Page 1

SIMPLE STRANGERS n.

aprile2014

112


SOMMARIO

L’OROSCOPO di Stefania

PAG. 3 SARA PRESENTA LA NUOVA SEDE DELLA SCUOLA

ARIETE

PAG. 4 GOBLIN SI È RIFATTA IL LOOK PER IL DECENNALE

TORO

Gli amici sono importanti, perciò non trascurarli: durante le feste pasquali fatti vivo anche con chi non vedi o senti da tempo.

Sì alle novità e a tutto ciò che ti si propone di innovativo. Passerai delle piacevoli domeniche primaverili che ricorderai tutta la vita.

PAG. 6 IL DEBUTTO IN RADIO DELLA “NOSTRA” ARIANNA

GEMELLI

PAG. 7 TARTARUGA: DA OGGI UNA POSTA ALTERNATIVA

La parola d’ordine è meno stress! Controllati nell’alimentazione e riposati durante le festività pasquali... l’estate è vicina!

CANCRO

PAG. 9 11 APRILE: L’ATTESO LIVE DEI SIMPLE STRANGERS

Un’importante serata mondana aprirà le porte del tuo animo: incontrerai una persona speciale che non riuscirai più a dimenticare.

PAG. 10 C’ERA UNA VOLTA LO SPAZZACAMINO, E ADESSO?

LEONE

PAG. 11 RICONOSCI LE TUE ALLERGIE ED INTOLLERANZE

VERGINE

Fortuna al gioco e fortuna in amore: sarà un mese davvero brillante e vincente! Vivrai ottimi incontri e piacevoli situazioni con gli amici.

Con l’arrivo della bella stagione è arrivato il momento di dedicarti di più a te stesso. Relax, risposo, cura del corpo, fitness e wellness.

PAG. 13 AD ORVIETO ARRIVANO I GOLOSI DEL GELATO

BILANCIA

PAG. 14 ALESSIO ZUCCHINI: VOLTO ALTOTIBERINO DEL TG1

Questo è il mese adatto per prendere delle decisioni legate al lavoro: è giunto il momento di dare una svolta ed essere più determinato!

SCORPIONE

PAG. 15 INSEDIAMENTO TEMPLARE

Viaggi all'estero. Privilegi in tutti gli ambiti. Vacanze pasquali al top, sotto il sole di qualche meta esotica. Un mese positivo in tutti i sensi!

SAGITTARIO É giunto il momento di organizzare la gita fuori porta di Pasquetta: scegli una meta originale e stupisci il tuo partner con una sorpresa!

CAPRICORNO Cerca di essere meno goloso di uova di cioccolato anche se in questo periodo sarà davvero difficile. Rifletti molto sul tuo legame affettivo.

ACQUARIO Si schiarisce l'orizzonte e tornano a splendere anche umore e sorriso. Pianifica nel dettaglio le tue vacanze di Pasqua. Fortuna al gioco!

PESCI Volgerai a tuo vantaggio varie situazioni e una conoscenza si rivelerà un’ottima chance per la tua crescita professionale... non farla sfuggire!

DIRETTORE RESPONSABILE Stefano Rossi

EDITORE REDAZIONE

Graffio snc Città di Castello (PG)

Via Cerboni, 9/B _ Città di Castello (PG) Tel. 075.3722093 _ Cell. 393.9284293 www.conceptmagazine.it redazione@conceptmagazine.it

STAMPA

Litograf Editor srl Cerbara _ Città di Castello (PG)

GRAFICA, MARKETING E PUBBLICITÀ CITÀ Graffio snc Via Cerboni, 9/B Città di Castello (PG)

RESPONSABILE

Tamara Falaschi Cell. 339.2737187 _ 347.5779550 www.graffioadv.com

Concept Magazine _ Mensile d’informazione e cultura. Iscr. Trib. di Perugia del 07/10/2008 n. 30/2008.


PASSIONI

CONCEPT MAGAZINE --- 3

SARA PRESENTA LA NUOVA SEDE DELLA SCUOLA DA CIRCA QUATTRO MESI “ACADEMY BALLET” HA TRASFERITO LA SUA SEDE IN UNA NUOVA LOCATION, MOLTO PIÙ GRANDE, DINAMICA E MODERNA. TANTE LE TIPOLOGIE DI DANZA E LE DISCIPLINE PROPOSTE.

La novità proposta per il prossimo anno accademico da “Academy Ballet”: la danza aerea.

La titolare della scuola di danza Sara Papa.

L

a scuola di danza “Academy Ballet” diretta da Sara Papa, lo scorso dicembre ha inaugurato la sua nuova sede in Via Bucchi 24, vicino al commissariato di Polizia di Città di Castello. La struttura si sviluppa su 300 metri quadri dedicati alla danza, per tutte le discipline e per tutte le età. Si parte dalla danza classica, di repertorio, passo a due, modern-jazz, hip hop, break dance, danza del ventre, zumba, latino americano. Tante discipline, tanti docenti preparati e qualificati come la stessa direttrice Sara Papa e le assistenti Sara Bracchini, Lucia Martinelli e Cecilia Perioli, che periodicamente si aggiornano attraverso importanti seminari per docenti. Lo scorso dicembre si è tenuto il corso di “Metodologia di Danza Classica” tenuto dalla professoressa Nicoletta Pizzariello, docente dell’Accademia Nazionale di Danza di Roma, e svoltosi proprio all’interno dell’Academy Ballet. Per l’insegnamento dell’hip hop confermato il docente Carlo Ballarini e per la break dance confermata la coppia vincente Kevin e Ivan. Per le lezioni di danza del ventre ritroviamo invece la ballerina Erika Calleri, che tutti probabilmente conoscerete come “Sherazade”.

