Page 1

70.000

copie distribuite gratuitamente

QUINDICINALE

INDIPENDENTE DI COMMERCIO E ATTUALITÀ

COPIA GRATUITA

COMPRENDO NUMERO 38

WWW.COMPRENDO-ONLINE.IT

TIRATURA 70.000 COPIE

DISTRIBUITO IN TUTTE LE CASE, NELL’INTERA PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO, E A VILLASOR, ORISTANO, CABRAS, RIOLA, TORREGRANDE

ANNO III - NUMERO 13 - 08/07/2012

ACCESSO AGLI ATTI PUBBLICI: TUTTO IN REGOLA

LO STATO NON ABBANDONI I NON VEDENTI!

ORISTANO SOTTO LE STELLE

GLI ANIMALI SUL WEB: CANI, GATTI... E BUFALE!

San Gavino Arriva il parere dell’Assessorato Regionale agli Enti Locali sul ricorso sugli orari di accesso agli atti pubblici.

Oristano Aldo Zaru, presidente dell’Unione Italiana Ciechi, lancia un appello contro il taglio degli aiuti ai non vedenti.

Oristano Seconda edizione estiva dello shopping sotto le stelle, nelle strade oristanesi, fino al prossimo 7 agosto.

Internet Alcune delle più comuni bufale del web spiegate ai nostri lettori, dalle origini ai giorni nostri.

Articolo a pagina 3

Articolo a pagina 10

Articolo a pagina 16

Articolo a pagina 8

Santa Giusta

LA STATUA DELLA DISCORDIA Articolo a pagina 13

TRENT’ANNI DI CRISI Crisi, crisi, crisi. Non si sente parlare d’altro su giornali, notiziari e anche online. Per me, però, che sono nato agli inizi degli anni ‘80, la parola crisi è sempre stata una costante. Non c’è mai stato, a mia memoria, un anno in cui gli albergatori e i commercianti non si lamentassero, in tv, della diminuzione dei clienti e dei turisti. Siamo in trend negativo da almeno 30

anni, a quanto pare. Ma se da una parte è sicuramente vero che ci sono tante famiglie e imprese in difficoltà, dall’altra mi sono fermato a pensare a come facevano i nostri - evidentemente fortunatissimi - genitori a crescerci in anni comunque “di crisi”. Le differenze tra la mia generazione e quella precedente sono enormi. Segue a pagina 2

15,50 7,00

Per la tua pubblicità su Comprendo 340.3432895 pubblicita@comprendo-online.it


L’editoriale

TRENT’ANNI DI CRISI PANTONE 485

PANTONE 287

C M Y K

0% 100% 100% 0%

C M Y K

100% 70% 0% 18%

R G B

0 76 147

R G B

227 33 24

Editoriale 2. Editoriale Trent’anni 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. 10. 11. 11. 12. 12. 13. 14. 14. 15. 16. 17.

Scarica il lettore QR gratuito da www.factorycreative.it/qr

19. 22.

di crisi San Gavino Accesso agli atti pubblici: tutto in regola Eventi San Gavino Culturando: culture dal mondo Lavoro Cos’è il Burnout? San Gavino Scuola di... parcheggio? Internet Gli animali sul web: cani, gatti e... bufale! Montevecchio Una miniera di musica Oristano Lo Stato non abbandoni i non vedenti! Villacidro Villacidro verde e pulita Villacidro Al via il progetto @ll-in Sardegna Abrogazione dell’indennità dei parlamentari Oristano Auguroni Guido Santa Giusta La statua della discordia Montevecchio Miele di qualità Cabras ...secondo Silvio Casula Sardegna Quelle strane scie nel cielo Oristano Oristano sotto le stelle Racconto Il senso di ogni cosa ComproVendo Comprendo sei tu!

Inquadra con il tuo smartphone per entrare nel sito

2

Gli stili di vita e le pretese di giovani e meno giovani d’oggi sono molto distanti da quelle di 30 anni fa. Voi direte che con lo stipendio di un operaio ci si riusciva a costruire una famiglia, una casa, un futuro. Verissimo. Ma avete mai visto quell’operaio concedersi cene in pizzeria o ristorante con la nostra frequenza? Avete mai visto le mogli casalinghe di quei lavoratori pagare 50 mila lire ogni due settimane per l’estetista? Non c’erano i cellulari attuali, ma esistevano tantissimi altri gadgets costosi (impianti stereo, autoradio, televisori a schermo piatto) che semplicemente non si compravano, se non ce li si poteva permettere. Ora, invece è diverso. Pretendiamo quasi di regalarci uno stile di vita che non ci possiamo concedere. Così vedi un disoccupato, a cui non è stato rinnovato un contratto semestrale, che lamenta di non riuscire a pagare le rate del suo BMW, o magari che non riesce più a onorare le rate di un mutuo a tasso variabile schizzato alle stelle, o ancora l’imprenditore che piange miseria nel non

riuscire a pagare gli onorari ai suoi dipendenti, ma poi acquista un SUV il cui costo coprirebbe gli stipendi di tre persone per un anno. Ogni caso è a sé stante, ne siamo tutti consapevoli, ma non possiamo negare che negli ultimi anni - complice forse la televisione - abbiamo imparato a volere tutto e volerlo subito, compiendo meno sacrifici possibili. Lavori stagionali in campagna, durissimi, come raccogliere pomodori a giornata, non vuole farli nessuno, e in alcuni casi abbiamo anche il barbaro coraggio di dire che gli extracomunitari ci stanno rubando il lavoro. La mia impressione è che si sia innalzato il livello medio del tenore di vita - e di qualità del lavoro - preteso da ognuno di noi. Quindi è vero che la crisi si è aggravata negli ultimi anni, basti pensare al fatto che le pensioni minime sono sempre più basse e che con l’entrata in vigore dell’euro tanti furbetti hanno raddoppiato i prezzi, facendo crollare il potere d’acquisto di tante famiglie. Ma sono certo che sia anche una “educazione al sacrificio” a mancare a tanti di

Crisi: c’è sempre stata?

noi. I nostri genitori rinunciavano alle serate in ristorante con gli amici (era un evento eccezionale, quando capitava), non avrebbero speso mezzo stipendio per acquistare un telefono, non avrebbero esaudito ogni capriccio o desiderio, loro o dei propri figli. Negli anni ‘80 (e chi è più vecchio di me confermerà che prima andava ancora peggio: chiedete ai vostri genitori se mangiavano carne tutti i giorni, tanto per capirci) si faceva di certo una vita meno agiata di quella attuale. E allora magari lasciamo che a parlare di crisi siano quelle famiglie che davvero non riescono a comprare il pane, quelle che non possono spendere perché vola via tutto in affitto e bollette, quelle che non hanno niente e si arrangiano con lavoretti saltuari o con 500 euro di pensione, evitando tutti gli sprechi. Ma non mi venga a parlare di crisi e sacrifici chi non rinuncia a nulla, ma poi non ha i soldi per vivere da pascià. É un insulto per chi è povero davvero, e lo è anche per i nostri genitori, che i sacrifici li hanno fatti sul serio: per crescerci, per farci studiare, per garantirci un futuro migliore del loro. Simone Usai


San Gavino

ACCESSO AGLI ATTI PUBBLICI: TUTTO IN REGOLA

PANTONE 485

PANTONE 287

C M Y K

0% 100% 100% 0%

C M Y K

100% 70% 0% 18%

R G B

0 76 147

R G B

227 33 24

San Gavino

Sul numero 34 di Comprendo (dell’8 maggio 2012) avevamo parlato della razionalizzazione degli orari di accesso agli atti da parte del Comune di San Gavino, che limitava l’accesso ai documenti, per i consiglieri comunali, ai soli orari di apertura al pubblico. Nonostante la nostra buona fede nel sollevare dei dubbi sulla bontà del ricorso da parte dei consiglieri di minoranza dubbi sollevati peraltro dopo aver spulciato i faldoni delle precedenti sentenze del Consiglio di Stato in materia di accesso agli atti amministrativi - abbiamo ricevuto una durissima lettera (pubblicata integralmente nel numero 35 di Comprendo) da parte del consigliere Fernando Usai, che aveva accusato l’autore

dell’articolo di non essere “superpartes” e poco informato. A distanza di due mesi, è giunta la risposta da parte dell’Assessorato Regionale agli Enti Locali al ricorso dei consiglieri di minoranza. Più che un parere sembra una lezione di diritto amministrativo, per cui vi riassumeremo in poche righe il concetto espresso: la nuova regolamentazione degli orari di ingresso negli uffici del municipio è perfettamente in linea con le leggi vigenti. Per cui nessun attacco alla democrazia, ma soprattutto nessun preconcetto da parte del nostro giornale, che si è limitato - come sempre - ad esprimere dei pareri con il supporto di documentazione precisa e inoppugnabile. Simone Usai

Le conclusioni della risposta da parte dell’Assessorato Regionale agli Enti Locali

3


Eventi

SANGAMOTORBIKE San Gavino

14/07/2012 L’Associazione Culturale Oktoberfest Group organizza il 2° motoincontro notturno della città di San Gavino Monreale. Appuntamento sabato 14 luglio alle ore 17, in Piazza Resistenza (ex area Melas). Programma: ore 17, incontro moto in viale Rinascita/Piazza Resistenza, apertura iscrizioni, apertura stands e bar; ore 20, chiusura iscrizioni e partenza per il giro in moto attraverso i paesi con sosta aperitivo; ore 21, giochi per motociclisti con premi per i vincitori; ore 21:15, cena (inclusa per gli iscritti); ore 22:00 musica dal vivo con la band “Looking Out”. All’interno dell’area in cui si svolgerà

4

la manifestazione saranno presenti: stand tatuaggi, bar e punto ristoro, lavaggio sexy, musica dal vivo e zona giochi motociclistici.

