Page 1

FRANCESCO COZZOLINO


DIRETTORE RESPONSABILE

GRAFICA E PUBBLICITÀ

Stefano Rossi

Graffio snc Via Cerboni, 9/B Città di Castello (PG) Cell. 339.2737187 - 347.5779550 79550 www.graffioadv.com info@graffioadv.com

EDITORE REDAZIONE Via Cerboni, 9/B - Città di Castello (PG) Tel. 075.3722093 www.conceptmagazine.it redazione@conceptmagazine.it

SOMMARIO PAG. 3 LE “CARTE DELLA SPOSA” DI SARAH MAKE-UP PAG. 4 ELLEMONO BAND: TRE PROPOSTE PER IL 2018! PAG. 5 COZZOLINO PRESENTA “LUCE ACCESA DI NOTTE” PAG. 8 PARENT PROJECT E FDM UNITE PER LA DISTROFIA

Graffio snc Città di Castello (PG)

STAMPA Litograf Editor srl Cerbara - Città di Castello (PG)

L’OROSCOPO di Stefania ARIETE In amore ti senti sempre in Paradiso. Venere è il tuo angelo custode e vuole vederti felice. Spazio al fitness!

TORO Sarà un mese pieno di impegni ma sarai sempre veloce e scattante. In amore Marte accende l’eros e cerca di creare le giuste premesse.

GEMELLI Ti mostri lucido e preciso nel lavoro. Possibili incontri personali e professionali. Marte evidenzia un problema legato a una vecchia casa.

CANCRO PAG. 9 IL LIBRO DI TAREK KOMIN CI PORTA A HIROI KATA PAG. 10 FILARMONICA LAMA: 40 ANNI DI MUSICA E SUCCESSI PAG. 11 RIPARTE LA STAGIONE TEATRALE TIFERNATE

Stai studiando nuove idee di lavoro o affari economici per assestare meglio le tue finanze? Mercurio incoraggia i progetti redditizi!

LEONE Nel lavoro ti muovi bene; oltre ad essere preciso, aiuti i colleghi in difficoltà. In amore ora è giunto il momento di fare sul serio.

VERGINE Un mese ricco di buone opportunità nel lavoro: assicurati risultati positivi a chi deve affrontare un colloquio o a chi cerca un impiego.

BILANCIA Venere fa divampare la voglia di provocazioni. Tante le novità in arrivo dai clienti lontani che profumano di successo!

SCORPIONE Hai l’entusiasmo giusto e non ti manca la grinta per importi agli occhi di chi conta. Sei single? Vele spiegate in cerca della mezza mela!

SAGITTARIO Stai vivendo una storia amorosa sull’incerto ma è ora di scoprire le carte e infiammare i cuori. Nel lavoro non avere nessun indugio.

CAPRICORNO Serena la vita a due, speciali i nuovi amori, ma in qualche famiglia c’è molto da chiarire: è ora di parlarne una volta per tutte.

ACQUARIO In qualche coppia l’intesa potrebbe vacillare... ma grazie a Plutone il feeling con la tua metà tornerà ad essere sempre alto!

PESCI Hai tanti progetti in testa ed alcuni sono azzeccati. Non temere di sbagliare, l’ultimo spicchio di Luna è garante del tuo successo.


INCONTRO CON

CONCEPT MAGAZINE --- 03

LE “CARTE DELLA SPOSA” DI SARAH MAKE-UP SARAH MANCINI, NOTA CONSULENTE IMMAGINE DI CITTÀ DI CASTELLO, HA BREVETTATO IL PRIMO WEDDING GAME PER LA SCELTA ACCURATA DEI SERVIZI DEDICATI AL GIORNO DEL MATRIMONIO.

Sarah Mancini e le “Carte della Sposa”!

S

ararah! So che hai una novità per le future spose!

