Page 1

WWW.COMPRENDO-ONLINE.IT

COPIA GRATUITA

COMPRENDO NUMERO 59

QUESTO GIORNALE NON RICEVE ALCUN FINANZIAMENTO PUBBLICO E SI SOSTENTA GRAZIE ALLE INSERZIONI PUBBLICITARIE

LA RINASCITA PARTE DA QUI

Quando la prima impressione è ciò che conta davvero!

► SOCIETÀ

► VIABILITÀ

► MUSICA

► TURISMO

pagina 2

pagina 7

pagina 9

pagina 11

CAMBIARE GRAZIE ALLE SCELTE DEI SINGOLI

in tutta Italia, divenne ben presto un punto di ritrovo non solo commerciale ma

anche artistico. Bene, chi ha dato il nome viale Rinascita alla strada che unisce la

via Roma allo “stradone per la fonderia” questo non lo sappiamo. Ma se il termine viale è poco consono all’attualità, il termine rinascita ci piace. Proprio come fu per D’Annunzio, in questo momento questa via ci sembra rappresentare un punto di partenza discreto per un miglioramento del commercio sangavinese, e non solo. Vero, non c’è stato alcun incendio ma una crisi paragonabile ad esso sì. Questa

Nel 1865 a Milano nacque il primo negozio italiano di abiti preconfezionati. Che cosa strana a pensarci oggi. Nel 1917 questo negozio, che ormai non vendeva solo abiti ma era diventata una piccola e moderna città mercato, fu ricostruito a causa di un incendio. È da quel momento che prese il nome di “La Rinascente”. Il nome gli fu dato da Gabriele D’Annunzio. In Sardegna fu costruito a Cagliari, lungo la via Roma nel 1931. Il luogo,

UN CARTELLO È UN BIGLIETTO DA VISITA

a pagina 10

A PROPOSITO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE

MASSIMO LUCA E GLI ISOLA SONG A MONTE CLARO

Segue a pagina 2

MONUMENTI "APERTI" TUTTO L'ANNO


EDITORIALE

LA RINASCITA PARTE DA QUI ► EDITORIALE via da qualche mese sembra rinata, senza alberi e senza parcheggi a pagamento ma con negozi, macchine e persone, possiamo dire, ovunque. Studi medici, bar, parco, panifici, macchinette, alimentari, circoli e chi più

ne ha più ne metta. Ma non troppo. I locali liberi ci sono, ma non son tantissimi, a differenza della via Roma che a quanto pare, vive una crisi che sembra simboleggiare il cambiamento in atto nella nostra cittadina. Strade

da rifare, locali sfitti e arredo urbano da rivedere, ma ora speriamo riprenda vita anche la via principale del paese, sempre che consideriate la via Roma come la via principale... Luca Fois

Viale Rinascita

WWW.IOMEEMARTA.IT

IO, ME & MARTA

2


SOCIETÀ

CAMBIARE GRAZIE ALLE SCELTE DEI SINGOLI ► SOCIETÀ A cosa servano le elezioni lo sappiamo tutti. A San Gavino manca un anno alle consultazioni e già impazza il toto-sindaco. Abbiamo così fretta di cambiare? Abbiamo così fretta di considerare conclusa l'esperienza quadriennale dell'attuale amministrazione? Diciamo che a cosa serviranno le prossime elezioni lo sappiamo po' meno. Da sempre sostenitore delle liste civiche nelle elezioni comunali, mi domandavo quanto fosse importante l'elezione di un sindaco se poi il sindaco ha più responsabilità che poteri. Si dice che i poteri siano dei responsabili di servizio, degli uffici tecnici e dei dipendenti vari ed eventuali. Perché non votiamo quelle cariche

allora? Perché non possiamo scegliere chi realmente ci rappresenta nelle scelte? Sembra quasi un alibi della politica degli ultimi tempi, uno scarica barile tutto italiano, ma perfettamente legale. Perché non pensiamo che il paese possa cambiare senza passare dai palazzi, ma passando dalle scelte dei singoli? Perché non iniziamo a riprendere per mano un paese decadente? Tutti insieme, però. Le ultime parole, rilasciate al sito "San Gavino Monreale . Net" da Gianni Cruccu, sindaco uscente, sono musica per le mie orecchie: "non sono disponibile a una qualsiasi ricandidatura" (per me cinque anni devono e possono bastare) "spazio a chi ancora non ne ha avuto" (chi più dei

