Issuu on Google+

Documento programmatico della coalizione di centrosinistra per le elezioni amministrative a Pietrasanta del 2010

10 PRINCIPI - 15 PROGETTI

1


2


PARTITO DEMOCRATICO RIFONDAZIONE COMUNISTA COMUNISTI ITALIANI ITALIA DEI VALORI PIETRASANTA CIVICA SINISTRA E LIBERTA’

Ogni Amministrazione si deve dare e deve rendere pubbliche delle regole “proprie” che, oltre all’ispirazione democratica sancita dalla Costituzione e al rispetto della legge e delle norme, e sovraordinate alle scelte amministrative che compierà, qualifichino e rendano coerente e comprensibile a tutti i cittadini il proprio operato. Ecco perché la coalizione di centrosinistra presenta

Dieci princìpi per la buona Amministrazione di Pietrasanta 1) Trasparenza: nella spesa pubblica, nell’azione amministrativa, nell’assunzione e nella redazione degli atti amministrativi che dovranno essere di facile leggibilità, comprensibilità ed accessibilità per tutti, anche via Internet.

2) “Nessuno escluso”: tutti i cittadini devono essere messi nelle condizioni di contribuire alle scelte per la comunità, dalle categorie economiche ai singoli, attraverso il bilancio partecipativo ed altre forme di partecipazione, superando la logica della rappresentanza limitata al solo momento del voto

3) Buone Pratiche: la nuova Amministrazione Comunale si “guarderà attorno” per recepire e sperimentare e se possibile migliorare le molte esperienze positive portate avanti dai Comuni più avanzati in questi ultimi anni, coniugando in tutti i settori della azione amministrativa la capacità di confronto con quella di innovazione

4) Collegialità, coesione e capacità di Governo: il Sindaco, eletto direttamente dai cittadini, lavorerà collegialmente e sulla base del Programma di Governo con gli assessori

3


comunali e con le forze politiche di maggioranza, rappresentate e non in Consiglio Comunale, ed avrà il compito ed il potere di indirizzare e di mediare le scelte e di decidere, in ultima istanza, sugli argomenti su cui vi saranno opinioni divergenti, garantendo la continuità dell’azione amministrativa.

5) Autonomia e capacità di spesa: in una fase difficile per l’economia e la finanza, l’Amministrazione Comunale dovrà essere in grado di ricercare ed utilizzare bene finanziamenti e contributi a livello provinciale, regionale , nazionale ed europeo. Per far questo metterà in campo una capacità progettuale e di controllo della spesa tali che non vi sia alcun spreco di risorse preziose. Verrà inoltre attuata una politica fiscale che favorisca i redditi più e un attento controllo sull’evasione e sull’elusione fiscale.

6) Comprensorialità: le principali scelte amministrative, per essere veramente efficaci, devono essere concertate con i Comuni vicini e con Provincia e Regione. I confini dei Comuni non fermano né il traffico, né l’inquinamento, né l’illegalità, mentre la collaborazione evita sprechi di risorse e duplicazione di interventi

7) Controllo pubblico ed efficienza dei servizi: il problema del controllo pubblico dei servizi erogati dal Comune si pone sia per quelli erogati direttamente, che saranno controllati e garantiti nella loro efficacia, efficienza e qualità da una struttura interna che potrà essere integrata da rappresentanti dei cittadini, sia per quelli affidati ad aziende ed enti “esterni”, per le quali riteniamo che di principio si dovrà prevedere una gestione a maggioranza pubblica, regolamentata da precisi e vincolanti Accordi di servizio con il Comune, il tutto all’insegna della trasparenza.

8) Scelta dei collaboratori: il controllo e l’efficienza dei servizi affidati all’esterno si garantiscono anche con l’utilizzo di amministratori pubblici di provata esperienza,

4


competenza e capacità. Il Sindaco sceglierà i suoi collaboratori tramite un percorso partecipato e trasparente.

9) Politiche della prevenzione: in tutti i settori della vita sociale e produttiva della comunità dove va ad incidere l’operato dell’Amministrazione Comunale, è necessario attuare politiche di prevenzione piuttosto che di repressione o di controllo a posteriori, poiché la prevenzione è sempre più efficace e in definitiva anche meno costosa. Con l’educazione e la cultura si prevengono i disagi sociali, l’emarginazione, le problematiche legate all’immigrazione, all’integrazione e alla sicurezza molto più che con l’intervento delle forze dell’ordine. Con le politiche della prevenzione si risolvono le problematiche della sicurezza sul lavoro molto più che con cento multe.

