Issuu on Google+

ontemarciano Montemarciano

Montemarciano Anno 2012 - Numero unico

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

Organo ufficiale del Comune di Montemarciano

www.comune.montemarciano.ancona.it

Buon Natale e Felice Anno Nuovo Comune dichiarato denuclearizzato e “città della pace” Comune per la pace

Comune d’Europa

Rapporti di gemellaggio Quincy Sénart FRANCIA

Rapporti di partenariato sous

Sinj CROAZIA

Hohenkirchen Siegertsbrunn GERMANIA

Bardejov SLOVACCHIA


Montemarciano

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

Da anni Multiservizi collabora con le scuole del territorio e anche per il 2013, è stato avviato il “progetto risorsa acqua”. L’attività, finalizzata a motivare i giovani delle scuole primarie e secondarie, è ormai collaudata e sempre molto apprezzata dalle insegnanti e dai ragazzi. Del Comune di Montemarciano hanno aderito al progetto alcune classi della Scuola Secondaria Falcinelli e della Primaria Raffaello Sanzio. L’iniziativa si apre con un primo incontro in classe durante il quale si parla delle sorgenti da cui proviene l’acqua, si spiegano le attività che consentono di averla buona, sicura e controllata ogni giorno nelle nostre case. Viene illustrato come si depura l’acqua per poi restituirla al mare. La lezione punta ad incoraggiare

un utilizzo corretto della risorsa. Successivamente, dalla teoria si passa alla pratica e gli studenti sono guidati in visita alle sorgenti Gorgovivo a Serra san Quirico. Semplici attività che lasciano nei ragazzi un bellissimo ricordo e racchiudono grande importanza educativa.

7

7

È arrivato il freddo Proteggete i contatori dal gelo! È arrivato l’inverno e con esso il freddo. Dobbiamo ricordare che i contatori dell’acqua vanno protetti dalle basse temperature e dal gelo. Gli apparecchi maggiormente a rischio sono quelli posti all’esterno di fabbricati, in locali freddi o in abitazioni utilizzate di rado. Per prevenire o almeno ridurre il problema del danneggiamento dei contatori e dei loro accessori, ecco alcuni consigli utili. Le nicchie poste all’esterno dei fabbricati, compreso lo sportello, devono essere protette con polistirolo e poliuretano espanso,

7

facilmente reperibili in qualsiasi negozio di ferramenta. Lo spessore minimo dei pannelli deve essere di alcuni centimetri e gli stessi vanno posizionati sia sulle pareti che all’interno dello sportello. Si consiglia di rivestire anche i contatori ubicati in locali non riscaldati. Anche in questo caso, infatti, occorre utilizzare materiali idonei e non stracci o lana di vetro che assorbono acqua. In ogni caso, lasciare scoperto il quadran-

www.multiservizi-spa.it

3

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

PRIMO PIANO

Informa Al via a Montemarciano il progetto scuola 2013

Montemarciano

Insieme alla Coop per imparare a leggere l’etichetta Bisogna conoscere per poter prendere la giusta decisione. Ciò vale anche per l’acqua così da essere in grado di scegliere consapevolmente se bere quella in bottiglia o quella del rubinetto. Per questo, nei giorni scorsi, Multiservizi in collaborazione con la Coop, ha allestito presidi informativi presso i più grandi punti vendita Coop Adriatica del nostro territorio. I clienti sono stati informati sulla qualità dell’acqua che esce dai rubinetti, un’acqua di sorgente che non ha nulla da invidiare a quelle vendute in bottiglia. È veramente necessario acquistare acqua in bottiglia spendendo tanti soldi e mettendo in circolazione tanta plastica? Questa è stata la domanda formulata alle persone incontrate nei punti vendita COOP. Continua pertanto l’impegno di Multiservizi verso l’educazione al risparmio e al consumo consapevole di questa risorsa attraverso incontri, campagne informative, comunicazioni in bollette e in ultimo attraverso il nostro sito web dove è possibile entrare e scoprire il mondo acqua e tutto ciò che è bene sapere riguardo il risparmio, le analisi, come leggere l’etichetta e tanto altro.

te delle cifre, per consentirne la lettura. Se i contatori sono posizionati in fabbricati disabitati, è consigliabile chiudere il rubinetto a monte del misuratore e provvedere allo svuotamento dell’impianto interno, lasciando, per precauzione, anche un rubinetto interno leggermente aperto. I clienti sono responsabili della conservazione dei contatori e dei relativi alloggiamenti. Eventuali costi di riparazione o sostituzione del contatore per danni causati dal gelo sono a carico del cliente, così come le possibili dispersioni d’acqua.

Piove, governo ladro Dott.ssa LIANA SERRANI SINDACO

D

opo la pesante mareggiata del 1 novembre compaiono le prime stime dei danni: ingenti danneggiamenti alle infrastrutture stradali ed ai marciapiedi del lungomare a partire dal fosso Avena fino alle zone più a nord, dove la mareggiata è arrivata a corrodere il bordo stradale; una prima stima li quantifica in oltre 390.000 euro. L’Amministrazione si è attivata per recepire in due distinte riunioni le richieste per i danni subiti sia dai proprietari e dai gestori degli stabilimenti balneari nonché quelli subiti dai proprietari e dai residenti delle abitazioni del lungomare. Alcuni stabilimenti hanno subito danni ingenti in quanto la mareggiata ha quasi completamente scalzato le fondamenta dei loro locali o divelto le tettoie esterne. Una diretta di RAI 3 ne ha documentato i disastri il 13 novembre. Per le abitazioni sta aumentando l’umidità alle fondamenta soprattutto in quelle più a ridosso della linea di costa a dimostrazione che il mare sta avanzando. Per gli uni e per gli altri l’Amministrazione chiede alla Regione che ha competen-

za in materia di difesa della costa interventi risolutivi, proprio in un periodo in cui vi è una notevole scarsità di risorse finanziarie crediamo che ne debba esser fatto un uso razionale destinandole a soluzioni che abbiano un’efficacia stabile nel tempo. L’Assessore alla difesa della costa, Paolo Eusebi, con cui si sono avuti frequenti contatti in questo periodo, ha dato la sua piena disponibilità e quella dei suoi tecnici a ragionare su soluzioni concrete, nonché ad incontrare i danneggiati. Vero è che le mareggiate hanno sempre più carattere di eccezionalità dal punto di vista della forza sviluppata, ma per frequenza sono oramai divenute un accadimento sempre più frequente, quasi annuale. L’Amministrazione ha poi messo in sicurezza a proprie spese un tratto di strada proteggendolo dalle ulteriori possibili mareggiate invernali; ha iniziato i lavori di ripulitura della foce del Rubiano quasi completamente ostruita dalla ghiaia per evitarne l’esondazione in caso di pre-

cipitazioni copiose. Per quanto riguarda invece le nuove scogliere la loro presenza ha comunque permesso di limitare i danni anche se sul loro funzionamento abbiamo chiesto alla regione di attivare il Piano di Monitoraggio della durata di 5 anni proprio per verificarne l’efficacia. Sembra invece trovare le prime spiegazioni il problema della presenza di pezzi di calcestruzzo alla loro base in quanto, da un esame dell’elaborato Elenco Prezzi regionale risulta essere previsto al punto 7/8 22.03.002 “il salpamento di massi artifi-

ciali, scogli naturali e di relitti di muratura di qualsiasi volume e peso….”. Di sicuro non sembrano utili ne all’immagine del territorio ne alle attività del lungomare campagne che cavalcano il sospetto, quando vi sono organi giudiziari che degnamente e correttamente svolgono il loro lavoro al fine di apportare tutti i chiarimenti necessari. Ma alla fine sembra che ci sia chi si diverte ad attribuire agli amministratori anche le devastazioni delle mareggiate… Proprio vero, piove governo ladro!

Il giornalino comunale ritorna nelle case

F

inalmente dopo mesi di assenza ritorna il giornalino comunale. Alla scadenza del precedente appalto per la sua stampa la ditta incaricata non è stata in grado di continuare questo servizio. Infatti le spese di realizzazione del giornalino comunale non gravano sul bilancio comunale e quindi sui cittadini, ma si reggono sulla pubblicità che la ditta che ne cura la stampa è in grado di raccogliere. Pur-

troppo con la grave crisi economica che perdura oramai da anni, la raccolta della pubblicità è di molto diminuita e per questo non era sufficiente a coprire le spese di stampa. Per questo abbiamo dovuto ridurre le pagine del giornalino per poter fare un nuovo bando e arrivare a coprire le spese per la sua realizzazione. La prima volta non vi sono state adesioni, ma la seconda volta la ditta GEMA ha accettato di farne la

realizzazione. Nel comprimere le pagine abbiamo cercato di rispettare proporzionalmente gli spazi; ne abbiamo aumentato il carattere informativo istituzionale perché possa essere un utile strumento informativo anche per i cittadini in merito a novità fiscali o regolamentari che interessano il nostro comune. Ne continueremo a pubblicare anche l’edizione on line, consultabile anche tramite il sito istituzionale.

ARTICOLI OTTICI E FOTOGRAFICI - LENTI A CONTATTO

Via Marina, 1/l - Marina di Montemarciano Tel. 071 9198677 e-mail: ottica.patrizia@gmail.com


Montemarciano

4

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

SOMMARIO

Montemarciano

5

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

SOCIALE

Un anno affrontato con la solidarietà La nostra missione è creare opportunità di lavoro a chi non ne ha assistenziali per cercare di rispondere alle crescenti richieste di aiuto, creando anche un alloggio di prima accoglienza per le persone senza tetto ed indigenti in situazione di emergenza. Avv. EMANUELE PALADINI VICESINDACO Assessore ai Servizi Sociali e alla tutela della Salute

I PRIMO PIANO 3

Piove, Governo ladro Dott.ssa Liana Serrani

SOCIALE 5

6

Un anno affrontato con la solidarietà Avv. Emanuele Paladini Difendiamo il presidio Sanitario Avv. Emanuele Paladini

LAVORI PUBBLICI 8

URBANISTICA 9

10

Il Teatro Alfieri alza il sipario Dott. Lorenzo Socci

ANNIVERSARI

12

Rifiuti “porta a porta” anche sul lungomare Andrea Tittarelli

17

Il bosco è nostro. Valorizziamolo Andrea Tittarelli

GRUPPI CONSILIARI

13

Aperto il nuovo casello sulla A14 Andrea Sbaffo

COMMERCIO

CULTURA 7

In arrivo il nuovo asilo nido Luigi Como

AMBIENTE

SOLIDARIETA 14

Luminarie natalizie Una decisone sofferta Andrea Tittarelli

15

BILANCIO 11

Il comune esattore per conto dello Stato Damiano Bartozzi

18

Completata la scuola di Rutenga A cura de “Il Coordinamento” Cinque per mille... volte grazie! A cura dell’Avis

MUSICA 16

Interventi dell’opposizione

LA PAROLA AI CITTADINI 21

Lettere ed interventi dei lettori

NUMERI UTILI 22

La “Gastone Greganti” celebra Santa Cecilia A cura della banda musicale “Gastone Greganti”