E Esatto! Ho strutturato un nuovo metodo che permette loro di scegliere il proprio pacchetto sposa in modo unico e divertente. Ho ideato il Wedding Game “Carte della Sposa” di Sarah Mancini Make-up. Si tratta di vere e proprie carte da gioco numerate che hanno come seme il cuore, ovviamente! Le illustrazioni sono state realizzate su commissione da Lucia Biagioni e nel retro riportano la descrizione di specifici servizi che posso offrire per il matrimonio. Ogni servizio è contraddistinto da un numero che corrisponde ai punti che esso vale (a seconda del costo) e alcuni non hanno punti perché sono gratuiti. Le carte sono 17 e si possono scegliere tutte o anche solo una. Al termine di ogni colloquio (gratuito) con la sposa, le faccio scegliere le carte, ovvero i servizi che vorrebbe per il matrimonio e le scatto una fotografia con in mano le carte scelte. Questo metodo è una mia esclusiva ed è stato depositato con il marchio di “Sarah Make-up”.

alla cura della pelle, perché il trucco dovrà solo servire ad esaltare la bellezza, non a mascherarla; “L’Analisi del Colore” per scoprire quali sono i colori che ci valorizzano, soprattutto per il giorno del matrimonio: esistono varie tonalità di bianco e noi andremo ad individuare quali sono le più adatte per ogni sposa; la “Prova Make-up” per studiare alla perfezione il trucco che armonizzi la morfologia con le proprie nuance naturali e concordi con l’abito e il colore tema del matrimonio; “L’Acconciatura”, consulenza che ipotizza quale hairstyle adottare: colore, taglio, acconciatura secondo il metodo scientifico del consulente immagine per scoprire cosa realmente ci valorizza; “L’Abito da Sposa”, il metodo che dopo aver analizzato la forma fisica, tenendo conto dell’armocromia e dello stile, individua l’abito perfetto. Questa consulenza dovrebbe essere una delle prime, perchè dall’abito dipenderà tutto lo stile del matrimonio; “L’Ultima Prova Prima del Sì” (gratuita), un’opportunità che si può sfruttare per l’ultimo feedback prima del grande giorno; il “Kit Emergenza Sposa”, da consegnare alla testimone più adatta, che dà la possibilità di portare con sè i prodotti indispensabili per ogni evenienza; il “Servizio a Domicilio” o il “Servizio in Sede” adatto alle spose che preferiscono staccare un po’ la spina prima della cerimonia; il “Make-up Mamma della Sposa” che ovviamente può essere esteso a qualsiasi altra donna a cui si tiene particolarmente; il “Trucco Damigelle” per coloro che, sempre più spesso, le vogliono all’altare; tengo poi particolarmente alla carta “Assistente Make-up” (Michela Mancini) perchè questo ruolo, in alcuni casi, è fondamentale per la preparazione della sposa, soprattutto quando le damigelle sono numerose; il “Make-Up Uomo”, servi-

zio di make-up correttivo per chi accompagnerà la sposa all’altare; infine “L’Esclusiva”, ovvero la possibilità di avermi al proprio fianco per tutto il tempo della preparazione, fino al momento della cerimonia.

Il wedding game è già iniziato? Ho già iniziato a sperimentare questo metodo ed ho constatato che le ragazze si trovano subito a proprio agio e si divertono scegliendo il loro pacchetto ideale e su misura. Inoltre è utile anche per me, perché tramite questo supporto visivo, riesco a spiegare meglio tutto ciò che sono in grado di offrire. Lo scopo di questo metodo è quello di permettere alla sposa di arrivare al giorno del matrimonio con tranquillità, contando sull’appoggio di una consulente immagine che le resterà accanto in ogni fase della preparazione. Per usufruire al meglio del servizio è fondamentale il fattore tempo.

I servizi possono diventare anche una lista nozze? Certo! A chi vuole regalare alla sposa uno dei servizi da lei scelti, io rilascerò un coupon con scritto il servizio scelto e il nome della persona che lo ha regalato.

Dove possiamo trovarti? Potete venirmi a trovare e vedere il Wedding Game “Carte della Sposa” alla fiera “Eco&Wedding” che si svolgerà il 21 gennaio ad Umbertide presso il Museo di Santa Croce. Solo per questa occasione strutturerò delle promozioni sposa vantaggiose (sconto fiera) e pacchetti in collaborazione con “Riflesso Hair Studio”. Inoltre potete contattarmi tramite la mia pagina Facebook “Sarah Make-up”… vi aspetto! Tamara Falaschi

Ci descrivi brevemente ogni carta? Le carte sono: “La Truccatrice”; “La Sposa”; “Make-up Sposa”, eseguito con cosmetici performanti di alta qualità e postazione cinematografica con luci EU; “Il Colloquio”, che offro gratuitamente; la “Consulenza Cosmetica”, incontro dedicato

dell ellaa Sposa” che compon ngono ngon n l’originale weddin ng game gaa targato Sarah Ma ancini ancin ci Make up Alcune “Carte della compongono wedding Mancini Make-up.