10) Rapporto di reciproca fiducia tra Amministrazione Comunale, cittadini ed imprese: oltre e al di là delle scelte concrete che il Comune può fare nei diversi settori di attività, per i cittadini, le imprese e le associazioni è importante avere un rapporto di fiducia con l’Amministrazione. Vanno evitate complicazioni e lungaggini burocratiche, semplificati gli accessi ai servizi, facilitata l’apertura e il funzionamento delle imprese dando fiducia al cittadino, ed utilizzando l’autocertificazione come strumento principe per la certificazione dei requisiti richiesti.

5


PARTITO DEMOCRATICO RIFONDAZIONE COMUNISTA COMUNISTI ITALIANI ITALIA DEI VALORI PIETRASANTA CIVICA SINISTRA E LIBERTA’ La coalizione di centrosinistra si propone di governare Pietrasanta per i prossimi cinque anni puntando su uno sviluppo ordinato e costante della comunità, con al centro la tutela e la valorizzazione del territorio e dell’ambiente come risorsa prima al servizio di tutte le attività e della vita sociale. Particolare cura sarà data alla collaborazione con le associazioni presenti sul territorio, che saranno coprotagoniste dell’Amministrazione, e allo sviluppo delle frazioni come momenti importanti dell’identità della Comunità. Particolare attenzione sarà rivolta, in tutti i progetti e in tutti gli interventi, al rapporto con la popolazione giovanile, con l’obiettivo di renderla protagonista e partecipe del progetto complessivo di sviluppo della comunità. Il centrosinistra anticipa i principali progetti che saranno al centro dell’attività della prossima Amministrazione, e che saranno definiti e approfonditi nel confronto aperto a tutti della prossima campagna elettorale

Quindici progetti per rilanciare lo sviluppo di Pietrasanta

1) Progetto Rifiuti Zero e Nuova Energia Limitazione della produzione dei rifiuti; raccolta differenziata porta a porta estesa progressivamente a tutto il territorio comunale, riutilizzo e riciclo anche attraverso la promozione e l’incentivazione di attività imprenditoriali nel settore; attivazione di politiche che portino al superamento della fase dell’incenerimento; sicurezza degli impianti. Una città a risparmio energetico ed energie rinnovabili da implementare nelle proprietà comunali così come negli edifici privati tramite norme incentivanti e attività di informazione e supporto.

6


2) Progetto Cittadella dello Sport In coordinamento con le municipalità confinanti, e in unica collocazione in maniera tale da consentire un minor impatto sul territorio e un più razionale utilizzo dei servizi e delle risorse, verranno realizzate la Piscina comprensoriale, e una palestra al servizio dei cittadini e dei turisti Verrà inoltre creata e riqualificata una completa rete di impianti sportivi, compresi i percorsi sportivo-naturalistici.

3) Progetto Una Casa per Tutti Lo sviluppo edilizio orientato principalmente sulla realizzazione delle prime case in edilizia residenziale pubblica con progetti che garantiscano alta qualità del vivere dell’abitare, con spazi e servizi utili ad una vita sociale confortevole, costruiti e ricavati principalmente sul recupero e l’ampliamento del patrimonio edilizio esistente allo scopo di mantenere i pietrasantini a Pietrasanta. Verrà favorita la dinamicità del mercato degli affitti residenziali attraverso incentivi ed accordi con i proprietari volti a calmierare i prezzi. Nella gestione del territorio verranno privilegiate il recupero delle aree dismesse, progettazione partecipata, l’edilizia sostenibile e la bioedilizia, e previsti incentivi per il risparmio energetico nelle abitazioni e per l’utilizzo di fonti di energia rinnovabili.

4) Progetto Viva Marina Viva Marina, ma Marina deve vivere tutto l’anno e vivere di più anche l’estate. Idee e proposte per attirare nuove fasce di turisti e per rinnovare il volto della frazione più popolosa.

7


In particolare sarà studiato e realizzato il potenziamento dell’asse turistico/commerciale Piazza XXIV Maggio/Pontile/v.Versilia/Motrone/v. Carducci.

5) Progetto Centro Storico…e moderno Il Centro di Pietrasanta è sempre più un contenitore al servizio dei turisti e dei visitatori. Compito dell'Amministrazione è quello di trovare il giusto equilibrio tra le aspettative della categorie economiche che vivono di turismo e la qualità di vita dei cittadini. Un principio generale che è particolarmente importante in una zona sensibile come il centro storico, in cui la vivibilità persa va recuperata tramite una capacità di indirizzo della attività commerciali. Le strutture esistenti e le iniziative vanno riorganizzate e riqualificate tenendo conto della tradizione artistica e culturale tipica del territorio. Si deve puntare anche al mantenimento e al ritorno dei cittadini residenti, aumentando- ad esempio- la disponibilità di parchi e parcheggi.