Infine per le lezioni di zumba e latino americano tornano gli appuntamenti con lo staff del “Baccarà Club”. Tante le uscite per le allieve della scuola e le borse di studio vinte negli ultimi tempi. Tanti anche gli insegnanti ospiti che collaborano periodicamente con la scuola, come il Maestro Tony Martin laureato presso l’Accademia di Roma, Riccardo Caldari coreografo e ballerino Mediaset e Rai e la professoressa Luciana Accettulli per l’orientamento al liceo coreutico di Arezzo. Grandi novità bollono in pentola per il prossimo anno accademico: da settembre 2014 partiranno le lezioni di danza aerea, ovvero quella disciplina che fonde la danza contemporanea con le tecniche circensi: i ballerini saranno sospesi dal

suolo attraverso dei tessuti acrobatici; davvero una novità assoluta da non perdere. La docenza di questa nuova disciplina sarà curata dalla stessa Sara Papa che in questo ultimo anno ha approfondito le tecniche di studio di questa nuova materia. L’Academy Ballet si trova in Via Bucchi 24, nella Zona Industriale Nord di Città di Castello. Potete seguire tutte le novità della scuola nella pagina ufficiale di Facebook (Academyballet) e presto anche nel rinnovato sito per ora ancora in allestimento. Potete contattare Sara Papa al 329.9806365 per qualsiasi informazione e curiosità. Tamara Falaschi

Un momento di lezione, nella nuova sede, con alcune delle ballerine più piccole della scuola tifernate.


INCONTRO CON

4 --- CONCEPT MAGAZINE

GOBLIN SI È RIFATTA IL LOOK PER IL DECENNALE! LA GELATERIA DI SANSEPOLCRO GESTITA DA MONIA CINQUILLI FESTEGGIA IN QUESTI GIORNI L’IMPORTANTE TRAGUARDO RAGGIUNTO, ATTRAVERSO IL RESTYLING DEL LOCALE E ATTRAVERSO NUOVI GUSTI GELATO.

Monia Cinquilli presenta i nuovi gusti 2014.

È

un onore ritrovarci come ogni anno con Monia che ci svelerà le novità proposte dalla “Gelateria Goblin”.

L’amore per il gelato l’ho ereditato dalla mia famiglia che da più di venti anni è specialista in questo settore. La “Gelateria Goblin” si trova in Piazza Torre di Berta a Sansepolcro e sono felicissima di affermare che è arrivata al decimo anno di attività. In questi anni ci siamo costruiti una vastissima clientela proveniente da tutta la vallata che viene a mangiare il nostro buonissimo gelato artigianale. Il gelato proposto è creato solo con

Le colorate farcitute per lo yogurt.

Il nuovissimo gusto “Pistacchio 100% Sicilia”.

prodotti di altissima qualità e i gusti alla frutta sono fatti solo con frutta fresca senza l’aggiunta di aromi artificiali; questo è proprio il punto di forza della gelateria, che ci fa apprezzare dai nostri fedelissimi clienti. Il bancone contiene 18 gusti di gelato diversi, che variamo ogni giorno, perché in realtà produciamo tantissimi gusti per poter accontentare ogni diversa tipologia di palato. Sono sempre presenti i gusti classici e poi, a rotazione, proponiamo anche gusti particolari, ai quali ogni anno se ne aggiungono diversi.

gustare al naturale. Proponiamo ai nostri clienti, inoltre, delle gustosissime crepes, semifreddi, fragole con panna e frappè. Buonissime anche le nostre granite disponibili in dodici gusti diversi: Coca Cola, limone, fragola, tropical blue, arancia, menta, cocco, anguria, melone, amarena, lampone e orzata. Si possono mixare due gusti insieme oppure aggiungere, con un piccolo sovrapprezzo, gelato o panna.

Dato che per il 2014 la “Gelateria Goblin” si è rifatta il look, hai sperimentato anche nuovi gusti di gelato?

Si! Come ho detto prima, quest’anno “Goblin” compie 10 anni e perciò abbiamo deciso di cambiare un po’ il look dando al locale un’atmosfera più vintage giocando sull’alternanza di strisce bianche e viola. La nostra schiera di gusti quest’anno verrà affiancata da quattro golose novità: pistacchio 100% Sicilia, gusto violetta, gusto cheese cake alla fragola e gusto gocciole.

Cosa offre “Gelateria Goblin” in alternativa al gelato?

La nuova veste degli interni della “Gelateria Goblin”.

Uno dei prodotti più richiesti, oltre al gelato, è lo yogurt che può essere farcito con più di trenta gusti diversi: Nutella, Smarties, fragole, cocco, frutti di bosco, caramello e tanti altri, oppure lo si può

Perchè bisogna scegliere “Gelateria Goblin”?

Il nuovo motto del 2014 è QCD ovvero Qualità, Cortesia e Dolcezza. Con queste tre semplici parole descrivo la filosofia della mia attività e la bontà dei miei prodotti. Mi piace far conoscere i miei prodotti anche tramite Facebook, mezzo giovane ed immediato. Giornalmente pubblico le foto delle mie creazioni e delle mie composizioni legate sia al gelato che allo yogurt o alle crepes!

Quando e dove possiamo venire a degustare le tue specialità? Vi aspettiamo tutti i pomeriggi dalle ore 15:30 fino a tarda sera, fino alla fine di ottobre, in Piazza Torre di Berta a Sansepolcro. Informazione Pubblicitaria

Elena Melini


INCONTRO CON

6 --- CONCEPT MAGAZINE

IL DEBUTTO IN RADIO DELLA “NOSTRA” ARIANNA LA COLLABORATRICE DI “CONCEPT” HA LANCIATO UN NUOVO PROGRAMMA RADIOFONICO INTERAMENTE SCRITTO, PRODOTTO E CONDOTTO SU RADIO RCC IN ONDA OGNI SABATO POMERIGGIO. nica a Madrid e me ne sono letteralmente innamorata. Nel gennaio scorso sono stata ospite un paio di volte del programma “Pronti partenza via”, sempre su Radio RCC, condotto da due miei compagni di università e quasi per scherzo mi hanno detto “Sei brava, perché non fai qualcosa di tuo?”. Di fronte a questa proposta ho iniziato a pensare di che cosa mi sarebbe interessato parlare e trattare. Ho capito che mi sarebbe piaciuto dare un’opportunità a chi ha qualcosa da dire… quindi ho creato il programma “Be Iconic”.