Magari fosse così chiara la via verso il cambiamento!

giovani può essere interessato al proprio futuro?) "è ora che quelli come me o chi da trent'anni e più è ancora in consiglio comunale si faccia da parte" (se per me ne bastano cinque, figuriamoci trenta!). Ma ciò che dovrà cambiare è il rapporto tra

cittadini, tra cittadini e amministrazione pubblica e tra cittadini e privilegi. Perché se in un paese si pensa soprattutto a come mantenere i propri privilegi, in quel paese non ci saranno più ricchi, bensì più poveri. Luca Fois

BENVENUTI DA SCAVOLINI.

show room cucine zona notte - zona giorno divani - camerette - complementi

buje ADV - VIII 2012

viale Rinascita, 19 - San Gavino Monreale Tel. 070.9339031 - 070.8970143 info@sannamobili.it www.sannamobili.it

facebook.com/sannamobili

3


EVENTI CIRCOLO DI CULTURA POLITICA SAN GAVINO

21/06/2013

Nasce il primo circolo di cultura politica sangavinese. Venerdì 21 Giugno alle ore 19:00, nella sala conferenze di via Dante 26 (ingresso Bottega Agricola), avrà luogo la presentazione dell'idea alla base del futuro circolo. L'incontro ha la funzione di presentare un nuovo modo di fare "politica", partendo dall'idea originaria che ha animato gli uomini ad occuparsi del "bene pubblico". Si vorrà consentire a tutti i sangavinesi di partecipare e contribuire a migliorare il paese. Verranno creati dei canali per raccogliere le problematiche e i bisogni della cittadinanza e, attraverso la diffusione di una cultu-

4

ra civica e la presenza di gruppi composti da tecnici, dare delle risposte concrete effettivamente realizzabili, per rendere migliore possibile la qualità della vita a San Gavino.

3° CAMPIDANO PHOTO CONTEST ARBUS

15 e 16/06/2013

Una giornata intera dedicata alla fotografia e all’arte digitale, che si terrà sabato 15 giugno a Sant'Antonio di Santadi, e domenica 16 giugno alle dune di Piscinas. L’evento verrà promosso con un concorso fotografico a tema, nel quale i fotoamatori potranno concorrere per aggiudicarsi i premi (buoni spesa) pari a 500 euro, con il tema "I colori di Sant’Antonio". L'iscrizione al concorso ha un costo di 10 euro, mentre il

workshop con modelle e modelli avrà un costo di 50 euro. Sono previste convenzioni per pranzo, cena e pernottamento. Il programma dettagliato è reperibile sul sito internet della Stazione Culturale.

FIERA DELLA CREATIVITÀ SAN GAVINO

23/06/2013

Creativamente Parlando organizza la sua seconda "Fiera della creatività". Si terrà il 23 giugno, in un'unica giornata, presso il Parco Rolandi a San Gavino Monreale. Lo scopo della manifestazione è cercare di mettere insieme tantissimi artisti e creativi, in modo da esporre i loro lavori e magari, perché no, movimentare l'economia locale, riscoprendo il piacere della condivisione e dell'arte.

GIORNATA PER LA PALESTINA SAN GAVINO

23/06/2013

Domenica 23 giugno 2013 alle ore 18.00, presso la Casa Museo Dona-Maxima, a San Gavino Monreale, l'Associazione culturale Kenemèri organizza la Giornata per la Palestina. Il programma della serata sarà il seguente: alle ore 18:00 mostra fotografica intitolata ai popoli oppressi; alle ore 19:00 ci sarà la lettura di "Gaza, Restiamo Umani"; alle ore 20:30 buffet "Palestinese" (a offerta); dalle ore 21:30 musica dal vivo di Marco Ammar. L'associazione Kenemèri ringrazia per la collaborazione l'associazione museale "Sa Moba Sarda", la ProLoco di San Gavino Monreale e l'Associazione Sardegna-Palestina.


