Page 1

QUINDICINALE COPIA GRATUITA

INDIPENDENTE DI COMMERCIO E ATTUALITÀ

SFOGLIA COMPRENDO ANCHE SU INTERNET WWW.COMPRENDO-ONLINE.IT

DA SAN GAVINO A SAN PIETRO I fiori si sa, hanno tanti significati, esistono libri che spiegano le loro storie. A guardar bene anche chi lavora con i fiori ha spesso storie da raccontare. Per il nostro editoriale questa volta abbiamo scelto la storia di uno che i fiori li conosce bene, parliamo del nostro compaesano Valerio Pinna che da oggi potremo chiamare il fioraio del Papa, visto che insieme a una ventina di fiorai di tutta Italia, ha partecipato alla creazione del giardino presente il primo Maggio scorso, in Piazza San Pietro, durante la beatificazione di Papa Giovanni Paolo II. Tutto questo a undici anni di distanza dall’aver partecipato anche ai lavori per la beSegue a pagina 5

ANNO II - NUMERO 10 - 25/05/2011

L’inchiesta BARRIERE

ARCHITETTONICHE 2. Barriere architettoniche 2. Questa è“sa panchina“ 3. Cosa succede a San Gavino? 4. Eraviamo 4. L’erba del vicino: Se vuoi il mio posto... 5. Da San Gavino a San Pietro 6. Questa è San Gavino

6. Gonnosfanadiga Piazza Cottolengo, di chi è la colpa? 7. Comprendo sei tu

Noi sangavinesi passiamo tanto tempo - e spendiamo tante energie quotidiane elargendo critiche (spesso costruttive) al nostro paese. Basta leggere i messaggi che arrivano in redazione, o visitare le pagine web dedicate a San Gavino. Troviamo sempre qualche argomento di discussione: rotonde, fontane, verde pubblico, buche nelle strade... e chi più ne ha più ne metta! Nonostante tutti questi problemi, il paese è più che vivibile, visto con gli occhi del cittadino medio. Quello che spesso trascuriamo di fare, però, è pensare che non tutti i sangavinesi hanno le stesse Segue a pagina 2

PABILLONIS? SARDARA? GONNOSFANADIGA? Cerchiamo corrispondenti. Contattaci!

redazione@comprendo-online.it


L’inchiesta di BARRIERE ARCHITETTONICHE capacità motorie. Per chi è costretto a muoversi su sedie a rotelle o altri dispositivi simili, le difficoltà possono essere enormi, in assenza di una adeguata progettazione dell’arredo urbano. Basta uscire e guardarsi attorno, gli esempi sono tantissimi. Possiamo ricostruire una giornata-tipo di una persona diversamente abile che vuole vivere in autonomia a San Gavino? Bene, proviamo. Usciamo di casa e subito troviamo l’ostacolo costituito dai marciapiedi, non sempre do-

tati di rampe adeguate (che non possono essere ripide, vanno benissimo per le automobili, ma per una carrozzina no). Bene, potremmo sempre passare sull’asfalto, sperando di non imbatterci in buche o - ancora peggio - nell’acciottolato delle strade lastricate del centro storico, impossibili da attraversare con una sedia a rotelle. Tra uno slalom e l’altro proviamo a fare un prelievo al bancomat: impossibile, sono installati troppo in alto e siamo costretti ad entrare in banca o alla posta, sperando di non dover fare la fila. Una volta ritirati i soldi, andiamo

Ostacoli come questi, pensati per evitare il transito delle automobili e dei ciclomotori, danneggiano anche il transito delle sedie a rotelle

