Issuu on Google+

locus amoenus percorsi anfibi nella comunità lagunare

Coltivare una Comunità · Cibicworkshop · 2012 Alberto Bellot · Marco Mezzavilla · Francesca Toso · Davide Tuberga


Chi siamo?

Cosa proponiamo?

Locus Amoenus, ente di valorizzazione del territorio

Il nostro intervento è di informazione e gestione delle attività culturali, ludiche e sociali di Ca’ Tron. Il servizio è rivolto alla comunità e ai visitatori; in particolar modo la nostra proposta vuole valorizzare l’identità agricola lagunare di Ca’ Tron attraverso i seguenti punti: •  presentare i frutti del lavoro locale attraverso attività di ristorazione e vendita a km 0 (riscoperta biodiversità) •  favorire la frequentazione del posto per attività di interesse culturale e sportivo (frequentazione locale) •  promuovere iniziative collettive attraverso spazi polifunzionali (frequentazione lavorativa) •  promuovere la zona per un turismo sostenibile (frequentazione turistico-didattica)

Dove agiamo? Ca’Tron, ex tenuta agricola di 1000 ettari, sita di fronte alle isole di Burano e Torcello. Confinante con H-Farm e una base missilistica dismessa, territorio bonificato coltivato ad agricoltura intensiva di mais e soia, terreno molto fertile che favorisce la crescita di boschi spontanei. Situato a 20 km da Venezia e 12 km dall’aereoporto di Tessera.


Destinatari Iservizi proposti si rivolgono a diverse utenze: • permanenza breve (turisti) • lungo termine (locali e nuovi residenti)

La zona deve presentare modelli di attrazione in tre tempi, dimostrandosi capace di offrire molteplici attività la cui fruibilità varia in base alle esigenze dell’utenza. Chi ci vive e ci lavora non deve annoiarsi, chi vi si avvicina per brevi periodi dev’essere stimolato a conoscere la zona e invitato a ritornare La zona deve presentare modelli di attrazione in tre tempi, dimostrandosi capace di offrire molteplici attività la cui fruibilità varia in base alle esigenze dell’utenza. Chi ci vive e ci lavora non deve annoiarsi, chi vi si avvicina per brevi periodi dev’essere stimolato a conoscere la zona e invitato a ritornare.


Come metterlo in atto? 1. recupero degli edifici dismessi

2. creazione di percorsi tematici

3. interventi artistici site–specific

Permettere la riqualificazione di strutture già esistenti, in stato di abbandono. Le stanze ricavate possono svolgere svariate funzioni quali ristorazione, sale didattiche, centri congresso, punti di accoglienza e pernottamento, strutture alberghiere, centri di vendita e acquisto dei prodotti locali, zone espositive di attrezzi e utensili della vita contadina/lagunare. Attraverso il recupero degli edifici presenti si identificano tre principali centri di “aggregazione”: •  darsena, punto focale per l’accoglienza e il cambio dei mezzi di trasporto •  biolago, punto di svago e relax, soprattutto nel periodo estivo •  cascine, punto di ristoro e centro culturale

Offrire tre “pacchetti percorso” volti alla frequentazione del posto, ognuno dei quali propone tre diversi modi di percepire l’acqua: il pacchetto didattico prevede lo studio/scoperta degli usi dell’acqua per l’irrigazione, delle tecnologie e delle tecniche che ne hanno permesso il controllo seguendone l’evoluzione storica e le principali forme di vita nell’acqua fluviale/lagunare; il pacchetto sportivo prevede la fruizione di mezzi acquatici più o meno tradizionali (canoa,sandalo) da alternare ad attività di corsa pedestre o su bici e la possibilità di pesca sportiva all’interno di un biolago; il terzo pacchetto prevede un esperienza di rilassamento attorno al biolago con possibilità di avvicinarsi alle attività locali (imparare a cucinare o comporre con prodotti a km 0)

Coinvolgere artisti nella realizzazione di opere site–specific. Gli artisti potranno trovare a ca’Tron l’ambiente per i propri allestimenti, avvicinando la comunità locale ai linguaggi contemporanei dell’arte e allo stesso tempo restituendo un quid artistico al paesaggio naturale e agli interventi umani già presenti.


Ca’ Tron


16 cascine


stato di degrado avanzato

stato di degrado parziale


01

Accoglienza Snodo trasporti Parcheggio Mercato km 0

02

Museo vita lagunare 08

03

04

Alloggi Ristoro

06 05

Multifunzione 04

05

Cucina stagionale Biolago

06

Alloggi Ristoro

07

Snodo trasporti Biolago Pesca

08

Fattoria didattica

03

16 01

02

07


09

Manutenzione verde

10

Zona pic-nic

11

Zona pic-nic

12

Snodo trasporti 16

13

Zona pic-nic 09

14

Manutenzione verde

15

Punto panoramico

16

Zona pic-nic

14

10 13

12 11

15


spazi comuni


darsena


particolari darsena punto d’osservazione diurno e notturno per abitanti e visitatori

molo per piccole imbarcazioni

ufficio informazioni turistiche

punto di ritrovo e di aperitivo per gi abitanti, zona di ristoro per i visitatori appena arrivati