EVENTI

FESTA DEI SESSANTENNI SAN GAVINO

13/07/2013

Tutti i nati nel 1953 sono invitati alla festa dei "Sessantenni". Sabato 13 Luglio alle ore 18:30 ci sarà la messa nella chiesa di Santa Lucia. La festa si terrà al Ristorante Santa Lucia, in via Nuraci, dalle ore 19:30 in poi. Per informazioni con-

tattare Paolo 338.6813547, Carlo 329.6004790, Severina 349.6379628 oppure Veronica 333.5890178. Adesioni e quote (30 € a persona) entro il 04/07/2013.

1° DUATHLON SANLURI STATO SANLURI STATO

29/06/2013

Duathlon "Sprint" 5 km corsa, 20 km bici, 2,5 km: ecco il programma

della corsa agonistica organizzata dalla Fuel Triathlon di San Gavino, presso la borgata di Sanluri Stato, il giorno 29 giugno 2013 alle ore 15:00. Si tratta della 4° prova (su 5) del Circuito Sardegna valevole per il "Circuito italiano società". Sono previste gare sia per gli Age group (agonisti adulti), sia per il settore giovanile. A seguire ci sarà musica e intrattenimento per tutti in piazza.

SPORT VILLAGE SAN GAVINO

29/06/2013

Seconda edizione di un evento aperto a tutti, con il coinvolgimento non solo di tutte le Società Sportive e le palestre presenti nel paese, ma con l'ampliamento dell’invito alle associazioni dei disabili di tutta la Regione Sardegna.

5


SANITÀ

OSPEDALE, ECCO GLI INTERVENTI DI CATARATTA ► SANITÀ Dal 10 giugno i pazienti del Medio Campidano potranno risolvere i problemi derivanti dalla cataratta anche a San Gavino, grazie a un impegno concreto per far ripartire l'oculistica e gli interventi anche nell'ospedale Nostra Signora di Bonaria a San Gavino. Ad eseguire gli interventi sarà il dottor Giuseppe Serra, oculista del San Giovanni di Dio di Cagliari che opererà a San Gavino grazie a una convenzione che la direzione aziendale di Sanluri, sulla scia di altre ASL regionali, ha firmato con l’Azienda mista di Cagliari. «La nostra prospettiva per il futuro è di avere nel nostro ospedale un vero reparto di oculistica. È un'idea che ci alletta - afferma il direttore generale della ASL Salvatore

Piu - nel frattempo cerchiamo di offrire sempre più servizi alla popolazione. Gli interventi di cataratta nel nostro territorio sono un importante investimento sulla salute dei cittadini». Nell’ottica dell’integrazione tra ospedale e territorio saranno gli stessi specialisti oculisti poliambulatoriali a supportare dottor Serra in ospedale nelle visite pre e post operatorie dei pazienti. Verranno utilizzate attrezzature e materiali all’avanguardia, degni delle migliori cliniche oculistiche italiane e statunitensi. Un investimento e un impegno che l’Azienda si augura sia ricambiato con un crescendo di pazienti che si rivolgono alla ASL di Sanluri per sottoporsi agli interventi di cataratta.

