Page 1

PERIODICO

N. 82 FEBBRAIO 2015

San Gavin

Monreale.Net INDIPENDENTE DI COMMERCIO E ATTUALITÀ

La primavera di San Gavino Nonostante la primavera si faccia ancora attendere, sia sul calendario che dal punto di vista climatico, a San Gavino Monreale c’è un movimento culturale che lascia ben sperare: parliamo di Monumenti Aperti 2015.

Le nuove strutture sportive di San Gavino Un viaggio alla scoperta dei nuovi impanti del paese, tra inaugurazioni e progetti futuri.

Fischia il vento... ...attenti alla testa! Il maestrale desta preoccupazione, date le condizioni dei pali dell’illuminazione pubblica.

A Funtan’e Canna si saluta il campo Rom A un anno e mezzo dal ciclone “Cleopatra” i Rom lasciano la località Funtan’e Canna.


2

EDITORIALE

Monumenti Aperti, la primavera del paese Nel pomeriggio del 27 febbraio 2015 l’amministrazione comunale, rappresentata dall’Assessore alla Cultura Nicola Ennas, ha incontrato le associazioni e la cittadinanza per iniziare a pianificare la due giorni (2 e 3 maggio 2015) dedicata a “Monumenti Aperti 2015”. Un buon numero di associazioni ed enti ha riposto all’appello, presentandosi nell’aula consiliare del Comune: in tanti hanno espresso la volontà di collaborare attivamente ed esposto le proprie idee per l’organizzazione di eventi collaterali. Abbiamo assistito a un bel pomeriggio in cui si sono oliati dei meccanismi che il nostro paese conosce bene e che nello scorso numero, parlando di “Programmazione”, avevamo auspicato venissero nuovamente messi in funzione. Forse è vero che la manifestazione “Monumenti Aper-

ti”, essendo davvero un evento “culturale” nel senso più genuino del termine, rende più facile mettere d’accordo le varie anime del paese. Forse è anche vero che la guida forte dell’Amministrazione Comunale e la presenza di una coordinazione unica a livello regionale contribuisca a rendere tutto più armonioso. Forse è vero che l’assenza di fondi comunali da dedicare all’evento contribuisca a filtrare ogni speculazione e a selezionare in maniera naturale quelle persone e associazioni veramente motivate a lavorare per il bene del paese e che lo fanno ogni giorno, anche lontano dai riflettori. Ed è dalla riunione del 27 febbraio che vogliamo ripartire, lasciandoci alle spalle il freddo e le polemiche dell’inverno, iniziando a pensare alla “primavera culturale” del nostro paese. Sarà la

stagione più bella dell’anno. Si potranno vedere i ragazzi delle scuole come simbolo positivo del paese, si avrà modo di sentirli promuovere la bellezza e la storia di San Gavino Monreale. Si potrà assistere agli eventi delle associazioni, che animeranno il paese nei percorsi tra un monumento e l’altro. Si godrà di un evento che negli ultimi tre anni, dal 2012 in poi, ha fatto registrare un numero sempre

crescente di visitatori e partecipanti (lo scorso anno si sono registrate le 5.476 visite ai monumenti, con un incremento del 45,87% rispetto alla precedente edizione). E allora aspettiamo con piacere “Monumenti Aperti 2015” per scoprire quello che ancora c’è da conoscere sulla storia e sull’arte custodita negli edifici più suggestivi del nostro paese. SIMONE USAI


SAN GAVINO

3

Le nuove strutture sportive di San Gavino

Negli ultimi mesi l’amministrazione comunale di San Gavino ha inaugurato due nuove strutture sportive. Andiamo in ordine cronologico, il 16 gennaio scorso è stato inaugurato il campetto sportivo situato all’interno del cortile della scuola di Via Fermi. Un campetto che ha avuto un inizio travagliato, il finanziamento di 100.000 euro ottenuto nel 2011 dalla Giunta Cruccu, il blocco dei lavori dovuto a una petizione che chiedeva lo spostamento del campetto in un’altra area del cortile per salvaguardare gli alberi presenti, la soluzione

Hai bisogno di sp

trovata col conseguente salvataggio della pineta, lavori poi iniziati nel 2013 e conclusi con la recente inaugurazione durante la quale il campetto è stato subito invaso dagli alunni della Scuola Primaria. Questa struttura permetterà lo svolgimento dell’attività motoria  rendendo la scuola strutturalmente più completa. Il 23 febbraio scorso invece, è stata la volta dell’inaugurazione della palestra della Scuola Primaria di  via Paganini, una scuola già interessata da alcuni miglioramenti grazie al progetto del Lions Club di Villacidro “La natura e i bambi-

ostarti?

