Page 1

UDINE CITTÀ DI CULTURA, SCIENZA E CONOSCENZA • • • • • •

Una rete per la conoscenza La scienza a portata di mano Udine città del libro e della cultura Udine città di musei e mostre Udine città d’arte e di spettacolo Il censimento dei locali storici: tutela e valorizzazione


UDINE CITTÀ DI CULTURA, SCIENZA E CONOSCENZA Una rete per la conoscenza I giovani sono il futuro della città: l’Amministrazione Comunale si dedica alla loro crescita professionale e umana, anche attraverso la collaborazione e la condivisione di progetti con enti, istituzioni e associazioni del territorio. Si ricordano in particolare le collaborazioni in atto con le scuole dell’obbligo e superiori, l’Accademia D’Arte Drammatica “Nico Pepe”, l’Università degli Studi di Udine. Per sviluppare il senso civico e la partecipazione attiva, diventa importante che un Comune coinvolga i suoi giovani cittadini anche nella vita “politica”, attraverso progetti e strumenti, come - ad esempio - il Consiglio Comunale Ragazzi.

Il Consiglio comunale dei Ragazzi

Il CCR - Consiglio Comunale dei Ragazzi rende attivamente partecipi i ragazzi alla vita della città, affermando il loro diritto di essere cittadini, perseguendo l’intento di contribuire allo sviluppo del senso civico, anche attraverso la conoscenza delle istituzioni cittadine. I componenti del CCR sono eletti tra gli studenti delle scuole medie e delle classi quarte e quinte delle scuole elementari; come nel Consiglio Comunale del Comune, il CCR ha un suo presidente eletto dai consiglieri (che presiede le sedute) ed è organizzato in 4 Commissioni: Tempo Libero, Scuola, Ambiente, Diritti dei bambini. Il CCR ha precisi impegni “istituzionali”: esprime pareri e presenta le proprie idee su progetti di rilevanza cittadina. Nel 2008 il CCR ha portato a termine n. 7 importanti progetti, che hanno coinvolto centinaia di alunni, oltre ad insegnanti e genitori; tra questi: “Radiosveglia” (4 trasmissioni radiofoniche su RadioSpazio103, in collaborazione con ERT Teatro&Scuola, che hanno coinvolto 80 alunni); la partecipazione al “Forum Regionale dei Consigli Comunali Dei Ragazzi” (in collaborazione con il Tutore Pubblico dei Minori); la collaborazione con Agenda 21 Locale nel progetto di sistemazione dell’area di Via Valente); la partecipazione al “Convegno Sicurezza Casa-Scuola”; il progetto “Sicurezza Aree Scolastiche”, in collaborazione con “Città Sane” e l’Ufficio Mobilità del Comune; la prima edizione del Giornalino, con 160 bambini coinvolti nella redazione degli articoli. Il costo complessivo 2008 a carico del Comune per il CCR è stato di € 22.316.

100

UDINE CITTÀ DI CULTURA, SCIENZA E CONOSCENZA


La Civica Accademia D’Arte Drammatica “Nico Pepe” Costi a carico del Comune Sostegno all’attività della scuola d’arte Eventi organizzati in collaborazione nell’ambito di “Udine estate”

2008 € 130.000 € 4.500

Il Comune di Udine gestisce la Civica Accademia D’Arte Drammatica “Nico Pepe”mediante l’omonima Associazione che accoglie allievi provenienti da tutta Italia, ma anche da Slovenia, Croazia, Germania e persino Norvegia. Il corso per allievi attori fornisce una formazione di base per chi vuole intraprendere la professione dell’attore. La promozione di una attività di piccole produzioni di spettacoli, conferenze e videoproiezioni, fa parte integrante del progetto didattico della “Nico Pepe”, poiché l’incontro con la scena e soprattutto con il pubblico sono fondamentali per la formazione di un attore. Nel 2008 oltre all’attività didattica, l’Accademia ha organizzato i seminari “Gli Spazi del corpo”, i corsi di educazione alla voce rivolti alla cittadinanza, i laboratori di teatro per studenti universitari.