ABARRA FESTIVAL

PANTONE 287

0% 100% 100% 0%

C M Y K

100% 70% 0% 18%

R G B

0 76 147

R G B

227 33 24

intrattenimento per grandi e piccini (il pomeriggio) con tante sorprese. In più, stand espositivi di diversi artisti.

GIOCHI D’ESTATE 2012 Villamar

Villacidro

28/07/2012

13 e 14/07/2012

La Pro Loco di Villamar organizza i Giochi d’Estate. Le squadre devono essere composte da 10 persone, di cui 1 ragazzo di età compresa fra i 14 e i 17 anni, 5 adulti di cui 2 donne e 4 riserve. La quota di partecipazione per squadra è di 100 €: è compresa una maglietta per ogni componente della squadra e la copertura assicurativa. Le iscrizioni saranno chiuse al raggiungimento di 10 squadre. Chi volesse partecipare

Quest’anno l’Abarra Festival si terrà nella bellissima area di San Sisinnio, a Villacidro, i giorni 13 e 14 Luglio. Saranno presenti tantissime band del circondario e anche qualche ospite che arriva da lontano! Oltre alle band, dj set anche pomeridiano (oltre che in chiusura delle due serate), live painting, esposizioni di foto e quadri di tanti artisti sardi (e non), teatro con diverse esibizioni da non perdere,

PANTONE 485 C M Y K

può iscriversi entro e non oltre il 20 luglio 2012. Per info e per i moduli d’iscrizione contattare il numero 349.5547063

MAIAXIAISA LIVE AL MALIBÙ Sanluri

14/07/2012 La rock band proveniente da Sanluri vi aspetta sabato 14 luglio, con del sano e inedito rock al Malibù (locale di nuova apertura), in Via Carlo Felice 200, a Sanluri. Lo spettacolo avrà inizio alle ore 22:30.


PANTONE 287

0% 100% 100% 0%

C M Y K

100% 70% 0% 18%

R G B

0 76 147

R G B

227 33 24

i oc am ! hi ru tic Ur en la m el d i ss n Ro No di

PANTONE 485 C M Y K

NUOVA APERTURA

EROGAZIONE IN GIORNATA San Gavino

CULTURANDO: CULTURE DAL MONDO San Gavino

La Commissione Comunale per le Pari Opportunità organizza la seconda edizione della manifestazione “Culturando: Culture dal mondo”. Una iniziativa di promozione socioculturale e di valorizzazione della multietnicità. L’iniziativa, a differenza della precedente edizione che si concentrava in un’unica giornata, prevede tre appuntamenti. Mercoledì 11 luglio, a partire dalle ore 18,00 nel Parco Rolandi, gli operatori del Centro di Aggregazione Sociale, in collaborazione con la Coop. Koinos e la Coop. Soc. Attivamente realizzeranno un laboratorio di disegno rivolto a bambini di tutte le età. Il tema, dal titolo “Di-

segnamo il mondo”, sarà la multiculturalità: i disegni realizzati verranno presentati venerdì sera in Piazza Marconi. Al termine delle attività laboratoriali le signore del CAS li delizieranno con una fresca merenda. Giovedì 12 luglio, a partire dalle ore 16:30, nel Salone annesso del Teatro Comunale, verrà organizzato un convegno dal titolo “Integrazione e Multiculturalità: il dialogo tra i popoli”. Venerdì 13 luglio, alle ore 16, si svolgerà il laboratorio sperimentale di cucina multietnica e dalle ore 20:30 nella Piazza Marconi è prevista l’iniziativa gastronomica. Le pietanze proposte, preparate in collaborazione con l’As-

sociazione Anziani Sempre Giovani, il Centro di Aggregazione Sociale e l’Associazione Sa Moba Sarda, fanno parte del ricco patrimonio culinario delle immigrate partecipanti che provengono dalla Colombia, Gran Bretagna, Kirghizistan, Marocco, Nigeria, Repubblica Ceca, Repubblica Dominicana, Romania, Russia, Spagna, Tunisia e Ungheria. Non mancheranno i piatti tipici della tradizione sarda (e sangavinese in particolare) proposti dai ristoratori locali. La serata sarà allietata dal gruppo musicale Traffico Latino. La manifestazione, che quest’anno si è arricchita di contenuti ed eventi, si svolgerà grazie alla

Cucina etnica

collaborazione e ai numerosi sponsor: ristoranti, attività commerciali ed artigianali. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al Comune di San Gavino Monreale in Via Trento 2, telefono 070.93749205, e-mail: cposangavinomonreale@tiscali.it o sgmonreal@gmail.com Paola Vanzo

5


101 modi per usare Comprendo! 101 MODI PER USARE COMPRENDO! PANTONE 485

PANTONE 287

C M Y K

0% 100% 100% 0%

C M Y K

100% 70% 0% 18%

R G B

0 76 147

R G B

227 33 24

Luglio è il mese più caldo dell’anno e tra cicloni e anticicloni africani, l’afa si fa sentire. E se la calura estiva vi coglie impreparati, ecco che Comprendo si trasforma in un comodo ventaglio refrigerante!

17. VENTAGLIO D’EMERGENZA

Tel. 346 0096265 www.comprendo-online.it

Lavoro

COS’È IL BURNOUT?

Lavoro Il burnout è quella sindrome che provoca stress ed è legato a quelle professioni che si occupano di aiutare le persone, ad esempio infermieri, medici, insegnanti, psicologi, psichiatri, assistenti sociali: quindi tutte quelle professioni in cui si crea una relazione di aiuto con il prossimo. Ma quali sono le cause del burnout? Studi scientifici identificano alcune possibili cause: sovraccarico di lavoro (si chiede al lavoratore più di quanto riesca a fare), mancanza di controllo sul proprio lavoro (quando il lavoratore non è autonomo nel suo lavoro perde interesse nell’attività), gratificazione insufficiente (se non si ricevo-

6

no gratificazioni in denaro, prestigio o riconoscimenti, il lavoro non è più visto come attraente). Questa sindrome porta la persona verso l’insoddisfazione e la frustrazione per il proprio lavoro, sentendosi inutili e non più in grado di essere di aiuto. La frustrazione provoca apatia e ciò costituisce una vera e propria morte professionale. Quando si chiede alle persone che cosa si prova a vivere il burnout le risposte più comuni sono: “Mi sento frustrato! Non riesco più a lavorare”, “ho perso l’entusiasmo per un lavoro che amavo” oppure “ogni giorno che passa divento sempre più depresso e infelice sul lavoro, mi chiedo se

Insoddisfazione, stress, frustrazione: alcuni dei sintomi del burnout

mollare”. La persona colpita da burnout può manifestare sintomi quali irrequietezza, senso di stanchezza, apatia, nervosismo, insonnia, tachicardia, cefalee, nausea, depressione, bassa stima di sé, senso di colpa, sensazione di fallimento, rabbia, alta resistenza ad andare al lavoro ogni giorno, indifferenza, isolamento, difficoltà nelle relazioni con gli utenti. Tale

situazione di disagio molto spesso induce il soggetto ad abuso di alcool o di farmaci. Il burnout si può prevenire? La risposta è sì, e i modi sono diversi, puntando, ad esempio, sulla promozione e riconoscimento e dell’impegno dei lavoratori affinchè si sentano apprezzati e stimolati nel fare sempre meglio. Milena Mocci info@futurorienta.com


