Page 1

TRIBIANO e m e i s in i

DALLA CORTE D’APPELLO DI MILANO: È ASSOLUZIONE CON FORMULA PIENA A PAGINA 3

SPECIALE “UN ALBERO PER OGNI NATO” DA PAGINA 8 A 9

I MILLE COLORI DELLA SAGRA CON UN RICCO APPROFONDIMENTO DA PAGINA 6 A 14

N. 31 - Ottobre 2017 Periodico a cura dell’Amministrazione Comunale di Tribiano

IN QUESTO NUMERO: Editoriale..........................................................pagina 3 Ultime News ....................................................pagina 4 Dall’Amministrazione Comunale ...................pagina 5

Sagra Cittadina ....................da pagina 6 a pagina 14 “Un albero per ogni nato” .........................pagine 8 - 9 Servizi al Cittadino ........................................pagina 15


Giustizia è fatta. «Esco a testa alta dal processo a mio carico». È assoluzione con formula piena perché «il fatto non sussiste» Il Sindaco - Franco Lucente - sindaco@comune.tribiano.mi.it

Prima di introdurvi care concittadine e cari concittadini ai “classici” contenuti del nostro periodico, mi preme ritagliarmi uno spazio per fare le dovute puntualizzazioni su una questione a me molto cara e che ha inciso pesantemente nella mia vita. È proprio da queste pagine che nel 2015 ho annunciato il giudizio in primo grado espresso dal Tribunale di Lodi, che mi vedeva colpevole, infliggendomi una condanna a sei mesi per falso ideologico, con i doppi benefici della sospensione condizionale della pena e della non menzione sul casellario giudiziale. Lo ammetto, senza problemi: fu un duro colpo. Per me e la mia famiglia. Soprattutto perché inaspettato. Soprattutto perché ho sempre agito nella massima corret-

tezza durante il mandato da sindaco. Mi ritrovai dunque impantanato in un fango di critiche e iniquità, senza aver realmente commesso alcunché. Decisi allora di tirarmene fuori, controbattendo alle accuse, con la convinzione che la verità sarebbe venuta a galla. Così è stato. Giovedì 28 settembre 2017, a seguito del ricorso presentato in risposta alla prima sentenza, la Corte d’Appello di Milano ha cancellato ogni addebito perché «il fatto non sussiste». Non c’è stata dunque nessuna condanna bensì un’assoluzione con formula piena.

Sebbene sia contento del risultato ottenuto, che ha dimostrato la mia innocenza, non posso ritenermi pienamente soddisfatto. Mi adopererò prossimamente per capire se i comportamenti degli attori politici che hanno sollevato l’intera vicenda, a questo punto pretestuosamente, siano legittimi… Io personalmente ho notato una condotta disdicevole. Ma preferisco non dilungarmi troppo e lasciare la parola a chi di competenza. Passando ad altro argomento, di sicuro più leggero, vi voglio aggiornare sul cantiere più rilevante: la piazza antistante il municipio sta prendendo forma. Nei mesi estivi i lavori incessanti hanno permesso di portare a termine la pavimentazione. In questo periodo l’azienda che ha in ma-

no l’appalto si sta occupando dell’inserimento e sistemazione degli ultimi elementi verticali, quali illuminazione e monumento ai caduti. In parallelo, si stanno portando avanti gli incarichi per gli alberi e le panchine. Il cronoprogramma è stato rispettato e l’operato prosegue in maniera spedita. Di conseguenza, fra poco (un mesetto o poco più), avremo il nostro centro cittadino. Tante belle cose ci attendono. Tante altre le abbiamo vissute, come i molteplici capitoli della Sagra di Tribiano, a cui abbiamo dato ampio risalto nelle pagine seguenti. Gli altri articoli riguardano invece le novità su segnaletica stradale, navetta di trasporto e campo da calcio. Per il momento è tutto. Al prossimo numero!

