Issuu on Google+

AGOSTO 2010

NOTIZIARIO DEL COMUNE DI SPELLO

Notiziario del Comune di Spello Sped. AP. Art.2, comma 20/c, L. 662/96 D.C.I. /Ancona P.G. Autorizzazione Tribunale N. 685/3-2-1984

IL FILO DIRETTO CON IL SINDACO

Per rispondere alle esigenze dei cittadini Dopo un anno dall’insediamento del nuovo Consiglio, esce il primo Notiziario comunale rinnovato nella sua veste grafica. Il sindaco Sandro Vitali spiega l’importanza della comunicazione istituzionale. Amici concittadini, riprendiamo la comunicazione istituzionale attraverso il Giornale informativo del Comune con l’auspicio di poter pubblicare almeno tre edizioni annue. Siamo consapevoli, come confermato dall’indagine condotta di recente dall’Università “La Sapienza” di Roma, che il Giornale informativo è il mezzo più consultato dai cittadini per le informazioni sull’attività del Comune. Abbiamo voluto modificare la veste grafica per renderla più accattivante e di più facile lettura, per un vostro maggiore coinvolgimento informativo e propositivo al fine di migliorare la nostra azione amministrativa. Come è composto il nuovo Consiglio comunale? Il nuovo consiglio comunale, rinnovato nel giugno 2009, per oltre il 50 per cento è composto da consiglieri giovani, tutti desiderosi di contribuire alla crescita sociale e culturale della città. I rapporti con i due gruppi della minoranza sono improntati ad un confronto serio e costruttivo sui problemi della città, pur in presenza di posizioni politiche diverse. La nuova Giunta riconfermata nella quasi totalità degli assessori, ha ripreso il lavoro interrotto con maggiore impegno grazie anche alle capacità e competenze maturate in passato dai singoli assessori. Sono state confermate diverse deleghe ai consiglieri di maggioranza per un loro più ampio coinvolgimento nell’attività amministrativa, ma anche per rispondere meglio alle esigenze dei cittadini. La manovra economica quanto penalizzerà il nostro Comune, anche se tra i più virtuosi? Purtroppo questa seconda legisla-

Sandro Vitali, Sindaco di Spello

tura è caratterizzata da una crisi mondiale che, anche se in ritardo, coinvolge anche il nostro tessuto economico e produttivo con gravi ripercussioni sull’occupazione dei giovani, ma anche di coloro che perdono il lavoro in età avanzata senza possibilità di essere rioccupati. Naturalmente, come se non bastasse, la manovra economica di circa 25 miliardi di euro che il Governo sta approvando in questi giorni penalizza fortemente per il 60 per cento, pari a 15 miliardi di euro, gli Enti locali e le Regioni con il rischio di tagliare in maniera indiscriminata alcuni aiuti e servizi alle famiglie più in difficoltà e mettere in serio pericolo la coesione sociale della nostra comunità. Siamo consapevoli che è necessario diminuire il debito pubblico, perché richiesto dall’Unione Europea e dalla Comunità Internazionale: quello che non si capisce è perché si colpisce indiscriminatamente senza selezionare gli Enti virtuosi ed i cittadini onesti che in questi anni hanno rispettato le leggi e pagato le tasse regolarmente.

Quali sono gli effetti pratici sul nostro Comune? Se il Parlamento non modifica la Finanziaria come sembra certo per effetto della fiducia, il Comune di Spello avrà tagli dai trasferimenti dello Stato per circa 700mila euro sulla spesa corrente nel 2011 e 2012 oltre al blocco delle assunzioni anche per le persone in quiescenza. A questi vanno aggiunti i mancati trasferimenti dell’emergenza terremoto art. 12 e 14 che assommano a circa 400mila euro ogni anno. Ma l’effetto più incisivo lo avremo dai mancati trasferimenti alla Regione che assommano a 240milioni di euro nei prossimi due anni al netto della Sanità che è l’80 per cento del Bilancio regionale. Sicuramente verranno ridotti i contributi: per la non autosufficienza, gli affitti, il fondo famiglia, le borse di studio, la formazione, le imprese, i trasporti, l’edilizia popolare, i dissesti idrogeologici, l’agri-

coltura, le opere pubbliche, ecc. Come amministrazione cercheremo di difendere con le unghie e con i denti i servizi essenziali soprattutto per le persone e le famiglie più disagiate, ma l’opera sarà ardua e difficile in quanto la lotta agli sprechi e all’evasione l’abbiamo già fatta in questi anni passati.

SOMMARIO CULTURA E TURISMO Incontri per le strade e Hispellum. Recupero integrato dei siti storici.

ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE Spello mobile: il sito ufficiale a portata di click.

pagine 2, 3, 4, 5

Il Comune all’avanguardia: apre le sue pagine su Facebook.

OPERE PUBBLICHE Il progetto dei giardini di Borgo. Il piano dei parcheggi. pagine 6, 7, 8, 9

pagina 13

BILANCIO Tagli per 717mila euro.

Operazione trasparenza: ECONOMIA E TERRITORIO on line le retribuzioni e il curriculum Il Piano di Marketing territoriale. del personale comunale. Energia alternativa con il fotovoltaico. pagine 10, 11

pagina 14

SOLIDARIETÀ E POLITICHE GIOVANILI L’attenzione ai servizi dell’infanzia. Spazio alla creatività giovanile.

LA VOCE DELLA MAGGIORANZA

pagina 12

pagina 15

Direttore responsabile: Simona Fuso Fotografie: Archivio Ufficio Stampa, Comune di Spello - Progetto grafico: Mario Brunetti, Emaki Stampa: Dimensione Grafica, Spello

pagina 15

LA VOCE DELLA MINORANZA


GIUGNO 2010

CULTURA E TURISMO

Incontri per le strade 2010 PROgRAMMA Mercoledì 21 luglio - ore 21.15 Villa Fidelia Work in Progress: Dalla - De Gregori Concerto

Mercoledì 25 agosto - ore 21.15 Cortile di Sant’Andrea Hevia Concerto

A cura di Musical Box Eventi

A cura di Musical Box Eventi

Martedì 3 agosto - ore 21.15 Villa Fidelia Havana de Hoy Ballet de Cuba

Giovedì 26 agosto - ore 21,15 Vallegloria - Piazzetta dei Molini Balera 59 Spettacolo teatrale Compagnia Marco Azzurrini

A cura di Musical Box Eventi

Giovedì 12 agosto - ore 21.15 Villa Fidelia Herrera-Tango Spettacolo di Danza A cura di Musical Box Eventi

Martedì 10 agosto - ore 23.00 Monte Subasio – La Spella Bandance Concerto con G. Russo e G. Degli Esposti A cura di Fontemaggiore – Teatro Stabile d’Innovazione

Sabato 14 agosto – ore 18.00 Palazzo Comunale Andrea Roggi Inaugurazione Mostra Diffusa di Scultura Sabato 14 agosto - ore 21.15 Sagrato Chiesa Santa Maria Maggiore Concerto dedicato all’Assunta Nuova Filarmonica Properzio Diretto dal M° Antonio Diotallevi Domenica 15 agosto - ore 21.15 Piazza Kennedy Match d’Improvvisazione teatrale IMPR’hOFF A cura di Fontemaggiore – Teatro Stabile d’Innovazione

Venerdì 27 agosto - ore 21.15 Piazza Kennedy The Ikarock Un volo nel rock’n’roll anni ‘50 e ‘60 Concerto Sabato 28 agosto – ore 21.15 Cortile Sant’Andrea Tutti Pazzi per la Badante Compagnia Teatrale ARCA Serata autogestita dal Centro Sociale Spello Centro Storico

Domenica 29 agosto - ore 21.15 Collepino Swing…ando Antonio Ballarano Band Premiazione estemporanea di pittura a cura del Circolo Culturale San Silvestro A cura di Fontemaggiore – Teatro Stabile d’Innovazione

Lunedì 30 agosto - ore 21.15 Da Porta Montanara a Porta Consolare Perugia Funking Band Parata Musicale A cura di Fontemaggiore – Teatro Stabile d’Innovazione

Lunedì 16 agosto - ore 21.15 Parcheggio Via Liberazione Corale di San Giorgio con Elga Ciancaleoni

Martedì 31 agosto - ore 21.15 Cortile di Sant’Andrea No Braino Concerto

A cura di Fontemaggiore – Teatro Stabile d’Innovazione

A cura di Musical Box Eventi

Martedì 17 agosto - ore 21.15 Giardino Palazzo Preziosi Quintetto Ars Musica Concerto

Mercoledì 1 settembre - ore 21.15 Cortile di Sant’Andrea This Armony Concerto

A cura di Fontemaggiore – Teatro Stabile d’Innovazione

A cura di Musical Box Eventi

Mercoledì 18 agosto - ore 21.15 Piazzetta della Loggia Dura Crosta Spettacolo teatrale Compagnia Cà Luogo D’arte

Giovedì 2 settembre - ore 21.15 Vallegloria - Piazzetta dei Molini Bruttino di Kosmocomico Teatro

A cura di Fontemaggiore – Teatro Stabile d’Innovazione

Dal 19 al 22 agosto Centro storico Hispellum A cura della Pro loco IAT Spello

2

A cura di Fontemaggiore – Teatro Stabile d’Innovazione

A cura di Fontemaggiore – Teatro Stabile d’Innovazione

Venerdì 3 settembre - ore 21.15 Piazzetta della Loggia The shocking puppet show di Kosmocomico Teatro A cura di Fontemaggiore – Teatro Stabile d’Innovazione

Lunedì 23 agosto - ore 21.15 Giardini Torre Santa Margherita Storie dei signori G Concerto dedicato a Giorgio Gaber Art Niveau - Di G. Zetti e G. Barbaro

Sabato 4 settembre - ore 21.15 Villa Fidelia Enrico Brignano Spettacolo

A cura di Fontemaggiore – Teatro Stabile d’Innovazione

A cura di Musical Box Eventi

Martedì 24 agosto - ore 21.15 Villa Fidelia Malika Ayane Concerto

Domenica 5 settembre - ore 21.15 Cortile Sant’Andrea Compagni di Bacco Concerto

A cura di Musical Box Eventi

A cura di Musical Box Eventi

HISPELLUM 19-22 AgOSTO GIOVEDÌ 19 AGOSTO Palazzo Comunale, Sala degli Zuccari, ore 17.45 Convegno VILLA FIDELIA: MEMORIA E IMMAGINI DEL SANTUARIO FEDERALE DEGLI UMBRI Prime ipotesi per una ricostruzione virtuale dell’area sacra nell’epoca romana

SABATO 21 AGOSTO Via Burgarella, ore 18.30 BUON COMPLEANNO ACQUEDOTTO Inaugurazione mostra fotografica a cura dell’arch. Stefano Antinucci, percorso archeologiconaturalistico, presentazione dell’Antiquarium e dei nuovi interventi

Partenza da Porta Venere, ore 22.00 IL TRIONFO Corteo storico con oltre 200 figuranti

Piazza Matteotti, sagrato di Santa Maria Maggiore, ore 21.00 LETTURA SOLENNE DEL RESCRITTO DI COSTANTINO

Cortile di Sant’Andrea, ore 23.00 IL RITO SACRIFICALE VENERDÌ 20 AGOSTO Palazzo Comunale, Sala dell’Editto, ore 17.00 Convegno LA VILLA ROMANA IN LOCALITÀ S. ANNA: NUOVE SCOPERTE, RESTAURI E RICOSTRUZIONE VIRTUALE Piazzale Sant’Andrea, ore 21,00 CENA IMPERIALE Grande banchetto con i colori, i sapori, i profumi dell’antica Roma. Durante la cena i commensali saranno allietati dalla rappresentazione teatrale: Il BANCHETTO DEGLI DEI (Evento su prenotazione: Pro Loco IAT Spello - 0742 301009)

Circus, Viale Della Liberazione, ore 22.00 LA NOTTE DEI GLADIATORI DOMENICA 22 AGOSTO Circus, Viale Della Liberazione, ore 18.00 LA DISFIDA DEGLI ARCIERI Gara di tiro con l’Arco a 20 metri tra le confederazioni guerriere della città: Gentes Iulia, Flavia e Vespasia. Porta Venere, ore 21,30 I RACCONTI DEL TRICLINIO Ludi scenici: rappresentazione della “Matrona di Efeso” di Petronio e delle Elegie di Sesto Properzio dedicate a “Cintya”.

DURANTE LA MANIFESTAZIONE PERCORSO ARCHEOLOGICO URBANO (P.A.U.) I siti di interesse archeologico del progetto SPELLO CITTÀ RIAPERTA: Palazzo Bianconi, villa con mosaici in loc. S. Anna, villa di via Baldini, Rescritto di Costantino e lapidarium a Palazzo Comunale. Infopoint di Via Tempio Diana 1 ore 9.00 – 13.00

Via Cappuccini e Via San Severino GENS IULIA: TEMPIO, FERMO POSTA, MERCATO Ricostruzioni: il tempio romano con dimostrazione delle antiche tecniche di edilizia; la stalla con i cavalli, la guardiola della guarnigione con momenti di vita militare; il mercato con le botteghe, i banchi per la vendita, la pesa delle merci. (In collaborazione con Gens Julia - Terziere Pusterula)

(Per informazioni, prenotazione, visite guidate: 0742 302239)

Centro storico, ore 18.00 – 23.00 SCENE DI VITA ROMANA Allestite dalle tre partes di Hispellum votate ognuna ad un grande imperatore: Julia (Cesare Ottaviano Augusto), Vespasia (Cesare Vespasiano Augusto), Flavia (Flavio Valerio Costantino).