L'ospedale di San Gavino Monreale

LA SARDEGNA... SECONDO SILVIO CASULA

CALA GONONE

Paesaggio mozzafiato nei pressi di Cala Gonone

6


VIABILITÀ

A PROPOSITO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE ► VIABILITÀ Nel numero 58 di Comprendo ho trattato un argomento a me molto caro: quello della disabilità e delle barriere architettoniche che creano ulteriori difficoltà a chi già parte svantaggiato rispetto ai cosiddetti "normodotati". Per scrivere il mio piccolo articolo, che non aveva la pretesa di essere esaustivo e di coprire tutto il territorio sangavinese (tantissime persone con cui ho parlato mi hanno segnalato altri casi eclatanti), mi sono basato sulla testimonianza - e sulla documentazione fotografica - di un caro amico, costretto sulla sedia a rotelle. Forse quando tratto certi argomenti, mi lascio prendere la mano e lascio che sia la mia parte più sentimentale a scrivere: aver conosciu-

to e lavorato con persone costrette in carrozzina ha sviluppato in me una forte intolleranza verso ogni forma di barriera architettonica. Per questo motivo, mi sono stupito non poco, quando ho ricevuto una telefonata circa il mio articolo "A passeggio con un disabile". Non mi aspettavo una medaglia, ma non avrei immaginato di ricevere delle lamentele così vivaci. Sono arrivate dalla proprietaria delle rampe, mostrate in una delle foto a corredo, inviatemi come testimonianza di "ostacolo insormontabile" per una persona in carrozzina. Ci tengo a precisare pubblicamente, qualora ce ne fosse bisogno, che da nessuna parte, nel mio articolo, affermo che la signora in questione sarebbe

"incivile", come invece mi è stato attribuito. Quelle rampe sono funzionali per lavoro e sicuramente il Comune ha rilasciato le necessarie autorizzazioni per utilizzarle. Lungi da me l'idea di voler impedire a qualcuno di lavorare e mandare avanti onestamente la propria famiglia. Il concetto che veniva sottolineato è che ci troviamo davanti ad una barriera architettonica, e qualora il Comune abbia rilasciato un permesso per sistemare quegli ostacoli insormontabili sul marciapiede, la stessa amministrazione avrebbe dovuto prevedere, prima e dopo, degli scivoli per consentire un'agevole salita e discesa dal marciapiede. Così non è stato, e sfido chiunque sia in buona fede a dire che

su questo giornale ho offeso e insultato un mio compaesano. Mi dispiace davvero che una semplice riflessione sui diritti dei disabili possa essere mal interpretata e diventare oggetto di polemiche, di cui avrei fatto volentieri a meno. Mi è stato chiesto di specificare pubblicamente che i titolari delle rampe in oggetto sono persone per bene, educate e rispettose dei diritti degli invalidi. Lo faccio ben volentieri, ma davvero ce n'era bisogno? Io non l'ho mai messo in dubbio e chi mi conosce, sa che non sarebbe nel mio stile farlo. Chiudo, con un sorriso e con una massima a me molto cara: "sono responsabile di quello che scrivo, non di quello che capisci tu". Simone Usai

7


INTERNET

LA DISINFORMAZIONE COSTA MENO DELLA CULTURA ► INTERNET Internet è ormai un mezzo di comunicazione di massa, per certi versi ancora giovane e in costante evoluzione (nonostante il World Wide Web sia fruibile da tutti dal 1991, solo negli ultimi anni abbiamo assistito all'esplosione sociologica del fenomeno). Croce e delizia di questo canale, è la diffusione di una quantità di notizie che non trovano spazio altrove, vuoi perché spesso si tratta di notizie "scomode", vuoi perché molto più spesso si tratta di notizie parziali, incomplete, non verificate. E nessun giornale o televisione potrebbe pubblicarle e mantenere una parvenza di credibilità. Su queste pagine abbiamo provato più volte a smontare le "bufale" più note che si rincorrono sul web: dalle eredità ai bonsai kittens, dalle stragi di cani alle mogli russe, dalle scie chimiche alle richieste di sangue per bambini in fin di vita. In alcuni casi, smontare queste false notizie è stato semplice, in altri casi non lo è stato affatto, in altri ancora è proprio impossibile. Non perché la notizia sia vera, ma perché per dimostrare che non lo è richiede

