Page 1

Periodico di motori, sport, cultura e attualità

Giugno 2012

Anno XXXII - N° 113

Spedizione in abbonamento postale 70% Filiale Milano DISTRIBUZIONE GRATUITA

www.amiciautodromo.it

ASSOCIAZIONE AMICI DELL’AUTODROMO E DEL PARCO

UNIONE SOCIETÀ SPORTIVE MONZESI

Un cuore grande... come il Festival di Roberto Summer

È arrivato giugno e, come ogni anno, è in rampa di lancio il Festival dello Sport, organizzato dall’Unione Società Sportive di Monza e della Brianza, giunto ormai alla 37° edizione (la prima risale al 1976, quando un gruppo di amici ebbe l’idea di fare qualcosa per le Società Sportive cittadine, per dare spazio alle loro attività, in modo di presentare alla città, almeno una volta all'anno, il loro impegno ed il loro lavoro): il 16 e 17 giugno, nella prestigiosa cornice dell’Autodromo di Monza (cortesemente concesso dalla SIAS che gestisce l’impianto), quasi cinquemila atleti di circa 80 società sportive del territorio daranno vita a due giorni di spettacolo e di confronti leali in più di novanta discipline, di sano agonismo per atleti e dilettanti, di divertimento per chi fa sport e per chi sta semplicemente a guardare, attirando una folla stimata in circa 40.000 persone. Ma mai come quest’anno la manifestazione è stata sul punto di non disputarsi: come ci dice Pietro Mazzo, vero infaticabile motore dell’eccezionale kermesse, nella sua qualità di presidente dell’USSMB, col prezioso coordinamento di Enrico Radaelli, vice presidente (e presidente ASAAP), con la fattiva ed entusiastica collaborazione di tutto il consiglio direttivo dell’Unione e con grande dedizione da parte di tutti i dirigenti e i volontari (gente che professa i veri valori dello sport, che lavora in silenzio, lontano dai riflettori): “Difficoltà logistiche, economiche e organizzative ci hanno messo duramente alla prova: la situazione economica nazionale e locale ha reso molto difficile reperire sostenitori (ringrazio calorosamente Credito Artigiano e Beta Utensili, che anche quest’anno, come sempre, non hanno fatto mancare il loro vitale sostegno, e la SIAS, che è sempre un punto di riferimento), associazioni che ci aiutassero e sostenessero: ma non fare il Festival dello Sport sarebbe stato uno smacco personale per me e sarebbe stato molto grave per l’Unione e per tutte le società sportive. E allora, nonostante il periodo critico, la

congiuntura economica e le condizioni non ottimali, abbiamo deciso di organizzarlo impegnandoci a fondo, perché il Festival è gioia e felicità per tutti: il risultato è un Festival che nasce dal cuore, dalla passione, dall’impegno e dalla volontà di perpetuare un evento per la gente e per lo sport dell’intera Provincia di Monza e della Brianza.

Fortunatamente le istituzioni ci sono sempre vicine, dal Comune di Monza alla Provincia, dalla Regione Lombardia al CONI, per finire con molti Comuni del territorio che mai come quest’anno hanno dato il loro patrocinio alla manifestazione. Il nostro slogan recita "Lo sport unisce Monza e la Brianza, l'USSMB unisce lo sport dal 1976". Abbiamo sempre cercato di interpretare le

esigenze del territorio guardando al futuro con una formula che ha permesso, anno dopo anno, di veder aumentata l’entusiastica e massiccia partecipazione degli spettatori. Il Festival dello Sport abbraccia diverse tematiche, dal tempo libero alle discipline agonistiche, passando per le attività assistenziali e il volontariato: quest’anno sarà un evento più sobrio e contenuto in termini logistici e mediatici, ma noi dell’USSMB siamo convinti di aver fatto un buon lavoro con i mezzi a disposizione e siamo certi che anche quest’anno la migliore risposta verrà dall’affluenza del pubblico. Sono due gli aspetti che hanno assicurato il successo del Festival: in primo luogo il fatto che i veri protagonisti sono le società sportive e i visitatori, in secondo luogo la passione che ogni anno ci spinge a creare una kermesse di livello. E mi piace concludere questa mia intervista con una frase di Albert Einstein: “Soltanto una vita vissuta per gli altri è una vita che vale la pena di vivere”. Ma non c’è solo il Festival dello Sport: c’è stato anche, lo scorso 11 maggio in un Teatro Manzoni gremito, il Sesto festival della canzone anni 60/70/80, con le glorie della canzone di quegli anni (eccezionale il concerto dei Dik Dik) e le giovani promesse di oggi (vedi alle pagine 4 e 5), e soprattutto con uno scopo benefico: le offerte volontarie degli spettatori sono state donate alla fondazione Tettamanti, che si occupa della ricerca sulle leucemie infantili. Infine, last but not least, a Monza abbiamo un nuovo Sindaco, che ha ribadito con forza l’intangibilità del nostro Autodromo e la sua piena compatibilità col Parco e con la Villa Reale come formidabili motori di sviluppo economico: leggete a pagina 6 la sua prima e interessante intervista al nostro giornale. Abbiamo bisogno del Sindaco e di tutte le istituzioni per affrontare con serenità il futuro del nostro Autodromo e del Parco.

EVENTO

INTERVISTA

CLICK

La magia della musica

Roberto Scanagatti

Scatti d’autore

Un successo anche la 6° edizione del Festival della Canzone degli Anni ‘60-’70-’80 promosso dagli Amici dell’Autodromo Pag. 4-5

L’impegno del neosindaco di Monza sui fondamentali temi della gestione e valorizzazione Pag. 6 di Autodromo e Parco

Sempre più numerosi i partecipanti al Concorso fotografico per immagini davvero suggestive

