alta Valle del Tevere, in pratica da Ponte Felcino fino a Pieve Santo Stefano. Abbiamo inoltre due siti

Da sinistra: mini impianto alla spina, macchina del caffè espresso e frigo da bar.

Una soluzione di gazebo con impianti alla spina.


INCONTRO CON

10 --- CONCEPT MAGAZINE

FEDERICO FIORUCCI, PRESIDENTE DELLA SOCIETÀ RIONALE SAN GIACOMO, CI PRESENTA LA SECONDA EDIZIONE DELLA FESTA ORGANIZZATA COME DA TRADIZIONE NELL’AREA DI FRONTE ALL’ISTITUTO AGRARIO.

A Sinistra, al centro, Federico Fiorucci, Presidente della Società Rionale San Giacomo, assieme ad altri componenti del Consiglio Direttivo. A destra l’area stand della festa.

F

e ederico, quali sono le novità per la “Festa a San Giacomo - I Primi d’Eccellenza”?

Torna a grande richiesta la “Festa a San Giacomo – I Primi d’Eccellenza” (ex Sagra della Cozza) dal 2 al 5 agosto 2018, nell’area di fronte all’Istituto Agrario, manifestazione organizzata dalla Società Rionale San Giacomo dedicata a primi piatti. I ragazzi del consiglio, grazie all’aiuto di tanti volontari e volontarie, ripartono più in forma che mai e con tante nuove idee da proporre a tutti coloro che ci faranno visita in quella settimana. Presenteremo un nuovo menù tutto da provare e numerose novità nel programma di offerta musicale proposto.

Quali sono i primi piatti proposti quest’anno? Anche in questa seconda edizione vogliamo puntare su dei piatti particolari e ricercati che varieranno di sera in sera. I

nostri piatti forti, solo per citarne alcuni, sono sicuramente gli gnocchi al ragù bianco di Chianina, le pennette all’amatriciana di San Giacomo, un must sempre richiestissimo, e poi le pennette gota e aglio porro e le tagliatelle al tartufo. Il venerdì sera sarà dedicato interamente al pesce, per il forte legame legato alla tradizione della storica Sagra della Cozza: nello speciale menù proporremo il risotto alla pescatora, le pennette allo scoglio, i gamberoni al Sale, la frittura di pesce e naturalmente le Cozze (alla marinara, al guazzetto o l’impepata).

Nel menù anche un’ampia scelta di secondi piatti. Il menù prevede una buona selezione anche di secondi piatti: grigliata mista, agnello scottadito, tagliata di vitello e tanti altri ancora... Non mancherà l’area bar aperta durante la cena e anche durante tutta la serata.

Passiamo alla parte musicale, quali artisti saliranno sul palco? Il programma d’intrattenimento è molto vario e per tutti i gusti. Si parte giovedì 2 agosto con il dj-set di Matteo degli Ef Gee Bis per proseguire venerdì 3 agosto quando ospiteremo la Ivano Pescari Band mentre nell’area dj-set il noto dj Ras Meo. Sabato 4 agosto la serata si aprirà con l’esibizione dei ragazzi e delle ragazze del “Centro Judo e Ginnastica Tifernate”; a seguire sul palco saliranno l’orchestra I Fuorigiri mentre nell’area dj-set il Dj Farisan. “Festa a San Giacomo - I Primi d’Eccellenza” chiuderà domenica 5 agosto con il dj-set di Dj Bamba. La domenica pomeriggio tornerà anche il Palio della Balestra Manesca a partire dalle ore 16:30.

Una carrellata dei volti che saliranno sul palco centrale o nell’area dj-set nei quattro giorni della festa.

Stefano Rossi


PASSIONI

CONCEPT MAGAZINE --- 11

A CITTÀ DI CASTELLO E TRESTINA POTETE TROVARE FRUTTA, VERDURA, FORMAGGI E SALUMI MADE IN ITALY. IL TUTTO ANCHE ALL’INGROSSO CON CONSEGNA A DOMICILIO. GLI AGRUMI SONO DI PRODUZIONE PROPRIA!

