Page 1

TRIBIANO e m e i s in i

EDITORIALE A QUATTRO MANI DEGLI “AMMINISTRATORI” DI TRIBIANO I saluti di Delle Cave e Lucente PAGINA 3

250 METRI QUADRI DI CULTURA, CON LIBRI, GIORNALI, DVD Inaugurata la nuova biblioteca PAGINE 8 - 9

LA VITA DEL PAESE TRA SPORT, MUSICA, TEMPO LIBERO Speciale sugli ultimi appuntamenti PAGINE 13 - 14

N. 34 - LUGLIO 2018 Periodico a cura dell’Amministrazione Comunale di Tribiano

IN QUESTO NUMERO: Editoriale .................................................pagina 3 Dall’Amministrazione Comunale ................pagina 4 Informazioni alla Cittadinanza ...................pagina 6 Biblioteca Comunale ...........................pagine 8 - 9

Speciale 25 Aprile ..................................pagina Ultime News ...........................................pagina Iniziative ed Eventi .........................pagine 13 Servizi al Cittadino..................................pagina

10 11 14 15


Doppio saluto istituzionale: Pamela Delle Cave prende la parola e annuncia l’arrivo in giunta di Massimo Battaglia. Franco Lucente, ormai in regione, resta a disposizione di tutti Il Sindaco - Pamela Delle Cave - sindaco@comune.tribiano.mi.it

È con molto piacere che informo la cittadinanza di Tribiano del mio nuovo incarico. Per circa un anno - fino alle prossime elezioni - ricoprirò io la carica di primo cittadino. Ciò è dovuto all’elezione del precedente sindaco, Franco Lucente, tra le fila del Consiglio Regionale della Lombardia. Metterò grande impegno in quest’ultima parte del mandato amministrativo e, insieme agli altri componenti della squadra di governo, continuerò a lavorare per ultimare le opere in programma, per ampliare i servizi e per rendere più vivibile il nostro paese. Al fine dunque di proseguire a pieno regime le attività e al contempo per ristabilire il numero della Giunta a cinque

elementi, è stato nominato un nuovo assessore: sul finire del mese di giugno Massimo Battiglia (45 anni) è diventato titolare delle deleghe alle politiche giovanili e agli eventi. A quest’ultimo, che nei due anni passati ha seduto in Consiglio Comunale tra i banchi della maggioranza, formulo il mio più sincero augurio. Sono certa che le sue capacità e la sua preparazione torneranno molto utili. Concludo con le informazioni di servizio comunicandovi, care cittadine e cari cittadini, che sono iniziati alcuni lavori di riqualificazione all’interno del centro urbano riguardanti il rifacimento delle aiuole e la messa a dimora di piante. Gli altri aggiornamenti li potrete trovare all’interno di

questo numero di Tribiano Insieme. Congedandomi da questo mio scritto, lascio la parola al mio predecessore, con il quale ho lavorato proficuamente per nove anni e che adesso ci rappresenta nel massimo organismo regionale. Pamela Delle Cave Dal 29 maggio non sono più il sindaco di Tribiano, a seguito della mia elezione nel Consiglio Regionale. Questo passaggio non ferma la passione che nei tanti anni da amministratore locale ha accompagnato le mie scelte. Anzi, resto a disposizione per qualsiasi necessità, mantenendo altresì aperto il dialogo con il mio successore, Pamela Delle Cave, e con gli altri membri della Giunta. Sarò il collegamento che il nostro Comune non ha mai avuto, portando in evidenza negli organismi istituzionali di livello superiore le nostre richieste.

A tal proposito, ho già fatto segnalazioni circa i bandi regionali che potrebbero interessare e mi presterò non appena possibile per accedere alle procedure per beneficiare di quei fondi che di volta in volta verranno stanziati. La mia attività politica permette di affrontare anche tematiche sovralocali, e in particolar modo che stanno a cuore alle persone residenti nella realtà tribianese. Ad esempio, sono promotore di una class action per reintrodurre il servizio di trasporto degli autobus nella giornata di domenica. Ricordo infine che chiunque avesse bisogno, può sempre contare sul mio aiuto. Franco Lucente Buone vacanze e buona estate!

