Page 1

n. 11 - Maggio/Giugno 2011 - Copia gratuita

Bollettino del comitato civico “COMINCIAMO DAL QUARTIERE” destinato ai residenti dei quartieri Resuttana, San Lorenzo, Cruillas, CEP, Noce, Zisa, Malaspina-Palagonia, Monte Pellegrino, Libertà, Uditore.

pag. 2

La società civile scende in campo: nasce il “Club dei 50” pag. 4-5

Riqualifichiamo Piazza San Lorenzo pag. 6

Assistenza alimentare di quartiere GRATIS pag. 7

l’edi tor i al e : del Dott. Leonardo Canto presidente del Comitato “Cominciamo dal Quartiere” Alla mancanza di Valori, all’apatia che sembra avvolgere e stritolare la società civile della nostra città abbi‐ amo il dovere morale di opporre il nostro entusiasmo…ma dobbiamo aver chiara anche la fonte di questo entusiasmo affinchè, ogni singola in‐ iziativa che il nostro comitato pone in essere, non resti slegata alle altre ma anzi, insieme alle altre, sia utile a costruire un percorso di crescita in‐ dividuale, sociale e politica. Padre Pino Puglisi è la nostra Stella polare... a pag. 6

Via l’eternit dal rudere in via Croce Rossa Il punto su via Leonardo Da Vinci pag. 12

Via Scaglione: un quartiere in una via

“Fare Città” per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia pag. 13

Nuovo look per l’aiuola di via Resuttana

I GAZEBI DEL COMITATO torna il consueto appuntamento del Comitato Raccolta segnalazioni problematiche del territorio, confronto con la cittadinanza, sportello informativo servizi al cittadino: Bonus sociosanitario in scadenza il 9 Maggio Agevolazione Amat per soggetti disabili, anziani scad. 3 Maggio Istanze per assistenza alimentare gratuita nei quartieri CruilCruillas, Cep, Resuttana e San Lorenzo, scadenza 10 Maggio.

Opportunità di ricchezza del dott. Alberto Daidone Negli ultimi mesi, la nostra città ha rive‐ lato importanti cam‐ biamenti nel proprio tessuto sociale, eco‐ nomico e culturale. a pag. 14

pag. 8

pag. 9

23 Aprile in p.za Don Bosco 30 Aprile in via G. Galilei e p.za San Lorenzo 4 Maggio viale Campania - 7 Maggio Viale Strasburgo e via Cirrincione 14 Maggio p.za Campolo - 17 Maggio viale Francia -20 Maggio via Don Orione Per gli orari, i dettagli e i contatti vai a pagina 5

E’ entrata in vigore la conciliazione ob‐ bligatoria. Casa del Giurista è Camera di conciliazione affiliata ad AdrNetwork (is‐ critto al n. 2 del Reg. degli Enti Concilia‐ tori presso il Ministero della Giustizia). Per info:   091.524126 www.casadelgiurista.it

www.radioup.it

www.COMINCIAMODALQUARTIERE.it


PAG 2

LA SOCIETA’ CIVILE SCENDE IN CAMPO: NASCE IL “CLUB DEI 50” del dott. Giorgio Bonanno Chissà quante volte ognuno di noi si sarà lamen‐ tato perché la strada è poco illuminata, perché l'immondizia non viene ritirata o perché il mar‐ ciapiede è rotto e nessuno interviene per ripristi‐ narlo. Spesso, però, la critica rimane fine a se stessa, non sfociando in un comportamento propositivo e costruttivo. Ciò molto probabilmente è dovuto al fatto che siamo tutti troppo indaffarati, assorbiti dai nostri problemi quotidiani. Questo scetticismo generale di certo non aiuta a migliorare la realtà più vicina a noi, ovvera quella del nostro quartiere. Tante volte ci si sofferma su gravi problematiche di rilievo internazionale, che sicuramente incidono sulla nostra vita, senza curarsi però di ciò che abbiamo sotto gli occhi, davanti il nostro portone. Sono passati ormai più di cinque anni da quando un piccolo gruppo di circa cinque ragazzi, spinti dall'amore per il proprio territorio, si è formato per arrivare lì dove le istituzioni non arrivano. Negli anni ci siamo accorti che sono tante le persone che non si limitano a criticare, ma che hanno voglia di fare, e così da cinque siamo diventati “cinquanta” (e per la verità anche qualcuno in più). Il 25 febbraio 2011 si è tenuto il primo incontro del “Club dei 50”, un variegato gruppo di per‐ sone, la parte, ci si consenta, più sana della società civile, unite da un forte interesse per la zona in cui si è nati, cresciuti ed in cui si vive quotidianamente. Agli occhi degli scettici potrebbe sembrare impensabile che tutte queste persone si riuniscano per dibattere su problemi che at‐ tanagliano il nostro quartiere, ma per fortuna le cinquanta per‐ sone che sono intervenute nel primo incontro non la pensano così. Lo scopo di queste riunioni, che avranno cadenza periodica, è quello di accrescere la consapevolezza del cittadino attraverso una continua formazione civica e di raccogliere le segnalazioni di problematiche che colpiscono il nostro quartiere. Durante il

primo incontro si è tenuta una lezione del Prof. Cristiano Bevilacqua sul tema del “Diritto di ac‐ cesso del cittadino agli atti della pub‐ blica amminis‐ trazione”, in cui si è cercato di rendere edotti i partecipanti degli strumenti che il legislatore ha pre‐ visto a favore del cittadino, ma che spesso non vengono pubbli‐ cizzati. Questi eventi costituiscono un'ottima occasione per scambiarsi punti di vista e per proporre idee che possano val‐ orizzare il nostro territorio. L'augurio è che il Club dei 50 possa diventare presto il Club dei 100, perché il diritto di critica nei confronti delle istituzioni e di ciò che non funziona nella nostra strada si acquisisce in seguito ad un atteggiamento costruttivo, proprio di persone che non si limitano a guardare ma che si rim‐ boccano le maniche e agiscono.

LA PROSSIMA RIUNIONE DEL CLUB è fissata per il 27 Maggio, ore 18.30 Incontro con i vertici dell’AMG ENERGIA per segnalare guasti agli impianti di pubblica illuminazione.

Per partecipare chiamare il Segretario del Club, Dott. G. Bonanno 329.1895029

CHARLIE BROWN SELF SERVICE - BAR Gastronomia, caffetteria, servizio catering completo per ogni evento Ampia sala interna e gazebo esterno si effettuano anche consegne a domicilio

VIA AUSONIA n.142 ‐ tel. 091511283


PAG 3

ECCO TUTTI I NOMI DEI RESPONSABILI DI VIA Per conttattarli : info@cominciamodalquartiere.it oppure 329.1895029 via Abruzzi ‐ Daniele Fresta; via Africa/ Via A. Alfano ‐ Sig. Fabio Pernice; via S. Aldisio ‐ Sig. Mauro Di Benedetto; via Ammiraglio Rizzo ‐ Avv. Francesca Lo Cascio; via Aquileia ‐ Sig.ra Maria Mistretta; via Ausonia ‐ Sig. Daniele Fresta; via F. Bartolino ‐ Sig. Francesco Porrovecchio via Belgio ‐ Prof. Ettore Farina; via G. Besio ‐ Sig. Nanni Longo; via Briuccia ‐ Dott. sa Gaspara Dominici; via P. Calvi ‐ Dot. Alberto Daidone; viale Campania ‐ Dott. Alberto Daidone; via dei Cantieri ‐ Rag. Davide Mancuso; via Centorbe/Celona ‐ Dott. Salvatore Misseri; via D. Cimarosa ‐ sig. Emanuele Sbacchi; via G. Cimbali ‐ Avv. Francesca Lo Cascio; via Cirrincione ‐ Rag. Davide Mancuso; via Don Orione ‐ avv. Francesca Lo Cascio; via Francesco Crispi ‐ sig.ra Flavia Sparacino; via Croce Rossa ‐ Prof. ssa Annamaria Polizzotto; via G. Cusmano ‐ sig. Leonardo Mingari; via Dalmazia ‐ Sig. Andrea Randazzo; via Danimarca ‐ Dott. Salvatore Gallo; via Leonardo Da Vinci ‐ Dott. Alberto Daidone via M. D’Azeglio ‐ Rag. Davide Mancuso; via De Gasperi ‐ Dott. Giacomo Bologna;

