Page 1

13 Gennaio 2019 Battesimo del Signore festa del Signore - anno C

Mentre Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì… (Luca 3,21) Comunità pastorale SANTI PROFETI (sito: www.santiprofeti.it - mail: area.profeti@tiscali.it) chiesa parr. di s. Maria della Passione – via Bellini 2 – tel. 0276021370 chiesa parr. di s. Babila – c.so Monforte,1– tel. 0276002877 chiesa parr. di s. Francesco di Paola – via Montenapoleone 22 – tel. 0276002634 chiesa s. Pietro in Gessate – p.za s. Pietro in Gessate chiesa s. Maria della Sanità (dei Crociferi) – via Durini 10

Celebrazione della Eucaristia nelle chiese della Comunità Pastorale

Sabato

s. Maria della Passione 17.30 (festiva)

Domenica

11

Da Lunedì a Venerdì

8 - 18

s. Babila 8,30 - 10 18.30 (festiva) 9.30 (ore 10.30 Lodi) 11 - 12.30 - 18,30 8 - 8,30 - 10 18.30

s. Francesco di Paola 18 (festiva) 10 - 11.30 - 18

s. Pietro in Gessate nessuna celebrazione 12.15 - 19

8.15 - 18

13.15

In s. Maria della Sanità si celebra la Messa dal Lunedì al Venerdì alle 8.15 in rito ambrosiano, e ogni Domenica alle ore 11 in rito cattolico Maronita Diaconia della Comunità pastorale: d. Enrico Magnani, responsabile (risiede in Maria della P.) - tel. 3883793272 mons. Elio Burlon (risiede in s. Babila) d. Augusto Casolo (risiede in s. Maria della Passione) mons. Ambrogio Piantanida (risiede in s. Giorgio) d. Assaad Saad (risiede in s. Babila – cappellania dei Maroniti) mons. Giuseppe Scotti (risiede in s. Francesco di Paola) Roberta Casoli (Ausiliaria Diocesana) - tel. 3471571505 Fr. Michele Trabacchino (Oblato diocesano)


Altri Sacerdoti della Comunità: mons. Paolo Bianchi (risiede in s. Babila) + mons. Francesco Brugnaro (vescovo emerito - risiede in s. Maria d. Sanità) mons. Enrico Cantù (risiede in s. Pietro in Gessate) - tel. 0254107424 d. Angelo Casati (risiede in s. Francesco di Paola) - tel. 022362806 mons. Cecilio Rizzi (ris. s. Francesco di Paola) - tel. 0276011970 – 3396309861 Sacerdoti collaboratori della Comunità: d. Pawel Chmiel (sacerdote studente - risiede a s. Maria della Passione) p. Luciano Mazzocchi (Missionario Saveriano) Segreteria della

s. Maria della Passione

tel. 02 76021370

da lunedì a venerdì 9.30 -11.30

Comunità pastorale

s. Babila

tel. 02 76002877

da lunedì a giovedì 15.30-18

s. Francesco di Paola

tel. 02 76002634

da lunedì a giovedì ore 16-18

CALENDARIO della COMUNITÀ pastorale 

Domenica 13 Gennaio – festa: Battesimo di Gesù (la Parola: Isaia 55,4-7; Salmo 28; Efesini 2,13-22; Luca 3,15-16.21-22)

 Giornata parrocchiale Caritas - s. Vincenzo  ore 16.30: s. Maria della Passione – Vespri d’organo 

Lunedì 14 Gennaio – feria dopo l’Epifania (la Parola: Siracide 1,116a; Salmo 110; Marco 1,1-8)

 ore 10: s. Pietro in Gessate – incontro di lettura della Bibbia  ore 17: s. Babila – incontro 2°-4° anno Catechesi  ore 20: s. Maria della Passione – incontro Gruppo Adolescenti 

Martedì 15 Gennaio – feria dopo l’Epifania (la Parola: Siracide 42,1521; Salmo 32; Marco 1,14-20)

 ore 8.15: s. Francesco di P. – Adorazione – ore 11: Ora Media  ore 17: s. Maria della Passione – incontro 3° anno Catechesi  ore 19.30: s. Maria della Passione – incontro Gruppo Medie 

Mercoledì 16 Gennaio – feria dopo l’Epifania (la Parola: Siracide 43,1-8; Salmo 103; Marco 1,21-34)

 ore 17: s. Maria della Passione – incontro 4° anno Catechesi 2


Giovedì 17 Gennaio – memoria: Antonio, abate (la Parola: Siracide 43,33-44,14; Salmo 111; Marco 1,35-45)

 Giornata nazionale per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo religioso ebraico-cristiano  ore 10-15: s. Pietro in Gessate – Adorazione eucaristica 