San Gavino PANTONE 485

PANTONE 287

C M Y K

0% 100% 100% 0%

C M Y K

100% 70% 0% 18%

R G B

0 76 147

R G B

227 33 24

SCUOLA DI.. PARCHEGGIO? San Gavino

È possibile rendere ulteriormente ristretto un passaggio già di per sé angusto, a causa di due enormi blocchi di cemento che vietano l’accesso da un lato della strada? Certo, a San Gavino ne abbiamo un esempio! Gli ingredienti ideali sono: automobili quanto basta, alcuni autisti menefreghisti e un’illimitata dose di ignoranza. Nonostante le continue lamentele da parte dei passanti, le macchine regnano sovrane nel piazzale della scuola media statale “San Domenico Savio”, in quella parte in cui si crede sia precluso il passaggio, oltre che alle macchine, anche alle persone. Gli automobilisti forse non si rendono conto che impediscono a

pedoni, carrozzelle, passeggini e biciclette di transitare per quella strada. Se lo spazio è ridotto non è di certo colpa dei poveretti che ogni giorno attraversano quel varco e che devono lottare per superare quella barriera di cemento: il parcheggio selvaggio complica ulteriormente la situazione. Per un disabile, poi, diventa un incubo. Non si può certamente chiedere di passare da un’altra strada, visto che l’unica alternativa sarebbe quella di percorrere il bordo di una via trafficata, priva di marciapiedi e di zona pedonale, quale è via Dante. Visto che le lamentele verbali non hanno sortito esito positivo, dunque chiedo gentilmente

Parcheggio selvaggio nel piazzale delle scuole medie

agli automobilisti interessati di lasciare libero il passaggio per far transitare un pedone, con o senza carrozzella, senza doversi avventurare sotto i cipressi o arrampicarsi direttamente sulle macchine. Visto che Comprendo arri-

va in tante case, speriamo anche che venga letto e “compreso” da altrettanti lettori. Rendiamo migliore il mondo migliorando prima di tutto noi stessi! Polly Sanna

7


L’angolo semiserio del web

GLI ANIMALI SUL WEB: CANI, GATTI E... BUFALE! Internet Internet è il veicolo di informazione più democratico del mondo. Non esiste alcun altro mezzo che permetta a tutti di fare informazione. O disinformazione. Sì, perché una delle tante insidie offerte dalla rete è quella di incappare in false notizie: tanti navigatori in buona fede si lasciano trasportare dall’emozione e a loro volta condividono e diffondono informazioni sbagliate o fuorvianti. Uno dei sistemi più semplici per diffondere

Bonsai Kitten, i gatti imbottigliati

delle bufale via web è quello di utilizzare gli animali, per toccare la sensibilità degli animalisti meno accorti. A fine anni ‘90 creò un grande scalpore la notizia degli allevamenti dei cosiddetti bonsai kittens, ossia “i gattini bonsai“: parecchi siti e gruppi di attivisti denunciarono la pratica orientale di allevare dei poveri mici dentro dei barattoli di vetro, per non farli crescere e far-

8

li restare sempre “cuccioli“. La notizia venne spacciata come vera da migliaia di persone e la bufala fece il giro del mondo. A distanza di più di 10 anni le burle di questo genere si sono moltiplicate a dismisura, anche se c’è da dire che sono diventate notevolmente più subdole: la bufale sono più credibili, meno eclatanti, e le persone sono portate a diffondere le notizie senza appurare se sia vero o meno. Alcuni esempi? Di grande attualità è la notizia dello sterminio dei cani randagi in Ucraina, in occasione degli Europei di calcio. Foto raccapriccianti di cani ingabbiati, sparati, ammucchiati con le ruspe. Migliaia di persone che chiedevano di boicottare la manifestazione e invitavano a non seguire le partite. A tutte queste persone possiamo dire che quelle stesse foto furono utilizzate per le Olimpiadi di Atene del 2004. Anche allora, chiaramente, si

Propaganda contro gli Europei 2012

trattò di una bufala: quelle sono foto d’archivio provenienti dalla Cina (paese in cui il cane è un animale da ma-

Fake: cani senza zampe anteriori

cello e in cui sicuramente c’è meno attenzione per i diritti degli animali - ma soprattutto per quelli umani) scattate parecchi anni prima. I cani e i gatti sono i bersagli preferiti di queste catene. Vi chiederete “ma perché diffondere false notizie?“ e la risposta è davvero inquietante. Dietro queste campagne c’è la “macchina dell’adozione internazionale“ che sopravvive grazie a queste campagne di marketing. Chi ama gli animali si indigna, diffonde la notizia e indirettamente sensibilizza l’opinione pubblica: in questo modo aumenta il numero di bestiole adottate tramite queste associazioni (che ovviamente, lucrano da tutto ciò). Diffondendo queste false notizie, quindi, si foraggiano persone che certamente non hanno a

PANTONE 485

PANTONE 287

C M Y K

0% 100% 100% 0%

C M Y K

100% 70% 0% 18%

R G B

0 76 147

R G B

227 33 24

cuore gli animali, se li considerano semplicemente dei veicoli per fare soldi. Ma ci sono anche delle notizie farlocche che non ci si riesce a spiegare: una delle più diffuse nelle bacheche di facebook dei lettori di Comprendo è senza dubbio la bufala delle gomme da masticare gettate a terra, che verrebbero ingerite dai passeri e da altri uccelli, con esito letale. Anche questa è disinformazione, stavolta insensata. La foto non ritrae un uccellino morto per aver ingerito una gomma, ma fa

Falso: uccelli e gomme da masticare

parte di una serie di scatti diffusi nel 2009 nell’ambito di una catena di Sant’Antonio nella quale l’uccellino era stato colpito da un’auto. Prima di condividere, quindi, approfondite! Spesso, anche mossi dalle migliori intenzioni, si fanno gli interessi di chi non ama affatto gli animali! Simone Usai


Montevecchio PANTONE 485

PANTONE 287

C M Y K

0% 100% 100% 0%

C M Y K

100% 70% 0% 18%

R G B

0 76 147

R G B

227 33 24

UNA MINIERA DI MUSICA Montevecchio

L’ottava edizione del Campus Estivo di Approfondimento Strumentale e di Musica d’Insieme si terrà per la prima volta nel Comune di Guspini, a Montevecchio, dal 18 al 25 agosto 2012. L’ingresso a Monti Mannu, nel sito di Magusu, è stato reso impossibile per diversi problemi, per cui l’Associazione ha chiesto ospitalità al Comune di Guspini e alla Lega Ambiente, in località Gennas a Montevecchio. Il Sindaco di Guspini Rossella Pinna, il presidente della Legambiente Ruggero Ruggeri e la Provincia del Medio Campidano si sono immediatamente attivati per accogliere e favorire la realizzazione dell’iniziativa musicale, che ogni anno vede un centinaio di musicisti,

sotto la guida di 14 maestri per sette giorni, che si impegnano a studiare musica e strumento, non solo per la formazione individuale, ma per preparare i concerti finali che concludono il Campus. Da rilevare che l’iniziativa è una delle poche in Sardegna che offre la possibilità a tanti musicisti di convivere con diverse realtà musicali, di conoscere nuovi maestri e diverse metodologie didattiche. Anche altri enti e associazioni sono accorsi a dare una mano d’aiuto alla Banda di Villacidro: la “Soc. Cooperativa Fulgheri” e l’IGEA, che hanno reso disponibili locali per favorire una permanenza idonea, ma soprattutto per garantire spazi per lo studio individuale e collettivo. Il Campus

La banda di Santa Cecilia al Campus Estivo

prenderà il via il 18 agosto e si concluderà il 25. Sono previsti due concerti, uno il 24 agosto a partire dalle ore 19, riservato agli strumenti che ancora non sono inseriti nella Banda e uno il 25 alla stessa ora, riservato ai due complessi bandistici. Le iscrizioni sono aperte a tutti i musicisti non professionisti che operano in complessi musicali o che frequentano conservatori e scuole ad indirizzo musicale o altri corsi di musica o che comunque abbiano conoscenze di base e padronanza minima di uno strumento. Il Campus ha attivato le seguenti classi strumentali: flauto, clarinetto, sax, ottoni, percussioni, chitarra classica ed elettrica e cordofoni, pianoforte e la musica d’insieme. 14 maestri seguiranno i musicisti grandi e piccoli. Il percorso formativo prevede sia le lezioni individuali che d’insieme. Gli intervalli saranno occupati da attività ludico musicali e artistiche. Il supporto logisti-

co e organizzativo è garantito dalla dirigenza dell’Associazione e da diversi volontari. L’attività nel campus avrà inizio alle 9:00 e si concluderà alla 20.30, salvo i dovuti intervalli. Il termine per la presentazione delle domande è fissato per il 21 luglio 2012. Le domande possono essere scaricate dal sito della Banda di Villacidro: w w w. b a n d a s c e ciliavillacidro.org, oppure possono essere richieste via e-mail a sceciliavillacidro@tiscali.it, altrimenti le si possono ritirare (e richiedere ulteriori informazioni) presso la segreteria della Banda Musicale, aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 17.00 alle ore 19.30. Per ulteriori informazioni chiamare il 339.8111457 oppure 339.8317728. L’iniziativa si avvale anche della collaborazione del Comune di Villacidro, della Federazione delle Bande Sarde e del Tavolo Permanente delle Federazioni Bandistiche. Concetta Vacca