Celebrazioni varie A cura dei lettori

Recapiti telefonici Amministrazione comunale e pubblica utilità

Montemarciano Direttore Responsabile Fabio Quirici

Comitato di redazione

Stampa

Presidente Liana Serrani

Direzione e Redazione

Componenti Lorenzo Socci, Bruno Paladini, Giacomo Socci, Fabio Quirici

Tipografia Litografia Via Volta, 8 60020 Camerata Picena - Tel. Fax 071946375 e-mail. tipografiagema@libero.it

Via Umberto I 20 Palazzo Municipale tel. 071 9163313 Fax 071 9163319 Segreteria Lorella Pigliapoco Ufficiopersonale@comune-montemarciano. ancona.it Progetto grafico Fabio Quirici redazionegiornalino@comune-montemarciano. ancona.it

Numero chiuso in redazione il 17 dicembre 2012 salvo deroghe Aut. Trib. Ancona n. 13 del 17/09/1984 pubblicità inferiore al 50%

Servizi Sociali del Comune di Montemarciano sono “in prima linea” nel cercare di accogliere ed assistere i numerosi cittadini che chiedono aiuto trovandosi in estrema difficoltà: perchè senza abitazione o disoccupati, o per non essere riusciti a trovare un primo impiego (soprattutto i giovani), o per aver perso il posto di lavoro che avevano, o perché non riescono a pagare il canone di locazione, il mutuo o le utenze dell’abitazione e, per tutte queste cause, rischiano di perdere la propria casa. Si è infatti acuita la grave crisi economica ed occupazionale che colpisce anche il nostro territorio. Servizi sociali L’Amministrazione Comunale ha cercato, compatibilmente con gli obbligatori e stringenti equilibri di bilancio, di rivolgere la massima attenzione ai servizi sociali al fine di fornire risorse, strutture e un sostegno concreto ai cittadini e alle famiglie, nonostante i drastici e pesantissimi tagli operati dal Governo centrale. Nel bilancio 2012 la spesa per il “welfare” comunale ha impegnato circa il 20% dell’intero bilancio comunale: Residenza protetta per Anziani “G.B. Marotti”, il Nido d’infanzia “Colibrì”, il Centro sociale ricreativo per disabili “Lo Scrigno dei Desideri”, la Casa alloggio per soggetti privi del sostegno familiare (ubicata a Chiaravalle e gestita in convenzione con altri Comuni) sono le voci di spesa più consistenti. Prima accoglienza Il Comune di Montemarciano ha potenziato gli interventi

Progetto solidarietà Sono positivi e significativi i risultati ottenuti dall’Amministrazione Comunale in questo senso con l’innovativo progetto “Solidarietà”, realizzato appositamente per fare fronte al particolare periodo di crisi e al quale da circa tre anni hanno aderito le associazioni di volontariato del nostro territorio (Caritas parrocchiali, AVIS, Coordinamento Solidarietà ed Autosviluppo). Grazie al progetto “Solidarietà” è stato creato un fondo economico assistenziale, gestito da un comitato dei partecipanti all’iniziativa, e sono state messe in sinergia tra le varie Associazioni e i Servizi Sociali comunali le risorse e i mezzi a disposizione attivando gli interventi più opportuni e necessari, tenuto conto delle limitate risorse disponibili a fronte delle sempre più crescenti richieste. Alloggi comunali L’Amministrazione Comunale ha, altresì, inteso, al fine di dare un concreto aiuto a chi ha difficoltà abitative, di destinare, in locazione ad un canone concertato, gli alloggi comunali di vicolo Oberdan agli anziani ultrasessantacinquenni che non abbiano proprietà immobiliari e che abbiano un reddito limitato. Aiuti alle famiglie Un’altra importante iniziativa, che l’Amministrazione comunale ha voluto adottare al fine di contrastare la pesante crisi e dare un concreto aiuto alle famiglie, in un momento nel quale i costi per le famiglie sono in continuo aumento, è quella di non avere voluto aumentare per il 2012 in alcun modo le rette dei servizi a domanda individuale rispetto all’anno precedente (mensa e trasporto scolastici, nido d’infanzia, servizi estivi).

che rimane purtroppo il problema principale. I commercianti e gli imprenditori locali sono in grande difficoltà a causa della crisi ed in particolare il settore dell’edilizia, che negli anni passati è stato molto attivo nel nostro territorio creando opportunità di lavoro, è ora quasi fermo. E’ quindi notevolmente aumentato il divario tra domanda ed offerta di lavoro, rendendo difficilissimo trovare una occupazione lavorativa di qualsiasi tipo. Stante il perdurare della crisi economica e del mondo del lavoro è il Governo Nazionale che deve intervenire con azioni urgenti e significative che possano porre un freno alla recessione e alla disoccupazione.

Altre Amministrazioni hanno ritenuto di effettuare ritocchi più o meno consistenti. Quella di Montemarciano ha deciso di non farlo e ne va particolarmente orgogliosa proprio in un momento di crisi sociale ed economica come questo. La speranza è di riuscirci anche per il 2013 anche se sarà molto difficile. La disoccupazione Nonostante tutte queste azioni messe in campo, ben poco il Comune di Montemarciano può fare però per risolvere la piaga della disoccupazione,

Risanamento finanziario Certamente non bisogna abbandonare la strada del risanamento finanziario dei conti pubblici ma occorre che il Governo liberi delle risorse per sostenere lo sviluppo, per aiutare i più deboli, per alleggerire il carico fiscale sui redditi da lavoro e da impresa e, soprattutto, per creare opportunità di lavoro a chi non ne ha. Colgo l’occasione per inviare a tutti i cittadini del nostro Comune gli auguri per il S.Natale ed il Nuovo Anno, auspicando che sia portatore di pace e serenità. Con il particolare augurio, per coloro che cercano lavoro, che il 2013 sia anche foriero di occupazione e di sviluppo.

Montemarciano Via Marconi, 1 - Tel.071 9163009 Marina di Montemarciano Via Verga, 7 - Tel. 071 9198131


Montemarciano

6

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

SOCIALE

Difendiamo il presidio sanitario di Montemarciano

A gennaio il nuovo bando per gli alloggi comunali per anziani

Montemarciano

7

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

CULTURA e SPETTACOLI

Il teatro Alfieri alza il sipario

Giobbe Covatta ha inaugurato con successo la nuova stagione teatrale

Avv. EMANUELE PALADINI VICESINDACO Assessore ai Servizi Sociali e alla Tutela della Salute LORENZO SOCCI ASSESSORE alla Cultura, Spettacoli, Turismo, Politiche giovanili e Associazionismo

N

el momento in cui questo giornalino arriva nelle case dei Cittadini speriamo si sia conclusa positivamente per Montemarciano la prevista riorganizzazione del sistema sanitario regionale. Il Sindaco Liana Serrani lo scorso 15 novembre ha inviato una ulteriore lettera all’ASUR ed alla REGIONE MARCHE, e per conoscenza ai Sindaci dei Comuni di Falconara M., Agugliano, Polverigi, Camerata Picena ed al Commissario Prefettizio di Chiaravalle, per ribadire la più netta contrarietà ad una riduzione dei servizi erogati dal locale Presidio sanitario. In particolare il Sindaco faceva rilevare di aver appreso dalla stampa locale “che sarà quanto prima presentato il piano di riorganizzazione della rete ospedaliera regionale, piano che sembra prevederà, tra l’altro, la riduzione o la riconversione di sedici piccoli ospedali, tra i quali il “Montessori” di Chiaravalle. Ritengo - prosegue il Sindaco che interventi in una materia così importante, che coinvolgono le popolazioni locali in un tema assai delicato e sentito come quello della salute, debbano essere assolutamente e prioritariamente presentati, per una proficua discussione, anche alle Amministrazioni comunali interessate, delle quali i Sindaci sono la massima rappresentanza istituzionale. Relativamente alla ipotizzata riconversione dell’Ospedale di Chiaravalle, che interessa tutti i Comuni dell’Ambito Territoriale XII, invito i colleghi Sindaci ed il Commissario Prefettizio del Comune di Chiaravalle a richiedere congiuntamente, con assoluta urgenza, un incontro con i Direttori sanitari in indi-

rizzo, e con la partecipazione, qualora ritenuta necessaria, di tutti gli altri soggetti cui la presente è diretta per conoscenza. In attesa dei chiarimenti richiesti – conclude Liana Serrani - ribadisco di nuovo, l’ASSOLUTA CONTRARIETA’ di questa Amministrazione comunale e di tutti i Cittadini di Montemarciano, che ho l’onore di rappresentare, a qualsiasi ipotesi di riduzione dei servizi erogati dal locale Presidio sanitario in particolare i servizi prelievi e cassa ticket - in quanto tale struttura è già stata penalizzata con la soppressione del servizio di vaccinazione e di quello di odontoiatria.”

L’assessorato ai servizi sociali provvederà alla ripubblicazione del bando pubblico per l’assegnazione degli alloggi comunali per anziani. Nel prossimo mese di gennaio verra’ nuovamente pubblicato il bando per la presentazione delle domande finalizzate alla predisposizione di una graduatoria, valida per un triennio, per l’assegnazione degli alloggi comunali disponibili (alla data odierna sono n. 2) ubicati nel centro storico di Montemarciano, vicolo Oberdan n. 3, destinati esclusivamente ad anziani soli o coppie di anziani, purche’, in entrambi i casi, ultrasessantacinquenni ed in possesso dei requisiti previsti dall’apposito regolamento comunale. Per informazioni contattare i servizi sociali comunali tel 0719163321.