Porta Venere, ore 19.00 – 22.00 THERMOPOLIUM et TABERNA Nella storica e affascinante cornice delle torri di Porta Venere, inizio della via sacra, sarà possibile acquistare cibi e bevande presso il Thermopolium, oppure sedersi all’aperto e gustare i menu della Taberna. (A cura di Gens Flavia - Terziere Mezota)

Porta Consolare e via Tempio di Diana GENS VESPASIA: POSTAZIONE DI GUARDIA, GIOCATORI, ARA VOTIVA Ricostruzioni: centurioni di guardia a Porta Consolare, giocatori di dadi nei pressi della cisterna romana, sacrifici all’ara votiva lungo la via.

Via Torri di Belvedere, giardino fam. Zurlo, entrata adiacente Chiesa di San Martino, ore 19.00 – 22.00 TRICLINIUM In una suggestiva ambientazione naturale tra triclini, busti romani e tendaggi un menu che trae ispirazione dalle pietanze dell'epoca.

(In collaborazione con Gens Vespasia - Terziere Porta Chiusa)

(A cura di Gens Julia - Terziere Pusterula in collaborazione con il ristorante il “Buchetto”)

Porta Venere e Strada delle mura vecchie GENS FLAVIA: ACCAMPAMENTO, MESTIERI, TERME Ricostruzioni: l’accampamento romano e la gabbia dei prigionieri, le terme con il lupanare, l’antro delle veggenti, le botteghe del fabbro e del fornaio, il mercato, il triclinio. (In collaborazione con Gens Flavia -Terziere Mezota)


NOTIZIARIO DEL COMUNE DI SPELLO

CULTURA E TURISMO

Progetto “Archeonatura” Dopo l’itinerario di visita alla scoperta dei tesori del centro storico, il progetto “Spello città riAperta” si arricchisce di nuovi percorsi extraurbani, che collegheranno il cuore di Spello con i più suggestivi luoghi naturalistici del territorio, con i manufatti culturali, gli eremi, i conventi e gli edifici pubblici e privati. Il progetto è denominato “Archeonatura” ed ha come obiettivo la valorizzazione e la salvaguardia dell’integrità territoriale, del paesaggio storico e della qualità dell’ambiente attraverso la promozione del suo patrimonio. I siti di maggiore interesse culturale e turistico sa-

ranno attrezzati con pannelli informativi (come già avvenuto nei siti del centro storico) che conterranno la planimetria dell’edificio, la scheda illustrativa e una pianta del percorso con l’indicazione del sito presso cui ci si trova per facilitare l’orientamento. Gli itinerari inseriti nel progetto Archeonatura (sia gli urbani che gli extraurbani), potranno essere percorsi con l’impiego di un mezzo alimentato ad elettricità bimodale e diesel. Per il progetto “Archeonatura” saranno costruiti percorsi specifici che integreranno i siti del centro storico con quelli extraurbani immersi nella natura.

L’acquedotto romano

I siti storici si trasformano in poli culturali “I più importanti siti storici della città – afferma l’assessore alla cultura Liana Tili – si stanno trasformando in poli cultuali, luoghi di creazione artistica oltre che di tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio esistente, per far diventare Spello una Città d’arte sempre più vivace sotto il profilo culturale. La chiesa di Santa Maria della Consolazione di Prato, la chiesa di Nel corso dell’anno alcuni progetti sono già stati avviati: Chiesa di Santa Maria della Consolazione di Prato Splendida struttura del XIV secolo recentemente restaurata, è stata concessa all’Ensemble Micrologus per svolgere le attività del Centro Studi Europeo di Musica Medievale “Adolfo Broegg”. La chiesa è stata aperta al pubblico lo scorso 5 dicembre e nel corso di questi mesi sono stati organizzati concerti, incontri periodici sullo studio degli strumenti musicali e della voce, corsi di liuto e di canto medievale. Al suo interno si trova la mostra permanente “Il liuto e gli strumenti a corda dal medioevo ai nostri giorni”  con gli strumenti e i liuti concessi dalla famiglia Broegg. Chiesa di San Michele Arcangelo Ospita la Bottega d’arte del Maestro Elvio Marchionni, un vero e proprio laboratorio di produzione artistica, un luogo di ricerca, incontro, sperimentazione e trasmissione della cultura e in particolare di tecniche figurative. Il progetto del maestro Marchionni è stato accolto dall’amministrazione comunale con l’obiettivo di ricreare un collegamento spirituale e materiale con le Botteghe d’arte della tradizione pittorica medioevale e rinascimentale, nelle quali si è formato anche il Pintoricchio. Nelle Botteghe d’arte la conoscenza, le tecniche e il mestiere venivano infatti trasmesse dal maestro ai discepoli e si arricchivano delle nuove maturate esperienze in un rapporto di scambio e di crescita reciproca. Inaugurato lo scorso anno, ha già realizzato due importanti progetti: 1) Il progetto “Infanzia

San Michele Arcangelo, la Biblioteca comunale, la chiesa di San Claudio, la Pinacoteca civica e il Museo Emilio Greco sono diventati infatti location di eventi culturali che verranno organizzati anche in futuro con cadenza periodica. Questi siti di particolare valenza storica, saranno aperti e resi fruibili durante concerti, presentazioni di libri, lezioni di musica e di pittura”.

d’arte”; 2) La “Bottega d’arte d’autore”, che ha visto coinvolti in prima persona i bambini della città nella realizzazione di opere d’arte frutto della loro creatività e degli insegnamenti del maestro Marchionni. Biblioteca comunale Giacomo Prampolini Non più luogo chiuso, ma aperto all’arte e alla cultura, uno stimolo alla lettura e alla scrittura per adulti e bambini. Dopo la rassegna invernale “Libri sotto l’albero”, dopo il grande successo dell’ “Incontro con uno scrittore di passaggio” (una straordinaria occasione di conversazione con lo scrittore Erri De Luca, che ha trasformato la biblioteca comunale in un luogo di incontro con la lettura e la cultura contemporanea), la Biblioteca comunale Giacomo Prampolini ospiterà nuove iniziative culturali. Intanto in questi mesi si è avviato il progetto di Favolosa-la Biblioteca dei bambini di Spello, grazie alla prima tranche di libri acquistati con il ricavato delle vendite del libro di favole di Luca Radi “Misticanza. Favole di fiori ed erbe” per i piccoli lettori del nido e della scuola d’infanzia. In collaborazione con il Sistema Museo, nel corso dell’anno è stato realizzato anche il progetto “Didattica in biblioteca” che ha visto coinvolti circa 300 alunni in una serie di attività didattiche. Museo Emilio Greco Il Museo Emilio Greco si è rivelato una location straordinaria ospitando il concerto del duo Daniele Tittarelli (sax alto) e Enrico Bracco (chitarra), in occasione del concerto della rassegna Young Jazz Museum.

Chiesa S.M.Consolazione di Prato Concerto Ensemble Micrologus

Museo Emilio greco Concerto per Young Jazz Museum

Biblioteca comunale Lo scrittore Erri De Luca

3


GIUGNO 2010

CULTURA E TURISMO

I mosaici di Sant’Anna Un finanziamento di 1milione e 625mila euro per la musealizzazione del sito La Regione Umbria ha finanziato 1milione e 300mila euro per la riqualificazione della Villa Romana di Sant’Anna, con il cofinanziamento di 325mila euro del Comune di Spello. I fondi saranno utilizzati per la musealizzazione del sito, che comprende la copertura modulare dei mosaici, la realizzazione di servizi all’utenza, l’orientamento al pubblico per le visite inserite nel circuito “Spello Città riAperta”. Il Comune di Spello e

la Regione dell’Umbria con proprie risorse hanno investito significativamente su questo complesso attraverso interventi di valorizzazione volti alla fruibilità del sito già visitato in soli tre anni di apertura, da oltre 200mila persone. Con D.G.R. del 01 febbraio 2010, n. 126 è stato adottato dalla Regione dell’Umbria il Programma regionale della Linea di Attività b2 “Tutela, valorizzazione e promozione del patrimonio ambientale e culturale”. Nello specifico,

in relazione alla prima tipologia “Bando Integrato Collettivo”, nell’ambito del progetto tematico “Turismo culturale” , tra gli interventi prioritari di “rilevante importanza” è stato incluso il completamento della Villa romana in località Sant’Anna di Spello cui è stato assegnato un contributo di euro 1.300.000,00. Il Comune di Spello con propri fondi ha quindi stabilito un cofinanziamento per l’attuazione dell’intervento di euro 325.000,00.

Mosaici di Sant’Anna

I RESTAURI AFFRESCHI RESTAURATI Chiesa e Convento di San Girolamo In occasione del convegno dedicato ai 100 anni della nascita di Carlo Carretto il Comune, proprietario dell’immobile, presenterà alla città gli splendidi affreschi restaurati nell’Eremo di San Girolamo. San Claudio È stato completamente restaurato l’apparato decorativo della chiesa romanica di San Claudio. Gli ultimi affreschi restaurati nella navata centrale sono stati presentati lo scorso 23 aprile e vanno ad aggiungersi agli altri affreschi della calotta absidale completati nel 2009. Si tratta di un’ulteriore tappa di valorizzazione di un importante sito della città, che da tempo è aperto al pubblico ospitando concerti e mostre di pittura e che diventa una preziosa tappa nel circuito di visita fruibile a cittadini e visitatori. Palazzo comunale Il palazzo del Comune si apre alla città mostrando i suoi ultimi affreschi restaurati, inaugurati lo scorso mese di settembre. Grazie ad un cofinanziamento della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia sono infatti tornati a risplendere gli affreschi della Sala Petrucci, il panorama della Sala degli Zuccari e i due stemmi papali nelle stanze della Collezione Permanente Emilio Greco. Il palazzo comunale già da tempo è inserito nel circuito di “Spello Città riAperta”, con visite guidate alla Sala degli Zuccari dove si trova l’Editto di Costantino, alla Biblioteca del Fondo antico e alla Collezione permanente Emilio Greco.

Sala Petrucci Affresco restaurato

AFFRESCHI IN FASE DI RESTAURO E MESSA IN SICUREZZA

Chiesa SS. Trinità di Prato Presentazione Statuto comunale

Palazzo Urbani Acuti gli affreschi da restaurare

RECENTE RESTAURO Statuto comunale Lo Statuto antico del Comune di Spello ha compiuto 750 anni, ma è ancora in buono stato di conservazione grazie ad un recente restauro che ha interessato altre preziose documentazioni, in piena collaborazione con la Soprintendenza archivistica per l’Umbria. In occasione della presentazione del restauro, la Soprintendenza ha donato alla città un cd contenente tutte le immagini digitalizzate dello Statuto antico del Comune di Spello nella copia del 1543. Si sta inoltre valutando l’ipotesi di un progetto di edizione scientifica per la valorizzazione della fonte a beneficio non solo degli studiosi, ma di tutti i cittadini che vogliono prendere confidenza con il documento più importante dell’archivio storico di Spello.

4

Chiesa di San Claudio Presentazione affreschi navata centrale

Cappella Tega È in corso il primo stralcio esecutivo per la messa in sicurezza dell’intero apparato decorativo della Cappella Tega, che prevede un intervento conservativo delle preziose pitture murali. Nei mesi scorsi il Comune di Spello aveva effettuato un monitoraggio nella Cappella, al fine di renderla fruibile e accessibile al pubblico attraverso un progetto generale di riqualificazione. Dal monitoraggio è così emersa la necessità della messa in sicurezza dell’apparato decorativo e dopo il sopralluogo della Soprintendenza dei beni storico artistici dell’Umbria, è stato redatto un progetto dall’Ufficio Beni culturali del Comune di Spello. Palazzo Urbani Acuti Le pitture murali poste sulle volte del Palazzo Urbani Acuti, sia al piano terra che al primo piano, saranno sottoposte ad un restauro conservativo. L’intervento si rende necessario in quanto le decorazioni, di autore ignoto datate 1602, si trovano in pessimo stato di conservazione. L’inizio dei lavori è previsto entro questo anno.


NOTIZIARIO DEL COMUNE DI SPELLO

CULTURA E TURISMO

Le Infiorate 2010 Centomila presenze nella notte dei fiori. Anche quest’anno l’Infiorata di Spello conferma il grande successo delle passate edizioni con la città invasa dai turisti nel weekend del 5 e 6 giugno. In totale sono state realizzate 61 infiorate: 24 Quadri (da 24 a 100 mq), 24 Tappeti (da 12 a 30 mq), 13 tappeti Under 14. I vincitori dell’edizione 2010 sono: Categoria Quadri: 1° Corrado Aisa, 2° Gruppo Lisa, 3° Gruppo Filippo Petrucci. Categoria Tappeti: 1° Gruppo Giorgio, 2° Pochi ma Buoni, 3° Belardinelli Rosina. Categoria Under 14: 1° Un filo per la vita, 2° Aisa Junior, 3° Piccoli artisti di strada.

