Issuu on Google+

FNS CISL NEWS

DATA 23/04/2010

NUMERO 7

Federazione Nazionale della Sicurezza CISL Roma Via dei Mille 36 00184 www.fnscisl.it e-mail fns@cisl.it

COMMISSIONE PARITETICA CFS …. Ieri si è svolto il primo incontro della Commissione di Garanzia di cui all'art. 29 comma 3 del D.P.R.164/2002 composta dai Rappresentanti Nazionali delle OO.SS. Maggiormente rappresentative, dai Rappresentanti dell'Amministrazione in seno al Consiglio di Amministrazione del Corpo e dal Responsabile dell'URS in veste di Presidente. La FNS CISL è rappresentata dal Segretario Nazionale Cortesi Pier Giorgio in qualità di titolare e dal supplente Davide Barilà. E' stata una riunione interlocutoria nella quale si è affrontato il tema inerente il ruolo e le competenze della Commissione. Nell’ambito della discussione sono emerse diverse problematiche che dovranno essere chiarite nel momento in cui si andranno ad esaminare questioni concrete e puntuali. Fermo restando la soddisfazione espressa da tutti i componenti rispetto alla valenza che la Commissione riveste (va ricordato che è composta dai massimi vertici dell'Amministrazione e delle OO.SS.) sia sotto l'aspetto tecnico, sia sotto quello politico in quanto punto di riferimento per tutti, periferia e centro, in caso di raffreddamento dei conflitti e di interpretazione e applicazione degli accordi contrattuali e delle normative inerenti la vita lavorativa del personale. Cortesi ha evidenziato che esiste un problema di fondo legato al vero potere che si vuole dare alla Commissione nel caso in cui emergano problematiche scaturite da interventi unilaterali effettuati dai vertici dell'Amministrazione e in particolare del Sig. Capo del Corpo come del resto è avvenuto in diverse occasioni. La posizione della FNS CISL sull'argomento è chiara e lineare. La Commissione deve essere Autorevole e Credibile per cui deve avere sufficiente Autorità per affrontare e decidere su qualsiasi… Continua a pag.2

PROSEGUONO LE TRATTATIVE PER LA MODIFICA DELL'ORDINAMENTO VV.F. Mercoledì 21 aprile si è tenuto il consueto incontro del tavolo tecnico per la modifica e le integrazioni del Decreto Legislativo 217/05 che riguarda l'ordinamento del personale del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco. Il confronto, oltre ad entrare nel merito di taluni singoli articoli, ha subito un'accelerazione per la richiesta del Capo Dipartimento di concluderlo entro il mese di maggio, in modo da calcolarne l'impatto economico e verificare la volontà politica del Governo a finanziarne gli oneri. Questo perchè in premessa era stata reiterata da parte delle organizzazioni sindacali la necessità di conoscere la disponibilità delle risorse necessarie a migliorare l'impianto attuale. Allo stato, la conclusione positiva della trattativa e l'accoglimento delle modifiche, che auspicheremmo condivise da tutti, non è affatto scontata. Se da un lato, infatti, e malgrado lo sforzo ad un sano pragmatismo, riaffiorano pregiudiziali di ordine politico sul provvedimento, dall'altro verifichiamo, da parte della delegazione del Dipartimento, una aprioristica ed incomprensibile resistenza ai parziali cambiamenti da noi proposti. Per ciò è nostra intenzione verificare, a partire da mercoledì prossimo, la reale disponibilità a condividere le modifiche proposte, che vanno nella direzione di gratificare il personale e migliorare il servizio prima ancora di richiedere al Ministro dell'Interno un chiarimento sulla reale volontà politica a modificare l'impianto dell'ordinamento dei Vigili del fuoco

“... Per ciò è nostra intenzione verificare, la reale disponibilità a condividere le modifiche proposte, che vanno nella direzione di gratificare il personale e migliorare il servizio...”

EMERGENZA MINORI …TREVISO lettera inviata al Capo Dipartimento Giustizia Minorile