I X A T o i z i Serv professionalità e sicurezza

8 comodi posti servizio disabili

disponibile h24 x 365 giorni ioni tutte le destinaz discobus salvapatente

324 779 7838 www.gir8transfer.it - www. facebook.com/gir8transfer

NCC • Servizi dedicati e su misura • Addii al celibato e nubilato Trasferimenti urbani ed extraurbani • Scuola bus • Disbrigo pratiche

ni”. Queste due realtà di cui vi abbiamo parlato sono senza dubbio il frutto della collaborazione tra amministrazione comunale e scuola, nella consapevolezza che grazie al dialogo tra questi due enti si possono ottenere risultati importanti. Entrambe le strutture inoltre, potranno essere utilizzate dalle società sportive del paese. Ma ci sono altre tre strutture che speriamo ben presto possano essere totalmente fruibili da chi pratica sport a San Gavino Monreale, ci riferiamo al capannone polivalente situato fronte il parcheggio dell’ospedale, alla pista di atletica e al campo erboso Santa Lucia. Abbiamo sentito Nicola Ennas, assessore allo sport di San Gavino che ci delucida sulle tre strutture, e ci fa sapere che per il capannone polivalente il progetto attuale è quello di rivalutare tutto l’impianto adattandolo totalmente allo sport del calcio a cinque anche in termini di sicurezza. La pista di atletica, anche se attualmente i lavori sono fermi, sarà ben presto dotata di illuminazione con i pali

che sono già stati collocati ai bordi della struttura. Per gli amanti del calcio però, la novità più importante arriverà dal celebre “Santa Lucia” sul cui terreno dovrebbero essere (il condizionale in questi casi è sempre d’obbligo) installati un manto sintetico e una copertura per le tribune, risolvendo in un colpo solo due problemi che affliggono questa importante struttura da oltre un decennio. “Per la realizzazione delle migliorie del campo sportivo Santa Lucia stiamo aspettando che il Ministero dell’Economia e delle Finanze ci dia il via libera per finanziare l’opera grazie alla conversione di un finanziamento non utilizzato nel 2003. Nel calendario degli interventi di riqualificazione indispensabili abbiamo inserito inoltre lo storico Palazzetto dello Sport” ci dice Nicola Ennas. Lo sport sangavinese ha sempre espresso grandi talenti, speriamo sia arrivato il momento in cui le strutture sportive possano avvicinarsi al valore dei nostri tanti, e bravi, atleti. LUCA FOIS


4 Errata corrige su L’Angolo del Caffè

Nel Comprendo numero 81 di Gennaio 2015, a pagina 5 nell’articolo “Una serata dedicata alle vetrine di Natale” abbiamo erroneamente scritto che il bar “L’Angolo del Caffè” è di Mary e Jessica Arixi. Ci scusiamo con Simona Arixi per il refuso, il bar è ovviamente di Mary e Simona Arixi, che vi aspettano nel loro locale in viale Rinascita 74/A. Noi ci complimentiamo di nuovo con loro per aver vinto il concorso “Albero di Natale 2014”!

SOCIETÀ

Commissione pari opportunità Il 19 febbraio è stata presentata la nuova Commissione Pari Opportunità del Comune di San Gavino Monreale. Sarà composta dal direttivo formato dal presidente Stefania Secchi, dal vice presidente Marianna Chessa, e da Simona Caboni, Tania Crovi e Marisa Serra. Compongono la C.P.O. inoltre Teresa Paccagnin, Valeria Pintori, Genziana Fabiani, Silvia Mamusa, Sonia Angioi, Anna Rita Corda, Valentina Mamusa e Pasqualina Bandino. La giornata della presentazione è stata l’occasione per incontrare diverse associazioni cittadine e i servizi sociali del Comune, per avviare una proficua collaborazione. Il programma della Commissione Pari Opportunità per l’anno 2015 è articolato principalmente su quattro eventi, il primo venerdì 13 marzo alle ore 17:30 e sarà un incontro