piazzetta degli Alpini ‐ Sig. Antonino Graffagnino; via Delle Alpi ‐ Dott. Marco Ferro; Via F. Di Giovanni ‐ Sig. rina Valeria Galante; via M. Dominici ‐ Dott. Mario Teresi; via Fonderia Oretea ‐ sig.ra Flavia Sparacino; viale Francia ‐ Dott. Raffaele De Bonis; via Germania ‐ Sig. Costanza Dimitri; p.za Giovanni Paolo II ‐ Dott. Salvatore Trapani; via U. Giordano ‐ sig. Francesco Alamia; via Ingegneros ‐ Sig. Mimmo Licari; viale Lazio ‐ Dott. Alberto Daidone; via Liguria ‐ Ing. Michele D’Armata; via F. Lo Jacono ‐ Avv. Antonio Villafrati; via Lussemburgo ‐ Sig. Massimo Crascì; via Malaspina ‐ sig. Michele Lauria; via O. Mandalà ‐ Dott. Vincenzo Marturana; via B. Marcello ‐ sig. Michele Lauria; via Marchese di Villabianca ‐ dott. Alberto Daidone; via Michelangelo ‐ Chiara Pernice; via Monte Cuccio ‐ Ing. Vincenzo Cappellani; via Monti Iblei ‐ Sig. Vincenzo Traina; via Nebrodi ‐ Dott. Giuseppe Favuzza; via C. Nigra ‐ Alessandro Simon; via E. Notarbartolo ‐ avv. Antonio Villafrati; via Olanda ‐ Sig. Giorgio Bonanno; via Onorato ‐ sig.ra Flavia Sparacino;

via Orlandino ‐ Prof. Giovanni Mattaliano; vicolo Pantelleria ‐ Dott. Benedetto Schiavo; via P.pe di Pantelleria ‐ Dott. Giuseppe Licandro; via P.pe di Villafranca ‐ dott. Alberto Daidone; via Pizzetti ‐ sig. Emanuele Sbacchi; via Resuttana ‐ Sig. Antonino Graffagnino; via Empedocle Restivo ‐ Sig. Andrea Salomone; via Sardegna ‐ Sig. Giovanni Scibona; via Sacra Famiglia ‐ Sig. Manfredi Barbaro; p.za San Lorenzo ‐ Sig. Filippo Accardo; via San Lorenzo ‐ Dott. Salvo Russo; via Sampolo ‐ rag. Davide Mancuso; via P. Scaglione ‐ Dott. Michele Glorioso; via D. Scinà ‐ dott. Alberto Daidone; via G. Sciuti ‐ Avv. Antonio Villafrati; via Spagna ‐ Sig.rina Costanza Dimitri; viale Strasburgo ‐ Sig. Gianluca De Luca; via Svizzera ‐ dott. ssa Emanuela Affronti; via Terrasanta ‐ sig. Leonardo Mingari; via Trabucco ‐ Sig. Luca Perdon; via Trinacria ‐ Sig. Gaetano Burrascano; via Valdemone ‐ Sig. ra Anna Lucia Scianna; via Valderice ‐ Sig. Bruno Sterlini; via V. di Mazara ‐ Dott. Giuseppe Dolce; via Villa Giocosa ‐ Dott. Domenico Ruvolo; via Villa Verona ‐ Dott. Sa Laura Cusimano;

Per collaborare come Responsabile di via o affiancare un Responsabile già nominato, chiama il 338.7594015 o il 333.9998736 oppure vienici a trovare presso il nostro sportello attivo al Venerdì dalle 17.30 alle 19.00 in via  Resuttana n. 494.

IL COMITATO E’ ATTIVO: Ecco le ultimissime novità sui nostri servizi è già attivo il sito internet del comitato:

www.cominciamodalquartiere.it in cui troverete tutte le ultime notizie, le nostre attività e l’occasione di essere anche voi stessi parte integrante del nostro impegno, lasciandoci commenti, sugggerimenti e segnalazioni “Cominciamo dal quartiere”, forte di un’esperienza pluriennale maturata sul territorio a sostegno delle richieste dei cittadini, ti mette a disposizione i suoi contatti per inviare le tue segnalazioni ed aiutarci a risolvere piccoli e grandi problemi dei nostri quartieri. Di seguito elenchiamo i numeri di telefono da contattare per quartiere, in alternativa al sito: - 329.0717731; 328.8217958; 091.9763092; per i quartieri: CEP, Cruillas, Resuttana-San Lorenzo, Strasburgo. - 333.9998736 per i quartieri: Libertà, Malaspina-Palagonia, Montepellegrino, Noce, Politeama, UditorePasso di Rigano e Zisa; Puoi inviarci anche una segnalazione attraverso il modulo presente sul sito www.cominciamodalquartiere.it

Today Quartieri

GRATUITAMENTE A CASA TUA !

Vuoi ricevere direttamente nella tua cassetta delle lettere questa pubblicazione? Chiamaci allo 091.9763092 o mandaci un’email all’indirizzo info@cominciamodalquartiere.it indicandoci il tuo nome ed indirizzo completo.


PAG 4

RIQUALIFICHIAMO PROGETTO DEL COMITATO PER LA VIABILITA’ NELLA ZONA E LA RIVALUTAZIONE DELLA PIAZZA Come promeso nello scorso numero, ecco il progetto che gli ingegneri Michele D’Armata e Santa Iudicello hanno redatto per la riqualificazione urbana di piazza San Lorenzo. Il progetto consiste in una completa riorganizzazione della viabilità veicolare e pedonale e prevede, fra l’altro, l’inserimento di una rotatoria che verrà arricchita da un’opera d’arte ideata dal Prof. Giovanni Mattaliano. Marciapiedi più ampi per migliorare il transito dei pedoni, parcheggi studiati per non essere di intralcio per il transito dei veicoli e la rotatoria che risolve gran parte del traffico che spesso di‐ venta il principale problema per i residenti. Un’occasione per rivalutare l’intera zona, creando una piazza che sia centro di interscambio e fulcro del quartiere San Lorenzo, sia dal punto di vista economico che sociale. DI FIANCO UNA FOTO AEREA DELL’ATTUALE PI‐ AZZA, IN BASSO INVECE LA NUOVA IDEA DI RI‐ QUALIFICAZIONE

DI SOPRA E A FIANCO SONO RIPORTATE DUE VISTE D’INSIEME

Piazza San Lorenzo n.10


PAG 5

PIAZZA SAN LORENZO Chiunque avesse altre idee a riguardo o volesse ulteriori chiarimenti sul progetto, può visitare il nostro sito. Vi informiamo, inoltre, che presto orga‐ nizzeremo una raccolta di firme per portare questo progetto all’Assessorato al Traffico e chiederne l’esecuzione. Dite anche voi la vostra su www.cominciamodalquartiere.it

I GAZEBI DEL COMITATO Un’altra Primavera al fianco del cittadino. Anche quest’anno saremo presenti coi nostri gazebi in diverse zone della città per raccogliere le vostre segnalazioni relative alle problematiche del territorio ed informarvi tramite il nostro sportello di servizi per il cittadino. Vi aspettiamo, ricordandovi alcune scadenze: Raccolta segnalazioni problematiche del territorio, confronto con la cittadinanza, sportello informativo servizi al cittadino: Bonus sociosanitario in scadenza il 9 Maggio Agevolazione Amat per soggetti disabili, anziani scad. 3 Maggio Istanze per assistenza alimentare gratuita nei quartieri Cruillas, Cep, Resuttana e San Lorenzo, scadenza 10 Maggio.