Franco Lucente e Pamela Delle Cave

Editoriale

3


Franco Lucente saluta il paese prima di passare la fascia tricolore a Pamela Delle Cave L’ex sindaco ha annunciato durante la serata: «Alle prossime amministrative sarò in lista come consigliere»

Franco Lucente saluta la cittadinanza, in compagnia della squadra di governo

«Incontrandomi per strada non mi chiamerete più sindaco, ma mi chiamerete Franco». Giovedì 24 maggio alle ore 21.00, presso la nuova biblioteca, il primo cittadino ha voluto salutare e ringraziare così tutta la popolazione di Tribiano, realtà dove ha amministrato, insieme alla sua affiatata Giunta, per ben nove anni. La sua recente elezione a consigliere regionale, infatti, risultava incompatibile con la carica di sindaco, che è automaticamente decaduta. L’evento è stato un’occasione per ricordare il lungo mandato e diverse opere realizzate, soprattutto quelle relative agli ultimi quattro anni: un video ha mostrato il nuovo municipio e la

4

piazza, la casa dell’acqua, l’illuminazione a led della pista ciclabile, la rete fognaria rinnovata a Lanzano, la nuova biblioteca comunale, l’ampliamento del cimitero, le attrezzature per il fitness installate nel parco di via Manzoni e la scuola dell’infanzia; sono state mostrate anche alcune immagini delle opere in via di realizzazione: il ponticello pedonale sull’Addetta e i campi in erba sintetica, da 5 e da 11, che nasceranno parallelamente al rinnovo degli spogliatoi. Franco Lucente ha anche voluto ricordare alcuni importanti traguardi, come l’approdo della scuola media a Tribiano. «Questo importante risultato ha un nome e un cognome: Pamela Delle Ca-

ve», ha detto ringraziando sentitamente il suo vice sindaco, che ha assunto la carica di primo cittadino fino alle prossime elezioni, previste nel 2019. Parole di soddisfazione e di gratitudine sono state spese anche per la gestione del bilancio, attualmente in mano all’assessore Roberto Gabriele, che ha consentito di accumulare un avanzo di 4 milioni di euro senza mai toccare le tasche dei cittadini. «Ringrazio anche gli altri assessori e i consiglieri: sono convinto che la gente ci ridarà fiducia», ha fatto sapere Lucente, annunciando che, per le prossime amministrative, farà parte della lista elettorale candidandosi come consigliere,

carica invece compatibile con quella attualmente ricoperta in Regione. «Fino a quel momento sarò comunque disponibile ad aiutare la squadra per il bene dei cittadini, che ho sempre messo al primo posto e di cui ho sempre cercato di ascoltare le esigenze: spero di continuare a farlo anche in futuro. Fino al 2019, ci metterò sempre e comunque la faccia. Rivolgo un grande in bocca al lupo a Pamela Delle Cave, persona che merita di sostituirmi». Il passaggio del testimone ha avuto luogo, formalmente, nel corso del consiglio comunale tenutosi martedì 29 maggio, dove i membri hanno preso atto della decadenza.

Dall’Amministrazione Comunale


Fronte comune per contrastare il fenomeno del gioco d’azzardo lecito (videopoker e gratta e vinci) Pamela Delle Cave: «Il paese non è soggetto ai problemi che colpiscono i comuni limitrofi, ma vogliamo comunque porre attenzione a queste situazioni»

Pamela Delle Cave in compagnia degli altri rappresentanti istituzionali aderenti al progetto

Strategie comuni per evitare che il gioco d’azzardo diventi patologico. Tribiano, insieme a Mediglia, Pantigliate, Paullo, Mulazzano, Peschiera Borromeo, unisce le forze attraverso il progetto “Non t’azzardare”. Ha partecipato anche il vicesindaco Pamela Delle Cave alla giornata di presentazione delle azioni messe in campo affinché del gioco d’azzardo legale (videopoker, slot, gratta e vinci) non se ne faccia una “malattia” e per