9


Oristano PANTONE 485

PANTONE 287

C M Y K

0% 100% 100% 0%

C M Y K

100% 70% 0% 18%

R G B

0 76 147

R G B

227 33 24

LO STATO NON ABBANDONI I NON VEDENTI! Oristano

“Non è possibile che un cieco sia abbandonato dallo Stato, quando la legge stessa ne prevede l’assistenza” è il grido di dolore di Aldo Zaru, presidente provinciale dell’Unione Italiana Ciechi. La onlus, a Oristano, ha oltre 500 iscritti, “ma ci tengo a precisare che ci occupiamo di tutti i ciechi, per qualunque tipo di assistenza, anche di chi non ha la tessera (10 euro l’anno, nda)”. È dura vedere un uomo, anche lui cieco, che, spendendo la sua vita per aiutare chi si trova nelle sue stesse condizioni,

10

quasi con le lacrime agli occhi, chiede di mettere in evidenza che, forse, tutto ciò non è più possibile. “Ci hanno già tolto i ragazzi del Servizio Civile, e questo la dice lunga su come funzionano le cose in Italia: l’anno scorso avevamo quattro ragazzi, obiettivamente troppi, e oggi neanche uno!”. Una legge del 1947 tutela gli interessi morali e materiali dei non vedenti e in base alla legge regionale 14 del 1968, la Regione eroga un “contributo di funzionamento” che in origine era di 15 milioni di lire

Aldo Zaru, presidente provinciale dell’Unione Italiana Ciechi

per tutta la Sardegna. L’anno scorso ammontava a 350 mila euro, di cui 86 mila circa destinati a Oristano. “Ci hanno detto che ci avrebbero dato il 70% dell’anno scorso, e ci siamo detti che l’avremo fatto bastare”, continua Aldo. Gli fa eco l’Assessore alla Sanità e al Lavoro, Alessandro Murana, che sembra aver preso a cuore il problema e ne spiega i dettagli: “Neanch’io voglio accusare nessuno, però siamo in attesa di capire se l’Unione Ciechi sarà messa tra le priorità dall’Assessorato al Lavoro”. Si insiste, quindi, sul fatto che questo è solo un appello, quasi non si volesse indispettire i nostri irreprensibili assessori regionali. Perché, intendiamoci: è tutta colpa del Patto di Stabilità! Che poi questo Patto non si applichi nell’erogazione di caterve di denaro, che

noi ben sappiamo dove sono dirette, è un mistero. In ogni caso la comunicazione è perentoria: il 21 maggio sono state impartite le direttive per la determinazione del plafond (termine burocratico, per esprimere il limite di spesa) e la Direzione Generale dell’Assessorato al Lavoro ha avviato un’analisi per riassegnare le priorità. Perché, per il momento, non è “possibile [...] garantire i pagamenti secondo la tempistica originariamente prevista”. Per carità, se ci sono dei dettami, posso capire che possano esserci priorità rispetto all’assistenza ai non vedenti, ma sarò proprio curioso di vedere quali sono. Curiosità che intaccherà, credo, anche circa 4.000 persone in tutta la Sardegna, tra ciechi e ipovedenti. Pierpaolo Medda


Villacidro VILLACIDRO VERDE E PULITA

PANTONE 485

PANTONE 287

C M Y K

0% 100% 100% 0%

C M Y K

100% 70% 0% 18%

R G B

0 76 147

R G B

227 33 24

Villacidro Entro il 10 luglio, presso il Centro Servizi per l’Impiego di San Gavino Monreale, possono essere inoltrate le domande per essere inseriti nei cantieri comunali per l’occupazione. Il bando prevede l’assunzione di 36 operai nell’ambito del progetto “Villacidro Verde e Pulita”. I disoccupati avviati a lavoro effettueranno 25 ore di lavoro settimanali per un periodo di 4 mesi. Possono fare domanda i residenti a Villacidro che abbiano compiuto 18 anni d’età, siano disoccupati da oltre 24 mesi e iscritti nelle liste di collocamento del Centro Servizi per l’Impiego di San Gavino Monreale e che infi-

ne abbiano un ISEE relativo ai redditi percepiti nell’anno 2011 non superiore a 5.000 euro. Non può fare domanda chi abbia lavorato per il Comune negli ultimi due anni, oppure abbia svolto servizio civico o sia comunque beneficiario delle linea di intervento 3 per le “estreme povertà”. Potrà fare domanda un solo componente per nucleo familiare in possesso dei requisiti. Inoltre, una percentuale di assunzioni saranno riservate alle categorie svantaggiate di cui alla Legge 381/91. Il Sindaco Teresa Pani esprime soddisfazione: “Stiamo concretizzando l’impegno assunto con i cittadini. Prima di tutto il

Il sindaco di Villacidro Teresa Pani

lavoro, era questo per noi l’obiettivo prioritario: creare lavoro per quei disoccupati che mai hanno avuto l’opportunità di lavorare per il Comune. Ci sembra un obiettivo importante considerato il momento di crisi occupazionale che stiamo attraversando. Abbiamo,

infatti, cercato di destinare tutte le risorse finanziarie possibili finalizzandole proprio a creare opportunità di lavoro. I disoccupati che verranno assunti sono 36, a cui se ne aggiungono altri 58, che a giorni cominceranno a lavorare nell’ambito del servizio civico”.

Villacidro AL VIA IL PROGETTO @LL-IN Villacidro

È partito, il 20 giugno scorso, il progetto @LL-IN, promosso dal comune di Villacidro, con la collaborazione della Provincia del Medio Campidano, grazie alla quale è stato aperto un Centro Pubblico di Accesso a Internet. All’interno della mediateca del palazzo provinciale di via Regione Sarda, sono stati installati dieci postazioni informatiche (di cui due destinate esclusivamente a persone diversamente abili), che saranno aperte al pubblico nei giorni feriali, per ben diciotto ore

settimanali. Questa nuova proposta della Giunta Pani fa parte di un programma a livello regionale “per rendere le biblioteche un centro di accesso ai servizi digitali avanzati”, per il quale sono stati stanziati circa 6 milioni di euro pubblici, da distribuire a tutti i centri abitati dell’Isola. Si vuole così accogliere la popolazione che ha ancora poca confidenza con il mondo di internet e gli strumenti informatici più importanti, in vista anche di un eventuale inserimento nel mondo del lavoro, e

La nuovissima mediateca

favorire soprattutto una migliore comunicazione con la pubblica amministrazione. I cittadini potranno usufruire dei computer e della mediateca provinciale durante

i giorni lavorativi, lunedì e mercoledì dalle 16:30 alle 19:30, mentre martedì, giovedì e venerdì le postazioni saranno disponibili dalle 9:30 alle 13:30. Matteo Collu

Fiori e Piante Addobbi per cerimonie Servizio Interflora

345 59 35 904 - 347 54 66 398 - 349 59 00 513 SAN GAVINO M.LE - via Parrocchia, 3 e14

GUSPINI - via Roma, 6

via Parrocchia, 3 San Gavino Monreale

345 59 35 904

11


Sardegna

ABROGAZIONE DELL’INDENNITÀ DEI PARLAMENTARI Sardegna

oltre 50 anni fa, è ancora in vigore, dato che nessun governo ha mai provveduto a modificarla? E sapevate che presso il vostro Comune è possibile firmare per l’istituzione di un referendum che abroghi questo ennesimo privilegio della casta politica? Probabilmente no, perché, come sempre, ai referendum viene dato poco risalto sui mass media. La raccolta delle firme si concluderà il 30 luglio 2012 (mentre il termine per la presentazione al Comitato promotore è fissata al 31 luglio). Cosa occorre fare? Nulla di più semplice: recarsi presso il proprio Comune e firmare, sperando di rag-

giungere la soglia nazionale delle 500.000 firme necessarie. Adesso proviamo però a domandarci come mai questa notizia non sia passata sugli altri giornali, alla radio o in televisione: l’unico mezzo di diffusione, infatti, è stato il passaparola

AUGURONI GUIDO

gliato e, se si dovesse realizzare, sarebbe straordinario. È però nostro compito di cronisti vigilare, affinché i problemi vengano subito risolti e non trascurati, come è accaduto in passato. Ecco perché di seguito le mettiamo a disposizione tre fotografie. Il problema lo hanno già sollevato anche i nostri amici di facebook sul gruppo “Oristano, la città che vorrei”. Sono la galleria di via Tirso, la sporcizia sulla spiaggia di Torre Grande