Mostra di Eros Donnini

Consegna del primo premio al gruppo “Un Filo per la vita”

Balconi e vicoli fioriti 2010

Eros Donnini

Il Maestro incisore dell’Istituto Poligrafico Zecca dello stato Eros Donnini ha allestito nelle sale espositive del Comune una preziosa mostra grafica e filatelica che ha ripercorso tutta la sua carriera tramite numerosi disegni, incisioni, annulli filatelici, francobolli, cartoline postali e valori bollati. La città di Spello è molto riconoscente a Eros Donnini, in quanto ha realizzato numerosi bozzetti per Annulli postali e francobolli dedicati alle principali manifestazioni ed eventi della Splendidissima Colonia Julia. Nel 1993 il Comune di Spello gli ha riconosciuto la cittadinanza onoraria.

Una piazza stracolma di musica, fiori, premi e cittadini per la consegna dei premi del VI concorso “Finestre, balconi e vicoli fioriti”, l’iniziativa ideata dalla Pro Loco in collaborazione con il Comune di Spello. I vincitori sono: per la categoria “Vicolo Fiorito” 1° Attilio Sodi, 2° Barbara Cipolloni e Maria Augusta Petruccioli, 3° Maria Teresa Villamena; ca-

Carlo Carretto a cent’anni dalla nascita

tegoria “Balconi fioriti”: 1° Giuseppina Fuso, 2° Agnese Merendoni , 3° Marcello Paradisi; categoria “Finestre fiorite e scorci” 1° Luciana Botti, 2° Rita Salari, 3° Gino Del Pia. La consegna dei premi è stata animata dalla esibizione della Filarmonica Properzio. Le foto delle “Finestre, balconi e vicoli fioriti” sono state realizzate da Livia Tini Brunozzi.

(1910-2010)

SPELLO e FOLIgNO 1-2 ottobre 2010 Venerdì 1 ottobre Ore 9.00 - Foligno, Auditorium San Domenico Don Luigi Ciotti, Gruppo Abele Incontro con le scuole superiori di Foligno Ore 15.00 - Spello, Teatro Subasio Saluti di Apertura Sandro Vitali, Sindaco di Spello Catiuscia Marini, Presidente Regione Umbria Franco Miano, Presidente Azione Cattolica Italiana Presiede Giuseppe Ignesti, Università Lumsa di Roma La formazione di Carlo Carretto Ernesto Preziosi, Università di Urbino L’esperienza in Sardegna e nel mondo della scuola Luciano Caimi, Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Brescia Alla guida della Gioventù di Azione Cattolica Paolo Trionfini, Istituito Paolo VI per la Storia dell’Azione Cattolica e del movimento cattolico in Italia Le fonti dell’ecclesiologia di Carlo Carretto Leonardo De Mola, Fraternità dei Piccoli Fratelli Jesus Caritas di Spello Dibattito e testimonianze

Ore 19.00 - Spello, Chiesa di Santa Maria Maggiore Celebrazione eucaristica presieduta da: Mons. Gualtiero Sigismondi, Vescovo di Foligno Sabato 2 ottobre Ore 9.30 - Spello, Teatro Subasio Presiede Francesco Malgari, Università La Sapienza di Roma Carretto e la politica Augusto D’Angelo, Università La Sapienza di Roma Carretto, il Concilio e la “riforma” della Chiesa Giorgio Campanili, Università di Parma Spello: un santuario giovanile negli anni della “contestazione” Giorgio Vecchio, Università di Parma Il profilo spirituale di un “innamorato di Dio” Gian Carlo Sibilia, Fraternità dei Piccoli Fratelli Jesus Caritas di Spello Dibattito e testimonianze Ore 16.00 - Spello, Monastero di San Girolamo Presentazione affreschi restaurati Inaugurazione mostra permanente su Carlo Carretto curata da Ennio Angelucci

Carlo Carretto

Iniziativa organizzata con il patrocinio del Comune di Spello, Comune di Foligno, la Diocesi di Foligno, la Comunità dei Piccoli Fratelli di Charles de Faucault, l’Azione Cattolica italiana e con il sostegno della Bcc di Spello e Bettona e della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

5


GIUGNO 2010

LAVORI PUBBLICI

Il progetto dei nuovi giardini di Borgo... Si è conclusa la progettazione e l’iter delle autorizzazioni per la riqualificazione dei giardini pubblici di Borgo. L’inizio dei lavori è previsto per il prossimo mese di ottobre. “Il progetto di riqualificazione dei giardini – afferma l’assessore ai lavori pubblici Moreno Landrini – prevede una maggiore chiarezza delle zone a verde e delle aree giochi, delle aree pedonali o di sosta. Gran parte delle aree a prato saranno delimitate da bordure di cespugli, altre invece da cordoli in travertino interrotti in alcuni tratti per consentire un adeguato drenaggio delle acque piovane. L’impiego di bordure e di cordoli consentiranno di preservare i prati dal calpestio, ed al contempo, suggeriranno i vari percorsi. Da un punto di vista botanico si è cercato di salvaguardare tutte le maggiori essenze presenti intervenendo con opportune potature”. In particolare: Percorsi pedonali Saranno realizzati in calcestruzzo spazzolato con graniglia fine di colore naturale nella scala bianco-grigio-rosa, uniformando così il parco con il contesto circostante. La nuova pavimentazione dei percorsi renderà più agevole il passaggio di carrozzine e passeggini. Essendoci inoltre complanarità tra i vari percorsi, si consentirà anche alle persone con difficoltà motorie una più agevole fruizione del parco, proprio in virtù dell’assenza di barriere architettoniche. I percorsi sono piuttosto comodi avendo mediamente una larghezza di tre metri e sono raggiungibili dai cinque accessi distribuiti perimetralmente. Aree di sosta Oltre alle panchine che sono distri-

buite lungo tutti i percorsi pedonali sono state realizzate principalmente due aree di sosta. La prima in posizione baricentrica rispetto allo conformazione del parco, che costituirà il cuore dei giardini, dove una fontana determinerà il fulcro visivo verso il quale convergeranno i percorsi principali. Questa zona sarà resa più importante dalla presenza di un gazebo in legno con piante rampicanti e dalla creazione di un muretto che, oltre a contenere la terra necessaria per riportare in piano le quote, delimiterà una seduta circondata da piante di bosso forgiate a palla. La seconda decentrata rispetto alle aree giochi per bambini dove verranno collocate panche e tavoli alternate a panchine e contornate da bordure di roselline rifiorenti e

piante acidofile con disposizione geometrica. Quest’area consentirà di consumare piccole merende usufruendo di idonei piani di appoggio e sedute. Area giochi Si prevede la creazione di apposite aree destinate ai giochi, con superfici costituite da strato di ghiaietto. Le basse bordure di cespugli che definiscono l’area consentiranno un maggior controllo da parte degli adulti. La superficie totale dell’area è di 630 mq, ed è suddivisa in quattro zone: questo permetterà di collocare i giochi di intrattenimento in base alle fasce di età con la funzione di luoghi di incontro tra bambini senza creare divisioni. Aree a prato La superficie totale delle aree destinate a prato è di 1.500 mq circa e la realiz-

zazione sarà effettuata mediante l’impiego di tappeti erbosi in zolle consentendo così, oltre ad un immediato e perfetto attecchimento, la riduzione della presenza delle infestanti e permettendo l’immediata fruibilità dell’area. Impianto di illuminazione L’illuminazione del parco sarà garantita da tre tipologie di corpi illuminanti: il primo costituito da faretti con altezza di 1 metro distribuiti lungo tutti i percorsi con luce radente; il secondo da proiettori su palo di altezza di 3,50 metri con luce diffusa a servizio delle aree più ampie e della zona fontana; il terzo con faretti ad incasso per l’illuminazione dal basso di 4 piante esistenti per un miglior effetto scenografico.

... e quello per il restauro delle Torri di Properzio È stato redatto il progetto definitivo del restauro e del consolidamento delle Torri di Properzio e di Porta Venere. L’ultimo intervento risale a circa settanta anni fa e nonostante dia un’ immagine di solidità, attualmente si trova in uno stato di degrado che si estende in parte anche all’area circostante. I lavori prevedono il restauro e il consolidamento del monumento con l’obiettivo di rendere fruibili le torri, ma anche la bonifica, la riqualificazione e la rivitalizzazione dell’intera area circostante per riconsegnare alla città questo splendido monumento. L’intenzione è di creare spazi interni alle torri che possano ospitare, anche in forma stabile, esposizioni e documenti sui monumenti di epoca romana che si trovano nel territorio spellano. Il progetto di re-

6

stauro e di consolidamento delle Torri di Properzio e di Porta Venere prevede dunque numerosi interventi, tra i quali: la disinfestazione, la bonifica interna ed esterna per liberare l’immobile da escrementi e carcasse di volatili; la pulizia esterna del parametro murario per liberarlo da efflorescenze, licheni e vegetazione invasiva; la protezione superficiale della pietra per rallentare il degrado; la realizzazione, sulla torre di valle, di una scala; la dotazione delle finestre di infissi metallici di ridotta sezione con vetri antiriflesso; in tutte le finestre sul davanzale verrà inoltre alloggiato un punto luce rivolto verso l’alto ed impianto elettrico di allontanamento dei volatili. Il progetto per l’area verde circostante prevede invece la creazione di percorsi pedonali con slar-

ghi per la sistemazione di panche, cestini portarifiuti e cartellonistica. L’obiettivo di questo intervento è di migliorare notevolmente l’aspetto estetico del complesso monumentale con il ripristino degli antichi colori e liberandola da tutta la vegetazione invasiva. Inoltre permetterà di consolidare le strutture ed i singoli elementi costituenti, ma soprattutto di rendere fruibili le Torri di Properzio che avranno anche una illuminazione artistica notturna. Per quanto riguarda l’iter burocratico attualmente si stanno risolvendo gli aspetti relativi alle autorizzazione con la Soprintendenza ai beni ambientali e architettonici. Appena ottenuti i permessi si procederà all’appalto dei lavori che dovrebbe avvenire entro la fine dell’anno.

Le torri di Properzio


NOTIZIARIO DEL COMUNE DI SPELLO

LAVORI PUBBLICI

Recupero e fruibilità pedonale di via Porta Sant’Angelo Sarà ripristinata la viabilità pedonale tra la Torre Santa Margherita e le Torri di Properzio. L’amministrazione comunale ha infatti redatto un progetto per il rifacimento della viabilità pedonale lungo le mura nella parte ovest e precisamente nel tratto di via Porta Sant’Angelo lungo 180 metri, che collega la parte sud con la parte nord della città. Da anni il percorso si trova in uno stato di degrado, interessato dalla continua crescita della vegetazione e da piccoli movimenti di terreno che ne privano l’accesso. Il sentie-

Torre Santa Margherita, l’inizio del percorso pedonale

ro pedonale, che andrà collegare anche la Torre Santa Margherita e le Torri di Properzio, sarà completamente ripulito con il taglio e l’asportazione di tutta la vegetazione infestante e sarà ripristinato l’argine a valle, ormai in frana, con la messa in opera di una palificata in tronchi di castagno scortecciati. Il piano del calpestio sarà formato da uno strato di ghiaia. L’importo del progetto ammonta a 40mila euro ed i lavori sono eseguiti dagli operai della Comunità Montana dei Monti Martani, del Serano e del Subasio.

Realizzazione dei marciapiedi di via Centrale Umbra Tratto Osteriaccia-Villa Fidelia Saranno appaltati entro il 2010 i nuovi marciapiedi nel tratto compreso tra Villa Fidelia e l’Osteriaccia, per un importo di 295mila euro. L’obiettivo è di migliorare il livello di sicurezza e fruibilità del percorso da parte dei pedoni e anche riqualificare via Centrale Umbra, un’importante strada di collegamento tra il centro urbano, gli impianti sportivi, l’Anfiteatro romano, la chiesa di San Claudio e Villa Fidelia. Lungo questo tratto di strada sono attualmente presenti alcune porzioni di marciapiede, ma risultano disomogenee, privi di rampe di accesso e in stato di forte degrado, a causa della mancanza di manutenzione costante e soprattutto della scarsa qualità dei materiali costruttivi. L’assenza di un percorso pedonale continuo e omogeneo non garantisce dunque una sicura e agevole fruizione da parte dei pedoni. Oltre ad una nuova pavimenta-

zione in calcestruzzo colorato tipo cromofibra, i marciapiedi saranno dotati di un impianto di illuminazione pedonale con segnalatori segna passo posti lungo il bordo del marciapiede che delimita la carreggiata stradale, e la messa a dimora lungo alcuni tratti di nuove piante. Il progetto prevede inoltre la realizzazione di due aree di sosta a servizio rispettivamente dell’anfiteatro romano e di Villa Fidelia. La prima area, posta tra l’ingresso secondario del campo sportivo e l’anfiteatro romano, prevede un piccolo spazio per la sosta dei pedoni, attrezzata con panchine e vegetazione, e una parte interna pavimentata con gli stessi materiali utilizzati per i marciapiedi destinata a parcheggio. La seconda area è prevista di fronte all’ingresso principale di Villa Fidelia, funzionale al consistente afflusso di visitatori in occasione di mostre d’arte, conferenze,

concerti e spettacoli. Verrà infatti realizzata una piazzola parallela alla strada che può essere sfruttata anche per la fermata dei mezzi pubblici e per le auto private. Lo slargo sarà corredato da una zona pedonale attrezzata con panchine, mentre in futuro potranno essere realizzate due rampe di scale per il collegamento con il parcheggio che sorgerà attiguo alla piazzola. L’intervento si inquadra nel contesto del miglioramento urbano ed ambientale già avviato con i lavori del Pir “Spello capoluogo” già eseguiti nel primo tratto di via Centrale Umbra.