sullo stalking e il femminicidio tenuto dal professor Marco Strano, un dirigente della polizia di stato e criminologo di fama internazionale. L’incontro si terrà nella sala adiacente il teatro. Per i primi di giugno, probabilmente il 6, è previsto “Cucine dal mondo e dintorni” evento nel quale si allargherà la parte culinaria con eventi collaterali che ci faranno conoscere giochi o attività tipiche delle diverse culture del mondo. Il 2 ottobre sarà la volta del “Seminario per le scuole sul bullismo e l’omofobia” in cui oltre ad

esperti del settore saranno presenti alcuni ospiti che parleranno delle proprie personali esperienze. L’ultimo evento attualmente in calendario è la “Giornata contro la violenza sulle donne” prevista per il 25 novembre in concomitanza con la giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Durante la giornata si allestirà piazza Marconi con scarpe rosse e candele e si terrà un cineforum con la proiezione (totale o parziale) del film “Ti do i miei occhi”. Buon lavoro alla nuova Commissione.

TUTTO CIALDE CAFFÈ ESPRESSO - DECAFFEINATO - ORZO - GINSENG GUARANÀ - THÈ ALLA PESCA - THÈ NERO - THÈ AL LIMONE THÈ AI FRUTTI DI BOSCO - THÈ ALLA MENTA - THÈ VERDE CAMOMILLA - LATTE SOLUBILE E CIOCCOLATA INSTALLAZIONE, MESSA IN SERVIZIO, RIFORNIMENTO, PULIZIA E MANUTENZIONE, SOSTITUZIONE IMMEDIATA DI MACCHINE PER CAFFÈ

SERVIZIO DI ASSISTENZA 070 937.60.63 SAN GAVINO MONREALE VIA ROMA 112 WWW.FRONGIASCAFFE.IT - INFO@FRONGIASCAFFE.IT


PUBBLICITÀ

5


6 Incontro sulla lingua Sarda

Si è tenuta il 21 febbraio scorso la Conferenza “Istúdiu de s’istória in lingua sarda”. La Pro Loco San Gavino ha spostato l’evento al 21/02 perché l’Unesco l’ha proclamata “Giornata Mondiale della Lingua madre” per ricordare i fatti sanguinosi accaduti in Bangladesh nel 1948, quando dei giovani di etnia e lingua Bangla si ribellarono all’imposizione del governo di scrivere e parlare solo la lingua Urdu. Per ragione di salute non è stata presente l’assessore regionale Claudia Firino, i relatori erano Prof. Mario Pudhu, Salvatore Cubeddu e Maurizio Onnis, che hanno catturato l’attenzione dei tantissimi presenti. Ha coordinato i lavori prof. Salvatore Manno. “L’applauso finale a ogni relazione sottolineava il gradimento e non immaginavo tanto interesse e amore per la lingua sarda.” ci dice Antonio Garau presidente della Pro Loco San Gavino che continua “è intento della Pro Loco programmare altri incontri coinvolgendo altri soggetti interessati come insegnanti e scuole di tutti i gradi”.

CULTURA

Uni3: l’Università del Monreale L’Università della Terza Età del Monreale, iscritta all’albo nazionale e regionale delle Università della Terza Età, è attualmente all’ottavo anno di attività. Le Università della Terza Età della Sardegna hanno come tutte le sorelle nazionali, per statuto nazionale e regionale, una identità. Nel caso delle Uni3 sarde è “Lingua e Cultura della Sardegna” nei suoi vari aspetti: lingua, storia, archeologia, letteratura, ambiente e etnografia. Questi argomenti ricoprono quasi la metà dell’intero programma. Ci sono poi altre discipline come medicina della terza età, psicologia, sociologia, informatica, botanica, etnomusicologia, antropologia, cineforum, presentazione libri. Oltre alle lezioni si svolgono settimanalmente i laboratori di informatica, di recupero e restauro del libro antico, delle palme pasquali e del legno. Presso l’Uni3 del Monreale si svolgono inoltre corsi di lingua straniera, di ballo sardo, di ginnastica dolce e di difesa personale per anziani. Ogni anno viene Inaugurato e chiuso con un concerto di musica classica e sinfonica e tra le altre attività si svolgono visite guidate con i docenti. I docenti provengono dall’Università di Cagliari e di Oristano, ma anche professori dei licei del territorio, la laurea è la condizione di base per insegnare nelle attività curricolari, mentre per