L’Articolo 2 della Legge 31 Ottobre 1965, n.1261, recita quanto segue: “Ai membri del Parlamento è corrisposta inoltre una diaria a titolo di rimborso delle spese di soggiorno a Roma. Gli Uffici di Presidenza delle due Camere ne determinano l’ammontare sulla base di 15 giorni di presenza per ogni mese ed in misura non superiore all’indennità di missione giornaliera prevista per i magistrati con funzioni di Presidente di Sezione della Corte di Cassazione ed equiparate; possono altresì stabilire le modalità per le ritenute da effettuarsi per ogni assenza dalle sedute e delle Commissioni”. Sapevate che questa legge, risalente ad

PANTONE 485

PANTONE 287

C M Y K

0% 100% 100% 0%

C M Y K

100% 70% 0% 18%

R G B

0 76 147

R G B

227 33 24

tra bloggers e siti di giornalisti free lance. E allora la domanda è sempre lo stessa: finché i mezzi di informazione vivranno di finanziamenti pubblici, avremo mai un’informazione che sia davvero libera? Simone Usai

Il modulo per la raccolta delle firme

Oristano Oristano I nostri auguri, signor Sindaco. Il titolo è confidenziale e non poteva essere altrimenti, considerata una campagna elettorale fatta di tante strette di mano e tanti incontri. Buona fortuna a Giuliano Uras, che ha sicuramente condotto una campagna elettorale che non è mai trascesa, in un periodo in cui l’antipolitica avrebbe potuto fare decisamen-

Galleria di via Tirso

12

te più rumore, rispetto ai toni tutto sommato pacati di quella che si è tenuta ad Oristano. Signor Sindaco, noi vorremo che davvero Oristano assuma un ruolo di primo piano in Sardegna, ecco perché ci auguriamo che il suo operato sia ricco di articoli celebrativi. Non ha bisogno dei nostri consigli, perché il suo programma elettorale è ricco e detta-

Spiaggia di Torre Grande

e l’ingresso della piscina comunale. Tolti i rifiuti, (che sono un problema che non dipende certamente da te, signor Sindaco, ma dall’indecenza della gente... ma se i vigili sanzionassero, forse i cretini ci penserebbero su se lasciare o meno in giro i rifiuti) gli altri due problemi sono risolvibilissimi. Tra un mese torneremo sul pezzo, Guido, con la certezza che tutto sarà risolto. Auguri ancora.

Ingresso alla piscina comunale

Fausto Orrù


Santa Giusta PANTONE 485

PANTONE 287

C M Y K

0% 100% 100% 0%

C M Y K

100% 70% 0% 18%

R G B

0 76 147

R G B

227 33 24

LA STATUA DELLA DISCORDIA Santa Giusta

Chi di statua ferisce, di statua perisce. Potrebbe essere questo il sunto della disavventura capitata a Santa Giusta, incentrata ancora una volta su una statua. Vi avevamo, infatti, già raccontato de S’Anguidda, e di come questa avesse diviso la cittadinanza lagunare, amministrazioni uscente ed entrante comprese. Ora i ruoli sembrano essersi invertiti. Andiamo con ordine: il 21 dicembre dell’anno scorso la Giunta comunale, all’unanimità, approva una delibera in cui si dà mandato al Responsabile dell’Ufficio Tecnico di occuparsi della realizzazione di una statua raffigurante Santa Giusta, in marmo bianco di Orosei, da “collocare nella piazza antistante la Basilica”. Costo (“presunto”) dell’opera: 18.150 euro (“intervento 2.05.02.05/5 denominato “Acquisto beni di valore culturale” del bilancio di previsione 2011). L’artista Skanely “Nelly” Ramos realizza l’opera, riprendendo il dipinto presente nella cripta, e si inizia lo scavo in piazza. Ma passa di lì un responsabile della Sovrintendenza, che non era stata interpellata, e blocca tutto. Frettolosamente, l’8 maggio, viene fatta “richiesta di posizionamento statua raffigurante la Santa Patrona di Santa Giusta”. Il tutto per inaugurarla entro il 13,

giorno d’inizio della festa patronale. La risposta, tuttavia, arriverà il 5 giugno e sarà ampiamente negativa: “L’operazione, se realizzata, occulterebbe la percezione del monumento (la basilica, nda)”; le dimensioni della statua, tre metri con piedistallo, “non consentono la collocazione dell’opera in alcun punto del piazzale”; l’opera in marmo bianco in stile “pseudopurista e d’incerta impronta accademica [...] mal si accorda con la facciata romanica con cui è costretta a dialogare”. Mal si accorderebbe, è scritto, anche con lo stile sobrio della piazza, di recente fattura, che, detto inter nos, non è già un granché di suo. Infi-

La piazza della Basilica allo stato attuale

ne, vi sono dubbi riguardanti l’immagine della Santa, perché “si ritiene opportuno e indispensabile concordare con la Diocesi la resa di ogni dettaglio”. “Abbiamo cercato di porre rimedio al fatto che a Santa Giusta non ci sia una statua della Santa. Ci sono intoppi, relativi alla Soprintendenza e all’iconografia della Santa stessa. La statua è quasi pronta e vedremo di appianare qualche piccolo particolare. Abbiamo parlato con l’Arcivescovo, che ha espresso tutta la sua disponibilità a trattare il tema”, dichiara al telefono il sindaco Angelo Pinna. Da parte della Commissione diocesana di Arte sacra, però, non c’è nessun parere, anche per-

ché sino ad ora non è stato richiesto. Il parere è consultivo, perché la decisione spetta all’Arcivescovo, ma è chiaro che, nel momento in cui questo viene emesso, diventa vincolante. Pierpaolo Medda

Ipotesi nel caso venisse collocata la statua della Santa

13


Montevecchio

MIELE DI QUALITÀ Montevecchio A Montevecchio, ex frazione mineraria del Comune di Guspini, si svolgerà la XII edizione del concorso a premi per la qualità del miele. Evento organizzato nell’ambito della Sagra del prodotto tipico locale, il miele appunto, che si svolgerà nella borgata il 25 e il 26 agosto. Il concorso sarà diviso in due sezioni: una per le aziende con oltre duecento alveari ed un’altra per quelle con duecento alveari o un numero inferiore. Ognuno di queste è diviso in due sottosezioni, una riservata ai mieli tipici sardi come l’asfodelo, il cardo e il corbezzolo, ed una per i restanti mieli come il multiflora e l’uniflorale. Le aziende che intendano partecipare dovranno predisporre delle campionature

del prodotto ed una scheda di partecipazione per ognuno di essi, da recapitare presso lo sportello dell’Agenzia Laore di Guspini. Le date di consegna sono quelle del 13 luglio per i mieli primaverili ed autunnali e il 3 agosto per quelli derivanti dall’eucaliptus. Informazioni dettagliate possono essere visionate presso il sito internet della Provincia del Medio Campidano. Il concorso, organizzato dell’Agenzia Laore, dal Comune di Guspini ed Arbus e dalle Pro Loco dei due paesi, assegnerà ai produttori degli attestati, per coloro che avranno presentato i migliori mieli di qualità, nell’ambito della propria sezione. Verrà inoltre attribuito un attestato di merito per il campione che riporterà il

PANTONE 485

PANTONE 287

C M Y K

0% 100% 100% 0%

C M Y K

100% 70% 0% 18%

R G B

0 76 147

R G B

227 33 24

Miele

miglior punteggio. Situato nella parte occidentale della Provincia del Medio Campidano, Montevecchio ha un passato glorioso, infatti nel suo territorio vi erano alcune delle miniere più importanti di tutta la Sardegna, che davano lavoro a svariate migliaia di persone. Adesso, con varie abitazioni diroccate e con soli quattrocento abitanti, l’ex centro minerario tenta di risollevarsi puntando su delle forme alternative di sviluppo. La sagra del miele e il relativo concorso è una di queste: un

evento concorsuale che vedrà l’arrivo a Montevecchio di molti apicoltori da tutta la Sardegna. Occasione da valorizzare al massimo, per evitare una decadenza ulteriore del tessuto economico di quella che un tempo era una ridente cittadina. Appuntamento, quindi, il 25 e il 26 agosto a Montevecchio per la degustazione e premiazione del miele di qualità, da non perdere, per l’occasione, una visita anche al suggestivo complesso minerario adiacente. Matteo Uccheddu