Viale Poeta: riqualificazione dell’area Viale Poeta tornerà a risplendere grazie ad un’ampia opera di riqualificazione che interesserà l’intera area. Il progetto prevede la delimitazione tra la via interessata al traffico veicolare e le zone alberate da lecci secolari che dovranno essere ad uso esclusivamente pedonale. Sono inoltre previsti nuovi arredi urbani ed una nuova illuminazione.

Viale Poeta

Via Centrale Umbra Marciapiedi lungo Villa Fidelia

Porta Borgo San Sisto È ripartita la progettazione per l’apertura della porta medievale di San Sisto che permetterà il collegamento pedonale tra via Borgo San Sisto, l’area archeologica di Sant’Anna, Porta Chiusa e la zona delle nuove infrastrutture in via della Liberazione.

Il Muro La Regione Umbria ha concesso un contributo di 200mila euro per la messa in sicurezza del muro che costeggia Viale Poeta, un patrimonio storico e ambientale di notevole pregio molto amato dai cittadini e dai turisti. Il muro era in parte crollato a causa delle abbondanti piogge cadute nella scorsa estate e per la spinta nel terreno provocata dalle radici di lecci sovrastanti. Questo finanziamento permetterà di iniziare entro i prossimi mesi tutti i lavori di consolidamento e di restauro per il ripristino del muro e la funzionalità dell’intera area.

Illuminazione pubblica Lo scorso mese di aprile è stato completato il nuovo impianto di illuminazione pubblica lungo via delle Mura, uno dei vicoli caratteristici del centro storico, nei pressi di via della Liberazione. Questo tratto di illuminazione risulta particolarmente piacevole, in quanto sono stati istallati i piatti classici come corpo illuminante fissati su pali in ferro tradizionali, il tutto in perfetta sintonia con il contesto architettonico e ambientale. Que-

sti nuovi tratti di illuminazione pubblica vanno ad aggiungersi agli altri realizzati lungo via della Circonvallazione e via Banche, e nelle zone periferiche di Via Acquatino, Via Torre Acquatino e via Crocefisso. Questi interventi sono volti al miglioramento della fruibilità e della sicurezza delle vie non solo per gli automobilisti, ma anche per i pedoni e per i residenti che da tempo auspicavano un impianto di illuminazione.

Via delle Mura

7


GIUGNO 2010

LAVORI PUBBLICI

Piano dei parcheggi Nuovi parcheggi in centro e in periferia. Oltre all’area di sosta di Viale Poeta e via della Liberazione, l’amministrazione comunale ha previsto la realizzazione di altri parcheggi al servizio dei cittadini e dei tanti turisti che affollano Spello.

Parcheggi realizzati Parcheggio Viale Poeta Lo scorso 12 marzo è stato inaugurato un nuovo parcheggio nell’area sottostante a Viale Poeta, nei pressi di Porta Montanara, con 40 nuovi posti auto (di cui uno riservato a disabili). Questa area di sosta sarà una ulteriore risorsa per le attività commerciali presenti nella zona, dove i posti auto sono di fatto molto limitati, ma anche un supporto per genitori e insegnanti del plesso scolastico di Viale Poeta e per i turisti nei periodi di maggiore afflusso. Inoltre il parcheggio permetterà una sosta più ordinata delle auto e quindi la possibilità per i pedoni di poter usufruire dello splen-

dido scenario di Viale Poeta. L’opera è stata realizzata scegliendo i materiali con molta attenzione. La pavimentazione dei posti auto è stata infatti eseguita mediante elementi grigliati ricoperti da idoneo terreno e prato, la corsia centrale è rifinita con tappeto in conglomerato bituminoso color ocra, le ringhiere sono parte in legno e parte in ferro. Infine, vista la particolare ubicazione del parcheggio, è stata posta la massima attenzione nel salvaguardare quanti più ulivi esistenti e, dove è stato necessario, impiantandone di nuovi al fine di realizzare un’opera che rispetti l’ambiente in cui è inserita.

Parcheggio via della Liberazione È stato ufficialmente aperto lo scorso 12 ottobre il nuovo parcheggio pubblico di Via della Liberazione, con 25 nuovi posti a disposizione della cittadinanza e dei visitatori. Questa ulteriore area di sosta va a soddisfare la maggiore esigenza di posti auto, che deriva dalle limitazioni del traffico all’interno del centro storico, dalla presenza dei servizi, degli uffici pubblici e del plesso scolastico, in modo da ridurre il numero delle auto in sosta lungo la strada in via della Liberazione. Inoltre il parcheggio costituisce una risorsa nei periodi di maggiore afflusso turistico e contribuisce anche a qualificare l’intera zona che si trova proprio a ridosso delle mura urbiche. Proprio per la sua particolare posizione,

l’amministrazione comunale ha posto particolare attenzione alla scelta dei materiali ed arricchito le zone a verde nel rispetto del-la vegetazione autoctona. L’obiettivo è di riqualificare l’intera via della Liberazione.

Parcheggi da realizzare

Parcheggi in fase di progettazione

Porta Montanara Sono iniziati i lavori di realizzazione del nuovo parcheggio a Porta Montanara. L’intervento è stato progettato cercando di rendere minimo l’impatto visivo di questa nuova struttura del centro abitato. L’intera area sarà completamente ripulita dalla vegetazione infestante e saranno eseguite idonee potature sulle piante già esistenti che si trovano in pessime condizioni vegetative. Questo nuovo parcheggio sarà collegato con quello già esistente nella parte alta di Porta Montanara con un piccolo viale. Sono inoltre previste piccole aree di sosta con tavoli e panche in modo sparso all’interno dell’uliveto circostante, e un percorso pedonale adiacente alla strada comunale che collegherà la zona bassa del parcheggio con il centro abitato. Il costo per la realizzazione del parcheggio ammonta a 124mila euro.

Cappuccini È in fase di progettazione il nuovo parcheggio della zona di Cappuccini che prevede la realizzazione di circa 20 posti auto nell’area adiacente al convento dei frati minori Cappuccini.

8

Parcheggio viale Poeta

Inaugurazione parcheggio di Viale Poeta

Parcheggio via della Liberazione

Inaugurazione parcheggio via della Liberazione

Belvedere Convento dei Cappuccini

Parcheggio Santa Luciola Sarà realizzato un nuovo parcheggio a Santa Luciola, lungo via delle Regioni, con circa 40 posti auto. L’area di sosta, ancora in fase di progettazione, sorgerà in un terreno compreso tra

la Ss 75, il distributore di carburante e via delle Regioni. In particolare lungo via delle Regioni è stata individuata un’area di verde attrezzato facilmente accessibile ai pedoni che percorreranno la strada seguendo il marciapiede. I posti auto saranno attigui alla Ss 75, separati dalla superstrada da una fila di alberi realizzati con essenze sempreverdi. Al suo interno sono previsti: l’area ecologica, facilmente raggiungibile dai pedoni, la piazzola per la fermata e la sosta di mezzi pubblici, la zona per la sosta pedonale. Si è in attesa del nulla osta dell’Anas per completare l’iter di progettazione. Scuola d’infanzia Torre Quadrano (Limiti) È in fase di progettazione il parcheggio ubicato lungo via Limiti, adiacente alla scuola materna “Torre Quadrano”. Saranno realizzati circa 20 posti auto.


NOTIZIARIO DEL COMUNE DI SPELLO

LAVORI PUBBLICI

Manutenzione strade comunali

450mila euro per la manutenzione straordinaria delle strade comunali

Gli interventi saranno eseguiti in base alle priorità stabilite dal Piano per le manutenzioni delle strade dopo un’ attenta verifica degli uffici competenti. La realizzazione di questi lavori di riqualificazione si è infatti resa inderogabile in quanto in alcuni tratti il piano viario risulta particolarmente compromesso a seguito dell’usura dovuta al traffico, al completa-

mento del ciclo operativo della pavimentazione e all’azione degli agenti atmosferici. Tutto ciò va nell’ottica di garantire la sicurezza della circolazione stradale adeguata al flusso di traffico sempre crescente. Gli interventi previsti sono:

Via delle Regioni: i lavori interesseranno il tratto che si estende dal confine del territorio comunale di Spello con Assisi fino all’altezza della chiesa di Santa Luciola. Previsto anche un nuovo tratto di marciapiede lungo via Santa Luciola per il collegamento della scuola dell’infanzia di Santa Luciola al percorso pedonale esistente lungo via delle Regioni. Il nuovo percorso pedonale verrà delimitato con cordoli di cemento prefabbricato e pavimentazioni in mattoncini prefabbricati di cemento autobloccanti, e sarà predisposto un nuovo impianto di pubblica illuminazione.

Zona di Poeta: sarà asfaltato il tratto di strada che va dall’incrocio della strada che sale verso Collepino fino all’incrocio con via Centrale Umbra. Sarà inoltre ripristinato anche il marciapiede esistente che collega la scuola materna al parcheggio esistente tramite la realizzazione di una nuova cordonatura e pavimentazione. Via Mastinelle, via Ponte Pazienza: si stanno eseguendo lavori di asfaltatura e sistemazione degli argini. Strade varie: sono stati eseguiti lavori di bitumatura in via delle Palombe, via Piemonte, via Tornetta e via XII Dicembre.

Nuova segnaletica stradale

Modificate le aree di sosta nell’area di Borgo e in Piazza della Pace

Sono stati incrementati di 8 unità gli spazi auto destinati ai cittadini residenti, regolarmente autorizzati, nell’area di Via Sant’Anna nel tratto da via Consolare a Piazza Sant’Anna, nel lato sinistro proprio sotto le mura. I 14 posti che erano a pagamento lungo via Roma, sono stati convertiti in area regolamentata da disco orario dalle 8 alle 20, mentre saranno riservati ai residenti nella fascia notturna dalle 20 alle 8. In Piazza della Pace sono diventati a pagamento 32 spazi, con la possibilità di poter comunque sostare nel vicino parcheggio, con sosta libera, nei pressi della Sala Frassati

Via delle Regioni – Santa Luciola

dove sono stati ricavati 40 posti auto. La scelta di modificare le aree di sosta è stata necessaria anche in previsione dell’avvio dei lavori del Pir, perché durante i lavori sarà necessaria una ridistribuzione dei parcheggi e pertanto l’ampliamento su Piazzale della Pace faciliterà la turnazione. Queste modifiche non andranno a penalizzare gli automobilisti perché a distanza di pochi metri potranno lasciare la loro auto nel parcheggio libero vicino alla Sala Frassati, poco distante da Piazzale della Pace, ben collegato con un vialetto pedonale sul lato della BCC Spello e Bettona.

Piazza Kennedy

RICOSTRUZIONE PUBBLICA Rilasciata l’ultima concessione contributiva: Spello tra i comuni più virtuosi L’Ufficio Ricostruzione del Comune di Spello ha rilasciato nel mese di dicembre l’ultima concessione contributiva per la ricostruzione post terremoto, concessa alla chiesa di San Lorenzo per miglioramento sismico della struttura. Si tratta di un risultato importante che posiziona Spello tra i Comuni più virtuosi tra quelli impegnati nella fase della ricostruzione: tutti gli edifici interessati ed ammessi al finanziamento posizionati fuori e dentro il centro storico che avevano i requisiti dell’ammissione al contributo regionale per il miglioramento sismico, hanno infatti visto concludere l’iter tecnico-amministrativo e solo pochi cantieri sono ancora aperti, alcuni dei quali in fase finale. “La ricostruzione nel nostro territorio – spiega

l’assessore alla ricostruzione Omero Caroli – è stata eseguita in modo esemplare, nel rispetto delle norme vigenti, con un’attenzione particolare per gli edifici nel centro storico soprattutto per l’aspetto architettonico. Il risultato è stato quello di aver ottenuto un centro storico tra i più belli dell’Umbria, inserito nei circuiti turistici nazionali ed internazionali che vede sempre più la presenza di un turismo qualificato proveniente spesso da oltre i confini nazionali”. L’importo totale dei contributi rilasciati nel Comune di Spello (in base all’ Ordinanza 61- Legge 30 art. 5 San Giovanni di Collepino; legge 30 art. 5 Piano Integrato di Recupero Centro Storico; legge 30 art. 4 Fuori Centro Storico), ammonta a circa 77 milioni di euro.