Pag. 6


F12012

2

Emozionantissimo Gp del Canada: secondo successo stagionale per il britannico

Hamilton, uno stratega Alonso, una vera beffa Dal circuito di Montreal ci si attendeva un verdetto che facesse chiarezza sui rapporti di forza tra le scuderie al vertice del Circus della Formula 1. E il tanto atteso “settimo vincitore diverso in sette gare” è arrivato. Lewis Hamilton ha infatti conquistato il GP del Canada grazie ad una grandissima strategia. L’inglese della McLaren ha puntato su un solo pit stop e grazie ad un ritmo martellante è andato ad infilare prima Vettel e poi Alonso, ai quali non sono bastati i circa 15 secondi di vantaggio su Lewis a 15 giri dal termine. Il più beffato di questa domenica canadese è però senza dubbio Fernando Alonso, il quale deve accontentarsi di una misera quinta posizione, dopo aver accarezzato il sogno della vittoria fino a sei giri dal termine del Gran Premio. Fatale per l'asturiano la strategia di un pit stop solo che lo costringe a tempi altissimi nel finale, dando così spazio, oltre a Hamilton, a Grosjean, Perez e Vettel di infilarlo senza problemi. Strategia che invece ha pagato per Sergio Perez, il quale ha ottenuto un podio alla vigilia Il comando insperato. Fernando perde dunque in un colpo solo la della classifica leadership del mondiale e del DRS. Se il vincitore dei mondiale un po' di quella convinzione Gran Premi quest'anno è passa che regnava in casa Ferrari sempre imprevedibile, non si dopo le positive qualifiche di può dire altrettanto circa la all’inglese ieri. Dubbi alimentati anche da sfortuna di Schumacher, una Felipe Massa che dopo una costante in questa stagione. grande partenza compromette la propria gara con un testacoda che gli fa L’AMAREZZA DI DOMENICALI perdere tempo e posizioni. Terminerà in “Abbiamo provato a vincere, non è andata decima posizione con un punto che non bene, può capitare”, sono state le prime serve a nessuno. Domenica da parole del team principal della Ferrari dimenticare per il vincitore della passata Stefano Domenicali pochi minuti dopo la stagione Jenson Button, che chiude in conclusione dell’emozionantissimo Gp del sedicesima posizione, mentre Schumi è Canada e soprattutto dopo la scelta della costretto all'ennesimo ritiro stagionale, scuderia di far completare la gara ad questa volta per un problema al sistema Alonso con un solo cambio di gomme. Lo

spagnolo era primo fino a 6 giri dalla conclusione, poi le migliori performance degli avversari lo hanno relegato in un piazzamento finale da comprimario. “Dispiace anche per Felipe che stava facendo una buona gara e si è girato analizza più in generale la gara nordamericana - Oggi è andata così, ma la macchina è cresciuta, il campionato va avanti, non siamo contenti del risultato, ma siamo contenti del miglioramento della vettura”. LO STUPORE DI ALONSO Non se l'aspettava, Fernando Alonso, convinto di poter portare a casa il

colpaccio con una sola fermata ai box. "Se la gara fosse stata più corta sarebbe stato meglio, avremmo potuto vincere o comunque arrivare secondi. La scelta di non fare la seconda sosta? Mancavano 18 giri, Hamilton si era fermato e le gomme ancora reggevano, era un rischio fermarsi. Purtroppo, negli ultimi 10 giri, le gomme hanno avuto un crollo e questo ci ha sorpresi. Il Mondiale? Ho perso dei punti su Hamilton, quasi niente con Vettel mentre gli altri hanno perso punti su di me. Siamo alla settima gara, ancora nessuno ha vinto il Mondiale. ma qualcuno sta cominciando a perderlo ed è importante rimanere lì in alto".

EDITORE Associazione Sportiva Amici dell’Autodromo e del Parco Unione Società Sportive Monzesi

ROBERTO SUMMER Direttore responsabile Responsabile servizi fotografici Carlo Motta Comitato di redazione Fabrizio Ciceri Luigi Monguzzi Enrico Radaelli

REDAZIONE Via Vittorio Emanuele, 1 20052 Monza (Mi) Fax 039/2329594 Telefono 039/2315138 E-mail info@amiciautodromo.it

Classifica piloti 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18

Lewis Hamilton Fernando Alonso Sebastian Vettel Mark Webber Nico Rosberg Kimi Raikkonen Romain Grosjean Jenson Button Sergio Perez Pastor Maldonado Kamui Kobayashi Paul di Resta Bruno Senna Felipe Massa Nico Hulkenberg Jean-Eric Vergne Daniel Ricciardo Michael Schumacher

88 punti 86 85 79 67 55 53 45 37 29 21 21 15 11 7 4 2 2

Classifica costruttori 1 2 3 4 5 6 7 8 9

Red Bull McLaren Lotus Ferrari Mercedes Sauber Williams Force India Toro Rosso

164 133 108 97 69 58 44 28 6

STAMPA RDS PRINTING Via Belvedere, 42 Arcore

Autorizzazione Tribunale di Milano n°155 del 2/5/1981


F12012

3

Sono lontani i tempi in cui i nostri piloti affollavano le griglie di partenze

C’era una volta l’Italia... Il tricolore è ammainato La Formula 1 è stata sempre una passione per gli italiani, uniti peraltro più dall’amore per la Ferrari che dal tifo per un pilota tricolore. Era diverso agli albori del Mondiale, quando a dominare erano vetture e campioni italiani. Il primo vincitore del campionato fu Giuseppe Farina, nel 1950 alla guida dell'Alfa Romeo, e poi venne Alberto Ascari, che si impose nel 1952 e nel 1953 con la Ferrari. Il fuoriclasse milanese, che tutt’ora detiene il record di vittorie per un italiano (13), morì nel 1955 provando un'auto a Monza e dopo di lui nessun altro connazionale è diventato campione del mondo. In questo lungo periodo sono circa un’ottantina i piloti italiani che hanno condotto una monoposto, anche solo una volta, sui circuiti nel Mondiale. Tra loro ci sono anche tre donne: Maria Teresa de Filippis, che disputò 4 gran premi tra il 1958 e il 1959, Lella Lombardi, in gara 12 volte tra il 1974 e il 1976 e l'unica a conquistare punti, e Giovanna Amati che nel 1992 con la Brabham prese parte per tre volte alle qualifiche. Il record di presenze appartiene ancora a Riccardo Patrese, con 257 Gran Premi disputati, sei vittorie e otto pole, tra il 1977 e il 1993. Negli anni Ottanta, proprio quelli che videro protagonista Patrese, erano numerosissimi i piloti italiani in pista, dagli otto del 1982 agli addirittura undici nel 1989. Quanto a presenze, dopo il padovano ci

sono Jarno Trulli, con 256, Giancarlo Fisichella (231), Michele Alboreto (215) e Andrea De Cesaris (210). La Ferrari, come è noto, ha sempre utilizzato poco i piloti italiani, anche perché il "Drake" dopo la morte di Lorenzo Bandini nel 1967, divenne contrario. Una delle poche eccezioni fu Michele Alboreto, che disputò 80 Gp sulle monoposto di Maranello, conquistando tre vittorie e sfiorando il titolo mondiale. Dalla sua morte, 24 anni fa, solo cinque piloti tricolori hanno condotto la Rossa:

Gianni Morbidelli, Ivan Capelli, Nicola Larini, Luca Badoer e Giancarlo Fisichella. Nessuno ha lasciato veramente il segno. Carenza di sostegni finanziari, politiche sportive poco efficaci e un generale disinteresse hanno negli anni reso inutile la dote di passione, esperienza e talento che faceva dell'Italia un importante serbatoio di piloti per la massima espressione dell'automobilismo. Il tricolore è ammainato. Per il momento.