I

l sipario del teatro Alfieri si è alzato sabato 24 novembre. Cinque i titoli del cartellone realizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune e dall’AMAT con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Regione Marche. Spettacolo d’apertura è stato il nuovissimo Recital di Giobbe Covatta. Un’antologia della grande comicità “sociale” degli spettacoli Melanina e Varechina, Seven e Trenta, sono stati riproposti in una inedita raccolta dal comico napoletano che ha affrontato con intelligenza i “grandi temi”, come il difficile rapporto tra occidente e continente africano, ma che ha spesso preso in esame anche vizi e virtù del nostro mondo. Sabato 12 gennaio secondo appuntamento, con Arca Azzurra Teatro in Decamerone. Amori e sghignazzi, adattamento drammaturgico e regia di Ugo Chiti dal Decameron di Giovanni Boccaccio. Chiti e la sua storica compagnia proseguiranno il viaggio nelle novelle di Boccaccio e questo Amori e sghignazzi ne percorrerà con leggerezza le pagine, celebrandone i repentini passaggi dal comico al tragico, dal satirico al filosofico. Chiti isola quattro novelle dove beffe, travestimenti, doppiezze, amori assoluti, sacrifici estremi diventano materia drammaturgica e gioco teatrale. Protagonisti i ‘fedelissimi’ attori dell’Arca Azzurra Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci, Teresa Fallai e Alessio Venturini. Venerdì 8 febbraio sarà in scena all’Alfieri 4-5-6, spettacolo scritto e diretto da Mattia Tor-

Sopra , una scena dello spettacolo “Decamerone” della Compagnia Arca Azurra Teatro. Sotto, la locandina e un collage deigli spettacoli in cartellone al Teatro Alfieri

re e interpretato da Massimo De Lorenzo, Cristina Pellegrino, Carlo De Ruggeri, Franco Ravera per una produzione Nutrimenti Terrestri/ InTeatro/ Walsh, storia comica e violenta di una famiglia in un luogo imprecisato del Sud Italia, « “456” - dice l’autore - nasce dall’idea che l’Italia non è un paese, ma una convenzione. Che non avendo un’unità culturale, morale, politica, rappresenti oggi una comunità di individui che sono semplicemente gli uni contro gli altri. La famiglia sente ostile la società e invece di essere il nucleo protettivo dell’individuo, di questa società finisce per incarnarne i valori

deteriori, incoraggiando la diffidenza, l’ostilità nei confronti degli altri, il cinismo, la paura». Sabato 9 marzo andranno in scena Le sorelle Marinetti (al secolo Nicola Olivieri, Andrea Allione che firma anche i momenti coreutici dello spettacolo e Marco Lugli) con lo spettacolo “Non ce ne importa niente” scritto da Giorgio Bozzo con la regia di Max Croci. Affascinato dall’esperienza del Trio Lescano, il trio si calerà nei panni di tre signorine degli anni ’30 per raccontarne la società e per interpretare i più grandi successi canori in perfetto falsetto, sostenute dal pianoforte di Chri-

stian Schmitz. Non un concerto, ma una pièce di teatro musicale per un viaggio a ritroso negli inquieti e spensierati anni ’30. Sabato 20 aprile chiuderà il cartellone il coreografo e danzatore Leonardo Diana nel dittico “E l’uomo creò se stesso/ Verso la luce”. Leonardo Diana, danzatore con un’imponente presenza scenica e di grande talento, dopo aver collaborato con importanti coreografi, ha intrapreso una propria ricerca autoriale, spesso interagendo con le arti visive e la musica dal vivo, riscuotendo numerosi successi, tra cui i riconoscimenti al Festival Premio Equilibrio di Roma.


Montemarciano

8

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

LAVORI PUBBLICI

Montemarciano

9

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

URBANISTICA

In arrivo il nuovo asilo nido

Aperto nuovo casello sulla A14

LUIGI COMO ASSESSORE ai Lavori pubblici

ANDREA SBAFFO ASSESSORE Urbanistica ed edilizia Viabilità trasporti e Protezione civile

Molti gli interventi conclusi o avviati nei mesi scorsi. Proseguono le opere

D

opo molto tempo torniamo ad informare i cittadini sullo stato dei lavori pubblici attuati ed in corso di attuazione: informazioni di cui la cittadinanza ha diritto e che servono anche a sgomberare il terreno da notizie distorte e talvolta strumentali messe in circolo da chi magari ha interesse che venga messa in cattiva luce la politica e l’attività dell’Amministrazione comunale. Molteplici sono stati gli interventi conclusi od avviati nel corso degli ultimi mesi: facendo un rapido excursus ricordiamo: Illuminazione stradale Il posizionamento dell’illuminazione stradale lungo la Strada Statale n. 16 in località Forcella, che ha risolto un problema di visibilità in un punto potenzialmente pericoloso; Scivolo e scalinata La realizzazione dello scivolo e della scalinata che permettono di risalire dall’alveo del Torrente Rubbiano al Lungomare: opera importante ed attesa che consente un più comodo attraversamento del Rubbiano in prossimità del lungomare sia ai frequentatori della spiaggia che ai mezzi di pulitura e manutenzione (operazioni queste che oggi il Comune può quindi attuare con i mezzi di cui dispone, senza quindi ricorrere all’ausilio di ditte private con i loro mezzi speciali, ad un costo evidentemente inferiore); Parcheggi Lungomare La realizzazione dei parcheggi sul Lungomare, che ha impedito da un lato la sosta selvaggia delle auto sull’arenile e dall’altro (soprattutto) lo staziona-

Un progetto che l’amministrazione comunale ha sempre sostenuto

C mento di camper ed autocaravan in zone non autorizzate ed attrezzate (e non occorre ricordare come tale problema si leghi alla questione rom): l’importo riscosso con la regolamentazione di detti parcheggi copre la rata del mutuo per precedenti lavori; Asfaltatura in Via Vigneto I lavori per il nuovo impianto di illuminazione e cordolatura per predisporre la nuova asfaltatura lungo Via Vigneto: lavori che purtroppo si stanno protraendo oltre il previsto per il sopraggiungere di gravi ed inattese emergenze cui si è dovuto far fronte (in primis le terribili mareggiate: a tal riguardo desidero ringraziare il personale operativo del Settore che ancora una volta ha dimostrato sensibilità e disponibilità intervenendo tempestivamente fin dalle 2 di notte dello scorso primo novembre per fronteggiare la criticità, ringraziamento che estendo anche al personale tecnico dei Lavori Pubblici ed al Corpo di Polizia municipale); Impianto fotovoltaico Il rifacimento della guaina del tetto della Scuola dell’Infanzia

di Marina di Montemarciano, dove verrà istallato un impianto fotovoltaico: sempre in ambito scolastico si è tempestivamente provveduto ad affrontare, con interventi puntuali e risolutivi, le problematiche più o meno piccole che nelle diverse strutture sono venute a verificarsi, come ad esempio le riparazioni nel Palazzetto dello Sport di Marina che hanno risolto un problema di infiltrazioni; Tamponatura buche Gli interventi sulle sedi stradali per le tamponature delle buche più evidenti e pericolose: cosa questa che proseguirà nei prossimi mesi con maggiore costanza ed incisività anche nei marciapiedi; Cimitero civico E’ stato realizzato un nuovo lotto presso il civico cimitero: alcuni dei loculi realizzati sono stati concessi a blocchi per andare incontro ai richiedenti tombe di famiglia, altri singolarmente od a coppie agli ultrasessantacinquenni che avevano presentato domanda, altri ancora trattenuti per la successiva concessione solo in presenza di salma;

Asilo Nido comunale Mentre va in stampa il giornalino è terminata la gara per la costruzione del nuovo Asilo Nido comunale, che vedrà quindi la luce nei prossimi mesi; Nuova fermata bus Nel medesimo frangente dovrebbero essere affidati i lavori per la realizzazione della fermata per i bus di linea in direzione nord alla località Forcella. Come si può capire, tra manutenzione del verde, strade, marciapiedi ed immobili, l’attività nei Lavori Pubblici non manca. I dipendenti che operano all’esterno non sono molti e quindi non si arriva ovunque nei tempi desiderati. Ringrazio perciò la cittadinanza per la pazienza ed anche per le critiche costruttive che vengono mosse e che aiutano a migliorare il servizio e gli interventi, augurando al contempo a tutti un sereno Natale ed un felice Anno Nuovo: felice soprattutto per la salute e per gli affetti, perché temo che per altre cose – lavoro, economia, società, ecc. – la luce in fondo al tunnel sia ancora lontana.

i eravamo lasciati con i lavori autostradali che proseguivano di gran fretta per la realizzazione del nuovo casello autostradale e per la realizzazione della terza corsia. A fine luglio è stato inaugurato il nuovo casello alla presenza, oltre che del nostro Sindaco e di quello del comune di Falconara, del Governatore della Regione Marche Spacca del rappresentante di Società Autostrade per l’Italia ingegner Tozzi e del rappresentante di A.N.A.S. Coletta. La soddisfazione per questa opera da parte di questa amministrazione è altissima in quanto fortemente voluta negli anni e finalmente raggiunta. Purtroppo è arrivata nel periodo storico più buio degli ultimi anni in termini di economia e pertanto non sarà immediata la risposta di investimenti che i privati potranno portare nello sviluppo economico del territorio. Di certo è che la stessa è molto apprezzata dai cittadini che la utilizzano per raggiungere i posti di lavoro sia verso il nord che verso Ancona in quanto più veloce del transito nella statale 16. Testimonianza oggettiva di questo è la presenza di numerose macchine nel parcheggio “scambiatore” dove più utenti si incontrano per poi prendere una sola macchina per raggiungere il posto di lavoro. Le preoccupazioni sul possibile incremento del traffico locale per il momento sono trascurabili e se nel futuro si potrebbero concretizzare per un possibile aumento degli in-

Da sinistra il Dott. Colletta in rappresentanza per l’A.N.A.S., il nostro Sindaco Liana Serrani, il Governatore Spacca, l’Ing. Tozzi per la Società Autostrade ed infine Sauro Brandoni sindaco di Falconara Marittima teressi economici nella area della nostra zona industriale saranno mitigati dalla realizzazione, ormai certa, della bretella di Via Poiole che porterà un collegamento diretto fra Casello e strada Statale 16. Quest’ultima notizia è stata ufficializzata dalla Anas in

sede di inaugurazione e sta maturando i vari iter amministrativi di approvazione definitiva del progetto nelle sedi opportune. Anche questo è stato frutto dell’impegno politico del nostro Comune insieme a quello di Falconara e della Provincia di Ancona.

A lavori in corso, frutto della collaborazione fra Comune e Società Autostrade si stanno concretizzando altre opere “compensative” come l’asfaltatura di tutta Via dei Platani ed altro che vi illustreremo nelle prossime uscite di questo giornalino.

L’emergenza neve è costata 118 mila euro

C

entodiciotto mila euro. Questa è la cifra che è costata al comune di Montemarciano l’emergenza neve. Cifra che poteva essere anche più alta se non affrontata in modo tempestivo e con la grande dedizione e sacrificio da parte degli operai comunali, degli spalatori reclutati, delle ditte esterne intervenute e delle associazioni. Abbiamo ricevuto tantissimi ringraziamenti da parte dei cittadini, anche a mesi di distanza, per come abbiamo gestito l’emergenza e per la fruibilità delle strade. Ringraziamenti che non avevamo avuto l’occasione di girare ufficialmente a chi operativamente aveva lavorato sul campo o meglio sulla neve che

in alcuni casi non faceva più distinguere la strada dai campi. Pertanto un sentito GRAZIE alla struttura comunale tecnica e amministrativa che rispondeva h24 alle telefonate dei cittadini, agli operai , alle ditte Petrini, Sfasciotti, New Edil ed alle associazioni Protezione Civile e Pubblica Assistenza A.V.I.S. di Montemarciano NOTA dolente, che i cittadini devono conoscere, è che non è pervenuto un solo euro della cifra necessaria realizzare l’intervento dallo stato e che dobbiamo ringraziare due volte gli operatori privati che solo ora stanno ricevendo i primi acconti delle loro prestazioni. Stato che attraverso le parole del premier Monti aveva garantito un supporto e aveva stimo-

lato gli enti a garantire la sicurezza dei cittadini. Noi il nostro compito lo abbiamo eseguito ora lo Stato ha ancora tempo per darci una mano in termini economici perché, tra l’atro, noi siamo già costretti a prepararci per il prossimo inverno e per la prossima emergenza neve, se ci sarà, convenzionando i soggetti che ci hanno supportato. Trovare l’importo sopra citato è stato difficile e comunque tolto ad interventi di manutenzione che lo stesso maltempo ha causato nei manti stradali ed altro di cui avremmo tanto bisogno. Il sindaco e le amministrazioni comunali e i parlamentari marchigiani tutti stanno continuando a premere affinché ci sia riconosciuto un rimborso. a.s.