La Sardegna... secondo Silvio Casula

CABRAS

Borgata San Salvatore

Chiesa Santa Maria Vergine Assunta

Piazza Stagno

14

Vista sulla Borgata San Salvatore


Sardegna QUELLE STRANE SCIE NEL CIELO

PANTONE 485

PANTONE 287

C M Y K

0% 100% 100% 0%

C M Y K

100% 70% 0% 18%

R G B

0 76 147

R G B

227 33 24

Sardegna Avete presente quelle linee bianche che ogni tanto tagliano i nostri cieli azzurri? Su tanti siti web si rincorrono varie teorie sull’origine di quelle che vengono chiamate “scie chimiche“. Nello scorso numero di Comprendo abbiamo anche letto una lettera da parte di una lettrice molto preoccupata da questo fenomeno. È un tema spinoso da trattare, e una sola pagina di Comprendo non basta per parlarne approfonditamente. Lo scopo della mia disquisizione sarà quella di basare le conclusioni esclusivamente su basi scientifiche e “ufficiali”. Secondo alcune fonti sul web le “scie chimiche” farebbero parte di un “misterioso disegno” architettato per influenzare le nostre vite, ognuno più oscuro e terrificante possibile. Qualcuno afferma che ci stiano avvelenando con sostanze che ci rendono “allergici”: un piano malefico delle case farmaceutiche per renderci tutti dipendenti agli antistaminici? Altri dicono che gli aerei di passaggio rilascino pesticidi e altre sostanze utili per l’agricoltura. Una tesi suggestiva è anche quella relativa al controllo del tempo atmosferico: queste scie conterrebbero delle sostanze capaci di influenzare le condizioni climatiche della zona in cui vengono diffuse, eliminando le nuvole o prevenendo la loro formazione. Per queste operazioni poi verrebbero utilizzati anche aerei di linea di note compagnie low-cost (e così si spiegherebbe anche il prezzo basso dei biglietti) o aerei militari, che viaggerebbero carichi di que-

ste sostanze chimiche. Io sono sempre stato un amante delle teorie complottistiche, per cui sono andato ad informarmi, cercando anche tramite fonti di informazioni “alternative” o “antagoniste“, dato che quelle ufficiali vengono tacciate di complicità con i poteri forti. Ma ho trovato solo siti e web che fornivano pochissime prove scientifiche di quanto affermato! Ho quindi intervistato diversi ingegneri, ma tutti gli studiosi con cui ho parlato, mi hanno confermato che c’è tanto fumo (o tante scie) ma davvero poco arrosto. Ai miei dubbi sommiamo una curiosità: le trasmissioni televisive che ne hanno parlato con pretese di veridicità sono state “Mistero“ e “Voyager”: è chiaro che se avevo dubbi sulla questione, Giacobbo li ha davvero fugati tutti! Battute a parte, forse le mie conclusioni faranno storcere il naso a tanta gente, giustamente preoccupata da queste notizie che, ad onor del vero, sul web circolano da diversi anni: la teoria nasce negli USA più di un decennio fa, e solo recentemente è sbarcata in Italia (nonostante molti sostengano che in Sardegna si facciano esperimenti all’avanguardia mai tentati prima, cosa facilmente contestabile se si conosce un po’ di inglese e si ha la voglia di spulciare siti anglofoni che affermavano le stesse cose nel 2003, ma in Alabama). Credo fermamente che sia sbagliato diffondere il panico senza avere prove certe che non si tratti di un falso: eminenti scienziati indipendenti hanno smentito tutte le “teorie

Un tramonto a Guspini

del complotto” legate a queste scie nel cielo (e puntualmente questi eminenti personaggi sono stati accusati di essere corrotti o pagati per tacere). Addirittura certi individui sono arrivati ad accusare l’Aeronautica Italiana di essere complice e parte del complotto, e di aver causato, mediante l’irrorazione di sostanze chimiche nell’aria, l’alluvione di Genova del 4 Novembre 2011, in cui morirono sei persone. Accuse incredibili e pesanti, che hanno anche avuto strascichi giudiziari. A questo punto vi chiederete: ma cosa sono le scie nei nostri cieli? Leggendo su siti antibufala e di approfondimento, e interpellando alcuni ingegneri per avere conferme, scopriamo che si tratterebbe solo della condensa lasciata dallo scarico degli aerei (l’aria a quell’altezza è freddissima, il gas di scarico degli aerei è bollente). La forma e la durata delle scie variano a seconda del tasso di umidità nell’aria e della forza dei venti di alta quota: se non c’è vento, queste linee bianche possono durare ore prima di disperdersi! Sono così tante rispetto al passato perché ogni giorno decollano migliaia di aerei (si pensi che il solo aeroporto civile di Cagliari movimenta oltre 300.000 passeggeri al mese).

Qualcuno chiedeva anche come mai quando ci sono le scie, il tempo sia sempre sereno. Questo è semplice: perché quando ci sono le nuvole, le scie non si vedono, semplicemente! Insomma, non possiamo dirvelo con certezza assoluta (del resto, dovrebbero essere i sostenitori della tesi a dimostrarla in maniera inoppugnabile, e non noi a smentirla) ma tutto lascia pensare che si tratti dell’ennesima bufala diffusa sul web. Del resto, se anche WWF e Legambiente, per fare due esempi eminenti, non menzionano mai le “scie chimiche” sui loro siti e comunicati, ci sarà un motivo. Ma allora qual è lo scopo della diffusione di queste notizie? Marketing: sul tema vengono venduti libri e i siti tematici guadagnano dagli sponsor e dalla vendita dei gadget, così come accade per tantissime altre teorie (gli UFO, ad esempio). Questa è l’unica certezza che abbiamo: qualcuno si sta arricchendo, e chi diffonde queste tesi, seppur in buona fede, fa il loro gioco. Simone Usai

15


PANTONE 485

PANTONE 287

C M Y K

0% 100% 100% 0%

C M Y K

100% 70% 0% 18%

R G B

0 76 147

R G B

227 33 24

APPELLO AI SARDARESI

Per offrire un servizio più efficiente per il paese dobbiamo acquistare una nuova ambulanza che ha un costo di 70.000 euro . Per informazioni contattateci al:

349 8632424 - 070 9385055 Un piccolo contributo può avere un grande valore AIUTATECI AD AIUTARCI!!

Oristano

ORISTANO SOTTO LE STELLE Oristano Al momento sono ben 71 i negozi che nel capoluogo oristanese daranno vita, ogni martedì e fino al prossimo 7 agosto, allo shopping sotto le stelle. L’iniziativa è ormai giunta al quinto anno e mira a richiamare i numerosi turisti che affollano le coste dell’oristanese, per una sana passeggiata notturna con la possibilità di compiere anche numerosi acquisti.

16

Per chi invece ha già gli armadi pieni, c’è sempre la possibilità di sedersi al bar e consumare una bibita fresca o ascoltare della buona musica o ancora prendere parte a mostre e visite guidate. Un cartellone pieno, quello organizzato dal Centro Commerciale Naturale, Confartigianato, Camera di Commercio e Antiquarium. Anche quest’anno l’evento po-

trà contare sul sostegno di Federalberghi: per tutti i martedì è previsto un servizio di trasporto completamente gratuito per i turisti ospiti degli alberghi della Provincia. In occasione dello shopping sotto le stelle è stato previsto l’ampliamento dell’oasi pedonale. Saranno chiuse al traffico via Tirso, un tratto di piazza Tharros, via Diego Contini e via Riccio. Come nelle precedenti edizioni, i ristoranti e i bar potranno mettere sulla strada i tavolini. Sono previste quattro postazioni di musicisti, in cui Jazz e folk la faranno da pa-

Oristano si prepara allo shopping

drone, ma ci sarà anche la partecipazione di gruppi emergenti locali e la partecipazione della banda musicale Santa Cecilia. Giovanni Maestrelli


I racconti di Comprendo

IL SENSO DI OGNI COSA

PANTONE 485

PANTONE 287

C M Y K

0% 100% 100% 0%

C M Y K

100% 70% 0% 18%

R G B

0 76 147

R G B

227 33 24

Racconto - episodio 4

Credo fermamente che fossero le visite di Chiara a tenermi in vita, e non tanto i macchinari a cui ero ancora attaccato tramite fili e tubicini. Il suo profumo, la sua voce, la sua mano sulla mia avevano un effetto terapeutico a cui la medicina tradizionale non poteva avvicinarsi. «Federico, chissà se riesci a sentirmi» sussurrava ogni tanto. Non poteva immaginare che sentivo ogni sua singola parola. Mi rivenne in mente il giorno in cui ci mettemmo assieme, in una giornata afosa di quella lontana estate del 1997. Fu ancora una volta Fabio a fare da “Dottor Stranamore“, sfruttando una nostra amica comune per organizzare una giornata al mare. Era il 27 luglio, una domenica spettacolare, caldissima, con una leggera brezza che increspava il mare. Nonostante non abbia una memoria fotografica, ricordo anche i dettagli più insignificanti di quella