4

Autodromo

L’intero ricavato della sesta edizione del Festival della Canzone Italiana degli a

Note magiche con Am Talenti di ieri, oggi e Il Festival della Canzone Italiana degli anni Sessanta, Settanta e Ottanta, che l’Associazione Sportiva Amici dell’Autodromo e del Parco ha organizzato (col grande impegno del presidente Enrico Radaelli e di Franco Nava) lo scorso 11 maggio per la sesta edizione, nel teatro Manzoni colmo in quasi tutti i settori, è ormai divenuto a pieno titolo un evento atteso con piacere dal pubblico non solo cittadino, una componente entusiasmante delle tradizioni monzesi. Il festival ha visto l’esibizione delle grandi glorie della canzone di quegli anni e la sfilata dei freschi talenti di alcune giovani promesse, che si sono sfidate per vincere il trofeo Città di Monza assegnato dagli Amici dell’Autodromo e del Parco. Il voto della giuria, formata da alcuni spettatori e Clara Aceti presieduta dal nostro vince Fabrizio Ciceri, ha sancito la vittoria di Clara Aceti, dalla il Trofeo voce potente e sicura e dalla Città rilevante presenza scenica e di Monza interpretativa. La serata, presentata da Elisabetta Viviani, raffinata voce (si è esibita nel suo più conosciuto successo, “Heidi” e ne “Il ballo del cucù”), attrice e soubrette, che ringraziamo per la squisita cortesia e disponibilità che ha sempre dimostrato per le nostre iniziative, e da Edoardo Radaelli, giovane e brillante, è iniziata con un ricordo di Lucio Dalla, che quest’anno ci ha lasciati con la sua presenza fisica ma non con le sue canzoni immortali, che spesso hanno trattato temi legati al mondo dell’automobilismo (come dimenticare “Nuvolari” ma anche tutto il disco “Automobili”?). Poi c’è stato il saluto del nostro presidente Enrico Radaelli, che ha ricordato le finalità per cui ci siamo battuti in questi trentacinque anni e lo scopo della serata; è poi intervenuto il

La serata è iniziata nel ricordo di Lucio Dalla


Autodromo

5

anni Sessanta, Settanta e Ottanta è stato devoluto alla Fondazione Tettamanti

mici dell’Autodromo e domani sul palco ricordiamo dalla voce di Anna Oxa. Dopo la citata esibizione di Elisabetta Viviani, è salita sul palco Ilaria Casagrande, che ha scelto “Se stasera sono qui”, del grande Luigi Tenco, e “Volami nel cuore” di Mina. Quindi è stata la volta di Giuliano dei Notturni, che ha riproposto i suoi successi degli anni d’oro, “Ragazzina”, “Oggi sono tanto triste” e soprattutto “Il ballo di Simone”, scandito in corto dalla platea. Di Clara Aceti, la vincitrice, ci ha colpito la grande forza interpretativa, insieme alla voce calda, grintosa e di notevole estensione, di “Zingara”, della grande Iva Zanicchi, e di “Senza pierà” di Anna Oxa, che non hanno fatto rimpiangere gli originali. Poi ancora uno scatenato balletto, energetico e coinvolgente dell’Accademia Arte e Spettacolo, che ha pure accompagnato gli interpreti della serata. Infine, dopo la proclamazione della vincitrice e la sua premiazione, insieme a quella di tutte le altre concorrenti, la ciliegina sulla torta: un vero e proprio entusiasmante concerto dei Dik Dik, preceduto da un bel video proiettato sui maxischermi che facevano corona al palco: Pietruccio, Lallo e Pepe, con Mauro Gazzolla alle tastiere e Gaetano Rubino alla batteria, hanno proposto la cavalcata dei loro più grandi successi, da “Sognando la California” a “Dolce di giorno”, prima grande collaborazione con un allora sconosciuto Lucio Battisti e con Mogol, da “Senza luce” (cover, ad opera di Mogol, di “A Whiter Shade of Pale” dei Procol Harum, con la celebre intro di organo hammond), con la quale raggiunsero il primo posto nella Hit Parade, a “Il vento” (ancora di Mogol e Battisti), da “Il primo giorno di primavera” a “Io mi fermo qui”, dalla celeberrima Grande “L'isola di Wight” a “Vendo entusiasmo casa”, da “Viaggio di un poeta” a “Volando”, senza per la dimenticare un omaggio ai musica grandi ispiratori della loro dei Dik Dik musica: Lucio Battisti (“Dieci ragazze”), Bob Dylan (“Blowind in the wind”), John Lennon (“Imagine”); non sono mancati i bis, richiesti a viva voce, tra cui “L'isola di Wight” cantata in coro dal pubblico in delirio. A mezzanotte passata, tutti sono rientrati alle loro case entusiasmati dall’eccezionale serata di musica e dall’aver dato un fattivo e concreto aiuto a un’importante causa benefica. ­Roberto­Summer dottor Gianni Cazzaniga, direttore della Fondazione Tettamanti (a questa benemerita istituzione, che si occupa delle ricerca sulle leucemie infantili, è andato l’incasso della serata), che ha spiegato le finalità della ricerca che conducono. Il balletto dell’Accademia Arte e Spettacolo di Lesmo ha dato il via allo spettacolo con una bella, divertente e scatenata coreografia, a cura di Stefania e Seba Fumagalli, che ha valorizzato le doti coreutiche delle avvenenti e vivacissime interpreti come quelle comiche di attempati signori e signore. La gara è entrata nel vivo con la prima interprete, Chiara Bossio, dalla classica eleganza, che ha interpretato “Una ragione di più”, grande successo di Ornella Vanoni, e “Caruso”, riportando ancora alla mente lo struggente ricordo di Lucio Dalla. Quindi ha cantato il primo big della serata, Mario Tessuto, con l’intramontabile “Lisa dagli occhi blu” e con “Tipitipitì”, che portò al Festival di Sanremo 1970 in tandem con Orietta Berti.Poi è entrata in scena la seconda giovane, la monzese Arianna Fedeli, dalla statuaria presenza, che ha interpretato con intensità “Gli uomini non cambiano”, dell’indimenticata Mia Martini, e “Quando nasce un amore”, che


Autodromo

6

Intervista al neosindaco della Città di Monza in tema di Gp, Parco e villa Reale

Roberto Scanagatti: Tutelerò l’Autodromo Roberto Scanagatti, monzese, del quartiere San Gerardo (come il suo predecessore Marco Mariani), per tanti anni dirigente d’azienda, da poche settimane si occupa a tempo pieno della città di Monza, essendone stato eletto sindaco.

io ho dichiarato di voler affrontare come obiettivo per i prossimi anni.