101


Il Comune e l’Università

Per facilitare l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, il Comune offre la possibilità a studenti, universitari e neo-laureati, di svolgere un periodo di tirocinio di massimo 12 mesi, presso le proprie strutture: non si tratta di un rapporto di lavoro, ma di un progetto formativo e/o di orientamento, condiviso tra tirocinante, tutor scolastico e tutor dell’amministrazione comunale. Nel 2008 erano in vigore convenzioni con le seguenti Università: • Università degli Studi di Udine; • Università degli Studi di Trieste; • Università degli Studi di Padova; • Istituto Universitario di Architettura di Venezia (IUAV), • Università “Ca’ Foscari” di Venezia; • Università degli Studi di Pisa; • Università degli Studi di Bologna; • Università degli Studi di Trento; • Università degli Studi di Siena; • Università Commerciale “Luigi Bocconi” di Milano. Anno 2008

Numero

Costi a carico del Comune

Tirocini per neolaureati

26

€ 164.033

*Tirocini per studenti universitari

24

€0

* questa tipologia di tirocini non prevede riconoscimenti economici o rimborsi spese

102

UDINE CITTÀ DI CULTURA, SCIENZA E CONOSCENZA


La scienza a portata di mano Museo friulano di Storia Naturale - anno 2008

Entrate

Spese

*Spesa per personale

€ 540.141

Spese per funzionamento

€ 231.211

Servizi per attività conservativa, restauri, ecc.

€ 432.787

Contributi

€ 303.400

Proventi diversi (biglietti, erogazioni, ecc.)

€ 138.795

Totale

€ 442.195

€ 1.186.139

*escluso premio produttività.

Il Comune non dispone attualmente di una struttura dedicata alle scienze, da offrire a studiosi, ma anche a studenti, insegnanti e turisti interessati a imparare e sperimentare; attraverso il Museo Friulano di Storia Naturale (attualmente chiuso al pubblico), organizza comunque convegni e mostre di alto livello, che pongono Udine in primo piano nel panorama nazionale. Non solo: il Museo conserva anche migliaia di campioni e reperti di Botanica, Mineralogia, Paleontologia, Paletnologia, Zoologia ed Entomologia, che costituiscono un patrimonio straordinario per la regione Friuli Venezia Giulia. Due sono stati i grandi eventi realizzati nel 2008: - “Archeomovies”: due serate di proiezione di alcuni tra i migliori filmati della Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico di Rovereto; - “La Scimmia Nuda. Storia naturale dell’umanità”: realizzata in collaborazione con il Museo Tridentino di Scienze Naturali di Trento e il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino, ha condotto i visitatori in un avvincente viaggio nella storia della specie umana, a partire dalla sua origine animale, in un dialogo serrato tra cultura umanistica e scientifica. Fra le altre attività: • sono proseguiti i lavori di catalogazione (fra cui oltre 500 periodici), schedatura ed informatizzazione dei reperti. E’ stata acquistata una collezione entomologica di notevole importanza (circa 50.000 reperti); la Famiglia Tedesco Zammarano ha donato al Comune una raccolta zoologica risalente al periodo 1912–1925;

103


• sono state avviate nuove ricerche (anche in collaborazione o su incarico di altri Enti), in aggiunta alle ricerche già in corso, e fornite consulenze per tesi di laurea e dottorati di ricerca riguardanti le più importanti collezioni museali; • sono proseguite le collaborazioni con università, enti di ricerca ed istituzioni scientifiche (fra cui: Tiroler Landesmuseen di Innsbruck e Circolo Speleologico e Idrologico Friulano). E’ proseguita inoltre la collaborazione con il GREF (Gruppo Regionale di Esplorazione Floristica) per il censimento della flora regionale; • numerosi sono stati i convegni e le conferenze, anche a scopo didattico. Museo Friulano di Storia Naturale – attività 2008 Ricerche sul territorio e studio dei reperti

N. giornate attività campagna

61

N. collaborazioni scientifiche

243

N. aggiornamenti

28.607

N. pubblicazioni

20

N. reperti acquisiti

85.624

Interventi di preparazione e restauro

N. esemplari preparati

53.618

Biblioteca specializzata e mediateca

N. volumi acquisiti

1.755

N. volumi catalogati

5.039

Informatizzazione degli archivi Attività editoriale Incremento collezioni

La mostra “La Scimmia Nuda” *La scimmia nuda - anno 2008 Entrate da contributo regionale *Spese allestimento, promozione e catalogo

Entrate

Spese

€ 40.000 € 129.972

* l’importo indicato non comprende alcune spese di organizzazione sostenute nel 2007.

La mostra analizzava, secondo una prospettiva evolutiva, i diversi aspetti biologici e culturali del’uomo, realizzando un progetto espositivo di grande attualità, che realizza in modo suggestivo ed innovativo l’integrazione di diverse discipline e ambiti di ricerca. Ricca l’offerta didattica collegata alla mostra, la cui importanza e qualità è stata riconosciuta dall’elevata partecipazione: 6.526 studenti hanno partecipato ai 319 percorsi didattici. Ai convegni e dibattiti hanno partecipato i maggiori esperti italiani; visite guidate e incontri a tema sono intervenuti anche durante l’estate udinese.