giornata. Avevamo raggiunto la pineta della “Ventisei“ ad Arborea, di sicuro non un mare tra i più belli della Sardegna, ma in quel periodo ci andavano un sacco di ragazzi della nostra età, ed era comodo da raggiungere spendendo poche migliaia di lire; inoltre si poteva ancora parcheggiare la macchina all’ombra, sotto i pini. Io e Fabio raggiungemmo il gruppo di amiche di Chiara, che era già in spiaggia. La primissima immagine che ho di lei è impressa nella mia mente come se fosse stato ieri. Stava uscendo dall’acqua, passando le mani tra i suoi capelli per strizzare via l’acqua. La sua pelle era tutta un brivido - lei è sempre stata freddolosa - ma sorrideva in quel modo tutto suo, che mi fece rimanere fermo come un ebete a fissarla. Il gomito di Fabio nelle mie costole mi risvegliò dall’ipnosi. «Federico, sembra che non abbia mai visto una ragazza, e che

cavolo!» fu il suo commento. Aveva ragione, ma Chiara era la cosa più bella su cui avessi mai posato gli occhi. Passammo molto tempo a chiacchierare e ridere, la mia timidezza innata fu spazzata via dalla sua naturalezza: starle vicino rendeva tutto più facile. Nel pomeriggio raccolsi il coraggio a due mani e le chiesi se avesse voglia di fare una passeggiata lungo il bagnasciuga. Camminammo e parlammo per ore, ridemmo e ti buttai in mare dopo una battuta di troppo sul mio costume. Me lo rinfacciò per mesi, ma alla fine ammise che se lo meritasse. Si stava così bene assieme che non ci accorgemmo del

passare delle ore. Dopo uno scherzo di troppo, la rincorsi e la afferrai per una mano. Lei cadde sulla sabbia, spalle a terra, e io finii su di lei. Ci guardammo negli occhi per un istante lunghissimo. Le nostre labbra si avvicinarono pericolosamente. «Siete due cretini! Ma dov’eravate finiti? Ci stavamo preoccupando!». Le urla di Fabio e di Maria, un’amica di Chiara ci risvegliarono dal sogno. Ci alzammo di scatto, imbarazzatissimi. La tua faccia tutta rossa, sotto le lentiggini, è un ricordo indelebile nella mia mente. Quel giorno, non mi parlasti più per tutta la sera. Valle a capire le donne! [continua...] Berardo Viola

17


Curiosando su Facebook... tra lo stupore e una risata!

18

PANTONE 485

PANTONE 287

C M Y K

0% 100% 100% 0%

C M Y K

100% 70% 0% 18%

R G B

0 76 147

R G B

227 33 24


ComproVendo PANTONE 485

PANTONE 287

C M Y K

0% 100% 100% 0%

C M Y K

100% 70% 0% 18%

R G B

0 76 147

R G B

227 33 24

ComproVendo invia i tuoi annunci via sms al

346.0096265

Cerco lavoro Donna 50 anni cerca lavoro iscritta registro badanti o come baby sitter, per info 3455996871. 18enne cerca lavoro Studentessa,18 anni, liceo pedagogico con esperienza di tirocinio con bambini cerca lavoro per periodo estivo per pulizia appartamenti o baby sitter. 3406943771 Cerco lavoro Signora 44 anni cerca lavoro a ore come collaboratrice domestica, pulizia uffici, baby sitter. 3473561409 Cerco badante Cerco badante straniera disposta a trasferirsi, zona Campidano. Richiesta buona praticitĂ linguaggio, per assistenza persona allettata e faccende domestiche. Per info: melis.antonio16@gmail.com. Antonio Croci per armatura Vendo 200 croci per armatura solaio. Prezzo 1000 euro. Per info 3383056526

oppure a annunci@comprendo-online.it

Cerco lavoro Cerco lavoro due tre volte a settimana mattina o/e pomeriggio come collaboratrice domestica, baby sitter o compagnia anziani. 3475172238 Trilocale arredato A Sardara, affitto appartamento di 80 metri quadri composto da cucina, bagno, due camere e lavanderia. Info 3476404278 Cerco lavoro 42enne cerca lavoro a Oristano come Colf o baby sitter. Contattatemi al 3474683925, garantisco disponibilitĂ e serietĂ  ! Casetta in plastica Vendo casetta in plastica 7 mesi di vita tenuta sempre in cameretta ottime condizioni. Euro 75. Per info 3470781342 Pulmino 19 posti Vendo pulmino19 posti Iveco perfetto. Vero affare, colore bianco. Cel. 336810850

Pezzi di ricambio Compro TV SHARP LC-32D44E o simile per pezzi di ricambio tel.3405377657

19


ComproVendo Gattini siamesi Regalo gattini siamesi bianchi, occhi celesti. Chiamare 340.0501163 Cerco lavoro 25enne cerca lavoro come baby sitter, collaboratrice domestica, badante part time o altro lavoro serio. Zona Oristano. Contatto al 334.3733753 Terreni edificabili Vendesi terreni edificabili in località Torre dei Corsari. Per informazioni 348.3856536 Cerco lavoro Cerco lavoro per pulizia casa e assistenza anziani. Contattatemi al numero 345.6495563 Cerco lavoro 42enne cerca lavoro a Oristano come Colf o baby sitter. Contattatemi al 347.4683925, garantisco disponibilità e serietà ! 17enne cerca lavoro Sono di Sardara, 17 anni, studio all’alberghiero di Oristano, sono volenteroso e con tanta voglia di imparare, cerco lavoro come barista o lavapiatti. Per info: 342.7231337 Cerco lavoro Cerco lavoro per assistenza anziani, pulizia scale, uffici, negozi, assistenza anziani anche festivi. Seria, responsabile e referenziata. Telefonare al 340.9694737 Signora cerca lavoro Signora di San Gavino cerca lavoro per pulizia scale, uffici, negozi, aiuto in casa. Anche per poche ore. Contattatemi al 342.1777132 Vendesi casa - San Gavino Occasionissima, vendesi casa sita in via Baracca 23, angolo via Matteotti 71. Circa 300 mq complessivi, 172 mq abitazione, composta da 5 vani più bagno, cucina e magazzini. Telefono 347.4412367

Fumetti di topolino Vendo 49 fumetti topolino da luglio 2009 al maggio 2012 in ottime condizioni! Tutti insieme 39 €. Chiamare solo se interessati al 340.2798149. Cerco lavoro Ragazza ventenne con necessità di lavorare, cerca urgente lavoro a Sanluri e dintorni come cantante, commessa, pulizia case, uffici o altro lavoro. 347.3509932 Cerco lavoro Vendo per inutilizzo Lancia Lybra 1.9 JTD, 103.000 Km. Motore perfetto, € 1.100,00 contattatemi al 393.3058588. Pistis Affittasi casa fronte mare. Località S’enna ‘e s’arca (Pistis). Tel 347.2649466 Terreni in vendita - Sant’Anna (Arborea) Vendesi terreni agricoli e/o piantumati ad eucaliptus, varie metrature, in zona Sant’Anna (nel comune di Arborea), a soli cinque minuti dal mare. Prezzi da concordare, ottimo affare 349.0572346 PANTONE 485

PANTONE 287

C M Y K

0% 100% 100% 0%

C M Y K

100% 70% 0% 18%

R G B

0 76 147

R G B

227 33 24

Restauro mobili antichi e veicoli d’epoca Si eseguono lavori di restauro di mobili antichi e di macchine d’epoca, vespe, lambrette. Preventivi dopo visione. Telefono 328.0835622 Vendo casa Vendesi civile abitazione anche uso ufficio a Barumini, 60 mq. Prezzo trattabile. 348.5441110 Pezzi di ricambio Compro TV SHARP LC-32D44E o simile per pezzi di ricambio tel.3405377657

Comprendo sei tu! Scrivi a annunci@comprendo-online.it oppure invia un sms al 346.0096265

Nella strada tra Sanluri e San Gavino Monreale, sulla sinistra, arrivando da Cagliari, si può vedere questa strana casa “interrata” per metà. Mi sono sempre chiesta (la curiosità è donna) a cosa serva quello strano cumulo di terra attorno alla struttura. Qualcuno saprebbe soddisfare la mia curiosità? Magari il proprietario legge Comprendo e ci risponderà! Federica

20

Espropri Spettabile direttore, vorrei, se possibile, rivolgere tramite il vostro giornale una domanda al sindaco del nostro paese (San Gavino) e cioè cosa intende fare per risolvere in tempi brevi la 25ennale situazione degli espropri (mai pagati) lungo la via Ruineddas ove sono sorte anche case popolari visto che su di essi si è dovuto pagare anche l’IMU? SMS - Adalberto Fois


Comprendo sei tu! PANTONE 485

PANTONE 287

C M Y K

0% 100% 100% 0%

C M Y K

100% 70% 0% 18%

R G B

0 76 147

R G B

227 33 24

Già da qualche tempo si aggira, randagio, nella strada che da via Sardegna conduce a Sanluri Stato, questo simpatico cagnolino che, presumibilmente, è stato smarrito dal suo padrone... o almeno voglio augurarmi che sia così. Il cagnolino porta un collarino verde e staziona quasi sempre alla fine della strada asfaltata nei pressi del boschetto (che ora è stato abbattuto). Dei ciclisti che transitano in quei pressi mi hanno riferito che, sino a poco tempo fa, era in compagnia di un altro cagnetto simile, ma più piccolo. Cari amici di “Comprendo”, conoscendo la vostra particolare sensibilità per gli animali, vi chiedo cortesemente di pubblicare le foto che vi allego, affinché il suo padrone possa identificarlo e riabbracciarlo al più presto. Giancarlo

21


Comprendo sei tu!