INCONTRO CON

4 --- CONCEPT MAGAZINE

ELLEMONO BAND: TRE PROPOSTE PER IL 2018! ABBIAMO INCONTRATO IL NOTO GRUPPO ALTOTIBERINO CHE CI HA PRESENTATO LE SUE TRE FORMAZIONI IDEALI PER FESTE DI PIAZZA, SAGRE, MANIFESTAZIONI E MATRIMONI AL RITMO DEGLI ANNI ‘90.

Tommaso Falleri e Gianluca Ulivi. Al centro e poi a destra, durante un live, troviamo Luca Pacciarini, Gianluca Ulivi, Tommaso Falleri e Diego Rossi. Foto by Leyla B. Photography.

C

hi è la Ellemono Band e da chi è formata?

Siamo una cover band composta da 5 musicisti con esperienza pluriennale nel settore. Dopo alcuni cambiamenti, da circa 2 anni questa è la nostra line up: Gianluca Ulivi frontman e voce principale del gruppo, Luca Pacciarini alla chitarra elettrica, Diego Rossi alla tastiere e voce, Tommaso Falleri al basso elettrico e cori, Luca Giuliani alla batteria. Il nostro è uno show capace di adattarsi alle esigenze di ogni contesto, in particolare alle discoteche, ai pub, alle feste di piazza o alle sagre, fino ai matrimoni. Il nostro punto di forza è l'aver creato uno spettacolo totalmente suonato dal vivo che va dagli anni '60 ai '90, fino alle ultime hit del momento. Il nostro repertorio comprende i classici italiani come Battisti, Battiato, Zero, Nomadi, Tozzi, Gaetano, Jovanotti ed internazionali come Jackson, Queen, Duran Duran, Village People, Beatles, riarrangiati in chiave rock, pop, dance, ska e rockabilly, il tutto pensato per far ballare, cantare e divertire il pubblico! Disponiamo di due diverse strumentazioni audio: una più piccola sia in grandezza fisica che in potenza, per piccoli ambienti, e un‘altra più grande, da usare nelle situazioni più svariate come ad esempio una piazza. A completare il nostro palco, le immancabili luci a led per creare scenografie ed effetti particolari.

Per quale genere siete più apprezzati? Durante i nostri live abbiamo rilevato la tendenza del pubblico a preferire i medley Anni '90 e 883. Dato che, essendo solo dei medley, venivano suonati in

versione ridotta, ci è venuta l'idea di creare altre 2 band sotto il brand “Ellemono” che facessero degli anni '90 il loro punto di forza. Sono nati dunque gli altri 2 progetti: TuttoMax 883 & Max Pezzali tribute band e Ellemono 90210 Live Party anni '90. La scelta di una scaletta di questo tipo è scaturita anche dalla nostalgia di quei tempi che noi stessi abbiamo vissuto. Ciliegina sulla torta è stata la somiglianza vocale del nostro frontman, Gianluca Ulivi, con Max Pezzali. Parlando più internamente del progetto “Ellemono 90210”, la scaletta è improntata sui generi Dance anni '90, quindi Gigi D'Agostino, Eiffel 65, Robert Miles, Prezioso feat Marvin, Corona ecc. e Punk-Rock, con nomi del calibro dei Green Day, Blink 182, The Offspring, Blur, Liquido ecc.. Non mancano, ovviamente, anche alcune delle migliori hit degli 883 che completano la scaletta.

Dove possiamo venire a sentirvi dal vivo? Suoniamo prevalentemente in Toscana, Umbria, Marche ed Emilia Romagna, ma ci spostiamo anche in tutta Italia. Alcune manifestazioni a cui abbiamo partecipato contavano centinaia di partecipanti ed è stato davvero emozionante suonare davanti a così tante persone. Abbiamo poi preso parte a diversi eventi di successo come la Festa della Birra di Pieve Santo Stefano, I Mercoledì di Anghiari, varie serate di Capodanno al Teatro Dante e in Piazza Torre di Berta a Sansepolcro, la Beerart Fest a Monterchi, il Faldo Fest a Montone e la Sagra della Pecora a Lerchi. Altri invece in giro per il centro Italia: il

Roccone Festival di Piancastagnaio (SI), il Chiringuito Bar di Rimini, le Notti Rosa di Siena e, sempre nella provincia toscana, la Festa della Nobile Contrada dell'Oca. Per quanto riguarda i prossimi eventi, a gennaio abbiamo due appuntamenti: sabato 13 al Bar-rino di Sarsina (FC) e sabato 27 Black Sheep Tavern di Terni. Per Febbraio ci aspetta un concerto sabato 17 al bar Castello di Sassoferrato (AN). Detto questo, non avete scuse, ora sapete dove andare quei giorni!