Questa è “sa panchina“

2

a fare un po’ di spesa: che disdetta, tantissimi negozi hanno un gradino invalicabile all’ingresso! Quindi dobbiamo limitarci ai pochi esercizi che ci consentono di entrare, oppure rivolgerci ai negozi che offrono il servizio a domicilio (pagando la consegna, magari). Nonostante tutto vogliamo andare in chiesa a fare una preghiera per i nostri cari: tralasciando il fatto che piazza Marconi è accessibile solo da un lato, facciamo il giro da via Trento... per restare bloccati di fronte al gradino della chiesa di Santa Chiara. Verrebbe da pensare che volendo trovare un posto vivibile per un disabile si debba andare via da San Gavino: effettivamente, partire in treno sarebbe possibile, dato che la tanto bistrattata Nuova Stazione FS è costruita secondo i più moderni standard di accessibilità: niente gradini, rampe e marciapiedi a norma. Certo, l’impresa

Esempio di marciapiede a norma ma con un vecchio palo che vanifica ogni sforzo

sarebbe più che altro arrivare alla stazione, dato che le strade sono poco sicure per i pedoni, senza contare che con la biglietteria spesso chiusa, si deve comprare il biglietto in un bar distante un chilometro. Insomma, se pensiamo che la vita per un sangavinese sia difficile, possiamo solo immaginare quanto lo sia per un sangavinese diversamente abile. Simone Usai


Cosa succede a San Gavino?

29 MAGGIO 2011- ORE 18:00 - PRESSO L’HOTEL CROCUS PRESENTAZIONE DEL LIBRO IL RISVEGLIO DEL RE - I 4 ELEMENTI

All’Hotel Crocus, lo scrittore Alessandro CaVia Umberto I, 54 delano presenta il romanzo “Il risveglio del San Gavino M.le Re - I 4 elementi“, pubblicato da Edizioni Tracce. E’ il primo capitolo di una trilogia fantastica che offre numerosi spunti di riflessione e che presenta una trama incisiva e ricca di colpi di scena. I proventi delle vendite del libro saranno donati in beneficenza. Info: cadelano.a@libero.it

INCONTRO PER L’ACQUA PUBBLICA 1 Giugno 2011, ore 18:00 Il 1° Giugno 2011 a San Gavino Monreale, alle ore 18 in Piazza Marconi si terrà un “Incontro per l’acqua pubblica”, organizzato dalla Cgil Medio Campidano.

CAMPIDANO PHOTO CONTEST 17-18 Giugno 2011 Hotel Crocus, Foto Studio Altea, Bar Congia e Stazione Culturale del Medio Campidano organizzano un concorso fotografico con montepremi da 1000€. Info: info@stazioneculturale.com

L’ARTE DELLA CERAMICA

CALZE A COMPRESSIONE GRADUATA

Offerta: Prendi 3 Paghi 2 Prendi 5 Paghi 3

Più di 25 anni fa nasceva a San Gavino la PROFUMERIA PAOLA che col passare degli anni è diventata GIOIELLERIA PAOLA, nata per proporre ai giovani tutti i marchi moda del momento come: Breil, Guess, D&G, Cavalli, Police, CK, Chronotech, Hip-Hop, e tanti altri... Da qualche mese al suo interno è stato inserito un angolo speciale, fatto di colori e fantasia: L'ANGOLO DELLE CERAMICHE SONYA, ceramiche artistiche tutte rigorosamente fatte e decorate a mano, che spaziano dai colori più delicati come il bianco e l'avorio, ai colori più vivi come il rosso e l'arancio e con i disegni, gli intagli e le decorazioni tutti completamente personalizzabili! Puoi entrare nel mondo delle coccinelle, delle farfalle, delle tartarughe tartarugh o dei più dolci angioletti. Con le piccole bomboniere per tutte le ricorrenze, e la lista nozze con pezzi esclusivi. Promuoviamo l'artigianato locale, immergetevi nel mondo della GIOIELLERIA PAOLA in via Roma 137 e 141 a San Gavino.