7 7 7 7

Montemarciano

L’UNIONE FA LA FORZA

I commercianti accendono le luci del Natale

È

stata particolarmente sofferta la decisione di realizzare o meno l’addobbo delle nostre vie con le luminarie natalizie. Molti sono stati gli incontri con i commercianti, scettici e dubbiosi in un primo momento sulla opportunità di farle, sia per la duratura crisi economica, ma anche per il fatto che a pagarle sono sempre i soliti e a beneficiarne sono poi i negozi di tutta la via. Si è anche ragionato su eventi pomeridiani che avrebbero potuto rallegrare il periodo natalizio, ma alla fine si sarebbe trattato di

M

arco Valeri e Stefano Brecciaroli referenti per la Confartigianato di Montemarciano esprimo soddisfazione perché anche in un momento difficile per l’economia, Montemarciano sarà illuminata per le festività natalizie. Infatti i commercianti di Marina e Montemarciano hanno fatto squadra e sono riusciti a garantire l’illuminazione. Grande apprezzamento anche all’Amministrazione comunale che è interventuta offrendo un reale contributo affichè anche quest’anno nonostante le difficioltà il servizio venisse garantito. Marco Valeri e Stefano Brecciaroli infine dichiarano che addobbare le strade in un periodo di festa sia quasi un dovere dei commercianti e artigiani di sede fissa e addobbare insieme ai colleghi significa rendere più belle le nostre vie. Quest’anno l’intervento dell’Amministrazione è stato particolarmente significativo perché non ci ha lasciato soli. Le luci di Natale rappresentano ormai una tradizione, dichiara Confartigianato, che ogni anno rendono le nostre vie più ospitali, vivibili ed è palpabile tra chi passeggia una predisposizione al vivere insieme, nella città, il periodo Natalizio. Tutti credo abbiamo visto l’espressione meravigliata e gioiosa dei bimbi quando osservano le luci nel cielo.

7

qualche ora e poi nulla per tutto il resto del periodo. L’Amministrazione allora ha suggerito di far comunque le luminarie perché avrebbero creato un clima natalizio e festoso per tutto il periodo, favorendo così anche le attività commerciali del territorio; per favorire la partecipazione dei commerciati il prezzo di adesione è stato abbassato da 80 a 50 euro e la differenza viene messa dal bilancio comunale. Crediamo che proprio nei momenti più difficili occorra rimanere uniti per affrontare assieme questa difficile congiuntura economica.

7 7 7

7

ANDREA TITTARELLI ASSESSORE Ambiente, ecologia e verde pubblico, sviluppo economico commercio ed artigianato

7

77

7

I commercianti di Montemarciano e Marina di Montemarciano Augurano a tutti i cittadini Buon Natale e Felice Anno Nuovo

7 7

Filiale di Marina di Montemarciano Responsabile Lucia De Francesco

Via della Marina, 67 - 60018 Montemarciano (AN) Telefono 071 9199582 - Telefax 071 7978585

Montemarciano

11

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

BILANCIO

Il comune esattore per conto dello Stato Gli effetti negativi delle imposte sui bilanci

7

Un reale contributo anche da parte del Comune

7

77 7

Luminarie natalizie Una decisione sofferta

7

COMMERCIO E SVILUPPO ECONOMICO

7

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

7

10

Nuovo servizio online Si può pagare anche con carte di credito

BARTOZZI DAMIANO ASSESSORE Bilancio, tributi ed organizzazione del personale

Sulla home page del sito del comune è stato attivato il servizio di pagamento - online con carta di credito (Visa, Mastercard, Cartasì ecc.). Seguendo le istruzioni riportate nella pagina internet è possibile, iscrivendosi preventivamente, pagare servizi come, mense scolastiche, lampade votive e contravvenzioni. Tuttavia l’utente puo’ utilizzare la carta di credito anche per altre tipologie di pagamento sempre a costo zero e senza registrazione selezionando il link: pagamento libero

T

ra i vari compiti assegnati ai Comuni ce ne è uno che sfugge all’attenzione della gente, cioè il compito di esattore per conto dello stato. Il tanto osannato Governo dei professori, infatti si è inventato questa nuova mansione, ribaltando anche sui Sindaci la responsabilità del caro tasse e della pressione fiscale ormai insostenibile. IMU Trattasi di un’ imposta che sostituisce l’ICI, ma della quale non è ancora sicuro l’importo che rimane ai Comuni avendo il Governo introdotto detta imposta senza fissare parametri ben definiti Il meccanismo dell’Imu è il seguente: il gettito che deriva dell’abitazione propria rimane per intero nelle casse del Comune; Il gettito che deriva dagli altri fabbricati viene così ripartito tra Stato e Comuni: Il Comune delibera l’aliquota, e quindi Sindaco e Giunta mettono “la faccia” di fronte ai cittadini; questi ultimi pagano versando l’Imu direttamente nelle casse dell’erario; lo Stato si trattiene la metà dell’aliquota base del 7,6 per mille calcolata non sull’importo effettivamente incassato, ma su un conteggio effettuato in base ad una stima che tiene conto del numero delle abitazioni; la rimanenza viene versata ai Comuni.

TARES La tassa sui rifiuti e sui servizi è un altro balzello che sostituirà, nel 2013, la vecchia Tarsu. La nuova tassa sui rifiuti e sui servizi viene introdotta per accorpare in un’unica tassa le diverse fasi della gestione dei rifiuti. La tariffa è composta da una quota che è determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio di gestione dei rifiuti e una quota rapportata alle quantità di rifiuti conferiti, allo scopo di coprire tutti i costi. La prima rappresenta la “componente servizi” del nuovo tributo, che sarà calcolata in base al valore dell’immobile attraverso un’aliquota comunale; la seconda, rappresenta la “componente rifiuti” e dovrà essere proporzionata alle “quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotte in relazione agli usi e alle tipologie di attività svolte”. Alla

tariffa così definita si applica una maggiorazione pari a 0,30 euro per metro quadrato, a copertura dei costi relativi ai servizi indivisibili dei Comuni. I Comuni possono, con delibera del Consiglio comunale, modificare la misura della maggiorazione fino a 0,40 euro, anche graduandola in ragione della tipologia dell’immobile e della zona dove è ubicato. Tuttavia, benché si tratti di un prelievo destinato a coprire i costi dei servizi indivisibili erogati dai Comuni, la quota di base, pari a 0,30 euro al metro quadrato è interamente riservata allo Stato. Al Comune è riservato solo l’eventuale incremento, che comunque non può eccedere 0,10 euro al metro quadrato. Ebbene, mentre tutti noi stiamo cercando di capire quanto andremo e se riusciremo a pagare, i nostri politici prima hanno votato le norme che hanno introdotto l’IMU e la TA-

RES e quindi consentito la loro applicazione; ora che siamo in pre-campagna elettorale protestano, prendono posizioni a favore della gente e tentano di dissociarsi. E allora, continuo a chiedermi, quando si discute una norma, considerato che vi sono plotoni di commissioni e sottocommissioni, di esperti e di professori, cosa si esamina? Non hanno considerato gli effetti negativi di queste imposte sia in termini economici, sia in termini di difficoltà che le stesse avrebbero arrecato ai Sindaci ed ai loro Assessori, gli unici politici in Italia ad essere sempre in prima linea? Una cosa è certa: quando lo Stato deve tagliare a farne le spese sono soprattutto i Comuni; quando lo Stato deve tartassare si pensa ai Comuni come esattori. Ma così un Paese non può reggere. Non c’è futuro per un’Italia così piccola e ripiegata su se stessa.


7 7 7 7

Montemarciano

12

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

7

AMBIENTE

77 7

anche sul lungomare

Il bosco è nostro. Valorizziamolo Acquisiti dal Comune 13 ettari di bosco. L’area sarà attrezzata con tavoli e panchine ARREDO URBANO

Difficile da arginare l’abbandono dei rifiuti lungo le strade

In arrivo le isole ecologiche Il prossimo anno, ormai alle porte, l’Amministrazione metterà sul lungomare delle isole ecologiche per migliorare il decoro e l’arredo urbano. Per il loro acquisto abbiamo ottenuto un contributo AERCA dalla regione. Anche nei parchi e nei giardini saranno inserite delle isole ecologiche ma di tipologie differenti al fine di integrarle meglio nel contesto dell’arredo urbano presente.

7

7 7

13

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

AMBIENTE

7 Rifiuti “porta a porta”

7

Montemarciano

7

7

7

7

77

ANDREA TITTARELLI ASSESSORE Ambiente, ecologia e verde pubblico, sviluppo economico commercio ed artigianato

7M

La Giunta il Consiglio Comunale e tutto il personale del Comune di Montemarciano Augurano ai cittadini Buon Natale e Felice Anno Nuovo

7

olte le politiche ambientali portate avanti dall’Amministrazione Comunale. Da quest’anno è partito il servizio di raccolta rifiuti “porta a porta” anche sul lungomare: lo scorso anno il notevole ammontare di rifiuti indifferenziati provenienti dal lungomare aveva abbassato la percentuale di raccolta differenziata fatta dai cittadini. La presenza dei cassonetti dell’indifferenziata sul lungomare era punto di conferimento di rifiuti incongrui anche da parte di non residenti lasciando poi l’onere di questi smaltimenti a carico della nostra collettività. Una scelta che ha dato subito ottimi risultati in quanto la percentuale di raccolta ora supera abbondantemente il 70% (il limite previsto dalla legge per il 2012 era del 65%). Molto buona anche la qualità della raccolta grazie alla sensibilità dei nostri cittadini nel differenziare scrupolosamente i rifiuti. Anche per questo nell’edizione del 2011 il Comune di Montemarciano è stato inserito tra i “Comuni Ricicloni”. Quello che ancora non si riesce ad arginare in modo decisivo

F sono i rifiuti abbandonati in modo incivile lungo le strade; per la loro rimozione si adoperano sia la ditta che un dipendente comunale, ma il malcostume di lasciare sacchetti e rifiuti in giro sembra continuare. IL Centro Ambiente è aperto

ogni giorno ed il ritiro dei rifiuti ingombranti presso la propria abitazione è gratuito, basta chiamare il numero verde. Per ripulire il nostro territorio utilizzeremo anche coloro che devono compiere lavori socialmente utili.