P I R “Spello Capoluogo” II Stralcio: aggiudicata la direzione dei lavori E’ stata definitivamente aggiudicata, ai sensi dell’articolo 11 comma 5 del D. Lgs. 163/2008, la Direzione, la contabilità e misura dei lavori, il coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dell’intervento di realizzazione delle infrastrutture a rete e pavimentazioni del P.I.R. Spello capoluogo II° Stralcio. Sono stati aggiudicati: l’Associazione di prestatori di servizi composta dalle società S.A.B. srl di Perugia in qualità di capogruppo e la società OIKOS Progetti di Foligno come mandante. L’onere è finanziato con contributo regionale tra le somme a disposizione nel quadro economico dell’intervento stesso.

RICOSTRUZIONE PRIVATA Il PIR di San giovanni riconosciuto come “esemplare” Il borgo montano di San Giovanni è stato individuato come esempio per le modalità di intervento e per la tecnica esecutiva di incremento della sicurezza sismica impiegati nel “Programma integrato di recupero”. Il caso di “San Giovanni di Spello” è stato infatti esposto nella mostra allestita per la Rassegna urbanistica regionale nel Chiostro di San Nicolò a Spoleto nel mese di gennaio. Il Comune di Spello è anche intervenuto nel convegno di Palazzo Trinci di Foligno sul tema “Dai programmi integrati di Recupero alle “new town”. Ricostruzioni dopo eventi sismici. Esperienze a confronto”.

San giovanni

9


GIUGNO 2010

ECONOMIA E TERRITORIO

Piano di Marketing territoriale È nato a Spello un nuovo progetto di Sviluppo turistico, attivato dalla sinergia tra il Comune e gli operatori economici della città. Il progetto si è sviluppato attraverso un piano di Marketing territoriale necessario per individuare gli strumenti per la promozione del “prodotto Spello” sul mercato nazionale ed internazionale. Nei mesi scorsi l’amministrazione comunale ha convocato gli “Stati Generali della Città” per attivare, tutti insieme, il nuovo progetto di Sviluppo Turistico, un serio tentativo di modernizzare il turismo attraverso un progetto condiviso che attiva in modo simultaneo ogni settore.

L’obiettivo è far diventare il centro storico di Spello un teatro vivente in cui il visitatore è invitato ad accomodarsi. In questo luogo dai favolosi “scenari” si vuole fornire uno specifico spartito ad ogni protagonista dell’orchestra spellana per rendere più coordinata l’armonia della nostra accoglienza turistica. L’elaborazione di una strategia competitiva è stata sostenuta da un’analisi approfondita che ha permesso di creare un “Sistema Spello”, ovvero la capacità di indirizzare la maggior quantità di energie nella medesima direzione attraverso la condivisione di ruoli ed obiettivi. Per tale ragione è stata elaborata una mappa di tutti i pro-

Un progetto per lo sviluppo turistico della città

tagonisti della città con una lettura, per ognuno, dello status quo e delle priorità: dagli alberghi al volontariato, dai ristoranti ai produttori, dagli artisti agli artigiani, dall’istituzione scolastica a quella sportiva e addirittura religiosa. Nell’arco degli incontri sono state approfondite questioni fortemente connesse con gli interventi di marketing territoriale, come il programma annuale delle manifestazioni, il potenziamento delle eccellenze territoriali, la valorizzazione della qualità urbana (tra cui gli interventi per il centro storico e Villa Fidelia) e soprattutto i finanziamenti regionali per gli imprenditori della città.

Petali di Spello: il Cartellone del “teatro più emozionante dell’Umbria” L’operazione “Petali di Spello”, oltre all’ovvio riferimento all’Infiorata (come evidenziato nell’acronimo P.E.T.A.L.I., ovvero Promozione Europea di un Turismo Amante dei Luoghi Identitari), consegnerà a livello nazionale ed internazionale un grande strumento di conoscenza della città, della sua identità culturale e dei principali fenomeni di massa con cui si rappresenta. “Petali di Spello” è infatti la nuova brochure informativa dove si parla della città come del “Teatro più emozionante dell’Umbria”, nella logica in cui l’amministrazione comunale intende utilizzare il centro storico quale naturale luogo di rappresentazione dell’identità spellana e regionale.

L’A.r.s. in tavola dei ristoratori In occasione della manifestazione “Oro di Spello” ben 16 ristoranti hanno messo in campo tutte le loro potenzialità creando, anche attraverso la sinergia dei loro siti internet, il sito del Comune e della Pro Loco, dei menu a tema che hanno soddisfatto utenti ed esercenti in termini di organizzazione, risultato ed immagine. Il grande successo riscontrato li ha così spinti ad unirsi in una associazione (Associazione Ristoratori Spello), creando così il marchio “Ars in tavola” che avrà come obiettivo la valorizzazione dei prodotti locali di eccellenza, quali l’olio, la carne chianina, il tartufo, i funghi e i legumi. L’idea è di attirare un turista amante del nostro “distretto eno-gastronomico. Lavorazione della pietra rosa del Subasio

Lo sviluppo dell’artigianato locale Uno degli obiettivi dell’amministrazione comunale è quello di potenziare e promuovere la produzione artigianale di Spello, sia quella tipica (la pietra rosa del Subasio), sia quella caratterizzata sull’identità locale ma non tipica (legno, ferro, candele, macramè, ecc.). Si cercherà inoltre di favorire la crescita di attività privilegiando via Consolare e via Giulia e si prevedono corsi di formazione specializzati aperti ai giovani con il contributo delle Associazioni di Categoria.

10

Gli eventi turistici spellani sono sempre stati storicamente scollegati tra loro, e questo ha reso problematico in passato delineare una reale politica turistica accompagnata da coerenti strumenti comunicativi e di marketing. La logica dei Petali di Spello va in direzione opposta, ovvero prevede per la prima volta la creazione di un cartellone che ingloba tutte le manifestazioni tipiche della città (dall’Infiorata all’Oro di Spello) frutto di un progetto turistico consapevole ed integrato e soprattutto coordinato con l’intero Sistema “Spello”. In questa maniera sarà più facile lavorare alla costruzione di progetti finanziabili secondo i bandi a disposizione per i quali vengono garantite consulenza e supporto agli imprenditori aderenti.

gli artisti spellani “Nascosti ad Arte” La città di Spello si è sempre caratterizzata per la sua produzione artistica, per le botteghe d’arte che sono nate nel cuore della città svelando ai turisti suggestive atmosfere. Nasce così “Nascosti ad arte”, una originale mostra itinerante per le vie di Spello alla scoperta delle botteghe degli artisti locali che ha esordito per la prima volta l’anno scorso e si è confermata anche quest’anno sempre in occasione di Exolea, la manifestazione primaverile che promuove le tipicità locali non solamente da un punto di vista enogastronomico. Musicisti e pittori locali da qualche anno sono particolarmente attivi nelle attività culturali e nelle manifestazioni turistiche, tanto che l’amministrazione comunale ha intenzione di potenziare negli eventi le espressioni artistiche locali alla scoperta della città, prevedere un circuito guidato dell’arte contemporanea nelle sedi pubbliche, favorire l’apertura di ateliers privati all’interno del centro storico e mettere a bando gli spazi pubblici disponibili.

Il ciclismo e lo sviluppo turistico Il 24, 25 e 26 settembre torna il grande ciclismo all’insegna di sport, vita sana, turismo artistico ed enogastronomico. La manifestazione “Trittico Ciclistico del Subasio” prevede: venerdi 24 un meeting tecnico scientifico nel settore Bio-Medico con interventi  sugli aspetti storici e sociali del ciclismo; sabato 25 la “Cronoscalata degli Ulivi” da Spello a Collepino, riservato ad atleti Juniores ed Amatori anche di livello nazionale; infine domenica 26 si rievocherà un ciclismo di altri tempi nel “Primo Raduno Cicloturistico Terre del Cantico” che vedrà partire in testa bici d’epoca nella “Prima Ciclolonga Storica del Subasio”. Percorso unico sia per raduno cicloturistico che per la ciclolonga storica: Spello-AssisiPerugia-Torgiano-Bettona-Cannara-Spello. L’evento sarà gemellato con la manifestazione “L’Eroica” di Siena e viene realizzato con la collaborazione dell’Associazione Strada del Cantico di cui il Comune di Spello fa parte. La organizzazione dell’evento impegna tutte le forze ciclistiche della città, del GS Pedale Spellano e della Associazione medico-scientifica “ÁNCORA”.


NOTIZIARIO DEL COMUNE DI SPELLO

ECONOMIA E TERRITORIO

Zona PIP dell’area industriale e artigianale Si va finalmente definendo, con il completamento edificatorio dei capannoni e delle infrastrutture, la realizzazione della zona PIP dell’area industriale-artigianale. Previsto dal Piano Regolatore Generale (PRG), il Piano di Insediamenti Produttivi (PIP) di via Navello (dietro la ex Falcinelli) può essere considerata una scommessa vinta dall’Amministrazione per la complessità di un’operazione durata quasi dieci anni. Volutamente evitata l’espropriazione, la modalità adottata aveva previsto una condivisa e simultanea cessione di diritti dai proprietari dei terreni, all’amministrazione comunale, agli acquirenti per un totale di 28.000 metri quadrati. Un’area oggi trasformata in almeno 5 nuove attività produttive da parte di imprenditori che o hanno spostato ingrandendo o hanno costruito ex novo oppure messo sul mercato strutture

aziendali di grande pregio. Parallelamente si era avviato e ora completato un progetto infrastrutturale del valore di oltre 2 milioni di euro, grazie soprattutto ad un significativo contributo regionale, che aveva interessato fognature, condotte elettriche e telefoniche, le rotatorie di via San Felice e di via Ponte Sant’Andrea e la costruzione e l’asfaltatura della bretella di collegamento di Traversa di via Navello. “Molto è ancora da fare – spiega l’assessore con delega allo sviluppo economico Antonio Luna – ma nonostante la crisi si può oggi sostenere che Spello ha recuperato, anche per la visibilità conquistata dalla città negli ultimi anni aggiunta alla qualità di alcune importanti firme della zona industriale, un potere attrattivo verso nuovi investimenti imprenditoriali, processi produttivi e forze lavoro”.

Zona industriale di Spello

Un percorso verde tra Villa Fidelia e il centro storico

Villa Fidelia

Villa Fidelia potrà essere collegata alla città attrezzando a percorso parzialmente o totalmente pedonale l’attuale via Centrale Umbra, nel tratto che parte dalla chiesa di San Ventura. L’idea è inserita nel nuovo Piano del verde pubblico che vuole contornare le aree limitrofe alle mura della città e i percorsi della zona archeologica di nuove aree giardino, in modo da compensare l’attuale carenza di spazi pubblici attrezzati. Il progetto prevede un Percorso di verde pub-

blico che parta da Villa Fidelia fino a Porta Montanara passando per via Centrale Umbra, via Sant’Anna con l’area dei mosaici e via della Liberazione con le previste scale mobili. L’obiettivo è di creare una importante area parco pedonale, non sempre e necessariamente attrezzata, per valorizzare lo straordinario potenziale socio-economico determinato dal centro storico e da Villa Fidelia recuperando l’antica via sacra romana.

La nuova guida Turistica di Spello

Energia alternativa con il fotovoltaico

Sarà presentato entro l’estate il volume “Spello, Itinerari tra Storia Arte e Natura”, uno specifico lavoro analitico sullo straordinario contesto monumentale e paesaggistico di Spello a cura dell’assessorato al Turismo e con testi dell’archeologa Sabina Guiducci. “Dopo quasi tre anni di grande impegno, passione e fatica – afferma il vice sindaco Antonio Luna – possiamo finalmente presentare una moderna guida turistica che ritenevamo mancante nel nostro panorama editoriale. Ci piace pensare che la ricchezza visiva e testuale degli originali percorsi di scoperta della città possano divenire una vera gioia per gli occhi e la mente”. L’opera infatti è particolarmente dettagliata nelle sue oltre 400 pagine e fortemente attenta all’aspetto visuale con oltre 500 foto, quasi tutte inedite, oltre a mappe e ricostruzioni grafiche dei principali monumenti cittadini. Ciò grazie anche al prezioso contributo del “Circolo Cine foto Amatori Hispellum”, alla capacità professionale della Emaki Immagine e Comunicazione di Spoleto, alle capacità artistiche del pittore Gabriele Mancini. La guida è suddivisa in due parti: la prima parte è denominata: “Lo sviluppo urbano, itinerari nella città”. Nei sette capitoli in cui è suddivisa è rappresentata la cultura del centro storico così come ci è pervenuto attraverso i secoli e le stratificazioni architettoniche. La seconda parte del volume è invece denominata “Il paesaggio naturale, itinerari nel territorio”. Nei tre capitoli in cui questa sezione è strutturata, viene rappresentata la qualità naturale e paesaggistica del nostro circondario e lo spirito che esso emana. Tutti i capitoli sono inoltre introdotti da una descrizione del contesto storico-artistico in cui i sentieri di scoperta si avventurano. Il volume è in definitiva una raccolta di 22 itinerari tematici, più uno introduttivo, descritti lungo dieci capitoli che raccontano in tal modo la Splendidissima Spello.