“Be Iconic” a chi dà voce?

Arianna Tacchini on air ogni sabato su radio RCC.

A

rianna, com’è nata questa opportunità, un programma radiofonico tutto tuo?

La passione per la radio mi è stata trasmessa da mio padre poi l’anno scorso ho seguito un corso per speaker radiofo-

Il titolo del programma è forse un po’ pretenzioso, ma l’ho inteso nel senso di chi si sente icona di sé stesso, che ha una passione e vuole esprimersi al meglio, tirando fuori la sua parte più bella ed estrema, in tutti i campi: dalla cucina, allo sport, alla musica, alla moda… chi vuole comunicare che si sta impegnando e che fino a quando non raggiungerà il suo obiettivo non smetterà di provarci! Per questo, colgo l’occasione per ringra-

ziare tutti quelli che mi hanno sostenuta e spinta in questo mio progetto, in particolare anche voi della redazione di “Concept”, che con i vostri consigli cercate sempre di indirizzarmi nella strada giusta!

Quando possiamo ascoltare il programma?

“Be Iconic” è in onda su Radio RCC ogni sabato dalle ore 14:10 alle ore 15:00. Radio RCC è una delle radio più note della vallata ed ha i propri studi di emissione ad Umbertide. Le frequenze della radio sono diverse a seconda dei comuni: sul 107.7 per area Sansepolcro, Cittá di Castello e Valtiberina Nord, sul 96.6 per Umbertide, Trestina e Valle del Nestoro e sul 94.4 per Umbertide sud. Trovate varie infrmazioni anche sul sito ufficiale www.radiorcc.com.

In bocca al lupo da tutti noi!

Grazie... e crepi il lupo! Stefano Rossi


INCONTRO CON

CONCEPT MAGAZINE --- 7

TARTARUGA: DA OGGI UNA POSTA ALTERNATIVA!

NICOLÒ URBANI CI PRESENTA TUTTI I NUOVI SERVIZI DELLA NOTA AGENZIA TIFERNATE CHE DA OGGI SI AVVALE DELLA PARTNERSHIP DI “TNT POST” E DIVENTA UN VERO E PROPRIO UFFICIO POSTALE.

Servio Postale alternativo.

Nicolò Urbani al lavoro all’interno dei locali della “Tartaruga.La Posta” a Cerbara.

N

i “La Tartaruga” è ormai un’azienda consoliicolò, data nel territorio e da oggi si evolve con la “Tartaruga.La Posta”, di cosa si tratta?

“La Tartaruga” nasce circa 20 anni fa a Città di Castello. Inizialmente ci siamo occupati soprattutto di lettura contatori di acqua e metano nel Comune di Città di Castello, Umbertide e San Giustino, poi abbiamo deciso di portare il nostro servizio nelle Marche, esattamente a Fano, dove ci siamo occupati in un primo momento sempre della lettura di contatori estendendo poi il nostro servizio anche alla consegna delle bollette di acqua, luce e gas. Ora abbiamo ampliato le nostre offerte con “TNT Post”, un servizio diverso dal semplice “TNT” utilizzato per la consegna pacchi. “TNT Post”, invece, è più affine al servizio postale più comunemente inteso. Oggi quindi cambiamo denominazione e diventiamo “Tartaruga.La Posta” specialisti nella consegna di posta e raccomandate certificate. A Fano siamo già attivi da

tempo, consegnando raccomandate e bollette varie e in questi giorni partiremo con il servizio anche a Città di Castello distribuendo posta, raccomandate e posta celere. La consegna avviene in circa 3 giorni dall’arrivo delle bollette presso la nostra sede. Ci assicuriamo che tutto il materiale venga riconsegnato ai fruitori del servizio nel minor tempo possibile. Abbiamo un sito dove attraverso la metodologia GPS, il cliente può tenere sotto controllo il percorso della propria raccomandata e delle bollette.

Sei tu l’ideatore del progetto?

Io sono il titolare ma vengo appoggiato in questa mia avventura da due preziosi collaboratori, nonché miei genitori.

3 giorni lavorativi, dipende poi dal tipo di raccomandata. Inoltre, come ti ho già accennato, qualsiasi ente o azienda privata può appoggiarsi a noi per la consegna a domicilio di bollettini di qualsiasi tipo. Chi volesse avere maggiori informazioni può recarsi in uffico da noi.

Se vogliamo usufruire del vostro servizio come possiamo contattarvi? Attraverso il nostro sito internet www.tartaruga.laposta.it o tramite la mail tartaruga.la@tiscali.it oppure al numero 075.8511738. Il nostro contatto mobile è invece il 333.4304892. Vi aspettiamo anche in filiale, in Via Elio Vittorini 23, a Cerbara presso il Centro Servizi (palazzo arancione). Informazione Pubblicitaria

Elena Melini

Avete intuito che in vallata c’era bisogno di un nuovo servizio postale?

Abbiamo intuito che questo servizio fosse una cosa vantaggiosa per l’utenza finale grazie alla competitività dei prezzi rispetto alle poste. Avendo inoltre dei contatti a Fano, questi ci hanno consigliato di proporre questo servizio anche ai cittadini tifernati e noi abbiamo accettato di intraprendere questa nuova esperienza anche nel Comune di Città di Castello.

Come funziona il servizio?

Lo smistamento della posta.