3) La pista sopraelevata è un vanto di Monza ma versa in cattive condizioni: nella convenzione è stabilito il suo restauro; quali dovranno essere a Suo parere le linee guida 1) Cosa pensa dell’Autodromo dell’intervento? come istituzione sportiva È una di quelle storie infinite, che tutto il mondo ci rimaste negli anni senza L’Autodromo invidia? Cosa intende fare che rischia di è un asset soluzione, per risolvere in maniera diventare elemento di importante: discordia: prendiamo una quanto più definitiva possibile i problemi le istituzioni decisione che sia definitiva, dell’Autodromo? perché altrimenti devono Io credo che l’Autodromo sia continuiamo a palleggiarci la una degli asset più importanti tutelarlo questione tra demolizione, che abbiamo e che deve stare a recupero, restauro e abbiamo cuore a tutte le istituzioni: Monza una struttura fatiscente che non va sicuramente è conosciuta nel mondo per bene a nessuno. Già nella convenzione la sua pista e non possiamo mettere in precedente all’attuale c’era un’ipotesi di discussione quanto rappresenta la sistemazione, ma non si è fatto niente: è nostra città nel mondo. Credo che le ora di fare. polemiche che in passato hanno caratterizzato la presenza della pista nel 4) Parco e Autodromo sono due realtà Parco siano ormai superate: mi auguro totalmente compatibili: cosa pensa di però che iniziative come quella del fare per renderle ancor più integrate distributore d’idrogeno nel Parco una all’altra? vengano accantonate, perché Il problema dell’accesso è fondamentale. sicuramente non fanno del bene Noi abbiamo una linea ferroviaria che all’Autodromo. Mi pare che i problemi passa accanto a entrambi: sarebbe dell’impianto siano in questo momento straordinario istituire una fermata che legati a una sua capacità di maggiore credo possa essere utile sia a chi va in presenza sul territorio, che vada al di là Autodromo sia a chi entra nel Parco. delle competizioni motoristiche: va detto che già da alcuni anni la struttura si è 5) Queste due realtà di assoluta aperta ad altre funzioni, ad altri ruoli. rilevanza internazionale, vanno Non è certo in discussione lo governate, insieme alla Villa Reale, in svolgimento del Gran Premio d’Italia, maniera coordinata: come si prefigge non ho trovato voci dissonanti su questo, di muoversi al riguardo? mi sembra piuttosto che talvolta si Villa Reale, Parco e quindi Autodromo svolgano attività collaterali che non sono il formidabile motore dello sviluppo sembra diano il giusto rilievo economico della nostra città, che deve all’importanza e al valore della pista. essere valorizzato senza entrare in conflitto con l’ambiente; dobbiamo 2) Oltre all’interesse sportivo, come renderci conto che la crisi e il declino delle giudica l’indotto turistico, economico attività produttive avvengono in molti casi e commerciale che il G.P. d’Italia e le perché si possono delocalizzare in aree a manifestazioni motoristiche portano più basso costo del lavoro e più a Monza e alla Brianza? interessanti come mercato: Parco, È un fatto sicuramente positivo. Quello Autodromo e Villa Reale non si possono che occorre è rilanciare la struttura per delocalizzare, sono soltanto qui. Da questo avere una maggiore resa economica: è un dobbiamo partire per il rilancio lavoro lungo da fare, ma pensare a un economico dell’intera città, che passi dal sistema Autodromo Parco Villa Reale che suo sviluppo turistico. E non soltanto per in una prospettiva turistica dovrà offrire Monza: credo che la Villa Reale restaurata, molto ma molto di più è un impegno che insieme all’Autodromo e al Parco, abbiano

un grande valore non solo per la Provincia, non solo per la Regione ma per l’Italia e siano una realtà a livello internazionale. 6) Il Parco è un grande polmone verde ma ha bisogno di una migliore viabilità d’accesso, di cure e di un’adeguata sorveglianza: cosa intende fare in proposito? Abbiamo il Consorzio Parco Villa Reale che ha lo scopo di dare una gestione unitaria al tutto: a mio parere il Parco è stato un po’ lasciato andare dal punto di

vista manutentivo e occorre porvi rimedio subito; riguardo alla viabilità, oltre quanto detto prima, mi impegnerò a fondo perché la metropolitana arrivi, a partire dallo snodo tra linea 5 e linea1, in centro, all’Ospedale nuovo, al Polo istituzionale e alla Villa Reale: da qui raggiungere Parco e Autodromo sarà facile, una volta immessi in un sistema di trasporto forte e ben ramificato. Non ci resta che ringraziare il Sindaco e augurargli buon lavoro per i prossimi cinque anni.


Autodromo

7

Vince la passione 37 volte Festival Nonostante i numerosi problemi organizzativi l’Ussmb ripropone l’evento Il desiderio di organizzare l’ennesimo sull’aiuto delle istituzioni”. “E siamo grande evento sportivo in Autodromo ha consapevoli che la Sias debba avuto la meglio. Nonostante un momento rappresentare per noi un punto di delicatissimo e che sotto il profilo riferimento e spero che la collaborazione prettamente relativo al budget non con essa caratterizzi sempre il nostro permette voli pindarici. Eppure il Festival rapporto in futuro – continua Mazzo – È dello Sport si farà e nel week-end del 16-17 solo con l’aiuto di tutti che abbiamo giugno toccherà la 37esima edizione. Le trasformato il Festival in una strutture del Tempio della velocità manifestazione di caratura e del Parco riapriranno i nazionale e che potremo cancelli all’invasione pacifica proseguire nei nostri obiettivi. Una grande Dobbiamo mettere da parte di oltre 70 società del territorio che si metteranno ogni interesse di parte è fare vetrina in vetrina. Come sempre ce propria la massima di Albert per lo sport Einstein: ne sarà per tutti i gusti: dalle ‘Soltanto una vita con la S discipline più praticate alla vissuta per gli altri è una vita propulsione umana, dalla maiuscola che vale la pena vivere’”. Sono horseball all’ennesimo parole dettate dal cuore quelle tentativo di record del Moto Club del mio amico Pietro Mazzo Monza. “Perché con il cuore e con la “perché cuore e passione sono parte passione si può fare tutto”. E con integrante del suo Dna - sottolinea il l’entusiasmo che in ogni occasione Pietro presidente della Provincia di Monza e Mazzo, il vicepresidente dell’Ussmb Enrico Brianza Dario Allevi - Lui e la sua squadra Radaelli e tutto il suo entourage dell’Ussmb lavorano tantissimo per manifestano. “È inutile negarlo, a un certo promuovere lo sport con la S maiuscola”. punto abbiamo addirittura pensato di non “Un territorio che vanta delle eccellenze in riuscire quest’anno ad organizzare il ambito sportivo riconosciute in tutto il Festival perché tantissime sono le mondo non può mollare anche se la crisi difficoltà logistiche, economiche e economica è pesantissima - prosegue - Il organizzative - esordisce il presidente compito delle istituzioni è quello di dell’Ussmb nel corso della conferenza sostenere lo sport che può essere il modo stampa di presentazione dell’evento - Ci più diretto per trasmettere alle generazioni siamo però guardati negli occhi e abbiamo future quei valori che oggi sembrano sotto capito che rinunciare all’evento sarebbe traccia. Il Festival va in questa direzione stata una sconfitta morale. E allora perché rappresenta una vera e propria abbiamo optato per un Festival autarchico, vetrina per le discipline sportive della in economia, perché in questo momento provincia in un contesto unico quale il dobbiamo contare sulle nostre forze e Parco e l’Autodromo che deve trasformarsi