“Non solo frutta” vi aspetta a Città di Castello (località Casella) e a Trestina, nei due punti vendita della Valtiberina. Potrete trovare frutta di qualità, sempre fresca!

on solo frutta” è nata dalla volontà e l’impegno di Gioacchino Cananzi che inizialmente ha aperto i punti vendita di Città di Castello e Trestina. Con l’entrata in attività di Marco Mazzoni si è evoluta e ingrandita diventando un’attività che conta ad oggi ben 4 punti vendita nel centro Italia: Città di Castello (località Casella), Trestina, Gualdo Tadino e Arezzo e prossime aperture in altre città. Il successo di questa attività è sicuramente dato dalla qualità dei prodotti e dal continuo ricambio: per ben 3 volte a settimana vengono scaricate frutta e verdura fresche. La sua particolarità è però quella di avere sempre in negozio agrumi (aranci, mandaranci e limoni)

“N

provenienti da una produzione propria in Calabria, gestita proprio dalla famiglia Cananzi, caratteristica che permette a “Non solo frutta” di poter offrire sempre prezzi vantaggiosi rispetto alla concorrenza. Comunque tutta la frutta che potete trovare in negozio è di origine italiana, proveniente prevalentemente dall’Emilia Romagna, dalla Calabria e dalla Sicilia. “Non solo frutta” è anche vendita all’ingrosso, per quei ristoranti e attività che necessitano di grandi quantità di materie prime. Proprio per venire incontro alle loro necessità, lo staff di “Non solo frutta” effettua anche consegne a domicilio. Inoltre in tutti i punti vendita potete trovare anche formaggi, mozzarelle di bufala e salumi vari e tutti i

prodotti tipici del settore ristorazione. Ogni giorno in tutti i punti vendita potete trovare delle promozioni. Per i mesi di luglio e agosto 2018, su una spesa minima di € 25,00 avrete uno sconto di € 5,00 (basta ritagliare e portare negozio il tagliandino che trovate qui in basso). I negozi sono aperti tutti i giorni, tranne la domenica, ad orario continuato 08:00/20:00. I punti vendita in Valtiberina sono: Città di Castello (località Casella), in Via Roma, 29/A e Trestina in Viale Parini. Provate la bontà dei cocomeri siciliani, delle pesche e albicocche dell’Emilia Romagna e degli agrumi di Calabria… rimarrete estasiati! Informazione Pubblicitaria

Eleonora Filippi

Ritagliando e consegnando in qualsiasi punto vendita il talloncino che trovate qui sopra, avrete diritto ad uno scondo di € 5,00 su una spesa di € 25,00. Fino al 31 agosto 2018.


PASSIONI

12 --- CONCEPT MAGAZINE

PIAZZA FANTI SI TINGE DI... PENNELLATE D’ARTE L’ASSOCIAZIONE “AMICI DELL’ARTE & CIAO UMBRIA” SONO PRONTI PER LA SESTA EDIZIONE DELL’EVENTO DEDICATO ALLA PITTURA E SCULTURA EN PLEIN AIR. PREVISTI OLTRE 30 ARTISTI LOCALI E INTERNAZIONALI.

Sabato 28 luglio, Piazza Fanti di Città di Castello si trasformerà nella piazzetta degli artisti. Dalle 14:00, fino a sera, potrete ammirare decine e decine di opere dal vivo.

o il successo delle scorse edizioni, opo ggli “Amici dell’Arte & Ciao Umbria”, associazione culturale ed artistica nata a Bastia Umbra più di 40 anni fa, organizzano a Città di Castello la sesta edizione di “Pennellate d’Arte”. Sabato 28 luglio, a partire dalle ore 14:00, Piazza Fanti diventerà la piazzetta degli artisti grazie ad un’importante estemporanea en plein air con oltre 30 pittori e scultori locali ed internazionali. Per gli artisti, inoltre, sarà possibile anche esporre le proprie opere in piazza e partecipare al concorso con premiazione nel tardo pomeriggio. Gli “Amici dell’Arte & Ciao Umbria”, associazione presieduta da Marco Giacchetti, con la vicepresidenza di Silvana Iafolla e di Donatella Masciarri, oggi sono un bel gruppo di circa 250 artisti provenienti da tutta la regione, ma non solo. Tra gli iscritti all’associazione ci sono anche importanti nomi e artisti molto quotati nel mondo dell’arte, che ogni week-end si spostano in varie piazze della regione e non solo per queste estemporanee. Durante l’evento previsto a Città di Castello i pittori dipingeranno per tutto il corso del pomeriggio: appassionati e

D

curiosi potranno così scoprire da vicino come viene realizzata un’opera d’arte. Alla manifestazione potranno partecipare anche artisti non associati contattando la vicepresidente Donatella Masciarri anche tramite la pagina Facebook personale. Durante la giornata si disputerà quindi la gara tra i pittori e nel tardo pomeriggio verranno proclamati i vincitori della mostra e dell’estemporanea, valutati da una giuria composta dai vertici dell’associazione organizzatrice. L’evento, inserito nel calendario di

“Estate in Città 2018”, è reso possibile anche grazie all’appoggio del Comune di Città di Castello. Per l’orario dell’aperitivo invece prezioso sarà il contributo del “Bar Ba.Ci.” di Piazza Fanti, che allestirà una bella apericena per chi vorrà sostare nella piazzetta a bersi qualcosa. Per ulteriori informazioni sull’evento potete contattare il 377.9578319 (Donatella Masciarri) o lo 075.8000169 (Marco Giacchetti).