104

UDINE CITTÀ DI CULTURA, SCIENZA E CONOSCENZA


“La scimmia nuda”

N. visitatori

Febbraio

2.168

Marzo

5.025

Aprile

3.977

Maggio

3.691

Giugno

1.251

*Luglio

2.971

**Agosto

1.966

Settembre

5.223

Totale

26.272

*l’apertura straordinaria e le visite guidate gratuite per la Notte Bianca hanno portato 650 visitatori **nell’Estate Udinese, 107 visitatori hanno usufruito dell’apertura straordinaria e delle visite guidate

Udine città del libro e della cultura Civica Biblioteca - anno 2008

Entrate

Spese

*Personale

€ 649.061

Acquisto libri, periodici, audiovisivi

€ 118.950

Servizi per catalogazione, restauri, attività didattiche, ecc.

€ 698.668

Spese di funzionamento

€ 153.226

Contributi e proventi Totale * escluso premio di produttività.

€ 204.193 € 204.193

€ 1.619.905

La Biblioteca Civica “Vincenzo Joppi” articola sempre più le sue funzioni, specializzando i servizi sui diversi pubblici, sviluppando le varie Sezioni (Moderna, Ragazzi, Musica, Friulana, Manoscritti e rari, Cinema, Periodici) e valorizzando le biblioteche di circoscrizione, vicine alla gente dei quartieri.

105


Il numero dei prestiti 2008 testimonia la vitalità del servizio e l’interesse della città per la Biblioteca; i quasi 200.000 prestiti (tra libri, CD e DVD), nonostante il lieve calo rispetto al 2007, restano fra i più elevati tra le biblioteche comunali della Regione. Civica Biblioteca

2006

2007

2008

N. presenze

287.018

280.442

272.436

N. prestiti complessivi

221.578

215.682

198.457

23.363

26.250

27.719

di cui n. DVD N. iscritti che hanno usufruito di almeno un prestito *N. totale volumi posseduti (libri, riviste e DVD)

8.058

12.901

12.807

517.051

526.788

537.848

* nel 2008 la Sezione Moderna ha acquistato volumi per circa €81.950.

In particolare, nel 2008 la Sezione Moderna si è riconfermata quale servizio pubblico di eccellenza, grazie alla sempre buona offerta di libri nuovi, riviste e DVD della Sezione Cinema. Sempre ricche di contributi innovativi sono state le iniziative della Sezione Ragazzi, di cui viene dato conto nel capitolo “Udine, la città dei bambini e dei giovani”. Anche nel 2008 i 36 “Incontri con l’Autore” hanno portato grande pubblico in Sala Ajace, facendo conoscere i più importanti nomi della letteratura e della saggistica regionale, oltre a qualche significativo autore nazionale, grazie alla collaborazione dell’ERDISU di Udine. La Civica Biblioteca ha inoltre promosso incontri e visite guidate, anche in occasione di eventi cittadini, come la Notte Bianca, Friuli DOC e Dicembre a Udine.

106

UDINE CITTÀ DI CULTURA, SCIENZA E CONOSCENZA


Udine città di musei e mostre Civici Musei - anno 2008

Entrate

*Spese personale

Spese € 868.911

Acquisti di pubblicazioni e materiali bibliografici

€ 22.257

Servizi per sorveglianza sale, attività conservativa, calatogazione, restauri,ecc.

€ 893.676

**Spese di funzionamento

€ 851.664

Contributi Ingressi e proventi diversi Totale

€ 248.859 € 82.665 € 331.524

€ 2.636.508

*escluso premio produttività. ** di queste, € 103.500 sono corrisposte a titolo di canone di concessione allo Stato (che ne è proprietario) per il complesso del Castello.

Dal Tiepolo alla Collezione Astaldi, dai Musei del Castello al futuro Museo Etnografico di Palazzo Giacomelli: l’impegno dell’Amministrazione Comunale mira a contribuire alla conoscenza del patrimonio della città (anche facendo rete con Università, Soprintendenze, altri musei e associazioni del territorio) e a inserire Udine nel circuito turistico delle città d’arte. Nel 2008 i Musei udinesi sono stati partner dell’ Università, accogliendo tirocinanti e condividendo iniziative; ad esempio: • Università di Udine: ospitalità e collaborazione per il convegno internazionale sui tumuli e realizzazione di un CD sulle fibule; • Università di Trieste: presentazione delle recenti ricerche sui Goti e relativa mostra; presentazione in Castello del volume sulle epigrafi di Zuglio; • fitto interscambio culturale con i docenti delle due università, per incontri scientifici e redazione dei periodici dei musei. Sono stati complessivamente quasi 40.000 i visitatori delle esposizioni dei musei cittadini, che garantiscono - per le esposizioni permanenti - un’ampia apertura nel corso dell’anno (Gamud: 305 giorni nel 2008; Civici Musei del Castello: 310 giorni).