i corsi e laboratori non conta il titolo di studio ma le abilità riconosciute e la professionalità posseduta. Hanno una sorta di precedenza le tante eccellenze che la nostra comunità possiede. Quest’anno il 30% dei docenti che svolgono lezioni è sangavinese. “L’obiettivo per il futuro” ci dice il presidente Salvatore Manno “è fare sempre di più. Nei limiti del possibile daremo l’opportunità di dimostrare la loro bravura alle tante eccellenze nel campo della cultura che San Gavino possiede, soprattutto ai tanti giovani laureati.

Si stanno mettendo le basi per una collaborazione con l’Università di Cagliari e Oristano che possa consentire ai nostri giovani studenti universitari di seguire le lezioni di alcune discipline in videoconferenza e poi andare a sostenere gli esami”. Si possono iscrivere all’Uni3 del Monreale tutti i cittadini che abbiano compiuto quarant’anni, sangavinesi e non. Non è richiesto alcun titolo di studio, la tessera annuale costa 30 € e dà la possibilità di seguire tutte le attività. Per ulteriori informazioni www.uni3delmonreale.it


LETTERE

7

Fra un asparago e l’altro, Comprendo che... Mentre passeggio nel meraviglioso paesaggio collinare di Monreale, fra ferule e fortificazioni che riaffiorano da un glorioso passato, mentre l’occhio cerca attento fra i fili d’erba l’agognato asparago, lo stesso (occhio) rabbrividisce dinanzi all’ennesimo scempio visivo e civico! Due container, probabilmente utilizzati dagli operai come dimora durante

i lavori di restauro/recupero Castello di Monreale, completamente vandalizzati, con sacchi di calce buttati alla rinfusa, scaldabagni divelti, finestre rotte, letti a brandelli! Perché dobbiamo assistere a tutto ciò senza porvi rimedio? Chi ha l’effettivo controllo sull’affascinante sito medievale a noi tanto caro? Perché non mettere dei guardiani (mi

offro volontario) per evitare scempi del genere e monitorare i preziosi fasti del nostro passato investendo sul futuro?

Abbanoa a San Gavino

SIMONE UTZERI

Si terrà lunedì 16 marzo 2015 l’assemblea pubblica col gestore idrico unico Abbanoa. Sono invitati a partecipare tutti i cittadini. L’inizio è previsto per le ore 15:30 presso il capannone polivalente situato nel parcheggio fronte ospedale. La durata è stimata in tre ore circa. Saranno presenti tecnici e funzionari di Abbanoa per assicurare risposte concrete alle istanze dei cittadini.


8

SAN GAVINO MONREALE

Fischia il vento... Negli ultimi anni, a più riprese, abbiamo segnalato e documentato lo stato dei pali dell’illuminazione pubblica a San Gavino Monreale. Eppure, facendo mente locale, molti dei lampioni (quelli bianchi, per intenderci) non sono così vecchi, anzi. La mia generazione ha assistito all’installazione di molti di essi. Il problema è che la ruggine ha attaccato irrimediabilmente il metallo, soprattutto alla base. Alcuni dei sostegni per le linee elettriche sono letteralmente “aperti”, sviscerati dalla corrosione degli elementi. E basta una giornata di maestrale per far temere la caduta di uno di questi pali. A

luglio scorso un palo è caduto su un’automobile parcheggiata in via Galilei, a ottobre è andato giù un lampione in via Tirso e quasi contemporaneamente un altro nella zona della nuova stazione, mentre a febbraio - pochi giorni fa un altro sostegno ha ceduto, sfiorando una macchina in sosta in via Foscolo. Tornando indietro nel tempo, andando a memoria e consultando i nostri archivi, abbiamo osservato che il fenomeno dei “pali cadenti” ha registrato i primo campanello d’allarme già a gennaio 2011, con un lampione pubblico caduto in via Nuraci dopo un violento temporale. Da allora i casi si