Alcuni momenti della passata edizione di “Pennellate d’Arte”.

Stefano Rossi


INCONTRO CON

CONCEPT MAGAZINE --- 13

FRANCESCA VALENTI È LA TITOLARE DEL NUOVO NEGOZIO DI CERBARA, DOVE SI POSSONO PERSONALIZZARE O FAR CUCIRE SU MISURA, I CAPI UOMO/DONNA/BAMBINO CHE DESIDERI... ANCHE IN COMBIN GENITORI/FIGLI!

Francesca Valenti e Barbara Puletti (sarta dell’innovativo negozio di Cerbara), vi aspettano a “Riverso” per realizzare i capi di abbigliamento che più rispecchiano la vostra personalità.

F

rancesca, “Riverso” è un negozio particolare sia per ciò che offre, sia per il nome. Ce ne parli?

Beh, il nome deriva dal fatto che mia nonna, quando ero piccola, mi diceva sempre che ero “fatta al rovescio”! E in qualche modo è vero, perché ho avuto sempre delle idee in controtendenza, che però alla fine mi hanno portata a realizzare il mio sogno: aprire un negozio di abbigliamento per uomo, donna e bambini, che permetta di trovare capi di abbigliamento abbinati genitori/figli! Un’idea che ancora qui in vallata non aveva mai portato nessuno.

Infatti la particolarità di “Riverso” è quella di avere delle originali combin! Dopo la nascita di mia figlia Amelia è nata la voglia di proporre questo tipo di prodotti particolari che permettono alle mamme e ai papà di vestirsi come i propri figli e viceversa! E ti dirò di più, oltre ai capi che si trovano già in negozio,

si possono richiedere modelli e stoffe a proprio piacimento: basta portare foto o disegni degli abiti che si vuole e io posso crearglieli in tempi rapidissimi!

Questo perché ti avvali di una sarta sempre a disposizione! Esatto. Ho avuto la fortuna di conoscere e collaborare con Barbara Puletti, giovane e bravissima artista della stoffa che con fantasia e professionalità riesce sempre a creare tutto ciò che ho in mente… mi legge nel pensiero! Grazie a lei i miei clienti possono ordinare capi su misura e personalizzazioni di capi già esistenti (con borchie, frange e tessuti particolari). Abbiamo qui a negozio uno stock di t-shirt, felpe, jeans Levis e altro che possono dunque essere modificati a seconda della propria personalità! Inoltre disponiamo di modelli base che possono essere cuciti con la stoffa che si preferisce… il tutto sia per uomo, donna che bambino. Quindi i clienti possono venire qui a negozio in qualsiasi giorno della

settimana con un’idea e possono vederla realizzata in tempi brevi.

In più “Riverso” stampa anche maglie tramite pressa! Proprio così! Qui a negozio abbiamo una pressa che ci permette di stampare su t-shirt e felpe qualsiasi tipo di foto o scritta, sempre in tempi brevissimi!

Altra caratteristica del negozio riguarda i mobili… Tutti i mobili che vedete in negozio, creati dalle sapienti mani di “Falegnami Italiani” di San Giustino, sono in conto vendita. Quindi quando venite qui potreste uscire dal negozio con un vestito e magari con un tavolo!

Quando è aperto “Riverso”? Siamo aperti dal martedì al sabato con orario spezzato. Ci trovate a Cerbara in Via Biturgense, di fronte al “Coccodrillo”. Informazione Pubblicitaria

Eleonora Filippi

Da “Riverso” si possono trovare o richiedere anche simpatici abiti in combin genitori/figli. In più, grazie alla pressa, si possono anche stampare foto e scritte su t-shirt e felpe.


PASSIONI

14 --- CONCEPT MAGAZINE

LA CELEBRE MANIFESTAZIONE TIFERNATE DEDICATA AL LIBRO E ALLA STAMPA ANTICA CAMBIA LOCATION. SARÀ INFATTI PALAZZO VITELLI A SANT’EGIDIO AD OSPITARE LA XVIII EDIZIONE, DAL 31 AGOSTO AL 2 SETTEMBRE.

Palazzo Vitelli a Sant’Egidio (by Milanesi PhotoStudio).