aiutare quelle persone finite nel “tunnel” a uscirne, dando supporto ai loro famigliari. Durante l’evento, svoltosi sul finire di maggio, è stato spiegato che l’adesione al progetto “Non t’azzardare”, realizzato di concerto con la cooperativa Spazio Aperto Servizi, è finalizzata a prendere coscienza di ciò che accade nei territori del Sudmilano, in termini di gioco d’azzardo, e di prevenirne le conseguenze. Per meglio comprendere l’entità

del fenomeno sono stati forniti i numeri relativi alla cittadina di Peschiera Borromeo: nel 2016, le “macchinette” e i “grattini” hanno ingurgitato qualcosa come 26 milioni di euro! «Tribiano non è fortunatamente colpita dalle problematiche che interessano i comuni limitrofi compresi nel Distretto socio sanitario - dichiara Pamela Delle Cave -. Nel nostro comune infatti non sono presenti locali che accolgono videopoker, gli appa-

recchi che più di tutti generano problemi. Ad ogni modo abbiamo abbracciato il progetto proprio per porre la massima attenzione su questo tema». A tal proposito è stato approvato un regolamento comunale, condiviso dagli altri enti, per prevenire e contrastare le patologie legate al gioco d’azzardo lecito. Nel dettaglio, il documento pone il divieto di installare nuovi apparecchi nel raggio di 500 metri dai luoghi sensibili come scuole, chiese, centri sportivi; vieta il posizionamento di apparecchi all’interno di circoli e associazioni e all’esterno dei locali; vieta l’apertura di nuove sale nei pressi di luoghi che permettano al giocatore di approvvigionarsi facilmente di denaro come sportelli bancari, bancomat, compro oro; obbliga al rispetto di fasce orarie di chiusura; impone l’affissione di segnali di divieto per i minori e di cartelli con i recapiti (telefono ed e-mail) a cui rivolgersi per richieste di aiuto.

Rilasciate dal municipio le prime carte di identità elettroniche (CIE)

Fac-simile della carta di identità elettronica (CIE)

Dall’inizio del mese di giugno il municipio rilascia la carta di identità elettronica (CIE), ossia un’evoluzione

6

del classico documento di riconoscimento in versione cartacea. La carta di identità elettronica ha le dimen-

sioni di una normale carta di credito ed è caratterizzata da un supporto in policarbonato con foto e dati del cittadino corredati da elementi di sicurezza, da un microprocessore e da altri strumenti idonei a fruire dei servizi erogati dalle Pubbliche Amministrazioni. La funzione principale della CIE è dunque quella di comprovare, in

maniera certa, l’identità del titolare del documento, sia sul territorio nazionale che nei paesi esteri. Per ulteriori informazioni consultare l’approfondimento sul sito istituzionale: www.comune.tribiano.mi.it

Informazioni alla Cittadinanza


Le fasi dell'inaugurazione del nuovo fulcro cittadino

250 metri quadri e scaffali mobili per plasmare gli spazi: ecco la nuova biblioteca La struttura sarà dotata di wi-fi gratuito, aree dedicate all’infanzia e altre rivolte ai più grandi per preparare gli esami

Nel pomeriggio di sabato 28 aprile è stata inaugurata la nuova biblioteca comunale, situata all’interno della struttura di via Sigmund Freud.

8

Un ampio spazio aperto polifunzionale di oltre 250 mq. Alla cerimonia oltre alla Giunta tribianese e ai numerosi cittadini, hanno partecipato

Alessandra Bossini, referente della Cooperativa Sociale Alboran, a cui è affidata la mansione di gestione della struttura, e Fabio Pessina, direttore del Sistema Bibliotecario Milano Est, che ha collaborato alla progettazione degli spazi. «Tagliare il nastro di un’altra opera così  importante - ha dichiarato nel suo discorso inaugurale il sindaco Franco Lucente -, mi rende orgoglioso del percorso fatto con la squadra di governo. Questa biblioteca ricoprirà un ruolo importante. Il filo conduttore delle attività che

si svolgeranno sarà la cultura. Con un vantaggio logistico non indifferente: questo spazio attrezzato è multifunzionale e si adatterà alle esigenze espresse, volta per volta, dai cittadini o dalle associazioni. Un luogo di ritrovo dove è possibile confrontarsi, dove poter coltivare nuove idee, dove pianificare interventi, sperimentare percorsi, dove far nascere innovativi progetti partecipati. L’Amministrazione Comunale si farà carico di fornire stimoli continui alla cittadinanza per mettere questo sito al centro della vi-