SAN GAVINO MONREALE

...attenti alla testa! sono susseguiti, con grande preoccupazione dei cittadini sangavinesi, anche se per fortuna fino a oggi abbiamo registrato danni solo “alle cose” e non “alle persone”. Eppure pensiamo, senza voler essere “uccelli del malaugurio” che sia il momento di intervenire e prendere provvedimenti tempestivi ed efficaci, prima di dover assistere a situazioni ben più drammatiche. Siamo ben consci del costo altissimo della manutenzione (o della sostituzione) dei pali ormai inservibili, eppure siamo anche convinti che ci sia il rischio concreto di spendere parecchi soldi anche in risarcimenti e cause, se non si cor-

re ai ripari al più presto. Senza contare il costo incalcolabile della salute dei cittadini sangavinesi, qualora dovesse farsi male qualcuno. La tragedia si è sfiorata anche nel campo da calcio fronte ospedale, dove alcuni alberi, sradicati dal vento, sono caduti in campo e sulle panchine. Per fortuna in quel momento non si stavano svolgendo allenamenti o partite. Insomma, ogni volta che “fischia il vento e infuria la bufera” più che indossare scarpe rotte per “conquistare la rossa primavera”, i sangavinesi farebbero bene a indossare un elmetto protettivo. SIMONE USAI

9


10

SOCIETÀ

A Funtan’e Canna si saluta il campo Rom La “pesca” di Carnevale

Scade il 12 marzo 2015 il termine entro il quale richiedere i premi vinti nella “pesca” del Carnevale dei bambini. L’’estrazione è avvenuta pubblicamente ma come spesso accade in queste circostanze non tutti i vincitori erano presenti per poter ritirare immediatamente il premio. Se qualcuno volesse ritirarlo può contattare Francesca Piddiu all’indirizzo email francyp2@tiscali.it oppure tramite Facebook al suo profilo.

Nei giorni immediatamente successivi all’alluvione del 18 novembre 2013 la nostra Redazione si era trovata a fronteggiare la difficile battaglia della disinformazione post-tragedia, con notizie false e bufale che si rincorrevano sui social network e nei bar del paese. Una delle

chiacchiere più gettonate era quella relativa ai container per i rom sfollati dopo il ciclone “Cleopatra”. A distanza di un anno e mezzo, l’emergenza è lentamente rientrata. Come dichiarato dal Sindaco di San Gavino Monreale Carlo Tomasi, infatti, “la chiusura del campo di Funtan’e Canna sta avvenendo in modo progressivo ed il gruppo di ROM si è già assottigliato spontaneamente: alcune famiglie hanno trovato una sistemazione e si sono trasferite o ritrasferite nei comuni di Porto Torres, Sardara, Villasor, San Nicolò d’Arcidano e anche Vercelli, in Piemonte“. Il Sindaco ha ricordato che “l’alluvione determinò una situazione d’emergenza drammatica in cui, per fornire una seppur precaria forma di sistemazione alle suddette famiglie, si permise

un momentaneo soggiorno di fortuna nella località di cui sopra, all’interno di baracche da cantiere prefabbricate e di un casolare provvisto di copertura. Tuttavia, una volta cessata l’emergenza alluvione, il campo rischiava di divenire una realtà permanente, generando un vero e proprio allarme umanitario: l’assenza di servizi minimi essenziali quali l’allaccio idrico ed energetico, congiuntamente all’impossibilità di garantire il decoro e l’igiene, non offrivano altro che una prospettiva d’emarginazione e degrado”. Per tutte queste ragioni, in accordo con la Prefettura di Cagliari, è stato decretato lo sgombero e chiusura del campo, che si sta svolgendo in un clima di grande serenità e collaborazione. SIMONE USAI

birre artigianali salumi

prodotti tipici

vini in bottiglia

da Gomez

vini sfusi

di Mario Virdis Via Dante, 39a 09037 San Gavino Monreale VS

formaggi

zafferano

tel. 347 0632319


TRASPORTI

11


12


STORIA

13

Dov’era il villaggio di Funtana Fenugu? Durante tutto il Medioevo in Sardegna nacquero e morirono una miriade di piccoli villaggi, centri più o meno grandi dislocati per tutta l’isola: anche all’interno dei nostri confini comunali attuali esisteva, oltre a San Gavino, un piccolo insediamento, chiamato Funtana Fenugu. Questo centro della curatoria di Bonorzuli è attestato con altri nomi: Santa Maria, Ecclesia Fontana de Urgho, Ecclesia Fontana Durgho, Ecclesia Fontana de Hurgho, Ecclesia Fontana de Gurgo e Villa Fontana Urgo, a partire dal 1341 fino al 1350. Un Gurgo appare anche menzionato nei conti del sale 1362-63 presso le saline di Sanluri Stato (forse in località Giba Onidi), così come Gurgo fu una villa Pisana della curatoria di Gippi passata poi sotto la dominazione arborense; non bisogna confondere il nostro insediamento con “Ecclesia Fontana”,