23 Aprile in p.za Don Bosco ore 16.00 - 19.00 30 Aprile in via G. Galilei (altezza mercatino) ore 09.30 - 12.30 e p.za San Lorenzo ore 16.00 - 19.00 4 Maggio viale Campania ore 09.30 - 12.30 7 Maggio Viale Strasburgo ore 16.00 - 19.00 e via Cirrincione (altezza edicola) ore 09.30 - 12.30 14 Maggio p.za Campolo (altezza ist. tec. commerciale) ore 16.00 - 19.00 17 Maggio viale Francia (altezza mercatino) ore 09.30 - 12.30 20 Maggio via Don Orione (pressi della farmacia) ore 09.30 - 12.30

via Giuseppe Ingegneros, 78 - Palermo- 091 688 8024 ----- via Castrenze Di Bella, 63 - Montelepre - 091 898 4390 . Mimmo Licari cell. 338 19 84 779 - email: mimmolicari@libero.it


PAG 6

Assistenza Alimentare di Quartiere Gratis Pubblicato il bando, domande da far pervenire entro e non oltre il 10 Maggio Per gli abitanti dei quartieri San Lorenzo – Resuttana – Cruillas – CEP SOGGETTO APPARTENENTE AL NUCELO FAMILIARE dedichiamo un progetto di assistenza alimentare della durata di un anno ‐ ISEE DEL NUCLEO FAMILIARE: destinata a coloro i quali versano in condizioni di disagio. Da 0 a 1000 EURO = 8 PUNTI Abbiamo scelto di concentrare il nostro impegno in tali quartieri per‐ Da 1001 a 3000 EURO = 6 PUNTI iferici poiché crediamo che al giorno d’oggi al cittadino palermitano, spe‐ Da 3001 a 6000 EURO = 4 PUNTI cialmente se residente in quartieri popolari, manchino diversi servizi ‐ % INVALIDITA’ CIVILE MEMBRI NUCLEO FAMILIARE: essenziali, nonché le strutture e le premesse per un’attuazione effettiva 46‐74% = 1 PUNTO della propria personalità 75‐100% = 2 PUNTI sia individuale che asso‐ La graduatoria stilata secondo tali stringenti para‐ ciativa. Riteniamo che il metri sarà resa nota sul sito del comitato ed affissa nostro impegno ad ac‐ presso Il Caf di Via Resuttana 494, avverso la stessa cendere una piccola ed può essere presentato ricorso in carta libera entro umile luce di speranza 7 giorni che sarà esaminato dal presidente del debba concentrarsi pro‐ comitato, la cui decisione sarà irrevocabile. prio su queste zone della Presso il sito internet del comitato www.cominci‐ amodalquartiere.it sarà possibile, in assoluta città di Palermo ove più trasparenza, leggere i nomi dei soggetti beneficiari. forte si percepisce il I volontari del Comitato di Quartiere Le derrate alimentari distribuite saranno composte bisogno di una presenza di beni non deperibili. che gratuitamente dona alimenti, coperte, medicinali, ecc. Dato l’organico a nostra disposizione, riteniamo, almeno in una La distribuzione di tali derrate alimentari avverrà secondo due modalità: prima fase di questo progetto della durata di un anno, di potere as‐ Per i senza casa: saranno direttamente i volontari dell’associazione sistere n. 30 nuclei familiari (tra famiglie e soggetti senza casa) for‐ 2 volte al mese a recarsi nei luoghi ove abitualmente stazionano e nendo per una volta al mese (il primo ed il terzo Sabato di ciascun consegnarli. mese) a ciascun nucleo alcune derrate alimentari acquisite dal comi‐ ‐ Per le famiglie in difficoltà: saranno attivati due centri di distribuzione presso luoghi convenzionati con l’associazione e dotati di strutture tato e donate dagli enti partner. Per accedere al piano di assistenza alimentare, riservato ai residenti nei idonee per distribuire gli alimenti: quartieri menzionati, basterà presentare una domanda in carta sem‐ ‐ La Farmacia della Dott. sa Agnello, sita in via P. Scaglione 10 (per i ben‐ plice presso il Caf Patronato di Fabio Pernice, sito in Via Resuttana 494. eficiari residenti nei quartieri Cruillas e S. Giovanni Apostolo) Alla domanda andrà allegata copia del certificato di stato di famiglia, ‐ Il CAF PATRONATO del Dott. Fabio Pernice sito in Via Resuttana 494 modello ISEE ed eventuali attestazioni di percentuali di invalidità civile. (per i beneficiari residenti nei quartieri Resuttana‐ San Lorenzo). Qualora le richieste giunte entro e non oltre il 10 Maggio 2011 su‐ Cerchiamo soggetti disposti a sostenere attivamente il nostro prog‐ perassero il numero di 30, una commissione composta da 3 soggetti etto. Chi volesse può presentarsi ogni primo e terzo Sabato del mese scelti dal presidente del Comitato civico “Cominciamo dal quartiere” tra nelle sedi convenzionate ed incontrare i responsabili del progetto, chia‐ i più anziani membri del comitato stesso e dell’associazione partner “Fare mare il 329.0717731 o donare (privati o aziende) derrate alimentari. Città” selezioneranno gli aventi diritto a tale assistenza in base ai seguenti La Redazione criteri: ‐ NUMERO MEMBRI NUCLEO FAMILIARE: 2 PUNTI PER OGNI

FARMACIA D.ssa Agnello Mirella

specialista in: - Dietetica - Omeopatia - Veterinaria

cittadino sul L’editoriale del Dott. Leonardo Canto nel fatto che la ques‐ Padre Pino Puglisi è la nostra Stella polare, la maggiore fonte ispiratrice del nostro im‐ pegno, l’esempio cui, molto umilmente, dobbiamo tendere: in lui ritroviamo un im‐ pegno civile autentico, finalizzato al recu‐ pero, prima di tutto delle coscienze, e poi, conseguentemente, del territorio. Parlando con la gente in questi anni mi rendo conto che la più grande ricchezza di questa esperienza di contatto quotidiano con i problemi del territorio non consiste tanto nella risoluzione di una questione d’interesse comune quanto nell’aspetta‐ tiva, nella speranza che si riesce a suscitare

tione possa essere risolta. Il vedere un traguardo come possibile in‐ duce una persona a tornare a credere che il contesto in cui vive possa essere modifi‐ cato dalle sue azioni, a tornare protago‐ nista prima di tutto oserei dire della propria esistenza,e, poi della realtà nel quale vive. Porsi rispetto ai problemi di ogni giorno come soggetti proattivi è già una con‐ quista, vedere nel prossimo un destino co‐ mune al proprio è una crescita ed adoperarsi, insieme al prossimo per miglio‐ rare il contesto nel quale si vive è l’obiet‐ tivo cui dovrebbe tendere ogni cittadino, in

via Pietro Scaglione n.10 tel. 091.20.28.21 quanto membro di una comunità politica… e pazienza se non tutti adempiono ai loro doveri civici, se l’attuale classe politica non pare orientata al servizio della comunità quanto desidereremmo che fosse, del resto Padre Puglisi era solito affermare “Qualcuno potrebbe dire che dovrebbero pensarci le istituzioni, noi intanto agiamo, così il nostro agire diventa anche protesta”. Se la pensate come noi, vi invitiamo ad unirvi, già dalla prossima riunione, a quei 50 e più amici componenti del club dei re‐ sponsabili di via per continuare ad agire. Amor omnia vincit.


PAG 7

Strisce pedonali invisibili: pericolo in via Sardegna di Andrea Salomone Strisce pedonali invisibili: sfiorata la tragedia. Accade in via Sardegna, angolo via Restivo, dove i pe‐ doni per attraversare la strada sono costretti a fare la gimcana tra un auto e l’altra per non essere in‐ vestiti. Le strisce pedonali nel corso del tempo si sono cancellate e le macchine arrivano in quel punto a grande velocità. Tanti gli episodi spiacevoli avvenuti e per poco non si è sfiorata la tragedia. Le vittime se la sono cavata, per adesso, con qualche trauma di vario genere ed una decina di giorni di riposo forzato. Tanta però la preoccupazione: i residenti sono esausti di combattere ogni giorno contro il rischio di venire travolti nel passare da un marci‐ apiede all’altro. E per non bastare la situazione è ancor più aggra‐ vata dal fatto che a pochi passi dall’incrocio pericoloso, nella piazza che costeggia via Sardegna, ogni giorno gruppi di bambini si riunis‐ cono per giocare a pallone. Ed ogni qualvolta la palla va in strada i piccoli per recuperarla mettono a serio rischio la loro incolumità. I residenti non voglio più rimanere solo a guardare e hanno avan‐

zano varie proposte al‐ l’Amat: strisce pedonali ben visibili e la col‐ lazione di dossi lungo l’ultima parte di via Sardegna. L’amministrazione ha risposto che “le strisce pedonali verranno dis‐ poste nuovamente al più presto” e che “per i dossi bisogna richiedere le autorizzazioni alla Polizia Municipale in allegato ad una raccolta firme dei residenti”. Solo un modo per prendere tempo o per scaricare responsabilità? Si spera solo che questo problema non venga risolto a tragedia avvenuta. Il nostro responsabile Manfredi Barbaro, inquadrato nella foto in alto a destra, si è impegnato per la risoluzione della questione. Con‐ tiamo di registrare i primi risultati già nei prossimi giorni.