Biblioteca Comunale


ta sociale del paese e non solo». Nella struttura associata a CuBi (culture biblioteche in rete), sono stati collocati scaffali mobili che permetteranno di plasmare all’occorrenza gli spazi. Il patrimonio messo disposizione dal sistema, per il prestito agli utenti, supera i 140mila titoli e non si tratta solo di libri per grandi e piccini ma anche di dvd, cd musicali, quotidiani e riviste, cataloghi di arte, storia locale, in-book, testi facilitati per ipovedenti e molto altro. Fiore all’occhiello: il laboratorio per i più piccoli, realizzato in un’ala

dell’open space, nel quale si svolgeranno visite guidate, letture animate e iniziative per la promozione alla lettura. Nella progettazione è stata data grande attenzione ai ragazzi, infatti oltre il wi-fi gratuito sono state predisposte aree per permettere agli alunni delle superiori e agli universitari di poter studiare in tranquillità. C’è anche un’ala adiacente, che verrà presto messa a bando. La sua ultimazione sarà il punto di arrivo - o di partenza del complesso in via Freud.

Qualcosa di più di un luogo dove leggere, approfondire o prendere libri in prestito… La biblioteca diventa punto di incontro per la cittadinanza e sede di laboratori, come “Biblio in festa”

Sin dalla sua presentazione, l’Amministrazione Comunale ha voluto porre l’accento su come la nuova biblioteca di Tribiano sia stata concepita non solo come un luogo dove prendere in prestito dei libri, ma come punto di incontro aperto a tutti i cittadini. Per i

più piccoli, la cooperativa sociale Alboran, che si occupa di organizzare e coordinare le attività all’interno della biblioteca e della scuola, ha cominciato a proporre i primi eventi: nel pomeriggio di sabato 12 maggio, infatti, si è tenuto “Biblio in festa”, un momento di ritrovo per tutti i bambini che, complice la bella giornata di sole, ha potuto svolgersi all’interno del Parco Freud. Le operatrici Emanuela Scola e Maria Vittoria Iadarola hanno proposto un labo-

ratorio scientifico e allo stesso tempo culturale, in cui i piccoli partecipanti hanno potuto creare degli originali segnalibri composti da foglie precedentemente scelte all’interno del parco. Mediante l’uso di cartoncini, pennarelli e colla, i bimbi hanno potuto dar sfogo alla loro fantasia producendo numerose creazioni. «Il nostro auspicio - ha fatto sapere il vicesindaco Pamela Delle Cave - sta prendendo forma: una biblioteca deve essere soprattutto uno

spazio multifunzionale in cui poter proporre anche attività pratiche, ludiche, culturali e artistiche. Siamo molto positivi rispetto a questi eventi, e siamo certi che ne verranno organizzati tanti altri». La cooperativa Alboran, cogliendo subito l’importanza e le potenzialità di questo nuovo e ampio spazio, ha cominciato a utilizzarlo sin dalla sua apertura, organizzando visite guidate e letture a tema per gli studenti delle scuole elementari.

I più piccoli alle prese con colla, foglie e cartoncini per dar vita a graziosi segnalibri

Biblioteca Comunale

9


I diversi momenti delle celebrazioni del 25 aprile

«Il 25 aprile è la festa di tutti gli italiani» È il messaggio del sindaco, diffuso alla Liberazione Il 25 aprile è un giorno legato strenuamente alla parola «libertà». È una data che in Italia viene celebrata in ricorrenza della fine del regime nazifascista e delle sofferenze che hanno contraddistinto il periodo della Seconda Guerra Mondiale. Come tradizione, anche il paese di Tribiano ha voluto rendere omaggio al significato istruttivo che porta con sé il 25 aprile: ovvero la forza che hanno dimostrato gli uomini e le donne di conquistare la propria libertà unitamente a quella di un Paese intero. Un concetto espresso da don Davide Chioda, proprio in occasione della Santa Messa dedicata anche ai Caduti, alla quale ha assistito la cittadinanza, il sindaco, la Giunta, i simpatizzanti di Ancr Tribiano (Associazione