Chiunque abbia bisogno di consegnare una raccomandata viene presso la nostra sede a Cerbara, qui noi stampiamo il biglietto e lo consegniamo entro massimo

Il Centro Servizi di Cerbara.


INCONTRO CON

CONCEPT MAGAZINE --- 9

11 APRILE: L’ATTESO LIVE DEI SIMPLE STRANGERS RICCARDO, MICHELE, FEDERICO, TOMMASO E MARCO VI INVITANO ALLA PRESENTAZIONE DEL LORO PRIMO EP “MONDO DI MASCHERE”, PRESSO IL ”CLOVER CLUB” DI LAMA. INIZIO DELL’EVENTO ORE 22:00.

La cover del loro EP. La formazione “Simple Strangers” al completo. La presentazione del loro EP sarà venerdì 11 aprile al Clover di Lama.

C

hi sono i Simple Strangers? Come nasce la vostra band?

La band “Simple Strangers” (Semplici Sconosciuti) nasce nel lontano 2005, dall’idea di due di noi, Marco e Giacomo, legati dalla stessa passione per la musica rock. Nel giro di breve tempo poi sono riusciti a trovare i componenti mancanti per potersi definire “band” e cominciare così il proprio percorso musicale. L’idea era, ed è tutt’ora, semplice: suonare, far divertire e passare delle belle serate in compagnia! Dopo anni e svariati cambi di formazione, i “Simple Strangers” sono cresciuti ed hanno cominciato a riscuotere un discreto successo sia nella vallata che nei dintorni. Dal 2011 la line-up è rimasta invariata e può fare affidamento su: Riccardo Bagioni alla voce, Michele Celestini alle chitarre, Federico Luppi alle tastiere, Tommaso Maria Guerri al basso e Marco Signorelli alla batteria.

Riveliamo, in anteprima solo per i lettori di Concept Magazine la tracklist dell’EP: 1) Figlio della Polvere; 2) Il Senso di un Uomo Onesto; 3) Mondo di Maschere; 4) Venere; 5) Non si Dimentica.

Dove è possibile acquistare i biglietti per l’evento?

La serata di presentazione ufficiale dell’EP è, ricordiamo, venerdì 11 Aprile e si terrà al “Clover Club” di Lama di San Giustino, a partire dalle ore 22:00. Nel comprensorio ci sono dei punti vendita ufficiali (Umbertide, Città di Castello, Lama, San Giustino e Sansepolcro) dove è possibile acquistare la prevendita per l’evento al prezzo di 8 euro; a chi lo farà verrà dato un buono sconto sull’acquisto dell’EP “Mondo di Maschere” da utilizzare nei negozi di dischi convenzionati. Info anche su www.simplestrangers.it.

In primis vorremmo ringraziare la nostra band (e tutti gli ex componenti) altrimenti non saremmo di certo dove siamo ora. Un caloroso ringraziamento va anche a tutti i nostri fans che ci seguono in ogni occasione e con grande entusiasmo, in particolare Walter e Alfiero, Laura, Loriana, Andrea e Roberta, Giorgio, Flavio, Federico, Giulio, Nicoletta e Mirko! Let’s rock gente!!

Avete già pensato a qualche altra tappa per esibirvi?

Diciamo che “le acque si stanno muovendo” e ci sono in ballo delle serate importanti nella zona della vallata, ma non possiamo rivelarvi ulteriori dettagli, dato che non c’è ancora niente di definitivo. Sicuramente questa estate ci sarà una bella tournée per promuovere il nostro lavoro.

Come possiamo contattarvi?

Fra poco uscirete con il vostro primo EP che presenterete live l'11 Aprile presso il “Clover Club” di Lama... qualche anticipazione? Il nostro primo Extended Play “Mondo di Maschere” (Redland Produzioni Musicali) conterrà cinque brani. Il genere è molto vario ed è una sorta di “sunto” dei nostri gusti: spaziamo da pezzi rock potenti a ballate orchestrali, da brani più allegri a canzoni con testi impegnati; il tutto cantato rigorosamente in lingua italiana!

Chi vorreste ringraziare per il vostro successo ottenuto in così poco tempo?

Come sempre ricordiamo i nostri contatti per tutti quelli che vogliono ricevere aggiornamenti o chiedere ulteriori informazioni: sito www.simplestrangers.it e mail simplestrangers@alice.it. Inoltre la band “Simple Strangers” è presente sui principali social network (Facebook, Twitter, Soundcloud) e ha un proprio canale Youtube. Let’s Rock!! In preparazione un tour estivo.

Stefano Rossi


INCONTRO CON

CONCEPT MAGAZINE --- 9

11 APRILE: L’ATTESO LIVE DEI SIMPLE STRANGERS RICCARDO, MICHELE, FEDERICO, TOMMASO E MARCO VI INVITANO ALLA PRESENTAZIONE DEL LORO PRIMO EP “MONDO DI MASCHERE”, PRESSO IL ”CLOVER CLUB” DI LAMA. INIZIO DELL’EVENTO ORE 22:00.

La cover del loro EP. La formazione “Simple Strangers” al completo. La presentazione del loro EP sarà venerdì 11 aprile al Clover di Lama.

C

hi sono i Simple Strangers? Come nasce la vostra band?

La band “Simple Strangers” (Semplici Sconosciuti) nasce nel lontano 2005, dall’idea di due di noi, Marco e Giacomo, legati dalla stessa passione per la musica rock. Nel giro di breve tempo poi sono riusciti a trovare i componenti mancanti per potersi definire “band” e cominciare così il proprio percorso musicale. L’idea era, ed è tutt’ora, semplice: suonare, far divertire e passare delle belle serate in compagnia! Dopo anni e svariati cambi di formazione, i “Simple Strangers” sono cresciuti ed hanno cominciato a riscuotere un discreto successo sia nella vallata che nei dintorni. Dal 2011 la line-up è rimasta invariata e può fare affidamento su: Riccardo Bagioni alla voce, Michele Celestini alle chitarre, Federico Luppi alle tastiere, Tommaso Maria Guerri al basso e Marco Signorelli alla batteria.