Il primo cittadino Franco Lucente annuncia nell’ultimo consiglio comunale la sua innocenza

Editoriale

3


Sara Genicco, giovane artista tribianese, dona una mappa speciale alla comunità Un progetto in divenire, che coniuga modernità e flessibilità. Questo è “Corrente”, nato dalle mani esperte, se pur giovani, di Sara Genicco. La 26enne, residente a Tribiano da ormai sei anni, ha voluto omaggiare il proprio paese con un dono prezioso, frutto di creatività e anni di esperienza. Diplomata al liceo artistico di Brera e laureata in Graphic Design and Art Direction presso l’istituto NABA (Nuova Accademia di Belle Arti) di Milano, ha creato una mappa topografica del territorio, contenente le strade, il canale Addetta e il parco di Zoate. «L’idea è scaturita dal mio forte interesse nell’uso delle tecnologie all’avanguardia - ha spiegato la ragazza -, in questo caso il taglio laser.

4

Ho così inciso una lastra in acrilico, che può essere modificata aggiungendo o togliendo elementi». A questo si allaccia il nome del suo lavoro artistico: “Corrente” esprime infatti l’attualità e al contempo l’evoluzione che si intende rappresentare. «Tribiano è un paese in continua crescita, come dimostrano i dati relativi all’espansione demografica rispetto agli anni ‘90. Da allora la popolazione è triplicata e lo sviluppo dell’entità numerica continua. Mi impegno a progettare le nuove parti al computer, inciderle col laser e inserirle nella cartina già esistente, affinché in qualsiasi giorno la si osservi sarà sempre aggiornata al tempo “corrente”». Il primo cittadino ha ringraziato Sara

per l’altruismo dimostrato alla sua comunità, con una promessa: «Esporremo questo regalo, che racchiude passione e dedizione di una giovane cittadina, all’interno del comune, in modo che sia visibile da tutti».

Sara Genicco e il suo lavoro

Ultime News


Novità in campo stradale e viabilistico la segnaletica assume una nuova veste Lo stanziamento economico per l’intervento si aggira tra i 25 e 30mila euro

A bordo della navetta per raggiungere i luoghi di interesse

La viabilità sarà scandita da un assetto estetico, e congiuntamente funzionale, fresco di realizzazione, e da direttive aggiornate. Due gli ambiti in cui sono avvenuti gli interventi. In primo luogo, le strade di Tribiano sono state dotate di una nuova “divisa”, sotto la supervisione del comandante della polizia municipale Federico Bevilacqua. «Abbiamo ideato un progetto - ha illustrato il comandante - per mettere mano alla segnaletica, sia verticale che orizzontale, ormai consunta». La stima dei lavori si aggira intorno a 400 rimaneggiamenti, contando sia la sostituzione dei cartelli ormai vecchi e sbiaditi, sia la sistemazione dei pali piegati in zona industriale per il passaggio dei tir e mezzi pesanti. Per quanto concerne la segnaletica orizzontale è stato programmato un intervento urgente a Lanzano, dove va indicato il limite del-

la carreggiata perché, oltretutto, «si tratta di un passaggio attraverso i campi, che nelle ore buie diventa pericoloso», mentre nel centro tribianese i lavori cominceranno in primavera per scongiurare il rischio di precipitazioni, che potrebbero aumentare le difficoltà e allungare le tempistiche. L’investimento in termini economici è grande, «abbiamo valutato una spesa tra i 25 e i 30mila euro - ha precisato il comandante - per stare larghi, tuttavia abbiamo pattuito con l’azienda aggiudicatrice il recupero di tutti i materiali e gli accessori ancora in buono stato, così da evitare lo spreco e abbattere i costi». Il secondo ambito di intervento riguarda la pulizia strade. «Avevamo in parte sospeso le sanzioni per i veicoli in sosta al fine di preparare i cittadini con appositi avvisi e segnalazioni, ad agosto avevamo addirittura

Dall’Amministrazione Comunale

interrotto l’ordinanza per andare incontro ai vacanzieri, impossibilitati a spostare i propri mezzi». Benché l’attività di nettezza urbana non sia mai stata sospesa, con l’arrivo della stagione autunnale ha ripreso a pieno regime, con la richiesta quindi di collaborazione da parte dei residenti. Dei cambiamenti hanno riguardato via Tobagi e via Manzoni poiché vigevano gli stessi orari nel medesimo giorno: la prima via sarà interessata dal servizio comunale tutti i martedì del mese dalle ore 9 alle 11, mentre la seconda il primo e il terzo giovedì del mese dalle 15 alle 16. Inoltre in via Pertini, che costeggia la scuola materna, l’orario verrà anticipato, anziché dalle 8 alle 9 sarà dalle 7 alle 8, così da consentire ai genitori di parcheggiare e poter accompagnare i figli all’interno dell’edificio.