Venerdì 18 Gennaio – festa: cattedra di san Pietro apostolo (la Parola: 1Pietro 1,1-7 19)

oppure

5,1-4; Salmo 17; Galati 1,15-19; 2,1-2; Matteo 16,13-

 Settimana mondiale di preghiera per l’unità dei cristiani 

Sabato 19 Gennaio – Sabato dopo l’Epifania [fac. Bassiano, vescovo / Fabiano, papa e martire] (la Parola: Esodo 3,7-12; Salmo 91; Galati 1,13-18; Luca 16,16-17)

 ore 10-12: itinerante – Traditio Legis con il 4° anno dell’Iniziazione  ore 21-22.30: s. Babila – Adorazione eucaristica caritativa 

Domenica 20 Gennaio – II Domenica dopo l’Epifania (la Parola: Ester 5,1-1c.2-5; Salmo 44; Efesini 1,3-14; Giovanni 2,1-11)

 Giornata mondiale del migrante e del rifugiato  festa patronale della chiesa di s. Babila  ore 11: s. Babila – Messa patronale con il 3° anno dell’Iniziazione  ore 16: s. Babila – celebrazione del Battesimo  ore 17.30: s. Babila – celebrazione comunitaria dei Vespri Per la preghiera nelle case potrebbero essere utilizzate queste invocazioni nate dall’ascolto della Parola di Dio in questa Domenica: Isaia 55,4-7; Salmo 28; Efesini 2,13-22; Luca 3, 15-16. 21-22 Preghiamo insieme e diciamo: Tu sei salvezza e gioia, Signore! Signore Dio, Gesù è sceso nelle acque come l’ultimo dei peccatori. Ha preso su di sé il peccato del mondo. Si è fatto solidale con noi e ci ha riscattato da ogni schiavitù. Ti preghiamo: Tu sei salvezza e gioia, Signore! Signore Dio, lo Spirito è sceso su Gesù, nelle acque del Giordano, come la colomba che annuncia la fine del diluvio e inaugura un mondo nuovo. Aiutaci a richiedere, a coloro che guidano le sorti delle nazioni, un mondo più giusto e ricco di pace. Dona a noi la forza di costruirlo, pazientemente, ogni giorno. Ti preghiamo: Tu sei salvezza e gioia, Signore! 3


Signore Dio, il mondo, anche il nostro mondo, porta i segni della canna incrinata, dello stoppino fumigante. Poiché Gesù non è venuto a spezzare, né a spegnere, aiutaci ad avvicinare e sostenere ogni situazione che accusa limite, debolezza, fatica. Ti preghiamo: Tu sei salvezza e gioia, Signore! Signore Dio, in questo anno ti abbiamo affidato i nostri bambini nella celebrazione del Battesimo. Oggi li ricordiamo tutti, davanti a te, e, con loro, ricordiamo tutti i bambini del mondo. Le nostre città ritornino ad essere luoghi di vita per loro, le nostre economie non si macchino della vergogna dello sfruttamento. Ti preghiamo: Tu sei salvezza e gioia, Signore! Signore Dio, nel Battesimo di Gesù ci hai rivelato che tu non fai preferenze di persone, ma chi ti ama, e pratica la giustizia, è tuo figlio amato . Vinci in noi ogni forma di intolleranza, di parzialità, di pregiudizio, di settarismo. Donaci di onorare la giustizia ogni giorno. Ti preghiamo: Tu sei salvezza e gioia, Signore!

Cammino di catechesi per il Matrimonio da Martedì 15 Gennaio a Martedì 9 Marzo guidato da d. Elio e d. Giuseppe - presso Sala Ceriani (parr. S. Babila) per iscrizione inviare mail a area.profeti@tiscali.it La Comunità dei ss. Profeti in Milano

LEGGE E MEDITA LA PAROLA DI DIO Lunedì – s. Pietro in Gessate (sacrestia) - Lettura del Libro del Siracide Lunedì 15 Gennaio, ore 10 - Lunedì 22 Gennaio, ore 10 Giovedì – s. Babila (sala Ceriani) - Lettura del Libro di Abacuc Giovedì 24 Gennaio, ore 21 - Giovedì 7 Febbraio, ore 21 4