Riveliamo, in anteprima solo per i lettori di Concept Magazine la tracklist dell’EP: 1) Figlio della Polvere; 2) Il Senso di un Uomo Onesto; 3) Mondo di Maschere; 4) Venere; 5) Non si Dimentica.

Dove è possibile acquistare i biglietti per l’evento?

La serata di presentazione ufficiale dell’EP è, ricordiamo, venerdì 11 Aprile e si terrà al “Clover Club” di Lama di San Giustino, a partire dalle ore 22:00. Nel comprensorio ci sono dei punti vendita ufficiali (Umbertide, Città di Castello, Lama, San Giustino e Sansepolcro) dove è possibile acquistare la prevendita per l’evento al prezzo di 8 euro; a chi lo farà verrà dato un buono sconto sull’acquisto dell’EP “Mondo di Maschere” da utilizzare nei negozi di dischi convenzionati. Info anche su www.simplestrangers.it.

In primis vorremmo ringraziare la nostra band (e tutti gli ex componenti) altrimenti non saremmo di certo dove siamo ora. Un caloroso ringraziamento va anche a tutti i nostri fans che ci seguono in ogni occasione e con grande entusiasmo, in particolare Walter e Alfiero, Laura, Loriana, Andrea e Roberta, Giorgio, Flavio, Federico, Giulio, Nicoletta e Mirko! Let’s rock gente!!

Avete già pensato a qualche altra tappa per esibirvi?

Diciamo che “le acque si stanno muovendo” e ci sono in ballo delle serate importanti nella zona della vallata, ma non possiamo rivelarvi ulteriori dettagli, dato che non c’è ancora niente di definitivo. Sicuramente questa estate ci sarà una bella tournée per promuovere il nostro lavoro.

Come possiamo contattarvi?

Fra poco uscirete con il vostro primo EP che presenterete live l'11 Aprile presso il “Clover Club” di Lama... qualche anticipazione? Il nostro primo Extended Play “Mondo di Maschere” (Redland Produzioni Musicali) conterrà cinque brani. Il genere è molto vario ed è una sorta di “sunto” dei nostri gusti: spaziamo da pezzi rock potenti a ballate orchestrali, da brani più allegri a canzoni con testi impegnati; il tutto cantato rigorosamente in lingua italiana!

Chi vorreste ringraziare per il vostro successo ottenuto in così poco tempo?

Come sempre ricordiamo i nostri contatti per tutti quelli che vogliono ricevere aggiornamenti o chiedere ulteriori informazioni: sito www.simplestrangers.it e mail simplestrangers@alice.it. Inoltre la band “Simple Strangers” è presente sui principali social network (Facebook, Twitter, Soundcloud) e ha un proprio canale Youtube. Let’s Rock!! In preparazione un tour estivo.

Stefano Rossi


INCONTRO CON

10 --- CONCEPT MAGAZINE

C’ERA UNA VOLTA LO SPAZZACAMINO, E ADESSO?

ADESSO C’È ANCORA E SI CHIAMA TECNICO MANUTENTORE DI IMPIANTI FUMARI. ABBIAMO INCONTRATO L’UMBERTIDESE LUIGI BIAGINI ESPERTO DI CANNE FUMARIE, CAMINI E STUFE CHE CI HA RACCONTATO...

Luigi Biagini opera come spazzacamino e fumista in tutta la Valtiberina.

L

uigi, raccontaci i tuoi inizi professionali.

Dopo una lunga gavetta iniziata come apprendista muratore, nell’azienda di famiglia, capisco di avere una spiccata passione per la fumisteria. Questo è il nome della categoria che racchiude la professione dello spazzacamino. Lavoro “sporco’’ a detta di molti, ma che a mio avviso rappresenta anche un simbolo di libertà andando di tetto in tetto in giro per laValtiberina. Era il caso di avere conoscenza del mestiere così decido di frequentare corsi di formazione. La scuola Italiana si chiama FUSPA, con la quale collaboro attivamente in qualità di testimonial, e fa riferimento all’ANFUS (Associazione Nazionale Fumisti Spazzacamini). Naturalmente è necessaria una formazione continua.

Sono davvero caratteristici i vostri abiti...

Il cappello (cilindro) è preso in prestito da quello che era il copricapo maschile di fine ’800, la giacca in doppiopetto necessaria per evitare l’ingresso delle fuliggini, il foulard (quello italiano è giallo) serve a coprirsi le vie respiratorie. In passato lo spazzacamino non veniva pagato per il lavoro svolto perché vendendo cenere (usata per il bucato) e fuliggine (componente per la polvere da sparo) poteva ricavare di che vivere. Il padrone di casa regalava bottoni allo spazzacamino che entrando all’interno dei camini erano le prime cose che staccandosi dalla giacca venivano perdute tra le polveri. Oggi il bottone è diventato un portafortuna perchè dove passava lo spazzacamino non

si verificavano incendi. Tutt’ora sia i bottoni che le spille o altri gadget vengono scambiati durante raduni e manifestazioni. La più famosa quella a Santa Maria Maggiore (Verbania) che si tiene tutti gli anni il primo week-end di Settembre.

Oggi la figura dello spazzacamino è cambiata...