8

studi specifici e competenze scientifiche che esulano dalle mie conoscenze. Un esempio famoso è quello del motore di Schietti, geniale scienziato che, secondo alcuni, avrebbe inventato oltre 40 differenti motori per avere energia infinita e pulita: le sue invenzioni ci verrebbero nascoste dalle lobby dei produttori di combustibili fossili. In realtà non è così, e il fatto che cercando su Google si trovi di tutto sulle sue invenzioni, è una prova che le lobby non sono molto preoccupate da lui. Ma per dimostrare scientificamente che Schietti non ha ragione, dovrei avere competenze nel campo della termodinamica e della fisica che probabilmente ha solo un laureato in ingegneria. Così come per dimostrare inoppugnabilmente che nell'Area 51 non c'è alcun extraterrestre, dovrei avere il pass per entrare e filmare tutto quello che c'è all'interno. E sono sicuro che non basterebbe, perché c'è chi "vuole credere" al di là di ogni logica e dimostrazione. È facile rendersi conto, quindi, che fare informazione costa molto più che fare disinformazione: in

Il motto diventato "cult" grazie alla serie TV "X-Files"

termini di formazione delle persone, in termini di tempo per studiare il caso, e in termini di risorse per dimostrare che una formula fisica o una teoria è completamente inventata. Per capirci, facciamo un esempio pratico: ognuno di noi potrebbe scrivere un articolo sensazionalista pseudo-scientifico in cui si sostiene che mescolando il DNA dei gatti e quello delle aquile, si può ottenere una nuova razza felina, dotata di ali. Per inventare una panzana di questo occorrono due minuti, con un po' di copia incolla di paroloni difficili e termini medici che si conoscono a malapena, il tutto infarcito di toni sensazionalisti e affermando che la notizia non trapela perché rivoluzionerebbe tutte le concezioni scientifiche moderne. Per dimostrare che una cosa del genere è tecnicamente impossibile, servirebbe la competenza di

una persona esperta di genetica e di biologia (e chissà cos'altro), che ha impegnato anni e anni di studi per accumulare le sue competenze. Fortunatamente in alcuni casi, internet ci aiuta a distinguere tra "notizia straordinaria" e "bufala", cito su tutti il sito di Paolo Attivissimo, che da anni si occupa di scovare e smentire tutte le leggende metropolitane del web. In altri casi invece è più difficile, perché anche di fronte alla totale mancanza di prove, chi si convince di una certa "teoria del complotto" diventa impermeabile alle spiegazioni scientifiche. Del resto, non è un caso che il motto di chi si occupa di ufologia e di alieni, sia diventato "I want to believe", ossia "Io voglio credere". Di fronte alla voglia di credere ciecamente in qualcosa, anche la scienza, probabilmente, può poco e nulla. Simone Usai


MUSICA

MASSIMO LUCA E GLI ISOLA SONG A MONTE CLARO ► MUSICA Da giorni la pagina web della cooperativa Expert Group e le pagine facebook dell’evento "Seminario di sopravvivenza per non perdersi nel mondo della musica" sono subissate di richieste di partecipazione. Il 22 e 23 Giugno, nella struttura polivalente all’interno del Parco di Monte Claro l’incontro con l’artista Massimo Luca (chitarrista, produttore, arrangiatore) rappresenterà per i musicisti sardi che parteciperanno un punto d'incontro tra dilettantismo e professionismo musicale. Sarà una due giorni organizzata dalla cooperativa Expert, dal Comune di Cagliari, dalla Provincia di Cagliari e dalla Regione Sardegna. Quarantotto ore nel corso delle quali Mas-

simo Luca spiegherà, illustrando la sua esperienza quarantennale con artisti del calibro di De Andrè, Lucio Dalla e Francesco Renga, quali sono le strade da percorrere in un progetto musicale. Frammenti di esperienza che potranno essere capitalizzati in ambito professionale dagli artisti che aderiranno al seminario e che avranno l’opportunità di esibirsi in una sorta di audizione di fronte al noto producer Massimo Luca. Il “come eravamo” della prima giornata accompagnerà in un breve viaggio critico nella storia della discografia italiana, che si concluderà con un concerto gratuito che vedrà sul palco di Monte Claro, assieme a Massimo Luca, la band sangavine-