Garantire un trasporto efficace e puntuale agli anziani del paese. È l’impegno assunto dall’amministrazione comunale otto anni fa, quando nel 2009 la giunta Lucente ha introdotto il servizio navetta. Lo spostamento verso i luoghi di maggior interesse e utilità, ovvero il centro commerciale di Pantigliate e il cimitero di Tribiano, è assicurato da quando è partito il progetto. «Non è facile, con i nuovi appalti, far rientrare questa attività ogni anno - confessa il primo cittadino -. Tuttavia si tratta di un grande successo e, considerando che il numero di fruitori cresce sempre di più, abbiamo tutte le intenzioni di mantenerlo fino alla fine del mio mandato». La navetta si ferma in via Diaz e in via Tobagi angolo via Marconi, il martedì tra le ore 10 e le 12, per entrambe le destinazioni, e il giovedì negli stessi orari ma indirizzata solo verso il centro commerciale. Il servizio deve essere prenotato e può accedervi un solo componente del nucleo familiare. Inoltre la priorità si riserva a chi supera i 65 anni d’età, e conseguentemente anche a chi non è in possesso della patente (o gli è stata ritirata per motivi di salute).

5


La sagra passa da Lanzano e San Barbaziano, tra nastri bianchi e azzurri. È festa ma non solo La processione è stata preceduta dalla benedizione della targa in memoria di Erika Marchini L’antico borgo di Lanzano, famoso per la sua chiesetta dedicata ai Santi Gervasio e Protasio - affidata oggi alle cure della famiglia Castoldi -, ha visto domenica 17 settembre il culmine dei festeggiamenti cristiani con lo svolgersi della tradizionale processione durante la sagra paesana. Per l’occasione le frazioni, anche quella di San Barbaziano, sono state addobbate con i caratteristici nastri bianchi e azzurri, con drappi e festoni. Poco prima della partenza della processione, al "vecchio forno" è stata scoperta una targa in memoria della giovane Erika Marchini, stroncata da una

malattia a soli 37 anni. «Avete deciso - ha dichiarato don Davide Chioda durante la cerimonia - di dedicare una targa a Erika Marchini, nata e cresciuta in questa comunità. In questi anni è stata l’anima della sagra di Lanzano. I doni del Signore che ha ricevuto li ha saputi comunicare e condividere con tutti noi. È bello legare il suo ricordo a questo giorno, dove la nostra comunità riscopre le proprie radici cristiane. Il suo sorriso - ha concluso il parroco di Tribiano - lo abbiamo scolpito nel cuore». La benedizione della targa è stata impartita da don Biassano Uggè, vicario generale del-

la Diocesi di Lodi. A quel punto la processione della Madonna Addolorata, accompagnata dalla banda musicale di Zelo Buon Persico e seguita da un nutrito gruppo di cittadini con in testa il vicesindaco Pamela Delle Cave, in rappresentanza della giunta comunale, si è avviata per le vie di Lanzano e ha finito il suo percorso nella chiesa di San Barbaziano dove, accolta dalle campane a festa, è stata celebrata la Messa solen-

ne. Al termine della splendida giornata il vicesindaco ha dichiarato: «Mi ha fatto molto piacere vedere una così alta partecipazione sia durante i momenti religiosi sia durante quelli istituzionali e ludici. In particolare, la targa alla memoria intitolata a Erika, scomparsa a maggio, che conoscevo personalmente, mi ha commosso nel profondo, era estremamente legata a Tribiano, lei e la sua famiglia. Era doveroso dedicarle un tributo», che resterà peraltro indelebilmente inciso nel marmo. Il forno di Lanzano - Paese in cui vivrà per sempre il sorriso di Erika Marchini

Le fasi della processione e della benedizione della targa

6

Sagra Cittadina


L’abbraccio degli alberelli sulla pista ciclabile infond

L’iniziativa “Un albero per ogni nato”, giunta alla nona edizione, continua a sortire l’apprezzamento delle neonate famiglie tribi L’albero, simbolo di saggezza e magnificenza, lega la sua esistenza ai neonati, per guidarli lungo il sentiero della vita. La nona edizione di “Un albero per ogni nato”, in scena sabato 9 settembre, in cui si celebrano le nascite nel cir-