Spurgo e pulizia fosse biologiche Trasporto rifiuti speciali e pericolosi

Tel. e Fax 071 9163055 Via Brecciata, 27 - Montemarciano (An)

Cell. 335 295198 http: www.luccioni.it - email: info@luccioni.it

inalmente è terminata la procedura di acquisizione del Bosco della Castagnola, che si estende sul versante mare della collina di Montemarciano. Il Bosco della Castagnola nato da un rimboschimento volontario del Comune negli anni 1992/93 ha un’estensione di circa 13 ettari; in sede di impianto si sono scelte delle essenze tipiche ed autoctone presenti nelle colline del basso Esino: quercia roverella, leccio, pioppo e salice bianco e ovviamente la quercia castagnola che da il nome al bosco. E’ un bene proveniente dal patrimonio dell’ex Ospedale Civile. Ora possiamo investirvi avendo già a disposizione dei fondi AGEA provenienti dalla comunità europea. Nel bosco si trovano differenti tipologie di cespugli che ospitano diversi animali selvatici; la ditta Diatomea ha predisposto un progetto per una sua valorizzazione predisponendo un percorso didattico educativo al suo interno, inserendovi delle bacheche in legno che descrivono e spiegano le caratteristiche delle diverse tipologie di flora e fauna che lo caratterizzano; un’informazione mirata soprattutto ai ragazzi affinché imparino a conoscere ed apprezzare l’ambiente in cui vivono. Nell’area verde antistante il bosco verranno posizionati appena possibile dei tavoli con delle panchine.

AIUTO ALLE FAMIGLIE

Acqua naturale e frizzante gratuita per i residenti

L

’Amministrazione comunale nel mese di aprile ha realizzato, in collaborazione alla ditta Fonte Alma, due punti di erogazione dell’acqua naturale e frizzante. Il primo punto di distribuzione si trova a Montemarciano, nei pressi dei giardini di Quincy sous Senart, il secondo a Marina in Piazza Michelangelo. L’iniziativa ha il duplice scopo di far risparmiare i cittadini e di favorire una politica di rispetto dell’ambiente. Bere l’acqua fornita dall’acquedotto è una forma di risparmio notevole per le famiglie: una stima valuta per una famiglia di quattro persone un risparmio di oltre 300 euro l’anno. Inoltre evitare la produzione di moltissime bottiglie di plastica e di vetro che contengono l’acqua minerale, il loro imballaggio in altra plastica ed il loro trasporto comporterà una minore emissione di CO2 e altri gas inquinanti in atmosfera con sicuro beneficio per l’ambiente. L’acqua erogata tramite le fontanelle delle casette dell’acqua è una bevanda pura senza depositi ed impurità, sia liscia che frizzante, grazie a cicli di

pulizia automatica con un efficiente sistema di filtri ed un generatore di ozono in grado di difendere l’acqua da batteri funghi e virus; un procedimento certificato dall’Istituto per la Qualità Igienica per le tecnologie Alimentari. L’Amministrazione confida nella sensibilità

ambientale dei propri cittadini i quali, si auspica, metteranno in atto comportamenti volti a non creare caos e traffico attorno alle fontanelle, magari recandovisi a piedi o in bici, affinchè possa divenire anche un luogo di incontro e di recupero del valore delle relazioni sociali.


Montemarciano

14

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

SOLIDARIETA’

Montemarciano

15

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

SOLIDARIETA’

Completata la scuola di Rutenga Grazie alle vostre donazioni diamo l’istruzione ai bambini africani COORDINAMENTO Montemarciano

C

ari amici, con la ripresa della pubblicazione di questo giornalino, anche se siamo arrivati a fine 2012, riteniamo importante pubblicare il nostro bilancio 2011 nello spirito di massima trasparenza che ci ha sempre contraddistinto. Potete vedere che, grazie all’aiuto di tanti di voi, anche il 2011 è stato un anno molto fruttuoso per la solidarietà a favore dei più poveri, così siamo riusciti ad assicurare il sostentamento e l’istruzione scolastica ad oltre 100 bambini, a completare la ristrutturazione della scuola in Sierra Leone, a costruire un’altra piccola scuola in Camerun e ad iniziare il progetto di costruzione di una scuola professionale a Rutenga, in Uganda, scuola che è stata poi completata nel 2012 e che entrerà in funzione a febbraio 2013, mentre abbiamo ora iniziato a finanziare l’ampliamento di un’altra scuola a Bala, sempre in Uganda. E’ Continuato anche il nostro impegno nel Progetto Solidarietà Montemarciano, a favore dei più bisognosi del nostro territorio, e, sempre localmente, siamo riusciti ad organizzare diverse conferenze-dibattito molto interessanti e partecipate sui temi riguardanti rispettivamente l’ecologia, l’ambiente e l’Etica. Non possiamo quindi che ringraziarvi per quello che avete donato e per l’aiuto che vorrete continuare a darci anche in futuro, ricordando che uno dei modi per farlo è quello di devolvere il 5x1000 a favore della nostra associazione. Se volete approfondire ulteriormente potete visitare il nostro sito www.coordinamentomontemarciano.com. Cogliamo l’occasione per rivolgere a tutti voi i nostri auguri di Buon Natale e Felice anno nuovo. Il Coordinamento

Cinque per mille...volte grazie! Il contributo relativo all’anno 2010 erogato in questi giorni sfiora i 22.000 euro AVIS Sezione di Montemarciano

Gli abitanti Rutenga trasportano gli ultimi mattoni per la scuola professionale che entrerà in funzione a febbraio 2013,

Il segreto della vera felicità è farsi Dono per l'altro! 2011

2011

ENTRATE

Adozioni a distanza

¼

Autotassazione Soci Coordinamento

¼

Autotassazione dipendenti Comune M.Marciano

USCITE

25.990,00 Progetto Sierra Leone

¼

10.000,00

1.814,00 Progetto Camerun

¼

4.000,00

¼

1.631,00 Progetto Rutenga (Uganda)

¼

5.000,00

Contributi Aziende e Banche

¼

1.100,00 Progetto pannelli solari (Kenia)

¼

1.500,00

Contributo Comune di Montemarciano

¼

1.000,00 Microprogetti

¼

580,00

Contributo 5 x 1000 anno 2009

¼

3.778,75 Adozioni Petropolis (Brasile)

¼

15.140,00

Adozioni Pakistan e India

¼

10.370,00

Adozioni Santo Domingo

¼

480,00

Offerte per Progetti: Offerte Parrocchia Montemarciano

¼

700,00 Spese incontri culturali

¼

380,00

Offerte Parrocchia S. Cassiano

¼

810,00 Spese telefoniche

¼

368,00

Offerte per funerali

¼

1.371,00 Energia Elettrica

¼

189,89

Offerte varie per progetti

¼

7.181,04 Cancelleria e varie

¼

471,17

Proventi Vendita Vino e Miele

¼

8.213,00 Spese postali

¼

421,60

Vendita Prodotti Artigianali

¼

Interessi Attivi

¼

TOTALE ENTRATE

¼ 53.860,91 TOTALE USCITE

Esistenza Cassa al 31/12/2010

¼

15.636,56

TOTALE

¼

69.497,47

255,00 Commissioni e spese C.C.Bancario 17,12 Acquisto Vino e Miele

¼

Acquisto prodotti Artigianato

USCITE

¼

53.474,34

ESISTENZA CASSA al 31/12/2010

¼

16.023,13

Di cui: Cassa C/C bancario C/C postale TOTALE

54,83

¼

4.401,85

¼

117,00

¼

53.474,34

¼ 303,50 ¼ 5.231,90 ¼ 10.487,73 ¼ 16.023,13

COORDINAMENTO SOLIDARIETA' E AUTOSVILUPPO ONLUS "E.Balducci" - Via Marconi, 61 60018 Montemarciano N.B. Quanti vogliono aiutarci possono versare il proprio contributo nella nostra Sede, aperta ogni Domenica Mattino, o tramite il CCP N° 13909601

È

questo lo slogan che ormai da diversi anni ci accompagna nella nostra campagna di informazione sul

5x1000. Le persone che hanno scelto di destinare questa quota della denuncia dei redditi all’Avis aumentano di volta in volta e nel 2010 hanno superato quota mille. Il 5x1000, che si affianca all’8x1000 senza sostituirlo, permette al cittadino-contribuente di scegliere a chi destinare una parte delle proprie tasse, peraltro senza che queste aumentino. Il destinatario, in questo caso noi, è poi obbligato ad una rendicontazione separata e dettagliata degli importi ricevuti. L’ultima campagna di comunicazione dedicata a questo strumento recitava: “Se ci hai già scelto in passato ti ringraziamo, e ti chiediamo di confermare anche quest’anno la tua preferenza. Se invece non avevi ancora pensato a noi, ti invitiamo ad aiutarci ad aumentare il numero di firme con la dichiarazione dei redditi 2010! SOSTIENI L’AVIS di Montemarciano CON UN PICCOLO GESTO. Inserisci il codice fiscale 80021060423 della nostra associazione nell’apposito ri-

quadro.” Sono tante le associazioni Onlus che si “propongono” come destinatarie del 5x1000, e per noi essere stati scelti da ben 1.106 persone è stato motivo di ulteriore stimolo a che l’Avis sia sempre più presente sul territorio e vicina alle persone. Il contributo relativo all’anno 2010 è stato erogato proprio in questi giorni, ed è pari a 21.204,91 euro. Nelle prossime settimane il consiglio direttivo deciderà a quale iniziativa destinarli. Negli anni scorsi le somme sono state impiegate per l’acquisto di due ambulanze di soccorso avanzato. Ora attendiamo gli importi dell’anno 2011 e attendiamo anche gli esiti dei prossimi anni, sperando di non aver deluso le aspettative dei nostri sostenitori: lo vedremo con le vostre scelte! Grazie di cuore a tutti!