Come possiamo contattarvi? Potete contattarci al 339.4268360 oppure trovarci su FB alle pagine Ellemono Band, Tutto Max 883 & Max Pezzali Tribute Band, Ellemono 90210 Live Party anni '90 e su Instagram al profilo Ellemonoband. Il nostro sito è www.ellemono.it dove potrete restare aggiornati sulle date dei concerti, news, e su Youtube al canale Ellemono Cover Band dove troverete sempre nuovi video. Il nostro indirizzo di posta elettronica è ellemonoband@gmail.com. Stefano Rossi

Il batterista Luca Giuliani.


INCONTRO CON

CONCEPT MAGAZINE --- 5

COZZOLINO PRESENTA “LUCE ACCESA DI NOTTE” NELLO SCORSO NUMERO DI CONCEPT MAGAZINE FRANCESCO CI AVEVA ANNUNCIATO L’IMMINENTE USCITA DEL SUO ATTESO ALBUM E ORA CI SIAMO! IL DISCO VERRÀ PRESENTATO AL PUBBLICO IL 3 FEBBRAIO DA “ARTÈ”.

Copertina a cura di Alessandro Renzini e Mario Leandri.

Dove potremo acquistare o ascoltare l’album?

Il medico autore di canzoni Francesco Cozzolino presenterà “Luce accesa di notte” sabato 3 febbraio.

F

rarancesco, il 3 febbraio esce il tuo atteso album!

Finalmente posso annunciare l’uscita dell’album “Luce accesa di notte”, del quale avevo già parlato nello scorso numero di Concept Magazine. Verrà presentato sabato 3 febbraio, alle ore 18:00, presso il circolo culturale “Artè” di Daniela Brodi a Città di Castello. Alla presenza di tutte le testate giornalistiche locali e di tutti i musicisti che hanno suonato nell’album, parlerà anche il produttore del disco, Maurizio “Bozorius” Bozzi, che è anche arrangiatore dei brani assieme a Mirko Montanari. Assieme a quest’ultimo e ad altri musicisti suonerò poi in versione acustica 3 degli 11 brani contenuti nel CD.

musica. Ciò che lega tutti i brani è invece il fatto di essere stati scritti a Città di Castello, che io amo, e già proposti al pubblico nei vari concerti che ho fatto in giro per l’Italia.

C’è una canzone che racconta anche un po’ di te? Beh, in effetti un brano autobiografico c’è e si intitola “Una canzone in più”, dove parlo di me e del mio amore per la musica che viene riassunto in questi versi: “Se è l’ebbrezza che mi da / Una canzone in più / La scriverò con il sorriso in faccia e tu / Se poi l’ascolterai e ti sembrerà diverso / Il mondo che respiri ad occhi chiusi io / Io ti ringrazierò…”.

Il disco verrà promosso nelle radio locali e nazionali e si potrà acquistare (per intero o a singolo brano) su tutte le piattaforme on-line (iTunes, CD Baby, ecc…), dai siti internet www.francescocozzolino.com e www.drycastle.com, oltre che in tutti i negozi di musica della zona.

Questo progetto non si esaurisce qui vero? Questa uscita è la conclusione del percorso musicale live che ho fatto fino a poco tempo fa, ma il progetto va oltre… Innanzitutto girerò il mio terzo video, dopo “Solo nel sole” e “Non è così”, che uscirà a breve e poi ho in mente di tenere un concerto, magari in teatro, con una band formata da musicisti di cui ho grande stima, ma non vi svelo altro! Tamara Falaschi

Parlaci di questo tuo ultimo lavoro. Pur non essendo un concept album, “Luce accesa di notte”, prodotto dalla Drycastle Records, è un disco cantautoriale dove molti brani parlano dei musicisti. Non parlo dunque di musica, ma proprio della vita di chi fa musica: la vita del musicista che va all’estero, lascia il suo affetto lontano da sé e si imbatte in un’avventura perché si sente solo; la vita dell’artista che ha difficoltà nella vita quotidiana, e così via. Spaccati di vita raccontati dal punto di vista di un musicista. Poi ci sono altri brani che invece parlano in generale dell’amore per la

Foto del retro copertina del disco. Questo scatto e tutte le foto per il sito sono di Benedetta Tosi.