8

condario tribianese comprese tra l’1 settembre 2016 e il 30 agosto 2017, ha visto coinvolti 35 nuclei familiari. Tanti sono infatti i fiocchi azzurri e rosa che sono stati affissi sui portoni delle abitazioni (l’ultimo bimbo, in ordine di tempo,

è venuto alla luce il 24 agosto). «La legge impone ai centri urbani con più di 15mila abitanti di mettere ogni anno a dimora un numero di piante pari ai nuovi inserimenti nel registro anagrafe - ha precisato durante l’appuntamento il sindaco Franco Lucente -. Sebbene la popolazione di Tribiano si attesti a 4mila unità, l’istituzione locale ha deciso ugualmente, a partire dal 2009, di adottare questa buona pratica allo scopo di incentivare la presenza di verde tra i suoi confini e chiaramente festeggiare gli ultimi cittadini arrivati». Se il governo municipale mostra la sua virtuosità green, ancor più entusiasmante è vedere famiglie appena formatesi che, durante la cerimonia, attaccano il cartellino con il nome del bambino sopra i rami. «D’altronde continua il sindaco, alla presenza anche degli assessori Pamela Delle Cave e Rocco Torchia - noi abbiamo puntato

moltissimo sulla crescita dei nostri piccoli, occupandoci in maniera accurata delle loro strutture e del loro percorso scolastico in loco. Ma non abbiamo tralasciato neppure le piccole cose, proprio come questa iniziativa, che fanno bene al cuore». All’evento ha preso parte anche don Davide Chioda. Ai neopapà e alle neomamme ha detto che la nascita è un messaggio di speranza. Come il simbolo della natura che si innalza dalle radici. «Quello che hanno fatto i genitori qui presenti è un regalo per il mondo. E di ciò vi ringrazio». “Un albero per ogni nato” è quindi proseguito con gli scatti di rito (realizzati dal fotografo della redazione Davide Ravera), in cui viene immortalato il momento felice dove i neonati si stringono ai loro prunus da fiore, ubicati lungo la pista ciclabile che da via Bambini di Beslan conduce al vecchio palazzo del comune.

Sagra Cittadina - Speciale un albero per ogni nato


de sicurezza e forza ai piccoli appena venuti alla luce

ianesi, che partecipano con grande entusiasmo. «Fa bene al cuore»

Ecco nomi, cognomi e data di nascita dei neonati del Paese PANIZZOLO ELENA 06/09/2016

BARZU CRISTIAN 14/03/2017

RAMPINELLI GRETA 11/09/2016

PEDONE GRETA 21/03/2017

BONTEMPI SOFIA 23/09/2016

BICOIU MAURIZIO ANDREI GABRIEL 21/03/2017

MEZZACAPO MARTINA PIA 23/09/2016

CONTICINI ESTER ALICE 22/03/2017

MANNO FEDERICA 01/10/2016

FRATE GRETA 11/04/2017

BELLOLI ALESSANDRO 05/10/2016

CECCHINELLI FEDERICO 13/04/2017

FALL ALASSANE 18/10/2016

VANZULLI REBECCA 13/04/2017

VALENTE LAVINIA 31/10/2016

CRISTALDINI ANDREA 29/04/2017

ROSSI REBECCA 31/10/2016

TIMPANARO ANDREA 09/05/2017

PROCINO AARON 01/11/2016

RACITI LARA 21/05/2017

BROGGI ANDREA 30/11/2016

PAINELLI LEONARDO 17/06/2017

VOGLI VIOLA 30/12/2016

SATTA LEONARDO 30/06/2017

ZEKATRINEJ ANDREA 28/01/2017

FERRARIS ANNA 05/07/2017

LAURICELLA LEONARDO 26/02/2017

BINDONI ZOE 20/07/2017

DI VENOSA IVAN MATIAS 28/02/2017

RUBUANO GRETA 29/07/2017

GAMBARDELLA DIEGO 28/02/2017

STROPPA STELLA 03/08/2017

CORTESE NOEMI 09/03/2017

ZIMBARDI RICCARDO 24/08/2017

SPREAFICO BROLIS ATHANASIOS RENATO 11/03/2017

Sagra Cittadina - Speciale un albero per ogni nato

9


Appuntamento serale a San Vito, tra musiche d’organo e approfondimenti d’arte del XV secolo