10

Nazionale Combattenti e Reduci) e gli alpini della sezione di Milano. «La libertà è sacra - spiega Don Davide - ma ogni giorno rischiamo che ci venga tolta senza nemmeno rendercene conto. Siamo tutti figli della Liberazione». Al termine della funzione, il corteo è partito da piazza Sesone alla volta di piazza Giovanni Paolo II, dove è stata deposta una corona di alloro di fronte al monumento dedicato ai Caduti. Un momento di toccante commemorazione, durante il quale ha preso la parola Franco Lucente: «Questo è il mio ultimo 25 aprile da sindaco. Non potevo mancare, è un giorno importantissimo per l’Italia e per la Liberazione del nostro popolo. Ora ci troviamo in un momento particolare per la nostra nazione,

dove non si riesce a formare un Governo che dia stabilità, un momento difficile per l’unità nazionale, e nonostante ciò sentiamo dichiarazioni che fanno riflettere molto. Mi riferisco alle parole del sindaco meneghino Giuseppe Sala, il quale ha affermato che il 25 aprile la città di Milano non è di tutti, ma solamente di una parte politica. Questo è davvero triste, quindi non posso che prenderne le distanze. Il 25 aprile ha segnato la Liberazione di tutti gli italiani, dal ventennio fascista e dai nazisti, oltre che a definire il termine di una guerra che ha colpito indistintamente tutti. Non possiamo differenziare tra italiani di serie a e serie b, perciò mi dissocio fortemente da quelle dichiarazioni e, anzi, le condan-

no. Mi auguro - conclude che in futuro possa vedere tanti tricolori sventolare in piazza del Duomo e non solo una bandiera rossa, perché bisogna guardare a tutta l’Italia, perché è la festa di tutti noi».

Speciale 25 Aprile


Cibo gustoso e concerti live: i tre appuntamenti, organizzati dai volontari della Pro Loco, allietano il periodo estivo

Campo a 11 in erba sintetica: a settembre l’inaugurazione

Per diversificare la proposta del passato, si è puntato su artisti emergenti

Manca davvero pochissimo perché i tribianesi possano finalmente calpestare il nuovo campo da calcio in erba sintetica. L’iter per la realizzazione del progetto si è prolungato a causa di una serie di fattori concomitanti tra cui trattative, burocrazia e maltempo, ma la conclusione è ormai vicina. «Siamo agli sgoccioli - ha affermato entusiasta l’assessore alla partita Roberto Gabriele -. Nonostante gli intoppi che hanno dilatato le tempistiche e le procedure per i controlli da parte del Coni, il nuovo campo a 11 è quasi pronto e dopo l’estate potremo inaugurarlo per la prossima stagione sportiva». Il manto erboso sintetico che ricopre la superficie del campo potrà infatti diventare terreno di gioco a partire da settembre, salvo imprevisti di ogni sorta. A beneficiarne sarà soprattutto l’Usd Tribiano che quest’anno, con la struttura in disuso, ha dovuto arrangiarsi trasferendosi altrove. «A nome dell’Amministrazione mi scuso con l’associazione sportiva per il disagio che è stato arrecato, ma stiamo lavorando per apportare miglioramenti che speriamo verranno apprezzati. E chissà che non cresceranno, proprio qui, futuri campioni. Ce lo auguriamo». L’assessore Gabriele ha inoltre ringraziato l’azienda aggiudicatrice del bando per il lavoro svolto finora e ha annunciato la creazione di un futuro campo a 5, coperto e indipendente.

I volontari della Pro Loco all’evento del 7 luglio in Cascina Castellini

Grazie alla Pro Loco, i cittadini di Tribiano hanno potuto passare l’estate in allegria. La Cascina Castellini, infatti, ha ospitato tre eventi serali, che si sono tenuti il 23 giugno, il 7 e il 21 luglio. Si è trattato di tre serate in cui sono stati proposti piatti e concerti diversi, con una volontà ben precisa: «Gli scorsi anni - ha affermato Luciano Mita, presidente della Pro Loco - abbiamo proposto un unico evento che avesse come protagonista un cantante o una band affermata. Quest’anno invece, per diversificare la proposta, abbiamo preferito puntare su artisti emergenti: questo ci ha consen-