Massimo Luca e Tore Melis

se degli Isola Song, reduci dall’ottimo giudizio di critica e pubblico riscosso nel loro tour in Sicilia. Tore Melis, frontman della band, appoggia così il progetto: “La Sardegna è una terra ricca di artisti, e di bravi professionisti, l’insularità ci penalizza, molti

musicisti non hanno la possibilità di conoscere i meccanismi in cui si articola il mercato discografico e finiscono con il rimanere sospesi in una sorta di limbo professionale. Seminari come questo sono frequentissimi nel resto della penisola”.

9


DECORO URBANO

UN CARTELLO È UN BIGLIETTO DA VISITA ►DECORO URBANO Continua il nostro viaggio per le strade di San Gavino alla scoperta delle tante piccole cose che non vanno bene. Se più volte ci siamo soffermati sulla segnaletica carente, segnalando quei cartelli stradali errati, rovinati o addirittura mancanti, non è per spirito di critica o per voler fare le pulci all'amministrazione comunale. Anzi, al contrario, è un modo per

aiutare l'amministrazione a rendersi conto di alcuni problemi e incoraggiarla a porvi rimedio. Del resto, ognuno di noi deve fare la sua parte: i cittadini nel segnalare eventuali problemi, e chi ha l'onore e l'onere di lavorare nel Municipio, nel risolverli. Stavolta i nostri flash hanno immortalato uno strano cartello turistico, ben camuffato tra piante e cespu-

Il cartello come appare arrivando da Villacidro...

10

gli in via Villacidro. Problematica a parte la posizione (sulla sinistra, arrivando da Villacidro): forse sarebbe stato meglio posizionarlo sulla destra, in modo da agevolare la lettura per chi arriva da fuori paese. Ma queste dissertazioni filosofiche lasciano il tempo che trovano, dato che il cartello è pressoché invisibile e illeggibile. Nella pagina accanto parleremo di

turismo e di idee rilancio della nostra cittadina, per non limitarci alla sola segnalazione di "cosa non va". Certo è che, comunque, che gli ingressi di un paese sono come un biglietto da visita: la prima impressione non è tutto, ma è fondamentale. Se ci si presenta bene ai potenziali clienti, è più probabile che si rivolgano a noi.

...e come appare uscendo da San Gavino.

Simone Usai


TURISMO

MONUMENTI "APERTI" TUTTO L'ANNO ►TURISMO

La manifestazione "Monumenti Aperti", quest'anno svoltasi in concomitanza con la festa di San Gavino Martire, ha avuto un grande successo di pubblico. Grazie all'impegno del Comune, delle associazioni culturali, degli studenti e di tanti volontari, migliaia di visitatori hanno potuto scoprire le tante meraviglie (spesso sconosciute) che il nostro paese custodisce. In questo modo è stato possibile conoscere e visitare una serie di musei e monumenti di indubbio valore: Casa Corda, la Chiesa di San Gavino Martire, il Convento di Santa Lucia, la Casa Museo Dona Maxima, il Museo Due Fonderie, la Chiesa di Santa Croce, la Collezione Nuccio Delunas, l'Archivio storico e la Chiesa di Santa Chiara. Forse il successo di "Monumenti Aperti" è proprio questo: dà l'opportunità di scoprire e visitare luoghi che durante il resto dell'anno sono chiusi al pubblico. Ma la sete di conoscenza non può - e non deve - limitarsi a pochi giorni all'anno. E la stessa amministrazione comunale, osservando il numero dei visitatori, dovrebbe inizia-