INCONTRO CON

8 --- CONCEPT MAGAZINE

PARENT PROJECT E FDM UNITE PER LA DISTROFIA LE DUE ASSOCIAZIONI DA MOLTI ANNI ORGANIZZANO INIZIATIVE VOLTE A FINANZIARE LA RICERCA SCIENTIFICA PER QUESTA PATOLOGIA MUSCOLARE: PROSSIMO APPUNTAMENTO “BATTISTI IN ROCK”.

A sinistra la locandina dell’evento “Battisti in Rock” previsto per il 13 gennaio. A destra i Simples Strangers. Renato Pescari presidente di FDM.

R

e parlaci delle associazioni FDM e Parent enato, Project e delle loro finalità.

L’Associazione Distrofia Muscolare (FDM) di Città di Castello, è nata nel 1993 da un gruppo di genitori per promuovere ed organizzare iniziative volte a finanziare la ricerca scientifica su questa patologia. L’associazione tifernate, che opera in tutto il territorio della Valtiberina umbro-toscana collabora attivamente con l’associazione Parent Project onlus con la quale ne condivide gli obiettivi. Parent Project onlus è un’associazione di pazienti e genitori con figli affetti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker. La Onlus è nata in America grazie al volere di una donna, madre di figli malati di distrofia muscolare. Dal 1996 lavora per migliorare il trattamento, la qualità della vita e le prospettive a lungo termine di bambini e ragazzi attraverso la ricerca, l’educazione, la formazione e la sensibilizzazione.

Cos’è la distrofia muscolare? La distrofia muscolare di Duchenne

colpisce 1 su 3.500 neonati maschi. È la forma più grave delle distrofie muscolari, si manifesta nella prima infanzia e causa una progressiva degenerazione dei muscoli, conducendo, nel corso dell’adolescenza, ad una condizione di disabilità sempre più severa. Al momento, non esiste una cura. I progetti di ricerca e il trattamento da parte di un’équipe multidisciplinare hanno permesso di migliorare le condizioni e raddoppiare l’aspettativa di vita.

Quali progetti FDM ha portato avanti negli ultimi mesi? Abbiamo ospitato, lo scorso giugno, a Città di Castello un importante Meeting Territoriale sulla distrofia muscolare che ha affronato il tema della gestione clinica dei giovani pazienti. All’incontro erano presenti importanti dottori e ricercatori provenienti dagli ospedali Gemelli e Bambin Gesù di Roma e anche docenti dell’Università di Ferrara, oltre che psicologi e fiosioterapisti. Durante il corso dell’anno, inoltre, molte iniziative a livello locale e territoriale devolvono i loro incassi alla nostra associazione. Appuntamenti ormai fissi sono il Torneo

della Junior Tiferno di aprile, “Note solidali” in collaborazione con la Scuola Novamusica e il Memorial Donato Fezzuoglio che si tiene a Cerbara in settembre, arrivando così al 2018 con una novità, l’evento live dei Simple Strangers dal titolo “Battisti in Rock”, previsto in questi giorni.

Parlaci dell’evento “Battisti in Rock”. Sabato 13 gennaio, presso il Teatro degli Illuminati di Città di Castello, i Simple Strangers daranno vita al concerto “Battisti in Rock”. Questa speciale serata musicale, promossa da FDM, avrà come protagonista la musica di Lucio Battisti: la band tifernate dedicherà un omaggio al cantautore, interpretando alcuni dei suoi brani più famosi in chiave rock. Sarà un evento musicale imperdibile! Le donazioni raccolte verranno destinate alle attività dell’associazione FDM e Parent Project, che comprendono il finanziamento di progetti di ricerca scientifica sulla patologia e il sostegno a pazienti e famiglie attraverso la rete del Centro Ascolto Duchenne.

Alcuni scatti realizzati durante alcuni eventi e convegni a Roma organizzati dalla sede italiana dell’Associazione Parent Project.

Stefano Rossi


INCONTRO CON

CONCEPT MAGAZINE --- 9

IL LIBRO DI TAREK KOMIN CI PORTA A HIROI KATA A DUE ANNI DALL’ULTIMO ROMANZO ABBIAMO INCONTRATO LO SCRITTORE BITURGENSE CHE CI HA PRESENTATO IL SUO NUOVO ROMANZO CHE AFFRONTA IL DIFFICILE RAPPORTO TRA DUE FRATELLI. un bel decennio. Ho cercato di sottolinearne anche alcune sfumature inserendo nel romanzo anche citazioni musicali tipiche di quel periodo.