Oggi la nostra figura sta cambiando. Allo stato attuale solamente gli abilitati al DM 37/08 (fumisti) potrebbero svolgere la professione, ma con l’associazione si sta cercando di far riconoscere una categoria presente e formata. Diffidare dagli improvvisati è cosa buona e giusta, potremmo rischiare di compromettere l’intero impianto. Oltre la pulizia di camini, caminetti, stufe a legna/pellet, che viene effettuata senza recare nessun disagio in casa, mi occupo di videoispezione e controllo. Essendo abilitato installo tutti i generatori a biomassa con relativo impianto di smaltimento dei prodotti della combustione, esclusa la parte idraulica nei prodotti “idro”. La dichiarazione di Conformità (atto obbligatorio) viene rilasciata a fine lavori e comprova l’effettiva osservanza delle norme. Un cenno sulle norme bistrattate dalla maggior parte delle persone: queste vanno inquadrate nell’ottica di una tutela sia da parte di chi esegue il lavoro sia da parte di chi lo commissiona. Una installazione a norma non darà mai problemi a patto che venga regolarmente manutenuta. Troppi sono gli impianti pericolosi perché realizzati con materiali non conformi (foto in alto a destra), non correttamente installati e o manutenuti.

Scatto da videocamera: una canna fumaria incendiata.

Cosa puo succedere quindi?

Incendi. Sono 9.800 gli incendi dovuti ai camini nell’arco di un anno, ma questo dato va moltiplicato per 4,5. Questo infatti è il numero effettivo di tali eventi. Danni maggiori? Lesioni strutturali, incendio di tetti in legno, intossicazioni da monossido di carbonio. Questo è uno dei nemici più subdolo da tenere sotto controllo in tutti i tipi di impianti, non solo a gas come si possa credere. Attenzione a sintomi come: nausea, vomito, cefalea, aritmie cardiache. Una buona ventilazione dei locali è indispensabile!

Ogni quanto tempo è necessario pulire il camino?

Una tempistica d’intervento vera e propria non esiste. Diciamo che in media ogni 30 q.li di legna bruciata e comunque programmare con l’installatore le manutenzioni. Gli interventi possono essere effettuati sia in estate che in inverno.

I camini in acciaio, vanno puliti?

È ora di sfatare qualche mito. I camini in acciaio vanno puliti. Basta tener conto che in caso di incendio degli stessi, si potrebbero raggiungere temperature interne di oltre 1000°. Il camino che non si può pulire è quello in Cemento/Amianto, comunemente conosciuto come Eternit.

Come possiamo contattarti?

Semplicemente chiamando il 328.7638863 o visitanto www.biaginiliugi.it. Informazione Pubblicitaria

Massimo Meozzi


CONCEPT MAGAZINE --- 11

RICONOSCI LE TUE ALLERGIE ED INTOLLERANZE LA DOTTORESSA MARIELLA PELLEGRINI, ATTRAVERSO IL KIT “TIAMI” ED UN SEMPLICE AUTOPRELIEVO DEL SANGUE, È IN GRADO DI OFFRIRE UNA RISPOSTA PRECISA ED AFFIDABILE AD OGNI PAZIENTE.

Kit “TIAMI” per riconoscere le allergie ed intolleranze alimentari tramite un semplice autoprelievo del sangue.

La Dottoressa Mariella Pellegrini.

D

ottoressa Mariella Pellegrini, come è nato in lei l’approccio scientifico agli alimenti?

Sono laureata in farmacia dal 1981, diplomata in erboristeria dal 1980, ho esercitato la professione di farmacista in diverse farmacie pubbliche e private. Il mio interesse nel settore dell’alimentazione umana nasce dal contatto diretto con persone desiderose di aggiornarsi, informarsi e approfondire tematiche riguardanti il rapporto tra cibo e salute e per questo motivo ho conseguito un attestato di “educazione alimentare e pedagogia auxologica”. Ora, come libera professionista, presento, presso studi medici, farmacie e ambulatori specialistici, metodologie di ricerca delle intolleranze alimentari sotto forma di kit che offrono al cliente la possibilità di effettuare un autoprelievo del sangue capillare.

Che cosa è TIAMI?

TIAMI (Test intolleranze alimentari metodo immunoenzimatico) è un test diagnostico per la rilevazione delle intolleranze alimentari basato su metodica ELISA computerizzata. Il kit TIAMI offre una risposta precisa alla richiesta di test affidabili, funzionali e soprattutto ripetibili nel settore spesso controverso delle intolleranze alimentari. Esso è attualmente il miglior test per la ricerca delle intolleranze alimentari, è marcato CE, è interamente prodotto in Italia nei laboratori SPIRE ed è certificato dal Ministero della Salute. Il kit TIAMI è disponibile

per lo screening di: 60 alimenti, 85 alimenti, 175 alimenti. Ultimamente è possibile effettuare anche la ricerca di 5 microrganismi, muffe e lieviti, che possono alterare il delicato equilibrio intestinale. In pratica 2 test in 1. SPIRE offre anche test per lo stress ossidativo fino al test per la valutazione della predisposizione genetica alla celiachia e al lattosio.

Come si riconoscono le intolleranze alimentari?

Allergie e intolleranze sono due disturbi apparentemente uguali ma hanno caratteristiche ben distinte, nonostante i sintomi siano spesso confondibili. Tra essere allergici ed essere intolleranti, infatti, esistono nette differenze, prima fra tutte la produzione di anticorpi. Mentre i sintomi connessi alle allergie sono percepiti quasi immediatamente, esistendo un preciso rapporto causa-effetto, la sintomatologia legata alle intolleranze alimentari non evidenzia un rapporto diretto tra sostanza scatenante la reazione e la reazione stessa e, di conseguenza, viene spesso sottovalutata. Si parla addirittura di infiammazione da cibo.

Quando può essere utile eseguire il test?

Se vi sentite spesso stanchi dopo un pasto, se soffrite di flatulenza, costipazione, diarrea o di intestino irritabile; se avete problemi di peso o il peso cambia drasticamente, se i vostri sintomi diminuiscono con il digiuno; se soffrite di malattie della pelle (pelle secca, prurito, psoriasi e neurodermatiti); se soffrite di mal di testa, di stanchezza cronica o spesso di depressione; se soffrite di iperattività e mancanza di attenzione; se avete notato

una riduzione della vostra performance fisica.