produzione e vendita di prodotti finiti (marmellate, conserve, sughi per pasta ecc…) e preparazione di pasti per l’agriturismo

punto d’osservazione diurno e notturno per abitanti e visitatori

stazione bike–sharing con copertura a pannelli solari per l’autosufficienza energetica ella struttura


parcheggio & bike sharing


cascina polifunzionale

zona di produzione energetica

sala congressi

frutteto

stanza b&b

zona didattica raccolta mezzi agricoli

cucina biologica

ristorante sotto alla pergola


ruderi

acqua

bagni

festa

acqua

deposito bici

manutenzione verde acqua arte


ispirazione per i percorsi tematici


percorso ambientale

Arte Sella Attivo dal 1986 · Val di Sella, Borgo Valsugana, Trento Manifestazione internazionale di arte contemporanea Le opere sono ottenute per lo più con sassi, foglie, con rami o tronchi, in completa armonia con il luogo. Dal luogo nascono (tramite il lavoro di reinterpretazione dell’artista sui materiali del luogo) e al luogo tornano, in quanto sono lasciate poi naturalmente invecchiare e scompa- rire nel ciclo naturale della valle.


percorso ambientale

Vivo Verde Attivo dal 1986 · Pordenone Installazioni di Land Art Landart è un termine che identifica opere artistico - creative elaborate con materiali naturali e collocate all’interno di un ambiente naturale. Vincenzo Sponga apre a Pordenone un negozio-laboratorio dove presenta le sue opere realizzate con metalli e materiali tratti dalla natura e, a partire dalla fine degli anni ‘90, allarga la sua ricerca fino ad arrivare alla Land Art, per la quale rappresenta l’Italia in varie manifestazioni internazionali assieme a Gabriele Meneguzzi.


percorso di cultura locale

Museo della Civiltà Contadina Attivo dal 1988 · Aiello, Udine Museo didattico che riproduce scene di vita campestre Il museo della civiltà contadina è un compelsso agricolo di tre edifici suddivisi in sei zone. Ripropone gli utensili che accompagnavano la vita campestre nei diversi momenti della giornata, negli ambienti della casa (mulino, stalla) e nei vari mestieri (liutaio, falegname, lattaio, calzolaio).


percorso tematico sull’acqua

VNF - Voies Navigables de France Attivo dal 1991 · Francia Associazione di coordinamento della navigazione fluviale Divisione dei corsi d’acqua francesi in sei percorsi da 200 km, per un totale di 3000 opere d’arte e 40000 ettari di dominio pubblico fluviale, raccolti per offrire un alto standard qualitativo di servizi fluviali nel rispetto dell’ambiente e delle risorse acquatiche.


percorso tematico sull’acqua

Riserva Naturale Regionale Foce dell’Isonzo Attivo dal 1988 · Isola della Cona, Gorizia Riserva naturale regionale La Riserva Naturale della foce dell’Isonzo comprende un’area di circa 2400 ettari, situata lungo gli ultimi 15 km del corso del fiume. Quest’area è stata interessata nel corso dei secoli da notevoli trasformazioni, a partire dagli anni ’90 sono stati effettuati degli interventi che hanno portato alla creazione di una palude temporanea d’acqua dolce, denominata “il Ripri- stino”: La nuova situazione ha incrementato notevolmente il numero delle specie legate agli ambienti umidi.


percorso tematico sull’acqua

Parco Naturale Regionale del Fiume Sile Attivo dal 1991 · 11 comuni nelle province di Padova, Treviso, Venezia Parco naturale regionale Il Parco Naturale Regionale del fiume Sile si estende su una superficie di 4.152 ettari, l’area delle sorgenti si trova tra Ca- sacorba di Vedelago (Treviso) e Torreselle di Piombino Dese (Padova) originando il più lungo fiume di risorgiva d’Italia: 70 km circa da Casacorba di Vedelago (Treviso) a Portegrandi di Quarto d’Altino (Venezia), la foce naturale nella Laguna di Venezia, prima dello scavo del “Taglio del Sile”.


interventi artistici site–specific


percorsi


percorso sportivo mezzo: bici - piedi - canoa tipologia alloggio: tenda, agriturismo attività proposte: • corso canottaggio • pesca sportiva


frutteto orto

casolare recuperato per la produzione di prodotti locali e l’ospitalità

deposito bike sharing

canoa sharing


percorso didattico mezzo: bici - piedi tipologia alloggio: b&b in case coloniali, houseboat attività proposte: • visita museo acqua • approfindimento fauna lagunare • approfondimento coltivazioni lagunari


la cascina conserva l’aria da rudere


percorso relax mezzo: bici - piedi tipologia alloggio: bungalow in canapa attività proposte: • corso di cucina stagionale, relax nella zona laghetto • coltivazione orto • acropark


zona ristoro alimenti di cucina tradizionale prodotti a km 0

zona energetica pannelli solari

zona pesca sportiva zona relax


cascina restaurata

biolago / ecopiscina

fattoria didattica



2012-05 Locus Amoenus