Montemarciano

16

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

MUSICA

Agricoltura - Orto - Giardinaggio - Arredo giardino - Irrigazione Mondo animale - Minizoo - Ornitologia - Animali da cortile Enologia - Olivicoltura - Stufe a legna - Stufe a pellets

Prossimi appuntamenti lo spettacolo degli allievi e concerto di Natale

PER I VOSTRI PICCOLI E GRANDI AMICI Alimenti per cani e gatti delle migliori marche

Nella foto la “Gastone Greganti” alla festa di Santa Cecilia

D

ROYAL CANIN HILL’S - EUKANUBA PROLIFE - CLUB GOLOSI - TRAINER



ANIMALI DA CORTILE E MINIZOO

OMAGGIO PER I BAMBINI IN REGALO* UNA COPPIA DI COCORITE O BENGALINI AI BAMBINI CHE SI PRESENTERANNO CON QUESTO COUPON *) Iniziativa valida fino a sabato 5 gennaio 2013

MONTE SAN VITO

Via dell’Artigianato, 2-4 Tel. 071 7489079 Fax 071 7489685 info@emporiodellanatura.it www.emporiodellanatura.it Orario da lunedì al sabato 8.00/13.00 - 15.30/20.00 estivo 8.00/13.00 - 15.30/19.30 invernale

o t n

% 0 2 Su alberi

Stelle di Natale oe articoli c da regalo S

omenica 25 novembre la Banda Musicale “Gastone Greganti” di Montemarciano ha celebrato la festa di Santa Cecilia, patrona della Musica e dei musicanti. L’importante ricorrenza è stata festeggiata con una sfilata per le vie del centro storico del capoluogo prima dell’ingresso nella collegiata di San Pietro Apostolo ove il complesso bandistico, assieme al Coro parrocchiale anch’esso coinvolto nei festeggiamenti, ha animato alle ore 11.00 la Santa Messa. Al termine della funzione religiosa la “Gastone Greganti” si è proposta ancora sul sagrato della chiesa, come da decennale tradizione, per la foto ufficiale ed in un breve concertino per salutare e ringraziare la cittadinanza, sempre vicina alla propria Banda, concludendo poi la giornata in un noto ristorante della zona, con gustosissima torta al solito offerta dai titolari – e cari amici della “Gastone Greganti” – della Pasticceria “La Delizia” di Marina di Montemarciano. Durante il pranzo, che abbiamo avuto il piacere di condividere con il Corpo Bandistico di Castelferretti, sono stati premiati gli allievi che nel corso dell’anno hanno concluso il Corso di Orientamento Musicale attivo presso la nostra Banda Musi-

17

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

ANNIVERSARI

La “Gastone Greganti” celebra Santa Cecilia www.emporiodellanatura.it

Montemarciano

cale, quelli che si sono distinti per assiduità nelle presenze ai servizi ed alle prove e quelli che hanno festeggiato la “prima uscita”: quest’anno ben nove! La “Gastone Greganti” viene da un anno ricco di soddisfazioni che l’hanno vista protagonista nelle manifestazioni pubbliche – civili e religiose – del Comune. Il pensiero corre immediatamente alla cerimonia con cui, giusto un anno fa, veniva fregiata del titolo di “Gruppo di Interesse Nazionale” per la brillante performance al Concorso Nazionale Bandistico indetto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali per celebrare il 150° dell’Unità d’Italia; manifestazione svoltasi a Fiuggi nei giorni 29 e 30 ottobre 2011 e nella quale il nostro complesso bandistico ottenne un lusinghiero sesto posto assoluto. A breve avranno luogo lo spettacolo natalizio degli allievi della Scuola di Musica – quest’anno ben nove di essi hanno debuttato in Banda! – ed il tradizionale Concerto di Natale assieme ai “cugini” della Corale San Cassiano. Siamo certi che anche questi eventi troveranno il consenso della cittadinanza, che ringraziamo anche attraverso questo spazio per l’affetto con cui sempre ci accoglie. Cogliamo infine l’occasione per formulare i migliori auguri di buone feste a tutti!

ANNIVERSARIO

TRAGUARDO RAGGIUNTO

La “Lady di ferro” Dora Marini ha compiuto 80 anni

50° anniversario per i coniugi Ragnetti

dal Comitato Ex-Alunni Il 31 marzo scorso, presso la sala parrocchiale di Marina di Montemarciano, la maestra Dora Marini, per oltre trenta anni insegnante alla scuola elementare “Raffaello Sanzio”, ha festeggiato il suo 80° compleanno con i suoi ex-alunni. Una festa a sorpresa organizzata dalle sue nipoti Elena, Francesca e Roberta che, con pazienza certosina, sono riuscite a contattare le cinque generazioni di ex-alunni di Marina di Montemarciano (i nati nel 1959/1964/1969/1974/1979). Alla fine, hanno partecipato oltre sessanta ex-scolari arrivati anche da Civitanova Mar-

che e Castelfidardo, per stringersi calorosamente attorno a quella donna che, assieme alle nostre mamme, ha contribuito alla nostra crescita. Deliziati da infinite leccornie e brindando con del buon spumante, la maestra Dora ha intrattenuto tutti noi con la sua immutata vivacità e alcuni interessanti aneddoti della sua lunga attività di insegnamento (dal 1955 al 1990). Per concludere, la maestra

Dora ringrazia di cuore tutti i suoi “ragazzi” che hanno partecipato alla festa. Noi, ringraziamo Lei, che con la sua franchezza e determinazione di sempre, la sua travolgente vitalità continua ad essere di esempio per tutti noi. Al termine della festa, congedandosi, ha voluto donarci un ennesimo buon consiglio: “…Ragazzi, mi raccomando, siate sereni e ogni tanto ingoiate qualche rospetto!!!!”

IL RICORDO

Grazie Alvisio. A nome di quanti ti conobbero

Il 22 aprile 2012 presso la Parrocchia di Marina di Montemarciano Don Franco Marinelli, i Sigg.ri Ragnetti Sergio e Quintini Mirella hanno celebrato con gioia il lusinghiero traguardo dei 50 anni di matrimonio. Ai Sigg.ri Ragnetti giungano i nostri più sinceri auguri. I SALUTI

Dopo 36 anni l’Appuntato scelto Luigi Pace lascia il servizio

A nome mio, ed a nome delle insegnanti che hanno avuto piacere di avere Alvisio vicino nel lavoro scolastico di ogni giorno, voglio ringraziarlo ed elogiarlo pubblicamente perché può essere un ottimo esempio per la comunità tutta. Era una persona modesta, paziente, educata, onesta, intelligente, con un alto senso di responsabilità e di attenzione per tutti; sempre pronto ad aiutare in ogni occasione, grazie anche alle sue molteplici capacità di lavoro; pronto a rispondere con un sorriso, un motto faceto, una carezza per i più piccini… Grazie, Alvisio, a nome di quanti ti conobbero e ti stimarono, il tuo ricordo rimarrà nei nostri cuori come un buon padre che, concluso il suo impegno di lavoro su questa terra, ci attenderà, tra i migliori, in cielo là dove sono accolti gli onesti ed i virtuosi. Grazie Alvisio CENTRO SOCIALE IL MANDRACCHIO

Agguerriti partecipanti alla gara di briscola Presso il Centro Sociale il Mandracchio di Marina nella primavera scorsa si è svolta una gara di briscola che ha visto molti agguerriti partecipanti contenedersi prelibati e gustosi premi messi in palio dall’organizzazione. Al terminine del torneo la coppia Bordoni Giuseppe e Ceccacci Valeriosi è aggiudicata il primo posto mentre le signore Quintini Mirella e Staffolani Italia si sono classificate al secondo posto.

Lo scorso 2 luglio l’Appuntato scelto Luigi Pace ha lasciato il servizio dopo 36 anni di attività. Arruolatosi nel 1976 in qualità di allievo sottufficiale della Marina Militare con la specializzazione di Elettricista girobussolista ed imbarcato su diverse unità navali, dopo il sesto anno di servizio è entrato a far parte dell’Arma dei Carabinieri. Dal 1989 fino al 2002 ha prestato servizio presso il Comando Carabinieri di Montemarciano, ove attualmente risiede con la famiglia, successivamente è stato trasferito per servizio presso il Comando Carabinieri di Chiaravalle, ultima attuale sede.


Montemarciano

18

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

GRUPPI CONSILIARI

Il nuovo assetto politico delle Province e le Unioni dei Comuni

O

ggi più che mai i cittadini e le Parti sociali chiedono equità ed una seria lotta agli sprechi ed alle spese inutili. Questo, però, deve iniziare attraverso una lotta ai costi della politica ed all’eliminazione dei privilegi della “CASTA” e del suo indotto. I Socialisti Italiani su questi motivi si muovono, ponendoli al centro della propria azione politica, consapevoli della necessità di portare avanti un processo di rivisitazione dell’assetto territoriale, partendo da un’analisi degli organi istituzionali, delle amministrazioni centrali e periferiche dello Stato, della miriade di Enti “inutili”, sorti per lo più per la creazione di posti per i soliti “personaggi” della classe politica. Occorre, perciò, realizzare un processo di razionalizzazione della macchina amministrativa e delle funzioni da esercitare. Negli anni scorsi si è focalizzato nel creare un “federalismo fiscale”, ma senza porsi il problema prioritario di un progetto concreto e razionale di un “federalismo istituzionale”. L’esempio più calzante è il tema delle Province, nonché i provvedimenti relativi alle Unioni dei Comuni. L’attuale assetto del Province non risponde alle esigenze del “sistema paese” ed in molti casi rappresenta una duplicazione di funzioni sia rispetto alle Regioni sia rispetto al ruolo dei Comuni. Ciò che ha previsto il Governo, con il decreto Monti e la Legge 148/2011 in materia non è sufficiente in quanto carente sulle funzioni da trasferire, sul ruolo di coordinamento politico, sugli aspetti contrattuali legati all’organizzazione del lavoro ed al personale da

Montemarciano

19

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

GRUPPI CONSILIARI

trasferire a Comuni e Regioni, oltre che confusione nell’applicazione del dispositivo normativo. Identico ragionamento sulle Unioni dei Comuni e sui servizi in convenzione. I Socialisti propongono, ritenendolo utile, di costruire un primo strumento operativo partendo da una analisi dell’impatto sugli assetti territoriali, con l’obiettivo di tutelare il lavoro e la professionalità dei dipendenti delle Province: Attivare in tavolo di confronto tra Regioni, Unione Province Italiane (UPI) e Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) in grado di affrontare le problematiche inerenti al trasferimento delle funzioni ed all’inquadramento economicogiuridico del personale; Attivare un tavolo di confronto tra Governo, Parti Sociali e Associazioni Ente Locali per definire modalità e procedure. E’ sostanziale definire regole chiare ed applicabili in modo uniforme; Attivare tavoli a livello regionale, propedeutici all’emanazione della legge regionale, come previsto dall’art. 23 del Decreto Monti. Tale percorso assume un valore rilevante e la sua definizione richiederà inevitabilmente tempi lunghi. Ugualmente complesse sono le problematiche relative alle Unioni dei Comuni e servizi in convenzione. Proposta operativa: Attivazione di un tavolo di confronto con l’Associazione Nazionale dei Comuni (ANCI); Attivazione di specifici tavoli di confronto con i Comuni interessati a livello provinciale. Coinvolgimento in convegni mirati di rappresentanti delle istituzionali e delle Associazioni delle Autonomie Locali e l’indizione di assemblee con i lavoratori interessati. Il Segretario Sauro Stronati e-mail: sauro.stronati@libero.it Sezione “G. Brodoloni” Montemarciano

Riparte il giornalino ma i problemi di Montemarciano sono sempre li

D

opo quasi un anno torna il giornalino e, purtroppo, dobbiamo constatare che dei tanti problemi aperti che ci sono a Montemarciano nessuno è stato risolto, verrebbe voglia di dire che tutti questi mesi sono passati invano e per certi versi è così. Alcuni potrebbero obbiettare “ecco la solita opposizione che è sempre pronta a criticare” in verità stiamo solo prendendo atto di una situazione reale in cui si trova il comune di Montemarciano. Le questioni più rilevanti: dalla difesa della costa, e non vogliamo infierire riproponendo qui le polemiche di questi ultimi giorni sui lavori, dalla famosa monetizzazione del comparto C, all’edilizia scolastica, per non parlare delle sempre maggiori difficoltà economiche in cui versa l’ente, non hanno ancora trovato una risoluzione anzi, c’è sempre maggior confusione e sembra sempre più difficile arrivare ad una soluzione di questi problemi. Proprio per non cadere nello stucchevole gioco delle parti e per forte senso di responsabilità, che in questi mesi assieme ai tanti cittadini che con noi hanno intrapreso il percorso della costruzione del Coordinamento civico di Montemarciano, abbiamo avanzato delle proposte concrete perché si potesse iniziare a dare soluzione ai problemi più rilevanti del nostro Comune. Certo è difficile misurarsi con l’amministrazione comunale considerato che negli ultimi sei mesi il Consiglio Comunale si è riunito solo due volte, tuttavia, nonostante questo comportamento dell’amministrazione che non possiamo non stigmatizzare - considerato che è solo il Consiglio