ESCURSIONE A SILIQUA 5 Giugno 2011, ore 9:30 In occasione dell’8° manifestazione “Sonus de Beranu”, visita guidata al castello di Acquafredda, sosta in agriturismo per il pranzo e sfilata di gruppi folk con l’esibizione del Coro “Su Beranu” e del Coro “Terra mea” e con la partecipazione di gruppi folk (Decimoputzu, Vallermosa, Siliqua, Sardara, Gonnosfanadiga), cavalieri, traccas, launeddas e gruppi in maschera (“Maschinganna e sa Majargia” di Busachi). Bus da S.Gavino e da Cagliari. Info: 3401776813 qedora@gmail.com BUONO SCONTO Ceramiche Sonya

RITAGLIA

IL BUONO SCONTO

E VIENI A TROVARCI!

Via Roma 137 - 141

San Gavino Monreale

-10%

3


Eraviamo

Come eravamo e come siamo

Amarcord San Gavino Monreale Il lavatoio, prima dell’avvento delle lavatrici elettriche, era uno dei punti di socializzazione del nostro paese. Le donne vi si recavano per lavare i panni e gli uomini per approvvigionare d’acqua le proprie famiglie. Ora non rimangono che ruderi in triste stato di abbandono, testimoni del poco interesse per le nostre radici. (s.u.)

IERI

OGGI

Collezione Toto Casu

L’erba del vicino... Riceviamo una lettera che vo- Teresa. In curva. Sui marciagliamo far leggere a tutti... piedi. [...] Nella via Roma sul lato destro della farmacia si Poco tempo fa per negligenza può parcheggiare ovunque mia sono caduta nella trap- ma non in quel rettangolo nepola di chi ha scoperto come anche per una urgenza come riempire le casse del comune è capitato a me. [...] Il fischietsecondo leggi giuste, ma dall’ to funziona per chi e quando applicazione molto persona- vuole, se la macchina da mulle. Se solo sapesse, chi mi ha tare è quella di uno sconosciumultata di fronte alla farmacia to. Se la voglia di camminare di via rinascita per aver sosta- è poca questo tipo di guadato nel parcheggio per invalidi, gno è più facile. Perché non che un omogeneizzato costa far lavorare chi veramente neanche 2€, avrebbe evitato ha bisogno? Magari chi veradi farmelo pagare 80 con tan- mente a piedi non può andare to di multa e 2 punti tolti dal- perché invalido o chi gli omola patente. Strano caso chi ha geneizzati per il figlio proprio trasgredito è una donna e per non li può comprare. Non è il lo più insegnante di sostegno mio caso ma con 80€ un po’ di quindi sensibile al significato carità l’avrei potuta fare. del cartello. Ormai si esce per Lettera firmata multare chi sosta solo in quel rettangolo giallo perché e l’u- Gentile lettrice, la sua posizione nica sanzione che fa incassare è indifendibile. Il fatto che altre all’istante 80€ e per lo più non persone parcheggino in malo contestabile. Per il resto que- modo non giustifica la sua sto solo a San Gavino. Si può trasgressione, punita correttaparcheggiare in prossimità di mente dai vigili. Non possiastrisce pedonali vedete fronte mo lamentarci se fanno il loro liceo scientifico e zona Santa lavoro! Occupare il parcheggio

4

per gli invalidi è doppiamente grave. Non solo si viola il codice della strada, ma si preclude la possibilità di parcheggio a chi ne ha veramente bisogno. Lei dice “solo a San Gavino“. Altrove avrebbe pagato 70€ aggiuntivi di rimozione forzata. Dice anche di essere sensibile all’argomento: lo dimostri con i fatti, non con le parole! E dato che siamo nella rubrica “L’erba del vicino“, cogliamo l’occasione di proporre delle soluzioni adottate in altri paesi. A Montescaglioso (MT) il comune ha fatto partire una campagna di sensibilizzazione contro questo tipo di comportamento. Potete vedere i cartelli installati in

prossimità delle strisce gialle. L’idea ci piace: copiamola! magari con gli 80€ di multa comminati alla signora, compriamo il primo cartello! (s.u.)