La presentazione è stata un successo…

A sinistra lo scrittore Tarek Komin. A destra il suo nuovo libro appen uscito “Hiroi Kata”.

T

ar è appena uscito il tuo terzo romanzo, ce ne arek, vuoi parlare?

Lo scorso mese è uscito il mio nuovo romanzo intitolato “Hiroi Kata” per la Bertoni Editore di Perugia, una piccolagrande casa editrice umbra che ha creduto da subito al mio nuovo progetto, dopo il grande successo riscosso nel 2015 con “Emilio Seminci e i giorni dell’Umanesimo”, che è arrivato ora alla seconda ristampa. Si tratta della mia sesta pubblicazione perché in passato ho avuto il piacere di scrivere anche una raccolta di racconti e due raccolte di poesie, la più recente, uscita a gennaio 2017, intitolata “Il nido delle Tasche” per Augh Edizioni di Viterbo. La scrittura è una passione che ho sempre coltivato, a 16 anni infatti iniziai a scrivere quello che poi è stato il mio primo romanzo, “Moon”, uscito quando ne avevo 18.

legame. È un romanzo d’avventura con una narrazione molto serrata e incalzante, capitoli brevi e veloci, quasi un taglio cinematografico. In alcuni momenti il libro diventa anche più intimo e introspettivo. Il romanzo si apre con uno dei due fratelli che si sveglia e si ritrova in questa isola apparentemente deserta. Tra i temi trattati sicuramente possiamo trovare la memoria e il ricordo ma quello centrale è sicuramente il perdono, argomento sempre difficile da analizzare un po’ per tutti, uno scoglio, una parete, con cui confrontarsi...

Perché proprio la Guerra Fredda e gli anni ’80? È un periodo che mi ha sempre affascinato. Soprattutto gli anni della guerra in Vietnam, una nazione che mi ha sempre incuriosito, che vorrei visitare in futuro. Sarò di parte, perchè nato proprio nel 1984, ma gli anni ‘80 per me sono proprio

La presentazione del libro si è tenuta a dicembre presso il wine bar “Il Duca” di Città di Castello e animata dal mio presentatore di fiducia, Mirco Giubilei. Abbiamo costruito, com’è nostra abitudine fare, un pomeriggio diverso e particolare lanciando delle sensazioni e degli stimoli al pubblico attraverso video teaser evocativi sulle atmosfere del periodo di ambientazione più che sul libro stesso, senza svelare nulla, ma incuriosendo gli intervenuti. È stato un piacevole incontro e credo che i partecipanti si siano divertiti!

Dove possiamo trovare la pubblicazione? Il libro “Hiroi Kata” si può trovare presso la Libreria Paci “La Tifernate” di Città di Castello oltre che nel sito di Bertoni Editore e negli store on-line come IBS o Amazon. Uscendo dalla vallata, la casa editrice vanta numerosi punti vendita: la “Libreria Grande” o la “Libreria dei Filosofi” a Perugia, il “Mondadori Point” a S. Maria degli Angeli o “Musica e Libri” a Bastia Umbra, tanto per citarne alcuni. Infine nella mia pagina Facebook (www.facebook.com/LibriDiTarekKomin) potete trovare altre curiosità e informazioni su “Hiroi Kata” e sulle altre mie pubblicazioni. Cliccate mi piace e seguitemi! Stefano Rossi

Di cosa parla “Hiroi Kata”? Non vorrei fare tanti spoiler… altrimenti si perde il gusto di leggerlo… posso però dire che la storia è ambientata nel 1984, anni della Guerra Fredda, nell’isola delle Filippine Hiroi Kata, appunto, anche se in realtà ci sono tanti salti temporali. La vicenda, infatti, sfiora varie epoche: quasi un mosaico che il lettore può divertirsi a ricostruire capitolo dopo capitolo. Protagonisti del romanzo sono due fratelli e il loro difficile rapporto: interessante è il parallelismo che si sviluppa tra la Guerra Fredda e il loro complicato

Alcuni momenti della presentazione del libro che si è tenuta lo scorso 17 dicembre a Città di Castello.