A proposito del cimitero di San Gavino, ho letto recentemente sul “Comprendo” la lettera che riguarda il nostro cimitero: è proprio vero che è in uno stato di degrado. Non solo il cancello è completamente arrugginito ormai da tanti anni, ma anche l’ingresso fa veramente pena, perché dalle pareti cadono calcinacci, sono piene di umidità e altrettanto si può dire delle due stanze. Certamente i custodi, che cercano di mantenere al meglio delle loro possibilità il cimitero, non vivono in un ambiente confortevole, sano e pulito. Ora ci sono anche i cassonetti dei rifiuti, che da qualche tempo sono stati distinti per l’ umido e il secco, ma sono pochi e non vengono svuotati regolarmente. L’amministrazione Comunale provveda! Davide

Piste ciclabili Non c’è più sordo di chi non vuol sentire. Con la precedente giunta comunale si era tentato di iniziare ad invogliare all’utilizzo della bici, ideando le piccole e corte piste ciclabili in centro a San Gavino: quella di via Roma si è sbiadita nel tempo e nella mente dei nostri amministratori, quella ideata in viale Rinascita è stata sacrificata e svenduta in nome del dio denaro, per un posticino in più in centro, in favore dei parcheggi a pagamento. Signori di San Gavino, lasciate l’auto a casa, andate a piedi: mille

passi al giorno fan bene al cuore e alla mente, le pedalate ti allungano la vita. Se i responsabili del traffico sostassero in via Roma, a proposito della polemica sulle biciclette in contromano, potrebbero osservare che tanta gente va contromano anche senza le piste ciclabili, aumentando il rischio per chi va in bici e per chi transita in auto. Signori amministratori, toglietevelo dalla testa, le piste ciclabili aumenteranno in ogni città, è una necessità del traffico urbano, sia per vivere in salute, sia per motivi economici. È una necessità irreversibile. PANTONE 485

PANTONE 287

C M Y K

0% 100% 100% 0%

C M Y K

100% 70% 0% 18%

R G B

0 76 147

R G B

227 33 24

Facebook - Antonio

Vi volevo segnalare la maleducazione di qualcuno di Guspini, che dopo aver festeggiato ha lasciato il parco, domenica mattina, in condizioni schifose. Prima ci lamentiamo che non c’è nulla, e poi si rovinano le poche cose che ci sono. Marta

22


Comprendo sei tu! PANTONE 485 C M Y K

0% 100% 100% 0%

R G B

0 76 147

Micronido Vorrei chiarire alcuni punti in merito all’e-mail comparsa sul n. 37 di Comprendo, a commento dell’articolo del Notiziario ASL 6 che annunciava l’imminente apertura del micronido di Piazza Giovanni XXIII a San Gavino. A settembre la Coop. Nuove Frontiere da me rappresentata, insieme alla Coop. La Clessidra di Villacidro, aprirà al pubblico la suddetta struttura che ha appena ottenuto in gestione. Il nido non è riservato solo ai figli dei dipendenti ASL e comunali, ma anche al libero mercato, fatta salva una quota minima spettante alle categorie sopra indicate. Inoltre, il nido aprirà tutti i giorni dal lunedì al sabato in orario antimeridiano e pomeridiano, fino ad assicurare, su congrua richiesta numerica di utenti, il servizio anche serale e notturno. Al momento stiamo lavorando all’approntamento degli spazi e su regolamenti e modalità di iscrizione, a brevissimo troverete tutte le informazioni sul sito e nelle sedi principali della ASL e del Comune di San Gavino e sui diversi canali di comunicazione, compresi Facebook e Comprendo. PANTONE 287

C M Y K

100% 70% 0% 18%

R G B

227 33 24

e-mail - Silvia Piras

Razzismo Con questa email, dato che nel giornale avete una pagina “Curiosando su facebook”, voglio segnalarvi un link (www.facebook.com/tutto. sui.sardi) di una pagina, che istiga all’odio razziale verso i sardi. Per esempio tra

1.313

n.38 Quindicinale indipendente di commercio e attualità

Anno III – Numero 13 08 Luglio 2012

gli innumerevoli post ce ne è uno che dice di utilizzare i bambini sardi come esche per gli squali. Sperando di fare una cosa a voi gradita, il mio intento è darne visibilità per segnalarla alla Polizia Postale, dato che con le varie segnalazioni su facebook non è successo nulla. Vi saluto cordialmente. e-mail

Caro lettore, ti ringraziamo per aver sollevato una questione che ci sta doppiamente a cuore, sia perché si parla della dignità del popolo sardo, sia perché ci dai la possibilità di affrontare il discorso dei gruppi che inneggiano all’odio razziale o alla discriminazione in generale. Le persone che aprono pagine o siti di questo genere, vengono definiti gergalmente “troll“ (creature mitologiche della tradizione scandinava), e lo fanno con lo solo scopo di provocare, irritare e infastidire la gente. Su facebook si contano centinaia di pagine di questo tenore, che attaccano anche i napoletani, i meridionali, i padani, addirittura anche i disabili. Nelle menti distorte di queste persone, si tratta di un gioco innocuo e persino divertente. Ridono nel vedere le reazioni delle persone “normali“ che ovviamente si scandalizzano dinnanzi a tanta meschinità.

Volete sapere come comportarsi di fronte a queste pagine? Segnalatele a facebook, magari, ma non rispondete, non offendeteli, non fate il loro gioco! Sono individui in cerca del proverbiale quarto d’ora di celebrità (certe pagine raggiungono migliaia di iscrizioni in pochi giorni, dato che per commentare - anche negativamente - si deve cliccare “Mi piace“ sulla pagina). Iscrivendovi fate il loro gioco. Commendando, fate il loro gioco. Arrabbiandovi, fate il loro gioco. E come sconfiggerli? Ignorandoli e restando su un gradino più alto... della scala evolutiva. Quando vedranno che nessuno considera le loro bravate, smetteranno di cercare attenzioni in un modo così triste. Sono persone che non sanno come farsi notare, lasciamole nell’anonimato che meritano. Saluti. La Redazione

Parcheggi Carissima redazione di Comprendo, mi farebbe piacere se pubblicaste un articolo, segnalando che a San Gavino il commercio si trasferisce in via Parrocchia, in quanto gli affitti sono meno cari e soprattutto i parcheggi sono gratis! SMS

Direttore Responsabile Fausto Orrù direttore@comprendo-online.it Responsabile commerciale Luca Fois pubblicita@comprendo-online.it 340-3432895 Consulente pubblicitario Davide Porru davide@comprendo-online.it 347-9085837 Web, grafica e redazione Simone Usai redazione@comprendo-online.it 349-5306966 Redazione Loc. Grui Zona Artigianale P.I.P. sn presso G&M Arti Grafiche 09037 San Gavino Monreale tel 070-9337431 fax 070-9377268 Stampa G&M Arti Grafiche Loc. Grui Zona Artigianale P.I.P. sn 09037 San Gavino Monreale tel 070-9337431 fax 070-9377268 Registrato presso il Tribunale di Cagliari Registrazione N. 23/010 del 01-12-2010 La direzione di Comprendo si riserva il diritto di rifiutare o sospendere una inserzione a proprio insindacabile giudizio. L’Editore non risponde di eventuali errori di stampa, ritardi o danni causati dalla non pubblicazione di inserzioni per qualsiasi motivo. È vietata ogni riproduzione, anche parziale, di questa copia di giornale. Ogni pubblicazione su Comprendo è da intendersi in forma gratuita. Il materiale consegnato alla redazione non sarà restituito. Con l’invio di lettere, e-mail, foto, sms e mms se ne autorizza la pubblicazione. Le lettere non dovranno superare le 900 battute, spazi compresi.

Comprendo è stampato con carta ecologica riciclata in 70.000 copie ed è distribuito in tutti i Comuni della Provincia del Medio Campidano e Villasor, Oristano, Cabras, Riola, Torregrande Per la vostra pubblicità pubblicita@comprendo-online.it

Tel. 340-3432895

http://www.comprendo-online.it

23


ISOLAGAS s.r.l.

S.S. 293 KM 2.497

SAMASSI CARBURANTI

www.comprendo-online.it

Profile for Redazione Comprendo

Comprendo 38  

Comprendo 38

Comprendo 38  

Comprendo 38

Profile for comprendo
Advertisement