Una rarità tifernate presente in mostra.

a “Mostra del Libro e della Stampa Antica” di Città di Castello, uno degli appuntamenti più seguiti in Italia per il settore, si svolgerà quest’anno dal 31 Agosto al 2 settembre prossimi. Per questa XVIII edizione, l’evento tifernate avrà luogo in una nuova e prestigiosa sede: Palazzo Vitelli a Sant’Egidio. In linea con i suoi contenuti di qualità, l’Associazione Palazzo Vitelli a Sant’Egidio, mette dunque a disposizione per questa manifestazione il palazzo più rappresentativo dei quattro costruiti dalla famiglia Vitelli. Edificato ad opera di Paolo Vitelli, Vice Duca di Parma e Piacenza, è stato inaugurato attorno al 1570 in occasione della visita fatta al proprio luogotenente generale da parte di Ottavio Farnese, Duca di Parma. Il progetto architettonico di impronta tardo rinascimentale, ricalca uno stile fiorentino, si deve, per quanto riguarda l’impostazione generale allo stesso Paolo Vitelli, che, come altri membri del casato, era molto interessato all’architettura, oltreché militare anche civile. Per quanto riguarda il progetto vero e proprio si ritiene comunemente che l’architetto sia stato l’Ammannati. Quanto alle decorazioni, queste si devono all’equipe di Prospero Fontana, esponente del manierismo bolognese, che trasferì direttamente il proprio cantiere da San Secondo di Parma, dove si era occupato delle decorazioni del salone delle gesta rossiane, a Città di Castello per l’affrescatura del salone dei “fasti vitelleschi”, ove sono ricordate le principali gesta dei più illustri membri della famiglia Vitelli. Alcune decorazioni sono comunemente attribuite dalla critica a Niccolò Circignani, detto il Pomarancio, ed altre a Cristofano Gherardi, detto il Doceno. Il palazzo è circondato da un ampio giardino a ridosso delle antiche

nell’ambito dell’antiquariato librario nazionale, uno dei più stimati ed apprezzati appuntamenti per studiosi, collezionisti e bibliofili in genere. Questo crescente successo lo si deve ad un insieme di fattori tra cui il livello degli espositori partecipanti e la qualità delle opere presentate e il luogo particolarmente apprezzato per i suoi tesori artistici, per le sue eccellenze enogastronomiche e per la cordialità dei suoi abitanti. Altro non secondario punto di eccellenza è costituito dalle prestigiose iniziative collaterali che, con la presenza di esperti e competenti relatori, consentono di realizzare conferenze e mostre documentarie originali e di elevato livello. Quest’anno tali iniziative vedranno protagonisti l’Università di Perugia con una conferenza a cura del Direttore del Dipartimento di Lettere prof. Mario Tosti e collaboratori ed una conferenza con mostra espositiva sui “fac-simili”, ideata dalla N.D. Vittoria De Buzzaccarini, proprietaria di “Charta” e “Alumina”, riviste di prestigio in ambito cartofilo.

L

La locandina dell’evento 2018.

mura urbiche, concepito all’italiana, in origine con quattro spicchi di pari grandezza attorno ad una fontana a mo’ di aiuole, il tutto impreziosito da collinette artificiali con particolari vegetazioni e da una peschiera, oltreché da un ninfeo delimitante il resede di pertinenza della cosiddetta palazzina Vitelli, destinata a casinò di caccia e impreziosita da importanti statue di cotto di manifattura umbra. Proprio in questo splendido scenario andrà a collocarsi l’intera mostra: a piano terra, verranno ospitati oltre 45 espositori provenienti dall’Italia e dall’estero. Gli stand, accuratamente allestiti e disposti in un percorso sistematico ma dinamico e non banale, risulteranno sia per i visitatori che per gli operatori funzionali e gradevoli. Da sottolineare come questo evento sia ritenuto

a cura di Giancarlo Mezzetti e Fabio Nisi Informazione Pubblicitaria

Liguria - 1685. Un’assoluta rarità dello Studio Bibliografico - Stampe Antiche TRIPPINI.


INCONTRO CON

CONCEPT MAGAZINE --- 15

ENZO NERI: QUANDO LA CUCINA DIVENTA ARTE LO CHEF TIFERNATE CHE DA ANNI LAVORA ALL’ESTERO, HA FATTO TAPPA A CITTÀ DI CASTELLO PER RITIRARE L’ATTESTATO DI BENEMERITO ASSEGNATOGLI DALLA SCUOLA BUFALINI. ECCO COSA CI HA RACCONTATO...