in una palestra a cielo aperto e in tale direzione c’è ancora tantissimo da fare”. L’ultimo significativo passaggio del suo intervento Dario Allevi lo riserva alla Sias: “Ripartiamo da qui, dal Festival dello Sport. L’Autodromo deve diventare un polo aggregativo a livello mondiale e il suo fascino non può essere intaccato da nessuno. Mettiamoci alle spalle i recenti brutti avvenimenti e guardiamo avanti…”. Così lontani politicamente, così vicini in tema di Autodromo. Per il neosindaco Roberto Scanagatti è l’edizione numero 1 del Festival in versione di primo cittadino: “Autodromo e Parco sono beni pubblici che vanno tutelati e valorizzati: certe iniziative intraprese e in particolare la realizzazione di un distributore non vanno in questa direzione - non usa giri di parole - Il nostro Gp ha per Monza e per il mondo un significato che non deve essere mai scalfito e per questo fin da oggi promettiamo tutto l’appoggio necessario e possibile da parte dell’amministrazione comunale affinché si arrivi all’appuntamento di settembre preparati. Non possiamo permetterci di fallire, ne va della nostra credibilità agli occhi del mondo”. “Viviamo la crisi e dobbiamo affrontarla, ma ci sono persone speciali che sanno guardare oltre consapevoli che con la tenacia si superano tutti i problemi. Mazzo e la sua squadra sono tra costoro e daranno il meglio di loro stessi, del resto lo sport è questo: più che contro gli avversari ci si allena per superare i propri limiti. Per questo sono sicuro che la 37° edizione del Festival non sarà in tono minore, anzi sarà

migliore perché passione, gioia e felicità fanno la differenza”, conclude Scanagatti. “La passione è indispensabile in ogni cosa, ma credo che in generale per uscire da questo momento non basta - esclama invece Andrea Monti, assessore allo Sport della Provincia - Le istituzioni devono capire che non si possono solo fare tagli, soprattutto per quanto riguarda lo sport perché è a tale ambito che si deve guardare se si vogliono ‘costruire’ delle generazioni migliori”. Significativa anche la presenza di Marco Lamperti, direttore del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza: “La gratificazione per lavorare a un progetto così importante quale la Reggia di Monza supera di gran lunga la fatica per l’impegno che ci mettiamo”. Fari inevitabilmente puntati su Paolo Guaitamacchi, presidente Sias. Il momento non è dei migliori, se vogliamo usare un eufemismo, ma lui ci mette la faccia e approfitta della conferenza per ribadire che “per fare pulizia bisogna buttare per aria e per ribaltare una situazione bisogna intervenire anche drasticamente. Così ho fatto, per il bene dell’Autodromo, una risorsa che deve aprirsi alla città e per questo guardo al Festival e alle attività collaterali con grande favore. Una cosa è certa: questa manifestazione merita un trattamento di riguardo, dobbiamo lavorare per una convenzione che dia un’adeguata cornice contrattuale al Festival”. Nonostante tutto sarà ancora Festival. Sarà ancora sport con la S maiuscola.


8

Autodromo


Autodromo

9

Nel box dell'Associazione Amici dell'Autodromo e del Parco sarà allestita una mostra fotografica e sarà indetto il Concorso “Indovina i piloti”


Autodromo

12

La guida per vivere l’evento in prima fila Anche quest’anno il Moto Club Monza va all’assalto del Guinness dei primati in movimento

9-18

AUTOMOBILISMO

CICLISMO 17/06

Retro Tribuna 09.00/18.00 Raduno ed esposizione auto americane AMERICAN DRIVE

17/06 Area Box Esposizione modelli ferroviari in movimento 9-18 Amici Modellisti e Collezionismo S. Martino Bollate

BILIARDINO 16/06

Pista 14-16 Gara in pista Ass. Nazionale Sordi Ciclismo

PATTINAGGIO

AUTOMOBILISMO

16/06 Paddock

16/06 Box

SUBACQUEA 09.00/18.00

Promozione 17/06

16/06 Paddock Dimostrazione e prove immersioni

Box

9-18

9-17:30 Roller Cross, Style Slalom cat. gio/eso/ragdi seguito premiazioni, Style Slalom cat. all/jun/sen, High Jump di seguito premiazioni.

16/06 Paddock Prove e dimostrazioni finali Regionali Lombarde di biliardino 9-18 17/06 Paddock Prove e dimostrazioni finali Regionali Lombarde di biliardino 9-18 Federazione Italiana Biliardino

Ass. Sportiva dilettanti BLUMONZA

ARTE PITTURA FOTOGRAFIA 16/06 Paddock Esposizione opere artistiche 9-18 17/06 Paddock Esposizione opere artistiche 9-18 Cenacolo dei Poeti e Pittori

16/06 17/06 Paddock Dimostrazione e prove immersioni 9-18

ARRAMPICATA

ASD Apnea Italia 16/06

Paddock Prove con il pubblico con assistenza tecnica 9-18 ARRAMPICATA 17/06 Paddock Prove con il pubblico con assistenza tecnica 9-18 CONI Provinciale Lecco

MODELLISMO FERROVIARIO 16/06 Area Box 9-18 Esposizione modelli ferroviari

17/06

ASSOCIAZIONI

Paddock

CINOFILI

11-15 Roller Cross, Style Slalom cat. gio/eso/ragdi seguito premiazioni, Style Slalom cat. all/jun/sen, High Jump di seguito premiazioni. Astro Skating Monza

16/06 Direzione Promozione

9-18 17/06 17/06

Direzione Promozione

Paddock Promozione e prove con il pubblico

16/06

9-18

9-18

DAMA

Brianza per il Cuore

Circolo Tennis Monza

SUBACQUEA

DISCIPLINE SPORTIVE VARIE 17/06 Paddock Fronte Paddock 10-18 Incontri sportivi Comitato Paralimpico

Paddock Avviamento al gioco e dimostrazione 9-18

BASKET

9-18 17/06 Box Paddock Dimostrazioni di salvataggio con cani 9-18 Ass. Cinofila Salvataggio Nautico ACSN

Paddock Promozione e prove con il pubblico

16/06 Pista Gara ciclistica cicloamatori 14-16 DADA A.S. ASD SAG 80

9-18

16/06 Box Paddock Dimostrazioni di salvataggio con cani

17/06 Fronte Paddock Promozione Esposizione delle attrezzature e prove pratiche di tiro e attività inerenti CSEN Sez. Monza e Brianza Settore Softair 9-18

CICLISMO AMATORIALE TENNIS

09.00/18.00 Promozione ASS. SPORTIVA AMICI DELL'AUTODROMO E DEL PARCO

attrezzature e prove pratiche di tiro e attività inerenti CSEN Sez. Monza e Brianza Settore Softair 9-18

16/06 Paddock Incontri di basket 3 contro 3, prove e dimostrazioni 9-18 17/06 Paddock Incontri di basket 3 contro 3, prove e dimostrazioni 9-18 Basket Biassono