Ultime News

tito di poter organizzare ben tre serate. Sempre per fare in modo che ce ne fosse per tutti i gusti, abbiamo voluto proporre anche menù diversi». Sabato 23 giugno è stata la volta del liscio, grazie all’intrattenimento di Tina e Claudio, e di una grigliata mista di carne. «La grande e inaspettata partecipazione ci ha costretto a recarci di corsa al più vicino supermercato, visto che alle 20:30 tutta la carne era finita», ha fatto sapere divertito Mita. Il 7 luglio, invece, a salire sul palco sono stati ben tre gruppi: Fusness, Chapel IV e Random IV, per un accompagnamento musicale senz’altro più rock. Questa

volta il menù prevedeva panzerotti, arancini, patatine e panini con salamelle. Gli appuntamenti estivi si sono conclusi il 21 luglio con un bel tris di primi e la musica da ballo degli Arial Music Live. «È davvero positivo che i tribianesi abbiano potuto trascorrere questo periodo dell’estate in cui i più attendono ancora di poter andare in vacanza con una proposta così variegata di eventi - ha dichiarato Pamela Delle Cave, sindaco di Tribiano -. Bisogna sicuramente ringraziare la Pro Loco che, con grande impegno e in modo totalmente volontario, ha organizzato tutto questo».

Il campo in erba sintetica

11


Alcune istantanee della visita a Brera

Un’insolita chiusura di anno alla Pinacoteca dell’Accademia delle Belle Arti di Brera La Scuola di Musica e Pittura fa visita alle straordinarie opere di Canova, Mantegna, Caravaggio e Hayez Un modo insolito ma sorprendente e al contempo educativo di concludere le lezioni alla Scuola di Musica e Pittura di Tribiano, organizzata da più di dieci anni dalla Pro Loco e patrocinata dal Comune. La fine delle attività didattiche nell’anno scolastico 2017/2018 è stata sancita non dal classico saggio o mostra, ma da un regalo che le due insegnanti Ilaria Modena e Sofia Peschiera hanno voluto dedicare ai

propri allievi: una visita alla Pinacoteca dell’Accademia delle Belle Arti di Brera. Il percorso concordato con l’associazione “Amici di Brera”, programmato per il pomeriggio di sabato 19 maggio, ha visto il coinvolgimento di tutti gli studenti (dalle elementari alle superiori) che hanno interagito entusiasti con l’esperta guida. «Erano muniti di un libricino ha raccontato l’insegnante di chitarra Ilaria Modena - in

cui rispondere di volta in volta alle domande di comprensione sul tema “Con la testa tra le nuvole”». Oltre ai quadri selezionati per il percorso adeguato alla loro età, tutti recanti le immagini di cieli e nuvole per interrogarsi sulla simbologia e il messaggio del pittore, i giovani allievi hanno potuto ammirare l’imponente statua “Napoleone Bonaparte come Marte Pacificatore” del Canova e tre opere famosissime affronta-

te a lezione con Sofia Peschiera: “Il bacio” di Francesco Hayez, il “Cristo morto” del Mantegna e la “Cena in Emmaus” del Caravaggio. Considerato il forte interessamento durante tutta la visita, la guida ha dedicato loro del tempo in più, e inoltre prima del ritorno a casa hanno percorso via Verdi fino a piazza della Scala e poi Galleria Vittorio Emanuele, conclusa sul progetto di Giuseppe Mengoni 150 anni fa.

Rock duro al saggio degli allievi di batteria I tre giovani hanno tenuto il tempo sui brani di Guns N' Roses, System of a Down e Iron Maiden Le bacchette scandiscono il ritmo su piatti e tamburi, creando un’alternanza di suoni acuti e gravi, che si espande con prepotenza in tutta la biblioteca di Tribiano. Il pubblico incantato partecipa e applaude. Sullo sgabello della batteria posta al centro della sala si avvicendano tre giovanissimi, generazione 2000, che danno prova delle abilità acquisite in divesi anni di lezioni. È il saggio degli allievi della Scuola di Musica e Pittura, andato in scena lunedì 4 giugno alle 18, sotto lo sguardo attento del mae-