Se una persona vuole ricercare le intolleranze alimentari cosa deve fare? La persona che presenta questi sintomi può rivolgersi direttamente a me oppure al medico di base, e noi valuteremo il tipo di test più adatto, spedendo il campione al laboratorio SPIRE per la refertazione, che si presenta come opuscolo vidimato e firmato dal medico responsabile del laboratorio stesso, contenente il rapporto con i cibi e delle schede tecniche di facile consultazione per iniziare questo percorso nuovo con il cibo, con spesa detraibile dalla Denuncia dei Redditi. Va sottolineato che dalle intolleranze alimentari si guarisce, infatti dopo un periodo di eliminazione dall’alimento “incriminato”, l’organismo disintossicato può reintrodurlo. In questo percorso, la persona sarà seguita da un medico dietista per l’elaborazione della dieta ad hoc e delle valutazioni del caso. Il medico dietista con cui collaboro è Antonio Cominazzi, che esercita la sua professione presso l’ospedale San Donato di Arezzo, l’ospedale civile di Sansepolcro e nel suo studio in Via Aggiunti, 63 a Sansepolcro.

Come possiamo contattarti?

Il mio studio si trova in Via Fratelli Rosselli, 7 a Lama. Il paziente che presenta eventuali sintomi può contattarmi telefonicamente al numero 333.7579439 o attraverso il mio indirizzo di posta elettronica mariella.pellegrini1@libero.it. Informazione Pubblicitaria

Elena Melini


PASSIONI

CONCEPT MAGAZINE --- 13

AD ORVIETO ARRIVANO I GOLOSI DEL GELATO

NEL CENTRO STORICO DELLA CITTADINA UMBRA DAL 1° AL 4 MAGGIO TORNA LA KERMESSE “I GELATI D’ITALIA”, SFIDA TRA 40 GELATIERI PROVENIENTI DA TUTTA LA PENISOLA. IL PUBBLICO VOTERÀ LE CREAZIONI MIGLIORI.

rassegna internazionale “Gelato World Tour”. Non solo gelato all’italiana, perché a Orvieto gli amanti del gelato potranno scoprire i gusti originali di due nazioni straniere, il Brasile, nell’anno dei Mondiali di calcio, e la Francia, campione del mondo 2014 di gelateria. La quattro giorni di Orvieto darà ai visitatori anche l’opportunità di gustare il gelato abbinato ai prodotti tipici locali e ai cocktail, scoprire i segreti della sua preparazione e compiere un viaggio nella storia e nelle qualità nutrizionali che lo caratterizzano. Tamara Falaschi “I Gelati d’Italia” si svolgerà nel centro storico di Orvieto dal 1° al 4 maggio.

D

all’1° al 4 maggio l’Umbria sarà la capitale dei golosi con “I Gelati d’Italia”, la manifestazione promossa per il secondo anno a Orvieto dal tifernate Fausto Bizzirri, con la Bmb Events e il patrocinio della Regione Umbria, della Provincia di Terni e del Comune. Gli appassionati potranno fare

un giro d’Italia del gusto, assaggiando le creazioni di 40 gelatieri professionisti che porteranno nelle piazze e nei palazzi principali della celeberrima Rupe 20 gusti tipici delle 20 regioni italiane. Il pubblico voterà le creazioni preferite e decreterà i migliori gelatieri, che avranno la possibilità di partecipare alla finale di Rimini della

Un momento di degustazione.


14 --- CONCEPT MAGAZINE

INCONTRO CON

ALESSIO ZUCCHINI: VOLTO ALTOTIBERINO DEL TG1

IL GIORNALISTA UMBERTIDESE È UNO DEI NUOVI CONDUTTORI DEL TELEGIORNALE DELLE 13:30 DI RAIUNO. PARTITO DALL’UMBRIA 20 ANNI FA, HA COLLEZIONATO NUMEROSE COLLABORAZIONI CON VARIE TESTATE.

La crepe, fiore all’occhiello dell’attività.

Alessio Zucchini durante una puntata di “Uno Mattina Estate” dello scorso anno. Alessio Zucchini.

A

lessio, quando ti sei avvicinato alla professione del giornalista?

Non mi ci sono avvicinato, ci sono nato. I miei genitori sono i proprietari di “Radio Onda Libera”, storica radio umbertidese, ed in un certo senso è lì che ho cominciato. Ricordo i vecchi “bobinoni” di una volta, ne ho riempiti a decine simulando dirette su dirette, principalmente improvvisavo radiocronache delle partite di calcio del Perugia. Erano gli anni del Grifo dei miracoli e con mio padre facevamo coppia fissa allo Stadio Curi.

Quali sono state le tue esperienze iniziali e con chi hai collaborato?

Ho studiato a Torino e durante l'università collaboravo saltuariamente con una radio locale, “Radio Flash”. Seguivo manifestazioni di piazza, proteste studentesche: bella esperienza, quello che ho imparato mi serve ancora oggi. Dopo la Scuola di Giornalismo a Perugia e gli stage (ANSA, Giornale, Rainews 24, Tg3, Associated Press) c’è stata ancora radio: “Italia Radio”. E poi l'agenzia di stampa “Ap.Biscom”, il direttore era Lucia Annunziata. A lei devo molto, mi ha dato fiducia facendomi fare il corrispondente diplomatico e mi ha insegnato tanto. È una fuoriclasse del giornalismo: ha

istinto e riesce a capire subito che direzione prenderà una notizia e dove andrà a finire.

Dal 2003 sei approdato al TG1 ed ora sei uno dei mezzibusti del Tg delle 13.30. Cosa si prova a condurre il Tg più famoso d'Italia?