17/06 16/06 Box Piscina Divulgazione dell'attività subacquea anche per disabili 9-18

Paddock Avviamento al gioco e dimostrazione 9-18 Dama Club Triante

GINNASTICA 17/06 Box Piscina Divulgazione dell'attività subacquea anche per disabili

SOFT AIR 16/06 Fronte Paddock Promozione Esposizione delle

16/06 Paddock Esibizione di ginnastica artistica/ritmica/acrosport 9-18


Autodromo

13

16/06 17/06 Paddock Esibizione di ginnastica artistica/ritmica/acrosport 9-18 Federazione Ginnastica d'Italia

Paddock Incontri dimostrativi 16-17 Fiamma Monza 1970 Calcio

Paddock Gare di danza 9-18 17/06

Fronte Paddock Incontri dimostrativi 9-18

9-18

9-18 Federazione Italiana American Football

FIDS Federazione Italiana Danza Sportiva: SWEET MELODY, MIRAGE, DANCE NEW DANCE, DANCE DANCE DANCE, FREESTYLE, ALMA LATINA, SIMPATY ROCK, COLIBRI, NICHI DANCE

FOOTBALL SALA

Box Dimostrazione prove con il pubblico 9-18 Gruppo Sportivo Polizia Milano Sez. Tennis Tavolo

KARATE 16/06 Paddock Dimostrazione prove con il pubblico 9-18

BADMINTON 16/06 Paddock Incontri dimostrativi

16/06 9-18

Paddock Dimostrazioni e prove

9-18

17/06 16/06 Building Dimostrazione e arti marziali 9-18

Paddock Dimostrazioni e prove 9-18 Minigolf mania Usmate Velate GSP La Luna

17/06

9-18

16/06 Paddock Dimostrazione e esibizione 9-18

MUAY THAI BOXE

16/06 Box Piscina Promozione e prove immersioni

17/06 Paddock Dimostrazione e esibizione 9-18 Golf Comitato Regionale Lombardi

9-18 17/06 Box Piscina Promozione e prove immersioni

Building Dimostrazione e arti marziali 9-18 Judo Club Monza Ronin

AUTOMODELLISMO 16/06 Paddock Quarta prova del campionato Tre Regioni categoria 1/8GT 9-18

FERREA SUB

CALCIO FEMMINILE

TENNIS TAVOLO

9-18

17/06 9-18

Paddock Incontri e dimostrazioni

17/06 Serraglio 13° rally bike città di Villasanta 12° trofeo di Lele Forever Lele Forever Ass. Rally Bike 9-12

17/06 Paddock Quarta prove del campionato Tre Regioni categoria 1/8GT 9-18 MMCracing (automodelli radiocomandati)

VOLLEY

MOTOCICLISMO 16/06

Paddock Promozione 9-18 17/06 Paddock

Paddock Dimostrazioni e prove 9-18 Pavan Freebike SC

MOUNTAIN BIKE 16/06

16/06 Parabolica Esibizioni a cavallo con partite 9-18

16/06 Box Esposizione moto d'epoca e promozione 9-18 17/06 Box

Box Promozione e prove mountain bike 9-18 17/06

17/06 Parabolica Esibizioni a cavallo con partite 9-18 Equiclub Valcurone di Missaglia

Box Promozione e prove mountain bike 9-18 PSB Team

CICLISMO ARTI MARZIALI 16/06

CICLO TAPPO 17/06 Paddock Tappa di campionato Italiano 13-18 Gruppo Onlus città di Genova

9-18

16/06 Paddock Incontri e dimostrazioni

RALLY BIKE SUBACQUEA

FREEBIKE 16/06

9-18 Muay Thai Boxe Fed. Italiana

Gandhi Badminton

GOLF

17/06 Paddock Attività di disegno in varie forme per bambini e ragazzi fino a tredici anni 9-18 Panathlon Club Monza & Brianza

Paddock Dimostrazioni e prove

HORSEBAAL

17/06

Federazione Pugilistica Italiana

17/06 Pista Paddock 22° motoraduno dei longobardi e 3° record by happening 9-18 Moto Club Monza

9-18

9-18

Jasa Club Karate Monza

Paddock Incontri dimostrativi PUGILATO

MOTOCICLISMO

a tredici anni

17/06 MINIGOLF

JUDO

17/06

17/06 Box Fronte Paddock Esposizione auto d'epoca, prove di regolatità 9-18 MAMS Monza Auto Moto Storiche

9-18

17-18 Federazione Italiana Football Sala

Paddock Incontri di pugilato dilettantistico

16/06 Box Fronte Paddock Esposizione auto d'epoca, prove di regolatità 9-18

17/06 Paddock Dimostrazione prove con il pubblico

17/06 Fronte Paddock Incontro dimostrativo nazionale italiana contro giornalisti sportivi/piloti

9-18

Paddock Gare di danza

17/06 Fronte Paddock Incontri dimostrativi

Majestic Volley ASD

Esposizione moto d'epoca e promozione 9-18 Moto Club Carate

AUTOMOBILISMO

16/06 16/06

Promozione 9-18

17/06 DANZA SPORTIVA

FOOTBALL AMERICANO

16/06 Box Dimostrazione prove con il pubblico

Paddock Promulgazione e diffusione delle arti marziali 9-18 17/06 Paddock Promulgazione e diffusione delle arti marziali 9-18 Palestra la Baita ASD ASSOCIAZIONI 16/06 Paddock Attività di disegno in varie forme per bambini e ragazzi fino

16/06 Pista 80° medaglia d'oro città di Monza, 35° trofeo Angelo Schiatti A.M., 8° memorial Luigi Ratti, 3° memoria Isai Steffano, 16° medalia d'oro Ginatta Schiatti A.M. 9-14 Pedale Monzese FITNESS 16/06 Paddock Dimostrazioni e prove, acquagym, idrospinning, idroranning, bodytonic 9-18


Autodromo

14

17/06 Paddock Dimostrazioni e prove, acquagym, idrospinning, idroranning, bodytonic 9-18 Piscina Sporting Club Muggiò

GINNASTICA 16/06 New Building Esibizioni

17/06 SUBACQUEA

9-18

17/06 Robur et Virtus Villasanta

16/06 Paddock Prove gratuite d'immersione e dimostrazioni di rianimazione 9-18 17/06

9-13 ROLLER CUP

Polisportiva Punto Nord

17/06 TIRO CON L'ARCO 16/06 Parabolica Esibizioni di tiro con l'arco 9-18 17/06 Parabolica Esibizioni di tiro con l'arco 9-18 Polisportiva L'usignolo Tiro con l'arco

Pista Ritrovo e partenza pattinata turistica sulla pista aperta a tutti i partecipanti 9-12 Roller Cup

RUGBY 16/06 Retro Tribune Dimostrazione e pratica per i ragazzi 9-18

PROPULSIONE UMANA

17/06 16/06

Fronte Paddock Prove libere biciclette reclinate

Retro Tribune Dimostrazione e pratica per i ragazzi

Paddock Prove gratuite d'immersione e dimostrazioni di rianimazione 9-18 Scuba Project