107


Anno 2008 Castello

N. visitatori

Entrate

11.121

€ 11.487

*Casa Contadinanza

820

0

*Casa Confraternita

8.293

0

* Salone del Parlamento

2.638

0

Gamud

5.233

€ 4.396

Palazzo Morpurgo

3.606

€ 3.776

**San Francesco

1.061

€ 4.174

Palazzo Giacomelli

6.997

€ 17.197

39.769

€ 41.030

Totali 2008

* si tratta di aperture in occasione di convegni, presentazione di libri, ecc; **il dato non comprende i visitatori della mostra “La scimmia nuda”.

Le mostre temporanee

Numerose sono state le mostre ed esposizioni temporanee del 2008 per rendere i musei uno dei poli di attrazione turistica della città. Le sedi museali coinvolte sono distribuite sul territorio: Gamud (Galleria di Arte Moderna), Gallerie del Progetto di Palazzo Morpurgo, complesso del Castello, Chiesa di San Francesco e Palazzo Giacomelli (che dal 2008 ospita mostre temporanee). Mostre temporanee

2007

2008

Gamud

4

4

Gallerie del Progetto di palazzo Morpurgo

3

4

13

7

Civici Musei Chiesa di San Francesco

2

Palazzo Giacomelli

1

Nel 2008 la Gamud ha proposto e ospitato le seguenti mostre: • “Mirko. I disegni (1935 -1964) e i gessi della donazione Zariski”: in occasione dell’antologica che Matera ha dedicato a Mirko Basaldella, Udine ha esposto i gessi resaturati e donati al Museo nel 2001 da Vera Zariski, nipote di Serena Cagli Basaldella. • “RAI 1964. La sede regionale del Friuli Venezia Giulia. La collezione d’arte”: in collaborazione con la sede regionale RAI e il Museo Revoltella di Trieste, la mostra ha esposto le opere di artisti regionali scelte negli anni ‘60 e ‘70 dalla

108

UDINE CITTÀ DI CULTURA, SCIENZA E CONOSCENZA


direzione della RAI per arredare gli uffici di Trieste. • “Giovanni Frangi Pasadena”: mostra dedicata a uno dei più interessanti protagonisti sulla scena italiana contemporanea, con esposizione della collezione incisoria di 29 lastre. • “Mecenati da collezione: acquisizioni 2001-2008”: esposizione delle opere donate in questo periodo alla Gamud e di due importanti acquisizioni della Scuola Friulana d’Avanguardia: “Autoritratto” di Alessandro Filipponi e “Amazzone”di Fred Pittino. GAMUD - mostre temporanee

N. visitatori

Spese

*Mirko. I disegni e i gessi della donazione Zariski

722

€ 14.761

RAI 1964

216

€ 360

Giovanni Frangi Pasadena

582

€ 5.704

**Mecenati da Collezione. Acquisizioni 2001-2008

200

0

* sono state organizzate anche 5 visite guidate per un totale di 47 partecipanti; le spese in tabella sono state sostenute nel 2007. ** l’iniziativa era organizzata dall’Istituto per il Movimento di Liberazione, che ha sostenuto i costi.

Le mostre temporanee del 2008 allestite alle Gallerie di Progetto di Palazzo Morpurgo sono state: • “I gioielli di Dino Basaldella. Progetti, bozzetti e oreficeria”: dedicata alla produzione orafa di Dino Basaldella, promossa dal Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia con il sostegno della Cassa di Risparmio, ha esposto per la prima volta i 136 gioielli, corredati dai 70 disegni preparatori, e da gessi e brattee, per un totale di 257 opere. Una sezione della mostra è stata esposta nella sede del Consiglio Regionale a Trieste. • “1938-1945: la persecuzione degli ebrei in Italia. Documenti per una storia”: mostra di carattere storico documentario, realizzata in collaborazione con l’ Istituto Friulano Storia Movimento Liberazione. Attraverso prestiti dalla Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea CDEC di Milano e dallo Studio Pro forma di Carpi, la mostra ha illustrato momenti della persecuzione degli ebrei in Italia dal 1938 al 1945. • “ALBA: nuovi manifesti italiani. 2000-2007” : rassegna di graphic designer italiani, con oltre 100 manifesti, per richiamare l’attenzione su un mezzo di comunicazione oggi passato in secondo piano: il manifesto. La mostra, proveniente da Firenze, è stata curata da Andrea Rauch e Gianni Sinni; una sezione