La mostra fotografica

L’amore per il paese si vede all’oratorio con la mostra “Quanto ti amo, Tribiano” Fotografie bellissime ma anche scout con le loro testimonianze nei luoghi terremotati del centro Italia e i volontari dell’Ast Quest’anno settembre è stato un mese molto “bagnato”. Domenica 10, forse, è stata la giornata in cui la pioggia è scesa più intensamente e per diverse ore… Tuttavia, a Tribiano, in occasione della sagra, si è dato vita a un pomeriggio ricco di attività al coperto, che hanno costituito una valida alternativa per i cittadini. A partire dalle 16.00, infatti, presso il salone parrocchiale è stata aperta al pubblico la mostra fotografica “Quanto ti amo, Tribiano”: svariati scatti che raccontano il paese in tutte le stagioni, dalla primavera che irrompe nei suoi colori alla neve che sembra immobilizzare tutto, dall’Addetta al centro urbano, dagli eventi proposti nel corso dell’anno alla vita nelle cascine. Queste foto sono state scattate proprio dai cittadini di Tribiano, ossia da tutti coloro che hanno voluto contribuire a descriverne la bellezza. I visitatori hanno potuto ammirarle fino alle ore 22.00. Nella stessa sala della mostra, è

10

stato altresì allestito il banchetto di “Made with Love for Ast”: moltissimi oggetti di bigiotteria, creati dalle sapienti mani di Noemi Bombelli con uncinetto e filo, pietre, perle e catene, venduti a favore dell’Associazione Sclerosi Tuberosa Onlus, che raccoglie fondi per la ricerca a favore di questa rara malattia genetica, la cui manifestazione causa il deterioramento di diversi organi e gravi danni neurologici. Presente in prima fila allo stand Ernestina Tassoni, socia, volontaria Ast e mamma di Loris, affetto da sclerosi tuberosa, la quale ha potuto spiegare di che cosa si occupa la Onlus di cui fa parte. Durante il pomeriggio in oratorio, è intervenuto anche il Gruppo Scout di Casalmaiocco: i ragazzi hanno proiettato gli scatti della loro esperienza a Camporotondo di Fiastrone, località dell’entroterra maceratese colpito dal terremoto, dove si sono recati per una route estiva dal 22 al 29 luglio.

Serata di musica e di mistero nella chiesa di San Vito. Domenica 10 settembre, quando ormai la luce del sole era tramontata, Lorenzo Lucchini si è seduto all’organo recentemente restaurato, dando vita a un appassionante concerto. Il musicista, diplomato in organo e composizione organistica al conservatorio “B. Marcello” di Venezia e laureato in Musicologia presso l’Università degli Studi di Pavia, ha riproposto pentagrammi particolarmente interessanti, da Antonio Vivaldi a Domenico Cimarosa, da John Stanley a Juan Cabanilles. Prima della sua esibizione, i presenti hanno ascoltato assorti Chiara Tumiatti, laureata in Storia dell’Arte all’Università Statale di Milano e docente, la quale ha sviscerato le caratteristiche del quadro “Circoncisione di Gesù”: per merito suo e delle diverse similitudini che è riuscita a cogliere, oggi siamo in grado di attribuire l’opera a Gian Battista Lucini, pittore cremasco del ‘600. La firma dell’artista, infatti, anche se un po’ nascosta, è presente subito dopo l’ombra di Maria, in fondo alla grande tela collocata nella parrocchiale tribianese. Chiara Tumiatti ha spiegato che, confrontando la “Circoncisione” con altre opere di Lucini, risulta lampante che siano stati usati gli stessi contrasti di luce e ombra, identiche tecniche pittoriche e che sia stata scelta la medesima collocazione per la scena principale. Pare che quest’opera d’arte sia stata dipinta intorno al 1680 per essere esposta in una chiesa di Crema. Com’è giunta, quindi, a Tribiano? Questo è il vero mistero, ancora irrisolto…

Sagra Cittadina


Fischi o applausi, è comunque un gran successo la prima edizione de “La Corrida” Come nel format del grande Corrado Mantoni, i concorrenti hanno dato prova delle loro abilità misurandosi in ballo, canto e barzellette