Iniziative ed Eventi

stro Daniele Frati che, tra un pezzo e l’altro, ha intrattenuto i presenti con aneddoti divertenti. Giusto il tempo di far sistemare, uno per volta, Federico Ghilarducci, Nadia Bosio e Joshua Frigoli, emozionatissimi ma determinati. Perché per misurarsi con dei pezzi come quelli che hanno selezionato ci vuole grinta: in ordine “Paradise City” dei Guns N' Roses, “Toxicity” dei System of a Down e “Phantom of the opera” degli Iron Maiden. Il rock in tutta la sua esplosività ha risuonato nel nuovo polo culturale cittadi-

no, dando un assaggio di ciò che la batteria è in grado di scatenare. Elettrizzati i genitori ed emozionato l’insegnante, musicista jazz classe 1983. «I brani sono stati scelti dai ragazzi ha spiegato Daniele Frati - a rappresentanza del loro percorso di studi, che si protrae da ben nove anni. Sono partiti da zero e ora affrontano coraggiosamente composizioni musicali di elevato livello tecni-

co». Ad applaudire i ragazzi erano presenti anche il sindaco Pamela Delle Cave e l’assessore Rocco Torchia, oltre che l’insegnante di chitarra Ilaria Modena. I batteristi con il loro maestro

13


Sui pedali per una gita tra le campagne

Il 2 giugno si festeggia… anzi, meglio, si pedala! E poi pranzo in compagnia alla Castellini I molteplici partecipanti sono saliti sul sellino e hanno pedalato all’aria aperta per diciassette chilometri Il 2 giugno è sempre un giorno di festa, un giorno nel quale si ricerca anche la convivialità e la Pro Loco di Tribiano ha dimostrato ancora una volta di essere la migliore nel riuscire ad unire le persone. È il caso dell’evento “Eco-Bike” organizzato proprio nel sabato mattina in cui si celebrava la festa della Repubblica Italiana. Altrove i cieli sono stati caratterizzati dal passaggio delle affascinanti Frecce Tricolori, ma a Tribiano è stata la Pro Loco a rendere unica la

giornata con una particolare biciclettata, completata da un bel pranzo in compagnia. La risposta della cittadinanza è stata positiva e ai tanti bambini presenti (ma anche agli adulti) veniva donato dagli organizzatori un cappellino, compreso nella quota di partecipazione, nella quale rientrava anche uno “spuntino” a metà percorso. L’incasso è stato devoluto all’associazione composta interamente da volontari. Presenti anche i rappresentanti del-

l’Amministrazione, nelle persone di Massimo Battaglia e di Pamela Delle Cave, e il consigliere regionale Franco Lucente. Lo stesso Lucente si è presentato in una veste diversa, lasciando per un giorno i panni istituzionali e indossando semplicemente quelli di papà, pronto alla partenza con il figlio maggiore: «Anche se non sono più sindaco non significa che dimenticherò il mio paese, al quale sono legato più che mai». Pamela Delle Cave ha

invece dichiarato: «Insegno e questo è periodo di scrutini, ma nonostante gli impegni non potevo davvero mancare. È un bell’evento e alla Pro Loco ci si sente come a casa». Ed è vero. Nella cascina Castellini accolgono tutti a braccia aperte con quella sempre più rara ospitalità, riassunta nella tavolata che attendeva i ciclisti al loro arrivo, dopo una pedalata di 17 km tra Lanzano, Mulazzano, Cascina Virolo, Dresano, Balbiano.

220 appassionati di Group Cycling si riversano a Tribiano per una giornata di sport Anche quest’anno, ormai il terzo consecutivo, Tribiano è stato sede di un importante evento dedicato agli appassionati di Group Cycling, attività su bike stazionaria tutta made in Italy. Un’intera giornata all’insegna dello sport che, a differenza degli scorsi due anni, grazie al tempo favorevole, è stata possibile svolgere all’aperto, all’interno del Parco di via Fratelli Cervi. Domenica 6 maggio, circa 220 appassionati di questa disciplina si sono avvicendati sulle stazionarie messe a disposizione in quattro differenti turni, dalla mattina al pome-