109


dedicata alla collezione di manifesti storici della Gamud ha esposto opere provenienti dallo stabilimento grafico Chiesa di Udine. A corredo dell’iniziativa, il convegno “In morte del Manifesto”. • “LIVING ARCHITECTURES. Tre letture di architettura contemporanea: Rem Koolhaas, Frank Gehry, Richard Meier”: realizzata con il sostegno della Regione, è stata dedicata a tre edifici di rilievo internazionale: la sede museale Guggenheim di Bilbao, la Casa costruita a Bordeaux da Rem Koolhaas e la chiesa Dives in Misericordia di Richard Meier. Gallerie di Progetto - mostre temporanee I Gioielli di Dino Basaldella

N. visitatori

Spese

1385

€ 17.825

1938-1945: la persecuzione degli ebrei in Italia. Documenti per una storia

804

€ 3.186

Alba: nuovi manifesti italiani 2000-2007

889

€.9.755

*Living Architectures

998

€ 51.326

* Per l’organizzazione della mostra il Comune ha ricevuto un contributo regionale di € 35.000.

Nel 2008 ai Civici Musei, sono state organizzate le mostre: • “HABITUS, identità e integrazione nell’arco alpino orientale attraverso lo studio delle fibule”: esposizione di quasi trecento oggetti delle civiche collezioni, per illustrare il mutamento del costume e la complessità di rapporti intercorsi dall’età preromana all’alto medioevo nell’arco alpino orientale; nel progetto rientrano anche: il catalogo sulle fibule antiche del Friuli (dalle collezioni dei Civici Musei); un volumetto descrittivo dei principali tipi di fibule dell’Italia nordorientale; un DVD (realizzato con l’aiuto del Consorzio Friuli). • “I Goti dall’Oriente alle Alpi”: attraverso oggetti rinvenuti presso insediamenti locali (S. Giorgio di Attimis, Udine, Aquileia e Osoppo) sloveni (necropoli slovena di Dravlje) e i recenti rinvenimenti carinziani di Globasnitz, la mostra rievoca abitudini e spstamenti di un popolo, il cui regno si estese (V-VI secolo d.c.) in gran parte dell’Italia, Austria e Slovenia. • “Vivere gli anni ’50 attraverso i manifesti cinematografici”: oltre 50 tra cartelloni, locandine e riviste d’epoca della collezione di Giorgio Giaotto, una delle più straordinare e complete in Italia. • “Udine, anni ‘50. Una cronaca in bianco e nero.”: fotografie della Fototeca e del Museo Friulano della Fotografia (Civici Musei), soprattutto di Studio Pignat e Studio Brisighelli, hanno illustrato la vita della città, attraverso i cambiamenti architettonici e urbanistici, le prime industrie, gli avvenimenti e la vita quotidiana dell’Italia del dopoguerra. • “L’invenzione del Castello. 1854-1953” : mostra documentaria sulle trasfor-

110

UDINE CITTÀ DI CULTURA, SCIENZA E CONOSCENZA


mazioni del Castello udinese, dalla metà dell’800 al secondo dopoguerra. • “La Grande Guerra vista da Italico Brass”: una scelta di tele di Italico Brass e altri pittori coevi, come Montanari, Beltrame e Sartorio, dedicata alla grande guerra, nell’ambito del progetto della Regione Friuli Venezia Giulia “Rileggiamo la grande guerra” (cui il Comune di Udine ha collaborato). • “Ricordando Gianpaoli”: in collaborazione con il Comune di Buia, ha celebrato il medaglista friulano in occasione del decimo anniversario della scomparsa. Civici Musei - Mostre temporanee 2008

N. visitatori

Spese

*Habitus

5.798

€ 54.296

**Goti dall'Oriente alle Alpi

3.565

€ 144

Vivere gli anni '50 attraverso i manifesti cinematografici

1.966

€ 1.404

Udine Anni 50. Una cronaca in bianco e nero

3.994

€ 804

***L'invenzione del Castello. 1854-1953

1.828

€0

****La Grande Guerra Vista da Italico Brass

1.268

€ 9.152

*****Ricordando Gianpaoli

2.961

€0

* la spesa è stata sostenuta nel 2007. **mostra realizzata dal Comune di Attimis in collaborazione con i comuni di: Faedis, Povoletto, Civici Musei di Udine e con il sostegno di:Regione Friuli Venezia Giulia, Comunità Montana delle Valli del Natisone, del Torre e del Collio, Parco archeologico dei Castelli e Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone; l’unico costo sostenuto è stato relativo all’assicurazione dei materiali in prestito. *** mostra realizzata con allestimenti già preesistenti ed esposizione di materiali appartenenti alle collezioni dei Civici Musei. **** i costi sono stati interamente coperti da un’erogazione liberale. ***** la mostra non ha comportato costi esterni, in quanto sono stati utilizzati esclusivamente materiali e allestimenti dei Civici Musei.