10 --- CONCEPT MAGAZINE

INCONTRO CON

IL PRESIDENTE DELLA NOTA BANDA MUSICALE, VALERIO MEARELLI, FA UN BILANCIO DELL’ANNO APPENA TRASCORSO E CI SVELA QUALI SARANNO I FESTEGGIAMENTI PER IL TRAGUARDO CHE LI ATTENDE NEL 2018.

A sinistra: “Festival Internazionale delle Bande Musicali” di Giulianova. Al centro: il logo del quarantennale. A destra: esibizione a Prudnik (Polonia).

V

alalerio, il 2017 è stato un anno di soddisfazioni!

Il 2017 è stato un anno importante per noi. Il riconoscimento più grande è venuto dal “Festival Internazionale delle Bande Musicali” di Giulianova, tenutosi a giugno, dove abbiamo vinto il 1° premio come “Miglior Banda con Majorettes”. Avevamo già partecipato a questo importante concorso nel 2009 vincendo come “Miglior Banda”, ma questa volta la soddisfazione è stata maggiore perché è stata riconosciuta la qualità dell’intero gruppo (banda e majorettes). La nostra associazione è unica nel suo genere: non esistono in Italia altre formazioni che uniscono la musica funky e rock (perché questo è il genere che proponiamo), al ballo… questo mix è la nostra forza! Altra grande soddisfazione è stata l’alta partecipazione alla nostra attività: erano anni che non eravamo numericamente così numerosi! Veder sfilare per le strade in parata circa 70 persone è uno spettacolo per gli occhi. Il 2017 è stato poi anche l’anno della trasferta in Polonia che, oltre a rafforzare il gemellaggio quindicinale con la città di Prudnik, ci ha permesso di rafforzare anche il legame fra di noi. In questa occasione ci siamo esibiti anche in Repubblica Ceca a Jesenik. Infine la ciliegina sulla torta è stata l’esibizione a “Eurochocolate” dove ci siamo esibiti di fronte a 10.000 persone. È stata un’occasione unica che ci ha permesso di farci notare anche all’estero, grazie anche al video ufficiale dell’evento che ci ha visti protagonisti e che ha raggiunto quasi 20.000 visualizzazioni.

Avete anche iniziato un importante progetto musicale con le scuole, vero? Si, in collaborazione con Novamusica e con la Scuola Elementare di Lama, abbiamo dato il via ad una classe sperimentale musicale con un percorso triennale, dalla terza alla quinta elementare. La classe viene divisa in due sezioni: una dedita agli strumenti ad ancia (clarinetto e sax) e l’altra agli ottoni (tromba, trombone, bombardino, ecc...) con due insegnanti che una volta a settimana impartiscono lezioni di strumenti per banda. La banda di Lama e Novamusica hanno offerto sia gli strumenti che gli insegnati. Si tratta di un investimento importante che, alla fine di ogni triennio, potrà portare alla nostra associazione decine di nuovi musicanti, oltre a far avvicinare i bambini al meraviglioso mondo della musica.

Nel 2018 celebrate invece i 40 anni di attività. Come li festeggerete? Il 40mo anno di attività dovrà innanzitutto servire a mostrare alla cittadinanza e alle realtà vicine cosa è stato fatto in questi anni: pubblicheremo dunque un libro celebrativo che ripercorrerà la nostra storia, realizzeremo dei video che proietteremo durante il “Festival di Musica e Folclore” a luglio e, sempre durante il festival, organizzeremo una serata indimenticabile che ripercorrerà la nostra storia musicale grazie alla partecipazione diretta di tutti gli ex Maestri della banda, degli ex musicanti e delle ex

majorettes che si esibiranno nel vecchio repertorio della nostra associazione. Una serata amarcord che crediamo emozionerà tutti e che si concluderà con l’esibizione dell’attuale formazione.

Quali sono i vostri prossimi obiettivi? L’obiettivo è quello di proiettare questa realtà musicale a livello nazionale, ma soprattutto coinvolgere sempre più giovani nella nostra associazione che, oltretutto, è anche un modo per divertirsi in un ambiente sano che offre la possibilità di viaggiare grazie alla musica.

Come possiamo contattarvi? Potete chiamare me al 339.1797111, oppure scrivere a info@filarmonica-lama.it. Per essere aggiornati sulle nostre attività potete visitare la pagina Facebook “Filarmonica E Majorettes Lama”. Informazione Pubblicitaria

Stefania Boschi

L’esibizione a “Eurochocolate” 2017.