6) Progetto Scuole e Mensa Le scuole hanno bisogno di spazi, parcheggi, accessibilità, sicurezza. Gli edifici scolastici devono garantire la sicurezza e l’incolumità degli alunni e dei lavoratori e c’è bisogno di un progetto per contrastare le azioni governative che riducono la proposta formativa, con un conseguente impoverimento culturale e livellamento verso il basso. Sarà predisposto, in collaborazione con autorità scolastiche e Provincia, un progetto di riorganizzazione dei plessi scolastici per creare un solido polo di riferimento per la Versilia del Nord, con l’obiettivo di arrivare ad una struttura flessibile rispondente ai moderni programmi educativi. Dare priorità al finanziamento di progetti che insegnino educazione civica, stradale, alimentare e tutto quello che può servire a formare cittadini consapevoli.(es. favorire gli incontri fra generazioni diverse cercando di favorire la trasmissione delle tradizioni) Dare priorità alle esigenze delle madri/padri lavoratori . Sant’Agostino, cinema, musei,

8


laboratori artigiani, aziende agricole, dovranno formare un rete per l'educazione permanente che ruoti intorno all'offerta scolastica. La mensa scolastica deve essere il punto di partenza per una corretta educazione alimentare. Per quanto riguarda la gestione, si pone l’obiettivo di una gestione pubblica, garantendo comunque continui controlli e miglior servizio e qualità, puntando al 100% di biologico proveniente da filiera più corta possibile. La commissione mense avrà composizione paritetica rappresentanti genitori e altri soggetti del mondo scolastico consiglieri comunali, con Presidenza di un rappresentante dei genitori e con possibilità di esprimere sulle principali scelte pareri vincolanti da discutere obbligatoriamente in Consiglio Comunale. Sant’Agostino, cinema, musei, laboratori artigiani, aziende agricole, dovranno formare un rete per l'educazione permanente che ruoti intorno all'offerta scolastica.

7) Progetto Cultura e Tradizioni Popolari La Versiliana, i Premi, le Mostre, il Carnevale, i Gemellaggi ritornano ad essere pensati non come iniziative a sé stanti, ma come aspetti integrati di una politica culturale che non ha uguali in Versilia e con un’offerta che sappia legarsi alle specificità locali, che riconosca il valore di artisti, artigiani, imprenditori locali e che sia rivolta nello stesso tempo ai pietrasantini e ai turisti. Verranno ampliate e rese fruibili strutture pubbliche sul territorio come spazi a disposizione per il confronto, la discussione e la creazione di cultura dal basso.

9


8) Progetto Artigiani e Artisti La continua valorizzazione e l’incentivazione da parte dell’Amministrazione Comunale delle presenze di artisti e di artigiani a Pietrasanta è il presupposto per dare una possibilità di sviluppo al settore. Il Comune valorizzerà il lavoro degli artisti che hanno scelto Pietrasanta come loro realtà di riferimento, anche con la realizzazione di una esposizione permanente. Il centro storico e le immediate vicinanze vanno viste come sede naturale di alloggio e di lavoro e l’Amministrazione prevederà ed incentiverà la realizzazione di interventi rivolti ad offrire accoglienza alla comunità artistica.

9) Progetto Turismo Ambiente Agricoltura e Collina Nei prossimi cinque anni Pietrasanta può essere il soggetto che coinvolge realtà pubbliche e private della Versilia del Nord nella predisposizione di un’offerta turistica che non punta solo al mare, ma valorizza le grandi risorse dell’entroterra, della collina e della montagna anche attraverso la un'offerta paesaggistica composta da “parchi e giardini” e da percorsi al loro interno da rendere fruibili a cittadini e turisti. Verrà valorizzata ogni parte del terreno agricolo e incentivata ogni produzione, dalla più piccola fino alle attività professionali. Verrà valorizzato il commercio delle produzioni locali.

10) Progetto Viabilità e Traffico Il Comune di Pietrasanta è il crocevia di una serie di assi viari fondamentali per la Versilia: Sarzanese, Provinciale Vallecchia, Variante Aurelia, terza corsia autostrada. L’Amministrazione di centrodestra per dieci anni non ha neanche affrontato questi problemi, ed oggi il traffico rischia di soffocarci. La nuova Amministrazione coinvolgerà i cittadini nella scelta delle priorità d’intervento e solleciterà decisioni comprensoriali e

10


finanziamenti pubblici e privati per la realizzazione degli interventi necessari,riducendo al minimo lo spreco di territorio e l'impatto ambientale. L’ eventuale ampliamento degli assi viari dovrà privilegiare la fruizione pubblica e il trasporto locale. Una sensata gestione della viabilità e dell'urbanistica oltre ad una ricollocazione delle aziende che determinano la mobilità del traffico pesante contribuiranno alla soluzione dei problemi. La nuova Amministrazione predisporrà inoltre un programma di messa in sicurezza e di ampliamento del sistema di piste ciclabili, punti di noleggio gratuito biciclette nelle zone limitrofe al centro storico e incentiverà l’acquisto di mezzi non inquinanti (elettrici, a metano ecc..) . In collaborazione con la Provincia, lavorerà alla definizione di un sistema di trasporto pubblico integrato nell’ottica della mobilità sostenibile