La Chiesa di San Francesco, non più adibita al culto, è usata come sede espositiva; nel 2008 ha ospitato la mostra “Splendori del Gotico nel Patriarcato di Aquileia”: manoscritti, tessuti, oreficerie, sculture, affreschi e tavole preziose, provenienti da importanti musei e biblioteche, italiani ed esteri. Palazzo Giacomelli ha invece ospitato la mostra “Ori e Rituali. I preziosi della collezione Perusini.”

111


Sede

N. visitatori

Spese

CHIESA SAN FRANCESCO *Splendori del Gotico nel Patriarcato di Aquileia

761

€ 156.348

***Ori e Rituali. I preziosi della collezione Perusini

6.997

€ 68.124

La Grande Guerra Vista da Italico Brass

1.268

€ 9.152

**La scimmia nuda PALAZZO GIACOMELLI

* sono state organizzate anche 5 visite guidate; la mostra ha beneficiato di un contributo regionale di € 50.000 e di un’erogazione liberale di € 35.000. ** per descrizione e dati vedere: Museo Friulano di Storia Naturale. *** l’importo indicato non comprende alcune spese di organizzazione sostenute nel 2007; la mostra ha beneficiato di un contributo regionale di € 20.000 e di un’erogazione liberale di € 40.000.

112

UDINE CITTÀ DI CULTURA, SCIENZA E CONOSCENZA


Udine città d’arte e di spettacolo Attività culturali - anno 2008

Entrate

Spese

*Spese personale

€ 300.521

Spese di funzionamento

€ 232.625

Spese per attività culturali

€ 597.623

Contributi per eventi e attività culturali

€ 761.372

Contributi e proventi diversi

€ 709.613

Totale

€ 709.613

€ 1.892.141

* escluso premio di produttività.

Manifestazioni turistiche - anno 2008

Entrate

Spese per manifestazioni

Spese € 658.458

Contributi a enti e associazioni

€ 20.000

Contributi

€ 271.479

Proventi diversi

€ 141.077

Totale

€ 412.556

€ 678.458

Produrre cultura per il territorio significa creare e mantenere forti sinergie operative e progettuali con gli operatori locali, per collaborare e operare in stretto legame tra progettazione culturale e processi di sviluppo locale. Attraverso il progetto “ScenAperta”, l’Amministrazione Comunale ha voluto coordinare e promuovere la partecipazione di operatori ed associazioni, per una migliore offerta culturale alla città. La stagione 2008 di “ScenAperta” ha visto la partecipazione di CSS-Teatro Stabile di Innovazione del FVG, Teatro Club di Udine, le associazioni “Amici della Musica” e “Euritmica”, l’Accademia “Nico Pepe”, che assieme al Comune di Udine (che ha concesso gratuitamente il Teatro del Palamostre per 140 giornate) hanno offerto un’ampia gamma di eventi culturali: dalla danza, alla musica, alla prosa ecc.

113


A Udine, l’esigenza di nuovi spazi per la cultura, “luoghi” dove far confluire progettualità, sperimentazione, aggregazione e far fermentare nuove idee, è particolarmente sentita: A questo scopo, il Comune intende riqualificare e recuperare l’area (attualmente inutilizzata) dell’ex Macello.