situata in Parte Usellus e attestata nello stesso arco cronologico. Di questo stanziamento sono poche le tracce e i documenti, e solo la toponomastica ormai ne è l’unico ricordo. Sappiamo che durante il XIV secolo venne citato nelle collettorie pontificie relative alla diocesi di Terralba, poiché versava le decime ecclesiastiche come il villaggio di San Gavino (la villa aveva il suo domino Jacobo che le riscuoteva); da quel momento se ne perdono completamente la tracce. Plausibilmente il centro si spopolò durante le guerre tra i catalano-aragonesi e le forze dell’Arborèa (seguendo la stessa sorte che toccò anche ad altri villaggi preda pure della Peste del 1348), andando poi, con molta probabilità, ad ingrossare le file degli abitanti di San Gavino. Non se ne ha menzione nemmeno durante la firma del trattato di pace

Foto tratta da Casti, Nòsu santuingèsu, p 57 del 1388, in cui sono presenti i rappresentanti di tutte le ville arborensi: segno della scomparsa della villa. Il villaggio si trovava a circa 5 chilometri a Nord-Est da San Gavino Monreale, in località Funtana Fenugu: sorgeva in prossimità dell’incrocio stradale tra Santa Severa e S’atzara, vicino allo stagno di santa Maria, che deve il suo nome alla presenza della chiesa parrocchiale dell’antica villa medievale, la chiesa di Santa Maria per l’appunto. Il luogo di culto fu tenuto in considerazione ancora per diversi secoli, quando

i fedeli erano soliti festeggiare (si ipotizza) il culto greco di Nostra Signora d’Itria – detta anche Hodegetria – fino a quando la statua venne trasferita a Santa Chiara Vergine. Con il passare dei secoli se ne perse però memoria e traccia: in quella località, fino ad una trentina di anni fa, si poteva notare una fontana in basalto nero, posta a breve distanza dai ruderi della antica chiesa di Santa Maria, che forse venne smantellata e usata come pietrame da costruzione per le abitazioni dei sangavinesi. ALBERTO SERRA


14

SPORT

Junior TIM Cup

Alla ricerca di una nuova vittoria

Si è svolta nella seconda e terza domenica di febbraio la fase provinciale della Junior Tim Cup “il calcio negli oratori” organizzato dal Centro Sportivo Italiano. Il girone è stato vinto dall’oratorio San Giovanni Bosco di Uras che ha avuto la meglio sull’oratorio Madonna del Rosario che ha piazzato una squadra al secondo e una al quarto posto. Terzo posto per l’oratorio San Giovanni Bosco di Ales. Hanno preso parte al torneo ragazzi provenienti da San Gavino e da diversi paesi limitrofi di età compresa tra gli 11 e i 14 anni.

Il movimento pallavolistico sangavinese continua a crescere. Il campionato femminile è partito nel migliore dei modi, con cinque vittorie consecutive. Le ragazze sono in gran parte le stesse che lo scorso anno hanno ottenuto la promozione in 1° divisione: capitano Laura Fattorini, Elisa Boldrini, Valentina Serra, Giulia Siddi, Fabiana Brau, Monica Ibba, Eliana Curreli. A settembre si sono aggiunte alla squadra Paola Serci, Valeria Fois e Dorothy Murgia, seguite da Alessia Cossu, Silvia Siddi e Enrica Asuni. “Non ci aspettavamo le prime cinque vittorie all’esordio del campionato di prima divisione - dice Laura Fattorini dopo le prime cinque vittorie abbiamo purtroppo avuto un calo nella prestazione, così come testimoniano le ultime due sconfitte subite: la prima in casa contro Gadok Gonne-