PREGA E ADORA L’EUCARISTIA Martedì – s. Francesco di Paola Ore 8.15 Messa – Adorazione - Ore 11 Ora Media - Condivisione Martedì 15 Gennaio - Martedì 22 Gennaio - Martedì 29 Gennaio Giovedì – s. Pietro in Gessate Ore 10: Inizio Adorazione – Ore 13.15: Messa - Ore 15: Riposizione Giovedì 17 Gennaio / Giovedì 24 Gennaio / Giovedì 31 Gennaio Sabato – s. Babila Sabato 19 Gennaio - Ore 21-22.30: Adorazione caritativa Sabato 9 Febbraio - Ore 21-23: Adorazione contemplativa 17 gennaio - Giornata nazionale per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo religioso ebraico-cristiano In dialogo con gli ebrei, per combattere razzismo e antisemitismo Il tema per la Giornata di incontro e approfondimento del dialogo tra cristiani ed ebrei del 17 gennaio (giunta al XXX anno) presenta il testo biblico di Ester, scelto per aiutare tutti i fedeli a riscoprire il legame con l’ebraismo nella sua storia e nel suo presente in mezzo a noi. Scrive nella presentazione monsignor Ambrogio Spreafico, presidente Commissione episcopale per l’ecumenismo e il dialogo Cei: ««Auspichiamo che la Giornata del 17 gennaio diventi ovunque un’occasione per questo approfondimento. In un tempo in cui sembrano acuirsi le contrapposizioni, in cui il dialogo risulta più faticoso e quasi scelta debole, vorremmo invitare tutti a un impegno rinnovato, perché sia contrastata ogni forma di antisemitismo e di razzismo nella mutua comprensione perché il dialogo è l’unica via della pace». La storia raccontata nel rotolo di Ester è alla base di una festa ebraica molto partecipata, la festa del Purìm, che ricorda la salvezza ottenuta per il popolo ebraico dalla regina Ester che ne impedì il massacro progettato dalle autorità persiane per lo sterminio dei prigionieri. Tutta la storia del rotolo di Ester dimostra che tutti i disegni perversi, anche se apparentemente vincenti, vengono smantellati, con una concatenazione di eventi che sistematicamente li distrugge. Una riflessione sempre attuale, in ogni tempo e in ogni contesto, che il Consiglio delle Chiese di Milano, soggetto organizzatore della Giornata, 5


vuole proporre quest’anno alla città di Milano con un appuntamento di riflessione e testimonianze a Palazzo Marino, a cui tutta la cittadinanza è invitata. 18-25 gennaio - Settimana ecumenica, «Cercate di essere veramente giusti» Si rinnova all’inizio del nuovo anno l’appuntamento delle Chiese cristiane del mondo per una Settimana di preghiera e riflessione sui grandi temi che investono l’umanità e chiamano le Chiese a un impegno comune e solidale verso l’unità. Dal 18 al 25 gennaio anche gli ambrosiani sono sollecitati a ritrovarsi uniti sul grande tema «Cercate di essere veramente giusti». Il Consiglio delle Chiese cristiane di Milano (Cccm), in collaborazione con il Servizio ecumenismo e dialogo della Diocesi milanese, ha approntato un percorso teso ad agevolare questo impegno delle Chiese a operare insieme nella costruzione di una società più giusta. La traccia della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani 2019 è stata preparata dai cristiani dell’Indonesia. Un Paese complesso, dal punto di vista del territorio (con ben 17 mila isole) e della popolazione (1340 gruppi etnici e oltre 740 idiomi locali); dei suoi 265 milioni di abitanti solo il 10% sono cristiani, di varie denominazioni, e la maggioranza è musulmana. Un Paese che ben conosce la fatica della convivenza tra differenze e prospettive di giustizia sociale. In un contesto che ben conosce anche lacerazioni e conflittualità, i cristiani in Indonesia hanno trovato che le parole del Deuteronomio «Cercate di essere veramente giusti» (Dt 16, 18-20) parlassero in modo vigoroso della loro situazione e delle loro necessità e ben si rapportassero ai diversi contesti mondiali. Il richiamo alla giustizia come codice di vita per tutti e per ciascun cittadino del mondo di oggi, sia verso gli altri esseri umani, sia verso l’intero universo, guida il cammino di preghiera e di unità di fede dei cristiani. «Anche le Chiese di Milano si attengono alla traccia indicata dal comitato internazionale per ogni giorno – spiega la reverenda Vickie Sims, cappellana della Chiesa anglicana di Milano e segretaria del comitato di presidenza del Cccm -, con incontri giornalieri in chiese diverse per coinvolgere il più possibile di popolazione anche delle “periferie” e con l’intento di maggiore ascolto delle diverse voci ecclesiali». Il tema della giustizia impegna a rivedere molte iniziative, personali e comunitarie, e il Cccm propone al primo incontro la distribuzione a ciascun partecipante di due cartoncini che riportano all’impegno di giustizia che ci si assume nella 6


preghiera comune: uno è personale, come pro-memoria, l’altro da conservare e riportare all’incontro della prossima Pentecoste, come testimone di un impegno assunto e riaffermato sia di persona, sia di Chiesa. La giustizia si modula a partire dalla migliore conoscenza e accoglienza reciproca tra le Chiese. Per questo il Cccm ha deciso di dedicare un incontro ogni due mesi a una riflessione a tre voci (cattolici, ortodossi, protestanti) per migliorare il dialogo e la reciproca conoscenza tra le Chiese membri del Consiglio. Si potrebbe dire con il desiderio di andare oltre la semplice collaborazione su alcuni programmi per costruire una maggiore unità di scelte di fede e di giustizia. La riflessione per gli otto giorni e la celebrazione ecumenica sono incentrate sul tema principe del versetto-guida. Anche le diverse Zone pastorali della Diocesi hanno un programma di celebrazioni e incontri, curato dal Servizio per l’Ecumenismo e il dialogo della Diocesi. 