Via l’eternit, rimane la paura crollo: rudere via Croce Rossa, una storia lunga 20 anni di Chiara Pernice Via l’eternit, ma rimane la paura crollo. Sono ter‐ minati i lavori di bonifica all’interno del rudere di via Croce Rossa, tra i civici 81‐113. Operai muniti di tute, guanti e mascherine sono intervenuti per rimuovere i pannelli di amianto, utilizzati come copertura del‐ l’edificio ma sgretolati con il tempo. Tutto inizia nel 1990 quando l’amministrazione comunale espropria parzialmente l’edificio ai privati, con l’obiettivo di abbatterlo, per realizzare l’ampliamento di via Croce Rossa in occasione dei Mondiali di calcio. Ma poi tutto si ferma e la struttura viene lasciata in un to‐ tale stato di abbandono. Negli anni l’antica abitazione nobiliare, di oltre 300 metri quadri, si è trasformata in un rudere dove si è formata, col passare del tempo, una vera e propria discarica a cielo aperto. Ma i resi‐ denti non si sono mai arresi. Dopo le tante segnalazioni del comitato civico “Cominciamo dal Quartiere” e l’intervento della trasmissione “Ditelo a Rgs” qualcosa si è mosso. Dopo un’ulteriore diffida, dopo quella del 2005, da parte del‐ l’amministrazione comunale, ai coproprietari dell’edificio, fi‐ nalmente i privati hanno dato il via ai lavori fino alla totale eliminazione dei pannelli, altamente pericolosi per la salute. E l’area è stata recintata. Un primo passo importante per la risoluzione dell’annosa ques‐ tione. I residenti tirano un parziale sospiro di sollievo: è neces‐ saria ancora la messa in sicurezza del rudere. Rimane la paura che l’edificio possa crollare da un momento all’altro. I cittadini chiedono a gran voce la maggiore tutela, per evitare che si ar‐ rivi alla tragedia, visto che l’edificio si trova in pieno centro abi‐ tato. La struttura, priva di tetto ed infissi, presenta gravi lesioni sulla fascia laterale. Le mura sono ormai deboli e prive di sostegno. Le varie perizie effettuate nel corso degli anni dal‐

l’assessorato comunale, settore edilizia peri‐ colante, lo hanno con‐ fermato. Il rudere dunque è ancora una presenza scomoda nel quartiere. Alta resta la tensione per chi abita PRIMA nelle vicinanze e per chi frequenta la scuola “Il Fiaba”,adiacente l’edifi‐ cio. Anni di lunga attesa ci sono voluti per la bonifica, tra proteste, reclami, e raccolta firme da parte dei residenti. DOPO Una storia durata ven‐ t’anni e che si spera finisca a lieto fine, con la messa in sicurezza del rudere.

Il dott. Leonardo Canto, insieme ad altri residenti, aveva sollecitato l’intervento del Comune; nella foto, mostra al Camper di TGS i detriti cancerogeni abbandonati

Supplemento a Today - Registrazione numero 10 del 2/2/08 Presso Tribunale di Palermo Direttore Responsabile Tommaso Pirrotta Editore “Mare di Mezzo” di Ornella Graziano


PAG 8

PIAZZA GIOVANNI PAOLO II: RIPRISTINATA LA SEGNALETICA I residenti avevano segnalato la problematica al comitato: recuperati circa 15 nuovi posti auto di Fabio Pernice La segnaletica verti‐ cale che delimitava alcuni posti auto ai margini della car‐ reggiata di Via Trinacria, all’incro‐ cio con Piazza Giovanni Paolo II, risultava da anni sbiadita e, per‐ tanto alcuni vigili avevano addirit‐ tura iniziato ad elevare alcune contravvenzioni per divieto di sosta alle auto che, da anni, invece regolarmente venivano lasciate ai margini della via. Diversi residenti della zona si sono rivolti al comitato per segnalare il disagio: la segnalazione è stata prontamente girata all’ufficio traf‐ fico del Comune di Palermo che, sollecitando l’intervento dell’ AMAT ha provveduto, nel Marzo scorso, a ridipingere la segnalet‐ ica verticale nell’intera zona recu‐ perando di fatto, alla fruizione del pubblico, almeno 15 nuovi posti auto.

CRESCE L’ASSOCIAZIONE CITTADINA PRESIEDUTA DAL DOTT. GAETANO CANZONERI Il 17 Marzo, manifestazione a Gibilrossa per celebrare il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia. FareCittà, nella persona di Domenico Bonanno (foto in alto a destra) e del Pres. Gaetano Canzoneri hanno promosso l’evento a cui hanno partecipato anche alcuni Club alpini e le autorià del luogo, tutte in‐ torno all’obelisco dedicato a Garibaldi. I ragazzi dell’associazione hanno rip‐ ulito la zona nei giorni che hanno preceduto l’anniversario, piantando altresì piccoli arbusti e piantine. “Il nostro è un gesto simbolico per provare a ri‐ dare vita a un pezzo della nostra storia”, spiega Gaetano Canzoneri.

Miracolo in via Arrigo Boito !

di Michele Lauria Un piccolo miracolo in via Ar‐ rigo Boito. Ci eravamo inter‐ essati prima della primavera 2010 della situazione di un incrocio, quello tra la stessa via Arrigo Boito e la via Claudio Monteverdi, da sempre ri‐ masto al buio in quel punto, particolarmente pericoloso per la presenza di due fila di palme. Entrambe le strade erano illuminate ma non all'altezza di via Monteverdi.

Ad Ottobre, in contemporanea con l'allesti‐ mento dell'apparato di illuminazione della bretella di via Malaspina, necessaria per as‐ sicurare i lavori per il raddoppio dei binari delle ferrovie del palermitano, incredibil‐ mente sono iniziati anche i lavori per l'ap‐ posizione di un faro luce anche all'incrocio indicato, oggi funzionante (foto a destra). La luce del faro non è intensissima, ma ri‐ mane comunque un’opera importante rispetto al nulla di prima.

ILLUMINAZIONE PUBBLICA: ECCO GLI INTERVENTI SOLLECITATI DAL NOSTRO COMITATO Proseguono i problemi agli impianti di illu‐ minazione pubblica in diversi quartieri della città: il comitato, con lettera raccomandata dello scorso inverno, indirizzata ai vertici dell’ AMG ha richiesto la riattivazione del servizio d’illuminazione pubblica nella via Vanvitelli la riattivazione punti luce via Monti Iblei (civico 55/57), Principe di Pan‐ telleria e Resuttana (angolo via Caduti senza Croce); ad oggi i residenti ci seg‐ nalano che proseguono i problemi nella via Vanvitelli mentre un nuovo faretto è stato installato nella Via Resuttana, angolo via Caduti senza Croce.