Paddock Dimostrazione prove con il pubblico 9-18 Shishi No Nirami Karate Do

Fronte Paddock Prove libere biciclette reclinate 9-18 Propulsione Umana Human Powered Vehicles Italia

16/06 Direzione Promozione

PATTINAGGIO 17/06 Paddock Pattinaggio artistico

ASSOCIAZIONI

17/06 Direzione Promozione 9-18

Paddock Promozione campi di calcetto in materiale sintetico 9-18 Sport Line World

16-17:30 Skating Monza

ASSOCIAZIONI 16/06

16/06

Paddock Divulgazione dell'attività dell'arbitraggio 9-18

Box Dimostrazioni di soccorso ed esposizione di hovercraff 9-18

17/06 Paddock Divulgazione dell'attività dell'arbitraggio 9-18 Sez. AIA Monza Arbitri

17/06 Box Dimostrazioni di soccorso ed esposizione di hovercraff 9-18 Sicurezza in Acqua - Monza Soccorso

ASSOCIAZIONI

SCHERMA

Paddock Promozione

Rimesse 17° edizione trofeo Renzo e Lucia 9-18 17/06 Rimesse

9-18

UNICEF

MINIMOTO 16/06 Area Parabolica Esibizione minimoto e promozione 9-18

16/06

Rugby Monza 1949

16/06

16/06 Paddock Promozione campi di calcetto in materiale sintetico 9-18

TRIATHLON

17/06 17/06

ASSOCIAZIONI

17/06

9-18 9-18

9-18 USSMB Unione Società Sportive Monza e Brianza ESPOSITORE

17/06

Monza Centro 17° trofeo citta di Monza

Paddock Dimostrazione prove con il pubblico 9-18

9-18

New Building Esibizioni

ORIENTEERING

17° edizione trofeo Renzo e Lucia 9-18 Scherma Monza

9-18 Sharks Monza Onlus

SIMULATORI DI FORMULA 1 16/06 Box Prove per il pubblico 9-18

9-18

16/06

Box Prove per il pubblico

Area Parabolica Esibizione minimoto e promozione

17/06 Retro Tribune Promozione attività

9-18 Vai Piano Che Ho Paura

9-18 Triathlon Team

VOLLEY

CANOA

Paddock Promozione

16/06

16/06 Box Esposizione e promozione attività

9-18 17/06

9-18

Paddock Promozione 9-18

17/06 Box Esposizione e promozione attività

17/06 KARATE

17/06

Retro Tribune Promozione attività

9-18 Touring Canoa

Young volley Lissone


Moto

15

Dimostrazione di forza del romano che domina entrambe le gare di Misano

Sbk che spettacolo! Max Biaggi scatenato A Misano si è assistito domenica 10 giugno a una delle più belle gare mai viste. La miscela esplosiva dei big nelle retrovie ha posto le condizioni per uno spettacolo incredibile in cui i sorpassi sono stati veramente tantissimi. Alla fine l'ha spuntata un grandissimo Max Biaggi (nella foto) che si dimostra un pilota di grandezza assoluta capace di tenere testa con astuzia e coraggio a tanti giovani leoni come a navigati avversari, piazzando una splendida doppietta. Biaggi sale a quota otto vittorie stagionali: in precedenza aveva fatto doppietta a Portimao, Monza e Salt Lake City. In Superbike ha vinto 12 volte, 54 in carriera conteggiando anche i trascorsi in 250, 500 e MotoGP. Sul toboga di Misano l’Aprilia non era favorita, ma Biaggi è stato superlativo. In gara-1 ha fulminato la Bmw di Troy Corser a sei giri dalla fine. L’australiano ha sbagliato scelta di gomma, troppo dura, mentre Biaggi aveva optato per la più soffice. Corser nel finale ha perso anche il secondo posto finito nelle mani dell’ottimo catalano Carlos Checa, primo delle Ducati. Nella seconda gara Biaggi ha recuperato velocemente il quarto posto iniziale superando di slancio lo stesso Corser, Fabrizio e Checa. Una volta in testa ha fatto il vuoto vincendo a braccia alzate e lanciando l’abbigliamento da gara nel giro d’onore ai tifosi in tribuna (69 mila

presenze nei tre giorni). “Grande vittoria su una pista dov’eravamo convinti di soffrire” sono state le prime parole di Max Biaggi. “Ho tirato come un pazzo perché ci tenevo particolarmente. L’Aprilia è magica, dedico questo successo al presidente Roberto Colaninno e a tutti i tecnici che hanno reso possibile questo successo”. L’Aprilia consolida così il primato anche nel Mondiale Costruttori. Sul secondo posto anche la Ducati di Michel Fabrizio.

E dal prossimo anno si vola in India Il Mondiale Superbike sbarcherà in India nel 2013. Infront Motor Sports, che organizza il campionato, ha siglato un accordo con Jaypee Sports International Ltd (JPSI), una filiale dell'azienda indiana di ingegneria e costruzioni Jaypee Group, per ospitare una prova del Mondiale sul Buddh International Circuit. L'accordo ha durata di quattro anni, dal 2013 al 2016. L'India diventerà il 27° Paese ad ospitare il Mondiale Superbike, che nel 2013 celebrerà il 26° anniversario dalla fondazione datata 1988.


16

Autodromo

Il Concorso Fotografico coinvolge ogni anno sempre più appassionati

Parco e Autodromo in un click Archiviato ormai da un anno il traguardo del quarto di secolo (per un uomo il pieno della gioventù, per una manifestazione come la nostra il segno di una raggiunta maturità e di una vita piena di soddisfazioni), ha riscosso ancora un ottimo successo il Concorso fotografico che la nostra Associazione organizza da 26 anni, ”L’Autodromo di Monza nei suoi aspetti sportivi, spettacolari, ambientali, folcloristici e di costume”, a cui da qualche tempo si è aggiunto “il Parco di Monza” in conformità al nostro nome e alla mission dell’A.S.A.A.P. (Parco e Autodromo sono due realtà in sinergia una con l’altra e in perfetta simbiosi). Anche quest’anno, come di consueto, il livello delle opere partecipanti si è mantenuto alto e ben aderente ai temi del concorso, come ha constatato la giuria: gli appassionati di fotografia con grande entusiasmo sono accorsi numerosi, ancor più delle edizioni precedenti, fino a toccare il

PREMIO SIMPATIA - PAOLA ADDAMIANO

massimo storico, a testimonianza che ormai il concorso è entrato ”nella pelle” degli amici ed è diventato “un’istituzione” nella nostra attività e nel gradimento di quanti ci seguono. La premiazione del Concorso, domenica 4 marzo, ha visto, in un’affollata sala Briefing dell’Autodromo, gentilmente concessaci dalla SIAS, moltissimi concorrenti ed appassionati accalcarsi attorno ai pannelli che hanno esposto le foto; la premiazione con i numerosi riconoscimenti messi a disposizione dagli sponsor, Beta Utensili e SIAS, oltre alle coppe offerte dall’Associazione, è stata il momento clou, tra gli scroscianti applausi di tutti. Infine, grazie alla giornata già quasi primaverile, tutti sul podio, che hanno calcato i campioni della formula 1, per una foto ricordo. Un rinfresco, preparato dal nostro Franco Nava e gentile signora, ha chiuso in bellezza il pomeriggio di festa.