sa, una squadra davvero forte e ben equipaggiata; la seconda a Iglesias, merito di troppi errori da parte nostra. Speriamo di riprendere subito la serie positiva e continuare la corsa verso la parte alta della classifica; anche se orfane di una giocatrice forte come Elisabetta Usai, quest’anno possiamo godere della bravura e dell’esperienza del nostro libero Dorothy Murgia e di un opposto di notevole valore come Valeria Fois. Abbiamo grandi progetti”. Per quanto riguarda le altre squadre della società, si è appena concluso il campionato dell’Under 18 femminile: ora si apre la seconda fase. La squadra ha subìto un cambio alla guida, Lorena Cherchi ha lasciato il posto al suo collaboratore Luca Mocci, primo allenatore anche della 1° divisione maschile, squadra di giovani che sta cercando di far rinascere

il settore maschile della pallavolo sangavinese. Il settore giovanile invece è tutto di Alessandro Camedda, allenatore di esperienza che segue minivolley e under 13, due gruppi misti molto numerosi, vero fiore all’occhiello della società guidata da Riccardo Perrier. Per chi volesse informazioni su partite, allenamenti e iscrizioni può contattare la pagina Facebook Club Pallavolo Monreale.


ANNUNCI E MESSAGGI Per le vostre inserzioni scrivere a annunci.comprendo@ gmail.com oppure sms al 340.3432895. Si avvisano i gentili inserzionisti che l’inserimento degli annunci è gratuito per beni di modesto valore. Per la vendita di immobili, terreni o beni di notevole valore, potrebbe essere richiesto un piccolo contributo economico. Vendo causa inutilizzo Bimby ancora con la confezione originale 900 euro trattabili 347.2607669 Traduttore specializzato impartisce ripetizioni di inglese a studenti di scuole elementari, medie e superiori. Prezzi modici. 324.8467545 Vi chiedo se potete frugare nelle vostre soffitte e nei vostri garage per cercare oggetti di qualsiasi tipo o dimensione che non vi servono più. A me servono molto per un progetto che sto cercando di fare. Grazie mille. 340.0841437 E CHE CAVOLO! Dopo il cardoncello da record inviatoci nel numero 81 di Comprendo, questa volta è il signor Orrù a mostrarci una creatura della natura davvero stupefacente. Anche voi guardandolo avrete sicuramente detto “E che cavolo!” Vendo Huawei nuovo a solo 60 euro. 345.4083528 Vendo bicicletta tipo Graziella anni settanta a 100 euro. 342.6320668

Scusate il ritardo, ma pensavamo che Febbraio avesse 38 giorni.

Comprendo - Periodico indipendente di commercio e attualità Anno VI - Numero 2 - Febbraio 2015

n. 82

Direttore Responsabile Fausto Orrù - Amministrazione Luca Fois luca.comprendo@gmail.com 340.3432895 - Redattore editoriale Simone Usai simone.comprendo@gmail.com 349.5306966 Redazione Virtuale Online redazione.comprendo@gmail.com - Stampa Grafiche Ghiani S.r.l. Industria Grafica S.S. 131 km 17,450 09023 Monastir (CA) Registrato presso il Tribunale di Cagliari Registrazione N. 23/010 del 01-12-2010. La direzione di Comprendo si riserva il diritto di rifiutare o sospendere una inserzione a proprio insindacabile giudizio. L’Editore non risponde di eventuali errori di stampa, ritardi o danni causati dalla non pubblicazione di inserzioni per qualsiasi motivo. Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia. Ogni pubblicazione su Comprendo è da intendersi in forma gratuita. Il materiale consegnato alla redazione non sarà restituito. Con l’invio di lettere, e-mail, foto, sms e mms se ne autorizza la pubblicazione. Le lettere non dovranno superare le 900 battute, spazi compresi.

15


16

V.le Rinascita, 19 09037 San Gavino Monreale (VS) Tel. 070.9339031 - 070.8970143 e-mail: sannamobili@tiscali.it facebook.com/sannamobili

ACQUISTA LA TUA CUCINA DA SOGNO IN 20 RATE A TASSO ZERO* V.le Rinascita, 19 09037 San Gavino Monreale (VS) Tel. 070.9339031 - 070.8970143 e-mail: sannamobili@tiscali.it facebook.com/sannamobili

Scusate il ritardo, ma pensavamo che Febbraio avesse 31 giorni.

Profile for Redazione Comprendo

Comprendo 82  

Comprendo 82

Comprendo 82  

Comprendo 82

Profile for comprendo
Advertisement