Il comitato, tramite il Club dei 50, sta effet‐ tuando una mappatura di tutti i punti luce guasti nel quartiere, al fine di presentare un documento, nel mese di Maggio, ai vertici dell’ AMG; qualsiasi cittadino che volesse collaborare per segnalare gli impianti mal funzionanti può farlo contattando il nostro comitato ai recapiti che troverete su questo giornale. Ricordiamo che sul nostro sito www.comin‐ ciamodalquartiere.it potrete trovare tutte le lettere di sollecito e messa in mora spedite dal comitato e le risposte dell’ AMG degli ultimi 4 anni. La Redazione


PAG 9

IL PUNTO SU VIA LEONARDO DA VINCI di Flavia Sparacino Nell'ultimo numero di Today Quartieri ci siamo soffermati sullo stato di abbandono in cui versava via Leonardo Da Vinci. In realtà, già du‐ rante la stampa e prima dis‐ tribuzione di quest'ultimo numero, ave‐ vamo con‐ statato che l'illuminazione del tratto di strada tra la piazza Ottavio Ziino e piazza Einstein (ossia la rotonda al‐ l'altezza del viale Regione Siciliana) era stata del tutto ripristinata. Una bella sorpresa per tutti i residenti che ad oggi godono ancora di un'illuminazione all'altezza di una delle più trafficate ed eleganti arterie che collega il centro città con la c.d. "circonval‐ lazione". Preso atto, dunque, dell'intervento dell'AMG ENERGIA che si occupa della manutenzione dell'illumi‐ nazione pubblica e che, può essere interessante ricordarlo, ha ripristi‐ nato l'intera illuminazione della via

Leonardo Da Vinci da un giorno al‐ l'altro, lasciando per alcuni mesi la strada completamente al buio, l'ul‐ timo problema che riscontriamo non essere stato risolto, se tralasciamo un sistema di pulizia della strada non sempre efficace, è la potatura degli alberi. Questi ul‐ timi, du‐ rante la stagione invernale, com'è nat‐ urale che sia, hanno incremen‐ tato la propria ramifi‐ cazione. Gli alberi del tratto più "alto" di via Notarbartolo ormai oscurano del tutto i fari di illuminazione. Se prima il problema di un albero di via Leonardo Da Vinci era un ramo vi‐ cino alle finestre ora questo prob‐ lema si è moltiplicato. Gli alberi, invece, di via Galileo Galilei ap‐ paiono decisamente troppo grandi anche per la loro. In queste ultime settimane abbiamo scritto al dirigente del settore verde presso il Comune di Palermo e, in precedenza anche all'Assessore

competente. Siamo comunque in‐ tenzionati a spingere perché questi alberi siano potati quanto prima. Se nel frattempo qualcuno avesse no‐ tizia di problemi analoghi nella zona e non, la invitiamo a segnalarcelo presto per sollecitare anche nuovi interventi.

F L A S H D A L L’ U N I V E R S I T A’

A Giurisprudenza si sono svolte le elezioni per il rinnovo del Consiglio di Corso di Lau‐ rea. Gli amici dell’associazione Forum Stu‐ dentesco Lybra hanno riportato un risultato pieno facendo eleggere tutti e sei i candidati sostenuti. Nella foto, da sinistra in alto verso destra, Paolo Spataro, Mario Milia, Marco Perconti (Pres. di Fare Università), Federica Anzalone; in basso, Marco D’Antoni, Mirko Romano ed Antonio Colletti.

P OTAT E A LC U N E P I A N T E I N V I A L E D E L L E A L P I C H E O S C U R AVA N O I L S E M A F O R O dell’avv. Antonio Villafrati

Nello scorso numero di Today Quartieri abbiamo illustrato alcune prob‐ lematiche degli studenti della scuola Tomaselli in via degli Abruzzi, an‐ golo viale Lazio. Ebbene, un ulteriore problema che alcuni residenti della zona ci avevano segnalato, successivamente alla distribuzione del gior‐ nale, è la mancata potatura delle piante cresciute lungo il marciapiede che divide le due carreggiate della Via delle Alpi. Purtroppo, abbiamo constatato di persona che, spe‐ cialmente all'altezza del semaforo posto all'incrocio con Viale Lazio, la crescita delle pi‐ ante ostacolava la visuale del semafoto pedonale per chi, percorrendo a piedi il Viale Lazio in direzione Viale Regione Siciliana, lungo il marciapiede di destra, approcciava l’incrocio. Il problema era ancora più accentuato per i soggetti di bassa statura, com‐ presi i ragazzini della scuola Tomaselli. Una segnalazione inoltrata all'assessorato competente, che potete trovare sul nostro sito www.cominciamodalquartiere.it, ha condotto nel giro di poche settimane alla potatura delle piante. L'operazione, tuttavia, ha in‐ teressato soltanto le piante poste in prossimità di tale incrocio. Le altre sono rimaste alte e floride. Chissà che non sia un bene. Infine, abbiamo notato che la strada è più sporca del solito. Quando siamo passati noi per un sopralluogo, abbiamo notato spor‐ cizia tale, come se gli spazzini non passassero da tempo. Monitoreremo la situazione nei prossimi giorni.

R I PA R AT O D O P O M E S I U N M A R C I A P I E D E I N V I A L E D E L L E A L P I Avevamo ricevuto la segnalazione di un marci‐ apiede distrutto da alcuni mesi in viale delle Alpi, lungo il tratto che separa le due carreggiate, all'al‐ tezza del Banco di Sicilia e, in questi giorni an‐ tecedenti alla stampa di questo giornale, a seguito della nostra segnalazione, pubblicata sul sito nei primi giorni di Febbraio, il marciapiede è stato del tutto riparato. Purtroppo, l'AMIA non ha a dispo‐ sizione i mattoni rossi che caratterizzano quel tratto di viale delle Alpi. La Redazione

Prima

Dopo


PAG 10 In collaborazione con

VILLA TRABIA: MERITORIA OPERA DI RESTYLING DI UNO SPAZIO VERDE A CURA DI UN COMITATO SPONTANEO

L’iniziativa, promossa dall’ On. Alessandro Aricò, ha coinvolto decine di giovani del quartiere

Lo hanno ribattezzato “Comitato promotore Salviamo Villa Trabia” ed, in pochi giorni, tramite un tam tam su facebook e con l’aiuto dell’associazione “Fare Città”, hanno raccolto alcune decine di giovani pronti a prendere pali e rastrelli in mano per riqualificare un area verde abbandonata nelle adiacenze di Villa Trabia, in Via P. Mattarella. “Abbiamo voluto spendere una Domenica mattina in un modo diverso‐ ha dichiarato uno dei giovani intervenuti‐ invece di perdere tempo ci

siamo dati da fare per risco‐ prire una villa abbandonata della nostra città”. E si trattava effettivamente di “riscoprire” in quanto lo spazio verde in questione, di circa 300 Mq, era completa‐ mente sommerso dalle er‐ bacce e dai rifiuti che impedivano perfino di ac‐ cedere nell’area; i residenti della zona hanno denunciato più volte la presenza di tossi‐ codipendenti e l’esercizio della prostituzione ed effettiva‐ mente diverse decine di siringhe sono state rinvenute dai volontari impegnati nella pulizia e nel dis‐ erbo dell’area. Adesso, come può vedersi dalle foto, la zona ha cambiato completamente aspetto, quest’angolo di Palermo è tornato a risplen‐ dere ed è stato restituito alla fruizione dei residenti, che, mentre ancora erano in corso i lavori di pulizia, sono intervenuti per ringraziare i volontari. La Redazione

Fare Provincia al lavoro ! Tra le tante iniziative, promossa in collaborazione con l’UGAF una gita a Geraci Siculo di Giacomo Filippone Fare Provincia ha iniziato a lavorare. Molte sono le attività che sono state svolte, altre in fase di programmazione. Per citare le più im‐ portanti basta ricordare la collaborazione con l’Associazione UGAF e l’iniziativa “Studiare In‐ gegneria Oggi”. La prima iniziativa, con il sup‐ porto dell’ Associazione La Nuova Geraci presieduta da Giuseppe Puleo, ha permesso a circa sessanta soci dell’Associazione Se‐ niores Aziende Fiat di poter conoscere Geraci Siculo, riconosci‐ uto quale uno dei Borghi più belli d’Italia, visitando il museo Etnoantropologico delle Madonie presso l’ex convento dei Ca‐ puccini e il Museo del Tesoro dei Ventimiglia custodito presso la Chiesa Santa Maria Maggiore. La seconda attività è stata or‐ ganizzata dall’Associazione Vivere Licata, presieduta da Ivan Marchese, che ha permesso a diversi istituti tecnici licatesi di poter conoscere la Facoltà di Ingegneria tramite l’incontro con Fabrizio Micari, Preside della Facoltà di Ingegneria dell’Ateneo di Palermo, Marcella Cannarozzo, Responsabile Test d’ammissione, Guido Ala, Presidente del CCS di Ing. Elettrica Caltanissetta, Edoardo Ardizzone, Presi‐ dente del CCS di Ing. In‐ formatica Agrigento, Giovanni Perrone, Presi‐ dente del CCS di Ing. Ges‐ tionale Agrigento,

Giuseppe Trombino, Presidente CCS Ing. Edile‐Architettura Palermo, Marco Perconti, Senatore Accademico dell’associ‐ azione studentesca dell’Ateneo di Palermo “Fare Università”, presso l’Aula Magna dell’Istituto “V. Linares” di Licata. Quest’ul‐ tima iniziativa è stata realizzata con Vivere Ingegneria, Fare uni‐ versità e Fare Città. Da sottolineare tra le altre attività la collaborazione in‐ trapresa con “La Fenice” e l’istituzioni di diversi Circoli nelle Province di Palermo, Trapani e Agri‐ gento.