Ambo, terna, quaterna, cinquina e… tombola! Adulti e bambini giocano in oratorio con numeri e caselle

Il palco su cui si sono misurati i concorrenti della Corrida

Nel corso della tradizionale sagra paesana, i cittadini di Tribiano hanno potuto assistere e prendere parte alla prima edizione de “La Corrida”. Lo spettacolo prendeva spunto dall’omonimo programma televisivo inventato da Corrado, sicuramente nella memoria di tutti noi, in cui i concorrenti si alternavano per dimostrare le loro qualità e abilità, accolti da fragorosi applausi o da fischi. “La Corrida” tribianese è andata in scena domenica 3 settembre alle 21.00 presso il campetto dell’oratorio, su un palco allestito appositamente; a presentare è stato Paolo Sposato, che in apertura ha fatto sapere: «Abbiamo voluto creare questo evento per dare spazio ai nostri nuovi talenti, ma soprattutto per dar vita a un ul-

teriore momento di aggregazione e di divertimento». Ad aprire le danze è stato il signor Mario, cantante e imitatore; è toccato poi ad Alessandro, di 10 anni, pianista in erba che ha suonato “Per Elisa”. La signora Nella, invece, ha intrattenuto i presenti con le sue divertentissime barzellette, mentre Samuele, l’altro giovanissimo di questa edizione con i suoi 10 anni, ha cantato una hit che abbiamo sentito innumerevoli volte dall’ultimo Sanremo: “Occidentali’s Karma”. È stata dunque la volta di Claudio e Fulvio, un duo sax e tastiera, e del signor Carlo, che ha intonato “O mia bela Madunina”. Non poteva mancare la danza! Ersilia, Alfonsina, Gina, Elena e Roberta hanno portato sul palco una coreografia

Sagra Cittadina

country. L’ultima concorrente a salire sul palco è stata Paola, che ha cantato “Io e te da soli”. Sul finire della serata, sono intervenuti Alex e Priscilla della scuola di ballo “Clave Cubana” con un’esibizione fuori gara di salsa. La prima edizione de “La Corrida” è stata conclusa da Mario, che è tornato sul palco con la celeberrima “Livella” di Totò. Il format del programma prevedeva un vincitore, ma per questa volta è stato deciso di premiare tutti i partecipanti: ciascuno ha ricevuto un buono pasto per due persone, gentilmente offerto dall’albergo-ristorante Corte Grande di Vaiani. Il presentatore ha concluso ringraziando don Davide, l’amministrazione comunale e i concorrenti.

Un altro evento proposto nel corso della sagra è stata la tombolata, che ha avuto luogo sabato 2 settembre a partire dalle ore 21.00 presso il salone dell’oratorio. In realtà, si è trattato di ben due tombolate: una per i ragazzi e una per gli adulti. I più piccoli si sono divertiti sfidandosi all’ultimo numero estratto e i più fortunati hanno portato a casa diversi giochi assegnati per i vari ambi, terne, quaterne e cinquine… Chi è riuscito a meritarsi il favore della dea bendata e quindi ha riempito un’intera cartella, si è poi aggiudicato un bellissimo monopattino. I più grandi non si sono certo divertiti di meno: a loro è stata dedicata la seconda tombolata, in cui hanno concorso per vincere buoni pasto, salumi, utensili e confezioni da bagno. Chi ha fatidicamente urlato “tombola” si è accaparrato un ricchissimo cesto alimentare, colmo di ogni pietanza. Per i premi, si ringraziano tutte le aziende e i privati che, con i loro prodotti e le loro donazioni alla parrocchia, hanno contribuito alla buona riuscita dell’iniziativa.

11


I momenti salienti dell'evento podistico

Alla campestre “A spass per i tri campan de Tribian” accorrono più di 200 appassionati di podismo Tanto sport ma anche grande commozione nel ricordo di Rosa Ruggiero, scomparsa prematuramente Nell’avvicendamento delle iniziative che concorrono al fervore della sagra paesana, si inserisce ogni anno in pole position la corsa campestre “A spass per i tri campan de Tribian”, sancendo così l’inizio della festa. La manifestazione, giunta alla sua undicesima edizione e inserita nel Gran Premio Edilmariani, si è tenuta venerdì 25 agosto. Alla linea di partenza intorno alle 19.00 in piazza Sesone erano presenti più di 200 iscritti: gli appassionati sportivi, esibendo la tipica tintarella estiva e fisici torniti per l’allenamento costante, si sono sfidati lungo i territori tri-