Egregio Capo Dipartimento, credevamo che in un paese come l’Italia non potesse esistere una istituzione penale minorile cosi fatiscente in cui insiste una situazione d’illegalità manifesta come ha constatato la nostra delegazione composta dal Coordinatore Angelo LATINI e il Segretario FNS CISL di Treviso Giuseppe TASCEDDA durante la visita sui luoghi di lavoro avvenuta il 9 aprile c.a. nelle strutture indicate in oggetto. A tale riguardo si elencano le varie criticità: L’attuale C.p.a. contrariamente a quanto previsto dal D.P.R. 448/88 e dal D.P.R. 272/99 si trova addirittura dentro le mura di cinta di un penitenziario per adulti; Tale C.p.a in realtà è una stanzetta attigua alla portineria ove sostano gli eventuali minori arrestati, fermati e accompagnati, tutti insieme siano di sesso maschie che femminile con un unico bagno. Di notte i minori ospiti del “C.p.a.” vengono portati a dormire in una stanza all’interno della fatiscente sezione maschile. A fronte di ciò ci preme segnalarLe che presso il Tribunale Minori di Mestre tempo addietro fu realizzato un C.p.a. mai utilizzato sia per mancanza di personale sia perché non ritenuto idoneo. La sezione detentiva dei minori risulta in pessime condizioni poiché non avendo adeguati spazzi idonei per le attività dei ristretti è di fatto una piccola “cayenna” che aggiunge una ulteriore punizione ai minori è priva il personale che vi opera di poter svolgere un adeguato lavoro trattamentale. La portineria dell’I.p.m. non ha i minimi requisiti di sicurezza perchè non vi sono idonei locali per la perquisizione dei familiari dei ristretti ammessi a colloquio ed a causa della totale assenza di personale di polizia penitenziaria femminile i familiari di sesso femminile sono ammessi a colloquio previo un controllo con metaldetector. Il personale oltre alla carenza d’organico, considerato che attualmente ha solamente sedici unità attive, su ventinove in dotazione, è sottoposto a turni massacranti al fine di assicurare tutti i compiti istituzionali compreso le traduzioni e accompagnamenti dei minori, e costretto a lavorare senza avere neanche un ufficio dove compilare gli atti relativi al servizio. Si segnala altresì anche la totale assenza di locali idonei per l’assistenza sanitaria dei minori e per eventuale isolamento sanitario. Per ultimo risulta che probabilmente verrà costruito un nuovo C.P.A.. Ci chiediamo se non sia viceversa più opportuno investire e ristrutturare l'edificio già esistente presso il Tribunale dei Minori di Mestre, che seppur attualmente chiuso potrebbe essere riposto e adeguato strutturalmente. Le abbiamo elencato alcuni degli aspetti principali riscontrati dalla nostra Delegazione. Rimanendo in attesa di un riscontro favorevole le porgiamo i nostri coordiali saluti 1


COMMISSIONE PARITETICA CFS …. … dubbio interpretativo o attuativo e deve necessariamente operare, quale Arbitro, per raffreddare e sanare conflitti sorti a qualsiasi livello e luogo dell'Amministrazione. Pertanto, alla luce di queste premesse. Cortesi ha invitato l'Amministrazione a convocare al più presto la Commissione per affrontare questioni di carattere interpretativo, applicativo e conflittuale come la mancata applicazione dell'art. 42 del D.Lgs. 26 marzo 2001 n. 151 (avvicinamento al nucleo familiare nei primi tre anni di vita del figlio) dettata dalla circolare emanata dal Capo del Corpo e l'erronea interpretazione della normativa sulla legge 104 in particolar modo nella parte in cui l'Amministrazione del Corpo effettua trasferimenti e non assegnazioni cosi come previsto dalla legge. Tale occasione sarà utile per verificare quale ruolo potrà assumere la predetta Commissione di Garanzia.

PROSSIME ASSUNZIONI… ASSUNZIONI……VV.F. Ferme restando le previsioni di assunzione nel profilo di vigile del fuoco conseguenti l'espletamento del concorso a 814 posti e quelle di copertura del turn-over stabilite dalla finanziaria, allo stato attuale la situazione risulta la seguente : le unità da assumere nell'anno corrente assommano ad un totale di circa 390 ; delle suddette, sono state autorizzate circa 290 unità; si è in attesa della autorizzazione, da parte della Funzione Pubblica, per le ulteriori 98 unità circa. Il corso per A.V. P. avrà inizio presumibilmente nella prima settimana di Giugno

PER LE PREDETTE ASSUNZIONI SI PROCEDE UTILIZZANDO LA SOLA GRADUATORIA RIMASTA IN VIGORE E CIOE' QUELLA DELLA COSIDETTA STABILIZZAZIONE DEL PERSONALE VOLONTARIO.

GARANZIA INFORTUNI GRATUITA PER GLI ISCRITTI ALLA FNS CISL La FNS CISL in collaborazione con Unipol, offre gratuitamente a tutti gli iscritti una diaria in caso di ricovero ospedaliero dovuto a infortunio di qualsiasi natura (professionale ed extraprofessionale).Contatta il Tuo referente Sindacale per conoscere nel dettaglio l’offerta.

UN SERVIZIO IN PIU’ DEL TUO SINDACATO……!!!

FNS--CISL CISL!! !! LAVORATORI DIFFIDATE DALLE IMITAZIONI!! ADERITE ALLA FNS

2


n° 7