PASSIONI

CONCEPT MAGAZINE --- 11

RIPARTE LA STAGIONE TEATRALE TIFERNATE SONO ANCORA CINQUE GLI APPUNTAMENTI IN CARTELLONE PER IL TEATRO DEGLI ILLUMINATI DI CITTÀ DI CASTELLO, RICCO DI NOMI E VOLTI NOTI, GRAZIE ANCHE ALLA PARTNERSHIP CON IL TEATRO STABILE.

A sinistra gli attori della commedia “Le Prenom” e a destra l’attrice Lucia Calamaro di “Anatomia di una Solitudine”.

oon l’arrivo del 2018 torna la Stagione di Prosa del Teatro degli Illuminati con ben cinque appuntamenti in cartellone. Grandi attori e grandi autori saliranno sul palco tifernate nella ricca stagione inaugurata lo scorso ottobre. Anche quest’anno si potrà vedere una sintesi delle migliori espressioni del teatro italiano contemporaneo, grazie al lavoro di ricerca e selezione che il comune tifernate ha fatto a braccetto con il Teatro Stabile dell’Umbria. Una serie di spettacoli ancora tutti da gustare per la varietà e la qualità delle produzioni, che portano in Altotevere nomi eccellenti del teatro. Il primo appuntamento del 2018 è, lunedì 15 Gennaio, “Le Prenom” nella versione italiana di Fausto Paravidino, saga di quarantenni a confronto che ha meritato sei nominations al Prix Moliere, con Alessia Giuliani, Alberto Giusta Davide Lorino, Aldo Ottobrino, Gisella Szaniszlò. Domenica 4 Febbraio “Il Giuramento” con David Coco racconta del Fascismo, dell’Università e di quando il Rettore comunicò a Mario Carrara la data del

C

giuramento di fedeltà al re e al duce. Lui disse di no e solo altri 11 accademici in Italia lo fecero. Ma le sue motivazioni, non politiche, rivelano un dissenso che ha radice nel concetto di umanità. Venerdì 23 Febbraio va in scena “Oseman, Il Cielo”, ispirato alla poetica delle opere di Magritte e Chagall, mentre venerdì 9 Marzo Lucia Mascino è la protagonista di “Anatomia di una Solitudine”, spettacolo di Lucia Calamaro dedicato alla poetessa Idea Vilariño, una delle voci più amate del Sud America. Nonostante una copiosa produzione ispirata al tema del suicidio, visse molto a lungo. Una vittoria, sempre sul filo, della vita sulla morte. Martedì 3 aprile si chiude con l’ultima esclusiva “Qualcuno Volò sul Nido del Cuculo”, regia di Alessandro Gassmann con Daniele Russo e Elisabetta Valgo, una produzione Fondazione Teatro di Napoli, che ha sbancato i botteghini. Lo scrittore Maurizio de Giovanni ha rielaborato il testo di Milos Forman, trasferendo l’ambientazione all’interno dell’ospedale psichiatrico di Aversa nel 1982. Tutti gli spettacoli inizieranno avranno inizio alle ore 21:00.

Naturalmente è tornato anche il Teatro Ragazzi e per aprire la seconda sessione, dopo la pausa natalizia, è stata scelta la rivisitazione de “Il ragno con la Voglia di Gelato”, interpretato per l’occasione da Marta Bistarelli, Irene Bistarelli, Mauro Silvestrini, Albero Smargiassi. Si va in scena il 21 gennaio, con due rappresentazioni, alle 15:30 e poi alle 17:00. “Ernesto, Fantasma Maldestro”, il 28 gennaio, è invece la proposta del Castellaccio, liberamente ispirato a Il fantasma di Canterville, adattandolo alla sensibilità di un pubblico dai 5 anni. Il cartellone si compone di altre tre domeniche: il 18 febbraio con “Italiano Vero” di NoDimension ASD, per i bambini dai sette anni, “Tarantella di Pulcinella” di Accademia Creativa domenica 4 marzo, dai quattro anni in su, e per chiudere “Terra chiama Tommy” di Politheater, dai cinque anni. Altra novità sarà il debutto sul palco degli Illuminati della prima rassegna di teatro amatoriale di compagnie locali, che esordirà in via sperimentale proprio nel corso dei prossimi mesi. Stefano Rossi


Profile for Concept Magazine

Gennaio 2018  

Gennaio 2018  

Advertisement