Sagra Cittadina

bianesi. Due i tragitti fissati: uno di 4 km per chi fosse meno preparato atleticamente e uno di 7,8. Nella competizione sulla lunga distanza sono stati premiati i primi tre arrivati, suddivisi nelle due categorie di genere. Tra le donne ha trionfato Paola Zaghi, che ha concluso il percorso in 29’15’’, a seguire Silvia Rizzato in 32’24’’ e Jessica Lorenzo in 33’49’’; gli uomini più veloci Mauro Rossetti con 25’08’’, Andrea Temporelli con 25’36’’ e Cristopher Gallo con 26’03’’. Durante il momento della premiazione, condotto da Marina e Daniela Caon, a rappresentanza

del comitato organizzatore, composto dall’associazione GSO S. Vito Tribiano e dal gruppo di atletica leggera A.S.D. G.S. Zeloforamagno, sono stati nominati i gruppi che hanno primeggiato per numero di partecipanti: in ordine di classifica Sport Club Melegnano, Michetta, Zivido, Amici di Caleppio, Tavazzano, 10.000 Passi, S.Giorgio Dresano. Sono stati inoltre distribuiti pacchetti di biscotti a tutti gli iscritti e una menzione speciale è andata ai due bambini che hanno terminato in minor tempo il percorso breve: Alessandro Pellegrino e Beatrice Frazzini. A conclu-

sione della gara podistica un ricco buffet ha accompagnato il ristoro degli atleti, mentre don Davide Chioda, affiancato dal vicesindaco Pamela Delle Cave, ha ricordato con commozione Rosa Ruggiero, una giovane parrocchiana che è venuta a mancare qualche mese fa e a cui è stato dedicato l’evento sportivo. «Perché la sua vita è sempre stata una corsa, come mamma e come amica» hanno commentato le sorelle Caon mentre è stato consegnato un omaggio di fiori al marito e ai tre figli.

13


La performance live della band

Un po’ come a Campovolo: serata speciale con il tributo al rocker di Correggio Luciano Ligabue A calcare il palcoscenico della Cascina Castellini e conquistare i 300 presenti è stato il gruppo “Da zero a Liga” Prendi un sabato d’estate e mettici una band che fa buona musica, tanto basta per coinvolgere i cittadini, di tutte le età. La Pro Loco, con il patrocinio del comune di Tribiano, ha organizzato in data 15 luglio un tributo a Ligabue presso la Cascina Castellini. A suonare è stata la band “Da Zero a Liga”, gruppo specializzato nelle cover dei brani del rocker di Correggio. Si tratta di cinque ragazzi lombardi che dal 2011 girano l’Italia proponendo i successi di Luciano Ligabue: i due chitarristi Oscar Gioffrè e Ales-

sandro Valenti, il batterista Giovanni Zacchetti, il bassista Paul Hochaime e il cantante e frontman Luca Ferroni, che si contraddistingue per un’impressionante somiglianza vocale con il suo idolo. L’evento è cominciato alle 19.30 con l’apertura dell’area ristoro. La Pro Loco, con un’ottima organizzazione e un grande lavoro, ha saputo davvero accontentare il palato di tutti: era possibile trovare panini con salamelle o con wurstel e crauti, patatine fritte, pasta, spiedini, torte, birra, vino e bevande di

ogni genere. Intorno alle 21.30, la band è salita sul palco e ha cominciato a suonare molti dei pezzi di Ligabue, dai più recenti ai più classici, da “Made in Italy” a “Urlando contro il cielo”. Chiudendo gli occhi, sembrava di essere a Campovolo di Reggio Emilia, dove il noto cantante ha più volte raccolto i suoi fan. Il concerto è stato caratterizzato da una grande partecipazione di pubblico: circa 300 persone hanno trascorso il loro sabato sera sotto il palco della Cascina Castellini. «Già in passato -

ha fatto sapere Luciano Mita, presidente della Pro Loco quando abbiamo proposto un tributo a un altro artista, Tribiano ha dimostrato il suo gradimento. E stavolta è stata la riconferma. Siamo contenti che abbiano partecipato in tanti e che oltre al concerto abbiano potuto rendersi conto del nostro lavoro per la comunità. Cercheremo in futuro di riproporre appuntamenti simili». Il concerto si è concluso intorno alle 23.30, quando i “Da Zero a Liga” hanno salutato i presenti con “Buonanotte all’Italia”.