11) Progetto Sociale e Sanità Stretta collaborazione con i servizi ASL, le associazioni, il mondo della scuola per programmare e individuare priorità di intervento a favore delle fasce deboli siano essi cittadini o migranti in relazione al loro stato di bisogno in quanto persone :anziani, bambini,fasce con disagio. Impegno

forte e concreto per il funzionamento delle Società della Salute di recente istituzione e stretto rapporto con il territorio per il potenziamento del Consultorio familiare e del Punto di erogazione diretta dei farmaci. Fondamentale sarà l'impegno nei confronti di tutti i “disagi” handicap, dipendenze, anziani ecc..

12) Progetto meno sprechi più servizi dalla macchina comunale 3V Le Direzioni, i Servizi e gli Uffici del Comune di Pietrasanta, dopo irrazionali ed antieconomici accorpamenti, suddivisioni, spostamenti e creazioni di nuove figure di vertice, dovranno essere riorganizzati dalla nuova Amministrazione in base ai principi della buona gestione per contenere le spese (economicità) e per diventare funzionali, efficienti, efficaci e flessibili nell'interesse dei cittadini. I cittadini desiderano sentire la "macchina comunale" vicina, veloce e valida (3 V) nell'erogazione dei servizi 11


istituzionalmente dovuti. L’ente comunale è un’importante ” azienda” del territorio, ha la capacità di agire nella vita economica e sociale della collettività attraverso gli acquisti che opera, gli appalti che assegna, il modo di produrre energia, la riduzione di sprechi e produzione di scarti e rifiuti. Pertanto la prossima Amministrazione si impegnerà a diventare esempio virtuoso per i cittadini: riducendo in ogni settore l’utilizzo di materiale ad alto impatto ecologico (imballaggi, usa e getta ecc…), prediligendo gli acquisti verdi e l’acquisto di prodotti equi e solidali, utilizzando anche software libero e gratuito per mantenere alta efficienza e ridurre i costi, vigilando sul rispetto dei diritti dei lavoratori nelle aziende fornitrici di prodotti e servizi per l’ente comunale, aumentando l’efficienza energetica dei propri edifici e l’ utilizzo di fonti di energia rinnovabili, dotandosi di mezzi a metano o elettrici per svolgere i propri servizi.

13) Progetto Valorizzazione dei 4 Gioielli Il Comune di Pietrasanta possiede 4 entità di grande valore paesaggistico ed architettonico ("Bosco della Versiliana", "Bosco della Varenna", "Rocca di Sala" e Area Naturale Protetta di Interesse Locale "Lago e Rupi di Porta") nelle quali eccellenze paesaggistiche si coniugano mirabilmente con eccellenze architettoniche. La nuova Amministrazione dovrà valorizzare tali entità (convegni, itinerari, studi, pubblicazioni, centri visite ecc...) e completare il percorso di tutela appena cominciato solo per il "Bosco della Versiliana" e per l'ANPIL "Lago e Rupi di Porta".

14) Progetto Produzione Sostenibile La sostenibilità ambientale è stata finora solo un insieme di belle parole. Per passare ai fatti la nuova Amministrazione dovrà fare tesoro delle esperienze conoscitive finora condotte (Agenda 21, attività dell'ARPAT, dell'Azienda USL n.12 e di alcuni settori del Comune), affrontare organicamente e sistematicamente i tanti problemi ambientali del nostro territorio (inquinamento da emissioni in atmosfera da traffico, inquinamento dei

12


corsi d'acqua, inceneritore di Falascaia, discarica di Porta, inquinamento acustico, inquinamento da emissioni in atmosfera delle attività produttive) considerandoli prioritari soprattutto nella destinazione delle risorse umane e finanziarie e indirizzando le attività verso sistemi produttivi compatibili con l’ambiente.

15) Progetto Frazioni Le frazioni di Pietrasanta, ognuna con la propria peculiarità, potranno offrire nei vari momenti dell'anno, un'offerta turistica varia e di alto livello coordinata con le più importanti manifestazioni a livello comunale. Verrà predisposto un programma di interventi frazione per frazione, nei diversi settori dell’azione amministrativa (lavori pubblici, servizi, tempo libero e cultura ecc.) indicando le priorità di realizzazione e prevedendo lo stanziamento delle relative risorse.

13


Pietrasanta . Settembre 2009

14


10 principi 15 progetti