L’editoriale di atificazione di Padre Pio. Per addobbare uno dei posti più importanti del mondo, non ci si è fermati neanche davanti all’eventualità di dover lavorare tredici ore al giorno per cinque giorni di seguito, rigorosamente in forma gratuita. Il Progetto Giardino Italiano Rinascimentale è stato assegnato a una Cooperativa di Terlizzi con la quale il signor Pinna collabora, la Sardegna era inoltre

di pontificato, solo una volta la pioggia abbia disturbato le cerimonie di Papa Wojtyla, definito per questo il Papa Sole. Vi abbiamo raccontato la storia del fioraio del Papa, quel Papa viaggiatore che a San Gavino non è mai passato ma si sa, se il Papa non va a San Gavino, San Gavino va dal Papa. Luca Fois

rappresentata da Alessandra Leori di Pula. San Gavino è stata dunque protagonista di uno degli eventi mondiali più importanti dell’anno, 25.000 rose, 600 lavande e 400 esemplari di bosso odoroso sono passati tra le mani dei fiorai guidati da tre insegnanti della Federfiori. Lavori iniziati martedì 26 Aprile e che dovevano concludersi rigorosamente entro il sabato notte, il signor Pinna e i suoi compagni di avventura hanno lavorato sodo, neanche la pioggia è riuscita a fermarli, anche se il cielo quei giorni faceva temere il peggio. Domenica 1° Maggio però, il sole ha illuminato Roma come da tradizione, si dice infatti che durante i suoi ventisette anni

5


Ammettiamolo, passare davanti alla fontana dei “quattro griffoisi” con la macchina fotografica a presso è stato un bel colpo di fortuna, soprattutto dopo aver visto che il giorno dopo era già spenta. Colpa dei vandali? No, semplicemente è stata spenta! Ma per-

ché? Col vento l’acqua finiva sulla strada, che in quel punto diventava davvero pericolosa per i passanti, quindi semplice motivo di sicurezza, ora si dovrà installare un anemometro. L’anemometro è uno strumento utilizzato per misurare la velocità o la pressione del vento, in questo modo, quando il vento raggiungerà una certa velocità, la fontana si spegnerà automaticamente, altrimenti finirebbe l’acqua della fontana. Quella stessa acqua che qualcuno vorreb-

be privatizzare! E poi, quando arriveranno i turisti americani, come potremo vendere la fontana imitando Totò in Totòtruffa 62?

Foto di Silvio Casula

Questa è SAN GAVINO A lato, uno scatto di Silvio Casula, fotografo sangavinese che ha più volte omaggiato la pagina facebook di Questa è SAN GAVINO.

Gonnosfanadiga PIAZZA COTTOLENGO DI CHI È LA COLPA? Quella che vedete nella foto è una delle tante incompiute che sono presenti nei comuni della Sardegna e nel resto d’Italia. Una piazza nuova di zecca e già vecchia. Vecchia per il tipo di arredo urbano scelto, panchine arrugginite ancor prima di essere fruibili, lampioni obliqui in stile torre di Pisa. Ovviamente questa è arte potrebbe dire qualche architetto. Si è arte pubblica che è costata fior di quattrini

6

e di cui i cittadini non possono usufruire. E’ arte pubblica pericolosa, dato che sono presenti spigoli nelle panchine capaci di spaccare il cranio ad un adulto figuriamoci ad un bambino. Immaginate che questa sia una bella immagine per Gonnosfanadiga? Certo che non lo è ma il tutto sembra passare addosso ai gonnesi, persone laboriose e colte che quasi non si curano davanti a questo scempio naturale in attesa che qualcuno prenda provvedimenti consapevoli che chiunque promet-

ta di mettere mano alla cosa spesso si troverà in difficoltà davanti ai mille problemi burocratici... sempre che questi realmente esistano! Di certo ci sono soldi spesi, bene o male non sta a noi a dirlo ma

vorremo avere le risposte che gli abitanti di Gonnosfanadiga si chiedono. Piazza Cottolengo quando sarà finalmente dei Gonnesi? Aspettiamo la risposta magari la scriveremo sul prossimo numero! (f.o.)