Il 23 marzo del 2003 sono arrivato al Tg1. Due giorni prima era scoppiata la seconda Guerra del Golfo e sono stato chiamato nella redazione esteri. Il caporedattore era Alberto Romagnoli, ora corrispondete Rai da Bruxelles. Potrà suonare banale ma anche a lui devo molto. Mi ha protetto in un passaggio delicato, quello al TG1, e mi ha sempre dato buoni consigli. Condurre il Tg delle 13.30 è un grande onore e una grande responsabilità. Quando sono seduto in studio e parte la sigla mi emoziono ogni volta come fosse la prima.

Hai avuto modo di fare un'esperienza anche fuori dal Tg assieme a Valentina Bisti a “Unomattina” la scorsa estate.

Per me è stata un'esperienza importante. È stato molto formativo confrontarmi con un modo diverso di conduzione rispetto a quella del telegiornale. L'approccio alla trasmissione cambia molto ed è davvero divertente e Valentina ha reso tutto più facile. Ci conosciamo dai tempi della scuola, è stato bello proseguire questo percorso con lei.

Interessante il blog "La zucca bacata" che curi su internet...

In realtà spesso scrivo di notizie che seguo per il TG1, ma in un minuto di televisione è difficile poter raccontare ogni sfumatura. Ecco, il blog ha un po'questo scopo: riuscire a “completare” il servizio. Oltre che una notevole funzione di psicoanalisi.

Alcuni mesi fa sei stato premiato come "Tifernate dell'anno" dal Rotary Club tifernate: che cosa si prova a ricevere un premio dalla tua "terra di origine" e come vivi il distacco dall'Altotevere? Bella soddisfazione. Mi ha fatto molto piacere quando il presidente Vittorio Betti mi ha telefonato per dirmelo. Ad essere onesto la mia prima risposta è stata: “ma io non sono di Città di Castello, ma sono di Umbertide”. Poi Vittorio mi ha spiegato che si parlava di Altotevere appunto, un territorio al quale sono molto legato. Il distacco lo vivo bene, ormai sono via da più di vent'anni, ma quando posso torno sempre. Perché come scrivo nel mio blog citando il film Radiofreccia (la radio è una costante nella mia vita) “in fondo se vuoi scappare da un posto di quindicimila abitanti significa che vuoi scappare da te stesso. E da te stesso non ci scappi nemmeno se sei Eddy Merckx”. Stefano Rossi


PASSIONI

EVENTI IN VALTIBERINA FINO AL 27 APRILE // CITTÀ DI CASTELLO

SULLE TRACCE DELLE IMPRONTE MOSTRA PERSONALE DI ROMANO BORIOSI

Palazzo Vitelli a Sant’Egidio

11 APRILE // CITERNA

MA CHE DESTIN Teatro Bontempelli

12 APRILE // SELCI

OH... FINALMENTE SO’ ‘NPENSIONE Teatro Filarmonica

18 APRILE // CITTÀ DI CASTELLO MONTONE // UMBERTIDE

PROCESSIONE DEL VENERDÌ SANTO Centro Storico

20 APRILE // CITTÀ DI CASTELLO RETRÒ - MERCATINO Centro Storico

21 APRILE // MONTONE

ANNUNCIAZIONE DELLA DONAZIONE DELLA SANTA SPINA Centro Storico

CONCEPT MAGAZINE --- 15

INSEDIAMENTO TEMPLARE

LA FAT HA DONATO AL COMUNE TIFERNATE L’EX CHIESA DI SANTA MARIA DELLA CARITÀ. EMERSO UN CENACOLO.

I

n un mondo dove tutto viene privatizzato, la FAT ha deciso di rendere pubblico un altro tassello importante del grande patrimonio artistico/culturale di Città di Castello: Santa Maria della Carità, luogo caro alla Fattoria Tabacchi perché è qui che nacque la sua storia. Già ex Chiesa, cento anni fa, infatti, veniva utilizzata come magazzino del tabacco. Il 25 Marzo scorso è stato celebrato l’atto di donazione di Santa Maria della Carità al Comune di Città di Castello da parte della Fattoria Atonoma Tabacchi. Alla cerimonia erano presenti Fabio Rossi, Presidente della FAT, Monsignor Domenico Cancian, Vescovo di Città di Castello, Francesco Scoppola, Direttore dei Beni Culturali e Paesaggistici dell’Umbria, Luciano Bacchetta, Sindaco di Città di Castello e Fernanda Cecchini, Assessore Regionale all’Agricoltura. Dai lavori di recupero è emerso che l’apparato decorativo riaffiorato di Santa Maria della Carità è di impronta templare mentre gli affreschi sono databili al XV secolo. Le opere di restauro di Santa Maria della Carità hanno portato alla luce un importante affresco, il Cenacolo. A metà degli anni Cinquanta l’affresco era già irriconoscibile e fu solo nel 2008 che si scoprì cosa si nascondesse sotto lo strato del tempo e i residui di un uso improprio. Così emerse il Cenacolo e quindi, a seguito di altri saggi, cominciò ad affiorare una seconda parete su cui primeggiava la figura di un domenicano. Ciò che è interessante e curioso è la presenza di ordini templari a Città di Castello, e che quindi quest’ultima fosse una commanderie templare. Santa Maria della Carità avrebbe già una nuova destinazione come sala polivalente: l’acquisto del primo piano, avvenuto in contemporanea con la cessione gratuita del Cenacolo, prelude alla ristrutturazione che prevederà l’accesso dal Loggiato del Chiostro di San Domenico. Elena Melini

25 APRILE // CITTÀ DI CASTELLO

DISCESA FIUME TEVERE IN CANOA

25 APRILE // UMBERTIDE

UMBERTIDE, XXV APRILE Premio Nazionale di Poesia Centro Culturale S. Francesco Dietro le autorità si scorge il ritrovato affresco del Cenacolo nell’ex Chiesa Santa Maria della Carità


Aprile 2014  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you