Enzo Neri è uno chef con una storia di successo iniziata a un’età matura. È brillante, determinato, simpatico e creativo. Qui lo vediamo alla consegna dell’attestato di benemerito.

nzo oggi siamo alla scuola Bufalini perché tutto è partito da qua. Ma quando ti sei accorto che la cucina era la tua passione?

E

Non credo di essere stato un gourmet sin da bambino. Mi ricordo che anche ai tempi dell’università, durante le cene con gli amici, al massimo lavavo i piatti! Vengo da tutt’altro background: ho fatto studi informatici e mi sono anche occupato di servizi di ingegneria biomedicale, ma durante il periodo universitario mi ero fidanzato con la figlia del proprietario di un ristorante. I week-end li passavo in quel luogo e lei, essendo appassionata di cucina, mi ha introdotto un po’ in questo mondo. Poi, una sera d’estate ho rivisto un ragazzo di Città di Castello che conoscevo e che aveva lavorato a Londra per un periodo. Aveva appena aperto un suo ristorante, così gli ho detto: “Come va il lavoro? Ti serve una mano?” E lui mi ha risposto: “Sì, passa da me domani mattina che ti faccio fare gli gnocchi”. Così dalla mattina dopo, per il resto dell’estate, sono rimasto nella sua cucina a imparare e a divertirmi! Sapevo di aver trovato la mia strada.

E poi cos’è successo? Poi sono partito per l’Irlanda e al ritorno mi sono iscritto ad un corso di cucina Scuola Bufalini di Città di Castello. Da allora tutti i miei interessi sono ruotati attorno alla cucina nell’intento di nutrire il mio desiderio più profondo, quello di creare con le mie mani qualcosa che potesse emozionare le persone. Sono

sempre stato appassionato d’arte e nella cucina ho ritrovato una forma di espressione che mi permette di “giocare” non solo con colori e forme, ma anche con i sapori portandomi a creare un’arte ancor più complessa. Ho iniziato poi a lavorare al ristorante “Il Postale” di Marco Bistarelli, unico ristorante a Città di Castello con una stella Michelin… è stata una vera sfida per me, proprio per gli standard molto alti di Marco. Mi è capitato anche di piangere qualche volta, ma ho imparato tantissimo e gli sono davvero grato.

Da Citta di Castello sei passato poi al resto del mondo! Lavorando molto con clienti stranieri avevo bisogno di imparare bene l’inglese, così sono partito per Londra dove ho iniziato a lavorare per un signore di San Giustino, Vasco, che aveva un ristorante lì dal 1971. Nei 10 anni successivi ho lavorato in diverse nazioni e ho imparato e inventato nuovi piatti assieme a grandi cuochi che mi hanno aiutato a diventare quello che sono oggi. In Spagna, ad esempio, ho lavorato per uno chef che mi ha aperto gli occhi sulla cucina molecolare, mentre al Ritz Carlton a Washington DC ho imparato le tecniche della cucina sottovuoto. Ho vinto premi a Londra, a Dubai e negli USA, perché sperimentavo sempre qualcosa di nuovo. Poi mi sono trasferito a New York e ho iniziato una nuova avventura come socio in un ristorante di Brooklyn… un’esperienza incredibile. Ma la sfida più grande è stata rimanere italiano abbracciando le culture diverse dei posti dove ho vissuto.

All’estero hai cercato di portare la nostra tradizione culinaria? Diciamo che all’estero ho sempre portato Città di Castello nel cuore e amo tanto la cucina del territorio, ma quando si lavora per gli altri si deve fare quello che viene richiesto dal mercato. Quando creo nuovi piatti penso sempre alla cultura da cui provengo, quindi cerco di usare anche delle spezie tipicamente nostre, quali ad esempio il finocchietto selvatico. Ci sono delle cose che mi porto dietro da sempre, quei sapori che non mi scorderò mai e che mi riportano ai tempi in cui ero bambino… bene, quei sapori cerco di inserirli in nuovi piatti con un pizzico di novità, perché la cucina, come la vita, è una continua evoluzione.

Da come parli intuisco che sei sì cittadino del mondo, ma che il tuo cuore è ancora strettamente legato a Città di Castello. Qual è il piatto tifernate che vorresti esportare all’estero? Mi sento fortemente tifernate perché amo la mia città, l’ho sempre amata e ho ancora tantissimi amici e la mia famiglia che vivono qui. Però non mi va di essere identificato con un piatto in particolare, perché creo sempre quello che mi sento al momento, ma ho dei ricordi molto forti che mi legano ad esempio al crostino ubriaco, al piccione arrosto e ai cappelletti in brodo.

Tamara Falaschi


Profile for Concept Magazine

luglio agosto 2018  

luglio agosto 2018  

Advertisement