Venerdì 18 - ore 20.30 - La preghiera e il dono Riflessioni della pastora Lidia Maggi e di don Giuliano Savina > Chiesa Evangelica Battista – Via Pinamonte da Vimercate, 10 (Tram 2, 4, 12 e 14; Bus 43, 57 e 94; M2 Moscova)  Sabato 19 - ore 18.30 - Aperitivo della giustizia: Racconti, musica e cibo multietnici per incoraggiarci sul cammino verso la giustizia > Chiesa Evangelica Metodista – Via Porro Lambertenghi, 28 (Tram 33, Bus 60, M3 Zara, M5 Isola)  Lunedì 21 - ore 18.00 - Vespero ortodosso > Chiesa S. Ambrogio di Milano c/o S. Vito al Pasquirolo Largo Corsia dei Servi, 4 (Tram 12 e 27, M1 S. Babila)  Lunedì 21 - ore 20.45 - Celebrazione ecumenica della Parola > Chiesa Mater Amabilis – Via Previati, 8 (MM Amendola-Fiera)  Martedì 22 - ore 19.30 - Preghiera ecumenica dei giovani > Basilica di Sant’Ambrogio (Bus 58 e 94, M2 S. Ambrogio) ore 20.00 - Happening ecumenico > Oratorio di S. Ambrogio - Piazza S. Ambrogio, 15  Mercoledì 23 - ore 19.30 - Vespero anglicano > All Saints Church – Via Solferino, 17 (Bus 43 e 94, M2 Moscova, M3 Turati)  Venerdì 25 - ore 20.30 - Celebrazione liturgica di chiusura Predicazione di padre Ionut Radu > chiesa S. Maria Goretti – Via Melchiorre Gioia, 193 (Tram 10 e 33, Bus 43, M2 Gioia) 7


STAVA IN PREGHIERA Sappiamo che la fedeltà e la forza della testimonianza di Giovanni avevano indotto la gente a pensare che lui fosse il Cristo, cioè il Messia... Il Battista ha sempre reagito ricordando, con assoluta onestà e limpidezza, la distanza tra lui e Gesù; una distanza resa evidente dalla diversa portata tra il “suo” Battesimo e quello che verrà donato da Gesù... Infatti, se il Battesimo di Giovanni sicuramente donava il perdono dei peccati e riportava uomini e donne alla condizione di veri figli di Israele, generati e guidati dalla Legge e dai Profeti, il Battesimo di Gesù, in Spirito Santo e fuoco, darà ben altro: darà la vita nuova e l’adozione a figli di Dio! Lasciandoci guidare dal racconto di Luca, scopriamo che, prima, tutto il popolo fu battezzato… È l’intera vicenda di Israele diventato capace di custodisce le promesse divine e poter giungere al dono supremo di Dio, che è Gesù, il Messia... Con Gesù in mezzo a tutti: Gesù, ricevuto anche Lui il battesimo; è davvero splendida questa piena immersione del Signore nel suo popolo... Inoltre, Luca annota che Gesù stava in preghiera: il Figlio di Dio mostra a tutte le generazioni come si è - e si diventa - figli di Dio: non con il tentativo dei progenitori - rubare un frutto di conoscenza ma ponendosi in ascolto e accogliendo la comunione d’amore con Dio... Sembra che proprio per questa via, di ascolto e preghiera, il cielo si aprì: perché termini la separazione tra Dio e l'umanità! E lo Spirito, che al principio si librava sulle acque, e che in forma di colomba si era posato sulla terra alla fine del diluvio, ora, scendendo su Gesù, scende sull’umanità che in lui è ritrovata e riconciliata... Da questo dono nasce il dialogo intimo ed esclusivo tra il Padre e il Figlio: Tu sei il mio figlio prediletto… Un Tu in cui è contenuta la speranza per l’intera umanità nella quale il Figlio di Dio si è immerso... Infine, l’esplosione di gioia del Padre: In Te mi sono compiaciuto… Dio proclama il significato profondo della missione di Gesù: restituire all’umanità la possibilità di essere il luogo della gioia del Padre… Tutto quello che Gesù dirà e compirà sarà l’esplicitazione di questa parola, e sarà la grande e nuova via, aperta per l’umanità intera, verso la piena intimità con il Padre... don Enrico 8

Notiziario 13-19 Dicembre 2019  
Notiziario 13-19 Dicembre 2019  
Advertisement