re a studiare dei sistemi per "potenziare" l'offerta turistica e culturale da offrire non solo ai sangavinesi, ma soprattutto a chi viene da fuori, per fare di San Gavino un polo artistico e culturale. Diciamoci la verità, a San Gavino non abbiamo bellezze naturali che ci possano far competere con i nostri vicini: non abbiamo il mare, non abbiamo la montagna, non abbiamo boschi. Possiamo e dobbiamo puntare tutto sulla cultura e sull'arte, se vogliamo rilanciare il turismo nel paese. E un primo semplice passo per potenziare la già ottima offerta sangavinese, potrebbe essere prendere spunto dai vicini: a Lunamatrona, per esempio, nei pressi dei monumenti storici sono stati installati dei cartelli informativi. Su ognuno di essi c'è un QR Code, uno speciale codice a barre che può essere letto tramite un qualsiasi smartphone. Semplicemente inquadrando il cartello con la fotocamera, si viene indirizzati su un sito web che contiene foto e descrizione del monumento in questione. In questo modo si crea una sorta di "guida turistica" permanente e fru-

Cartelli informativi presso i monumenti di Lunamatrona

ibile ogni giorno, con costi contenuti. Gli sviluppi sono potenzialmente infiniti: si potrebbe migliorare l'idea della Marmilla inserendo non solo foto e descrizione, ma anche un audio da ascoltare mentre si passeggia (o

per rendere "visitabile" il monumento anche dai non vedenti). Questa è solo un'idea, sarebbe bello potersi sedere a un tavolo con l'amministrazione per progettarne la realizzazione. Simone Usai

11


SORRIDENDO... SU FACEBOOK! IMMAGINI TRATTE DALLE PAGINE FACEBOOK DI SAN GAVINO

DeMotivational

12


COMPROVENDO

ComproVendo INVIA I TUOI ANNUNCI VIA SMS AL 346.0096265 OPPURE A ANNUNCI@COMPRENDO-ONLINE.IT

GLI ANNUNCI DOVRANNO ESSERE BREVI (MASSIMO 320 CARATTERI). GLI ANNUNCI PIÙ LUNGHI (O ANNUNCI MULTIPLI) POTREBBERO NON ESSERE PUBBLICATI. INVIANDO L’ANNUNCIO SI DICHIARA DI NON OPERARE COME PROFESSIONISTA NEL CAMPO DELL’OGGETTO. SI ACCONSENTE AL TRATTAMENTO DATI LEGGE 675/96 EX ART 1 LETTERA B

Cerco lavoro Cerco lavoro come aiuto-cuoca, lavapiatti, addetta alle pulizie, cameriera ai piani, cameriera tavoli bar, addetta al magazzino, inoltre, assistente all'infanzia e baby sitter. Per maggiori informazioni contattare serpiveronica@yahoo.it oppure il 345.3581346 Regalo gattini Regalo gattini siamesi e madre siamese, molto belli e giocherelloni. 340.0501163 Vendesi casa San Gavino, vendo casa su due livelli con seminterrato. 340.8697283 Stufa a legna Vendo stufa a legna completa di tubi per scarico. Misure 82 x 31 cm. Prezzo 300 €. 347.1925097 Fotocamera Vendo fotocamera Panasonic Lumix Lz 20, 16Mp. zoom 21x, comandi manuali, 3 mesi di vita, pari al nuovo, vendo con custodia a Euro 90. Telefonare nel pomeriggio. 340.0007529 Regalo gattini Regalasi bellissimi gattini, svezzati. 349.5896533 San Gavino - Affittasi San Gavino, affittasi anche per brevi periodi villetta ammobiliata in campagna, cucinino, soggiorno, salotto, bagno, camera da letto e ampie verande. 328.6714049