Comprendo sei tu! Comprendo sei tu! Scrivi a redazione@comprendo-online.it oppure invia un sms al 3460096265 I promotori de “LA CROCE SULLA COLLINA” intendono ringraziare pubblicamente Fausto Orru per essere riuscito a fare emozionare non solo a noi... raccontando la nostra avventura sulla collina. Ivano

si ripete - con i suffissi dalla “A” alla “F” (che sono riservati alle pertinenze come cortili e garage) – per ben tre isolati consecutivi; in questo caso, perciò, della numerazione pari è giusto solo il “2” e tutti i seguenti sono sbagliati! Complimenti alla ditta e a chi ne dovrebbe controllare l’operato ma non lo fa. Vi saluto cordialmente. Osservando il Lettera firmata lavoro che sta facendo la ditta Ci lamentiamo incaricata dal cosempre che San mune di San Gavino di “adeGavino sta moguare” la numerazione civica, rendo... ma se si deve riconoscere una evidente capacità di “dare i nu- noi andiamo a comprare fuomeri”; peccato, però, che in ri, non solo si va anche a fare molti casi siano sbagliati! E attività sportiva fuori e allora così, invece di correggere i se le attività chiudono di che vecchi errori, se ne aggiungo- cosa ci dobbiamo lamentare? no molti altri. Per fare un solo La colpa è nostra che facciamo esempio fra tanti, nella Via Fer- crescere gli altri paesi... Anto mi lo stesso numero civico “2”

Purtroppo le occasioni per “fare delle foto” non mancano. Eccone una, incrocio tra via Trento e via Marianna Garau: il cartello indica il rifacimento della segnaletica orizzontale, ma guardando la foto... Ai lettori il commento. Lettera firmata

n.11 Anno II – Numero 10 25 Maggio 2011 Direttore Responsabile Fausto Orrù redazione@comprendo-online.it Grafica e Impaginazione Simone Usai grafica@comprendo-online.it Responsabile pubblicitario Luca Fois pubblicita@comprendo-online.it Redazione Loc. Grui Zona Artigianale P.I.P. sn 09037 San Gavino Monreale Stampa G&M Arti Grafiche Loc. Grui Zona Artigianale P.I.P. sn 09037 San Gavino Monreale Registrato presso il Tribunale di Cagliari Registrazione N. 23/010 del 01-12-2010 La direzione di Comprendo si riserva il diritto di rifiutare o sospendere una inserzione a proprio insindacabile giudizio. L’Editore non risponde di eventuali errori di stampa, ritardi o danni causati dalla non pubblicazione di inserzioni per qualsiasi motivo. È vietata ogni riproduzione, anche parziale, di questa copia di giornale. Comprendo è distribuito a: San Gavino Monreale, Gonnosfanadiga, Pabillonis e Sardara

Incrocio tra via Trento e via Marianna Garau: cartello dimenticato?

Per la vostra pubblicità contattateci per un preventivo pubblicita@comprendo-online.it Tel. 346-0096265 http://www.comprendo-online.it

OFFERTE VALIDE DAL 25 MAGGIO 2011 Le nostre offerte

Lenti a contatto giornaliere a partire da 15 € la confezione da 30 Lenti a contatto mensili a partire da 3,50 €

Eccezionali sconti sull’occhiale da sole e da vista!

Se acquisti l’occhiale da vista con le lenti antigraffio: l’antiriflesso te lo diamo noi in omaggio! E se l’occhiale da vista è da bimbo: ti regaliamo una delle due lenti! ECCEZIONALE SCONTO DEL 30% SUI VERSACE SOLE

OFFERTA VALIDA FINO AL 30/06/2011 E FINO AD ESAURIMENTO SCORTE

7


8

Profile for Redazione Comprendo

Comprendo 11  

Comprendo 11  

Profile for comprendo
Advertisement