Page 1

Risparmiare energia…non è più una magia IN CASA Limito i consumi della caldaia…

… revisiono la caldaia annualmente, regolo il termostato a 19° C e differenzio le temperature nei vari locali con le valvole termostatiche poste sui termosifoni. Un solo grado in più può aumentare i consumi fino all’8% ...

Arieggio le stanze correttamente …

… d’inverno ricambio l’aria nelle ore più calde del giorno per il tempo strettamente necessario e d’estate mi proteggo dalla luce solare diretta socchiudendo le imposte e regolando le tapparelle, così da limitare l’uso del condizionatore…

Evito le dispersioni notturne di calore…

…in inverno all’imbrunire chiudo completamente le imposte. Favorisco sempre la diffusione del calore nelle stanze non coprendo i radiatori con tende o copritermosifoni…

Limito l’uso del condizionatore…

…in estate preferisco la ventilazione naturale che è più che sufficiente per ottenere un buon grado di benessere e comunque, se uso il condizionatore, regolo la temperatura a valori non inferiori ai 25 – 26 °C…

Regolo la temperatura del boiler …

…a temperatura moderata (non superiore ai 50 °C) e magari applicando un timer per un uso più razionale…

Spengo le luci dove non servono…

…e doto di ciabatta con interruttore le apparecchiature come TV, PC, fotocopiatrici, stampanti per un completo spegnimento dopo l’uso invece che lasciare in standby . Quasi il 20 - 30% della bolletta elettrica è imputabile ad elettrodomestici, impianti stereo e/o computer inutilizzati…

Utilizzo lavatrice e lavastoviglie solo a pieno carico…

…negli orari di maggior convenienza tariffaria regolando le temperature di lavaggio, quando posso a 30 – 40 ° C: così mi serve meno acqua, meno detersivo e dimezzo il consumo di energia elettrica rispetto ad un lavaggio 90 °C...

Risparmio energia in cucina…

…durante la cottura dei cibi copro pentole e padelle con il coperchio; spengo piastra elettrica e forno un po' prima della fine cottura per sfruttare il calore residuo; regolo la temperatura del frigorifero su valori moderati…

Risparmio acqua ed energia…

…preferisco la doccia al bagno; applico ai rubinetti i rompigetto; regolo il flusso dello sciacquone del wc; non lascio scorrere inutilmente l’acqua. Per potabilizzare e depurare l’acqua delle nostre case serve energia. Meno acqua utilizziamo, meno energia sprechiamo…

Utilizzo le scale…

…quando non è indispensabile prendere l’ascensore e anche il fisico ci guadagna. Il consumo energetico medio di un ascensore rappresenta circa il 5 -10 % del consumo elettrico complessivo di un edificio…


FUORI CASA Mi sposto a piedi, in bicicletta e con i mezzi pubblici…

…e se devo utilizzare l’automobile, condivido il viaggio con altri (car-pooling): risparmio ed inquino meno!

Acquisto veicoli dalle prestazioni “ecologiche”…

…invece di automobili o motociclette di grossa cilindrata perché non veicoli ibridi o scooter elettrici? Risparmio anche su bollo e assicurazione…

Guido con stile…

… adotto un’andatura più regolare e più dolce evitando brusche frenate e accelerazioni, tengo in efficienza tutte le parti del veicolo per inquinare meno e per ridurre i consumi anche fino al 20 % ...

Acquisto-eco…

…quando faccio la spesa, compero ortaggi di stagione, prodotti con pochi imballaggi ed evito i surgelati. Tutto ciò che consumiamo contiene energia (per la produzione, il trasporto, lo smaltimento…). Attenzione a quello che mettiamo nel carrello evitando gli sprechi!

Evito l’acquisto di acqua in bottiglia…

…per la lavorazione della plastica delle bottiglie, per il trasporto e per lo smaltimento serve petrolio, si immette CO2 in atmosfera e si inquina l’ambiente… Meglio l’acqua del rubinetto!

Acquisto prodotti a maggior efficienza energetica…

…lampadine a basso consumo, pile ricaricabili, ecc. e per i grandi elettrodomestici preferisco elettrodomestici “risparmiosi”, controllando l’etichetta della classe energetica…

Il buon cibo… buona energia…

….acquisto prodotti biologici, di stagione e a km zero…e l’ambiente e la mia salute ringraziano. L’agricoltura biologica è meno energivora di quella intensiva e preserva la biodiversità del territorio. Con i prodotti della filiera breve si arriva a risparmiare il 50% di carburanti con il relativo abbattimento di CO 2, inoltre il basso uso di sostanze di sintesi da petrolio (diserbanti, concimi e antiparassitari) aiuta la bilancia commerciale.

Nel tempo libero

… svolgo attività ricreative in ambienti sani, apprezzando l’ambiente culturale e naturale che mi circonda, così da migliorare il mio benessere psicofisico e uso la mia forza muscolare piuttosto che i cavalli vapore di mezzi inquinanti ed energivori. Anche coltivare un piccolo orticello migliora il benessere fisico, fa risparmiare ed è stimolo di creatività per la mente.

Al lavoro…

…adotto gli stessi accorgimenti che applico anche a casa mia poiché vi passo molte ore della giornata…

Buon senso…

…che resta sempre un valido consiglio. Il buon senso che fa indossare un maglione in più in inverno invece di tenere temperature tropicali per indossare t-shirt; che ci fa attaccare il tubo della lavastoviglie all’acqua calda invece che alla fredda…

Risparmiare energia...Non è più una magia!  

Decalogo buone abitudini

Advertisement