PAG 11

VIALE STRASBURGO: LA STRADA HA CAMBIATO LOOK PER IL SUO TERZO NATALE commercianti per

2008 dell’ ing. Santa Iudicello E’ stata buona l’af‐ fluenza alla manifes‐ tazione “Natale In Viale Strasburgo” organizzata lo scorso 12 Dicembre lungo l’omonimo asse viario, centro nevralgico dello shopping cittadino, dal‐ l’associazione dei commercianti di Viale Strasburgo. Musiche di Natale, gruppi di Jazzisti ed artisti da strada hanno animato la passeggiata lungo l’asse laterale del viale (nel tratto ri‐ compreso tra via Svizzera e via Olanda) chiuso al traffico veicolare dalle 9 della mattina alle 20:00 della sera. Alla manifestazione hanno partecipato con i propri stand, offrendo alcune degus‐ tazioni di prodotti tipici, gli aderenti al mercato del contadino dell’ Unione dei co‐

Dopo l’iniziativa dei buoni posteggio del 2008 e delle luminarie del 2009 quest’anno una giornata di shopping con strada chiusa musica spettacoli e degustazioni.

2009 muni dall’ Eleuterio a Rocca Busambra. Era altresì presente con un proprio gazebo promozionale la casa editrice Navarra che ha anche curato il momento letterario tenutosi nel pomeriggio presso il Bar L’an‐ golo del Caffè con la presentazione del libro “Signor Giudice mi sento tra l’an‐ guria ed il martello” di Antonio Di Stefano e Lino Buscemi. Oltre 300 buoni per gustare un caffè gratuita‐ mente sono stati distribuiti ai cli‐ enti dagli eser‐ centi che sono stati tra i promo‐ tori della giornata; gli avventori si sono dimostrati soddisfatti per il “diversivo” offerto dai commercianti rispetto alla “canonica” passeggiata natalizia alla ricerca dell’ul‐ timo regalo da acquistare. Il presidente dell’associazione ‐ Dott. Leonardo Canto ‐ si è così espresso sul‐

2010

l’iniziativa: “manifestazioni del genere sono fondamentali per il rilancio delle pic‐ cole e medie imprese presenti sul territo‐ rio che patiscono un momento di difficoltà per via, soprattutto, dell’apertura indis‐ criminata e mal regolamentata di grandi centri commerciali sul nostro territorio”.

VIA S. ALDISIO: IL COMITATO INSTALLA LA NUOVA TARGA SEGNALETICA Da mesi divelta, residenti e commercianti ne sollecitavano da tempo la sostituzione. di Costanza Dimitri Da mesi la targa segnaletica di Via S. Aldisio, all’incro‐ cio con Viale Strasburgo, era stata divelta da ignoti. Alcuni cittadini e commercianti della zona hanno sol‐ lecitato il comitato affinchè si attivasse per porre rime‐ dio alla vicenda; la targa era di fondamentale importanza visto anche il punto strategico ove si trovava, in un incrocio fra i più trafficati del quartiere. E’ stato dunque contattato l’ufficio toponomastica del Comune di Palermo il quale non ha riscontrato la richiesta di sostituzione della targa in ques‐ tione; pertanto il comitato ha provveduto, con fondi propri, ad acquistare una nuova targa segnaletica e a collocarla in sicurezza proprio nel punto ove era stata divelta la precedente.

Nella foto da sinistra verso destra Piero Caccamo (noto titolare dell’omonimo esercizio in Viale Strasburgo - che aveva sollecitato l’intervento) Emanuela Affronti , Costanza Dimitri e Leonardo Canto componenti del comitato.


PAG 12

Via Scaglione... un quartiere in una via del dott. Salvo Misseri Per chi percorre via Scaglione la prima cosa che salta agli occhi è l’alta densità di popo‐ lazione e di attività con‐ centrata in una sola via di quasi 1 km. Ci si trova di fronte ad una piccola cit‐ tadina, costituita da uno stradone ret‐ tilineo costeggiato da condomini e da circa una quarantina di esercenti. Un quartiere in una sola via, esempio lam‐ pante dell’evoluzione demografica della nostra città. E come un quartiere la stessa via Scaglione presenta prob‐ lemi comuni ad altre zone della città, ma forse in essa sono accentuate dal fatto che ci troviamo in una zona di per‐ iferia rispetto al centro (anche se il ter‐ mine periferia non dovrebbe essere utilizzato come un’attenuante, per giustificare la mancanza di attenzione da parte delle istituzioni comunali) e che la stessa sia ad alta densità di popolazione. Un problema affrontato nei mesi precedenti è stato quello della

carenza di illuminazione pub‐ blica, che nelle regole che gov‐ ernano il concetto di “urbanizzazione” l’illumi‐ nazione dovrebbe essere l’abc, garante sia della sicurezza stradale che della sicurezza in‐ tesa in senso personale o patri‐ moniale. Ma per comprendere cosa si può cercare di migliorare, abbi‐ amo intervistato un residente di via Scaglione: al numero 20/a abbiamo incontrato il sig. Franco Ferrante, portiere del condomino, che conosce bene le realtà del quartiere. “... Nel quartiere i problemi da affrontare sono la scarsa illuminazione, e ci vorrebbe una mag‐ giore pulizia delle strada da parte degli spazzini che non si vedono mai…”. Ci chiediamo inoltre se, come in altre zone della nostra città, ci sono ritardi nella raccolta di rifiuti dai cassonetti. “ La raccolta va bene – conclude il sig. Ferrante ‐ ma il problema è quello che

non si disinfettano mai i cassonetti, ma‐ leodoranti anche a causa del fatto che alcuni residenti gettano di tutto li den‐ tro”. Cercheremo nei mesi a venire di con‐ centrare la nostra attenzione anche su questa via, nell’intento di poter essere utili per quanto possibile segnalando alle autorità competenti i problemi che ci saranno indicati.

Avviare un progetto di quartiere per i mercatini? Noi ci vogliamo provare ! di Leonardo Mingari Interveniamo anche in argomento mercatini rion‐ ali. In questi mesi abbiamo ricevuto alcune seg‐ nalazioni di disagi per quanto concerne i mercatini di piazza Chinnici (lungo via Galileo Galilei) e di viale Campania. Alcuni residenti si sono lamentati del caos creerebbero le bancarelle e, purtroppo, della sporcizia imperanteche lasciano gli ambulanti. Effettivamente, abbiamo verificato, parlando anche con gli stessi venditori ambulanti, che sarebbero state concesse più licenze rispetto agli spazi effettivamente disponibili nella zona regolare di piazza Chinnici. Dunque, alcuni di questi, non trovando posto, si sono recentemente spostati in piazza John Lennon, zona attual‐ mente irregolare. Questo spostamento, se da un lato ha contribuito a rendere più fruibile la via Galileo Galilei, dall’altro ha reso più difficile la vivibilità delle strade adiacenti alla piazza nella tarda serata del Sabato, giorno di mercato. Sembra, infatti, che piazza John Lennon sia ripulita in orario più tardo rispetto all’adiacente piazza Chinnici e gli imballaggi lasciati per strada finiscono, a causa del vento, lontano, invadendo

marciapiedi e scivoli di garage che non vengono ripuliti. Questo prob‐ lema, tuttavia, è stato parzialmente risolto grazie alla presenza di una unità mobile dell’AMIA che, da qualche setti‐ mana, si adopera, in loco, per la raccolta differenziata. Abbiamo istituito presso il comitato “Cominciamo dal quartiere” una task force per la raccolta e l’elaborazione di tutte le problem‐ atiche relative ai mercatini della città. Vi invitiamo, pertanto, a col‐ laborare col Comitato e/o ad inviarci quante più segnalazioni possibili in maniera tale da creare un quadro complessivo delle principali problematiche sulle quali intervenire con maggiore ur‐ genza ed elaborare un progetto con delle soluzioni da presentare all’Assessorato alle Attività Produttive.