In tema di sviluppo economico e ambientale, una delle priorità dell’amministrazione comunale è progettare e costruire un nuovo sistema di produzione energetica da fonti rinnovabili che possa consentire significativi risparmi di bolletta e ricavi da cessione di energia sia per l’amministrazione comunale che per quella parte di comunità spellana interessata. Per tale ragione si sta sviluppando un progetto su due versanti: fuori dal centro storico, l’Amministrazione comunale si doterà di impianti fotovoltaici utilizzando i tetti di alcuni edifici pubblici più adeguati all’irradiazione solare necessaria. Nella zona indu-

striale-artigianale, l’Amministrazione sta elaborando una interessante modalità aggiuntiva che potrebbe consentire di agire in termini di coordinamento ed intermediazione per impiantare pannelli fotovoltaici sui tetti dei capannoni più adeguati all’irradiazione. Per far questo si verificherà la disponibilità e la collaborazione degli imprenditori proprietari, sia per l’affitto delle superfici che per l’acquisto di quote per la costituenda società (quest’ultima possibilità estesa ad ogni cittadino interessato). L’idea è di costruire un rapporto tra pubblico e privato per la creazione di una possibile “Spello energia”.

STAZIONE ECOLOGICA Via Campagnola (ex campo containeir) Foligno martedì, giovedì, domenica: 8.30 - 12.30; mercoledì: 15.00 - 19.00; sabato: 8.30 - 11.30 / 15.00 - 18.00 PER IL RITERO DEI MATERIALI INGOMBRANTI

11


GIUGNO 2010

SOLIDARIETÀ E POLITICHE GIOVANILI

Asilo nido: grande attenzione ai servizi per l’infanzia Asilo Nido comunale – Spazio Gioco Da una poesia scritta dai genitori e dedicata alle educatrici: “…piano piano ci siamo ci siamo conosciuti, eravamo piccini piccini ne siamo diventati un po’ grandini. Con la nostra maestra…siamo molto felici…abbiamo disegnato, ballato, cantato e tante cose abbiamo imparato…andiamo via a malincuore…non ci scorderemo mai di te…”. Scrive in una lettera una mamma che ha usufruito del nido comunale per due anni: “Nel tempo ho potuto constatare la differenza di comportamento tra lui e i suoi fratellini più grandi che non sono stati al nido, riscontando comportamenti più responsabili, dovuti in grand parte all’insegnamento quotidiano ricevuto al nido. Qui mio figlio ha trovato educatrici e collaboratrici che gli hanno trasmesso affetto, calore, coccole, ma anche regole comportamentali, che gli hanno permesso di condividere tanti bei momenti insieme agli altri. Altro aspetto positivo l’alimentazione, la dieta variegata praticata ha permesso a mio figlio di crescere sano. Mi rendo conto di dire solo delle positività, ma per me è stato realmente così. Affermo che se dovessi avere un figlio ripeterei l’esperienza. Grazie a tutti”. “Questi brevi passaggi – spiega l’assessore ai servizi sociali Enzo Fastellini – sono di due lettere inviateci da genitori che hanno affidato i loro figli, anche per più anni, alla nostra struttura di Viale Poeta. Queste parole mi hanno ripagato di tutti gli sforzi che in questi ultimi anni, con lo staff comunale, abbiamo profuso in quello che ritengo essere uno dei servizi più qualificanti che la nostra amministrazione offre alla cittadinanza”. Il servizio Asilo Nido è infatti punto irrinunciaI Supernova al Flower Music Festival

Spazio alla creatività giovanile A causa del maltempo, è stato sospesa la “Festa della Creatività”, grande manifestazione estiva che si svolge ogni anno a Villa Fidelia che vede il coinvolgimento di tanti giovani del territorio. L’entusiasmo dei ragazzi era così alto che l’amministrazione comunale sta valutando la possibilità di riproporre un momento ricreativo per i giovani nelle strutture del Comune (Centro di Cà Rapillo oppure il Palazzetto dello Sport), da realizzarsi nel prossimo autunno.

Il giardino Roccioso Gli alunni della III B della Scuola secondaria di primo grado della città hanno realizzato un bellissimo “Giardino Roccioso” nel Parco accanto alla Torre Santa Margherita. Il terreno era stato consegnato ai ragazzi dalla Comunità Montana dei Monti Martani, del Serano e del Subasio con l’obiettivo di abbellire uno spazio all’aperto dove poter trascorrere alcune ore piacevoli in un ambiente idoneo. Con questo progetto i ragazzi hanno anche vinto il concorso “Progettare gli spazi di vita”. L’idea è di utilizzare questo spazio per organizzare i concerti dei ragazzi dell’indirizzo musicale.

12

bile della strategia amministrativa sul fronte dell’infanzia, tanto che in questi anni, aderendo alle linee guida della Regione in materia, il Comune ha lavorato affinché l’attenzione su questo fronte rimanesse molto alta anche da parte dei privati. “Occuparci dei nostri cittadini più piccoli – spiega l’assessore - vuol dire per noi avere cura della parte più fragile della risorsa umana di una società e della parte più vulnerabile dei nostri sentimenti da adulti. In coerenze con questi semplici, ma non poco importati principi, in controtendenza con le ristrettezze economiche che stiamo subendo come ente locale da parte del governo centrale, stiamo potenziando il servizio aumentando il numero dei bambini che potranno usufruirne. E’ infatti aumentato il numero delle richieste di iscrizione pervenute all’ufficio evidenziando, a mio modesto parere, che mentre in passato l’asilo nido era un servizio utilizzato dai genitori che, a causa del lavoro, non potevano accudire ai figli, oggi viene scelto anche perché viene identificato come luogo di formazione, dove l’aspetto didattico ha dignità pari a quella riconosciuta alla cura personale”. Asili privati Per dare risposte alle innumerevoli e particolari esigenze delle famiglie con bambini da zero a tre anni (considerato che il servizio pubblico in conseguenza della normativa nazionale che prevede il blocco delle assunzioni per gli enti pubblici, rischia sempre di più di non poter accogliere la crescente domanda di servizio) l’amministrazione comunale ha stimolato e

Flower Music Festival Ha ottenuto un grande successo il concerto “Flower Music Festival” organizzato nella settimana dell’Infiorata in piazza Kennedy. Tantissimi ragazzi hanno partecipato all’evento ballando e cantando sulle note dei gruppi musicali giovanili che si sono alternati sul palco. L’iniziativa è stata organizzata dal consigliere comunale Chiara Buono.

Piscina comunale Ha riaperto la piscina comunale di Spello con una nuova gestione e tante attività. L’impianto è aperto dalle 9 alle 19, con ingresso a euro 5, ridotto a 4 euro per i bambini fino a 10 anni e gratis per i bambini sotto i 6 anni. La piscina è dotata di una zona solarium, un campo per calcetto, pallavolo, pallacanestro e di un’area per giocare a ping pong e calcio Balilla. Sono inoltre in programma corsi di nuoto per adulti e bambini e corsi di acquagym.

Manutenzione dei plessi scolastici L’amministrazione comunale effettua in questi mesi estivi la manutenzione ordinaria dei plessi scolastici della città, in modo da restituire le strutture in piena efficienza all’apertura del prossimo anno scolastico. Si ricorda che il Comune di Spello è uno dei pochi comuni che ha tutti i plessi scolastici in regola con la normativa edilizia nazionale vigente, sulle norme di sicurezza.

Distretto sanitario Sono terminati i lavori di recupero del complesso di San Filippo Neri destinati ad ospitare la nuova sede del Centro salute di Spello. A disposizione dei cittadini

supportato soggetti privati presenti sul territorio comunale, per la nascita di nuove strutture. Le strutture private, regolarmente autorizzate all’esercizio, in regola con la normativa regionale e nazionale vigente, garantiscono qualità e professionalità di alto livello.

Festa dei bambini a Santa Luciola

RIASSUMIAMO I SERVIZI AUTORIZZATI: servizi comunali Asilo Nido “Bimbinsieme” Spazio giochi pomeridiano

servizi privati Agri Asilo “Compagnia dei Birichini” Spazio Gioco “Compagnia dei Birichini” Spazio Gioco “Pinocchio” Centro per bambine, bambini e famiglie “Pinocchio” servizi privati di prossima apertura Nuova struttura a Capitan Loreto Asilo aziendale L’attività dell’amministrazione comunale su questo fronte, ha fatto si che ad oggi il nostro Comune si sia attestato al disopra della percentuale fissata al 33% dal Ministero delle Politiche Sociali in relazione alla popolazione 0/36 mesi, per i servizi offerti all’infanzia.

ci saranno nuovi e più ampi spazi che l’amministrazione comunale vorrebbe utilizzare per rendere ancora più qualificati i servizi esistenti ed aggiungerne altri sperimentali. L’idea è infatti di organizzare nuovi servizi che siano più rispondenti alle esigenze sanitarie crescenti dei cittadini. Il nuovo Centro Salute sarà strutturato tenendo in considerazione gli eventuali nuovi servizi che verranno progettati con il contributo della Asl 3 e dei medici di base, con i quali già si è intrapreso un percorso di confronto.

Anziani Residenza protetta Villa Fantozzi È stato installato un nuovo impianto di climatizzazione totale per l’intera struttura, con un investimento di circa 20mila euro, dando così risposta alle numerose direttive del Ministero della Salute in merito all’emergenza calore. Un costante impegno è rivolto alla ricerca di fondi da destinare allo sviluppo di importanti progetti, quali quelli già in programma della Musicoterapia e della Pet Terapy, progetti sperimentali ed innovativi.

STAZIONE CARABINIERI DI SPELLO ATTENTO ALLE TRUFFE CHIAMA IL 112


NOTIZIARIO DEL COMUNE DI SPELLO

INNOVAZIONE E ORGANIZZAZIONE

Il Portale web del Comune di Spello Strumento di servizio, informazione e promozione turistica per la città

Spello Mobile: il sito a portata di click Il Comune di Spello si lancia nella sfida della multicanalità: con il progetto “Spello Mobile” le sezioni principali del sito del Comune saranno presto navigabili anche da dispositivi mobili come palmari, cellulari dotati di browser o smartphone. Per collegarsi basterà infatti accedere all’indirizzo www.comune.spello.pg.it con il proprio dispositivo mobile, senza bisogno di memorizzare nuovi indirizzi web.  Il dispositivo mobile, al momento della visualizzazione di una pagina, presenterà i contenuti in maniera semplificata, impaginandoli in modo che si adattino alle dimensioni del tuo cellulare. Con la versione mobile del portale comunale è possibile consultare le ultime notizie, le informazioni su servizi ed uffici comunali, gli orari dei musei cittadini, le informazioni sulle mostre e l’agenda settimanale di eventi e manifestazioni di Spello.

Spello wifi: copertura delle piazze di Spello Per rendere immediatamente fruibile i contenuti del nuovo portale Spello MOBILE anche ai turisti e ai cittadini in mobilità, da agosto sarà attiva la copertura WIFI in Piazza Kennedy, Piazza Matteotti, Piazza della Repubblica. “L’amministrazione – afferma l’assessore Liana Tili – ha mantenuto l’impegno assunto con il programma elettorale realizzando la copertura WIFI dei punti principali della città per connettersi con dispositivi mobili (palmari, cellulari dotati di browser o smartphone) e navigare in internet. Inoltre, almeno nella fase sperimentale, il servizio sarà completamente gratuito”.

Traffico di utenza dal 1 gennaio al 29 giugno 2010

Per consultare la versione mobile è necessario utilizzare palmari (PocketPC, Windows Mobile, PalmOs, iPhone OS, Android), SmartPhone (Symbian, MS SmartPhone) o cellulari dotati di browser. Il servizio permetterà: Adattività a risoluzioni diverse Riduzione di immagini Controllo di sussistenza plugin Peso delle pagine minore di 50kb Riduzione/Eliminazione input di testo Semplificazione dei menu di navigazione Per rendere il servizio ancor più efficiente ogni cittadino può contribuire segnalando eventuali malfunzionamenti con particolari dispositivi, utilizzando il canale attivo su Facebook o inviando una email all’indirizzo info@comune.spello.pg.it.

Una guida interattiva all’interno del sito All’interno della sezione turistica del sito sarà realizzata una guida interattiva dei punti di interesse, navigabile su mappa della città e in grado di offrire per ciascun punto di interesse: localizzazione su mappa di eventi e beni culturali; scheda di dettaglio con descrizione testuale, immagine, eventuale link a pagine di approfondimento; collegamento ai Social Network Flicker e YouTube per la visualizzazione di foto e filmati. La Guida sarà realizzata in Flash e potrà essere distribuita anche su chiave Usb o Cd.