14

riggio. Hanno partecipato trainer e rider provenienti da ben quattro regioni italiane: Lombardia, Liguria, Piemonte e Sicilia. L’evento promosso da ICYFF, la federazione che si occupa di coordinare corsi ed eventi dedicati all’indoor cycling su tutto il territorio nazionale, è stato organizzato dalla Pro Loco con il patrocinio del Comune di Tribiano e grazie alla collaborazione della palestra Penta Gym di Paullo, dove questa disciplina è presente con i trainer nazionali Giuseppe Ajera e Stefania Baraiolo, felicissimi del risultato. «Finalmente - dicono gli istrut-

I riders fanno sport e si divertono sulle bike

tori - abbiamo potuto allenarci all’aria aperta, complice una bellissima giornata di sole. Vogliamo ringraziare i partecipanti, l’Amministrazione Comunale e soprattutto la Pro Loco per il costante supporto organizzativo, mai venuto meno dal montaggio del palco al

disallestimento». Presente anche il vicesindaco Pamela Delle Cave, che ha fatto sapere: «Eventi come questo portano una ventata di allegria a Tribiano, e ci ricordano quanto lo sport sia importante, salutare e allo stesso tempo divertente».

Iniziative ed Eventi


MUNICIPIO DI TRIBIANO

NUMERI DI EMERGENZA

Servizi Demografici Anagrafe Stato Civile-Elettorale Protocollo

Carabinieri Carabinieri - Caserma Polizia Provinciale Soccorso Pubblico d’emergenza Vigili del Fuoco Guardia di Finanza Emergenza Sanitaria Croce Bianca Paullo

Servizo Tecnico Tecnico Segreteria Responsabile Tecnico Ecologia

02/90.62.90.201 02/90.62.90.202 02/90.62.90.218 02/90.62.90.211 02/90.62.90.210 02/90.62.90.206

Servizio Affari Generali 02/90.62.90.216 Affari Generali Servizi alla Persona-Pubblica Istruzione 02/90.62.90.217 02/90.62.90.220 Resp. Servizi alla Persona 02/90.62.90.203 Messi 02/90.62.90.213 Assistente Sociale Servizi Finanziari 02/90.62.90.214 Economo 02/90.62.90.215 Responsabile Settore Tributi 02/90.62.90.222 Polizia Locale Pronto Intervento Distaccamento (Fax)

02/90.66.241 02/90.62.90.204 02/90.62.90.205

Biblioteca comunale Via della Liberazione n. 82

02/90.63.92.66

Palestra comunale Piazza Pertini n.1 Scuola elementare Scuola materna

02/90.63.93.40

Servizi al Cittadino

02/90.64.081 02/90.63.24.16

Presidio Poliambulatoriale Polizia Stradale - S. Donato Servizio Antincendio Boschivo Acquedotto - Cap Elettricità - Guasti Gas - Guasti Direttore Responsabile Pamela Delle Cave Caporedattore Maurizio Zanoni In Redazione Silvia Arrigoni, Francesca Tedeschi, Ilaria Patrian, Giulio Carnevale Stefania Accosa Fotografo Davide Ravera Progetto grafico e impaginazione Erica Lampognani www.lampogani.it Tipografia COLORSHADE - Peschiera Borromeo (MI) Tel. 02 2847518 info@abbiatigrafiche.it

112 02.90.64.016 02.90.63.35.55 113 115 117 118 02.90.64.782 02.90.63.18.00 02.98.11.41.11 02.52.70.222 1515 02.89.520 800.900.800 800.901.050 800.998.998

Redazione Ufficio segreteria generale Palazzo Municipale 20067 Tribiano tel. 02.90.62.90.216 segreteria@comune.tribiano.mi.it tribianoinsieme@gmail.com Pubblicità 7 Giorni Sas - Via Dante 2 20068 - Peschiera Borromeo MI cell. 339.28.00.846 commerciale@7giorni.info Testata registrata presso il Tribunale di Lodi il 29/09/2010 Questo numero è stato chiuso in redazione il 12/07/2018

15


TRIBIANO INSIEME - LUGLIO 2018  
TRIBIANO INSIEME - LUGLIO 2018  
Advertisement