Comunale il luogo in cui Tutti i cittadini sono rappresentati abbiamo cercato sia in quelle poche volte in cui consiglio si è riunito sia attraverso momenti di confronto pubblico di stimolare un dibattito pubblico sulle soluzioni che noi riteniamo necessarie per affrontare e risolvere le problematiche più rilevanti di Montemarciano. In estrema sintesi, posto che le nostre posizioni sono note (grazie alla diffusione che ne abbiamo dato, sfruttando anche le nuove tecnologie, cosa questa che tanto spaventa alcuni componenti della giunta), sulla difesa della costa vogliamo superare il dibattito ideologico sulle modalità di protezione che da oltre trent’anni infiamma cittadini e politica ma non porta a risultati concreti apprezzabili, vogliamo che si attivi subito il progetto Arstel che approvato all’unanimità dal consiglio comunale nel 2005 e approvato dalla Regione Marche, consentirebbe di ricostituire parte della spiaggia perduta; sulla monetizzazione abbiamo proposto che venga revocata e si proceda all’acquisizione delle Aree che spettano al Comune; sulla scuola vogliamo che si riapra subito un dibattito che con onestà prenda atto della impossibilità di realizzare in tempi brevi e utili quanto promesso in tema di edilizia scolastica e, superando, l’ottocentesco campanilismo si arrivi a soluzioni economicamente compatibili e realizzabili. Sulle difficoltà economiche dell’ente, di cui l’amministrazione si lamenta in continuazione e usa per giustificare ogni sua mancanza, abbiamo deciso, durante l’approvazione dell’ultimo bilancio, di fare delle proposte che consentissero di cominciare a recuperare delle risorse anche modeste affinché si possano dare risposte soprattutto a quei cittadini che oggi si trovano in difficoltà. Per questo avevamo proposto di diminuire il numero degli assessori di due unità, cosa tra l’altro già prevista dalla legge, per ottenere un risparmio di oltre trentamila Euro, ridurre quasi interamente il gettone di presenza dei consiglieri mantenendo la cifra simbolica di 0,22 centesimi a seduta, di locare villa Bufarini per Segue a pagina 19

ottenere altri settantamila euro. Purtroppo ogni volta che abbiamo chiesto un voto sulle nostre proposte tutte, ma proprio tutte, sono state respinte e si vuole modificarle per stravolgerne il senso, chiaro segno di un atteggiamento pregiudizievole e strumentale che non entra mai nel merito, ma a prescindere considera negativo tutto ciò che arriva dall’opposizione solo perché proveniente dall’opposizione. Tuttavia noi non demordiamo al contrario siamo certi che la strada che abbiamo scelto, del confronto sul merito delle proposte, del dibattito pubblico, della partecipazioni alle scelte da parte di tutti i cittadini, della riscoperta dell’impegno civile al di là delle appartenenze partitiche, sia quella giusta per arrivare a quel cambio di passo e a quel cambiamento di cui oggi il nostro comune ha bisogno. Bernardo Becci Consiglier comunale Democratici per Montemarciano

Fuoco amico? No grazie

L

e primarie del centro sinistra per designare chi dovrà guidare la coalizione per le prossi-me elezioni politiche si sono concluse con la netta affermazione di Pier Luigi Bersani e come Alleanza Repubblicana non possiamo che essere soddisfatti giacché avevamo espresso la nostra preferenza proprio per il seg. del Partito Democratico perché lo ritenevamo e riteniamo persona competente ed autorevole per guidare l’Ita-lia in un lungo e difficile processo di cambiamento e rinnovamento. I governi di destra BerlusconiBossi-Tremonti che avrebbero dovuto innovare il Paese con

una “rivoluzione” liberista lo hanno invece portato sull’orlo del baratro economico, culturale e istituzionale esaltando i particolarismi e gli egoismi, contrapponendo Nord e Sud, demonizzando l’idea stessa d’Europa, mettendo in discussione la Nazione e facendogli perdere ogni credibilità internazionale. Di quella lun-ga e pessima stagione politica stiamo pagando un caro prezzo con gli enormi sacrifici imposti dal governo Monti proprio per rimediare ai disastri precedenti ed evitare il fallimento dell’Italia. Abbiamo ora la possibilità di tornare ad essere un Paese normale ed il lungo confronto politico sviluppatosi con le primarie del centro sinistra ha mostrato che c’è la possibilità e la voglia di rimettere in moto l’Italia ripiegata su se stessa dopo gli anni bui del berlusconismo e della destra. La grande partecipazione popolare (non solo al voto) ha mostrato un Paese contro i nuovi apprendisti stregoni e uomini della Provvidenza. Anche questa volta si è mosso il “popolo delle primarie” che

fu determinante per permettere a Romano Prodi di sconfiggere per due volte il Cavaliere e quindi c’é la possibilità di lavorare per far nascere “l’Altra Italia” a lungo pensata da Ugo La Mal-fa. Nelle dichiarazioni di Bersani anzi abbiamo sentito un certo afflato lamalfiano quando ha detto che per governare non bisogna raccontare favole ma dire la verità. Ugo La Malfa fu tacciato di essere una “Cassandra” ma i fatti, purtroppo per il Paese, gli hanno dato ragione. Il compito di Bersani sarà difficile ma confidiamo nella sua capacità di unire le forze politiche e di coinvolgere le forze sociali per un programma di governo idoneo a proseguire e coniugare risanamento e Giustizia Sociale. Una cosa però vogliamo dire forte e chiara : BASTA CON IL FUOCO AMICO! Quel fuoco amico che scofisse Pro-di e consegnò su un piatto d’argento l’Italia a Berlusconi. Alessandro D’Alessandro Consigliere comunale www.alleanzarepubblicana.it facebook.com/alleanza.repubblica

Il 18 dicembre a Falconara (presso Ipersimply Via Marconi, 61)

APRE UN NUOVO DISTRIBUTORE SIMPLY

Con un rifornimento di almeno 40,00 euro (gasolio o benzina) effettuato presso questo nuovo distributore potrai usufruire del

buono spesa e 3.00

la ricevuta del rifornimento effettuato vale come buono spesa, spendibile a fronte di una spesa di almeno 40,00 euro presso i seguenti punti vendita: * Vedi regolamento presso il distributore o chiedi le modalità di utilizzo al box informazioni dei 3 punti vendita partecipanti a questa iniziativa

Falconara Via Umbria

Falconara Via Marconi, 61

Chiaravalle Via Maestri del Lavoro


Montemarciano

20

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

GRUPPI CONSILIARI

Primarie bene comune?

C

onsegniamo quest’articolo prima di conoscere l’esito del ballottaggio della primarie del centrosinistra, e con la ragionevole certezza che il centrodestra non sarà in grado di celebrarle. Decidiamo comunque di dedicare questo spazio una riflessione su questo tema. Da troppo tempo viviamo una stagione di bipolarismo muscolare centrodestra centrosinistra che ha preso il sopravvento e che ha costretto molti elettori a radicalizzarsi creando uno zoccolo duro, ideologizzato, che voterebbe anche se il proprio candidato fosse Re Travicello. Al centro di questo scenario coloro che, invece, sono disposti a spostarsi ora un po’ più a destra, ora un po’ più a sinistra. I famigerati elettori di centro o moderati: quelli non affascinati dal leader di turno o dai simboli, ma più inclini a valu-

Montemarciano

21

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

LA PAROLA AI CITTADINI

tare un’offerta alternativa che rappresenti non già il mondo moderato, ma la concretezza e il senso di responsabilità per le riforme necessarie. La maggioranza della popolazione italiana, per caratteristiche culturali e storiche intrinseche, è composta da quel tipo di elettori, ma poiché abbiamo il vizio di catalogare e classificare tutto e tutti, ognuno di noi, nell’opinione comune, è considerato o di centrodestra, o di centrosinistra. E una volta marchiati nell’immaginario collettivo come dell’una o dell’altra parte, è quasi impossibile perdere questa etichetta, o non essere considerati voltagabbana nel momento in cui ci si orienta in una nuova direzione. Le primarie del centrosinistra sono state un esempio lampante: se c’è un candidato più appetibile per catturare i voti dei moderati, costui non è visto dai suoi compagni di partito come un’opportunità, ma come un’onta da nascondere e fermare. Un po’ come dire: l’elettore fino ad oggi di centrodestra è un appestato, è antropologicamente “diverso”, quindi meglio fare a meno del suo voto. Le regole delle primarie di centrosinistra hanno subìto questo pensiero: a Jesi, ad esempio, è stato impedito ad un cittadino di votare perché considerato un “nemico” del

informatica

La più qualificata rete di Assistenza per i Comuni Matelica (Mc) via Circonvallazione 131 tel. 0737781211 - fax 0737787200 www.halley.it - halleynt@halley.it

Pd, in quanto facente parte di una lista civica, e basta cercare questo argomento nel web per scoprire che casi simili si sono verificati in diverse Regioni. Addirittura appelli tra i sostenitori di centrosinistra del tipo: “Fate attenzione all’infiltrazione di fascisti o elettori di destra alle urne!”. Infiltrati? E per far cosa? Per votare un candidato al posto di un altro? Chissà a quanti elettori moderati, delusi dal centrodestra sarebbe piaciuto poter scegliere il possibile candidato premier di una delle colazioni presenti alle prossime elezioni, ma in tanti non si sono iscritti perché nell’aria si percepiva di non essere ben accetti, di essere giudicati appunto come degli infiltrati, che non avevano nessun diritto di partecipare, ed erano anzi un intralcio alla scelta di un candidato che potenzialmente potrà diventare anche il loro Presidente del Consiglio. Con un centrodestra ridicolizzato per i suoi tentennamenti incapace di decidere se fare o no le primarie, la sinistra ha preferito complicarsi la vita perdendo l’ennesima occasione per intestarsi una vittoria politica e culturale. Ancora una volta è sfumata la possibilità di fare un salto di qualità verso un’autentica democrazia partecipata, dimostrando invece che è ancora troppo forte la paura di cambiare

davvero le regole, troppo forte è la paura di perdere le posizioni acquisite, troppo difficile mettersi in discussione, troppo difficile assumersi la responsabilità di prendere in mano il proprio futuro e di partecipare davvero fattivamente al bene comune. E a Montemarciano? Sappiamo che al primo turno, hanno votato 578 elettori. Di questi, il 39,62% ha scelto Matteo Renzi, anche se nessuno nel Comune lo ha sostenuto, almeno apertamente. E, anzi, il gotha del Pd comunale era dichiaratamente schierato a favore del segretario Pd Bersani. Un errore, per il partito, forse causa della solita mancanza di visione politica. Ora nessuno può intestarsi, neanche con un suo gruppo più ristretto, il risultato. O peggio ancora, ci può essere chi lavora “nell’ombra”, in disaccordo con la dirigenza del partito, ma teme di esporsi, lasciando ancora così una volta scoperta una parte importante di elettorato ancora oggi in cerca di rappresentanza. Concludendo, visto un simile scenario offerto dai partiti, siamo sempre più convinti della nostra scelta civica e anche il ritocco grafico al simbolo ne è la visibile dimostrazione. A cura del gruppo consiliare