Un canale su Youtube del Comune di SpelloVerrà realizzato il canale Comune di Spello su Youtube, attivando un profilo dedicato per il caricamento dei filmati relativi agli eventi della città. Tutti i filmati saranno resi visibili anche sul sito web comunale e sulla webtv cittadina. Verranno inseriti 5 filmati per l’avvio del canale. La guida interattiva della città

Il Comune all’avanguardia approda su Facebook Il Comune di Spello ha aperto da ben otto mesi la sua pagina ufficiale su Facebook, una pagina che vuole essere la piazza virtuale di Spello in cui i cittadini si incontrano e soprattutto incontrano le istituzioni locali che attraverso questo nuovo strumento si aprono ancora di più al dialogo, al confronto, al dibattito. Al momento gli iscritti sono 2165, con contatti che arrivano da tutto il mondo. Nel corso di questi mesi, sono state aperte su Facebook anche nuove pagine istituzionali su temi specifici, come “Le tue idee per il bilancio del

Comune di Spello” ed “Eventi culturali a Spello” per essere costantemente informati sulle iniziative che si svolgono nel nostro Comune. Dopo essere stato il primo Comune della regione con un servizio di video chat, il secondo solo dopo il capoluogo regionale ad avviare la web tv, le pagine su Facebook sono un innovativo strumento di comunicazione e di interazione fra comunità ed istituzioni, che manifesta forte sensibilità verso le istanze e le esigenze della giovani generazioni.

Video chat Torneranno a settembre gli appuntamenti in video chat con il sindaco. Novità assoluta saranno le video chat tematiche con gli interventi di più soggetti su temi specifici, una specie di tavola rotonda in grado di fornire informazioni ancora più approfondite. Si ricorda che la video chat viene attivata nel portale del Comune, oppure tramite Facebook.

www.comune.spello.pg.it

I dati del Portale del Comune di Spello dal 1 gennaio 2010 al 29 giugno 2010

13


GIUGNO 2010

BILANCIO Bilancio di previsione 2010 Il Consiglio comunale con delibera n.11 del 12.03.2010 ha approvato il Bilancio di previsione 2010 e pluriennale 2010-2012, confermando tutte le indicazioni ed i contenuti individuati dalla giunta comunale. È il primo bilancio di previsione dell’Amministrazione che si è insediata con le ultime elezioni amministrative del 6-7 giugno 2009. Nella costruzione del bilancio si è inteso lavorare con un metodo di confronto e coinvolgimento di tutti, con l’iniziativa “Il Bilancio con le Tue idee!” sono stati effettuati una serie di incontri nel territorio coinvolgendo i cittadini per ascoltare le loro proposte ed esigenze. Incontri si sono svolti anche con i sindacati, le associazioni di categoria e per coinvolgere i giovani è stata creato un gruppo sul social network facebook. Quello approvato è un bilancio annuale di 12.329.106 euro, con 7.694.520 euro per spese correnti, mentre gli investimenti corrispondono a 3.421.127 euro. Il bilancio consolida, nel rispetto del patto di stabilità, l’obiettivo di garantire il livello quantitativo e qualitativo dei servizi erogati, con una programmazione ispirata alla crescita culturale, allo sviluppo sostenibile, alla semplificazione burocratica ed al miglior uso delle risorse. Per quanto riguarda le entrate restano invariate l’Ici, l’Addizionale Comunale Irpef resta allo 0,50; invariata anche la Tosap (occupazione suolo pubblico), mentre la Tarsu registra un aumento del 10% (per arrivare a coprire il 100% del costo del servizio). Nonostante questo Spello è uno dei Comuni in cui una famiglia paga meno della media regionale (per le abitazioni: 0,99 €/mq.). Per il 2010 non è stata prevista l’accensione di nessun mutuo, mentre è stata prevista l’alienazione dell’azienda agraria di circa 40 ettari in località Acquatino e di alcuni uliveti di proprietà comunale, con il bando di vendita che sarà pubblicato a breve e con il cui ricavato si finanzieranno gran parte degli investimenti previsti. Riguardo alla spesa c’è attenzione all’istruzione pubblica con 469.036 euro, al territorio ed ambiente con 2.358.286 euro (di cui 1.079.607 euro per la gePalazzo comunale stione del servizio rifiuti), al sociale con 825.695 euro, previsto anche un fondo per le emergenze e le nuove povertà, istituito dall’Amministrazione per fronteggiare le criticità sociali non gestibili e risolvibili attraverso gli strumenti ordinari. Tra le novità per il 2010 un capitolo specifico creato per le politiche giovanili e dell’immigrazione. Riguardo agli investimenti il bilancio intende sostenere e contribuire all’economia del territorio prevedendo, fra il 2010 e il 2012, ben 6.245.000 di euro per nuovi interventi in opere pubbliche, che andranno a completare il quadro di infrastrutture e servizi in corso.  L’intento è anche quello di creare opportunità per le imprese e mantenere alta l’attenzione al lavoro. Tra gli interventi previsti nel 2010: la manutenzione straordinaria delle strade comunali (450mila), l’ampliamento e sistemazione del Cimitero (750mila), nuovi parcheggi ed il ripristino del muro in viale Poeta per (200mila). In conclusione, il documento approvato dal Consiglio comunale attesta che il Comune di Spello è un’azienda con un bilancio sano, solido e in equilibrio, un bilancio che pensa al presente guardando al futuro, in grado di gestire al meglio le risorse nel pre-

14

sente e in grado di affrontare con ragionevole serenità le grandi sfide dei prossimi anni, con la capacità di guardare oltre l’immediato e investire in progetti di ampio respiro, che inseriscono Spello in un quadro di livello regionale. Manovra anticrisi del Governo: previsti tagli per 717mila euro nei prossimi due anni Dai primi calcoli sull’incidenza che avrà la manovra anticrisi varata dal Governo emerge una forte preoccupazione per gli effetti negativi che avrà sui conti municipali. L’assessore al bilancio Vittorio Ciancaleoni afferma con amarezza: “La manovra finanziaria varata dal Governo nazionale è necessaria ed inevitabile, ma fortemente iniqua. Tagli indiscriminati fatti in maniera lineare e non ponderata sono quanto di più sbagliato si possa fare. Nel nostro comune il D.L.n.78 del 31.05.2010 determinerà un taglio dei trasferimenti pari a 268mila euro per l’anno 2011 e di 448mila euro per l’anno 2012. Siamo costretti a procedere al blocco di qualsiasi impegno di natura pluriennale a cui non potrà essere garantita la copertura finanziaria”. In questi anni l’amministrazione comunale ha fatto di tutto per razionalizzare la spesa, nel rispetto delle regole ed alla costante ricerca della massima efficienza, ma ancora una volta saranno penalizzati i comuni virtuosi come quello di Spello. Alla fine risulta evidente la disparità di effetto che si produce tra un comune e l’altro. Disparità che non segue una logica meritocratica, ma anzi paradossalmente sembra colpire più duramente proprio chi ha i conti a posto rispetto a chi è in rosso. Colpisce ancor di più quei comuni che tengono basse imposte e tasse e spendono di più nei servizi alla persona. Addirittura è stata abrogata la norma che prevedeva il sistema premiante per gli enti virtuosi. I cittadini - spiega l’assessore Vittorio Ciancaleoni - devono sapere che i tagli del Governo e i vincoli del nuovo patto di stabilità si trasformeranno inevitabilmente o in riduzione dei servizi offerti (mense, trasporti, scuola, cultura, sociale, ecc.) o in un aumento delle tasse e delle tariffe dei servizi pubblici”. Anziché alleggerire la pressione fiscale dello stato sui comuni, dunque la manovra aggrava un peso che già era difficilmente sostenibile e continua nella direzione di diminuire l’autonomia fiscale e in generale le nostre entrate. “Auspichiamo - conclude l’assessore - che il Governo accolga le richieste avanzate dall’Anci, introducendo dei correttivi e delle modifiche che vadano nella direzione di un riequilibrio che tenga conto di una logica meritocratica, che premi e non penalizzi le gestioni efficienti”. Approvato il Piano delle alienazioni e valorizzazioni dei beni comunali. In vendita l’Azienda agraria di Acquatino e alcuni uliveti Il Consiglio comunale con delibera n. 8 del 12.03.2010 ha approvato il Piano per le alienazioni e

le valorizzazioni dei beni di proprietà comunale non strumentali all’esercizio delle funzioni istituzionali dell’Ente. Si tratta di un adempimento obbligatorio introdotto dall’art. 58 del Decreto Legge 112/2008, successivamente convertito con la legge 133/2008. Le proprietà che l’amministrazione comunale ha deciso di inserire nel Piano sono: l’azienda agraria sita in località Acquatino che comprende alcuni fabbricati e terreni agricoli destinati ad uso seminativo per una superficie di circa 40 ettari ed inoltre alcuni terreni destinati ad uliveti. Va evidenziato che il piano delle alienazioni e delle valorizzazioni immobiliari rappresenta un importante strumento di programmazione, che consentirà di razionalizzare le proprietà dell’Ente rendendo possibile la dismissione di immobili considerati non più strategici per l’attività del Comune.  Una   corretta politica di dismissioni immobiliari  consente  di reperire  risorse finanziarie utili per il finanziamento di importanti opere pubbliche ed investimenti  destinati alla valorizzazione del territoPalazzo Urbani Acuti rio.  E’ evidente quindi come il prossimo avvio del piano delle alienazioni, unitamente agli interventi negli investimenti che ne conseguiranno, rappresenta una grande opportunità e vedrà la struttura comunale, in ogni sua articolazione, fortemente impegnata per il raggiungimento degli obiettivi previsti.  L’alienazione dei beni avverrà tramite asta pubblica, il bando sarà pubblicato entro le prossime settimane. Operazione Trasparenza: on line curriculum, retribuzione, assenze e presenze del personale È stata aperta nel sito istituzionale del Comune di Spello una sezione specifica chiamata “Trasparenza, valutazione e merito”. Qualunque cittadino potrà liberamente accedere alla pagina e leggere il curriculum vitae dei responsabili di settore e la loro retribuzione lorda annua, ma anche i tassi di presenza e assenza del personale, con riepilogo mensile ed evidenza dei giorni di assenza incluse le ferie, escluse le ferie e con il calcolo delle medie. L’iniziativa nasce in ottemperanza a quanto previsto dalla recente normativa nazionale promossa dal Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione (art. 21 Legge n. 69 del 18 giugno 2009). Si prevede che il lavoro possa essere implementato in futuro anche con altre informazioni, quali ad esempio le valutazioni annuali e il raggiungimento degli obiettivi, con trasparenza anche nei percorsi di carriera ed i criteri utilizzati. La Giunta sta inoltre lavorando ad una riorganizzazione dell’Ente, che porterà a ridisegnare la pianta organica nel suo complesso, in un’ottica più moderna ed efficiente, nel rispetto delle professionalità presenti, con l’obiettivo di migliorare i servizi e rendere l’azione amministrativa sempre più rispondente ai bisogni dei cittadini. La riorganizzazione passerà anche attraverso un processo di semplificazione organizzativa con una riduzione del numero delle strutture apicali. L’intenzione è di creare un Comune che diventi esempio di buona amministrazione e di efficienza, perché si ritiene che tra i principi ispiratori più importanti ve ne siano tre: la legalità, la trasparenza e la meritocrazia con la valorizzazione delle professionalità.