Gli eventi culturali

Per il Comune di Udine, la cultura è un’occasione di crescita dei cittadini e di impulso alla coesione sociale. Per questo, anche il 2008 ha visto una ricca offerta di iniziative culturali per la città e grandi eventi per incentivare il turismo, anche a vantaggio delle attività commerciali udinesi. • “La Shoah e oltre”: Udine si conferma in prima linea nel costruire percorsi di riflessione intorno al 27 gennaio, “Giornata nazionale della Memoria “ che ricorda l’abbattimento dei cancelli di Auschwitz; l’evento, curato da associazioni culturali cittadine, ha proposto vari appuntamenti di musica, cinema e teatro. • Il Carnevale udinese: una serie di iniziative – burattini, spettacoli, animazione, laboratori – dedicate principalmente ai bambini. • “Letture d’inverno”: manifestazione con tema conduttore il Gattopardo, svolta presso la Società Filologica Friulana, con letture a contrappunti e puntate (curata di Paolo Patui e Angela Felice). • “Porta a Oriente”: concepito anche come azione di marketing territoriale e condiviso con associazioni private, ha proposto 3 rassegne per indagare il rapporto storico, economico e culturale Est-Ovest: Calendidonna, interamente organizzato dal Comune, nel 2008 è stata dedicata al Giappone; Far East Film Festival e il Premio Terzani, organizzate da associazioni, sono state economicamente sostenute da contributi comunali, regionali e statali. • “UdinEstate”: la manifestazione sviluppata per moduli tematici (musica pop, rock, folk, letture in corte, incontri di matematica, ecc..), ha offerto circa 300 appuntamenti per bambini, giovani ed anziani, fra cui: n. 8 concerti di musica pop e folk, n. 30 appuntamenti con il jazz, n. 3 giornate di musica rock, n. 17 appuntamenti di musica classica e operistica, n.35 iniziative per bambini, n. 8 appuntamenti di lettura, n. 4 incontri dedicati alla cultura scientifica e, nei territori decentrati, cinema, spettacoli teatrali e musicali e Ludobus; inoltre, visite tematiche alla mostra “Ori e Rituali” e iniziative collaterali alla mostra “La scimmia nuda”. • “Notte Bianca”: la seconda edizione ha visto negozi, piscina e musei aperti, spettacoli per adulti e bambini e una formula innovativa per chi ha voluto coniugare lo shopping con visite culturali. Grazie al servizio di comunicazione bluetooth, le persone presenti in centro storico hanno ricevuto direttamente sul proprio cellulare il programma della manifestazione.

114

UDINE CITTÀ DI CULTURA, SCIENZA E CONOSCENZA


• ”Friuli DOC”: per ovviare alla presenza di cantieri in alcuni siti, nel 2008 sono stati organizzati spazi alternativi per i 200 stand (via Aquileia, Via Gemona, Via San Francesco). Grande successo per il blog Friuli Doc, che nel 2008 ha triplicato le visite rispetto l’anno precedente. • “Dalla Guerra alla Pace”: iniziative per il 90^ anniversario della conclusione del primo conflitto mondiale; una visione articolata del periodo con riflessioni storiche, mostre, convegni di livello internazionale e una rassegna cinematografica. • “Musiche pe gnove musiche friulane”: la nota rassegna di produzioni discografiche in lingua friulana, ha ospitato il gruppo vincitore del Liet Festival 2008 (festival musicale internazionale delle lingue minoritarie); in occasione dell’anniversario della Carta europea delle lingue, sono state realizzate anche iniziative di sensibilizzazione presso le scuole, in collaborazione con la Regione. • “Contemporanea”: la 12^ edizione della manifestazione dedicata alla musica di ricerca ha proposto 5 appuntamenti che hanno spaziato tra le più diverse espressioni della cultura contemporanea. • “Dicembre a Udine”: la tradizionale rassegna di fine anno ha proposto concerti di cori polifonici e musica sacra, presso teatri e luoghi di culto; inoltre: il Mercatino di Natale, degustazioni di piatti tradizionali e il Trenino guidato da Babbo Natale. A Capodanno: in Piazza Libertà, giochi d’acqua, musica, fuoco e luci, mentre in Piazza San Giacomo i migliori successi proposti dai DJ ed eseguiti dal vivo. La pista di pattinaggio sul ghiaccio di Piazza Venerio ha riscosso, come ogni anno, tantissimo successo.

115


Manifestazioni

N. eventi N. presenze

N. giornate

Spese

Intorno alla Shoah

8

1.680

6

€6.475

*Carnevale

9

4.635

8

€ 45.159

Letture d’inverno

8

720

8

€ 10.586

**Caledidonna

69

9402

30

€ 178.949

***UdinEstate

286

105.429

77

€ 415.297

****Notte Bianca

vedi tabelle successive

1

€ 57.846

*****Friuli DOC

vedi tabelle successive

4

€ 360.824

12

1.595

11

€ 27.725

Rassegna Musica Contemporanea

5

750

5

€ 10.583

******Musica pe gnove musiche furlane

2

700

2

€ 23.495

34

9.175

25

€ 47.175

- di cui in circoscrizione

Dalla Guerra alla Pace

*******Dicembre a Udine Totale

59

12.428

€ 43.006

€ 1.184.114

* comprende anche il “Carnevale Centrifugo”, che prolunga oltre il martedì grasso i festeggiamenti per il carnevale cittadino, e che nel 2008 ha portato lo spettacolo, “Lungo le ali del destino” a Cussignacco e al Teatro Palamostre. ** la spesa è stata parzialmente compensata da contributi regionali e statali per € 125.000. *** la spesa è stata parzialmente compensata da erogazioni liberali e contributi regionali, per un totale di € 153.981 . **** Il Comune ha beneficiato di contributi ed erogazioni liberali per un totale di € 9.000. ***** Il Comune ha beneficiato di contributi e introiti per occupazione di suolo pubblico per un totale di € 34.000. ****** il Comune ha beneficiato di un contributo regionale di € 2.500. ******* il Comune ha beneficiato di un contributo regionale di € 1.500.