Solita discarica in via Celona Da segnalazioni pervenute alla nostra redazione, si riscontra che in Via Celona, zona Viale Michelangelo, peri‐ odicamente, ai margini della strada si forma una discarica abusiva che invade pericolosamente la carreggiata. Inoltre, il conseguente sgradevole odore dis‐ turba l’olfatto dei passanti. Nei prossimi mesi cercheremo di dare at‐

tenzione a questo prob‐ lema, chiedendo, agli uffici competenti, di istallare ap‐ posite telecamere per dis‐ suadere coloro i quali utilizzano la strada come discarica. La Redazione


PAG 13

GESU’ MARIA E GIUSEPPE: finalmente si gioca!!! Già da qualche mese il parco giochi è aperto per il divertimento dei bambini dell’ing. Michele D’Armata FINALMENTE IL PARCO... è così che ci eravamo lasciati lo scorso nu‐ mero...con la notizia che il parco giochi presso la chiesa Gesù Maria e Giuseppe di via Ausonia era pronto per essere aperto, ma man‐ cava ancora l’ultimo fondamentale aiuto per acquistare anche uno scivolo e l’altalena. Possiamo comunicarvi, e molti lo sanno già, che grazie al generoso sostegno di molti di voi, anche le attrezzature da gioco sono montate e funzionanti, per la felicità dei tanti bambini che già da tempo hanno preso l’abitudine di andare a divertirsi in questa piccola “fetta di città” dedi‐ cata a loro. Il parco è ovviamente aperto a tutti, tutte le volte che la chiesa è aperta per le messe e per le altre attività. L’aiuto che vi chiediamo questa volta sta nell’im‐ pegnarci insieme a difendere questo luogo e nel curarlo e trattarlo come se fosse nostro. Nel mese di Giugno sarà cura del nostro comitato organizzare delle giornate di gioco per i più piccoli e quant’altro Don Diego avrà il piacere di promuovere. .

Nuovo look per l’aiuola di VIA RESUTTANA Alcuni sponsor si adoperano per il recupero dell’aiuola, ripulita e recintata del dott. Leonardo Canto Come promesso nello scorso numero il comitato di quartiere ha adottato lo spiazzo verde presente in Via Resuttana, all’angolo con via caduti senza Croce, in Piazzatta

degli alpini. Grazie all’aiuto di alcuni sponsor privati, residenti e volontari del comitato (un particolare ringrazia‐ mento va al Sig. Antonino Graffagnino) lo scorso 6 Novem‐ bre sono iniziati i lavori di restyling alla presenza del Parroco Don Diego Broccolo (nella foto a sinistra) che, durante una ce‐ rimonia, ha anche scoperto una targa alla memoria di Padre Puglisi, cui è stata ded‐ icata l’area. Da tempo i residenti lamentavano lo stato di abbandono nel quale ver‐ sava l’area; ad oggi, la stessa è stata più volte oggetto di potatura e pulizia, è stata installata una stac‐ cionata in legno, sono stati rimossi alcuni cassonetti che si trovavano in prossimità della stessa e due nuovi

faretti sono stati collocati dall’AMG per il‐ luminare la zona. A breve, grazie ad un accordo con l’istituto IBI, sarà installato anche uno scivolo per bambini, in modo da terminare l’opera e restituire ai residenti del quartiere la fruizione di un nuovo spazio verde. .

Il problema delle auto abbandonate In via Monteverdi rimosse 3 auto ma in altre zone partite le segnalazioni Palermo è colma di auto abbandonate. Nonostante le rottamazioni degli ultimi anni, il loro numero cresce esponenzial‐ mente. Attraverso le nostre segnalazioni siamo giunti alla rimozione di tre auto in via Monteverdi. Tuttavia, i tempi riman‐ gono lunghi, nonostante gli annunci ra‐ diofonici degli amministratori comunali.

Purtroppo, le lungaggini burocratici per accertare le generalità dei propri‐ etari rallentano parecchio il tutto. Altre auto ci sono state segnalate in via A. Lo Bianco, traversa di via Tri‐ nacria. Abbiamo attivato le procedure necessarie per la loro rimozione. Vi invitiamo a segnalarci la presenza di eventuali carcasse d’auto nella vostra zona; nel prossimo numero faremo il punto sulle auto eventual‐ mente rimosse e su quelle an‐ cora da rottamare. La Redazione


PAG 14

VII Circoscrizione: il punto sulle problematiche più sentite di Edoardo De Filippis “L’impegno nel quartiere” E’ possibile ancora che nel 2011 dobbiamo as‐ sistere nei quartieri popolari a giovani ragazzi che giocano a pallone in mezzo a sporcizia, sir‐ inghe e fango? Purtroppo in molti quartieri popolari di Palermo Zen, Cruillas, Marinella, queste situazioni sono all’or‐ dine del giorno, siamo convinti che debba essere realizzato un piano in collaborazione con l’amministrazione comunale che dia la possibilità di dedicare un area del quartiere per spazi di gioco e di aggregazione. Ciò permetterebbe sicuramente di ri‐ lanciare sia l’immagine del quartiere che dell’ “MONDELLO PER IL TURISMO” Per quanto riguarda il turismo ci piacerebbe vedere realiz‐ zato dalle istituzioni un porticciolo turistico, l’iniziativa costi‐ tuirebbe sicuramente un incremento di lavoro per alberghi, ristoranti e negozi vari e darebbe alla borgata uno stimolo anche verso un turismo d’èlite, che l’affermerebbe quale punto di riferimento tra i centri balneari più ricercati. “L’IMPEGNO PER RIQUALIFICARE IL PARCO DELLA FAVORITA” “Il primo obbiettivo di riqualificazione del parco della Favorita, secondo molti residente e cittadini deve essere lo sgombero immediato del “campo nomadi”, che con il tempo è diventato un luogo pieno di catapecchie e sporcizie, le condizioni di de‐ grado sono evidenti, non viene garantito per niente l’igiene ambientale della zona. Vanno aumentati i controlli per arginare il “problema prostitute” che da tanto tempo vagano nei giardini del real parco. Chiediamo di studiare nuove soluzioni meno drastiche per la viabilità cittadina, ma interes‐ santi allo stesso tempo per la vivibilità del territorio”. ... continua sul nostro sito internet: www.cominciamodalquartiere.it

Opportunità di ricchezza (continua dalla prima pagina) Penso alla raccolta differenziata che sta cambiando le nostre abitudini; penso alle novità in tema di infrastrutture, dai centri commerciali al parcheggio mul‐ tipiano di piazza V. E. Orlando; penso agli esperimenti per eliminare i se‐ mafori dalla via Notarbartolo e a quelli aggiunti in alcuni punti in viale Stras‐ burgo; penso, infine, al sorgere di di‐ verse iniziative dei commercianti per chiudere le strade al traffico e alla sosta selvaggia delle macchine per aprirle ai pedoni e al relax delle famiglie come in viale Strasburgo, in via Roma, in via Sciuti e in Corso Finocchiaro Aprile. E proprio su quest’ultimo punto mi voglio soffermare, ricordando le vive proteste dei commercianti, alcuni anni fa, quando l’amministrazione comu‐ nale aveva timore a proporre iniziative mirate alla chiusura di strade o alla creazione di isole pedonali, per le reazioni dei commercianti. Oggi, i commercianti palermitani sembrano aver capito che la chiusura delle strade, in certi periodi è non solo un bene ma andrebbero sostenuti più en‐ ergicamente costruendo nuovi parcheggi in zona, modificando il piano di circolazione stradale e inte‐ grando i trasporti pubblici . I binari del tram stanno ormai per en‐ trare nel nostro centro città; i lavori per il raddoppio della ferrovia che la attra‐ versa sta facendo ogni giorno passi da

gigante; nuove fermate della metro‐ politana sono sul punto di essere real‐ izzate in punti ritenuti inaccessibili, come quella di via Catania o del Tri‐ bunale. Questa città ogni giorno com‐ pie degli importanti passi in avanti; forse deve essere ancor più lungimi‐ rante ma, per questo, ha bisogno dei suoi cittadini, ha bisogno di una cittad‐ inanza attiva e vigile sull’operato delle amministrazioni pubbliche, alle quali è doveroso chiedere una maggior ocu‐ latezza degli investimenti e il rispetto per i bilanci economici. Tutto questo è possibile e c’è anche spazio per le categorie sociali che oggi parrebbe si stiano sacrificando; i piccoli e medi commercianti della città hanno, anche loro, una speranza: parados‐ salmente, la crisi economica sta ridi‐ mensionando il business dei grandi centri commerciali e, in alcune città italiane, ad esempio, marchi impor‐ tanti della grande distribuzione come Carrefour, Auchan e, perfino, la Coop (che in Sicilia sta invece chiudendo qualche piccolo store) stanno aprendo o hanno già aperto dei minimarket nei centri urbani per favorire l’accesso senza grossi spostamenti e con più of‐ ferte convenienti, comprendendone un vantaggio economico. Chissà che non sia questa un’opportunità di so‐ pravvivenza/investimento per i piccoli market dei nostri imprenditori paler‐ mitani. Dott. Alberto Daidone