Premio a Rocco Corvini, “cittadino benemerito” nell’edizione 2017 Nell’ambito delle celebrazioni della sagra, giunte a Cascina Corvini, in quel di Lanzano, domenica 18 settembre, è avvenuta la premiazione del “cittadino benemerito”, un riconoscimento che viene assegnato annualmente a una persona che ha saputo distinguersi per meriti sociali o sportivi nel circondario. Quest’anno, l’ambito premio è andato a Rocco Corvini. «Un sentito ringraziamento dell’amministrazione comunale per l’ospitalità e la disponibi-

14

lità dimostrata verso la comunità tribianese»: questa la motivazione con cui il sindaco Franco Lucente, affiancato da don Davide Chioda, ha consegnato al signor Corvini la prestigiosa targa. «Era doveroso esprimere gratitudine nei confronti di Rocco - aggiungono - che da sempre apre le porte di Cascina Corvini e rende fruibili i suoi spazi per eventi e feste. Questo ci permette di coinvolgere anche la frazione di Lanzano nella vita del paese».

Rocco Corvini alla premiazione

Sagra Cittadina


MUNICIPIO DI TRIBIANO

NUMERI DI EMERGENZA

Servizi Demografici Anagrafe Stato Civile-Elettorale Protocollo

Carabinieri Carabinieri - Caserma Polizia Provinciale Soccorso Pubblico d’emergenza Vigili del Fuoco Guardia di Finanza Emergenza Sanitaria Croce Bianca Paullo

Servizo Tecnico Tecnico Segreteria Responsabile Tecnico Ecologia

02/90.62.90.201 02/90.62.90.202 02/90.62.90.218 02/90.62.90.211 02/90.62.90.210 02/90.62.90.206

Servizio Affari Generali 02/90.62.90.216 Affari Generali Servizi alla Persona-Pubblica Istruzione 02/90.62.90.217 02/90.62.90.220 Resp. Servizi alla Persona 02/90.62.90.203 Messi 02/90.62.90.213 Assistente Sociale Servizi Finanziari 02/90.62.90.214 Economo 02/90.62.90.215 Responsabile Settore Tributi 02/90.62.90.222 Polizia Locale Pronto Intervento Distaccamento (Fax)

02/90.66.241 02/90.62.90.204 02/90.62.90.205

Biblioteca comunale Via della Liberazione n. 82

02/90.63.92.66

Palestra comunale Piazza Pertini n.1 Scuola elementare Scuola materna

02/90.63.93.40

Servizi al Cittadino

02/90.64.081 02/90.63.24.16

Presidio Poliambulatoriale Polizia Stradale - S. Donato Servizio Antincendio Boschivo Acquedotto - Cap Elettricità - Guasti Gas - Guasti Direttore Responsabile Franco Lucente Caporedattore Maurizio Zanoni In Redazione Silvia Arrigoni, Francesca Tedeschi, Ilaria Patrian, Giulio Carnevale Stefania Accosa Fotografo Davide Ravera Progetto grafico e impaginazione Erica Lampognani www.7giorni.info Tipografia COLORSHADE - Peschiera Borromeo (MI) Tel. 02 2847518 info@abbiatigrafiche.it

112 02.90.64.016 02.90.63.35.55 113 115 117 118 02.90.64.782 02.90.63.18.00 02.98.11.41.11 02.52.70.222 1515 02.89.520 800.900.800 800.901.050 800.998.998

Redazione Ufficio segreteria generale Palazzo Municipale 20067 Tribiano tel. 02.90.62.90.216 segreteria@comune.tribiano.mi.it tribianoinsieme@gmail.com Pubblicità 7 Giorni Sas - Via Dante 2 20068 - Peschiera Borromeo MI cell. 339.28.00.846 commerciale@7giorni.info Testata registrata presso il Tribunale di Lodi il 29/09/2010 Questo numero è stato chiuso in redazione il 11/10/2017

15


Tribiano Insieme - Ottobre 2017