116

UDINE CITTÀ DI CULTURA, SCIENZA E CONOSCENZA


Notte Bianca - anno 2008

N. ingressi/presenze

Piscina aperta

500

Ludoteca

400

Visite guidate in biblioteca

138

Friuli DOC

2008

2007

N. visitatori civici musei

5.414

6.695

N. visitatori e partecipanti a mostre, convegni e concerti

1.300

5.200

469

485

10

12

8.370

26.384

N. gadget venduti N. vie e Piazze coinvolte N. visite al blog

Udine e i Teatri

Il teatro è un punto di forza della città, un modello esemplare di sinergia tra disponibilità di spazi, articolazione della proposta e qualità delle strutture e delle intelligenze umane impegnate. Le principali strutture sono: • Teatro Giovanni da Udine: il numero di abbonamenti, le presenze e il confronto con altri teatri, lo pongono ai primi posti a livello nazionale; la stagione 2007/08 ha visto 17 spettacoli teatrali (con 59 repliche) e 31 spettacoli musicali. Anche nel 2008, il Comune ha assicurato il sostegno economico all’attività della Fondazione Teatro Nuovo, in conformità agli impegni statutari, con un contributo di circa € 1.300.000. • Teatro Palamostre: dagli anni ‘70 sede delle più significative esperienze culturali della città, è stato recentemente ristrutturato ed è polo di attrazione per programmazioni contemporanee, grazie al progetto ScenAperta. • Teatro San Giorgio, di proprietà parrocchiale, è in uso (su convenzione comunale) al CSS-Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia; è uno spaziolaboratorio per ospitalità e nuove creazioni artistiche, con una media annuale di oltre 6.000 presenze.

117


Udine e le associazioni culturali

L’Amministrazione Comunale crede nell’associazionismo e lo sostiene attraverso l’erogazione di contributi, che nel 2008 hanno raggiunto l’importo complessivo di € 674.572. Un’altra forma di sostegno alle associazioni è la concessione di locali comunali: Salone del Parlamento, Teatro Palamostre e Sala Ajace. Nel 2008 sono stati autorizzati numerosi altri convegni e spettacoli organizzati da associazioni; si segnalano inoltre le concessioni per l’utilizzo di sale all’Università di Udine, all’associazione culturale “Sipario”, alla “Fondazione Bon”, al Dopolavoro Ferroviario. Per il censimento delle associazioni culturali visitate il sito www.comune.udine.it. Concessioni sale e strutture - anno 2008 Salone Parlamento Teatro Palamostre Sala Ajace

Attività 40 convegni e 8 concerti 26 spettacoli e 20 concerti 79 convegni

Il censimento dei locali storici: tutela e valorizzazione La Regione Friuli Venezia Giulia (L.R. 29/2005) ha demandato ai comuni il compito di censire i locali storici commerciali con almeno 60 anni di attività in un edificio storico di pregio. Per valorizzazione un turismo di qualità, gli esercizi commerciali storici possono fregiarsi del logo di “Locale storico del Friuli-Venezia Giulia”, simbolo di un percorso culturale che si dipana attraverso la città e illustra l’avvicendamento degli stili, dei materiali e delle soluzioni tecnologiche. Il censimento dei locali storici udinesi ha identificato come “storiche” n. 164 attività commerciali, pubblici esercizi e farmacie. I proprietari dei locali storici possono richiedere finanziamenti per progetti di tutela, restauro e valorizzazione dei locali stessi. A questo scopo, la Regione ha erogato al Comune di Udine €. 487.255; il Comune ha erogato a sua volta contributi nel 2008 ai locali storici ammessi al bando per € 155.267; la cifra residua resta a disposizione dei locali che saranno ammessi al bando negli anni 2009 e 2010.

118

UDINE CITTÀ DI CULTURA, SCIENZA E CONOSCENZA

cap07-udine-cultura  

UDINECITTÀDICULTURA, SCIENZAECONOSCENZA • Unareteperlaconoscenza • Lascienzaaportatadimano • Udinecittàdellibroedellacultura • Udinecittàdim...