“POLICLINICO”: INAUGURATA NUOVA SEDE ZONALE DELL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI AZIONE SOCIALE (ANAS) Già in piena attività la struttura presieduta dal Cav. Mannisi laddove operano da volontari diversi carabinieri della Legione Sicilia della dott.ssa Cristina Felici E’ stata inaugurata lo scorso 10 Marzo, alla pre‐ senza di autorità civili e militari in Via Filippo Corazza la nuova sede zonale “Palermo Policlin‐ ico” dell’ ANAS. La struttura, fortemente voluta e gestita da un gruppo di Cara‐ binieri che dedicano al Volontariato il proprio tempo libero dal lavoro, ha già posto in essere, nell’ultimo mese, diverse iniziative meritorie: tra le tante una distribuzione gratuita di alimenti sostenuta dal Banco Alimentare Opere Pie di Carità, un pranzo per i più bisognosi, uno sportello di ascolto per le problematiche dei cittadini ed un servizio di CAF e patronato. La legalità è ovviamente il Valore fondante di questo progetto sociale, la sede è stata infatti intitolata al noto penalista Enzo Fragalà, in ricordo del quale, ad un anno dalla morte, è stato al‐ tresì organizzato un convegno presso l’Università degli studi di Palermo. “Siamo appena all’inizio, e notiamo tanto entusiasmo intorno

alla nostra realtà‐ ha dichiarato il presidente della sede zonale Diego Mannisi‐ tra i progetti all’orizzonte vi è anche un torneo di calcio per promuovere i valori della legalità e correttezza”. La gente del quartiere intanto ringrazia e fa la sua parte: perfino l’anziana signora che abita il locale adiacente la sede lo mette a disposizione per le esigenze straordinarie dell’ente e commenta “Ce li portò u Signuruzzu”; un esempio di come vorremmo le is‐ tituzioni Civili e Militari sempre più vicine ai bisogni dei cittadini.


PAG 15

NOSTRA SIGNORA DELLE NAZIONI IN S. EUGENIO PAPA: PROSEGUE L’ESPERIENZA DEL GRUPPO “UGUALI E PARTECIPI” Laicità, Federalismo e ruolo della società civile tra i grandi temi trattati questa stagione durante i corsi di formazione sociale e politica giunti al loro secondo anno di vita. di Gianluca De Luca Prosegue con un sempre maggior numero di interes‐ sati nel nostro quartiere l’esperienza del movimento “Uguali e Partecipi” promosso da Padre Felice Lupo. Gli incontri organizzati dal movimento in quest’anno pastorale hanno avuto in comune la capacità di saper trattare ed ap‐ profondire temi dall’alta valenza culturale mediante un registro che, grazie anche ai relatori intervenuti, non è mai risultato di difficile com‐ prensione. Il susseguirsi di parecchi interventi, alla fine di ciascuno degli incontri (all’incirca a cadenza mensile) è stato rivelatore di un dato: le per‐ sone sanno ascoltare e comprendere, sanno rielaborare criticamente, pongono molto spesso delle domande per chiarire un quadro che, nella loro mente, va formandosi sempre più nitido. Personalmente è stato questo l’elemento che, da giovane, mi ha mag‐ giormente colpito di questa esperienza. I grandi mass‐media tendono a promuovere un modello di essere umano non più dedito al pensiero ma al consumo: pensare, conoscere, capire i fenomeni sociali, storici, culturali, interrogarsi sulle strade da percorrere per risolvere i problemi della nostra società, anche quelli più modesti, sembra esser diventato prerogativa di altri…mentre i cittadini comuni, quelli come noi, devono soltanto oc‐ cuparsi di comprare e vendere, delegando a terzi anche il proprio pensiero; ebbene verificare invece, durante questi incontri, che esiste nella società civile tanta voglia di comprendere i fenomeni sociali, di approfondirli, di voler proporre delle soluzioni è stata una grande sor‐

presa o, meglio, un grande sollievo che ho vissuto assis‐ tendo agli incontri o r g a n i z z a ti quest’anno. I relatori di chiara fama e preparazione, tra i quali il prof. Teresi, il Prof. Savagnone, il Prof. Verde ed il prof. Viola, sono riusciti a tenere alta l’attenzione dell’uditorio per tutta la durata degli incontri affrontando tematiche quali il concetto di laicità ed il ruolo della società civile rispetto al fenomeno politico; in modo particolare il Prof. Giuseppe Verde, che ha tenuto una relazione su un tema di grande attualità quale il federalismo fiscale, chiarendo alla platea in cosa consista in linea di massima la riforma in corso di approvazione, citando aneddoti personalmente accaduti e tramite esempi concreti, si è intrattenuto anche sforando il canonico orario di chiusura, dato che l’interesse sull’argomento si è poi concretizzato in un gran nu‐ mero di domande poste dagli ascoltatori. Le attività del movimento “Uguali e Partecipi”, sostenute altresì dal‐ l’On. Russo e dall’On. D’Acquisto proseguiranno con ulteriori incon‐ tri già in calendario quest’anno pastorale.

IO ACCATTO SICILIANO

Ad oggi, ogni anno, vengono importati in Sicilia beni di consumo per 34 miliardi di euro. Dalla Sicilia esportiamo beni soltanto per 5 miliardi di euro. Questo fa si che la nostra bilancia commerciale sia in passivo perenne di almeno 29 miliardi di euro annui. In altre parole ogni anno che passa è un anno in cui ci siamo impoveriti di più. D’altro canto la nostra Regione non può esplicitamente promuovere i prodotti siciliani a causa di una sentenza della Corte di Giustizia europea (249/81) che impedisce simili attività ritenendole d’intralcio al libero scambio delle merci sul territorio europeo. Per questi ed altri motivi nasce IO ACCATTO SICILIANO Pane dolce pane via Sardegna, 32 Palermo -Tel.: 091.528425 Bar Kaos. via Sampolo, 127 Palermo -Tel.: 091.547744 L'antica Brace. Antica brace con polli di produzione italiana cotti a legna . via Lussemburgo, 118 Palermo -Tel.: 091.518645 L'antica tradizione del pulito

www.ioccattosiciliano.giovanesicilia.it Torrefazione De Caro Caffé e cornetto a 1 euro! via Alcide De Gasperi, 48 Palermo -Tel.: 328.4905438 da Totuccio Il migliore in Sicilia che ci sia via San Lorenzo, 24/a Palermo -Tel.: 091.6889334 La Casa di Bacco. Bevi sano, bevi siciliano

via G. Zappalà, 34 Palermo -Tel.: 091.229734 - www.lacasadibacco.net

via P. Scaglione Palermo -Tel.: 340.863584

Non solo quadro. Vendita di vetri, cornici e stampe d’autore via Giovanni Besio, 21 Palermo -Tel.: 347.8535008

Lavanderia Rao Grazia Sconto del 10% a chi si presenta a nome di "Io accatto siciliano" via Valdemone, 28 Palermo -Tel.: 348.1432156

Maurizio e Lia Parruccheria Un ciuffo da 110 e lode via Valdemone, 24 a/b Palermo -Tel.: 091.519359

Marcottica. Vendita occhiali da vista, da sole, etc.. via P. Scaglione 19 Palermo -Tel.: 091.203610 - marcottica@alice.it


PAG 16

Today Quartieri N.11/2011