Mobile bagno Mobile bagno verde scuro con 4 sportelli e 4 cassettini cm 153, con lavandino champagne incassato, più specchio con luci, bidet, water e cassetta. Vendo 200 euro. 338.3771560 Assistenza anziani Signora di San Gavino, disponibile la domenica mattina per assistenza anziani. Telefonare. 329.3829068 San Gavino e paesi limitrofi - RIPETIZIONI Laureato con lode in materie scientifiche e specializzato post-laurea impartisce ripetizioni di matematica, chimica, fisica e scienze a studenti delle scuole elementari, medie e superiori. 340.4048113 Collaboratrice domestica Signora 49enne cerca lavoro come collaboratrice domestica, stiratrice, pulizia uffici, cucitrice a Sardara, San Gavino o Sanluri. 377.2015433 Lancia Thema Vendo Lancia Thema 2000 16v. Anno 1990, color grigio scuro, interni in alcantara, perfettamente funzionante, qualsiasi prova. Iscrivibile all'ASI come auto d'epoca. Prezzo: 2000 euro. Per info 347.3992217 Vendesi Vendo letto fine '800, piazza e mezza, ottime condizioni. Vendo 26 morse da falegname, diverse misure. 349.8765304 Mobili antichi Vendo credenza e tavolo dei primi 900 prezzo da concordare. Se interessati chiamare 346.4132548

13


COMPRENDO SEI TU!

Arredo urbano low cost: come arredare creativamente angoli di una cittĂ con una spesa minima e con un pizzico di impegno. L'esempio viene da Cagliari, nei pressi della Chiesa di San Giacomo. Un gruppo di anonimi artisti dell'uncinetto hanno deciso di abbellire la cittĂ  con le loro creazioni. I turisti che passano accanto ai pali si divertono e scattano delle foto ricordo da portare a casa e pubblicare su facebook. A volte, basta davvero poco!

14


COMPRENDO SEI TU!

COMPRENDO SEI TU! SCRIVI A ANNUNCI@COMPRENDO-ONLINE.IT OPPURE INVIA UN SMS AL 346.0096265

1.853

n.59 Quindicinale indipendente di commercio e attualità Anno IV – Numero 10 15 Giugno 2013 Direttore Responsabile

Fausto Orrù direttore@comprendo-online.it

Amministrazione

Luca Fois amministrazione@comprendo-online.it 340.3432895

Redattore editoriale

Simone Usai redazione@comprendo-online.it 349.5306966

Per la vostra pubblicità

pubblicita@comprendo-online.it 340.3432895 www.comprendo-online.it Redazione Loc. Grui Zona Artigianale P.I.P. sn presso G&M Arti Grafiche 09037 San Gavino Monreale tel 070.9337431 fax 070.9377268

Stampa

Grafiche Ghiani S.r.l. Industria Grafica S.S. 131 km 17,450 09023 Monastir (CA) Registrato presso il Tribunale di Cagliari Registrazione N. 23/010 del 01-12-2010

CAMPIONE

Complimenti ad Alessandro Deiola, siamo orgogliosi di avere una promessa del calcio italiano nel nostro paese. Continua così campione! SMS - FRANCESCO

DISABILITÀ

Sono un disabile, anche io mi trovo in difficoltà in certe vie di San Gavino. Ma non solo, in tanti paesi del circondario la situazione è la stessa, non si riesce a percorrere un mar-

ciapiede senza difficoltà di ogni tipo: buche, gradini e pali della luce. Costruire città a misura di disabile sarebbe un segno di civiltà, di rispetto e amore per la vita. Grazie a tutte le persone che ci aiutano nelle nostre battaglie quotidiane.

La direzione di Comprendo si riserva il diritto di rifiutare o sospendere una inserzione a proprio insindacabile giudizio. L’Editore non risponde di eventuali errori di stampa, ritardi o danni causati dalla non pubblicazione di inserzioni per qualsiasi motivo. È vietata ogni riproduzione, anche parziale, di questa copia di giornale. Ogni pubblicazione su Comprendo è da intendersi in forma gratuita. Il materiale consegnato alla redazione non sarà restituito. Con l’invio di lettere, e-mail, foto, sms e mms se ne autorizza la pubblicazione. Le lettere non dovranno superare le 900 battute, spazi compresi.

Comprendo è stampato con carta ecologica riciclata

E-MAIL

15


Profile for Redazione Comprendo

Comprendo 59  

Comprendo 59

Comprendo 59  

Comprendo 59

Profile for comprendo
Advertisement