In questa pagina verranno pubblicate lettere e commenti pervenuti in redazione a firma dei cittadini residenti nel Comune di Montemarciano. Per ovvi motivi d spazio i testi dovranno essere contenuti in una lunghezza compresa

Fallita l’era dei partiti adesso è l’ora dei cittadini comuni Questo è uno dei luoghi comuni che si possono trovare ultimamente girovagando per il web. Anche nel Comune in cui abito, la nuova moda ha preso piede. “Progetto Montemarciano”, questo il titolo di un evento creato da alcuni “semplici cittadini” che non ne possono più della solita politica e si ripropongono di “costituire un movimento politico-culturale fatto di cittadini per i cittadini. “Volontari civici del buon governo, uomini e donne che intendono riappropriarsi della politica fuori dagli schemi della partitocrazia e liberati dalla faziosità politica. In nome del cambiamento, del rinnovamento e dell’innovazione vogliamo impegnarci per far emergere la creatività, la progettualità e il senso civico e civile che, permettano di far recuperare credibilità e dignità alle nostre Istituzioni locali. Vogliamo dimostrare che liberi da pregiudizi e da posizioni preconcette, è possibile impegnarsi insieme per un obiettivo politico, civile e culturale unico: dare finalmente un’identità al nostro territorio.” Bene. Il pensiero ricorda un po’ quello del Movimento 5 stelle.

tra 2000/3000 battute aventi come oggetto argomenti esclusivamente attinenti al territorio comunale. Ogni lettera pubblicata avrà la risposta dell’Ente mentre quelle senza firma non saranno pubblicate. Le lettere senza la

Fuori dalle scatole tutti coloro che provengono dai partiti e via libera solo ai comuni cittadini. Come se le due cose fossero scindibili. Sapendo bene che così non è, perché, ad esempio nel mio Comune, il “Progetto Montemarciano vede alla propria guida esponenti che fino a ieri si sperticavano nel difendere il proprio partito politico. E allora come la mettiamo? Queste persone si dovrebbero essere fatte un lavaggio del cervello completo, altrimenti inquinerebbero le idee del nuovo “movimento” (non trovo un altro termine per definire questo nuovo soggetto), distruggendo il sogno già dal livello embrionale. Altra considerazione, stavolta rivolta ai cosiddetti “grillini”. Hanno avuto ampia risonanza, hanno smascherato molte azioni spregevoli della politica. E per questo hanno incamerato un sacco di voti. Ora però, nei luoghi in cui sono stati eletti e hanno la responsabilità diretta di amministrare, cominciano ad uscire le prime magagne. Si è già dimesso un assessore a Parma; un altro esponente viene fortemente criticato in Emilia..... Beh, si dirà, è vero che non erano poi così puliti come volevano far credere.... ma si sono dimessi! Vero, però fino all’altro ieri si sosteneva che le persone appartenenti a quel tipo di movimento erano praticamente perfette.

Binci

onoranze funebri

Ufficio 071 915018

firma dell’autore non saranno pubblicate. Indirizzare a: “La parola ai cittadini” Via Umberto I, 20 60018 Montemarciano oppure inviare e-mail: redazione.montemarciano@gmail.com

partiti. Perché sapete benissimo che così non è. Io lo chiamerei ... “riciclaggio culturale”. Che comprende di tutto un po’. Credo che il fine ultimo di questi nuovi movimenti sia quello di spiazzare le attuali amministrazioni per prenderne il posto. Non essendoci riusciti per vie partitiche ora si rifanno il look appellandosi alla “partecipazione democratica”. Ma questo non è fare politica? Quindi cosa cambierebbe?

E invece così non è. Perché? Perché non c’è una formula magica che garantisca la perfetta onestà di nessuno. Né se appartenente a un partito, né se appartenente a un “movimento nuovo”. Perché di nuovo c’è solo il populismo esasperato che serve ad intercettare voti in un momento di criticità assoluta per il nostro Paese. Quindi questa verginità urlata ai quattro venti non esiste. Per nessuno. Ma occhio a dire che il marcio sta solo dalla parte dei

Il nome. Già... il nome. Bastasse quello... Faccio un’ipotesi: se si dovesse decidere su un provvedimento, e la discussione portasse a due ipotesi contrapposte (in un movimento così ampio e trasversale potrebbe succedere), chi “vincerebbe”? Chi è arrivato prima? Chi personalmente ha ottenuto più voti? E la “parte sconfitta” si adatterebbe a varare provvedimenti che non condivide? Mah... io parlo come iscritta ad un partito. Non sempre sono d’accordo, ma, perlomeno si parte da un sentire comune. Credo quindi che questa nuova forma di politica (perché tanto quello è, indipendentemente da come si voglia chiamare) non avrà un grande futuro Angela Ciaccafava semplice cittadina iscritta ad un partito

Servizi Diurno - notturno - festivo Vestizione salme Trasporti Italia ed estero Lavorazione lapidi Disbrigo pratiche Serietà e competenza

Cell. 335 7781139 - Abit. 071 9198919 - Fax 071 9163608 - Piazza Aldo Moro 6/A - Montemarciano (An)


Montemarciano

22

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

NUMERI UTILI COMUNE DI MONTEMARCIANO Via Umberto I, 20 - 60018 Montemarciano (An) Centralino 071 9163310 Sito web www.comune.montemarciano.ancona.it e-mail: protocollo@comune.montemarciano.ancona.it e-mail certificata: protocollo@cert.comune.montemarciano.ancona.it Affari Generali ed Istituzionali Fax

071 9163319

Segretario Generale

071 9163311 Capo settore - Vicesegretario 071 9163302 Segreteria del Sindaco Uff. risorse unane 071 9163313 Ufficio Protocollo 071 9163314 Ufficio Segreteria 071 9163315 Uffico Commercio 071 9163316 Polizia Municipale Fax 071 9163375 Segreteria Comando 071 9163372 Ufficio Verbali 071 9163373 Reperibilità Polizia Municipale 348 0440858 Affari Demografici Socioeducativi Culturali e Cimiteriali Fax Capo Settore

071 9163328

071 9163320 Capo servizi demografici 071 9163321 Ufficio anagrafe 071 9163322/4 Servizi cimiteriali 071 9163323 Ufficio cultura 071 9163327 Uffici scuola 071 9163325/6 Capo servizi sociali 071 9163360 Assistente Sociale 071 9163361 Ufficio servizi sociali 071 9163362/3 Nido d’Infanzia “Il colibrì” 071 915227 Residenza Protetta per Anziani “G.B. Marotti 071 915349

071 9163337

Capo Settore

071 9163330 Capo Servizio Ragioneria 071 9163331 Capo Servizio Economato 071 9163332 Capo Servizio Tributi 071 9163333 Servizio Tributi 071 9163334 Servizio Economato 071 9163335 Servizio Ragioneria 071 9163336 Urbanistica Ambiente 071 9163345

071 9163343 Capo Settore Servizio Edilizia 071 9163341 Servizi Ambiente 071 9163342 Servizio Urbanistica 071 9163340 Lavori Pubblici FAX

Polizia Urbana

Banca delle Marche Montemarciano

Carabinieri

Servizi Finanziari

Fax Segreteria

Istituti di credito

071-91633372 Pronto Intervento 348-0440858

Centro ricreativo “Scrigno dei Desideri” 071 9158959 Teatro “V. Alfieri” (vedi anche Uff. Cultura) 071 9163383 Biblioteca comunale “Moretti” 071 9163384 Delegazione Marina 071 9198176

Fax

Numeri utili

071 9163356

Ufficio gare ed appalti 071 9163351 Uff. progettazione ed espropri 071 9163352 Ufficio manutenzio e immobili, verde pubblico 071 9163353 Uffico manutenzione varia e protezione civile 071 9163354 Pronta reperibilità 339 2407760

071-915013

Ambulatori A.S.U.R. 071-7490727 Guardia Medica Turistica 335-7439045 Guardia Medica notturna e festiva 071-915224 Farmacie Bartolini Montemarciano

071-915025 Severini Marina di Montemarciano 071-9198614 Ufficio Postale Montemarciano

071-9158887 Marina di Montemarciano 071-9190217 Teatro Teatro Comunale “V. Alfieri” web.montemarciano.info/teatroalfieri 071-9163383

071-915016 Marina di Montemarciano 071-9198131 Banca Credito Coop. di Suasa Montemarciano 071-9158222 Banca Popolare di Ancona Marina di Montemarciano 071-9198715 Banca Credito Coop. di Corinaldo Marina di Montemarciano 071-9199582 Banca dell’Adriatico Marina di Montemarciano 071-9196922 Impianti sportivi comunali Centro Sportivo “L. Di Gregorio” Gabella di Montemarciano 071-9163031 Centro Sportivo “Fornaci” Marina di Montemarciano 071-9198480 Palazzetto dello Sport “Alfredo e Susanna Menotti” 071-9194039 Marina di Montemarciano Palestra “Falcinelli” Montemarciano 071-9158415 Impianti sportivi privati Centro Sportivo “Turisport Miramare” Marina di Montemarciano via delle Querce n. 2 071-9198127 Centro Ippico “Il Girasole” Via Ponte del Trave n. 19 Montemarciano 071-915259 / 339-7243116 Centro dello Sport Body Harmony palestra con attrezzistica via Marina n. 63 Marina di Montemarciano Tel. 071-9198353 Informazioni turistiche Ufficio Informazioni Turistiche Area sosta camper 334-5616332 Associazione Pro Loco 071-9158813 Ufficio Turismo (Comune) 071-9163316

Montemarciano

23

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico


24

Montemarciano

CONVIENE CON NOI...

Numero 6 Novembre Dicembre 2012 Anno 2012 Numero unico

...ECCO PERCHÉ:

SIAMO COMPETITIVI, SIAMO MARCHIGIANI, INVESTIAMO NEL TUO TERRITORIO. I I T N O SC NTRATT O SUI C CE LU

Siamo vicini di casa. Scegliere Prometeo significa affidarsi a chi sostiene il lavoro nella tua comunità, a chi aiuta lo sport e le iniziative socio-culturali locali. Perché noi diamo energia anche alla vita del tuo territorio. Scegli chi ti è vicino. Conviene a te e a tutti. Informati.

Sportello a Montemarciano: P.zza Veneto, 1 1 MODULO 800.336.355 180/200 battute www.prometeoenergia.it

LUCE E GAS DEI PAESI TUOI


Giornalino Comunale numero unico anno 2012