COLORE - 1° PREMIO ROBERTO COLOMBO

COLORE - 2° PREMIO FRANCO ZITO

COLORE - 3° PREMIO DI DANILO MOTTA

PARCO - MENZIONE CARMEN COLOMBO

COLORE - MENZIONE ANDREA AVANZO

COLORE - MENZIONE GIOVANNI GHEZZI


Autodromo

17

PARCO - 1째 PREMIO GLORIA BIANCHINI

PARCO - 2째 PREMIO ANDREA AVANZO

PARCO - 3째 PREMIO SAMUELE FURLAN

SEQUENZA - MENZIONE LUIGI UBEZIO

BIANCO/NERO - 1째 PREMIO ALESSANDRO TESTI


Moto

19

Il Mondiale delle MotoGp entra nel vivo. Tra i costruttori lotta Yamaha-Honda

Lorenzo prova l’allungo Che Stoner vedremo? Quando Stoner non appare in giornata, classifica piloti non fosse lì a smentirci. c'è realmente poco da fare. Nessuno Dani Pedrosa è sempre autore di ottime sembra in grado di potersela giocare con gare, sempre lì con i primi, ma molto Jorge Lorenzo. La conferma è arrivata raramente è lui a salire sul primo dall’ultimo Gp di Montmelò, il quinto gradino del podio. Un fattore, della stagione, corso in Catalunya. Il quest'ultimo, che potrebbe indurre il pilota del team Yamaha ha amministrato team Honda a fare scelte diverse in vista la gara con saggezza, colpendo nel della prossima stagione. momento opportuno Pedrosa. Continua a fare progressi Vincendo sul circuito di importanti Andrea Dovizioso Barcellona raggiunge quota che mette in cassaforte il suo Lo spagnolo primo podio stagionale, 115 punti in classifica piloti, allungando sul suo mentre Valentino Rossi si guida diretto concorrente (giunto deve accontentare del la classifica settimo quarto) di 20 lunghezze. posto. Troppo poco È ancora prematuro parlare con 20 punti eppur il fenomeno di di una fuga in classifica di vantaggio Tavullia vuole guardare il mondiale, ma l’ennesimo bicchiere mezzo pieno: “Siamo acuto candida lo spagnolo al sulla strada giusta. Sull'asciutto ruolo di grande favorito. Solo il questa è la nostra gara migliore. migliore Stoner (che ha già annunciato il Abbiamo eguagliato il risultato in suo ritiro a fine stagione e dunque per lo Portogallo, ma ora siamo più vicini a spettacolo del Mondiale speriamo corra quelli davanti. All'inizio ho avuto un con il coltello tra i denti fino all’ultimo problema al freno davanti, poi sono traguardo) può tenere accesa la corsa al tornato su Bautista, speravo di batterlo, titolo. ma per fare 3-4 giri più forte la gomma E poi c’è Dani Pedrosa. Potremmo ha cominciato a scivolare tantissimo e chiamarlo l'eterno secondo, se la ho dovuto mollare”.

È arrivato il suo primo podio in sella alla Yamaha

Classifica piloti 1 2 3 4 5 6

Brilla l’astro di Dovizioso Andrea Dovizioso è entrato nella storia del team Monster Yamaha Tech3 con il primo podio della sua carriera in Yamaha. L’italiano ha fatto bene per tutto il fine settimana del Gran Premi Aperol de Catalunya, registrando ottimi tempi con entrambi i composti di pneumatici a disposizione. La gara non è stata facile, soprattutto nel finale quando il ritorno di Stoner sembrava incalzante, ma l’italiano è stato sufficientemente freddo per tenerselo alle spalle sul rettilineo finale. "Sono davvero contento per questo podio e per il fatto di essere in mezzo a tutte le moto ufficiali, è molto importante – sono state le prime parole del campione italiano Abbiamo iniziato a Valencia e il feeling non era eccezionale. Abbiamo lavorato duro e continuiamo a farlo e il mio feeling migliora sessione dopo sessione”. "La passione del mio team fa la differenza per arrivare a questi risultati. Grazie a Yamaha che ci ha dato una moto ottima. Poter lottare qui per il podio è stato fantastico. La differenza tra me e i primi due, almeno fino al mio errore, era di un decimo, anche se qui un decimo può fare la differenza", conclude.

Jorge LORENZO Casey STONER Dani PEDROSA Andrea DOVIZIOSO Cal CRUTCHLOW Valentino ROSSI

Yamaha Honda Honda Yamaha Yamaha Ducati

SPA AUS SPA ITA GBR ITA

115 95 85 60 56 51

Classifica Costruttori 1 2 3 4 5

YAMAHA HONDA DUCATI ART FTR

115 106 56 19 6

La Ducati ha lavorato tantissimo nei test svolti in Spagna in questa settimana

Rossi-Hayden, attenti a quei due... Catalogna e Aragon. È stata una settimana intensa di test per la MotoGp. In particolare per chi deve rincorrere ed è costretto a trovare soluzioni e migliorie per accorciare il gap dai primi della classe. Tra coloro che devono recuperare terreno ci sono i piloti della Ducati: Rossi e Hayden, approfittando delle ottimali condizioni meteo, hanno girato tantissimo sul circuito di Aragon totalizzando insieme quasi 140 giri. “È andata abbastanza bene perché era importante girare un po’ in questa pista di cui non conoscevo bene tutti i “segreti” - è il commento del fenomeno di Tavullia - Mi spiace solo aver avuto un problemino alla fine del turno, forse un filo della centralina che si è rotto, che mi ha tenuto fermo al box per quindici

minuti, impedendomi di usare la seconda gomma morbida che avevo a disposizione. Penso che altrimenti avrei potuto togliere ancora qualche “decimino”. Non abbiamo fatto in tempo a riprovare il forcellone in alluminio ma abbiamo comunque trovato alcune cose positive quindi possiamo dire che è stato un buon test”. “La giornata è iniziata bene, siamo riusciti a trovare subito delle cose positive. Nel pomeriggio abbiamo provato alcune modifiche più sostanziose ma non siamo riusciti ad andare più forte - gli fa eco Nicky Hayden - Ci sarebbe piaciuto essere un po’ più vicini al top ma abbiamo comunque raccolto delle informazioni valide e, mettendo insieme tutto, speriamo di fare un passo in avanti la prossima volta”.


Monzasprint113  

Bimestrale di motori sport cultura e attualità