NOTIZIARIO DEL COMUNE DI SPELLO

LA VOCE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Le cose stanno così Le cose stanno cosi: l’Italia si è indebitata oltre il limite di sopportazione economica; se continuiamo così rischiamo lo sfascio totale (come è successo in Argentina e come stava per succedere in Grecia). Non è necessario essere dei grandi economisti per capire che ci indebitiamo se spendiamo più di quello che guadagniamo. Le entrate di uno stato derivano per la grandissima parte dai tributi (tasse, imposte e contributi) mentre le spese dovrebbero essere quelle che lo Stato in tutte le sue articolazioni (comuni, regioni, ministeri, etc) sostiene per i servizi e le sue funzioni (es. sanità, scuola, strade, energia, sostegno all’imprese, pensioni etc). La prendo troppo lunga per arrivare a parlare del Comune di Spello? Ma ritengo che va capita l’idea che ha in mente questo governo. Abbiamo scritto nel nostro programma elettorale: “ La globalizzazione ha messo a contatto ravvicinato le disuguaglianze rendendole comunicanti tra loro. E’ accaduto così che diversi livelli di salario e diverso godimento dei diritti provocassero trasferimenti imponenti di persone da un luogo all’altro del pianeta e altrettanto imponenti de-localizzazioni di imprese in cerca di situazioni meno protette e più competitive. Si tratta per l’appunto dell’azione livellatrice del principio dei vasi comunicanti e non c’è forza al mondo che possa impedirlo, né economica né politica né militare. La globalizzazione ha messo in moto la tendenza verso il livellamento con le conseguenze che ne derivano: di abbassamento del tenore di vita per chi si trova ai livelli più elevati e di innalzamento per chi soffre la penuria dei livelli più bassi. Movimento incomprimibile che può tutt’al più essere rallentato e gradualizzato, ma non certo impedito. Tutto avverrà in maniera graduale, ma avverrà; e la storia procederà per assestamenti successivi, ma con una invariante assoluta: le risorse del pianeta. Che non sono inesauribili. E i nostri ragazzi (figli e nipoti) dovranno crescere fra queste contraddizioni e per essere in grado di progredire dovranno essere preparati a modelli culturali adeguati.” Di fronte quindi a questa grande sfida è necessario in primo luogo essere uniti, e che ognuno faccia la sua parte, e ognuno contribuisca alla crescita generale. Il comune di Spello sta facendo la sua parte, e da parecchio, parsimonioso nelle spese, indirizzate a sviluppare quello che avevamo promesso. Ebbene il governo

che dice? Che la causa della spesa è della struttura pubblica e dei dipendenti pubblici che sono una palla al piede di chi realmente produce la ricchezza in questo paese. E quindi tagli alla scuola, alle pensioni e stipendi del pubblico impiego, tagli alle regioni e comuni. E questa è la prima grande divisione che il governo introduce brutalmente nella società italiana, come se la nascita e le crescita di qualsiasi impresa possa avvenire in un deserto culturale e organizzativo. La seconda grande divisione che introduce questo governo è fra chi paga e chi non paga le tasse. Per chi le paga le tasse sono aumentate al 58% del suo reddito. Chi non le paga la fa franca (sono 100 miliardi le imposte evase - le imposte, non l’imponibile!-). L’importante è avere il consenso immediato. E anche per quanto riguarda le spese, la corruzione (fra la quale anche quella della cosiddetta “cricca”, e abbiamo saputo dalla stampa , che ora si vuole imbavagliare, chi erano i personaggi e a chi erano vicini) ci costa 90 miliardi di euro, pari a tre finanziarie. Certo tante cose si dovrebbero fare, e si potrebbero fare se si ha a cuore il bene pubblico e non il proprio tornaconto: riduzione dei costi della politica (e sono decine e decine di miliardi) diminuendo il numero dei parlamentari, riducendo i livelli amministrativi fra regioni e comuni, attuando un vero federalismo fiscale in modo che le regioni e i comuni (soprattutto al sud) siano più responsabili, far pagare le tasse a tutti in modo che tutti paghino meno e si possa investire proprio sulla scuola (pubblica) e sulla ricerca; cercando di attenuare le divisioni e le differenza sociali. Il comune di Spello, pur essendo un comune virtuoso, subirà un taglio delle entrate di circa 700.000 euro negli anni 2011-12. Penso che dovremo far di tutto per mantenere i servizi attuali e i compiti istituzionali del comune: accelerando le attività che possono portare, a regime, una riduzione di costi di gestione; ridefinendo la dotazione di personale dell’ente anche alla luce dei pensionamenti; riducendo ulteriormente le spese del consiglio comunale e della giunta anche anticipando le norme di legge che ne determineranno la composizione. Forse non basterà, ma il comune e le regioni non possono diventare “ la pistola fumante del governo per sparare sul popolo“

Manovra finanziaria o ulteriore tassa sui lavoratori dipendenti pubblici e privati? E come al solito i conti non tornano, i bilanci pubblici del nostro Stato fanno acqua da tutte le parti e la manovra finanziaria Berlusconi-Tremonti 2011-2012 da 24 miliardi di euro scarica i tagli di spesa,esclusivamente sulle spalle dei lavoratori dipendenti , privati e pubblici, dei pensionati e degli enti locali. E se nessuno fino ad ora non vi ha spiegato chi pagherà questa manovra è semplice capirlo: Zero euro: è quanto pagherà il 10% della popolazione più ricca (ad iniziare da Berlusconi e simili) che possiede il 50% della ricchezza totale del Paese. 2000-3000 euro: è quanto pagherà ognuno dei 3.500.000 lavoratori pubblici. 3500-5000 euro: è quanto mediamente pagherà ogni insegnante. 50-60.000 licenziati: è il numero dei lavoratori precari che verranno licenziati nella scuola, università e ricerca. 14 miliardi tagliati a regioni, comuni, provincie: cinquanta milioni di cittadini (lavoratori, giovani, pensionati, disoccupati) avranno meno scuole dell’infanzia, meno asili nido, meno mense scolastiche, meno sanità, meno lavoro, meno trasporti; più tasse, più tariffe, più rette, più sanità, scuola e servizi a pagamento. Questa manovra o strategia del governo riporta indietro di anni luce l’ipotesi di ottenere successi riformatori per allargare il campo delle conquiste sociali e dei diritti del lavoro e temi come quelli del salario minimo,orario garantito,o salario sociale troveranno ancor meno possibilità di essere inseriti nelle prioritarie azioni di governo.

La crisi ci deve insegnare che è arrivato il momento del conflitto sociale e di lottare per dire che questa volta a pagare dovrà essere qualcun altro. BATTIAMOCI PERCHÉ: PAGHINO SOLO GLI ULTRARICCHI! 1. Tassazione delle rendite finanziarie dal 12,5 attuale al 20%: entrate per lo Stato 4 miliardi. 2. Tassazione del 10% dei capitali esportati all’estero da duecentomila evasori e “puliti” con lo scudo fiscale: entrate per lo Stato 10 miliardi. 3. Tassazione di grandi ricchezze e patrimoni oltre i 500.000 euro: entrate per lo Stato 10 miliardi. Inoltre: 4. Riduzione del 10% delle spese militari: risparmi per lo Stato 3 miliardi. 5. No al Ponte sullo stretto di Messina: risparmi per lo Stato 1 miliardo. 6. Basta finanziamento alle scuole private: risparmio per lo Stato 500 milioni. Totale risparmi e maggiori entrate per lo Stato: 28,5 miliardi di euro. Facciamo si che nei 14 miliardi di tagli previsti a comuni, provincie e regioni non rientrino i cosiddetti comuni o enti virtuosi, come nella nostra realtà dove i conti tornano sempre e che in virtù di tale manovra sarebbe sempre più difficile mantenere.

Il PdL per il mantenimento a Spello del Centro di Manutenzione SNAM Da diversi anni ha sede in Spello il Centro di Manutenzione SNAM, che opera sul territorio di diversi comuni limitrofi per la manutenzione della rete di trasporto e distribuzione del gas naturale con un organico che è attualmente di nove dipendenti, di cui due nostri concittadini mentre i restanti provenienti dal territorio del folignate. Il centro di Manutenzione SNAM svolge un servizio che per tipologia può essere considerato unico nel nostro territorio e con contenuti tecnici particolarmente qualificanti. Esiste purtroppo il progetto, in fase di perfezionamento da parte di SNAM, dello accorpamento in un nuovo Centro di Manutenzione dei servizi territoriali di Spello e Rieti , e che per tale realtà produttiva sarebbe stato individuato un sito in prossimità di Spoleto. Il Popolo della Libertà di Spello dice NO a questo progetto in quanto lo spostamento del Centro di Manutenzione costituirebbe un ennesimo colpo alla locale realtà artigianale ed industriale, già pesantemente provata dalla crisi in atto, e sarebbe la perdita di una delle poche eccellenze produttive nel nostro territorio. Il Centro di Spello , per sue specifiche peculiarità, quali caratteristiche della struttura, ubicazione baricentrica rispetto al territorio regionale, adeguatezza del collegamento stradale per azioni di manutenzioni anche nell’ area dello spoletino - reatino, possiede tutti i requisiti per divenire sede dell’ eventuale nuovo Centro di Manutenzione Interregionale che SNAM intende attuare. Dal punto di vista urbanistico, l‘immobile in cui il servizio ha sede, di stile razionale e moderno , con limitato impatto visivo e volumico, è ormai integrato nel tessuto urbano della nostra periferia, al limite esterno di una area che dovrebbe essere riconosciuta come “irrinunciabile” per la separazione tra l’area urbana e l’area a vocazione agricola del nostro territorio: lo smantellamento del Centro porterebbe anche il problema della riutilizzazione dell’ edificio, che rischierebbe gli esiti del degrado e dell’abbandono. Va considerato inoltre che per i dipendenti della sede di Rieti, che sarebbero interessati dal progetto di ristrutturazione, si potrebbe configurare un riassorbimento nelle strutture del Gruppo in loco o in aree limitrofe, in quanto molto più funzionali a tale personale per disponibilità di strutture di trasporto rispetto alla possibile sede di Spoleto. Dal punto di vista delle perdite immediate va considerato che lo spostamento del Centro di Manutenzione comporterebbe la perdita di introiti per le casse del Comune di Spello quali ICI , TOSAP etc.etc., che non richiedono spese in merito da parte dell’ente, e che la struttura si avvale prevalentemente delle aziende e degli esercizi commerciali di Spello per l’acquisizione di quanto necessario all’espletamento del servizio, per gli interventi di pulizia e della manutenzione ordinaria e straordinaria dell’ edificio. Il Popolo della Libertà di Spello, mobilitandosi su tale problema, fa pertanto appello a tutte le forze politiche veramente sensibili allo sviluppo del nostro territorio affinché si attuino le azioni necessarie a tutti i livelli non soltanto per il mantenimento a Spello del Centro di Manutenzione ma anche e soprattutto per il suo potenziamento e chiede pertanto di aprire direttamente con SNAM un tavolo di confronto su tale progetto.

Ma a cosa serve il Piano Regolatore Generale? Una vecchia prassi politica delle amministrazioni di sinistra, è quella di pubblicizzare ai quattro venti tutto ciò che fanno, o che vorrebbero fare, o che vorrebbero far credere di aver fatto, come faceva Peppone che appena architettato qualche maneggio inviava subito i suoi fedelissimi ad imbonire in qualche modo il “popolo”. A Spello si cominciò a fare conferenze programmatiche cercando di coinvolgere tutte le categorie impiegando un politichese professionale, rosee speranze ed un ambientalismo isterico. Si pensò bene, però, di non evidenziare il ricorrente sistema di affidare sempre agli stessi studi professionali queste commesse, che seppure pilotate ed imbeccate bene, spesso ritornavano con lacune ed errori tecnici, quindi si può dire che il P.R.G. di Spello partito non bene, sia ritornato peggio e molto sbilanciato, a riprova di ciò c’è la spropositata mole di rilievi mossi verso lo stesso. In buona sostanza attualmente noi abbiamo una situazione in cui l’edilizia privata, intesa come di “privato cittadino”, è sempre più vincolata a piani regolatori a parametri ambientali a vincoli architettonici e ad aree irrinunciabili con conseguente aumento di costi facilmente intuibile, mentre facendo in Giunta varianti e controvarianti tagli e ricuciture si è lottizzato tutto il territorio comunale al di sotto della superstrada che va dal confine di Assisi alla Paciana intervenendo in modo pesantissimo e irreversibile sul futuro di Spello. È evidente che in tutto ciò, con grande interesse, gruppi imprenditoriali, aborigeni e non, hanno riversato tutte le loro attenzioni e grandi investimenti in questo fiorire di bi-famigliari e palazzetti vari. È altresì innegabile che, in questo momento in cui una miriade di agenzie immobiliari cerca di vendere di tutto e di più, non si avverte certo il bisogno di nuovi insediamenti impegnando nuovi territori, specie nelle nostre zone dove dopo la “manna” del terremoto è tutto un fiorire di cartelli “vendesi”, per la strada, nelle agenzie e nei giornali. A quanto sopra occorre anche aggiungere che in alcuni casi sono stati presentati progetti che pur avendo chiesto una notevole cubatura, come fine attuale non hanno quello di insediamento abitativo vero e proprio ma la pratica corrente ormai ci ha insegnato che “nel mezzo del cammin di loro vita” con la scusa di sopravvenute necessità, si presenta una bella variante con cambio di destinazione d’uso poi magari un’altra variante della variante e tutto diventa “canonico insediamento abitativo”. È per questo che parlando con gli spellani delle vicende cittadine ricorrentemente ci sentiamo rivolgere la domanda con cui abbiamo titolato l’articolo: “Ma a cosa serve il Piano Regolatore Generale” noi vorremmo dire loro che il P.R.G. dovrebbe essere la cura del passato, il buon vivere del presente e l’onesto traguardare del futuro, ma con profonda tristezza saremo costretti a constatare ormai troppo tardi che così non è, e forse stiamo impelagando irrimediabilmente ciò che dovrebbe essere lasciato integro alle generazioni future.

BRUNO BROZZI Gruppo Consiliare Il Centrodestra per Spello

ENRICO BLASI Gruppo Consiliare Spello LIbera

CORRADO ROSIGNOLI Capogruppo del Partito Democratico in consiglio comunale

CHIARA ANGELI Capogruppo Uniti nel Centro Sinistra per Spello

15


AGOSTO 2010

LA VOCE DELLA MINORANZA

LA VOCE DELLA MAggIORANZA

BILANCIO

ORgANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

SOLIDARIETÀ E POLITICHE gIOVANILI

ECONOMIA E TERRITORIO

OPERE PUBBLICHE

•CULTURA E TURISMO

Notiziario del Comune di Spello

Sped. AP. Art.2, comma 20/c, L. 662/96 D.C.I. /Ancona P.G. Autorizzazione Tribunale N. 685/3-2-1984


Notiziario del Comune di Spello